Clicca qui se il non parte in automatico

Commenti

Transcript

Clicca qui se il non parte in automatico
WORKSHOP A.A. 2015/2016
VIDEO TEATRO
A cura di: Fabio Cherstich
La frequenza al workshop è del tutto facoltativa, non dà diritto a crediti formativi né ad
attestati e deriva dalla volontà di arricchire anche con attività opzionali e supplementari
l’offerta formativa della Facoltà.
Posti disponibili: 50
**********************
Calendario:
Venerdì 26 febbraio 2016
Mercoledì 2 marzo 2016
Mercoledì 6 aprile 2016
Venerdì 8 aprile 2016
ore
ore
ore
ore
9.00/12.00
9.00/12.00
14.30/16.30
14.30/16.30
Aula
Aula
Aula
Aula
112
112
151
112
Premessa:
Il corso fornisce ai partecipanti i primi strumenti per ideare una regia teatrale. Quello del
regista e' un mestiere d'arte che negli ultimi anni ha esteso il suo campo d'azione non solo alla
pratica del palcoscenico ma anche alla moda, all'organizzazione di eventi e ai nuovi media.
Sempre più spesso in teatro il linguaggio video è un elemento imprescindibile di scrittura
scenica: l'utilizzo delle telecamere in diretta, le videoproiezioni, le scenografie digitali sono
diventate negli ultimi anni gli elementi tecnologici che hanno segnato il passaggio dal teatro
d'attore e di parola al teatro dell'immagine. Attraverso una serie di incontri in cui verranno
analizzati il lavoro di registi e compagnie internazionali, leader nella sperimentazione teatrale,
il corso fornisce ai partecipanti un nuovo e stimolante punto di vista sulla regia
contemporanea. Attraverso l'analisi del lavoro di maestri tra cui Giorgio Barberio Corsetti,
Robert Wilson, Robert Lepage, Fura des Baus fino al giovane sperimentalismo di Gob Squad e
Rimini Protokoll, un carrellata internazionale di esempi eterogenei e di simulazioni pratiche
permetterà ai partecipanti di immergersi e acquisire strumenti pratici e teorici nel campo della
regia teatrale, dei nuovi linguaggi e del video applicato alla scena.
1) Prima lezione
- Introduzione
- Il teatro in Chroma Key di Giorgio Barberio Corsetti (Italia) e Pierrick Sorine (Francia)
- Amleto di Thomas Ostermeier (Germania)
2) Seconda lezione
- L'opera sperimentale di Peter Sellars (USA) e Bill Viola (USA)
- Il videoteatro biografico di Marina Abramovic (Serbia)
3) Terza lezione:
- La giovane scena contemporanea Gob Squad (Inghilterra) Zakes Theater (Russia)
Rimini Protokoll (Germania – Olanda)
4) Quarta lezione:
- Ex machina: la fabbrica delle immagini di Robert Lepage (Canada)
- L'opera manga di Hotelproforma (Danimarca)