ALESSANDRO SANGIORGI

Commenti

Transcript

ALESSANDRO SANGIORGI
ALESSANDRO SANGIORGI
Era il 1981, avevo 12 anni e un piccolo zainetto sulla schiena. La porta innanzi a me si aprì improvvisamente e in
pochi istanti ero un bimbo bianco in mezzo a tanti neri.
Ero a Dar es Salaam (Tanzania), “Mwalimu” Nyerere ne
era il Presidente e mio zio Ettore era medico, già da diversi anni, in un piccolo ospedale sulle remote montagne di
Livingstone. Lì in quell’Africa ancora vera, un bimbo che
stringeva la mano di quell’uomo cominciava ad esplorare
una terra che mai più l’avrebbe abbandonato…..
Questo è l’inizio della mia storia, mi chiamo Alessandro
Sangiorgi e sono nato a Forlì nel 1969. Il mio percorso formativo comincia da giovane come fotografo naturalista e
una grande passione per le scienze naturali.
Nel 1993, dopo già tanta Tanzania sulle spalle, mi iscrivo
alla facoltà di Scienze Naturali con indirizzo: conservazione della natura e delle sue risorse; presso l’Università di
Bologna, dove comincio ad addentrarmi nel mondo della natura e dei suoi abitanti. Discuto una tesi (di mia invenzione durata circa due anni e mezzo) riguardante la
realizzazione del documentario naturalistico e il suo scopo nell’educazione ambientale. Tale tesi fu svolta con la
stretta collaborazione del Prof. Danilo Mainardi (mio relatore esterno) e la allora famosa società di documentari
italiana “Paneikon” di Roma. Durante la tesi partecipo con
la Paneikon alla realizzazione di due documentari, uno girato nel Selous G.R. che aveva come racconto i Licaoni, e
l’altro girato in Kenya a Mzizimia che raccontava la storia
degli ippopotami di quella zona. Questi due lavori sono stati frutto di molti mesi passati nel bush, con la troupe
e i ricercatori, per riuscire a filmare più situazioni possibili che sarebbero servite poi in post-produzione.
Una volta conseguita la laurea nel 1999 partecipo al Lion Monitoring Project nel Parco Nazionale del Tarangire
esperienza unica ed incredibilmente affascinante, dove oltre ad aumentare il mio bagaglio tecnico di ricerca e
conoscenza, mi ha permesso di conoscere amici con i quali condivido ancor oggi l’amore per questo paese meraviglioso che è il Tanzania.
Nel 2000 seguo un master in Canada, di quasi un anno, in Cinematografia, per acquisire una maggiore conoscenza tecnica, che in futuro mi avrebbe fatto molto comodo. Ultimato il master agli inizi del 2001 parto per il
South Africa e da allora comincio la mia vera e propria specializzazione nel mondo dei safari…..ma con un occhio
sempre nel viewfinder della camera.
Partecipo al corso per guide alla Antares Field Guide Center con Ian Owtran, dove imparo a conoscere i vari aspetti della vita del bush, di quella vita che ti porta a stretto contatto con il mondo delle scienze naturali africane, i
ALESSANDRO SANGIORGI
mammiferi, gli uccelli, gli insetti, i rettili e gli anfibi,
e poi la geologia, la botanica, l’astronomia insomma mi sembrava di ripercorrere gli stessi passi fatti
nel mio percorso universitario, ma in un mondo
del tutto nuovo. Qui conseguo il primo livello di
FGASA. Incominciai così ad entrare in contatto col
bush nelle riserve vicino al Kruger (Thornybush,
Klaserie) dove le mie prime esperienze da giovane
guida cominciarono a prendere forma.
Nel 2003 mi trasferisco in Tanzania dove comincio
a lavorare come guida freelance e nel 2004 lavoro
come guida e camp manager presso il Rufiji river
camp nel Selous G.R. fino al 2007. La mia vita nel
bush ha così finalmente fatto quel balzo professionale che mi ha portato ad avere quelle esperienze
e quelle conoscenze che solo vivendoci ti possono dare.
Nel 2007 faccio ritorno in South Africa per seguire un corso di guida di secondo livello presso il Kruger Nat. Park
(Makuleke Concession) con la società Ecotraining. Qui affino le tecniche di Rifle Handling e Walking Safari. Ho
conseguito poi il secondo livello di FGASA.
Di seguito lavoro ancora per due anni come guida, prima in Botswana nei safari mobili nell’area del delta dell’Okavango e nel Moremi e poi di nuovo in Tanzania come guida nel Parco Nazionale di Saadani presso Saadani safari
lodge.
Nel 2009 durante un safari in Tanzania, conosco uno dei produttori esecutivi di Mediaset (canale 5) supervisore
del programma “Melaverde” (ambiente, natura e territorio) con il quale stringo amicizia, e mi convince a crescere professionalmente anche come camera operator. Comincio così a dividermi fra Africa e Italia, dove alle registrazioni del Programma alterno safari in Tanzania, Kenya e Rwanda. Proprio in Rwanda nel 2012 corono un altro
sogno che da tanti anni volevo realizzare e cioè vedere dal vivo i Gorilla di montagna sui mitici monti Virunga.
In queste poche righe ho cercato di riassumere le mie esperienze di vita africana che sempre sono vive in me, e a
tal proposito vorrei creare in un prossimo futuro, qualcosa che mi porti a vivere in maniera stabile in East Africa,
per trasmettere le mie conoscenze di bushlife e di wildlife camera operator, a coloro che vorranno visitare e
vedere con occhi diversi ciò che la natura africana e non solo, mostra nelle sue innumerevoli sfaccettature.
Il cammino di quel bimbo ora non è più fragile, le sue scarpe hanno vagato per tante savane e i suoi occhi hanno
colorato il suo cuore, ma c’è ancora tanto da vedere, ma soprattutto da far scoprire a coloro che il cuore ce l’hanno ancora “bianco”……….allora prendi i tuoi colori e seguimi io sarò la tua guida……
Asante sana kwa umenisikilisa na…….. safari njema!!
Bwana Alessandro
www.alessandrosangiorgi.it