TOUR STATI UNITI “IL SOGNO AMERICANO”

Commenti

Transcript

TOUR STATI UNITI “IL SOGNO AMERICANO”
TOUR STATI UNITI
“IL SOGNO AMERICANO”
Partenze 2015
26 Luglio
09/23 Agosto
06 Settembre
(10 Giorni / 8 Notti)
Programma sintetico di viaggio:
1° Giorno: Italia – New York
Partenza dall’Italia con volo di linea e arrivo all’aeroporto di New York. Trasferimento e
sistemazione all’hotel Paramount. La nostra assistenza sarà a disposizione dei partecipanti
nella hall dell’hotel dalle 16:00 alle 20:00. Pernottamento.
2° Giorno: New York
Prima colazione americana in hotel. Mattinata dedicata alla visita della città con guida locale in
lingua italiana. L’itinerario prevede il tour di Manhattan e dei suoi luoghi più famosi, fra cui il
Lincoln Center, il celebre Central Park, la Trump Tower, la Cattedrale di San Patrizio e il
Rockefeller Center. Inoltre, si visiteranno il Greenwich Village, Soho, Little Italy, Chinatown e il
Financial District. Pranzo in ristorante nel cuore di Times Square. Pomeriggio libero per esplorare
individualmente la città. Pernottamento.
3° Giorno: New York
Prima colazione americana in hotel. Trasferimento a Battery Park e imbarco sul traghetto per la
visita della Statua della Libertà. L’itinerario prevede anche la visita del Museo dell’Immigrazione di
Ellis Island. Al termine rientro a Battery Park e trasferimento in hotel. Nel tardo pomeriggio
trasferimento ai Chelsea Piers e imbarco sulla crociera Bateaux New York durante la quale si potrà
ammirare l’incantevole e indimenticabile panorama della città illuminata. Cena a bordo durante la
crociera. Rientro in hotel e pernottamento.
4° Giorno: New York – Cascate del Niagara
Prima colazione americana in hotel. Partenza per le Cascate del Niagara attraversando lo Stato di
New York. L’arrivo è previsto nel tardo pomeriggio e sistemazione in hotel al Niagara Marriott.
Cena nel ristorante panoramico dell’hotel con vista Cascate. Pernottamento.
5° Giorno: Cascate del Niagara – Toronto
Prima colazione americana in hotel. Dopo la colazione crociera a bordo del battello Hornblower.
Nel pomeriggio proseguimento per Toronto, dinamica e moderna con la visita panoramica della
città. Rientro alle Cascate del Niagara per il pernottamento.
6° Giorno: Cascate del Niagara – Washington D.C.
Prima colazione americana in hotel . La meta odierna è Washington D.C., capitale federale degli
Stati Uniti. L’arrivo a Washington D.C. è previsto nel pomeriggio. Sistemazione presso l’hotel
Palomar e cena in ristorante locale. Pernottamento.
7° Giorno: Washington D.C.
Prima colazione americana in hotel. La mattina è dedicata alla visita panoramica della città con
guida locale parlante italiano. Pomeriggio a disposizione per continuare individualmente la visita
della capitale. Pernottamento.
8° Giorno: Washington D.C. – Philadelphia – New York
Prima colazione americana in hotel . Al mattino partenza per New York con sosta a Philadelphia e
breve visita del centro storico. Arrivo a New York nel tardo pomeriggio e sistemazione presso
l’hotel Paramount. In serata cena di “arrivederci” presso una Steak House di Manhattan.
Pernottamento.
9° Giorno: New York – Italia
Prima colazione americana in hotel. Trasferimento in aeroporto in tempo utile per il volo di rientro
in Italia. Pernottamento a bordo.
10° Giorno: New York – Italia
Arrivo in Italia. Fine del viaggio e dei servizi.
La quota comprende:
Voli di linea dall'Italia - Tasse aeroportuali - Trasferimenti in arrivo e in partenza- 8 pernottamenti
in camera doppia - Trattamento di mezza pensione- Trasferimenti in pullman Gran Turismo
riservati - Visite guidate in lingua italiana – Escursioni come da programma- Assicurazione medica,
bagaglio ed annullamento viaggio –
La quota non comprende:
Pasti, bevande, mance ed extra in genere – Registrazione ESTA (20 Euro)- Escursioni facoltative
non comprese nel programma - Tutto quanto non espressamente indicato alla voce "La quota
comprende"
NOTIZIE UTILI
Hotels previsti o similari:
New York - Hotel Paramount ****
Cascate del Niagara - Niagara Marriott ****
Washington D.C – Hotel Palomar ****
Documenti:
Tutti i passeggeri dovranno essere in possesso del seguente documento in corso di validità: Passaporto a lettura ottica se emesso o rinnovato fino al 25 Ottobre 2005 - Passaporto a lettura
ottica, munito di fotografia digitale, se emesso dal 26 Ottobre 2005 - Passaporto elettronico o
biometrico, se emesso dal 26 Ottobre 2006 -Registrazione ESTA. Il modulo Esta può essere
compilato in qualsiasi momento, ma non meno di 72 ore prima della partenza.
Salute:
Non è richiesta alcuna vaccinazione.
Fuso Orario:
6 ore in meno rispetto all’Italia.
Corrente elettrica:
Il voltaggio è di 110/115 volt. E’ necessario munirsi di adattatore a due lamelle piatte parallele.
New York: si può considerare la porta d’ingresso degli USA di cui è diventata il simbolo
anche se di fatto, non li rappresenta. È infatti una grande megalopoli internazionale, la più
grande degli Stati Uniti e la più importante dal punto di vista economico, finanziario e
culturale; ma chi conosce New York non può affermare di conoscere l’America.
Nel 1625 sorse il primo insediamento olandese sull’isola di Manhattan, base commerciale cui
facevano capo i commercianti di pelli. L’anno successivo tutta l’isola fu acquistata dagli indiani
e vi fu costruito un forte militare. Nasceva così il primo nucleo della città chiamato Nuova
Amsterdam. La colonia crebbe velocemente già da allora con caratteristica cosmopolita; vi si
stabilirono infatti Olandesi, Francesi, Inglesi, Tedeschi, Ebrei e schiavi neri. Nel 1664 gli inglesi
presero possesso della città che cambiò nome in New York in onore del Duca di York, il futuro Re
Giacomo II d’Inghilterra. Dal 1785 al 1790 fu la capitale federale provvisoria e, dal 1785 al 1797
fu anche capitale dello stato omonimo. Alla fine del XVIII secolo iniziò ad essere un centro
economico importante: vi furono fondate la “Bank of New York” (1784), la “Mutual Assurance
Company” (1787), la prima compagnia di assicurazione e, nel 1792, la Borsa.
Ancora oggi New York è il centro finanziario più importante del mondo ed è una città in
continua evoluzione, dove i cambiamenti avvengono nell’arco di pochi anni; una città che è il
simbolo della modernità architettonica con i suoi grattacieli avveniristici, ma che è anche
sempre sul punto di soffocare nel terribile groviglio di problemi sociali, economici,
amministrativi e umani che la attanagliano.
New York è il polmone culturale del paese con i suoi musei, i suoi teatri, le sue università, le
scuole d’arte, le accademie, le emittenti televisive, i congressi e una prorompente vitalità che si
sprigiona dalla varia umanità che l’affolla.
Le Cascate del Niagara sono una delle più importanti attrazioni turistiche del Nord
America. Il nome, di derivazione indiana, significa ”acqua che tuona”; in effetti l’enorme
massa d’acqua che precipita per quasi 60 metri provoca un gran fragore. Il fiume Niagara,
lungo 54 km, proveniente dal lago Erie, dopo aver percorso 32 km, trova una voragine nella
quale cade precipitosamente prima di avviarsi, per i restanti 22 km, lungo la stretta gola,
verso il lago Ontario. Il 90% delle acque scende dal versante canadese dove le cascate vengono
chiamate Ferro di Cavallo, mentre il restante 10% forma una cascata di dimensioni più
ridotte, le American Falls che appartengono agli Stati Uniti. Fra le due cascate emerge uno
sperone roccioso, l’Isola delle Capre, che si può raggiungere dal lato americano e che permette
di ammirare da vicino la potenza della corrente. Il salto delle cascate canadesi ha un’altezza
di 54 m e si estende su un fronte di 675, mentre quello americano ha una caduta di 56 m su un
fronte di 320.
Le cascate furono scoperte nel 1678 da padre Louis Hannepin, un frate francescano belga che
faceva parte della spedizione La Salle; furono gli indiani Irochesi a condurre il frate presso
l’”acqua che tuona”, da essi considerato luogo sacro.
All’inizio del XIX secolo un fratello di Napoleone compì un avventuroso viaggio di nozze per
ammirare queste meraviglie della natura; l’evento ebbe una tale risonanza che, ancor oggi,
molte coppie trovano romantico trascorrere la luna di miele a Niagara.
Toronto: moderna, stimolante e dinamica, ricca di parchi e bei palazzi, Toronto è il cuore del
Canada, la sua città più grande, con oltre 3 milioni e mezzo di abitanti, che si affaccia sulla
sponda settentrionale del lago Ontario. Una parte della città è sotterranea e permette ai
cittadini di passeggiare tranquillamente e di fare shopping anche quando fuori il termometro
scende sotto zero.
City Hall area: dal 1965, quando sono state costruite le due torri a forma di mezzaluna, questo
complesso è diventato uno dei simboli della città. La piazza di fronte al municipio ospita
un’ampia vasca con belle fontane ed una grande statua bronzea di Henry Moore. Il vecchio
palazzo comunale si trova sulla medesima piazza e, per la sua struttura a castello e la torre
dell’orologio, provoca un forte contrasto architettonico.
CN Tower: a sud della città, lungo il lago, questa torre sottile e slanciata, alta 554 metri,
sovrastata dall’antenna della radio-televisione, è diventata la massima attrazione turistica
della città.
Sky Dome: all’ombra della CN Tower si trova il famoso e modernissimo stadio di baseball,
una struttura coperta ma “decappottabile” in 20 minuti che può accogliere 58.000 spettatori.
Il complesso comprende anche un grattacielo di 31 piani.
Casa Loma: è un castello di 98 stanze (e 38 bagni) che domina la città e che fu costruito
all’inizio del ‘900, in tre anni di lavori, per volere del finanziere Sir Henry Pellatt, milionario
eccentrico che spese buona parte delle sue ricchezze per il suo grandioso “capriccio”.
Washington D.C.: capitale federale degli USA e città simbolo dell’unità del Paese, non
appartiene ad alcuno stato ma costituisce, da sola, il District of Columbia, territorio sotto
la giurisdizione del Governo Federale. La città sorge sulla riva sinistra del fiume Potomac,
navigabile da navi di grosso tonnellaggio per tutti i 160 km del suo corso.
La maggior parte della popolazione di Washington è di colore mentre la maggioranza di
coloro che vi lavorano risiede altrove, in Virginia e nel Maryland.
A Washington circa 350.000 persone lavorano negli uffici governativi e una notevole parte
della popolazione è occupata nel mantenimento di sedi amministrative, monumenti, giardini e
strade.
Capitol: la sede del Congresso è una costruzione in stile classico, di marmo bianco, edificata
tra il 1793 ed il 1830. Le ali dell’edificio e la cupola vennero aggiunte a metà dell’800.
L’edificio, alto 82 metri, è sovrastato da una statua di bronzo di sei metri rappresentante la
libertà. Nell’ala meridionale del palazzo ha sede la Camera dei Rappresentanti, in quella
settentrionale il Senato.
La Casa Bianca: è la sede ufficiale e la dimora di tutti i presidenti degli USA. L’edificio di 132
stanze, in stile neoclassico, fu iniziato nel 1792 e fu dipinto di bianco dopo l’incendio del 1814.
L’interno fu interamente ricostruito tra il 1948 ed il 1952.
Monumento a Washington: l’obelisco si innalza a metà fra il Campidoglio ed il monumento a
Lincoln. Di marmo bianco del Maryland, è alto 169 metri ed è stato costruito in onore del
primo presidente degli Stati Uniti.
Philadelphia: la città, considerata la “culla della nazione”, conserva gelosamente molti
monumenti storici e più di 2.000 case del XVIII secolo. Fu a Philadelphia che si riunì, il 5
settembre del 1774, il primo Congresso che, il 4 luglio del 1776, proclamò la Dichiarazione di
Indipendenza degli USA. La città fu capitale dello Stato fino al 1799 e la capitale degli USA dal
1790 al 1800.

Documenti analoghi