Classe Prima FEc

Commenti

Transcript

Classe Prima FEc
I. T. C. G.
“ E. Fermi”
PONTEDERA (PI)
ANNO SCOLASTICO 2012/2013
Classe Prima FEc
docente Concepción Marrón Criado
Pontedera 12 Ottobre 2012
FINALITÀ FORMATIVE, OBIETTIVI E CRITERI DIDATTICI
L’insegnamento della lingua spagnola contribuisce, assieme alle altre discipline appartenenti
all’area dell’educazione linguistica, allo sviluppo della personalità dell’allievo. Esso favorirà la
formazione umana, sociale e culturale dell’allievo grazie al contatto con una diversa realtà culturale,
e dal confronto tra questa, la propria e quella degli altri paesi di cui è venuto a conoscenza l’allievo
acquisirà una maggiore consapevolezza della propria identità culturale, e svilupperà atteggiamenti
di rispetto, se non di condivisione, nei confronti degli aspetti caratterizzanti le altre culture. La
riflessione sul linguaggio concorrerà al potenziamento delle modalità generali del pensiero e
l’approfondimento della lingua sarà finalizzato all’acquisizione di una competenza comunicativa
che metta l’alunno in grado di interagire in modo appropriato al contesto.
Si perseguiranno i seguenti obiettivi trasversali:
1. assiduità e diligenza nelle attività scolastiche:
portare a scuola il materiale necessario e i compiti eseguiti;
avere costanza nello studio;
avere rispetto degli oggetti propri e altrui;
dimostrare ordine e precisione in ogni attività;
potenziamento di un efficace metodo di studio e della capacità di organizzare razionalmente e
coerentemente il lavoro.
2. attenzione e partecipazione:
interesse per luoghi, persone, fenomeni, situazioni;
capacità di ascolto e di intervento in modo pertinente.
3. stabilire rapporti positivi con gli altri:
dimostrare sensibilità verso i bisogni dei compagni e verso i problemi sociali;
dimostrare spirito di collaborazione e solidarietà;
dimostrare apertura e flessibilità, disponibilità all’ascolto e al dialogo, anche di fronte ad
opinioni diverse dalla propria.
Strategie da attivare e strumenti da utilizzare per il loro perseguimento nell’anno scolastico
controllo e registrazione periodica dei compiti assegnati
responsabilizzazione mediante colloqui e scambi di idee (prevediamo qualche forma di
penalizzazione come registrazione delle inadempienze, di cui terremo conto nella valutazione,
come pure qualche nota di merito per rafforzare i comportamenti positivi evidenziatasi al
controllo).
predisposizione di attività che stimolino l’interesse; sottolineare i contributi positivi,
gratificando gli allievi.
proposta di letture con analisi, confronti, affinché l’allievo diventi consapevole dell’identità
culturale di cui è portatore e di quella di cui sono portatori altri (singoli o collettività);
organizzazione di attività da eseguire in coppia o gruppo non fisso.
Si perseguiranno i seguenti obiettivi cognitivi di rilevanza interdisciplinare:
Comprensione ed applicazione
saper cogliere l’essenziale di una comunicazione (lessico - strutture)
saper ricavare informazioni esplicite (principali e secondarie)
saper ricavare informazioni implicite
saper produrre messaggi semplici usando un linguaggio appropriato ed adeguato al contesto
Analisi e sintesi
saper individuare gli elementi costitutivi di un fenomeno
data una serie di fenomeni, saper individuare gli elementi comuni e la regola
data una regola, saperla applicare ad altri casi
saper trasferire ad altri campi abilità e conoscenze apprese
Obiettivi relativi alla disciplina
Ci si propone di favorire:
la competenza comunicativa
la riflessione sulle strutture linguistiche
l’ampliamento degli orizzonti umani, culturali e sociali degli studenti tramite la conoscenza di
realtà socio-culturali diverse
Le finalità e gli obiettivi descritti verranno perseguiti facendo ricorso a un metodo per
l’insegnamento della L3 che privilegia l’approccio funzionale-comunicativo e coinvolge in prima
persona l’allievo chiamandolo a partecipare consapevolmente e attivamente al conseguimento degli
obiettivi espliciti e condivisi. L’alunno sarà inoltre chiamato a migliorare, con l’aiuto
dell’insegnante, strategie di apprendimento valide ed efficaci. L’attività didattica è svolta quasi
esclusivamente in lingua straniera: qualche eccezione è concessa, se necessaria alla comprensione.
La riflessione sulla lingua e sulle norme che la governano è condotta prevalentemente in L1, perché
il livello delle classi non permette una scelta diversa, tuttavia faremo in modo che gli alunni
acquisiscano un lessico specifico in L3, introducendolo gradualmente nelle spiegazioni
grammaticali.
Gli alunni sono sempre informati su cosa viene loro richiesto e a quale scopo, quali debbano essere
le loro prestazioni per essere considerate accettabili. Questo al fine di favorire il processo di
autovalutazione. In ogni occasione di valutazione, l’insegnante fornisce una breve motivazione,
affinché agli alunni risultino chiari i criteri che vengono usati.
La lingua viene fatta acquisire in modo operativo ed i messaggi assolvono a precisi obiettivi di
comunicazione. Le quattro abilità saranno sviluppate sia separatamente sia in modo integrato.
Per la comprensione orale, oltre al materiale che correda i testi in adozione, saranno usate anche
cassette audio e CD (semiautentiche o autentiche), il cui lessico non sia necessariamente noto,
opportunamente selezionate e graduate.
Sarà potenziata la competenza di lettura e comprensione dei testi scritti, raggruppati secondo
tipologie testuali. Le attività di anticipazione, di comprensione globale ed analitica portano l’allievo
a scoprire l’organizzazione e la struttura di un testo, consentendogli di produrre un testo analogo
(attività di “parallel writing”).
La produzione orale sarà favorita da attività comunicative da svolgersi con l’insegnante, in coppia o
in piccolo gruppo.
La correzione dell’errore verrà fatta tempestivamente ma senza interrompere l’enunciato; gli
interventi di correzione e consolidamento avranno come oggetto le scorrettezze fonetiche e di
intonazione, grammaticali e lessicali che rendono incomprensibile o funzionalmente inadeguato il
messaggio.
Seguirà poi la produzione scritta, volta all’acquisizione dell’abilità di redigere semplici testi di vario
tipo. La riflessione sulla lingua sarà fatta con il metodo induttivo e prenderà in esame gli aspetti
fonologico, semantico, morfosintattico, pragmatico.
Sarà sempre evidenziato il legame stretto tra lingua e civiltà e sarà favorito il confronto tra la nostra
cultura e quella del paese straniero in cui si parla la lingua insegnata.
Scelta di un percorso pluridisciplinare
Viene concordato dal consiglio di classe un percorso multidisciplinare legato all’indirizzo, in grado,
possibilmente, di dare allo studente della classe prima una prospettiva della propria formazione, del
suo profilo in uscita, del legame con il territorio e con il mondo del lavoro. Si decide di individuare
un progetto semplice che coinvolga varie discipline e che possa essere proposto a due classi prime
(1D e 1F).
Il progetto che possiamo nominare “Quanto sei ecologico” consisterà nel far prendere coscienza del
nostro contributo per conservare e migliorare il mondo, attraverso il riciclaggio e il consumo
responsabile.
Gli studenti saranno coinvolti in tutte le fasi della realizzazione del progetto, che si articolerà in
varie fasi che coinvolgeranno quasi tutte le discipline.
Le lingue straniere consegneranno al inizio del corso, un elenco in lingua delle “norme di
convivenza in classe”. E, anche, coinvolgeranno agli studenti alla realizzazione di un “diario del
fine di settimana” nelle rispettive lingue.
VERIFICHE E VALUTAZIONI
Per il trimestre vi saranno almeno due prove strutturate e una valutazione orale nel pentamestre
invece le verifiche scritte saranno almeno tre e due orali che terranno conto di: comprensione,
pronuncia e intonazione, lessico, correttezza grammaticale, funzioni e registro, fluenza e sforzo di
comunicare. Le abilità orali avranno come argomento principale la descrizione delle attività di
rutine degli allievi e parlare dei propri interessi. Le verifiche saranno utilizzate non solo come
mezzo di valutazione, ma anche di autocorrezione dell’errore.
Verifica formativa
Questo tipo di verifica permetterà una rilevazione
insegnamento/apprendimento.
Verifica continua, informale, attraverso:
il controllo dei compiti assegnati per casa
l’osservazione sistematica delle attività svolte in classe
dei
dati
sul
processo
di
Verifica sommativa
Questa verifica sarà rivolta alla misurazione dell’apprendimento al termine di un frammento
significativo del processo (di un’unità didattica o di un modulo). Tale valutazione diventerà anche
strumento per esprimere in modo formale giudizi sugli studenti e per attribuire voti.
Gli strumenti per la verifica saranno di più tipi, da scegliere a seconda del momento e del genere di
obiettivo didattico da verificare.
Esempi di tipologia:
Test oggettivi strutturati e semistrutturati per misurare la conoscenza e la comprensione scritta
Questionari ed esercizi a risposta aperta per misurare le abilità produttive scritte
Brevi colloqui orali per misurare la capacità di comprensione e le abilità comunicative orali
Dialoghi e role-play a coppie o in piccolo gruppo
Per le prove orali, saranno inoltre valutati i brevi interventi dal posto, sia spontanei che sollecitati o
guidati, che saranno effettuati continuamente per il controllo in itinere del processo di
apprendimento e che saranno quantificati periodicamente.
ATTIVITA’ DI RECUPERO E SOSTEGNO
Verranno attivate varie modalità di recupero e sostegno:
Recupero in itinere in classe
Tecniche di lavoro cooperativo a gruppi
Lavoro supplementare a casa
Percorsi individualizzati a seconda delle esigenze
STRUMENTI DI LAVORO
Libri di testo, testi di consultazione quali dizionario monolingue e bilingue, fotocopie, CD,
videocassette, DVD, CD-ROM. Uso costante del registratore in classe e/o del laboratorio
linguistico.
PREDETERMINAZIONE DELLE CORRISPONDENZE TRA VOTI E LIVELLI DI
CONOSCENZA E ABILITA’
VOTO
10
9
8
7
6
5
4
3
2
1
GRIGLIA DI VALUTAZIONE (esposizione orale/dibattito/produzione libera)
“PERFORMANCE"ALUNNO
Utilizza la lingua in modo esperto. Ha piena padronanza della lingua: la sua produzione
orale è ordinata in modo logico, pertinente, accurata, scorrevole e contiene una vasta
gamma di vocaboli appropriati all’argomento. L’alunno comprende tutto quello che gli
viene detto.
Utilizza la lingua molto bene. Ha piena padronanza della lingua, con qualche
imprecisione di tipo non semantico. La sua produzione orale è ordinata in modo logico,
pertinente, accurata, scorrevole e contiene vocaboli appropriati all’argomento. La
comprensione può non essere sempre immediata in situazioni sconosciute.
Utilizza la lingua bene. Ha una padronanza operativa della lingua. E’ in grado di gestire
bene un linguaggio complesso in modo non sempre completamente pertinente. E’
scorrevole ma con qualche pausa. Fa lievi errori ed è spesso in grado di correggersi da
solo.
Utilizza la lingua in modo competente. Ha un discreto controllo della lingua malgrado
qualche imprecisione. Sa usare e comprendere la lingua in situazioni conosciute.
Utilizza la lingua in modo modesto. Ha un controllo parziale della lingua. Comprende
globalmente il messaggio e lo trasmette, anche se con errori. È in grado di gestire una
conversazione semplice usando vocaboli semplici e ripetuti in situazioni conosciute.
Utilizza la lingua in modo limitato. La competenza di base si limita a situazioni
semplici. Ha problemi con la comprensione e nell’espressione orale dovuti a diffusi
errori morfosintattici e a un vocabolario ristretto. Non è in grado di usare un linguaggio
complesso.
Utilizza la lingua in modo molto limitato. Comprende e riproduce soltanto dei brevi
messaggi su argomenti conosciuti. Gli errori sono così frequenti e/o gravi da impedire
che il messaggio passi, pertanto la comunicazione è lacunosa. Ha un bagaglio di vocaboli
molto limitato. Spesso interrompe con la lingua 1.
Utilizza la lingua in modo intermittente. Non vi è una vera e propria comunicazione. Dà
informazioni usando parole e/o frasi sparse soltanto in situazioni conosciute e per
soddisfare bisogni immediati. Ha grosse difficoltà con la comprensione. Spesso
interrompe con la lingua 1 oppure ”inventa” la lingua usando L1.
Non utilizza la lingua a scopi comunicativi. Conosce soltanto qualche parola e la usa
mescolandola con la lingua 1. Non comprende anche il messaggio viene riformulato in
altri modi.
Non ci sono informazioni per la valutazione.
Griglia di valutazione comprensione e produzione scritta
LIVELLO
ACQUISIZIONE
CONOSCENZE
APPLICAZIONE
CONOSCENZE
RIELABORAZIONE
CONOSCENZE
Assolutamente
insufficiente
Voto 1-2
Non esegue compiti
anche semplici;
presenta gravissime
lacune di base; non fa
progressi
La capacità di
applicazione delle
conoscenze è nulla o
quasi nulla
La capacità di rielaborare le
conoscenze possedute è nulla
o quasi nulla
Gravemente
insufficiente
Voto 3
Possiede conoscenze
assai limitate e
disorganiche
Applica le conoscenze
commettendo
frequenti e gravi
errori
Non sa rielaborare le proprie
conoscenze quasi mai
Decisamente
insufficiente
Voto 4
Possiede conoscenze
frammentarie e
superficiali
Applica le conoscenze
commettendo gravi
errori
Rielabora le proprie
conoscenze con notevole
difficoltà, con gravi errori
morfosintattici e/o lessicali
Insufficiente
Voto 5
Possiede conoscenze
lacunose e/o
approssimative
Applica le conoscenze
commettendo errori
non gravi ma
frequenti
La rielaborazione delle
conoscenze è limitata e poco
autonoma, anche a livello
morfosintattico e lessicale.
Sufficiente
Voto 6
Possiede conoscenze
essenziali
Applica le conoscenze
possedute senza
commettere errori
gravi e/o frequenti
Rielabora in modo abbastanza
autonomo le conoscenze
possedute, con sporadici
errori morfosintattici e/o
lessicali
Discreto
Voto 7
Possiede conoscenze
appropriate
Applica
adeguatamente le
conoscenze possedute
Rielabora in modo autonomo
le conoscenze possedute,
utilizzando un linguaggio
semplice ma sostanzialmente
corretto
Buono
Voto 8
Possiede conoscenze
approfondite ed ampie
Applica efficacemente
le conoscenze
possedute
Rielabora in modo autonomo
ed efficace le conoscenze
possedute, senza errori di
rilievo
Ottimo
Voto 9 - 10
Possiede conoscenze
complete ed
approfondite
Applica le conoscenze
possedute con
efficacia e in ogni
circostanza
Elabora le conoscenze
possedute con sicura
autonomia ed apprezzabile
efficacia, utilizzando con
padronanza i vari registri della
lingua
ATTIVITA’ DISCIPLINARE
LIVELLI DI PARTENZA
Modalità di osservazione per la rilevazione, se effettuata:
La Classe 1FEc dell’indirizzo turistico, costituita da 27 allievi, inizia lo studio dello
spagnolo come seconda lingua a partire dal corrente anno scolastico tranne 9 alunni, che ha
studiato la suddetta disciplina alla Scuola Secondaria di primo grado. Trattandosi, dunque,
per la maggior parte di allievi principianti, non ho somministrato alla classe alcun test scritto
di ingresso.
Livelli rilevati
Come già affermato prima, la classe 1FEc è per 2/3 formata da alunni principianti, che
cominciano quest’anno a studiare la suddetta disciplina. In questo primo
mese del presente anno scolastico la classe appare nel complesso motivata ed
interessata allo studio dello spagnolo.
Tipologie di intervento previste per colmare le lacune rilevate:
Per il momento gli alunni non manifestano difficoltà particolari. Qualora in seguito si
presentassero difficoltà, si interverrà attraverso attività ben mirate di ripasso,
consolidamento e rinforzo linguistico-grammaticale, al fine di colmare tutte le lacune che si
presentino.
RIPARTIZIONE DEL PROGRAMMA
Libro di testo utilizzato: Sanagustín Viu, Pilar, ¡Buena suerte! , Vol. 1, Lan g,
Milano, 2010. Saranno svolte le unità 0-1-2-3-4-5.
MODALITA’ DI CONDUZIONE DEI MODULI
gioco di ruolo
dialoghi aperti
lavoro individuale, di gruppo e a coppie
interazione docente/discente
interazione discente/discente
ascolto di materiale audio e video
lettura e comprensione di brani
Contenuti
Contenuti
Contenuti
Contenuti
Contenuti
PROGRAMMAZIONE MODULARE
lessicali = Palabras útiles.
comunicativi = Situaciones
fonetici = Pronunciación y ortografía.
grammaticali = La gramática.
culturali = La guía.
N°
T e mp i
¡Buena suerte! Vol. 1
0
¡Empezamos!
1
¡Bienvenidos a Madrid!
CONTENUTI
¡Entra en el mundo del español!
El alfabeto
5
En el aula
ore
Contenuti lessicali: Países y
nacionalidades; los números de 0 a 50; los 16
ordinales; los meses del año y los días de ore
la semana.
Contenuti comunicativi: Saludar y
despedirse; pedir y dar información
personal; preguntar y decir la fecha;
deletrear.
Contenuti fonetici: Sonidos; signos de
interrogación y exclamación.
Contenuti grammaticali: Pronombres
personales; tratamiento formal e informal;
verbos llamarse, tener, ser y estar;
artículos determinados e indeterminados;
género y número.
Contenuti culturali: España; Turismo;
Lenguas; Arquitectura; Geografía.
Produzione della lingua orale e scritta
La presentación. Saber preguntar y responder
a infor maciones y datos personales.
2
¿Cómo es tu familia?
Contenuti lessicali: La familia; aspecto
físico; carácter; estado de ánimo.
Contenuti comunicativi: Presentarse y
presentar a alguien, responder a una
presentación; identificar a alguien;
describir el aspecto físico y el carácter.
Contenuti fonetici: Las letras c y z; la
letra ch; la letra x.
Contenuti grammaticali: El presente de
indicativo regular; los posesivos; los
interrogativos; contraste ser/estar.
Contenuti culturali: Madrid; Un viaje por
la ciudad; La noche madrileña; Una
ciudad… ¡varios equipos de fútbol!; La
Familia Real; Madrid en el mundo.
Produzione della lingua orale e scritta
Describir física y caracterialmente a si mismo
y a la familia. Las profesiones
18
ore
3
¿Cómo es tu casa?
Contenuti lessicali: La casa; la habitación;
formas y materiales.
Contenuti comunicativi: Hablar de la casa; 18
preguntar e indicar existencia; describir
ore
objetos; preguntar y localizar objetos;
palabras para localizar.
Contenuti fonetici: Las letras g/j; gue, gui
y que, qui; las letras y/ll.
Contenuti grammaticali: El presente de
indicativo irregular; contraste hay/estar;
los demostrativos; los demostrativos
neutros; Aquí, ahí, allí.
Contenuti culturali: Cataluña; Barcelona;
Literatura e historia… en Barcelona; Dos
torresy un pez; Arquitectura.
Produzione della lingua orale e scritta
Describe tu casa/piso y tu dor mitorio.
4
¿Qué haces cada día?
Contenuti lessicali: El instituto, notas y
asignaturas; acciones habituales; tareas
domésticas.
Contenuti comunicativi: Describir la
jornada; hablar de acciones habituales;
preguntar y decir la hora; hablar de
horarios; pedir prestado y responder.
Contenuti fonetici: Las letras r y rr; las
letras b y v; ausencia de pausa entre
palabras.
Contenuti grammaticali: Verbos
reflexivos; marcadores de frecuencia;
referencias temporales; pronombres de
OD; mucho, demasiado, bastante, poco;
por/para.
Contenuti culturali: Andalucía; Al Andalus; Lugares mágicos del Sur;
Festival de los Patios Cordobeses; El
Flamenco; La Feria de Abril.
Produzione della lingua orale e scritta
La rutina semanal
18
ore
5
¿Qué ropa te gu sta?
Contenuti lessicali: La ropa; los colores;
18
los números de 51 en adelante.
ore
Contenuti comunicativi: Expresar gustos y
manifestar acuerdo o desacuerdo; hablar
de preferencias; hablar de tejidos, tallas,
precios; identificar a una persona; hablar
de un pasado reciente.
Contenuti fonetici: La sílaba tónica; la
tilde; palabras agudas.
Contenuti grammaticali: Los verbos gustar
y encantar; mucho/muy; participios; el
pretérito perfecto; marcadores temporales
con pretérito perfecto; estar+gerundio.
Contenuti culturali: Galicia; Para conocer
Galicia; Santiago de Compostela.
Produzione della lingua orale e scritta
Representar un diálogo para comprar
alguna prenda en una tienda
ACENTOS
Le regole degli accenti e tipi di parole raggruppate per l’intonazione;
agudas, graves, esdrújulas... hiatos, monosílabos con tilde...
5 ore
La Navidad
en España
(canto de
villancicos)
Las costumbres navideñas: La Nochebuena y La Navidad. Los dulces y
platos típicos de las fiestas. La loteria del “gordo” y la del “niño”, los
adornos navideños, los villancicos y el aguinaldo, el día de los
“santos inocentes”, La Nochevieja (la tradicción de las uvas y
la Puerta del Sol). La cabalgata, Los reyes Magos ...
2 ore
Unità/Moduli
0. ¡Empezamos!
1. ¡Bienvenidos a
Madrid!
Obiettivi
Deletrear.
Los saludos
Las despedidas
La presentación.
Saber preguntar y
responder a
infor maciones y
datos personales
(nacionalidad,
profesión,
dirección, edad,
aficiones,
teléfono, estado
civil...)
Conocer los
obj etos del aula
Metodologie
lavoro individuale,
di gruppo e a
coppie
interazione
docente/discente
interazione
discente/discente
ascolto di materiale
audio e video
lettura e
comprensione di
brani,
lezione frontale
Tempi di
realizzazione
5 ore
16 ore
2. ¿Cómo es tu
familia?
3.¿Cómo es tu
casa?
4.¿Qué haces cada
día?
Describir física y
caracterialmente a
si mismo y a la
familia.
Las profesiones
Describir la casa o
piso donde se vive.
Describir el
dormitorio.
Localizar los
objetos
Describir y hablar
de la rutina semanal
personal.
Los horarios.
El instituto, las
notas
Las asignaturas.
lavoro individuale,
di gruppo e a
coppie
interazione
docente/discente
interazione
discente/discente
ascolto di materiale
audio e video
lettura e
comprensione di
brani,
lezione frontale
lavoro individuale,
di gruppo e a
coppie
interazione
docente/discente
interazione
discente/discente
ascolto di materiale
audio e video
lettura e
comprensione di
brani,
lezione frontale
lavoro individuale,
di gruppo e a
coppie
interazione
docente/discente
interazione
discente/discente
ascolto di materiale
audio e video
lettura e
comprensione di
brani,
lezione frontale
18 ore
18 ore
18 ore
5.¿Qué ropa te
gusta?
Representar un
diálogo para
comprar alguna
prenda en una
tienda
gioco di ruolo
dialoghi aperti
lavoro individuale,
di gruppo e a coppie
interazione
docente/discente
interazione
discente/discente
ascolto di materiale
audio e video
lettura e
comprensione di
brani
18 ore
DESCRITTORI DI COMPETENZA IN USCITA MODUL1
Produzione della lingua orale e scritta
1. La presentación: Sabe preguntar y responder a infor maciones y datos personales.
Sabe deletrear y conoce los obj etos del aula
2. Sabe describirse física y caracterial mente a si mismo y a la familia. Las profesiones .
3. Sabe describir la casa/ piso donde vi ve y su dor mitorio. Sabe localizar los obj etos.
4. Sabe describir y hablar de l a rutina semanal personal.
5. Sabe representar un diálogo para comprar alguna prenda en una tienda
6. Conoce la tradición de la Navi dad en España.
7. Conoce las reglas de la acentuación y la pronunciación de la lengua spagnola.
10 Ottobre 2012
La docente:
Concepción Marrón Criado