Decreto n. 059 del 29-04-2011_istituzione protoc Gare ROMA

Commenti

Transcript

Decreto n. 059 del 29-04-2011_istituzione protoc Gare ROMA
REPUBBLICAITAL IANA
REGIONESICILIANA
ffi
f
I
UFFICIO DEL COMMISSARIO STRAORDINAKIO DELEGATO
"per larealizzazione degli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico
nella RegioneSicilia previsti nell'Accordo di Programmasiglato il 30.03'2010"
Bx npcu 10dicembre2010e OPCM09 luglio2010,n.3886art.l e s.m.i.
DECRETO COMMISSARIALE N. 59 DFI 29/O4I2OII
IL COMMISSARIO STRAORDINARIO DELEGATO
OGGETTO: Istituzione del Registro di Protocollo e del relativo Archivio corrente ed
autorizzazione all'uso presso la sede del Soggetto Attuatore SIAP della
con Invitalia s.p.A. Roma.
convenzionesiglataiL18.02.2011
VISTO
l,Accordo di programma frnalizzato alla prograrrrmazionee al ftnanzíarctentodi
interventi *g.trti è prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico, sottoscritto
il 30 marzo 2010 tia il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del
Mare e l'Assessoratodel Tenitorio e dell'Ambiente della RegioneSiciliana,registrato
alla Corte dei Conti il 3 maggio 2010 - Ufficio controllo atti Ministeri delle
infrastrutture ed assettodel territorio, reg. n- 4 - fog.297;
VISTO
1,art.5. coÍtma 1, di tale Accordo, in baseal quale, per I'attuazionedegli interventi di
cui all'Accordo stesso,i soggetti sottoscrittori si awalgono di uno o più commissari
straordinaridi cui all' art. 17, comma1, del D.L. 30 dicembre 2009,n. I95, convertito
con modifi cazionidalla legge26 febbtaio2010, n.26;
VISTA
I'Ordinanza del Presidentedel Consiglio dei Ministri n. 3886 del 9 luglio 2010,
,'DisposizioniUrgenti di ProtezioneCivile", art. 1- coÍtma 2,inbase al quale,al fine
di accelerare i necessari interventi di mitigazione del rischio idrogeologico nel
territorio della Regione Siciliana, previsto nell'Accordo di prograÍtma sopra citato, il
Commissario Straordinario Delegato per la sua attaazione,nominato ai sensi dell'art'
17 del Decreto Legge 30 dicembre 2009, n. 195, convertito,con modificazioni, dalla
legge 26 febbraiò 2010, n. 26, prorwede in qualità di soggetto attuatore del
Còmmissario delegato - Presidente della Regione Siciliana vtilizzando le risorse
fttanziarie assegnatedal medesimo Accordo di programma fino alla concorrenza della
quota nazionalé con i poteri di cui all'art.5 dell'Ordinanza del Presidente del
óonsìglio dei Ministri n. :Sts del 10 ottobre 2009 e, nel rispettodi quantoprevisto dal
sopraccitatoart. 17,per la quotaresidua;
VISTO
l,art.2l del1'Ordinanzadel Presidente del Consiglio dei Ministri n3916 del 30
dicembre 2010 con il quale sono stati ulteriormente dettagliati i compiti e i poteri del
Soggetto Attuatore - Commissario Straordinario Delegato per la sua alfuazione,
,roir-inatoai sensidell'art. 17 delDecretoLegge 30 dicembre2009,n. 195, convertito,
con modifi cazion| dalla legge26 febbtaio 2010,n.26;
Delegato:Via G. Abela,5 -90141Palermo
úm.io del CommissarioStraordinario
[email protected]
7071859-emall:
Seereteriatel.09l707I94l-fax091
Ministri del 10 Dicembre 2010' con il
il Decreto del presidentedel consiglio dei
dicembre2009' n' 195' convertito'
quale, ai sensi dell'art. 17 delDecréto Legge 30
zóto, n.26, il Dott. lvlaurizio croce è stato
con modifi cazioni,dalta legge 26 febbraio
per il sollecito espletamento.delle
nominato commissario siéordinario Delegato
intérventi di mitigazione del rischio
procedure relative alla rializzazione degli
ill'Accordo di ProgruÀ^u sopra citato' da
idrogeologico,individuati neti'attegato 1
e, atal fine, prowede alle opportune
effettuarsi nel territorio della RegiJte siciliana,
le occorrenti intese tra i soggetti
azion\ di indirizzo e di supporto promuovendo
e i procedimentie curatutte
pubblici e privati interessatie, se dei caso,emanagliatti
pub-blichenecessariealla realizzazione
le attività di competen u i"tt" amministrazioni
ove
delle disposizioni comunitarie' awalendosi'
degli ini.rrr"rrti,' ,t.1 d;;"
di d"rogu di cui all'articolo 17 del citato
necessario, dei poteri di iostituzione e
ivi richiamate;
de"r"to-legg",r. ils del2009 e delle nonne
con il
StraordinarioDelegato n.20 del 16.02.2011
RICHTAMATO il Decreto der commissario
svolgiÀento di auività di progettazione'
quale è stata approvatala óonvenzione per 1o
ed aÀministrativa in tutte le fasi relative
di supporto ed assistenzatecnico operativa
vrsro
all'attuazionedegliirrt"*"ttipte.,,i'tiall'Accordodiprogranìmafnalizzatoalla
e prioritari per |a
interventi *g"''ti
p.og,u*-uzione ed al finanziamento di
Regione Siciliana con INVITALIA m\tigaz\one del rischio ià.og"orogico _nella
InvestiÀenti e 1o Sviluppo d'Impresa s'p'A
AgenziaNazionale per l'Attr"azionedegli
con sedein Roma siglato indataTS'02'2011;
pRECrsATo
convenzione, alla lett. A) ATTIVITA DI
che |ARTICO Lo 2 de[a sopra citata
:,, N CI.I.'AMbiTO
diSPONE
A tEStUAIMCNtE
_
AS SI STENZA TECNIC O AMMINISTRATIV
l'Agenzia garantirà tra l'altro la
delle attività di assistenzatecnico-amministrqtiva'
di predisfosizione ed ffidamento delle
progettazione ed il supporto nelle attività
informatici dedicati) e di
a
procedure di gara (anche ricorrendo
'i'u*'itt
e di collaudo. ( '...)"
prosrii;ione , í nellefase esecutivadei lavori
Delegato, in ottempetarua arla
che l,uffrcio del commissario Straordinario
.'NSIDERATO
al fine di rendere possibile. un,azione
Convenzione già richiamata, ritiene al
efficace per tutti gli adempimenti relativi
amministrativa corretta, trasparenteed
ed
appaltante demandati ad Invitalia
servizio di supporto all; stazione
di
énp e, specificatamentenell',attività
conseguenzialmenteal soggetto Attuator"
via
SIAP
f istituzione presso la sede
ricezione delle offerte delle gare- auforizzare
protocollo cartaceoesclusivamentededicato
Boccaneili, 30 - Roma Ji"""n"gistro di
aI|aricezioneditut t e le is t a n z e d ip a rt e c ip a z io n ia lle g a re e a p p a lti i n d e t t e d a l
Commissario Straordinario;
a formalizzare I'autorizzazione
necessario prowedere, con la massima.Ùrgenza'
cJrrente con decorrenzaimmediatae fino
all,istituzione di detto protocollo ed archivio
di
.i.hiu*ata, validando il relativo flusso
alla dafadella durata della convenziorr"
corrispondenzaesclusivamentein..entrata',pressolasede.SII.PViaBoccanelli,30del
a"du temporaneità del servizio e in via
ROMA, disponendo, in consid erazione
tuttoemergenzialechequestovengaattivatoinformacartacea;
risale a'
istituzione e gestionedel protocollo cartaceo
RTCORDATO che la normativ arerativaalla
di
è stato approvato il primo regolamento
R.D. del 25.01.1900 con il quaie
RITENUTO
,.girt urio*
::ilHfiffi:J
"
di archivio ,rèu" Amministrationicentrali,H:?i"*::r""
.i'u
fll
fino
materianon è stata più trattatanormativamente
legato:Via G Abela' 5 - 90141Palermo
sicilia it
-.-uil:
[email protected]
zoztssg
osi
tel.Og| 70,71941-r*
Seereteria
all'introduzione nell'OrdinamentoItaliano del DPR 28 dicembre 2000, n. 445 "Testo
unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa"e sue modifiche edintegrazioni, precedutodal DPCM 28 ottobre 1999
"Gestione informatica dei flussi documentali nelle pubbliche amministrazioni e
DPCM3I ottobre2000 "Regole tecnicheper il protocollo informatico di cui al decreto
del Presidentedella Repubblica20 ottobre 1998,n. 428";
PRECISATOche è opportuno per omageneitàdell'aZione amministrativa definire correttamentele
procedure da applicare al sistema cartaceo disponendo che il Soggetto Attuatore
indichi formalmente, prima dell'attivazione del protocollo, i soggetti (max 3), facenti
parte del Gruppo di Lavoro previsto dalla Convenzione di che trattatasi, autorizzati
all'uso del protocollo cartaceo e del relativo archivio corrente delle istanze di
partecipazionealle gare indette dal Commissario Straordinario delegato, ed espletate
presso la sede di SIAP Roma, i quali avranno cura di seguire pedissequamenteil
manualeallegato al presenteatto quale parte formale e sostanziale;
Awalendosi dei poteri definiti nel D.P.C.M. del 10.12.2010e nelle Ordinanzedel Presidentedel
Consiglio dei Ministri citatein premessa
DECRETA
Articolo 1
Le premesseformano parte integrantee sostanzialedel presenteAtto'
Articolo 2
Di autorizzare per la struttura del Commissario Straordinario delegato per l'attsazione degli
interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico nella Regione Sicilia I'istituzione di un
Registro di Protocollo cartaceoe un Archivio corrente, da utilizzare e custodire presso la sede del
SoggettoAttuatore della Convenzione di cui al Decreto del Commissario Straordinario Delegato n.
20 del 16.02.2011,SIAP con Sedein Via Boccanelli, 30 - Roma esclusivamenteper le istanzein
"errtrata" di partecipazione a gare e appalti indette dal Commissario Straordinario delegato, ed
espletatepressola sededi SIAP di Roma.
Articolo 3
Di disporre, che il Soggetto Attuatore indichi formalmente, prima dell'altivazione del Protocollo, i
soggetti (max 3), facenti parte del Gruppo di Lavoro previsto dalla Convenzione sopra richiamata,
autorizzati all'uso del Protocollo cartaceo e del relativo Archivio corrente delle istanze di
partecipazionealle gare indette dal Commissario Straordinario delegato,ed espletatepresso la sede
di SIAP Roma, i quali avranno cura di seguirepedissequamenteil manuale allegato al presenteatto
quale parte formale e sostanziale;
///.tffi4
/r
Articolo 4
u///
Stabilire, che l'uso del Registro di Protocollo, autorizzato con il presente alto, abbia decortenza
immediata e ftno alla durata della Convenzione. Resta a carico del Soggetto Attuatore ogni e
qualsiasi responsabilità su l'uso non corretto del Registro di Protocollo e del relativo Archivio
Ufficio del Commissario Straordinario Delegato: Via G. Abela, 5 - 90141 Palermo
Segreteriatel.09 | 7071941- fax 091 7071859 - email: [email protected]
conente, resta a carico del Cqmrnis.sario.Straordinar-ioDglegato I'obbligo della verifica e del
controllosull'usocorrettodel Registrodl.chetrattasie del relativoArchivio:,
Straordiiar,ioDelegato
SoggettoAttnatore
Uffroio del ConunissarioStraordinarioDelegate:Via G. Abela, 5 - 90141Palermo
Segreteria
tel.09| 707l94l - fax 091 707| 859- email:[email protected]
MANUALE PERIL PROTOCOLLOAUTORIZZATOPRESSOLA SEDE,DEL
SOGGETTOATTUATORESIAPCON SEDEIN VIA BOCCANELLI,30 - ROMA
II
I
IL RB,GISTRO DI PROTOCOLLO
. È unico;
. Ha natura di atto pubblico in quanto redatto da un pubblico ufficiale;
. Fa fede della data di ricevimento owero di spedizionedi atti privati o della P. A.;
. È una fonte di prova privilegiàta che fa fede fino a quereladi falso.
La úIevanza giuridica del protocollo deriva dalla certezza degli elementi basilari che lo
compongono:
-il numeroprogressivo;
-gli estremicronologicirelativi al precisomomentodell'ingressoin memoria;
-l'indicazione del mittenteo del destinatari;
-la descrizionedell'oggetto.
Questi elementi devono essere"immodificabili", adottandoidonee misure di sicurezza,mediante la
numerazioneprogressiva dei -fogli del regi stro cartaceo.
Nel caso in cui si rawisasse l'esigenza di arrnllare il protocollo ciò potrà esserefatto solo con
prowedimento motivato del Responsabile del servizio (Ufficio del Commissario Straordinario
Delegato) utilizzando il modulo predisposto.
. I1 registro di protocollo cartaceoè custodito dagli addetti al servizio come individuati nel rispetto
del disposto del decreto diautorizzazione.
i Do.,r**rrti,
I
I
autorizzati al protocollo
a) documenti in arrivo: documenti, con rilevanza giuridico probatoria, prodotti da soggetti terzi
esclusivamenteinerenti la partecipazionealle gare indette dal Commissario Straordinario delegatoe
avtorízzateallo svolgimento pressola sededel SogegttoAttuatore SIAP.
Ricezione Dei Documenti Cartacei
. I documenti su supporto cartaceopossonopervenire attraverso:
a)il serviziopostale;
b)la consegnadiretta;
c)gli apparecchitelefax
d)e-mail (nel documentooccorre indicare il giorno di ricezione e la firma del ricevente).
. I documenti arrivati, mediante uno qualunque dei mezzi citati, ad uffici non abilitati alla
registrazione di protocollo generale sono fatti pervenire, a cura del personale che li riceve, agli
uffici di competenzaabihtati alla registrazionedi protocollo generaledei documenti in arrivo.
|
I
. I documenti già pervenuti tramite telefax vanno protocollati e soddisfano il requisito della forma
scritta; la loro trasmissionenon è necessarioche sia seguitadall'invio del documentooriginale,
come dispostodall'art. 43, comma6 del D.P.R.44512000.
. I messaggi di posta elettronica che soddisfano i requisiti indicati dall'art. 38 comma 2 del
DPR.44512000devono essereprotocollati.Tali messaggi,ricevuti dai vari servizi dell'ente, devono
essere stampati e inoltrati al protocollo, muniti di firma e data di ricezione, unitamente agh
eventuali allegati contenuti nei messaggiostesso.
Rilascio di Ricer,.utadi un documentoconsegnatoamano:
. Qualora un documento venga consegnatopersonalmenteo da altra persona incaricata e venga
richiesto il rilascio di una ricevuta attestantel'awenuta consegna,sulla fotocopia del frontespizio
documento consegnato viene apposto un apposito timbro datario (recante la seguente dicitura
CommissarioStrAordinariodelegatoper la mitigazionedel rischio idrogeologicoRegionePuglia Entrata -Data) accompagnatodalla ftma del ricevente. L'ora di presentazioneè necessariasolo nel
casodi scadenzead orari prestabiliti.
Registrazione di protocollo
. La corrispondenza in arrivo viene protocollata sulla busta chiusa indicando anche I'ora di
ricevimento con sigla leggibile del soggetto addetto alla ricezione, nel medesimi giorno lavorativo
di ricezionepressol'ufftcio individuato.
. Nel caso di temporaneo,eccezionaleed imprevisto carico di lavoro, che non permetta di evadere
la corrispondenza ricevuta nella medesima giomata lavorativa, e qualora dalla mancata
registrazione di protocollo del documento nella medesima giornafa lavorativa di ricezione possa
venire meno un diritto di terzi (ad esempio per la registrazione di un consistente numero di
domandedi partecipazionead un concorso in scadenza),nei modi e nelle forme previste dalla legge
può essereautorizzatol'uso del protocollo differito.
Il protocollo differito si applica solo ai documenti in arrivo e per tipologie omogenee.
. La registrazionedi protocollo contiene elementi obbligatori ed elementi accessori.
. La registrazionedegli elementi obbligatori del protocollo è rilevante sul piano giuridico in quanto
contiene le indicazioni necessarie e fondamentali per l'univoca, certa, efficace ed immediata
identifi cazionedei documenti.
. La registrazionedegli elementiaccessoridel protocollo è rilevantesul piano
amministrativo, organizzativo e gestionale.
. L'oggetto del documentodeve essereriportatonel registrodi protocollo fedelmente.
ProcessoDi AssegnazioneDei Documenti
. Per assegnazionedi un documento si intende I'operazione di individuazione dell'ufficio cui
compete latratfazione del relativo affare o procedimento amministrativo.
. L'assegnazioneagli uffici di competenzadei documenti ricevuti dall'Amministrazione è effettuata
per il tramite, dell'Ufficio di Protocollo elo dal funzionario all'uopo individuato
Accessibilità al Sistema e Riservatezzadelle Registrazioni
. I documenti,le banche dati ed il protocollo devono esseregestiti e conservatinel rispetto delle
disposizioni in materia di segretezza,di tutela della riservatezza dei dati personali e dei dati
sensibili.
. L'accessibilità e la riservatezza delle registrazioni di protocollo devono esseregarantrdai soggettt
addetti al protocollo che dovranno esseredotati di appositi armadi per la conservazionedel registro
di protocollo e dei documenti.
. Si ricorda che i documenti ai quali necessario attribuire il livello di riservatezza sono quelli
contenenti dati personali idonei a rivelar: I'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose,
filosofiche o di altro genere,le opinioni politiche, I'adesionea partit| sindacati,associazioniod
organizzazionia caratterereligioso, filosofico, politico o sindacale,nonché i dati personali idonei a
rivelare lo stato di salute e la vita sessuale.Ciò vale ad esempio. Per le iscrizioni e catrcellazionia
Sindacati, partiti politici, i certificati medici e le richieste di astensionedal lavoro per maternità, i
documenti contenenti dúi giudiziari owero dati che attengonoa sentenzedi condanna,infraziom e
relativi all'essere,da parte del soggettointeressato,"Imputato" o "Indagato", oltre a quei documenti
che contenganoun dato personalenon sensibile,che pur involga profili di riservatezzaad esempio
un procedimentodisciplinare a carico di un dipendente.
L'Archivio
L'archivio dove sono depositatele pratiche e le stampe del protocollo cartaceo, deve essere
accessibilesolamentedagli addetti ai lavori ed al personale autotizzato
Timbro
il seguente:
il ingressodovràessere
Il timbroda opporresullepratichedaprotocollare
UF FI CI O DEL COMMI SSARIO STRAORDI NARI O DEL E GATO
"per la realizzazione degli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico
nella RegioneSicilia previsti nell'Accordo di Programmasiglato il 30.03.2010"
Ex DPCM 10dicembre2010e OPCM09 luglio2010,n.3886art.1e s.m.i.
PROTOCOLLOGAREE APPALTI
18.02.20II
AttuatoreConvenzione
SedeSIAP- Soggetto
Via Boccanelli,30 -ROMA
Il CommissarioStraordinarioDelegato