Il metodo di Poggendorff

Commenti

Transcript

Il metodo di Poggendorff
IL METODO DI POGGENDORFF
1. Titoli
2. Storia dello
strumento.
(1° studente)
3. Breve
descrizione del
fenomeno e sua
spiegazione .
VIDEO
AUDIO
Titoli di testa in animazione
con logo dell’Istituto
Piani sugli strumenti e sullo
studente che la presenta.
(Musica?)
2 cannocchiali
2 scale graduate
1 galvanometro
1 generatore di fascio laser
“Nel 1826 il fisico tedesco
Johan Christian Poggendorff
introdusse il metodo di lettura
della leva ottica per misurare
piccoli spostamenti angolari
dell’equipaggio mobile di
alcuni strumenti di misura,
come il galvanometro di
Nobili”.
Il metodo può essere utilizzato
con un sistema cannocchiale e
scala o con un semplice
meccanismo di proiezione
Piano del secondo studente,
disegni sui fenomeni oppure
animazioni
Voce del secondo ragazzo
prima in campo poi fuori.
Voce in presa diretta del
ragazzo.
“ Il dispositivo tramite
cannocchiale e scala traguarda
la scala..
Col secondo, invece,
l’immagine di una sorgente
luminosa, nel nostro caso un
fascio laser, viene riflessa
dallo specchietto fissato sul
galvanometro e proiettato sulla
scala graduata.
Se l’equipaggio mobile , e
quindi lo specchietto ruota di
un angolo , la visuale dallo
specchio alla scala ruota di
2”
“La distanza , letta sulla scala ,
tra la posizione iniziale A e la
posizione finale B, è , per
piccoli angoli, proporzionale a
 e la costante di
proporzionalità è data, se
l’angolo è misurato in radianti,
dal doppio della distanza tra
specchio e scala”
4. Esecuzione del Esecuzione dell’esperimento.
fenomeno.
Sempre il primo studente (?)
“Al fine di evidenziare meglio
il metodo di lettura, in luogo
del galvanometro poniamo ,
alla distanza di 1 metro, uno
specchio che simula
l’equipaggio mobile .
Inviamo il fascio di luce laser
verso lo specchio e osserviamo
l’immagine di ritorno.
Quando lo specchio ruota di un
angolo molto piccolo,il metodo
di Poggendorff ci permette di
valutarne l’ampiezza pari a
AB/ 2=  radianti
8. Titoli di coda
Fermo immagine dello
strumento.
Scorrimento titoli di coda.