ordinanza via del Mulino Sorbolo-1-fto

Commenti

Transcript

ordinanza via del Mulino Sorbolo-1-fto
COMUNE DI SORBOLO
(Provincia di Parma)
Sede legale: Piazza della Libertà, 1 - 43058 Sorbolo (PR)
Sede amministrativa: Via del Donatore, 2 - 43058 Sorbolo (PR)
Tel. 0521/669611
Fax 0521/669669
E-mail: [email protected]
Http://www.comune.sorbolo.pr.it
Partita IVA 00455610345
Ordinanza n. 7/2015
Prot. 1515
Sorbolo , 26 marzo 2015
OGGETTO: MODIFICA TEMPORANEA DELLA VIABILITA’ COMUNALE PER
COMPROMESSA SICUREZZA DELLA TRANSITABILITA’. CHIUSURA DI STRADA DEL
MULINO IN COMUNE DI SORBOLO (PR).
IL SINDACO
PREMESSO che in data odierna il protrarsi delle avverse condizioni metereologiche e delle ingenti
precipitazioni stanno portando all’esondazione di alcuni canali col conseguente allagamento di numerose
zone del territorio comunale;
DATO ATTO che è in corso l’allagamento di strada del Mulino in Comune di Sorbolo, ubicata in una zona
depressa del territorio comunale;
VISTO l’art. 108, comma 1, lett. c), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
VISTA la Legge n. 225/1992, ed in particolare l’art. 15;
RITENUTO pertanto necessario, al fine di salvaguardare la pubblica incolumità, interdire il traffico veicolare
e pedonale in Strada del Mulino in Comune di Sorbolo con decorrenza immediata e fino alla cessazione
della condizione di pericolo.
ESEGUITI gli accertamenti di legge e visti gli artt. 5, 6 e 7 del D.lgs. 285/1992 e s.m.i. recante nuovo codice
della strada i quali danno facoltà ai Comuni di stabilire obblighi, divieti e limitazioni alla circolazione dei
veicoli e l ’art. 7 del relativo regolamento approvato D.P.R. 495/1992, e s.m.i.;
VISTO l’art. 54, comma 4, del testo unico delle leggi sull’ordinamento delle autonomie locali approvato con
d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, ai sensi del quale il sindaco, quale ufficiale del Governo, adotta con atto
motivato provvedimenti, anche contingibili e urgenti nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento, al
fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità pubblica e la sicurezza urbana;
RICHIAMATO il Decreto del Ministero dell'Interno 5 agosto 2008;
VISTO il d. lgs. 14 marzo 2013, nr. 33 recante il riordino della disciplina riguardante gli obblighi di
pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni;
VISTO l’art. 35, comma2, e in particolare le lett. l) del vigente Statuto Comunale;
TUTTO quanto sopra visto, rilevato e considerato:
ORDINA
In strada del Mulino in Comune di Sorbolo l’istituzione immediata del divieto di transito a tutto il traffico
veicolare e pedonale, fino alla cessazione della condizione di pericolo;
***
Prescrizioni accessorie:
Nulla
Prescrizioni particolari:
1) Le disposizioni della presente ordinanza avranno validità soltanto nel periodo in cui la prescritta
segnaletica sarà installata e resa visibile;
2) I divieti e gli obblighi di cui alla presente ordinanza non si applicano ai veicoli adibiti ai servizi di Polizia,
Antincendio e Soccorso, ai veicoli dei Servizi Tecnici dell’ente e comunali, nonché a quelli specificatamente
autorizzati dall’ente e dagli organi di Polizia.
3) Di pubblicare il presente provvedimento ai sensi degli art. 23 e 42 del d.lgs. 14 marzo 2013 nr. 33.
4) L'apposizione della prescritta segnaletica dovrà effettuarsi a carico dell’ente, a norma dell'art. 6, comma 4,
lettera f, del D.lgs. n. 285/92.
La Polizia Locale, unitamente agli altri soggetti individuati dall’art. 12 del C.d.S. è incaricata del controllo
affinché venga data esecuzione alla presente ordinanza.
I trasgressori saranno puniti a norma di Legge.
----------------------------------------------------------------------------------------------Diritto di accesso e di informazione dei cittadini previsto dalla L. 7/8/1990, n. 241:
- Autorità emanante: Il Sindaco del Comune di Sorbolo
- Ufficio presso cui è possibile prendere visione degli atti: Ufficio Protezione Civile dell’Unione Bassa
Est Parmense
- Responsabile del procedimento: l’Ing. Valter Bertozzi
- Si avverte che, ai sensi e per gli effetti dell’art. 3, ultimo comma della legge 7 agosto 1990, n. 241,
contro la presente ordinanza potrà essere esperito ricorso al T.A.R. – sezione staccata di Parma – ovvero
al Capo dello Stato entro, rispettivamente, 60 e 120 giorni dalla sua notificazione.
-----------------------------------------------------------------------------------------------
Il Sindaco
Nicola Cesari
(documento firmato digitalmente)