Visualizza CV - Università della Valle d`Aosta

Commenti

Transcript

Visualizza CV - Università della Valle d`Aosta
Prof. Piero Craveri
È nato a Torino il 2 gennaio 1938. Si è laureato nel giugno 1962 presso la Facoltà di
Giurisprudenza dell'Università di Roma, con una tesi sui 'giuristi previchiani', relatore il
professor Francesco Calasso, conseguendo il 110 e lode e la nomina, prima ad assistente
volontario, poi straordinario, poi ordinario presso la cattedra di storia del diritto italiano
della suddetta facoltà. La tesi pubblicata col titolo Note sulla scienza giuridica napoletana
nei secoli XVII e XVIII, sugli "Annali di storia del diritto" nel 1964, faceva seguito a
numerose rassegne e recensioni sulla stessa rivista, a cui nel l966 seguiva il saggio
L'inquisitio per turbam nelle sentenze del Parlamento di Parigi nel XIV e XV secolo. Nel
1966 è stato per un anno borsista del CNR a Parigi presso la sezione di ricerca storicogiuridica del CNR francese agli Archives Nationales, diretta dal professor Timbai. Nel 1967
pubblicava il volume, La redazione delle coutumes nella Francia del sec. XVI, nella collana
"Ius nostrum" dell'editore Giuffrè. Libero docente di diritto comune neI 1968, è stato nel
1970 incaricato di storia dei partiti politici presso l'università di Genova, nel 1973 di storia
delle istituzioni politiche presso l'università di Messina, nel 1975 della stessa materia
presso l'Istituto orientale di Napoli, nel 1978 di storia degli ordinamenti degli antichi stati
italiani presso la Scuola per archivisti e bibliotecari dell'Università di Roma. Professore
straordinario nel 1980, veniva chiamato dalla Facoltà di lettere dell'Università di Napoli a
coprire la cattedra di storia delle istituzioni parlamentari. Nel 1984 conseguiva l'ordinariato.
Attualmente è titolare della cattedra di storia contemporanea presso la Facoltà di Scienza
della formazione e della cattedra di storia del diritto italiano presso la Facoltà di
giurisprudenza dell'Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli, di cui è anche
membro del consiglio di amministrazione.
Nel 1977 era uscito presso la casa editrice il Mulino il volume, Sindacato ed istituzioni nel
secondo dopoguerra, frutto di nuovi interessi per la storia e il diritto sindacale, a cui seguì
una vasta attività pubblicistica ed anche scientifica, con note e saggi su il "Giornale di
diritto del lavoro e relazioni industriali" e su "Il diritto del lavoro", raccolti poi nel volume
Per una riforma del sistema di relazioni industriali, edito nel 1987 dall'editore Franco
Angeli. Tra il 1976 e il 1986 sarebbe stato, prima direttore dell'ufficio studi della UIL, poi,
sotto la presidenza Merloni, membro del consiglio scientifico della Confindustria, e avrebbe
tenuto la cattedra di "relazioni industriali" presso la Facoltà di scienze politiche della LUISS
di Roma. Ha tenuto lezioni come docente presso la Scuola di specializzazione in diritto del
lavoro della Facoltà di giurisprudenza di Napoli (nella stessa facoltà è stato incaricato un
anno del corso di diritto comune e un altro di quello di storia delle dottrine politiche). Nel
1982 è stato membro, con diritto di voto, del Fondo sociale europeo presso la
Commissione della Comunità europea a Bruxelles.
Nel 1983 era uscito il volume, Genesi di una costituzione. Il 1848 in Francia, presso
l'editore Guida. Gli interessi di studio si orientavano in quel periodo verso la storia
contemporanea: numerosi i saggi e le note e le recensioni su varie riviste. Dal 1975 è
redattore per la storia contemporanea presso il "Dizionario biografico degli italiani"
dell'Istituto dell'Enciclopedia italiana, per cui ha redatto la più parte delle maggiori voci del
'900. Nel 1995 usciva presso l'UTET, nella collana della "storia d'Italia", diretta da
Giuseppe Galasso, il volume, La Repubblica, 1959-1992.
Tiene annualmente un seminario presso l'Institut des études politiques di Parigi. E'
segretario del Comitato per l'opera nazionale di Benedetto Croce, per cui ha in corso di
pubblicazione la cura del volume, Materialismo Storico ed economia marxista. Ha inoltre
curato per l'Istituto di Studi Storici di Napoli due volumi del carteggio di B. Croce. E'
membro del consiglio di Amministrazione della Fondazione biblioteca B. Croce e del
consiglio direttivo della Società napoletana di storia patria.
E' stato nel 1978 membro del consiglio di amministrazione della biennale di Venezia e dal
1983 consigliere regionale della Campania, consigliere comunale di Napoli fino al 1992, e
nel 1987 senatore della Repubblica. Ha collaborato negli anni ai maggiori quotidiani e
settimanali italiani. Attualmente è, tra l'altro, collaboratore di 'La Repubblica", "Il Sole 24
ore", e di altre riviste e periodici.

Documenti analoghi