Leggi

Commenti

Transcript

Leggi
Partecipazione record ad Asimotoshow
Comunicato stampa
Torino 5/4/2016
E' previsto il record assoluto di partecipazione per ASI MOTOSHOW 2016.
21 titoli mondiali in pista con Freddie Spencer, Jim Redman, Kork Ballington,
Carlos Lavado, Pier Paolo Bianchi ed Eugenio Lazzarini. Sarà esposta tutta
la produzione Motom e sfileranno in pista 40 esemplari di questo
popolarissimo ciclomotore. In pista anche le 125 stradali degli anni '90 e le
moto protagoniste delle più famose pellicole cinematografiche. Club ASI al
completo, Club di Marca e massiccia partecipazione di collezionisti stranieri.
Ingresso libero, motori accesi dal venerdì alle 14:00, tutto il sabato e la
domenica fino alle 14:00.
Sono oltre 700 le moto di cui è arrivata la richiesta di partecipazione agli
organizzatori di Asimotoshow in programma a Varano de Melegari dal 6 all’8
maggio prossimi. Si prospetta dunque un nuovo record di partecipazione e
una qualità eccellente, potendo selezionare i mezzi migliori tra un numero
così elevato di richieste. Asimotoshow offrirà ai suoi partecipanti e agli
spettatori –ingresso gratuito per l’intera durata della manifestazione - la
possibilità di vivere la storia della moto, dall'epoca pionieristica fino agli anni
'90 del secolo scorso. Non solo: ad Asimotoshow si potranno incontrare piloti
del passato, collezionisti ed esperti di marche scomparse.
Numerosa e ricca di nomi di spicco la lista dei centauri che saranno presenti
all’appuntamento parmigiano di maggio.
Vedette dell'evento saranno il tre volte iridato della Louisiana Freddie
Spencer - in sella alla Honda NSR 500 tre cilindri proveniente dalla
collezione dell’appassionato inglese Martin Jones - e il quattro volte
campione del mondo della Kawasaki Kork Ballington, per la prima volta a
Varano. Il sudafricano scenderà in pista in sella a tutte le moto condotte nel
mondiale. Con lui sfilerà anche Jean Francois Baldè, un secondo e un terzo
posto nel mondiale con la Kawasaki. Non mancherà neppure Jim Redman, il
6 volte campione del mondo con la Honda che nel 2016 compirà 85 anni e ha
deciso di congedarsi dai suoi tifosi. E ci sarà pure Carlos Lavado, il due
volte campione del mondo che sfilerà con la sua Yamaha Venemotos.
Gianfranco Bonera, vice campione del mondo della classe 500 con la MV
Agusta, sfilerà con una delle pluricilindriche varesine portata tante volte al
successo.
In chiave italiana iniziamo con Pier Paolo Bianchi. Dal suo primo titolo
iridato sono passati 40 anni: era il 1976. Il 2 maggio, in sella ad una Morbidelli
125 vinse il suo primo Gran Premio. In quella stagione Bianchi si impose in
altre 6 gare conquistando il suo primo titolo mondiale. Il secondo alloro
mondiale arrivò l’anno dopo, sempre in sella ad una Morbidelli mentre la terza
corona la conquistò invece in sella ad una MBA nel 1980.
In occasione di Asimotoshow, alcuni collezionisti porteranno a Varano le
moto con le quali corse Pier Paolo Bianchi e che serviranno a ripercorrere le
tappe più importanti della sua carriera. Gli farà da degno compagno in pista
l'altro tre volte iridato nelle piccole cilindrate Eugenio Lazzarini.
Sempre assai gradita la presenza di Pier Francesco Chili, uno dei piloti più
amati dal pubblico italiano e che è da anni ospite fisso di Asimotoshow.
Presente un'altra vecchia gloria del nostro motociclismo: l'ottantanovenne
(ma non li dimostra affatto) Remo Venturi.
Numerosi i Club Italiani e stranieri come pure i Registri di marca.
Pronto a festeggiare la sua decima partecipazione è il Registro Storico
Aermacchi che parteciperà ad Asimotoshow con il proprio staff al completo
accompagnato da un nutrito gruppo di appassionati italiani e stranieri. Fiore
all’occhiello dell’esposizione, curata dal Registro dedicato alle moto costruite
dall’azienda aeronautica varesina fra il 1950 e il 1978, saranno un nutrito
numero di mezzi da competizione, le famose Ala d'Oro. Si andrà dalla piccola
'Aletta' 125 a due tempi, moto che negli Anni Sessanta consentì ad una
moltitudine di piloti privati di iniziare a gareggiare in pista con un mezzo
specifico venduto dall’azienda pronto corsa, alle versioni a quattro tempi, nate
di 175 cc e salite poi a 250 e 350, terminando con le 'maggiorate' a 420cc
che correvano con le 500. Un mito che è stato giustamente battezzato 'il
monocilindrico aste e bilancieri più veloce del mondo.
Non mancheranno le celebri bicilindriche 250 RR sviluppate da Renzo
Pasolini e successivamente portate ai trionfi iridati da Walter Villa (4 titoli vinti
fra il 1974 e il 1976, tre consecutivi nella 250 ed uno nella 350). Molte di
queste moto sono state iscritte da appassionati francesi, svizzeri e tedeschi
che da anni sono protagonisti fedeli della rassegna di Varano. Ma non è tutto,
ad Asimotoshow saranno presenti anche le stradali TV 350 nella versione
1972 e l’Ala Verde 250, la sportiva per eccellenza degli Anni Sessanta.
Anche il Registro Storico Benelli sarà presente ad Asimotoshow. Presso lo
stand del marchio pesarese saranno esposte numerose motociclette da
competizione di varia cilindrata. Faranno loro compagnia anche altri modelli
di moto pesaresi e un paio di Yamaha portate in esposizione ad Asimotoshow
da due collezionisti. Questo l’elenco delle moto Benelli presenti allo stand:
250 Gran Premio (1969) campione del mondo con Kel Carruthers, 350 Gran
Premio (1969) ex Renzo Pasolini, 350 Gran Premio (1972) ex Jarno
Saarineen, 500 Gran Premio (1972) ex Jarno Saarineen, 125 Bassotto
(Motogiro1955), 175 Bialbero (1932). Oltre a queste non mancheranno altre
gloriose moto pesaresi: Morbidelli 250 GP (1979) ex Graziano Rossi,
Morbidelli 250 GP (1978) ex Paolo Pileri, Morbidelli 125 GP
(1975),Sanvenero 125 GP (1982) ex Paolo Bianchi, Parisienne 250 GP
(1984) ex Jacques Cornou, Piovaticci 125 GP (1972) ex Guido Mancini, MBA
125 GP (1977), MBA 250 GP (1978), Motobi125 Corsa (1967), Motobi 175
Corsa (1968), Motobi 250 6 Tiranti (1969), TM Mancini Corsa 125(1972).
Infine si potranno ammirare la Yamaha 500 Gran Premio (1986) campione
del mondo con Eddy Lawson, Yamaha 250 Gran Premio (1992) campione del
mondo con Luca Cadalora.
Un gruppo di collezionisti tedeschi interverrà con una serie di moto da GP
realizzate dalla MZ tra gli anni ’60 e ’70, mentre un gruppo francese ha
iscritto una selezione di moto transalpine tutte risalenti alla prima metà del
secolo scorso.
Ad Asimotoshow non poteva mancare il marchio Gilera, il più antico marchio
motociclistico italiano che non ha mai interrotto la produzione. Anche il
Registro Storico Gilera porterà a Varano una serie di modelli a testimoniare
decenni di storia a due ruote vissuta da protagonisti.
Chi negli anni '90 aveva 16 anni rivivrà la sua adolescenza rivedendo le 125
dell'epoca. A cura del Club 125stradali, sfileranno infatti in pista Aprilia,
Cagiva, Gilera e Honda sia in versione stradale sia in quella da corsa Sport
Production.
Presso lo stand dell'ASI, sarà esposta, tra le altre, la Yamaha FZ 750 che
proprio in questo autodromo, guidata dai tre piloti parmigiani Norberto
Naummi, Roberto Ghillani e Maurizio Foppiani, nell'estate del 1986, girò
ininterrottamente senza mai fermarsi nemmeno per il cambio gomme, per più
di 22 giorni entrando di diritto nel Guinness dei Primati. Ma soprattutto centrò
l'obiettivo di raccogliere fondi e attenzioni da destinarsi a "Noi per Loro" una
organizzazione locale che si occupa di bambini onco-emopatici. allo stand
ASI sarà pure presentato il nuovo libro scritto da Gianni Perrone ed edito da
ASI Service dedicato alla storia sportiva della Benelli e della MotoBi.
Numerose le collaterali.
Tra le novità di quest’anno è da segnalare l’organizzazione di una mostra
tematica sulla Motom, con relativa sfilata sulla pista.
“Le Moto nel Cinema” è invece il tema scelto dal Club Moto d’Epoca
Fiorentino (CMEF) per Asimotoshow. Il club fiorentino allestirà una mostra
statica dove le moto saranno affiancate dalle locandine dei film e da figuranti
rappresentanti gli attori protagonisti, verranno proiettate delle slides ed un
filmato con le scene motociclisticamente più famose. E poi, non ultima, ci
sarà una sfilata in pista suddivisa in piccole “scene”, in modo da ricordare i
vari film.Le moto verranno presentate a seconda dei simboli che hanno
rappresentato. Ad esempio, a testimoniare libertà e anticonformismo ci
saranno le Vespa di “Vacanze Romane” e di “Caro Diario”, la Triumph de “il
Selvaggio” ed il Chopper di “Easy Rider”; mentre a ricordare la commedia
all’italiana ci penseranno la Guzzi del “il Vigile”, la Yamaha di “Troppo forte” e
la Jawa-sidecar di “Vado a vivere da solo”.
Questo il programma: si inizierà venerdì 6 maggio alle ore 14:00 con
l’inaugurazione ufficiale alla quale parteciperà il presidente dell’ASI Roberto
Loi che con la bandiera tricolore darà il via alla manifestazione. Si proseguirà
fino alle 18:00. Il sabato tutti in pista dalle 8:30 alle 18:00 e la domenica gran
finale dalle 8:30 alle 13:00 con la chiusura dedicata alla sfilata in pista dei
Campioni.
12/16
gc/NC-FD

Documenti analoghi

Leggi

Leggi dedicata al mondo delle due ruote. L’edizione di quest’anno ricopre un significato particolare perché taglia il traguardo delle quindici edizioni e perché quest’anno l’Asi festeggia i suoi 50 anni ...

Dettagli

Asimotoshow altre adesioni importanti: Aermacchi, Benelli ed FZ

Asimotoshow altre adesioni importanti: Aermacchi, Benelli ed FZ parteciperà ad Asimotoshow con il proprio staff al completo accompagnato da un nutrito gruppo di appassionati italiani e stranieri. Fiore all’occhiello

Dettagli