Sede IMA - New Page 1

Commenti

Transcript

Sede IMA - New Page 1
Sede IMA
Sede IMA
Sede infarto e derivazioni ECG
SEDE
DERIVAZIONE
CORONARIA
AnteroSettale
V1-V2-V3
Discendente Anteriore
Anteriore
V1-V2-V3-V4
Discendente Anteriore
AnteroLaterale
V4-V5-V6-DI-aVL
Discendente
Anteriore/Circonflessa
Anteriore
esteso
V1-V6-DI-aVL
Discendente
Anteriore/Circonflessa
Laterale
V5-V6-DI-aVL
Circonflessa
Inferiore
DII-DIII-aVF
Coronaria Destra
InferoLaterale
DII-DIII-aVF-V5-V6-DIaVL
Coronaria Destra/
Circonflessa
Posteriore
V1-V2
Coronaria Destra
Infarto posteriore
Relativamente raro, non facilmente riconoscibile
Caratterizzato da modificazioni speculari nelle
derivazioni anteriori:
V1
R ampie e alte (speculari ad onde Q)
sottoslivellamento ST (se l’infarto è recente)
onda T alta
Infarto acuto posteriore
Sede IMA
Aneurisma ventricolare
Sopraslivellamento persistente segmento ST
Correlazione debole !!!!
solo 2/3 dei paz con aneurisma ventricolare
presentano persistente sopraslivellamento ST;
meno di 2/3 dei paz con tale alterazione ECG
presenta aneurisma ventricolare all’angiografia
Pregresso IMA anteriore
evoluzione aneurismatica
ECG nell’ischemia miocardica
Le modificazioni interessano i segmenti ST e
le onde T
L’ischemia miocardica in assenza di infarto
non da’ origine ad alcuna modificazione dei
complessi QRS
N.B. si può avere ischemia miocardica
significativa in assenza di alterazioni ECG
evidenti
ECG nell’ischemia miocardica
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
Modificazione non specifica
Appiattimento onda T
Modificazione non specifica
Inversione onde T
Onda
non è <anormale
a 1/8 e non > a 2/3 onda R
OndeTTnormale
di ampiezza
“Normalizzazione” di modificazioni
primarie
pseudo-normalizzazione
risposta anormale
e
quasiTsempre indicativa di ischemia
onda
Sottoslivellamento
discendente
segmento
ST
Sottoslivellamento
“primario”,
altamente
suggestivo
per
ischemia
Sottoslivellamento
orizzontale segmento ST
Sopraslivellamento
Nell’angina variante segmento ST
Sottoslivellamento ST
Sottoslivellamento ST
Sottoslivellamento ST
ECG nella pericardite acuta
L’alterazione più tipica è un sopraslivellamento
generalizzato del tratto ST
DD con
IMA!!!
Morfologia del segmento ST: concavo verso
l’alto
Sopraslivellamento ST da V1-V6, in tutte le
derivazioni agli arti (eccetto aVR, DIII nel cuore
orizzontale, aVL nel cuore verticale)
ECG nella pericardite
ECG nella pericardite
ECG nella pericardite acuta
Le alterazioni ECG sono dinamiche e transitorie:
il soprasl. ST torna alla linea di base, spesso
sostituito da una diffusa inversione onde T
Alla guarigione l’ECG torna completamente
normale
Nelle forme croniche possono evidenziarsi:
sottoslivellamento ST
onde T di basso voltaggio
bassi voltaggi diffusi del QRS
ECG nel versamento pericardico
Riduzione dei voltaggi di tutte le deflessioni in
ogni derivazione
D.D. enfisema polmonare
obesità
malattie infiltrative del miocardio
ipotiroidismo
Alternanza elettrica (cioè l’alternarsi di onde
ECG, a volte dell’intero complesso P-QRS-T,
più alte e più basse)