disinfezione delle acque. il potere degli uv

Commenti

Transcript

disinfezione delle acque. il potere degli uv
di Michela Carlino
Nei processi di sterilizzazione
delle acque l'adozione della tecnologia a raggi ultravioletti rappresenta un'alternativa economicamente valida e tecnicamente affidabile. I raggi UV, infatti, sono
in grado di distruggere in brevissimi istanti i microrganismi patogeni presenti nell'acqua, anche quelli che possono sopravvivere ad altri processi di trattamento (si pensi al criptosporidio nel caso del
trattamento con cloro). L'uso di
disinfettanti chimici per la sanificazione dell'acqua, invece, può
dar luogo alla creazione di forme
microbiche resistenti. L'utilizzo
della radiazione ultravioletta, inoltre, non ha conseguenze sul sapore, sull'odore e sulla limpidezza
dell'acqua e non dà origine a sostanze residue o sottoprodotti nocivi per la salute. L'assenza di sostanze chimiche aggiunte all' acqua fa sì che non vi siano eliminazioni di minerali benefici ed alterazioni chimiche ed organolettiche dell'acqua, eliminando anche
i pericoli di sovradosaggio. Ma
non è tutto. Le apparecchiature usate per la disinfezione con irraggiamento ultravioletto offrono in- .
fatti anche altri benefici: semplicità di installazione, bassi costi di
esercizio, minima manutenzione e
lunga durata nel tempo. Tali sistemi non necessitano di apposite licenze o autorizzazioni per l'esercizio ~ possono essere allineati alle più' recenti indicazioni delle
normative riguardanti la sicurezza, grazie anche al fatto che non
presentano parti esterne in movimento e non costringono a manipolare prodotti tossici o corrosivi.
L'acqua, infatti, viene fatta passare attraverso un impianto in cui
viene sottoposta ad irraggiamento
emanato da lampade a raggi UV
che, al semplice passaggio
dell'acqua, distruggono il DNA di
qualsiasi forma vivente. In particolare, i raggi UV-C hanno forte
effetto sui microrganismi (virus,
batteri, spore, funghi, muffe ed acari) e presentano la massima efficacia in corrispondenza della lunghezza d'onda di 253,7 nm. Grazie al principio fisico su cui si basa il loro potere germicida, i raggi
UV agiscono solo laddove c'è bisogno.
Gli sterilizzatori UV presentano
un ampio campo applicativo, dalle
acque primarie alle acque di scarico. Nel settore del trattamento
delle acque destinate al consumo
Hi.Tech Ambiente.
DISINFEZIONE
DELLEACQUE
Il
ter,
li
Gliapparecchi
cheutilizzanoiraggiultravioletti
assicurano
semplicità
di installazione
e d'utilizzo,
affidabilità
e bassicostigestionali
Vantaggi: l'irraggiamento delle acque con ultravioletti consente un' efficace sterilizzazione senza l' aggiunta di sostanze chimiche e pericolo di sovradosaggi
umano, ad esempio, la radiazione UV è adottata come soluzione alternativa all'utilizzo di clorocomposti, mentre nel settore
del trattamento delle acque di
processo è impiegata sia per recuperare acque contaminate prima del loro riutilizzo all'interno
del ciclo produttivo sia per affinare le acque sottoposte a standard qualitativi di particolare
severità (industria elettronica e
microelettronica, chimica, ecc.).
L'impiego dei raggi UV si sta i'noltre diffondendo sempre di
più per la debatterizzazione delle acque reflue, per il loro smaltimento controllato o per il riutilizzo irriguo dell'acqua depurata.
La tecnologia UV è utilizzata anche per tutti quei liquidi a basso
coefficiente di trasparenza e per
acque con carica salina, liquidi alimentari in genere e acque 'utiliz-
Numero 7 . Luglio/Agosto 2006
zate in cartiere e nel settore tessile, così come negli impianti di
condizionamento dell'aria e per la
fotolisi, ad esempio per la scomposizione di componenti organici
e in processi combinati con ozono
e acqua ossigenata.