Programma

Commenti

Transcript

Programma
La musica dell’inconscio
Improvvisazione scientifico-musicale e Récital
a cura di François Ansermet e Pierre Magistretti
Sabato 7 maggio 2011
Récital eseguito da Orazio Sciortino, pianoforte
ore 20.00
Per ulteriori informazioni
ISR-Tiziana Dionisio
Organizzazione Settore Scienze
t +39 06 420 42 209
[email protected]
Claudio Parmiggiani, La salita della memoria, 1977
Venerdì 6 maggio 2011
Improvvisazione scientifico-musicale
ore 18.00
Enti Finanziatori
Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia
Segreteria di Stato per l’educazione e la ricerca
Ufficio federale della cultura
Ufficio federale delle costruzioni e della logistica
Istituto Svizzero di Roma
Via Ludovisi 48
I-00187 Roma
t +39 06 420 42 1
f +39 06 420 42 420
[email protected]
www.istitutosvizzero.it
La musica dell’inconscio
Improvvisazione scientifico-musicale
e Récital
Partner
BSI
Canton Ticino
Città di Lugano
Università della Svizzera italiana
06-07 05
Roma_scienze
François Ansermet è psicoanalista, professore e responsabile
del Servizio di psichiatria del bambino e dell’adolescente presso
Les Hôpitaux Universitaires de Genève (HUG) e direttore del
Dipartimento Universitario di Psichiatria dell’Università di Ginevra.
Insieme a Pierre Magistretti si dedica a sviluppare un legame tra
neuroscienze e psicoanalisi a partire dal paradigma della plasticità
neuronale.
La musica dell’inconscio
Improvvisazione scientifico-musicale e Récital
a cura di François Ansermet e Pierre Magistretti
Venerdì 6 maggio 2011
ore 18.00
Sabato 7 maggio 2011
ore 20.00
Improvvisazione scientifico-musicale
Récital eseguito da Orazio Sciortino, pianoforte
Procedendo dalle sorprese dell’inconscio, l’incontro verterà
sul tema della creatività tra arte, neuroscienze e psicanalisi.
Due pianisti, Orazio Sciortino e Richard Rentsch,
proporranno una improvvisazione musicale a partire da
qualche nota scelta a caso dal pubblico: lo scopo è di
trattare una delle dimensioni del processo di creatività
di una composizione musicale attraverso la messa in gioco
sincronica di un tema musicale di base. Per rendere leggibile
questo processo, l’attività cerebrale dei due musicisti sarà
registrata da un dispositivo di elettroencefalografia messo
a punto e commentato dal Prof. Olaf Blanke.
Quest’esperienza musicale sarà discussa dai professori
Pierre Magistretti e François Ansermet.
In particolar modo sarà trattata l’ipotesi che la creazione
musicale, così come la sua interpretazione o il suo ascolto
metta in movimento sincronico degli insiemi di tracce
neuronali e di stati somatici.
In un secondo tempo verrà proposta una nuova esperienza
musicale, sotto forma di lezione d’ascolto, in cui i due pianisti
riprenderanno dei frammenti di ciò che hanno
precedentemente composto e interpretato e coinvolgeranno
il pubblico presente in una discussione generale in cui si
parlerà delle emozioni e delle percezioni che sono state
suscitate.
Franz Liszt, Années de Pèlerinage
In collaborazione con il Brain Mind Institute (EPFL)
e l’Istituto Freudiano.
Con il sostegno della Fondazione AGALMA, Genève.
Première année: la Suisse
Le mal du pays
Les cloches de Genève: Nocturne
Vallée d’Obermann
Orage
Deuxième année: l’Italie
Sposalizio
Sonetto del Petrarca 104
Après une lecture de Dante - Fantasia quasi sonata
Pierre Magistretti è direttore del Brain Mind Institute presso l’Ecole
Polytechnique Fédérale di Losanna (EPFL) e direttore del Centro di
neuroscienze psichiatriche del Centre Hospitalier Universitaire Vaudois
(CHUV-UNIL). È autore di oltre 150 articoli e di due libri scritti
insieme a Francois Ansermet sui legami tra neuroscienze e psicanalisi:
A ciascuno il suo cervello (Bollati Boringhieri, Torino, 2008)
e Les énigmes du plaisir (Odile Jacob, Paris, 2010).
Olaf Blanke è professore al Brain Mind Institute presso l’Ecole
Polytechnique Fédérale di Losanna (EPFL). È stato pioniere nello
studio neuroscientifico dell’auto-consapevolezza e della soggettività
umana attraverso diversi metodi, quali la neuropsicologia e
l'elettrofisiologia. Un altro campo forte della sua ricerca riguarda
l’equilibrio e la percezione del corpo e la loro applicazione a tecnologie
a base ingegneristica quali la realtà virtuale, la robotica e la neuroriabilitazione.
Orazio Sciortino, pianista e compositore di Siracusa, si è diplomato
al Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo e al Conservatorio
Giuseppe Verdi di Milano. Le sue Cadenze per i concerti per pianoforte
e orchestra di Mozart sono state pubblicate da Ricordi-Universal nel
2007. Altre sue composizioni, alcune delle quali pubblicate da Carisch
e da Edizioni Musicali Wicky, sono eseguite in Italia e all’estero in
festival importanti e sedi prestigiose. Ha registrato per Rai Tre, Radio
Tre, Radio Classica, Radio Svizzera Italiana. È il primo pianista italiano
ad aver realizzato un CD dedicato a Mikalojus Konstantinas Čiurlionis,
commissionato dalla Fondazione Antonio Mazzotta per il catalogo
della mostra dell'artista e compositore lituano allestita a Palazzo Reale
a Milano.
Richard Rentsch, compositore e pianista svizzero, compie i suoi studi
alla Scuola di Jazz di Berna, alla Dick Grove School of Music di
Los Angeles e al conservatorio di Losanna. Dopo aver suonato con
diverse formazioni jazz e partecipato a numerose emissioni radiotelevisive compone, nel 2002, la musica per il balletto Mozart, una vita,
un Requiem, eseguito al teatro Thalia di Budapest. Dirige, tra 2004 e
2007, insieme a Michel Dalberto, l'Accademia pianistica di Imola in
occasione della Settimana musicale di Crans-Montana. Nel 2006
compone la musica per il balletto Mozart? Mozart! commissionato
dal Teatro Nazionale di Praga. In 2008, con Orazio Sciortino, realizza
il Duo Classico improvvisato per il Festival di Jazz di Montreux
e per gli incontri della Federazione Europea delle Neuroscienze.