Biennale - Associazione ISNET

Commenti

Transcript

Biennale - Associazione ISNET
ib ennale
GENOVA
10-12 OTTOBRE 2014
la
brochure
degli
aderenti
Noi ci
siamo!
GENOVA 10-12 OTTOBRE
all’interno trovi:
Presentazione della Rete Nazionale della Prossimità
Presentazione della Biennale della Prossimità
I seminari
Gli spettacoli
L’elenco delle realtà aderenti
Convenzioni e iniziative dedicate alla biennale
Genova 10-12 ottobre 2014
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
La Rete Nazionale
della Prossimità
La Biennale della Prossimita è promossa dalla Rete Nazionale per la
Prossimità, un network di organizzazioni che condividono l’obiettivo di
combinare interventi di prossimità con la promozione di una riflessione
pubblica su questi temi. Queste organizzazioni operano con modalità
diverse, condividendo però alcuni elementi fondamentali:
• il fatto che il bisogno non debba essere inquadrato e costretto nelle
categorie delle burocrazie;
• la scelta di far coincidere la risposta al bisogno con la promozione di
cittadinanza attiva e del protagonismo delle persone e dei territori;
• la volontà di associare il concreto agire quotidiano con il rilancio delle
proposte culturali e politiche.
La Rete nazionale per la Prossimità è promossa da Consorzio Nazionale
Idee In Rete, ISNet – Spesa Utile, Fondazione Ebbene, Social Club Torino,
Social Club Genova, e Consorzio Emmanuel – Emporio solidale Lecce.
Queste organizzazioni hanno firmato nel giugno 2013 un protocollo di
intesa in cui si impegnano a collaborare per potenziare la propria azione e
per promuovere insieme al cultura della prossimità.
La Rete nazionale per la Prossimità è un network aperto al quale
possono aderire tutte le organizzazioni, piccole o grandi che siano, che
si riconoscono in questo modello d’intervento. Alle Rete Nazionale per la
Prossimità si può aderire firmando il Protocollo di Prossimità, che trovate
sul sito.
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
La Biennale
della Prossimità
La Biennale della Prossimità è il primo appuntamento dedicato alle
comunità locali, alle persone e ai loro bisogni guardati in ottica di “prossimità”.
Promossa dalla Rete Nazionale per la Prossimità, la Biennale racconterà
come andare incontro ai bisogni – sempre più vari e complicati, quasi mai
coincidenti con le categorie rigide delle burocrazie – possa coincidere con
la definizione di una nuova relazione in cui il soggetto destinatario è co –
protagonista della risposta.
Da dove nasce
Si sviluppano in modo sempre più diffuso iniziative di vicinanza, sostegno
ed empowerment, promosse da una molteplicità di soggetti, tra cui i
promotori della Rete della Prossimità e tanti altri che si aggregheranno.
Cooperative, associazioni, gruppi di cittadini propongono luoghi di acquisto
a basso costo, che sono anche centri di socialità, luoghi di attivismo, spazi
per la ricerca del lavoro e molto altro… Le formule e i soggetti sono diversi,
ma alla base c’è la stessa idea: i cittadini possono essere risorsa l’uno per
l’altro e costruire insieme risposte per tutti.
La Biennale della Prossimità è una piattaforma che raccoglie queste idee e
esperienze della società civile che stanno scrivendo un pezzo della società
di domani.
I contenuti
La Biennale è un luogo dove portare esperienze. È una simbiosi di
momenti culturali, e di esperienze, di arte e di approfondimento. Di
prossimità vogliamo parlarne con workshop in cui dare spazio a voci
troppo spesso dimenticate, vogliamo raccontarla attraverso testimonianze,
mostre, reading storie, vogliamo dimostrarla con performance, laboratori,
esposizioni.
I temi
Tanti i temi, come i bisogni delle persone e dei territori: gli acquisti collettivi,
il bisogno di cibo e di beni primari, la casa e il co-housing, la qualità della
vita, la mutualità, la cittadinanza, il credito, la rigenerazione urbana,
l’imprenditorialità sociale, la salute, …
2014
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
2014
I seminari:
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
I seminari:
Il Programma “Europa per i cittadini”
Sostegno economico alla partecipazione della società civile al processo
d’integrazione europea.
Nell’ambito di una delle sei sessioni nazionali del progetto “Europe 4all”
(Europa per tutti), attuato da una partnership di imprese sociali di tutta
Europa guidate dalla rete europea ENSIE, avrà luogo la presentazione del
programma comunitario “Europa per i cittadini” e in particolare della sua
linea “Progetti dei cittadini”.
Il programma “Europa per i cittadini” punta a favorire la partecipazione dei
cittadini e della società civile nel processo di integrazione europea.
La prossimità
tra attese ambivalenti
e promesse generative
Questo seminario fa parte di un percorso avviato tre anni fa dall’associazione
Spazio Comune e Associanimazione che si confrontano sul welfare
generativo e la partecipazione.
Verrà presentato un documento di riflessione articolato in due parti:
La prima parte del documento (il “pre”) riassume le tesi di fondo sul concetto
della prossimità
La seconda parte (l’“oggi”) propone alcuni elementi critici con i quali
confontarci
La Biennale è quindi un’occasione di confronto e scambio per arricchire
ulteriormente la riflessione.
Budget: 2007-2013 | 215 milioni di euro
Budget: 2014-2020 | 185,5 milioni di euro
Le richieste di finanziamento possono essere presentate da:
ONG e organizzazioni della società civile; Autorità locali; Sindacati;
Federazioni; Istituzioni educative; Reti di volontari; Associazioni sportive;
Comuni e comitati di gemellaggio; Associazioni di sopravvissuti, di famiglie
e di vittime; Musei.
a cura di
Il programma prevede quattro diverse azioni:
1. Dei cittadini attivi per l’Europa | 2. Una società civile attiva in Europa
3. Comunicazione: un messaggio per tutti i cittadini | 4. Una memoria
europea attiva
L’azione n° 1 si articola a sua volta in quattro misure:
Gemellaggio di città | Reti di città gemellate | Progetti dei cittadini | Misure
di sostegno.
a cura di
Venerdì 10 ottobre ore 11
LOGGIA DELLA MERCANZIA | PIAZZA BANCHI
Venerdì 10 ottobre ore 15,30
LOGGIA DELLA MERCANZIA | PIAZZA BANCHI
2014
I seminari:
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
I seminari:
Istituzioni, cittadini, prossimità.
Economia e prossimità.
All’interno dell’Evento della Biennale della Prossimità - che fa parte del
Network “I cantieri del bene comune” - è stato organizzato un importante
Seminario in collaborazione con Labsus sul tema: Collaborazione tra
amministrazione e cittadini per la cura dei beni comuni. La città
di Genova si fa prossima, al quale presenzieranno Gregorio Arena Direttore Labsus e Simone Leoncini Pres. Municipio 1 Centro Est ed
all’interno del quale vi sarà un confronto fra le grandi Città che hanno in
essere esperienze di Prossimità.
Il filo conduttore del Seminario, mutuato da quello di Labsus è Convincerti
che ti conviene prenderti cura dei luoghi in cui vivi, perché dalla qualità
dei beni comuni materiali e immateriali dipende la qualità della tua vita. Il
tempo della delega è finito. L’Italia ha bisogno di cittadini attivi, responsabili
e solidali.
Con questo si sposa il messaggio centrale dell’azione della Fondazione
Ebbene, secondo cui è fondamentale l’ideazione di un modello di Comunità
secondo la percezione del buon vivere civico e la concezione sull’uso delle
regole in una società che mira al bene comune e che si prende cura degli
spazi in cui vive e delle membra più fragili che la compongono.
Da ciò emerge come sia ormai indispensabile il protagonismo dei cittadini
e delle formazioni sociali per la costruzione del benessere della Comunità:
è il “farsi prossimo” che supera l’ideale evangelico e diventa il sentire
comune. Anche questo è la Biennale della Prossimità
Strumenti di finanza etica per la prossimità
L’attuale crisi economica, sta rendendo sempre più evidente l’inadeguatezza
di soluzioni parziali per far fronte alle emergenze sociali. Le proposte dal
sistema pubblico e di quello economico imprenditoriale presentano limiti,
anche quando tra i due sistemi si instaurano forme di dialogo e confronto:
il pubblico con sempre meno risorse a disposizione e il mercato spesso
incapace di cogliere bisogni privi di valore economico.
È qui che l’impresa sociale mostra la sua funzione originale perché capace
di trovare terze vie che non sono la semplice somma di approcci collaudati,
magari non offrendo ricette risolutive, ma creando novità di pensiero e di
azione.
È il caso delle iniziative di prossimità, spesso nate dal basso a partire dalla
sensibilità di cittadini e organizzazioni in rete, che hanno sviluppato in tutta
Italia progetti originali per rispondere ai vecchi e nuovi bisogni
Il rischio di questi interventi è che restino iniziative isolate, incapaci di fare
sistema e di durare nel tempo.
La sfida del prossimo futuro è procedere verso una progressiva strutturazione
delle iniziative per evitare il rischio di interventi privi di continuità e quindi
con minor efficacia.
Il seminario affronterà il tema specifico della finanza etica per capire
attraverso un dialogo aperto con alcune delle organizzazioni presenti alla
Biennale e protagoniste degli interventi di prossimità, quali sono ad oggi le
criticità e le piste di lavoro attivabili per superarle
a cura di
a cura di
Venerdì 10 ottobre ore 15,30
PALAZZO TURSI | VIA GARIBALDI
Venerdì 10 ottobre ore 15,30
TEATRO ALTROVE | PIAZZETTA CAMBIASO
2014
Tea Time con
i Parlamentari
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
2014
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Gli spettacoli:
Compleanno
Afghano
uno spettacolo dell’altro mondo
Si tratta di un momento informale, in cui i partecipanti verranno invitati a
ripercorrere il percorso che li ha portati dall’impegno nel terzo settore a
quello politico.
Perché questa scelta?
Le esperienze di terzo settore si legano a progetti di cambiamento sociale,
forti idealità, momenti di intensa partecipazione.
La successiva scelta di impegno in politica ha rappresentato un tentativo di
riuscire a fare, da una posizione diversa, quello che risultava difficile
realizzare entro una associazione o una cooperativa? E, in questo caso, è
stato effettivamente così o meno?
E come appare, il terzo settore, nello sguardo di chi vi ha operato per anni
e ora lo vede da un altro punto di osservazione? Emergono dei limiti –
inefficienze, particolarismi, leaderismi – che da dentro non si vedevano? O
al contrario il mondo politico ha fatto risaltare (e magari rimpiangere)
l’autenticità delle esperienze di terzo settore?
E ancora, di qui in avanti, quali sono le cose fondamentali che sarà
necessario realizzare nel Parlamento per realizzare i valori e le
aspirazioni con cui vi si è entrati.
Venendo ora alla prossimità.
È solo una delle tante parole d’ordine – insieme a famiglia, sussidiarietà –
con cui si vuole contrabbandare il disimpegno delle istituzioni?
E se non è così, cosa differenzia una prossimità autentica dalla prossimità
che nasconde il ritiro del welfare?
Quali sono delle effettive “misure di prossimità” su cui si potrebbe
lavorare in Parlamento?
Vi è uno spazio, una grande sfida sociale, in cui terzo settore e
istituzioni possono lavorare insieme? E quali misure normative bisognerebbe
adottare per favorire questa alleanza?
Di Ramat SAFI e Laura SICIGNANO | con Ramat SAFI | Musiche originali e
video, assistenza tecnica Luca SERRA | Luci Tiziano Scali | Collaborazione
alla regia Sara CIANFRIGLIA | Scene Laura Benzi | Costumi Maria Grazia
Bisio
Venerdì 10 e sabato 11 ottobre ore 18
LOGGIA DELLA MERCANZIA | PIAZZA BANCHI
Venerdì 10 ottobre ore 10 e ore 21
TEATRO DELLA TOSSE | PIAZZA R. NEGRI
Premio Le Acque dell’Etica | Premio Pervocesola
Questa è la storia vera di un ragazzo, Ramat Safi, scappato da solo
dall’Afghanistan. Il testo è stato scritto a 4 mani da lui stesso con Laura
Sicignano. Ramat è fuggito improvvisamente dal suo Paese perché una
notte degli uomini armati sono entrati in casa sua, hanno ucciso suo padre,
ferito lui e la madre. Ramat è stato costretto a salire su un camion e partire
senza conoscere la destinazione. Ha attraversato da solo Iran, Turchia e
Grecia. E’ sbarcato miracolosamente in Italia minorenne dopo un viaggio
a piedi durato più di un anno. In Italia è stato accolto in una comunità per
minorenni rifugiati, dove ha incontrato tanti altri ragazzi arrivati da tutto il
mondo dopo viaggi simili al suo. Qui ha imparato a leggere e scrivere e
a fare teatro. Ora Ramat è maggiorenne e deve trovare un lavoro e una
casa. Ci riuscirà? Resterà in Italia? O continuerà a fuggire?
Che ne sarà di lui? Senza perdere il sorriso, “Solo Dio lo sa” risponde
Ramat.
In scena lui stesso ci racconta la sua vita.
Lo spettacolo è a pagamento.
Produzione
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
2014
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Gli spettacoli:
Gaetano Renda
Gli spettacoli:
e Fulvio Marcellino
presentano: 40%
Una ricca ed opulenta città è invasa dai topi che, in un sol giorno, fanno
piazza pulita di tutto ciò che possiede.
La disperazione incombe nella improvvisa povertà di Hamelin ma uno
strumento magico: il flauto, e del suo proprietario, potranno salvarla dalla
definitiva distruzione.
“L’elemento magico” è il tema portante che ci ha ispirato nell’invenzione di
una scenografia mutevole e assolutamente fantastica. Una struttura
esagonale dove ogni lato è una scena diversa, con un colore dominante, ed
uno sviluppo scenografico imprevisto. La fantasia allo stato puro. La città
dai tetti rossi dove splende il sole, oppure le sue nere segrete sotterranee; il
lago azzurro dove scompaiono i topi ed ancora il bianco finale dove nessun
bambino muore (come nella favola originale) ma piuttosto sogna incantato
da un flauto che lo accompagna nel suo dormire sonni sereni.
Questi sono i luoghi della favola originale, così come viene raccontata
anche da noi sfogliando le pagine di un libro tridimensionale. Ogni pagina
presenta una situazione dove poter entrare ascoltando il narratore,
anch’esso magico cantastorie, che racconta, animando i pupazzi
protagonisti e dialogando direttamente con il pubblico.
Le musiche originali composte per lo spettacolo caratterizzano ogni
ambiente, trasportando lo spettatore privilegiato: il bambino, in un mondo
irreale quasi come in un quadro di Chagall ove tutto è per aria, ove il
grande ed il piccolo sono affiancati perdendo la reale condizione logica
mentre gli occhi si riempiono di colori.
Dopo diversi anni di ricerca in altri ambiti narrativi (quali la commedia
dell’arte, l’horror, il genere poliziesco, il western ), in questa produzione
siamo ritornati a voler raccontare semplicemente... una favola.
Lo spettacolo mantiene comunque un’impostazione comica ed
un’animazione che si fonde con la delicata atmosfera della storia. Spettacolo
adatto a tutti con una particolare attenzione ai bambini dai tre ai dieci anni.
con l’amichevole partecipazione di Luciana Littizzetto
Distribuzione: Slow Cinema e Microcinema
Soggetto e sceneggiatura: Riccardo Jacopino e Manolo Elia
Regia: Riccardo Jacopino
Sabato 11 ottobre ore 21,30
Sabato 11 ottobre ore 21,30
Il pifferaio
di Hamelin
Teatrino Erbamatta
PIAZZA CERNAIA
Lucio ha passato la prima parte della sua vita a mettersi nei guai.
Un’adolescenza vissuta nell’anonimato della periferia, la droga, i traffici,
i problemi con la Legge, sono stati l’abisso da cui si è ritratto appena in
tempo.
Quando esce dalla comunità di recupero, comincia a lavorare in una
cooperativa sociale dove incontra una pittoresca tribù di personaggi con
alle spalle storie altrettanto complicate. Dopo i conflitti iniziali con Alfred, il
suo collega albanese, oltre che rivale nella squadra di calcio, Lucio entra
a far parte del gruppo.
Ma quando il passato sembra riaffacciarsi con i pericoli e le tentazioni di
sempre, saranno proprio i suoi compagni a salvarlo da un finale già scritto
Produzione
PIAZZA DON GALLO
Gli spettacoli:
Pop Economix
Live Show
Da dove allegramente vien la crisi e dove va
Conferenza-spettacolo che spiega la finanza e l’economia in modo
semplice e con ironia.
A cura di Associazione Pop Economix
Iniziativa in collaborazione con Banca Etica.
Ingresso gratuito
Una produzione di Pop Economix, Banca Popolare Etica, Teatro Popolare,
Europeo e Il Mutamento Zona Castalia (produttore esecutivo)
Di Alberto Pagliarino, Nadia Lambiase e Paolo Piacenza
Con Alberto Pagliarino
Regia di Alessandra Rossi Ghiglione
Collaborazione scientifica di Roberto Burlando (Università degli Studi di
Torino) e Marco Ferrando (Il Sole-24Ore)
Pop Economix Live Show è una narrazione teatrale di impegno civile,
comica e drammatica insieme. E’ uno spettacolo che racconta la crisi globale
che ci ha investito: lo fa in modo semplice e puntuale. Il racconto mette
sotto gli occhi del pubblico, come snodi di una storia globale che incrocia
le storie personali, le tappe della crisi odierna e i meccanismi economici e
finanziari che incidono sulla vita quotidiana, espressi da un intrico di sigle,
parole, espressioni tanto frequenti nei media, quanto ignorate nel loro
effettivo significato. L’obiettivo è restituire significato e spessore narrativo a
parole abusate rendendo tutti, ma proprio tutti, in grado di capire e dunque
di scegliere, liberamente e responsabilmente.
Pop Economix Live Show è in tournè da settembre 2013 e costituisce la
versione ampliata arricchita dello spettacolo Pop Economy, scritto tra 2010
e 2011 e che ha realizzato oltre 120 repliche in oltre 90 città italiane.
Sabato 11 ottobre ore 21,30
CHIOSTRO DELLA CHIESA DELLA MADDALENA
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Gli spettacoli:
La Grecia è
il più grande successo dell’euro
Un documentario sulla situazione ellenica, la cui anteprima verrà proiettata
il 12 aprile a Roma in un convegno dell’associazione Asimmetrie.
Si chiama Il più grande successo dell’euro in omaggio, per così dire, ad
una frase pronunciata su Atene da Mario Monti in una puntata dell’Infedele
(La7) del settembre 2011, due mesi prima di andare a Palazzo Chigi:
la Grecia è il più grande successo dell’euro, appunto. Secondo l’ex
premier, infatti, Atene era la prova che con l’euro anche gli Stati del Sud
Europa erano costretti ad essere responsabili, a fare politiche di rigore, a
comportarsi con la serietà dei tedeschi. Proprio nei giorni in cui il professor
Monti diceva queste parole scorrevano nei Tg le immagini delle proteste e
degli scontri nelle città greche. Poi più nulla. Se dopo si è parlato di Atene­
a parte qualche commento sul fenomeno di Alba Dorata lo si è fatto per
portare l’esempio di un Paese in cui una politica corrotta e clientelare ha
approfittato della credibilità dell’euro per indebitarsi in modo irresponsabile:
una nazione che non aveva fatto le riforme e pagava giustamente i propri
errori. La Grecia, insomma, è il monito agitato davanti agli italiani. Per
questo il gruppo “I 101 Dalmata” ­riunitosi attorno al blog di Alberto Bagnai­
è andato a vedere (grazie anche al contributo della rete) cos’è successo
realmente, quale è stato il risultato delle ricette economiche della Troika
nel paese che, pur fra le proteste, ha fatto tutti i compiti a casa. Il risultato
è questo documentario: incontri ed interviste realizzate lungo sei giorni ad
Atene con bancari e insegnanti, operatori sanitari e immigrati per sentire
come si vive davvero sotto il giogo della triade Ue­-Fmi-­Bce.
da “il Fatto Quotidiano”
Sabato 11 ottobre ore 21,30
TEATRO ALTROVE | PIAZZETTA CAMBIASO
2014
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
AAF Associazione
aiuto famiglia
Aggregazione Coscientizzazione
MOvimentazione Sociale
Un aiuto gratuito ed efficace per migliorare la tua relazione di coppia o
familiare o per affrontare la crisi di coppia.
L’associazione ACMOS
(Aggregazione Coscientizzazione MOvimentazione Sociale) nasce a
Torino nel 1999 che si prefigge come scopo di promuovere e sostenere la
partecipazione collettiva, creativa e responsabile di adolescenti e giovani
negli ambienti di vita in cui essi si trovano contribuendo a diffondere la
cultura della cittadinanza attiva. Opera inoltre in circa sei regioni italiane
attraverso la creazione della rete We Care che impegna otto associazioni
attive nei diversi territori e nelle scuole.
Siamo un gruppo di volontari formato da coppie sposate con o senza figli,
giovani, fidanzati, separati e vedove. Abbiamo iniziato la nostra attività
il 7/7/03 e ci siamo costituiti Onlus il 12/10/05. Aiutiamo attraverso la
condivisione di esperienze sotto la supervisione di psicologi.
In particolare AAF offre:
Accoglienza, ascolto, calore umano, comprensione, orientamento,
accompagnamento
Concretamente….
AAF propone a tutti:
un aiuto tramite la posta elettronica per le difficoltà relazionali nell’ambito
della famiglia;
incontri in piccoli gruppi per migliorare la relazione con il partner o superare
la crisi di coppia. La comunanza di esperienze attiva nei partecipanti
sentimenti di immedesimazione e solidarietà. Sentirsi accolti, ascoltati,
compresi stimola l’attivazione delle risorse personali e predispone al
cambiamento.
Contatti
Salita alla Chiesa di San Gottardo, 3 - 16138 Genova
Tel. 010 8933700 - Fax 010 8932970
http://www.aiutofamiglia.it/
email: [email protected]
coabitazioni solidali
ACMOS lavora dal dicembre 2006 all’interno di tre contesti di edilizia
popolare a Torino attraverso la creazione, insieme agli Enti e i Servizi del
territorio, di coabitazioni solidali. Esse nascono con l’assegnazione da parte
del Comune di alcuni alloggi in cui svolgere vita di comunità, condividendo
spazi e tempi, e in cui attivare pratiche di buon vicinato , conoscenza
tra gli abitanti del palazzo, stimolando il protagonismo e l’assunzione di
responsabilità degli individui.
Contatti
Via Leoncavallo 27, 10154 Torino - Tel. 011 2386330
http://www.acmos.net - email: [email protected]
Andrea Sacco: [email protected]
Isabella Spezzano: [email protected]
340 7030566
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
AGRI.COMES cooperativa
sociale agricola
AGAPE Cooperativa Sociale Onlus è promossa nell’ambito delle attività
della Caritas Diocesana di Tortona ispirandosi ai principi della dottrina sociale
della Chiesa. La Cooperativa è retta e disciplinata secondo il Principio della
mutualità, svolge la propria funzione senza fini di speculazione privata e ha
per scopo la promozione dell’opera di inserimento, nel contesto lavorativo,
di soggetti in qualsiasi modo considerabili “svantaggiati” in senso sociale.
I Principi a cui si ispira e nel rispetto dei quali agisce sono:
Mutualità - Solidarietà - Democraticità - Impegno - Equilibrio delle
responsabilità rispetto ai ruoli - Spirito comunitario - Legame con il territorio
Equilibrato rapporto con lo Stato e le Istituzioni Pubbliche.
Principi che, tra l’altro, condivide e sono alla base del Movimento
Cooperativo Mondiale. AGAPE si impegna, inoltre, ad aiutare gli operatori
ad acquisire, durante i loro percorsi di accompagnamento al lavoro, una
maggiore consapevolezza e fiducia nelle loro abilità.
Altro scopo che si prefigge la Cooperativa, per poter curare nel miglior modo
gli interessi dei soci e della collettività e realizzare i propri scopi sociali, è
la cooperazione attiva, in tutti i modi possibili, con altri Enti cooperativi,
Imprese sociali ed Organismi del Terzo Settore, su scala locale, nazionale
e internazionale, mediante altresì il coinvolgimento delle risorse vive della
comunità, dei volontari, fruitori dei Servizi ed Enti con finalità di solidarietà
sociale.
I servizi forniti da AGAPE sono i seguenti:
Affitto Sale Conferenza - B&B solidale - Centri di Ascolto - Custodia
e Guardania - Emporio - Freedom Bar - Microcredito - Pulizie Civili &
Industriali - Raccolta Indumenti Usati - San Martino Antiusura - Sgomberi
e Traslochi.
AGRI.COMES Cooperativa Sociale Agricola Onlus nasce nell’Aprile
2011 a supporto della Comunità di recupero per tossicodipendenti “SassoMontegianni” per permettere agli ospiti di svolgere un’attività lavorativa in
prossimità del centro e di vivere un’esperienza autentica a stretto contatto
con la natura e gli animali.
In origine l’attività agricola svolta all’interno dell’azienda rappresentava per
i giovani del centro di recupero la principale area di impiego lavorativo e di
riqualificazione professionale.
L’azienda agricola negli anni è cresciuta insieme all’attività della Comunità,
finendo gradualmente per fondere le due realtà in un’unica impresa sociale
al servizio del cittadino e del territorio circostante. Mantenendo sempre
stretto il legame con le attività sociali svolte da Co.M.E.S., l’azienda nel
tempo ha intensificato l’agricoltura e l’allevamento: da semplice attività
amatoriale la pratica dell’allevamento è andata trasformandosi in una vera
e propria impresa specializzata e biologica, con un numero sempre più
elevato e selezionato di capi trattati.
È così nata AGRI.COMES che, pur mantenendo inalterata la propria
vocazione sociale, ha sviluppato negli anni una natura decisamente
aziendale e commerciale.
Contatti
Contatti
P.zza Duomo, 12 - 15057 Tortona (AL)
email: [email protected]
Tel. 0131 867350 Fax 0131 822963 Cell. 328 1781908
http://www.agapetortona.it
Piazza Scalelle 8, Marradi (FI)
Tel 0558042137 - 0558042097
Fax 0558042051
http://www.comes.marradi.it
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Agridea
società cooperativa
Associazione per l’Inclusione
Lavorativa e Sociale
delle persone svantaggiate
Agridea, Società Cooperativa di Produzione e Lavoro e Sociale, nasce
nel 1992 per un processo di spin off dalla cooperativa sociale Stranaidea.
A.I.L.eS. è una associazione di promozione della inclusione lavorativa
e sociale di persone svantaggiate che si è costituita a Bologna nel 2009
alla quale aderiscono i rappresentanti di 10 organizzazioni del no profit
bolognese: cooperativa sociale Accaparlante, cooperativa Anastasis,
Consorzio SIC (composto da 22 cooperative sociali di tipo b), cooperativa
sociale C.S.A.P.S.A., cooperativa sociale La Carovana, cooperativa
sociale L’Orto, cooperativa sociale SEACoop, associazione Gavroche,
associazione Amici di Piazza Grande, associazione Kifasa.
I settori storici di attività della cooperativa sono la manutenzione del verde
orizzontale e verticale e la gestione dei servizi cimiteriali.
Nel 2003 apre il nuovo settore sull’ambiente per la gestione dei rifiuti, e nel
2004 entra nel Consorzio Nazionale Servizi di Bologna.
Nel 2010 progetta il Verde al femminile: Garden Pink, settore di progettazione e realizzazione di giardini e verde per interni e terrazzi.
Contatti
Via Paolo Veronese, 202 - 10148 Torino
Tel. 011 3841595 - 011 3841511 - Fax 011 3841594
http://www.coopagridea.org
Referente: Lorena Cugusi
[email protected] - 335 7636578
Ha, in particolare, lo scopo di promuovere l’inclusione lavorativa e sociale
delle persone svantaggiate, senza distinzioni di condizione personale,
età, genere, etnia, religione, cultura e paese di provenienza, mediante la
progettazione, programmazione, organizzazione, realizzazione di attività
orientative, formative, stage, tirocini, azioni di accompagnamento facilitanti
l’inserimento occupazionale, con particolare riguardo alle situazioni
soggettive di più grave disagio e rischio di emarginazione.
Contatti
Bologna, Via S. Maria Maggiore, 1
c/o CSAPSA Formazione
Tel. 051/264013 - 264113 Fax 051/272867
email: [email protected]
Ref. Leonardo Callegari cell. 333 5251692
2014
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Cooperativa sociale
Alice onlus
Alice è una cooperativa sociale nata ad Alba nel 1981 da un gruppo di
educatori.
Realizza servizi e progetti finalizzati a prevenire forme di disagio, ad
accompagnare ed assistere persone in difficoltà in percorsi di cura e di
crescita personale, a promuovere l’inclusione sociale e lavorativa, ad
attivare interventi per ridurre i rischi o i danni alla salute.
Opera principalmente nel territorio in cui ha sede, orientando il lavoro alla
promozione di comunità accoglienti, costruendo relazioni tra istituzioni,
organizzazioni del terzo settore, cittadini e utenti dei servizi. L’integrazione
con altre realtà si concretizza con la costituzione del consorzio CIS a livello
locale e con l’adesione al CNCA a livello nazionale.
Aree di intervento:
dipendenze, disabilità, minori e famiglie, reinserimento sociale e lavorativo.
Ultimi progetti avviati:
“Punta su di te” per la prevenzione e la cura del gioco d’azzardo patologico
e “La Cucina di Pina”, laboratorio di produzione di zuppe, vellutate, sughi
e composte, nato per offrire un’opportunità di occupazione e di reddito per
gli ospiti del social housing Casa Pina, adesione alla rete territoriale del
progetto SPRAR, rivolto a migranti rifugiati e richiedenti asilo, attivazione
di uno sportello di prossimità.
Contatti
Corso M. Coppino, 48/C-B - 12051 Alba
Tel/Fax 0173440054 - 328 8723765
http://www.coopalice.net
email: [email protected]
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Associazione A.Ma
abitanti della Maddalena
L’Associazione A.Ma si propone come obiettivi la conoscenza tra le
persone che vivono e lavorano alla Maddalena, la promozione sociale e
culturale, la partecipazione responsabile e l’affermazione del principio della
legalità, la condivisione di idee e azioni concrete per migliorare insieme la
qualità di vita nel quartiere.
Per cercare di avviare un percorso di rivitalizzazione della Maddalena
cerchiamo di costruire e radicare collaborazioni sempre più intense fra
cittadini, Pubblica Amministrazione e Istituzioni.
Affrontiamo quotidianamente la complessità del nostro quartiere
focalizzando le varie realtà che la compongono, cercando di favorire
partecipazione, integrazione, consapevolezza e crescita culturale e sociale.
L’Associazione si impegna per cercare di migliorare le condizioni di vivibilità
nel quartiere organizzando eventi di animazione e socialità territoriale e
progetti che mettano al centro le persone e l’importanza di vivere il proprio
quartiere attraverso regole condivise, anche in collaborazione con le altre
Associazioni del quartiere (CIV Maddalena, Cooperativa Il Laboratorio,
Teatro Altrove, DisorderDrama, Arci Liguria, Y.E.A.S.T, Laboratorio
Probabile Bellamy e molti altri ancora).
Contatti
Sede Operativa: Spazio [email protected],
Via della Maddalena 52R B/C
Sede Legale: Piazza della Cernaia 3/6 - 16123 Genova
http://www.amaddalena.org - email: [email protected]
Referente: Presidente Associazione, Luca Curtaz 349 3109861
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Ags
per il territorio
L’AGS per il territorio è un’associazione di promozione sociale che nasce
nel 1999 e che associa enti religiosi, cooperative ed associazioni legate al
mondo salesiano.
Nasce e vive sul territorio torinese dove opera a
favore dei giovani poveri ed in particolare gestisce:
12 centri diurni aggregativi per minori
1 condominio solidale
2 comunità residenziali sperimentali per minori stranieri non accompagnati
L’associazione offre ai propri soci un ufficio progettazione oltre al
coordinamento e alla cura della formazione degli operatori.
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Arci Comitato
Regionale Liguria
Arci Liguria è una Associazione di Promozione Sociale che svolge ruolo di
coordinamento politico ed organizzativo dei comitati territoriali ARCI della
Liguria.
Sono circa 60.000 i soci iscritti in 341 basi associative sparse su tutto il
territorio regionale: un tessuto associativo costituito da circoli ricreativi,
Società di Mutuo Soccorso, Onlus, Pubbliche Assistenze, gruppi di
volontariato, circoli tematici e molto altro. In controtendenza rispetto al
moltiplicarsi di luoghi dove il tempo libero viene mercificato e le relazioni
umane sono spesso superficiali e strumentali, le nostre basi associative
offrono spazi di memoria, di partecipazione, di produzione di culture, di
prossimità.
Le attività, le passioni, le scelte collettive maturate in questi luoghi
dell’inattuale, rispecchiano e trasmettono idee,strumenti per l’incontro e la
promozione delle persone, per la socializzazione.
Tutto questo prova ad essere ogni giorno la rete dell’ARCI, in qualunque
posto ed in qualunque forma voi possiate incontrarla su tutto il territorio
nazionale.
Contatti
Contatti
Via Maria Asuiliatrice, 32 - 10152 Torino
Tel. 011 5224231
Referente: Bellis Valentina 3397201303
Via al Molo Giano - Casa 25 aprile - 16128 Genova
Tel. 010 2467506 Fax 010 2467510
http://www.arciliguria.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
ASCUR
Cooperativa sociale
La Cooperativa Arcobaleno nasce nel1992, da una realtà di accoglienza
dell’Associazione Gruppo Abele, come esperienza d’imprenditoria sociale
di qualità.
L’attività principale, da oltre venti anni, è la raccolta differenziata di rifiuti
urbani e speciali per clienti pubblici e privati: dalla progettazione dei servizi,
eseguita con i più avanzati sistemi informatici, alla raccolta, trasporto e
trattamento dei rifiuti per la trasformazione in materie prime seconde.
Una particolare attenzione è dedicata ad investimenti continui nei settori
della ricerca ed innovazione, comunicazione con il territorio,cultura del
lavoro e dell’inserimento lavorativo.
La Cooperativa sociale Ascur, nata nel 1984, eroga servizi socio
educativi e assistenziali per minori, anziani, portatori di handicap e famiglie
in difficoltà.
L’ASCUR vuole essere una Cooperativa sociale fortemente radicata sul
territorio, che offre una risposta articolata e globale ai bisogni delle famiglie
della Valpolcevera, attraverso l’attivazione e il mantenimento della rete
sociale e attraverso una progressiva differenziazione dei servizi.
L’ASCUR vuole sostenere la famiglia come nucleo centrale del sistema
sociale, sia attraverso l’intervento diretto sui suoi componenti, per limitare
l’insorgere di fattori di rischio e/o operare un intervento di riabilitazione
psico-sociale, sia attraverso la liberazione di energie sociali sul territorio
che determinano l’aumento dei fattori di protezione sociale.
L’ASCUR individua il suo campo d’azione nella famiglia e nel contesto in
cui essa vive: il territorio.
La Cooperativa sociale ASCUR vuole favorire la realizzazione di un clima
di comunicazione improntato sulla tolleranza, sull’allentamento degli
stereotipi e sull’attivazione di processi di cura da parte della comunità
locale.
La Cooperativa offre e gestisce:
Centro socio Educativo Diurno per bambini di età compresa tra i 6 e gli
11 anni. Centro di Educazione al Lavoro per adolescenti. Affidi Educativi.
Sportelli di orientamento nelle scuole. Attività per minori con disturbi psichici
(Progetto Moebius). Centro Socio Ricreativo per disabili. Assistenza
domiciliare per anziani e disabili. Centro Psico Pedagogico Il Gabbiano.
Operatori Socio Assistenziali nelle scuole. Insegnanti di sostegno nelle
scuole. Centro estivi nidi e scuole dell’infanzia del Comune di Genova.
Contatti
Contatti
Via Paolo Veronese 202 - 10148 Torino
Tel. 011 3841511 - Fax 011 3841525
http://www.cooparcobaleno.net
Referente: Tito Ammirati - [email protected]
Via A. Piccone 13/2 - 16159 Genova
Tel./Fax 010 4694924
http://www.ascur.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Associanimazione
Associazione Nazionale per
l’Animazione Sociale e Culturale
Nasce a Milano nel 2003, su iniziativa di gruppo di cooperative e associazioni
che si richiamano al metodo dell’animazione sociale e culturale, con
riferimento all’impegno intorno a questa pratica sociale svolto da don Aldo
Ellena e in connessione con la rivista Animazione Sociale.
È una realtà riconosciuta dal registro nazionale della APS e nel corso degli
anni si è distinta per le azioni di ricerca, scambio e formazione, attivando
laboratori, cantieri, master universitari e meeting di operatori sociali.
AssociAnimazione vuol mettere alla prova l’animazione sociale e
culturale nel confronto stringente con le attuali sfide in ambito sociale ed
educativo. Sfide complesse perché produttrici di nuovi problemi, portatori
di nuove diseguaglianze e di nuove opportunità che risultano spesso tanto
imprendibili quanto articolati.
Per AA sono questi i tempi in cui l’animazione può rivelarsi in chiave
moderna e innovativa, proponendo un metodo e un pensiero capaci di
cambiamento, a partire dalla creatività che scaturisce dagli incontri tra le
persone e tra queste e novità emergenti.
Lo Sportello di Prossimità
Nelle filiali di Carrù, Dogliani, Alba, Mondovì Altipiano e Cuneo sono attivi
gli “Sportelli di Prossimità.”
Lo Sportello di Prossimità è una forma di
Welfare locale dedicata ai Soci.
È uno sportello di informazioni e di orientamento gestito da operatori
specializzati provenienti dal mondo della cooperazione sociale. Lo sportello
bancario muta, si trasforma, si arricchisce ed integra un’offerta a tutto tondo
per supportare il nucleo familiare dei propri Soci.
Presso le Filiali sono messi a disposizione spazi fisici organizzati e attrezzati
per l’ incontro con il Socio. Il Socio ha a disposizione un operatore sociale
esperto il quale lo orienterà verso quei servizi che possano soddisfare i
suoi bisogni.
La Banca viene reinterpretata nella sua funzione di luogo privilegiato di
incontro con le famiglie e le loro necessità fondamentali, legate al mènage
quotidiano, ai figli, l’educazione, la cura dei minori e degli anziani.
Contatti
Contatti
Via XIV Aprile 1945 n. 5 - 28041 Arona (No)
Tel. 0322836449
http://www.associanimazione.org
email: [email protected]
Referente: Perla Giannotti - Cell. 331.6869763
Tel. 0173 757.318/304
email: [email protected]
http://www.bancaalpimarittime.it
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Associazione Nazionale
Banche del Tempo
Dal 1999 Banca Etica propone un’esperienza bancaria diversa, con una
storia parte dal basso, grazie all’impegno di tante persone ed organizzazioni
che si sono attivate per costituire un istituto di credito ispirato alla Finanza
Etica.
Sviluppiamo l’attività bancaria a partire dai nostri principi fondativi sanciti
nell’articolo 5 del nostro statuto: trasparenza, partecipazione, equità,
efficienza, sobrietà, attenzione alle conseguenze non economiche delle
azioni economiche, credito come diritto umano. Per perseguire le proprie
finalità Banca Etica ha sviluppato diversi strumenti di “garanzia etica” per
assicurare l’effettiva possibilità di un uso responsabile del denaro.
Con il risparmio raccolto finanziamo organizzazioni che operano in quattro
settori specifici: cooperazione sociale, cooperazione internazionale, cultura
e tutela ambientale. Un dato verificabile e pubblico: Banca Etica è l’unica
banca in Italia che mostra sul proprio sito tutti i finanziamenti erogati.
Contatti
Sede CENTRALE
Via Niccolò Tommaseo, 7 - Padova
Tel. 049 8771111
Fax 049 7399799
http://www.bancaetica.it
L’Associazione Nazionale delle Banche del Tempo (ANBdT) nasce ad
Alì Terme (Messina) nel mese di giugno del 2007 con la firma dell’Atto
Costitutivo e l’elaborazione dello Statuto grazie all’attività e alla tenacia di
otto donne rappresentanti di Banche del Tempo e Coordinamenti di varie
regioni italiane: Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte,
Sicilia, Veneto.
Le Banche del Tempo promuovono un nuovo concetto di solidarietà
sociale all’interno di quartieri, città, piccoli centri, luoghi di lavoro, università,
scuole, attraverso lo scambio di saperi e abilità, utilizzando il tempo, e non
il denaro, come misura dello scambio e intervenendo nei bisogni quotidiani
dei propri iscritti e/o soci.
Contatti
Via Giovanni Comisso, 23 - 00144 Roma
Tel. 06 5000400 - Fax 06 96525341
http://www.associazionenazionalebdt.it
email: [email protected] - [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Base 202
associazione
Base 202 è una associazione di promozione sociale, affiliata ACLI, che ha
per scopo perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione
umana e all’integrazione sociale dei cittadini. Nasce nel 2006 nell’ambito
dell’imprenditoria sociale, lo stile che anima il lavoro dell’associazione
si richiama al concetto di sviluppo di comunità e si concretizza nel
radicamento territoriale, nello stimolo delle reti, nella valorizzazione delle
risorse e nello sviluppo delle abilità degli individui e dei gruppi.
Lo sviluppo di comunità orienta anche le modalità progettuali utilizzate
dall’associazione, le cui attività sono finalizzate a percorsi di inclusione
sociale ed anche al progresso delle persone sul piano umano, familiare
e sociale. Si intende inoltre stimolare forme di azione partecipata, cercando
la collaborazione tra enti e soggetti diversi, in un’ottica di integrazione e
sinergia tra le imprese sociali, i lavoratori e la comunità locale.
I membri dell’associazione individuano nel lavoro la dimensione
privilegiata nella quale far maturare percorsi di crescita personale e
sociale. Per questo riteniamo indispensabile dotarci di strumenti adeguati
che possano fornire risposte immediate alle richieste pressanti e urgenti
delle persone con cui veniamo in contatto. In seguito ad una riflessione
sulla gestione del tempo libero dei lavoratori coinvolti, ed in particolare
delle persone provenienti da percorsi di inclusione sociale, l’associazione
mira alla creazione di opportunità accessibili ed educative che rispondano
in modo reale alle esigenze delle persone.
Il ”Cantiere per la legalità responsabile” nasce su iniziativa di
associazioni, cooperative, esercenti che operano nel quartiere genovese
della Maddalena e promuovono iniziative culturali e sociali di animazione
positiva, in contrasto alle varie forme di illegalità che attraversano la zona.
Il Cantiere vuole crescere sulla spinta di importanti cambiamenti derivanti
dalla confisca in via definitiva di oltre 100 immobili appartenenti ad una
famiglia che opera illegalmente nel centro storico.
La legge n° 109/96 stabilisce che i beni confiscati alle mafie siano restituiti
alla collettività: è il momento per incontrarsi, conoscersi e condividere
idee e progetti per ripensare alla Maddalena e al centro storico secondo
i principi di rispetto, responsabilità, collegialità, trasparenza e legalità. Per
essere cittadini attivi, consapevoli e partecipi in attesa di un bando pubblico
che destini i beni confiscati al riutilizzo sociale come previsto dalla legge.
Unisciti al Cantiere e contattaci!
Contatti
Contatti
Via Paolo Veronese n. 202 – 10148 Torino
email: [email protected]
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Arcidiocesi di Genova
Caritas Diocesana
CAUTO - CANTIERE AUTOLIMITAZIONE ONLUS è una Cooperativa
Sociale di tipo B nata nel 1995, per promuove attraverso il lavoro,
l’integrazione di persone socialmente svantaggiate. Per ogni persona è
previsto un progetto di inserimento e di riabilitazione al lavoro. Il lavoro,
infatti, consente il trasferimento e l’apprendimento di nuove abilità e l’
acquisizione una condizione di vita dignitosa.
La cooperativa è il luogo dove si persegue il rispetto e l’accoglienza. A oggi
si contano 286 dipendenti, di cui circa il 40% provengono da situazioni di
svantaggio sociale, superando ampiamente il limite previsto dalla legge
381/1991. Il concetto di “fasce socialmente deboli”assume oggigiorno
sfumature che comprendono aspetti diversi, includendo difficoltà
economiche oltre che soggettive.
Con creatività, ricerca e innovazione CAUTO promuove la dignità dell’uomo
nell’interesse della collettività attraverso la riduzione degli sprechi e del
consumismo, offrendo servizi ambientali a 360°.
La Caritas di Genova è una realtà della Chiesa genovese il cui compito
specifico è educare la comunità cristiana a farsi testimone della carità
insegnata dal Vangelo nel territorio in cui è collocata e nella più ampia
comunità mondiale.
La Caritas di Genova si rivolge
alla comunità ecclesiale e alla comunità civile per sensibilizzare sulle
situazioni di povertà e stimolare la solidarietà e la condivisione;
alle comunità colpite dall’emergenza, coordinando gli interventi
d’urgenza e la presenza amica a nome della diocesi di Genova;
a tutte le persone e le famiglie in situazione di difficoltà attraverso
i suoi servizi sul territorio e i 37 Centri di Ascolto dove operano 500
volontari: nel 2011 abbiamo aiutato oltre 7.000 famiglie con un sostegno
economico di oltre 1.300.000 €;
ai giovani, proponendo occasioni di riflessione e crescita anche tramite
l’esperienza del servizio civile in condivisione con le persone più
svantaggiate.
Contatti
Via Buffalora 3/E - 25135 Brescia
Tel. 0303690311 Fax 0303690399
http://www.cauto.it
email: [email protected] - [email protected]
Ref. Sara Bellusci - Gigi Moraschi
Contatti
Uffici: Via di Canneto il Lungo 21/1 - 16123 Genova
http://www.caritasgenova.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Casa
della Maddalena
Il progetto è creare, nel quartiere, un luogo per uno spazio e un tempo per
l’accoglienza, di housing sociale, ma anche di mettere a disposizioni spazi
e luoghi per organizzazioni rivolte al recupero sociale delle persone, nel
difficile contesto di oggi.
E così, fare di questi spazi, luoghi e spazi di accoglienza, di condivisione,
in cui diverse realtà possano incontrarsi, convivere.
Chi entra sa che si trova a convivere con altre realtà, realtà da salutare, da
accogliere, pur nelle rispettive differenze.
È “Casa” nell’accezione di accoglienza affettiva, e “Maddalena”, una
Santa che ha dato il nome al quartiere, e che richiama, con la sua storia,
il percorso di una casa: un luogo e un tempo dove non è importante da
dove vieni, non è importante le esperienze fatte, ma, entrando, ci si trova
accolti.
Tutto l’ ambiente sarà un luogo e uno spazio di accoglienza e di condivisione
di diverse realtà che si pongono a servizio dell’uomo, con un’attenzione a
chi è più in difficoltà.
Si tratta di mettere in gioco diverse tipologie di intervento dando priorità
a coloro che si occupano di formazione integrale dell’uomo e di fragilità
umane.
Vuole offrire opportunità di incontro e di crescita a tutti, tanto a persone in
difficoltà, quanto a persone interessate ad iniziative di promozione umana.
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Una risorsa per la
comunità dal 1982
Co.M.E.S. Cooperativa Sociale O.n.l.u.s. è una cooperativa che realizza
servizi volti a migliorare la vita delle persone più bisognose di cure e
attenzioni. Co.M.E.S. nasce nel 1982 per rispondere concretamente alle
problematiche sociali di carattere assistenziale, sanitario ed educativo
della collettività. L’esperienza acquisita nel corso degli anni ha permesso
di sviluppare, in collaborazione con le istituzioni locali pubbliche e con
imprese private, un’estesa e capillare rete di interventi che fa’ dell’individuo
e del suo legame con il territorio i destinatari privilegiati di ogni azione.
Con il riferimento ai valori cristiani della solidarietà e della carità, Co.M.E.S.
ha scelto di mettere in pratica il principio francescano dell’attenzione e del
servizio ai più deboli, in particolare attraverso l’operato della comunità di
recupero per tossicodipendenti “Sasso-Montegianni”, fondata da Don Nilo
Nannini nel 1980. Da questa esperienza sono scaturiti nel tempo progetti e
sperimentazioni per rispondere ai bisogni delle persone tossicodipendenti
in difficoltà. Ad oggi la Co.M.E.S., oltre che nella Tossicodipendenza, opera
nei seguenti settori:
ANZIANI: attraverso una Residenza Sanitaria Assistenziale e servizi di
assistenza domiciliare
INFANZIA e ADOLESCENZA: con asili nido, ludoteche, scuola materna e
servizi di educativa domiciliare
HANDICAP: attraverso un centro diurno di socializzazione, un
appartamento “dopo di noi” utilizzato per “vacanze in autonomia”, nonché
un appartamento di “auto aiuto in autonomia assistita”
CITY CAMP: dal 2013 settimana di approccio alla lingua inglese in full
immersion per bambini delle scuole elementari e medie con tutors madre
lingua.
Contatti
Contatti
p.zza della Maddalena,11 - 16124 GENOVA
referente: Paolino Diral, p.paolo
Tel. 0102474093 cell.3395327282
email: [email protected]
Piazza Scalelle 8 - Marradi (FI)
Tel. 0558042137 - 0558042097
Fax 0558042051
http://www.comes.marradi.it
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Cooperativa
sociale onlus
Com.i.l. è una cooperativa sociale di tipo B che ha come fine principale
l’integrazione di soggetti svantaggiati attraverso l’inserimento al lavoro.
Nasce nel 1994 per iniziativa di Co.M.E.S. Cooperativa sociale e da qui il
nome acronimo Com.i.l. che significa appunto “Co.m.e.s. per l’inserimento
Lavorativo”.
È attraverso la produzione di beni e servizi diversi, in ambito artigianale,
commerciale e di servizi, che Com.i.L. raggiunge l’obiettivo della
riabilitazione di persone che hanno capacità lavorative ridotte o che si sono
allontanate dal mondo del lavoro.
L’inserimento lavorativo è lo “strumento” per il recupero e non il fine della
cooperativa. Il lavoro rappresenta, infatti, nell’odierno contesto culturale, il
mezzo per restituire la dignità del singolo e migliorare la qualità della vita in
senso economico, sociale e relazionale.
Oggi la cooperativa, con oltre il 40% di soggetti svantaggiati ai sensi
dell’art. 4 della L. 381/91, opera nei seguenti settori, con propri mezzi e
attrezzature:
Matrice è un comitato a cui aderiscono Associazioni Culturali, Enti Locali
e Imprese. Ha finalità di solidarietà sociale e per scopo la promozione di
processi di sviluppo socio-economico-culturale ed ambientale, nonché
un’attività di ricerca e di azione coordinata, capace di far emergere gli
elementi in grado di attivare processi spontanei di sviluppo delle qualità
sociali, culturali, ambientali, paesaggistiche e urbanistiche.
Il Comitato accompagna i processi attivati attraverso la promozione di
reti anche al fine di intervenire e promuovere coesione civile in situazioni
critiche sia sotto il profilo sociale e del tessuto economico e relazionale,
nonché sotto quello ambientale e territoriale.
Il Comitato Matrice è impegnato in un processo di valorizzazione del
territorio della Valle Bormida denominato “Valle Bormida. Un’attività
di pensiero” che ha trovato il sostegno di Compagnia di San Paolo,
Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Regione Piemonte e Camera di
Commercio di Cuneo.
SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE
SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA
SERVIZI DI MANUTENZIONE VERDE
SERVIZI DI PULIZIE
CENTRO TENNIS
Contatti
P.zza Scalelle 8, Marradi (FI)
Tel. 0558042137 - 0558042097
Fax 0558042051
email: [email protected]
Contatti
Piazza Chiaves 10 - 10153 Torino
Tel. 011 8198802 Fax 011 19820164
email: [email protected]
http://www.fondazionematrice.org
http://www.valbormidaexperience.eu.
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
CO.M.UNI.CO.
consorzio sociale onlus
Il Consorzio CO.M.UNI.CO. è un Consorzio Sociale O.n.l.u.s. costituito
nel 2.000 in Borgo San Lorenzo (FI) con 5 cooperative (4 sociali ed 1 di
produzione lavoro) oggi conta 6 cooperative. Opera in Provincia di Firenze
nell’area del Mugello, alto Mugello, Val di Sieve e Valdarno. Ha una funzione
prevalente di general Contractor per le cooperative socie.
Queste attraverso il consorzio esercitano le seguenti attività nelle aree
sottospecificate:
Coop. di tipo A - assistenza domiciliare agli anziani e portatori di handicap,
assistenza scolastica ed educativa domiciliare.
Coop. di tipo B – Servizi di igiene Ambientale nell’ambito delle raccolte
differenziate di: carta-cartone, ingombranti, toner e cartucce esauste
Committenti: le municipalizzate dell’area di riferimento
Nell’ambito della propria attività di agente attivo del territorio ha promosso
la costituzione di PROFORMA cooperativa di progettazione e Formazione,
oggi agenzia formativa, di cui è socio fondatore.
Co.m.uni.co. è consorzio cosiddetto “misto” cioè aderente alle 2 centrali
cooperative , Confcooperative e Lega delle cooperative, in quanto le
cooperative socie alcune aderiscono ad una centrale e altre all’altra.
L’Emporio della Solidarietà di Lecce nasce nel Natale del 2011, con
l’obiettivo di rispondere alle“nuove povertà”, promuovendo la Solidarietà
in modo coordinato, efficiente e funzionale alla dignità delle persone
disagiate, nella logica di un sistema integrato di accoglienza, ascolto e
distribuzione di beni e servizi. Una Card e un credito di spesa permettono agli aventi diritto di accedere ad
un supermarket di circa 500 mq., munito di carrelli e casse automatizzate,
di fare gratis la spesa ed essere inseriti in percorsi di inclusione attiva.
Attraverso un Front Office realizzato all’interno accorciamo le distanze tra i
bisogni della persona e le Istituzioni: CAF lavoratori, sportello dell’Agenzia
“Idea Lavoro”, consulenza e orientamento per il Microcredito, Segretariato
Sociale.
Un software permette di monitorare tutti i servizi erogati e/o erogabili a
favore delle famiglie bisognose, evitando sprechi e sovrapposizioni,
distribuendo in modo equo le poche risorse disponibili.
È socio fondatore del Consorzio Nazionale “Idee In Rete”
Contatti
Via della Fornace, 12 - 50034 Borgo San Lorenzo (FI)
Tel 0558042137 - 0558042097
Fax 0558042051
[email protected]
Contatti
Via della Ferrandina, 1 - 73100 Lecce
Tel. 0832 352565 - Fax 0832 358235
http://www.emporiosolidalelecce.it
email [email protected]
Ref. Daniele Ferrocino 329 4710236
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
La buttiamo
nel sociale!
Comunità San
Benedetto al Porto
La Cooperativa Sociale “Comunità Giovanile Lavoro” nasce a metà degli
anni ’90 per offrire integrazione socio lavorativa a soggetti provenienti dalle
fasce deboli della popolazione ed in situazione di disagio sociale portandoli
a contatto del mondo del lavoro strutturato in maniera professionale.
L’Associazione Comunità San Benedetto al Porto nasce a Genova
nel 1970, nella parrocchia di San Benedetto. Don Andrea Gallo comincia
ad accogliere persone in situazioni di disagio e di dipendenza. Nell’82
l’Associazione, insieme al Gruppo Abele e altri gruppi, fonda il Coordinamento
Nazionale delle Comunità di Accoglienza (CNCA). Pochi anni dopo, nell’83,
viene costituita l’Associazione Comunità San Benedetto al Porto, iscritta
all’albo regionale degli Enti Ausiliari della Regione Liguria e della Regione
Piemonte. La Comunità accoglie coloro che si trovano in situazione di disagio,
con particolare attenzione al mondo delle dipendenze, in collaborazione con
i Servizi Pubblici. Sin dall’inizio l’Associazione ha voluto essere una presenza
sul territorio, attiva e collaborativa con gli altri soggetti presenti e con i Servizi
Pubblici, ai quali riconosce la centralità dell’intervento sociale. Crediamo che
i fenomeni sociali vadano sempre regolati dall’Ente Pubblico e rifiutiamo le
logiche proibizioniste e punizioniste auspicando una presa in carico dei
problemi e una gestione comune delle risposte. Da sempre ci occupiamo
anche di cittadini migranti e alle problematiche ad essi correlate. Infatti, per
rispondere alle richieste sempre più importanti l’Associazione promuove
progetti e iniziative specifiche rivolte agli stranieri. Nel ‘98 l’Associazione
affronta il problema della prostituzione, dando vita alla prima unità di strada per
monitorare il territorio con l’obiettivo di creare rapporti di fiducia con le persone
contattate oltre che promuovere la prevenzione sanitaria. Da oltre 10 anni ci
occupiamo di Rigenerazione Sociale e Urbana collaborando attivamente con il
Comune di Genova e, successivamente, con quello di Alessandria dove siamo
coinvolti nell’Osservatorio Sociale e nella Rete d’accoglienza per le persone
migranti. Specializziamo il nostro intervento anche sui Quartieri costruendo
startUp e network di relazione/azione con altri soggetti.
Vogliamo portare ai nostri clienti, i nostri progetti, le nostre attività, ma
soprattutto la nostra visione di mondo, più attenta ai bisogni della comunità
e rispettosa dell’ambiente che ci ospita.
Vogliamo impegnarci a costruire una cooperativa sociale creativa,
partecipata, coinvolgente e responsabile dei propri progetti umani.
I nostri servizi:
Pulizia
Disinfestazione
Aree verdi
Cimiteriali
Ecologici
Noleggio
La nuova sfida consiste nel non rimanere dove siamo, ma aprire gli
orizzonti per diventare una comunità, che sa confrontarsi e creare una
nuova economia sociale.
Contatti
Contatti
Via della Riotta, 67 28100 Novara
Tel. 0321 695480 - Fax 0321 688077
email: [email protected]
Fabio Scaltritti 335474786
email: [email protected] - [email protected]
Domenico Chionetti 3393641575
[email protected] - [email protected]
2014
Confederazione Nazionale
delle Misericordie
La Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia riunisce oggi
oltre 700 confraternite, alle quali aderiscono circa 670mila iscritti, dei
quali oltre 100mila sono impegnati permanentemente in opere di carità
(i confratelli cosiddetti “attivi”). Sono diffuse in tutta la penisola e la loro
azione è diretta, da sempre, a soccorrere chi si trova nel bisogno e nella
sofferenza, con ogni forma di aiuto possibile, sia materiale che morale.
A Genova siamo nati nel 2012 ed abbiamo iniziato a lavorare solo a fine
marzo 2014 e l’attività al momento è limitata ai trasporti con autoambulanza
ed a talune assistenze domiciliari in zona.
Svolgiamo il trasporto con autoambulanza come le locali PPAA oltre che
nel possibile l’assistenza domiciliare per piccole esigenze.
La nostra sede legale ed operativa si trova sulle alture di Genova in Via
Bologna 21 A rosso in piccoli locali di soli 50 metri quadri in affitto.
In soli 5 mesi siamo riusciti a svolgere oltre 800 trasporti con solo 2
autoambulanze.
L’impegno nostro, costante e in crescita, è orientato ai campi dell’
Accoglienza, della Comunità, della cura delle marginalità e dei nuovi
bisogni e del trasporto sociale.
La forza del volontariato, i nostri valori cristiani, uniti a strumenti, mezzi
e attrezzature vogliono “proteggere”, “accompagnare”, “migliorare” la
nostra comunità.
Contatti
Via dello Steccuto, 38 - 50141 Firenze
Tel. 055 32611
email: [email protected]
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Consorzio CIS
compagnia di inziative sociali
Il consorzio CIS nasce nel ‘96 da un gruppo di cooperative sociali del
territorio di Alba e Bra intenzionate ad avviare un’esperienza di integrazione
imprenditoriale che ha le radici nell’analisi della situazione attuale ed è il
frutto della condivisa consapevolezza che oggi lavorare e intervenire nel
sociale, puntare all’inserimento delle persone più in difficoltà, contrastare
l’emarginazione, richiede sempre più competenze e capacità di intervento,
concertazione e visione globale, precise garanzie sul lato progettuale e
organizzativo. La risposta consortile è lo strumento idoneo per sviluppare
al meglio le potenzialità delle singole cooperative associate, che realizzano
più compiutamente il loro essere “imprese sociali” e coniugano le loro
caratteristiche (gestione democratica e partecipata, trasparenza gestionale,
piccola dimensione, specializzazione per area di intervento, forte legame
con il territorio) con i vantaggi di un’aggregazione imprenditoriale più ampia,
in grado di produrre innovazione e azioni efficaci, crescere economicamente
e organizzativamente, confrontarsi e reggere meglio la competitività del
“mercato”. L’intento è quello di diventare una risorsa e un interlocutore
privilegiato, in questo territorio, sulle politiche sociali, promuovendo logiche di
collaborazione e integrazione tra i diversi attori pubblici e privati, per dare una
risposta di qualità ai bisogni della comunità, unendo solidarietà ed efficienza,
dimostrando che è possibile in questo campo fare “impresa” tutelando e
perseguendo gli interessi della collettività. Negli anni si è specializzato nella
progettazione e gestione di iniziative volte all’inclusione sociale e lavorativa
dei soggetti svantaggiati e nell’assistenza tecnica alla Provincia di Cuneo sulle
politiche sociali e su quelle del lavoro, e alla Regione Piemonte (Assessorato
alla Sanità) sulle buone pratiche dell’inserimento socio-lavorativo. Di recente
ha iniziato a sviluppare attività di ricerca sociale in particolare modo per quanto
riguarda il tema del welfare locale in rapporto al Terzo Settore.
Contatti
Compagnia di Iniziative Sociali - Consorzio Società Cooperativa Sociale
Via Santa Barbara, 5 - 12051 Alba (Cn) - Tel e fax 0173363542
http://www.cisconsorzio.it - email: [email protected] - [email protected]
Presidente: Alessandro Durando 3488268354
Direttore Mauro Giacosa 3488268354
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Consorzio Elios Etneo
Consorzio Coesa
Il Consorzio COESA è un Consorzio di cooperative sociali costituitosi nel
2001 con la finalità di operare sul territorio Pinerolese, nella provincia di
TORINO, che tramite le cooperative socie gestisce servizi quali Case di
Riposo, asili nido, servizi per disabili, orientamento e politiche del lavoro,
manutenzioni, gestione aree verdi, pulizie ambientali). COESA aderisce
inoltre a: IL PINEROLO FD
Dal febbraio 2011 è stato sancito un accordo formale con la società del
Pinerolo Fcd (che milita nel campionato di eccellenza) e da quel momento
tale società ha anche una squadra di persone con disabilità inserita
formalmente all’interno della propria struttura societaria.
Il sogno non termina con la nascita del Pinerolo FD. L’idea, che è già in
sviluppo ed in elaborazione, prevederebbe, in un futuro non troppo lontano,
la nascita di altre squadre come il Pinerolo Fd affinchè sia possibile dare
vita ad un vero campionato nazionale FD (sul modello del calcio femminile
inserito in FIGC)
Contatti
Piazza Cavour 12, 10064 Pinerolo (Torino)
Tel 0121 377584 Fax 0121 371342
http://www.consorziocoesa.it
email: [email protected]
referente: Veronica Finocchio
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Cooperative solidali Etnee
Il CONSORZIO ELIOS ETNEO - COOPERATIVE SOLIDALI ETNEE Soc.
Coop. Soc. ONLUS nasce nel 2006, nell’Area Metropolitana ed Etnea
della provincia di Catania, fortemente voluto da alcune cooperative che su
questo territorio avevano modellato la loro identità.
Oggi esso è costituito da 12 cooperative sociali, alcune delle quali di tipo
B - cooperative d’inserimento lavorativo d soggetti svantaggiati – e le altre
di tipo A – cooperative che erogano servizi di tipo socio sanitari ed educativi
- L’identità del Consorzio Elios è fondata sull’obiettivo di essere luogo
di integrazione, promozione, sostegno sociale, interazione, garanzia della
qualità del lavoro sociale, nonché spazio di confronto culturale e valoriale e
di piena espressione del valore sociale dell’azione cooperativa.
Il Consorzio Elios Etneo opera senza fine di lucro, gestendo servizi
in maniera diretta o indiretta attraverso la rete delle sue consorziate,
potenziando la capacità di rispondere ai bisogni del territorio e dando
impulso a processi di inclusione sociale, attraverso la creazione di capitale
sociale.
Contatti
Sede Legale: Via P. Carrera n°23 - 95123 CATANIA
Tel. 095 2867358 Fax 095 2867584
email: [email protected]
Pec: [email protected]
2014
Consorzio sociale
Abele Lavoro
L’attività del Consorzio Sociale Abele Lavoro sviluppa un duplice
obiettivo: creare posti di lavoro per persone svantaggiate e promuovere la
cultura dell’inclusione sociale attraverso il lavoro.
Ha dato origine ad una serie di progettazioni caratterizzate da percorsi di
orientamento svolti in rete con gli altri servizi territoriali, miranti all’inclusione
socio lavorativa delle persone svantaggiate, che si sviluppano attraverso
l’attivazione dei servizi di: accoglienza, informazione orientativa, consulenza
orientativa, formazione orientativa, bilancio delle competenze, sostegno
all’inserimento lavorativo, attivazione di stage, tutoraggio e consulenza alle
imprese.
Con la legge 381/91, il Consorzio ha sviluppato il progetto imprenditoriale
delle cooperative B che svolgono attività produttive con la specificità di
destinare almeno il 30% dei posti di lavoro a persone svantaggiate. Oggi al
Consorzio aderiscono 5 cooperative con 570 lavoratori di cui 230 in qualità
di socio svantaggiato.
Contatti
Via Paolo Veronese 202 - 10148 Torino
Tel. 011 3841565 - Fax 011 3841564
http://www.csabelelavoro.it
email: [email protected]
Referente: Laura Torrero
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Consorzio Agorà
la persona al centro
Il Consorzio agOrà è un’impresa sociale composta da cooperative di tipo A
e B, che si occupano di attività diversificate nel panorama dei “servizi alla
persona” dal 1995. Dà occupazione a circa 600 operatori con l’obiettivo
primario di promuovere percorsi di solidarietà, accoglienza ed integrazione
all’interno delle comunità locali, ma anche di servizi per le aziende.
Le aree e i target di attività sono: accoglienza stranieri, assistenza anziani,
europrogettazione, giovani adulti, inclusione lavorativa, infanzia, interventi
socio-educativi, minori, servizi turistici e di edutainment.
Il Consorzio aderisce a Federsolidarietà – Confcooperative, al Consorzio
Nazionale Sociale “Idee in rete”, al Consorzio nazionale “Idea Lavoro” e
all’associazione di imprese per la CSR, Eticlab. E’ un’impresa di comunità,
molto presente sui territori cittadini (Genova), che opera nel quotidiano in
rete con istituzioni, associazioni, fondazioni e cittadini per lo sviluppo e la
crescita sociale e civile.
Contatti
Vico del Serriglio 3, 16124 Genova
Tel. 010 2091901 - Fax 010 2091903
http://www.consorzioagora.it - email: [email protected]
Twitter: Consorzio Agorà
Referenti per Biennale: Silvio Masala, Alessandra Grasso
2014
Il Consorzio Sociale il Sestante nasce dall’incontro di alcune realtà cooperative
allo scopo di avvicinare percorsi differenti ma accomunati da una forte attenzione
al territorio, all’innovazione e alle politiche di welfare mix :è il creare una rete con
il territorio e nel quotidiano ove le persone,gli enti,le associazioni si riconoscano
nel costruire opportunità e fornire risposte ai bisogni sociali e individuali. Il
“Consorzio Sociale Il Sestante” si è costituito nell’agosto 2004 e raggruppa oggi
le seguenti cooperative sociali della provincia di Savona: “Progetto città”,
con sede in Savona (tipo A) - “Progetto Assistenza Santa Rita”, con sede
in Savona (tipo A) - “Il Granello”, con sede in Varazze (tipo A) - “I.So.”, con
sede in Toirano (tipo A) - “Solida”, con sede in Savona (tipo B). In oggi le
cooperative consorziate nel loro complesso sviluppano più di 32.000 ore
mensili di lavoro; progettano e gestiscono servizi diurni, territoriali, domiciliari,
residenziali e di inserimento lavorativo; si occupano di progetti nei settori minori,
anziani, disabili e soggetti svantaggiati,produzione di spettacoli di Teatro
Ragazzi -Teatrino dell’Erba Matta -, organizzazione di eventi e manifestazioni.
Il Consorzio integra e implementa le competenze professionali e manageriali
dei suoi soci, ma ritiene fondamentale mantenere forte la connotazione e il
radicamento territoriale della propria rete. Per questo siamo attivi all’interno
degli organismi di rappresentanza del Terzo Settore (Forum Regionale e Forum
Provinciale); all’interno degli organismi di rappresentanza della cooperazione
sociale (Confcooperative - Federsolidarietà); nella promozione della rete tra
cooperative e consorzi sociali; nello sviluppare progetti e collaborazioni con
altri interlocutori del terzo settore (associazioni di volontariato, associazioni di
promozione sociale, Caritas, enti di formazione professionale…). Il Sestante
aderisce inoltre al Consorzio Nazionale Idee In Rete, realtà che raggruppa circa
30 consorzi territoriali in varie regioni d’Italia, supportandone l’azione progettuale
e imprenditoriale.
Contatti
C.so Italia 13/2 - 17100 Savona
Tel. 019 812515 Fax 019 856591
http://www.consorzioilsestante.it
email: [email protected]
Referente: Barbara Visentini 333 7381561
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
LIGHT nasce nel maggio del 1998 dall’iniziativa di un gruppo di cooperative
sociali della Lombardia per soddisfare l’esigenza di operare come parte di
un sistema organizzato e non solo come imprese isolate.
Si pone pertanto come una struttura di rete attraverso la quale realizzare
iniziative di sviluppo delle cooperative, comunicazione, formazione,
progettazione e gestione dei servizi. In proprio o mediante le sue associate,il
Consorzio gestisce servizi socio-assistenziali, socio-sanitari ed educativi,
riabilitativi e di inserimento lavorativo.
LIGHT si impegna a favorire in modo dinamico ed innovativo il benessere
comune e la crescita sostenibile attraverso l’approfondimento e
l’elaborazione delle tematiche sociali.
In particolare LIGHT realizza:
Servizi di sviluppo dell’imprenditoria sociale
Valorizzazione e promozione di progetti di coesione sociale
Gestione e sviluppo delle risorse umane
Sviluppo nuove tecnologie settore welfare
Sostegno ai settori economici strategici
Al Consorzio aderiscono 22 cooperative, di cui 18 sociali di tipo A (che cioè
svolgono attività nel campo dei servizi socio-assistenziali ed educativi), 3
sociali di tipo B (che cioè promuovono l’inserimento lavorativo di persone in
condizione di svantaggio personale e/o sociale operando in diversi settori
produttivi) e una di servizi.
LIGHT opera a Milano con una base territoriale attiva su tutta la Lombardia.
Contatti
Via Fabio Filzi 41 - 20124 Milano
Tel. 02 26113187 Fax 0236554433
http://www.consorziosocialelight.it
email: [email protected]
Sabina Bellione presidente
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Consorzio Sol.Calatino
Sol.Co Rete di
imprese sociali
società cooperativa sociale
Il Consorzio Sol. Calatino S.C.S. è una struttura consortile territoriale
costituita nel febbraio 2003, nasce come aggregazione di cooperative
sociali ricadenti nel Calatino Sud-Simeto all’interno della politica di sviluppo
del Consorzio Sol.Co. Rete di Imprese Sociali Siciliane, aderisce alla
centrale cooperativa AGCI.
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Sol.Co. - Rete di Imprese Sociali Siciliane è un Consorzio di cooperative
sociali, fondato nel 1994, fortemente impegnato nella cooperazione
sociale in Sicilia, che offre servizi alla persona attraverso una vasta Rete
composta da: 11 consorzi territoriali, 3 consorzi di filiera, 123 cooperative,
1 fondazione di prossimità, 850 soci e più di 2000 lavoratori che operano
in tutta la regione Sicilia.
Ponendo alla base della propria Mission e del proprio operare la
responsabilità sociale d’impresa, il Consorzio Sol. Calatino attua
l’integrazione delle preoccupazioni sociali e ambientali nelle proprie
attività d’impresa e nelle loro relazioni con le parti interessate al fine di
consentire un maggiore dialogo col territorio e una maggiore coesione tra
le cooperative sociali di quest’area.
In particolare Sol.Co. promuove l’ integrazione, la garanzia della qualità del
lavoro, nonché la responsabilità sociale eil confronto culturale e valoriale.
Inoltre, è la prima realtà del Terzo Settore ad essere certificata come
Incubatore di impresa e l’unica presente in Sicilia.
Dal 2010 è capofila del Patto Territoriale dell’Economia Sociale che
aggrega i 15 Comuni dell’area calatina, numerosi altri enti ed associazioni,
consentendo, una concertazione stabile tra pubblico e privato per le
politiche di sviluppo dell’economia sociale del comprensorio.
L’Happening della Solidarietà è un evento organizzato dal ConsorzioSol.
Co., per incontrare i cittadini, scambiare buone prassi e approfondire temi di
interesse sociale, che nel 2014 vede realizzarsi la sua XV edizione “Spazi
Comuni di idee innovative: impresa e lavoro” dal 20 al 22 novembre ad
Agrigento.
Contatti
Sede legale: Via Edmondo De Amicis 20/22 95041 CALTAGIRONE
(CT) - Sede operativa: Cortile della Cooperazione n. 6 – 95040
MINEO (CT) - Tel. 0933981051 - Fax 0933 1935264
email: [email protected]
Ufficio Sviluppo: Massimo Millesoli
Contatti
Via Pietro Carrera, 23 - 95123 Catania
Tel: 095 355353 Fax: 095 7315163
http://www.solcoct.coop
email: [email protected]
2014
Consorzio di
cooperative sociali
Sin dalla sua nascita nel 1996, il Consorzio di Cooperative sociali SOLCO.
Napoli ha rappresentato nel territorio un referente forte nelle politiche
sociali attraverso attività socio-sanitarie, educative e nell’inserimento
lavorativo di soggetti svantaggiati.
Esso svolge, grazie alla L.381/91 art. 1 la sostanziale “funzione pubblica”
della cooperazione sociale, ponendo al centro di ogni suo intervento la
persona in difficoltà come risorsa della società. Attualmente aderiscono al
Consorzio Cooperative Sociali ed Associazioni che da anni sono impegnate
nei servizi di prossimità, prevenzione e recupero del disagio giovanile,
attività a favore di anziani e disabili, inserimento lavorativo di soggetti
svantaggiati, servizi di prevenzione della marginalità e formazione.
Questa potenzialità autonoma di professionalità, capacità e conoscenze,
attraverso il Consorzio, viene amplificata e coordinata in patrimonio
scientifico comune e condivisibile.
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Consorzio
Terre del sole
Terre del Sole è un consorzio di cooperative sociali costituitosi nel 2006
con l’obiettivo di favorire l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati
attraverso quelle che sono le sue principali attività: erogazione di servizi
socio-sanitari ed educativi e gestione di beni confiscati alla ‘ndrangheta.
In particolare Terre del Sole si propone di:
sostenere e coinvolgere la persona in percorsi di autonomia finalizzati al
suo inserimento sociale e lavorativo
favorire una nuova e concreta cultura della legalità
contribuire a creare una “cultura delle relazioni” che stimoli al superamento della logica dell’assistenzialismo a favore di un riconoscimento della
responsabilità di ciascuno ad essere promotore di sé e del suo contesto
sociale
Concretamente…
Terre del Sole gestisce due Centri di Prossimità, promossi dalla Fondazione Ebbene di Catania, per sostenere le persone più fragili con una
vasta offerta di servizi gratuiti
Terre del Sole si è unito al consorzio Kalon Brion in un contratto di rete
per potenziare i servizi socio-sanitari e di assistenza, creando un vero e
proprio Hub sociale che permetta di migliorare la qualità delle prestazioni
e di conseguenza la qualità di vita degli assistiti
Terre del Sole gestisce due beni confiscati nella provincia di Reggio
Calabria sui quali integra la produzione agricola con attività educative e di
accoglienza attraverso l’esperienza dei campi di lavoro in collaborazione
con ARCI e Libera.
Contatti
Via Toledo n. 116 - 80132 Napoli
Tel. 081.4201148 - Fax 081.4202871
http://www.solconapoli.it
email: [email protected]
Contatti
Via Petrara, n°10 - 89124 Reggio Calabria
Tel. 0965 1722548
http://www.consorzioterredelsole.it
email: [email protected]
FB: Terre del Sole
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Cooperativa
Programma 101
Abbiamo passato giorni a pensare che nome dare ai nostri sogni.. poi,
all’improvviso, ci è venuta in mente la Storia della Olivetti.
Tenacia, lavoro vero, capacità di porsi come motore e modello per la
crescita della società. E la mitica PROGRAMMA 101, il primo personal
pc mai inventato, sviluppo, ostinazione, innovazione, capacità di resistere
credendo fermamente nel progetto.
La nostra cooperativa non si occupa di informatica ma abbiamo tutto da
imparare dalla storia della Olivetti e il nostro vuole essere un omaggio
ad un patrimonio italiano andato purtroppo perduto, che speriamo di far
rivivere in noi almeno nello spirito e portando innovazione nel campo del
sociale.
La Cooperativa Sociale “Programma 101” nasce a Giugno 2013
dall’idea di 7 giovani ragazzi, da tempo ormai impegnati sui temi della
legalità e dell’antimafia sociale. E’ una Cooperativa di tipo B, che lavora
per la riqualifica dei beni confiscati alle mafie, reinserendo nel mondo del
lavoro le cd. “categorie fragili”, nello specifico persone che hanno deciso di
uscire dal circuito delle illegalità e delle dipendenze.
Con l’obiettivo di far percepire i beni confiscati come risorsa e come fonte
di occupazione abbiamo ideato una Campagna permanente dal nome “Io
Riutilizzo il Bene Confiscato” e insieme ad altri partner istituzionali abbiamo
dato vita al primo campo antimafia nella Regione Lazio. Oltre 100 ragazzi
provenienti da tutta Italia si sono rimboccati le maniche e hanno ripulito
insieme a noi due terreni confiscati alla camorra. Insomma, possiamo
essere tutti portatori sani di legalità, basta crederci e trasformare l’idea in
impegno!
Contatti
Sede legale: Viale Mazzini, 69 - Frosinone - Sede operativa:
Via E. Fermi 11/B - Gaeta - Cell. 3894273601
http://www.campoantimafia.org
email: [email protected]
Presidente: Alessandra Arena
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Coordinamento
per Quarto
Il Coordinamento per Quarto si è costituito per testimoniare la possibilitá
di concepire in modo nuovo lo spazio dell’ex Ospedale Psichiatrico della
cittá organizzando diversi momenti di manifestazione tra cui Quarto
Pianeta per riconnettere alla città questi spazi. Dopo due anni di lavoro le
Istituzioni hanno definito un Accordo di programma tra Comune, Arte,
Regione Liguria e ASL3, che ha sancito che i due terzi del complesso
ottocentesco rimarranno a funzione pubblica per realizzare un luogo di
servizi sanitari, sociali e culturali per la città è stato un risultato importante
ma rappresenta solo il punto di partenza per ripensare e ricostruire questo
spazio così segnato da stigma, separatezza ed oblio.
L’esperienza del coordinamento di questi anni ha evidenziato come la
fatica più grande è stata e sarà quella di tenere insieme diverse istanze,
diverse Istituzioni evitando scorciatoie.
Rimettere al centro la parola integrazione vuol dire provare a ricomporre
quel conflitto tra diverse polarità per fare emergere nuove connessioni e
possibilità. Una prassi difficile ma necessaria che speriamo possa essere
modello per le prossime fatiche nell’interesse dello sviluppo del benessere
della comunità.
Il coordinamento crede nella rigenerazione dello spazio dell’ex OP
che forte di una storia importante, di dolore, di fatica ma anche di cure e
di liberazione, può diventare un punto di eccellenza e di riferimento per
contribuire a presidiare un discorso pubblico sulla diversità, affinché la
dimensione delle relazioni tra le persone, partendo da quelle più fragili,
possa davvero preservare e cambiare in meglio la nostra cultura, la nostra
convivenza, la nostra democrazia.
Contatti
Amedeo Gagliardi 3357247248
http://coordinamentoxquarto.wordpress.com
FB: Quarto-Pianeta
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Co.Ser.Co onlus
cooperativa sociale
Associazione educativa
ricreativa e culturale
Siamo un’impresa di circa 200 operatori che si occupano di servizi sociali.
Lavoriamo nel settore da 30 anni: un patrimonio di professionalità che
vogliamo valorizzare e far conoscere
Crescendo nasce nel 1997 come Associazione Educativa e Culturale
con lo scopo di promuovere la cultura, la musica e l’arte attraverso centri
per l’infanzia, corsi di sostegno scolastico, attività mirate a sviluppare la
creatività giovanile, corsi di formazione culturale e artistica. Nel corso degli
anni l’Associazione diventa titolare di un Asilo Nido e capofila di uno dei
nove Spazi Famiglia (con connessa Area Gioco, oggi Centro Bambini e
Bambine) presenti nella provincia di Genova. Nel 2007 l’Associazione si
rinnova, sia a livello di compagine sociale che di statuto ed entra nell’Albo
Regionale delle Associazioni di Volontariato. Nel 2013 un ulteriore
rinnovamento: Crescendo diventa Associazione di Promozione Sociale e
viene iscritta all’Albo Regionale delle APS. A febbraio 2014 l’Associazione
prende in gestione diretta: l’Asilo Nido La Cicala, luogo di affettività e
accoglienza, dove ogni bambino può trovare una sua dimensione di
socializzazione, uno spazio in cui far crescere idee, giochi, incontri e d
esperienze in cui tutti possono riconoscersi. La Barca Gialla dove tutte le
famiglie possono offrire e trovare idee per aiutarsi reciprocamente e dove
si possono attivare momenti di collaborazione e di crescita per affrontare
insieme le difficoltà della vita quotidiana, conciliare i tempi delle attività
lavorative, della gestione familiare, della cura e dell’educazione dei figli.
I due centri di sostegno scolastico a Casella e Savignone, convenzionati
con i due comuni. I centri, chiamati Demoa e La Lippa, accolgono bambini
dai 6 ai 10 anni e offrono un servizio di doposcuola arricchito da attività
educative, ludiche e sportive. I laboratori post-scuola presso la Scuola
dell’Infanzia Paritaria Umberto e Margherita. I Centri Estivi per bambini
della fascia d’età 0-10 anni nei mesi di Luglio e Agosto presso i locali
dell’Asilo Nido La Cicala e del Centro Bambini e Bambine La Barca Gialla.
La Missione
Aiutiamo persone per conto di Enti Pubblici, o in convenzione con aziende,
famiglie ed associazioni.
Forniamo servizi socio-educativi a minori, disabili, anziani: un sostegno
per molte persone, soprattutto nei momenti di difficoltà. La serenità di una
madre, il sorriso di un bimbo o di un disabile, una vita dignitosa garantita ad
un anziano non autosufficiente, sono lo scopo per cui siamo nati.
Crediamo che il lavoro sociale promuova un’idea di società, attenta ai
valori e ai diritti di tutte/i.
Coserco per la vita della comunità
Aiutiamo le persone favorendo il loro incontro con le opportunità del
territorio, sostenendo la loro autonomia e la libertà di accesso ad occasioni
di socialità e crescita. Aiutiamo le persone negli spostamenti, nella cura
di sé e del proprio ambiente; animiamo il tempo libero; sosteniamo nello
studio, nell’inserimento al lavoro e altro.
Per diffondere la cultura dei diritti, partecipiamo a reti che promuovano il
valore del lavoro sociale, che per noi è un bene comune.
Contatti
Contatti
Via Polleri 3, 1° piano - 16125 Genova
Tel. 010 2471828 - 2471826 - Fax 010 2469361
http://www.coserco.it - email: [email protected]
FB: cooperativa-sociale-coserco/119163771456726
via Cantore 30/20 scala A - 16149 Genova
email: [email protected]
Tel. 346 4767510
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
European Network of Social
Integration Enterprises
L’Associazione di volontariato “DIMMI DI TE” si è costituita a Genova l’8
Giugno 2014 con l’obiettivo di promuovere un servizio d’ascolto domiciliare
alla persona, alla coppia e alle famiglie in difficoltà e sostenere pratiche
di “buona“ Mediazione sul territorio. Il Consiglio Direttivo e gli operatori
dell’associazione sono insegnanti, educatori, avvocati, mediatori e
operatori socio-sanitari, che considerano la mediazione come lo strumento
più efficace nella gestione dei conflitti intra ed inter-personali, in quanto
intendono il conflitto stesso come risorsa, come modo nuovo e possibile
di creare relazione, come legame tra sistemi e come spazio di sosta
inevitabile in un tempo della vita di molti di noi.
DIMMI DI TE propone due linee d’intervento, quali il Servizio di ascolto
domiciliare e Pratiche di Mediazione e una Sezione progetti.
I settori della Mediazione nei quali DIMMI DI TE intende operare sono:
mediazione familiare - mediazione scolastica - mediazione comunitaria ed
interculturale - mediazione giuridica e penale di tipo riparativo
Sezione Progetti:
Servizio solidale di interscambio dei mestieri per genitori e famiglie separate
- Babysitting solidale territoriale e di rete per mamme e padri separati Sportello itinerante di mediazione scolastica per giovani adulti
Centro d’ascolto per neomaggiorenni resilienti in uscita dalle comunità
assistenziali. - Educazione giuridica ripartiva e comunitaria: carceriambiente e attività sul territorio - Rete Amica: informazioni e consigli via
rete per vivere e condividere le nostre storie. - Tradizione e modernità: il
cittadino di oggi, arti e mestieri di ieri tra mare ed entroterra ligure.
Contatti
Segreteria: lun-merc-ven. 10/13- 17/20
Tel.0103462109
email: [email protected]
Dott.ssa Delfino Paola: 3457253459
Dott.ssa Capilleri Lorena: 3461725696
ENSIE è la rete europea di imprese sociali che si occupano di inserimenti
lavorativi di persone svantaggiate ed ha come obiettivo la rappresentanza,
l’assistenza e lo sviluppo all’interno dell’Unione europea delle imprese
sociali di inserimento lavorativo, le loro reti e federazioni.
ENSIE vuole contribuire ad uno sviluppo socialmente sostenibile dell’Unione
Europea che include i seguenti aspetti:
• il mercato del lavoro e l’integrazione sociale dei gruppi vulnerabili,
migliorando la loro occupabilità e produttività,
• la redditività economica delle imprese sociali di inserimento lavorativo e il
rafforzamento del loro ruolo economico in generale,
• la promozione delle pari opportunità per tutti, sostenendo la strategia
dell’Unione europea.
ENSIE è un’associazione senza scopo di lucro con sede a Bruxelles, in
Belgio. Attualmente ENSIE a.s.b.l. raggruppa 26 reti nazionali e regionali,
che rappresentano 18 paesi dell’Unione europea, la Serbia e la Svizzera.
Insieme, essi totalizzano più di 2 500 imprese sociali e più di 378 000
lavoratori.
Contatti
ENSIE asbl
Chaussée d’Alsemberg 303 - B-1190 Brussels
http://www.ensie.org
mail: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Società cooperativa
Faber Teater
Il progetto “Oltrelemura” nasce da un percorso di sperimentazione iniziato
nel Liceo Classico-Scientifico “I.Newton” di Chivasso nel 2011.
Ai lavori del Progetto hanno partecipato finora un gruppo composto da
circa quaranta studenti, due insegnanti, trenta genitori e cinque operatori
culturali esterni.
Nel corso della sperimentazione, tramite diversi approcci disciplinari, ci
si interroga sulle strategie didattiche possibili per affrontare la crisi della
Scuola che viene percepita dai partecipanti.
Fare Comunità è un consorzio provinciale non profit nato nel 2010 dalla
collaborazione tra il sistema della cooperazione sociale ravennate ed enti
della formazione professionale.
Tra gli obiettivi principali del consorzio vi è quello di favorire i processi di
inclusione sociale e lavorativa delle persone con difficoltà d’integrazione
nella comunità.
Il senso del Progetto è quello di rielaborare la relazione del triangolo
pedagogico genitori – allievi – insegnanti, attraverso un utilizzo nuovo di
strumenti pedagogici, scolastici e teatrali al fine di creare uno stile dello
stare-a-scuola più efficace in termini sia di apprendimento che di relazione.
Fare Comunità ritiene che una comunità partecipe e competente
renda possibile il senso di appartenenza, il “noi”, lo sviluppo di capacità e
competenze:
• per fronteggiare il disagio, le crisi sociali/familiari/personali, l’insicurezza,
l’incertezza prodotta dai tanti e veloci cambiamenti.
• per l’accesso alle risorse e alle opportunità effettivamente esistenti per
tutte le generazioni.
• per il sostegno alle tante fragilità sociali.
Il contenuto dei lavori e delle ricerche sia pedagogiche che teatrali è la
Scuola stessa, intesa sia come luogo fisico che come luogo di relazioni
presenti e future.
Fare Comunità vuole essere espressione di una “sussidiarietà solidale”
in cui diversi soggetti della cooperazione sociale e altri enti/organizzazioni
non profit lavorano solidalmente integrandosi per il bene comune.
Contatti
Via Baraggino - 10034 - Chivasso (TO)
Tel. 011 6993077
http://www.faberteater.com
email: [email protected]
Contatti
Via Boncellino 44/1 - 48012 Bagnacavallo (RA)
Tel: 0545 926055 - Fax: 0545 926056
http://www.farecomunita.com
email: [email protected]
Referente: Massimo Caroli
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
FIDAS
Genova
FIDAS è la Federezione Italiana di 73 Associazioni di donatori volontari di
sangue in Italia.
Fidas Genova si occupa della nostra realtà locale e garantisce il contributo
sanitario coprendo più del 40% del fabbisogno di sangue degli ospedali
cittadini.
S’impegna a diffondere la cultura della donazione di sangue, la
partecipazione sociale, il coinvolgimento solidale, sensibilizzando ogni
individuo, gruppo, etnia a comprendere cosa significa donare il sangue.
Operiamo su centri mobili attrezzati e ci siamo dati da fare anche per centri
fissi (v. Sori).
Saremo presenti ancora per divulgare l’idea e il gesto della donazione.
All’interno della Fidas Genova esistono i FGG (Fidasgiovagenova), un
gruppo di ragazzi che organizza eventi tra diletto e informazione come il
torneo di beach volley ai bagni sporting che ha visto unirsi decine e decine
di collaboratori giovani Fidas Genova, il Cooking Show che ha ospitato
Mattia Poggi per spiegare quanto una corretta alimentazione sia importante
per la salute e per la donazione di sangue concludendo con una lotteria
che premiava i più informati in materia donazione di sangue e molti altri
eventi e iniziative sociali non solo interne alla Fidas.
Contatti
Emanuele Russo - Presidente Fidas Genova: 3351329295
Elena Piano - comunicazione Giovani Fidas Genova: 3668766884
Andrea Grande - coordinatore Giovani Fidas Genova: 3293795325
La FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), costituita
nel 1994, è una organizzazione ombrello cui aderiscono alcune tra le più
rappresentative associazioni impegnate, a livello nazionale e locale,
in politiche mirate all’inclusione sociale delle persone con differenti
disabilità. I principi della Convenzione ONU sui diritti delle persone con
disabilità costituiscono un manifesto ideale per la Federazione e per la
rete associativa che vi si riconosce e che individua nella FISH la propria
voce unitaria nei confronti delle principali istituzioni del Paese.
Partendo dalla nuova visione bio-psico-sociale della disabilità, contrapposta
ad un modello medico che per decenni ha reiterato pregiudizi e
segregazioni, la FISH interviene per garantire la non discriminazione e le
pari opportunità, in ogni ambito della vita. In quanto situazioni a maggior
rischio di esclusione, la Federazione pone un’attenzione prioritaria alla
condizione delle persone con disabilità complesse, non sempre in grado
di autorappresentarsi, ed al supporto dei loro nuclei familiari.
Attraverso la collaborazione con il Forum Italiano sulla Disabilità (FID),
l’organismo che rappresenta l’Italia all’interno dell’European Disability
Forum (EDF), raccorda le politiche nazionali con quelle transnazionali,
facendo sì che il contributo del movimento italiano per i diritti delle
persone con disabilità venga coerentemente rappresentato, ad esempio,
presso l’Unione Europea o le Nazioni Unite.
Contatti
via G. Cerbara 38/B - 00147 Roma
Tel. 06.78851262 - Fax 06.78140308
http://www.fishonlus.it - http://www.handylex.org
http://www.superando.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Fondazione
Auxilium
Fondazione Auxilium è un ente ecclesiale, espressione della Chiesa di
Genova dal 1931. È patrocinato dalla Caritas Diocesana. Opera a favore
di coloro che si trovano nel disagio a Genova: oggi, soprattutto persone
senza dimora, immigrate, richiedenti asilo e rifugiate, con Hiv/Aids,
vittime della prostituzione e famiglie in difficoltà.
in particolare...
…assistiamo la persona nei bisogni primari, con l’offerta di servizi
essenziali quali mensa, doccia, cambio abiti, accoglienza diurna e
notturna; assicuriamo ascolto, sostegno e accompagnamento per
favorire vie d’uscita dalle situazioni di disagio; sosteniamo progetti che
mettono concretamente in contatto le persone accolte con la società,
favorendo l’integrazione; mettiamo in atto nuove forme di intervento in
risposta ai mutamenti della povertà.
Cerchiamo di vivere tutto questo come esperienza di relazione e fraternità,
in cui esprimere competenza, qualità e continuità dell’aiuto.
Contatti
Via Bozzano 12 - 16143 Genova
Tel. 010 52.99.528/544 Fax 010.51.36.75
http://www.fondazioneauxilium.it
Referente per la Biennale: Mirco Mazzoli 348.153.00.30
[email protected]
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Facciamolo per
il nostro bene
La Fondazione Èbbene, nata nel 2012 a Catania, è un Ente di
partecipazione sociale che si impegna a realizzare azioni di promozione e
di sviluppo territoriale e sociale avendo come fine ultimo il Bene Comune.
A tutti cittadini, soprattutto ai cittadini più fragili, cerca di fornire una risposta
adeguata alla richiesta incessante di urgenti servizi primari. Lo fa attraverso
i Centri di Prossimità che ne rappresentano l’estensione fisica in gran
parte delle regioni d’Italia; sono sportelli aperti al pubblicoche accolgono e
informano i cittadini sulle opportunità e sui servizi offerti.
Attraverso l’attivazione di una Fidelity card,
rilasciata dai Centri,è possibile usufruire di:
Aiuti alimentari
Tutela e consulenza giuridica
Servizi turistici
Servizi di patronato e Caf
Servizi sociali, sanitari, educativi, abitativi
Servizi al lavoro
Scontistica presso numerose Strutture d’Offerta
Consulenza in materia ambientale
Microcredito per le famiglie e per le imprese
Contatti
Via Pietro Carrera, 23 - 95123 Catania
http://www.ebbene.it
email: [email protected]
Numero Verde: 800 082834
2014
Futuro è una cooperativa di tipo B nasce nel 2009 da un gruppo di persone
che, dopo aver operato a lungo nella Cooperazione di tipo A, scelgono di
promuovere e costruire percorsi di RE-INSERIMENTO lavorativo e sociale
Gli operatori della Cooperativa si caratterizzano per la capacità di
collaborazione, la professionalità, possiedono una profonda motivazione
al lavoro sociale e cooperativo, hanno grande attenzione e cura del lavoro
di rete. Attualmente la Cooperativa conta su 14 addetti tra soci lavoratori
e dipendenti. Le professionalità coinvolte sono quelle di Amministrativi,
Guide ambientali, bibliotecarie, ausiliari di pulizia.
La cooperativa pone al centro del proprio operare la persona con i suoi
bisogni, diritti e valori, la salvaguardia la tutela e la promozione del territorio
Compito primario della cooperativa è la creazione di spazi occupazionali
e di integrazione rispondenti ai bisogni delle fasce deboli. Servizi
culturali: servizi bibliotecari, organizzazione eventi teatrali e musicali,
organizzazione convegni e seminari; Servizi turistici: Organizzazione
eventi di promozione del territorio, Servizi a favore dell’ Escursionismo,
Progettazione, realizzazione e gestione trekking lungo alta via Monti Liguri,
Educazione ambientale; Gestione Centro Educazione Ambientale Alta Val
Polcevera; Servizi di pulizia: Pulizia uffici e strutture, Manutenzione spazi
verdi; Servizi Amministrativi e contabili,consulenze.
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GenovaBeneComune è una Associazione politico-culturale composta da
donne e uomini che vogliono rilanciare la partecipazione democratica alla
vita della città.
GenovaBeneComune sostiene il Diritto/Dovere alla partecipazione,
nell’intento di raggiungere la pari dignità fra democrazia rappresentativa e
partecipata; intende far riconoscere e promuovere la partecipazione in tutti
i settori e a tutti i livelli amministrativi.
In particolare
GenovaBeneComune si propone di diffondere la cultura della democrazia
partecipativa, fondata su tre pilastri:
1) il diritto di tutti i cittadini di essere correttamente informati sulla gestione
della città;
2) di poter esprimere opinioni su tale gestione e di fare proposte concrete;
3) di poter verificare come l’amministrazione gestisce il “bene comune” e la
vita della città a tutti i livelli.
Il lavoro associativo tende a convogliare idee e proposte in progettazioni
specifiche, finalizzate a praticare la partecipazione democratica nella realtà
dei problemi cittadini.
Organizzazione interna
Il nostro lavoro è organizzato a più livelli: Coordinamento Metropolitano,
Gruppi di Lavoro Tematici. Il Coordinamento lavora su due piani, quello
della promozione della partecipazione e quello della relazione con altri
soggetti pubblici e associativi.
Contatti
Contatti
Via Piave 55 - 16018 Mignanego Genova
Tel/fax 010/7729110
email: [email protected]
referente: Sara Barbieri
http://www.genovabenecomune.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
GrlS: domande e
risposte nella rete
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Giardini Luzzati
nuova associazione
I Gruppi locali Immigrazione Salute (GrIS) sono le Unità Territoriali
della SIMM (Società Italiana di Medicina delle Migrazioni) nati dalla
scelta strategica di favorire la conoscenza e la collaborazione tra quanti
si impegnano, a vario titolo, per assicurare diritto, accesso e fruibilità alla
salute degli immigrati.
L’associazione ha in gestione dal 2012 l’area dei Giardini Luzzati.
L’ispirazione di fondo delle attività dei Giardini Luzzati “Nuova
Associazione”, fino ad oggi, è stata quella di perseguire la finalità di
rendere questo spazio sempre più “pubblico” e aperto alle esigenze del
territorio e di tutti i settori sociali della cittadinanza genovese.
Obiettivo di fondo dei GrIS è unire enti, istituzioni , servizi socio sanitari ed
operatori del terzo settore partendo da ciò che ci accomuna e valorizzando
l’esperienza di ciascuno con un lavoro in rete che permette di trovare
soluzioni, talvolta inventandole in base a buone pratiche ed esperienze
altrui, alle molte criticità nell’assistenza agli immigrati.
L’obiettivo generale è quello di sviluppare uno spazio di integrazione
culturale e di aggregazione sociale a disposizione del quartiere contrastando
e prevenendo un utilizzo passivo della piazza offrendo al contempo una
alternativa alla “movida” basata sulla cultura, l’intercultura, la convivenza
pacifica e la cittadinanza attiva.
Attualmente sono presenti in Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto,
Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio,
Puglia, Campania, Calabria, Sicilia, Sardegna Le attività si sviluppano sulle seguenti aree di
intervento:
Gli obiettivi comuni sono:
- Animazione territoriale per bambini e ragazzi
- Intercultura e accoglienza
- Percorsi bio-eco-sostenibili
- Spazio di sperimentazione artistico-musicale
di fare informazione e attivare discussioni sugli aspetti normativi specifici
nazionali e locali, sulle iniziative intraprese nei servizi pubblici e nei servizi
del volontariato e del privato sociale;
di ‘mettere in rete’ gruppi, servizi, persone, competenze e risorse sia
assistenziali sia formative;
di elaborare proposte in termini politico-organizzativi;
di fare azione di ‘advocacy’ sulle istituzioni.
Contatti
Contatti
http://www.simmweb.it
email: [email protected]
Piazza Invrea 8/12, 16123 Genova
Tel./fax. 010 8696609
http://www.giardiniluzzati.it
email: [email protected]
2014
Gruppo Abele
Verbania
Il “Gruppo Abele di Verbania Onlus” è attivo dal 1978 nelle province del
V.C.O. e di Novara per costruire risposte con quanti vivono situazioni di
tossicodipendenza, alcolismo, disagio ed emarginazione.
Lavoratori, persone accolte, amici, volontari, in questi anni hanno creato
idee, spazi fisici e di relazione per condividere l’esperienza della
marginalità e trasformarla in progetti, riscatti personali e momenti di
sostegno.
Accanto alle tre comunità terapeutiche con le loro specializzazioni, il gruppo
si impegna in carcere e nel territorio.
In rete sviluppa azioni di coinvolgimento di persone ai margini dei servizi,
giovani e non più tali che vivono le fatiche della dipendenza da alcol e
droghe oppure sviluppa percorsi di assistenza a domicilio.
Si occupa di inserimenti lavorativi per soggetti fragili e partecipa a
cooperative sociali. Collabora ad iniziative su gioco d’azzardo ed offre
consulenza psicologica nell’ambito delle dipendenze da alcol, gioco,
droghe e Internet.
Contatti
Largo Invalidi del Lavoro, 3, 28921 Verbania
Tel. 0323402038 Fax 0323402038
http://www.gruppoabelediverbania.org
email: [email protected]
Referente: Graziano Occhetta
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Health&Senectus
cooperativa
La Cooperativa Health&Senectus nasce nel 2000 sul territorio di Lentini
e sin da subito e negli anni successivi ha sviluppato una grande capacità
a rispondere ai bisogni sociali della popolazione, con lo scopo solidale
di contribuire al sostegno delle categorie deboli e disagiate. Varie sono
state e sono le collaborazioni ed i progetti in questi anni con enti pubblici e
privati. Ad oggi tra tutti i progetti risulta essere più attiva la collaborazione
con la Fondazione ÈBBENE tramite il Centro di Prossimità.
Tra i servizi offerti dalla cooperativa vi sono:
Il Centro Psicopedagogico Kirikù che include
i laboratori ricreativi per bambini/ragazzi per sperimentare e sperimentarsi
in ambito culinario, giornalistico, del giardinaggio e nell’educazione peri il
riciclo creativodegli oggetti quotidiani;
il recupero post-scolastico a misura di bambino e dei suoi bisogni, qualora
ci fossero particolari esigenze.
Il Sostegno Psicologico e il Sostegno Pedagogico
Sono previsti per appuntamento i colloqui con degli specialisti che si
occuperanno dell’accoglienza e dell’anamnesi dei bisogni dell’utente.
Assistenza domiciliare:
Supporto per persone anziane e per portatori di Handicap.
Vi sono anche aiuti per minori di famiglie in difficoltà.
Servizi alle famiglie:
Tramite la Fondazione ÈBBENE la cooperativa eroga servizi quali:
tutela legale ; tutela fiscale; usato solidale; aiuti alimentari; servizi al lavoro;
microcredito.
Inoltre la Cooperativa gestisce una struttura Sprar, struttura di seconda
accoglienza sul territorio del Comune di Francofonte.
Contatti
sede legale:Via Mazzini n°39 Carlentini (SR) 96013 - sede operativa:
Via Fratelli Bandiera n° 21 Lentini (SR) 96016 - Via Italia n°2 Lentini
(SR) 96016 - Tel/fax 0959896362
email: [email protected] - Referente : Dott.ssa Cristina Leone
https://www.facebook.com/profile.php?id=100008275054705
2014
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
ICI arca
impianti e servizi
ICI ARCA Impianti e Servizi è un’impresa di solidarietà che fin dal 1992
favorisce, attraverso iniziative di carattere economico, percorsi di fuoriuscita
dalla condizione di esclusione di soggetti provenienti da una situazione di
svantaggio sociale.
Cosa facciamo:
Pulizie civili e industriali
Manutenzioni e ristrutturazioni
Impianti elettrici
Servizi diversi
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Idee in rete
consorzio nazionale
Il Consorzio Nazionale Idee in Rete associa oltre 30 consorzi di
cooperative sociali cui fanno riferimento circa 500 cooperative sociali
presenti in 15 regioni italiane.
È un consorzio per imprese sociali che scelgono di condividere progetti di
sviluppo, capacità, relazioni, una rete aperta e collaborativa che esplora
e diffonde nuovi ambiti e modalità di intervento, cerca contaminazioni,
costruisce fiducia e nuovi legami sociali, aspira a creare cambiamento
sociale prima ancora che a gestire servizi.
Per Idee in Rete la prossimità è la scommessa fondamentale per pensare
ad un modello diverso di sviluppo sociale ed economico, centrato sui
cittadini, sulla loro capacità di attivarsi e di mobilitare risorse.
Contatti
Contatti
Tel. 011 6687633
Fax 011 6689662
http://www.iciarca.it
email: [email protected]
Sede legale: Piazza Vittorio Emanuele II 31 - 00185 Roma
Sede amministrativa: Piazza Cavour 12 - 10064 Pinerolo (TO)
Tel. +39 0121 377584 Fax +39 0121 371342
http://www.ideeinrete.coop - email: [email protected]
2014
La cooperativa Il Biscione lavora da oltre 30 anni per dare risposte a
bisogni sociali e sanitari.
Dalle sue origini fino alla metà degli anni ’90 ha gestito strutture residenziali
su due aree di intervento: quella delle problematiche del disagio minorile e
quella sulla sofferenza psichica degli adulti, dando una risposta concreta a
quanto prevedeva la “Legge Basaglia”.
L’unione con la cooperativa Arcobaleno ha significato l’inizio dell’impegno
sull’educativa territoriale per i minori e contestualmente l’apertura al “lavoro
di rete”, che riteniamo un valore e un metodo necessario per produrre
sviluppo, innovazione e integrazione concreta nella società.
Nel tempo abbiamo sviluppato servizi rivolti alle ragazze madri, alle
persone con problemi penali e di tossicodipendenza, agli anziani. Abbiamo
partecipato alla chiusura definitiva dei manicomi e ora stiamo accogliendo
gli stranieri che chiedono asilo nel territorio italiano.
La cooperativa sociale il Biscione è una realtà aperta e flessibile,
saldamente ancorata ai valori della cooperazione sociale e alla sua storia.
Oggi lavorano in cooperativa oltre 100 persone che svolgono il loro servizio
e sono pronti a pensare e ad accogliere creativamente le nuove sfide che
emergono dalla quotidianità, riprogettare i servizi per ottimizzare le risorse
attraverso sperimentazione, professionalità e formazione costante degli
operatori: punti cardini del nostro lavoro.
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
L’Associazione il Ce.Sto nasce nel 1981. Radicata nel Centro Storico è un
contenitore in cui vengono sviluppati obiettivi educativi, ricreativi, creativi
fornendo percorsi e strumenti per valorizzare e rafforzare il potenziale di
ciascuno.
I progetti dell’associazione si focalizzano su immigrazione, integrazione
sociale e lavoro sul territorio con una particolare attenzione al lavoro di
rete. Il Ce.Sto è associazione di volontariato, e grande è l’importanza che da
alla figura e alla potenzialità del volontario, ma con la convinzione che
lo sviluppo delle attività e la gestione dei servizi offerti sia possibile nella
continuità solo grazie all’impiego di adeguate professionalità.
Servizi attivi:
Centro sociale minori il Ce.Sto, centro sociale adolescenti Street Up (in
collaborazione con Coop La Comunità, Coop il Laboratorio, UISP), Alloggio
accoglienza profughi (progetti SPRAR, FER e Emergenza), Corso di
alfabetizzazione per adulti stranieri, progetto di rivitalizzazione dei Giardini
Luzzati.
Contatti
Contatti
Via San Luca 12/20 - 16124 Genova
Tel. 010 247 25 79 Fax. 010 247 82 52
email: [email protected]
Via Brignole De Ferrari 6/9, 16125 Genova
Tel./fax 010 8696609
http://www.assilcesto.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Il laboratorio
Il Margine
cooperativa sociale
società cooperativa sociale
Il Laboratorio Società Cooperativa Sociale
La Coop Il Laboratorio nasce nel 1983 con l’intento di promuovere la
realizzazione e gestione di servizi socio-educativi e territoriali nel centro
storico genovese.
Attualmente la Cooperativa gestisce i seguenti
servizi:
Il Laboratorio: centro di educazione al lavoro per ragazzi dai 16 ai 20 anni
La Spiga: comunità educativa residenziale per minori (12 e i 18 anni)
Il Ponte: Alloggio Protetto per neomaggiorenni
Il Formicaio: Centro sociale per bambini tra i 6 e i 12 anni
Formicopoli: Polo Sociale aperto alle famiglie, alle organizzazioni e alle
istituzioni del territorio
La costante attenzione nell’interpretare ed accogliere i bisogni del
territorio e l’azione sinergica con la rete dei Servizi (pubblici e privati) locali
connotano da sempre il lavoro della cooperativa. L’ente è convenzionato
con il Comune di Genova, è partner di numerosi progetti locali e condivide/
partecipa a diverse iniziative promosse dalle agenzie di zona.
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
La Cooperativa Sociale Il Margine è nata nel 1979 e dal 1983 opera i
ambito socio-sanitario, assistenziale, educativo e di Servizi alla persona.
È un’impresa sociale, un Organizzazione non lucrativa di Utilità Sociale
che aderisce a diversi consorzi con Cooperative di tipo B, associazioni ed
organismi di tutela e rappresentanza.
La Cooperativa gestisce servizi di tipo residenziale, semi-residenziale,
territoriale, domiciliari e progetti individualizzati.
Opera in prevalenza nei seguenti ambiti:
Disabilità, Psichiatria, Anziani, Minori.
Forte rilevanza rivestono i progetti di inserimento lavorativo come strumento
delle Politiche attive del lavoro in accordo con Servizi invianti e Centri per
l’impiego di Torino e Provincia.
Contatti
Contatti
Piazza della Cernaia 3/6 - 16123 Genova
Tel. 010 2461420
http://www.coopillaboratorio.com/
[email protected]
Via Eritrea 20, 10142 Torino
Tel. 011 4032421
http://www.ilmargine.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Isforcoop agenzia
di formazione
Isnet associazione
L’Associazione ISNET promuove lo sviluppo delle imprese sociali.
Attualmente dialoga con una rete di oltre 1.000 imprese sociali in tutta
Italia, attraverso un portale ed una rete di animatori territoriali.
ISNET si occupa di ricerca sociale ed economica; gestisce l’osservatorio
sulle imprese sociali in Italia e realizza ricerche ad hoc. Attraverso le attività
di ricerca identifica opportunità che propone alla rete delle imprese sociali.
ISNET promuove il sistema SPESA UTILE, un sistema innovativo per la
distribuzione dei prodotti alimentari con il coinvolgimento attivo dei cittadini
per tramite delle cooperative sociali di inserimento lavorativo. Un nuovo
modo di fare la spesa, che trasforma l’esperienza dell’acquisto in un
momento di socializzazione e conoscenza reciproca, con il vantaggio di
acquistare prodotti a valore aggiunto sociale e ambientale.
Alla Biennale della Prossimità saranno presenti alcune delle organizzazioni
protagoniste del sistema SPESA UTILE in tutta Italia, per raccontare le
lore esperienze e rispondere alle curiosità dei cittadini.
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
ISFORCOOP è un’agenzia di formazione attiva sul territorio ligure dai primi
anni ottanta, la cui missione è quella di:
sviluppare capacità progettuali per contribuire a diffondere e potenziare
il movimento cooperativo ed elevare socialmente, culturalmente ed
economicamente la società in generale;
formare, qualificare, riqualificare e specializzare professionalmente i
lavoratori, con particolare riguardo ai giovani;
operare nell’ambito della formazione rivolta allefasce deboli;
favorire l’inserimento lavorativo dei disoccupati anche attraverso azioni
formative e/o tramite servizi di consulenza specialistica ai soggetti preposti
all’inserimento nel mondo del lavoro.
Negli anni ISFORCOOP ha consolidato numerosi rapporti con imprese,
enti ed associazioni operanti nella Regione, allo scopo di progettare e
realizzare iniziative formative efficaci, coerenti e raccordate ai bisogni
occupazionali, di sviluppo e di innovazione richiesti progressivamente dal
contesto di riferimento.
Contatti
Contatti
C.so D’Augusto 115, Rimini
Tel. 0541 709911
email: [email protected]
Referente: Nicola Albini
Via Peschiera 9,
Tel. 010837301 Fax 0108373029
email [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Perchè non è vero
che il mondo è diviso
tra chi usa droghe e chi no...
È una rete di operatori, ricercatori, consumatori, cittadini, associazioni e
enti locali che promuove la diffusione dell’approccio, delle politiche, degli
interventi e dei servizi di Riduzione del danno droga correlato (RDD), grazie
a un approccio proattivo capace di promuovere, insieme, il benessere, la
salute e la tutela dei diritti umani e sociali dei consumatori, e la qualità della
vita dei contesti sociali.
e soprattutto…
La RDD rende praticabile l’obiettivo di un consumo di droghe sostenibile
(oltre la prevenzione e l’astensione dal consumo in sé), nel rispetto delle
scelte di ognuno: i suoi destinatari sono tanto i consumatori attivi di
sostanze, quanto le loro famiglie, le reti di prossimità e la collettività sociale
nel suo complesso.
per questo...
►promuove scambi, formazione e aggiornamento tra operatori e con le
comunità locali ►sostiene i diritti e i saperi dei consumatori ► promuove
ricerca e innovazione ► promuove scambi internazionali, è focal point
della rete europea EuroHRN ► partecipa al movimento internazionale per
la riforma della attuale politica globale sulle droghe
Contatti
http://www.itardd.net Email: [email protected]
email: [email protected]
cell: 3394155985
La Comunità è un impresa sociale che opera dal 1979 nel settore delle
attività educative di contrasto e prevenzione del disagio minorile e di
sostegno alle famiglie fragili attraverso la progettazione e la gestione di
servizi socio educativi, animativi e culturali .
Opera in integrazione con altre cooperative, organizzazioni del volontariato,
realtà dell’associazionismo, istituzioni pubbliche.
Fulcro del nostro lavoro è promuovere la partecipazione attiva dei minori
delle loro famiglie agli interventi di cura. Con questo approccio, il lavoro
della cooperativa non si limita all’erogazione di servizi ma mira a costruire
una cultura della solidarietà e dell’accoglienza e a valorizzare l’apporto
possibile della famiglia e del cittadino alla vita sociale.
Inoltre la gestione di servizi socio educativi è finalizzata al reinserimento
sociale delle persone e a creare le opportunità perché questo avvenga
riducendo il rischio dell’esclusione sociale .
Contatti
Via Brignole de Ferrari 6/9 - 16125 Genova
Tel. 010 2465848 - Fax 010 2461360
http://www.lacomunita.genova.it
Referente: Elisabetta Morbiolo 34505165683
[email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
La Carovana
onlus
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
La Rosa
Blu a.r.l.
La Carovana O.n.l.u.s, dalle sue origini, si è distinta, tra le cooperative
sociali, per la realizzazione di progetti educativi caratterizzati dall’utilizzo di
attività a contatto con la natura (escursionismo, speleologia, arrampicate,
trekking) per la prevenzione/o il trattamento di situazioni di disagio
minorile e di percorsi didattici che favoriscono la frequentazione
consapevole dell’ambiente.
La Rosa Blu a.r.l., nata nel 1977 come Cooperativa Pier Giorgio Frassati,
ha operato a lungo nel settore della prevenzione ed assistenza ai minori e
giovani a rischio.
Nel corso del tempo, sono state attivate, nel territorio di Bologna e provincia,
diverse tipologie di servizio (interventi di educativa e di animazione di
strada, centri di aggregazione giovanile, interventi nel mondo della notte),
rivolte a preadolescenti, adolescenti e giovani, ispirate ai principi della
Psicologia di comunità.
La principale attività della Cooperativa è il progetto Selecta, che si occupa
di selezione di carta, cartone, plastica e scorie varie; servizi di distribuzione
di pubblicazioni, documenti.
Tali metodologie hanno permesso l’osservazione, l’analisi e l’aggiornamento
sulla diffusione dei fenomeni giovanili (uso di sostanze legali ed illegali e
New Addiction) consentendo di rispondere in maniera efficace ai bisogni
emergenti. A questo proposito sono stati realizzati anche interventi di
inserimento formativo e lavorativo in sintonia con le richieste provenienti
dall’utenza.
Dopo aver dato vita a comunità ed attività lavorative, ha oggi più settori di
produzione lavoro diversificati tra loro.
Altre attività:
facchinaggio e traslochi;
pulizie uffici;
laboratorio di confezione abbigliamento e riparazioni sartoriali.
Negli ultimi anni, particolare attenzione viene prestata, in un’ottica di
miglioramento della qualità della vita dei minori e delle loro famiglie, alla
tutela dell’infanzia ed al sostegno della genitorialità.
Contatti
Contatti
Via Pellizza da Volpedo, 30 40139 Bologna
Tel. 051 49.47.21 Fax: 051 54.85.47
email: [email protected]
Via Chambery, 46 - 10142 TORINO
Tel. 011 7730512 - cell. 3356983320
Referente: Isidoro Parietti
[email protected]
2014
assumere forma
in ciò che si incontra
La forma dell’acqua - Società Cooperativa Sociale - ONLUS
persegue l’interesse generale della Comunità alla promozione umana e
all’integrazione sociale dei cittadini con l’intento di ricevere e generare
un significativo contributo utile al raggiungimento di una maggiore
consapevolezza – da parte dei singoli, dei gruppi e della società – sui diritti,
le responsabilità, le risorse ed i limiti propri e altrui. Promuove lo sviluppo
del benessere, della solidarietà e della qualità del vivere per mezzo di
iniziative socializzanti, ergo-terapiche e produttive favorenti la diretta e/o
indiretta partecipazione a progettualità di ampio respiro nel rispetto e tutela
della dignità della Persona, del suo Progetto di Vita, dell’Ambiente. Finalità
primaria: concepire, concretizzare, dare impulso, misurare iniziative
e programmi in forma compartecipata, in ottica e pratica di riflessività
condivisa, di auto e mutuo sostegno rivolti al riconoscimento e utilizzo dei
singoli poteri, all’emancipazione personale e collettiva facilitanti processi
di inclusione e di non disparità. Ente gestore di un C.A.D. – Centro Attività
Diurne / Laboratori Socio-Riabilitativi | Centro di Lavoro Guidato – offre
un Servizio semi-residenziale inserito nell’Albo Prestatori di Servizi SocioSanitari della Città di Torino realizzato con/a favore di Persone adulte
portatrici delle proprie peculiari aspirazioni e abilità. Pratica e propone la
Metodologia Relazionale di Rete. L’Ente partner è l’ASSOCIAZIONE LA
FORMA DELL’ACQUA - ONLUS. In particolare la forma dell’acqua si
propone di: attuare quanto è contenuto nella Convenzione delle Nazioni
Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità
concretamente…
la forma dell’acqua, ponendo al centro la Persona, invita a fare esperienza
partecipata di conversione delle difficoltà in opportunità, e di condivisione
in rafforzamento e rinnovamento personali.
Contatti
Via Villa Giusti 68/A - 10142 Torino
Tel. e Fax 011 72.95.58
http://www.formadellacqua.it
e-mail: [email protected]
Referente: Mariacristina Gazzera
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
La staffetta
associazione
La Staffetta è un’associazione d’ispirazione Cristiana che opera in via
Prè nel cuore del centro storico Genovese dal 1987. Offre un servizio
di educazione territoriale e un centro di aggregazione giovanile in
collaborazione con la cooperativa sociale Il Melograno, la Fondazione
Auxilium e la Caritas Diocesana di Genova.
Durante il periodo scolastico, attraverso una programmazione educativa
settimanale si offrono a bambini e adolescenti del Centro Storico proposte
per il tempo libero, attività di sostegno allo studio, attività ludiche, teatrali e
multimediali con riferimento alle tecnologie per l’educazione.
Durante il periodo estivo si amplia l’offerta educativa attraverso un centro
estivo con l’obiettivo di fornire opportunità di svago e possibilità di fare nuove
amicizie. Attraverso queste azioni La Staffetta attua prevenzione, sviluppo
di comunità e animazione territoriale. Oltre agli educatori professionali
sono presenti volontari e ragazzi in servizio civile.
Contatti
Vico Marinelle 6 R
https://www.facebook.com/groups/lastaffetta/
email: [email protected]
Giacomo Toricelli 3497368049
Claudio Pesci 3456590755
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Leonardo
consorzio di cooperative sociali
L’Associazione Le Città Invisibili nasce a Torino nel 2007 da professionalità
ed esperienze diverse e da una comune voglia di dare vita a progettualità
che attivino e valorizzino le risorse dei singoli e della comunità.
Attiva nel processo di riqualificazione urbana e di sviluppo locale che ha
interessato Mirafiori Sud, è socio fondatore della Fondazione di Comunità
di Mirafiori.
Promuove l’idea di comunità attiva ed individua nella rete e nella
partecipazione gli strumenti fondamentali per avviare e sostenere percorsi
di sviluppo sociale che favoriscano l’inclusione e l’aumento del benessere.
alcuni esempi:
SCUOLA A COLORI. Progetto di pittura ed abbellimento dei 20 edifici
scolastici del quartiere realizzato grazie al lavoro congiunto di 15 scuole,
140 famiglie, 3 colorifici di zona, 20 alpini, il Comune e la Fondazione.
TURISTI A MIRAFIORI. Progetto di accoglienza turistica che sostiene una
rete di B&B che offre ai turisti una visione diversa della città, ai cittadini
un’integrazione al reddito, al quartiere nuovi impulsi.
“Leonardo” è un Consorzio di cooperative sociali, aderente a
Confcooperative e al Consorzio nazionale “Idee in rete”, costituito nella
provincia di Pordenone nel 1998 con le finalità di stimolare la collaborazione
tra le associate e di promuovere l’immagine della cooperazione stessa. Vi
aderiscono 12 cooperative che operano con oltre 800 soci.
Le cooperative operano nei settori dell’assistenza sociale ai minori, agli
anziani, nel mondo dell’educazione, dell’integrazione sociale dei soggetti
diversamente abili, degli invalidi psichici, degli immigrati.
I settori di produzione di beni e servizi di utilità
sociale del Consorzio sono:
Sviluppo di progetti di promozione della cooperazione sociale
Servizi alle associate
Gestione di servizi alla persona
Gestione del Servizio civile nazionale
Promozione di pratiche di agricoltura sociale
Sperimentazione di Centri di prossimità
Contatti
Contatti
Via Vanchiglia 34, Torino
http://www.lecittàinvisibili.org
email: [email protected]
Viale Grigoletti 72 - 33170 Pordenone;
Tel. 39 0434 378725 Fax 0434 366949;
http://www.consorzioleonardo.pn.it
email: [email protected]
2014
Light.House
Genova 12
È un’associazione di promozione sociale, costituita nel 2009 da 12 soci
fondatori, con sede legale è in Genova Salita Santa Caterina n. 6 int. 2, che
ha per finalità la promozione e la diffusione, nel settore sanitario e sociale,
di una maggiore integrazione tra professioni di cura e associazioni di auto
mutuo aiuto.
Ha organizzato, tra gli altri, incontri sui seguenti
temi:
2010: la rete delle associazioni di auto-mutuo aiuto ed i programmi di
impegno attivo nelle comunità locali
2010-2011 ciclo di aggiornamento per operatori e professionisti: l’aiuto al
familiare maltrattante: esperienze e percorsi metodologici.
2013: per il recupero di una società educante
l’auto mutuo aiuto e l’etica del f.a.r.e. (fiducia ascolto rispetto etica)
2014: stili di vita e responsabilità collettive a proposito del libro alcol: bugie
e verità. Tutti i rischi del bere (Gianni Testino).
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
1966•2006
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Associazione di solidarietà
e cooperazione internazionele
LVIA è un’associazione di solidarietà e cooperazione internazionale nata
nel 1966, presente in Italia, in 10 Paesi dell’Africa Subsahariana e in
Albania con 20 volontari espatriati e 156 operatori locali.
LVIA opera per lo sviluppo umano e contro le disuguaglianze mondiali,
con l’obiettivo di favorire percorsi di cambiamento per l’inclusione sociale,
i diritti e la lotta alla povertà.
l’impegno di LVIA ha permesso di:
garantire acqua e salute, sviluppo agropastorale, rafforzare
la piccola imprenditoria, migliorare la qualità dell’ambiente e
la partecipazione della società civile a beneficio di milioni di persone nei
paesi più poveri. In Italia, LVIA opera nelle scuole e con i giovani italiani e
di origine straniera, lanciando campagne per i diritti umani e i beni comuni.
concretamente...
LVIA offre:
opportunità di impegno e formazione per una cittadinanza attiva e
responsabile
possibilità di realizzare viaggi di conoscenza in Africa
opportunità di volontariato come crescita personale e sociale
Contatti
Contatti
http://www.lighthousegenova12.org
email: [email protected]
Corso IV Novembre 28 - 12100 Cuneo
Via Borgosesia 30 - 10145 Torino
Tel. 011 7412507
http://www.lvia.it - email: [email protected]
2014
Per promuovere
partecipazione, collaborazione
e senso di comunità
MartiniAssociati opera nel campo della promozione di comunità in contesti
organizzativi e abitativi: comunità locali, quartieri popolari, associazioni e
comitati, organizzazioni pubbliche e private.
in particolare
L’esperienza pluriennale maturata, le nostre competenze psico-sociopedagogiche e l’approccio comunitario adottato, consentono di affrontare
da varie angolazioni problemi sociali e organizzativi complessi, di facilitare
la ricerca di soluzioni innovative e sostenibili e di promuovere comunità più
forti e coese e organizzazioni più efficaci.
concretamente possiamo fornire
accompagnamento sociale in progetti di ristrutturazione e riqualificazione
urbana e organizzativa
progettazione e facilitazione di percorsi partecipativi
formazione, supporto metodologico, assistenza tecnica e consulenza
attivazione di reti territoriali e gestione di servizi per le reti
sostegno ai processi di cambiamento e di innovazione
ricerca azione partecipata come metodo per conoscere e trasformare
Contatti
Via della Polveriera, n. 9 - 55100 Lucca
Tel/fax 0583 493681
http://www.martiniassociati.it
email: [email protected]
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Mignanego
società cooperativa
sociale onlus
La Mignanego Società Cooperativa Sociale Onlus nasce nel 1996 da
un gruppo di giovani donne che decidono di costituirsi in Cooperativa. La
cooperativa di tipo “A” è impegnata nel settore dei servizi alla persona, in
particolare nella progettazione, organizzazione e gestione di servizi socio
assistenziali a minori, anziani, disabili, donne vittime di violenza e in situazione
di disagio e servizi rivolti ai cittadini migranti. Le professionalità coinvolte
presenti sono: educatorici/educatori, psicologhe, psicoterapeute, mediatrici
interculturali, amministrativi e contabile. La Cooperativa promuove l’integrazione
e l’unione delle competenze singole e collettive al fine di rispondere al meglio
alle esigenze educative e sociali per la formazione e la sensibilizzazione dei
cittadini e della collettività. Inteso in tal modo il lavoro sociale assume valore
di impegno e diviene opportunità e occasione di vita. La scelta è inoltre
quella di operare a livello strettamente correlato con il “territorio” e con tutte
le forze che lo compongono. Filosofia operativa: Mantenere una relazione
costante con il proprio territorio per poterlo conoscere e comprendere nel suo
evolvere e mutare e offrire interventi significativi. Osservare il Mondo, inteso
come priorità globale della società anche al di fuori del proprio territorio per
operare su nuovi bisogni prima che diventino emergenze. Fare prevenzione
e lavorare sul disagio: spesso le due cose risultano alternative possibili. Noi
scegliamo di provare ad operare in entrambe le direzioni, per poter offrire una
risposta a chi sul territorio soffre, ma anche per far si che si riduca il rischio di
nuovi disagi. Ottimizzare le risorse: la Mignanego Società Cooperativa Sociale
Onlus sceglie di continuare sulla strada già intrapresa del coinvolgimento
attivo della popolazione del territorio e delle organizzazioni presenti, al fine
di ottimizzare le risorse economiche e umane disponibili. In questo senso si
sceglie di operare nella direzione di una “educazione alla responsabilità” della
Comunità e degli individui che la compongono.
Contatti
Via Piave 55, 16018 Mignanego Genova
Tel/fax 010 7729110 - Referente: PAOLA CAMPI
email: [email protected]
http://www.cooperativasocialemignanego.it
FB: Cooperativa Sociale Mignanego
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Mosaico
società cooperativa
La cooperativa Mosaico gestisce centri di aggregazione giovanile dove
prendono vita i luoghi di prossimità! I giovani sono la risorsa prima per
voltare pagina, essi messi nelle condizioni di interagire attivamente e
positivamente con il territorio e le istituzioni, possono rappresentare il volano
per la crescita sociale fondata su una cittadinanza attiva e propositiva. In
tal senso un bene confiscato alla mafia, ristrutturato e riconvertito per
realizzare uno spazio di aggregazione è il miglior esempio di come una
strada “difficile” ma giusta, volta alla legalità, sia sempre possibile.
I Luoghi di Prossimità sono iniziative di sviluppo locale - promosse dalla
Fondazione e dai Centri di Prossimità Èbbene – che, nell’ambito della
creazione di nuove forme di partecipazione civica, sensibilizzano i cittadini
e le famiglie alle tematiche sociali, l’obiettivo è migliorare la qualità della
vita delle famiglie, dei giovani, delle persone in condizione svantaggiata e
dei cittadini in generale.
Movimento Consumatori (MC) è un’associazione autonoma e
indipendente, senza fini di lucro, nata nel 1985 per tutelare i diritti dei
cittadini.
MC è membro del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti costituito
presso il Ministero dello Sviluppo Economico, è iscritto al registro delle
associazioni di promozione sociale, aderisce alla Federazione ARCI e
collabora con diverse realtà del terzo settore con lo scopo di costruire una
rete condivisa di promozione dei diritti di cittadinanza.
Obiettivi di MC sono la difesa dei diritti e degli interessi individuali e collettivi
degli utenti nei confronti di enti pubblici e privati, il miglioramento della
qualità della vita e lo sviluppo di una cultura consumeristica responsabile
ed ecocompatibile.
MC conta 60 sedi sul territorio nazionale che prestano quotidianamente
attività di assistenza e consulenza agli associati in tutte le materie del
Codice del Consumo, monitorando il rispetto delle normative vigenti da
parte dei fornitori di beni e servizi.
Contatti
Contatti
Tel. 0958264103
email: [email protected]
Federica Rapisarda - 3476312771
Via Piemonte 39/A - 00187 Roma
tel. 06/4880053 Fax 06 4820227
http://www.movimentoconsumatori.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Officina Smec
Open Group
società cooperativa
coop sociale Borgorete
Nata nel 1979, la Cooperativa sociale Borgorete si propone di:
- Offrire servizi di promozione umana, in ambito sociale, sociosanitario ed educativo;
- Sensibilizzare la comunità locale alla giustizia sociale;
Fondamento e fine dell’attività della cooperativa Borgorete è il
riconoscimento della dignità e centralità della persona, fulcro dei diritti
civili, sociali e di convivenza solidale.
La Coop. Borgorete, che ha aderito alla Biennale come Officina Smec,
presenterà alcune esperienze di prossimità proposte nel territorio di
Perugia:
Il primo, Share my City, ha come finalità la diminuzione dei comportamenti
antisociali giovanili attraverso la sperimentazione di azioni innovative di
mediazione sociale e partecipazione attiva.
Il progetto Bazaar, promuove l’apprendimento linguistico per l’integrazione
di uomini e donne migranti, attraverso l’insegnamento e lo scambio di
competenze in un contesto quotidiano e informale come il mercato.
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
“Crediamo che si debbano sparigliare le carte. Che si debbano cercare
connessioni inedite tra cura e cultura, tra inclusione e innovazione sociale, tra
educazione e comunicazione. Crediamo nel tempo indispensabile per costruire
fiducia e nello spazio necessario per cooperare. Crediamo nelle trasformazioni
più che nelle transazioni. Crediamo nella verità dei punti di vista, più che in
quella dei punti di catastrofe. Crediamo che l’impegno d’impresa e l’impegno
civile abbiano un confine in comune da esplorare senza titubanza. Crediamo
nella libertà se temperata con la responsabilità. Crediamo che occorra
rimettere al centro del nostro fare le città e le persone: le loro intelligenze e i
loro diritti di cittadinanza. Crediamo che ogni comunità debba attingere a tutta
l’energia locale disponibile, intesa come consapevolezza e partecipazione di
tutti gli attori del territorio. Perché crediamo che istituzioni, imprese o cittadini,
siano tutti destinati a evolversi da semplici utilizzatori finali di un territorio a
protagonisti del cambiamento. Per queste ragioni di adesso, e per quelle che
troveremo domani, è nata Open Group”.
Open Group è una cooperativa sociale di tipo A+B che lavora nell’ambito
socioeducativo, sociosanitario, della gestione dei patrimoni culturali, della
comunicazione e dell’informazione. In particolare si occupa di disabilità,
dipendenze, inserimenti lavorativi di persone svantaggiate, emergenze
abitative, educativa di strada, sostegno scolastico, integrazione. Inoltre Opera
anche nel campo culturale gestendo servizi di catalogazione, archiviazione e
biblioteche e in quello della comunicazione gestendo testate radiofoniche e
web e una agenzia di comunicazione.
Open Group è nata il 1° maggio 2014 dalla fusione di tre cooperative storiche
del territorio bolognese: Centro Accoglienza la Rupe, Voli Group e Coopas .
Tutte e tre queste cooperative nei loro settori hanno portato una esperienza
pluriventennale alla nuova cooperativa.
Contatti
Contatti
Via Fratelli Cairoli 24, 06125 - PERUGIA (PG)
Referente Gianluca Mannucci, cell. 349 3725432,
email: [email protected]
skype: gianluca.mannucci.
Mura di Porta Galliera 1/2 A - Bologna
tel. 051242557 Fax 051242955
http://www.opengroup.eu/
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Cooperativa sociale
L’Ordine Professionale degli Assistenti Sociali ha sede nel cuore di
Genova. È l’organo rappresentativo degli assistenti sociali operanti nella
regione Liguria. Ad oggi conta circa 1200 professionisti, che operano
nell’ambito dei Servizi Sociali e Socio-Sanitari. Il Servizio Sociale così
come oggi inteso, è una professione costituitasi in un Ordine formalmente
riconosciuto dalla legge nel 1993, ma che esiste di fatto da moltissimo tempo
in tutto il territorio nazionale: a partire dai Servizi Sociali del dopo guerra
fino all’attuale strutturata articolazione nei più svariati settori del pubblico
e del privato. Compito istituzionale dell’Ordine Professionale è quello di
gestire l’Albo nel quale sono iscritti i professionisti, che è costituito da due
sezioni (A e B) in base al ciclo di studi intrapreso dai professionisti. (Sez. A:
Corso di Laurea triennale + Corso di Laurea Magistrale. Sezione B: Corso
di Laurea triennale). Altro compito istituzionale è la funzione disciplinare
nei confronti dei professionisti a tutela della cittadinanza. Infine l’ordine ha
una funzione di promozione della professione e della crescita culturale e
professionale degli iscritti. A questo proposito organizza periodicamente
convegni e seminari di studio e ha il compito di vigilare sulla formazione
continua dei professionisti accreditando gli eventi formativi che si tengono
sul territorio regionale. L’Ordine è governato da un Consiglio composto da
11 membri eletti ogni 4 anni dai professionisti. Il Consiglio elegge l’Ufficio
di Presidenza, composto dal Presidente, il Vice Presidente in tesoriere
e il segretario che hanno il compito di dirigere le attività dell’Ordine. Per
svolgere al meglio i propri compiti nel Consiglio Regionale degli Assistenti
Sociali della Liguria sono costituite cinque commissioni: Commissione
Politiche Sociali, Commissione Formazione, Commissione Tutela e
promozione della professione, Commissione Disciplinare e deontologica,
Commissione per l’autorizzazione della formazione continua.
Per i giovani, per le persone disoccupate, per quelle che stanno per perdere
il lavoro, per le imprese, per le persone diversamente abili, per le persone
migranti.
O.R.So. è una cooperativa sociale che opera da oltre venticinque anni sul
territorio regionale, per favorire l’accesso al mercato al lavoro e la piena
cittadinanza delle persone nella società.
Nata nel 1987, ad oggi è attiva con tre Agenzie: per i Giovani, per il Lavoro
e per la Formazione; è presente in tre province del Piemonte - Torino, Asti e
Cuneo; realizza progetti anche in altre regioni d’Italia ed ha una compagine
sociale formata da oltre 110 soci.
O.R.So. è accreditata presso la Regione Piemonte per i servizi di
formazione ed orientamento, è autorizzata dal Ministero del Lavoro e delle
Politiche Sociali per le attività di supporto alla ricollocazione professionale
ed è iscritta alla prima sezione del Registro degli enti che svolgono attività
a favore degli immigrati.
Contatti
Contatti
Sede Legale: Via Paolo Emilio Bensa, 2/5A 16124 Genova
Legale Rappresentante: Dott.ssa Paola Cermelli
http://www.oasliguria.net/
http://www.cooperativaorso.it
Andrea Genova 011 3853400
email: [email protected]
Marta Quadrelli 333 707839
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Pas à pas è un’associazione di promozione sociale fondata nel gennaio
del 2014 a Genova.
Proodos è un consorzio di cooperative sociali del gruppo cooperativo
CGM, che opera come agenzia di sviluppo del territorio napoletano.
vogliamo:
Il consorzio promuove la partecipazione dei cittadini, favorisce processi
di aggregazione, di auto imprenditorialità e di politiche attive del lavoro
finalizzate all’inserimento lavorativo nell’ambito dei servizi di assistenza
alle persone in difficoltà e mediante progetti innovativi in settori quali: la
sanità, il turismo, l’agricoltura sociale, l’ambiente e l’housing sociale.
L’abbattimento di stereotipi e barriere linguistiche-culturali;
L’avvicinamento ed il contatto tra persone di diversa provenienza e cultura;
Il superamento di ogni forma di discriminazione e razzismo;
Un nuovo sistema di accoglienza non legato esclusivamente all’emergenza.
cosa offriamo:
Corsi di italiano come L2 perché crediamo che una maggiore padronanza
linguistica risulti cruciale per una partecipazione più attiva, effettiva ed
efficace dei migranti nella società;
Corsi di lingua straniera (inglese, francese, arabo, portoghese, wolof,
spagnolo, tedesco) perché crediamo che conoscere le lingue straniere sia
il primo passo per immergersi in modi di pensare diversi dal proprio;
Sportello informativo e supporto nella compilazione di moduli e pratiche
per aiutare i migranti ad orientarsi nella farraginosa burocrazia italiana.
Il consorzio nell’ambito di un progetto sulla conciliazione tempi vita lavoro
che vede protagonisti enti pubblici, aziende ed enti non profit, ha scelto di
sperimentare da settembre 2014, spesa utile come servizio di conciliazione
prevedendo la possibilità di ordinare e ritirare direttamente nei luoghi di
lavoro, nelle sedi delle coopertaive sociali del consorzio.
Contatti
Contatti
Via delle Vigne 8r - 16123 Genova (GE)
Tel. 377 4187458
http://www.pasapas.it
FB: associazionepasapas
vico Scalciccia, 16 80142 Napoli - Tel 081294426
http://www.consorzioproodos.it
email: [email protected] - [email protected]
Referente: Raffaella Ruocco cell. 339 56 76 112
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Progetto Itaca
Genova
L’Associazione nasce nel 1999 a Milano ad opera di un gruppo di
volontari con l’intento di attivare progetti di informazione, prevenzione,
supporto e riabilitazione rivolti a persone affette da disturbi della Salute
Mentale e iniziative di sostegno alle loro famiglie. Progetto Itaca è attivo
a Genova dal 2012 e dal 21 marzo 2013 si è costituita formalmente come
Associazione con una propria sede. Siamo presenti in varie città, oggi in
Italia è la realtà più attiva nel campo della Salute Mentale. Fa parte di un
importante movimento mondiale che vuole portare una visione innovativa
per aumentare la conoscenza su queste malattie, responsabilizzando la
società con proposte concrete e un messaggio positivo di speranza. La
nostra organizzazione si sostiene sul lavoro e l’impegno di volontari attivi in
tutti i progetti dell’associazione. I progetti in corso sono: Corso Famiglia
a Famiglia, in 12 lezioni, tenuto gratuitamente da famigliari formati, per
offrire un supporto a persone in contatto con chi soffre di disagio emotivo
e|o psichico. Il Corso Volontari in collaborazione con il Dipartimento di
Salute mentale, prepara volontari qualificati ad impegnarsi nelle attività
dell’Associazione. I relatori sono Psichiatri, Psicologi e operatori delle
strutture del territorio che affrontano i vari aspetti del disagio mentale
dall’ansia alla schizofrenia. Il corso è gratuito, la partecipazione è aperta a
tutti e sarà rilasciato un attestato di frequenza. Il progetto di prevenzione
nelle scuole è rivolto ad alunni, insegnanti e genitori delle Scuole Secondarie
Superiori per informare sul Disagio Psichico, richiamando l’attenzione sui
fattori di rischio, informando e creare interventi tempestivi. Gruppi di Auto
Aiuto per un supporto emotivo e di condivisione aperto ai famigliari. Il
Ponte telefonico è un progetto in cui volontari formati rispondono in sede,
fornendo informazioni sulle Strutture di Salute mentale con l’aiuto della
banca dati nazionale di Itaca e sulle attività dell’associazione.
Contatti
Via Bartolomeo Bosco 15/9° - 16122 Genova
Tel. 010 0981814
http://www.progettoitaca.org
email: [email protected],
Presidente dell’Associazione di Genova: Rossana Veronesi
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Progetto
l’AltraVia
L’AltraVia è un progetto ideato dalla cooperativa sociale FAIR, dal gruppo
di comunicatrici YOGE e dall’associazione TERRA! nel cuore della
Maddalena a Genova.
L’AltraVia si propone di affiancarsi alle tante realtà che stanno positivamente
lavorando per la riqualificazione sociale ed economica della Maddalena
attraverso quattro aree di attività:
- L’AltraVia per il consumo: l’apertura di un emporio di prodotti locali,
ecologici e solidali, il punto d’appoggio e di servizio per i GAS della zona
- L’AltraVia per l’aggregazione: la rete sul e per il territorio, il percorso di
turismo responsabile, il coworking, i temporary show degli artisti locali
- L’AltraVia per la formazione: i laboratori ludico/didattici per tutte le fasce
d’età sui temi del riuso creativo, dell’autoproduzione e dei nuovi lavori
emergenti.
- L’AltraVia per l’informazione: lo sportello dell’altraeconomia, la totale
condivisione del know how, la comunicazione sensibile.
Contatti
Fair, Yoge, Terra!
Via San Luca 12/38
16124 Genova
Tel. 010256948
2014
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
consorzio Progetto
Liguria Lavoro
Il consorzio Progetto Liguria Lavoro nasce nel 1994 da un gruppo di
cooperative sociali già associate nella Federazione Regionale Solidarietà
e Lavoro.
Il principale obiettivo è quello di promuovere l’impresa sociale e contribuire
allo sviluppo di politiche attive del lavoro.
In particolare il consorzio si propone di:
Cercare un equilibrio tra welfare e mercato.
Offrire un’occasione di reinserimento nella società a persone svantaggiate.
Accrescere le opportunità di formazione dei lavoratori delle cooperative
Sostenere idee innovative in ambito sociale.
Concretamente…
Favoriamo l’impresa sociale e nuove forme di economia sostenibile. Sosteniamo l’inserimento lavorativo di soggetti deboli per restituire dignità
sociale e autonomia economica.
Progettiamo percorsi di formazione per soci e dipendenti.
Per intercettare nuove idee in ambito sociale di chi ha voglia di cambiare
il mondo nasce quest’anno Social Hub Genova, il primo laboratorio di
innovazione sociale! biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Progetto
Muret
Progetto Muret è una cooperativa sociale di tipo A nata nel 1982 nell’ambito
delle iniziative realizzate per il superamento degli ospedali psichiatrici di
Collegno e Grugliasco (Torino).
L’agire della Cooperativa ha come scopo l’integrazione sociale dei disabili
psichici attraverso la realizzazione di opportunità e sostegni concreti per
migliorare la qualità della vita delle persone ed essere al loro fianco in tutte
le azioni finalizzate alla ricostruzione di un’identità sociale, persa causa la
malattia mentale.
In concreto si realizzano attività ed iniziative in grado di permettere alle
persone un’appartenenza ad una identità collettiva, socialmente visibile,
con un’immagine positiva di utilità sociale, non solo per le persone
svantaggiate e direttamente coinvolte, ma per l’intera comunità locale.
Per questo scopo la cooperativa promuove e sostiene, attraverso il lavoro
dei propri soci, l’autorganizzazione degli utenti attraverso forme associative
e di impresa.
Contatti
Contatti
Via Gramsci 1/1A 16126 Genova
tel/fax +39 010 2467677
http://www.consorziopll.it/
email: [email protected]
Via Virle 21/A 10138 Torino - Tel. 011 4337136
http://www.progettomuret.org
email: [email protected]
Referente: Chiara Marinelli
2014
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Progetto Rete
Includendo Liguria
Nel quadro di una ormai consolidata collaborazione con la Rete nazionale
“Includendo” (laboratorio di ricerca - azione strutturato attorno a strategie
e metodologie efficaci per l’inclusione sociale delle persone con disabilità)
l’Assoc. “FaDiVi e oltre” si è resa disponibile a mettere in rete/ coordinare
diverse realtà operanti sul territorio ligure che nel dare risposta ai problemi
delle Persone con disabilità sono attente alla generazione di valore
sociale. Il rapporto con la Rete nazionale “Includendo” nasce e si sviluppa
intorno a due “direttrici”: “Inediti intrecci” percorso che studia e cerca
d’implementare la collaborazione tra famiglie, servizi, territorio e “Generare
valore sociale” percorso che cerca di far emergere come molti Servizi
ed esperienze di lavoro per/ con la disabilità favoriscano la Qualità della
vita di Tutti. Nel declinare il tema Disabilità e valore sociale l’impegno
comune è quello di: dare riconoscimento e rendere visibili le buone prassi
sviluppate all’interno del territorio; aprire una riflessione sulla capacità di
generare valore sociale come orizzonte di riferimento per lo sviluppo delle
azioni sociali ed educative legate alla disabilità; collegare esperienze locali
con altre in atto a livello nazionale (come, per es.,in occasione dell’evento
nazionale “Immaginabili risorse” che si terrà a Milano il prossimo 28
novembre.) I soggetti coinvolti attualmente dal Progetto “Includendo”
Liguria sono: Associazione Italiana Sindrome X-Fragile Onlus sezione
Liguria; Angsa La Spezia Onlus; Teatro dell’Ortica - Stranità - Soc. Coop.
Soc. Onlus; Associazione Fadivi e oltre Onlus; Casa della Musica Genova
Soc.Coop. Soc Onlus; Associazione di Volontariato Semplicemente Onlus;
Associazione Insieme per caso Onlus; Circolo Arci Barabini di Trasta
progetto Diver-Time; Associazione Prato Onlus; Associazione Spes-Auser
Onlus Ventimiglia; Associazione Nani e Nani Onlus; Uic (Unione Italiana
Ciechi) Genova ed Istituto Chiossone Genova.
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Promogenova.it
Promogenova.it è un portale di vetrine web, eventi, comunicazione.
Promogenova mette in rete le persone e il loro lavoro, stimola l’incontro tra
realtà che operano sul territorio e per il territorio, promuove la partecipazione
attiva, la produzione e la diffusione di cultura, l’etica nel commercio e una
comunicazione più a misura di cittadino.
Indirizzo web del portale:
http://www.promogenova.it
Contatti
Contatti
Gianfranco Caramella
cell. 338 719 3840
email: [email protected]
Cell.: 340.259.16.52
Referente: Dott. Daniele Amaglio
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
San Marcellino
RadioSca
la radio a Scampia
La Prima Radio Web Italiana Interamente Dedicata Ai Fatti Delle
Periferie con Sede a Scampia
Attraverso il web, RadioSca vuole promuovere un nuovo canale di
comunicazione per stimolare momenti di aggregazione virtuali e fisici nelle
zone di periferia.
Programmazione radiofonica
Fare Radio per noi di RadioSca è un sogno e una passione. Grazie alla
piattaforma web radiosca.it è un canale che interagisce costantemente con
gli ascoltatori, sia in voce sia attraverso le chat e i social network.
Ci rivolgiamo a una platea di ascolto ampia, con un palinsesto variegato
capace di incontrare i gusti di diverse fasce d’utenza e con interviste e ospiti
speciali in cuffia. Il nostro team di artisti dell’intrattenimento napoletano e
italiano realizza programmi originali e trasmette una selezione musicale
aggiornata dei maggiori successi nazionali e internazionali.
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Associazione&Fondazione
promozione della dignità umana
L’Associazione San Marcellino nasce nel 1946 e dagli anni ‘80 studia
e sperimenta servizi rivolti a persone senza dimora per offrire loro
opportunità di reintegro nel tessuto sociale cittadino e di riacquisizione di
forme di vita dignitose.
la strada non si sceglie
La prossimità che l’Associazione ricerca è quella che restituisce luoghi e
volti riconoscibili a persone che per anni hanno convissuto con i luoghi
della solitudine e dell’isolamento sociale per apparente mancanza di altre
scelte possibili.
strumenti
Il percorso che proponiamo parte da un lento ma progressivo “accasamento”
con proposte graduali di vicinanza e responsabilità per arrivare alle
“dimissioni” (spesso parziali) nella società.
Lo facciamo attraverso l’offerta di dormitori, comunità e alloggi, attraverso
percorsi di educazione al lavoro, attraverso esperienze di animazione e
socialità e attraverso un costante monitoraggio del nostro centro di ascolto.
Nell’ultimo anno 30 operatori e circa 500 volontari hanno accolto 674
persone nei vari servizi dell’Associazione.
Contatti
Contatti
Per segnalazioni scrivi a [email protected]
Tel. 0810391760 - 3496872238 - 3485875756
http://www.radiosca.it
FB: https://www.facebook.com/radioscaweb
Via al Ponte Calvi 2/4 - 16124 Genova
Tel. 010/2470229
http://www.sanmarcellino.it
email: [email protected]
2014
Chi siamo
Screenfabula è una Content Factory formata da giovani sceneggiatori
diversi per approccio e stile di scrittura, per esperienze e competenze
specifiche, ma perfettamente amalgamati nel dare vita a prodotti innovativi.
La Factory ha sede a Genova e collabora con realtà cittadine e nazionali.
Cosa facciamo
Produciamo, elaboriamo e sviluppiamo contenuti per il web.
Progettiamo e sviluppiamo idee di comunicazione aziendale.
Realizziamo prodotti di fiction, documentari, format originali, adatti a diverse
piattaforme (web, tv, radio, ecc.) dall’ideazione alla produzione.
Lavoriamo su idee originali o sullo sviluppo di idee altrui.
Offriamo assistenza e consulenza su ogni aspetto riguardante la
comunicazione e la promozione della vostra attività.
“Costruiamo storie originali, elaboriamo format, sviluppiamo idee.
Immaginiamo mondi narrativi. Scriviamo parole che si trasformano in
immagine. Usiamo i linguaggi del web, della tv e del cinema, li misceliamo
per trovare nuove strade espressive.”
Contatti
http://screenfabula.com/
FB: https://www.facebook.com/screenfabula?fref=ts
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCuuCUOAwZn3sYoFYUVX8RVg
Twitter: https://twitter.com/Screenfabula
Google Plus: https://plus.google.com/u/0/114602304451917071882/posts
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Smart Communities Developers (SCOD) è una start-up composta da
giovani under-30 residenti in sud Italia nata nel 2012 come associazione,con
lo scopo di supportare ed incentivare lo sviluppo territoriale pugliese,
campano e siciliano attraverso progetti di innovazione sociale.
In particolare ci serviamo delle nuove tecnologie
informatiche per ideare e sviluppare applicazioni
che:
Possano sostenere l’aggregazione di persone imprese e istituzioni per
realizzare comunità di cittadinanza attiva e di mutuo sostegno in una logica
di welfare sussidiario;
Possano agevolare lo sviluppo di opportunità imprenditoriali per le imprese
sociali e favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.
Possano favorire la nascita di sistemi di intermediazione domanda e offerta
di beni e servizi per organizzazioni e persone mediate da organismi del
terzo settore.
L’Associazione è entrata in contatto con l’esperienza Spesa Utile e ha
deciso di supportare lo sviluppo del sistema a Bari, Catania, Napoli e
Foggia.
Contatti
viale Domenico Cotugno 49/a, 70124 Bari
Tel. 081294426
email: [email protected]
Referente: Davide Sirago cell. 3475165350
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Sirio cooperativa
sociale onlus
Sirio è una cooperativa sociale onlus e nasce nel 1986 per perseguire
l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione
sociale dei cittadini, attraverso lo svolgimento di attività diverse finalizzate
all’inserimento socio lavorativo di persone provenienti dalle diverse aree
della marginalità sociale.
I nostri servizi
Sirio opera nei servizi ambientali di Parma e provincia, è specializzata in
ambito igiene urbana per lo spazzamento manuale, combinato e raccolte
differenziate. Mette a disposizione la professionalità e la formazione dei
propri soci, maturata in 30 anni di esperienza.
Dai vissuti i saperi
Nella storia della SIRIO esiste un intreccio fra l’accoglienza (il lavoro con
le persone in difficoltà) e la cultura (le idee, i contenuti, le riflessioni che da
quel lavoro scaturiscono). Da qui nasce l’impegno per condividere i nostri
saperi e con la FONDAZIONE MARIO TOMMASINI realizza:
• Progetti educativi e stage con le scuole secondarie di secondo grado
• Collaborazioni per seminari e stage formativi con l’Università degli studi
di Parma
• Collaborazioni per progetti con gli Istituti Penitenziari di Parma
• Laboratori sulla cooperazione sociale, disagio e marginalità
• Formazione volontari
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Per una cura sobria
rispettosa e giusta
Il nostro obiettivo è la realizzazione di un nuovo modello di intervento di
cura che consenta a tutti l’accesso a cure appropriate e di buona qualità
riducendo gli sprechi e rispettando i diritti e i bisogni delle persone.
Sobria, rispettosa, giusta sono le parole chiave di questa idea di cura
basata sull’attenzione alla relazione, alla persona e all’ambiente, sulla
sostenibilità, sull’equità.
Slow Medicine agisce attraverso la ricerca di metodi e pratiche per
ottenere, con rigoroso metodo scientifico, appropriatezza ed efficacia
delle cure, agendo su un piano individuale e di rete, promuovendo
interventi di prevenzione e di educazione alla salute.
Il rapporto medico-paziente, il percorso diagnostico - assistenziale,
l’organizzazione dei servizi: tutto questo può essere ripensato in una
chiave slow, per recuperare il tempo della cura e migliorarne l’efficacia.
Siamo i primi responsabili della nostra salute, la migliore prevenzione
è curare il nostro stile di vita. Cerchiamo la “Slow Medicine” insieme:
cittadini e professionisti sanitari e sociali, per una medicina più sobria
rispettosa e giusta.
Contatti
Contatti
Via Ugo Bassi, 12/A - 43125 Parma
Tel. 0521/273480 - Fax 0521/273482
http://www.siriocoop.it - http://www.mariotommasini.it
email: [email protected] - [email protected]
Via Silvio Pellico 24 - Torino
http://www.slowmedicine.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Social Club
Genova
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Le risposte
si trovano insieme
Il Social Club Genova è una rete dove gli operatori del 3° settore possono
incontrarsi, conoscersi, scambiarsi idee e soluzioni, coordinarsi e creare
filiere di solidarietà concreta.
Il Social Club è un’associazione di promozione sociale, sportiva e
dilettantistica, fondata a Torino nel 2009 da diverse associazioni e
cooperative sociali del territorio.
Social Club Genova valorizza le risorse delle organizzazioni aderenti
mettendole a disposizione dei propri soci a prezzi convenzionati o
barattandole con altre risorse dei partner di rete.
L’obiettivo è incidere sul potere di acquisto dei lavoratori del 3° Settore
proponendo opportunità di consumo, di socialità e di svago con un buon
rapporto qualità/prezzo.
È un’Associazione di Promozione Sociale, nata dall’incontro di 18
cooperative sociali e associazioni del 3° Settore genovese.
Il principale obiettivo è il miglioramento della qualità della vita degli oltre
2000 lavoratori appartenenti alle organizzazioni associate.
Social Club Genova propone risposte ai bisogni di cibo, salute, trasporti,
tempo libero offrendo beni e servizi a prezzi accessibili grazie alla stipula
di convenzioni con i fornitori.
In ogni organizzazione aderente c’è un referente che opera per capire i
bisogni degli operatori, organizzare risposte, allargare il catalogo dei
fornitori, far circolare l’informazione.
Ogni socio riceve una tessera tramite la quale può accedere alle opportunità
in convenzione.
in particolare il Social Club si propone di:
accrescere il potere d’acquisto di tutti i lavoratori delle organizzazioni
sviluppare capitale sociale
favorire una cultura locale a sostegno dei lavoratori del sociale
promuovere attività di visibilità e sensibilizzazione
promuovere e organizzare lo sport, a livello formativo ed amatoriale
concretamente...
Il Social Club offre ai propri associati:
un nuovo modo di intendere e vivere la casa
occasioni ed opportunità per i tempi liberi e di svago
l’accesso ad un credito equo e solidale
la possibilità di usufruire di consulenze fiscali
forme e modalità per tutelare la salute
numerose proposte per acquisti garantiti e a prezzi convenzionati
Contatti
Contatti
Via Brignole De Ferrari 6/9 - 16125 Genova
Tel. 010 2469850 (persona di contatto Sergio Revello)
http://www.ge-socialclub.it/
email: [email protected]
Via Paolo Veronese n. 202 - 10148 Torino
Tel. 011 3841551 - Fax 011 3841525
http://www.resocialclub.it
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Solidarietà e
lavoro s.c.s. onlus
Solidea... mutualità
e reciprocità!
Solidarietà e Lavoro è una cooperativa capace di coniugare esigenze
d’impresa e finalità sociali.
Il 5 aprile 2011 venti persone hanno costituito Solidea, Società di Mutuo
Soccorso ed Istruzione del Sociale. Oggi siamo 750 soci e cresciamo
di numero ogni anno. La mutualità rappresentata dalle società di mutuo
soccorso, a distanza di oltre 150 anni dalla loro nascita, svolge ancora
una funzione, integrata al servizio pubblico, in campo socioassistenziale,
sanitario e culturale. Per questo motivo i soci, donne e uomini provenienti
da esperienze di cooperazione sociale, hanno deciso di promuovere una
nuova società di mutuo soccorso per dare vita ad un progetto rivolto a
realizzare opportunità mutualistiche per i propri associati. Solidea offre
occasioni in cui, a fronte di una spinta all’isolamento e all’individualismo
sia possibile riscoprire strumenti collettivi e di autorganizzazione attraverso
la costruzione di reti solidali e di supporto reciproco. Per questo motivo
SOLIDEA collabora alla gestione del Fondo di Mutualità Integrativa
Sanitaria SOLIDEO; organizza per i soci un Gruppo d’acquisto collettivo
di prodotti a filiera corta con proposte d’ordine mensili; collabora alla
redazione di una Rivista trimestrale “Solidea, lavoro - mutualità - beni
comuni” gratuita per i soci; dota i soci di una Tessera Salute FIMIV IMA ,
con cui ottenere prezzi scontati in più di 150 sedi sanitarie e di usufruire dei
servizi di assistenza in Italia e all’estero in convenzione con IMA Assistance;
dota i soci della Tessera del Movimento Consumatori con cui ottenere la
tutela del consumatore in caso di controversie; organizza regolarmente
iniziative rivolte ai propri soci per la prevenzione, e iniziative culturali;
stipula convenzioni con diversi organismi per ottenere servizi a condizioni
vantaggiose per i soci (Nutrizionista, Osteopata, AIACE, ACLI, ecc)
SOLIDEA è un’opportunità aperta a TUTTI, cittadini singoli e/o gruppi
organizzati, famiglie e utenti dei servizi, operatori e reti sociali presenti
nelle diverse Comunità locali.
Da 25 anni operiamo nelle più prestigiose strutture specialmente in ambito
culturale, turistico-museale ed aziendale, garantendo al committente
qualità ed affidabilità.
Creiamo occasioni concrete di reinserimento nella società a persone
svantaggiate, che nel lavoro ritrovano autonomia economica, rapporti
sociali, percorsi di formazione professionale ed infine competenze.
Ci impegniamo costantemente:
- nella diffusione di una cultura in cui accoglienza e solidarietà,
partecipazione e condivisione siano valori portanti
- nella continuità occupazionale alle migliori condizioni economiche sociali,
professionali e formative
- nello sviluppo di un “mercato sociale” attraverso progetti e servizi per la
promozione ed il sostegno della Persona e per il benessere della Società
- nell’aumento della visibilità delle strutture in cui operiamo, al fine di
potenziarne la fruibilità e la diffusione.
Contatti
Contatti
Via Gramsci, 1/8 - 16126 Genova
Tel. 010 2465432
email: [email protected]
Presidente: Stefano Dagnino
Via Eritrea 20 - 10142 Torino
Tel. 0115214890
http://www.mutuosoccorsosolidea.org
email: [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Festival
e Teatro
Spazio comune è un sistema di laboratori che promuove iniziative di
cittadinanza attiva. Nasce nel marzo del 2010 dall’iniziativa di un gruppo
di persone di diverse regioni italiane, col sostegno della Fondazione
“Volontariato e Partecipazione” di Lucca e della rivista Animazione Sociale.
L’Associazione culturale Chance Eventi nasce a Genova nel 1999
creando e producendo in quello stesso anno la prima edizione del Festival
Suq, il grande bazar dei popoli, unico in Italia, simbolo del dialogo tra genti
e culture e visitato nella scorsa edizione da 70000 persone in 12 giorni.
Spazio comune si propone di tenere in stretta relazione l’impegno sulle
nuove povertà coi problemi della democrazia, muovendo dall’ipotesi che le
attuali crisi dei legami sociali e della partecipazione politica possano essere
affrontate se si dispone di ipotesi di lettura adeguate per comprendere la
trasformazione in gioco.
Negli anni successivi al Festival si sono affiancate le attività teatrali della
Compagnia multietnica del Suq che ha prodotto ad oggi una decina di
spettacoli, tra cui quello sul dialogo tra religioni che ha visto in scena Don
Andrea Gallo. Il genere di teatro è quello sociale, con finalità non solo
artistiche e culturali, ma anche civili e di valorizzazione delle diversità in
un’ottica di pari opportunità.
Spazio comune si colloca a metà strada tra la casa (lo spazio privato) e
l’agorà (lo spazio pubblico). È uno spazio di connessione e riflessione che
si propone di:
- mettere in luce le esperienze che cercano di fronteggiare le nuove
vulnerabilità;
- connettere queste esperienze;
- costruire, a partire da queste connessioni, nuove ipotesi di lavoro;
- promuovere l’avvio di percorsi partecipati.
Gli artisti del Suq svolgono da tempo attività formative per docenti e
studenti, in collaborazione con Istituti Scolastici e Università di Genova.
Oltre ad aver acquisito importanti Patrocini, tra cui quello dell’UNESCO, nel
2013 il Progetto Suq Festival e Teatro viene riconosciuto “buon esempio
di pratica in tema di diversità culturale e di dialogo interculturale” da parte
della Commissione Europea.
Contatti
Contatti
http://www.spaziocomune.eu
email: [email protected]
Tel 010 5702715
http://www.suqgenova.it
email: [email protected]
2014
associazione Ta’am
il profumo della terra
L’associazione Ta’am, il profumo della terra nasce a Genova nel giugno
del 2013 per:
- favorire l’accesso ad una alimentazione sana e sostenibile
- tutelare e riscoprire la natura attraverso il sostegno a forme di agricoltura
che valorizzano le colture tipiche, la riqualificazione del territorio rurale e la
biodiversità, nonché tutte le produzione a baso impatto ambientale
- promuovere la cultura della legalità, attraverso il sostegno a realtà
produttive nelle quali si rispettano i diritti dei lavoratori
- promuovere la piena cittadinanza di persone con disagio, disabilità
psichica e fisica attraverso esperienze di formazione e lavoro
- sostenere le produzioni locali, le colture e le tradizioni del territorio
- costruire legami e collaborazioni fattive con soggetti impegnati in nuove
forme i economia solidale e sociale e nella tutela ambientale.
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Teatro Cargo
TEATRO CARGO nasce come compagnia di produzione nel 1994. Socie
fondatrici sono Laura Sicignano, Laura Benzi, Maria Grazia Bisio.
Dal 1999 è sostenuto dal MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’
CULTURALI oltre che da REGIONE LIGURIA, COMUNE DI GENOVA,
COMPAGNIA DI SAN PAOLO, vari sponsor privati.
TEATRO CARGO è attivo nell’ambito del teatro di ricerca, della nuova
drammaturgia e del teatro per ragazzi. Gli spettacoli prodotti hanno avuto
una significativa tournèe nazionale, alcuni anche internazionale.
Dalla Stagione 2002/03 il Comune di Genova ha deciso di insediare un
nuovo polo dedicato alla cultura e allo spettacolo nel Ponente cittadino.
L’apertura del TEATRO DEL PONENTE, gestito da TEATRO CARGO è
un segno di vitalità per il territorio. Un teatro dedicato ai nuovi talenti della
scena italiana, con proposte nuove e originali, molto spesso a Genova per
la prima volta.
Dal 2010 TEATRO CARGO gestisce anche una seconda sala, IL TEATRO
DI VILLA GALLIERA, il teatro più antico della Liguria.
Contatti
Via Guido Agosti 74, 16152 Genova
Tel 010 4071379
email: [email protected]
Fabio Galatola 349 3504747
Contatti
Piazza Odicini, 9, 16158, Genova-Voltri
Tel. 010 694240 - Fax 010 6121063
http://www.teatrocargo.it - email: [email protected]
Referenti Laura Sicignano - direzione,
Camilla Ruffini - comunicazione, Marta Caldon - organizzazione.
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
UCIL
CEL Genova
Insostituibile strumento di informazione ecologica, Terra Nuova è nata nel
1977.
È rivista mensile, propone ad ogni numero 100 pagine di notizie su temi quali
alimentazione e medicina naturale, agricoltura biologica e biodinamica,
permacultura, maternità e infanzia, bioedilizia, ecovillaggi, ecoturismo,
consumo critico, energie rinnovabili, nonviolenza, ricerca interiore, finanza
etica, ambiente ed ecologia.
È punto di riferimento del mondo del naturale e delle buone pratiche per
uno stile di vita solidale e a basso impatto ambientale. Terra Nuova si
è fatta promotrice negli anni ‘80 del movimento dell’agricoltura biologica,
poi della Rete Italiana Ecovillaggi e oggi del movimento del cohousing.
Pubblica libri e propone sul sito web sezioni tematiche e aggiornamenti.
Anche nella distribuzione ha fatto una scelta di PROSSIMITÀ: non è in
edicola, è in vendita in oltre 1200 punti tra negozi bio, librerie, botteghe del
mondo e realtà che si occupano di consumo critico e sostenibile.
Contatti
Redazione Terra Nuova, via Ponte di Mezzo 1 - 50127 Firenze
Tel. 055 3215729 - Fax 055 5390109 - ufficio stampa 366 4437458
http://www.aamterranuova.it
email: [email protected]
I Centri Educazione al Lavoro sono strutture formative che offrono
ai giovani la possibilità di realizzare un progetto individualizzato di
avvicinamento al lavoro, con la mediazione di operatori esperti.
I fruitori sono giovani di età compresa tra i 15 ed i 20 anni che hanno
interrotto o hanno difficoltà a terminare la scuola dell’obbligo ed intendono
intraprendere un percorso di preparazione al mondo del lavoro.
Strumenti:
didattica del lavoro, addestramento artigianale e tirocinio formativo.
I CEL utilizzano il lavoro manuale come strumento per l’integrazione e la
crescita sociale.
Le attività artigianali sono:
falegnameria, restauro, carpenteria metallica, ceramica e decorazioni,
oggettistica, elettrotecnica, arti applicate, comunicazione visiva,informatica.
I tirocini formativi sono finalizzati all’orientamento, ad approfondire
la conoscenza delle proprie abilità e interessi in ambito lavorativo e ad
acquisire nuove competenze Oltre 500 aziende genovesi collaborano con
i Cel.
Contatti
Lucia Wassmuth CEL Arianna 3468551907 [email protected]
Claudia Modenesi CEL Ascur Vale 3472476694 [email protected]
Sabrina Canepa CEL Torretta 3468551743 [email protected]
Antonio Morello CEL Tempi Moderni 3346550265 [email protected]
Elena Isaia CEL Il Laboratorio 3479669880 [email protected]
2014
2014
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
GENOVA 10-12 OTTOBRE
Uisp Comitato
Territoriale Genova
L’Uisp (Unione Italiana Sport Per tutti) di Genova ha l’obiettivo di estendere
il diritto allo sport a tutti i cittadini, nessuno escluso, con particolare
riferimento ai valori aggregativi, sociali ed educativi che lo sport possiede,
per la promozione dei diritti, il rispetto dell’ambiente e lo sviluppo della
solidarietà; i valori dello sportpertutti non sono riconducibili al primato
dell’etica del risultato, propria dello sport di prestazione assoluta, ma
pongono al centro i soggetti, i cittadini, le donne e gli uomini di ogni età,
ciascuno con i propri diritti, le proprie motivazioni, le proprie differenze
da riconoscere e da valorizzare: le diverse età, le abilità, le disabilità, le
differenze di genere, le diverse motivazioni alla pratica sportiva.
Particolare attenzione si dedica ai temi dell’infanzia e dell’adolescenza, a
partire dal diritto al gioco, dal diritto alla salute e dalle buone relazioni con
sé e con gli altri che la pratica sportiva e l’attività motoria possono e devono
sviluppare.
biennale
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Y.E.A.S.T Youth Europe
Around Sustainability Tables
L’Associazione di Promozione Sociale Y.E.A.S.T. Youth Europe Around
Sustainability Tables nasce ad ottobre 2012 da tre soci fondatori:
Poggi Monica Vanessa, Stefania Marongiu e Alessandro Boretti per
portare “fermento” a Genova e promuove l’educazione non-formale come
strumento per l’inclusione di tutti.
#yeast: vi manderemo a quel Paese e faremo viaggiare le vostre idee!!
Y.E.A.S.T. informa i giovani sulle politiche europee in particolar modo
legando le proprie attività ai temi della sostenibilità e della cittadinanza
attiva, favorisce la promozione del territorio Ligure e lo scambio di buone
pratiche tra diverse culture.
A livello internazionale sosteniamo la mobilità giovanile attraverso il
programma della Commissione Europea Erasmus+
A livello locale promuoviamo le politiche pubbliche europee e la
multiculturalità con una serie di attività (eventi, sportelli informativi, aperitivi,
animazione territoriale e altro).
Contatti
Contatti
Campetto, 7/13-14 - 16123 Genova
Tel.010 247.14.63 - Fax 010 247.04.82
http://www.uisp.it/genova
email: [email protected]
https://www.yeastgenova.com
email: [email protected]
FB: www.facebook.com/yeast.genova
Tel. 349 4453025
2014
GENOVA 10-12 OTTOBRE
biennale
voglio dire, voglio fare, voglio esserci
Convenzioni
Castello d’Albertis Museo delle Culture del Mondo
Biglietto di ingresso a tariffa ridotta (€ 4,50 anziché € 6,00)
Museo Teatro Commenda di Prè
ingresso ridotto: 3 €
Dialogo nel Buio
ingresso ridotto € 4,00 (anzichè 7,00)
Gam e Wolfsoniana
ingresso ridotto
Iniziative dedicate alla Biennale
Sabato 11 ore 15.00
Tour della città vecchia di Faber a tariffa intera 12 €
Domenica 12
“Fabrizio e le altre storie” visita accompagnata gratuita alla casa dei
cantautori Genovesi
2014
i promotori
con il contributo di
con il patrocinio di
Supported by the “Europe for citizens” programme

Documenti analoghi