La sneakers che piace a russi e americani

Commenti

Transcript

La sneakers che piace a russi e americani
••
6
VENERDÌ 17 MAGGIO 2013
INIZIATIVA CNA-CARLINO
MAURA E GENNARINO
LA ‘SFIDA’
«VOGLIAMO CONTINUARE
A PORTARE IN ALTO IL NOME
DI NOSTRO PADRE»
PASSERANNO ALLA SECONDA
FASE LE DIECI AZIENDE CHE
RICEVERANNO PIÙ COUPON
La sneakers che piace
a russi e americani
‘Bruno Trotti’ a mille con il marchio ‘Lemaré’
IL PROSSIMO anno il calzaturificio ‘Bruno Trotti’ compirà sessant’anni. Al timone dell’azienda
oggi ci sono Gennarino e Maura
Trotti, i figli di Bruno. Con gioia
e passione portano avanti una realtà familiare nata nel 1954 a Monte Urano dal padre e da Aldo Trotti. Negli anni ’70 ‘Bruno Trotti’
diventa uno dei centri produttivi
più importanti e grandi del Fermano. Dopo varie vicissitudini,
nel 2010 Gennarino e Maura si
mettono in proprio e iniziano il loro percorso di crescita che li ha
portati, nel giro di due anni, a un
ottimo successo a livello nazionale e internazionale.
«La supervisione di nostro padre
c’è sempre e la sua esperienza è
preziosissima – afferma Maura
Trotti –. Da un paio di anni è stato lanciato in tutto il mondo il nostro nuovo marchio Lemaré, il
cui nome deriva dall’amore che
abbiamo io e Gennarino per un
quartiere di Parigi». Una linea
molto apprezzata in Italia e
all’estero, soprattutto in Russia e
in America, dove le richieste sono
molto numerose e i contatti cre-
scono con il passare del tempo.
‘Bruno Trotti’ realizza una scarpa
da donna sportiva dedicata a una
fascia di età che va dai venti ai cinquant’anni. Il pezzo forte che ha
dato il la al successo del marchio è
stata la sneakers con la zeppa interna, andata letteralmente a ruba.
««Il nostro è un prodotto moda
100% made in Italy – sostiene
Gennarino Trotti –. Seguiamo il
trend del momento, ma abbiamo
anche le nostre linee. Usiamo so-
COUPON
Sorprese
per i lettori
ANCHE quest’anno la Cna
riserva delle sorprese ai lettori che invieranno il maggior numero di coupon seguendo le indicazioni riportate sullo stesso tagliando.
Il Carlino, al venerdì e sabato, presenta un’azienda artigiana, mentre i coupon sono pubblicati ogni giorno.
lo materiali di qualità lavorati rispettando l’ambiente. Viaggiamo
molto e dobbiamo ringraziare il
nostro rappresentante, Francesco
Viozzi, perché è una figura fondamentale per la nostra azienda. Siamo presenti alle fiere ed esposizioni più importanti come il Micam
di Milano e di Shangai, il White
di Milano e l’Obuv di Mosca».
Il calzaturificio vanta quindici dipendenti e tre impiegati. «Il nostro obiettivo è rimanere il più a
lungo possibile sul mercato con il
nostro marchio ‘Lemaré’, ma anche con gli altri prodotti – conclude Gennarino –. Per questo siamo
molto attenti e seguiamo con attenzione le mode del momento,
realizzando un prodotto curato
nei minimi particolari. Vogliamo
UNA STORIA DA CALZARE:
quella del Fermano
continuare per altri cento anni a
portare in alto il nome ‘Bruno
Trotti’»» Chissà, forse dopo la seconda generazione Trotti in futuro ce ne sarà una terza che continuerà a guidare il gioiello di famiglia.
Marco Zengarini
UNA SORPRESA
PER I LETTORI
CHE INVIERANNO PIÙ TAGLIANDI
NOME
Vota con il Carlino e la CNA la migliore
azienda artigiana associata del territorio:
COGNOME
CITTÀ
IL RESTO DEL CARLINO - LARGO VALENTINI 4 - 63900 FERMO
TEL. O CELL.
PROGETTO EUROCISS
Delegazione rumena
ricevuta nel Fermano
NELL’AMBITO del progetto comunitario Comenius Regio - Eurociss, la Provincia di Fermo, in
collaborazione con l’Istituto superiore “Mattei” di Amandola e l’associazione Euronet di Offida, ha
accolto la delegazione dei partner
rumeni di Timisoara, composta
da dirigenti scolastici, autorità e
docenti del distretto di Timis.
In occasione della festa dell’Europa, il 9 maggio è stato promosso a
San Benedetto del Trontol’evento finale del progetto Eurociss, incentrato sul tema della cittadinanza attiva e dei giovani, futuri cittadini di domani e riservato agli studenti delle scuole secondarie. Nel
programma della manifestazione,
oltre al momento celebrativo, ci
sono stati vari interventi di esperti del settore della mobilità europea e della cittadinanza attiva:
Giuseppe A. Trotta, consulente
Eures Regione Marche, Serena
Cappannini, consulente di Politiche Comunitarie, Stefano Campanari, presidente dell’associazione
Scambieuropei, Sole Cococcioni,
responsabile dell’Informagiovani
di Porto San Giorgio. Nella mattina del 10 maggio il tavolo di lavoro si è spostato all’Itc “Mattei” di
Amandola, dove i partner rumeni
sono stati accolti dall’assessore
provinciale alle Politiche Comunitarie, Adolfo Marinangeli, dalla
dirigente Paola Farina, da Giuliano Bartolomei e Andrea Mora
dell’associazione Euronet di Offida, e si è assistito ad una simulazione di una seduta del Parlamento europeo nel corso della quale
una classe di studenti è stata chiamata a rappresentare i 27 Stati
Membri e i gruppi politici presenti nel Parlamento europeo per discutere e legiferare su due temi di
attualità nelle commissioni parlamentari, nei riunioni dei gruppi
politici e nelle plenarie, con
l’obiettivo di far riflettere sul concetto di cittadinanza attiva e di far
crescere nelle nuove generazioni
la consapevolezza del loro essere
cittadini europei.