Diapositiva 1 - Reale Circolo Canottieri Tevere Remo

Commenti

Transcript

Diapositiva 1 - Reale Circolo Canottieri Tevere Remo
Aprile 2016 - n.ro 36
1
In ricordo di Orlando Parmiggiani (scomparso il 6 marzo)
Caro Orlando, amico mio
stavolta l’hai proprio fatta grossa : “hai detto basta
In questo numero:
e te ne sei annato“, come hai fatto tante volte
quando ti facevamo arrabbiare. ”Fate come vi
1. In
ricordo
di
Orlando
Parmiggiani
pare” dicevi, giravi il motoscafo e ci lasciavi lì in
mezzo al fiume, preoccupandoti di sollevare onde
2. Piscina. Lettera del Presidente
che sapevi benissimo ci avrebbero infastidito.
sulle nuove attività
Almeno stavolta potevi avvertirci, ci saremmo
3. Aprile: gli eventi sociali in
preparati. Dovevamo fare ancora un sacco di cose
agenda
insieme, dovevi insegnarci ancora una montagna
4. Aprile: gli appuntamenti sportivi
di accorgimenti, gli altri, tutti gli altri, dovevano
5. Tiberinalia
ancora accettare definitivamente che il tuo modo
6. Cosa abbiamo fatto a marzo
di concepire il canottaggio è quello giusto….e
invece “hai detto basta e te ne sei annato”,
7. Miscellanea
preoccupandoti però di avvertire Marco e Paolino
8. Corsi agli ISA
che “la lezione di lunedì dobbiamo rimandarla. La
9. La nostra Governance
recupereremo” hai promesso.
E ora il Tevere non sarà più lo stesso.
Il Fiume che hai amato forse più del tuo Po, dove negli ultimi cinquant’anni hai vissuto, standoci
sopra… dentro dall’alba al tramonto, di cui conoscevi ogni centimetro, ogni singolo “correntino”, sul
quale hai formato generazioni di canottieri, per mezzo del quale hai fatto innamorare del
canottaggio centinaia di maturi signori in doppio petto….quel Fiume ti sta piangendo sapendo che Tu
non ci sarai più. Hai predicato per anni a tutti i tuoi allievi due concetti per te fondamentali,
ripetendoli e ripetendoli e mai abdicando. Uno: il canottaggio è grazia; la forza che certo deve essere
espressa è asservita all’agilità e all’eleganza. Due: in gara bisogna starci. Si deve essere degni di
gareggiare preparandosi con severità e umiltà e soprattutto non ci si dà mai per vinti. Insegnamenti
di canottaggio e di vita.
Avevi ottantacinque anni, ma hai vissuto fino all’ultimo giorno come se ne avessi venti. Ci
incontravamo sul fiume alle sette di mattina, all’ora di pranzo, negli orari più strani e durante tutti i
mesi dell’anno, e a meno di condizioni proibitive, uscivamo in barca. Per anni hai tentato di
insegnarmi ad essere un bravo canottiere. Non mi pare che ci sia riuscito. Ma sicuramente sei riuscito
a farmi amare il fiume, lo sport, la vita.
E oggi c'erano proprio tutti a pranzo al Circolo, anche quelli che in Sede non vengono mai, anche
quelli dell'Isa, tutti....ti dico tutti. E ognuno con un suo ricordo, un aneddoto che lo riguardava
personalmente, un cazziatone che lo aveva spronato o ferito…ho sentito anche qualcuno giurare (non
ti dico chi, tanto se vuoi puoi saperlo da solo) che da domani si sarebbe messo a fare i cinquanta
Aprile 2016 - n.ro 36
1
…………. In ricordo di Orlando Parmiggiani
addominali che tu gli hai chiesto per anni. Pelosi ha scritto una cosa meravigliosa (ma per lui è facile,
ci campa scrivendo). Una cosa altrettanto bella l'ha scritta Diana, te la ricordi ?... Diana Pintaldi,
quella ragazzina che ci ha timonato a Venezia quando tu non sei potuto venire. Abbiamo deciso di
salutarti, qualcuno dice per l'ultima volta ma io sono sicuro che ci rivedremo, portandoti a Ripetta. E'
un onore che finora era stato riservato solo a un ex Presidente. Insomma stavolta l'hai fatta proprio
grossa e per dirti che la cosa non è passata sotto silenzio, tu che ti lamentavi di non essere ascoltato,
ce l’abbiamo messa tutta
Paolo Buglioni
PARMIGGIANI: L'ULTIMA ALTALENA
Diciamolo
subito.
Orlando
Parmiggiani non era un uomo
"facile". E, come tutte le persone
che hanno "carattere", aveva un
"cattivo carattere". A volte pessimo.
Ma se si aveva la pazienza di
superare quella scorza anche
brutale che non lo abbandonava
mai, si entrava in una realta' che,
per chi l'ha frequentata, e' stata continua ad esserlo nel ricordoun'esperienza affascinante.
In un mondo caratterizzato anche
nelle federazioni e organizzazioni
sportive da una non trascurabile
dose di ipocrisia e compromessi, Orlando Parmiggiani si muoveva con l'eleganza di un elefante in un
negozio di cristalleria collezionando antipatie e veri e propri odi che resistevano all'usura del tempo.
Ciò detto, era un combattente. E questo tutti, anche i suoi "nemici", glielo riconoscevano. Scrutava
l'acqua e il cielo prima di una seduta di allenamento come se si dovesse salire in barca per prepararsi
a una qualificazioni olimpica. La concentrazione, la "testa" era la stessa, doveva essere la stessa.
Come se ogni giorno - estate o inverno poco contava - quello specchio d'acqua davanti al San Giorgio,
sotto il Porto di Ripetta, dove i buontemponi della Ginnastica Serny alla fine dell'800 avevano
imparato ad amare il fiume (allora assassino per le piene) fosse il "suo" campo di gara e chi ci entrava
dovesse rispettare soltanto le "sue" regole. A terra tutto era diverso, i soci erano soci, i consiglieri
consiglieri, il presidente presidente, ma lì, chi decideva di entrare in quei pochi centimetri di
compensato che galleggiavano sul fiume, doveva rinunciare a tutto il resto e accettare di avere solo
lui come punto di riferimento.
Aprile 2016 - n.ro 36
1
…………. In ricordo di Orlando Parmiggiani
Era in pensione ormai da anni dopo una vita da atleta e allenatore, prima ancora, tecnico della Fiat
Avio a Torino dove sul Po aveva allenato la Sisport Fiat. Ma in pensione non ci era mai andato
davvero. Con noi canottieri master approdati a questo sport da uomini fatti e finiti utilizzava gli stessi
canoni didattici (starei per dire gli stessi stratagemmi) che aveva applicato con successo ai ragazzini
juniores romani o torinesi o cagliaritani ai quali aveva regalato eccezionali palmares negli Anni '70
come quando un otto fuoriscalmo federale andò ai mondiali in Canada con bene sette elementi della
Tevere Remo.
Dire che aveva entusiasmo e ancora molta voglia di insegnare la "sua" tecnica di voga non
renderebbe giustizia a quel processo formativo mai interrotto ma con punti fermi solidissimi ai quali,
da ultimo, anche qualche giovane allenatore come Riccardo Dezi (Tre ponti e Iusm) si era dovuto
arrendere. La sua scuola era quella dello svedese Nielsen e nasceva da un attento studio delle forze
in acqua, dalle negatività da eliminare, dal privilegiare l'elasticità sulla semplice forza. Dando ai due
momenti essenziali del gesto atletico, l'entrata in acqua e il finale, quell'immagine, l'altalena che
aveva studiato a lungo proprio giocando con i figli piccoli Massimo ed Elena.
Da ragazzo, a Guastalla, voleva fare scherma. Poi l'ingresso in Marina dove la statura e il portamento
lo avevano collocato a Roma in quel drappello d'onore utilizzato nelle manifestazioni pubbliche.
Decisivo l'incontro con Mario Bovo, il sottufficiale della Marina alla Caio Duilio al quale si deve la
nascita del canottaggio nelle Forze armate e la creazione del Centro remiero a Sabaudia. Per anni
capovoga dell'otto fuoriscalmo della Marina con la quale collezionò importanti risultati anche a livello
europeo, cominciò presto ad insegnare la sua vogata ai giovani della Roma, della Tevere, della Lazio.
Ognuno ha un ricordo di Orlando legato a qualche
vittoria imprevista, a qualche incidente di percorso.
Per quanto mi riguarda, è vero, facevo fatica ad
imparare bene la sua tecnica. Ma voglio illudermi
ora che era solo perchè volevo restare suo allievo,
per sempre. Non dimenticherò mai il suo sorriso
compiaciuto e secco nel 2002 quando il nostro otto
dov'ero prodiere (bow) superò sul Tamigi in una
Vesta Veteran Regatta un altro otto della Tevere
sotto il ponte di Hammersmith timonato da Ivo
Stefanoni, oro olimpico a Melbourne nel '56 con la
MotoGuzzi. C'era da "regolare" un vecchio sgarbo
di decenni prima a Castel Gandolfo per una regata
juniores e noi, senza saperlo, stavamo regolando
quel vecchio conto. Ecco, questo era lui. Speriamo
solo che abbia sofferto poco, che sia entrato in tutta
leggerezza "superando la verticale" della vita,
nell'ultimo pendolo di altalena.
Gerardo Pelosi
Aprile 2016 - n.ro 36
2
Piscina. Lettera del Presidente sulle nuove attività
Cari Amici e Consoci,
come molti di voi già sanno, il mese scorso sono stati completati i lavori per rendere la
piscina dell’ISA utilizzabile in tutte le stagioni.
La inaugurazione formale avverrà con una grande festa di Circolo il 30 aprile, ma già da ora
i molti Soci la stanno utilizzando con soddisfazione. Gli orari di apertura che abbiamo fissato in via
sperimentale, in attesa di verificare sul campo l’affluenza dei Soci, sono:
dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 21,00
il sabato
dalle ore 9,00 alle 18,00
la domenica
dalle ore 9,00 alle 14,00
Nel rispetto della volontà espressa in Assemblea, l’utilizzo della piscina per il nuoto libero è
limitata (e gratuita) per i Soci, i Familiari di Socio, i figli/nipoti sotto i 14 anni. Le consorti, i figli e i
nipoti di età maggiore ai 14 anni, nonché gli ospiti dei Soci la possono frequentare a pagamento.
Le tariffe deliberate dal Consiglio direttivo sono:
Accesso per consorte, figli, i nipoti di età maggiore ai 14 anni
€ 10,00
Accesso per un ospite
€ 15,00
Abbonamento mensile, solo per consorte, figli, nipoti di età maggiore ai 14 anni € 70,00
Per accedere all’impianto le categorie paganti devono preventivamente acquistare i
coupon in vendita alla segreteria sportiva e consegnarli al bagnino all’ingresso in piscina. I familiari
possono accedere all’impianto anche in assenza del Socio (come già previsto per il nuoto estivo). I
minori e gli ospiti devono essere accompagnati dal Socio o da un familiare. Tutti coloro che
accedono all’impianto devono essere dotati di certificato medico anche non agonistico.
Dal mese di settembre in poi il Circolo organizzerà corsi di nuoto, tenuti da istruttori dotati
di brevetto FIN, sempre con le limitazioni già ricordate. I corsi avranno inizio verosimilmente
lunedì 12 settembre e si concluderanno il 26 maggio 2017, con orari che saranno definiti in
funzione delle preferenze che verranno raccolte.
In prima ipotesi, i corsi che potrebbero essere posti in atto sono:
 nuoto libero con assistenza tecnica,
 scuola nuoto per bambini e ragazzi
 scuola nuoto per adulti
 attività di acqua Gym/Fitness nelle varie accezioni
 attività di ginnastica dolce in acqua e recupero motorio,
 attività subacquee
 corsi di salvamento
 nuoto pinnato
 nuoto sincronizzato (per bambine)
 mini pallanuoto (per bambini /bambine)
Naturalmente verranno effettivamente attivati solo i corsi che otterranno un numero di
iscritti in grado di garantire l’equilibrio economico degli stessi.
Aprile 2016 - n.ro 36
2
Piscina. Lettera del Presidente sulle nuove attività.
I costi fissati per i corsi per l’intera stagione sono:
a) Iscrizione, solo per i non Soci e i Familiari di Socio, che comprende il materiale sportivo con logo
RCCTR costituto da accappatoio, cuffia e costume, il tesseramento ad E nte di promozione sportiva
e assicurazione
€ 50,00
b) costi dei corsi per la stagione, con frequenza settimanale o bisettimanale:
SCUOLA NUOTO RAGAZZI- frequenza mono settimanale
SCUOLA NUOTO RAGAZZI – frequenza bisettimanale
SCUOLA NUOTO ADULTI - frequenza mono settimanale
SCUOLA NUOTO ADULTI – frequenza bisettimanale
CORSO AQUAGYM/ FITNESS - frequenza bisettimanale
LEZIONE SINGOLA AQUAGYM/FITNESS
NUOTO LIBERO – frequenza libera - abb.to stagionale
CORSI DI NUOTO MASTER, NUOTO PINNATO, SALVAMENTO,
SINCRONIZZATO, MINI PALLANNUOTO – frequenza
bisettimanale
CORSO SUB ( 2 mesi )
LEZIONE SINGOLA E INDIVIDUALE DI NUOTO
€ 380,00
€ 480,00
€ 420,00
€ 520,00
€ 480,00
€ 15,00
€ 480,00
€ 480,00
€ 500,00
€ 25,00
per i Soci e i Familiari di Socio i costi dei corsi sono ridotti del 20%
Invito tutti voi a voler manifestare l’interesse ad iscriversi, o ad iscrivere i familiari, ai corsi
così da permetterci di provvedere alla loro organizzazione.
Cari saluti
SAVE THE DATE!!
30 aprile – ISA
Giuseppe Lupoi
Giornata di festa per l’inaugurazione
ufficiale del nuovo impianto natatorio
Porte aperte anche ai graditi ospiti dei nostri Soci che desiderano condividere questo
momento, con possibilità di frequentare i nostri impianti sportivi.
Il programma dettagliato della giornata sarà a breve comunicato ai Soci per e-mail.
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
3
Aprile: gli eventi sociali in agenda
Brunch
Casa
Ripetta
Team
building
ad Anzio
Giovedì
Sociale a
Ripetta
Il Bridge
a Ripetta
Concerto
a Ripetta
Giubileo
Conferenza
a Ripetta.
1°
appunt.nto
Team
building
ad Anzio
Giovedì
Sociale a
Ripetta
insieme ai
Runner
Brunch
Casa
Ripetta
41°
Parallelo.
Anzio
Serata
danzante
a Ripetta
41°
Parallelo.
Anzio
Giovedì
Sociale a
Ripetta
Giovedì
Sociale a
Ripetta
Il Burraco
a Ripetta
Brunch
Casa
Ripetta
Il Burraco
a Ripetta
Brunch
Casa
Ripetta
Inaugurazio
ne Piscina
agli ISA.
Al via le
Tiberinalia
Aprile 2016 - n.ro 36
3
Aprile: gli eventi sociali in agenda
Giovedì Sociale con i Runner
Ripetta - 14 aprile
Lunedì 4 aprile
Presso la Casa di Ripetta,
l’appuntamento mensile con il
Bridge (ore 21,15).
Per informazioni rivolgersi alla
Segreteria Sociale o al D.S.
Vittorio Maugeri
e premiazione
Torneo Sociale
di Biliardo
Dopo il canottaggio ed il tennis, spetta alla corsa arricchire i
nostri giovedì sociali a Casa Ripetta.
La stagione agonistica 2015/2016 è ormai alla conclusione:
ancora tre gare, tra cui la Maratona di Roma, e poi si
conosceranno i nominativi dei primi tre classificati del
Campionato Sociale.
E', quindi, il momento di confrontarsi sulla stagione ormai al
termine ma, più importante , programmare il futuro.
I Runners del Tevere Remo hanno deciso di incontrarsi per
passare una serata in allegria alla Casa di Ripetta in occasione
del Giovedì Sociale del 14 aprile p.v..
L'incontro è fissato per le ore 19.30 per ascoltare l'interessante
intervento del Consocio e Runner Prof. Fabio Massimo
Abenavoli su " Principi e indicazioni nutrizionali per il
corridore"; seguirà un dibattito ed una breve relazione del
Direttore Sportivo all'Atletica Leggera Bruno Buratti.
La serata sarà anche l’occasione per effettuare la premiazione
del Torneo Sociale di Biliardo 2015.
Serata danzante
Domenica 3 e 17 aprile
Presso la Casa di Ripetta, alle
ore 17,30 il tradizionale Torneo
di Burraco aperto a tutti i Soci,
familiari ed i loro amici.
La quota di iscrizione è di euro
30,00
a
partecipante
comprensiva di cena a buffet.
E’ prevista una quota minima
di 60 partecipanti.
Il Torneo sarà un’occasione
per incontrare Soci ed amici e
trascorrere
insieme
una
piacevole serata.
16 aprile
ore 20,30
Ripetta
Dopo il successo delle serate per Carnevale e per la Festa
della Donna, si replica!
Un’altra occasione per Soci e loro ospiti che amano la
compagnia, la galanteria, il buon mangiare, la musica ed il
ballo.
Cena al buffet, intrattenimento musicale dal vivo e diletto con
la danza….
Aprile 2016 - n.ro 36
Aprile: gli eventi sociali in agenda
3
Commissione Cultura
Maestro Andrea Damiani
Martedì 12 aprile, ore 20
Casa di Ripetta
Un'occasione più unica che rara per divertirsi
con le musiche con cui si dilettavano, in epoca
tardo rinascimentale e soprattutto barocca, i
Barberini e gli altri principi romani nei palazzi
intorno al nostro Circolo. Saranno eseguite dalla
classe di liuto del Conservatorio di Santa Cecilia
diretti dal M° Andrea Damiani con inconsueti e
difficili strumenti quali, oltre al liuto, la tiorba, il
chitarrino alla napoletana, la chitarra spagnola.
Il rutilante mondo delle corti barocche romane
attrassero da ogni dove musici oggi poco
conosciuti (Jean Matelart, Stefano Landi,
Francesco Valdambrini, Gerolamo Kasperger) di
cui sono stati ritrovati preziosi spartiti
Andrea Damiani
manoscritti che in vari casi lasciavano spazio, a
partire da una base più o meno dettagliata,
all'improvvisazione e all'estro degli esecutori.
Una sfida per i musicisti, una delizia per gli
Liuto
ascoltatori.
Chitarrino alla napoletana
Tiorba
Aprile 2016 - n.ro 36
3
Aprile: gli eventi sociali in agenda
Insieme alla Commissione Cultura
Lunedì 18 aprile, ore 19
Casa di Ripetta
1° appuntamento del Circolo con il Giubileo
La proclamazione da parte del Santo Padre del Giubileo
della Misericordia è un fatto rilevante per tutti i cristiani del
mondo ed è particolarmente significativo per la città di
Roma, che ne sarà il fulcro.
Il Circolo, ormai equiparabile per molti aspetti ad una
istituzione all’interno della città, non vuole rimanere
indifferente all’evento e desidera dare il suo contributo ad
una migliore conoscenza e comprensione del suo contenuto
e dei suoi significati, che certamente superano il semplice
ambito confessionale.
In questa ottica, saranno realizzati nella Sede del Circolo tre
In questa ottica, saranno realizzati
nella Sede
tre incontri
volti
esaminare
il tema da
incontri
voltidel
adCircolo
esaminare
il tema
da ad
diverse
angolature.
diverse angolature
Nel primo incontro
oratore
principale
sarà Padre Pedro
Barrajòn, già Rettore
della
Pontificia
Università
Regina
Apostolorum e Luigi
Accàttoli, giornalista
e
scrittore,
editorialista
del
Corriere della Sera.
Il secondo incontro
(16 maggio) avrà
come tema “I Giubilei
nelle religioni: un
incontro
interreligioso”. Il terzo (19 settembre) “La Misericordia nell’arte”
Aprile 2016 - n.ro 36
3
Aprile: gli eventi sociali in agenda
Si parla molto di Giubileo, ma pochi sanno qual è il significato di questa istituzione cattolica e quali
sono i momenti che lo caratterizzano. Ecco qualche dettaglio.
IL SIGNIFICATO DEL GIUBILEO
Per la Chiesa cattolica il Giubileo è l'anno della remissione dei peccati, della riconciliazione,
IL SIGNIFICATO DEL GIUBILEO
della conversione e della penitenza sacramentale. Viene chiamato anche Anno Santo ed è è il
Per la Chiesa cattolica il Giubileo è l'anno della remissione dei peccati, della riconciliazione,
periodo durante il quale il Papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli che si recano a Roma e
della conversione e della penitenza sacramentale. Viene chiamato anche Anno Santo ed è è il
compiono particolari pratiche religiose.
periodo durante il quale il Papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli che si recano a Roma e
compiono particolari pratiche religiose.
Qualche spiegazione per chi non è avvezzo ai termini in uso nella Chiesa cattolica. Il sostantivo
Qualche spiegazione per chi non è avvezzo ai termini in uso nella Chiesa cattolica. Il sostantivo
remissione trae significato dal verbo rimettere, che significa rinunciare a quanto è dovuto (nel caso
remissione trae significato dal verbo rimettere, che significa rinunciare a quanto è dovuto (nel caso
specifico: la pena per avere peccato). L’indulgenza è invece la remissione della pena temporale per i
specifico: la pena per avere peccato). L’indulgenza è invece la remissione della pena temporale per
peccati già “perdonati” attraverso la confessione.
i peccati già “perdonati” attraverso la confessione.
Per ottenere l’indulgenza, bisogna andare pellegrini a Roma (ma non solo) e recarsi in una delle
P LA STORIA DEL GIUBILEO
basiliche maggiori, ma il solo pellegrinaggio - secondo la Chiesa cattolica - non è sufficiente: il
Curiosamente, il Giubileo trae origine dalla tradizione ebraica. Ogni 50 anni, gli ebrei decretavano un
fedele deve confessarsi, fare la comunione, preare e fare un’opera di pietà, di misericordia o di
anno di riposo dei campi, allo scopo di far riposare il terreno e renderlo più fertile per la stagione
penitenza.
successiva. Contemporaneamente, gli schiavi venivano liberati e le terre confiscate venivano
restituite, in modo che le disuguaglianze fossero appianate.
LA STORIA DEL GIUBILEO
Curiosamente, il Giubileo trae origine dalla tradizione ebraica. Ogni 50 anni, gli ebrei decretavano
del Giubileo
ha un’etimologia
ebraica
jobel (yobel)
indica
unAnche
annoildinome
riposostesso
dei campi,
allo scopo
di far riposareebraica:
il terrenolaeparola
renderlo
più fertile
per la stagione
il caprone, il cui corno
veniva
suonatoliberati
per indicare
l’inizio
del Giubileo.
successiva. infatti
Contemporaneamente,
gli schiavi
venivano
e le terre
confiscate
venivano
restituite, in modo che le disuguaglianze fossero appianate.
Il primo
Giubileo
delladel
storia
cattolica
fu istituito nelebraica:
1300 dalapapa
Bonifacio
la prima
volta
Anche
il nome
stesso
Giubileo
ha un’etimologia
parola
ebraicaVIII:
jobelper
(yobel)
indica
(per quanto
ne sappiamo)
si veniva
concedeva
l’indulgenza
plenaria
a tutti
coloro che avessero fatto visita
infatti
il caprone,
il cui corno
suonato
per indicare
l’inizio
del Giubileo.
trenta
volte
alle
basiliche
di
San
Pietro
e
San
Paolo
fuori
le
mura
(quindici
perVIII:
i non
romani).
Il primo Giubileo della storia cattolica fu istituito nel 1300 da papa Bonifacio
per
la primaQuesto
volta
ricordatosidaconcedeva
Dante, chel’indulgenza
ben descrive
nella Divina
flussovisita
di
(perGiubleo
quantoviene
ne sappiamo)
plenaria
a tuttiCommedia
coloro che l’enorme
avessero fatto
pellegrini,
capire
come
venne
organizzato
anche
un doppio
senso
marcia
sul ponte
di
trenta
volte facendoci
alle basiliche
di San
Pietro
e San
Paolo fuori
le mura
(quindici
per di
i non
romani).
Questo
fronte
a
Castel
Sant’Angelo!
Giubleo viene ricordato da Dante, che ben descrive nella Divina Commedia l’enorme flusso di
pellegrini, facendoci capire come venne organizzato anche un doppio senso di marcia sul ponte di
fronte a Castel Sant’Angelo! «Come i Roman per l'essercito molto,
l'anno del giubileo, su per lo ponte
hanno a passar la gente modo colto,
«Come i Roman per l'essercito molto,
che da l'un lato tutti hanno la fronte
l'anno del giubileo, su per lo ponte
hanno a passar la gente modo verso
colto, 'l castello e vanno a Santo Pietro,
da
l'altra sponda vanno verso 'l monte.»
che da l'un lato tutti hanno la fronte
verso 'l castello e vanno a Santo Pietro, (Inferno XVIII, 28-33)
da l'altra sponda vanno verso 'l monte.»
er ottenere
l’indulgenza, bisogna andare pellegrini a Roma (ma non solo) e recarsi in una delle
(Inferno
XVIII, 28-33)
basiliche maggiori, ma il solo pellegrinaggio - secondo la Chiesa cattolica - non è sufficiente: il fedele
deve confessarsi, fare la comunione, preare e fare un’opera di pietà, di misericordia o di penitenza.
Aprile 2016 - n.ro 36
3
Aprile: gli eventi sociali in agenda
GIUBILEO ORDINARIO E GIUBILEO STRAORDINARIO
L’intervallo tra i Giubilei è cambiato più volte nel corso della storia, ma oggi è di 25 anni: l’ultimo
Giubileo detto “ordinario” è stato quello del 2000, il prossimo sarà nel 2025. I Pontefici, però,
possono indire anche Giubilei straordinari: è il caso di quello appena istituito da Papa Francesco.
Anche Giovanni Paolo II indisse un Giubileo straordinario nel 1983, mentre Benedetto XVI proclamò
un Anno paolino, uno speciale anno giubilare dedicato all’apostolo Paolo, in occasione del
bimillenario dalla nascita.
IL GIUBILEO DELLA MISERICORDIA
Il Giubileo straordinario della misericordia è stato indetto da papa Francesco con la bolla
pontificia Misericordiae Vultus.
Annunciato dal pontefice il 13 marzo 2015, ha avuto inizio l'8 dicembre 2015 e si concluderà il
20
Il Giubileo,
che ricorre
cinquant’anni
dalladi
fine
del Concilio
Vaticano
II, e quali
Si novembre
parla molto2016.
di Giubileo,
ma pochi
sannoaqual
è il significato
questa
istituzione
cattolica
è dedicato alla Misericordia.
sono i momenti che lo caratterizzano. Ecco qualche dettaglio.
LE DATE GIUBILARI
IL SIGNIFICATO DEL GIUBILEO
All’interno dell’anno Giubilare 2015-2016 questi i momenti particolari:
Per la Chiesa cattolica il Giubileo è l'anno della remissione dei peccati, della riconciliazione,
della conversione e della penitenza sacramentale. Viene chiamato anche Anno Santo ed è è il
- 8 dicembre 2015: apertura della Porta Santa di San Pietro
periodo durante il quale il Papa concede l’indulgenza plenaria ai fedeli che si recano a Roma e
- 13 dicembre 2015: apertura della Porta Santa di San Giovanni in Laterano
compiono particolari pratiche religiose.
- 13 dicembre 2015: apertura della Porta Santa di San Paolo fuori le mura
- 1 gennaio 2016: apertura della Porta Santa di Santa Maria Maggiore
Qualche spiegazione per chi non è avvezzo ai termini in uso nella Chiesa cattolica. Il sostantivo
- 19/21 gennaio 2016: Giubileo degli operatori dei pellegrinaggi
- 10 febbraio 2016: Invio dei Missionari della Misericordia
- 22 febbraio 2016: Giubileo della Curia Romana, del Governatorato e delle Istituzioni collegate alla
Santa Sede
- 1 aprile 2016: Giubileo per quanti aderiscono alla spiritualità della Divina Misericordia
- 23/25 aprile 2016: Giubileo dei ragazzi e delle ragazze
- 27 maggio 2016: Giubileo dei diaconi
- 1 giugno 2016: Giubileo dei sacerdoti
- 10 giugno 2016: Giubileo degli ammalati e delle persone disabili
- 26/31 luglio 2016. a Cracovia, Giubileo dei giovani e Giornata mondiale della gioventù
- 2 settembre 2016: Giubileo degli Operatori e dei Volontari della Misericordia
- 23 settembre 2016: Giubileo dei catechisti
- 7 ottobre 2016: Giubileo mariano
- 6 novembre 2016: Giubileo dei carcerati
- 13 novembre 2016: chiusura delle Porte Sante nelle basiliche romane e nelle diocesi mondiali
- 20 novembre 2016: chiusura della Porta Santa di San Pietro
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
3
Aprile: gli eventi sociali in agenda
Casa di Ripetta vi aspetta dalle 11.30 alle
16.30 per il Brunch del Reale Circolo
Canottieri Tevere Remo.
Il costo è di 20 euro a persona.
Si può prenotare anche
per familiari e amici,
telefonando
alla
Segreteria
Sociale
(06/3612386
06/3612274) oppure alla
Reception (06/3610300),
fino alle ore 12.00 del
sabato precedente.
3, 10, 17, 24
aprile
12
Aprile 2016 - n.ro 36
4
Aprile: gli appuntamenti sportivi
Vela
D.S. Edoardo sansoni
La Regata 41° Parallelo è
organizzata
dal
RCCTR,
in
collaborazione con lo Yacht Club
Gaeta ed il Club Nautico di Gaeta,
per imbarcazioni a vela di altura
classe ORC e IRC. La Regata si terrà
dal 15 al 17 aprile con partenza
alle ore 24 di venerdì 15 aprile da
Anzio ed arrivo a Gaeta.
L’evento fa parte del circuito di
regate della Combinata d’Altura
2016 - 3° Campionato del Litorale
e delle Isole Ponziane il cui
regolamento è disponibile sul sito.
È consentita l’iscrizione a tutti i monoscafi a vela in regola con le vigenti Norme per la
Navigazione da Diporto, in possesso di valido certificato di stazza ORC e/o IRC, che gareggeranno
in classifica separata, suddivisi secondo la Normativa Federale per la classifica ORC e secondo
criteri di omogeneità per l’IRC. La partecipazione è aperta anche ad equipaggi costituiti da due
persone. Saranno inoltre istituite eventuali altre classi in relazione alle caratteristiche e al
numero degli yacht iscritti. Non sono ammesse imbarcazioni della classe “Minialtura”.
13
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
4
Aprile: gli appuntamenti sportivi
«Team Building»
ad Anzio
1-3 aprile
I Soci interessati a partecipare alla
42^ Vogalonga di Venezia del 15
maggio 2016 sono invitati a darne
comunicazione
alla
Segreteria
Sportiva, anche a mezzo mail
([email protected]
it), indicando se, già formati, i
relativi equipaggi e l'eventuale
timoniere al seguito.
Al fine di consentire una migliore
organizzazione della trasferta, i Soci
sono pregati di provvedere a quanto
sopra entro il giorno 8 aprile
2016.
Vela
D.S. Edoardo sansoni
Il Circolo ospita nuovamente ’evento “team
building” di Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli &
Partners sui Platu 25. Nei giorni 1-3 aprile, 25
professionisti
dello
studio
legale
si
cimenteranno nella sede di Anzio in un ciclo di
lezioni e regate nell’ambito di un programma
di team building”.
Con questo evento il Circolo mette a
disposizione le proprie strutture e capacità
tecniche per diffondere l’interesse e la pratica
della vela attraverso l’organizzazione di eventi
di “team building” che accostino allo sport
velico neofiti e principianti, a fianco di esperti,
per rafforzare la consapevolezza e capacità di
operare in modo coordinato per un obiettivo
condiviso, mettendo a fattore comune capacità
ed esperienza.
E’ obiettivo che il gemellaggio e la
collaborazione del Circolo con realtà
associative, dell’impresa e delle professioni di
sicuro rilievo abbia il potere di rafforzare
l’immagine ed il riconoscimento del circolo
medesimo nella società civile, contribuendo
alla più piena attuazione delle sue finalità
istituzionali.
Per l’evento l Circolo dispiegherà assistenza
tecnica a terra ed in mare, didattica ,a bordo
ed in aula, e si avvarrà di tutor qualificati su
ogni barca, affiancando l’allenatore Alessio
Picciotti.
14
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
4
Aprile: gli appuntamenti sportivi
Runner
D. S. Atletica Leggera Bruno M. Buratti
Domenica 17 aprile
si disputerà la XVIII edizione della
"Amway Appia Run", gara podistica su strada di 13 km inserita nel
campionato sociale 2015/2016.
La partenza della gara - ore 9:30 - sarà a Viale delle Terme di
Caracalla e l'arrivo all'interno dello Stadio delle Terme di Caracalla;
il percorso, suggestivo ed impegnativo, sarà lo stesso della
precedente edizione con transito su Via Appia Antica (con due
passaggi) e Via Appia Pignatelli ed all'interno del Parco della
Caffarella. La "Appia Run" è divenuta nel tempo una gara molto
partecipata dai runners del Tevere Remo, per cui l'auspicio è che
anche per la prossima edizione il nostro Circolo abbia un nutrito
numero di atleti partecipanti.
La richiesta di iscrizione, presso la Segreteria Sportiva, dovrà essere comunicata entro venerdì 8
aprile p.v.
10^ edizione Torneo Club Circoli Sportivi Storici
Memorial Mauro Rosati
Calcetto
D.S. Francesco Camurri
Reale Circolo Canottieri Tevere Remo
Circolo Canottieri Aniene
Circolo Canottieri Lazio
Tennis Club Parioli
Circolo Canottieri Roma
Circolo Tennis Eur
Eur Sporting Club
under 10, under 12, assoluti, over 40, over 50, over 60
Polo Club
Calcetto
D.S. Francesco Camurri
Prosegue la 7^ edizione del Torneo di calcio a 5
“ Gian Marco Salvati “
Per le categorie Assoluti, Over 40, Over 50 e Over 60 e per i bambini nati negli anni 2003 e 2004.
Il torneo si svolge presso il Circolo Canottieri Roma e terminerà il 10 aprile.
15
Aprile 2016 - n.ro 36
4
Aprile: gli appuntamenti sportivi
Canottaggio
D.S. Alberto Costantini
I nostri master si preparano alacremente per gli incombenti appuntamenti agonistici di Sabaudia
(17 aprile 2^ gara regionale), cercando di coniugare gli allenamenti sotto la supervisione del
Direttore tecnico Marco Massai, previsti tutti i giorni dispari dalle 13.30 alle 14.30 presso il
galleggiante dell’ISA, con le uscite dei vari equipaggi iscritti alla prova di canottaggio delle
Tiberinalia, prevista per il 30 aprile.
L’obiettivo è quello di far crescere la partecipazione dei soci alle gare e, comunque, di avvicinarli
sempre più alla pratica di questo sport meraviglioso che è il canottaggio.
Proprio in occasione della prossima gara regionale di Sabaudia del 17 aprile, è in fase di
organizzazione un “week end di solo canottaggio” sul lago di Paola, dove, il sabato precedente alla
regata, tutti gli equipaggi, sia giovani che master, potranno provare il campo di gara con uscite sia la
mattina che il pomeriggio e condividere due giornate di sport e di amicizia.
Dal canto loro i nostri giovani atleti, chiamati a fronteggiare una concorrenza sempre più
agguerrita, continuano ad offrire leve al canottaggio nazionale, che si ritroverà a Varese per la
World Rowing Cup del 15-17 aprile.
5
Il Comitato Organizzativo
si riserva di modificare il
calendario per ragioni
meteo o per cause di forza
maggiore.
Tiberinalia
Aprile 2016 - n.ro 36
5
Team Blu
Guglielmo Grant
Scalia Alberto - Capitano
Aleandri Stefano
Amato Leonardo
Angeloni Simone
Antonica Mattia
Barni Andrea
Basili Lorenzo
Briguglio Ilio
Briscione Marco
Capizzi Antonio
Catalano Gianrocco
Cataldi Tassoni Andrea
Cataldi Tassoni Bruno
Ceci Giorgio
Chiola Lillo
Ciuffa Antonio
Di Pierro Giovanni
Frigieri Tomaso Pardo
Gentili Claudio
Giammaria Pierluigi
Giannantoni Gabriele
Grappelli Giorgio
Grillo Domenico
Guzzo Pierpaolo
Lami Giovanni
Lattanzi Filippo
Leone Luca
Lucarelli Matteo Maria
Lucidi Sandro
Lupoi Giuseppe
Marciani Massimo
Marini Balestra Andrea Stef
Massaria Federico
Mattei Edoardo
Maugeri Vittorio
Minucci Noralee
Montana Angelo
Muzi Mario
Nuzzo Antonio
Oliviero Luigi
Papini Andrea
Puri Paolo
Quintavalle Andrea
Ravagnani Paolo
Ravagnani Stefano
Riccardi D'Adamo Gianfredo
Ricci Gabriele
Ricci Lorenzo
Santevecchi Andrea
Schiavoni Fernando
Scuriatti Paolo
Segnalini Francesco Maria
Silvestre Giuseppe
Staccioli Marco
Tabili Aldo
Toscano Giuseppe Maria
Ventola Aldo
Viscuso Gianni
Vivani Alberto
Zappalà Stefano
Tiberinalia: le squadre
Team Rosso
Ladislao Odescalchi
Granzotto Andrea - Capitano
Accardi Alberto
Ballesio Massimo
Barbantini Scanni Lorenzo
Barbato Alfredo
Bauml Claudio
Bernardini Betti Valerio
Bianco Michele
Bruno Emanuele
Bruschetti Antonio
Bruschetti Luigi Maria
Camurri Francesco
Cappelluzzo Gianfranco
Carsillo Felice
Cavalcanti Nicolò
Cavicchia Scalamonti Anton
Coli Marco
De Paolis Alessandro
De Stefani Emanuele
Di Prisco Valentino
Eleuteri Maurizio
Franceschi Flavio
Giannini Andrea
Lais Giorgio
Lavitola Livio
Leo Servidio Giorgio
Leone Alessandro
Lo Faso Giovanni
Longarini Gabriele
Lucchetti Luigi
Lucciarini Luca
Luvarà Nicola
Maccallini Alfredo
Mangano Luca
Marinuzzi Ronconi Raul
Masala Daniele
Meloncelli Alessandro
Morani Giuseppe
Panà Marcello
Pappalardo Massimo
Pavoni Claudio
Pertosa Raffaele
Pica Emiliano
Picone Pierfrancesco
Popoli Margherita
Quintieri Massimiliano
Ravagnani Giuliano
Ravagnani Virgilio
Rijnders Christiaan
Sansoni Claudio
Sansoni Giuseppe
Santevecchi Arianna
Santovetti Rodolfo
Scoccini Enrico
Scrascia Andrea
Signorelli Paolo
Sindona Ciro
Sperati Lorenzo
Tabili Maurizio
Todde Giovanni
Tribulato Ugo
Varzi Raniero
Team Bianco
Prospero Colonna
Scuriatti Luca - Capitano
Abenavoli Fabio Massimo
Alagia Giuseppe
Barni Edoardo
Barrile Riccardo
Bauml Federico
Bellei Gianluca
Bompadre Stefano
Bovo Franco
Brancadoro Marco
Bruschetti Leonardo
Buratti Bruno Maria
Capezzuoli Lorenzo
Capezzuoli Stefano
Capocaccia Roberto
Cappelli Francesco
Cappelli Orazio
Carli Marco Felice
Castellini Enrico
Cerasaro Ernani Francesco
Costantini Alberto
Costigliola Michele
Danusso Massimiliano
Emiliozzi Marcello
Fontana Leonello
Fradusco Fabio
Gallo Albino
Giordano Carlo
Gorelli Claudio
Haas Spithover Stefano
Lais Stefano
Lucarelli Giorgio
Lucarelli Paolo Maria
Macaione Massimiliano
Maira Massimo
Maraga Piero
Marino Michele
Meduri Guido
Milano Francesco Saverio
Minucci Stefano
Nicolini Franco
Novelli Francesco
Nuzzo Serrani Tiziana
Orefici Alessandro
Palmieri Pierpaolo
Providenti Salvatore
Ramoni Paolo
Rampioni Matteo
Recchioni Stefano
Reda Gregorio
Riccioni Alessandro
Roscioli Andrea
Scuriatti Matteo
Sebastiani Alessio Carlo
Sebastiani Giandomenico
Simonetti Fabrizio
Sperati Andrea
Staderini Claudio
Tolai Bartali Andrea
Tombolini Roberto
Vetrano Alessandro
Team Giallo
Giuseppe De Riseis
Amato Luca - Capitano
Anatriello Claudio
Averardi Andrea
Barbaranelli Enrico
Barni Carlo
Barni Federico
Barone Luigi
Bartolomei Gabriele
Biggiero Fulvio
Caramanti Maurizio
Casalini Andrea
Casalini Guglielmo Maria
Cecinelli Andrea
Celesti Valerio
Cerciello Simone
Ciampi Matteo
Committeri Gianmarco
Corrado Antonello
De Matteis Carlo
Di Paolo Carlo
Diotallevi Alessandro
Diotallevi Stefano
Forlini Andrea
Gallegati Piero
Galletta Alessandra
Gallori Lauro
Gatti Emanuele
Gazzi Alessandro
Gibellini Stefano
Gorrieri Ezio
Graziani Alessandro
Grillo Corrado
Guerrieri Massimo
Lazzari Alberto
Lucarelli Lorenzo Maria
Luciani Mario
Milani Lorenzo
Milano Sveva
Orefici Mauro
Palmieri Luigi
Pennacchio Claudio
Perrone Andrea
Pezzuto Raffaele Walter
Pouchain Marco
Prosperi Mangili Loren
Prosperi Mangili Stef
Quadri Roberto
Romagnolo Joseph
Salvatori Telemaco
Sansoni Edoardo
Santi Michele
Santucci Stefano
Schiavello Bruno
Sgrò Ivano
Signorelli Luca
Smedile Sergio
Smorto Fabio
Tortorolo Luca
Trombetta Enzo
Valerio Alfredo
Zanin Marco
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
17 marzo - Sede Sociale
Cena Ordine della Grotta, presentazione nuovi Soci e riconoscimenti ai Soci
con 25, 40 e 50 anni di anzianità nel Circolo
Serata di celebrazioni la scorsa settimana al CC Tevere Remo. Salone di rappresentanza a Ripetta
gremito per l'occasione. Dopo la presentazione dei nuovi Soci, chiamati uno a uno dal Presidente
Giuseppe Lupoi per la consegna del prestigioso Diploma di appartenenza, è stata la volta dei
festeggiamenti per i Soci che hanno compiuto 25, 40 e 50 anni di anzianità.
Ma non solo: è stato celebrato, come ogni anno, l'Ordine della Grotta, gruppo amichevole all'interno
del Circolo nato per ricordare tutti quei Soci di lunga militanza che con la loro passione e dedizione
hanno
a mantenere
vita le tradizioni,
lo spirito
e laSalone
cultura didel
Circolo sportivoa e
Serata contribuito
di celebrazioni
la scorsainsettimana
al CC Tevere
Remo.
rappresentanza
culturale
più
antico
della
Capitale,
affrontando
e
superando
anche
tante
difficoltà.
poesia
Ripetta gremito per l'occasione. Dopo la presentazione dei nuovi Soci, chiamatiBella
uno la
a uno
dal
dedicata
all'Ordine
da
parte
del
Socio
Piero
Manocchio.
Presidente Giuseppe Lupoi per la consegna del prestigioso Diploma di appartenenza, è stata
La
seratadei
è stata
anche l'occasione
per presentare
da parte deldei
Prof.
Francesco
Violicompiuto
(Direttore25
della
la volta
festeggiamenti,
con momenti
di commozione,
Soci
che hanno
Divisione
I Clinica Medica
Socio e campione
olimpionico
Daniele
anni di appartenenza,
40- Centro
(tra cuiAterotrombosi),
spicca il nomeinsieme
del VicealPresidente
Alessandro
De Paolis,
e
Masala,
un
interessante
progetto
medico
di
risonanza
nazionale
e
che
coinvolgerà
il
Circolo,
50 (Piero Gallegati e Tonino Venturini). Ma non solo: è stato celebrato, come ogni anno,
comparando
sportivi
verso soci
non isportivi
pari militanza
età e cercando
cosìladiloro
valutare
sul campo
l'Ordine dellasoci
Grotta,
costituito
da tutti
Soci di di
lunga
che con
passione
e
quanto
l'esercizio
fisico
possa
contribuire
a
combattere
l’arteriosclerosi
e
l'insorgenza
dei
tumori.
dedizione hanno sempre mantenuto in vita le tradizioni, lo spirito e la cultura del Circolo più
Serata
Circolo,
come di consueto, all'altezza delle migliori tradizioni.
antico al
della
Capitale.
La
serata
è stata anche
l'occasione
per Piacentino
presentare
da parte
del
Francesco
Violi Cerasaro,
Insieme
al Presidente
Lupoi (da
sinistra): Valerio
Piscitelli,
Davide
DeProf.
Franco,
Ernani Francesco
(Direttore
della
Divisione
I
Clinica
Medica
Centro
Aterotrombosi,,
insieme
al
Socio
e
Matteo Rampioni, Mattia Antonica, Edoardo Falconi, Paolo Maria Lucarelli
campione olimpionico Daniele Masala,
un interessante progetto medico di risonanza nazionale e che coinvolgerà il Circolo,
comparando soci sportivi verso soci non sportivi di pari età e valutare così sul campo quanto
l'esercizio fisico possa contribuire a combattere l’arteriosclerosi e l'insorgenza dei tumori.
Serata al Circolo, come di consueto, all'altezza delle migliori tradizioni
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
17 marzo - Sede Sociale
Presentazione nuovi Soci e riconoscimenti ai Soci con 25, 40 e 50 anni di anzianità nel Circolo
Nuovo Socio
1° presentatore
2° presentatore
MATTIA ANTONICA (giovane)
GIUSEPPE LUPOI
ENZO TROMBETTA
PAOLO BAVASSANO
CARLO CICALA
MASSIMO FIORANELLI
ROBERTO CARRELLI PALOMBI DI MONTRONE
EDOARDO BARNI
FEDERICO BARNI
ERNANI FRANCESCO CERASARO (giovane)
MARCO MACCAFERRI
ENZO TROMBETTA
EDOARDO DAPPIO (giovane)
ALESSIO SEBASTIANI
LUCIANO TROTTA
DAVIDE DE FRANCO (giovane)
FABIO ARDUINI
MARCO ARDUINI
RICCARDO DI PIETRO
MASSIMO FIORANELLI
ETTORE SPAGNUOLO
EDOARDO FALCONI (giovane)
ERNESTO MANNA
PIERO GALLEGATI
Soci 25 anni
LUCA COLONNELLI DE
GASPERIS
MATTIA COLONNELLI
DE GASPERIS
LUIGI PALMIERI
GABRIELE SAITTA
Soci 40 anni
SILVIO DE’ MICHIELI
VITTURI
ALESSANDRO DE PAOLIS
ANDREA GIANNINI (giovane)
ANGELO MONTANA
GIUSEPPE LUPOI
PIETRO MAZZA
PAOLO MARIA LUCARELLI (giovane)
GIORGIO LUCARELLI
GIUSEPPE LUPOI
GIOVANNI MASSAGLI (giovane)
ANGELO MONTANA
FRANCO BOVO
ROGER OLIVIERI
EDOARDO BARNI
ANDREA PERRONE
VALERIO PIACENTINO PISCITELLI (giovane)
ANGELO MONTANA
GIUSEPPE LUPOI
MATTEO RAMPIONI (giovane)
GIULIANO ANSUINI
ALBERTO SCALIA
CLAUDIO ROMANO
MASSIMO FIORANELLI
ETTORE SPAGNUOLO
FABRIZIO SALVINELLI
ALBERTO COSTANTINI
GIUSEPPE LUPOI
MARCO TULLI (giovane)
DOMENICO TULLI
MARCELLO PANA’
MASSIMILIANO
QUINTIERI
GIANCARLO
SABBADINI
BRUNO SCHIAVELLO
TULLIO TULLI
Soci 50 anni
PIERO GALLEGATI
TONINO VENTURINI
ENRICO VIZZA
MARCO BONITO
ANDREA CASALINI
19
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Giorgio Lucarelli
ed Alessandro De Paolis
Cosa abbiamo fatto a marzo
17 marzo 2016
Casa di Ripetta
Tonino Venturini, Giuseppe Lupoi e Piero Gallegati
Carlo Cicala, Massimo Fioranelli, Paolo Bavassano e Giuseppe Lupoi
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
17 marzo 2016
Casa di Ripetta
Andrea Casalini, Marco Bonito ed Enrico Vizza
Massimo Guerrieri, Silvio De’ Michieli Vitturi ed Ettore Spagnuolo
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
17 marzo 2016
Casa di Ripetta
Francesco Tramontano, Piero Manocchio e Giovanni Salvini
Alessio Sebastiani, Edoardo Dappio, Giuseppe Lupoi e Luciano Trotta
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
17 marzo 2016.
Casa di Ripetta
Ordine della Grotta
Pure stasera l’emozione è tanta
nel veder la compagine sociale
viva e più numerosa del “sessanta”….
quando “pischello” entravo in queste sale.
Eravamo ridotti al lumicino
nonostante trionfi in tempi andati
sembravano segnati dal destino:
sempre più pochi … ma non abbacchiati.
E nell’orgoglio della tradizione,
da provati “velisti” e “canottieri”,
mettemmo nuovo impegno e gran passione
a cercar nuovi sbocchi più di ieri.
Ci sembrava l’avessimo trovati
nell’occasione ghiotta appetitosa
degli impianti dei nostri “deputati”
sulla golena de’ l’Acqua Acetosa …
E insieme a loro fummo ben contenti
di riportarli “a lustro” in “convenzione”
non prevedendo che da “paraventi”
n’avrebbero ripresa la gestione,
e noi rimasti male, anzi “maluccio”,
preso atto di questa conclusione,
che c’ha lasciati come “don Falcuccio”…
cercammo qualche nuova soluzione.
Partendo da due campi lì vicino,
con grande fede e spirito di lotta,
s’è riavviato un fulgido destino
grazie ai soci chiamati “della grotta”.
Insieme con noi, vecchi “fondatori”
-andatevi a veder chi e quanti siamoda allora, conquistati nuovi allori,
voi “nuovi”con orgoglio qui accogliamo.
E da quanto vissuto fino a ieri
nella scia di chi ci ha preceduto
ricordate che siete “canottieri”
del Circolo più vecchio è risaputo
ed ora non ci resta che intonar
Tevere Remo evviva
hip. hip urrà.
Roma, 17/3/2016
Piero Manocchio
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
17 marzo 2016.
Casa di Ripetta
PROGETTO DI RICERCA: L’ESERCIZIO FISICO COME ANTI-INFIAMMATORIO
La base di questa ricerca fa riferimento a pregressi studi clinici e sperimentali che hanno
documentato come l’esercizio fisico aerobico sia associato ad una riduzione del rischio di morte di
circa il 30%. Questo effetto è prevalentemente da attribuire ad una riduzione di eventi
Serata
di celebrazioni
settimana
al CC Tevere
rappresentanza
a
cardiovascolari
ma nonla scorsa
è escluso
che l’esercizio
fisico Remo.
possa Salone
anche di
avere
effetti positivi
Ripetta
gremito
per l'occasione.
Dopo
la base
presentazione
dei nuoviè,Soci,
chiamati
a uno
sull’incidenza
di tumori.
Il meccanismo
alla
di questo fenomeno
tuttavia,
poco uno
chiaro.
Studidal
Presidente
Giuseppe
Lupoi
per
la
consegna
del
prestigioso
Diploma
di
appartenenza,
è
stata
nell’animale hanno documentato che l’esercizio fisico riduce la formazioni di radicali liberi
la
volta dei festeggiamenti,
momenti
di importante
commozione,
deisviluppo
Soci chedell’arteriosclerosi
hanno compiutoe25dei
dell’ossigeno,
che sembrano con
avere
un ruolo
nello
anni
di appartenenza,
(tra cuisispicca
il nome
del Vicecome
Presidente
Alessandro
Paolis,
tumori.
In altre parole, 40
l’esercizio
potrebbe
comportare
un anti-ossidante
e De
quindi
comee
50
(Piero
Gallegati
e
Tonino
Venturini).
Ma
non
solo:
è
stato
celebrato,
come
ogni
anno,
anti-infiammatorio. Questa ipotesi, tuttavia, non è stata mai testa nell’uomo.
l'Ordine
dellail Grotta,
da tutti i Soci
di lunga
militanza
con la loro Francesco
passidedizione
Insieme con
nostro costituito
Socio e Campione
olimpico
Daniele
Masala,che
il professore
Violi
hanno
sempre
mantenuto
in
vita
le
tradizioni,
lo
spirito
e
la
cultura
del
Circolo
più
antico
hanno pensato di effettuare uno studio, cross-sectional, nel nostro circolo, comparando della
soci
Capitale.
sportivi verso soci non sportivi. L’attività sportiva sarà quantizzata attraverso il questionario che
sarà inviato ai Soci stessi. La comparazione sarà fatta con un rapporto 1:1, cioè ogni socio sportivo
La
serata
anchecon
l'occasione
persportivo
presentare
daetà.
parte
del Prof.
Francesco
verrà
messoè astata
confronto
un socio non
di pari
Il numero
previsto
sarà diVioli
50 soggetti
(Direttore
della
Divisione
I
Clinica
Medica
Centro
Aterotrombosi,,
insieme
al
Socio
e
per gruppo.
campione olimpionico Daniele Masala,
La ricerca sarà effettuata
nell’Istituto di I Clinica Medica,
Policlinico
Umberto
I
un interessante progetto medico di risonanza nazionale e che coinvolgerà il Circolo,
Università Sapienza, senza
comparando soci sportivi verso soci non sportivi di pari età e valutare così sul campo quanto
alcun costo per il Circolo. Ad
l'esercizio fisico possa contribuire a combattere l’arteriosclerosi e l'insorgenza dei tumori.
ogni socio sarà studiata la
funzione cardiaca e vascolare
Serata al Circolo, come di consueto, all'altezza delle migliori tradizioni
con metodi non invasivi
(ecocardiogarmma e doppler e
pressione arteriosa) e saranno
prelevati campioni di sangue
per lo studio dei grassi e della
glicemia. Ogni socio dovrà
infine portare un campione di
urina della mattina.
Daniele Masala e Francesco Violi
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
Commissione Cultura
Giorgio Nascetti
14 marzo - Casa di Ripetta
“ LIEDER E CHANSONS”
Programma:
FRANZ SCHUBERT (1797-1828)
- An die Musik op.88 n.4 / Auf dem Wasser zu
singen op.72 / Die junge Nonne op.43 n.1
L’Istituto Superiore per la Protezione e la RicercaJOHANNES
Ambientale, ISPRA,
è stato
istituito con la legge
BRAHMS
(1833-1897)
133/2008 di conversione, con modificazioni,- del
Decreto Op.3
Leggen.1
25/giugno
2008, n.Op.43
112. n.2 /
Liebestreu,
Die Mainacht,
Christine Streubühr
Von ewiger Liebe, Op.43 n.1
L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA) è ente pubblico di ricerca,
Nella scelta dei nostri concerti, e nella
dotato di personalità giuridica di diritto pubblico,
autonomia
tecnica, (1860-1911)
scientifica, organizzativa,
GUSTAV
MAHLER
loro tendenziale varietà, cerchiamo di
finanziaria, gestionale, amministrativa,
e contabile.
(su testipatrimoniale
di Des Knaben
Wunderhorn): - Wo die
essere attenti anche ai suggerimenti o alle
L'ISPRA è sottoposto alla vigilanza del Ministro dell'ambiente
e
della
tutela
territorio
e del
mare.
schönen Trompeten blasendel/ Das
irdische
Leben
/
preferenze che captiamo dai nostri soci.
Il Ministro si avvale dell’Istituto
nell'esercizio
Des
Antonius
von
Padua
Fischpredigt
/
Urlicht
Alcuni, come l’Opera, sono difficilmente
realizzabili per vari e intuitivi motivi. Ma i
KURT WEILL (1900-1950)
lieder, questa raffinata forma musicale
- Je ne t’aime pas / Youkali
che conta estimatori anche nelle nostre
fila, cerchiamo sempre che siano presenti,
seppure non con grande frequenza, nella
nostra programmazione.
In essi la protagonista, al centro della scena, è la voce, in assoluto il primo strumento musicale che
l’uomo o la donna hanno avuto a disposizione e imparato a modulare. Lo possediamo tutti, ma solo
chi lo ha coltivato per anni e anni potrà produrre quelle straordinarie melodie capaci di affascinare
o, come nel caso delle Sirene di Ulisse, anche di stregare.
Una intelligente scelta rigorosamente cronologica ci ha fatto volare nel periodo d’oro in cui questa
forma ha forse raggiunto la sua massima eleganza. Autori e mezzosoprano naturalmente tedeschi
perché tedesca è la patria, oltre che il nome, di questo genere, che ha la natura e l’amore quali suoi
principali temi ispiratori. Dal delizioso e lieto Shubert, al più musicalmente accigliato Brahms (ma
meno del solito), da un ironico Mahler a un Weill che qui ci ha ricordato un moderno chansonnier.
E anche noi, come Ulisse, ci siamo fatti stregare…..
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
21 marzo - Casa di Ripetta
Commissione Cultura
Sono intervenuti:
• Prof. Massimo Osanna, Soprintendente di Pompei, Ercolano e Stabia
• Gen. di D. (CC) Luigi Curatoli, Direttore del Grande Progetto Pompei
Moderatore:
il Socio Daniele Ravenna, Direttore Generale del Ministero dei Beni Culturali
Per molto tempo Pompei ha
fatto notizia solo in negativo,
quando la pioggia faceva
cadere un muro di una domus
o i turisti trovavano i cancelli
Il Grande Progetto
Pompei
si avvale dell' Intesa Interistituzionale Legalità e Sicurezza del 20 Gennaio
dell’area
archeologica
chiusi
2012sciopero.
tra il Ministro
della Coesione, il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, il Ministro
per uno
Ma forse
dell’Interno,
il Ministro
dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed il Presidente dell’Autorità di
pochi
sanno che
oggi l’antica
Vigilanza
sui
contratti
pubblici
città romana è un grandiosoper la sicurezza degli appalti, con la firma del Protocollo di Legalità del
5 aprile 2012.
cantiere, dove si sta giocando
una duplice sfida. Da una
parte si lavora a ritmi serrati
per portare a compimento, nel
rigoroso rispetto dei tempi e
del budget, il “Grande
Progetto
Pompei”,
piano
straordinario di investimenti
cofinanziato
dall’Unione
Europea.
Dall’altro si va costruendo un nuovo e moderno modello di organizzazione e gestione, per valorizzare
adeguatamente un sito archeologico unico al mondo.
Di questa sfida ne abbiamo parlato con le due persone probabilmente più qualificate e competenti
per farlo: il generale dell’Arma dei Carabinieri Luigi Curatoli, Direttore del “Grande Progetto Pompei”,
e il prof. Massimo Osanna, Soprintendente di Pompei, Ercolano e Stabia.
Durante la serata è stato proiettato il suggestivo ed originale cortometraggio “Pompei, eternal
emotion” del regista Pappi Corsicato.
E tutti ci aspettiamo che Pompei, oltre ad uno straordinario passato, abbia di fronte a se anche un
lunghissimo e grande futuro……….
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
Affiliazione Moto Club Tevere Remo
Si è conclusa positivamente la procedura di
conferma dell’affiliazione del nostro Moto Club alla
Federazione Motociclstica Italiana per l’anno 2016.
Con ben 32 Soci all’attivo, tutti centauri, il Moto
Club RCCTR inizia il suo ottavo anno di attività
all’insegna dell’entusiasmo e della sportività.
il Tevere Remo è l’unico tra i Circoli
dell’affiliazione delRicordiamo
Moto Club che
R.C.C.T.R.
storici romani ad essere dotato, da tempo, di un
Moto Club avente soggettività giuridica ed affiliato
alla FMI e al CONI.
Grandi movimenti tra i bikers, impegnati
nell’acquisto degli ultimi modelli a “2 ruote”,
italiani ed esteri, nonché nell’organizzazione di
iniziative ed uscite fuori porta, sempre all’insegna
della simpatia e goliardia.
In programma, a breve, anche l’organizzazione di un Corso di guida per motociclisti esperti, tenuto
da Istruttori federali, presso uno dei famosi Circuiti motociclistici italiani.
Chi fosse interessato ad avere informazioni o ad iscriversi al Moto Club può contattare il socio
Sandro Bartolomucci.
Serata danzante
8 marzo - Ripetta
Una serata dedicata ai Soci e loro ospiti che amano
la compagnia, la galanteria, il buon mangiare, la
musica ed il ballo. Cena al buffet, intrattenimento
musicale dal vivo e diletto con la danza…….
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
Runner
D. S. Atletica Leggera Bruno M. Buratti
Domenica 13 marzo u.s. si è disputata la 42^ edizione della Mezza Maratona più partecipata a
livello nazionale: la Roma-Ostia .
Superata ,ancora una volta, la soglia dei diecimila atleti che dall'Eur hanno affrontato l'intero ed
impegnativo tratto della Cristoforo Colombo sino a "La Rotonda" di Ostia, per poi raggiungere il
traguardo dei km 21,097 posto sul lungomare.
Condizioni ideali per una gara podistica: temperatura fresca, cielo velato e leggero venticello alle
spalle negli ultimi 7 Km.
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
Runner
D. S. Atletica Leggera Bruno M. Buratti
Con queste favorevoli condizioni meteorologiche i Runners del Tevere Remo hanno ottenuto due
grandi risultati di squadra: record assoluto di partecipanti (23 atleti, oltre ai due giovanissimi
Leonardo Massai e Ottavia Ravoni ) e migliore prestazione cronometrica collettiva con 12 atleti
che hanno concluso la gara con un tempo inferiore a 1:45:30 (ovvero 5' al Km.) !
Gara fantastica per Maurizio Tabili (1:21:12) che ha stabilito il primato personale; seguono
Stefano Padoa (1:32:12) Lorenzo Ricci (1:34:04) Matteo Rampioni (1:35:27) Giuseppe Alagia
(1:38:31) Bruno Buratti (1:38:45 personale di categoria) Gian Marco Committeri (1:39:21) Livio
Lavitola (1:39:22 personale di categoria) Andrea Roscioli (1:40:33) Andrea Tolai Bartali (1:42:16)
Stefano Diotallevi (1:42:23) Gabriele Ricci (1:45:52) Debora Navarra (1:47:33) Marco Briscione
(1:47:36) Alessia Gallegati (1:48:13) Giovanni Mundula (1:48:20) Gianfredo Riccardi D'Adamo(
1:48:58) Raoul Marinuzzi Ronconi (1:50:17) Salvatore Providenti (1:52:27) Pierpaolo Palmieri
(1:53:27 personale di categoria) ) Sveva Milano (1:55:16) Massimiliano Cito (2:08:01) e Francesco
Padoa (2:12:55).
Un particolare apprezzamento per i runner che hanno affrontato per la prima volta il "muro" dei
Km 21,097: Stefano Padoa, Lorenzo Ricci, Andrea Tolai Bartali, Gianfredo Riccardi D'Adamo e
Salvatore Providenti, Leonardo Massai e Ottavia Ravoni.
Ancora una volta, il Tevere Remo, per numero di partecipanti e performance cronometrica,
primeggia tra i Circoli Storici della Capitale! Questo risultato di squadra, ottenuto peraltro in una
delle gare podistiche nazionali più prestigiose ed impegnative, è la conferma che il movimento
running continua a crescere in numero di iscritti e in qualità di risultati.
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
7 marzo - Ripetta
Vela
D.S. Edoardo Barni
La Lega Italiana Vela ha presentato il programma
velico 2016
Ospiti del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo nella prestigiosa
sede di Via di Ripetta, venticinque Presidenti e Referenti dei Club
aderenti si sono riuniti a Roma il 7 marzo 2016 per definire il
programma della stagione Legavela 2016. La riunione è stata
nobilitata dalla partecipazione del pluri campione del mondo
Vasco Vascotto, il quale ha confermato che il mondo della vela
sentiva il bisogno di un’iniziativa, come quella della Legavela, che
valorizzasse l’attività dei Club velici e che
introducesse un nuovo format di regata.
Durante la riunione sono state esaminate
le candidature dei Club ospitanti e altre
sono state proposte dai Presidenti presenti.
Inoltre Mats Runstorm, importatore
europeo, ha presentato ai Club il monotipo
di produzione cinese Far East 23R mentre
Paolo Semeraro ha svelato il suo nuovo
progetto del monotipo della serie NEO.
Vela Flash – Campionati invernali
Vela
D.S. Edoardo Barni
Campionato invernale di Riva di Traiano
Con una splendida ed avvincente performance nell’ultima prova, che la ha vista concludere per
la seconda volta al 1° posto “overall”, Vulcano II° di Giuseppe Morani è risultato 1° in Classe IRC4
e 2° “overall” in classifica generale IRC. Ancora una volta questo esperto equipaggio familiare di
“non professionisti” afferma la capacità di distinguersi con i colori del Tevere Remo, in un contesto
di altissimo livello.
Ad avvicendarsi al timone di Vulcano II° con il bravo Peppe, l’altrettanto brillante e giovane atleta
Tevere Remo, Diego Morani.
A padre e figlio i nostri complimenti ed i migliori auguri per i prossimi impegni della stagione
d’altura 2016.
Segue a pagina successiva
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
Vela Flash – Campionati invernali
Vela
D.S. Edoardo Barni
Un finale in
crescendo quello
di Tevere Remo
Mon Ile, il First 40
che, come
Vulcano II°,
coinvolge
esclusivamente
soci e tesserati
Tevere Remo: 2°
in Classe IRC 2 e
10° “overall” in
classifica generale
IRC .
Complimenti
quindi anche per
Gianrocco
Catalano, Giuliano
Ravagnani, Andrea
Perrone e per gli
altri numerosi
consoci, tra i quali
il nostro
Presidente, che si
sono avvicendati
in equipaggio
nelle sette prove
dell’invernale.
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
Vela Flash – Campionati invernali
Campionato Invernale Monotipo di
Anzio e Nettuno
Brillante 2° posto in Classe Platu 25, dopo un
avvincente duello all’ultima prova delle tredici
disputate con il diretto avversario, di ITA 402
Bonaventura, armata dai soci Edoardo Barni,
Alessandro Riccioni e Domenico Tulli.
Ottima, considerata la recente esperienza nella
classe, la prestazione dell’equipaggio Tevere
Remo coordinato dai giovani Tommaso e
Lorenzo Lucarelli (amici e consoci, ma non
fratelli) che su ITA 180 Mirò, si sono qualificati
in 5° posizione.
I migliori auguri anche a questi nostri due
equipaggi portacolori, impegnati a partecipare
al Campionato Italiano in programma a Giugno
a Mandello Lario, sul lago di Como.
Vela
D.S. Edoardo Barni
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Cosa abbiamo fatto a marzo
Vela Flash – Campionato Invernale di
Fiumicino in Classe Regata ORC.
Vela
D.S. Edoardo Barni
Wanax X-37 si è classificato 3° overall al Campionato Invernale di Fiumicino in Classe Regata
ORC.
La bella imbarcazione, armata e timonata da Giovanni Di Cosimo, vantava in questa occasione in
equipaggio diversi soci e/o tesserati Tevere Remo, che hanno validamente contribuito a questo
bel risultato: Antonello Corrado, Stefano Foschi, Federico Scola, Francesco Musotto, Silvia
Bruzzone, Andrea Carboni.
Forse non tutti sanno che……….Stazza ORC o IRC (Stazzare una barca da regata)
Per svolgere attività agonistica o sportiva d'altura, è necessario un certificato di stazza
ufficiale. La Federazione Italiana Vela (FIV), è l'ente organizzativo che rappresenta sul
nostro territorio l' International Sailing Federation (ISAF) e quindi l'unico a riconoscere
l'attività velica in Italia. Per l'attività sportiva a tempi compensati (rating), la FIV adotta il
regolamento chiamato Offshore Racing Congress (ORC), un ente internazionale per la
certificazione di rating ORC International e Club, i quali vengono emessi dal "Rating Office"
della FIV.
Esiste anche un altra tipo di certiciazione che può essere rilasciato dall' IRC (International
Rule Club, diviso in 2 categorie: standard o semplificato.
Aprile 2016 - n.ro 36
6
Regata Nazionale 555FIV
Cosa abbiamo fatto a marzo
Vela
D.S. Edoardo Barni
RCCTR 2°, 3° e 1° Under 16
Se Genova vince, il resto del podio è tutto RCCTR. Due dei tre equipaggi portacolori del Reale Circolo
Canottieri Tevere Remo conquistano il 2° e 3° assoluto e il 1° Under 16 alla prima Regata Nazionale
555FIV, corsa a Pasqua ad Augusta.
Giovanni Iannone (timone), Flavio Bossù, Giulio Mazzetti di Pietralata, Filippo Picciotti e Pietro
Vaiano si affermano al 2° posto, subito a seguire al 3° Giuseppe Carbone (timone), Maria Elda
Carbone, Leonardo Fabiani ed Elda Testa. Leader della classifica il fortissimo equipaggio genovese.
Due splendidi giorni di regata nelle acque del golfo di Xifonio, in condizioni ideali con vento da
leggero a medio forte che si è disteso da una parte all’altra del golfo, arrivando a toccare i 15 nodi
d’intensità, cinque regate, diciotto equipaggi giunti in Sicilia da nord a sud della penisola. Un bilancio
più che positivo per la classe, per il Circolo organizzatore, il Club Nautico Augusta, ma soprattutto il
RCC Tevere Remo che torna a casa con ottimi risultati.
Bravissimo anche il terzo degli equipaggi RCCTR Laetitia Balzano (timone), Martina Caridi, Natalia
Pasquetto ed Emanuele Stinco, che sebbene alla loro prima regata su un 555FIV, concludono al 7°
posto.
La deriva FIV555 è
un imbarcazione di
livello tecnico e la
partecipazione alle
regate di Augusta
testimonia il lavoro
e l’impegno
portato avanti dai
circoli velici e dagli
istruttori in una
classe che oltre a
sviluppare
l’aspetto tecnico,
favorisce la
crescita dei ragazzi
dal punto di vista
formativo e
educativo.
Aprile 2016 - n.ro 36
7
Miscellanea
Rinnovo di convenzione per il 2016
Un modo nuovo per frequentare da
parte dei Soci, per un anno intero, le
mostre delle Scuderie del Quirinale e di
Palazzo delle Esposizioni, partecipare alle
numerose iniziative culturali proposte,
usufruire degli sconti e dei vantaggi
riservati agli abbonati e prendere parte,
ogni giorno dell’anno, alle molteplici
attività che animano gli spazi di via XXIV
Maggio e di via Nazionale.
I prezzi
riportati
sono da
scontare del
20% per tutti
i Soci del
Circolo
Obbligazioni Sociali
Si ricorda che il 15 aprile scade il termine per il pagamento:
•
delle quote sociali relative al secondo trimestre 2016;
•
delle quote trimestrali relative al contributo a copertura mutui stipulati per Ripetta ed ISA
e Leasing attrezzature ISA
Il Consiglio Direttivo, al fine di incentivare la formula di pagamento tramite RID, promette
ad ogni Socio che aderisse all’addebito automatico bancario una assicurazione che lo copra dagli
infortuni che dovessero occorrergli all’interno delle aree di pertinenza del Circolo, o anche
all’esterno se impegnato in attività sportive in rappresentanza del Circolo e nei trasferimenti
connessi alla predetta attività sportiva. Le somme assicurate sono di € 35.000 in caso di morte, di
€ 40.000 in caso di invalidità permanente e di € 3.000 per il rimborso delle spese di cura.
Lo stesso incentivo viene assicurato al Socio che richiedesse di pagare mensilmente le
quote sociali e i contributi speciali, invece che trimestralmente, utilizzando lo strumento
dell’addebito automatico bancario (RID).
35
Aprile 2016 - n.ro 36
7
Miscellanea
Convenzione con il Centro di Diagnostica e Terapia Clinica del
Sovrano Ordine di Malta
Si ricorda ai Signori Soci la convenzione del Circolo con il Centro di Diagnostica e Terapia Clinica
del Sovrano Ordine di Malta che prevede per i Soci ed i loro Familiari una tariffa agevolata sulle
offerte del Centro.
I Soci, all’atto della prenotazione, dovranno qualificarsi come tali (mediante esibizione della
tessera del Circolo). In seguito sarà rilasciata dal Centro una tessera nominativa sulla quale
l’ufficio addetto del S.M.O. di Malta riporterà l’estensione ai familiari di primo grado (coniuge e
figli) del Socio.
Nuovo indirizzo:
Centro di Diagnostica e Terapia Clinica del Sovrano Ordine di Malta
Via delle Carrozze n. 79 – Roma
TEL.: 06/69940677 - 06/69940630 - 06/69940635
FAX: 06/69940595
e-mail: [email protected]
ORARIO DI APERTURA:
lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì 08:00/14:00 - 15:00/18:00
martedì 08:00/14:00
Viaggio insieme alla nostra
Scuola dell’Arte
6-7-8 maggio
CAMPANIA FELIX
Salerno, Paestum, Napoli
Un viaggio di primavera, per scoprire opere meno
note del nostro patrimonio artistico, custodite tra le
mura di Musei poco transitati, eppure bellissime,
come le splendide e tenere Matres Matutae di
Capua o l’incredibile raccolta delle tavolette
medievali in avorio di Salerno. In un tempo in cui
molto si discetta di eccellenze, queste collezioni
silenziose - senza timore di facili iperboli - sono
degli unica straordinari che vale la pena conoscere
ed ammirare.
Un viaggio di primavera, che dai maestosi Templi
di Paestum fino alla raffinata mostra Mito e Natura
all’Archeologico di Napoli, attraverso le opere del
passato, ci ricorda come ogni anno, da secoli,
partecipiamo impazienti alla rinascita della natura e
allo sbocciare di nuovi fiori profumati.
Aprile 2016 - n.ro 36
7
Viaggio insieme alla nostra
Scuola dell’Arte
6-7-8 maggio
Miscellanea
CAMPANIA FELIX
Salerno, Paestum, Napoli
Programma
1° giorno
Ore 8.00 partenza dalla Stazione dell’Acqua Acetosa con pullman GT
diretti verso Capua per la visita al Museo Campano dove si conserva
la più importante e straordinaria collezione delle Madri, statuette
votive di età pre-romana rappresentanti la dea "Mater Matuta", antica
divinità italica dell'aurora e della nascita.
Queste Matres Matutae sono la testimonianza più eloquente del culto con il quale gli antichi
campani onoravano il mistero della vita, considerando la maternità come un dono divino e
avvolgendo di poetica spiritualità l'evento della nascita, espressione di un ringraziamento per la
concessione del sommo bene della fecondità.
Un viaggio di primavera, per scoprire opere meno note del nostro patrimonio artistico, custodite tra
le mura di Musei poco transitati, eppure bellissime, come le splendide e tenere Matres Matutae di
Capua o l’incredibile raccolta delle tavolette medievali in avorio di Salerno. In un tempo in cui
molto si discetta di eccellenze, queste collezioni silenziose - senza timore di facili iperboli - sono
degli unica straordinari che vale la pena conoscere ed ammirare.
Un viaggio di primavera, che dai maestosi Templi di Paestum fino alla raffinata mostra Mito e
Natura all’Archeologico di Napoli, attraverso le opere del passato, ci ricorda come ogni anno, da
secoli, partecipiamo impazienti alla rinascita della natura e allo sbocciare di nuovi fiori profumati.
Pranzo libero a Capua. Proseguimento nel pomeriggio per Salerno, (Salerno si trova in una posizione
geografica piacevole che comprende la Costiera Amalfitana a nord e la Costiera Cilentana a sud. È
uno dei capoluoghi più estesi d'Italia e vanta di avere il 60% circa del suo territorio protetto
dall'UNESCO).
Sosta in albergo Grand Hotel Salerno * * * * affacciato sul lungomare e passeggiata per i centro
storico di Salerno con particolare attenzione alla visita del Giardino di Minerva creato nel XIII
secolo dal più importante esponente della Scuola Medica Salernitana: Matteo Silvatico. Egli
realizzò in questo giardino il primo esempio di orto botanico: uno spazio didattico dove i medici
insegnavano agli allievi a riconoscere le piante medicinali, i “semplici”.
Rientro in albergo, cena e pernottamento.
2° giorno.
Salerno, visita del centro storico in particolare: Duomo, ossia la Cattedrale di Salerno, risalente al
XI secolo. La sua costruzione fu voluta dal principe normanno Roberto il Guiscardo ed è dedicato al
Santo Patrono San Matteo. A ridosso dell'edificio si erge il maestoso campanile (oltre cinquanta
metri di altezza) edificato con uno stile che mescola quello arabo e quello di origine normanna.
Aprile 2016 - n.ro 36
7
Viaggio insieme alla nostra
Scuola dell’Arte
6-7-8 maggio
Miscellanea
CAMPANIA FELIX
Salerno, Paestum, Napoli
All’interno i due magnifici amboni del XII e XIII secolo, splendono nella loro ricca decorazione
musiva.
Museo del Duomo con le straordinarie 54 tavolette in avorio del XII secolo, costituenti forse un
paliotto o forse una cattedra, opera di differenti artisti che in modo mirabile raccontano degli influssi
bizantini, romanici e islamici che la città ebbe nel suo periodo aureo. Museo didattico della Scuola
Medica Salernitana: la più antica e famosa istituzione medievale sorta in Europa per lo studio della
medicina. Ebbe il suo massimo splendore nei secoli XII-XIII e meritò a Salerno il titolo di Città
ippocratica. La scuola ebbe studentesse e anche professoresse - le Mulieres Salernitanae - tra le
quali spiccano la dotta Trotula de Ruggiero e Sibilla di Conversano, sventurata moglie di Roberto
di Normandia. Pranzo libero.
Pomeriggio trasferimento a Paestum: uno dei più importanti centri archeologici d’Italia. I suoi
templi dorici, che per lo stato di conservazione cedono solo al Theseion di Atene, si levano fulvi
entro l’intatta cerchia delle mura, suscitando una profonda impressione di maestà e grandezza che
varia col variare della luce ed è particolarmente suggestiva al tramonto e nel crepuscolo. Dal 1998,
Paestum è patrimonio dell’UNESCO. Rientro a Salerno, cena e pernottamento.
3° giorno.
Napoli, Museo Archeologico – Mostra “Mito e Natura”. Il paesaggio, Il giardino incantato, La
natura coltivata dono degli dèi, Lo spazio della natura, La natura come segno e Natura Morta sono i
temi illustrati da più di 100 reperti archeologici esposti nella grandiosa Sala della Meridiana al
Museo di Napoli, oltre alla apertura degli storici giardini interni del palazzo con una ricostruzione
del giardino Romano.
La natura rappresentata nell e decorazioni delle lussuose ville delle élites, dai deliziosi giardini ai
paesaggi nilotici, lontanissimi
dalla realtà geografica dei siti
rappresentati, ci restituisce
con eccezionale immediatezza
non solo l’arte raffinatissima
dei romani, ma anche la loro
percezione
dell’universo
vivente, fra sacralità e delizia,
spazio dell’otium dove si
evoca il grande teatro del
mondo.
Pranzo e rientro a Roma
previsto per le ore 19.30/20.
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
7
Miscellanea
" Ancora una volta ho rimasto
solo" si cantava negli anni
'80……..
Per la 139^ del Gruppo
ancora una solitaria di
Staderini sul Monte Puzzillo (
mt.2172) , solo come un cane,
anzi solo con un cane
....Romolo!
Segreteria Sociale ed Amministrazione
Si informano i Signori Soci che il Consiglio Direttivo del RCCTR, nella
riunione del 3 marzo u.s., ha deliberato che gli Uffici della Segreteria
Sociale e dell’Amministrazione restano chiusi al pubblico nelle giornate
di martedì e venerdì per consentire le lavorazioni arretrate e
straordinarie.
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
8
Corsi agli ISA
Corso di Pilates
Tutti i lunedì:
•
dalle ore 13,30 alle 14,30
•
dalle ore 19,00 alle 20,00
Tutti i mercoledì:
•
•
dalle ore 13,30 alle 14,30
dalle ore 19,00 alle 20,00
Canottaggio corso master
Ginnastica generale
Ogni lunedì, mercoledì e venerdì
ore 13.30, il nostro tecnico Marco
Massai è a disposizione dei Soci
interessati
a
prospettive
agonistiche.
Corso di
perfezionamento
agonistico
Tutti i giovedì:
•
dalle ore 13,30 alle 14,30
Ginnastica pre-pugilistica
Scuola di Ballo
(Standard e latino/americani)
Calcetto
Allenamento over 40
Tutti i martedi
• dalle ore 18,00 alle 20,00
Tutti i giovedi
• dalle ore 18,00 alle 20,00
Maestro Piero Marchiani
Allenatori: Gianluca Ruzzetti
ed Andrea Baldini
Lezioni individuali
o di gruppo
Tutti i martedì:
• dalle ore 13,30 alle 14,30
Tutti i venerdì:
• dalle ore 13,30 alle 14,30
Tennis
Tutti i venerdì:
•
dalle ore 19,00 alle 20,30
Sala pesi
Contattare
il
Maestro
Giovanni Mundula (338
5999827)
Ginnastica
funzionale
Tutti i martedì:
• dalle ore 19,30 alle 20,30
Allenamenti di calcetto
della squadra "Over
40", che per quest'anno
sarà allenata da Marco
Amadio. Appuntamento
fisso ogni lunedì alle
19:00.
Ogni lunedì e giovedì
dalle ore 13.00 alle ore 15.30 sarà
a disposizione presso la nostra
palestra degli ISA un istruttore
specializzato nella preparazione
atletica e body building per
assistere i soci durante le sedute
di allenamento e sviluppare
insieme programmi personalizzati.
Tutti i giovedì:
• dalle ore 19,30 alle 20,30
2 sabati al mese:
• dalle ore 11,00 alle 12,00
40
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
9
La nostra governance (1/2)
mail
telefono
PRESIDENZA
Presidente
Giuseppe Lupoi
[email protected]
335 6081617
Vice Presidente
Alessandro De Paolis
[email protected]
329 2609714
Segreteria
Adriano Casellato
[email protected]
333 4683404
Tesoreria ed Amministrazione
Alfredo Maccallini
[email protected]
348 3812633
Lavori ed attività tecniche
Alessio Sebastiani
[email protected] 337 746065
Attività Sportive
Livio Lavitola
[email protected]
336 834800
Casa di Ripetta
Salvatore Toriello
[email protected]
335 377280
Sedi Sportive
Marco Briscione
[email protected]
335 1017994
[email protected]
393 4425284
CONSIGLIERI
RAPPRENTANTE DEI GIOVANI IN Matteo Maria
CONSIGLIO DIRETTIVO
Lucarelli
DELEGATO VICE PRESIDENTE
Lorenzo Capezzuoli
Ranchi
[email protected] 3333395521
DELEGATI CASA DI RIPETTA
Luciano Trotta (gestione operativa della Sede)
[email protected]
329 2044283
Marco Staccioli (gestione operativa Gall.nte S. Giorgio)
[email protected]
335 6371645
Alberto Vivani (organizzazione e controllo ISA)
[email protected]
330 755848
Luca Leone (gestione contratti e fornitori)
[email protected]
335 5874394
Massimo Pappalardo (gestione operativa Anzio)
[email protected]
329 0571035
DELEGATI SEDI SPORTIVE
41
Ottobre
Aprile 2016
2014- -n.ro
n.ro36
19
9
La nostra governance (2/2)
mail
telefono
COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI
Ettore Spagnuolo (Presidente)
[email protected]
335 6358309
Giuseppe Silvestre
[email protected]
349 2246873
Roberto Tudini
[email protected]
329 0233308
Claudio Staderini (Presidente)
[email protected]
337 913435
Sandro Bartolomucci
[email protected]
3357360821
Alessandro Gazzi
[email protected]
335 8000603
Dante Picca
[email protected]
335 6062862
Francesco Tramontano
[email protected]
339 3278370
Raniero Varzi
[email protected]
335 7072913
Tullio Tulli
[email protected]
337 729731
Claudio Scuriatti (Presidente)
[email protected]
348 3802343
Antonio Bomprezzi
[email protected]
331 7230114
Antonio Ciuffa
[email protected]
335 6371864
Giuseppe Maria Toscano
[email protected]
3939570557
Luigi Barone
n.d.
335 6326951
Massimo Guerrieri Paleotti
[email protected]
347 1719666
Ruggero Mattoli
[email protected]
06 8081040
Sergio Smedile
[email protected]
330 754707
Valerio Celesti
[email protected]
339 8711866
COLLEGIO DEI PROBIVIRI
GIURI' D'ONORE
DIRETTORI SPORTIVI
Canottaggio
Alberto Costantini
[email protected]
335 5265686
Vela
Edoardo Barni
[email protected]
329 5914982
Tennis
Stefano Prosperi Mangili
[email protected]
348 8737237
Calcio
Francesco Camurri
[email protected]
347 6182672
Canoa
Alberto Vivani
[email protected]
330 755848
Biliardo
Piero Gallegati
[email protected]
320 6457155
Bridge
Vittorio Maugeri
[email protected]
337 734199
ed altri sport
Bruno Maria Buratti
[email protected]
335 8472659
SPECIAL OLYMPIC
Paolo Ramoni
[email protected]
329 0178328
Atletica leggera
(Gestione e coordinamento
delle attività)
42

Documenti analoghi