L`eco di Bergamo 01-06-2011 - Accademia dello Sport per la

Commenti

Transcript

L`eco di Bergamo 01-06-2011 - Accademia dello Sport per la
54
L’ECO DI BERGAMO
MERCOLEDÌ 1 GIUGNO 2011
SPECIALE
TENNIS VIP
IL VIP PER LA SOLIDARIETÀ
A cura di SPM Pubblicità
Oggi grande serata
con Giuliano Razzoli, Marco Albarello, Yuri Chechi e Antonio Rossi
A Cividino sbarca l’Olympic Vip
Da 40 anni la numerosa famiglia Framar
unita nello sport e nella solidarietà
Olympic Vip e non è un modo di
dire. L’oro delle Olimpiadi sbarca oggi a Cividino e cala quattro “mostruosi” assi da
cinque cerchi in una specie di giochi senza
frontiere tra leggende azzurre. Il mostro
delle nevi, il campione olimpico di slalom
Giuliano Razzoli, proverà a togliere i paletti a Marco Albarello, la cima del fondo italiano per gli interi anni Novanta, compresa l’epopea dell’oro di Lillehammer in staffetta, e
sarà curioso vedere chi
porterà l’altro al traguardo. Riusciranno a brillare
anche sul “rosso” gli eroi
dei bianco? In attesa della risposta del campo, poco più in là, in una specie di
ping pong delle stelle, cercheranno di non restare a
terra il Signore degli Anelli, Yuri Chechi, e il signore
della canoa, Antonio Rossi, gemelli d’oro ai
Giochi di Atlanta del ’96 prima del bis di
Rossi nel 2000 a Sydney. Chechi e Rossi, i
due portabandiera olimpici sono attesi nella serata più azzurra di sempre, alla quale
busseranno le ambizioni del duo Carmignani-Damiani, campioni in carica nel doppio maschile. Oscar e Gedeone saranno
un’oasi calcistica, nella quale ritroverà le
radici bergamasche Pippo Carobbio, fre-
sco di promozione in serie A col Siena, ma
poi sarà molto tennis con la prima nel doppio misto di Emmanuelle Gagliardi, già numero 22 del mondo in doppio e semifinalista all’Australian Open del 2003. La svizzera, in coppia col marito Giuseppe Sigurtà,
amico storico del Vip, sarà l’ideale testa di
serie numero uno dell’inedito doppio misto per classificati, la gran novità del Vip
2011. Ma le altre stelle “miste”, da Cristina Casini a
Helen Cippolletta, non staranno certo a rimirare e
saranno sorrisi fuori e
spari di racchetta in campo. Lampi olimpici, riuscirà il Vip a non rimanerne abbagliato? Lo scopriremo solo guardando.
Nel frattempo una precisazione. Lo spettacolo benefico a favore dell’associazione “Amici del Moyamoya”, organizzato da Silvano De Rui alla Cascina del Sole di Carobbio degli Angeli, si terrà domani 2 giugno dalle 19. Nel menù della serata
cabaret, arte e un concerto-tributo a Lucio
Battisti. Presentatori Sara Ventura e Andrea De Sabato (per info www.silvanoderui.com e www.amicidelmoyamoya.org).
Il programma e tutti i risultati su www.tennisvip.it
In campo anche
Emmanuelle
Gagliardi.
Il mondo del pallone
rappresentato da
Damiani,
Carmignani e
Pippo Carobbio
Leader nella produzione di film e packaging
nel settore igienico sanitario
ALBANO S.ALESSANDRO (BG) - www.plastik.it
Aldo Ghislandi, Giovanni Licini, Giuseppe Taramelli
Roberto Bergomi, Giuseppe Bergomi, Paola Rudelli, Luca Locatelli, Paolo Previtali
Beppe Savoldi, Angelo Bassani, Giovanni Licini, Simone Padoin, Daniele Capelli
Luca Facchetti, Riccardo Ferri, Daniele D'Orazio, Nicola Bertacchi
Ezio Soldi, Mario Previtali, Paola Rudelli, Paolo Occhipinti, Roberto Biasotti
Giuseppe Roma, Alberto Quaglia, Paolo Agnelli, Ermanno Viscardi
Cinquantanni di storia del metallo
Luca Chiesa, Marta Licini, Marco Scaramucci, Silvia Speranza, Silvano De Rui
imprese servizi industriali
pulizie industriali _ pulizie civili
logistica e facchinaggio _ outsourcing
PA S S I O N E E S E N S I B I L I T À P E R L O S P O RT
www.agnellimetalli.com
LURANO (BG) - Via 1° Maggio
Tel. 035.883514 - e-mail: [email protected]
55
L’ECO DI BERGAMO
MERCOLEDÌ 1 GIUGNO 2011
SPECIALE
TENNIS VIP
IL VIP PER LA SOLIDARIETÀ
A cura di SPM Pubblicità
Paolo
A
ngeloAgnelli
Agnelli Amministratore
delegato di Fasa e Ulisse
Al «Vip »
si respira
aria di casa
Nella pentola dei ricordi
c’è un profumo a far sbocciare il
sorriso. “In azienda sono nato, la
sede era sotto casa, ricordo l’odore della fabbrica, il profumo delle
macchine. Al Vip c’è profumo di
convivialità, come nelle osterie di
una volta, ed è per questo che mi
sono ritrovato”. Angelo Agnelli dice che
fu tutto merito del
marchio di fabbrica,
l’imprinting di papà
Baldassarre, fondatore della storica Baldassarre Agnelli Spa,
“conosciuta anche
come Pentole Agnelli”, dice Angelo con
orgoglio. L’imprinting
di papà Baldassarre
gli ha spalancato le porte dell’azienda a vent’anni e ora, 15 anni
dopo, Angelo si guarda alle spalle
tra il profumo della storia e le ragioni del cuore. “Uno dei grandi
meriti di mio padre è quello di
avermi guidato in modo discreto,
senza imporre nulla, conducendo,
mai forzando. Lui è l’esperienza,
l’uomo pragmatico, ma se mi volto indietro mi rivedo bambino, giocare attorno alle macchine, con l’odore della fatica. È stato bello, quasi romantico, ritrovare quel profumo nel museo che mio padre ha
deciso di aprire 5 anni fa, nella sede di Lallio. È un segno delle nostre radici”.
Le radici restano, il tempo cuoce i
profumi della memoria e l’innovazione. Angelo ha scoperchiato una
pentola nuova e ha trovato il suo
futuro. “Sono amministratore delegato di Fasa e di Ulisse, l’azienda di
commercializzazione di alcuni
grandi marchi americani del food
service, e gestisco il centro di ricerca e sviluppo Saps sui materiali di cottura”. Con un’idea chiara sulla cottura giusta: non è solo quello
che bolle in pentola a fare la differenza. “Quando entro in un ristorante non guardo solo quello che
c’è nel piatto, la qualità del menù,
ma l’aria che si respira, gli occhi della gente a tavola. Oggi siamo schiavi dell’etichetta, di un bon ton
demodé e trascuriamo il senso dello stare a tavola, lo spirito
della convivialità. È
raro trovarlo, anche
a Bergamo. Qui l’ho
trovato”.
Qui è il Vip, e Angelo
Agnelli trasforma idealmente la
macchina del tennis di Cividino nel
banchetto di Lucullo. “Manca l’oste
di una volta, ma io l’ho rivedo in
Giovanni Licini: per tre settimane
fa divertire gli ospiti, apparecchiando una tavola unica, col senso dello stare insieme mischiato al
profumo della solidarietà. Per questo Licini è l’oste del Vip”.
All’osteria del cuore Angelo non
vuole restare a bocca asciutta.
“Certo che sono qui per vincere, ma
nella gerarchia tennistica della famiglia Agnelli il più forte è Paolo,
poi Cristiano, infine Enrico e il sottoscritto, ultimi ma volenterosi. Parenti serpenti? No, io faccio il tifo
per tutti”. Soprattutto per la racchetta calda di Giulio Arici, suo
compagno di doppio. Al banchetto
del Vip il duo Agnelli-Arici è ancora a tavola. Chissà che alla fine Angelo non scopra di avere una pentola d’oro.
Fotoservizio San Marco
«C’è profumo di
convivialità,
come nelle
osterie di una
volta, ed è per
questo che mi
sono ritrovato»
Angelo Agnelli
MARTINENGO (Bg) - www.bassaniangelo.com
Angelo Agnelli, Giulio Arici, Franco Lamera, Luciano Alfani, Nicola Pedone
CISERANO (BG)
www.emmetreclimaservice.com
LEADER NELLA PRODUZIONE DI MANUFATTI IN CEMENTO
QUINTANO DI CASTELLI CALEPIO (BG)
www.cema.bg.it
Andrea Schillaci, Alberto Ghisleni
Giuseppe Serlenga, Emanuele Calogero
VIA TENGATTINI, 9 - PARATICO (BS)
TEL. 035.924511 - FAX 035.913345
WWW.ITALIANGASKET.COM
Giacomo Zenucchi, Fabio Maj
RECUPERO CONSERVATIVO
Albano Sant’Alessandro (BG)
www.smvcostruzioni.it
Michele Magrin, Gianpaolo Bonafini
Luca Locatelli, Massimo Carrera
Adam Ludovici, Oscar Magoni,
PA S S I O N E E S E N S I B I L I T À P E R L O S P O RT