madrid - Weagoo

Commenti

Transcript

madrid - Weagoo
Come stampare la guida
why?
A
stampa la guida su fogli A4,
orientamento orizzontale,
stampa dimensioni effettive
B
piega ogni foglio a metà lasciando
la stampa all’esterno
C
when?
what?
who?
where?
sovrapponi i fogli piegati, mantenendo
l’ordine indicato dal numero di pagina e
rilegali tutti insieme con una pinzatrice o
una spirale
La tua azienda in questa guida
Se hai una attività commerciale in questa città e ritieni che i tuoi servizi possono essere utili al
turista ed in linea alla qualità offerta dalla guida, scrivi a: [email protected]
Pernottamento: hotel,
bed and breakfast, camping ecc.
GUIDA di
madrid
scarica le altre guide su www.weagoo.com
Ristorazione: ristoranti,
trattorie, pizzerie, bar,
gelaterie ecc.
Servizi: farmacie, officine,
negozi in genere, assicurazioni ecc.
Eventi: sponsorizza un
evento nella guida della
tua città.
Con l’intento di fornire all’utilizzatore della guida un servizio migliore, WeAGoo si riserva di selezionare la presenza nelle proprie Guide.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
FREE!
vista livello regione
Plaza de Cibeles © turismo Madrid
MADRID, ELEGANTE CAPITALE SPAGNOLA
Madrid è la capitale di Spagna fin dal 1562
quando fu proclamata tale dal re Filippo II. E
a partire da tale evento la città ha seguito un
costante, anche se travagliato, percorso che la
ha portata a consolidare il suo ruolo primario
di capitale divenendo centro sia politico che
finanziario del paese ma anche protagonista
culturale ed artistica in Europa e nel Mondo.
Anche geograficamente Madrid rappresenta il
cuore di Spagna: sorta al centro dell’altipiano di
Castiglia è il punto di partenza per antonomasia per scoprire la penisola iberica. Sia perché
in Puerta del Sol troverete il “kilometro zero”, a
partire dal quale si calcolano tutte le distanze,
sia perché a Madrid sono racchiusi tutti gli aspetti caratteristici della nazione. Potrete infatti
trovare i sapori, gli usi, i suoni e le tradizioni
dell’intera Spagna rappresentati nel territorio
cittadino.
vista livello nazione
Verrete conquistati dallo stile e dalla classe
unici di questa capitale che, dopo il delirio vissuto durante l’immediato Post franchismo, ha
ripreso un percorso segnato da meno eccessi
ma sempre ricco di vivacità, fervore artistico e
culturale, multiculturalità e apertura alle nuove
tendenze. Centro indiscusso della vita notturna che invade ed anima strade, piazze e
locali, Madrid è anche una capitale culturale
3
4
che offre uno scenario di altissima qualità. Teatri e sale concerti, musei tra i più importanti
al mondo (Prado, Thyssen e Reina Sofia), gallerie d’arte, innumerevoli monumenti e sfarzosi
palazzi d’epoca. A Madrid, dunque, potrete
lasciarvi sedurre dai grandi e monumentali
edifici storici e dai numerosi musei di prestigio;
oppure potrete essere rapiti dall’atmosfera che
respirerete semplicemente camminando per
le strade magari gustando tapas in un locale
tradizionale o sorseggiando una birra o un
caffè in una terrazas, lasciando trascorrere il
pomeriggio. Potrete ammirare uno tra i centri
storici più belli d’Europa, con la caratteristica
Puerta del Sol, cuore e simbolo della città.
Godrete dei luoghi storici e della tradizione che
Madrid offre da Calle Mayor e Calle del Arenal,
il bohemienne barrio Chueca, il Palacio Real o
lo splendido parco di El Retiro. Per una splendida passeggiata potrete percorrere il grande
boulevard madrileno di Paseo del Prado sino
ad imbattervi in graziose bancarelle di libri usati, testimonianza della storia e tradizione della
città. Meno soleggiata della “rivale” Barcellona,
con un clima decisamente meno mite soprattutto d’inverno, Madrid porta dentro il suo sole
che si manifesta nella vitalità della vita quotidiana sino all’irresistibile passione della “movida”
notturna.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
vista livello paese
CITTà
LALACITTà
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
© Noebu
Una vera e propria dimensione europea viene
conseguita da Madrid con l’avvento della dinastia borbonica, soprattutto dopo la salita al trono
del filofrancese Carlo III. La città si arricchisce
di nuove meraviglie architettoniche e dotata di
grandi opere pubbliche a beneficio degli abitanti. A cavallo del 1800 iniziano le ribellioni al
dominio transalpino che saranno causa di una
decisa e crudele repressione da parte di Napoleone. Ma il XIX secolo, seppur movimentato, è
seguito da anni ancor più instabili, anzi tragici.
Il Novecento infatti è teatro dalla Guerra Civile
(1936-1939) e soprattutto degli anni bui della
dittatura di Francisco Franco, terminata solo
nel 1975. In seguito alla caduta del regime franchista, viene incoronato re di Spagna un giovane Juan Carlos di Borbone deciso a donare
un nuovo splendore alla capitale. La reazione
agli anni bui del franchismo danno vita alla celebre “movida”, di cui Madrid ne sarà il centro indiscusso. Inoltre, la ventata di novità portata dal
nuovo re fanno si che Madrid si affermi anche
come capitale culturale e meta ricercatissima
dai turisti internazionali.
Tempio di Debod © Marcos Molina
5
COME MUOVERSI A MADRID
Come un capitale che si rispetti, Madrid è dotata
di una rete di trasporti pubblici efficiente, capillare, estesa e relativamente economica. Grazie
a metropolitana, autobus e teleferiche chi visita
la città potrà muoversi in maniera semplice e
veloce e raggiungere facilmente qualsiasi punto della città. Per utilizzare il trasporto pubblico
cittadino il modo più pratico ed economico è
l’abbonamento turistico (abono turístico). Con
esso potrete utilizzare tutti i mezzi pubblici nella
Comunità, senza limiti entro il periodo di validità scelto (da 1 a 7 giorni) e la zona acquistata
(Zona A e Zona T). Basterà un documento di
identificazione da annotare sul coupon al momento dell’acquisto, effettuabile presso tutte le
stazioni della metropolitana e all’aeroporto al
centro di attenzione ai passeggeri nei T1-T2,
T3. Inoltre, potrete acquistarlo presso gli uffici
turistici, gli uffici del Consorzio Regionale dei
Trasporti, in alcuni tabaccai ed edicole, presso
molte attrazioni turistiche, i maggiori tour operator, agenzie di viaggi e grandi alberghi della
città e, ovviamente, online.
La zona A comprende i servizi MetroMadrid,
ML1 metropolitana leggera, i treni RENFE per
pendolari (treno de cercanias) che viaggiano
in questo settore e EMT di Madrid; la Zona T
comprende tutti i servizi di trasporto pubblico
della Comunità di Madrid, tra cui la metro leggera ML2 e ML3, il tram de Parla, gli autobus
interurbani con i tragitti per Guadalajara e Toledo, mentre non è valida sulla rete RENFE
regionale.
La validità decorre dalla data del primo utilizzo
e in quell’occasione vi verrà stampata la data di
scadenza sul retro del coupon.
Metro
Grazie ad una rete capillare garantita da ben
12 linee, la metropolitana (El Metro) è senza
dubbio il mezzo più comodo e veloce per muoversi a Madrid. Con la metro, la seconda in
Europa per dimensioni, potrete raggiungere
anche molte località al di fuori del centro urbano strettamente inteso. Sempre con la metropolitana, Linea 8, potrete raggiungere il centro
dall’ aeroporto di Barajas e viceversa. Inoltre, in
una decina di stazioni vi è il collegamento con
la rete ferroviaria urbana (treno de cercanias),
6
per raggiungere zone periferiche non servite da
mezzi urbani. L’insegna della metro è un rombo rosso con la scritta ‘metro’ bianca su uno
sfondo blu.
La Metro funziona dalle 6 del mattino alle 2.00
di notte. Il biglietto singolo costa € 1,50. Il blocchetto per 10 viaggi costa € 9,30 e si possono
usare anche per viaggiare sugli autobus. Esiste
anche un biglietto combinato che costa € 2 e
dà diritto a muoversi su tutte le linee di autobus
e metro, anche al di fuori del centro urbano. I
minori di quattro anni non pagano. Il biglietto,
che potete acquistare agli sportelli o presso i
distributori automatici, deve essere convalidato
all’ ingresso della stazione.
www.metromadrid.es
Autobus
Nonostante la metro si a considerata il mezzo
principale per muoversi in città, il servizio dei
trasporti pubblici in superficie non è da meno.
Sono più di 150 le linee degli autobus che attraversano tutta la città e la coprono per intero.
Infatti questo mezzo è molto utile quando si
vogliono abbandonare i percorsi turistici più
battuti e raggiungere zone non coperte dalla
metro. Per contro c’è da considerare che Madrid è molto trafficata, quindi gli autobus possono essere molto lenti.
Gli autobus sono in funzione tutti i giorni
dell’anno dalla 6.00 alle 23.00 con una corsa
ogni 10-15 minuti.
Di notte Madrid offre il servizio di trasporti notturni, i cosiddetti Búhos (i gufi), che circolano
dalle ore 23.30 alle ore 5.30 del mattino, iniziando la loro corsa da Plaza de Cibeles, e operando su 24 linee (numerate da N1 a N24) che
coprono l’intera Madrid. Tra queste esistono
due linee circolari (NC1 e NC2) che operano
solo il venerdì e sabato notte.
Per le zone extra-urbane esiste il servizio di
Buhos Interurbanos (o búhos verdes) che
consente di raggiungere la periferia di Madrid negli stessi orari dei bùhos. Altro servizio
di trasporti notturno è il Metrobùhos, ovvero
il sostituto della metro di Madrid dopo la sua
chiusura. I metrobùhos operano dalle ore 00.45
alle ore 5.45 del mattino, solo il venerdì e il sabato notte.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Il primo impulso alla crescita della città lo diede
il regno cattolico di Isabella di Castiglia e Ferdinando d’Aragona e si può dire che si inaugurò così il XV secolo, il secolo d’oro di Madrid. Tuttavia fu il rampollo Filippo II, il primo
Re di Spagna, a cambiare definitivamente
le sorti della città designandola capitale del
Sacro Romano Impero. In questi anni la città
“esplode” raggiungendo il culmine culturale e
politico verso il 1600. Durante il regno di Filippo
IV splende il periodo del Barocco figurativo e
il grande Maestro Diego Velazquez si rende
protagonista dell’arte cittadina assieme a Ribera e El Greco; nascono il monastero Reale de
l’Escorial, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio
dell’Umanità, e la maestosa Plaza Mayor.
TRASPORTI
La città di Madrid nasce in tempi relativamente
recenti: nonostante vi fossero già stati nella regione insediamenti romani e visigoti, solo nel
IX sec d.C., per mano di un emiro musulmano,
Mohammed I, si ordinò la costruzione di una
fortezza sulle sponde del fiume Manzanarre. Il
borgo che ne nacque fu chiamato Al Mayrit “acqua che scorre”, da cui l’attuale nome di “Madrid”. La posizione strategica dell’insediamento
fu motivo di scontri incessanti tra Cristiani e
Musulmani, fino all’arrivo di Alfonso IV di Castiglia all’inizio del Mille che nell’ambito della
più ampia riconquista cristiana dei regni mori
presenti nella penisola iberica si impadronì di
Madrid. La leggenda che accompagna la presa
della città narra di un giovane che con l’abilità
di un gatto si arrampicò sulle mura difensive
dando esito positivo all’assalto. Il giovane fu
soprannominato “el gato” e, come lui, tutti
gli abitanti della città, tanto che ancora oggi i
madrileni sono chiamati “Gatos”.
LA CITTà
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Teleferica
La teleferica rappresenta sicuramente un
mezzo divertente e panoramico per avere una
diversa prospettiva sulla città. Viaggia a 40
metri d’altezza e collega due “polmoni verdi”
della città: Paseo de Pintor Rosales e il grande
parco de La Casa de Campo, il principale parco
di Madrid. Dalla Teleferica, lungo il tragitto di
circa 2,5 chilometri che durerà circa 11 minuti,
potrete ammirare il Tempio di Debod, Plaza de
España, Il Palazzo d’Oriente e la Cattedrale
della Almudena.
La teleferica funziona a partire dalle ore 12.00
e termina il servizio in orari che vanno dalle
16.00 alle 21.30 in base al periodo.
Noebu
Il© biglietto
per salire sulla teleferica di Madrid
Treno
Al di la della linea nazionale che raggiunge località del territorio spagnolo ed estero, qui ci
sembra più opportuno riportare informazioni
sulle linee Cercanías che collegano con la periferia di Madrid.
Dispongono di stazioni specifiche Atocha,
Chamartín, Recoletos, Nuevos Ministerios. Le
principali sono Atocha (anche per treni nazionali) e Chamartín (anche per treni internazionali), e nella prima troverete anche la coincidenza
con la Metro. Essendo stazioni molto frequentate dai pendolari, se pensate di fare una gita,
magari a Toledo o Segovia, ricordate di acquistare il biglietto il giorno prima poiché rischiereste di fare code lunghissime al mattino.
www.renfe.es/cercanias/madrid
Taxi
La città è servita da oltre 15.000 taxi bianchi
con una linea rossa. I taxi liberi sono dotati di
luce verde sopra il tetto. Potrete chiamarli con
il classico sventolamento del braccio o recarvi
nelle diverse “paradas”, stazionamenti segnalati con una lettera T di colore bianco.
Il costo fisso alla partenza è di circa € 2,15 dal
lunedì al sabato, € 2,20 domenica e festivi, a cui
bisogna aggiungere circa € 0,82 per chilometro
nella zona A, in cui rientra tutto il centro urbano
di Madrid. Questa tariffa vale fino alle 22.00,
poi scatta quella notturna, che vale fino alle
6.00 e prevede un costo fisso di € 2,20 durante
la settimana, € 3,10 sabato, domenica e festivi.
E’ preferibile dotarsi di contanti poiché le carte
di credito sono poco diffuse come metodo di
pagamento per questo mezzo. Il supplemento
da e per l’aeroporto è di € 5,50, mentre il supplemento da e per le stazioni Méndez Álvaro,
Avenida de América, Atocha y Chamartín è di
€ 3,00.
Potrete comunque consultare il sito del comune
con le tariffe, i diritti dei passeggeri, le modalità
per eventuali reclami.
www.madrid.es/portales/munimadrid/es/Inicio/
Ayuntamiento/Movilidad-y-Transportes/Taxi
7
Di seguito i numeri utili per chiamare i mezzi:
Radio-Taxi Asociación Gremial:
91 4475180 / 91 4473232
Radio-Taxi Independiente:
91 4051213 / 91 4055500
Radio Teléfono Taxi / Euro Taxi:
91 5478200
Teletaxi:
91 3712131 / 91 3713711 / 630 907990
Bici
Diciamo che Madrid non è proprio la classica
città a misura di bicicletta, infatti il traffico cittadino e la mancanza di piste ciclabili rendono
difficoltoso l’uso di questo mezzo per spostarsi
nel territorio cittadino.
Preferibile scegliere la bicicletta per visitare i
parchi o percorrere le piste ciclabili sulle rive
del Manzanarre.
A Piedi
Ovviamente il territorio cittadino è esteso e non
è pensabile muoversi esclusivamente a piedi,
però, dopo aver stabilito l’itinerario più giusto
per voi ed aver raggiunto con i mezzi il luogo di
partenza, vi consigliamo di procedere nella visita di piazze e vie a piedi, per godere di tutta la
bellezza dell’atmosfera madrilena. Tra l’altro, le
persone sono molto disponibili a dare indicazioni a chiunque abbia dubbi o non trovi la strada
che cerca. Tenete presente che se chiedete informazioni in merito alle distanze, solitamente i
madrileni vi risponderanno in termini di tempo,
non di distanze e comunque calcolate sempre
cinque minuti in più per tragitti non brevissimi!
Auto
Urbanisticamente ben strutturata, Madrid non
presenta particolari problematiche per chi decidesse di utilizzare un’auto per spostarsi e
visitarla. La guida dei madrileni a volte può essere poco ordinata ma non vi sono particolari
accortezze da segnalare, se non che, come in
ogni grande metropoli, vi sono orari e zone da
bollino rosso, tanto che l’auto non è da considerarsi sempre un mezzo rapido per muoversi.
Inoltre, il problema dei parcheggi si fa sentire
anche in questa città e consigliamo, nel caso
raggiungiate Madrid in auto, di prenotare un
hotel con garage.
8
DA/PER L’AEROPORTO
L’Aeroporto principale di Madrid è Barajas ed è
l’aeroporto più grande di Spagna. Ci sono altri
due aeroporti a Madrid,Torrejon e Cuatro Vientos, ma senza dubbio meno importanti.
Aeroporto di Barajas
L’aeroporto di Barajas si trova circa 15 chilometri a nord est di Madrid. L’aeroporto di Barajas ha quattro terminal (T1, T2, T3 e T4), e con
un terminal satellite del terminal 4 (T4-S). I voli
da/a paesi europei utilizzano il Terminal 1 (voli
che non sono di Iberia) o il Terminal 2 (voli Iberia). Il Terminal 3 è utilizzato per i voli domestici
di Lagun Air. Oltre ai voli intercontinentali, il T4
è utilizzato anche dalle compagnie di Oneworld
(includendo British Airways).
All’interno dell’aeroporto esiste un servizio di
bus gratuito per il trasferimento tra i vari terminal. Il servizio è attivo 24 ore su 24. Tra le
6.30 e le 23.30: ogni 5 minuti. Tra le 23.30 e le
2.00: ogni 20 minuti. Tra le 2.00 e le 6.30: ogni
45 minuti. Inoltre i due edifici che compongono
il Terminal 4 (T4 e T4-S), sono collegati da un
treno elettrico sotterraneo senza conduttore.
Aeroporto di Madrid Barajas
28042 Madrid
Telefono: +34(0)913 936 000
Fax: +34(0)913 936 204
info +34 91 305 83 46
www.aena.es
Metro: L’aeroporto è collegato in 12 minuti
con il centro cittadino (stazione Nuevos Ministerios) direttamente dalla metropolitana (linea
8). All’interno dell’aeroporto troverete due
stazioni della metropolitana (Aeropuerto T1, T2
y T3 e Aeropuerto T4). Inoltre, presso la stazione Nuevos Ministerios si potrà fare il check in
per i voli di Air Europa, Spanair, Alitalia e Pluna.
Autobus: La linea Expres (Atocha-CibelesO’Donnell-Aeropuerto) collega la stazione di
Atocha (si ferma a Cibeles di notte) a Barajas,
24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Un servizio
frequente (ogni 15 minuti durante il giorno e
ogni 35 durante la notte), un breve viaggio (a
soli 40 minuti in condizioni di traffico normali),
un servizio diretto per il centro città.
Il biglietto è acquistabile in contanti a bordo al
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Autobus Turistico
Si tratta di un autobus a due piani che vi permetterà di conoscere una Madrid sorprendente,
mai vista prima. Sono tutti autobus equipaggiati
con la più alta tecnologia per una visita nel segno della massima comodità e profitto. Il biglietto comprende un percorso guidato nei punti
più emblematici della città. E’ consentito salire
e scendere dall’autobus senza limiti di sorta
nonché di cambiare percorso tra i due a disposizione: Madrid Histórico (Madrid storica) e
Madrid Moderno.
Sistema audio multilingue in 8 lingue (Spagnolo, inglese, francese, tedesco, Iitaliano, portoghese, olandese, russo, giapponese, cinese,
arabo, catalano, euskera e gallego).
Orari: da Marzo a Ottobre ogni 8/9 minuti: 9.00
– 22.00, da Novembre a Febbraio ogni 14/15
minuti: 10.00 – 18.00.
Il biglietto giornaliero per un adulto costa € 20,
due giorni € 24.
Scoprite i dettagli sull’itinerario su www.autobusturisticomadrid.com
costa € 3,75 per la sola andata e € 5,50 A/R
mentre esistono riduzioni per gli over 65 e i
bambini che sotto i 3 anni comunque non pagano.
www.teleferico.com
TRASPORTI
Il biglietto singolo costa € 1,50 e si acquista
a bordo, il biglietto Metrobús (per 10 viaggi in
tutta la rete EMT, in tutta la rete Metro e nella
linea 1 della metro leggera) costa € 9,30 e si
acquista nelle stazioni metro e nelle edicole e
negozi autorizzati. Ricordate che gli autobus si
fermano solamente su richiesta, da segnalare
con il braccio ben in vista per salire, e attraverso i bottoni appositi, per la discesa.
www.emtmadrid.es
TRASPORTI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Informazioni e prenotazioni:
Tel: 913 936 937
Fax: 913 938 284
www.largaestancia.com
TRASPORTI
costo di € 2,00.
Vi sono, inoltre, diversi autobus urbani che
svolgono servizio da e per l’aeroporto. La linea
di autobus 200 va dal T1, T2 e T3 fino a Avenida de América. Questo autobus ferma alle
linee metropolitane 4, 6, 7 e 9.
La linea 101 va verso Canillejas e ferma anche
alla linea metropolitana 5.
La linea di autobus 204 va dal T4 ad Avenida
de América (anche questo autobus ferma alle
linee metropolitane 4, 6, 7 e 9).
La linea 201 va dalla stazione metropolitana
all’aeroporto (linea 8).
TRASPORTI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Treno: La Rete Ferroviaria Spagnola non arriva fino all’aeroporto di Madrid-Barajas. Nonostante questo, le stazioni ferroviarie di Largo
Recorrido, AVE e Cercanías sono facilmente
accessibili dall’aeroporto in pochi minuti tramite
la Metro.
TAXI: I collegamenti tra l’aeroporto e Madrid
sono coperti anche dai taxi, per i quali esistono
stazioni in ogni Terminal. Le stazioni dei Taxi
si trovano:
Nel Terminal T4: piano terra lato Arrivi (Llegadas).
Nel Terminal T1 piano terra lato Arrivi (Llegadas), davanti alla sala 2.
Nel Terminal T2 piano terra lato Arrivi (Llegadas), davanti alla sala 5.
Nel Terminal T3 piano terra lato Arrivi (Llegadas), davanti alla sala 7.
Fate attenzione ai tassisti abusivi che promettono tariffe convenienti ma senza nessuna garanzia.
Autonoleggi: Sono a disposizione dei
turisti gli sportelli delle compagnie di autonoleggio Atesa International, Avis, Europcar ed
Hertz nella Hall Arrivi del T1, T2, e T4. Ares
Mobile noleggia limousine con autista.
Parcheggi: All’interno dell’aeroporto esistono sette aree di parcheggio: i parcheggi P1,
P2 e P4, che si trovano nei terminal T1, T2/T3 e
T4; un parcheggio per le soste brevi nel Terminal T2 (Aparcamiento exprés T2); i parcheggi
VIP si trovano in ogni terminal; all’esterno
dell’aeroporto si trova un parcheggio per le
© Noebu
soste
lunghe (Aparcamiento de larga estancia).
Aeroporto Barajas
9
10
INFORMAZIONI UTILI
Siti Internet Ufficiali Della Città
Per informazioni generali visitate il sito:
www.esmadrid.com
Ufficio Informazioni Turistiche
Uffici del turismo della Regione di Madrid
Aperto dal lunedì al sabato dalle 8 alle 2; domenica dalle 9 alle 14; festivi dalle 9 alle 14.
www.turismomadrid.es
Aeroporto di Madrid Barajas
Arrivi Internazionali T1
Tel.: (+34)91 305 86 56
Duque de Medinaceli
Duque de Medinaceli 2 - Madrid
Tel.: (+34)91 429 49 51
Stazione Puerta de Atocha
Stazione Atocha (Terminal de Cercanías)
Tel.: (+34)91 315 99 76
Stazione di Chamartín
Atrio centrale, puerta 16 - Madrid
Tel.: (+34)91 315 99 76
Uffici del turismo del Comune di Madrid
Aperto dal lunedì alla domenica e festivi, dalle
9.30 alle 20.30.
[email protected]
www.esmadrid.es
Centro del Turismo di Madrid
Pza. Mayor, 27 - Madrid
Tel.: (+34)91 588 16 36
Informazioni Turistiche della Regione
Tel.: (+34)902 100 007
[email protected]
www.madrid.org
Patronato del Turismo di Madrid
Calle Mayor, 69 - Madrid
Tel.: (+34)91 588 16 36
[email protected]
www.esmadrid.es
Consolato Generale d’Italia
Calle Agustín de Betancourt, 3 - Madrid
11
12
Aperto da lunedì a venerdì, dalle 9.30 alle
12.00. Mercoledì anche dalle 15.30 alle 17.00.
Tel: (0034) 912.106.910
[email protected]
MADRID CARD
Per visitare in tutta tranquillità musei ed attrazioni cittadine risparmiando anche in molti
ristoranti e negozi convenzionati, potrete acquistare una Madrid Card. La card include l
‘ingresso a più di 50 musei di Madrid e dintorni,
inclusi il Prado, Reina Sofia, il Thyssen, il Museo delle Cere, molti monumenti e palazzi dichiarati monumenti nazionali, come il Palazzo
Reale. Ci sono poi gli ingressi scontati al Parco
tematico della Natura, alla teleferica ed altre
attrazioni oltre a circa 100 convenzioni con ristoranti, negozi e luoghi di divertimento.
Prezzi: La Madrid Card costa € 39 con validità
24 ore; € 49 per due giorni, € 59 per tre salvo
sconti sul prezzo applicati acquistandola on line
su www.madridcard.com/it. È in vendita negli
uffici turistici, nelle agenzie di viaggio, in eroporto, alla stazione di Atocha e in molti hotel.
NUMERI UTILI
Per tutte le emergenze
Polizia
Polizia Municipale di Madrid
Guardia Civil
Pompieri
Urgenze Mediche (Samur)
Croce Rossa Emergenze
Emergenze per turisti
112
091
092
062
080
061
915.222.222
902.102.112
CLIMA
A Madrid troverete il tipico clima continentalemediterraneo: l’estati sono torride e dunque
sarà meglio vestire molto leggeri e indossare
un cappello per proteggersi dal sole, gli inverni
sono invece rigidi. A dicembre, gennaio e febbraio si arriva facilmente a temperature sotto lo
zero. A Luglio e Agosto ci sono giornate oltre i
40 gradi senza un filo di vento. La primavera e
l’autunno sono le migliori stagioni per visitare la
città, con una temperatura mite e un indice di
piovosità molto basso. Maggio e giugno sono i
mesi più piovosi, anche se le piogge non sono
così frequenti.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
INFO UTILI
TRASPORTI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Chiesa San Francesco il Grande
Chiesa San Francisco el Grande
Plaza de San Francisco - Madrid
Il mito racconta che San Francesco di Assisi avesse campeggiato in questo punto dove ora si eleva l’edificio. La chiesa attuale
fu ideata nel 1760. La facciata neoclassica è opera di Sabatini
ma la chiesa a pianta circolare è di Francisco Cabezas. Nella
cappella di San Bernardino è degna di nota la “Predica di S. Bernardino da Siena al re d’Aragona” del giovane Goya. Di dimensioni monumentali è la cupola: si tratta infatti della più grande del
cristianesimo.
2
Calle de Bailén, 19 - Madrid
La Cattedrale, consacrata da Giovanni Paolo II nel 1993, è senza dubbio la chiesa più importante della capitale spagnola. E’
situato di fronte al Palazzo Reale, ed è dedicato alla patrona
della città, la Virgen de la Almudena. La costruzione iniziò nel
1883. La facciata principale è caratterizzata da un porticato di
ispirazione toscana e dalla sovrastante loggia, caratterizzata
dall’ordine ionico. L’interno ha pianta a croce latina con tre navate e transetto.
DA VISITARE
3
1
5
9
13
21
23
Monastero Nostra Signora della Consolazione
Monasterio Nuestra Señora de la Consolación
Plaza de las Descalzas - Madrid
L’edificio religioso apparteneva alle monache di clausura
dell’ordine delle Clarisse. La fondazione risale al 1559 da parte
di Giovanna d’Austria. La struttura ospita al proprio interno importanti opere d’arte. Il chiostro è celebre per le processioni che
vi si tengono durante la Settimana Santa. Per quanto riguarda
la chiesa, nel 1559 fu eseguita la facciata, una bella ed austera
composizione sulla cui entrata campeggia lo stemma della fondatrice.
TiP (tourist informations in pills)
chiese...................................................pag
palazzi..................................................pag
musei....................................................pag
monumenti e strutture..........................pag
teatri.....................................................pag
varie......................................................pag
Cattedrale dell’Almudena
Catedral de la Almudena
chiese.............................................pag14
palazzi............................................pag16
musei..............................................pag20
strutture..........................................pag24
piazze/vie.......................................pag28
quartieri..........................................pag32
monumenti......................................pag36
luoghi naturalistici...........................pag38
parchi - teatri..................................pag40
varie................................................pag42
fuori porta.......................................pag44
4
Eremo di San Antonio della Florida
Ermita de San Antonio de la Florida
Glorieta de San Antonio de la Florida, 1 - Madrid
L’edificio religioso costituisce un tempio di modeste dimensioni. L’eremo fu edificato in stile neoclassico. Lo troviamo sulle
sponde del Manzanares, è famoso per i suoi splendidi affreschi,
opera di Goya che rappresentano uno dei miracoli di San Antonio di Padova. Mausoleo dell’artista dal 1919.
Statua dell’orso e del Corbezzolo © Hilde Kari
13
14
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
CHIESE
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Palazzo di Cristallo
Palacio de Cristal
Paseo de Julio Romero de Torres - Madrid
E’ una struttura in metallo e vetro situata nel Jardines del Retiro.
Fu costruita nel 1887 in occasione dell’Esposizione delle Filippine. Il palazzo è stato edificato da Ricardo Velázquez Bosco,
ha una struttura in metallo completamente coperta da lastre di
cristallo. Nel 1975 è stato oggetto di una ristrutturazione completa che ne ha restituito l’aspetto originario. Attualmente ospita
esposizioni di arte contemporanea. Il progetto si ispirò al Crystal
Palace di Londra.
2
Palazzo di Velázquez
Palacio de Velázquez
Paseo de Venezuela - Madrid
Si trova nel Parque del Retiro. Venne edificato tra il 1881 e 1883
in occasione della celebrazione dell’Esposizione Nazionale
Mineraria. Il progetto è di Velázquez, architetto che dà il nome
all’edificio. La costruzione è caratterizzata da mattoni di due tonalità e ha una copertura composta da arcate in ferro e vetrate
che permettono un’illuminazione naturale. Appartiene al Ministero della Cultura e ospita esposizioni temporanee del Museo
Nacional Centro de Arte Reina Sofía.
3
Biblioteca Nazionale di Spagna
Biblioteca Nacional de España
Paseo de Recoletos, 22 - Madrid
La Biblioteca Nacional de España è ospitata all’interno della
Casa del Tesoro, costruita intorno al 1568. Divide l’edificio con
il Museo Arqueológico Nacional. È la principale biblioteca della
nazione, essendo il centro depositario del patrimonio bibliografico spagnolo. Attualmente conta un fondo bibliografico di 17
milioni di documenti e anche per questo motivo ha una seconda
sede ad Alcalá de Henares. Venne fondata da Filippo V nel 1712
come biblioteca reale.
4
Palazzo della Comunicazione
Palacio de Comunicaciones
Plaza de Cibeles, 1 - Madrid
E’ collocato in una zona cardine di Madrid, vicino al Parco del
Retiro, ai diversi musei e poco lontano dal cuore pulsante della
città. E’ un emblematico edificio situato nella Plaza de Cibeles. E’
sede del Comune dal 2007. Fu l’ultimo dei quattro edifici del contorno della piazza ad essere costruito ma nonostante questo può
essere considerato come quello che meglio identifica la stessa.
Ha un aspetto istituzionale e un’altezza di 60 m. Cominciò ad
essere edificato nel 1904.
15
16
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
PALAZZI
CHIESE
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Gran Via 2 - Madrid
Il complesso è costituito da un edificio per uffici situato all’angolo
tra Calle de Alcalá e Gran Vía. Inaugurato nel 1911, è stato progettato da Jules e Raymond Février per la compagnia di assicurazione La Unión y el Fénix. Questa struttura è attualmente di
proprietà di Metrópolis Seguros, che fece un grande sforzo per
restaurare il palazzo. Si ritiene comunemente che la Gran Vía
abbia il suo inizio proprio a partire da questa costruzione.
6
Edificio Telefonica
Edificio Telefonica
10
Casa della Panadería
Casa de la Panadería
Plaza Mayor, 2-3 - Madrid
Costituisce la struttura di maggior rilievo dell’intera piazza.
L’edifico è facilmente riconoscibile dagli affreschi (allegoria dello
zodiaco) che colorano la facciata e dalle torri che la adornano.
Da questo palazzo per secoli i reali spagnoli hanno assistito alle
manifestazioni in loro onore ma anche alle corride, al carnevale e alle esecuzioni dei condannati. L’unico elemento che resta
del palazzo originale è il portale. Di fronte c’è la casa della Carnicería.
Edificio Spagna
Edificio España
11
Plaza de España 17 - Madrid
E’ uno dei palazzi più alti di Madrid. Con i suoi 25 piani e 117
metri di altezza, è l’ottavo edificio più alto della capitale spagnola. E’ anche uno degli esempi migliori dell’architettura del ventesimo secolo in Spagna. E’ stato progettato dall’architetto Otamendi Julián e da suo fratello, l’ingegnere Joaquín Otamendi.
Fu costruito tra il 1947 e il 1953 in stile neo-barocco. Da quando
è stato venduto nel 2005, è vacante e in ricostruzione. Ospiterà
residenze di lusso.
8
Palazzo Reale
Palacio Real
Calle de Bailén 8 - Madrid
Rappresenta la residenza ufficiale della famiglia reale spagnola, che tuttavia non risiede qui ma nel Palazzo della Zarzuela.
L’edificio venne edificato nel 1735 per volere del re Filippo V che
affidò il progetto a Filippo Juvara. Qui si tengono tutte le manifestazioni ufficiali e le cerimonie di Stato. Il complesso, costituito
da 3418 stanze, è il palazzo reale più grande d’Europa. Amministrato dal Patrimonio Nazionale di Spagna, l’esterno è in stile
tardo barocco italiano.
Gran Via 28 - Madrid
Fu il primo grattacielo della città. E’ un emblema della guerra
civile spagnola. Questa struttura venne in origine usata come
torre di guardia dall’esercito, poi come deposito dell’artiglieria.
La centralità dell’Edificio nel conflitto è testimoniata anche da
Hemingway. La fondazione di Arte e Tecnologia Telefònica ha
un’interessante mostra sull’evoluzione della comunicazione, oltre ad alcune opere di grandi artisti come Picasso e Tàpies, che
espone per le grandi occasioni.
7
9
Palazzo delle Poste
Palacio de Correos
Plaza de la Puerta del Sol, 7 - Madrid
Puerta del Sol è uno dei luoghi più conosciuti e frequentati a
Madrid. Questo è il centro ( Km 0 ) della rete radiale di strade
spagnole. E’ tra i luoghi più antichi della città: nacque già nel XV
secolo, contestualmente alla fondazione della nuova capitale di
Spagna, che successe a Toledo. E’ dominata da questo edificio.
Il palazzo è sede di uffici amministrativi locali, è un immenso edificio col celeberrimo orologio che scandisce le fasi più importanti
della vita di Madrid.
Torre di Madrid
Torre de Madrid
12
Plaza de España 19 - Madrid
Si tratta di un grattacielo tra i più alti d’Europa. Misura 142 metri
di altezza ed è stato costruito tra il 1954 e il 1960. E’ apparso in
numerosi film spagnoli ed europei degli anni Sessanta. Il progetto fu commissionato ai fratelli Otamendi Machimbarrena e
prevedeva la collocazione di 500 negozi, una grande galleria, un
hotel e un cinema. L’edificio venne anche dotato di ascensori in
grado di percorrere 3,5 m. al secondo. Oggi ospita appartamenti
ad uso abitativo e uffici.
Tio Pepe
Tio Pepe
Plaza de la Puerta del Sol, 3 - Madrid
Il Tio Pepe è uno sherry, tipo di vino originariamente prodotto nei
dintorni della città di Jerez de la Frontera, conosciuto in tutto il
mondo. Plaza de Puerta del Sol è circondata e intrisa di alcuni
dei più conosciuti e fortemente tipici simboli associati a Madrid
e alla Spagna nel mondo intero. Tra questi, indubbiamente, vi è
questo palazzo nobiliare sul cui terrazzo è montata la gigantesca
insegna luminosa di Tio Pepe: icona commerciale per le genti
della capitale.
17
18
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Edificio Metropolis
Edificio Metropolis
PALAZZI
5
PALAZZI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Reale Accademia Belle Arti di San Fernando
Real Academia de Bellas Artes de San Fernando
Calle de Alcalá 14 - Madrid
Il museo è ospitato all’interno di un edificio risalente agli inizi
del XVIII secolo, nato come dimora di un ricco banchiere.
L’accademia è in grado di offrire opere di: Goya, El Greco,
Rubens, Antonio de Pereda, Tiepolo, Francisco de Zurbarán.
Venne ristrutturato in stile neoclassico: furono tolte le decorazioni barocche e l’ingresso fu sostituito. L’Accademia, fondata nel
1752, acquistò il palazzo attuale e fondò il museo nel 1744.
Aperto da martedì a sabato dalle 9.00 alle 15.00, domenica fino alle 14.30. € 5.
2
Armeria Reale
Real Armería
Calle de Bailén, 19 - Madrid
E’ possibile accedervi dai portici situati a ovest di plaza de la
Armeria. Questa raccolta, che ha subito un periodo di restauro, è
considerata una delle più importanti del genere. Conserva armi
e armature appartenenti ai re di Spagna e ad altri membri della
famiglia reale a partire dal XIII secolo. Carlo V e Filippo II hanno
riunito la collezione. Di particolare interesse sono le armature di
Carlo V e la collezione di fucili da caccia dei Borboni.
Aperto tutti i giorni: 1 ottobre-31 marzo 10.00-18.00. 1 aprile-30 settembre 10.00-20.00
3
Museo dell’America
Museo de América
Av de los Reyes Católicos 2 - Madrid
Fu fondato nel 1941 per raccogliere ed esporre il percorso di
sviluppo delle colonie spagnole in America. Quest’interessante
museo archeologico ed etnografico è dedicato alla storia, alla
geografia e alla cultura dell’America Latina. La collezione è molto
vasta, all’incirca ventimila oggetti tra dipinti, sculture, ceramiche,
utensili e stoffe. Il pezzo più importante è: il Manoscritto Cortesano, uno dei quattro manoscritti maya esistenti al mondo.
Aperto tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, domenica 10.00-15.00. Ingresso € 3.
4
Museo Nazionale di Scienze Naturali
Museo Nacional de Ciencias Naturales
Calle de José Gutiérrez Abascal - Madrid
Ha una storia antichissima, che risale al 1771. Fin dalle origini
si caratterizza come riferimento per la ricerca scientifica nelle
scienze naturali. Promuove la più completa conoscenza sulla
diversità del mondo naturale cercando di migliorare la percezione della società nei confronti della ricchezza del patrimonio
naturale. I dinosauri sono tornati grazie alla mostra permanente
“Minerali, Fossili ed Evoluzione umana”.
Martedì-venerdì:10.00-18.00; sabato fino alle 20.00; domenica fino alle 14.30. € 6.
19
20
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
musei
PALAZZI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Calle de Serrano, 87 - Madrid
Si tratta di una casa-museo voluta dal collezionista Lazaro Galdiano. La collezione, in origine privata, è costituita con un interesse universale verso tutte le arti e le tecniche. La raccolta è
veramente eccezionale. Galdiano, alla sua morte, nel 1947, la
donò alla Spagna. La collezione venne esposta al pubblico nel
1951. Nel museo spicca la collezione di dipinti, che vanta opere
di grandi maestri.
Aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 18.00. Ingresso gratuito oopure € 3.
Museo delle Cere
Museo de Cera
10
Calle de Génova 30 - Madrid
E’ più di una mostra di figure. Qui possiamo vedere la ricostruzione di personaggi famosi a partire da Cristoforo Colombo fino ai
nostri giorni, con Bush, Carlo e Camilla e Zidane. Questo luogo è
una combinazione di spazi, ambienti, illuminazione e suoni dove
i visitatori possono vedere i protagonisti della storia, dello sport e
dello spettacolo. Il museo presenta numerose statue di celebrità
riprodotte con perizia e collocate in una cornice evocatrice.
Museo Thyssen-Bornemisza
Museo Thyssen-Bornemisza
Paseo del Prado, 8 - Madrid
Inaugurato negli anni Novanta nel neoclassico Palacio di Villahermosa, il museo ospita oltre 800 opere, suddivise tra dipinti e
sculture, appartenute alla collezione del barone Thyssen Bornemisza. In questo edificio è esposta la storia dell’arte occidentale
passando dai grandi Maestri italiani al Rinascimento tedesco,
dall’Impressionismo al Costruttivismo russo per concludere con
Astrattismo e Pop Art.
Aperto tutti i giorni 10.00-14.30 e 16.30-20.30; sabato-domenica 10.00-20.30. € 16.
7
Museo Navale
Museo Naval
Paseo del Prado, 5 - Madrid
Inaugurato ufficialmente nel 1850 dalla regina Isabella II, il museo ripercorre la storia della Spagna, come grande potenza marittima, dal 1792. Possiede una delle più ricche collezioni navali
del mondo. Nel 1932 venne trasferito nella sede attuale. Si estende per 22 sale tematiche ordinate cronologicamente. Degna
di nota è la cartina realizzata da Juan de la Cosa nel 1500: prima
raffigurazione dell’America 8 anni dopo la scoperta di Colombo.
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 16.30; domenica fino alle 15.00. Ingresso € 6.
6
9
Aperto da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00. Ingresso € 9, ridotto € 6.
Museo Archeologico Nazionale di Spagna
Museo Arqueológico Nacional de España
11
Museo del Prado
Museo del Prado
Calle de Serrano, 20 - Madrid
L’origine è dovuta a Filippo III che nel 1867 potè creare questa
struttura grazie al Decreto Regio di Isabella II. Dal 1895 si trova
nel Palacio de Biblioteca y Museos insieme alla Biblioteca nazionale. Il Museo mostra pezzi dalla Preistoria al XIX secolo:
pezzi greci e romani, arte medievale, repliche dei dipinti e opere
iberiche. Ecco le opere più celebri: Bicha de Balazote, Dama di
Elche, di Baza, di Galera e di Ibiza e Sirena di Canosa.
Paseo del Prado 11 - Madrid
Il Museo del Prado è una delle pinacoteche più importanti del
mondo ed uno dei musei più conosciuti e visitati di Madrid. La
sua collezione è magnifica. Vi sono esposte opere dei maggiori
artisti: Botticelli, Caravaggio, El Greco, A. Gentileschi, Goya,
Mantegna, Raffaello, Rembrandt, Velázquez e molti altri. “Prado”
significa “prato”: richiamava una famosa passeggiata alberata,
chiamata “Paseo del Prado”, luogo di svago dal XVI secolo.
Martedì - sabato 9.30 - 20.00; domenica e festivi 9.30 -15.00. Ingresso gratuito.
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00; domenica fino alle 19.00. Ingresso € 12.
8
Museo Nazionale delle Arti Decorative
Museo Nacional de Artes Decorativas
12
Calle de Montalbán 12 - Madrid
All’interno delle 60 sale sono distribuiti 15.000 oggetti e le ricostruzioni di ambienti dei secoli dal XV al XIX. Le sue sale mostrano oggetti della vita quotidiana, che mostrano come il design sia
stato sempre presente. Si può ammirare una bella collezione di
vari oggetti: arazzi mudéjar, mobili modernisti tipici dell’Art Nouveau. Sono riprodotti diversi ambienti, come una cucina di Valencia del XVII secolo.
Museo Regina Sofia
Museo Reina Sofia
Calle del Doctor Drumen, 7 - Madrid
Aperto nel 1992, questo antico ospedale riadattato a museo è
suddiviso in 5 piani, due dei quali dedicati alla collezione permanente di arte spagnola contemporanea mentre gli altri 3 alle
esposizioni temporanee. Il museo ospita la “Guernica”, uno dei
più celebri dipinti di Picasso. Inoltre nelle sale del 2° e 4° piano si
possono ammirare opere di Salvador Dalì e Joan Mirò.
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 21.00; domenica fino alle 14.30. Ingresso € 6.
Martedì-sabato 9.30-15.00; giovedì 17.00-20.00; domenica 10.00-15.00. Ingresso € 3.
21
22
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Museo Lázaro Galdiano
Museo Lázaro Galdiano
musei
5
musei
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Faro della Moncloa
Faro de la Moncloa
Av de los Reyes Católicos 1 - Madrid
Imponente struttura costituita da una torre alta 110 metri e che
venne edificata nel 1992. Domina l’intero orizzonte di Madrid.
Grazie alla panoramica che offre ai turisti è diventata una delle
attrazioni più visitate. La torre appartiene al comune cittadino e
assolve le funzioni di torre d’illuminazione e comunicazione. La
costruzione si basò sul progetto preparato dall’architetto spagnolo Salvador Pérez Arroyo. E’ l’undicesima costruzione più alta
della capitale spagnola.
2
Arco della Vittoria
Arco de la Victoria
Calle de Fernández de los Ríos - Madrid
L’arco di trionfo di Madrid, popolarmente conosciuto come Puerta de la Moncloa, è un arco trionfale che venne innalzato tra
il 1950 e il 1956. Situato in uno degli ingressi principali cittadini,
ha un’altezza di 40 metri. Edificato per commerorare la vittoria
franchista nella guerra civile spagnola, è caratterizzato da alcune iscrizioni latine che ricordano la costruzione della nuova città
universitaria (la precedente era stata distrutta durante il conflitto
armato).
3
Tempio di Debod
Tempio de Debod
Paseo del Pintor Rosales, 2 - Madrid
Nel 1968 lo Stato Egiziano donó alla Spagna e in particolare alla
città di Madrid il Tempio di Debod, tempio egizio risalente al secondo secolo a.C. come ringraziamento per la sua collaborazione
nel salvataggio dei monumenti e dei templi di Nubia e Abu Simbel, in pericolo per la costruzione della diga di Assuan. Il tempio
fu costruito per volere del re della Nubia Adijalamani di Meroe e
dedicato al culto delle divinità egizie Amon e Iside.
4
Ponte di Segovia
Puente de Segovia
Puente de Segovia - Madrid
Costituisce un monumento rinascimentale della città, fu realizzato per volere di Filippo II dall’architetto Juan de Herrera tra il
1582 e il 1584. Si trova all’incrocio tra la Calle de Segovia e il fiume Manzanares e rappresenta il ponte più antico esistente oggi
a Madrid. Questo luogo è stato storicamente uno degli ingressi
principali della capitale spagnola. Il ponte è formato da nove archi a tutto sesto con una porta davanti, realizzata per ampliare
l’entrata alla corte.
23
24
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
strutture
MUSEI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Plaza de San Miguel 2 - Madrid
L’anima, di ferro, è rimasta quella originaria del 1916, anno
dell’inaugurazione. Questo mercato al chiuso, ristrutturato nel
2009, si trova proprio dietro a Plaza Mayor ed è aperto tutti i
giorni dalle 10 a mezzanotte (nel week-end fino alle 2 di notte).
La struttura, luogo storico e caratteristico situato nel cuore di
Madrid, è diventata molto più di un semplice mercato. L’edificio
rappresenta infatti un “centro di cultura culinaria” dove si compra
ma soprattutto si mangia.
6
Porta di Toledo
Puerta de Toledo
Fontana di Nettuno
Fuente de Neptuno
Plaza de las Cortes - Madrid
L’opera riproduce Nettuno, il dio delle acque, su un carro tirato
da due cavalli marini. Il progetto è di Ventura Rodríguez, l’opera
fu edificata tra il 1782 e il 1784 da Juan Pascual de Mena, che
la scolpì tutta in marmo bianco. Nettuno, con un serpente attorcigliato sulla mano destra e il tridente nella sinistra, è su un carro
formato da una conchiglia tirata da due cavalli con coda di pesce.
Attorno al carro si vedono foche e delfini che gettano acqua a
una grande altezza.
Ponte di Toledo
Puente de Toledo
11
Puente de Toledo - Madrid
Verso la metà del ventesimo secolo è stato dichiarato “Bene di
interesse Culturale”. Questa struttura, che costituisce un’opera
rappresentativa del barocco madrileno, venne edificata tra il
1718 e il 1727. Il ponte sostituì altre opere precedenti per facilitare l’attraversamento del fiume Manzanarre. Realizzato con
blocchi di pietra e granito, si compone di una parte centrale formata da nove archi sorretti da contrafforti sui quali si protendono
dei balconi panoramici.
8
Giardino Verticale
Jardín Vertical
Paseo del Prado, 36 - Madrid
Il Giardino Verticale costituisce un muro vegetale creato nel
1988 in una delle zone più belle di Madrid. E’ una parete coltivata con piante specifiche. Queste sono fatte radicare in compartimenti tra due strati di materiale fibroso ancorato alla parete.
Per garantire l’approvvigionamento idrico è previsto un impianto
apposito posto tra gli strati. Quest’opera, progettata dal botanico
Patrick Blanc, occupa 460 metri quadri di superficie con 15000
piante di 250 specie diverse.
10
Glorieta de la Puerta de Toledo - Madrid
Struttura risalente al XIX secolo, più precisamente agli anni
che vanno dal 1817 al 1827, la porta di Toledo venne innalzata
in onore del re Fernando VII a modo di arco di trionfo. I primi
progetti di costruzione della porta attuale risalgono all’epoca
dell’occupazione napeolonica, durante il regno di Giuseppe Bonaparte, quando si ordinò il progetto per abbellire l’entrata in città.
Fu l’ultima porta monumentale eretta nell’antica cerchia cittadina
e fu restaurata nel 1995.
7
9
Fontana Di Cibele
Fuente de Cibele
Plaza de Cibeles - Madrid
Maestosa opera collocata in loco nel 1782. La fontana venne
progettata da V. Rodríguez. Rappresenta la dea Cibele su un
carro tirato da leoni. Cibele fu un’antica divinità anatolica, venerata come Grande Madre, simbolo di terra, agricoltura e fecondità. Gli incaricati della realizzazione furono Francisco Gutiérrez,
Roberto Michel e il decoratore M. Ximénez. Il fatto che si trovi in
un luogo così centrale ha fatto sì che sia uno dei più conosciuti
simboli di Madrid.
Stazione Atocha
Estación Atocha
12
Paseo de la Infanta Isabel 5 - Madrid
La stazione ferroviaria Atocha, che tradotto significa “mezzogiorno”, è un luogo turistico per antonomasia. Edificata tra il
1888 ed il 1892 sotto la direzione dello stesso disegnatore della
Torre Eiffel, è la principale stazione di Madrid. Caratterizzata da
un bel tetto in vetro e ferro e da un singolare giardino tropicale,
la struttura è inevitabilmente nota per gli attentati dell’11 marzo
2004. In seguito all’attacco è stata interamente ricostruita nei
punti danneggiati.
Porta di Alcalá
Puerta de Alcalá
Plaza de la Independencia - Madrid
Costituisce una delle strutture più importanti di Madrid insieme
alla vicina fontana de Cibeles. Edificato per volere e su ordine
del re Carlos III, il monumento è stato realizzato dall’architetto
Francesco Sabatini. Precedentemente rispetto all’attuale esisteva un’altra Puerta de Alcalá. Fu costruita nel 1599. Dopo la sua
entrata a Madrid, il 9 dicembre 1759, Carlos III decise di demolirla e di costruirne una nuova. La Porta, edificata in granito, ha
cinque campate.
25
26
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Mercato di San Miguel
Mercado de San Miguel
strutture
5
strutture
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Corso della Castellana
Paseo de la Castellana
Paseo de la Castellana - Madrid
La via è una delle principali e più importanti della capitale. Dispone di sei corsie centrali e quattro laterali. Assieme al Paseo del
Prado e al Paseo de Recoletos forma un asse viario che attraversa Madrid da nord a sud. Questa via presenta su ambi i margini una grande quantità di edifici pubblici, specialmente ministeri
e ambasciate. In questo tratto si trova il complesso finanziario di
AZCA, lo stadio Santiago Bernabéu e il nuovo complesso Cuatro
Torres Business Area.
2
Piazza de Colón
Plaza de Colón
Plaza de Colón - Madrid
Originariamente conosciuta come Plaza de Santiago, il luogo è
stato ribattezzato Plaza de Colon nel 1893 in occasione della celebrazione dei 400 anni del viaggio di Cristoforo Colombo verso
le Americhe. La Plaza, dedicata quindi al navigatore italiano, è
uno dei luoghi di maggior interesse della città. Qui sorge, oltre al
monumento, eretto tra il 1881 e il 1885, in onore di Colombo,
anche la Biblioteca Nazionale, il Centro Culturale cittadino e il
Museo delle Cere.
3
Piazza de Cibeles
Plaza de Cibeles
Plaza de Cibeles - Madrid
La plaza de Cibeles, che prende il nome dalla fontana omonima,
è uno dei luoghi più simbolici della capitale. Fino al XVIII secolo
la piazza separava l’abitato dai complessi reali e religiosi. Ognuno dei quattro angoli è sovrastato da edifici emblematici, edificati
tra la fine del XVIII e l’inizio del XX secolo. Al centro troviamo la
celebre fontana “fuente de Cibeles”. Con lo sviluppo urbanistico
di Madrid, questa zona si convertì in un luogo nevralgico della
città.
4
Gran Via
Gran Via
Gran Via - Madrid
Questa imponente strada è una delle principali della capitale
Spagnola. La Gran Via ha inizio dalla Calle de Alcalá e si conclude con l’arrivo in Plaza de España. È un importante luogo di
riferimento della città fin dalla sua costruzione risalente all’inizio
del XX secolo dal punto di vista commerciale, turistico e come
luogo di ritrovo.Ospita, tra gli altri, i negozi delle catene internazionali della moda.
27
28
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
piazze / vie
strutture
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Plaza de España - Madrid
Costituisce il vivacissimo punto di partenza della Gran Via,
l’arteria stradale madrilena più frequentata. La piazza è visitata
da molti turisti per i monumenti che si possono ammirare e per
la vicinanza con altri luoghi di interesse. Al centro trova spazio
la statua di uno spagnolo tra più famosi della letteratura mondiale: è Cervantes che precede i protagonisti della sua saga, Don
Chisciotte e Sancho Panza. Ai lati si stagliano l’Edificio España
e la Torre di Madrid.
6
Piazza d’Oriente
Plaza de Oriente
Porta del Sole
Puerta del Sol
Puerta del Sol - Madrid
E’ la piazza più importante della città; famosa anche per essere
il luogo d’incontro, commercio, vita culturale e notturna più rappresentativo della capitale. Caratterizzata dal famoso orologio, è
uno dei luoghi più antichi di Madrid risalente infatti al XV secolo.
L’orologio, alla mezzanotte di San Silvestro, batte 12 rintocchi: è
uno dei riti più sentiti della nazione. Sin dalla nascita della capitale fu il salotto della città. E’ il km 0 della rete stradale spagnola.
Via Maggiore
Calle Mayor
11
Calle Mayor - Madrid
La calle Mayor (via Maggiore) è una delle principali strade
di Madrid che conduce dalla Puerta del Sol alla Cattedrale
dell’Almudena passando accanto alla famosa Casa de la Villa.
Percorrendo questa via troviamo diversi edifici famosi, eccone
elencati alcuni: La Mallorquina, antica pasticceria aperta alla fine
del XIX secolo, l’Edificio de la Compañía Colonial e Il Palacio de
Abrantes sede dell’Instituto de Cultura Italiano.
8
Via dell’Arenal
Calle del Arenal
Calle del Arenal - Madrid
E’ una delle strade più frequentate di tutta la città. E’ zona pedonale e priva di traffico per la maggior parte della sua lunghezza.
Inizia dalla centralissima Puerta del Sol ed arriva fino alla Plaza
de Oriente e al complesso del Palazzo Reale. Percorrendola è
possibile incontrare tantissimi negozi e boutique, tra cui anche
numerosi negozi di souvenir. Oltre ai negozi ci sono anche bar,
ristoranti, alberghi che la rendono in assoluto una delle zone più
turistiche di Madrid.
10
Plaza de Oriente - Madrid
Questo luogo, voluto ed edificato dal re di Spagna Giuseppe
Bonaparte, è situato, come vuole indicare il nome, ad oriente
rispetto al vicino Palazzo Reale. Fu lo stesso Giuseppe Bonaparte, fratello maggiore di Napoleone, ad ordinare l’abbattimento
degli edifici della zona in modo da proporzionare l’ampiezza del
palazzo con l’accesso diretto alla città. La piazza confina ad est
con il Teatro Real ed è adornata da statue di diversi re di Spagna
e da tre monumenti.
7
9
Via d’Alcalá
Calle de Alcalá
Calle de Alcalá - Madrid
E’ una delle principali arterie della capitale, tanto in traffico quanto in attività commerciale. Ospita diversi edifici monumentali di
stile neoclassico come l’antica dogana, la Real Academia de
Bellas Artes o l’edificio del Casinò. Comincia da Puerta del Sol,
teorico km 0 di tutte le strade della Spagna e di Madrid. È la strada più lunga e una delle più antiche di tutta la città, ne attraversa
molti dei punti emblematici. Il suo tracciato risale al principio del
XV secolo.
Piazza Maggiore
Plaza Mayor
12
Plaza Mayor - Madrid
Situato al centro di Madrid questo luogo è caratterizzato da origini risalenti al XV secolo, anni in cui la piazza era sede del più importnate mercato cittadino, mercato in cui vi era una prima zona
porticata per regolare il commercio nella piazza. La Plaza Mayor,
che ha cambiato diversi nomi nel corso dei secoli, ha sofferto tre
grandi incendi nella sua storia. Si tratta di una piazza porticata a
pianta rettangolare completamente chiusa da edifici.
Corso del Prado
Paseo del Prado
Paseo del Prado - Madrid
Il Corso è una delle vie principali della capitale. Lungo la strada
risiede uno dei più importanti fuochi museicistici non solo della
Spagna ma del mondo intero. Qui sono infatti ubicati i musei
del Prado, il Thyssen-Bornemisza, il Centro de Arte Reina Sofía.
Queste strutture sono promosse turisticamente con la denominazione di Paseo del Arte. Nel viale vi sono poi altri diversi
monumenti e punti d’interesse storico-artistico come l’Edificio
Villanueva e il giardino botanico.
29
30
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Piazza di Spagna
Plaza de España
piazze / vie
5
piazze / vie
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Quartiere di Atocha
Atocha
Plaza del Emperador Carlos V - Madrid
Atocha è entrata negli annali della Storia Contemporanea per
due tragici eventi. Nel 1976 viene arrestato il segretario generale
del Partito Comunista Spagnolo. In seguito a una manifestazione
di solidarietà, il governo, per rappresaglia, uccide pubblicamente
7 avvocati del lavoro, con quella che è passata alla storia come
“La mattanza di Atocha”. Il secondo tragico avvenimento è la
strage terroristica alla Stazione Puerta de Atocha, in cui persero
la vita quasi 200 persone.
2
Quartiere La Latina
La Latina
Plaza de la Cebada - Madrid
La Latina è un quartiere situato a Sud-Est di Madrid, la cui
origine è da attribuirsi alla divisione amministrativa della città
effettuata nel 1845 e che stabiliva la formazione di 10 distretti.
Il nome viene attribuito a Donna Beatrice Galindo, amica della
regina Isabella detta La Cattolica. La Latina è un quartiere ricco
di curiosità. Il quartiere si caratterizza principalmente come zona
residenziale.
3
Quartiere Las Huertas
Las Huertas
Plaza de Santa Ana - Madrid
La Huertas è una delle zone più antiche del centro storico e si
estende per una larga area pedonale in corrispondenza di Plaza
Santa Ana, Paseo del Prado e Calle de Huertas. È conosciuto
anche come Barrio de las letras, cioè quartiere delle lettere,
perché in questa zona hanno vissuto e lavorato letterati come
Cervantes, Lope de Vega e Quevedo. Questo quartiere ricco di
cultura ospita: l’Università, il Circolo delle Belle Arti, il Teatro Español e il Teatro de la Comedia.
4
Centro Storico
Centro
Plaza Mayor, 2-3 - Madrid
Nello splendido centro storico cittadino troviamo: palazzi e nobili
dimore del XVII secolo, stradine strette con scalinate, piazzette
circondate da edifici dalle facciate colorate, case dai balconi in
ferro battuto. Il nucleo originale della capitale si è sviluppato progressivamente a partire dal XVII secolo intorno alla Plaza Mayor
e alla Plaza de la Villa. La prima è importante anche perchè è
qui che furono proclamati re Filippo V, Ferdinando VI e Carlo IV.
31
32
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
quartieri
piazze / vie
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Plaza de Isabel II - Madrid
La zona dell’Opera è una zona centrale che si estende da Puerta
del Sol a Plaza Mayor. Il nome è dato dalla vicinanza del Teatro
Real, dove ha sede l’Opera di Madrid. Puerta del Sol è il cuore
della città, punto di riferimento per molti madrileni, da qui, percorrendo Calle Mayor si giunge a Plaza Mayor. Proseguendo per
Plaza de Oriente si incontra invece il Palazzo Reale. Adiacenti
alla reggia, si aprono i giardini di Campo del Moro.
6
Quartiere Triball
Triball
Quartiere Salamanca
Salamanca
Calle de Velázquez 94-96 - Madrid
E’ il quartiere cittadino con i prezzi delle abitazioni più alti.
All’interno di una griglia di strade ad angolo retto sorgono palazzi
e case borghesi del XIX secolo. I turisti vi troveranno negozi esclusivi e ristoranti di classe. Si sviluppó tra il 1860 e il 1920 per
opera del marchese di Salamanca che investí in questa parte
della cittá data la crescita demografica. E’ uno dei quartieri piú eleganti, piú quotati e con la miglior struttura urbanistica della cittá.
Quartiere di Chueca
Chueca
11
Plaza de Chueca - Madrid
Chueca in passato era stato un elegante quartierie di Madrid ,
negli ultimi decenni della dittatura si era trasformato in una zona
molto degradata. Ma con la fine di questo terribile periodo inizió
a cambiare così ché dopo anni incominció a rivivere dal punto
di vista architettonico e sociale. Oggi é conosciuto soprattutto
per le comunitá lesbo e gay, ma in realtá si tratta di un quartiere
che é espressione di grande diversitá, di tolleranza e spirito di
crescita collettiva.
8
Quartiere Chamberí
Chamberí
Plaza de Chamberí 11 - Madrid
Chamberí è un bel quartiere residenziale per gente facoltosa.
Qui vi sono ancora angoli caratteristici come Plaza Chamberí e
Plaza Olavide con la loro vivace vita notturna. Un punto di ritrovo
ideale per partire alla scoperta della Glorieta de Quevedo. Conta
circa 150.000 abitanti nonostante sia il distretto più piccolo della
città. La denominazione Chamberi è di chiara origine francese,
legata probabilmente al periodo dell’occupazione napoleonica in
Spagna.
10
Calle de la Ballesta, 4 - Madrid
Triball è il nuovo nome del quartiere madrileno di Triangulo Ballesta, fino a qualche anno fa considerato come uno dei quartieri
più malfamati della capitale spagnola. Oggi Triball è il luogo simbolo della cultura d’avanguardia, della moda, del design e della
movida di Madrid. Ogni angolo e tutte le antiche botteghe del
quartiere sono state riadattate in chiave moderna in veste di atelier, showroom e locali. La parola d’ordine è stravaganza.
7
9
Azca
Azca
Paseo de la Castellana, 124 - Madrid
AZCA è l’acronimo di Asociación Mixta de Compensación de la
Manzana. È un isolato, situato a nord del centro di Madrid, che
ospita uno dei centri commerciali e terziari più importanti della
città. Venne pensato a partire dal 1946, l’edificazione cominciò
solo nel 1975. Nel piano originale erano previste anche attrezzature culturali che però non furono mai costruite. In questo luogo
vi sono alcuni degli edifici più alti, moderni e emblematici della
capitale spagnola.
Quartiere di Malasana
Malasana
12
Plaza del Dos de Mayo - Madrid
Il quartiere si sviluppa tutto intorno a questa Piazza, dove si erge
l’arco di Monteleone, ultimo emblema della rivolta del 2 maggio
1808 contro l’occupazione francese. Dagli anni Ottanta è frequentato dai giovani che affollano i numerosi bar aperti fino alle
ore piccole. La zona è infatti conosciuta per il suo ambiente alternativo e la sua vita notturna. Il quartiere deve il suo nome alla
giovane Manuela Malasaña, che partecipò alla difesa di questa
piazza.
Area Business Quattro Torri
Cuatro Torres Business Area
Paseo de la Castellana 280 - Madrid
Il CTBA è una struttura formata da diversi edifici, spesso imponenti. La zona contiene i quattro grattacieli più alti di Spagna. In
origine questo complesso era conosciuto con il nome di “Madrid
Arena”. Le quattro torri ospitano uffici, una un albergo e un’altra
ha sulla sua sommità un giardino. L’edificazione dei palazzi è
iniziata nel 2004, sono stati completati tra fine 2007 e inizio 2008.
Accanto alle torri sorgerà un edificio per congressi di 70.000 m²
di superficie.
33
34
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Quartiere Opera
Opera
quartieri
5
quartieri
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Orologio di Porta del Sole
Orologio di Puerta del Sol
Plaza de la Puerta del Sol, 7 - Madrid
Nel cuore di Madrid, a Puerta del Sol, uno degli spazi più famosi
della capitale, vi è questo famoso orologio. Qui molte persone si
riuniscono a mezzanotte di Capodanno. Madrid è una città molto
ricca di grandi orologi artistici ma nessuno è comparabile a questo che è l’orologio nazionale per eccellenza. Questa struttura,
situata in cima al Palazzo delle Poste, allo scoccare della mezzanotte di San Silvestro batte 12 rintocchi. E’ questo uno dei riti
più sentiti in Spagna.
2
Statua dell’Orso e del Corbezzolo
El Oso y el Madroño
Calle del Carmen 1 - Madrid
Edificata nella seconda metà del XX secolo rappresenta il simbolo della città stessa. La si può trovare in piazza Puerta del
Sol, subito a nord della statua di Carlo III. La scultura raffigura
un orso che strofina il naso contro un madroño ovvero un corbezzolo. Il motivo della presenza, nello stemma cittadino di tale
animale, sembra risalire al fatto che le campagne di Madrid fossero popolate da orsi tanto che la zona era chiamata Ursuria. La
statua venne inaugurata nel 1967.
3
Monumento ad Alfonso XII
Monumento a Alfonso XII
Paseo de Chile - Madrid
Nel 1902 fu indetto, dalla regina Maria Cristina, un concorso nazionale per l’edificazione di un monumento in onore del re Alfonso XII nel Parque del Retiro. Fu l’architetto José Grases Riera
a vincere il concorso con questo grandioso progetto. Il gruppo è
costituito da un grande colonnato in marmo con un gran numero
di sculture che circondano la statua bronzea del re. Venne inaugurato il 6 giugno del 1922. Il complesso è alto 30 metri, lungo
86 metri e largo 58 metri.
4
Bosco degli Scomparsi
Bosque de los Ausentes
Puerta de Murillo - Madrid
Situato nella “Chopera”, all’interno del Parco del Retiro, costituisce un monumento commemorativo inaugurato l’11 marzo
2005. L’opera è dedicata alle 191 vittime degli attentati dell’11
marzo 2004 e all’agente delle forze speciali rimasto ucciso dai
sette kamikaze che si sono fatti esplodere il 3 aprile 2004. Il monumento è composto da 192 alberi, uno per ogni persona rimasta
uccisa, 22 olivi e 170 cipressi, ed è circondato dall’acqua, un
simbolo per indicare la vita.
35
36
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
monumenti
quartieri
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Giardini di Sabatini
Jardines de Sabatini
Cuesta de San Vicente, 18 - Madrid
Si trovano davanti alla facciata nord del Palazzo Reale. Furono
costruiti negli anni trenta del XX secolo. L’edificazione ebbe inizio nel 1933 e fu portata a termine più di quarant’anni dopo.
Questo luogo era precedentemente occupato dalle stalle progettate ed erette accanto al Palazzo Reale dall’architetto italiano
Francesco Sabatini. I giardini, il cui lavoro venne assegnato a
Fernando Mercandal, coprono una superficie di 2,54 ettari e furono aperti al pubblico nel 1978.
2
Campo del Moro
Campo Del Moro
Calle de Bailén, 2 - Madrid
I Giardini di Campo del Moro fanno parte del complesso di Palazzo Reale e, insieme ai Giardini Sabatini, che circondano la Reggia, sono riconosciuti come patrimonio di interesse storico-artistico. Occupano una superficie di circa venti ettari, si estendono
da est a ovest, partendo dalla facciata ovest del Palazzo Reale. I
giardini si adagiano su un ripido pendio, posto tra il palazzo e la
riva del fiume Manzanares. Sono stati creati nel 1844.
3
Giardino Botanico Reale
Real Jardín Botánico
Plaza de Murillo, 2 - Madrid
Il Giardino botanico reale è situato vicino al Museo del Prado ed
è uno degli spazi verdi più suggestivi della città. Fu Ferdinando
VI a ordinarne la creazione. Fu il re Carlo III a decidere lo spostamento del giardino nel luogo attuale. Re Carlo chiese poi a Sabatini, con la collaborazione di Juan de Villanueva, di disegnare
il nuovo giardino. Al giorno d’oggi è diviso in tre grandi sezioni
esterne e due serre, con un totale di 30 mila piante e fiori, oltre
che 1500 alberi.
4
Giardino Tropicale Stazione Atocha
Jardín Tropical de la Estación de Atocha
Plaza del Emperador Carlos V, 10 - Madrid
All’interno della stazione madrilena di Atocha (la più grande della
città) vi è questa particolarissima oasi tropicale che merita senza
dubbio una visita: il luogo è un opera d’arte dove vegetazione,
acciaio e cemento si uniscono in modo armonioso. E’ la parte
vecchia della stazione che ospita questa struttura di 4000 m²
dotata di molte piante rigogliose e alcune specie di animali. È
una vera e propria foresta esotica al coperto: qui la temperatura
è costante sui 24°C.
37
38
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
luoghi naturalistici
monumenti
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Parco del Retiro
Parque del Retiro
Calle de Alfonso XII, 22 - Madrid
Si estende per 118 ettari e rappresenta uno dei principali luoghi
di interesse della città. Rappresenta un punto di ritrovo per cittadini e turisti che vi trascorrono il tempo intrattenendosi con musicisti, burattinai e pittori. I giardini, così come il palazzo Reale
del Buon Ritiro, furono realizzati tra il 1630 e il 1640. Durante
l’invasione francese furono utilizzati dalle truppe napoleoniche
come fortificazione e subirono gravi danni. Dal 1868 sono proprietà municipale.
2
Teatro Reale
Teatro Real
Plaza de Oriente, 5 - Madrid
E’ il teatro più grande di Madrid, e si trova di fronte al Palazzo
Reale. Inaugurato come teatro dell’opera nel 1850, è un edificio
neoclassico esagonale, realizzato dell’architetto López de Aguado. Fu fortemente voluto dalla regina Isabella II. Fin dagli esordi
ha ospitato opere di importanti artisti internazionali. Recuperato
l’antico splendore, il teatro ha riaperto le porte nel 1997, dopo
quasi dieci anni di restauri. Nel 1977 è stato dichiarato monumento nazionale.
3
Parco Casa de Campo
Parque Casa de Campo
Paseo de la Puerta del Angel - Madrid
Se Madrid è una delle capitali più verdi d’Europa lo deve soprattutto a questo parco che si estende per oltre 1.700 ettari e
costituisce, oltre che il maggiore dei polmoni verdi della città, un
luogo di interesse storicoculturale imperdibile. Un tempo luogo di
caccia della famiglia reale, è stato aperto al pubblico nel 1931. Al
suo interno si trovano: lo Zoo, il Parco divertimenti, il Teleférico,
il padiglione Madrid Arena e la Venta del Batàn (ex sede delle
Corride).
4
Parco dell’Oeste
Parque de Oeste
Paseo de Camoens - Madrid
I lavori per la realizzazione di questo che è uno dei principali
giardini di Madrid iniziarono nel 1893 e si conclusero nel 1905,
quando vi fu l’inaugurazione. Si estende per 98,60 ettari ed è ubicato fra la zona universitaria e il quartiere della Moncloa. Fu voluto dall’allora sindaco Aguilera che commissionò a C. Rodríguez
la progettazione di uno spazio dedicato al riposo dei madrileni.
All’interno troviamo: il roseto Ramón Ortiz; il tempio egizio di Debod e il teleferico.
39
40
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
parchi / teatri
luoghi naturalistici
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Zoo-Acquario
Zoo-Acquario
Carretera del Zoo - Madrid
Lo Zoo Acquario di Madrid è considerato una delle istituzioni zoologiche più importanti del Mondo, tanto per il numero di specie
e animali (oltre 3000 specie), quanto per il suo costante lavoro
d’investigazione, conservazione ed educazione. E’ situato nel
cuore dell’immenso parco “Casa de Campo”. L’acquario è specializzato nella fauna marina e tropicale, ha un ampio delfinario
e il parco ornitologico dove poter assistere ad esibizioni in volo di
rapaci e uccelli esotici.
2
Stadio Santiago Bernabéu
Stadio Santiago Bernabéu
Paseo de la Castellana, 144 - Madrid
E’ utilizzato per le partite casalinghe del Real Madrid. Inaugurato
nel 1947, fu ribattezzato con l’attuale nome nel 1955 in onore del
grande presidente Santiago Bernabéu. All’interno dell’impianto è
presente il museo ufficiale del Real Madrid. La capacità dello stadio è stata frequentemente modificata arrivando sino a 120.000
posti nel 1953. Nel 2003 la capacità dello stadio fu incrementata
(rispetto ai regolamenti UEFA) di 10.000 posti, arrivando agli attuali 80.354.
3
Arena dei Tori di Las Ventas
Plaza de Toros de Las Ventas
Plaza de Toros - Madrid
L’arena è la più grande della nazione e la più famosa di Spagna.
Costruita tra il 1918 e il 1929, è stata inaugurata nel 1931 e può
contenere 25.000 spettatori. Gli appassionati di corride trovano
in questo luogo un interessante museo a tema dove ammirare,
insieme ai cimeli dei toreri, il ciclo della “Tauromachia” di Goya.
L’Arena ospita le corride più spettacolari del paese. Il clou per
le evoluzioni dei toreri si raggiunge a maggio in occasione della
festa di San Isidro.
4
Faunia
Faunia
Av de las Comunidades - Madrid
Faunia è un parco tematico che è più di uno zoo: al posto delle
gabbie sono stati ricostruiti interi habitat, dalla foresta tropicale
all’ecosistema polare (il più grande d’Europa). I visitatori possono inoltre viaggiare all’interno di un vulcano. Qui infatti si possono trovare le cose più straordinarie. 140000 metri quadrati in
cui convivono gli animali e le piante più sorprendenti. Vi sono
specie esotiche e incredibili che nessuno avrebbe mai immaginato di trovare a Madrid.
41
42
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
varie
parchi / teatri
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
1
Palazzo della Zarzuela
Palacio de la Zarzuela
Carretera Particular Zarzuela - Madrid
Il complesso, situato sul monte El Pardo, nei dintorni di Madrid,
è la residenza ufficiale dei Reali di Spagna dal 1975. Nel XVII
secolo, Filippo IV ne ordinò la costruzione in questo luogo chiamato La Zarzuela. Anche se la residenza ufficiale è il Palazzo
Reale, questo edificio è dove risiedono il re e la regina. La coppia reale ha vissuto qui fin dal matrimonio nel 1962. Attualmente
il principe Felipe di Borbone risiede in un palazzetto vicino, di
recente costruzione.
2
Villa di Campagna del Duca dell’Arco
Villa de Campaña de el Duque de Arco
Carretera de Somontes al Palacio de la Quinta - Madrid
E’ una splendida dimora situata all’interno del nucleo urbanistico
de El Pardo. L’edificio è stato donato intorno alla metà del XVIII
secolo (1745) ai sovrani Filippo V ed Elisabetta Farnese. Questa
antica residenza del Duca d’Arco, divenuta proprietà reale nel
1745, attira l’attenzione soprattutto per l’elegante collezione di
carte da parati (inizi XIX secolo) che decorano le pareti. I giardini
sono ornati da fontane e gruppi scultorei.
3
Palazzo Reale del Pardo
Palacio Real de El Pardo
Calle de Manuel Alonso - Madrid
Situato a 15 km dal centro cittadino, fu eretto nel XVI sec., durante il regno di Filippo II, con l’obiettivo di diventare luogo di
riposo per la famiglia reale. Oltre che per la bellezza architettonica, il palazzo è celebre per le decorazioni interne, ogni re
contribuì al suntuoso abbellimento del complesso. Quasi tutti gli
arazzi custoditi provengono dalla Fabbrica Reale di Madrid. Dal
1938 è utilizzato come sede dei capi di stato stranieri durante le
loro visite in Spagna.
4
Casita del Príncipe
Casita de el Príncipe
Paseo del Pardo, 26 - Madrid
Costruito nel 1772, il villino del Principe è stato completamente
ristrutturato nel 1784 da Juan de Villanueva. Si tratta di un villino in pietra e mattoni, decorato secondo il gusto raffinato della
fine del XVIII secolo: muri tappezzati di seta e sontuosi soffitti in
stile pompeiano. L’edificio mostra infatti il passaggio stilistico dal
tardo barocco al neoclassico tramite facciate, salotti e sedie: è
stato decorato per 12 anni. Dispone di sette camere e due sale.
43
44
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
fuori porta
varie
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
CHI SIAMO
Weagoo è un’azienda specializzata nella raccolta ed elaborazione di informazioni turistiche
brevi ed essenziali a carattere storico, artistico,
culturale, naturalistico ed architettonico. WeaGoo, nella sua attività di ricerca e recensione
dei siti, con gli attuali 24.000 punti d’interesse,
110 province, 1.400 comuni e tutte le città
d’arte italiane, sta costantemente e progressivamente realizzando una mappatura capillare
del territorio che comprende anche località minori, ma non per questo prive di storia.
Il nostro obiettivo è creare il più grande data-
base d’informazioni turistiche localizzate e descritte in modalità “short information” concepite
per fornire un’informazione essenziale ma utile
al turista prima e durante la visita della città.
Tutte le nostre descrizioni dei punti di interesse
sono informazioni oggettive, storiche, prese da
fonti ufficiali, che seguono uno standard di realizzazione preciso in cui la georeferenziazione è
sicuramente una parte fondamentale.
L’attività primaria di WeAGoo consiste nel riversare queste informazioni nel proprio portale
weagoo.com.
Il portale ti permette di
Registrati al portale...conviene!
Creare itinerari personalizzati
Ricercare POI per città
Ricercare per nome attrazione
Filtrare per tipologie d’interesse
Visualizzare risultati in modalità elenco
o mappa
Scaricare guide turistiche gratuitamente
Visualizzare i virtual tour
45
46
La registrazione al portale ti porterà via solo
pochi secondi e ti permetterà di creare itinerari
multi-città, modificare l’ordine dei POI e delle
città tramite drag and drop così da pianificare
perfettamente il tuo roadbook di viaggio e successivamente condividerlo con i tuoi amici. Inoltre settimanalmente ti verrà inviata un’email
con interessanti spunti di viaggio e le novità
riguardanti le nostre utili guide.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
fuori porta
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
chiese...................................................pag
palazzi..................................................pag
musei....................................................pag
monumenti e strutture..........................pag
teatri.....................................................pag
varie......................................................pag
ITINERARI CONSIGLIATI
La capitale spagnola è un luogo dove sia gli
amanti della cultura che i giovani in cerca di divertimento, soprattutto notturno, verranno soddisfatti; Madrid, infatti, vanta alcuni tra i musei
più famosi e ricchi al mondo e, nel contempo,
è il cuore della inimitabile “movida” spagnola,
quella voglia di trasgressione, leggerezza, divertimento, ricerca intellettuale ed allegria che
segna ogni momento della vita dei madrileni.
Come in un film di Almodovar, la vita a Madrid
tocca aspetti diversi ed è ricca di intensità, colori, gioia e drammaticità allo stesso tempo, sensualità, cultura, passione. Tutto questo poiché
la rinata Madrid, dopo la repressione franchista, ha saputo riprendere la via della modernità,
del rinnovamento e dell’avanguardia senza dimenticare le solide tradizioni che la hanno resa
grande. Nel visitarla potrete davvero perdervi
in un’offerta culturale, artistica, culinaria e di
svago, davvero unica, basterà avere la voglia
di lasciarsi andare e viverla appieno.
ITINERARIO 1: Da Puerta del Sol a Plaza de
España
Il primo itinerario che siamo a descrivere accompagnerà il visitatore lungo le vie centrali di
Madrid verso i quartieri occidentali, alla scoperta dello stile tipico e dell’atmosfera caratteristica della capitale iberica. Una lunga passeggiata che partirà proprio dal cuore di Madrid, da
quello che è il centro nevralgico della città,
stiamo parlando della suggestiva Plaza de
Puerta del Sol (A) (metro C3 - C4 - fermata
Sol), con la sua caratteristica forma di mezza
luna. Dalla piazza potrete ammirare il Palazzo
delle Poste un imponente edificio risalente al
settecento oggi sede del governo provinciale;
ma i madrileni lo amano soprattutto per il suo
orologio che accompagna con i suoi rintocchi
l’arrivo di ogni nuovo anno: durante la notte di
San Silvestro, infatti, alla mezzanotte si celebra
il rito delle Campanadas secondo il quale durante i 12 rintocchi della mezzanotte, scanditi
dall’orologio di Puerta del Sol, si devono mangiare 12 chicchi d’uva come buon auspicio per
l’anno nuovo. E’ una tradizione amatissima e
seguita in tutta Spagna già dagli anni ’60 in cui
si iniziò a trasmettere l’evento alla televisione.
1
5
9
13
21
23
Cattedrale dell’Almudena © Nelspin
47
48
Plaza Mayor © Druidabruxux
Una volta percorsa la piazza, imboccando
Calle Mayor si raggiunge un’altra piazza storica, Plaza Mayor (B). Anticamente luogo che
ospitava il mercato cittadino, veniva spesso frequentata da personaggi di rilievo quali lo scrittore Ernest Hemingway, amante del ristorante
“Botin”, dove un giovanissimo Francisco Goya
iniziò come lavapiatti. Questa immensa piazza
rettangolare stupisce per le proporzioni. Un
grande rettangolo di 129 metri di larghezza
per 94 di larghezza, con portici lungo tutto il
perimetro, racchiusa tra edifici con tetti rossi
e che si affacciano sulla piazza con ben 237
balconi. E’ dotata di ben 9 porte d’accesso la
più conosciuta delle quali è quella dell’Arco de
Cuchilleros. Oltre all’architettura, la piazza offre tutta una serie di iniziative che la rendono
frequentatissima, come i mercatini di Natale o
quelli domenicali, ed una gran quantità di ristoranti, bar e locali sia nella piazza che nelle
numerose vie limitrofe. Da Plaza Mayor dirigendosi verso la graziosa Plaza de la Villa
(C), sede del municipio, potrete ammirare i tanti
artisti di strada, tra cui ballerini di flamenco, in
un contesto davvero unico. Seguendo sempre
Calle Mayor si entra nel vivo del Los Austrias,
un quartiere molto bello, ricco di stradine strette
e di chiese, tra cui San Nicolás de los Servitas (D) (Plaza San Nicolás), la chiesa più vecchia di Madrid.
Nelle vicinanze non mancate di ammirare, la splendida e maestosa cattedrale
dell’Almudena (la patrona della città, la
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
CONSIGLI DI VIAGGIO
ITINERARI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Itinerario 1
Prima di giungere in Plaza Colòn (E) con la
Biblioteca nazionale e il monumento a Cristoforo Colombo, troverete, sulla destra, il Museo
Arquelogico Nacional (D). La zona compresa
tra il paseo de Recoletos e la Gran Via, dove
sorgono i quartieri di Chueca, Bilbao e Malasana, è considerata la zona più vivace, trasgressiva e d’avanguardia della città. Qui troverete il triangolo della moda madrilena, l’area
dove scoprire le nuove tendenze e assaporare
la vita notturna più scatenata. Tutt’intorno alle
calli di Fuencarral e di Hortaleza, il labirinto di
stradine è denso di bar, botteghe e ristoranti
dalle atmosfere giovanili.
Ritornando sui vostri passi, invece, vi ritroverete all’inizio del Paseo del Prado, splendido
viale che un tempo era considerato il più esclusivo di Madrid, tanto che era davvero un lusso
per pochi possedere una casa lungo questa
via. Ma a tutto il mondo questo viale è noto poiché luogo dove sorge lo straordinario Museo
del Prado (F), che vanta una delle più ricche
raccolte pittoriche del mondo. Attraverso le
vie retrostanti il museo potrete raggiungere gli
edifici del Cason del Buen Retiro e l’omonimo
Itinerario 2
49
50
Plaza Puerta del sol © Tomas Fano
Parco del Buen Retiro (G) appunto, polmone
verde di Madrid dove potrete trascorrere qualche attimo di relax, magari programmando il
seguito della vostra vacanza madrilena.
Segnaliamo, infine, il quartiere letterario di Madrid, Huertas, compreso tra calle de Atocha,
calle de Alcala e il Prado, un rione che attira
i giovani, sia spagnoli che stranieri, da essi
considerato uno dei ritrovi preferiti grazie alla
presenza di bar, ristoranti, caffè e pensioni economiche, soprattutto intorno alla bella piazza
Santa Ana (H).
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
ITINERARIO 2: I Quartieri Orientali
Abbiamo pensato di far partire il nostro secondo itinerario anch’esso da Puerta del Sol
(A), centro indiscusso di Madrid, per poi dirigerci, questa volta, alla scoperta dei quartieri
orientali della città. Se da puerta del Sol ci
addentriamo in Calle de Alcalà sino a raggiungere Plaza de Cibeles (B), in cui sorge la
fuente de la Cibeles, con al centro la statua
della dea dell’abbondanza, disegnata da Tizon
Rodriguez; da ammirare anche i palazzi che
si affacciano sulla piazza come quello di Buenavista, quello de Comunicaciones e la casa
de America. Come noterete, la calle de Alcalà
incontra la Gran Via, una delle arterie principali della città che accoglie negozi e grandi
magazzini, numerosi bar e cinema e termina
in plaza de España. Nel nostro itinerario però
proseguiamo sino ad incontrare il Paseo de
Recoltos (C) che percorreremo sulla destra.
Rappresenta uno degli assi viari più eleganti di
Madrid che diventando Paseo de Castellana si
allunga per chilometri verso nord; può considerarsi il centro della vita economica cittadina.
ITINERARI
Virgen de la Almudena appunto) e soprattutto il
Palazzo Reale (E), residenza ufficiale dei reali
di Spagna dall’aspetto decisamente sfarzoso,
con la facciata che ricorda quella di Versailles
e del Louvre sempre in stile tardo barocco
italiano. Imperdibile è la visita ai giardini alle
spalle del palazzo reale: in particolare la serie
di labirinti di siepi e fontane con giochi d’acqua
dei giardini di Lepanto e di Sabatino. Prima di
avviarci verso la conclusione del nostro itinerario, vi suggeriamo una breve deviazione verso
sud, percorrendo calle de Bailén dove troverete, sulla destra, la chiesa di San Francisco
el Grande (F), il “Pantheon” di Spagna. Ritornando verso calle Mayor e superato il palazzo
reale, vi proponiamo di proseguire verso Plaza
de Espana (G) dove spiccano impressionanti
grattacieli e soprattutto la fontana dedicata a
Miguel Cervantes ed ai suoi due più famosi
ed amati personaggi, Don Chisciotte e Sancho
Panza. Proprio qui termina il nostro primo itinerario, dove potrete decidere di ristorarvi in uno
dei numerosi bar e locali presenti nei dintorni
o passeggiare tra le vetrine dei tanti eleganti
negozi alla moda della Gran Via.
ITINERARI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
ALCALÁ DE HENARES
Alcalá de Henares si trova a 43 km. da Madrid.
La città fu dichiarata patrimonio dell’umanità
nel 1998 per la sua grande ricchezza culturale. Conta con un’antichissima Università,
risalente al 1499. Ma Alcalá è famosa anche
perché è stata la città natale di Miguel de
Cervantes, infatti potrete visitare la sua Casa
Museo. Da vedere anche le graziose di chiese,
monasteri, conventi ed altri edifici di interesse
culturale. Fondata dal Cardinale Cisneros agli
inizi del XVI secolo, Alcalà de Henares fu la
prima città al mondo pensata come città universitaria. Visitando l’edificio dell’Università vedrete il Paraninfo, antica Aula Magna, che nel
XIX secolo aveva la funzione di stalla ed attualmente è una splendida cornice nella quale ogni
anno viene consegnato il Premio Cervantes.
Segnaliamo la Cappella di San Ildefonso, in cui
è in mostra il sepolcro del Cardinale Cisneros.
Universidad de Alcalà de Henares
Plaza de San Diego
Alcalà de Henares (Madrid)
Si raggiunge in treno, circa 35 minuti, dalla stazione
Atocha attraverso 3 linee cercanias: C-8b, C-2, C-7,
attive dalle 5:00 alle 00:00. Oppure dalla stazione di
Chamartin con treno espresso in 25 minuti (€ 3,75)
In autobus: linea 223. Madrid (Avda. de América) linea
227. Madrid (Avda. de América) - Alcalá de Henares
(Espartales-Universidad) linea 229. Madrid (Avda. de
América) - Alcalá de Henares (Virgen del Val) linea
notturna N202. Madrid (Avda. de América) - Torrejón de Ardoz - Alcalá de Henares. (Línea de servicio
nocturno)
www.alcala.es
CHINCHÓN
Questo vero e proprio gioiello architettonico si
trova a 45 km. a sud est di Madrid, nella conca
del Tajo-Jarama. Famoso soprattutto per la sua
Plaza Mayor, considerata come patrimonio
storico nazionale. Questa piazza medievale è
ancora oggi lo scenario di numerosi eventi quali corride di tori, cortile per le commedie, feste
reali, rappresentazioni teatrali e addirittura è
stata un set cinematografico. La Plaza Mayor
di Chinchón ha uno stile classico medievale
con una pianta irregolare, di grande semplicità
e con una disposizione chiara e ordinata. Nel
XV secolo vennero costruite le prime case con
porti e balconi, anche se non venne completata
del tutto fino al XVII secolo. Gli edifici hanno tre
piani, con gallerie rettangolari e 234 balconi di
legno, sostenuti da pali con puntazze. In fondo
alla piazza si innalza maestosa la Chiesa della
Pietà, ricostruita diverse volte, in stile rinascimentale, ma con elementi barocchi, platereschi
e gotici. Molto bello anche l’edificio del Municipio.
Raggiungibile con autobus, frequenza oraria, La Veloz
da piazza Conde Casal, linea 337 Madrid-ChinchónValdelaguna.
www.ciudad-chinchon.com
ARANJUEZ
Amena cittadina di origini cortigiane, nonché
antica residenza reale, Aranjuez nasce a 49
km. da Madrid ed è bagnata dalle acque dei
fiumi Tajo e Jarama. Anche il suo centro storico
monumentale, di stile barocco, è stato dichiarato recentemente patrimonio dell’umanità e fa
parte dei Luoghi Reali del Patrimonio Nazionale spagnolo. Vanta scorci di grande bellezza,
con gradini curati oltre ad un’ampia offerta culturale e gastronomica. Durante il Medioevo fu
eretto un edificio da usare come ospedale per
la convalescenza dei cavalieri feriti nella guerra
contro i musulmani durante la Reconquista.
In seguito, i Re cattolici vollero trasformarono
questo ospedale in palazzo e tutto il comune in
Luogo Reale. Da allora e fino al XIX secolo, la
costruzione fu residenza Primaverile dei Re di
Spagna. Proprio grazie a questa scelta Aranjuez vanta meravigliosi giardini e i suoi monumenti come il Palazzo Reale, la Casa del Lab51
rador, le fontane etc. offrono ai turisti un valido
motivo per animare la tranquilla cittadina.
La città è servita da RENFE Cercanías linea C-3
Aranjuez-Madrid (Atocha e Chamartin) e da Autobus
AISA o La Veloz, linea 419: Madrid (Estación Sur) Aranjuez - Quintanar de la Orden, linea 423: Madrid
(Estación Sur) – Aranjuez, linea 306: Madrid - Aranjuez - Huerta de Valdecarábanos
www.aranjuez.es
EL ESCORIAL
Nel cuore della Sierra de Guadarrama, a 50
km da Madrid, sorge il paese di San Lorenzo
de El Escorial. Questo paese vi stupirà per
l’impatto architettonico e paesaggistico che vi
offrirà. In particolare potrete ammirare uno dei
monumenti più impressionanti della regione, il
monastero de El Escorial, considerato monumento patrimonio dell’umanità dal 1982. Venne
fatto costruire da Re Federico II per commemorare la vittoria di San Quintin. L’edificio
aveva uno scopo molteplice: palazzo, chiesa,
panteon e centro delle arti e delle lettere. Iniziato da Juan Bautista de Toledo, questi venne
sostituito alla sua morte da Juan Herrera, che
impose uno stile più severo. Visitate con tranquillità tutto il complesso monumentale, i girdini
e non mancate di passeggiare per le vie del
centro storico, fermandovi per pranzo in uno
dei numerosissimi locali del paesino.
E’ raggiungibile in autobus: linee 661 e 664 dalla
stazione-scambiatore di Moncloa. in circa 60 minuti. I
biglietti si acquistano sull’autobus. In treno: linea C8a
dalla stazione di Atocha, circa 60 minuti.
TOLEDO
Considerata la città monumentale per eccellenza (oltre 100 monumenti), dichiarata patrimonio culturale dell’Umanità dall’UNESCO nel
1987, la città di Toledo, a 71 km. da Madrid,
rappresenta una tappa fondamentale per assaporare la storia e la tradizione di Spagna.
Toledo, infatti, è stata una delle città più importanti nella storia della Spagna ed in essa hanno
convissuto la cultura araba, l’ebrea e la cristiana, che hanno magnificamente influenzato
tutta l’architettura cittadina. In epoca gotica fu
capitale di stato fino al 1560.
Oggi Toledo è la capitale della provincia omonima e capitale della Comunità Autonoma Castilla-La Mancha.
Consigliamo di raggiungere Toledo con il treno ad alta
velocità che vi permetterà di raggiungerla in mezz’ora.
52
Toledo © Veyis Polat
Considerate che i posti sono assegnati quindi per non
rischiare di non trovare posto meglio prenotare o acquistare i biglietti in anticipo, magari direttamente sul
sito www.renfe.es. Stazione Atocha, frequenza oraria
dalle 6.50 alle 21:30 circa, costo € 11,90 andata.
www.toledo.es
SEGOVIA
Capitale della provincia omonima nella Comunità Autonoma di Castilla e León, si trova vicino
alla capitale della comunità Valladolid e a soli
90 km da Madrid. La città è davvero interessante ed offre anch’essa un monumento dichiarato patrimonio dell’umanità, il suo splendido
acquedotto romano. La città ha subito diverse
influenze, oltre a quella romana anche quella
celtica e germanica, e ciò ha arricchito splendidamente la città. Oltre al già citato acquedotto, da visitare l’imponente Alcazar, per un periodo residenza dei re di Castiglia. Interessanti le
architetture in stile Mudejar, fiorito dall’incontro
con gli artisti arabi. Non dimenticate di gustare
la gastronomia locale, davvero ottima e degna
di nota. Considerate che Segovia si trova nella
Sierra di Guadarrama, ad un’altitudine rilevante
e potreste trovare una temperatura decisamente più bassa di quella di Madrid quindi considerate di portare con voi qualche indumento
un po’ più pesante.
Trasporto in treno Renfe Cercanías. Linea: Madrid Segovia – Madrid (Chamartín) L’alta velocità impiega
circa 30 minuti (€ 23,70), gli altri treni, economici(€
7,55), per contro richiedono quasi 2 ore di viaggio.
Un buon compromesso è utilizzare i pullman de La
Sepulvedana: il percorso dura circa 1 ora e 15 minuti,
salvo diverse condizioni di traffico, all’ottimo costo di €
7,52 andata, con orari dalle 6:30 alle 23:00. I biglietti
si acquistano presso la stazione di partenza Príncipe
Pío, Pº de la Florida s/n (Metro Príncipe Pío). www.
lasepulvedana.es
www.segovia.es
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Se il tempo che avrete a disposizione vi permetterà di programmare delle escursioni,
oltre alle visite strettamente circoscritte alla
capitale iberica, potrete scoprire come la Comunità di Madrid offra nell’insieme luoghi di
grande bellezza paesaggistica ed artistica. Un
vario e ricco patrimonio monumentale, castelli,
chiese, palazzi e monasteri inseriti in splendidi
spazi naturali vi stupiranno, considerato che
molte mete sono state dichiarate Patrimonio
dell’Umanità per la loro bellezza e l’importanza
culturale.
FUORI PORTA
FUORI PORTA
fuori porta
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Quando lasci Madrid porti con te un fioco che
nutre la voglia di ritornare al più presto in questa città che si lascia vivere in mille modi diversi:
centinaia di opportunità, cinema, molti dei quali
offrono un ultimo spettacolo dopo mezzanotte,
teatri e teatrini, classici o off-off, centinaia di
bar e ristoranti per due chiacchiere tra amici,
discoteche, bar de copas. Ogni sera potrete immergervi nel rito degli spagnoli che dopo una
passeggiata si ritrovano nei caffè e bar per gustare qualche tipica tapas accompagnata da un
buon vino o da una birra. Vi accorgerete che
qui l’età non conta: giovani ragazzini si ritrovano con gli amici allo stesso modo in cui si
danno appuntamento distinti signori e signore
che si godono la pensione vivendo ogni momento con allegria e vitalità.
I locali di Madrid, probabilmente, sono un po’
meno ricercati o particolari di quelli di Barcellona ma offrono comunque tutta la varietà e la
qualità necessari a rendere unica l’esperienza
che vivrete. Soprattutto nei fine settimana, ir de
tapas, cioè incontrarsi con gli amici e spostarsi
da un bar all’altro sino all’ora di cena, tra gustosissimi assaggi di cibo, le tapas, rappresenta
un appuntamento immancabile della serata
spagnola. Come potrete vedere, gli spagnoli
amano la buona cucina ed il buon vino, sono
molto esigenti in fatto di cibo e non perdonano i
locali ed i ristoranti che non offrono pietanze di
qualità, siano esse piatti tradizionali o ricercate
creazioni internazionali. Proprio per questo diffidate dai locali poco affollati, probabilmente
vi servirebbero del cibo non all’altezza della
cucina spagnola. Altro motivo per cui potreste
trovare un ristornate vuoto è l’orario, tenete presente che a Madrid si cena generalmente dalle
22:00 in poi. Consigliamo sempre di prenotare,
soprattutto il fine settimana, altrimenti rischiereste di non poter sedere a quel ristorante che
tanto vi attirava. La cena solitamente termina
con un amaro della casa, spesso un orujo, una
specie di digestivo.
A partire da questo momento non ci sarà che
l’imbarazzo della scelta: cocktail bar, bar de
copas, music-bar, teatri, cabaret, cinema saranno a vostra completa disposizione. Non ab-
© Jose Madrid
53
biamo citato volutamente le discoteche poiché
in Spagna generalmente vengono frequentate
più tardi, dopo le 2 di notte, se non più tardi.
Prima i giovani passano qualche ora bevendo
copas nei bar con musica solitamente ispanolatina, aperti sino alle 3:00. Oltre ai bar, potrete
decidere di fermarvi in qualche caffè, autentica
istituzione madrilena, molti dei quali rimasti esattamente come un secolo fa. Le aree più hot,
quelle cioè in cui si ritrovano generalmente i
nottambuli sono diverse: in centro sicuramente
scegliete plaza de Santa Ana, una delle zone
più conosciute; nel quartiere di Malasana recatevi in plaza Dos de Mayo uno dei centri più vivaci ed alternativi della vita notturna madrilena.
Ed ancora le tradizionali plaza Mayor, la Gran
Via, calle del Prado, il paseo della Castellana,
le zone di Las Vistillas, e Arguelles frequentatissima dagli studenti sia spagnoli che stranieri, la zona Chueca, scelta soprattutto dalla
comunità gay. Il quartiere di Salamanca offre
una gran quantità di bar con musica e Huertas,
è un vivace palcoscenico per band di strada,
animata sino a tardi da gente che va a bere un
drink, al cinema o a ballare.
Direi che a questo punto gli amanti della notte
potranno spostarsi in una delle numerosissime discoteche della città: non avranno che
l’imbarazzo della scelta, tanto che dare un
quadro generale di questi locali sarebbe davvero impresa utopica. Anche a Madrid molti locali
operano una selezione alla porta, dunque per
non rischiare di essere esclusi vi consigliamo
di non indossare scarpe o abiti troppo sportivi.
I locali sono concentrati in prevalenza nei
quartieri di Malasana, Chueca e Lavapies, ma
ci si incontrano anche in zona della Glorierà
de Bilbao, mentre gli studenti si rincontrano
tra Argüelles e Moncloa, proprio sotto la città
universitaria.
Per chi alla musica strettamente da discoteca
preferisce il ballo liscio a Madrid troverà sale
a dozzine: con dischi o con orchestra dal vivo.
Alla sera, anche Plaza Mayor, si anima come
mai vi aspettereste: i tavolini nella piazza sono
occupati da centinaia di persone mentre musici che improvvisano un flamenco o una zarzuela accompagnano la serata. Sempre per gli
amanti della musica ricordiamo gli spettacoli di
54
Parco Warner Bros © aerismaud
Flamenco - la suggestiva danza che come la
Sevillana è di origine andalusa; nei locali storici
della città ci sono serate interamente dedicate
a queste arti. Per serate più tranquille potrete
andare al cinema (ce ne sono almeno un centinaio) e gustarvi magari un film e rinfrescare il
vostro spagnolo; segnaliamo che la Filmoteca
Nazionale di Calle Santa Isabel propone interi
cicli in lingua originale con sottotitoli.
Gli appassionati di teatro avranno la possibilità
di frequentare alcune tra le platee più prestigiose d’Europa: il Teatro Real ha un cartellone
invidiabile, ma altrettanto interessanti sono i
due Teatri che si affacciano su Plaza de Santa
Ana, l’Español e il Teatro de la comedia. Per
vedere l’operetta spagnola lo spazio indicato è
quello del Teatro Lirico Nacional “La Zarzuela”.
Per avere un’idea di cosa fare di notte consigliamo di dare un’occhiata alla “Guía del Ocio”
settimanale dedicato agli eventi della città che
si trova in ogni edicola e in moltissimi locali e
negozi.
con i bambini
Madrid propone un’ampia offerta di attività
adatte ai bambini. Parchi di attrazioni, ampie
zone verdi, giardini zoologici e spazi pensati
esclusivamente per i più piccoli sono alcune
delle proposte.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
LA SERA
Nell’immaginario collettivo Madrid vive di notte,
tra locali trasgressivi e discoteche di ogni genere. Ma La capitale iberica vi stupirà ancora
una volta, così come i madrileni. Certo la notte
è una parte importantissima del divertimento,
ma, appunto, ne è solo una parte. I madrileni,
così come gli spagnoli, vivono la serata e la
notte in ogni istante, seguendo un rituale appassionante. Proprio per questo Madrid accontenta sicuramente i giovani in cerca di emozioni
uniche, ma coinvolge chiunque senza necessariamente dover restare svegli sino all’alba.
cosa fare
COSA FARE...
cosa fare
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Parque de Atracciones de Madrid
Il Parco d’Attrazioni di Madrid fu inaugurato nel
1969. E’ una sorta di luna park diviso in cinque
zone tematiche e possiede più di quaranta giostre. Situato nella Casa de Campo, vicino allo
Zoo Acquario offre inoltre negozi e ristoranti e
durante la stagione estiva organizza concerti e
spettacoli all’aria aperta.
Biglietti: bimbi sotto i 90 cm entrano gratis, ragazzi fino ad 1,20 mt € 23,90 adulti € 29,90.
Casa de Campo, s/n, Madrid
www.parquedeatracciones.es
Stadio Santiago Bernabeu
Sede ufficiale del club spagnolo del Real Madrid, lo Stadio Santiago Bernabeu di Madrid
cominciò ad essere costruito nell’ottobre del
1944 con il nome originario di Stadio Chamartin. Inaugurato nel 1947, fu chiamato nel 1955
Bernabeu in onore del suo presidente. Questa
visita accontenterà i bambini ma sicuramente
anche i loro papà. L’ultima ristrutturazione del
campo ha previsto anche una copertura di 14
metri di larghezza e 100 tonnellate di peso. Si
possono effettuare viste guidate al suo interno,
che includono gli spogliatoi, la Tribuna d’Onore
e la Sala dei Trofei.
Facilmente raggiungibile usando la linea 10 del
metro, è situato nel famoso Paseo de la Castellana, che taglia la capitale da nord a sud.
Altri stadi di calcio importanti di Madrid sono lo
stadio dell‘Atletico di Madrid, il Vicente Calderón, e il Nuovo Stadio di Vallecas della squadra
del Rayo Vallecano.
Paseo de la Castellana/Avenida de Concha
Espina, 1, Madrid
www.santiagobernabeu.com
Zoo Acquarium
Lo Zoo Acquario di Madrid è un autentico
gioiello per chi ama la natura e gli animali. E’
diviso in quattro diversi spazi: lo zoo, l’acquario
(con circa due milioni di litri d’acqua marina), il
delfinario e la zona dedicata ai volatili. In totale
sono ospitati circa 6000 esemplari di animali.
Ingresso fino ai 3 anni gratuito, fino ai 7 anni €
17,60, adulti € 21,35
Casa de Campo, s/n, Madrid
www.zoomadrid.com
Consigliamo, inoltre, soprattutto se il clima è
favorevole, una visita al Parque del Buen Retiro, un’autentica oasi di verde, con giardini,
monumenti e fontane, che ha come attrazione
principale lo splendido Palazzo di Cristallo,
ottocentesco giardino di inverno per piante
tropicali. Qui potrete passeggiare con tutta la
famiglia in attesa di recarvi alla prossima attrazione della città.
55
EVENTI E FESTE
Madrid è il cuore delle feste in Spagna e ospita
molti eventi annuali, locali ed internazionali.
Numerosi festival in Spagna hanno le loro origini in antiche tradizioni popolari e religiose, ma
anche i più recenti eventi gastronomici, culturali
e sportivi non sono ultimi.
Particolare attenzione è data dagli spagnoli alle
feste tradizionali religiose. Decisamente interessanti le celebrazioni della Pasqua a Madrid
durante la Semana Santa (Settimana Santa).
Questo evento merita una descrizione particolare perché si svolge in un’atmosfera quasi surreale che coinvolge l’intera popolazione spagnola. La celebrazione della Passione di Cristo è
una delle tradizioni più importanti e più sentire
della Spagna, e Madrid non fa eccezione. Da
quando Madrid divenne capitale del paese, nel
XV secolo, gli eventi descritti nel Nuovo Testamento, crocifissione, morte e risurrezione
di Gesù Cristo, vengono rappresentati in un
evento di grande partecipazione popolare. Dagli anziani ai giovani, tutti durante la Semana
Santa sentono l’importanza delle celebrazioni
e con grande rispetto si riducono uscite con gli
amici, feste e vita notturna. Le icone religiose
presenti nelle chiese della città, vengono preparate e portate in processione per le strade di
Madrid in spalla, con dei portantini, e i giovani
stessi partecipano attivamente a queste festività sentendosi privilegiati se scelti per trasportare le icone.
Sono circa una ventina le processioni religiose in giro per Madrid nei giorni prima della
Domenica di Pasqua. La Domingo de Ramos
(Domenica delle Palme) inizia la settimana di
Pasqua con 2 tradizionali processioni: l’icona
del “Cristo della fede e del perdono”, e la statua
di “Santa Maria Immacolata Madre della Chiesa”, lasciano la Basilica Pontificia di San Miguel
situata a San Justo, alle 4 del pomeriggio e iniziano le sfilate per le strade circostanti. I fedeli
acquistano rami di palma e foglie di alloro a
ricordo dell’ingresso di Cristo a Gerusalemme.
Il mercoledì, Miércoles Santo, intorno alle
19.30, l’Arcivescovo di Madrid, prende parte
alla Via Crucis. Poco dopo, la confraternita dei
“crociati della fede” recupera l’icona di Cristo
56
Settimana Santa © John Soqquadro
dallo storico luogo di riposo nel quartier generale (Atocha, 87) e venera l’immagine storica
con un besapié (il bacio al piede). Nella parte
storica di Madrid, la Chiesa di San Jeronimo
el Real in Calle Ruiz de Alarcón, è il punto di
partenza per una processione che coinvolge
la Confraternita di “Nuestro Padre Jesús de la
Salud y María Santísima de las Angustias”.
La celebrazione del Giovedì Santo è uno
dei momenti più spettacolari della settimana
di Pasqua ed ha luogo in Calle Toledo (tra le
19.30 e le 20.00) presso la Chiesa Collegiata di
San Isidro. Le immagini religiose della Vergine
Maria Santísima de la Esperanza e Jesús del
Gran Poder vengono portate fuori dalla chiesa
dai portantini, attraverso la porta principale. Il
lento percorso e la pesantezza delle icone è
tale che costoro sono obbligati a percorrere
l’itinerario quasi in ginocchio, la ricompensa per
l’immenso sforzo è rappresentata dagli applausi e dalle grida di incoraggiamento della gente.
La processione del Venerdì Santo è la più
suggestiva di tutte. Inizia il suo percorso dalla
Basílica del Cristo de Medinaceli in Plaza de
Jesus verso le 19:00. La Processione del Silenzio, parte invece dalla Chiesa del Santísimo
Cristo de la Fé in calle Atocha 87, mentre il
municipio di Madrid organizza la processione
di Santo Entierro dalla Chiesa Parrocchiale di
Santa Cruz in Atocha, 6 con l’immagine del
legno della croce (Lignum Crucis).
Il Sabato Santo include la processione di
Nuestra Señora de la Soledad con partenza
dal Monastero del Corpus Domini alle 16.30.
Durante la Domenica di Pasqua l’evento principale si svolge a mezzogiorno nella Plaza May-
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Faunia
E’ un parco biologico dedicato alla scoperta e
salvaguardia della vita animale. Diviso in dodici
zone che ricreano diversi ambienti, come “La
casa delle farfalle” dove si possono ammirare
centinaia di farfalle in uno speciale giardino
tropicale, oppure “La fattoria” con gli animali di
campagna.
Ingresso fino ai 3 anni gratuito, fino ai 7 anni €
19,75, adulti € 25,75
Avenida de las Comunidades 28, Madrid
www.faunia.es
Zoo Acquarium © turismo Madrid
EVENTI
Parco Warner Madrid
Il parco di attrazioni della Warner Bros si trova
a San Martín de la Vega, a circa un’ora di treno
da Madrid. Questo parco è il luogo ideale per
passare una giornata in famiglia immersi nella
magia del cinema e dei personaggi dei Looney
Tunes. E’ suddiviso in 5 zone tematiche: Hollywood Boulevard, Cartoon Village, Old West
Territory DC Super Heroes World e Warner
Bros Studios è un vero set cinematografico
dove puoi vedere i migliori stuntman ed effetti
speciali.
Biglietti: bimbi sotto il metro entrano gratis, ragazzi fino ad 1,40 mt € 30,00 adulti € 39,00.
Carretera Pinto-san Martín De La Vega (M506) KM 22
28330 San Martin De La Vega, Madrid
www.parquewarner.com
cosa fare
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
La Festa della Madonna di La Paloma si
svolge subito dopo quelle di San Cayetano e
San Lorenzo, ad agosto. Durante questi festeggiamenti il centro storico e i quartieri di La
Latina e Lavapies prendono vita e vengono invasi con feste di strada, danze e celebrazioni
popolari durante la prima metà di agosto.
Il 9 novembre si celebra la santa patrona di
Madrid, la Madonna de La Almudena, la cui
immagine, secondo la leggenda, fu riportata al
popolo spagnolo dall’apostolo patrono di Spagna Santiago (San Giacomo) e nascosta dentro
le mura della città invasa dai Mori nell’anno
783.
A fianco a numerosi eventi e festeggiamenti
religiosi, Madrid è animata durante tutto l’anno
anche da altri eventi. Durante il Carnevale di
Madrid potrete assistere, oltre alle tipiche parate e gare in costume, alla tradizionale sepoltura
della sardina (Entierro de la Sardina) per celebrare la fine della settimana festiva. Questo
evento, completamente a lutto, ricorda il giorno
in cui un carico di sardine marcio giunse alla
corte di Carlo III, il quale ordinò immediatamente di seppellirle lontano.
© Richard Pluck
57
Il Festimad è un festival di due giorni nel periodo di maggio o giugno. Attira migliaia di spettatori da tutta la Spagna. Il programma prevede
concerti di musica rock, danza, lettura di poesie
e altro ancora (Palazzo delle Belle Arti, a Móstoles).
Los Veranos de la Villa è il festival estivo
delle arti di Madrid, in programma da giugno
a settembre e prevede un programma di oltre
cento spettacoli. Viene offerta una selezione di
opere, concerti pop, notti di tango, flamenco,
zarzuelas, mostre e film nei principali luoghi di
cultura della capitale, come Conde Duque, i Giardini Sabatini, il Centrol Cultural de la Villa e il
Teatro Español, ma anche in piazze, strade e
quartieri intorno alla città.(www.esmadrid.com/
veranosdelavilla/)
La Noche en Blanco è parte del Festival
delle Notti bianche europeo, iniziato a Parigi
nel 2002. La Noche en Blanco porta la cultura
e l’arte al grande pubblico. Per una notte di
settembre, Madrid ospita una serie di concerti
gratuiti, spettacoli circensi, spettacoli teatrali,
arte di strada, proiezioni di film, attività speciali e mostre d’arte. Questa spettacolare manifestazione di arte ed eventi culturali ha luogo
ogni settembre alla luce della luna piena, fra
il tramonto e l’alba. (www.esmadrid.com/lanocheenblanco)
Ricordiamo inoltre altri eventi che potrebbero
svolgersi prorpio durante la vostra visita della
città. Cabalgada de los Reyes Magos, ovvero la Processione dei Tre Re Magi è una
tradizione natalizia popolare in tutta Spagna.
Le celebrazioni nella capitale includono rappresentazioni teatrali, sfilate e distribuzione di
dolci. Festa amata soprattutto dai più piccoli
poiché sono los Reyes a portare i doni natalizi
e non Babbo Natale. A gennaio, sul palco di La
Casa Encendida (Ronda Valencia 2, 28012) a
Madrid durante Hurta Cordel, il Festival Internazionale dell’Improvvisazione va in scena
la musica sperimentale. Musicisti contemporanei da tutti il mondo prendono parte, ogni anno,
alle estemporanee performance serali, che
talvolta includono video e danze. A febbraio il
Festival di Flamenco rappresenta il più importante festival di flamenco di Madrid e di Spagna,
58
riunisce i migliori cantanti, ballerini e musicisti
della scena nazionale. Le performance si tengono a La Casa Encendida e al Teatro Canal
de la Comunidad de Madrid. (www.deflamenco.com). Sempre a febbraio potrete visitare la
Fiera Internazionale di Arte Contemporanea
di Madrid, una grandiosa fiera che propone arte
moderna e contemporanea da tutto il mondo al
Parque Ferial Juan Carlos 1 (IFEMA). (www.
arco.ifema.es). Per gli appassionati di sport
ricordiamo la Maratona di Madrid, solitamente
ad aprile. La prima edizione risale al 1978. E’
un appuntamento imperdibile, in una cornice
suggestiva, per gli amanti della maratona ma
spettacolare anche per gli spettatori, assiepati
lungo le principali vie cittadine. www.maratonmadrid.org
In maggio si svolge il Documenta Madrid, il
festival Internazionale del Documentario di
Madrid, durante il quale vengono proiettati film
documentari in oltre 20 sedi in tutta la capitale.
Le opere esplorano le problematiche sociali,
culturali, economiche, artistiche ed ambientali
del mondo odierno. (www.documentamadrid.
com). Tra maggio e giugno assisterete al Festival de Otoño: ogni anno la provincia di Madrid ospita questo splendido e ricco Festival.
L’eclettico programma include musica, teatro,
danza e spettacoli circensi che si snodano in
tutta la capitale e nei dintorni. (www.madrid.org/
fo/). Per gli amanti della fotografia imperdibile è
PHotoEspaña, uno dei maggiori festival internazionali di fotografia e arti visive che propone
mostre, dibattiti e seminari. I fotografi in erba,
vicini e lontani, partecipano alla competizione
Descubrimientos PHE (‘Scoperte’), con la speranza che il loro talento fotografico venga notato.(www.phedigital.com). A novembre, infine
potrete partecipare alla fiera annuale d’arte di
Madrid - Feriarte - trentennale appuntamento
con gli oggetti d’arte, arredamento e gioielleria
all’IFEMA sia per gli amanti dell’antiquariato
che per i designer di interni. (Parque Ferial
Juan Carlos 1 (IFEMA), Parque Juan Carlos 1
28042, Madrid, www.ifema.es/ferias/feriarte).
Infine vi segnaliamo il mercatino Natalizio di
Madrid, dove oltre un centinaio di bancarelle,
da novembre a dicembre, occupano Plaza
Mayor in un’atmosfera magica.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Le feste popolari più importanti si svolgono
tra aprile e ottobre. Le feste più importanti di
Madrid sono quelle del Dos de Mayo (2 maggio) che cade accanto alla festa dei lavori del
1 maggio, quella di San Isidro, de La Paloma
e de La Almudena. Il 2 maggio 1808, vi fu una
rivolta popolare che diede inizio alla guerra
d’indipendenza e alla sconfitta delle truppe
della Francia napoleonica. San Isidro è il santo patrono di Madrid. La sua festa si celebra
il 15 maggio con raduni popolari tipici come
pellegrinaggi, festival e corride. Se si vuole assistere ad una corrida, considerate che quelle
più importanti della Spagna hanno luogo a
Madrid, all’arena Plaza de Ventas. Di durata
superiore a 20 giorni, questa serie di scontri
in arena attirano i migliori combattenti e allevatori del paese, insieme ad appassionati, anche
se questa famosa tradizione spagnola è stata
bandita già dalle isole Canarie e da tutta la Catalogna e potrebbe, con il tempo, essere vietata
definitivamente anche in altre comunità. Durante la Festa de San Isidro vedrete indossato
il tradizionale abbigliamento castizo. Potrete
godervi numerosissimi spettacoli di flamenco,
zarzuelas e ritmi latini nei concerti sparsi per
tutta la città.
EVENTI
or. Qui si raccolgono decine di fusti di tutte le
forme e dimensioni, usati per dare inizio ad un
costante movimento ritmico, a rappresentare le
scosse di terremoto che si pensa si siano verificate quando Cristo morì sulla croce.
EVENTI
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Per lo shopping alternativo e decisamente
meno caro dovrete scegliere le zone più giovanili come Bilbao, Chueca, Lavapies, Arguelles, e vie come Almirante, Hortaleza e
Fuencarral. Inoltre si potrà optare per soluzioni
più economiche a visitare grandi magazzini,
equivalenti ai famosi Harrods londinesi, primi
fra tutti El Corte Inglés. Troverete anche interessanti negozi per l’usato e per gli strumenti
musicali; in calle Mayor 88 troverete probabilmente uno dei migliori negozi, si dice al mondo,
con un grande assortimento di chitarre classiche spagnole; mentre per i collezionisti di vinili
d’annata una visita al Record Runner in San
Bernardo 5. I classici souvenir madrileni come
le nacchere, i ventagli ed i manifesti delle corride si trovano nei tanti esercizi che affollano le
vie intorno alla Plaza Mayor e a Puerta del Sol.
Ma per conoscere interamente l’offerta di Madrid sul fronte acquisti, non si può rinunciare a
visitare uno dei molti mercatini che animano la
città, se non altro per avere uno scorcio sulla
vita quotidiana e sulle abitudini degli spagnoli.
Il mercato El Rastro, compreso tra la chiesa di
S. Isidoro, la puerta de Toledo e la glorieta de
Embajadores, è da cinque secoli il principale
mercato delle pulci di Madrid rappresentando
il mercato madrileno per antonomasia equivalente a quello di Portobello a Londra (metro 5,
fermata puerta de Toledo o La Latina). Potrete
aggirarvi tra bancarelle di bigiotteria, vestiti e
libri di seconda mano, apparecchi di tutti i tipi,
piccole antichità e curiosità varie. Gli articoli
più frequenti sono abiti usati, talvolta anche
d’epoca, stampe, foto dei primi del ‘900 e oggetti etnici di ogni genere. (Sabato ore 9:0019:00, domenica ore 9:00-15:00) Proprio nella
zona del mercato, si concentrano, inoltre, vari
negozi d’antiquariato e artigianato spagnolo.
Altro mercatino è quello di puerta de Toledo,
che si raggiunge con metrò 5, si svolge nella
piazza omonima dove una volta sorgeva il mercato del pesce. Qui troverete articoli di abbigliamento e bigiotteria, nella maggior parte dei casi
anche d’epoca, ma anche la moda emergete
dei creatori spagnoli, con gli accessori, i nuovi
gioielli e qualche ninnolo d’antiquariato (dal
lunedì al sabato ore 10:30-21, festivi 10:30
-14:30). Il Mercato di plaza Mayor, che si
svolge nella omonima piazza è la meta preferita dei collezionisti di numismatica e antichità
in genere, nonché dei collezionisti di francobolli. È caratterizzato da un’ottima qualità della
merce e da prezzi non proprio economici. Ci
si può, inoltre, avventurare nelle vie limitrofe
dove ci sono numerosi negozi di antiquariato,
spesso però, dai prezzi proibitivi. (Linea 2 e 5,
Opera / C3 - C4, Sol, domenica mattina, 9-14).
Noto principalmente agli appassionati di libri
d’epoca, il mercatino di Cuesta de Claudio
Moyano è un’istituzione a Madrid, pensate che
si tiene fin dal 1925. Si svolge in una trentina di
caratteristiche casette allineate in legno di pino,
e offre libri e riviste di ogni sorta: dalla letteratura spagnola all’arte, dai manuali alla saggistica,
sino ai libri tascabili ed alle edizioni antiche. (da
lunedì a venerdì dalle 9:30 alle 17:00 in inverno
e fino alle 20 in estate. Sabato e domenica aperto di mattina - Linea 1, Atocha).
59
CUCINA
A Madrid potrete degustare tutti i sapori
tradizionali della sua comunità, di tutte le altre
regioni spagnole così come troverete un’ottima
offerta di cucina internazionale. Volendo orientarsi su piatti tipici madrileni, assolutamente da
assaporare è il famoso Cocido Madrileño, che,
oltre ad essere un piatto tipico, rappresenta
una vera e propria tradizione per gli spagnoli,
tanto che viene degustato lentamente e secondo un rituale tipico durante la maggior parte
delle feste in famiglia. I Callos alla Madrilena,
che spesso troverete nei menù, consistono in
una deliziosa trippa preparata con erbe aromatiche, mentre il succulento Cochinillo asado
è un maialino arrostito lentamente dalla carne
tenera e saporitissima. Per chi non disdegna i
Sopa de ajo
Ingredienti: 150 g di jamón serrano (prosciutto crudo); 10 spicchi di aglio; 6 uova (1 per persona); 12 fette di pane tostato; 2 litri e mezzo
di brodo di carne; sale; pepe; 2 cucchiai di paprika dolce; 50 ml di olio di oliva extra vergine
Preparazione: Sbucciate l’aglio e affettatelo.
Prendete una casseruola capiente, scaldate
l’olio e cuocetevi l’aglio fino a quando non
comincia a prendere un colore marrone dorato, aggiungete quindi il prosciutto tritato.
Quando l’aglio ha raggiunto un bel color miele
aggiungete 6 fette di pane e fatele dorare
nell’olio. Rimuovete la padella dal fuoco e
cospargete con la paprika. Mescolate bene
e rimettete la pentola sul fuoco molto basso.
Fate rosolare per 2-3 minuti e aggiungete il
brodo di carne. Fate bollire a fuoco medio per
circa 20 minuti, poi aggiungete il pane arrostito
con sale e pepe. Rompete le uova e mettetele
nella zuppa attendendo 2 o 3 minuti affinchè si
cuociano. Servite caldo.
60
sapori forti, buonissima la Sopa de Ajo, tipica
zuppa d’aglio. Anche a Madrid, come del resto
in tutto il territorio iberico troverete una vastissima offerta di Tortillas e Tapas nonché i classici
e gustosissimi sandwiches Bocadillos ideali per
spezzare il pomeriggio o riprendersi prima di
scatenarsi in discoteca. Tra i dolci, ricordiamo
il Bartolillos alla crema, il Buñuelos (un dolce
fritto e ripieno con crema), le Rosquillas de anís
(delle ottime ciambelle all’anice) e le Torrijas.
Anche i vini occupano un posto d’onore nella
gastronomia madrilena. I principali luoghi di
produzione sono Navalcarnero dove troviamo
i vari Bodegas, Francisco Casa, Bodegas Ricardo Benito, Villarejo de Salvanes, che inoltre
producono il famoso vino ‘Puerta del Sol’.
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Per quanto concerne lo shopping, Madrid non
ha niente da invidiare a Parigi e Londra per la
vasta gamma di proposte e fasce di prezzo che
può offrire. Dall’artigianato all’antiquariato, dalla moda alle ultime tendenze nell’arredamento,
Madrid occupa un posto di rilievo nello shopping grazie ad un suo stile inconfondibile, agli
eccentrici designer e stilisti che creano in città.
Le zone dello shopping sono abbastanza definite e ruotano fondamentalmente attorno alla
Puerta del Sol nella zona compresa tra la calle
Preciados e la calle del Carmen, sino ad arrivare alla Gran Via, lungo le principali direttrici
dello shopping di lusso. Per chi ama i negozi
esclusivi consigliamo calle Preciados e calle
Montera. Sulla Gran Via troverete i negozi di
porcellane più raffinate, mentre calle Serrano,
barrìo di Salamanca e calle Velàsquez sono
il regno dei fashion victims, con gli atelier e le
boutique dei maggiori stilisti stranieri e spagnoli, e i negozi di scarpe testimonianze delle
ultime tendenze della moda spagnola. Si tratta
di negozi piuttosto lussuosi, dalle grandi firme
della moda internazionale e quindi con dei
prezzi generalmente poco abbordabili per il
normale visitatore.
cucina
shopping e mercatini
SHOPPING
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
Presentazione: La sopa de cocido ottenuta
cuocendo la pasta nel brodo sarà il primo piatto da servire in tavola. A seguire, servirete in
un vassoio i ceci con le verdure (eccetto la cipolla, che si elimina) e la verza. Infine, portate
in tavola in un altro vassoio le carni, il chorizo,
la morcilla, le ossa con il loro midollo e la bola
tagliata a fette, che si può accompagnare con
salsa di pomodoro.
Preparazione: Iniziate con il mettere a bagno i
ceci la sera prima in acqua tiepida con un cucchiaio di sale e un po’ di bicarbonato. Riempite una pentola grande d’acqua fredda ed aggiungete lo stinco, le ossa legate perché non
perdano il midollo, la pancetta tagliata a grossi
cubi, la gallina e un po’ di sale. Accendete il
fuoco e, quando l’acqua inizia a bollire, schiumate bene quindi aggiungete i ceci ben scolati
e sciacquati. Quando il tutto riprenderà il bollore, aggiungete le carote tagliate a metà nel
senso della lunghezza, la cipolla e la rapa, abbassate il fuoco e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 3 ore e mezza o fino a quando i ceci
saranno teneri. Venti minuti prima della fine
della cottura aggiungete le patate pelate, lavate
e tagliate a metà. Nel frattempo, in un’altra pentola, avrete fatto bollire per mezz’ora la verza
tagliata a pezzi. Una volta cotta, scolatela e soffriggetela con lo spicchio d’aglio e olio d’oliva.
In una padella con un po’ d’olio d’oliva, friggete
il chorizo e la morcilla. È anche possibile bollire
questi ultimi insieme alla verza. Mentre cuoce il
cocido, preparate anche la bola. Tritate la pancetta e l’aglio e mescolateli in una ciotola con
il pane sminuzzato, le uova, il prezzemolo e un
paio di cucchiai di brodo del cocido. Formate
una grande crocchetta, infarinatela e friggetela
finché sarà dorata. Eliminate l’olio in eccesso
ed aggiungetela al cocido qualche minuto
prima che termini la cottura. Quando il cocido
sarà pronto, filtrate il brodo e cuocetevi la pasta. Ricordate di lasciare un po’ di brodo con la
carne e le verdure per evitare che si raffreddino
e si secchino.
WI-FI E HOT-SPOT
In tutto il territorio cittadino sono numerosissimi i posti dove trovare il wifi gratuito. A parte tutti gli hotel e numerosissimi locali pubblici, tra cui ricordiamo tutti i caffè della catena El Corte Ingles, anche
in quasi tutte le piazze di Madrid sono attivi punti d’accesso wifi: Plaza de Colón, Plaza del Dos de
Mayo, Plaza Mayor, Plaza de Santo Domingo ecc. Molti mercati di Madrid mettono a disposizione
hotspot wifi gratis, come il Mercado de Antón Martín nei pressi del Museo del Prado, il Mercado
de la Cebada, il Mercado de lo Motenses o il Mercado de Barceló nel quartiere Triball. Tra i luoghi
pubblici non potevano mancare le biblioteche: a Madrid esistono ben 28 biblioteche negli angoli di
tutta la città dove collegarsi alla rete in maniera gratuita. Il comune di Madrid ha attrezzato con il wifi
anche gli autobus pubblici, in totale circa 2000.
A Madrid esiste, infine, un servizio privato offerto da “Wifimas”,che permette di navigare gratuitamente per 30 minuti al giorno ovunque voi siate. Per accedere al servizio basterà registrarsi su
www.wifimas.com ed iniziare a navigare.
DIZIONARIO
Sì: Si
No: No
Salve, Ciao: Hola
Grazie: Gracias
Per favore: Por favor
Mi scusi, Scusa: Discúlpeme
Non capisco: No entiendo
Aperto: Abierto
Chiuso: Cerrado
Sinistra: Izquierda
Destra: Derecha
(Sempre) Diritto: Derecho
Lontano: Lejos
Vicino: Cerca
61
62
Mappa, Cartina stradale: Mapa
Informazioni turistiche: Información turística
Strada, Via: Calle
Piazza: Plaza
Ospedale: Hospital
Polizia: Policía
Farmacia: Farmacia
Ristorante: Restaurante
Banca: Banco
Negozio: Tienda
Prima colazione: Desayuno
Pranzo: Almuerzo
Cena: Cena
Acqua: Agua
Vino: Vino
Birra: Cerveza
Pane: Pan
Caffé: Café
Carne: Carne
Pesce: Pescado
Il conto, per favore: Me trae la
cuenta por favor?
Quanto costa?: Cuánto cuesta?
Accettate carte di credito?:
Aceptan tarjetas de crédito?
Parla...?: Habla usted...?
Avreste...?: Tiene usted ... ?
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
Ingredienti: 250 gr. di ceci secchi; cipolla o
due porri; 1 spicchio d’aglio; 1 kg. di verza; 2
carote; 4 patate medie; 300 gr. di stinco di manzo (morcillo); 1/4 di gallina (o pollo); 2 ossa con
il midollo (huesos de caña); 100 gr. di chorizo
non affumicato; 10 gr. di morcilla di cipolla; 1
osso di prosciutto crudo (punta de jamón serrano); 150 gr. di pancetta fresca (tocino); 100
gr. di pasta corta e sottile, tipo capellini spezzati; olio extra vergine d’oliva; sale.
Per la bola: 150 gr. di mollica di pane del giorno
prima; 2 uova; 50 gr. di pancetta fresca; 1 spicchio d’aglio; 1 cucchiaiata di prezzemolo tritato;
olio per friggere; sale.
wi-fi / dizionario
Cocido
cucina
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
SCRIVI QUI I TUOI APPUNTI DI VIAGGIO
CHIESE
10 Cattedrale dell’Almudena - p.14
17 Monastero Nostra Signora Consolazione - p. 14
PALAZZI
1 Torre di Madrid - p. 17
2 Edificio Spagna - p. 17
8 Palazzo Reale- p. 18
14 Casa della Panadería - p. 18
20 Edificio Telefonica - p. 17
24 Palazzo delle Poste - p. 18
25 Tio Pepe- p. 18
29 Edificio Metropolis - p. 17
31 Biblioteca Nazionale - p. 16
36 Palazzo Comunicazione - p. 16
MUSEI
9 Armeria Reale - p. 20
27 Accademia Belle Arti - p. 20
32 Museo Archeologico - p. 21
37 Museo Arti Decorative - p. 21
63
64
39 Museo Navale - p. 22
40 Museo T. Bornemisza - p. 22
43 Museo del Prado - p. 22
MONUMENTI
21 Statua Orso-Corbezzolo - p. 36
23 Orologio Porta del Sole - p. 36
46 Bosco degli Scomparsi - p. 36
STRUTTURE
12 Mercato di San Miguel - p. 25
33 Porta Alcalá - p. 26
34 Fontana di Cibele - p. 26
41 Fontana di Nettuno - p. 26
45 Giardino Verticale - p. 26
PIAZZE / VIE / LUOGHI
3 Piazza di Spagna - p. 29
5 Piazza d’Oriente - p. 29
7 Quartiere Opera - p. 33
11 Via Maggiore - p. 29
13 Centro Storico - p. 32
15 Piazza Maggiore- p. 29
16 Via dell’Arenal - p. 30
18 Quartiere Triball - p. 33
19 Gran Via - p. 28
22 Porta del Sole - p. 30
26 Via di Alcalá - p. 30
28 Quartiere Las Huertas - p. 32
30 Quartiere di Chueca - p. 33
35 Piazza di Cibeles - p. 28
42 Corso del Prado - p. 30
PARCHI
38 Parco del Retiro - p. 40
TEATRI
6 Teatro Real - p. 40
LUOGHI NATURALISTICI
4 Giardini di Sabatini - p. 38
44 Giardino Botanico Reale - p. 38
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID
per approfondire scansiona il QRcode
www.weagoosocial.com
www.weagoo.com
copyright © 2012 weagoo
V. 1.0
Weagoo non fornisce alcuna garanzia sulla qualità e l’accuratezza delle informazioni così come al carattere esclusivo delle stesse. Parte del materiale presente in questa guida è soggetto a licenze “Commons”, immagini, suoni e altro materiale sono di proprietà dei rispettivi proprietari, le mappe
sono di Google Maps - ©2012 Google Inc. e Tele Atlas North America, Inc. Altri marchi, nomi e prodotti menzionati e non, sono dei rispettivi proprietari.
WeAGoo adotta una procedura di segnalazione, gestione delle obiezione o reclami concernente il materiale e il contenuto di questa guida, ovvero
ritieni che il materiale e il contenuto pubblicato lede il tuo diritto d’autore, contattataci senza indugio attraverso l’apposita procedura di segnalazione
presente all’indirizzo : http://www.weagoo.com/it/contact. Le informazioni possono variare anche senza preavviso e sono puramente indicative.
65
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
AREA RILEGATURA: GRAFFETTA QUI I FOGLI A4 STAMPATI, SEGUENDO LE ISTRUZIONI A PAG 2, OTTERRAI UNA COMODA GUIDA DA PORTARE CON TE!
MADRID

Documenti analoghi