LIBRETTO DI ISTRUZIONI - Canon Centre

Commenti

Transcript

LIBRETTO DI ISTRUZIONI - Canon Centre
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 1
I
Edizione italiana
LIBRETTO DI ISTRUZIONI
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 2
Complimenti per avere scelto un prodotto Canon.
La EOS 30 è una fotocamera reflex monobiettivo con messa a fuoco automatica ad
alte prestazioni, dotata di sistema di selezione con lo sguardo
(Eye Control) e di
sette punti di messa a fuoco.
Grazie alle sue numerose funzioni, questa fotocamera consente di fotografare
un’ampia varietà di soggetti praticamente in qualsiasi condizione ambientale.
Può essere utilizzata sia in modo completamente automatico che semi-automatico,
mentre le numerose modalità manuali di cui dispone consentono di ottenere gli
effetti desiderati.
Prima dell’utilizzo, si raccomanda di leggere attentamente il presente libretto di
istruzioni e di acquisire familiarità con la fotocamera.
Simboli
Avvertenza per aiutare nel corretto utilizzo della fotocamera ed evitare
problemi di funzionamento.
Nota che fornisce informazioni aggiuntive sull’utilizzo di base della
fotocamera.
Suggerimenti utili per utilizzare al meglio la fotocamera.
Leggere attentamente la sezione “Precauzioni per l’utilizzo” a p. 6 per evitare
problemi di funzionamento e danni alla fotocamera.
Tenere il libretto di istruzioni a portata di mano per un eventuale utilizzo.
Precauzioni
• Prima di utilizzare la fotocamera per un evento importante, effettuare alcuni
scatti di prova per verificarne il corretto funzionamento.
• Le fotocamere EOS dispongono di un apposito attacco per l’utilizzo dedicato
(autofocus, controllo esposizione, ecc.) di obiettivi EF Canon. L’utilizzo di
obiettivi diversi con le fotocamere EOS potrebbe dare luogo a malfunzionamenti
della fotocamera o dell’obiettivo.
Eventuali problemi di funzionamento o danni alla fotocamera conseguenti
l’utilizzo di accessori non Canon non sono coperti da garanzia.
2
3
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 4
Indice
Indice
Precauzioni per l’utilizzo............................................................6
Guida rapida..............................................................................8
Nomenclatura ..........................................................................10
Convenzioni utilizzate nel presente libretto di istruzioni ..........16
1
Operazioni preliminari.....................................................17
Installazione delle batterie e controllo del livello di carica .......18
Installazione e rimozione dell’obiettivo ....................................20
Regolazione diottrica...............................................................21
Funzionamento del pulsante di scatto.....................................22
Caricamento e rimozione della pellicola ..............................23
Corretta impugnatura della fotocamera...................................26
2 Utilizzo in modalità di automatismo totale ....................27
Modalità Automatismo totale (Full Auto) ............................28
Modalità Ritratto (Portrait) ...................................................32
Modalità Paesaggio (Landscape).......................................33
Modalità Primi piani (Closeup) ............................................34
Modalità Fotografia sportiva (Sports)..................................35
Modalità Scenari notturni (Night Scene)..............................36
Utilizzo dell’autoscatto........................................................37
Stampa della data o dell’ora (solo modello QD)......................39
3 Modalità di messa a fuoco automatica e di lettura della luce...41
Selezione della modalità AF....................................................42
Selezione del punto di messa a fuoco ...............................45
Calibrazione per la selezione con lo sguardo (Eye Control) ..47
Utilizzo della selezione con lo sguardo ............................52
Messa a fuoco di soggetti decentrati.......................................54
Impossibilità di utilizzo della messa a fuoco automatica .........55
Modalità di lettura della luce...............................................56
4 Modalità della zona creativa ...........................................57
AE Programma ...................................................................58
AE a priorità dei tempi .......................................................60
4
AE a priorità dei diaframmi ................................................62
Previsualizzazione della profondità di campo .........................63
Esposizione manuale ..........................................................64
AE a priorità della profondità di campo ............................66
Blocco AE ...........................................................................71
Compensazione dell’esposizione ............................................72
Bracketing automatico dell’esposizione (AEB) ..................73
Esposizioni posa (bulb) ...........................................................75
Esposizioni multiple............................................................76
Disattivazione del cicalino...................................................77
Blocco dello specchio..............................................................78
Impostazione della sensibilità ISO della pellicola ............79
Selezione della modalità di avanzamento della pellicola ........79
Telecomando senza fil..........................................................80
Utilizzo del comando a distanza..............................................80
1
2
3
5 Fotografare con il flash ...................................................81
Utilizzo del flash incorporato ...................................................82
Fotografia flash con Speedlite della serie EX..........................85
Utilizzo di altri flash Speedlite specifici per la linea EOS.........92
4
6 Funzioni di personalizzazione ........................................93
5
Impostazione delle funzioni di personalizzazione ...................94
Disattivazione delle funzioni di personalizzazione ..................95
Elenco delle funzioni di personalizzazione..............................96
6
Sezione di riferimento .....................................................98
Terminologia di base della fotografia ......................................98
Tabella delle funzioni disponibili............................................100
Linea di programma ..............................................................102
Elenco delle indicazioni di avvertimento esposizione............103
Guida alla soluzione dei problemi .........................................104
Accessori principali................................................................105
Specifiche principali...............................................................107
Indice analitico.......................................................................110
Reference
5
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 6
Precauzioni per l’utilizzo
Precauzioni per l’utilizzo
Cura e conservazione della fotocamera
Display a cristalli liquidi (LCD)
(1)
Con il tempo il display a cristalli liquidi della fotocamera ed il display del mirino
possono perdere di intensità e divenire illeggibili. Qualora questo si verificasse,
fare sostituire il display presso un centro di assistenza Canon (servizio a
pagamento). Alle basse temperature i tempi di risposta del display LCD possono
diventare alquanto lunghi, mentre a temperature intorno ai 60°C ed oltre il display
potrebbe addirittura oscurarsi. In entrambi i casi, la situazione tornerà alla normalità
quando la temperatura sarà rientrata entro valori accettabili.
Questa fotocamera è uno strumento di alta precisione. Fare attenzione a non
farla cadere e a non sottoporla ad urti.
(2) Questa fotocamera non è impermeabile e non può pertanto essere utilizzata
nell’acqua o sotto la pioggia. Se la fotocamera dovesse accidentalmente
bagnarsi, rivolgersi immediatamente al più vicino centro di assistenza Canon.
Asciugare immediatamente eventuali gocce d’acqua con un panno asciutto. Se
la fotocamera fosse stata esposta ad aria salmastra, strofinarla con un panno
umido, ben strizzato.
(3) Non lasciare la fotocamera in luoghi esposti a calore eccessivo, quali le
automobili, durante le giornate di sole. Il calore eccessivo potrebbe dare luogo a
malfunzionamenti.
(4) La macchina fotografica contiene circuiti elettronici di alta precisione. Non
tentare di smontarla.
(5) Per rimuovere eventuali tracce di polvere dall’obiettivo, dal mirino, dall’oculare,
dallo specchio, dallo schermo di messa a fuoco o dal vano pellicola utilizzare
una comune pompetta ad aria disponibile in commercio. Non utilizzare
detergenti contenenti solventi organici per pulire il corpo della fotocamera o
l’obiettivo. Per una pulizia più accurata, contattare il più vicino centro di
assistenza Canon.
(6) Le lamelle dell’otturatore sono estremamente sottili. Per la pulizia utilizzare solo
una pompetta ad aria, facendo attenzione a non soffiare l’aria troppo
violentemente sulle lamelle, in quanto potrebbero venire facilmente deformate o
danneggiate. Durante il caricamento o la rimozione della pellicola, inoltre, fare
attenzione a non toccare accidentalmente le lamelle dell’otturatore.
(7) Non toccare i contatti elettrici con le dita. Se toccati, i contatti potrebbero
corrodersi, compromettendo il corretto funzionamento della macchina.
(8) Quando non si utilizza la fotocamera per un lungo periodo di tempo, rimuovere
le batterie. Riporre la fotocamera in un luogo fresco, asciutto e ben ventilato.
Durante il periodo di inutilizzo, far scattare l’otturatore di tanto in tanto per
verificare il funzionamento.
(9) Evitare di conservare la fotocamera in laboratori o altri luoghi in cui vengono
conservati prodotti chimici corrosivi.
(10) Prima di utilizzare la fotocamera dopo un lungo periodo di inattività, in
particolare prima di un viaggio o di un evento importante, controllare che tutto
funzioni correttamente o portare la macchina presso un centro di assistenza
Canon per un controllo.
(11) Dopo avere rimosso l’obiettivo dalla fotocamera, coprirlo con l’apposito
coperchio, oppure appoggiarlo con l’estremità di aggancio rivolta verso l’alto in
modo da non danneggiare la superficie della lente ed i contatti elettrici.
(12) Anche quando l’interruttore principale è posizionato su <
>, una piccola
quantità di energia viene utilizzata dal display a cristalli liquidi. Ciò non influisce
però sulla capacità di scatto (numero di rullini) della batteria.
6
Batterie al litio
(1) Questa fotocamera viene alimentata da due batterie al litio CR123A. Controllare
il livello di carica delle batterie nei seguenti casi (→ p. 18):
• Dopo avere sostituito le batterie.
• Dopo un lungo periodo di inattività della fotocamera.
• Quando l’otturatore non scatta.
• Quando la fotocamera viene utilizzata a temperature particolarmente basse.
• Prima di un evento importante.
(2) Prima di installare le batterie, pulire i contatti per rimuovere eventuali impronte o
macchie, onde evitare il rischio di contatti difettosi o corrosione.
(3) Non smontare o ricaricare le batterie. Non conservare le batterie in locali ad alta
temperatura, non cortocircuitarle, e tantomeno bruciarle.
(4) Sebbene le batterie al litio funzionino bene anche a basse temperature, le
prestazioni possono diminuire sensibilmente con temperature decisamente
polari. In questo caso, tenere un secondo set di batterie di riserva al caldo in
tasca ed utilizzare alternativamente i due set.
Conseguenze dell’utilizzo di batterie scariche
Per quanto l’icona < > lampeggi o meno sul display LCD, una corretta esposizione
della pellicola può avere luogo fino a quando l’otturatore scatta. Quando, però, la
batteria è completamente scarica, l’avanzamento o il riavvolgimento della pellicola
potrebbero interrompersi prima della conclusione o non avere luogo del tutto, e sul
display LCD potrebbe lampeggiare l’icona <
>. L’avanzamento ed il
riavvolgimento della pellicola riprenderanno dopo avere sostituito le batterie scariche
con delle batterie nuove.
Contatti elettrici dell’obiettivo
Contatti
Dopo avere separato l’obiettivo dalla fotocamera, coprirlo
con l’apposito coperchio, o appoggiarlo con l’estremità
di aggancio rivolta verso l’alto in modo da non graffiare
la superficie della lente o i contatti elettrici.
7
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 8
Guida rapida
Guida rapida
+
–
8
1
Installare le batterie.
5
Caricare la pellicola.
Inserire nell’apposito
alloggiamento due batterie al
litio CR123A, orientandole
come indicato nel diagramma
riportato all’interno della
copertura del vano batterie.
(→p. 18)
Allineare il bordo della
linguetta della pellicola al
contrassegno arancione sulla
fotocamera e chiudere il dorso
della fotocamera in modo da
udire uno scatto. (→ p. 23)
• La pellicola avanzerà
automaticamente fino al
primo fotogramma.
2
Montare l’obiettivo.
6
Mettere a fuoco il soggetto.
Allineare i punti rossi riportati
sull’obiettivo e sul corpo della
fotocamera, e girare
l’obiettivo nel senso della
freccia fino a farlo scattare in
posizione. (→p. 20)
Sovrapporre i punti di messa a
fuoco al soggetto principale e
premere a metà corsa il pulsante
di scatto per attivare la messa a
fuoco automatica. (→ p. 22)
• In condizioni di scarsa
illuminazione o di controluce, il flash incorporato si
aprirà e scatterà automaticamente. (→ p. 82)
3
Sull’obiettivo, impostare
l’interruttore della
modalità di messa a
fuoco su <AF>.
(→ p. 20)
4
Ruotare la ghiera di
comando su < >
(Full Auto).
7
Scattare la fotografia.
8
Rimuovere la pellicola.
Premere completamente il
pulsante di scatto per
scattare la fotografia.
(→ p. 22)
Tenere premuto il pulsante di
bloccaggio della ghiera di
comando mentre si gira la
ghiera. (→ p. 28)
Alla fine del rullino, la
pellicola si riavvolge
automaticamente. Aprire il
dorso della fotocamera per
rimuovere la pellicola.
(→ p. 25)
9
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 10
Nomenclatura
Nomenclatura
• I numeri delle pagine di riferimento sono indicati tra parentesi.
• I pulsanti di controllo della fotocamera sono indicati tra parentesi < > sotto forma
di icone.
Paraocchi (→p. 21, 38)
Selettore modalità AF (→p. 15)
Flash incorporato (ritratto) (→p. 82)
* Display della data (→p. 39)
Interruttore Selezione con lo
sguardo (Eye Control) (→p. 15)
Luce ausiliaria AF (→p. 30)
Luce riduzione occhi
rossi/Spia autoscatto/Spia
funzionamento telecomando
senza fili (→p. 30/37/80)
Display LCD (→p. 12)
<
>
Contatti sincro-X
Slitta accessori (→p. 82, 95, 105)
Manopola di regolazione
diottrica (→p. 21)
Pulsante di rilascio del
blocco della ghiera
di comando (→p. 14)
Ghiera principale
(→p. 16)
Ghiera di comando
(→p. 14)
Pulsante di
scatto (→p. 22)
Leva della modalità
di avanzamento
della pellicola
(→p. 15, 37, 79)
<
> Ghiera di comando
rapido (→p. 16)
Oculare del mirino
<
>
> Tasto selezione punto
di messa a fuoco (→p. 45)
Pulsante <
>
Blocco AE/Blocco FE/
Impostazione funzioni di
personalizzazione
(→p. 71 /88/94)
Pulsante Funzione
(→p. 24, 31, 73, 76,
77, 79, 84)
<
<
>
Pulsante modalità
di lettura (→p. 56)
<
> Selettore
punto di messa a
fuoco (→p. 45, 97)
Finestra
pellicola
Passante
cinghia
(→p. 17)
Impugnatura
(vano batterie)
(→p. 18)
Terminale
comando
a distanza
(→p. 80)
Leva apertura
dorso fotocamera
(→p. 23)
<
Pulsante rilascio
obiettivo (→p. 20)
Sensore
telecomando
senza fili (→p. 80)
10
>
Pulsante riavvolgimento
a metà rullino (→p. 25)
* Pulsante <
> (→p. 39)
Pulsante previsualizzazione
profondità di campo (→p. 63)
* Pulsante <
> (→p. 40)
Selettore modalità di
messa a fuoco (→p. 20)
Anello dello zoom
* Pulsante <
Anello di messa a fuoco (→p. 55)
Foro guida
Leva vano
batterie (→p. 18)
> (→p. 40)
Attacco cavalletto
Interruttore ghiera di comando rapido (→p. 16)
* Solo modello QD
11
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 12
Nomenclatura
Nomenclatura
Display LCD
Icona controllo a distanza
Tempo di scatto (
Icona funzioni di personalizzazione
-
,
AE a priorità della profondità di campo
Sensibilità ISO della pellicola
(
Nr. funzione di personalizzazione
Calibrazione (
Informazioni del mirino
)
(
(
-
)
)
)
)
Diaframma (
-
)
Impostazione riduzione effetto occhi rossi
Impostazione cicalino ( ,
Valore AEB (
Punti DEP ( ,
)
( ,
Nr. calibrazione (
)
)
)
Impostazione funzioni di personalizzazione
Modalità di lettura
Lettura valutativa
Lettura parziale
Indicatore soggetto a fuoco
Punti di messa a fuoco (sovrapposti)
-
(
-
)
)
Lettura media
pesata al centro
Icona sensibilità pellicola (ISO)
Icona riduzione effetto occhi rossi
Selezione punto
di messa a fuoco
(Automatica/Manuale)
Nuovo schermo di messa
a fuoco smerigliato laser
Icona cicalino
Indicatore flash pronto
Icona AEB
Stato pellicola
Pellicola assente
Riavvolgimento completato
Caricamento automatico non riuscito
Livello esposizione
(fino a +/- 2 stop con incrementi di 1/2 stop)
Valore compensazione esposizione
Gamma AEB
Valore compensazione esposizione flash
Spia riduzione occhi rossi accesa
Riavvolgimento pellicola in corso
• La freccia <
12
Si illumina quando viene raggiunto il
fuoco, lampeggia a 2 Hz quando non
viene raggiunto.
∗ *Modalità MF:
Si illumina al raggiungimento del fuoco.
Icona Eye Control/ Indicatore blocco
AE/blocco FE
Icona compensazione
esposizione flash
Livello batterie
(4 livelli)
∗Modalità AF:
Icona esposizioni multiple
Indicatore sincronizzazione
ad alta velocità (flash FP)
Freccia impostazione funzioni
Indicatore compensazione
esposizione flash
Icona messa a fuoco manuale
Contatore fotogrammi (
-
)
Impostazione esposizioni multiple(
-
)
Tempo di scatto (
-
Display blocco FE (
)
-
)
Funzionamento telecomando senza
fili ( - )
> viene visualizzata accanto alla funzione in corso di impostazione.
,
)
Indicatore luce riduzione occhi rossi accesa
Display CAL
(
Tempo autoscatto (
Livello di esposizione
(fino a +/- 2 stop con incrementi di 1/2
stop)
Valore compensazione esposizione
Gamma AEB
- ,
Display punti (
-
)
,
)
Display diaframma (
-
)
• Nelle pagine 12 e 13 sono riportati, a titolo esplicativo, tutti gli elementi del display.
Durante l’utilizzo effettivo della fotocamera, solo alcuni di questi elementi sono
visualizzati.
13
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 14
Nomenclatura
Nomenclatura
Ghiera modalità AF
Ghiera di comando
• La ghiera è suddivisa in quattro zone.
• Quando è posizionata su <
>, la ghiera è bloccata. Per sbloccarla, tenere
premuto il pulsante di rilascio del blocco della ghiera e ruotare la ghiera.
Pulsante di rilascio del blocco
della ghiera di comando
AF ONE SHOT (→p. 42)
AF AI FOCUS (→p. 44)
Zona creativa
Impostazione funzioni di
personalizzazione
AF AI SERVO (→p. 43)
OFF
Selettore Eye Control (Selezione con lo sguardo)
Modalità Automatismo totale
(Full Auto)
Leva modalità
avanzamento pellicola
Selezione con lo sguardo disattivata
Selezione con lo sguardo attivata (→p. 52)
Zona di base
Zona di controllo programmato
delle immagini
Zona di base
In pratica, tutto ciò che occorre fare è
inquadrare il soggetto e premere il pulsante
di scatto.
Le modalità manuali e semi-automatiche
consentono di mantenere il controllo della
fotocamera in modo da ottenere il risultato
desiderato.
: Automatismo totale (→ p. 28)
Modalità completamente automatica, in cui
tutte le operazioni di regolazione vengono
eseguite dalla fotocamera.
Zona di controllo programmato delle
immagini
Modalità completamente automatiche per la
fotografia di soggetti particolari.
: Modalità Ritratto (→p. 32)
: Modalità Paesaggio (→p. 33)
: Modalità Primi piani (→p. 34)
: Modalità Fotografia sportiva (→p. 35)
: Modalità Scenari notturni (→p. 36)
14
Calibrazione (→p. 47)
Zona creativa
: AE Programma (→p. 58)
: AE a priorità dei tempi (→p. 60)
: AE a priorità dei diaframmi (→p. 62)
: Esposizione manuale (→p. 64)
: AE a priorità della profondità di
campo (→p. 66)
Impostazione funzioni di
Leva modalità avanzamento pellicola
Autoscatto/Modalità controllo
a distanza (→p. 80)
Scatto continuo (→p. 79)
Scatto singolo (→p. 79)
personalizzazione
: Funzioni di personalizzazione
(→p. 93)
: Ghiera bloccata
15
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 16
Questo capitolo fornisce le nozioni di base
che occorre conoscere e le principali
operazioni da eseguire quando si utilizza la
fotocamera per la prima volta.
Convenzioni utilizzate nel presente libretto di istruzioni
• In questo libretto di istruzioni, l’icona <
ghiera principale.
> indica la
• L’icona <
> indica la ghiera di comando rapido.
Posizionare su <
> l’interruttore della ghiera di
comando rapido prima di utilizzare la ghiera.
• Questo simbolo indica che esiste una funzione di
personalizzazione correlata, che viene descritta
brevemente. Per i dettagli consultare la sezione
“Funzioni di personalizzazione” a pagina 93.
• Tutte le operazioni descritte in questo libretto di
istruzioni partono dal presupposto che la ghiera di
comando non sia posizionata su <
>. Prima di
eseguire qualsiasi operazione, posizionare la ghiera
di comando su una modalità di scatto, premendo
contemporaneamente il pulsante di rilascio del
blocco della ghiera.
• I numeri riportati tra parentesi (→ p. ■ ) indicano la pagina in cui si possono
trovare ulteriori informazioni sull’argomento trattato.
• Gli indicatori e le icone di comando della fotocamera utilizzati in questo libretto
di istruzioni corrispondono a quelli effettivamente presenti sulla fotocamera.
Consultare in proposito la sezione “Nomenclatura” a pagina 10.
1
Operazioni preliminari
Aggancio della cinghia
Far passare dal basso l’estremità della
cinghia attraverso l’apposito passante ed
inserirla poi nell’apposita fibbia. Tirare bene
la cinghia in modo da avere la certezza che
non fuoriesca dalla fibbia.
• La copertura dell’oculare è agganciata
alla cinghia. (→p. 38)
• In questo libretto di istruzioni, le spiegazioni delle procedure sottintendono
l’utilizzo di un obiettivo Canon EF 28-105mm f/3,5-4,5 II USM.
• La descrizione delle procedure si basa sul presupposto che le funzioni di
personalizzazione siano impostate sui valori di default.
• Le icone (
), (
)e(
) indicano che la funzione descritta rimane
operativa rispettivamente per 4, 6 e 16 sec. dopo la pressione del pulsante di
scatto.
Copertura dell’oculare
16
17
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 18
Installazione delle batterie e controllo del livello di carica
Installazione delle batterie e controllo del livello di carica
Installazione delle batterie
Controllo del livello di carica
In questa fotocamera vengono utilizzate due batterie al litio CR123A (o DL123A).
Controllare il livello di carica delle batterie dopo averle sostituite e prima di utilizzare
la fotocamera.
1
Aprire il coperchio del vano batterie.
2
Inserire le batterie.
: Batterie cariche.
• Controllare che i poli delle batterie (+ e -)
siano orientati come indicato sul coperchio
del vano batterie.
• Non utilizzare contemporaneamente
batterie vecchie e nuove.
: Le batterie si stanno scaricando.
Tenere a portata di mano delle
batterie di riserva.
• Fare scorrere la leva di rilascio del
coperchio come indicato dalla freccia ed
aprire il coperchio del vano batterie.
Posizionare la ghiera di comando su
una modalità di scatto.
• Tenere premuto il pulsante di rilascio del
blocco della ghiera mentre si gira la ghiera.
• La fotocamera si accenderà e sul display
verrà visualizzata una delle seguenti quattro
icone del livello di carica delle batterie:
+
: Le batterie sono quasi esaurite.
–
: Sostituire le batterie. (→p. 7)
3
Chiudere il coperchio del vano
batterie.
• Premere il coperchio fino ad udire uno
scatto.
Durata delle batterie
Temperatura ambiente
(rullini da 24 pose)
0% di utilizzo del flash
50% di utilizzo del flash
100% di utilizzo del flash
20°C
115 (125) rullini
33 (38) rullini
17 (19) rullini
- 20°C
65 (70) rullini
19 (20) rullini
9 (10) rullini
• La tabella soprastante si basa sulle condizioni di prova stabilite dalla Canon, fermo
restando l’utilizzo di un obiettivo EF 50 f/1,4 USM e di batterie nuove.
• I valori tra parentesi si applicano nel caso in cui non venga utilizzato il metodo di
selezione con lo sguardo (Eye Control).
Portare sempre delle batterie CR123A di scorta, quando ci si reca in luoghi in
cui esse non siano facilmente reperibili, o quando si deve utilizzare la
fotocamera in modo continuativo per lungo tempo.
18
• Nel caso in cui sul display non venisse visualizzato nulla, le batterie potrebbero
essere state installate in modo scorretto. Togliere le batterie e reinstallarle
correttamente. (→p. 18)
• La pressione a metà corsa prolungata o ripetuta del pulsante di scatto, o
l’utilizzo della messa a fuoco automatica anche senza lo scatto delle fotografie,
comporta comunque un consumo dell’energia delle batterie, il che riduce il
numero di foto che possono essere scattate.
Quando non si utilizza la fotocamera, posizionare la ghiera di comando su <
>.
19
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 20
Installazione e rimozione dell’obiettivo
Installazione dell’obiettivo
1
2
Togliere i coperchi.
Installare l’obiettivo.
• Allineare i punti rossi presenti sull’obiettivo
e sulla fotocamera, e girare l’obiettivo
nella direzione indicata dalla freccia fino a
farlo scattare in posizione.
3
Sull’obiettivo, posizionare il selettore
della modalità di messa a fuoco su <AF>.
4
Togliere il coperchio anteriore
dell’obiettivo.
• Se il selettore della modalità di messa a
fuoco è posizionato su <MF> (o <M> negli
obiettivi più vecchi), la messa a fuoco
automatica non verrà abilitata e sul display
LCD verrà visualizzato <
>.
Rimozione dell’obiettivo
1
Rimuovere il paraocchi.
2
Ruotare la manopola di regolazione
diottrica.
3
Rimontare il paraocchi.
• Afferrare il paraocchi da entrambi i lati e
sollevarlo per rimuoverlo.
• Ruotare la manopola verso destra o verso
sinistra fino a quando i punti di messa a
fuoco appaiono nitidi nel mirino.
• La figura mostra la manopola di
regolazione posizionata sul valore
standard (-1 diottria).
Tenendo premuto il pulsante di
rilascio dell’obiettivo, girare
l’obiettivo nella direzione indicata
dalla freccia.
• Quando il punto rosso situato sull’obiettivo
si trova in alto, rimuovere l’obiettivo.
• Conservare in un luogo sicuro i coperchi rimossi.
• “AF” è l’acronimo di Autofocus, ovvero messa a fuoco automatica.
• “MF” (o “M”) sta ad indicare la messa a fuoco manuale.
20
Attraverso la regolazione diottrica, i portatori di occhiali non dovranno più indossare
gli occhiali per vedere nitidamente le immagini nel mirino. La gamma di regolazione
diottrica della fotocamera va da –2,5 a +0,5 diottrie.
• Togliere il coperchio posteriore dell’obiettivo
e quello montato sul corpo della fotocamera.
Punti rossi
Regolazione diottrica
Se le immagini nel mirino non appaiono ancora nitide dopo avere ruotato la
manopola di regolazione diottrica, utilizzare una delle lenti di regolazione
diottrica della serie Ed (vendute separatamente).
21
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 22
Funzionamento del pulsante di scatto
Il pulsante di scatto può essere premuto completamente o fino a metà corsa.
Un leggero scatto indica il raggiungimento della posizione intermedia del pulsante.
Caricamento e rimozione della pellicola
Caricamento della pellicola.
Pressione completa o a metà corsa del pulsante
Di seguito viene descritto il funzionamento del pulsante di scatto.
Pressione a metà corsa:
• Si attiva la messa a fuoco automatica.
Una volta raggiunto il fuoco, il punto di
messa a fuoco lampeggia e viene emesso
un segnale acustico. Anche l’indicatore di
soggetto a fuoco < > nella parte inferiore
destra del mirino lampeggia.
• Sul display e nel mirino vengono, inoltre,
visualizzati il tempo di scatto ed il valore
del diaframma.
1
2
Aprire il dorso della fotocamera.
3
Tirare la linguetta della pellicola fino
al contrassegno arancione presente
sulla fotocamera.
• Il movimento della fotocamera durante l’esposizione viene definito vibrazione.
Le vibrazioni della fotocamera possono dare luogo a fotografie sfuocate. Per
impedire che questo accada:
• Tenere saldamente la fotocamera (vedere p. 26).
• Appoggiare la parte centrale del dito sul pulsante di scatto, afferrare la
fotocamera con l’intera mano destra, quindi premere delicatamente il pulsante
di scatto.
• Se il selettore della modalità di messa a fuoco automatica è stato posizionato
su <
>, l’indicatore di soggetto a fuoco < > non si illuminerà.
• Se il selettore della modalità di messa a fuoco automatica è stato posizionato
su <
> ed è attiva la selezione automatica del punto di messa a fuoco
(→ p. 45), il punto di messa a fuoco non lampeggerà in rosso.
22
Inserire la pellicola inclinandola
come mostrato nella figura.
• Posizionare la ghiera di comando su
qualsiasi modalità operativa, all’infuori di
<
>.
Corretto
Pressione completa:
• L’otturatore viene rilasciato per scattare la
fotografia e la pellicola avanza
automaticamente di un fotogramma.
• Fare scorrere la leva di apertura del dorso
della fotocamera nella direzione indicata
dalla freccia.
• Spingere verso il basso il rullino mentre si
estrae la linguetta della pellicola.
• Qualora l’estremità della linguetta oltrepassasse il contrassegno arancione, reinserire la
parte di pellicola eccedente nel rullino.
Contrassegno arancione
Sbagliato
4
Chiudere il dorso della fotocamera.
• Dopo avere controllato che la linguetta
della pellicola sia allineata correttamente
al contrassegno arancione, richiudere il
dorso della fotocamera.
• La pellicola avanzerà automaticamente
fino al fotogramma 1.
• Una volta concluso l’avanzamento iniziale
della pellicola, sul display LCD verranno
visualizzati l’icona < > ed il valore “ ”
(contatore fotogrammi).
23
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 24
Caricamento e rimozione della pellicola
Negli ambienti caldi ed umidi non togliere la pellicola dal proprio involucro fino al
momento dell’installazione.
Caricamento e rimozione della pellicola
Rimozione della pellicola
Una volta esposto l’ultimo fotogramma, la pellicola viene riavvolta automaticamente
dalla fotocamera.
• Se la pellicola non è caricata correttamente, sul display LCD lampeggia l’icona
< > ed il pulsante di scatto non funziona. Reinserire correttamente la
pellicola.
• Con questa fotocamera non si possono utilizzare pellicole ad infrarossi.
• Quando la pellicola inizia a riavvolgersi,
l’indicatore di riavvolgimento pellicola si
sposta da destra a sinistra sul display LCD
ad indicare che è in corso il riavvolgimento
della pellicola. Il contafotogrammi
contemporaneamente effettua il conteggio
alla rovescia.
• Una volta concluso automaticamente il
riavvolgimento della pellicola, controllare
che l’icona < > lampeggi sul display,
quindi rimuovere il rullino.
Controllo della sensibilità della pellicola
Questa fotocamera riconosce il codice DX delle pellicole ed effettua
automaticamente l’impostazione della sensibilità della pellicola in un intervallo
compreso tra ISO 25 ed ISO 5000.
• Posizionare la ghiera di comando su una delle modalità della zona creativa.
Premere il pulsante <
>e
spostare sul display la freccia < >
su <
>.
La sensibilità della pellicola verrà
visualizzata sul display LCD.
Se si desidera impostare una sensibilità diversa per le pellicole DX o si
utilizzano pellicole di tipo diverso, consultare la sezione “Impostazione della
sensibilità ISO della pellicola” a pagina 79.
La funzione di personalizzazione C.Fn-3-1 può impedire l’impostazione
automatica della sensibilità delle pellicole con codice DX. (→p. 96)
24
Riavvolgimento a metà rullino
Per riavvolgere un rullino a metà pellicola, seguire la procedura descritta di seguito
1
Premere il pulsante <
2
Estrarre il rullino dalla fotocamera.
>.
• La pellicola inizia a riavvolgersi. Le
operazioni proseguiranno poi come durante
il normale riavvolgimento della pellicola.
• Controllare che l’icona < > lampeggi sul
display, quindi rimuovere il rullino.
Durante il riavvolgimento della pellicola, la pressione del pulsante <
>
consente di passare da un riavvolgimento ad alta velocità ad un riavvolgimento
a bassa velocità (silenzioso).
La funzione di personalizzazione C.Fn-1 consente di modificare la velocità di
riavvolgimento. (→p. 96)
Di norma, anche la linguetta iniziale della pellicola viene riavvolta
completamente nel caricatore. La funzione di personalizzazione C.Fn-2-1
consente di lasciare fuori la linguetta dopo il riavvolgimento. (→p. 96)
25
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 26
Questa sezione descrive le modalità della
zona di base della ghiera di comando per un
utilizzo semplice ed immediato della
fotocamera:
Corretta impugnatura della fotocamera
Per evitare che le foto risultino sfuocate, tenere saldamente la fotocamera per ridurre
al minimo le vibrazioni.
<
on
B a sic Z
Inquadratura orizzontale
Inquadratura verticale
• Afferrare saldamente l’impugnatura della fotocamera con la mano destra e premere
leggermente il gomito destro contro il proprio corpo.
• Sorreggere la base dell’obiettivo con la mano sinistra.
• Avvicinare la fotocamera al viso e guardare nel mirino.
• Per mantenere una posizione stabile, posizionare un piede davanti all’altro, anziché
tenerli sulla stessa linea di appoggio.
La fotocamera riconosce automaticamente se l’inquadratura è orizzontale o
verticale. Quando si modifica l’orientamento dell’inquadratura, il meccanismo di
rilevazione all’interno della fotocamera emette un debole suono.
26
e
>, <
>, <
>, <
>, <
>, e <
>.
Queste modalità determinano l’impostazione
automatica dei parametri di scatto. Tutto ciò
che occorre fare è inquadrare il soggetto e
premere il pulsante di scatto.
Queste modalità, inoltre, hanno la priorità
sulle impostazioni definite attraverso i pulsanti
(ad eccezione di <
>, <
> e del
pulsante di scatto <
>), le ghiere <
>e
< >, e la ghiera delle modalità di
messa a fuoco automatica. Questa
caratteristica serve ad impedire che le foto
vengano rovinate dall’utilizzo o
dall’attivazione accidentale dei comandi della
fotocamera.
2
Utilizzo in modalità di
automatismo totale
• Con le modalità della zona di base, ad
eccezione di <
> e < >, il flash
incorporato si apre e si attiva
automaticamente in condizioni di scarsa
illuminazione o di controluce. (→p. 82)
• I parametri impostati automaticamente
dalle modalità della zona di base
vengono elencati nella tabella delle
funzioni disponibili a pagina 100.
27
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 28
Modalità Automatismo totale
Modalità Automatismo totale
Tutto ciò che occorre fare è inquadrare il soggetto e premere il pulsante di scatto.
Dato che tutte le regolazioni sono automatiche, si potrà fotografare facilmente
qualsiasi soggetto. Grazie alla presenza di sette punti di messa a fuoco, si dovrà
semplicemente inquadrare il soggetto e scattare.
1
4
Controllare i parametri di
esposizione.
5
Scattare la fotografia.
Girare la ghiera di comando su
< >.
• In questo modo, si selezioneranno
automaticamente la modalità di messa a
fuoco automatica <
>, la modalità
di avanzamento della pellicola < >
(fotogramma singolo) e la modalità di
lettura della luce <
>.
2
Sovrapporre i punti di messa a
fuoco al soggetto.
3
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco il
soggetto.
Il tempo di scatto ed il valore del
diaframma verranno impostati
automaticamente, e visualizzati nel mirino
e sul display LCD.
• Comporre l’inquadratura e premere
completamente il pulsante di scatto.
• Il soggetto principale, individuato dalla
fotocamera, verrà messo a fuoco da uno
dei punti di messa a fuoco.
• Per mettere a fuoco un soggetto non
coperto da alcuno dei punti di messa a
fuoco, vedere “Messa a fuoco di soggetti
decentrati” a pagina 54.
Inquadratura con messa
a fuoco automatica
28
Una volta raggiunto il fuoco, il punto di
messa a fuoco attivo lampeggerà in rosso,
verrà emesso un segnale acustico e
l’indicatore di soggetto a fuoco < > nella
parte inferiore destra del mirino si
illuminerà.
• Una volta raggiunto il fuoco, anche i parametri di messa a fuoco ed
esposizione automatica verranno bloccati.
• Se l’indicatore di soggetto a fuoco < > lampeggia, non è possibile scattare la
fotografia. (→p. 55)
• Per raggiungere il fuoco, viene selezionato automaticamente, tra i sette
disponibili, il punto di messa a fuoco che copre il soggetto più vicino.
• E’ possibile che più punti di messa a fuoco si illuminino contemporaneamente.
Questo indica che tutti i punti in questione hanno raggiunto il fuoco.
29
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 30
Modalità Automatismo totale
Modalità Automatismo totale
Attivazione automatica del flash incorporato
Con le modalità della zona di base, (ad eccezione di <
> e < >), il flash
incorporato si apre e si attiva automaticamente in condizioni di scarsa illuminazione
o controluce. (Per richiudere il flash, premerlo manualmente verso il basso.)
Se l’azione di fuoriuscita automatica del flash incorporato viene accidentalmente
ostacolata, l’icona < > lampeggia sul display LCD a titolo di avvertimento.
In questo caso, premere a metà corsa il pulsante di scatto per ripristinare il
normale funzionamento della fotocamera.
Leggere anche le raccomandazioni per l’utilizzo del flash incorporato a pagina 82.
Se non si desidera che il flash incorporato si attivi, utilizzare la modalità <
(AE Programma). (→p. 58)
>
Illuminazione AF ausiliaria attraverso il flash incorporato
In condizioni di scarsa illuminazione, il flash incorporato emette una breve sequenza
di lampi quando il pulsante di scatto viene premuto a metà corsa, al fine di illuminare
il soggetto (luce ausiliaria AF) e facilitare la messa a fuoco automatica.
Indicatore luce riduzione
occhi rossi accesa
1
Spostare la freccia < > sull’icona
<
> sul display LCD.
2
Ruotare la ghiera <
> in modo da
impostare “ ” sul display LCD.
• Guardare il display e premere il pulsante
<
> per spostare la freccia. (
)
• Per disattivare la riduzione dell’effetto
occhi rossi, impostare “ ” sul display
LCD.
• Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per ripristinare il normale funzionamento
della fotocamera.
• Una volta attivata la funzione di riduzione
dell’effetto occhi rossi, l’indicatore della
relativa lampada verrà visualizzato nel
mirino e sul display LCD nel momento in
cui il pulsante di scatto verrà premuto a
metà corsa e la lampada si illuminerà.
• Il lampo AF ausiliario non è operativo nelle modalità <
> e < >.
• Il lampo AF ausiliario del flash incorporato ha un raggio d’azione di circa 4
metri.
• Con le modalità della zona creativa, sollevare la testa del flash per consentire
l’attivazione, in caso di necessità, del lampo AF ausiliario.
• Quando alla fotocamera è collegato uno Speedlite specifico per la linea EOS, il
lampo AF ausiliario verrà emesso dallo stesso Speedlite.
Utilizzo della funzione di riduzione dell’effetto occhi rossi
Quando si usa il flash in un ambiente scarsamente illuminato, gli occhi del soggetto
possono risultare rossi sulla fotografia. L’effetto occhi rossi si manifesta quando la
luce emessa dal flash viene riflessa dalla retina degli occhi del soggetto.
La funzione di riduzione dell’effetto occhi rossi fa in modo che un’apposita lampada
illumini delicatamente gli occhi del soggetto in modo da causarne il restringimento
dell’iride o della pupilla. Una pupilla più piccola riduce la possibilità che l’effetto occhi
rossi si manifesti. La funzione di riduzione dell’effetto occhi rossi può essere attivata
in qualsiasi modalità di scatto ad eccezione di <
> e < >.
30
• La riduzione dell’effetto occhi rossi non avrà luogo se il soggetto non guarda
l’apposita lampada.
• Per ottenere risultati ottimali, scattare la foto dopo che la lampada di riduzione
dell’effetto occhi rossi si è spenta (dopo 1,5 sec.)
• E’ possibile scattare la fotografia anche mentre la lampada di riduzione
dell’effetto occhi rossi è accesa.
• L’efficacia della riduzione dell’effetto occhi rossi dipende anche dal soggetto.
Per aumentare ulteriormente l’efficacia della riduzione dell’effetto occhi rossi,
scegliere un ambiente maggiormente illuminato o avvicinarsi al soggetto.
31
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:21
Pagina 32
Modalità Ritratto
Modalità Paesaggio
Questa modalità sfuoca lo sfondo per far risaltare
maggiormente il soggetto in primo piano.
Questa modalità è ideale per scenari
ripresi da mezzi in movimento, scene
notturne, ecc.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
• La procedura di scatto è identica a quella
della modalità Automatismo totale <
>
descritta a pagina 28.
• In questo modo si selezionano
automaticamente la modalità di messa a
fuoco automatica <
>, la modalità di
avanzamento della pellicola <
> e la
modalità di lettura <
>.
• La procedura di scatto è identica a quella
della modalità Automatismo totale <
>
descritta a pagina 28.
• In questo modo si selezionano
automaticamente la modalità di messa a
fuoco automatica <
>, la modalità di
avanzamento della pellicola < >
(singolo fotogramma) e la modalità di
lettura <
>.
Se il display del tempo di scatto lampeggia, il tempo di scatto potrebbe essere
troppo lento e le foto potrebbero risultare sfuocate a causa delle vibrazioni della
macchina. Si consiglia l’utilizzo di un cavalletto. (L’indicatore del tempo di scatto
potrebbe lampeggiare anche quando si utilizza il cavalletto.)
• La sfocatura dello sfondo è migliore quando il soggetto viene inquadrato a
mezzo busto (dalla vita in su). Inoltre, quanto più lontano è il soggetto dallo
sfondo, tanto più sfuocato risulterà quest’ultimo.
• L’utilizzo di un teleobiettivo aumenta ulteriormente la sfocatura dello sfondo.
Se si utilizza un obiettivo zoom, utilizzare la lunghezza focale massima.
(Per esempio, con un obiettivo 28-105 mm, impostare il valore 105 mm.)
32
Il flash incorporato non si attiva in questa modalità anche se è già stato estratto.
L’utilizzo di un obiettivo grandangolare aumenterà ulteriormente la profondità e
l’ampiezza della foto. Se si utilizza un obiettivo zoom, utilizzare la lunghezza
focale più corta. (Per esempio, con un obiettivo zoom 28-105 mm, impostare la
lunghezza su 28 mm.)
33
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 34
Modalità Primi piani
Utilizzare questa modalità per eseguire
foto ravvicinate di fiori, insetti, ecc.
Modalità Fotografia sportiva
Questa modalità è ideale per le foto di
eventi sportivi e di soggetti in rapido
movimento quando si desidera
immortalare l’attimo sulla pellicola.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
• La procedura di scatto è identica a quella
della modalità Automatismo totale <
>
descritta a pagina 28.
• In questo modo si selezionano
automaticamente la modalità di messa a
fuoco automatica <
>, la modalità di
avanzamento della pellicola < >
(singolo fotogramma) e la modalità di
lettura <
>.
• La procedura di scatto è identica a quella
della modalità Automatismo totale <
>
descritta a pagina 28.
• In questo modo si selezionano
automaticamente la modalità di messa a
fuoco automatica <
>, la modalità di
avanzamento della pellicola <
> e la
modalità di lettura <
>.
• L’indicatore di soggetto a fuoco non si
illuminerà nemmeno al raggiungimento del
fuoco.
Se il display del tempo di scatto lampeggia, il tempo di scatto potrebbe essere
troppo lento e le foto potrebbero risultare sfuocate a causa delle vibrazioni della
macchina. Si consiglia l’utilizzo di un cavalletto. (L’indicatore del tempo di scatto
potrebbe lampeggiare anche quando si utilizza il cavalletto.)
• Per quanto possibile, mettere a fuoco il soggetto alla minima distanza
possibile.
• Se si dispone di un obiettivo zoom, utilizzare la lunghezza focale massima per
ottenere un ingrandimento maggiore.
• Per ottenere primi piani migliori, si consiglia l’utilizzo di un obiettivo macro
specifico per la linea EOS e dell’accessorio Macro Ring Lite 14 EX (entrambi
venduti separatamente).
34
Il flash incorporato non si attiva in questa modalità anche se è già stato aperto.
• Si consiglia l’utilizzo di pellicole ISO 400 o con sensibilità maggiore.
• Per le fotografie sportive, si consiglia l’uso di un obiettivo con lunghezza
focale di 200 o 300 mm.
35
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 36
Modalità Scenari notturni
Questa modalità è indicata per
l’esecuzione di fotografie di persone al
tramonto o di notte. Il flash illumina il
soggetto, mentre la velocità di
sincronizzazione bassa consente di
ottenere un’esposizione pressochè
naturale dello sfondo.
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
• La procedura di scatto è identica a quella
della modalità Automatismo totale <
>
descritta a pagina 28.
• In questo modo si selezionano
automaticamente la modalità di messa a
fuoco automatica <
>, la modalità di
avanzamento della pellicola < >
(fotogramma singolo) e la modalità di
lettura <
>.
Per eliminare le conseguenze delle vibrazioni della fotocamera, si consiglia
l’utilizzo di un cavalletto.
• Per fotografare solamente un paesaggio notturno (senza persone), utilizzare la
modalità <
>.
• Chiedere al soggetto di rimanere fermo anche dopo che il flash è scattato.
<
>
• Se si utilizza l’autoscatto in questa modalità, la lampada di riduzione dell’effetto
occhi rossi si accenderà una volta completata l’esposizione.
• La modalità < > può essere utilizzata anche quando alla fotocamera è
collegato un flash Speedlite specifico per la linea EOS.
• Se si imposta la modalità < > durante il giorno, la sua funzionalità sarà
identica a quella della modalità <
>.
Si consiglia l’utilizzo di pellicole ISO 400 o con sensibilità maggiore.
36
Utilizzo dell’autoscatto
L’autoscatto ha lo scopo di consentire al fotografo stesso di comparire nella foto.
Può essere utilizzato nelle modalità della zona di base e della zona creativa.
E’ necessario l’utilizzo di un cavalletto.
1
Posizionare la leva della modalità di
avanzamento della pellicola su <
>.
2
Scattare la fotografia.
Su display LCD verrà visualizzata l’icona
< >.
• La procedura di scatto è identica a quella
della modalità Automatismo totale <
>
descritta a pagina 28.
• Quando si preme completamente il pulsante
di scatto, viene emesso un segnale
acustico, la lampada di riduzione dell’effetto
occhi rossi lampeggia e l’otturatore viene
rilasciato dopo circa 10 sec.
• Durante i primi 8 secondi, l’emissione dei
segnali acustici è lenta e la lampada di
riduzione dell’effetto occhi rossi lampeggia.
• Durante gli ultimi 2 secondi, l’emissione
dei segnali acustici si fa più rapida e la
lampada di riduzione dell’effetto occhi
rossi rimane accesa.
• Durante il funzionamento dell’autoscatto, il
relativo indicatore sul display LCD esegue
il conto alla rovescia del tempo rimasto
(sec.) fino allo scatto della fotografia.
• Per disattivare l’autoscatto dopo averlo
impostato, riportare la leva della modalità
di avanzamento della pellicola su < >
(fotogramma singolo) o <
>.
Non sostare davanti alla fotocamera quando si preme il pulsante di scatto per
attivare l’autoscatto, in quanto si pregiudicherebbe la riuscita della messa a
fuoco.
37
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 38
Utilizzo dell’autoscatto
Stampa della data o dell’ora (solo modello QD)
• Il cicalino dell’autoscatto può essere disattivato. Vedere pagina 77.
• Se si attiva l’autoscatto senza guardare nel mirino, dei raggi di luce dispersa
potrebbero penetrare nell’oculare e interferire nell’esposizione. Per impedire
che questo accada, coprire l’oculare con l’apposita copertura prima di premere
il pulsante di scatto.
• Se si utilizza la selezione con lo sguardo (Eye Control) con l’autoscatto,
continuare a guardare nel mirino mentre si preme completamente il pulsante di
scatto per attivare l’autoscatto.
• Quando si utilizza l'autoscatto per fare un autoritratto, prima di procedere, si
deve effettuare il blocco della messa a fuoco (pag. 54) su un oggetto che si
trova alla medesima distanza alla quale vi troverete durante l'autoritratto.
• Se si utilizza il telecomando RC-1 o il comando a distanza RS-60E3 (entrambi
venduti separatamente), il pulsante di scatto può essere comandato da
lontano. (→ p. 80)
La fotocamera dispone di un display al
quarzo per la visualizzazione della data,
programmato fino all’anno 2019. Sulle foto
è possibile stampare la data o l’ora come
indicato nella foto riprodotta a sinistra. In
alternativa, la stampa può anche essere
disattivata. La data o l’ora possono essere
stampate in qualsiasi modalità di scatto.
La data o l’ora vengono stampate
nell’angolo inferiore destro della fotografia.
Premere il pulsante <
Quando si scattano delle foto senza guardare nel mirino (con l’autoscatto o il comando a
distanza), coprire l’oculare con l’apposita copertura per impedire che raggi di luce
dispersa penetrino all’interno della fotocamera compromettendo l’esposizione.
1
>.
Ogni volta che si preme il pulsante, il
formato della stampa e della data/ora
visualizzata sul display al quarzo cambia
come indicato nella sequenza riportata di
seguito:
Utilizzo della copertura dell’oculare
Rimuovere il paraocchi dall’oculare.
• Afferrare il paraocchi ai lati e sollevarlo per
rimuoverlo.
Anno, mese, giorno
(2000 Dic. 24)
↓
Giorno, ora, minuto
(24
16:45)
↓
Trattini
2
Coprire l’oculare con l’apposita
copertura.
• La copertura dell’oculare è agganciata alla
cinghia della fotocamera.
(Vuoto)
↓
Mese, giorno, anno
(Dic. 24, 2000)
↓
Giorno, mese, anno
(24 Dic. 2000)
• Sopra il mese viene visualizzata l’icona “
”.
• La barra <
> visualizzata sopra le ultime due cifre rappresenta l’indicatore della
stampa. Lampeggia durante lo scatto della fotografia a indicare che è in corso la
stampa della data o dell’ora.
38
39
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 40
Stampa della data o dell’ora (solo modello QD)
Il mirino presenta sette punti di messa a
fuoco. Selezionare il punto di messa a fuoco
più vicino al soggetto per facilitare e
velocizzare la composizione dell’immagine.
E’ inoltre possibile selezionare la modalità AF
più adeguata al soggetto o alle condizioni di
scatto.
Impostazione della data e dell’ora
Per impostare la data o l’ora, seguire la procedura descritta di seguito.
1
2
3
4
Selezionare il display della data o
dell’ora.
• Premere il pulsante <
>.
Selezionare la cifra da impostare.
• Premere il pulsante <
> fino a
quando lampeggia il numero desiderato.
Impostare il numero desiderato.
• Tenere premuto il pulsante <
> fino a
quando il numero desiderato viene
visualizzato.
Completare l’impostazione.
• Tenere premuto il pulsante <
>
fino a quando non lampeggia più nessun
numero.
Sostituzione della batteria del display al quarzo
Quando la data/l’ora stampata sulle fotografie appare meno marcata, sostituire la
batteria al litio CR2025 seguendo la procedura indicata di seguito. La durata della
batteria è di circa 3 anni.
40
1
2
3
4
Rimuovere il coperchio del vano
batterie.
3
Modalità di messa a fuoco
automatica e di lettura della luce
• Aprire il dorso della fotocamera ed allentare
la vite come indicato nell’illustrazione.
Estrarre la batteria.
Inserire una batteria nuova.
• Il polo positivo della batteria deve essere
rivolto verso l’alto.
Reinstallare il coperchio del vano
batterie.
• Impostare la data e l’ora corrette.
41
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 42
Selezione della modalità AF
Le diverse modalità AF sono contraddistinte da caratteristiche operative diverse.
Questa fotocamera dispone di tre modalità AF: AF One-Shot per i soggetti fermi,
AF AI Servo per i soggetti in movimento ed AF AI Focus per soggetti sia fermi che in
movimento. Selezionare la modalità più adatta al soggetto da fotografare.
La modalità AF può essere selezionata solo all’interno della zona creativa della
ghiera di comando.
1
2
Posizionare il selettore della modalità di
messa a fuoco dell’obiettivo su <AF>.
3
Ruotare la ghiera delle modalità AF
per selezionare la modalità AF
desiderata.
Predisporre la fotocamera in una
modalità della zona creativa.
• Ruotare la ghiera di comando per
selezionare la modalità desiderata della
zona creativa.
Selezione della modalità AF
Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per avviare l’operazione di messa a fuoco
automatica. L'operazione di messa a fuoco
viene effettuata una sola volta.
• Il punto di messa a fuoco che raggiunge il fuoco
lampeggia brevemente e, contemporaneamente,
si illumina l’indicatore di soggetto a fuoco < >.
• In modalità di lettura valutativa, i parametri di
esposizione (tempo di scatto e diaframma)
vengono impostati al raggiungimento della messa
a fuoco. I parametri di esposizione e la messa a
fuoco rimangono bloccati per tutto il tempo in cui il
pulsante di scatto viene tenuto premuto a metà
corsa. Diventa così possibile ricomporre
l’inquadratura, mantenendo invariati i parametri
summenzionati. (→p. 54)
Qualora l’immagine non potesse essere messa fuoco, l’indicatore < > nel mirino
inizierebbe a lampeggiare. In questo caso, la foto non potrebbe essere scattata
neppure premendo fino in fondo il pulsante di scatto. Inquadrare diversamente la
scena ed effettuare nuovamente la messa a fuoco. Consultare in proposito la sezione
“Impossibilità di utilizzo della messa a fuoco automatica” a pagina 55.
AF AI Servo per soggetti in movimento
Tenendo premuto a metà corsa il pulsante
di scatto, la fotocamera effettua la messa
a fuoco continua del soggetto.
AF One-Shot per soggetti fermi
• Questa modalità AF è ideale per i soggetti in
movimento, quando la distanza di messa a fuoco
cambia continuamente.
• Grazie alla funzione di previsione del fuoco
(→p. 44), la fotocamera è in grado di mettere
anche fuoco soggetti in avvicinamento o
allontanamento rispetto alla macchina
fotografica.
• I parametri di esposizione vengono impostati un
attimo prima di scattare la fotografia.
Indicatore soggetto a fuoco
Punti di messa a fuoco
42
• In questa modalità, l’indicatore di soggetto a fuoco non si illumina e non viene emesso alcun
segnale acustico anche dopo avere conseguito la messa a fuoco.
• Se l’indicatore di soggetto a fuoco lampeggia, significa che il soggetto non può essere
messo a fuoco.
• Con questa modalità non è possibile utilizzare il blocco del fuoco.
43
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 44
Selezione della modalità AF
Selezione del punto di messa a fuoco
* Funzione di previsione del fuoco
Se il soggetto si avvicina o si allontana dalla macchina fotografica a velocità
costante, la fotocamera è in grado di seguirne i movimenti e di prevedere la distanza
di messa a fuoco nel momento immediatamente precedente lo scatto della fotografia,
in modo da ottenere una messa a fuoco corretta al momento dell’esposizione.
• In modalità di selezione automatica del punto di messa a fuoco (→p. 45), la
fotocamera utilizza dapprima il punto centrale di messa a fuoco per mettere a fuoco
il soggetto. Se, poi, il soggetto si allontana dal punto centrale di messa a fuoco, la
fotocamera continua a seguirlo fintantochè esso rimane coperto da un altro punto di
messa a fuoco. Il punto di messa a fuoco attivo non si illumina.
• In modalità di selezione manuale del punto di messa a fuoco (→p. 45), il punto di
messa a fuoco che lampeggia in rosso viene utilizzato per la previsione del fuoco.
• Quando si seleziona il punto di messa a fuoco con lo sguardo (Eye Control) (→p.
47), si attiva la modalità di messa a fuoco automatica Eye Control Servo. Finchè il
soggetto in movimento è coperto da un punto di messa a fuoco, la previsione del
fuoco continua per tutto il tempo in cui si continua a guardare il soggetto attraverso
il mirino.
Con la funzione di personalizzazione C.Fn-4-2, è possibile bloccare
temporaneamente il fuoco premendo il pulsante <
> anche quando è
attiva la modalità AF AI Servo. (→p. 96)
AF AI Focus per soggetti fermi ed in movimento
Il punto di messa a fuoco consente la messa a fuoco sull’area da esso stesso
coperta. Il punto di messa a fuoco può essere selezionato in tre modi: selezione
automatica, selezione manuale e selezione con lo sguardo (Eye Control).
• Con le modalità della zona creativa, è possibile scegliere tra la selezione
automatica e manuale del punto di messa a fuoco.
• La selezione con lo sguardo (Eye Control) può essere utilizzata per selezionare un
punto di messa a fuoco in qualsiasi modalità di scatto ad eccezione della modalità
Automatismo totale <
> (Full Auto).
Selezione automatica del punto di messa a fuoco
La fotocamera seleziona automaticamente uno dei sette punti di messa a fuoco.
Selezione manuale del punto di messa a fuoco
Selezionare manualmente uno dei sette punti di messa a fuoco.
Selezione con lo sguardo (Eye Control)
(→p. 47 - 53)
Selezionare uno dei sette punti di messa a fuoco fissando lo sguardo su di esso.
Metodo di selezione del punto di messa a fuoco
1
Premere il pulsante <
2
Selezionare il punto di messa a
fuoco desiderato.
>. (
)
Il punto di messa a fuoco attivo
(attualmente selezionato) si illumina in
rosso.
La modalità AF cambia
automaticamente in funzione del
soggetto inquadrato.
Se il soggetto messo a fuoco in modalità
AF One-Shot inizia a muoversi, la
fotocamera rileva il movimento del
soggetto e si predispone automaticamente
in modalità AF AI Servo per continuare a
seguire il soggetto.
44
• Guardare nel mirino o sul display e
premere il tasto < >.
• Premere i tasti < > a destra, sinistra, in
alto o in basso per selezionare
rispettivamente i punti di messa a fuoco
situati a destra, sinistra, in alto o in basso.
• Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per mettere a fuoco il soggetto con il punto
di messa a fuoco selezionato.
45
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 46
Selezione del punto di messa a fuoco
Calibrazione per la selezione con lo sguardo (Eye Control)
Selezione automatica del punto di messa a fuoco
Tutti i punti di messa a fuoco si
illuminano in rosso.
• Premere il tasto fino a quando la selezione
del punto di messa a fuoco va oltre il
punto di messa a fuoco più esterno.
Selezione manuale del punto di messa a fuoco
Il punto di messa a fuoco desiderato
si illumina in rosso.
• L’illustrazione mostra il percorso di selezione
del punto di messa a fuoco del tasto < >.
Imposta la selezione automatica
Imposta la
selezione
automatica
Imposta la
selezione
automatica
Viene selezionato il punto di messa a
fuoco centrale.
Mediante il sistema Eye Control, la fotocamera individua il punto di messa a fuoco su
cui è fissato lo sguardo. Questo punto viene poi selezionato ed utilizzato per mettere
a fuoco il soggetto. Il sistema di selezione con lo sguardo può essere utilizzato sia
quando si utilizza la fotocamera in posizione orizzontale che verticale.
Procedura di calibrazione
Prima di utilizzare la funzione di selezione con lo sguardo, è necessario calibrare la
fotocamera affinchè riconosca in modo corretto i movimento dell’occhio che guarda
nel mirino. La fotocamera viene calibrata guardando un punto di messa a fuoco
lampeggiante nel mirino e premendo poi il pulsante di scatto. Questa operazione
deve essere eseguita con la fotocamera dapprima in posizione orizzontale e poi in
posizione verticale. I parametri di calibrazione orizzontale e verticale vengono
memorizzati nello stesso canale di calibrazione (Nr. CAL).
Sono disponibili cinque canali di calibrazione per consentire la memorizzazione di
diversi parametri a seconda dell’utente e delle diverse condizioni di scatto.
• Per ottenere la massima precisione nella calibrazione, leggere “Calibrazione
per la selezione con lo sguardo e consigli pratici” a pagina 50.
• Prima di incominciare, eseguire le necessarie regolazioni diottriche. (→p. 21)
• Durante la procedura di calibrazione, non allontanare l’occhio dal mirino.
• “CAL” è l’abbreviazione di calibrazione.
1
Posizionare il selettore della
selezione con lo sguardo su <
2
Selezionare uno dei canali di
calibrazione lampeggianti.
Imposta la selezione automatica
• Quando si preme il tasto <
> per passare
dalla selezione automatica alla selezione
manuale del punto di messa a fuoco, la
selezione inizierà dal punto di messa a fuoco
centrale.
La funzione C.Fn.10-1 consente di disattivare il lampeggio, in caso di soggetto
a fuoco, del punto di messa a fuoco. (→p 97)
La funzione C.Fn-11-1 consente di selezionare un punto di messa a fuoco
direttamente con i tasti < >, senza dover premere prima il pulsante <
>.
(→p. 97)
La funzione C.Fn-11-2 consente si selezionare un punto di messa a fuoco con
le ghiere <
>e<
>, anziché con i tasti < >. (→p. 97)
La funzione C.Fn-12-1 consente di selezionare il punto di messa a fuoco
centrale con il pulsante <
>. (→p. 97)
46
>.
• Sul display LCD vengono visualizzati
“
” ed il nr. del canale di calibrazione.
Se il numero del canale lampeggia,
significa che su quel canale non è stato
memorizzato nessun parametro di
calibrazione. Se, invece, il numero rimane
visualizzato senza lampeggiare, significa
che in quel canale sono già stati registrati
dei parametri di calibrazione.
• Ruotare la ghiera <
> per selezionare
un numero.
• Se nessuno dei canali di calibrazione
lampeggia, vedere “Cancellazione dei
parametri di calibrazione per la selezione
con lo sguardo” a pagina 51.
47
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 48
Calibrazione per la selezione con lo sguardo (Eye Control)
Calibrazione per la selezione con lo sguardo (Eye Control)
3
4
5
6
8
9
10
Tenere la fotocamera orizzontalmente
e guardare nel mirino.
Continuare a guardare il punto di
messa a fuoco lampeggiante nel
mirino e premere il pulsante di scatto.
• Il punto di messa a fuoco più a destra
lampeggerà per primo. Continuando a
guardare il punto di messa a fuoco
lampeggiante, premere il pulsante di scatto.
• Durante la procedura di calibrazione, la
pressione completa del pulsante di scatto
non comporta lo scatto della fotografia.
• Quando si preme il pulsante di scatto, il
punto di messa a fuoco smette di
lampeggiare e rimane illuminato, e viene
emesso un segnale acustico.
• Continuare a guardare il punto di messa a
fuoco per tutta la durata del segnale acustico.
• Se il cicalino è stato disattivato (→p. 77),
durante la procedura di calibrazione non
verrà emesso alcun segnale acustico.
Premere completamente il pulsante di scatto.
• Utilizzare lo stesso canale di calibrazione e
ripetere la procedura tenendo la fotocamera
in posizione verticale.
Tenere la fotocamera verticalmente
e guardare nel mirino.
Continuare a guardare il punto di
messa a fuoco lampeggiante e
premere il pulsante di scatto.
• Ripetere quanto descritto ai punti 4 – 6.
• Eseguire le stesse operazioni per i punti di
messa a fuoco – , che
lampeggeranno uno dopo l’altro.
• Quando si tiene la fotocamera in posizione
verticale, sia che l’impugnatura sia rivolta
verso l’alto o verso il basso, il punto di
messa a fuoco che si trova più in alto
lampeggerà per primo.
Rilasciare il pulsante di scatto.
Ripetere le fasi 4 e 5.
Eseguire le stesse operazioni per i punti di
messa a fuoco , e , che
lampeggeranno uno dopo l’altro.
11
Posizionare il selettore della
selezione con lo sguardo su <
>.
La procedura di calibrazione è così
completata ed è possibile scattare le
fotografie utilizzando la funzione di
selezione con lo sguardo. (→p. 52)
Osservare il mirino.
7
48
• Una volta completata la calibrazione, il nr.
del canale di calibrazione smetterà di
lampeggiare e sul display verrà
visualizzato “
”.
• Se si impiega troppo tempo nell’eseguire
la procedura di calibrazione ed il punto di
messa a fuoco lampeggiante si spegne,
premere il pulsante di scatto e ripetere la
procedura dal punto 3.
Se la fotocamera non rileva correttamente il movimento dell’occhio durante la
calibrazione, verrà emesso un segnale acustico ed il nr. del canale di calibrazione
inizierà a lampeggiare sul display LCD. In questo caso, premere il pulsante di scatto
e ripetere la procedura dal punto 3
• Se si esegue la procedura di calibrazione solo per l’orientamento
orizzontale, la selezione con lo sguardo durante lo scatto di foto verticali
potrebbe non risultare particolarmente precisa. Eseguire sempre la
calibrazione anche per l’orientamento verticale.
• Qualora non si riuscisse a completare correttamente la procedura di
calibrazione, vedere “Calibrazione per la selezione con lo sguardo e
consigli pratici” a pagina 50 e ripetere la procedura.
49
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 50
Calibrazione per la selezione con lo sguardo (Eye Control)
Calibrazione per la selezione con lo sguardo e consigli pratici
•
•
•
•
Tenere la fotocamera nel modo consueto e guardare nel mirino.
Guardare nel mirino in modo da poterne vedere tutti e quattro gli angoli.
Cercare di non socchiudere o strizzare gli occhi.
Quando si utilizza la selezione con lo sguardo, guardare attraverso il mirino nello
stesso modo in cui si è guardato durante la calibrazione.
• Durante la procedura di calibrazione, continuare a guardare (senza muovere
l’occhio) il punto di messa a fuoco lampeggiante fino al momento in cui esso rimane
illuminato e viene emesso un segnale acustico.
• Mentre si guarda nel mirino, tenere aperti entrambi gli occhi.
• Se si portano gli occhiali, indossarli correttamente senza farli scivolare sul naso.
La procedura di calibrazione e l’uso della funzione di selezione con lo sguardo
potrebbero non essere possibili nei seguenti casi:
• Quando si utilizzano occhiali bifocali o lenti a contatto rigide.
• Quando si indossano occhiali da sole a specchio o occhiali con lenti speciali.
• Quando l’occhio è troppo lontano dal mirino a causa della presenza degli occhiali,
ecc.
• Quando l’occhio è troppo vicino al mirino.
Selezione con lo sguardo (Eye Control) intelligente
La procedura di calibrazione può essere ripetuta in condizioni diverse, come, ad
esempio, in interni, in esterni o di notte. La fotocamera può memorizzare questi
parametri di calibrazione addizionali all’interno dello stesso canale di calibrazione. La
presenza di un numero maggiore di parametri di calibrazione consente una maggiore
precisione durante la selezione con lo sguardo.
Calibrazione per la selezione con lo sguardo (Eye Control)
Cancellazione dei parametri di calibrazione per la selezione con lo sguardo (Eye Control)
Se si desiderano memorizzare nuovi parametri di calibrazione in un canale che già
contiene dei dati, seguire la procedura descritta di seguito per cancellare i parametri
di calibrazione preesistenti. Eseguire poi la procedura di calibrazione e memorizzare i
nuovi parametri nel canale in questione.
1
Posizionare il selettore della
selezione con lo sguardo su <
2
Selezionare il nr. del canale di
calibrazione i cui dati si desiderano
cancellare.
3
Premere contemporaneamente i
pulsanti <
> e < >.
>.
• Selezionare un canale che non lampeggia.
Il nr. del canale di calibrazione inizierà a
lampeggiare a indicare che i parametri in
esso contenuti sono stati cancellati.
Non memorizzare i parametri di calibrazione di utenti diversi nello stesso canale
di calibrazione. Ogni utente deve avere il proprio canale di calibrazione. Se
necessario, cancellare i parametri di calibrazione memorizzati in precedenza,
per memorizzare i nuovi dati. (→p. 51)
50
51
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 52
Utilizzo della selezione con lo sguardo
Utilizzo della selezione con lo sguardo
Attraverso la selezione con lo sguardo (Eye Control), è possibile selezionare un
punto di messa a fuoco guardando semplicemente nel mirino.
• La selezione con lo sguardo può essere utilizzata in tutte le modalità di scatto ad
eccezione di <
> (Automatismo totale).
• Nella modalità <
> (Automatismo totale), le informazioni relative alla selezione
con lo sguardo vengono aggiunte al programma di selezione automatica del punto
di messa a fuoco per una selezione più precisa del punto di messa a fuoco.
1
2
Posizionare il selettore della
selezione con lo sguardo su <
>.
• Selezionare un canale di calibrazione che
non lampeggia, ovvero che contiene già
dei parametri di calibrazione.
3
• L’icona < > si illumina nel mirino.
• Il punto di messa a fuoco selezionato si
illumina e raggiunge il fuoco.
6
Scattare la fotografia.
• Se la fotocamera non riesce ad individuare il punto di messa a fuoco cui è
rivolto lo sguardo, l’icona < > nel mirino inizia a lampeggiare e si attiva la
selezione automatica del punto di messa a fuoco. (→p. 46)
• Se la procedura di selezione con lo sguardo non funziona in modo corretto,
accertarsi di avere selezionato il canale di calibrazione corretto e leggere
“Calibrazione per la selezione con lo sguardo e consigli pratici” a pagina 50.
Girare la ghiera <
> per
selezionare il nr. del canale di
calibrazione.
Posizionare il selettore della
selezione con lo sguardo su <
5
Continuare a guardare il punto di
messa a fuoco che si desidera
selezionare e premere a metà corsa
il pulsante di scatto.
>.
AF Eye Control (selezione con lo sguardo) Servo
Quando si utilizza la selezione con lo sguardo in modalità AF AI Servo (o quando
l’AF AI Focus è predisposta in modalità AF AI Servo), è possibile mettere a fuoco un
soggetto in continuo movimento semplicemente osservandolo. Questa tecnica viene
definita AF Eye Control Servo.
Se il soggetto messo a fuoco attraverso la selezione con lo sguardo inizia a
muoversi, è possibile continuare a tenerlo a fuoco premendo a metà corsa il pulsante
di scatto e guardando il successivo punto di messa a fuoco verso cui il soggetto si
sta muovendo.
Disattivazione della selezione con lo sguardo (Eye Control)
4
52
Selezionare una modalità di scatto.
• Ruotare la ghiera di comando per
selezionare la modalità di scatto
desiderata.
Dopo avere posizionato su <
> il selettore della selezione con lo sguardo, è
possibile utilizzare la selezione automatica o manuale del punto di messa a fuoco
(→p. 45).
53
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 54
Messa a fuoco di soggetti decentrati
Impossibilità di utilizzo della messa a fuoco automatica
Per mettere a fuoco un soggetto non coperto da alcuno dei punti di messa a fuoco,
procedere come indicato di seguito. Questa procedura è nota come blocco della
messa a fuoco.
Il blocco della messa a fuoco si attiva soltanto in modalità AF <
>. (→p. 42)
Il sistema di messa a fuoco automatica di questa fotocamera è un sistema ad alta
precisione in grado di mettere a fuoco quasi tutti i soggetti. Questo sistema può però
incontrare difficoltà nella messa a fuoco (l’indicatore di soggetto a fuoco lampeggia)
dei soggetti indicati di seguito.
1
2
Selezionare il punto di messa a
fuoco desiderato. (→p. 45)
3
Tenere premuto il pulsante di scatto
e ricomporre l’inquadratura come
desiderato.
Mettere a fuoco il soggetto.
• Puntare il punto di messa a fuoco sul
soggetto e premere a metà corsa il
pulsante di scatto.
Soggetti per i quali la messa a fuoco automatica risulta problematica
• Soggetti con scarso contrasto (cielo blu, pareti in tinta unita, ecc.)
• Soggetti scarsamente illuminati
• Soggetti in controluce o riflettenti (automobili con vernice metallizzata, ecc.)
• Combinazioni di soggetti vicini e lontani sovrapposti (animali in gabbia, ecc.)
In questi casi, per mettere a fuoco operare nel seguente modo:
(1) Mettere a fuoco un soggetto situato alla stessa distanza del soggetto in
questione e ricomporre l’inquadratura.
(2) Impostare il selettore della modalità di messa a fuoco dell’obiettivo su <MF>
o <M> ed effettuare la messa a fuoco manuale come spiegato di seguito.
Qualora la messa a fuoco non fosse possibile neppure con il lampo ausiliario AF
di uno Speedlite specifico per la linea EOS, selezionare il punto di messa a
fuoco centrale anzichè un punto di messa a fuoco periferico.
Messa a fuoco manuale
4
Scattare la fotografia.
Il blocco del fuoco funziona anche nelle modalità della zona di base (except
< >). E’ sufficiente saltare la fase 1 sopra descritta.
Una volta raggiunto il fuoco, sul punto di messa a fuoco attivo viene applicato
anche il blocco AE. Quando si utilizza la modalità <
>, si consiglia l’uso
contemporaneo della modalità <
> (lettura valutativa della luce).
54
1
Impostare il selettore della modalità
di messa a fuoco dell’obiettivo su
<MF> (o <M> negli obiettivi più
vecchi).
L’icona <
> verrà visualizzata sul
display LCD.
2
Mettere a fuoco il soggetto.
• Ruotare l’anello di messa a fuoco
dell’obiettivo fino a quando il soggetto non
è a fuoco nel mirino.
Se si esegue la messa a fuoco manuale tenendo premuto a metà corsa il
pulsante di scatto, il punto/i punti di messa a fuoco che raggiungono il fuoco si
illumineranno nel mirino, così come l’indicatore di soggetto a fuoco < >.
55
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 56
Modalità di lettura della luce
Creativ
eZ
on
e
Questa fotocamera dispone di tre modalità di misurazione della luce definite lettura
valutativa, lettura parziale e lettura media pesata al centro. Selezionare la modalità di
lettura più adatta al soggetto o all’effetto fotografico desiderato.
• La modalità di lettura della luce può essere selezionata all’interno delle modalità
della zona creativa.
1
2
Premere il pulsante <
>. (
)
Selezionare la modalità di lettura.
• Guardare il display LCD e ruotare la
ghiera <
> fino a quando l’icona della
modalità di lettura desiderata viene
visualizzata sul display.
Lettura valutativa
Si tratta di una modalità di lettura ideale per la maggior parte delle
condizioni di scatto, adatta anche per soggetti in controluce. L’area
del mirino viene suddivisa in 35 zone di misurazione, alle quali sono
collegati tutti i punti di messa a fuoco per una lettura valutativa della
luce. La fotocamera rileva la posizione e la luminosità del soggetto,
lo sfondo, il tipo di illuminazione (frontale o controluce), ecc., e
definisce i parametri per un’esposizione ottimale del soggetto.
• Durante la messa a fuoco manuale, la lettura valutativa è
collegata solo al punto di messa a fuoco centrale.
Lettura parziale
Questa modalità è particolarmente indicata per i soggetti in
controluce. La misurazione della luce viene effettuata al centro
limitatamente ad un’area corrispondente a circa il 10% di quella
coperta dal mirino.
Lettura media pesata al centro
La lettura viene effettuata al centro, dopo di che viene calcolata la
media relativa all’intera inquadratura.
La lettura parziale ed il blocco FE possono essere collegati al punto di messa a
fuoco attivo. (Vedere la funzione C.Fn-8-1 a pagina 97.)
56
Le modalità della zona creativa della ghiera di
comando offrono un maggiore controllo sulla
fotocamera. Per ottenere il risultato
desiderato è possibile impostare il tempo di
scatto e/o il valore del diaframma. Questo
capitolo descrive l’utilizzo effettivo delle
seguenti modalità della zona creativa:
< >, <
>, <
>, < > e <
>.
4
Modalità della zona creativa
• Nel testo, l’icona <
> indica la ghiera principale, mentre l’icona <
>
indica la ghiera di comando rapido.
• Prima di incominciare, posizionare l’interruttore della ghiera di comando rapido
su <
>.
• Quando si preme il pulsante di scatto a metà corsa e poi lo si rilascia, sul
display LCD e nel mirino rimangono visualizzati per circa 4 sec. il tempo di
scatto ed il valore del diaframma.
• All’interno delle modalità della zona creativa sono operative le seguenti
funzioni: blocco AE, compensazione dell’esposizione, AEB, esposizioni posa,
esposizioni multiple, previsualizzazione della profondità di campo, blocco dello
specchio, impostazione manuale della sensibilità della pellicola e selezione
della modalità di avanzamento della pellicola.
57
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 58
AE Programma
AE Programma
Come la modalità <
> (Automatismo
totale), si tratta di una modalità adatta a
qualsiasi tipo di ambientazione e soggetto.
Il tempo di scatto ed il valore del diaframma vengono impostati automaticamente in
funzione della luminosità del soggetto.
• “P” è l’abbreviazione di Programma.
• “AE” è l’acronimo di esposizione
automatica.
1
58
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
2
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco il
soggetto.
3
Osservare il display.
• Il tempo di scatto ed il valore del
diaframma vengono impostati
automaticamente e visualizzati nel mirino
e sul display LCD.
• Se il tempo di scatto ed il valore del
diaframma non lampeggiano, significa che
si potrà ottenere un’esposizione corretta.
• Se il tempo di scatto ed il valore del
diaframma lampeggiano, vedere “Elenco
delle indicazioni di avvertimento
esposizione” a pagina 103.
4
Scattare la fotografia.
• Comporre l’inquadratura e premere
completamente il pulsante di scatto.
Differenza tra le modalità < > e <
>
• Le modalità < > e <
> impostano automaticamente gli stessi tempi di scatto e
gli stessi valori del diaframma per consentire una corretta esposizione del soggetto.
• Le funzioni elencate di seguito possono essere utilizzate con la modalità < >,
ma non con la modalità <
>:
· Selezione manuale del punto di messa
a fuoco
· Selezione della modalità di lettura
della luce
· Selezione della modalità di
avanzamento della pellicola
· Cambiamento programma
· Blocco AE con il pulsante < >
· Compensazione dell’esposizione
· AEB
· Anteprima della profondità di campo
· Esposizioni multiple
· Funzioni di personalizzazione
· Attivazione forzata del flash
incorporato
· Compensazione dell’esposizione
flash
· Compatibilità con i flash Speedlite
serie EX
- Sincronizzazione ad alta velocità
- Blocco FE
- Controllo del rapporto flash
- FEB
- Sincronizzazione sulla seconda
tendina
- Modellazione flash
Cambiamento del programma
In modalità AE programma, è possibile modificare liberamente la combinazione
tempo di scatto-valore del diaframma (programma) definita dalla fotocamera,
mantenendo invariata l’esposizione. Questa operazione viene definita cambiamento
del programma.
Per cambiare il programma, premere a metà corsa il pulsante di scatto e girare la
ghiera <
> fino a quando sul display viene visualizzato il tempo di scatto o il
valore del diaframma desiderato.
• Una volta scattata la foto con i parametri desiderati, il programma modificato viene
cancellato automaticamente e viene ripristinato il programma originale.
• Il cambiamento di programma non può essere effettuato quando si utilizza il flash
incorporato.
59
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 60
AE a priorità dei tempi
AE a priorità dei tempi
In questa modalità, l’utente seleziona il tempo di scatto desiderato e la fotocamera
imposta automaticamente il valore del diaframma in funzione della luminosità del
soggetto. Impostando tempi di scatto brevi, è possibile congelare l’azione di un
soggetto in movimento, mentre l’impiego di tempi di scatto lunghi consente di
ottenere immagini sfuocate per rendere l’impressione del movimento del soggetto.
• “Tv” è l’acronimo di Valore del tempo, ovvero sta ad indicare il tempo di scatto.
Foto scattata con un tempo di scatto breve
4
1
2
Selezionare il tempo di scatto desiderato.
3
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto e mettere a fuoco il soggetto.
• Guardare il display LCD e ruotare la
ghiera <
> per impostare il tempo di
scatto desiderato.
Il valore del diaframma verrà impostato
automaticamente.
• Se il valore del diaframma non lampeggia
sul display, è possibile ottenere
un’esposizione corretta.
• Se il valore di massima apertura dell
’obiettivo (valore f più piccolo) lampeggia,
l’immagine risulterà sottoesposta. In
questo caso, ruotare la ghiera <
> per
impostare un tempo di scatto più lungo
fino a quando il valore del diaframma non
cessa di lampeggiare.
• Se il valore di minima apertura dell
’obiettivo (valore v più grande) lampeggia, l’immagine risulterà sovraesposta. In
questo caso, ruotare la ghiera <
> per
impostare un tempo di scatto più breve
fino a quando il valore del diaframma non
cessa di lampeggiare.
Foto scattata con un tempo di scatto lungo
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
Controllare il mirino e scattare la
fotografia.
Display dei tempi di scatto
Dl tempo di scatto può essere impostato e visualizzato in termini di interi e
mezzi stop. Valori compresi tra “ ” e “
” indicano il denominatore della
frazione relativa al tempo di scatto. Per esempio, “
” equivale a 1/125 di
secondo. Per tempi di scatto più lunghi, il valore numerico è seguito dal simbolo
dei secondi (“ ”). Per esempio, “
” equivale a 0,7 secondi e “
” a 15
secondi.
Per fotografare un’immagine televisiva, fissare la fotocamera su un cavalletto ed
utilizzare un tempo di scatto di 1/15 di secondo.
60
61
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 62
AE a priorità dei diaframmi
AE a priorità dei diaframmi
In questa modalità, l’utente può impostare il valore di apertura desiderato, mentre la
fotocamera imposta automaticamente il tempo di scatto in funzione della luminosità
del soggetto. Un diaframma più aperto (valore f più piccolo) determinerà uno sfondo
sfuocato, facendo risaltare il soggetto in primo piano. Quanto maggiore il valore di
apertura del diaframma, tanto più sfuocato risulterà lo sfondo.
Allo stesso modo, un diaframma più chiuso (valore f più grande) farà aumentare la
profondità di campo, facendo apparire nitidi sia gli oggetti in primo piano che quelli
sullo sfondo. Quanto minore il valore di apertura del diaframma, tanto più nitido
risulterà lo sfondo.
• “Av” sta per Valore di apertura o Valore del diaframma.
4
Osservare il mirino e scattare la
fotografia.
• Se il tempo di scatto non lampeggia, è
possibile ottenere un’esposizione corretta.
• Se sul display lampeggia il tempo di scatto più
lungo, la fotografia risulterà sottoesposta. In
questo caso, ruotare la ghiera <
> per
impostare un’apertura maggiore del diaframma
(valore f più piccolo) fino a quando il tempo di
scatto smette di lampeggiare.
• Se sul display lampeggia il tempo di scatto più
breve, la fotografia risulterà sovraesposta. In
questo caso, ruotare la ghiera <
> per
impostare un’apertura minore del diaframma
(valore f più grande) fino a quando il tempo di
scatto smette di lampeggiare.
Display dei valori del diaframma
Foto scattata con un diaframma più aperto.
1
2
3
Foto scattata con un diaframma più chiuso.
Ruotare la ghiera di comando su
<
>.
Selezionare il valore del diaframma
desiderato.
• Osservare il display LCD e ruotare la ghiera
<
> per impostare il valore di apertura
desiderato.
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco il
soggetto.
Il tempo di scatto verrà impostato
automaticamente.
62
Il valore del diaframma può essere impostato e visualizzato in termini di interi e mezzi stop.
Quanto più elevato è il numero, tanto più piccola sarà l’apertura del diaframma. La gamma
dei valori visualizzabili dipende dal tipo di obiettivo installato sulla fotocamera.
Se sulla fotocamera non è installato alcun obiettivo, come valore del diaframma sul display
verrà visualizzato “
”.
Previsualizzazione della profondità di campo
Per controllare la profondità di campo,
premere il pulsante di previsualizzazione
della profondità di campo. La fotocamera
chiuderà l’obiettivo fino al punto di scatto e
l’utente potrà controllare la profondità di
campo nel mirino.
• La previsualizzazione della profondità di campo può essere utilizzata solo con
le modalità della zona creativa.
• La pressione del pulsante di previsualizzazione della profondità di campo
determina anche l’attivazione del blocco AE.
63
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 64
Esposizione manuale
Esposizione manuale
In questa modalità, l’utente può impostare sia il tempo di scatto che l’apertura del
diaframma per avere pieno controllo dell’esposizione. I valori del tempo di scatto e
del diaframma impostati vengono indicati sulla scala dei livelli di esposizione.
L’utente potrà così controllare se il livello di esposizione è quello desiderato e più
adatto al soggetto in questione.
• “M” è l’abbreviazione di Manuale.
1
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
2
Posizionare l’interruttore della
ghiera di comando rapido <
>.
Esposizione corretta:
3
Ruotare la ghiera <
> per
impostare il tempo di scatto e la
ghiera < > per impostare il valore
del diaframma.
4
Premere a metà corsa il pulsante di
scatto per mettere a fuoco il soggetto.
5
Impostare il livello di esposizione.
• Facendo riferimento all’indicatore del
livello di esposizione, impostare il tempo
di scatto ed il valore del diaframma
desiderati.
: Indica il livello standard per un’esposizione
corretta.
Sottoesposizione:
: Per ottenere un’esposizione corretta, impostare un
tempo di scatto più lungo o un valore del
diaframma maggiore.
Sovraesposizione:
: Per ottenere un’esposizione corretta, impostare
un tempo di scatto più breve o un valore del
diaframma minore.
• Guardare il display LCD mentre si gira la
ghiera.
• Se l’indicatore del livello di esposizione
< > lampeggia sui valori < > o < >,
significa che la foto risulterà
rispettivamente sovraesposta o
sottoesposta di 2 o più stop.
6
64
• Il livello di esposizione verrà indicato nel
mirino.
• L’indicatore del livello di esposizione < >
indica la discrepanza tra il livello di esposizione attuale e quello di esposizione
corretta.
Scattare la fotografia.
65
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 66
AE a priorità della profondità di campo
AE a priorità della profondità di campo
Questa modalità è utile quando si desidera una grande profondità di campo, in modo
che tutti gli oggetti, sia vicini che lontani, risultino a fuoco. E’ particolarmente indicata
per le foto di gruppo ed i paesaggi. Il punto di messa a fuoco ottimale ed il valore del
diaframma vengono impostati automaticamente congiuntamente con il tempo di
scatto più indicato.
4
Mettere a fuoco il soggetto più vicino.
5
Mettere a fuoco il soggetto più lontano.
6
Comporre l’inquadratura e premere a
metà corsa il pulsante di scatto. (
)
7
Scattare la fotografia.
• Per poter utilizzare questa modalità, il selettore della modalità di messa a fuoco
dell’obiettivo deve essere posizionato su <AF>.
• “DEP” sta ad indicare la profondità di campo.
AE a priorità della profondità di campo con un punto di messa a fuoco selezionato manualmente.
66
1
Ruotare la ghiera di comando su
<
>.
2
Posizionare il selettore della
selezione con lo sguardo su <
3
Selezionare il punto di messa a fuoco.
• Premere i pulsanti <
> e < > per
selezionare il punto di messa a fuoco
desiderato.
• Se è stata impostata la selezione
automatica del punto di messa a fuoco
(→ p. 45), mettere a fuoco il soggetto
utilizzando il punto di messa a fuoco
centrale.
>.
• Sovrapporre il punto di messa a fuoco
selezionato al soggetto più vicino, quindi
premere il pulsante di scatto. Viene così
selezionato il punto DEP 1. (
)
• L’indicatore di soggetto a fuoco si illumina
e viene visualizzato < >.
• Nelle fasi 4 e 5, la pressione completa
del pulsante di scatto non comporta
l’esecuzione della fotografia.
• Sovrapporre il punto di messa a fuoco
selezionato al soggetto più lontano, quindi
premere il pulsante di scatto. Viene così
selezionato il punto DEP 2. (
)
• L’indicatore di soggetto a fuoco si illumina
e viene visualizzato < >.
• Le operazioni eseguite ai punti 4 e 5
possono anche essere effettuate in ordine
inverso.
• Il punto di messa a fuoco viene
impostato tra i punti DEP 1 e DEP 2. Il valore
del diaframma più adatto ad ottenere la
profondità di campo desiderata ed un tempo
di scatto adeguato vengono impostati
automaticamente dalla fotocamera.
• Rilasciando il pulsante di scatto, verranno
visualizzati “
” ed il valore del
diaframma.
• I parametri di esposizione verranno definiti un
istante prima dello scatto della fotografia.
• Se il valore del diaframma non lampeggia,
significa che è possibile ottenere la
profondità di campo desiderata.
• Se sia il tempo di scatto che il valore del
diaframma non lampeggiano, significa che è
possibile ottenere una corretta esposizione.
67
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 68
AE a priorità della profondità di campo
AE a priorità della profondità di campo
AE a priorità della profondità di campo con la selezione con lo sguardo (Eye Control)
Attraverso la selezione con lo sguardo è possibile impostare facilmente la profondità
di campo desiderata senza dover ricomporre ripetutamente l’inquadratura.
1
68
Posizionare il selettore della
selezione con lo sguardo su <
4
Mettere a fuoco il soggetto più lontano
che si desidera sia messo a fuoco.
5
Scattare la fotografia.
>.
• Accertarsi di avere impostato
correttamente il canale di calibrazione.
(→p. 47)
2
Ruotare la ghiera di comando su
<
>.
3
Mettere a fuoco il soggetto più vicino
che si desidera sia messo a fuoco.
• Guardare il soggetto e premere il pulsante
di scatto. Viene così selezionato il punto
DEP 1. (
)
• Il punto di messa a fuoco in questione si
illumina.
• L’indicatore di soggetto a fuoco < > si
illumina e viene visualizzato “
”.
• Nelle fasi 4 e 5, la pressione completa
del pulsante di scatto non comporta
l’esecuzione della fotografia.
• Guardare il soggetto e premere il pulsante
di scatto. Viene così selezionato il punto
DEP 2. (
)
• Il punto di messa a fuoco in questione si
illumina.
• L’indicatore di soggetto a fuoco < > si
illumina e viene visualizzato “
2>.
• Le operazioni eseguite ai punti 4 e 5
possono anche essere effettuate in ordine
inverso.
• L’esposizione verrà calcolata sul punto di
messa a fuoco selezionato con lo sguardo
nel momento in cui viene premuto per la
terza volta il pulsante di scatto per scattare
la fotografia. Se non si fissa lo sguardo su
nessun punto di messa fuoco, l’esposizione
verrà calcolata sul punto di messa a fuoco
centrale.
• Se il valore del diaframma non lampeggia,
significa che è possibile ottenere la
profondità di campo desiderata.
• Se sia il tempo di scatto che il valore del
diaframma non lampeggiano, significa che è
possibile ottenere una corretta esposizione.
• Se il valore del diaframma lampeggia, non sarà possibile ottenere la profondità
di campo desiderata. (Sarà comunque possibile scattare la foto ed ottenere
un’esposizione corretta.) In questo caso, utilizzare un obiettivo grandangolare
o allontanarsi dal soggetto e ripetere le fasi 3 – 5.
• Se il tempo di scatto di “
” ed il
valore di massima apertura del diaframma (valore f più piccolo) lampeggiano, la scena è troppo scura per poter
essere ripresa con la modalità AE a
priorità della profondità di campo.
• Se il tempo di scatto di “
” ed il
valore di minima apertura del diaframma (valore f più grande) lampeggiano, la scena è troppo chiara.
Utilizzare un filtro a densità neutra (ND)
per ridurre la quantità di luce che entra
nell’obiettivo.
69
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 70
AE a priorità della profondità di campo
• Se si utilizza un obiettivo zoom, non modificare la lunghezza focale dello zoom
quando si utilizza la modalità AE a priorità della profondità di campo.
• Dopo avere impostato uno o due punti DEP, non modificare il punto di messa
a fuoco attivo. Tale modifica annullerebbe l’impostazione dei punti DEP e si
dovrebbe ripetere da capo la procedura con il nuovo punto di messa a fuoco.
• L’AE a priorità della profondità di campo non può essere utilizzata se il
selettore della modalità di messa a fuoco dell’obiettivo è posizionato su <MF>.
O <M>. Lo stesso risultato si potrà ottenere utilizzando la modalità AE
Programma.
• L’AE a priorità della profondità di campo non può essere utilizzata con il flash.
Se si utilizza il flash, il risultato sarà identico a quello ottenuto utilizzando la
modalità AE Programma con il flash.
• Se si utilizza la modalità AE a priorità della profondità di campo con un
obiettivo dotato di selettore dell’intervallo di messa a fuoco (quale l’EF 300mm
f/2,8 IS USM), posizionare il selettore sulla gamma massima di distanze di
messa a fuoco.
• Per disattivare la modalità AE a priorità della profondità di campo prima di
scattare la foto, posizionare la ghiera di comando su qualsiasi impostazione ad
eccezione di <
>.
• Per controllare la profondità di campo (→p. 63) mentre si utilizza la modalità
AE a priorità della profondità di campo, impostare i punti DEP 1 e 2 e premere
a metà corsa il pulsante di scatto. Premere poi il pulsante di previsualizzazione
della profondità di campo.
• Se è stato impostato un tempo di scatto lungo, utilizzare un cavalletto per
evitare le vibrazioni della fotocamera.
• Per aumentare ulteriormente la profondità di campo, utilizzare un obiettivo
grandangolare.
• L’impostazione di entrambi i punti DEP 1 e 2 nella stessa posizione consente
di ottenere una profondità di campo esigua. Sia gli oggetti in primo piano che
quelli in sfondo risulteranno sfuocati, facendo risaltare maggiormente il
soggetto a fuoco. L’utilizzo di un teleobiettivo consente di potenziare questo
effetto.
Blocco AE
Utilizzando lo stesso punto di messa a fuoco, è possibile ottenere automaticamente
un’esposizione corretta in un punto della scena e quindi ricomporre l’inquadratura per
mettere a fuoco una diversa area. Il blocco AE consente di mantenere inalterati i parametri
di esposizione anche dopo avere ricomposto l’inquadratura. Questa funzione è
particolarmente indicata per i soggetti in controluce.
• Vedere anche “Effetti del blocco AE” a pagina 100 per capire come funziona il blocco AE
in relazione al metodo di selezione del punto di messa a fuoco ed alla modalità di lettura
della luce.
1
Mettere a fuoco il punto del
soggetto in cui si desidera bloccare
l’esposizione.
2
Premere il pulsante <
3
Ricomporre l’inquadratura e
scattare la fotografia.
• Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per mettere a fuoco l’immagine. (
)
• I parametri di esposizione verranno
visualizzati nel mirino.
>. (
)
• L’indicatore < > si illumina
nel mirino ed i parametri di esposizione
vengono bloccati (blocco AE).
• Ogni volta che si preme il pulsante < >,
l’esposizione automatica si blocca
sull’area coperta dal punto di messa a
fuoco selezionato.
Se sono impostate la modalità AF One-Shot o AF AI Focus (esclusa la modalità AF AI
Servo), la pressione a metà corsa del pulsante di scatto per la messa a fuoco determina
contemporaneamente l’attivazione del blocco AE.
La funzione C.Fn-4-1 consente l’impostazione del blocco AE attraverso la pressione a
metà corsa del pulsante di scatto e la messa a fuoco attraverso il pulsante <
>. (→p. 96)
70
71
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 72
Compensazione dell’esposizione
Bracketing automatico dell’esposizione (AEB)
La funzione di compensazione dell’esposizione viene utilizzata per modificare il livello
di esposizione standard definito dalla fotocamera. Per impostare il livello di compensazione dell’esposizione, guardare attraverso il mirino e ruotare la ghiera <
>.
Il livello di compensazione dell’esposizione può essere modificato di +/- 2 stop con
incrementi di 1/2 stop.
1
2
3
4
Valore della sovraesposizione
Posizionare l’interruttore della
ghiera di comando rapido su <
>.
Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per mettere a fuoco il soggetto. (
)
Controllare il livello di esposizione.
Sottoesposizione (-0,5 stop)
• Ruotare la ghiera <
> per impostare il
valore desiderato.
• Ruotare la ghiera <
> mentre si tiene
premuto a metà corsa il pulsante di scatto,
o prima che siano trascorsi 4 sec. dal
rilascio del pulsante di scatto dopo averlo
premuto a metà corsa.
• Durante l’impostazione del valore di
compensazione dell’esposizione è possibile
fare riferimento anche al display LCD.
• Tutte le tacche sul lato < > della scala
indicano una sovraesposizione, mentre
tutte le tacche sul lato < > della scala
indicano una sottoesposizione.
Sovraesposizione (+0,5 stop)
1
Posizionare la freccia < >
sull’icona <
>.
2
Impostare il valore AEB desiderato.
Sovraesposizione
• Il valore di compensazione dell’esposizione impostato viene mantenuto in
memoria anche dopo che la ghiera di
comando viene posizionata su <
>.
• Per annullare la compensazione
dell’esposizione, impostare di nuovo il
valore di esposizione standard. ( )
Dopo avere impostato il valore di compensazione dell’esposizione, posizionare l’interruttore
della ghiera di comando rapido su <
> per impedire che la ghiera venga
inavvertitamente girata (annullando quindi l’impostazione del valore dell’esposizione).
72
Esposizione corretta (0)
Impostare il valore di compensazione dell’esposizione.
Sottoesposizione
Valore della sottoesposizione
Con il bracketing automatico dell’esposizione, la fotocamera modifica
automaticamente il livello di esposizione entro la gamma impostata (fino a +/- 2 stop
con incrementi di 1/2 di stop) per tre fotogrammi successivi. Le tre foto vengono
realizzate in sequenza con i seguenti parametri di esposizione: esposizione corretta,
sottoesposizione, sovraesposizione. (→p. 79)
• Guardare il display LCD e premere il
pulsante <
>. (
)
• Ruotare la ghiera <
>.
• Il valore AEB e l’intervallo AEB < >
vengono visualizzati sul display LCD.
• L’illustrazione sottostante mostra una
gamma AEB di +/-1 stop rispetto all’indice
di esposizione corretta.
Valore AEB
Intervallo AEB
73
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 74
Bracketing automatico dell’esposizione (AEB)
Esposizione
corretta
Sottoesposizione
3
Sovraesposizione
Scattare le fotografie.
• La pellicola avanzerà in base alla modalità
impostata.
• Per ogni scatto, sul display e nel mirino verrà
visualizzato il valore AEB corrispondente.
• La modalità AEB non si disattiverà automaticamente una volta scattate le tre foto in
questione. Per disattivare la modalità
AEB, impostare nuovamente il valore AEB
su “
”.
Esposizioni posa (bulb)
Quando è impostata la modalità posa, la pellicola viene esposta per tutto il tempo in cui il
pulsante di scatto rimane completamente premuto. L’esposizione si conclude quando il
pulsante viene rilasciato. Questa modalità è utile quando si vogliono riprendere scene
notturne, fuochi d’artificio, corpi celesti e scene che richiedono una lunga esposizione.
• Per le esposizioni posa si consiglia l’uso del comando a distanza RS-60E3 (venduto
separatamente).
1
2
Ruotare la ghiera di comando su
< >.
3
Impostare il valore del diaframma.
4
Iniziare l’esposizione posa.
La modalità AEB non può essere utilizzata con il flash o per le esposizioni posa.
• In modalità di scatto continuo, i tre fotogrammi sottoposti a bracketing possono
essere scattati in sequenza rapida tenendo premuto il pulsante di scatto. Sul
mirino non verranno però visualizzate le rispettive informazioni AEB.
• Quando si utilizza l’AEB con l’autoscatto o con il telecomando, i tre fotogrammi
sottoposti a bracketing vengono scattati automaticamente in successione continua.
• Se è impostata la funzione C.Fn-5-1 (blocco dello specchio), durante la
sequenza AEB la pellicola avanzerà di un fotogramma per volta anche se è
impostata la modalità di avanzamento continuo della pellicola.
• L’AEB può essere utilizzato in combinazione con la compensazione
dell’esposizione. Se la gamma dei valori di compensazione dell’esposizione
selezionata va oltre la gamma visualizzabile, essa verrà visualizzata come
indicato di seguito.
Nelle modalità < >, <
>, <
>e<
>:
Impostare il tempo di scatto su
“
”.
• Ruotare la ghiera <
> fino a quando
sul display LCD viene visualizzato “
”.
• “
” viene visualizzato dopo “
”.
• Ruotare la ghiera <
>.
: +/- 1 stop AEB.
: +/- 1 stop AEB con compensazione dell’esposizione di –1 stop.
: +/- 1 stop AEB con compensazione dell’esposizione di –1,5 stop.
: +/- 1 stop AEB con compensazione dell’esposizione di –2 stop.
In modalità <
>:
: +/- 1 stop AEB con compensazione dell’esposizione di –2 stop.
: +/- 1 stop AEB con compensazione dell’esposizione di oltre –2 stop.
74
• Premere e tenere premuto il pulsante di
scatto.
• Durante l’esposizione posa, sul display
LCD lampeggia “
”.
• L’esposizione posa continuerà per tutto il
tempo in cui il pulsante di scatto verrà
tenuto premuto completamente.
75
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 76
Esposizioni multiple /
Esposizioni multiple
Impedendo alla pellicola di avanzare, uno stesso fotogramma può essere esposto più
volte. Per ogni fotogramma si possono effettuare fino a 9 esposizioni.
1
Spostare la freccia < > sull’icona
< >.
• Guardare il display LCD e premere il
pulsante <
>. (
).
• Il contafotogrammi visualizza il numero
“ ”.
Disattivazione del cicalino
Se le esposizioni multiple vengono effettuate sui primi o sugli ultimi fotogrammi
del rullino, le foto potrebbero non risultare perfettamente allineate a causa delle
caratteristiche stesse del meccanismo di avanzamento della pellicola.
• Mentre viene effettuata la serie di esposizioni, la freccia < > visualizzata
accanto all’icona <
> sul display LCD lampeggia.
• Per annullare la modalità di esposizione multipla prima di scattare le foto,
riportare a “1” il parametro di impostazione relativo al numero di esposizioni.
• Per annullare la modalità di esposizione multipla dopo avere scattato alcune
foto, ripetere le fasi 1 e 2 della procedura per azzerare il parametro relativo al
numero di esposizioni multiple.
Dato che, durante le esposizioni multiple, lo stesso fotogramma viene esposto
più volte, per evitare la sovraesposizione si dovrà innanzitutto impostare la
compensazione negativa dell’esposizione (→p. 72).
Guida generale per la compensazione dell’esposizione
Esposizioni multiple
Valore compensazione esposizione
2
Impostare il numero di esposizioni
desiderato.
• Ruotare la ghiera <
>.
2 esposizioni
–1.0 stop
3 esposizioni
–1.5 stop
4 esposizioni
–2.0 stop
I valori di compensazione dell’esposizione riportati nella tabella sono solo indicazioni
di massima. Il valore ottimale dipende dalla scena. Eseguire delle prove per
individuare il valore di compensazione più adatto.
Disattivazione del cicalino
Il cicalino può essere disattivato in tutte le modalità di scatto.
1
Spostare la freccia < > sull’icona
< >.
2
Impostare il valore “ ”.
• Guardare il display LCD e premere il
pulsante <
>. (
)
Impostazione per 3 esposizioni multiple
3
76
Impostare la modalità di scatto e
scattare le fotografie.
• Una volta effettuate tutte le esposizioni, la
pellicola avanza fino al fotogramma
successivo e l’impostazione relativa alle
esposizioni multiple si disattiva
automaticamente.
• Ruotare la ghiera <
>.
• Per riattivare il cicalino, impostare il valore
“ ”.
• Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per tornare alla modalità operativa
normale.
77
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 78
Blocco dello specchio
Il blocco dello specchio viene attivato mediante la funzione di C.Fn-5-1 (→p. 96).
Mantenendo lo specchio nella posizione sollevata, si prevengono le vibrazioni
causate dallo specchio stesso, che potrebbero determinare la sfocatura
dell’immagine nelle foto a distanza ravvicinata o quando si utilizza un teleobiettivo.
• Quando si utilizza il blocco dello specchio, si consiglia l’uso del comando a distanza
RS-60E3 (venduto separatamente).
1
Premere completamente il pulsante
di scatto.
2
Premere di nuovo completamente il
pulsante di scatto per scattare la
foto.
Impostazione della sensibilità ISO della pellicola
Quando si utilizzano pellicole non di tipo DX o qualora si desideri impostare una
diversa sensibilità della pellicola, è possibile impostare manualmente la sensibilità
della pellicola dopo averla caricata nella fotocamera. L’intervallo di impostazione
della sensibilità della pellicola va da ISO 6 a ISO 6400.
1
Spostare la freccia < > accanto
all’icona <
>.
2
Impostare la sensibilità desiderata.
• Lo specchio si solleva bloccandosi.
• Dopo 30 secondi lo specchio si abbassa
automaticamente (se non viene scattata
nessuna fotografia).
• Una volta scattata la foto, lo specchio
ritorna nella posizione originaria.
• Guardare il display LCD e premere il
pulsante <
> per spostare la freccia.
(
)
• Viene visualizzata l’impostazione corrente
della sensibilità della pellicola.
• Ruotare la ghiera <
> per impostare la
sensibilità della pellicola.
• Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per ripristinare la modalità di
funzionamento normale.
Il valore relativo alla sensibilità della pellicola impostato manualmente viene annullato se la
pellicola viene estratta dalla fotocamera e viene caricata una nuova pellicola con codice DX.
La funzione C.Fn-3-1 consente di mantenere attiva l’impostazione della sensibilità della pellicola
anche dopo avere estratto la pellicola dalla fotocamera ed aver caricato un nuovo rullino con
codice DX. (→p. 96)
• In condizioni di illuminazione molto intensa, per esempio su una spiaggia o un
campo da sci in una giornata soleggiata, scattare la foto subito dopo avere
attivato il blocco dello specchio.
• Quando lo specchio è bloccato, non rivolgere l’obiettivo verso il sole. Il calore
intenso potrebbe bruciare e danneggiare le lamelle dell’otturatore.
• Se si utilizza il blocco dello specchio con l’autoscatto per un’esposizione posa,
alzando il dito dal pulsante di scatto durante il funzionamento dell’autoscatto si
avvertirà un rumore simile allo scatto dell’otturatore, anche se nessuna foto
viene scattata.
• Quando lo specchio è bloccato, viene utilizzata unicamente la modalità di
avanzamento singolo della pellicola (→p. 79), indipendentemente dalla
modalità di avanzamento impostata.
• Se il blocco dello specchio viene utilizzato con l’autoscatto, la prima pressione
completa del pulsante di scatto determinerà il blocco dello specchio e la foto
verrà scattata automaticamente 10 secondi più tardi.
78
Selezione della modalità di avanzamento della pellicola
Sono disponibili due modalità di avanzamento della pellicola: scatto singolo e scatto
continuo.
Scatto singolo
Dopo ogni scatto, la pellicola avanza
automaticamente di un fotogramma.
Scatto continuo
Le foto vengono scattate consecutivamente
per tutto il tempo in cui viene tenuto
premuto il pulsante di scatto.
: Circa 4 fotogrammi al secondo.
: Circa 3,5 fotogrammi al secondo.
79
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 80
Telecomando senza fili
Il telecomando RC-1 (venduto separatamente) consente il comando a distanza senza
fili della fotocamera in tutte le modalità di scatto.
1
2
Posizionare la leva della modalità di
avanzamento della pellicola su <
>.
• Sul display LCD viene visualizzata l’icona < >.
L’utilizzo del flash incorporato non presenta
alcuna difficoltà rispetto alla normale modalità
di scatto.
Con le modalità della zona di base (ad
eccezione di <
>e<
>), il flash
incorporato funziona in modo completamente
automatico. Con le modalità della zona
creativa, può essere utilizzato a piacere in
qualunque momento.
Scattare la foto usando il telecomando.
• Puntare il dispositivo di emissione dei segnali del
telecomando RC-1 verso l’apposito sensore della
fotocamera e premere il pulsante “Send”. Il telecomando senza fili ha un raggio d’azione di 5 metri.
• Il rilascio dell’otturatore viene segnalato nel
seguente modo:
Ritardo di 2 sec.: la lampada di riduzione
dell’effetto occhi rossi si illumina per 2 sec.,
dopo di che viene scattata la fotografia..
Rilascio immediato dell’otturatore: quando la foto
viene scattata, la lampada di riduzione
dell’effetto occhi rossi si attiva.
Alcuni tipi di luce fluorescente possono determinare un funzionamento anomalo del
telecomando. Collocare la fotocamera il più lontano possibile da tali sorgenti luminose.
Se la leva della modalità di avanzamento della pellicola è posizionata su <
> e non
viene eseguita alcuna operazione per 4 minuti, la modalità di comando a distanza senza fili
viene disattivata automaticamente per ridurre il consumo della batteria. Per reimpostarla,
premere di nuovo a metà corsa il pulsante di scatto. Sul display LCD viene visualizzata
l’icona < > a indicare che è possibile utilizzare la modalità di comando a distanza senza fili.
Utilizzo del comando a distanza
Il comando a distanza RS-60E3 (venduto separatamente) può essere utilizzato in
tutte le modalità di scatto.
Collegare il connettore del comando a
distanza al relativo terminale della
fotocamera. Premere il pulsante di scatto
per scattare la fotografia.
80
Utilizzo del flash incorporato
5
Fotografare con il flash
Utilizzo di flash Speedlite esterni specifici
per la linea EOS
• L’utilizzo di flash Speedlite esterni specifici per la
linea EOS consente di scattare fotografie con il
flash con la stessa semplicità con cui si scattano in
modalità AE. Gli Speedlite della serie EX
consentono l’utilizzo della modalità di flash
automatico E-TTL, come pure di sistemi Speedlite
multi-flash automatici E-TTL con telecomando.
• Questo capitolo descrive le funzioni disponibili con
lo Speedlite 420EX. Per maggiori informazioni sullo
Speedlite 420EX, consultare il relativo libretto di
istruzioni.
81
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 82
Utilizzo del flash incorporato
Utilizzo del flash incorporato
Modalità della zona di base
Velocità di sincronizzazione del flash ed apertura del diaframma
Con le modalità della zona di base (ad eccezione di <
>e<
>), il flash
incorporato si apre e si attiva automaticamente, in caso di necessità, in condizioni di
scarsa illuminazione o controluce.
Modalità della zona creativa
Con le modalità della zona creativa, il flash incorporato può essere utilizzato in
qualsiasi momento, indipendentemente dal livello di illuminazione. E’ sufficiente
estrarre il flash incorporato prima di scattare la foto.
: Utilizzare questa modalità per fotografare in modo automatico con il flash. La
velocità di sincronizzazione del flash ed il valore del diaframma vengono impostati
automaticamente come per la modalità <
> (Automatismo totale).
: Utilizzare questa modalità se si desidera impostare una velocità di sincronizzazione
del flash inferiore a 1/125 di sec. La fotocamera imposterà automaticamente il
valore del diaframma per ottenere una corretta esposizione flash.
: Utilizzare questa modalità se si desidera impostare il valore del diaframma. Con
questa modalità, è possibile ottenere un’esposizione bilanciata tra il soggetto ed
uno sfondo scuro (scena notturna, ecc.) utilizzando la velocità di sincronizzazione
(lenta) impostata automaticamente dalla fotocamera. Il flash illumina il soggetto
mentre lo sfondo viene esposto con un tempo di scatto lungo.
• Utilizzare un cavalletto quando è impostata una velocità di sincronizzazione
bassa.
: Questa modalità consente di impostare sia la velocità di sincronizzazione del flash
che il valore del diaframma. Il soggetto viene esposto correttamente con la velocità
di sincronizzazione del flash e l’apertura del diaframma impostati dall’utente.
: Questa modalità consente di ottenere con il flash gli stessi risultati della modalità
< >.
Raggio d’azione effettivo del flash incorporato
(Con obiettivo EF 28-90mm f/4-5,6)
28mm
ISO
100
200
400
82
90mm
Modalità
Velocità di sincronizzazione
Apertura del diaframma
Viene impostata automaticamente
una velocità di sincronizzazione tra
1/60 e 1/125 sec.
L’apertura del diaframma viene
impostata automaticamente in
funzione del programma TTL.
Può essere impostata manualmente
qualsiasi velocità di sincronizzazione
pari o inferiore a 1/125 sec.
L’apertura del diaframma viene
impostata automaticamente in
funzione della velocità di sincronizzazione impostata dall’utente e della
luminosità del soggetto.
La velocità di sincronizzazione viene
impostata automatica-mente entro la
gamma 30” – 1/125 sec. in funzione
del valore del diaframma impostato
dall’utente e della luminosità del
soggetto.
L’apertura del diaframma viene
impostata manualmente dall’utente.
Può essere impostata manualmente
qualsiasi velocità di sincronizzazione
pari o inferiore a 1/125 sec.
• Prima di collegare alla fotocamera uno Speedlite specifico per la linea EOS,
chiudere il flash incorporato qualora fosse aperto.
• Quando si utilizza il flash incorporato, stare almeno ad 1 metro di distanza dal
soggetto. In caso contrario, parte della foto risulterà troppo scura.
• Quando si utilizza il flash incorporato, staccare il paraluce dall’obiettivo, in
quanto potrebbe ostruire parzialmente il raggio d’azione del flash.
• Se sulla fotocamera è installato uno degli obiettivi indicati di seguito, il raggio
d’azione del flash incorporato potrebbe venire ostruito. Con questi obiettivi
utilizzare uno Speedlite esterno specifico per la linea EOS.
Obiettivi veloci quali l’EF 17-35mm f/2,8L IS USM ed EF 600mm f/4L IS USM
Super-teleobiettivi quali l’EF 300mm f/2,8L IS USM ed EF 600mm f/4L IS USM
• La copertura del flash incorporato indicata è effettiva con gli obiettivi aventi una
lunghezza focale pari o superiore a 28mm. Nel caso di obiettivi con lunghezza
focale inferiore a 28mm, i bordi delle fotografie potrebbero risultare scuri.
Pellicola negativa Pellicola invertibile Pellicola negativa Pellicola invertibile
m
1 - 4,6
1 - 3,2
1 - 3,2
1 - 2,3
ft
3,3 - 15,1
3,3 - 10,5
3,3 - 10,5
3,3 - 7,5
m
1 - 6,5
1 - 4,6
1 - 4,6
1 - 3,2
ft
3,3 - 21,3
3,3 - 15,1
3,3 - 15,1
3,3 - 10,5
m
1 - 9,2
1,2 - 6,5
1 - 6,5
1 - 4,6
ft
3,3 - 30,2
3,9 - 21,3
3,3 - 21,3
3,3 - 15,1
• Per richiudere (ritrarre) il flash incorporato, premerlo verso il basso.
• Se si imposta una velocità di sincronizzazione superiore a 1/125 di sec. in modalità <
> o < >, la velocità verrà automaticamente impostata su 1/125 di sec.
• Quando la messa a fuoco risulta difficoltosa, la luce ausiliaria AF si attiva
automaticamente. (→p. 30)
• Il flash incorporato ed un eventuale flash Speedlite esterno collegato alla
fotocamera non possono essere utilizzati contemporaneamente.
83
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 84
Utilizzo del flash incorporato
Fotografia flash con Speedlite della serie EX
Compensazione dell’esposizione flash
La compensazione dell’esposizione flash può essere impostata sia quando si utilizza il
flash incorporato che un flash Speedlite esterno specifico per la linea EOS, come nella
normale procedura di compensazione dell’esposizione. La gamma di impostazione è di
+/-2 stop con incrementi di 1/2 stop.
• La compensazione dell’esposizione è utilizzabile solo con le modalità della zona creativa.
1
Posizionare la freccia < > accanto
all’icona < > sul display LCD.
• Premere il pulsante <
spostare la freccia. (
> per
)
Con gli Speedlite Canon della serie EX, fotografare con un flash esterno è altrettanto
facile quanto utilizzare il flash incorporato. Sono disponibili, inoltre, le funzioni
avanzate descritte di seguito.
• Questa sezione fa riferimento all’utilizzo di un flash Speedlite 420EX.
• Flash automatico E-TTL
Con la modalità di flash automatico E-TTL
(lettura preflash di tipo valutativo), si ottiene
un’esposizione flash ottimale del soggetto a
fuoco. In modalità AE a priorità dei diaframmi,
in condizioni di scarsa illuminazione viene
impostata automaticamente una bassa
velocità di sincronizzazione per ottenere
un’esposizione naturale bilanciata tra il
soggetto e lo sfondo.
• Sincronizzazione ad alta velocità (flash FP)
La sincronizzazione ad alta velocità (FP o flash sul piano focale) consente la
sincronizzazione del flash con tutti i tempi di scatto della fotocamera da 30 a 1/4000
secondi.
• Blocco FE (Esposizione flash)
Il blocco FE consente di memorizzare l’esposizione flash corretta in qualsiasi parte
del soggetto. Si tratta dell’equivalente con il flash della funzione di blocco AE.
• Compensazione dell’esposizione flash
2
Compensazione positiva
Compensazione negativa
84
Impostare il valore della compensazione dell’esposizione flash.
• Ruotare la ghiera <
>o<
> per
impostare il valore desiderato.
• Sul display LCD, il lato positivo della scala
indica la sovraesposizione, mentre il lato
negativo indica la sottoesposizione.
• Per controllare il valore di compensazione
dell’esposizione flash impostato, premere
il pulsante <
> per visualizzare il
valore in questione sul display LCD.
• Il valore di compensazione
dell’esposizione flash impostato rimane
valido anche dopo avere posizionato su
<
> la ghiera di comando.
• Per annullare la compensazione
dell’esposizione flash, impostare di nuovo
il valore < >.
• Premere a metà corsa il pulsante di scatto
per ripristinare la modalità di funzionamento
normale.
Come la normale compensazione dell’esposizione, la compensazione
dell’esposizione flash può essere utilizzata per modificare la potenza di
illuminazione del flash in una gamma di +/- 2 stop con incrementi di 1/2 stop.
• FEB (Bracketing dell’esposizione flash)
Come per l’AEB (bracketing automatico dell’esposizione), si possono effettuare
esposizioni in sequenza anche con il flash fino a +/- 3 stop con incrementi di1/2
stop.
• Modalità di flash automatico E-TTL telecomandata con più flash
Speedlite
Utilizzando un’unità master Speedlite (550EX, ST-E2 o MR-14EX) ed uno o più
420EX come unità slave, tutte le funzioni sopra elencate possono essere utilizzate
in modalità di flash automatico E-TTL con comando a distanza. Dato che non sono
necessari cavi di collegamento, con questo tipo di sistemi si possono ottenere
versatili e sofisticati effetti di illuminazione.
• E-TTL è l’acronimo di Evaluative-Through-The-Lens (ovvero “valutazione
attraverso l’obiettivo”).
• Con la messa a fuoco automatica, l’esposizione flash si basa sempre sul
valore del diaframma; la misurazione del lampo in modalità di flash automatico
E-TTL viene effettuata sul punto di messa a fuoco attivo che, si presume, va a
coprire il soggetto principale.
• Quando la messa a fuoco automatica è difficoltosa, il lampo ausiliario AF viene
emesso automaticamente.
85
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 86
Fotografia flash con Speedlite della serie EX
Fotografia flash con Speedlite della serie EX
Flash automatico in modalità di automatismo totale
La funzione di flash automatico E-TTL utilizzata con la modalità AE Programma <
viene descritta di seguito. Per maggiori dettagli sull’utilizzo dello Speedlite 420EX,
consultare il relativo libretto di istruzioni.
1
2
3
4
>
Posizionare la ghiera di comando su
< >.
• Riduzione automatica dell’uscita del flash
Se si utilizza uno Speedlite specifico per la linea EOS per un soggetto
illuminato da dietro da un proiettore sospeso, l’uscita del flash viene ridotta
automaticamente per evitare il rischio di un’esposizione innaturale (riduzione
automatica dell’uscita del flash).
• Con le modalità della zona di base, fotografare con un flash Speedlite è facile
come fotografare con il flash incorporato.
• Utilizzando la modalità <
> con il flash si ottengono gli stessi risultati della
modalità < >.
Controllare che la spia pilota dello
Speedlite 420EX sia accesa.
Mettere a fuoco il soggetto.
Scattare la fotografia.
• Verificare che l’indicatore di flash pronto
< > sia visualizzato sul display, e
controllare il tempo di scatto ed il valore
del diaframma prima di scattare la
fotografia.
Flash automatico E-TTL con altre modalità di scatto
Anche nelle modalità <
>, <
> e<
>, scattare fotografie in modalità di flash
automatico E-TTL risulta facile quanto fotografare senza il flash.
Sincronizzazione ad alta velocità (Flash FP)
Se lo Speedlite 420EX è impostato sulla modalità di sincronizzazione ad alta velocità
(
), esso è in grado di sincronizzarsi con tutti i tempi di scatto, anche con quelli
inferiori a 1/125 di secondo. Quando la sincronizzazione ad alta velocità è attiva, nel
mirino viene visualizzata l’icona (
).
La sincronizzazione ad alta velocità è utile nei casi elencati di seguito.
• La sincronizzazione ad alta velocità è operativa nelle modalità della zona creativa.
(1) Quando si desidera utilizzare il flash di riempimento per un ritratto, mantenendo
sfuocato lo sfondo con un diaframma molto aperto.
(2) Quando si desidera creare un punto di luce negli occhi del soggetto.
(3) Quando si desidera utilizzare il flash di riempimento per eliminare le ombre.
(1) Premendo a metà corsa il pulsante di scatto, la fotocamera imposta automaticamente il
tempo di scatto ed il valore del diaframma come per le normali foto senza il flash.
Modalità
(AE a priorità dei tempi)
(AE a priorità dei diaframmi)
(Manuale)
Impostazione del tempo di scatto
Impostazione del diaframma con il flash
Manuale (30 sec. – 1/125 sec.)
Automatica
Automatica (30 sec. – 1/125 sec.)
Manuale
Manuale (30 sec. – 1/125 sec.)
Manuale
Con il flash tradizionale
Con il flash FP
(2) Premendo completamente il pulsante di scatto, la lettura valutativa preflash, basata sul
valore del diaframma impostato nella fase (1), viene utilizzata per l’esposizione con il
flash automatico E-TTL.
(3) L’esposizione dello sfondo viene determinata in base alla combinazione tempo di
scatto/valore del diaframma.
86
87
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 88
Fotografia flash con Speedlite della serie EX
Fotografia flash con Speedlite della serie EX
4
Blocco FE
Il blocco FE (esposizione flash) consente di ottenere e memorizzare il corretto valore
di esposizione flash in qualsiasi area della scena.
• Il blocco FE è operativo nelle modalità della zona creativa.
1
Controllare che la spia pilota dello
Speedlite 420EX sia accesa.
2
3
Mettere a fuoco il soggetto.
• E’ possibile utilizzare sia la modalità flash
normale che la sincronizzazione ad alta
velocità. Il blocco FE è operativo in
entrambe le modalità.
• Mettere a fuoco il punto in cui si desidera
bloccare l’esposizione flash.
Sovrapporre il punto di messa a
fuoco sull’area in cui si desidera
bloccare l’esposizione flash, quindi
premere il pulsante < >. (
)
• L’icona <
> si illumina nel mirino.
• Lo Speedlite emette un lampo preflash e
memorizza il livello di emissione del flash
necessario.
• Il punto di messa a fuoco collegato al
blocco FE lampeggia in rosso nel mirino.
• Sotto il mirino, viene visualizzato per 0,5
sec. il numero , seguito da .
• Ogni volta che si preme il pulsante <
>,
il preflash si attiva e la lettura
dell’esposizione viene bloccata.
Scattare la foto.
• Comporre l’inquadratura e scattare la foto.
• Di norma, per il blocco FE utilizzare il
punto di messa a fuoco centrale.
Per questa foto, l’esposizione flash è
stata bloccata sul volto, dopo di che
l’inquadratura è stata ricomposta. Il
soggetto è stato esposto correttamente
senza essere influenzato dal riflesso
dello sfondo.
Se il soggetto è troppo lontano per ottenere una corretta esposizione flash,
l’icona < > inizia a lampeggiare. Avvicinarsi al soggetto e ripetere di nuovo le
fasi 2 e 3.
La funzione C.Fn-8-1 attiva il blocco FE per il punto di messa a fuoco
selezionato dall’utente. (→p. 97)
Compensazione dell’esposizione flash
L’impostazione della compensazione dell’impostazione flash per questa fotocamera
viene descritta a pagina 84 nella sezione “Compensazione dell’esposizione flash”.
La compensazione dell’esposizione flash può essere effettuata con i seguenti modelli
Canon Speedlite: 550EX, 540EZ, 430EZ e Macro Ring Lite MR-14EX.
• La compensazione dell’esposizione flash può essere impostata con le modalità
della zona creativa.
Se la compensazione dell’esposizione flash viene impostata sia sulla
fotocamera che sul flash esterno Speedlite, il valore impostato sullo Speedlite
prevarrà su quello selezionato sulla macchina fotografica.
88
89
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 90
Fotografia flash con Speedlite della serie EX
Fotografia flash con Speedlite della serie EX
FEB
Sistema Speedlite multi-flash telecomandato
(Con Speedlite 550EX o MR-14EX)
Con lo Speedlite Canon 550EX o l’MR-14EX, si possono effettuare automaticamente
tre scatti consecutivi con il flash variando l’esposizione del soggetto entro un
intervallo di +/- 3 stop con incrementi di 1/2 stop. L’emissione del flash viene
diversificata per i ciascuno dei tre scatti, mentre l’esposizione dello sfondo rimane
invariata. Questa tecnica viene chiamata bracketing dell’esposizione flash.
Utilizzando un’unità master (550EX, ST-E2 o MR-14EX) ed una o più unità slave, è
possibile allestire un sistema flash automatico E-TTL con comando a distanza.
Posizionare il selettore del telecomando dello Speedlite 420EX su <
> per
configurare il flash come unità slave. Utilizzare l’unità master come flash principale e
le unità slave come flash di riempimento.
• Per maggiori informazioni consultare i libretti di istruzioni delle unità master e slave.
Configurazione tipo di un sistema multi-flash telecomandato
Esposizione corretta (0)
Sottoesposizione (-1 stop)
Sovraesposizione (+1 stop)
• Il bracketing dell’esposizione flash viene impostato sullo Speedlite. Per maggiori
informazioni consultare il relativo libretto di istruzioni.
• Con l’FEB si consiglia di utilizzare la modalità di scatto singolo < >.
Modellazione flash
Speedlite 420EX (slave)
(Con Speedlite 550EX, 420EX o MR-14EX)
Grazie alla funzione di modellazione flash, si possono vedere le ombre ed altri effetti
di illuminazione prodotti con l’ausilio di un sistema telecomandato costituito da uno o
più Speedlite.
• La modellazione flash può essere attivata con le modalità della zona creativa.
1
2
90
Speedlite 420EX (slave)
ST-E2
(Master)
Circa 80°
Controllare che la fotocamera e lo
Speedlite siano configurati
correttamente per la fotografia flash.
Premere il pulsante di previsualizzazione della profondità di campo
sulla fotocamera.
La frequenza di emissione del lampo dello
Speedlite è di 70 Hz al secondo.
91
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 92
Utilizzo di altri flash Speedlite specifici per la linea EOS
Fotografare in modalità di flash automatico TTL con altri flash Speedlite specifici per
la linea EOS, di una serie diversa dalla EX, può essere altrettanto semplice quanto
scattare foto in qualsiasi modalità AE. L’esposizione flash viene controllata attraverso
la misurazione in tempo reale, indipendente dalla pellicola, dell’emissione del flash
collegata al punto di messa a fuoco.
(1) Premendo a metà corsa il pulsante di scatto, la fotocamera imposta
automaticamente il tempo di scatto ed il valore del diaframma come per le normali
foto senza il flash.
Modalità
(AE Programma)
(AE a priorità dei tempi)
(AE a priorità dei diaframmi)
(Manuale)
Impostazione del tempo di scatto
Impostazione del diaframma con il flash
Automatica (1/60 sec. – 1/125 sec.)
Automatica
Manuale (30 sec. – 1/125 sec.)
Automatica
Automatica (30 sec. – 1/125 sec.)
Manuale
Manuale (30 sec. – 1/125 sec.)
Manuale
(2) Premendo completamente il pulsante di scatto, viene utilizzato il flash automatico
TTL, in base al valore del diaframma impostato nella fase (1).
(3) L’esposizione dello sfondo viene determinata dalla combinazione tempo di
scatto/valore del diaframma.
• Con le modalità della zona di base, fotografare con un flash esterno è
semplice come con il flash incorporato.
• Utilizzando la modalità <
> con il flash si ottengono gli stessi risultati della
modalità < >.
• La compensazione dell’esposizione flash può essere impostata anche sulla
fotocamera.
• Il flash automatico TTL si attiva se il sistema multi-flash Speedlite è collegato
mediante appositi cavetti.
• Quando la messa a fuoco automatica è difficoltosa, il lampo ausiliario AF viene
emesso automaticamente.
• Riduzione automatica dell’emissione del flash
Se si utilizza uno Speedlite specifico per la linea EOS per fotografare un
soggetto illuminato dal dietro da un proiettore sospeso, l’emissione del flash si
riduce automaticamente per evitare un’esposizione innaturale. Questa
funzione viene denominata “riduzione automatica dell’emissione del flash”.
Le funzioni di personalizzazione consentono
di personalizzare diverse funzioni della
fotocamera in funzione del proprio stile
fotografico.
Nelle pagine precedenti, il simbolo C.Fn è
stato utilizzato per segnalare le funzioni di
personalizzazione attinenti all’argomento
trattato. Nel presente capitolo verranno
Custom Function Set descritte nei dettagli le funzioni di
personalizzazione della fotocamera. <
>
6
Funzioni di personalizzazione
La configurazione delle funzioni di personalizzazione è applicabile solo alle
modalità della zona creativa e non ha alcun effetto sulle modalità della zona
di base.
92
93
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 94
Impostazione delle funzioni di personalizzazione
Impostazione
della funzione di
personalizzazione
Nr. della funzione di
personalizzazione
1
Ruotare la ghiera di comando su
<
>.
2
Selezionare il numero della funzione
desiderata.
3
Impostare la funzione di
personalizzazione.
4
Posizionare la ghiera di comando su
qualsiasi modalità all’infuori di
<
>.
• Sul display LCD vengono visualizzati
l’icona <
> ed il numero della
funzione di personalizzazione.
• Ruotare la ghiera <
> per selezionare il
nr. della funzione di personalizzazione.
• Premere il pulsante <
>.
• L’impostazione della funzione di
personalizzazione cambia ogni volta che
si preme il pulsante <
>.
• L’icona <
> rimane visualizzata sul
display LCD e l’impostazione della
funzione di personalizzazione viene
attivata.
Disattivazione delle funzioni di personalizzazione
1
Ruotare la ghiera di comando su
<
>.
2
Selezionare il numero della funzione
di personalizzazione che si desidera
disattivare.
3
Impostare il valore “
4
Posizionare la ghiera di comando su
qualsiasi modalità all’infuori di
<
>.
• Sul display LCD vengono visualizzati
l’icona <
> ed il numero della funzione
di personalizzazione.
• Ruotare la ghiera <
> per selezionare
il numero della funzione di
personalizzazione.
”.
• L’impostazione della funzione di
personalizzazione cambia ogni volta che
si preme il pulsante <
>.
• L’icona <
> scompare dal display e
l’impostazione della funzione di
personalizzazione viene riportata ai valori
di default.
• Se sono impostate un’altra funzione di
personalizzazione, l’icona <
> rimane
visualizzata sul display LCD.
“C.Fn” sta per “Custom Function” (ovvero funzione di personalizzazione).
94
95
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 96
Elenco delle funzioni di personalizzazione
Elenco delle funzioni di personalizzazione
C.Fn
C.Fn-1
C.Fn-2
C.Fn-3
C.Fn-4
C.Fn-5
C.Fn-6
C.Fn-7
96
Funzione
Modalità di riavvolgimento
della pellicola
0
Riavvolgimento a bassa velocità
(silenzioso).
1
Riavvolgimento ad alta velocità.
Posizione della linguetta
iniziale della pellicola
dopo il riavvolgimento
0
Metodo di impostazione
della sensibilità delle
pellicole con codice DX
0
Funzioni dei pulsanti di
scatto e < >
C.Fn
Nr.
1
La linguetta viene riavvolta nel
caricatore.
La linguetta viene lasciata fuori dal
caricatore.
Emissione del lampo
AF ausiliario/
Attivazione del flash
principale
C.Fn-9
Abilitato.
C.Fn-10
1
Disabilitato.
0
L’AF ha inizio con la pressione a metà corsa del pulsante di
scatto ed il blocco AE con la pressione del pulsante < >.
1
L’AF ha inizio con la pressione del pulsante < > ed il blocco AE con la pressione a metà corsa del pulsante di scatto.
2
L’AF ha inizio con la pressione a metà corsa del pulsante di
scatto e si interrompe con la pressione del pulsante < >.
0
Disabilitato (funzionamento normale).
C.Fn-11
C.Fn-12
Blocco dello specchio
Sincronizzazione della
tendina dell’otturatore
(con flash incorporato
e flash esterno)
C.Fn-8
Funzione
Nr.
Collegamento della lettura
parziale con il punto di
messa a fuoco/Blocco FE
0
Disabilitato (Lettura parziale e blocco FE sul
punto di messa a fuoco centrale).
1
Abilitato.
Velocità di sincronizzazione del flash in
modalità AE a priorità
dei diaframmi
0
Impostata automaticamente.
1
Impostata su 1/125 di sec.
0
Abilitato (sovrapposto).
1
Disabilitato.
0
Pulsante <
1
Solo < > (Selezione automatica con il
pulsante <
>.)
2
Pulsante <
0
Disabilitato.
1
Abilitato.
Lampeggio dell’indicatore
di soggetto a fuoco
Metodo di selezione del
punto di messa a fuoco
Selezione del punto di
messa a fuoco centrale
mediante il pulsante
<
>
>+<
>+<
>.
><
>.
1
Abilitato.
0
Sincronizzazione sulla prima tendina
(funzionamento normale).
0
Arresto AF.
1
Sincronizzazione sulla seconda tendina.
1
Avvio AF.
0
Flash incorporato/esterno: Emissione del lampo
ausiliario/Attivazione del flash principale.
2
Blocco AE durante la lettura.
3
Scelta del metodo di selezione del punto di
messa a fuoco (tra automatica e manuale).
4
Scelta della modalità AF
(tra AF One-Shot ed AF AI Servo).
5
Attivazione stabilizzatore di immagini.
1
Flash incorporato/esterno: Nessun lampo
ausiliario/Attivazione del flash principale.
2
Flash incorporato: Nessun lampo
ausiliario/Attivazione del flash principale.
Flash esterno: Emissione del lampo
ausiliario/Attivazione del flash principale.
3
Flash incorporato/esterno: Emissione del lampo
ausiliario/Flash principale disattivato.
C.Fn-13
Funzione del pulsante di
arresto AF dell’obiettivo
97
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 98
Sezione di riferimento
Sezione di riferimento
Terminologia di base della fotografia
Esposizione
Profondità di campo
Si parla di esposizione quando la pellicola viene esposta alla luce. Una corretta
esposizione si ottiene quando la pellicola viene esposta ad una quantità di luce
adatta alla propria sensibilità. L’esposizione può essere corretta variando il tempo di
scatto e l’apertura del diaframma.
Con questa espressione si indicano le distanze entro le quali si riesce ad ottenere
una messa a fuoco accettabile davanti e dietro il punto di messa a fuoco ottimale.
Quanto più piccola è l’apertura del diaframma (numero f più elevato), tanto maggiore
sarà la profondità di campo. Quanto più grande è l’apertura del diaframma (numero f
più piccolo), tanto minore sarà la profondità di campo.
Tempo di scatto
La profondità di campo varia come indicato di seguito:
(1) Un’apertura del diaframma minore (numero f elevato) accresce la profondità di
campo.
(2) Una maggiore distanza tra il soggetto e la fotocamera accresce la profondità di
campo.
(3) Mantenendo invariata la distanza del soggetto, un obiettivo con lunghezza focale
minore accresce la profondità di campo.
(4) La profondità di campo dietro il punto di messa a fuoco ottimale è maggiore
rispetto a quella rilevabile davanti ad esso.
Con tempo di scatto si intende l’intervallo di tempo in cui l’otturatore della macchina
fotografica rimane aperto per esporre la pellicola alla luce che filtra attraverso
l’obiettivo. Il tempo di scatto viene visualizzato sul display LCD della fotocamera e nel
mirino, e può variare tra 30 e 1/4000 sec., e posa.
Diaframma
Con l’espressione apertura del diaframma
(numero f) si indicano le dimensioni
dell’apertura dell’obiettivo. Questo parametro
viene utilizzato per variare la quantità di luce
che colpisce la pellicola. L’impostazione del
diaframma viene visualizzata sul display LCD
della fotocamera e nel mirino, e può variare
da 1,0 a 91, a seconda dell’obiettivo montato
sulla fotocamera.
Profondità di campo
Punto di messa a fuoco ottimale
Sensibilità ISO della pellicola
Con l’espressione velocità ISO si indica la sensibilità della pellicola alla luce. Quanto
più elevata è la velocità della pellicola, tanto maggiore la sua sensibilità. Le pellicole
con sensibilità ISO 400 e superiore sono più adatte per le condizioni di scarsa
illuminazione. La sensibilità ISO viene definita in accordo con gli standard stabiliti
dall’International Standard Organization (ISO).
La gamma di impostazione della sensibilità della pellicola con questa fotocamera
varia da 6 a 6400, e l’impostazione corrente viene visualizzata sul display LCD e nel
mirino.
Diaframma impostato su f/2
98
Diaframma impostato su f/22
99
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 100
Sezione di riferimento
Sezione di riferimento
Tabella delle funzioni disponibili
AF
Modalità
della ghiera
di comando
OneShot
AI
Servo
Avanzamento della pellicola
Selezione punto di messa a fuoco
AI
Focus Automatica Manuale
Con lo
sguardo
Singolo
Continuo
Autoscatto
Modalità di lettura
Valutativa
Mediata
Parziale pesata al
centro
Flash incorporato
Luce
Attivazione Attivazione
ausiliaria
automatica manuale
AF
Compensazione Blocco
AE
esposizione
Funzioni
Blocco
FE
Sensibilità ISO
Riduzione
occhi
rossi
Cicalino
Esposi- Compensazione
zioni
esposizione
multiple
flash
AEB
Riav- Funziovolgini di
mento persoa metà nalizzarullino zione
∗
•
: Impostazione automatica
: Impostazione/Selezione da parte dell’utente
• La luce ausiliaria AF può essere disabilitata dalla funzione C.Fn.
∗ (→p. 52)
Effetti del blocco AE (nelle modalità della zona creativa)
Metodo di selezione del punto
di messa a fuoco
Selezione manuale del punto di messa
a fuoco / Selezione con lo sguardo
Selezione automatica del punto
di messa a fuoco
Combinazione tra le modalità AE e le modalità di avanzamento
della pellicola
Modalità di avanzamento
pellicola
Modalità di lettura
Il blocco AE viene attivato nel punto
di messa a fuoco selezionato.
Valutativa
Con C.Fn-8-0
Il blocco AE viene attivato nel punto
di messa a fuoco centrale.
Con C.Fn-8-1
Il blocco AE viene attivato nel punto
di messa a fuoco selezionato.*
Il blocco AE viene attivato nel punto di
messa a fuoco che raggiunge il fuoco.
Il blocco AE viene impostato nel
punto di messa a fuoco centrale.
AF One-Shot
AF AI Servo
(Singolo)
La foto non può essere scattata fino al
raggiungimento del fuoco. Una volta
raggiunto il fuoco, vengono attivati il
blocco AF (blocco del fuoco) ed il blocco
AE (con i parametri di esposizione
ricavati in precedenza).
La funzione di messa a fuoco automatica
segue il soggetto in movimento e
l’esposizione viene definita al momento
del rilascio dell’otturatore.
(Continuo)
Durante lo scatto continuo valgono le
stesse condizioni sopra descritte.
Durante lo scatto continuo valgono le
stesse condizioni sopra descritte.
Parziale
Media pesata al centro
Il blocco AE viene attivato nel punto
di messa a fuoco centrale.
• In modalità AF AI Focus, viene selezionata automaticamente la messa a fuoco One-Shot o AI
Servo a seconda del soggetto.
∗ Quando è attiva la selezione con lo sguardo (Eye Control), se si preme il pulsante di blocco AE
prima di premere a metà corsa il pulsante di scatto, il blocco AE verrà applicato al punto di
messa a fuoco centrale.
100
101
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 102
Sezione di riferimento
Sezione di riferimento
Linea di programma
Elenco delle indicazioni di avvertimento esposizione
La linea di programma illustrata di seguito si applica quando la fotocamera viene
utilizzata in modalità AE Programma ( ) con un obiettivo EF 28-90mm f/4-5,6.
Indicazione
lampeggiante
Descrizione
Contromisura
Il soggetto è troppo
scuro.
Utilizzare il flash.
Il soggetto è troppo
chiaro.
Montare sull’obiettivo un
filtro a densità neutra
(ND).
La foto risulterà
sottoesposta.
Ruotare la ghiera <
>
per impostare un tempo
di scatto più lungo.
La foto risulterà
sovraesposta.
Ruotare la ghiera <
>
per impostare un tempo
di scatto più breve.
00
64
00
32
16
00
80
0
40
0
20
0
10
0
50
25
12
IS
O
6
Modalità
6
5
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
f/No
32
22
3
16
2
11
1
8
Diaframma
4
0
5.6
–1
4
La foto risulterà
sottoesposta.
La foto risulterà
sovraesposta.
–2
2.8
–3
1.4
–5
30
15
8
4
2
1
2
4
8
15
30
60
125
250
500
1.0
1000 2000 4000
Con lunghezza
focale di 90 mm
>
1) Allontanarsi dal
soggetto e ritentare.
2) Se si utilizza uno zoom,
utilizzare la lunghezza
focale minima.
Il soggetto è troppo
scuro.
Utilizzare il flash. <
Il soggetto è troppo
chiaro.
Montare sull’obiettivo
un filtro a densità neutra
(ND).
Tempo di scatto
Con lunghezza
focale di 28 mm
>
Non si riesce ad
ottenere la profondità
di campo desiderata.
2
–4
Ruotare la ghiera <
per impostare un
diaframma più aperto
(valore f più piccolo).
Ruotare la ghiera <
per impostare un
diaframma più chiuso
(valore f più grande).
>
Descrizione della linea di programma
L’asse orizzontale inferiore rappresenta i tempi di scatto, mentre l’asse verticale di destra
rappresenta i valori del diaframma. Sui bordi sinistro e superiore del grafico vengono
indicati i valori di esposizione (EV) relativi alle varie combinazioni tempo di scatto/valore del
diaframma impostate dalla modalità AE Programma e denotate dalla linea di programma.
Esempio: Quando si utilizza una lunghezza focale di 28mm e la luminosità del soggetto è
EV 13, il punto in cui la linea diagonale uscente da EV 13 (bordo superiore del grafico)
interseca la linea di programma indica il tempo di scatto (1/125 sec.) ed il valore del
diaframma (f/8) corrispondenti, che vengono impostati automaticamente dal programma.
Le frecce al di sopra del grafico indicano la gamma di misurazione per i rispettivi valori di
sensibilità della pellicola.
102
Le indicazioni di avvertimento riportate nella tabella vengono visualizzate
quando si utilizza un obiettivo con apertura massima di f/3,5 e minima di f/22.
I valori di apertura massima e minima del diaframma visualizzati sul display
differiscono a seconda dell’obiettivo montato sulla fotocamera.
103
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 104
Sezione di riferimento
Guida alla soluzione dei problemi
Qualora dovessero insorgere problemi di funzionamento, consultare la seguente
tabella . Se il problema dovesse persistere, portare la fotocamera presso un centro di
assistenza Canon.
Sul display LCD
non viene
visualizzato nulla.
Le batterie sono scariche.
Sostituirle con delle batterie nuove. (→p. 18, 19)
Le batterie non sono state installate correttamente.
Installare le batterie correttamente. (→p. 18)
La foto appare
sfuocata.
DIl selettore della modalità di messa a fuoco dell’obiettivo è
posizionato su <MF> (o <M>).
Posizionare il selettore sulla modalità <AF> (o <A>). (→p. 20)
Al momento dello scatto della foto, la fotocamera ha vibrato.
Tenere saldamente la fotocamera o utilizzare un tempo di
scatto più breve. (→p. 22)
L’otturatore non
scatta.
L’icona < > lampeggia sul display LCD.
Togliere la pellicola e reinserirla correttamente. (→p. 23)
L’icona < > lampeggia sul display LCD.
Sostituire le batterie. (→p. 18)
L’icona < > lampeggia in quanto la pellicola riavvolta è
ancora nella fotocamera.
Sostituire il rullino usato con uno nuovo. (→p. 23)
L’indicatore di soggetto a fuoco nel mirino lampeggia e la
fotocamera non riesce a mettere a fuoco il soggetto.
Selezionare un altro punto di messa a fuoco (→p. 45). Qualora
non fosse ancora possibile ottenere la messa a fuoco automaticamente, mettere a fuoco il soggetto manualmente (→p. 55)
L’icona < >
lampeggia sul
display LCD.
Le batterie si stanno scaricando.
Sostituirle con delle batterie nuove. (→p. 18)
Si è eseguita una procedura non corretta durante l’utilizzo
della fotocamera.
Premere a metà corsa il pulsante di scatto. (→p. 22)
Rimuovere e reinserire le batterie. (→p. 19) Se l’icona < >
smette di lampeggiare, è possibile scattare la fotografia.
Se l’icona continua a lampeggiare, consultare il più vicino
centro di assistenza Canon.
104
Sezione di riferimento
Accessori principali
• Gruppo batterie BP-300
L’impugnatura verticale è dotata di un proprio
pulsante di scatto e del pulsante di blocco
AE/FE. Nel vano batterie sono contenute
quattro batterie di formato AA (alcaline, Ni-Cd o
all’idruro di nickel). Per alimentare la fotocamera
possono anche essere utilizzate due batterie
CR123.
• Speedlite serie EX 550EX, 420EX e
220EX
Sono disponibili tre modelli con sistema di flash
automatico E-TTL specifici per la linea EOS: il
550EX, dotato di zoom automatico, per chi
necessita di una sorgente altamente illuminante;
il 420EX per chi desidera prestazioni elevate ad
un prezzo accessibile; ed il 220EX per chi
predilige la compattezza. I rispettivi numeri
guida (con ISO 100 in metri) sono 55, 42 e 22.
Tutti e tre i modelli consentono la
sincronizzazione ad alta velocità (flash FP) ed il
blocco FE. I modelli 550EX e 420EX
consentono la realizzazione di sistemi multiflash E-TTL automatici con comando a distanza.
• Macro Ring Lite MR-14EX
Flash con anello macro specifico per la linea
EOS dotato di due tubi flash gemelli, nr. guida
14 (con ISO 100 in metri) e funzionalità di flash
automatico E-TTL. I due tubi flash possono
essere utilizzati contemporaneamente oppure
singolarmente, e il rapporto tra l’emissione del
lampo dei due tubi può essere controllato
dall’utente in modo da ottenere sofisticati effetti
di illuminazione con il sistema di flash
automatico E-TTL. La sincronizzazione ad alta
velocità (flash FP), il blocco FE e la possibilità di
allestimento di sistemi multi-flash con comando
a distanza (utilizzando i modelli 550EX o 420EX
come unità slave) consentono di ottenere diversi
effetti flash macro.
105
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 106
Sezione di riferimento
Sezione di riferimento
Specifiche principali
• Comando a distanza RS-603
Comando dotato di cavo per consentire la
pressione del pulsante di scatto da una certa
distanza. Si collega al terminale di comando
a distanza della fotocamera al fine di evitare
le vibrazioni della stessa durante lo scatto di
primi piani, esposizioni posa, ecc.
• Telecomando RC-1
Telecomando senza fili utilizzabile per la
pressione del pulsante di scatto. E’
particolarmente utile nelle foto con
autoscatto, nei primi piani, nelle esposizioni
posa, ecc.
• Custodia fotocamera EH-14L
Custodia specifica semi-rigida in grado di
contenere la fotocamera completa di
obiettivo (EF 28-105mm f/3,5-4,5 II USM).
106
• Tipo
Tipo ....................................Fotocamera reflex 35mm AF/AE monobiettivo con otturatore sul
piano focale e motore incorporato, flash e dorso con datario
automatico.
Formato immagini ..............24 mm x 36 mm
Obiettivi compatibili ............Obiettivi Canon EF
Attacco obiettivo.................Attacco Canon EF (controllo elettronico)
• Mirino
Tipo ....................................Pentaprisma a livello dell’occhio
Campo di visuale................90% di copertura verticale e 92% orizzontale
Distanza dell’occhio ...........19,5 mm
Ingrandimento ....................0,70x (-1 diottria con obiettivo da 50 mm impostato su infinito)
Correzione diottrica ...........Incorporata compresa tra –2,5 ~ +0,5 diottrie
Schermo di messa a fuoco.Nuovo schermo di messa a fuoco smerigliato laser fisso con
punti di messa a fuoco
Specchio ............................Semi-specchio a ritorno rapido (Rapporto
trasmissione/riflessione di 40:60) (Senza vignettatura con
l’obiettivo EF 600mm f/4 IS USM o con focale più corta)
Informazioni visualizzate
nel mirino............................1) All’interno dell’area di inquadratura: Punti di messa a fuoco
...........................................2) Al di sotto dell’area di inquadratura: Tempo di scatto, valore
del diaframma (FEL, DEP, CAL, END), blocco AE/FE, livello
di esposizione (compensazione esposizione AE,
compensazione esposizione flash, livello esposizione
manuale, gamma AEB, indicatore lampada riduzione effetto
occhi rossi accesa), indicatore flash pronto, avvertimento
sottoesposizione blocco FE, sincronizzazione ad alta
velocità (flash FP), icona selezione con lo sguardo (Eye
Control), icona compensazione esposizione flash, indicatore
soggetto a fuoco per AF/MF
Previsualizzazione della
profondità di campo............Abilitata mediante il relativo pulsante
• Controllo esposizione
Modalità di lettura...............Lettura TTL alla massima apertura con fotocellula al silicio a 35 zone.
1) Lettura valutativa (collegabile a tutti i punti di messa a fuoco)
2) Lettura parziale (al centro pari a circa il 10% dell’area del mirino)
3) Lettura media pesata al centro
Modalità di esposizione......1) AE programma (modificabile)
2) AE a priorità dei tempi
3) AE a priorità dei diaframmi
4) AE a priorità della profondità di campo (non modificabile)
5) Automatismo totale (Full Auto) (non modificabile)
6) Modalità controllo programmato delle immagini
Ritratto, Paesaggio, Primi piani, Fotografia sportiva, Scenari
notturni
7) AE flash con programma E-TTL
8) AE flash con programma A-TTL
9) AE flash con programma TTL
10) Manuale
11) Posa
Gamma di lettura................EV 1-20 (a 20°C con obiettivo 50mm f/1,4, ISO 100)
Gamma di sensibilità ISO
della pellicola......................ISO 6-6400 (Impostata automaticamente per le pellicole con
codice DX con ISO 25-5000)
Compensazione
dell’esposizione..................1) Compensazione manuale dell’esposizione: +/- 2 stop con
incrementi di 1/2 stop.
2) AEB: +/- 2 stop con incrementi di 1/2 stop (Sequenza:
esposizione corretta, sottoesposizione e sovraesposizione).
Blocco AE...........................1) Blocco AE automatico
Si attiva in modalità AF One-Shot al raggiungimento del
fuoco.
2) Blocco AE manuale
107
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 108
Sezione di riferimento
Si attiva in tutte le modalità di lettura attraverso il pulsante di
blocco AE.
Esposizioni multiple............Max. 9 esposizioni per fotogramma (L’impostazione può essere
disattivata e ripristinata in qualunque momento). La
disattivazione è automatica dopo lo scatto di tutte le foto
impostate.
Indicazione vibrazioni
fotocamera .........................Nelle modalità dell’area di base, se il tempo di scatto impostato
automaticamente è inferiore al reciproco della lunghezza focale
dell’obiettivo, il display del tempo di scatto lampeggia a 2 Hz.
• Autofocus
Tipo ....................................TTL-SIR con sensore CMOS
Punti di messa a fuoco.......7
Raggio d’azione .................EV 1-18 (con ISO 100)
Modalità di messa a fuoco .1) AF One-Shot
La messa a fuoco automatica si interrompe al
raggiungimento del fuoco, attivando il blocco AF.
2) AF AI Servo
Il soggetto in movimento viene seguito fino al momento
dell’esposizione. Al raggiungimento del fuoco, l’indicatore di
soggetto a fuoco non lampeggia (l’indicatore lampeggia a 8
Hz nel caso in cui la messa a fuoco non sia possibile) e non
viene emesso nessun segnale acustico.
3) AF AI Focus
Seleziona automaticamente la modalità AF One-Shot o AF
AI Servo a seconda del tipo di soggetto.
4) Messa a fuoco manuale
Consentita mediante la ghiera di messa a fuoco dopo avere
impostato su MF (o M) il selettore della modalità di messa a
fuoco dell’obiettivo.
Indicatore soggetto a fuoco...1) Punto di messa a fuoco lampeggiante sovrapposto nel
mirino (disattivazione possibile mediante la funzione di
personalizzazione C.Fn-10-1)
2) Indicatore soggetto a fuoco nel mirino.
3) Cicalino (disattivabile).
Selezione del punto di
messa a fuoco......................1) Selezione automatica: Eseguita dalla fotocamera
2) Selezione manuale: Uno dei 7 punti di messa a fuoco viene
selezionato manualmente dall’utente attraverso il relativo
selettore ed i tasti di selezione del punto di messa a fuoco.
(Procedura modificabile attraverso la funzione C.Fn-11-1/2)
3) Selezione Eye Control: Il punto di messa a fuoco viene
selezionato con lo sguardo.
Indicatore del punto di
messa a fuoco selezionato.Sovrapposto nel mirino ed visualizzato sul display LCD
Lampo ausiliario AF ...........Il flash incorporato emette automaticamente una sequenza
intermittente di lampi (disattivabile mediante la funzione C.Fn-7).
Raggio d’azione: ................Circa 4,5 m al centro e circa 4 m alla periferia.
• Selezione con lo sguardo
Tipo ....................................Posizione dell’occhio rilevata da IRED.
Calibrazione .......................Possono essere impostate fino a 5 diverse combinazioni di
parametri di calibrazione (la fotocamera dispone anche della
funzione di selezione intelligente).
• Otturatore
Tipo ....................................Otturatore a lamelle a scorrimento verticale sul piano focale con
controllo elettronico di tutti i tempi di scatto
Tempi di scatto...................Da 30 a 1/4000 sec. con incrementi di 1/2 , posa, sincron. X a
1/125 di sec.
Scatto dell’otturatore ..........Scatto elettromagnetico a sfioramento
Autoscatto ..........................Controllo elettronico con ritardo di 10 secondi.
108
Sezione di riferimento
• Trascinamento della pellicola
Caricamento della pellicola...Avanzamento automatico fino al primo fotogramma.
Sistema di avanzamento
della pellicola......................Avanzamento automatico mediante motore incorporato.
(1) Scatto singolo e (2) scatto continuo (circa 4 fotogrammi/sec.
max.)
Sistema di riavvolgimento
pellicola ..............................Riavvolgimento automatico a fine rullino.
(Riavvolgimento silenzioso o ad alta velocità abilitato mediante
la funzione C.Fn-1)
Velocità di riavvolgimento selezionabile mediante il pulsante di
riavvolgimento a metà rullino durante il riavvolgimento.
Tempo/Rumore di
riavvolgimento con pellicole
da 24 pose (36 pose)
Riavvolgimento silenzioso: ..Circa 13 (18) sec. / Circa 48 dB
Riavvolgimento ad alta
velocità: ..............................Circa 5 (8) sec. / Circa 59 dB
• Flash incorporato
Tipo ....................................Flash retraibile automatico TTL (controllato serialmente) sul
pentaprisma con apertura automatica e collegamento al punto
di messa a fuoco; lettura automatica del flash su 3 zone.
Nr. guida.............................Nr. guida 13 (con ISO 100 in metri)
Tempo di ripristino..............Circa 2 sec.
Raggio d’azione .................Lunghezza focale dell’obiettivo 28 mm.
Condizioni di attivazione ....1) Apertura ed attivazione automatica in condizioni di scarsa
illuminazione o controluce nelle modalità Automatismo
totale, Ritratto, Primi piani e Scenari notturni.
2) Apertura ed attivazione manuale nelle modalità della zona
creativa.
Compensazione dell’esposizione flash +/- 2 stop con
incrementi di 1/2 stop.
• Stampa dell’ID della pellicola (solo modello QD)
Tipo ....................................Orologio al quarzo con calendario automatico e display a
cristalli liquidi.
Copertura temporale ..........Dal 1 gennaio 1994 al 31 dicembre 2019, dalle 0:00 alle 23.59
Formato della stampa ........1) Mese, giorno, anno (2) Giorno, mese, anno (3) Anno, mese,
giorno (4) Giorno, ora, minuti (5) Vuoto
Alimentazione.....................Una batteria al litio CR2025
• Altre specifiche
Contatti del flash ................Contatti sincro X sulla slitta accessori
Compatibilità con flash
esterni Speedlite ................Flash automatico E-TTL, A-TTL e TTL
Funzioni di personalizzazione..13 funzioni (da C.Fn-1 a C.Fn-13) con 34 opzioni di
impostazione
Comando a distanza ..........1) Comando a distanza via cavo mediante RS-60E3
2) Telecomando a infrarossi mediante RC-1
Alimentazione.....................Due batterie al litio CR123A (o DL123A)
Autonomia batterie .............(p. 19)
Controllo batterie................Automatico quando la ghiera di comando viene spostata dalla
posizione OFF. Il livello della batteria viene visualizzato sul
display mediante quattro icone a seconda del livello di carica.
Dimensioni .........................146,7 x 103 x 69 mm (L x A x P)
Peso ...................................Modello QD: 580 g (solo corpo macchina, batterie escluse)
Modello senza datario: 575 g (solo corpo macchina, batterie
escluse)
• Tutte le specifiche si basano sugli standard di prova e di misurazione Canon.
• Le specifiche sono soggette a modifica senza preavviso.
109
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 110
Indice analitico
A
Accessori .....................................................105
< > AEB ......................................................73
Blocco AE ......................................................71
effetti del ...................................................100
con < > ....................................................71
AF ..................................................................34
impossibilità di utilizzo dell’AF .......................55
selezione automatica del punto di messa a fuoco ....45
selezione manuale del punto di messa a fuoco ....45
Modalità AF
selettore modalità AF..................................15
e modalità di avanzamento della pellicola 101
procedura di selezione...................................42
AF AI Focus ...................................................44
AF AI Servo ..................................................43
Diaframma .....................................................98
< > AE a priorità dei diaframmi ..................62
Selezione automatica del punto di messa a fuoco..45
B
Modalità della zona di base ...........................14
Batterie
installazione ...................................................18
controllo del livello di carica ...........................19
sostituzione della batteria al quarzo del datario ...40
Flash incorporato ...........................................82
attivazione automatica ................................30
raggio d’azione ...........................................82
attivazione del lampo ausiliario AF .............30
utilizzo.........................................................82
Esposizioni posa............................................75
Indice analitico
stampa ........................................................39
impostazione...............................................40
<
> AE a priorità della profondità di campo...66
Profondità di campo....................................99
previsualizzazione ......................................63
Regolazione diottrica .....................................21
E
Flash automatico E-TTL ................................86
Eye Control (Selezione con lo sguardo)
<
> procedura di calibrazione ...............47
calibrazione.................................................47
calibrazione e consigli.................................50
disattivazione ..............................................53
selettore ......................................................15
metodo di selezione del punto di messa a fuoco ..45
selezione intelligente ..................................50
procedura <
> ........................................52
AF AI Servo ................................................53
con AE a priorità della profondità di campo ....68
cancellazione dei parametri di calibrazione.....51
< > Lettura valutativa ..................................56
Esposizione ...................................................98
indicazioni di avvertimento........................103
< > blocco AE ..........................................71
< > bracketing automatico dell’esposizione.....73
< > esposizioni multiple ..........................76
< > esposizione manuale .........................64
compensazione dell’esposizione ................72
Paraocchi.......................................................21
Copertura dell’oculare....................................38
Indicatori di avvertimento esposizione.........124
utilizzo del flash ..........................................81
< > compensazione dell’esposizione flash ...84, 89
flash e modalità di automatismo totale ..........86
flash e modalità di scatto ...............................86
messa a fuoco
<
> AE a priorità della profondità di campo ...66
soggetti decentrati ......................................54
< > messa a fuoco manuale ...................55
Punti di messa a fuoco
procedura di selezione................................45
selezione mediante < > ...........................38
Flash FP ........................................................87
< > Modalità di automatismo totale (Full Auto)...28
H
< > Sincronizzazione ad alta velocità (flash FP) .....87
Corretta impugnatura della fotocamera .........26
I
<
> Impostazione manuale della
sensibilità della pellicola ................................79
L
< > Modalità Paesaggio..............................33
Display LCD...................................................12
Obiettivo
installazione ................................................20
rimozione ....................................................20
Blocco della ghiera di comando.....................14
M
F
C
<
> Calibrazione per la selezione con lo sguardo ....47
< > Lettura media pesata al centro ...56
< > Modalità primi piani ......................34
Ghiera di comando ........................................14
< > Scatto continuo............................79
Convenzioni utilizzate nel libretto di istruzioni.....16
Modalità della zona creativa ..........................14
Funzioni di personalizzazione........................93
impostazione...............................................94
disattivazione ..............................................95
elenco ........................................................96
D
Data ed ora
110
Tabella delle funzioni disponibili ..................100
FEB................................................................90
< > Blocco FE .............................................88
Pellicola
controllo ......................................................24
<
> impostazione manuale della sensibilità ISO .....79
sensibilità ISO.............................................98
caricamento ................................................23
<
> riavvolgimento a metà rullino ..........25
rimozione ....................................................25
durata delle batterie ....................................19
Modalità di avanzamento pellicola
leva .............................................................15
selezione.....................................................79
Flash
velocità di sincronizzazione e diaframma ...83
< > Esposizione manuale ............................64
< > Messa a fuoco manuale ......................55
Messa a fuoco manuale.................................55
Selezione manuale del punto di messa a fuoco.....45
Modalità di lettura della luce
< > lettura media pesata al centro...........56
< > lettura valutativa ................................56
< > lettura parziale...................................56
< > selezione della ..................................56
Blocco dello specchio ....................................78
Modellazione flash .........................................90
< > Esposizioni multiple .............................76
N
O
AF One-Shot..................................................42
P
< > AE Programma.............................58
Differenze tra < > e < > (Full Auto)..........59
< > Lettura parziale.....................................56
< > Modalità Ritratto ................................... 32
AF con previsione del fuoco ..........................44
Linea di programma.....................................102
Modifica del programma ................................59
Zona di controllo programmato delle immagini........14
R
< > Riduzione effetto occhi rossi.......30
Comando a distanza......................................80
S
Pulsante di scatto ..........................................22
pressione a metà corsa ..............................22
pressione completa.....................................22
Tempo di scatto .............................................98
< > AE a priorità dei tempi.......................60
< > Disattivazione del cicalino ....................77
< > Scatto singolo.......................................79
Cinghia, aggancio della ................................17
T
< > Autoscatto ...................................37
< > AE a priorità dei tempi .................60
Specifiche ....................................................107
< > Modalità Fotografia sportiva ........35
V
Mirino
informazioni ................................................13
regolazione diottrica....................................21
W
Sistemi multi-flash Speedlite
con comando a distanza................................91
< > Telecomando senza fili .................80
< > Modalità Scenari notturni .....................36
Nomenclatura ................................................10
111
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 112
Memo
Questa apparecchiatura è conforme alla Sezione 15 delle Norme FCC.
Il funzionamento è subordinato alle seguenti due condizioni: (1)
l’apparecchiatura non deve causare interferenze dannose e (2) deve tollerare
ogni eventuale interferenza, comprese quelle che potrebbero causare problemi
di funzionamento.
Non apportare modifiche o cambiamenti all’apparecchiatura, salvo per quanto
specificato nelle istruzioni. Nel caso in cui siano state apportate modifiche,
potrebbe venire richiesta l’immediata sospensione dell’utilizzo
dell’apparecchiatura.
Questa apparecchiatura è stata sottoposta a prove e dichiarata conforme ai limiti
relativi ai dispositivi digitali di Classe B, riportati nella Sezione 15 delle Norme
FCC. Questi limiti hanno lo scopo di garantire un’adeguata protezione contro le
interferenze dannose nei centri abitati. L’apparecchiatura genera, irradia ed
utilizza energia sotto forma di radiofrequenze e, se non installata ed utilizzata
secondo le istruzioni, può causare interferenze dannose alle comunicazioni
radio.
Non è comunque garantita l’assenza di interferenze dannose per installazioni
particolari. Se l’apparecchiatura dovesse causare interferenze alla ricezione
radiofonica o televisiva, il che si verifica principalmente al momento
dell’accensione e dello spegnimento dell’apparecchiatura, l’utente è tenuto a
correggere l’interferenza adottando una delle seguenti contromisure:
• Orientando o posizionando diversamente l’antenna ricevente.
• Aumentando la distanza tra l’apparecchiatura ed il dispositivo ricevente.
• Consultando il rivenditore o un tecnico radio/TV qualificato per informazioni.
Questa apparecchiatura digitale non supera i limiti della Classe B per quanto
riguarda l’emissione di disturbi radio, come disposto nella normativa sulle
interferenze causate da apparecchiature standard intitolata “Digital Apparatus”,
ICES-003, dell’Industria del Canada.
Il marchio CE è un marchio di conformità alle direttive
della Comunità Europea (CEE).
112
113
3486 EOS 30 - Italiaans
Memo
114
28-08-2000
16:22
Pagina 114
Memo
115
3486 EOS 30 - Italiaans
28-08-2000
16:22
Pagina 2
Canon Inc.
30-2, Shimomaruko 3-Chome,
Ohta-Ku, Tokyo 146-8501, Japan
Canon Europa N.V.
P.O. Box 2262,
1180 EG Amstelveen,
the Netherlands
www.canon-europa.com
Italia
Canon Italia S.p.A.
Consumer Marketing,
Palazzo L, Strada 6
20089 Milanofiori - Rozzano (MI)
Tel.: 02 82 481,
Fax: 02 82 484620
www.canon.it
Pronto Canon
Tel. 02 8249 2000
Svizzera
Canon (Svizzera) SA
Consumer Products Division
Industriestrasse 12, CH-8305 Dietlikon,
Tel.: (01) 835 61 61,
Fax: (01) 835 65 26
www.canon.ch
Questo Libretto di istruzioni è stato edito nell’Agosto 2000. Per informazioni relative
all’utilizzo di questo prodotto con fotocamere immesse sul mercato in data successiva,
contattare il più vicino centro di assistenza Canon.
ITALIAN EDITION ZB1-8456ITA
© CANON EUROPA N.V., 2000
PRINTED IN THE NETHERLANDS

Documenti analoghi

Canon EOS 300D.

Canon EOS 300D. Lunghezza focale MESSA A FUOCO Tipo Sistema AF/Punti Intervallo funzionamento AF Modalità AF

Dettagli

Canon EOS 20D - Francesco Cinque

Canon EOS 20D - Francesco Cinque vengano memorizzate correttamente sulla scheda di memoria. Canon non può essere ritenuta responsabile per eventuali perdite o fastidi causati da un errato funzionamento della fotocamera o della sch...

Dettagli