la capitalizzazione del marchio

Commenti

Transcript

la capitalizzazione del marchio
Mercoledì,15Marzo2017-Direttore:AntonioGigliotti
L'ESPERTORISPONDE
31MARZO2014
LACAPITALIZZAZIONEDELMARCHIO
Una SRL che procede alla produzione interna del marchio, ancora in fase di completamento, deve
necessariamente valutare la possibilità di iscrivere il marchio tra le attività dello stato patrimoniale e,
conseguentemente,predisporreilrelativopianodiammortamento.
A tal fine, è opportuno innanzitutto evidenziare che l’articolo 2424 del codice civile classifica i marchi tra i beni
immateriali.Quest’ultimo,insiemealleconcessioni,allelicenzeealtridirittisimili,deveessereevidenziatonella
voceB.I.4.dell’AttivodelloStatoPatrimoniale.
Inbasealledisposizionidell’art.2426delcodicecivile,lavalutazionecivilisticadelmarchiodeveessereoperataal
costodiacquistoodiproduzionerettificatoannualmentedalrelativoammortamento,inlineaconlasuavitautile.
La rilevazione contabile del marchio deve riflettere il modo con cui il bene immateriale è entrato a far parte del
patrimonioaziendale.
Inmerito,devetenersipresentecomeilmarchiopossaessere:
prodottointernamente;
acquisitodaaltreaziendeatitolodiproprietà;
utilizzatodietroconcessionedaaziendechecontinuanoamantenernelaproprietà.
Nelcasodispecie,lasocietàdovràpatrimonializzarelaseriedicostisostenutiperlasuacreazione.
Esistonodueclassidicostiimputabilialmarchio:
costichepossonoesseredefinitidirettipernatura,qualiquellidell'espertocreativoepubblicitario,sostenuti
perl'accertamentodellanovitàdelmarchio,pertantodellasuautilizzabilità,nonchéquelliinerentialdepositoe
allaregistrazionedelmarchio;
costidaimputareindirettamente,ovvero,queicostichepossonoesserecapitalizzatiinquantoriferibilial
marchio.
Nelcasodiproduzioneinterna,icostiiscrivibilinondevonoessereconfusiconquellisostenutiper:
laricercaesviluppodelprodotto;
conquellisostenutiperl'avviamentodellaproduzione;
eneancheconquellisostenutiperl'eventualecampagnapromozionale.
Incasodigenerazioneinterna,icostichepossonoessereoggettodicapitalizzazione,secondol’OICn.24,vanno
intesi in senso restrittivo epossono ricondursi essenzialmente ai costi diretti, interni ed esterni, sostenuti per la
creazionedelsegnodistintivo(odelbrand).
Inparticolare,laproceduradaseguiresaràlaseguente:
icostiinternisarannocapitalizzatiutilizzandolavoceA4delcontoeconomicoovvero“incrementidi
immob ilizzazioniperlavoriinterni”;
conclusasilaproduzioneinternadelmarchio(solitamenteconlasuaregistrazione),icosticapitalizzatitrale
immobilizzazioniincorsosarannopoigiratinellavoceB.I.4dell’attivodellostatopatrimoniale.
Dunque, solo all’atto della sua ultimazione il marchio viene inserito nella voce B.I.4 dell’attivo dello stato
patrimoniale.
Perquantoriguardailperiododiammortamentodelmarchio,ilnuovoOIC24(nellaversioneattualmenteinbozza)
prevedecheilmarchioèammortizzatosullabasedelperiododiproduzioneecommercializzazioneinesclusivadei
prodotti cui il marchio si riferisce. Il periodo di ammortamento non può eccedere, prudenzialmente, il periodo di
tutela legale previsto in sede di prima registrazione del marchio (10 anni). Nella versione attualmente in vigore
dell’OIC24siprevedeunperiodomassimodiammortamentodeimarchiparia20anni.
AUTORE:REDAZIONEFISCALFOCUS
©InformatiS.r.l.–RiproduzioneRiserv ata
©Informatisrl.Tuttiidirittiriserv ati.Allrightsreserv ed.
ViaAlemanni1-88040Pianopoli(CZ)-ITALY
P.IVA03426730796
E-mail:[email protected] al-foc us.it