mr Organo degl`interessi Italo-Brasiliani -«

Commenti

Transcript

mr Organo degl`interessi Italo-Brasiliani -«
>.£•:¦' ]'<~C*h .5
••
"'IA.
;¦¦¦>'.¦:•;.,;
Antioin
íl"""
,*f*.-¦
Hio
.<' i
^
de Janeiro, lj% Agosto 1880
—-^-««««««a«««««MBMMM^^^^^^^»«M»>»««M^i««««««««««^«««MMMBBM««lM«M««««««««««««««M»»»rj«««««^^
!!!¦
N.
10-i
[«Mil I II ¦¦¦M««««MMM«.«»»»»»»»«1««««««««««««|"««««««««««"»»""
»! .
CoimI-/.»'»»'
^^|
W
.............<«.
H^^H
-iu»i«.is. ^^^^^^^m
ü^^^^h
Un .numero scpar.no,
-mr
II MB Ift
I
II
^^m^h
KM
flfll
B8mB Irmü ^^^^^^^^
II ^^^^~
II HHÍhhI
, . ..^^^^^
k^f"^MU
Organo degl'interessi
Italo-Brasiliani
-«-
e d A m m t n i s t R a z i o n e : Rua do Ouvidor, 101—T i p o G r a f i a :• Rua da Constituição, 47
D ir e z i o n e
La notizia delia mo.rle, disse il come l'amicõ único ó solo, cui possa apririni Vcdi ? momenti vi sono in cui mi sento
ministro, giunge in.aspellala o reco iiitüriimeiite, intoramonto coníldnrmi, intera- mnláto al ccrvollo ; o domando a me stesso
monto iiHidtirini, come non potevo rimunor se realmente io non fíniró pei\iinpazzire, vi>una dolorosa impressione a Iutia Ia sòrpreso dolorosamehto, leggendo
A.QENZIA HA.VAS
quelle tuo lendo continuarc ad aspeltarmi dalla gento
Camera ed al Senalo.
di dubbio qtiúllo cbe tutti i giorni mi sombra sempre
di
righo
tanto
e
sconforto,
piem'
Kruscllcs, 12 agosto.
alia
Camera
in
Propongo ora che
a mio rigunrdo? Come non doyevo io rima- pifi dillieile cho Ia gente mi possa dare.
operai
La manifestazione socialista che gli
segno di quel lutlo che1 ha nel cuore ner liso cogli oechi su quella leitura, o sou- Tu cainbi, dici, di luogo, fra pochi giorni.
dovendosi
di Bruselles annunciarono come
suspenda i lavori.d'oggi ; c sia scritto lirmi ontrare <|iii doutro, hoH'inlimo aniniò Ove vai in ! quanto tempo tii tratterai nel
dei sufofiottuare in questa città, a fuvore
ove vai ? li quando verrai a stringormi
negli alti quesla nianifeslazioue dei mio, quollo sconforto e quel dubbio chè poslo
lõ dei corronte
Ia
mano
?
fraggio universale, il giorno
avova
to il tuo 1
dal governo
dolore con cui Ia Camera ricevé Ia Non peneira
Ab ! se lu fossi in casa tua, io vorrói vemese d'agosto. fu autorizzata
lio io continuaiuenlo inconlratò lungo
notizia ; o con cui si rende inler- il cainmiiio delia viin, un disihgãiinO dopo nirc a soppellirmi nella felicita a te vicino
dopo lunghe esitazioni.
il
Cliiamato nel consiglio dei ministri
prelo dei seulimenti generale delia l'altro, nu dolore dopo Taltro, una disillu- per una quindicina tli giorni; vorrei eorrero
delia
eon le lc valli, i boschi, i monti ; dissetarmi
borgo mastro delia cápitale (presidente
sione dopo 1'alfcra i
Nazione.
camera municipale) dichiarò perentoriaNon avevo il cuore facilo :i credere nl teco alio 1'onti argentine; o riposarmi al tuo
Ai fu nora li ancírà una comissione
* •
monto inearicarsi di mantoner 1'ordine.
bene, ulla vi riu; alia nóh.illti dei sontimonli; banco in mey.zoai tuoi piecoli amici, do'quali
di cinque deputati.
alia liontá delia natura umana? Ho dovuto mo ne fui sempre un ritratto tanto gentile o
L'articolo di foiido dei .Tornai do
Roma, 12 agosto.
Non è certo necessário che io ri- ricredormi Giorgio ; o.quaiido l'altro giorno gra/.iosò.
ieri polrebbe essere ri- cordi iu
Ma.... nó io jiosso venire por ora, nè tu
Malgrado le proteste dei governo francese Commercio di
questo lulluosó momento aporei Ia lua loltera, e vidi 1'nmarçzza dello
Santa
e dei suo rappresontante presso Ia
portalo di sana pianla da qualunque quanto il paese deve ali'eniinenle tue pnrolo, credilo, mi son sontito iiiiu spina potresti scrivermi: vieni. E' una fatalità
apoGiorgio, Ia nostra;«^hiniamoci dunque ineuropeo, od extra •europcò. slalisla,
Sede, il papa decise mandare un nunzio
tanti anui al cuore; mi son Inittulaln fronto colla mano, nunzi alia fatalità, ed aspettiamo
da
giornale
i
servigi
per
giorui mioh .'
stolico alia corte di Pekino.
v'ò nulla da slupire giac- rosi airamminislrazione delia pro- e. mi sfiorò ie labbra un sorriso
E
non
FranGiorgio, pordonnmiquol sorriso;quel sorriso gliori.
L'arahascialore delia Repubblica
Ca.blo
chi; se Ia polilica è diversa per svol- vincia di llio Janeiro, üalí'ammi- aveva ün'essonzn
sanguinosa in se; quol
cose, in quella cápitale fu fino ad oggi incain
indirizzoe por mire
nislrazione dello stato, frullo dei sorriso moilèva te Griorgio :il livollo d egli
ricato delia proteziono ai cristiani rcsidenti gimerilo, per
nel Ccl- ste Impero, o Ia Francia pretendeva ogni nazione, n m sono diversi gli suo lavoro fatio cm amore, con ani- altri; e in quel momento lii mie csasperazione SPICtOLATURE
italiane
di...
llavova
travolta
nell'onda
riservarsi questo diritto.
uomini politici; chehanno sulle lab- mo di
patriota, con inlelligenza vi- Non piirliainopiú Giorgio; io sono 1'amico
frasario mandato a memória,
brail
gorosa e coita.
Se non sono inale informali i
tuo per Ia vita, e vogliocho tu lo sia scinpro
Rio Ü8 Janeiro, 13 Agosto 1886.
coile frasi falte, d'etletlo autentico ;
Da parecchi anni l'illuslre Vi- pel tuo Ce rio.
di Venezia paro probabile
ma nel cuore, piü forte dcU'amore seonle si era rilirato dai lavori am- Dunque tu liai adosso una piceola amica; giornali
Ia
visi
Ia
dei
He a Vcnczin nel cordelia pátria, piü lenace iPogni bene ministrativi, ma non cessava l'alti- ii!i';nniea di Ire .iiini. Uiiii. piceola Elisal inenò reule agosto i; vi
cbnveiTebbe anche
econômico, político, civile, morale vilácle- suoi sliiili nei quali conçen- male! a tre anni quella bambiua sarii sin- Ia squadra.
dei paeso, il suffragio de' suoi elol- trava ogni piü dolce aspirazioue, e cora; La dice bollina come un lombo d'auConfinuavano ad arrivarc foroLe eccentricità degli americani
rorn, cd intclligontc-5juíii'C)i/os-/»ieii(e; abliihc
tori, che si conquista con speciali accompagnando i-andaiiienlo delle d.uiiquo cura; oducalo il cuore, o... so ini slieri. Una numerosa compagnia di
e
ormai
sono
dei nord
proverbiali,
supérfluo 1'alte
il
libro piü eu- deferenzee con spese
diverranno
anali
juibblichocose, porto ausilio di con- vuoi lar ousa gradita insegniílo a conoscer- americani seese ali' Hotel d'Uai ia. Le
gli
coonore,
stato,
alio
compiere
por
sigli al governo; rischiarando col mi. Prcparala por Ia prima volta che mi primo soro li salutarono colle alierioso ed interessante che sia mai
delia
modo, gloria
própria provin- lampo delia sua alta inlelligenza e vedrit, e dillo ehe s'òllla ti vorrh bene, io le
stalo scritto.
grie e caiili popolari, i simpalici
vorró bene.
I
cia
nelle
lo
stato
vi
delle
cose
conoscenza
che
crediamo
noi
Naturalmente
Uno tio' tuoi sollicvi, tu dici, sono queste pitlori.
È' próprio cosi: se ii tire te gridare
dilficili qucslioni.
sara uno storico per tutte le amenilà,
piü
passoggialc matlimili, e quasi quotidiano.
alio sperpero, alio scialacquo delle
e
come
consigÜoro
di
senatore
Come
Togliamo dalIM/v/Muli Como :
Tu fui da maestro a questo angiolollo incervellotiche
le
aziòni
tutto
per
senlirele grida- di stalo fu stimalo dai eolleghi che nocente; bella oecupazione, Giorgio, e soeconomie
pubbliclie,
induleri verso Tuna o mezzo, durante
quella popolazione laboriosa,
vratutlo, nobile ir/.iono. Lavora sempre
ma non vedrelo mai ne riconobbero sempre i meriti.
disordine,
al
re
il lomporale, un fulmine cadde sul
striosa ed originale.
Giorgio, al meglio dei tuoi simili; avrni cosi
solo pronto.a sacriuno
avanti
farsi
e
e
feconda
degli
folio deirinlondeuza di íinanza colLa sua vila laboriosa
La sorella dei Presidente
lavorato al tuo meglio; e quantunqno bene
ri
íieare
paro
qualchccosa per porre
un esempio per tutti noi ; e sara nel spesso ía gralitudino degli uomini non Ia pundo il i arafulmine clio prolegge
Stati Uniti d' America miss ttóse Evedrele
non
snuda
ch'egli
;
male
al
il
futuro piü che un esempio un cam- trovoriii ehe di nulo, trovonü sempre nel il pala/.zo.
lisabelh Clevelahd ha acceltato
broecia,
salirola
capo,
farsi
nessuno
sentimento di viva sodSi verifico un curioso caso.
pione che fará onore o rialzora Ia foiulo dcl cuore un compenso delle buone
posto di redattrice in capo dei gior- eompiere un dovere
nazione,
Ia
dislazióno
quale
per
Ia
La corrente elellrica coinvolse
nostra generazione acquistandole
nale di Chicago The Literarij Life.
falto.
aziòni
avrai
che
va
rinleresse
ne
anche
parti- stima dei posleri.
quando
una rondint; o per eapriecio straDonne a capo di giornali politici
Io, Giorgio, mio Dipgsomprc Ia tua sorte;
rappresenta.
che
collegio
dol
colare
non ò cosa nuova, ma sorelle di Pretu liai almeno, quando lo voglia, Ia foliei In nissimo Ia infiló sulla punia dei pa*
uccello alio
di [lotcr trovar solo; Ia liberta di studiarc, rafulmine — come un
sidenti di Stati Uniti è nuovissima I
di
essere
Ia
ili
liberta
di
eorrero;
lcggoro,
sjiicdo.
Noi le auguriamo felicita ed onori
Ieri alia Camera dei Deputati il
libero.
La povera liglia delTaria non ebbe
delle
nell'ardua campagna di giornalismo, signor F. Belisario, ministro
Giorgio!
Io. I oh ! ben diversa ela vila mia, caro.
voGome
amara.
lettera
una
ncppure una penna brueciata.
e lasci un ricordo indelebile quanto finanze, pronuncio parole di alto T'ho scritta
Non un momento di pace, non unMstanto peró
In
momento'.'
in
quel
di riposo. Sempre slanco, stanco di tutti o
1'immortale poetessa omonima, Eli- elogio, di stima profonda per 1'il- levi tu ch'ióscrivossi como
se fossi iin\illrn tutto e di me stesso.
ehe t'ho neH'animu
Nella carliora leslò bruciata in
sabetta Branwich.
lustre eslinlo Visconle de Bom lie- parto di me stesso ; io ehe ti considero come Insino a
quando durerd questo mio stalo Bsííra, lavorava
*
pochi giorui prima
tiro.
cosa mia, como Ia pupiíla de' miei oechi, d'osislonza mòrbbsa ?
L'emigrazione per l?America delle
curiositá, umane, dei cervelli spostati ò próprio un moto convulso,
come lo sbadiglio, cho si trasinctle.
11 sig. Do na to, il noto ipnolizzalore, vedendo ehe 1'Europa non ne
vuol piíi sapere di dormire solto il
magnetismo dei suo sguardo, ha
presa Ia via di Buenos Ayres.
Che tutta quanta Ia capitule Argentina dormi peiTiiiílusso delia scionza
mesmertcrt dei signor Doiialo I
TELEGRAMM!
Note a Lápis
Pei Campi
* *
di Vituliaritratto di suo padr e due pastelli di Angeli- sorriso ora un'ovqcazione. Tutte quelle stol- inalfaliori, rimuovova In terra dalle sue mani giovane. Lfcspressiono vcrginale
o
—
mani elie avrobbero falto impallidir tli na prondova 1'aria d'inililVerenza di volluttu
ca Kauffman.
le flammoggiavano al suo riflesso.
— Benissimo, benissimó l-dieova ella sov- gelosia porllno Catcrina dei Mediei —tanto in suo eugino.
Poi, dei flori dovunquo.
11 suo naso era uu po' piú grosso, ma per
Vitaliana non era musicienne—valo a dire, ridendo ad un hyocroma, il eui flore a tubo erano bello! S'impazientava contro i giardimonroncola
Ia sua Icggicra curvatura dava al di lui
por
uno di quei generali dottissimi in slrategica scarlatto o bleu sboeciava pien di salnle. Si nieri, prondova una piceola
racribcllo;
un
ramo
viso un certo che di lie.rczza. Non portava
che perdono tutte lo battaglie. Ella interpor vede bono che fai buona compagnia col tuo dar'.' gli urlnisti; legava
R0MA.NZO DI
foglie
morto.
barba, eeeetto duo baltetti flui, rilevati a
trava un pezzo di musica, se non lo leggcva vicino, Ia cui foglia verde argentea riposa coglieva le
tli
didei
mese
Ia
verso
fino
Un
matti.no
minta, e cosi lunghi cbe piaciuto era loro
sempre correntemeute.
losguordo! Vedete mo', come queste povodal
torminure
veniva
Vitaliana
eravi
codi crescerc.
lei
impaiCüinbre,
Adorava i flori. Tra i íiori e
ro lavatere si annoiano ! La loro rosa
Maria,
stufa,
sua
delia
l,o si trovava un po' slecchito. Ma ció
voi
entrava
anima.
Ella
1'ispeziono
quando
niuniçazioni d'aniina cd
lidissc Iroppo : ingialliscono. Sureste
—
Ia
annun/.iare
entro
ad
sua
deH'abbate
d'oro
Ia
cameriera,
mano
ai
provoniva dalla ritenuta cui s'impoueva
tristi perchò questi cestrums
pctali
nella sua stufa come Ia
V1TAL1ANA
per tenorsi dritlo e rompere cosi 1'abitudine,
Listz poggia sul piano: per risvogliarvi Ia se no vanno? Non affüggetovi giaminai se i visita dcl conte Alloux.
il
di
sorpresa,
od
tli
fece
nu
movimento
coritratta al seminário, di portarc Ia lesta
Ia
sentissero,
ili
Ella
flori
i
loro
i
detto
che
elibero
vita Sarebbesi
grandi passano: essei
Si
riuiiso
di
lei
viso.
al
iu giii. La sua voee era melodiosa come
sangue
riflai
1
peró
mie
splendorc... Alia buon'ora
Ia conoscessoro.
piccoloiTen'era
EPISÓDIO TERZO
disse:
e
súbito
testouvostre
delle
quella di Vitaliana. II so.iriso, quando
sonie! Voi gorgheggialo
tra
una
magnetismo
di
scambio
Questo
— Introditcilo li, nel mio boudoir.
vero — perchò abusava dei riso sarcástico—
Svcgliatemi
IX
bella giovane donna ed un bel fresco flore ne biancho, rose e porpurce!
Adriano di Alloux era ringrandimento tli irraggiava comd quello delia eugina. Era
conoclynii; il eui
non è stato ancora sottomesso alie osserva- dunque un tentino coilesti
VITA.LIANA.
alto cd elegantissimo, ma senza alTetlazione.
i eui Vitaliana di Muge.
dinamiche e microscopiche, o notnlo— azzuro si spessisce; codesto bigonie,
La tappezzeria di quelle duo camere era rio zioni
Una viva commozione si pinso sul suo
Avevano ambetlue preso dallo loro miulri.
da Vau Swieten- tubi scarlatli ed i Íiori soffocano Ia coecarda
ca e semplice. La stanza da leito era in raso ma esiste. Fu preschtitp
sembiante quando vide Vitaliana impiedi,
II medisimo colorito tlella pelle; il medesimo
olandese dcl secolo pas- lilá dei loro corsaletto...
rosa pallida, a nappe di seta bianca. II bou- un grande medico
sulla soglia dcl balcouo che si apriva nella
il suo üarwin.
Poi ella inafliava le ste.vie e le vince dal druidico degli oechi; il garbo medesimo
doir, in damasco bleu, a nappe di.nero ed oro sato. Aspetla
stufa.
Ia belloccia con delia bocea; il medesimo portnmento cieII suo letlo. in legno di radice di lauro, con
Vitaliana era per i flori un raggio di solo flore bianco o rosa; faceva
l.a eugina aveva arrossito udendo il nome
di ncige; gante e svelto; ia medesima vita elástica; ia
dei medaglioni in lapislazzuli, era steso sot- o Ia rugiada. Que' che appassivano, trovava- quella varietà tli lantane, dotteZ>oi(/c
lui: il eugino impallidí alia di lei vista.
di
in
Solamente,
testa.
delia
elevazione
stossa
sua
to una tenda che lo colava chiudendosi. Una no ancora abbastanza di alito per dirle : ad- si riercava come una pazzerolla con Ia
voi- Adriano, lutto codeslo era piú fosco, piu Alcuno dei duo non favcllú. Si contemplariduzione dei S. Agostino o delia Francesca dio! I rigogliosi canlavano; i bottoni sboc- bella collezionodi verviveo úiyeroniche:
fascino;
iridi accentuato, meglio consistente, piú robusto, rono reciprocamente: Adriano, con
dallimini di Scheffer, erano i eoü qundri cianti, folleggiavnno: 1'odore nddiventava teggiava come una furfallain mezzo alio
con
stuppro.
era bcllezza in Vitaliana, Vitaliana,
simnto 1 Vitaliana ave- ed ai plüox, che avevano saccheggialo 1'areo piu virile. Ciò ebc
delia stanza da letto.
profurao, il colore,
ciò che era soaAdriano;
in
diveniva
rideva
correva,
gra/.ia
Nel boudoir, oltre gli altri mobili in legno va sempre un mottoadire, uu consiglio o baleno. Ella camminava.
forza nel
si
chiamava
(Continua)
donna,
nella
vita
contro
di loro. II suo devastava, s'imboscava
gl'inselti
gialltatro, vi era un piano: e sulle mura il una carezza a daro a ciascuno
APPENDICE
s4
I SUICIDI DI PARIGI
Petruccelli delia Gattina
.ji..;-i..!--.«r.--!;rí|i;-.-r;ii.;-ni-.-ir7in..;i'írís:.'
—.>;;.
;?,-.y/í.- . . ^
'
2
,
'
1,'ITALIA
U1I..IMI
<&mr*BB^ÇS!2B£S5SB££!9S3£ínciguiuamau;
questo clio mentre invadeva ogni será Sarali
Non mi sgridaru-ella disso con una
B9isH'»'iizjt. giuhgcva in citlà Ia
Hernhardt, non invade niento alFalto la si- você da torlorn o facendo scl.orzosamcnte
una certa Carolina Iviener, m idio- di
con nua colla mnnina 1'atto di turarini la bocea—E*
1'avesi,
nuova che il signor
gnorinn Zelo Durand, cho canta
rese, una bella fanciulla cbe .'amo- brulla
raro.
vcramnnto
ed
ólegan/.a
periiillo, Cinquanta lire.
grazia
di Rivergaro, era
Provodovo assai piu éporciò mi acquielai.
re aveva riabililala. tu operaio clie ullieiale poslálo
Si preparino duni|U0; tutto le popolazioni
Ln Compagnia IVanccso, nel suocomplesso
arrestatò.
delia província di Snn Pnulo; Itinodí aÍlo5 o assai buona; o il pubblico òcon essa troppo Diró an/.i : 1'ossermcla cavata a cosi modesto
s'erainvaghilodi lei l'avcva lolta da stato
lín venli giorni (a scadeva ai si- dei mattino, col trono spccíalmente espresso ingiusto.
inorcato mi fé quasi contento.
una casa di pordizioho, se 1'cra liCassa partirá dalla capitale delfimporo dei Brasile
nostra
Ia
Sodemino a tavola. üinnnclla ora carina
Pavesi,
1'anla
presso
anni
gnór
rala in casa e da due
deiYlti lia,: Noi
lire
di
mai oscliiaccliierava colla piúnmubirainministratcro
generale
cnnibiulo
nua
quanto
como
supondo
non
Ieri un ^iiiiio (ladro)
ciiilla, con una vila eseniplare, era di Risparmio,
ita
buon
ogni
cho
e
le
incooronza.
siamo
conviiiti
Al secondo biechiero di vino
porsuasi
eambialoclie fu ostihta
iihpiogiiro oneslamente il suo tempo, si risi dura promurn di trilmlaro ai noslro
liano,
riuscita a farsi amaro da lulli, spo- f|iiiillromila:
mi
salto
lastupida
idea di lodarlu ii nuovo
allrelianli vaglia poslali IralU degno iimmihistrutorc, quelle alto provo di cordó cbe Ia rispottabilissima firinn Aúletta abito.
con
dcIPqptirnio
madre
dalla
cialmcnle
e Sanctis delia Rua Alfândega, aveano
di Ili vergam.
Non o vero che ho scelto beno?—insirispetto e considòriiziono ili ei.i ò tanto desapesse t.arne
che essa circundava ili cúrc Rgliali. suirniicio
deli ullicio gno, e por duo Higioni: per i pro pri íi.eriti, 20j)'00ü disponlbili per colui che
cassa
nella
nüi
essa
con promurosa dolcozzo—Per oiahimól
V.a
Ad un tratto Ia Carolina seomparve.
d'u- prolitto.
erano
importnnti
essere
uno
dei
inombri
e
non
lauta
lire,
lire
credi, non si poteva avere di
per
piu.
A vista d'isto, il noslro gatuno si svolse a
| R. li. Carabinieri si diedero in postulo leipinllroiuila
Ma o non dicesti cinquanta ?—dómanrio dei piü importanti giornali clie fiiccianò
comcasa
e
commnrciale,
enlratc.
quella
n quella casa
in,do ed a forza d'iiidagini si venie
attualmentò o gloriosamente il giro dei duu
dai con surpresa.
si Iraltódi fare il
si liisciò galunare i 20ÍJ000 (40
merciale
lipporò
quando
consigliala
liai capito inale, amor mio —rispose
omisferi.
a sapere che Ia poverclla
inso nulla fosse.
un giorno, ne pasdi S. franchi) come
deliu
versamenlo,
dunque
iibilaiiti
Agli
csal— Paru a te, a t:> che
che
passa
província
bigolle,
vecchio
genüamontoGiannctta
riil
da alcuno
ili
non
oonoscejo
veramente
duole
tanto fintendi cd liai gusto si Uno, che valga
sano due, ire, quallro, e il plicocdl Paulo, riiccomundiamo noi, a caldámento, il Ci
nome di un tnniq discreto ^i/íiiio.
lurorioin lei Ia mania religiosa spaIMacenza
di
signor Salvator Leonard.i, destinato ad esse- spettabile
meno? —
Cenlrale
alia
óMàrielli:
venlandola colle minaccio tlel C»:oco gruzzolo
re, in qualità di nostro amininistrátore, il
Corto, non pareva. Feci un nrjto d'itripaarriva.
elenio, aveva abbaiidonalo i suoi non
dei nostri interossi e delle nostre
salvatore
zionza
ma non dissi parola. Avendo, dei resche
Si scrive, e Pavesi rispondc
lo,
(liianze.
consunlito nella prima spesa, potebenefallori per rinchiudersi nel
già
famiglia gli aveÜn'iimico de Flihj lia mandato a Flik da
vo anche im agi narrai bonissi.no di non avor
gravi sventure di
monaslero di Cannobio.
Juij de Fora una parti ta di quejos di prima
vano impedilo, ecc, ecc.
piú da pagarc cho tronta lire.
ll.VMIUNK VKNDUTK M UICCIll
Ria
corre
di
ta.
Cosi, il pranzctto, giocondo di vino o di
quali
Un impiegalo
qui
A Caltrauosul viconlino uu uudelle
So
di
fronte
a
di
reale
affetto
sguardi,
continuo. Tra una spiritosaggina
queste prove
e si irova 1'ummaiico
' ' 'ibrello o simpatia, F/i'/r não
scan vecebia e an'asinaggino nuova.
bifragio fece, crollare una casa sop- vergaro
uu
luce
venuloalla
grave,
mellior,
bisogiierà
E'
Giannottn
fica
qualciie
usei a dire di aver giurato alia sartu che le
dire clie la iiialatia ili Flik ó incu- dalo dei
pubblica
curiosilá
Ia
próprio
pellendo solto le macerictina povera quallromilalircpitt
(alio
será
quale
ii laves i
avrebbe, il ili appresso, fatto lencre il dunarabile ; in tal caso è una vera disgiazia clie
postulo su cui
donna.
— seu/.a il permesso dei leggiliun il celebro Dr. Poli di septipatica memória non s'è súbito itnpai.ronita.
ro delTabito, soggiungendo con un sorriso:
— uri largo si trovi anrora tra noi.
Si parlava sõinmessamenlc da ta- capirni che, trattaridosi di una seioechezza
si
capisce
iropriêlari,
''aA Zagarolo presso lloniu la
hino di un trafíico di bambine cbe di conto lire...,
Egli era quel grande medico
avendo crciiiio.
Mancini
Secondina
Cento?—intorruppi. —Fppure, la cifra,
gazza
veniva falto ad uso e consumo di
Dottore enciclopédico
Remigio
suo
1'amanlc
ne
in contraio
se
non
se
non
ho inale inteso....
nomi
ma
signori,
certi
La cui yirtii preclara
Oh, sta volta liai inteso malissimo—selaNella luiiiViicasermauiililarefiiori
Maslrodicasa, dal quale era slala
Eipórienli infimti,
face.vario mai.
cutkle un
uiò essa con vivac:tà,-Fa uu po'il conto tu,
Iradila, gli si a v vento addosso preti- poria Leninie a RBolognu
Fur noto aWuniverso
La queslura peró, sollecitata da tu che liai sludiato di
matemática. Üttanta
coruicione.
Maslrodicasa
per pezzodi
E in altri siti.
dendoloa pugni. II
inforniazioni e da corte lagnan- la stoffi., sessanta la fattura, veriti lo specerte
fu
uno
ed
ma
soHliilo
Imi ucciso uu
difendcrsi tiro lüori il collcllo :
Ne'le snc mani, Flik, Flik o desenganado, ze di
impegno se....
privale, ci si ínisecon
feri
lo
o
feri to gravemente.
a quesfora o starebbe meglio, o starebbe
la Secondina lo disarmò
e rinscí infalli a raccogliere le prove Tn principio di tavola, avroi rovesciato....
morto;
in
ogni
caso,
conVé
chiaro
slnrcbbc
lamente.
ri petu
certa Rosa Ca- la tavola. Ma eravamo già a mezzo, o Gianmeglio ; percliò piuttostó cho starc come cbe una ex-modella,
netla, attraverso il mio vino, cominciava a
osplose
sti
furono
A
in
ATohc»
stellani c certa Rosina Deangelis, diventarmi bellissima.
sta, starebbe meglio morto.
A I.ueea giorni sono, mori im- due fncilate contro solle elellori avPerché, moriro o... dormirc, dormiro e... "iovinelte sui sedici anni, s'erano
Per diria in breve, ad ogni muta di piatEster Relli.
alleelezionia.ncarro
un
riposare, riposáro o... trovarsi in uno stato niesso iu societa—-solto la protezio- ti, il
viali sopra
provvisainenlelasignora
prozzó delia veste di lei, come iu una
Falta 1'aultipsia dei cadavere, si minislralivedaCiissoinbraloadAsli. elie soddisía.
una
loceava
cui
a
pubblica asta aumentava. Fortunatameiito,
ne délTósle Reali
trovo che la signora Relli era morta Tre vennero feriti gravemente o due Uno dei mali, anzi 1'unico maio che seriai miei pranzi non sono lunghi. Quando si arricadei sozzi ulili
partecipazione
monto
aflligga
il
nostro
amigo
o
collega
caít
si
falto
rivò alie frutta, Ginnnotta aveva giaavvicidi velório'.
leggermente. Questo grave
vati _ per fare una incella di quelle nata'Ia sua alia mia
vallo
e
di
Galoppo,
i
>
il
mal
di
argola.
sedia, e, circuendomi il
Dopo mollericerclic Ia polizia
deve a uno sfogo di rancori per Non vi sara un medico lauto specialistn piceole ciociáre cbe a Roma fanno collo col braccio : vedrai,
caro — mi sussurreslò certo Cesare Chilardiui, im- Pule iscrizio ni elellorali e íinli ai- capace spccialinentc di
vendcnddla rava in voco di dichiarazione amorosa c colil mal ili
íioraia,
guariro
(
generalmeiitela
amante delia
gola dei nostro a cavallo 1
piegalo ai tabacchi
le ditina giojellatc e affusolate iníüavami ina dei signori. •
poscia
morta.
A Tonco s'e tialo un banchello Chi íiitívusro a guar ire un collega come
11 trallico durava da pareccliio innt.o nolla tasca estorna delPabitò un conliil nostro, in un male di gola come il suo,
Relli,
Ester
—vedrai che pompoCol-dei
E' stato conslalalo clie
deputati
Ire
ai
lurpe mercalo cino piegato in quattro)
dagli elellori
sarebbe un medico la cui fortuna potrobbo tempo e pare che nei
sa ligura fará sul corso la tua an.antuccia
trovandosi in istalo inleressaiile da Icgio di Casale, cliV.ra rapproseneonsidornrsi fatta. Avanti ndiinque, mediei sieuo implicati dei nomi di persone colla sua veste da.... trecento lire. Sembra
slala chiaessendo
ed
mesi
Si
quallro
pronunziarono cie/ mali di gola; il nostro amico e collega molto in vista per Ia posizione ecolatoinlieramcnte.
porcallò, vuro ? ma ò tutta sela. Ne sei permala dal marito iu America, prese molti discorsi.
VvOllVe roecásiono ili farvi onore.
da loro occupalü. suaso ?
sociale
e
uomica
delle polveri per aborli.ro e nasconK Giannelta si parti, com'ora venuta,
La popola/.ioneera feslaute.
L'nrresto delle due donne tece
falto.
suo
il
dere
e vispa. Spiogai malinconicamento il
gajn
loro
la
gio10' morto tempo fa, a Parigi 1'arccviscovo moita impressione per
conto. II conlo dicuva trecento cinquanta.
Le polveri furono somminislrale
vane etá.
La r.irzzcllu di Vnvma raecoiita: di Parigi.
Altro non mi restava che di pngarlo. 1? lo
dal Cesare Chilardiui ; Ia perizia ha
apcorroíCefut
un
fanciulla
Franchelli
saint
car
celail
un
brave
barone
Caslellani,
presquo
dcl
La
II liglio
pagai di gran frctta per evitarc il pcricolo
stabilito clie si Irallava di sulfato di
home dico le Nouveau Monde.
affari,
comha
direllricedegli
musica,
cho
mi crescesse ancho in saccoccia.
tissima, era la
passionalo colloredi
ratne.
Noi
cbucordiiuno
Nouveau
Mondo
col
lino
dioono
la quale ci
fungeva da sua segrelaria.
Cario Dossi.
posto un'opera,
ad un curto punto; non ò suilicienté essoro un 1'allra
inle
altivamente
arlisliclie.
Conlinuavano
hrhy'uo.no per essere un santo; ve ne sono
11 Consiglio Provincialedi \apoli ,\ ricoa di bcllezze
sênior
Franchelli
barone
dei
francamente
bravi
che,
dasini
per vedere se la societa avesse
Orbencil
parlando, non
ha volala ia somma di 5111)1) lire pei
Ancora re Lugi di Baviera
municipale ai sono sanli.
altre rainilicazioiii.
colerosi delle provincie di ílaa-i e hachieslo il teatro
I
cavalli,
le
scimmie,
i
far
e
altri
AUTÓPSIA DEI. SUO CADAVERE
piecioni gli
,ter
di Loecíí Una cassa di disiiifeltauli Sin laço di Reggio l.milut pe
/
aniniali, fanno furore nl Polilòama.
liglio,
dei
lavoro
rnpprcsehlorc il bd
venne speilila dalla Croce bossa.
l.a gente vi accorre confurore e i fratelli
Kcco tii)'estralto delia relazione
doto choquei
Carlos si frogano lu niiini.
A 'l'orino Ia coininissione gene- nminciaiulo alia lauta
dei
mediei clie hanno procedulo ai( U07ÁETTÒ )
•
rale pei soecorsi delibero di fare uu leal.ro possiede.
Aspettavamo da uri'ora, io c la zuppa; 1'aulopsia dei cadavere dei re suiU municipio aderi subili» alta dodi L t'000 pei
primo prelevamento
Al
S. Pedro dWleantara Ia Compagnia questa si raffredava, io mi scaldavo; Final- cida :
et1
dei
gentiluonio
Francavilla
manda
di
Codigorp,
generoso
tre Comiini
franceso, iiieritercbbo assai di piü di quello riiento si udiun passo affrottato. Giannelta
L'aulopsia conforma in lulli i
slagime,
Ia
teatro
ii
per
clio lu dà il pubblico delia capitale. Ma il entro vispa c gaja o... iu una nuova toiletteFontana e San Vilo di di Normanni, accordò
di
punti la diagno i dei mediei alienisti
II Coniuue fece cosi un'oconoinia
pubblico delia capitale c un po' originale nel la lerzn in un mese.
provando che vi erano svilúppi anõrAjrgrottai lc ciglia.
suo modo di agire o di pensare ; cd è per
Cullro giorno, scrive la Liberta \0 e piú mila lire.
mali e traccie d'iníiammazioni croniche, di data antica e recenle, dei
disperá
sarebbe una
ri- disgraziata, quel
;:i eomo. un mazzo (Vinsaliita. Riconovaldo
povero angelo sonza spe rimorso neU'anima,
snló
lo
te
APPENDICK
cervello.
regalato per ráiizc o sonza conforto; io sono un vi- zione , non sono cattivo, Cândida ;
conobbo il mazzetto clio aveva
lo
te
lo
sono,
buttato
non
parlavo
ma
giuro;
aveva
e
II corpo ha 1 metro 91 di lunch'ossn
gliacco!
parso,
ischerno a Cândida,
mi disprezznssi
Signor Riconovaldo, — disso improvtu
che
credevo
dispctto,
per
in un canto.
ghezza ed il torace, molto adiposo,
Che gliene pare? - soggiunso la ve.:- visamonte la vecebia, — 6 arrivato laçar- o mi suntivo offeso; pordonami, dimmi cho
metro 03.di circonfeienza. I mucho pareva rozza ; su nu vaila via súbito ; guni a mo se ti scorderai tutte lc mie parole; io t ho fatto
chia scotcnd do per un braccio,
flori Cândida lo vede qui! lio appena tempo di dcl male, lo so, si: tu neghi. perché sei scol.i e gli ossi sono molto sviluppati.
estático. — 1? diro che baciava questi
buona, ma t'ho fatto dei male : se tu nou mi II viso edil collo sono gonfii e slracome se glieli avesse rogalati riunamoratpl riporre i libri.
Andalovcne.
o colla ordinariamente sanguigni, la
perdoni, vivró sempre col crepactiore
Mi spieglli dunque tutto qucslo.
pelle
Ma
coiCândida,
insultam,
no;
lei
fur
mi vuoi
sgridaro; per vergogna : io t'ho
perdo- delia testa, specialmenle
rispose il giovanc.
Un momento,
verso le
DI
rondo nel canto delia linestra per esser carilà vada via, ti momenti Cândida é qui, nami...
orecchie ha una tinia azzurra. Alie
e la scòngiuro, se no vada!
Riconovaldo ! —csclamó Cândida con
libero coi suoi ponsiori. Egü era giusto
eslremil;\ si notono maechie cadaL'aspctto.
você manchovole,cercando di sciogliersi dalle
li.iono : la scnpertn ili quel segreto gli scosse
Edmonào De Amicis
Ah! no, signore, per carilà... Dio !
o di
suo braccia. — Non ó niento vero... vi siete veriche. Ad eccezione ili leggenvgraftutto quello cho aveva di piú jentilo
di
Eccola
1
impeto
nn
Qaltire ai ginoechi uon vi ò sul corpo
qui
ingannato.. . lasciatemí...
piú generoso nclVanima;
—
O
slrugRiI
li
uno
Cândida!
Cândida
amaro,
proruppe
... Tu sei ollesa, — egli continuo con alcuna lesione.
gioia,una piena di dolore
di pietà gli coriovnldo con un necento profondamonte
F UHIO
gimento profondo di tonorczzt. o
La língua ò leggermente chiusa
aftannosa, baciandolo il vestito a ogni
oechi gli doloroso e supplichovole, corrcndolu incon- você
presero il cuore ad un punto. gii
— tu non mi vuoi perdonarc, O tra i denti che sono generalmenle
sVinpiiTono di lacrime. il peito gli ansavii, tio colle mani giunto, — perdono, mia po- parola,
e
—
—
M'in- vera Cândida, perdono!
giusto; ma io non voglio lasciarti cosi, è guasti. I/epidermide delia testa
ed egli monhoravn lia sé eoncitato:
Continuajione)
I
é santa,
Cândida capi a volo, e indietreggió gct- impossibile, non saprei piú che far di me. spessa, e straordinariamente sanguigannavo, tluoque'. Kssa ó buona,
mi amava ; la ragiòno delia sua freddezza ó tando un grido.
non mi potrei piü soffrire. sarei troppo spro- gna. 11 crânio, relalivauiente ai corNo, Cândida ! — continuo atiettuosaXX
in qüclló parole dcl romanzo; non poteva
ancho ai miei oechi; mi parrdibe sem- po, è piceolo ed un poco asinimcmano, e gevole
— Ma questo é nicnlel — disso ancora la sperar nulla, credeva impossibilo ch'io la monto il giovine pigliandola per
ricordo tricô. La diagonale dalla parle siai pcricolo, conduccndola in fretta vicino alia linestra, pre di vederti piangere, mi saresti un
vecsliia; — o mi diea nn po' lei, come può ricambiassi, si voleva sottrarre
soffriva, piau- — non mi sfuggire; pordonami; tu sei doloroso per tutla la vita, io non p isso an- iiistra delia fronte alia parle postevenire in mente :ul una ragaz/a d'< fabliri- si voleva vincoro; táeeva,
le mie parole. buona. lu sei un angelo ; ho visto un libro, darmene senza il tuo perdono ; Cândida, to riore dei crânio a destra misura 19
carsi un mazzetlo di questa fatia e di custo- geva, mi perdohnvti, scrivovn
senza i flori, quel foglio di carta ; io non sapevo ne scòngiuro, perdonami... cara buona Can- centimetri 9. La volta dei crânio ò
credevo
baciava i miei fiori, e io la
dirlo come un gioiello ? —
io
l'ho nulla, io non poveto immaginare ;... io sono dida...
K cio diçendo levo dalla cassetta o mostro ccore. io la pungevo, io la schernivo,
molto sottile: il suo magior spessorc
stato un indegno; tu sei buona, Cândida,
di
liaciarlc
doguo
son
a Riconovaldo un mazzetto di Bó.ri secebi coi iusiiltata, io che non
non eccedei 3miUimetri.
{Continua)
io non posso vivore con questo
io ho insultato lei,
Lo Scandalo di Roma
LA VISTE
NOVELLE
il vestito,
faiubo lungo un palmo, legati malamente
quella giovane pordonami;
X. >, ,i\ .
•5V ¦'¦:'
ni
' i. ',"1
L'ITA 1,1 A
II cuore ò anorinalmenle grosso,
ma niüderalainenle adiposo. Lo stomaeo con tonou te nliménli non digori ti, ò allello da ca turro eroíiico,
II iegato e gli inlestirii sono congestidnati; In tnilza, in slato di puIrelazioue incipiente, molto grossa ;
le vesci sono grandi, mu senz'allra
nnormalila.
A Cavallo e di Gfaloppo
I QUEIJOS DI JUIZ DE FOlta
Caro Flilt.
Ricordandomi clie nella mia tempestosa
diraora nella Capitale mi liai dato a conosccre il tuo debole per il queijo mineiro, o.
siccome io longo relazioni in tutta In provincia di Minas e ancho ai di lá, ho ercclüto
farti cosa gradita rimettendóteno una quantitã, sei domine, non ne mando di piii pcrehè
si potrebbero rovinare o tu essere costrotto
a cacciarli via!
Non venirmi ora a dire che sono queji ài
meia pataca, no sono di qualitâ spòciale, degni vernmenlo di un prêmio all'Esposizione,
non di Juiz di Fora, ma si di quella di Parigi; provali, c tu m'en donnerà des nquvellèsl
visto anche ché questi non sono che un saggio, perché te ne potrei mandare anche delle
çentinãia se io lo volessi 1
Qnesti queji te li aveva gih destinati mio
nomico Flik,ma cri scomparso per malattia,
eil io cro deeiso a rlargli altro destino, ma
ecco che ricomparisci un altra volta fíacco
e convalescente, allora ritòrnai alia prima
idoa; e li rimetto i queji, essi sorviraniío a
rifocilarti le forze e lo spirito, maggiormente
essendoti mcsso in lotta con un tal Martello
cho caminina a rotta di collo, Dio voglia che
non vi rompiate tu una gambá e quelTaltro
il collo.
Tu cliu parli jtarito di Juiz de Fora sappi
che abbiamo una compagnia drnminatica dj
primissimo ordinc, Ia quale ebbe un suecossono con il Rocambole nel quale furono
molti applauditi una signora Bernacchi,
Galvão, Teixeira e Flavio, sono sicuro che
quegli artisti fluita che sia questa stagione
potranno lasciare lo scone so lo vorranno
ma ora m'accorgo che sono caduto nelle
solite tiritere perciò conchiudo salutandoti
e a tutti quegli dellllalia, e a rivederci.
11 tuo amico aff.°
qüéi bravi artisti, i cavallini, i macacclii i! [giurdiiü inmnltiti dei Polillieama cosliluiscotío nua grande
allraltiva per il pubbjico flnmiiiOiisc
e per le signuriiio üllramontune.
Magnífico 1'esurcizio della scala
incanlalã per AlessaiulroSeysscl. Altroltantü dicasi di Jap os Jups per
Júlio e Alcssundrq Leyssol. Furono
presenlali in liberlà siipcrbi e inteligenti cavai li fra i quali Abdel-lltúlcr.
Sempre graziosu Ia piceola Nino,
reçjinã ÚeWavia,
Cortei use lo spcllacolo una curiosa
puntommia.
Trovasi fra noi proveniente da Baliia, 1'arlislii nostro couciliadino
sig. Boldrini, clie vieno qui a lar
parle d'uua compagnia lirainmatica.
Torre di Babele
Alia Camera dei deputati viinno sospeso ogni lavoro, parlo il ministro dollo linanze signor ltelisario, sopra il Viscontd de
Bom Ritiro facendono una breve, ma ben
esposta storia de suoi meriti dell'ingogno u
doirazioni.
Fu íiominata purê una commissione di
cinquo deputati, per assistem ai funerali.
Francisco Gonçalves, è uu buon
castigliano arrivatò da pochi giorni dalla
sua tçrra natale, ove, pare si usa andare ben
armai i.
Convinto che anche qui vi fosso Ia stcssn
abitudine, passoggiava Iranquillamohte per
be vie dei distretto di SanfAnnn, lonendo un
grande coltello appeso alia cintura.
Uda guardiã di polizia, peró, invidíosá
forse nel vedere un paisan armato, lo trasse
in presenza doH'autoritii ili quel distretto, Ia
quale avvisatolo che può liberamento piisseggiare per Rio de Janeiro senza armi, che
Ia legge non pormelto portar anni se non ai
militnri ed ai capoeiras, a questi affini possano divortirsi Iraiiquillamcnto ad amuiazzarc i pacifici cittadiui cho se ne vaiíno pei
1'atli loro, lo lilasciò in liberta.
Mola Ili:
Liro storlini!
Vendila
llf'IÜ0
Compra
llgdOO
SOCIETÁ'
ITALIANA
ni
Aloviuiuhto (!i>5 S*{irto
VÀPOIU fVTTÍSSI
Nuova Zelândia, Árawa
II
lUo dolla nlata, Masklyne
II
"•"¦
'¦
"-11
nvre, Villede Ceará.
íVmburgo o scali, Comentes
Soutbnmpton o scali, Mondego
Rio delia Plata, Roma...,.
Gênova' Matteo lirurro
Porti dol Sud, Rio Grande
Rio della Plata, Õrèiioaue
18
Liyorpoojl e ãénli, Cuida
18
V m Im rgò. Petropolis
19
Nova Zolandiaj Tóngariro
15)
Porti dei Nord, Ceara
20
Rio delia Plata, La Pl.ita
22
Valpnraiso, Brilannia
23
Rio delia Plata, Savoie
23
VAl'Oli.1 IN P/VRTENZA
Bromon c scali, Baltimore
13
Nova York, Cyanus
13
Ambiirgo e scali, Pernambuco
13
Londra, Arawa
14
Londra c scali, Masklyne
15
Santos, Rio Nei;-ro..'.
];">
Ili
Rio della Plata, Mondego
Iti
Rio delia Pinta, Ciava..'.
Marsiglia e Gênova, Roma
Li
Rio delia Pinta, Matteo Bruzzo
I li
Rio dei Sud, Rio Paraná ;... 11
Santos, Aymoré
17
Londra, Tóngariro
19
Pacifico, Galicia
19
Porti dei Nord, Espirito Santo
20
1301'doaux e scali, Orenoque
20
Rio delia Pinta, Petropolis
20
Soiilihampton, La Plata
21
Marsiglia o Gênova, Savoie
21
Liverpool, Britannia
25
9ei<;:«i<:i<'b<.'i<:\;£a
V 1 T TO li 1 o
[3 M A N O K I, K
II
II Consiglio Dirottivo di questa Sociotà,
lia dcliburato di em loro una prorogn fino
ai giorno 20 Settumbre p. v., a tutti quei
soei che furono climinati per inancanza di
pagamonto o che volossero nuovàmento
essere animessi come soei ili questa pia Istiluzipno.
Oltrepassato il giorno sopradctto,
iiiornsi eho. vorranno ascrivorsi come soeiquei
di
questa Societá, saranno soggetti alia contrihuziono di SógOOO reis, in conformità alio
Statuto Socinle.
Dalla Segreloria, S. Paulo, 8 Agosto 188(5.
— 1! Segretario, Giuseppe GueIJi.
ftoeieíii Italiana tli ISeaefieen/.a
i.\ mo .i \Numo
Questo sodalizio invitn tutti gli Italiani
rosidenti in questa Capitale a volersi ascrivero soei di questa Societá, i cui béneflci,
che giornalmonte emana agli Italiani poveri
od ni su ii associa ti, meritah i il concorso di
tutti i coiiiihzionali eho nutrono nel loro
cuore vorl sentimenti patriottici.
La segrctariii <'¦ in rua Constituição n. 17,
socohdo piano e si trova aperta" tutti i
giorni dalle 12 alie 2 pom., perattendsíè
non sòlò ai bisognosi
io a tutti gli Italiani cho volossero ascriversi a mòmbri
di
questa pia Istituizione,
Por il Consiglio
ti. Bosrsio.
II Signor InsocUore Generale
di torro e colonizznziono fu autorizzalo dal
ministro cVÃgricoltura a mandare ringnoro
O oAposlolo - L'organo della curin areiF. Ferreira Pontes, ad osaminaro h\ fazenda
Uc.msiaiisifiii., Kevraigie e
vescovile, anche nel suo numero, doggi non
dei Bairro'Alio, noi distretto di Campanio,
SCIATICIIE
si lascia sfnggire 1'occasiono di versnre un
província de Jlinas.
L'unico rimedio in eui si dove aver Ia
un po' dei tanto fielo cho nutre verso. Italia
maggior íiducia per essere evidontemento
11 dottore dell'Asilo (rimmigrazione
e italiani, trascriyondò dal Muniteur di Roma,
c: Ia molto aceroditata
garantilo,
deirisola
dei
Fiori, signor José Francisco
Ve.ndita iu oaffe'
dice lui, alcune linee nelle quale è detto
ritOLBCT I 4 I XA
PÉ'
de Paula o Silva, chieso resoncra/.ionc .li
Giorno 11:
che da qualche tempo in qua a Roma, non
Migliáia
di
malati sono ristabiliti perfetcarico.
Ad
occuparlo,
fu noniinatò il
Europa
.~>.'.if>7
si puó piú motter piode fuorf di casa senza quel
tamente dovodolo alie frizioni di questo
Dr. ^liguei Zaccarias de Alvarenga.
esser vittima di orribile attontato.
lento rimedio senza rivalo in paese alcuno.poSiicchi 5.907
In alcünii província dcl Nord giá lia guaí.íi Gomiiiivsiome nominata dal GoIi pensam che noi, che sfogliamo giornali
rito Ia terribilc malatiia dei Beriberi,
con
Dal giorno 1 a 11:
italiani da mano a será, non ne sapovamo verno Imperiale, per definira li quesliòne
frizioni di D'eli-<»lefii-in.a, esseudo adoStati Uuiti
ül.411
dei liniiti fra Ia Republica Argentina ed il
nulla.
perala dal principio doirinfermilá.
Europa
•19.530
DEPOSITO GENER.ALE
In tutti i casi un'ultimo apj unto ni let- Brasile, dol território delle Missioni, é com'B'ravessa
Cabo
2.250
de San!:a SSila, n. 10
tori: Le Moneleur di Rome ò a Roma pel posta delinitivaniente coi signori: Barono di
Porti divorsi
2.970
papa quello cho VApóstolo é qui per inonsi- Capanema, eapo—tenente colonello João
Totale 100.200
Evangelista de Castro Cerqucira e capitano
gnor Lacerda.
di frogata Guilhobel.
E tanto basta!
Imiiauco di CAKPIí''
La commissione ò attesa in Buencs-Ayres,
Giorno 11:
Slati Uniti sneclii 7.072
Gazeta di Noticias— Nel suo boletim parla- e partirá di qui il 20 dei corrente.
líiirppn
300
mentar si oecupa difusamente di quanto
K' Sviato dalle rolaie un trenó delia
Porti divorsi
870
SPEGIALISTA Mil.1,1,1'. MALATTIE DELLE
venne detto ieri alia Camera e in Seriato per ferrovia Leopoldina. üieesi vi sieno morti
SK.INOIIE 13 PARTI
Totale
8.8-18
e feriti, maneano peró ancora i particolari
Ia morte dei Visconle dei Uom Retiro.
Di ritorno in quostn capitale dopo aleuni
mesi d'assonza, si trova nuovaincnlo a dispòsidella disgrazia.
Dal gionio 1 ai 11
zloiíe delia siia cliontólain liiindos OuUno seootro fra duo treni di enrica,
O Rio de Janeiro — Vione oggi il 1'oglio
eives I5(i, dove a qualunque ora può
Slati IJniti
00 903
uno dei quali era partito dalla stazione d'Hnessere
Europa
29.991
chianiiito; continuando á dare consulto
colla
sua
govornisla
prima pagina listataá
Cabo
3.200
grátis tutti i sabali ai poveri.
nero. in segno di lutto por Ia morte dol Vi- tre-Rios senza Ia regolamentare licénza, avPorti divorsi
8.371
venne 1'altro ieri verso lo sei di será.
sconte do Bom Retiro.
P R E M I A T O
Lo scontro fu tanto violento ebo morirono
Totale
102..r)Sl
.i
Pilade.
tro persone, un ausiliario concluttore, il maMuitcu DlVlütSE
Acchiudo in questa il conhecimento d dia
Diário de Noticias. — Cinforma 1'ogregio cliinista ed il fuóchista, e le due niacchino
Knlrate per Ia linea D. Pedro II nelle
strata di ferro per ritirari í queji.
collega che Ia sig» Buiicióíí íivroboe rinun- od alurai vagoni soilVirono averie.
della Corte, S. Diogo e Gamboa.
stazioni
L'unico colpevole dei tristo falto fu l'aiisi11 agosto 1886.
ciato ad una gioia clie voloviuin offriríe
DI MONTUnECCAIlIA (ITALIA)
Giorno 11
Dal 1°
*cr Ia sicara
liario
della
stazione
d'-IShtre-Rios, Vieenlo
aleuni suoi ainmiratori, proferendo che Ia
^iiitri^ione delia
did mese
sominma cdrrispônçlontc fosse impiegata nel Castro, il quale ayutono notizia, fuggi a Papipas oeliili
rahybn, dove venne arresiato.
riseatto di aleuni schiavi.
Acquavit
37
201
L'agenle interino della ste.ssa stazione fu Riso
DEI; RACÍAZZií
La notizia veramennte non ò lauto fresca,
Zuechero
10.0.73 MICDACI.Ii: i: 1111'I.OMI Dl SIEIllrO IN ITALIA V.K FSÍYMO
Spettacoli d'ogci
sospeso.
ma, dice un antico provérbio: meglio tardi,
1,51o 22,458
Oieci anui di suecesso
II ripetersi di si ni il i fatti doplõrcvoli do- Cotoivo
POLITIIEAMA FlUMINENSK — SpettU- che mai.
Cállo
829,070 0,382,938
vutiiilla imperizia od alia noncuranzadi Carbono vogetálo. . .
Qggidi questo specifico assolutamente in53,0110
289,030
colo colla grandecompagnia eijuestre
coniposto di sostanze vegotali, è cercerti impiegati, merilano d'iissi;r notati dai Cilòi
72,598 1-10,038 nocuo.
lamento In piii importante scoperta dei
nord-americana dei Fralelli Cítrlos. Jornal do Commercio. —Iin uno stupoiiendò capi sorvizio delle diverso linee ferroviário,
i Earina di mandioca . .
Taguioli
10,211 71,373 nostri tempi, perché esse guarisco in breve
S.\\'t'Ai\i\a — Violeta c o seu boneco articolodi fondo sui capoeiras cho infestano quali non devono tardare a prendoro le mi- Tabaco
20,115 100,517 spazio di tempo Ia tosse ASININA o CANIdei ragazzi, nionlro le curo tutte pra23,050 liNA
e donzella Theodora, operette.
questa cittá, e li classifica, non quali inalfa- sure necessária acció non ne avvengano [liú Legiiámi
cale iin qui, sin con riniedi conosciutio
d'ora
in
avanti.
turco
2,000
2,000
Gran
segreti,
Amido
0.119 venne riuscirono infriittuose. Per tale virtú
Principe Imperiale— Pérola, drain- tori volgari, ma individui cho tanto volto
Arrivo ieri in questo porto Ia frogata Pormaggi
colpiscono e uccidono soltanto per sete di
0,188 -15,015 macie approyato dalle Assücjazioni di Pari
ma in 5 atti.
Estero, o adottalo dai principali Menord -americana Lancaster, comandata dal Lordo
5,909
92,098
sangue.
e Erancosi.
50,193 021,237 dieiLa limlesi
Phiínix Dramática — 11° esposi/.iocapitano E. E.Potter, ed attendení qui l'am- Diverso
Tosse ASININA o CANINA dei ra»
gazzi 1: una malattia opidomien Ia piú IVene della sorprendente Lanterna Gazeta da Tarde — Ha un caldo articolo miraglio, esseudo essa Ia nave aminiraglia
riuenle, In piú terribilo o Ia piú pericòlosa,
di
stazione
mi
delÍ'Ámerica
deli
Sud.
porti
sopra il noto oratore José Bonifácio i di cui
Mar/ica.
di 1111 Inngó dccbrso o che mnggiormento
COTAZIONI Dl GaIíPe'
S. IU. il signor Barono de Cotegipe, miinlierisco nelle prime elii, tormontando e
discorsi, dice Ia Gazeta, sono un bellissinió
Qualitâ PerlOebili
riducendo a pericoli estromi Ia vita dei ponistro
degli
affari
Ksteri
e
Presidente
dclI.a
valo
3]Ç9õO
a
5jf(J50
patrimônio per i nipoti che andianiio a d
vuri banibini o fanciiilli d'ògni otá e sesso.
Celestina Puladini
rattuale gabinetto, dei ([iialo ánnunciílmmo
Suporior
(iuo...
Nomiiirile
esaminurli, quando ollbsi dalFaccusa d'esOi' dunque: se i pndri e. le madri sominiI." buona
4S430 11 1^500
fa
tempo
Ia
malattia,
Irovasi
ora
comquasi
Domani será Ia brava artista no- sere stato il Brasile inaechiato dalla schianistrassere lo'fosse
SPECIFICO MANARA allapL.»
rogolárè
4$090
a
LV290
risbabtlito.
Asinina o Cahina, quanti
parire delia
l.« ordinária ... 3^810 a 36'950
stra conciltadina, si presenlerà ai vitá, ccvcheranno una rivendiçazione ul loru plelamentc
bambini o ragazzi si liberebbero On un inale
mediei gli pormíscro di pásscggiare un
2.» buona
Sg-1-10 a 3fe*610
cosi sollbrente o di somma eonseguenzá. lí'
2,>9:l0 a 3,^270
2.-1 ordinária
pubblieo dei teatro I.ucinda nel Pi- amor próprio nazionale.
po'nclle vicinanze di sua casa.
un vero assitrdo supporrc, come generalCapitania
Nominaie
alio diüoralia.
Nei, gli auguriamo cho ben ]iresto possa
mente, ncciule liello singolo famiglio ove si
Scella
2í>040a 2j?320
credo clie per guarirê quosla malattia il
O Paiz. — Tesso un luugo elogio ai Vi- ripióndere le abituali sue oceupazioni.
S5SSS5!!5BS^S5SSB!S555!!°l™i'5i**^^g migliorq ospodiento sin quello li lasciare
Si riunisee oggi Ia Soeietà Medica e
sconte do Bom Retiro ne enumera i meriti
fure il suo corso. Quesfopiniono o affalto in
Compagnia GiaiiMoiicse
opposi/.iouc ai buon senso, ed un padre o
Cliirurgica di Rio de Janeiro, solto ia direcome uomo pubblieo e privato.
Ci consta esser siata slraordinaria La Sessão
nua madre cho ama veramente i suoi figli
Parlamentar tratta doll'inipdr- zione dei signori dottori Cons. Catta-Prota,
non deve per nessun conto accettare suppòIa ricerca di biglielti per àssislere tanza della stampa, o dice:
Atalibadc Gomcnso e Pedro Paulo.
sizioni d- sorta, ma beiisi provvedersi dcllo
A UOltDO DEI. VAPOII ITALIANO «ÓrAVA»
specillco in diseorso.
alio spetlacolo clie avra luogo defini- « I governi clie sovvcnzioiiano Ia stampa, II ladro Manoel Poixoto Ipiranga dos
Los infrascritos á Iin do dar |uiblico testianche
indircltamento, sono in generale go- Guaranys (ne ha piü noini?) vulgo Dr. Ja- inonio dei ceio y íibiíogacion dei sefior cousn e dosi
tivamente domenica nel D. Pedro II".
rriaiidáhlo de este vapor D. Domingo ArerPer i ragazzi tonero si ne dará un cuccolla celebre compagnia giapponese. verni che aniministrano inalo i negozi pub- pecanga, rubódue mesi orsono, alcunegioie neiigò
e sofioi maquinista D. Jiiyme
'de Coda, çlliaino da caft'0 Ogni 2 ore, per gli adulti si
blici, ed il prestigio che essi rubano ul gior- iu una casa di rua Municipal.
en Ia avaria sufridn en Ia travesia
Compagnia Francese
San Vi- aumenta Ia dose iu proporzione. Come prenalismo
una
ò
forza
nazionale
cente
á
Bahia, les dedienn estos dcsalifiados servativo se ne sommiiiistrcrá
riparatrice
Credeva giá che Ia cosa fosse passata fra
uu cúòchiaino
Discretamente numeroso fu il puche essi distruggona, eche iníinepregiudiea lo dimenticato, ma fece male i suoi conti, reiiglones en pruoba de lo mueho que válõii da cáfle ogni giorno specialmente al matdichas p.orsonas.
blico che assistette ieri será ai Gior- Ia stampa. »
tino.
ieri venne arrestato dictro ordinc dei
Inútil es quanto se,'puo'dodócii do Iasbcllas
Quando i bambini soiio slattali si sonimi'
no e nuiie dei S. Pedro de Alcântara, Troppo giusto ; paro un poaiodo dei nostro perché
Dott. Guzmão 3" delegato di polizia, il quale prendas dei soilor comandante y sòflór ma- nistrurá durante Ia cura cibi sostánziosi
quinista , en vahõ enumerar Ias muclías eua- cioó risotti. carne arrostita, uova.escludbndo
che come ai solilo, venne magniíi- Sbarbaró, ehe dopo tutto é un gran pensa- pare abbia buona memória.
lidadas que aüorrian ai seilor coinisario D. Ia frutta e In verdura; ni
pusti principali
loie.
camentedisimpegnato.
IVeirsiotel di rua Lavradio, entrarono Nicolas Falcone, ai sefior doctor D. Victorio si dará un qualche cuechiaino di vinò
Anibrosi. y 11 los sefiòros olieiales 1). Frãn- vecebio
generoso. Ogni ftaccòne serve per
Cam
Oggi riposo, o domani será a riieri 10 nuovi ospiti, fra uoiuini. domie o bani- cisco Ansaldo,
D. Antônio do A.;;ostini, |). 1111 solo ragazzo
o bambino. Gu rdarsi dalle
bini; inutilo dire che esercilavano i poço lísfcb.an Isriardi y s norTorriccholli.Que- dnnnose imitazioiii od esigere sulla istruchiesta di molti ammiralori, sara
don convencidas tan amables personas que zione Ia tirina a mano dcl preparatore MAnobili niostieii di: ladri, capoeiras, et similis su reeuerdo
rapprcsenlala per 1'ultima volta Mm.
quedará gravado con caracteres NARA.
iiid-deldes en ei corazon de los abnjo UrinaLe domande riyolgorla esclusivamonte al
Poniface.
dos, qúienes se lienen porniuy honrados con Ghiinico MANARA in Montubeccáíia
tenido
In
haber
dicha de conocer á unos de Stradella [Italia).—Per Ia Francia a prèsso
•¦•>¦¦«»
Parigi
. „. )
los mejores liembres de Ia .-narina mercante I dal sig. A. Beslier, Rue des Blanes.—Per Ia
1'olithcaina Fluminense
italiana.
Oermania a Berlino dal sig. ICrnuss, Sacbs
Al Senato ieri, il Signor Presidente
Kl servicio de câmara ha sido tan esme- 1 Straüss, apjteche, Strahnver Sto. -17.—Per
CAMBIO
ler; será, quarto spetlacolo della profundamente comosso participo Ia morte
rado cnatito se puede désoar.
I'America dèl Sud, dal sig. Demarchi PaRio, 13 Agosto ISSO.
Rio .laiieiro, à Oordo dei Giava, á 0 de \.- rodicComp, a Ducnos-Ayies, Montevideo o
grandioso compagnia eqüestre dei dol Visconte de Bom Ritiro ; ne rainmenlò
Londra
21
1/8
gosto de 1880.
Rosário Santa Fe.
le virtú, ne lesse gli elogi, enumero i servigi
Fratelli Cario, ii
Parigi
452 a 453
José Cots,
Per altre informazioni, come per esami»
aíllui
ai
pubblieo
Italia
rese alia pátria.
defunto
che
il
compiantò
450
a 457 lira
Constantino Mach,
nare i numerosi attestati provando le virtú
Poiitheama molto numeroso.
Portogallo
250 a 257
Sigismundo Sivina,
dello spocifico Manara. dirigersi al nostro
Nominò quindi una comissione per assisAmburgo
558 a 559
Carmen A nglés de Sivina, utlicio di redazione. — Rua do Ouvidor 101
Non v'è dubbio, gli esercizii di tero ai funerali.
Nova York,
2§400 dollaro
— Rio de Janeiro.
Jacinto Sivina,
Aiiiiunci
DR. ABEL PARENTE
Specifico ꤤ Manara
Tosse Asinina o Canina
Comunica^
Cronaca
COMiMERCíO
»Mr^v»in^'.^*H"^T*ír^^-^'^™'^^v^^'íT^
0--.CV ««jtSMfJ ;/¦<:-.>.
•¦¦'
,¦¦•-!•.•.
"
'<*•'•.'.';
'
•
¦
i: ITA LIA
¦
:¦'¦
.-.,
¦'
a
'•,
¦¦•-¦¦--
„.niCT^2^!l^.'.l'-"'!!?SSg-Sg^^^!:^;^
ACCETTA Ristorante dei Pesce-Caae
ü|. ^ULICINI
INDICATORE
" medico OPERATOIíE ed ostetuico
fábrica db PASTE-Tra.vaglMVtu.-nllal W
minuto
n-Van.litaiiirinirrosf.oeil
Giusoppo Ç iivnlieio. ,
pre/zi inodicisimr:
Sinicliilísüi |ior lo miilattie dello sonoro eu
li.
Velha
Una da üuiirdii
ui clelliM-tcrapcntica ; coiisultn dalla 1 alie
Ricevopensionistios-meiirÚNrdfqualmH
in
nppnrtonga tillaite AO ELEGANTE- Spcialití, ili abiti f^Ú
Una 3 pom.
puo comiiiisionc eho
|_»{__,**»-3 culinária.
Boprn misura n p.rwm rnpionp.vuli-.
Sobrinho
I
Pco/.zi !
doGIbnçalves Dias 10 A;. Mendes
dove |iuó c-scre chiamato u qualunque ora
h ¦ yclj
& Co ili p.
Coi^zinNK-l/aiiolt^liudivinxtnjpialli.
per iscrillo.
Setembro
7
do
c,uu 'L''' UESTAURANT DEMOCRATA.
f-BiauMnd
|
formuggio
o
friitlii
rs.
400
pK*__H_n-Ml
inlnoig»- ii. 113. colazioiic o pranzo
Pi.an/.o - 1/2 boltiglia di vh.o, lSOOUic.s.
- R.Üll do Oll Vidoi' 10,
foniingg.o
I,H(IA'/..0NE ITALIANA
tro pintli, friittae
ha rico- consolato italiano - Rua da Quitanda 40
Avvisa tutta Ia sua clientela che
Jk--Íi-Mr--M: T.uvruKt, SOCIETÀ UNIONE OPERAIA ITALIANA IN _BÊNEvúto duiritnlia i scguotiti gotieri
iicenza - Una Strctta S. Joaquim 58,
MELANZANE,
iIIAI.1.1, OAnOtOFKl,
PEi-EUONI
- Rua da
111
SOCIETÀ ITALIANA DI HENEFICENZA
ASPAUACIl I II tutto
PKltCOCCHI,
PES0HI3.
,
tucãb, 4*7.
da
CTD porfotta condiziono. di issoro sempre ono- c. Gonsti
a. nosso — orologiaio specialisla, Rua
spera
II proprietário
Candelária 8.
— Rua do
Nuova sartoria italiana, montata colle ulrato di.i biiongustai.
FARANi & nipote - Giojelliori
time noyitàdel giorno; grande assortimento
Ouvidor 88.
J^j_w__nr«_-T__
o
vim
di
á—°—"*»
specialitá
Con
slolfe in diagonal, casimire, ciieviots,
metro martire
Rua da in
f
poneri italiani di ogni qualitu.
PÃ.NNI, ECC.
Asseniblea 108.
[iiMimiiTi?'—
La perfezione dcl taglio e la modicita de
comprasíiiirno
dei
citiiibio
al
Camhi\monete
«WVi.
|K*
curta.
«li
o
tulti in genoralo o
d'ni'0
italiana
venditudi moneta
prézzi fanno sperare che
*—nilHU- ¦*—"—'I i^h——-**-mi-- •
*
1
senza
vorranno apSpecialitá in orologi — Rua Io du Maritaliani,
-„,
Fabbricn in MACACOS di sacchi
particularmente gli
CIlOITIiliA E JUTA _
oceasioue.
da
,,usl,; sLibilinieiit,,. l,;ov.-,?l - tónjW ,S,f
si
buona
di
ÍÍUII
»'
prolittare
iu 11
FARMÁCIA E DR00HIERIA, di Alotti.
cAgenie in lijo de Janeiro
L nn. I b Sll^feS
di
Unham
Alfândega n 147 A.Giandi! assortimento
^
paste, noncl.éalln in prodolli impero, sia pel FIOUITA
'oommissioni
ÂNGELO
preparazioni slríiniure.
tarsi riputazion.
questo
per
cseguiscouo
i
si
w;
sartoiua italiana., -completo asdellag
orande
al
cd
Vmdilà allHngrosso
RÜA HÍA ALFANDKGA,;13|
bianchc.ria, cravatte e tutio
generi.
sortimentodi
'inlenore.
assortiun
o questo ramo di neposempre
grande
ripiturdu
che
trova
ciò
si
dovo
sacchi
di
o
39 li. Proprietário
(Vi-jüia
ürüguaytíria
Rua
(aniàgem)
zio,
hierilò
Ir.
Sicoli & C.
pei' calft, zuechero o coroa
- Rieeve
Rua Sete ile Setcinliro, «6
l>,.(>/,zi sen-'» cpmpotitdri
iiistoiuxtedelPTJCSE CA W?.
PRIMARIA E SUCONDARIA,
1NSEONANZA
'
cfinimisAGE N TI =
esòguire
di
sMnenricn
pònsiònisti-;
4 DEIXA SEBA
- luiu
&.
lUwios
DALLE 9 IlLI, MATTINO AI.LK
RinEino
cülinnriu.
Hino.
1'arte
1
«ioni
rifruardante
pi fínnlos
ORA RIO
,
BllAÜA.
S. José 84.
,,:_,'„
•??»
&C.
Istruziono primaria
•
11 proprietário: Fõrdinundo l)c Ivosa
In Pernambuco-ISiGO. Ii. Burle
Pjortògheso
10"
ém|iofÍO:di
metro brandi & F.Li.o.-Granile
Francese
J"^
íncrcerie a prczzi modici. Vend.ta ali in- Inglese
;~
::
144.
Alf.ndcga
da
Rua
srrosso.
Latino
lLWl
_mi>»i't!i(ori ' -a _r
Tcdesco
'',?
DELLE VEUE LAMPADE
Geografia
\°-\l
IN
BÍ3LOIO,
DEL
A PETHOLEO
GENNARO
Paste Minute
Fabtaiea a Vapore di Moctoni e
Kua da Alfândega L4S
iPeii
0<2
Rua dos Ourives 24
24
Ferdinando De Rosa
f
LESL1E & C,
GlORt í C.
Externato João de Deus
Greco
Alla Torre dei
"a
a IUl liGani Italiani
J. RIGHSEN e C.
SALVATORE_SPl_N ELL!
AttbuzionbiIIm.
Completo assortimento di vim >¥í??j'?R£^
dogiu mm
veri moliterni, salámi, paste eMUS,hquon
D.U-TTAHhM , DALL- UL.A
SONO 1UCKYUTI OGNI
PIJTTI QUESTI OKN,Ul
I
SALE RISERVATE PER FAMIGLIE
i
21-Rua do Visconde doRio-Branco-21
ESPI.OS1VE ED
Il
V
Vji
/
^^-»
ECONOM1ACIIE,
LA CtnLUCE.EOUAI.EAlíUELLA
L'l3l)ECCIII AG AZ.
NON COSTA CIIH
15 REIS ALI/ORA
Rtórin
ío
11
Filosofia
i"-1.1
Rettorica
it'i
Aritmética
xí"^
Geometria
in n
Álgebra
L%lí.
""
Corso hnnesso
// Segrelario, ALiitr.ao Coitinho.
MOLTO È IL
GU\DAr,NARE POÇO E LAVORARE
ITALIANA
SARTORIA
DELLA
PROGRAMMA
SICOLI E COMP.
Rua da Urugayana, 39 B
Antica «anda di Musica
Avendo ricevuto un gv.ride assortimento,
N. B. Per evitare lo falsieraITALIANA
linçeno.
cheviolte,
e
diagonale
stollo
in
i
ficazioni esigere la marca vií.ttei ombrelli ed altri generi atbni, tutto
Dirctta dal prof. Costantino Varrialo offro
agedei fabbricanti.
sorvigi per feste da bailo, sposalizi. batalia novilá, fanno noto che per meglio
suoi
volare e serviro il pubblicó hanno deciso cbo tosimi etc, ecc. Può disporre di pochi o molti
da oggi in avanti i prezzi saranno nbassati musicanti secondo lo richieste.
dcl 10 liO.
(LIÉGE)
P>Iíih), volonterosi come sono di lavoraro
DEPOSITO GKNHRALH
dl
si lusin-ano d'essere onorati dalla gente
loro conçittadini.
gústo,omassimamcntodai
' v—~T
HIO JANEIRO
Ltimpereur vV Bernard
Praça da Acclamação, 9
Euade Gonçalves Dias 36
\Jf\P0RE
136
|
\
MftRIT
SOCIETÀ GENERALÉ Dl TRftSPORTI Baoiio.-Ayroa
Lmo:i
Napoli
cia
monsilo
Ê_r^2
a
Savoie
11 Vapore
CASA SERPA
Gap. Verd
»¦'-- Abasto iu'os,suno,
le,liTrasportiMariUin,iaVapore,(liM;.rsign«.^
La Società Generalé
U2
essa, dal punlo in cm b!
dei biglioUi ai destinalari che saranno direlti ad
.barco in Brasile.
larl Vaiais e Comp.
DELLE
SOCIETÀ5
^lü^rTE^DI
FLORIO
ã 1 A__í_B*u.lá\
& RUBATTÍNO
IIST
1UO
.lAiSiOIltO
Per merci c passaggieri clirigersi
56
ali' Agenzia in
RUA PRIMEIRO DE MARÇO
O.
A G E N T 1
GLI
IV. De.Vinoenvsi &[Fillxo
56
1 /única ehe
ÉSTRAZIÒSB DELU
91
±-4
^^J
í-í^^ãe^w
*
Assacar ckystallizado
Muito superior a 30O réis por kilo,
VENDE-SE
Hotel dos Progressistas
Fnriú I íffl-
puó dare di prêmio 15:001$
ACS-OíSTrO
1886
1 l^lielli si voiulono airnigiosso
1ÒU cri«
, bigHelü si voridòri. nei chioschi anelle ngi-nzictU
.>l.
riòll'Ã'p"piv/in
\wí rinlcriio avvisando in tempo e SKN/.A ui.u.mi^mi
>
ncllAuen/u si rimeUorio
sono presie. ule da un
Mh
J^
pvov.ncia,
m
Rua da Uruguayana, 22
li
Wlí
JllXHO.
A.'
Rua do Rozario, n. 9 e 11
107)
Calzolaria alFInglese
deli ottima qual.ta in questo
V U nrima fabbrica in condiziono delia gran perfezione - Biceve direitamente
da ¦! Ivni \«miT MINTO 1)1 l'\STE S-URR- PRONTO.
ta
Iam:
li
commcstib
Tlll TOHINO e diversi prodotti
?í!uíro-v7''I
r. S
ívffl
' ItUlsí
tutte le provincie dell'Im]^^Zt^T£dl^™ .'iehieste per
P01°'
prozaii inclottlsslmi.-oonaro a vista.
PHKA
„^- -^
(Unnnllk 7 RUA DOS OURIVES V ^lUia0
__
Rua do Lavradio
Una do Lavradio
antinieri.lianc.
Í.OTTEUIA-Saliliato 1-1 Agosto, alio ore M
SABBATO
M^
ÍOCOÍÍ DE ICONOMIfc
DOMESTICA..
nathiMS lEtowtrturíoi
MMkK
Fine
éÊ^. 91
30o:ooo$ooo
LU 11 ijillneon lioUSOOOli
$&ã
...
Crrande Fabrica a Vapore di Maccheroni e Paste
1NU VI GA ZI 0 NE
»# uw-«&'ARTEl
jrJílmiWURA,
-"jrRtvis-rMtiii
"'l,,,,n IU0.H-IC
*nfi--T_
ví/^^>^^__tt1'r,i>X__P?tf«<r HU«00
E CHIAHCA5,
'¦IWU.IHOSILKIIUU
tTX
\X%
_..-_.-_
'¦T^lv/kí
MÓDASi,
VES1UARI6S
Raffaele Lauro
^^
AÍ.FANDEGA
DA
RUA
1ÍUA DO Rosaiuo
É__ü'^__!___
1 Ç2CZ
Per noli e passaggieri trátSasi eoi consegnatari
!S5ÍÍ
Mercerie
nogcziOiiosla casa si racconvmda ai signori
ecceziosuo
il
ambiihinti,
per
anil e venditori
nalo buon iiiorcaio, o pel completo assormnento .lei generi. 1 prezz: sono lissi. od a pronli
coiitanti senza eccczioni alc.una.
o si
Noi giorni di lavoro si apre alio ore « apre
si
cliiude nl cador delia notte; noi féstiv.i
solamcntodallcOa inézzo gierno.
Partirá per MÁRSIGTA, GÊNOVA e NAPOIA
-íoisk»
BI
di
ma^axxiiio
í.raade
195
DI
NftSTINICOli
4 __ Rua do Cattete — 4
N, B.-Si coreano abili lavoranti.
Antônio Jannuzzi e Fratello
llocebe pensionistas eincumbe-se do qualCostruttori-Arcliitctti
culiS'incaricano di oostruzioni di case, muri.
quer oncommenda pertencente á arte
sosteani, ornati o di quanto si riferisce alla
na ri a
loro arte Come puro tirano pianto c danno
módicos
Preços
preventivi per qualunque opera.
domicilio—Via do Monto Alegre n. 31 (Santa
Teresa).
RIO DR JANEIRO
studio ed officine—Via Riachuolo, 109.
RIO .1ANEIRO
pnopRiETARto, Salvador Botta
DR. NEVES DA ROCHA
Ocuiisla delia Cassa di Soccorso D. Pedro V,
e capo delia clinica por le nialattie degli occhi, nella policlinica generalé.
ooiisvilta dalla 1 alio 3pom.
in r-ua üriisuayiina n. 4T.
..o applicazioni cletlrichc che hanno dato si
buoni risultati nelle nialattie: comea,
V><ílitU*s. Íris. olxovaiclo . x^etina e dei norvo ottico ígotta sei-eiia). solo saranno falte dalle S alie 9 dei
ma tino nello stabilimento elettro-terapico dei
signori Teixeira & Irmão. — Altre
specialitá: malaKie dell'ucllto e fossa
I nasale.
Fabbrica di paste uso Itália
FRANCESCO IZOLDI
•13 Una de Santa Luzia 45
Vendita airingrosso ed al minuto.
S4G0
In dettaglio ogni kilo
g440
AU'ingrosso
1'interiore
Si eseguiscono commissioni per
Tipografia àe\VItália.