Verbale 078 22 10 2014 Verbale 078 22 10 2014

Commenti

Transcript

Verbale 078 22 10 2014 Verbale 078 22 10 2014
Verbale n° 78 / 2014
COMUNE DI CATANIA
III COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE
“ POLIZIA URBANA - VIABILITA’-TRASPORTI ”
L’anno duemilaquattordici il giorno ventidue del mese di Ottobre;
(22.10. 2014)
è stata convocata alle ore 8,30 in 1^ ed alle ore 9,00 in 2^ convocazione, presso la sala
dei
consiglieri,
attigua
all’aula
consiliare,
la
III
COMMISSIONE
CONSILIARE
PERMANENTE, per trattare e discutere gli argomenti posti all’O. d. G.
Mercoledì 22 Ottobre 2014 1^ conv. ore 08,30 e 2^ convocazione ore 09,00
1. Comunicazioni del Presidente;
2. Comunicazioni dei Sigg.ri Consiglieri;
3. Esame della proposta di deliberazione avente oggetto: “Regolamento
occupazione suolo pubblico mediante allestimento di Dehors” s’invita il
Comandante di P.M. e il Direttore della Direzione Attività produttive;
4. Varie ed eventuali;
Alle ore 08,30 in 1^ convocazione nessuno dei consiglieri componenti è presente,
pertanto la seduta si rinvia in 2^ Convocazione.
Alle ore 09,00
in 2^ Convocazione sono presenti i consiglieri: Balsamo, Pellegrino
Bosco, Castiglione, Catalano, C. Sofia, D’Avola CG PD, Trichini, Saglimbene e Zappalà.
Previa richiesta del presidente Consigliere C. Sofia, assume le funzioni di segretaria la
Sig.ra Luigia Pettinato.
Il presidente, poiché il numero dei presenti è legale per la seconda convocazione, apre la
seduta alle ore 9.00.
Dopo i saluti di rito agli ospiti intervenuti il Presidente chiede chiarimenti sulla proposta di
deliberazione avente oggetto: “Regolamento occupazione suolo pubblico mediante
allestimento di Dehors”. E’ presente la Dott. ssa Cuscunà su mandato del Direttore della
Direzione Attività produttive. Prende la parola la Cuscunà che spiega che dopo oltre sei
mesi di lavoro nasce il nuovo regolamento, sui “dehors” suddiviso in venti punti. Con
questo termine si intendono tutti quegli elementi mobili, smontabili e facilmente rimovibili,
che delimitano e arredano lo spazio esterno ai locali, in cui si servono cibo e bevande e
che sono assegnati dal Comune. Alle riunioni di questi mesi hanno partecipato i
rappresentati delle associazioni di categoria della Fipe Confcommercio, Fiepet
Confesercenti in collaborazione con gli uffici comunali e territoriali per determinare regole
ben precise a cui dovranno attenersi gli assegnatari delle strutture smontabili. Una di
queste è che gli elementi d’arredo dovranno essere sgomberi da alcun tipo di logo. “In
base alla suddivisone della città in tre zone, sono state individuati i colori, tra cui gli
operatori potranno scegliere: ecrù, grigio antracite, moka in tutte le zone e il bordeaux nel
centro storico”. Le strutture dovranno essere chiuse su tre lati e con una copertura stabile
e retraibile; saranno vietati banchi espositivi refrigeranti e all’interno dovranno essere
collocati appositi contenitori per i rifiuti, distribuiti secondo le regole della raccolta
differenziata. “La più grande novità di questo regolamento è che la concessione di suolo
pubblico sarà rilasciata per un periodo di cinque anni, rinnovabile. Dando così agli
operatori l’opportunità di poter ammortizzare un investimento in strutture qualitativamente
importanti”. Il regolamento prevede inoltre che, alla scadenza della concessione, le
strutture debbano essere rimosse e i luoghi ripristinati. L’autorizzazione decadrà in caso di
trasformazione delle strutture, del mancato pagamento delle tasse o di inosservanza delle
leggi e in particolare del codice della strada. Alcuni dehors, nonostante abbiano la
caratteristica di essere temporanei, potrebbero rimanere montati, con lo stesso stile delle
grandi città Europee, nel periodo che va dal primo dicembre al 30 aprile.Le concessioni del
suolo potranno essere richieste da ristoranti, trattorie, pizzerie, e da bar che vendono o
meno alcolici. I richiedenti avranno l’obbligo di allegare alla domanda una relazione
tecnica che descrivi minuziosamente le strutture insieme al luogo in cui saranno disposti,
aggiungendo anche planimetrie, foto e disegni. Bisognerà, oltretutto, possedere una
certificazione dell’impianto elettrico e, se la struttura sarà ubicata nel centro storico,
occorrerà anche un parere della Soprintendenza. La Commissione si riserva di fare degli
emendamenti alla deliberazione su proposta del consigliere Balsamo che si dice restio a
certe imposizioni. Il Presidente ringrazia la Dott.ssa Cuscunà per le delucidazioni.
Alle ore 09,35 il presidente sentita la Commissione, scioglie la seduta.
F.to Luigia Pettinato - Segretaria 3^ CCP
F.to Carmelo Sofia – Presidente 3^ CCP
Verbale approvato in data 19/12/2014
Il presente verbale è redatto in forma sommaria come previsto dalle normative vigenti