Delibera di istituzione - Comune di Ripa Teatina

Transcript

Delibera di istituzione - Comune di Ripa Teatina
COMUNE DI RIPA TEATINA
COPIA
(Provincia di Chieti)
Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale
Seduta del 02-10-07 Numero 66
Sessione Straordinaria,
Seduta Pubblica di Prima convocazione
Oggetto:
ISTITUZIONE DELLA CONSULTA GIOVANI DI RIPA TEATINA
L’anno duemilasette, il giorno due del mese di ottobre alle ore 20:00
in Ripa Teatina e nella Casa Comunale,
IL CONSIGLIO COMUNALE
Convocato nei modi e nelle forme di legge, con lettera n. in data , si è
riunito con l’intervento dei sigg.
Nominativo
DR. PETRUCCI MAURO
LUCIANI ROBERTO
PALLADINETTI GIANLUCA
MARTELLI OSVALDO
DI SIPIO LUCIANO
CORRADO ELIGIO
ANGELUCCI ANGELO
SIGISMONDI VINCENZO
DI VIRGILIO STEFANO LORENZO
PIZZICA MAURO
PATRIARCA ANDREA
Pres. / Ass.
Presente
Presente
Presente
Presente
Presente
Presente
Presente
Presente
Assente
Assente
Assente
Certificato di
pubblicazione
Su analoga certificazionedel Messo Comunale certifico che la presente deliberazione è
stata affissa all’albo
pretorio il 05-10-07
e vi rimarrà per 15
giorni consecutivi ai
sensi del 1° comma
dell’art.124 del Decreto
Legislativo 18.08.2000,
n°267.
Ripa T.,
IL SEGRETARIO
F.to DOTT. TRULLO
OSVALDO.
_________________
Consiglieri assegnati n. 17
presenti n. 12 assenti n. 5.
Partecipa il Segretario DOTT. TRULLO OSVALDO.
Riconosciuto legale il numero degli intervenuti, il Sig. DR. PETRUCCI
MAURO, nella sua qualità di SINDACO, assume la presidenza e dichiara aperta la
seduta.
IL CONSIGLIO COMUNALE
•
•
Rientrano in sala i consiglieri comunali Pizzica Mauro, Patriarca Andrea e
Cornacchia Giuseppe ( presenti n. 15 consiglieri ).
Premesso che il Ministero per le Politiche Giovanili ed Attività Sportive, istituito
per la prima volta dal governo Prodi nel maggio 2006, ha predisposto un “Piano
Nazionale Giovani”, articolato per specifiche linee di azione, che corrisponda agli
obiettivi dell’accesso alla casa, al lavoro, al credito ed alla cultura;
•
Considerato che tra questi obiettivi è stato dato ampio spazio a favorire ed ampliare
la partecipazione dei giovani alla vita pubblica e la loro rappresentanza attraverso la
costituzione di Consulte Giovanili; tanto che il 27 febbraio 2007 si è tenuto a Roma
il I° Meeting Nazionale delle Consulte Giovanili esistenti ed attivate in ambito
locale, a cui ha aderito anche il Comune di Ripa Teatina con la partecipazione del
Consiglio Comunale delle ragazze e dei ragazzi;
•
Considerato che l’obiettivo della Consulta Giovanile, affermata dal Ministero per le
Politiche Giovanili, è volta a promuovere il protagonismo giovanile nei processi di
costruzione di modelli di dialogo e tolleranza tra religioni, fedi e culture diverse nel
nostro Paese;
•
Visto che, questa Amministrazione Comunale, alla luce di quanto affermato dal
suddetto Ministero ed in linea con i suoi principi, in considerazione anche che negli
ultimi tempi sempre più di frequente si sente parlare di “disagio giovanile” e che i
tempi cambiano così anche le esigenze dei giovani e che per poter rispondere
meglio alle loro esigenze è necessario avere piena coscienza delle problematiche
esistenti dando l’opportunità agli stessi di dire la loro, ha promosso la costituzione
della Consulta Giovani quale organo di partecipazione giovanile alla vita sociale e
politica di Ripa Teatina e quale organo consultivo del Consiglio Comunale al quale
presenta proposte e progetti inerenti le tematiche giovanili, promuovendo dibattiti
sui temi attinenti alla condizione giovanile nei suoi vari aspetti, ricerche ed incontri
anche su altre e diverse problematiche;
•
Considerato che questa Amministrazione Comunale, ha dimostrato particolare
sensibilità di fronte alle problematiche giovanili, per cui già da anni ha avviato
alcuni progetti rivolti ai giovani del nostro Comune, quali: il Consiglio Comunale
delle ragazze e dei ragazzi, istituito con la Legge 285/1997, le attività del Centro
Giovanile Diurno, finanziato in parte con i fondi della Legge 285/1997 ed un
progetto triennale “Tana libera tutti” volto alla prevenzione ed al recupero del
disagio giovanile approvato e finanziato dalla Regione Abruzzo e che, pertanto, la
Consulta si colloca al fianco delle suddette attività;
•
Ritenuto, pertanto, considerare la Consulta dei Giovani di Ripa Teatina strumento
di conoscenza delle realtà dei giovani di questo Comune; stabilendo che essa è
aperta a tutte le realtà giovanili organizzate sul territorio che desiderino farne parte;
•
Considerato, inoltre, che la Consulta dei Giovani, al momento non ha una sede
specifica e, pertanto, si riunisce nei locali comunali, alla presenza di tutors
(responsabile del servizio sociale e scolastico, psicologa del centro giovanile e
responsabile scientifico del progetto “Tana libera tutti”e dal facilitatore del progetto
“Tana libera tutti”), messi a disposizioni dall’Amministrazione Comunale, e che,
qualora i ragazzi, volessero affrontare un argomento molto specifico ed in modo
dettagliato, possono richiedere anche la presenza dell’assessore competente;
•
Considerato, quindi, che la Consulta dei Giovani discute principalmente di ciò che,
a livello di “giovani”, nel nostro Comune, può essere migliorato e che nei loro
incontri possono emergere le problematiche e le difficoltà esistenti, indicando, se
possibile, alcune strade da seguire e che, tutte le loro indicazioni possono essere
recepite dall’Amministrazione che si occupa, se è possibile, di trasformarle in
soluzioni concrete;
•
Stabilito, pertanto, che la Consulta dei Giovani di Ripa Teatina persegue le
seguenti finalità:
Garantisce la partecipazione di chiunque, avendone i requisiti, voglia farne
parte:
-
creando attività di promozione culturale, autopromozione ed aggregazione;
proponendosi come organo di partecipazione;
Promuove azioni tese a prevenire ed interpretare situazioni di disagio giovanile
a Ripa Teatina:
-
definendo metodi per conoscere i problemi di Ripa Teatina;
riconoscendo metodi per prevenire il disagio giovanile a Ripa Teatina;
proporre agli Enti competenti iniziative volte a prevenire ed a recuperare i
fenomeni di disagio giovanile e progetti che favoriscano l’aggregazione ed una
partecipazione attiva dei giovani nella società;
promuove possibilità di confronto con i soggetti delle associazioni ed
istituzioni:
-
creando ambiti di confronto tra la Consulta dei Giovani e le associazioni e le
istituzioni di Ripa Teatina e non;
promuove possibilità di confronto con le Consulte ed i Forum presenti nel
territorio provinciale e regionale e nelle altre Regioni si raccorda con il livello
nazionale ed internazionale;
•
Visto che la Consulta dei Giovani si riserva di predisporre un suo regolamento o
statuto da sottoporre all’approvazione del consiglio comunale nella sua prossima
seduta utile;
@[email protected] - Pag. 3 - @[email protected]
-
-
-
-
-
-
•
Visto l’art. 42 del T.U. delle Legge sull’ordinamento degli Enti Locali,
approvato con D.L.vo n. 267 del 18.08.2000, relativo alle attuali competenze del
Consiglio;
•
Visto l’art. 9 – comma 2, della Legge Costituzionale n.3 del 18.10.2001 che ha
abrogato, tra l’altro, l’art. 130 della Costituzione afferente l’esercizio del
controllo di legittimità sugli atti delle Province, dei Comuni e degli altri Enti
Locali previsti dal D.L.vo 18.08.2000, n.267;
•
Visto il parere favorevole espresso dal Responsabili del Servizio Sociale –
Scolastico sulla regolarità tecnica del presente atto;
Udito l’intervento del Sindaco, il quale si compiace della numerosissima presenza di
giovani nella sala consiliare, come mai si era accaduto nelle sedute consiliari, che
vedono quasi sempre la presenza di uno scarso pubblico.
Propone, considerata la particolarità dell’argomento e dell’avvenimento, che alla
discussione partecipino anche i giovani presenti in aula;
Messa a votazione la proposta del Sindaco;
Con n. 15 voti favorevoli su n. 15 consiglieri presenti e votanti;
La proposta del Sindaco viene accolta;
Udito l’intervento del consigliere Luciani Roberto, il quale ricorda che le attenzioni
e le iniziative a favore dei giovani sono iniziate cinque anni fa, quando è nata l’idea
di istituire il Consiglio dei ragazzi, il quale oggi è una splendida realtà. E di ciò deve
essere fatto un pubblico ringraziamento a quanti hanno collaborato, ed in particolare
ai facilitatori.
Vedere stasera tanti giovani nella sala consiliare ci inorgoglisce, perché è la
dimostrazione che essi alla Consulta dei giovani ci credono. E del resto la prima
iniziativa di cui i giovani sono stati protagonisti, quella dello scorso 22 settembre,
denominata “Percorsi alternativi: dalla poesia alla musica”, è stata molto apprezzata,
ha avuto un grande successo e soprattutto ha registrato la presenza nelle vie del
paese di tantissimi ragazzi e giovani;
Udito l’intervento della sig.ra Emiliana Monaco, Responsabile del servizio sociale e
scolastico, la quale ripercorre brevemente la storia della Consulta dei giovani, che
partita con la presenza di pochi ragazzi ha visto man mano crescere le adesioni ed
oggi il suo numero è davvero rilevante.
Sottolinea che si stanno prendendo contatti con altre Consulte, in particolare con
quella di Avezzano, con la quale a breve vi sarà un incontro per uno scambio di
esperienze, soprattutto finalizzato alla possibilità di ampliare le forme di
finanziamento.
La Consulta dei giovani è l’ultima arrivata, prosegue la sig.ra Monaco, di una serie
di iniziative come il Consiglio dei ragazzi, la Città sostenibile per i bambini, il
Centro diurno giovanile, il Servizio domiciliare a favore dei minori, il progetto
“Tana libera tutti” per prevenire il disagio giovanile.
La Consulta dei giovani è sorta per dare risposte concrete ai bisogni dei giovani ed
ha l’obiettivo primario di promuovere varie iniziative e di collaborare con le varie
associazioni che operano sul territorio di Ripa Teatina.
Il Ministero delle politiche sociali, prosegue la sig,ra Monaco, ha creato un libro
bianco dei giovani che è un documento sul quale vengono annotate tutte le iniziative
@[email protected] - Pag. 4 - @[email protected]
-
-
-
-
che progettano e realizzano le varie Consulte. L’augurio è che la Consulta del nostro
paese, che sta muovendo i primi passi, possa nel futuro coinvolgere altri giovani;
Udito l’intervento del Sindaco, il quale ricorda che questa Amministrazione cinque
anni fa lanciò l’idea del Consiglio dei ragazzi, ed adesso all’inizio di una nuova
consiliatura riparte con questa nuova iniziativa della Consulta dei giovani.
Sottolinea che i giovani devono pensare con la propria testa e non con quella
dell’Amministrazione, la quale Amministrazione deve essere soltanto uno strumento
per il raggiungimento dei loro obiettivi.
L’Amministrazione, prosegue il Sindaco, si attende che dai giovani possano arrivare
idee, progetti e sollecitazioni. Ciò che essi proporranno sarà messo a loro
disposizione, nei limiti delle possibilità;
Udito l’intervento del Vice Sindaco, Rucci Ignazio, il quale rimarca l’importanza di
allargare la partecipazione dei giovani e l’integrazione con le altre associazioni e
con le altre Consulte dei giovani. Da parte degli adulti ci deve essere l’impegno
perché da essi giungano ai giovani messaggi positivi;
Udito l’intervento del consigliere Palladinetti Gianluca, il quale ringrazia i numerosi
giovani presenti nella sala consiliare, giovani come lui. Dichiara di essere a
disposizione per qualsiasi esigenza e si compiace di aver visto aggirarsi ultimamente
negli uffici comunali molti giovani;
Il Sindaco dichiara aperta la discussione con gli interventi dei giovani.
Uditi gli interventi di vari giovani, al termine dei quali prende la parola il
consigliere Pizzica Mauro, appartenente al gruppo di minoranza, il quale si
compiace del lavoro svolto dalla sig.ra Monaco, alla quale va in gran parte il merito
di aver portato in Consiglio Comunale tanti giovani;
Il Sindaco, constato che non vi sono altri interventi, pone a votazione l’argomento
all’ordine del giorno;
Con n. 15 voti favorevoli su n. 15 consiglieri presenti e votanti;
DEL I B E R A
1) Di istituire, per le finalità tutte indicate in premessa, la Consulta dei Giovani di
Ripa Teatina;
2) Di riservarsi l’adozione di successiva deliberazione per l’approvazione del
regolamento o statuto della Consulta stessa;
3) Di dare ampia diffusione e pubblicizzazione del presente provvedimento tra i
giovani di Ripa Teatina per l’adesione, attraverso moduli all’uopo predisposti, alla
Consulta stessa.
.
Successivamente,
IL CONSIGLIO COMUNALE
Ritenuto che la presente delibera debba avere immediata esecuzione, stante l’urgenza;
Visto il 4°comma dell'art.134 del D.L.vo 18.08.2000, n.267;
Con n. 15 voti favorevoli su n. 15 consiglieri presenti e votanti;
@[email protected] - Pag. 5 - @[email protected]
DELIBERA
dichiarare il presente provvedimento immediatamente esecutivo.-
@[email protected] - Pag. 6 - @[email protected]
Del che si è redatto il presente verbale, approvato e sottoscritto:
Il Segretario
F.to DOTT. TRULLO OSVALDO
Il SINDACO
F.to DR. PETRUCCI MAURO
Il sottoscritto visti gli atti d’ufficio,
ATTESTA
che la presente deliberazione è stata trasmessa al CO.RE.CO. con lettera n°_______
in data __________
che la presente deliberazione è divenuta esecutiva il ______________
perché dichiarata immediatamente eseguibile;
perché approvata dal CO.RE.CO. nella seduta del __________ prot. n°______
ovvero decorsi 20 giorni dalla ricezione da parte del CO.RE.CO.:
dell’atto;
dei chiarimenti o elementi di giudizio richiesti senza che sia stata
comunicata l’adozione di provvedimento di annullamento
che la presente deliberazione non è stata assoggettata al controllo preventivo di legitti
mità, quindi esecutiva dopo il decimo giorno dalla sua pubblicazione all’Albo Pretorio.
Dalla residenza comunale, li
IL SEGRETARIO
F.to DOTT. TRULLO OSVALDO
______________________________________________________________________
Copia conforme all’originale per uso amministrativo.
Dalla residenza comunale, li
IL SEGRETARIO
DOTT. TRULLO OSVALDO
______________________________________________________________________
PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Oggetto:
ISTITUZIONE DELLA CONSULTA GIOVANI DI RIPA TEATINA
PARERI DI REGOLARITA’
(Art. 49, commi 1 e 2 e Art. 97, comma 4, del D.Lgs. 267/2000)
PARERE: REGOLARITA` TECNICA del 28-09-2007: Favorevole
Il Responsabile del servizio
F.to Monaco Emiliana