Eterno ritorno

Commenti

Transcript

Eterno ritorno
Davide Guidetti 5^B
L’eterno ritorno
Mazzino Montinari
Divisione in paragrafi
1→5: Nietzsche non dà una definizione riguardo la teoria dell’eterno ritorno
5→20: Teoria più convincente sull’eterno ritorno secondo l’interpretazione di Montinari
21→27: Eterno ritorno è negazione del divenire ed eternizzazione dell’attimo
27→31: Nietzsche non dà una formulazione convinta del suo pensiero
31→34: Messaggio probabile che Nietzsche rivolge agli individui
34→37: Cfr. Tra chi crede nell’eterno ritorno e chi no
38→40: Come eternizzare l’attimo
40→42: Conseguenze dell’eterno ritorno
43→63: Il senso dell’oltreuomo sta nell’eterno ritorno
63→fine: Nascita delle tragedia e Così parlò Zarathustra affrontano in modo diverso il
problema sull’esistenza
Riassunto
L’eterno ritorno secondo l’interpretazione di Montinari è 1)negazione del divenire e 2)
eternizzazione dell’attimo. Il messaggio che Nietzsche trasmette all’uomo è quindi di vivere
in modo da poter desiderare di rivivere la stessa vita infinite volte.
Seguendo questo comandamento l’uomo imprime alla sua vita l’impronta dell’eternità, come
se plasmasse un’opera d’arte che per sempre rimarrà tale. In tal modo non vive una vita
fugace, come fa colui che non crede nell’eterno ritorno.
Conseguenza inevitabile dell’eterno ritorno è la fine di ogni teleologia poiché l’universo
perde ogni fine morale ed estetico.
Nel rapporto con l’eterno ritorno si può capire il senso dell’oltreuomo: egli infatti è l’uomo in
grado di dire sì alla vita così com’è, in eterna ripetizione.
L’eterno ritorno visto in questa prospettiva viene visto com’era nella mente di Nietzsche,
ovvero non un surrogato di religione. Allo stesso modo l’oltre uomo visto nel rapporto con
l’eterno ritorno, ovvero non è un prototipo di una razza di padroni. Sono entrambi concetti
limite che subentrano nel momento in cui si arriva alla «morte di Dio».
La teoria sull’eterno ritorno vanifica il problema della giustificazione dell’esistenza:
diversamente dalla Nascita della tragedia, lo Zarathustra con l’eterno ritorno afferma
l’eternizzazione del carattere terrestre e immanente della vita.
Qual è la posizione di Nietzsche sull’eterno ritorno, secondo
Montinari?
Secondo Montinari, la posizione di Nietzsche sull’eterno ritorno prevede la teorizzazione del
tempo come negazione del divenire e come eternizzazione dell’attimo. Il messaggio che
Nietzsche vuole trasmettere agli uomini è di vivere in modo da poter desiderare di rivivere la
stessa vita per l’eternità. L’eterno ritorno visto in questa prospettiva viene visto com’era nella
mente di Nietzsche, ovvero non un surrogato di religione.
Qual è il nesso che lega le teorie dell’eterno ritorno e del
superuomo?
Il superuomo (o meglio oltreuomo) non è altro che l’uomo il quale è in grado di dire sì alla
vita così com’è e di accettarla nella sua ripetizione eterna.