Informazioni generali

Commenti

Transcript

Informazioni generali
Comunicato Stampa
29/11
Easyviaggio.com: Non è un cinque stelle il miglior hotel di New York
Il London NYC, superlativo quattro stelle, guida la classifica degli hotel della Grande Mela con
una valutazione EasyEsperti di 9.0/10. Il panorama alberghiero della metropoli statunitense si
conferma di altissimo pregio, con un’offerta straordinariamente ampia e livellata verso l’alto per
qualità.
Ottobre 2011 – Secondo la redazione di Easyviaggio.com,
il miglior hotel di New York non è un cinque stelle: il
London NYC (****), tra la 6a e la 7a avenue, a ridosso di
Central Park e di Times Square, si guadagna infatti il primo
posto nella classifica stilata dal sito con uno splendido
9.0/10. Tra i punti forti dell’hotel spiccano eleganza,
comfort e lusso. “Se il London NYC fosse una persona –
dichiara Veronica Maiella, caporubrica - avrebbe
indubbiamente un carattere sicuro di sé, elegante e
modesto. Uno di quegli individui che, forse, non faranno
mai parte dell’élite, ma che in realtà neppure lo desiderano. Il London NYC è davvero uno dei nostri
alberghi preferiti in assoluto”. Questo hotel possiede tutti i punti forti di un hotel di lusso cinque
stelle, come il Pierre o il Four Seasons, ma senza i prezzi esorbitanti di simili indirizzi di categoria
più alta. Il London NYC gode di una posizione perfetta e sfoggia uno degli arredi più eleganti
dell’intera città. Il ristorante interno è diretto dal celebre chef scozzese Gordon Ramsay.
La cucina è uno dei punti di forza anche del New York Palace Hotel, secondo classificato con
8.9/10: magnifico 5 stelle con la sua vista mozzafiato, è storicamente uno degli alberghi più belli
della città. Al suo interno ospita il GILT: grazie alla genialità del suo chef, il giovane Justin Bogle, si
è recentemente meritato 2 stelle sulla prestigiosa guida Michelin. Sul gradino più basso del podio
(occupato quindi nella sua interezza da alberghi della categoria “Lusso”) sale il Jumeirah Essex
House, tempio newyorkese dell’art déco, costruito negli Anni Trenta e recentemente restaurato
da un gruppo alberghiero con sede a Dubai. Affacciato su Central Park, questo 5 stelle (8.75/10 la
valutazione) opera in stretta collaborazione con numerosi artisti, tra i quali il coreano Atta Kim e
l'americano Mark Innerst, entrambi residenti all'interno dell’hotel stesso.
Il podio ha, per definizione, solo tre posti: ma il panorama alberghiero newyorkese è davvero
ricchissimo e propone tanti altri indirizzi straordinari. Per esempio, i pochi fortunati che avranno
occasione di pernottare nell’iperesclusivo Soho House (categoria “Fascino”) ne rimarranno
conquistati: un tempo mattatoio nel malfamato quartiere di Meatpacking District (zona
attualmente molto à la page), oggi questo cinque stelle si distingue per l’eleganza dei suoi arredi,
tra i quali è impossibile non citare la moquette in mezzo ai corridoi in parquet e gli ascensori
Chesterfield capitonné – elementi che gli sono valsi 8.5/10 punti Easyviaggio. Non è da meno il
lussuoso 5 stelle Mercer (categoria “Famiglia”), sempre a SoHo, un tempo anonimo magazzino di
un quartiere non ancora alla moda, oggi albergo tra i più glamour della città. Merito forse del
designer Christian Liaigre, che ha disegnato la hall e altri particolari di questo peculiare hotel,
valutato 8.4/10. Nel Meatpacking District si trova anche lo Standard (8.35/10, categoria
“Fascino”), tra i cui punti forti non si può non citare la straordinaria vista sul fiume Hudson.
Parlando di vista straordinaria, ecco un hotel affacciato direttamente su Central Park: il Parker
Méridien (categoria “Sport & Forma”). È un 4 stelle che, oltre a possedere una delle palestre più
attrezzate di tutta la città, può vantare il ristorante Norma’s, celebre per le sue colazioni servite
fino alle tre del pomeriggio: i succulenti brunch del Norma’s hanno vincono regolarmente il titolo
di Best New York Breakfast assegnato dalla rivista “New York Magazine”. La redazione di
Easyviaggio ha assegnato al Parker una valutazione pari a 8.15/10. Stesso voto ottenuto dallo
Strand (categoria “Sport & Forma”), concepito dal celebre architetto newyorkese Gene Kaufman
in vetro e metallo, che ha saputo creare un sapiente mix di antico e moderno. Questo 5 stelle si
trova in una zona centralissima, tra la 5a e la 6a avenue.
Un salto all’Hotel on Rivington (4 stelle, categoria “Fascino”, valutato 7.6/10) è utile per scoprire il
tocco di alcuni dei più grandi designer del mondo: India Mahdavi, architetto che opera a Parigi, è
responsabile della progettazione delle camere; Marcel Wanders, influente designer olandese, ha
realizzato l'entrata e il ristorante “[email protected]”, mentre la hall del primo piano è firmata
Piero Lissoni, architetto italiano attualmente molto in voga. L'edificio è stato disegnato da Todd
Schliemann, mentre gli interni sono il frutto della collaborazione tra il creatore delle scenografie
hollywoodiane Shawn Hausman e lo studio newyorkese Roman and Williams.
Anche nella Grande Mela un’ampia categoria di alberghi è in grado di garantire un soggiorno a
budget più contenuto dei precedenti, ma non per questo meno piacevole. È il caso, per esempio,
dell’Affinia Gardens (tre stelle, categoria “Famiglia”), hotel piacevole e tranquillo, sebbene
leggermente decentrato: ampie suite e un servizio in camera 24h con piatti provenienti da quattro
ristoranti del quartiere gli hanno permesso di ottenere un buon 7.25/10. Da provare anche l’Hotel
Flatotel (7.1/10, categoria “Famiglia”), in ottima posizione (vicino al MoMA e al Rockefeller
Center), un 3 stelle che può vantare un ambiente tranquillo, camere di insolita ampiezza e una
palestra situata all'interno di un duplex di vetro su due piani che sovrasta il Queens da un lato e il
New Jersey dall'altra – non a caso soprannominata “Sky Gym”. Un altro hotel del gruppo Affinia è
il Dumont (categoria “Sport & Firma”, 6.9/10), che si distingue per l'elegante Oasis Day Spa; la
palestra dispone di numerosi attrezzi con macchine cardio nonché di una sala per lo yoga e
spogliatoi con docce a vapore.
Parte del gruppo Easyvoyage.com, lanciato in Francia nel 2000 da Jean-Pierre Nadir, Easyviaggio.com
approda in Italia l’11 marzo 2008. Primo portale d’informazione e mediazione completamente dedicato al
turismo, Easyviaggio.com ha già raggiunto dei risultati molto importanti: 400 mila visitatori unici al
mese, più di 200 mila click rimandati ogni mese verso gli operatori e 800.000 abbonati alle newsletter.
Easyviaggio.com offre un approccio originale grazie alla combinazione di cinque elementi: forti contenuti
editoriali, comparazione tra le offerte del mercato (voli, circuiti, soggiorni, hotel), classificazione degli
hotel, community on-line e la newsletter con selezione di offerte speciali.
INFO:
www.easyviaggio.com, Twitter, Facebook
CONTATTO STAMPA:
Andrea Donna
Adam Integrated Communications - Corso Marconi, 33 Torino
www.adam.it - Tel. 011 668 75 50 - [email protected]