anzio - Il Caffè.tv

Commenti

Transcript

anzio - Il Caffè.tv
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - tel. 06.92.76.222 - 06.92.85.90.20 - [email protected] - GRATUITO
di ANZIO-NETTUNO
Il Caffè non riceve contributi pubblici per l'editoria
Nettuno a caccia di 5 milioni evasi
ANZIO
Dopo botte e minacce
alla ex spara in aria
Il Comune invia migliaia di lettere ai cittadini che non hanno pagato Ici e Tarsu
2,4 milioni di euro di tassa sui rifiuti evasa, 1,5 milioni di Ici mai pagata, più una serie di multe, oneri concessori e addirittura canoni delle case popolari. Soldi mai pagati per anni. Il Comune di Nettuno guidato dal commissario Raffaela Moscarella
ha deciso di recuperare 5 milioni di euro mai effet-
tivamente incassati dall'Amministrazione comunale. Partirà a breve anche il lavoro di ricerca degli immobili fantasma, i cui proprietari (evasori
totali) dovranno, dove possibile, pagare il dovuto
e regolarizzare la situazione. I cittadini che non
sono in regola sono avvisati.
a pag. 5
I debiti dei consiglieri
comunali si sgonfiano
COME ACQUISTARE OTTIMO PESCE AD ANZIO
Una relazione caratterizzata dalla
violenza: lui ha appena 21 anni
a pag. 16
ANZIO
Botte da orbi nella notte
di Halloween, 5 arresti
Anzio, il caso in commissione trasparenza.
Il debito sceso da 400 mila a 40 mila euro
Mega rissa tra vicini di casa dopo
il tentato incendio di un’auto
a pag. 6
Controlli e bonifiche
a pag. 14
ANZIO-NETTUNO
Commemorazione al
Campo della Memoria
Anzio e Nettuno alle prese con le discariche
da pag. 12
I consigli della Guardia Costiera per non essere frodati: ecco come riconoscere il venditore
a pag. 9
onesto che rispetta le regole e che vende pesce davvero fresco al porto di Anzio
POSTE ITALIANE S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale 70% - tassa pagata - DCB Latina
Ancora nessun nome ufficiale: Forza Italia dice di volere l’accordo sul programma
Nettuno, cercasi Sindaco a destra Dipendente
Primi incontri con “Noi con Salvini” e Fratelli
d’Italia. Prevale il diktat dei leader regionali
a pag. 5
Dalla caduta di Roma Anzio ci guadagna
Conquistato un seggio in consiglio metropolitano. Entra
Danilo Fontana, ma gli ex consiglieri romani non ci stanno
a pag. 8
A Nettuno il 4 novembre
comunale
trovata morta
Lavorava all’ufficio protocollo,
aveva 59 anni: dubbi sulla
posizione del cadavere
a pag. 17
a pag. 20
ANZIO
IN BIBLIOTECA ALLA
SCOPERTA DEL FANTASTICO
a pag. 22
CANALE ASTURA
DAL FURTO DI GASOLIO
AL DANNO AMBIENTALE
a pag. 27
2
STRADE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Omicidio stradale: ora si andrà in carcere
A breve sarà approvata la nuova legge che inasprisce le pene per chi provoca morti o feriti con l’automobile. Cambia tutto
Fino a 18 anni di galera
se provochi morti o feriti
guidando sotto l’effetto
di alcool o droghe
Stefano Carugno
Il 28 ottobre scorso la Camera dei
Deputati ha approvato la proposta
di legge sul reato di omicidio stradale e di lesioni personali stradali: 276
voti a favore, 20 contrari, 101 astenuti (Forza Italia e Movimento 5
Stelle). La legge torna al Senato per
l'approvazione definitiva, ma non
essendo subentrate variazioni, si
prevede una veloce approvazione
ed entrata in vigore.
PENE SEVERISSIME
Per chi viola il codice della strada e
provoca un incidente in cui muore
una o più persone è prevista una pena con la reclusione da 2 a 7 anni.
La pena aumenta da 5 a 10 anni,
quindi il carcere è garantito, nei casi
in cui il colpevole: è in stato di ebbrezza lieve (da 0,8 a 1,5 grammi per
litro), supera i limiti di
velocità, attraversa il semaforo quando è rosso,
circola contromano, fa
inversione ad U in prossimità di intersezioni,
curve o dossi, fa un sorpasso azzardato. La pena aumenta ulteriormente da 8 a 12 anni se
il colpevole è in stato di
ebbrezza alcolica grave (sopra 1,5
gr/l), o in stato di alterazione psicofisica per assunzione di sostanze
stupefacenti o psicotrope.
La pena è diminuita fino alla metà
quando l'omicidio stradale sia conseguenza anche di una condotta
colposa della vittima.
Naturalmente se non si è violato il
codice della strada e si è coinvolti in
un incidente che provoca la morte
di persone a causa di comportamenti illegali altrui, non si incorre in
alcuna pena.
GALERA ANCHE PER LESIONI
PERSONALI STRADALI
Il codice penale prescrive già la differenza tra lesioni, lesioni gravi e lesioni gravissime.
Per chi viola il codice della strada
provocando un incidente stradale in cui una o
più persona riportano
lesioni gravi è prevista
una pena da 1 anno e 6
mesi a 3 anni. Nei casi
di aggravante analoghi
all'omicidio, la pena
va dai 3 ai 5 anni.
In caso di lesioni gravissime la pena prevista è da 2 a 4 anni, con le aggravanti diventa da 4 a 7 anni.
Se la 'malattia' provocata ha una
durata non superiore ai 20 giorni,
il delitto è punibile sono con la
querela da parte del danneggiato
e, se non ricorrono le aggravanti,
le pene sono diminuite della metà.
In ogni caso è stata eliminata la
possibilità di applicare in via alternativa una multa.
FINO A 18 ANNI DI CARCERE
Sia per l'omicidio che per le lesioni
personali, il colpevole subisce un
aumento di pena se non ha conseguito la patente (o se è sospesa o revocata) o se il veicolo che guida non
è assicurato. È prevista invece una
riduzione di pena nel caso in cui anche la vittima abbia avuto una condotta colposa. Per chi provoca la
morte o lesione per più persone, la
pena può essere aumentate fino al
triplo. Il limite massimo di pena viene però stabilito in 18 anni di reclusione.
PENE PIÙ PESANTI PER CHI
GUIDA CAMION E BUS
Per camionisti e autisti di autobus il
massimo della pena (8-12 anni per
l'omicidio, 4-7 anni per lesioni gravissime) è applicato già con un tasso
alcolemico superiore a 0,8 gr/l.
CHI FUGGE VA IN CARCERE
In caso di omicidio colposo, a chi si
dà alla fuga viene applicato un aumento di pena da 1/3 a 2/3, e non può
essere comunque inferiore ai 5 anni.
30 ANNI SENZA PATENTE
In caso di condanna per omicidio
stradale (senza aggravanti) o lesioni
personali, al colpevole viene revocata la patente e non potrà conseguirne una nuova prima di 5 anni.
Tale termine può essere aumentato
fino a 12 anni se si è dato alla fuga o
se guidava sopra i limiti di velocità
sotto effetto di alcool o droghe. Nei
casi di omicidio colposo con aggravanti non può chiedere una nuova
patente prima di 15 anni (10 se la
vittima ha concorso con condotta
colposa). Tale termine è aumentato
fino a 30 anni se si è dato anche alla
fuga. Il Prefetto può procedere con
la sospensione della patente (anche
prima della condanna) fino ad un
massimo di 2 anni. Elevabili fino a 5
anni se ravvede fondati elementi di
responsabilità. In caso di sentenza
non definitiva, tale limite è elevato
fino ad un massimo di 10 anni.
Essendo questa una pena accesso-
ria, se il Giudice decide per la condanna con la sospensione condizionale della pena, il colpevole resta in
possesso della patente, ma in caso
di altra condanna, a questa verrà aggiunta anche la pena prima sospesa.
SARÀ PIÙ DIFFICILE
SFUGGIRE ALLA CONDANNA
Per l'omicidio stradale è previsto il
raddoppio dei termini di prescrizione e l'arresto obbligatorio nei casi
con aggravante (droga e alcool 'pesante'). Negli altri casi l'arresto è facoltativo. La Procura, inoltre, può
chiedere di prorogare il termine di
durata delle indagini preliminari,
ma una sola volta. Il giudice può ordinare d'ufficio il prelievo di campioni biologici; nei casi urgenti l'obbligo può essere imposto anche dalla Procura.
È disposto che tra il rinvio a giudizio e l'inizio del processo non debbano passare più di 60 giorni.
Una legge per prendere coscienza
Abbiamo reclamato la gogna per gli ‘assassini della strada’: ora l’omicidio stradale sarà legge. Una legge che è diventata severissima.
Facciamo tutti i dovuti scongiuri, ma,
poiché siamo automobilisti, dobbiamo
avere ben presente che la strada è sempre pericolosissima e che, oltre al pericolo per la propria e altrui incolumità, ora
può anche portarci in prigione. Con la
nuova legge infatti l’auto è vista come
un’arma nelle nostre mani: se uccidiamo o feriamo gravemente qualcuno,
non possiamo giustificarci con la buonafede. Anche se non guidiamo sotto effetto di droghe o completamente sbronzi,
non andiamo controsenso sulla Pontina
o non passiamo col rosso, dobbiamo
esser coscienti che il rischio carcere ora
c’è e si annida dietro comportamenti che
per noi oggi sono quasi la norma. Come
fare, ad esempio, a sapere dove è il limite di vino o birra che possiamo assumere al pasto: se sforiamo gli 0,8 gr/l (anche di pochissimo) e siamo colpevoli di
un incidente con un ferito grave, sarà
praticamente impossibile evitare il carcere. Stesso discorso se l’incidente con
feriti avviene mentre abbiamo superato i
limiti di velocità: quei 70 Km/h su tratti
della Pontina, quei 50 su tratti dell’Appia
o in alcuni ampi e dritti stradoni cittadini,
limiti che in realtà a tutti capita di superare.
Più che con la repressione, la nuova
legge potrà avere effetto lavorando sulla
coscienza del pericolo che corriamo e
che facciamo correre quando siamo al
volante. Un cambio di cultura, dall’impunibilità alla responsabilità
3
STRADE
Rischi causati dall’ignavia degli enti gestori, tra sprechi, politica e magnamagna. Ma nessuno paga per questa ‘strage’
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Ma ‘killer’ è anche chi non cura le strade
Francesco Buda
Le strade sono sempre più a pezzi,
l'insicurezza nella viabilità continua
a mietere vittime, a danneggiare
l'economia e a farci perdere ore ed
ore abbassando la nostra qualità
della vita. E chi di dovere che fa?
Investe in sicurezza e ripara a regola d'arte? Macché. Mettono divieti e
cartelli e minacciano chi viaggia
con multe.
LORO NON INTERVENGONO,
MA LE MULTE LE FANNO A NOI
Già ora se causi un incidente e magari fai male a qualcuno rischi grosso. E con la nuova legge sull'omicidio stradale in discussione al Parlamento, finisci in galera. L'asfalto,
laddove ancora è possibile definirlo
tale, è pericoloso, le strisce, utilissime a cogliere la direzione o i divieti
di sorpasso, sono solo un ricordo.
Ma guai (giustamente, per carità) a
farsi beccare con le gomme lisce o
senza lucetta sulla targa posteriore.
La maggior parte degli incidenti, si
sa, avviene nei percorsi urbani, che
sono sempre meno sicuri e più deteriorati. Ma le tragedie di solito avvengono sulle arterie fuori città.
La Pontina, l'Appia e la Nettunense,
da importanti infrastrutture al servizio della collettività, sono diventate
dei veri e propri pericoli pubblici.
ROTONDA PERICOLOSA
Via Nettunense: guard rail a terra.
La sicurezza è garantita dal cartello blu
a destra: obbligo di catene da neve...
Soluzioni? A parte gli annunci dei
soliti politicanti, sta emergendo una
nuova modalità di affrontare il problema: mettere cartelli di pericolo,
obblighi e divieti per chi guida.
La Polizia stradale segnala sulla
Pontina dissesti, scarsa visibilità, saliscendi e curve da brivido con troppi incidenti? Arriva il divieto di soprasso (e la multa) per i camionisti
che sorpassano tra Pomezia e Mostacciano. È la nuova trovata dell'Astral, la società della Regione che
gestisce le strade regionali, dopo la
sfilza di segnali di pericolo allagamenti senza però muovere un sasso
e dopo l'obbligo invernale di catene
antineve su questa arteria strategica
per il centro - sud. Con la precisazione, da parte di Astral, che installare
la relativa segnaletica anti-sorpasso
BARRIERE
FASULLE IN CURVA
Via Nettunense, km 18,
nel territorio di Lanuvio
non spetta a loro, ma all'ex Provincia ora Area Metropolitana di Roma.
Il solito scaricabarile.
NON È PIRATERIA?
Che differenza c’è tra questa ignavia
politico-amministrativa e l'omicidio
stradale? Se mi schianto contro un
altro veicolo, posso fare qualche vittima. Cosa gravissima, e Dio ne
scampi, ma quanti morti e feriti fanno l'incuria e la mancata messa in sicurezza? È una sorta di strage impropria, un continuo attentato all'incolumità pubblica, oltre che un danno incalcolabile ai trasporti, all'economia, alla nostra qualità della vita.
Ciò è dovuto anche al clientelismo e
agli equilibri di potere negli enti incaricati di gestire le strade e di vigilare sulla loro adeguatezza.
CHI CONTROLLA? A QUESTI
CHI LA FA LA MULTA?
In un'azienda pubblica come
l'Astral, incaricata di gestire le strade regionali del Lazio, c’è stato un
aberrante valzer di poltrone. Oltre
che parenti, amici e amiche in vari
ruoli tecnici e impiegatizi, i boss politici avvicendatisi al potere in Regione hanno messo a fare il presidente dell’Astral non un esperto di
viabilità, un preparato ingegnere, un
capace tecnico del settore. No: ci
hanno infilato Giovanbattista Giorgi,
fabbro e politico Sezze, grande portatore di voti al Pci e poi ai postcomunisti. Caduto Marrazzo, su quella
importante e pagatissima poltrona
la Polverini ci ha piazzato Tommaso
Luzzi. Un altro politico, senza competenza in materia come lui stesso
riconobbe in un'intervista con il Caffè. Ora fa il sindaco a Sacrofano, nel
viterbese. Di recente è finito nelle indagini su Mafia Capitale, per presunti favori dei boss Buzzi e Carminati
alla sua campagna elettorale per le
comunali, una volta liquidato dall'Astral. Chi dovrebbe controllare
sull’Astral? Ma la Regione,
ovviamente... E l'Anas, competente sulle strade nazionali
ma pure di alcuni tratti di vie
come l'Appia? Questo ente,
pagato anch'esso con soldi
dei cittadini, per decenni è
stato il (presunto) controllore pubblico sui gestori di strade d'interesse nazionale e autostrade. Gli arresti e le tantissime perquisizioni in àmbito Anas per il gran traffico di
mazzette dei giorni scorsi
rappresentano solo l'ultimo
di vari scandali per appalti truccati,
sprechi e corruttele. E se a causa di
guard rail rotti, asfalto marcio e di
tutte le altre carenze delle strade ci
scappano morti e feriti, chi pagherà?
Cartelloni pericolosi
Sulla manutenzione e sicurezza zoppicano ed hanno sempre tempi lunghi. Ma grande efficienza si nota per
il business dei cartelloni stradali pubblicitari che spuntano in ogni dove a
disturbare chi guida costituendo un
ulteriore pericolo. La cartellonistica
delle strade regionali è finita nell'indagine su Mafia Capitale. Sulle autostrade questa pubblicità è vietata da
un bel pezzo per motivi di sicurezza.
Su strade come Appia, Nettunense,
Pontina, invece, è promossa dallo
stesso ente gestore...
PUBBLICITÀ SÌ, SICUREZZA NO
Guard rail a pezzi in curva; nuovo cartello
pubblicitario perfetto autorizzato da Astral,
su via Nettunense, a Fontana di Papa
Carrozzoni e stipendi d’oro
L’Astral, Azienda strade Lazio, dichiara 175 dipendenti, di cui 17 dirigenti,
quasi uno ogni 10 lavoratori. Gestisce
1.500 Km di strade, con una spesa di
6 milioni e 590mila euro circa per gli
stipendi del personale, quasi la metà
(circa 2 milioni 120mila euro) per i 17
dirigenti. Questi ultimi guadagnano
dai 95mila ai 108mila lordi l'anno (a
parte uno che ne prende 'solo' 86mila). Chi non dirige risulta avere una
media di 25 giorni di assenza l'anno.
L'Anas invece gestisce 25.000 chilometri di strade ed ha oltre 6.000 dipendenti; ma di dirigenti ne ha 190,
cioè circa uno ogni 31 dipendeneti.
4
I TARTASSATI
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Lazio, più tasse per pagare gli speculatori
La Regione Lazio strozzata dai ‘derivati’ cerca una via d’uscita affidandosi agli stessi soggetti che ci stanno speculando sopra!
Dicono di aver ridotto
l’addizionale Irpef: in realtà
è salita e serve a pagare
i danni delle speculazioni
ha a sua volta scadenza nel 2028:
l’importo iniziale era di 550 milioni
di euro e ce ne restano 325 ancora
sul groppone.
In base alla normativa nazionale le
operazioni di riacquisto saranno finanziate con altri prestiti trentennali garantiti dal Ministero dell’Economia: si tratta cioè di una partita di giro tra Stato e Regione, ma tali operazioni dovranno avvenire comunque senza aumento dei costi attualmente sostenuti.
ROMA
La sede della giunta
regionale in via Colombo
Roberto Lessio
Quando si parla di tasse e di finanza
nel nostro Paese, bisogna sempre
fare molta attenzione più ai concetti
che alle parole perché c’è una malcelata tendenza generale, anche di
molti organi d’informazione, a far
capire fischi per fiaschi.
L’ultimo esempio quest’estate, quando l’amministrazione Zingaretti ha
annunciato il “taglio dell’addizionale IRPEF” per i contribuenti laziali:
una bella notizia, quindi, ma solo apparentemente. In realtà l'hanno aumentata dell’1% a tutti coloro che dichiarano un reddito imponibile superiore a 35mila euro l’anno, per loro l’addizionale è salita al 3,33%.
Dall’aumento è escluso chi ha 3 figli
a carico e dichiara sopra i 35mila
ma non più di 50mila euro.
Chi dichiara redditi tra 15mila e
35mila euro l’anno, è stato semplicemente esentato dall’aumento e
continuerà a pagare una addizionale del 2,33%. In sostanza non c’è
stato alcun taglio, ma è stata allargata la fascia dell’esenzione che
NICOLA ZINGARETTI
Governatore del Lazio
Renzi ha stanziato oltre 17 miliardi
di euro per permettere a 8 Regioni,
tra le quali il Lazio, il riacquisto dei
mutui e BOR (Buoni Ordinari ReSTROZZATI DAI DERIVATI
gionali) coperti da prodotti fiMa a cosa serve questo nuovo aunanziari derivati. Questi derimento dell’addizionale IRPEF,
vati, è bene ricordarlo,
che in media è di 460 euro a consono una sorta di assitribuente e che nel Lacurazione di coperzio è già la più alta
tura, ovviamente
d’Italia? Si tratta di
Il nuovo rinpagata dal debitoun meccanismo lecaro dell’addiziore, contro detergislativo che scatta
nale Irpef laziale,
minati rischi: inautomaticamente
che era già la più
solvenza del deogni volta che c’è
bitore stesso, inda finanziare e soalta d’Italia,
flazione, fluttuastenere l’enorme
ingrassa i soliti
zione dei tassi di
debito sanitario delvampiri
cambio, variazioni di
la Regione. Un debito
prezzo delle materie
che in gergo si definisce
prime, ecc. Si tratta di prodotti
“improduttivo” (cioè non
che un tempo accompagnavano
destinato ad investimenti) e che
si alimenta da solo grazie soprattut- l’economia reale e che invece negli
to ai perversi meccanismi della fi- ultimi decenni sono diventati un
nanza derivata: gli stessi che hanno mostruoso mercato a se stante.
causato la crisi attualmente in corso Basti pensare che l’economia monda ormai otto anni. Meccanismi dai diale nel 2014 ha prodotto nel suo
quali lo Stato e le Regioni stanno insieme ricchezza per 75mila miliartentando di uscire in qualche modo, di di dollari, mentre i derivati hanno
ma con provvedimenti che appaio- ormai raggiunto la quota di un milione di miliardi di dollari (13 volte
no più di facciata che di sostanza.
Circa un anno fa, infatti, il governo tanto). Questo nonostante la crisi.
prima riguardava solo i redditi sotto i 15mila euro.
RENZI E ZINGARETTI
CERCANO LA VIA D’USCITA...
Aderendo al programma del governo nazionale, nelle scorse settimane
la Giunta Zingaretti ha approvato
una delibera per il riacquisto di due
emissioni di BOR a tasso fisso
(5,695%). La prima emissione, con
scadenza trentennale, era avvenuta
il 12 giugno 1998 (Giunta Badaloni),
per un importo di 500 milioni di euro, ma grazie ai derivati, dopo tutti
questi anni, ci restano da pagare ancora quasi 290 milioni.
La seconda emissione è avvenuta il
2 maggio 2006 (Giunta Marrazzo) ed
... MA CHIAMANO DRACULA
PER SANARE L’EMORRAGIA
Proprio qui sta il cuore del problema, perché non è chiaro come questo possa accadere. Infatti a curare
l’operazione sarà un gruppo di quattro banche scelte dal governo Renzi: banche che fanno parte dello
stesso “cartello” internazionale che
detiene la stragrande maggioranza
dei derivati attualmente in circolazione a livello mondiale.
Nonostante le buone intenzioni della Giunta Zingaretti, quindi, sembra
molto dubbio che siano proprio costoro a privarsi della gallina dalle
uova d’oro rappresentato dall’enorme debito della Regione Lazio.
Pazienza se poi bisogna spacciare
per tagli gli aumenti delle tasse.
Il perverso giogo della gallina dalle uova d’oro
La Banca Centrale Europea, che è di proprietà delle banche centrali dei singoli
Stati e che ha il potere di emissione della moneta in tutte le nazioni che hanno
adottato l’euro, presta il denaro alle banche commerciali ad un tasso irrisorio: lo
0,05%. Con questo denaro poi le stesse banche acquistano i titoli di debito pubblico emessi dai governi e dalle Regioni per far fronte alle loro necessità, ad un
tasso molto più elevato. Attraverso le tasse infine, in particolare l’IRPEF, governi
e Regioni prendono la ricchezza prodotta dai cittadini con il loro lavoro e la buttano nel grande calderone delle speculazioni dei mercati internazionali. Questi
prelievi, però, esattamente come si fa per il sangue, non devono essere tali da
mettere a rischio la sopravvivenza della gallina, altrimenti il gioco – giogo finisce.
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
5
CRONACHE
Nettuno a caccia di 5 milioni di euro evasi
POLITICA Il Commissario straordinario del Comune invia lettere di sollecito a coloro che non hanno pagato le tasse
L’
amministrazione comunale di Nettuno, ha inviato, a metà settembre,
5158 avvisi di accertamento per il
mancato o parziale versamento della Tassa
di smaltimento per i rifiuti solidi urbani
(Tarsu) per il 2013. La somma complessiva
che si contesta ai mancati pagatori ammonta a 2.413.697,00 di cui 1.820.3335,64 sono
relativi all’imposta non versata, mentre
525.211,69 riguardano le sanzioni per i ritardi, 39mila euro circa sono gli interessi e
28mila euro le spese di notifica. La delibera
con cui è stato approvato l’elenco degli accertamenti inviati, è stata pubblicata sull’Albo pretorio del comune. Poco meno di 20
giorni dopo il Comune ha continuato con
l'opera di accertamento dei tributi evasi o
elusi. Dopo l'invio delle cartelle Tarsu è stata la volta degli accertamenti Ici. Sono stati
inviati nei giorni scorsi 4055 avvisi per un
ammontare complessivo di 1.557.037,00 euro, di cui 1.120.341,22 relativi alle tasse,
325mila per le sanzioni, 88638 per interessi
e 22,708 per le spese di notifica. Chi non è in sta e rattizzando il resto. Se le somme dovute non saranno versate si procederà alle
regola è avvisato. Il Comune punta a recuazioni legali necessarie per lo sfratto e il
perare il dovuto e a fare cassa, ma non
rilascio dell'immobile. Si tratta di
solo di tributi si tratta. Il Commissario
importi che vanno dai 6 ai 12miprefettizio ha vincolato i dirila euro circa. Le famiglie che
genti a dei risultati ben preci4055
non si metteranno in regola
si e ogni settore sta facendo
avvisi per
oltre alla perdita dell’allogil suo.
l’Ici evasa, 2,4
gio rischiano anche l’esclumilioni da recupesione da ogni graduatoria.
Alloggi comunali
Sono stati inviati sempre
rare per la Tarsu. E
Urbanistica
in questi giorni gli avvisi
dagli alloggi
Le grandi manovre del recuper il pagamento arretrato
comunali...
pero delle imposte inevase,
del canone di locazione per
in ogni caso, sono iniziate ad
gli alloggi di proprietà comuagosto con l’invio degli avvisi per
nale. In alcuni casi i canoni non
il saldo degli oneri concessori urbanistisono stati pagati per ben due anni,
ci. A quanto pare, infatti, sono centinaia le
in attesa che le abitazioni fossero messe
in vendita (cosa ancora non avvenuta). Og- pratiche giacenti presso gli uffici del settore
gi tuttavia, gli occupanti, sono chiamati a urbanistico del comune di Nettuno, legate a
regolarizzare la propria posizione, versando ben tre condoni edilizi, ancora in sospeso.
immediatamente il 10% della somma richie- In sostanza, ad ogni condono, i cittadini
Elezioni: il centrodestra
cerca di rioganizzarsi
S
NETTUNO Per ora nessun nome ‘ufficiale’ come Sindaco
i è svolto nei
giorni scorsi
un vertice tra
i partiti del centrodestra di Nettuno in
vista delle prossime
elezioni amministrative che si dovrebbero tenere i
primi di giugno. La
riunione ha visto
protagonisti i vertici locali di Forza
Italia, di Noi con
Salvini e di Fratelli
d'Italia, che hanno avviato un confronto sui
programmi per il rilancio della città. In discussione, ovviamente, anche la candidatura per il nome del prossimo sindaco espressione delle forze moderate del territorio.
Dopo un primo momento di sbandamento,
in cui sembrava che il centrodestra fosse
partito in ritardo rispetto ad altre formazioni, si iniziano a tirare le fila. In realtà il gruppo Noi con Salvini, che in questo momento
è senza incarichi dirigenziali (i dirigenti locali sono in attesa della riconferma dopo il
cambio dei vertici regionali del partito di
Salvini), secondo le indicazioni romane, al
momento non si può fare accordi per le
prossime elezioni ma ovviamente si tratta di
incontri interlocutori in vista di un accordo
futuro. "Quello che vogliamo - ha detto Massimiliano Rognoni, alla guida di Forza Italia
- è trovare soprattutto un accordo sul pro-
gramma per la guida della città. Abbiamo intenzione di portare progetti concreti davanti agli elettori e vogliamo governare per cinque anni". Eppure tutti vogliono sapere il
nome del possibile candidato, alla luce delle
tante ipotesi che si sono fatte in questo periodo, a partire da Carlo Eufemi a Rodolfo
Turano, entrambi consiglieri comunali di
opposizione durante l'ultima giunta guidata
da Alessio Chiavetta. "Per quello che mi riguarda - ha detto Rognoni, rispettando sostanzialmente la posizione del leader regionale di Forza Italia Claudio Fazzone - il candidato ancora non c'è. Abbiamo in mente alcuni nomi e stiamo avviando un dialogo.
Quello che posso dire con certezza è che vogliamo che sia una persona nuova alla politica, una nome spendibile, giovane e preparato, che abbia voglia di fare e di confrontarsi con i tanti problemi della nostra città".
RAFFAELA MOSCARELLA
Commissario del Comune di Nettuno
presentavano richiesta di sanatoria, veniva
aperta la pratica e portati avanti i lavori, ma
al momento di pagare gli oneri concessori
in molti hanno fatto finta di niente. Questa
giacenza oggi è diventata insostenibile per
le casse dell'Ente e, anche alla luce dei target imposti dal commissario prefettizio Raffaela Moscarella, sugli obiettivi da raggiungere, si è deciso di procedere con una
"stretta" a cui sarà difficile sfuggire. "Chi ha
presentato richiesta nel corso degli ultimi
15 anni circa - ci ha spiegato il Dirigente del
settore Urbanistico Benedetto Sajeva - deve
concludere l'iter della pratica che ha aperto
e versare il dovuto nelle casse comunali".
Secondo una prima stima l'Amministrazione, da questa manovra, potrebbe incassare
una cifra che si avvicina al milione di euro.
Già negli anni passati l'Amministrazione
aveva tentato, per via bonaria, il recupero
dei crediti, ma l'iniziativa non ha avuto successo”. Ora si useranno metodi decisamen-
te più drastici per sollecitare i cittadini versare il dovuto, con l'immissione delle somme al ruolo e l'avvio del recupero credito.
Se, infine, non si riuscirà ad entrare impossesso delle somme dovute, l'Amministrazione imporrà la demolizione degli edifici che
sono stati sanati ma non saldati. Il Comune
si sta facendo assistere, in questa operazione, dall'ufficio legale.
Immobili fantasma
Infine, verrà avviato, come annunciato dal
Comandante della polizia municipale e dirigente dell'Area economica Antonio Arancio, un lavoro di ricerca degli immobili fantasma, i cui proprietari, evasori totali, dovranno dove possibile, pagare il dovuto e
regolarizzare la situazione. Oggi ci sono degli strumenti elettronici che con maggiore
facilità ci permetteranno di fare delle ricerche e trovare gli abusivi. I cittadini che non
sono in regola sono avvisati.
6
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
I debiti dei consiglieri comunali si sgonfiano
ANZIO La commissione trasparenza fa chiarezza sulle insolite lettere di sollecito inviate dal Comune ai consiglieri
L
a Commissione trasparenza convocata a Villa Sarsina, per discutere del
caso dei consiglieri comunali morosi, sembra essere riuscita nell'intento di
sgonfiare una notizia che da subito ha destato più di qualche perplessità. Alla commissione, chiesta dai consiglieri del Pd Maria Teresa Lo Fazio e Ivano Bernardone, ha
preso parte anche il funzionario del settore
Tributi che ha firmato le missive Luigi
D'Aprano. Il primo dato emerso è che il debito, inizialmente quantificato in 400mila
euro (importo notevolissimo per 14 cittadini morosi) sarebbe invece di "soli" 40mila
euro. Nessun nome è stato fatto dal funzionario per arrivare ad identificare chi avrebbe delle pendenze quello che si sa è che
Marco Maranesi, tra i destinarsi della lettera gialla, è risultato privo di pendenze,
mentre l'Assessore Sebastiano Attoni,
avrebbe ricevuto comunicazione sul debito
di un familiare. Sviste su cui non sono stati
forniti chiarimenti. Gli altri consiglieri con
delle pendenze avranno tempo e modo di
Il debito iniziale
era di 400 mila
euro, sceso improvvisamente a 40
mila euro
saldare il dovuto nei termini di legge (nessuna delle persone che ha ricevuto l'avviso,
infatti, era in mora). Le lettere inviate, definite "di cortesia" (cosa ci sia di cortese nel
sottintendere la possibilità di decadere dal
proprio ruolo di consigliere è un fatto che
resta da chiarire) si sono quindi rivelate un
promemoria per i consiglieri che ora chiedono al Presidente dell'assise Sergio Borrelli di ristabilire l'onorabilità di un consiglio messo alla berlina con dati (sbagliati)
alla mano.
Ecco perché è stato annullato il proscioglimento
POLITICA Depositate in cassazione le motivazioni della sentenza che di fatto dispongono un nuovo processo per l’ex Sindaco
D
epositate dalla Corte di Cassazione
le motivazioni della sentenza con
cui ha annullato i proscioglimenti
disposti dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Velletri, Zsuzsa Mendola, il 18 febbraio scorso, e fatto tornare
davanti al gup l’ex sindaco del Comune di
Nettuno, Alessio Chiavetta, il dirigente comunale Gianluca Faraone, e gli ex revisori
dei conti Michele Scognamiglio, Barbara
Scoppetta ed Ermanno Cicchetti, accusati
di falsi relativi ai documenti che hanno
portato il consiglio comunale ad approvare il bilancio 2009 dell’ente locale. I cinque
tornano così a rischiare un rinvio a giudizio.
Per il pm Giuseppe Travaglini, il bilancio di sei anni fa è stato approvato ricorrendo a una serie di falsi, solo per non dichiarare il dissesto finanziario. E, davanti
ai proscioglimenti perché il fatto non sussiste, il pubblico ministero ha fatto ricorso. Il giudice Mendola aveva sostenuto
che, pur essendo state violate le regole di
redazione del bilancio, “poiché i consiglieri comunali erano al corrente dell’artifi-
ALESSIO CHIAVETTA
Sindaco dal 2007 al 2015
cio, essi non furono tratti in inganno”, e
dunque il falso non sussisterebbe. Per il
pubblico ministero un “assunto palesemente errato in quanto, al più, si può ipo-
POLITICA Rimosso il coordinatore locale Campomizzi
Azzerate le cariche locali del
movimento Noi con Salvini
S
ono stati azzerati con
una mail, inviata dal
nuovo coordinatore regionale del Lazio GianMarco
Centinaio, gli incarichi locali
di tutta la Regione, della formazione politica Noi con
Salvini. Da questo provvedimento, legato all'inserimento di Centinaio al posto del
Senatore Raffaele Volpi come coordinatore, non sono
stati esclusi neanche i delegati di Anzio e Nettuno, a
partire dal coordinatore del
collegio del litorale Pierluigi
Campomizzi, che coordinava i Comuni di
Anzio, Nettuno, Ardea e Pomezia. Tuttavia,
almeno per quello che riguarda il litorale,
sono arrivate delle rassicurazioni sul fatto
che questa procedura è solo una formalità.
«Da Roma ci hanno rassicurato sul buon lavoro svolto fino ad oggi - spiega Campomiz-
PIERLUIGI CAMPOMIZZI E MATTEO SALVINI
Ex coordinatore di Anzio e Nettuno e leader nazionale
zi - mi ha chiamato Centinaio per dirmi che
la nostra zona non subirà scossoni e da parte mia sono pronto a riconfermare la squadra». Nel frattempo tuttavia, soprattutto
nei comuni in cui a breve si andrà al voto,
nessuno può prendere impegni a nome della lista di Salvini.
tizzare il concorso dei consiglieri nella fal- in tal modo, il fianco alle critiche della disa attestazione”. E ancora: “Il gup ritiene fesa di due tra gli imputati). Nondimeno,
che gli elementi raccolti in corso d’indagi- l’impugnazione della parte pubblica attinne non siano tali da sostenere l’accusa in ge la sentenza del gup in uno snodo essenziale della sua argomentazione giurididibattimento e che essi non siano passica, mettendone a nudo la fallabili di integrazione, ma neanche si precia”. “Il fatto che i consiglieri
occupa di indicare quali siano
sapessero che le attestazioni
questi elementi”. La Cassain questione non erano rizione, annullando i proscioLa falsa attespondenti al vero - precisa
glimenti e disponendo un
stazione aveva la
la Suprema Corte - se può
nuovo esame della vicenfinalità di maschevalere ad escludere l’inda da parte del giudice
ganno ai loro danni, non
per l’udienza preliminare
rare lo stato di disper questo rende non faldel Tribunale di Velletri,
sesto del Comune
se le attestazioni sulla baha ora precisato che il rise delle quali il rendiconto
corso del pm Travaglini,
fu stilato”. E ancora: “Nel ca“benché inutilmente appeso in esame, secondo l’ipotesi
santito da trascrizioni di interi
dell’accusa, la falsa attestazione avrebbrani della relazione della Corte
be avuto anche una finalità riconoscibidei Conti”, è “nel suo nucleo essenziale
pertinente e fondato”. “Non è dubbio inve- le: mascherare lo stato di dissesto del Coro – scrivono gli ermellini – che, accanto mune”. Si torna in aula e tanto Chiavetta
ad appropriate argomentazioni giuridiche, quanto gli altri quattro imputati tornano a
il ricorrente giustapponga (inutilmente) rischiare un processo.
ampie digressioni nel fatto e non accettaClemente Pistilli
bili considerazioni soggettive (prestando,
il Caffè n. 326 - dal 27 agosto al 2 settembre 2015 - pag. 7
8
Il centrodestra cerca
il prossimo Sindaco
CRONACHE
ANZIO Bruschini resta al comando, ma dall’opposizione...
A
d Anzio si vota nel 2018, il sindaco
Luciano Bruschini ne è convinto,
ma i consiglieri di opposizione, almeno quelli di centrodestra, non sembrano voler accettare questo dato e continuano ad incontrarsi e a fare riunioni come se
le elezioni fossero dietro l'angolo. In uno
di questi vertici, alla presenza di un gran
numero di persone, Candido De Angelis
avrebbe annunciato (secondo i soliti bene
informati) senza colpo ferire ai suoi fedelissimi di aver pensato e discusso della
candidatura di Giovanni Del Giaccio a sindaco, idea tramontata - raccontano alcuni
dei presenti - quando Del Giaccio ha sottoscritto la tessera del Partito democratico. Interpellato sulla questione Del Giaccio non ha voluto rilasciare dichiarazioni
sulla sua eventuale candidatura. «Le masturbazioni celebrali - ha detto citando
Pierangelo Bertoli - le lascio a chi è maturo al punto giusto. Per quello che riguarda
il Pd - ha concluso - sono socio fondatore
e ho la tessera dal 2007».
Il Pd, il caso Roma e le
analogie con Nettuno
POLITICA Due pesi e due misure per i consiglieri dem
È
il quotidiano nazionale il Tempo a
sottolineare i dettagli di una questione politica di difficile comprensione. Il Tempo, senza citarli, fa suoi i dubbi espressi dal Senatore Pedica, ma anche
da alcuni consiglieri di Ardea e più in generale da tutti quegli osservatori che "faticano a vedere le differenze". Questa la vicenda: Ignazio Marino, Sara Biagiotti e - aggiungiamo noi visto che il Tempo cita il
Comune ma non il Sindaco - Alessio Chiavetta. Il primo ex sindaco di Roma, la seconda ex primo cittadino di Sesto Fiorentino il terzo ex sindaco di Nettuno. Accomunati dallo stesso partito, il Pd, e dallo
stesso destino, quello di essere stati fatti
decadere dai propri consiglieri. Ai quali,
però, non è stato invece riservato lo stesso
trattamento: i primi sono stati considerati
da Renzi degli eroi – «hanno rinunciato alla poltrona con un grande gesto di stile»,
ha commentato al Tg1 – i secondi sono stati espulsi così come i terzi. Un provvedimento, ha spiegato la commissione di garanzia del Pd metropolitano di Firenze,
motivato dalla «gravità del comportamento che ha creato un danno all’immagine del
Pd». Danno che, evidentemente, secondo i
vertici dei Democratici non è stato fatto
con l’estromissione del sindaco di Roma.
Vicenda analoga è accaduta anche a Nettuno - sottolineano da il Tempo - dove i quattro consiglieri del Pd che a giugno di
quest’anno con le loro firme hanno fatto
cadere il sindaco del loro stesso partito sono stati poi «cancellati dall’anagrafe degli
iscritti». E c'è chi chiede lo stesso trattamento per i consiglieri capitolini.
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Dalla cadita di Marino
Anzio ci guadagna
POLITICA Danilo Fontana entra in consiglio metropolitano
O
ra che è decaduto il
consiglio comunale di Roma, che
succede all'area metropolitana? Sono in tanti a chiederselo, per primi gli stessi
consiglieri metropolitani
che non sanno quale sarà
lo scenario che verrà delineato, visto che la Legge
Delrio è lacunosa da questo punto di vista.
Sono tre le ipotesi in
campo. La prima, avallata
dal segretario generale
dell'Area Metropolitano,
vedrebbe il vicepresidente
del consiglio (il Sindaco di
Monterotondo
Mauro
Alessandri) assumere il ruolo di presidente, con la surroga di tutti i consiglieri romani che si sono dimessi. In questo caso
entrerebbe nell'assise ex provinciale Danilo Fontana consigliere comunale di Anzio.
La seconda ipotesi, sostenuta dal segretario generale del Comune di Roma, vedrebbe i consiglieri romani pronti a ricorrere per via giudiziaria alla surroga in
quanto non sarebbe possibile lasciare Roma senza rappresentanti in consiglio metropolitano, essendo i due terzi del consi-
glio stesso.
La terza via è rappresentata da una circolare ministeriale che deroghi alla Legge
Delrio per mantenere lo status quo. Come
se nulla fosse accaduto.
Il Prefetto di Roma Franco Gabrielli, secondo fonti de Il Caffè, propende per la
prima ipotesi.
Questa incertezza sta portando a galla
tutti i limiti della normativa sulle aree metropolitane, che non ha saputo prevedere
risposte ad ogni tipo di scenario.
NETTUNO Si sta creando l’albo degli elettori per le elezioni
Il gazebo del Pd torna a piacere:
tanta gente negli ultimi weekend
I
l gazebo del Pd
allestito
sul
Lungomare
Matteotti a Nettuno il 31 ottobre
scorso è sembrato
avere un maggiore
interesse nei cittadini che sembrano
più incuriositi, rispetto ai due precedenti fine settimana, dall'iniziativa dei democratici.
Il Pd, lo ricordiamo, è in piazza per
la creazione dell'Albo degli elettori, un elenco di persone che, solo se registrate nell'Albo, atto con cui dichiarano la
propria vicinanza con le idee del centrosini-
stra, potranno partecipare al voto per le
prossime Primarie (che dovrebbero tenersi
il prossimo 21 febbraio).
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
9
CRONACHE
Come acquistare ottimo pesce sulla banchina
ANZIO I consigli della Guardia Costiera per non essere frodati: come riconoscere il venditore onesto che rispetta le regole
A
nche quest’anno, con la fine del fermo pesca, è ripresa la tradizionale
attività di vendita diretta in banchina di piccoli quantitativi di prodotto fresco
della pesca, che i pescatori in rientro dalla
faticosa battuta di pesca offrono ai cittadini desiderosi di acquistare il cosiddetto
“mezzame”.
A tal proposito, la Guardia Costiera di
Anzio reputa necessario ricordare che la
vendita del “Mazzame” è disciplinata da
un’apposita ordinanza emessa dal Sindaco
di Anzio al fine di tutelare la salute pubblica.
Pertanto, al fine di non incappare in
eventuali venditori “abusivi”, vengono indicati di seguito le principali indicazioni che
consentono di riconoscere il “vero” marinaio autorizzato alla vendita:
I “piccoli quantitativi” per essere
ceduti/venduti devono essere posti su banchi amovibili costruiti con materiale idoneo per gli alimenti, rialzati da terra almeno un metro;
I piccoli quantitativi di pescato devono
essere contenuti in cassette di plastica, non
Resta sempre attivo il numero di
emergenza H24
della Guardia
Costiera 1530
COSA BISOGNA VERIFICARE:
Il numero del motopesca, il tesserino di riconoscimento e le cassette
cedibili, riportanti con idonea marcatura
indelebile il numero e l’ufficio d’iscrizione
del peschereccio;
Il marinaio addetto alla vendita deve esibire un tesserino di riconoscimento rilasciato dalla Guardia Costiera di Anzio, che
lo individua come unica persona indicata
dal Comandante del Motopeschereccio a
vendere il proprio pescato;
Il pescato deve essere ceduto/venduto al
massimo entro 2 ore successive al rientro
in porto del Motopeschereccio, nei pressi
dell’unità stessa.
Per maggiori informazioni, ci si potrà
sempre rivolgere al personale della Guardia Costiera presente in porto o presso gli
uffici siti nell’ambito portuale, oppure tele-
Cittadini comunitari,
Danalache responsabile
NETTUNO Nominato il referente provinciale della corrente Pd
È
stato nominato Responsabile provinciale per il settore Comunità Europea non Italiani, all'interno dell’Associazione Cantiere democratico del Pd
(che fa riferimento al Senatore Stefano Pedica) Ioan Danalache (nel cerchio rosso
nella foto). Ioan, di nazionalità romena, è in
Italia dal 2002 e da subito ha preso la residenza a Nettuno. Operaio, da sempre vicino al mondo della politica ha da tempo sposato le ragioni del centrosinistra. “Il mio
programma - spiega in vista delle prossime
elezioni amministrative - è quello di riuscire
a costruire una Chiesa Ortodossa, riconosciuta dalle Istituzioni italiane. La nostra
comunità, circa 500 famiglie, ora si riunisce
in una struttura in affitto ma vorremmo investire in Italia e realizzare una struttura
tutta nuova. La messa si potrà dire in tutte
le lingue, rumeno, bulgaro, greco e diventareun punto di riferimento per gli stranieri
che vivono qui da tempo. Insieme alla chiesa vogliamo realizzare un asilo nido a orario prolungato per i bambini delle famiglie
dei cittadini stranieri che lavorano e una biblioteca con i libri in tutte le lingue, a carattere europeo e poi abbiamo in progetto,
sempre nella stessa zona, la realizzazione
di un piccolo parco con un campo di calcetto. Un punto di ritrovo per tutti i cittadini
comunitari, dai rumeni ai bulgari ai polacchi”
fonicamente ai numeri 069844525 069844683.
Nel garantire una costante attività di vigi-
lanza e prevenzione da parte del personale
dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Anzio – che, nella sola scorsa settimana, ha
sequestrato 120 chili di prodotto illecitamente commerciato – si raccomanda a tutti
gli utenti del porto grande prudenza nei
propri acquisti.
Con l’occasione, si ricorda che è sempre
attivo il numero delle emergenze in mare
1530, contattabile 24 ore su 24, gratuito, e
che permette di mettersi in contatto con la
Capitaneria di Porto più vicina alla località
dalla quale si effettua la chiamata.
10
Molo al porto, il
Sindaco scrive
ANZIO Perplessità del Comune sul progetto
“I
n vista della
prossima ripresa
dei lavori, a protezione dell'antico Porto Neroniano, ritengo
urgente ridurre l'altezza
del muro perimetrale
della diga di 70 cm, passando quindi dai 120 cm
previsti dal progetto ad
un'altezza finale di massimo 50 cm, certamente
meno impattante e più
armonizzata con l'area
archeologica circostante".
Lo ha scritto il Sindaco di Anzio, Luciano
Bruschini, in una nota
inviata all'Agenzia Regionale per la Difesa del
Suolo che è in procinto
di riprendere i lavori,
per la realizzazione della
diga a protezione dell'antico Porto Neroniano
rispetto ai quali sono state avanzate dall'Amministrazione Comuna-
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Cade dagli scogli, batte la
testa: soccorso dal 118
ANZIO Colpa di un piede messo in fallo: per fortuna non è grave
L
o scorso martedì 3 novembre un uomo di 50
anni stava camminando a piedi nudi sulla discesa al mare che costeggia il ristorante da
Alceste dietro la Capitaneria di Porto di Anzio,
quando ha messo un piede in fallo ed è rovinosamente caduto andando a sbattere sugli scogli sottostanti. A soccorrere il malcapitato alcune perso-
ne presenti sul molo che hanno subito chiamato
una ambulanza del 118 accorsa sul posto. I sanitari
che hanno dato una rapida occhiata alle condizioni
dell'uomo lo hanno quindi imbracato e trasportato
presso il pronto soccorso dell'ospedale Riuniti di
Anzio. Le condizioni dell'uomo nonostante la caduta e diverse ecchimosi nono sono gravi.
LUCIANO BRUSCHINI
Sindaco di Anzio
le diverse perplessità legate all'impatto ambientale dell'intervento.
ANZIO Ci si può iscrivere entro il 30 novembre
Bando per gli scrutatori
di seggio elettorale
A
CRONACHE
d Anzio, fino al 30 novem- www.comune.anzio.roma.it oppubre, è aperto il bando per i re ritirato presso l'Ufficio Elettocittadini che vogliono svol- rale - Villa Sarsina piano terra.
Per iscriversi all’Albo degli
gere la funzione di Scrutatore
Scrutatori di seggio elettodi seggio elettorale. Tutti gli
rale sono richiesti i seinteressati, che non si
guenti requisiti: essesono iscritti in pasre elettore del Cosato,
potranno
Ecco quali
mune con età infepresentare dosono i requisiti
riore ai 70 anni;
manda in carta
aver assolto gli
semplice, indirichiesti per divenobblighi scolastirizzata al Sindatare scrutatore di
ci; non essere dico del Comune
seggio elettorale
pendente dei Minidi Anzio, indisteri di Interni, Pocando la data di
ste e Telecomunicanascita, la residenzioni; non appartenere
za, la professione,
alla Forze Armate in servizio;
l’assolvimento dell’obnon essere Segretario Comunale
bligo scolastico ed “allegano dipendente dell’Ufficio Elettorado” un documento d’identità
valido. Il modulo, per l’apposita le; non essere candidato alle eledomanda, può essere “scaricato” zioni per le quali si svolge la votadal sito internet comunale zione.
ANZIO AnzioDiva: è necessario un progetto per la tutela degli animali
Proposta: microchip e anagrafe canina
L’
Associazione
AnzioDiva vuole
proporre per il
territorio un nuovo progetto destinato alla tutela degli animali, ideatore dell’iniziativa è Silvio Marsili. Il progetto
che stanno realizzando
propone di dotare il Comune di Anzio di un regolamento per la tutela
ed il benessere degli animali e la
conseguente convivenza con i
cittadini. Attualmente la città di
Anzio, al contrario di Nettuno,
non ha un ufficio a cui rivolgersi
per la tutela dei nostri amici a
quattro zampe. L’iniziativa propone inoltre la realizzazione di
aree di stallo organizzate, formazione per i volontari e per la polizia locale. L’intento è quello di
mettere in piedi un circuito che
preveda, successivamente alla
cattura di un adulto o di cucciolate, la foto dei singoli animali e
la pubblicazione sul sito comunale oppure su un sito web creato appositamente, sempre di derivazione comunale. Giustamente puntando sull’adozione è necessario poi un programma gratuito di educazione sia dell’animale che del nuovo padrone, microchip ed iscrizione all’anagrafe canina. L’Associazione ha ribadito la volontà e necessità di
creare dei tavoli di studio per
migliorare la proposta in ogni
suo punto, secondo le varie necessità e regolamentazioni in
materia. AnzioDiva divulgherà a
mezzo stampa le proposte ed
iniziative propositive relativamente alla tutela degli animali,
organizzeranno incontri e tavole
rotonde con tutti coloro che si
adoperano in questo campo sia
organizzati in associazioni che
singolarmente. L’apertura al dialogo è fondamentale per ascoltare le varie problematiche e difficoltà, così da realizzare un progetto completo.
Natascia Malizia
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 11
12
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Controlli e bonifiche contro le discariche
ANZIO Resta l’emergenza per la raccolta dei rifiuti. In ritardo il progetto Clean per i problemi nell’assegnazione dell’appalto
U
na riunione urgente si è tenuta lo
scorso 27 ottobre nell’Ufficio dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Anzio Patrizio Placidi per fare il punto
della situazione dopo la decisione del Consiglio di Stato e la soluzione di estendere, fino a gennaio, il contratto per la raccolta dei
rifiuti. La riunione è stata richiesta da alcuni
dei componenti del gruppo Clean anche in
considerazione del perdurare dell’intollerabile situazione delle strade e dell’evidente
impossibilità di eliminare in modo definitivo i cumuli di rifiuti che sono distribuiti su
tutto il territorio comunale. È stata presa in
esame la difficoltà di dare corso, in modo
efficace e continuativo, al progetto Clean in
presenza di questo ulteriore ritardo nella
definizione di stabili condizioni contrattuali.
L’assessore Placidi ha convenuto, però,
sulla necessità di dare comunque inizio al
programma di lavoro previsto dal progetto
di collaborazione fra Amministrazione e cittadini attraverso il coinvolgimento dei settori collaterali che costituiscono strumento
indispensabile per tentare una stabile risoluzione del problema. E’ evidente che non
si risolve il problema raccogliendo i rifiuti
nelle strade perché questa soluzione è costosa, diseducativa e costituisce un’accettazione implicita di comportamenti inaccettabili.
Sarà cura dell’Assessore all’Ambiente, in
Solleciti a chi non paga
la casa popolare
NETTUNO Lettere del Comune di Nettuno agli assegnatari
L’
Amministrazione comunale di
Nettuno, ha iniziato a tirare le fila
delle somme non incassate negli
ultimi anni e sta andando ad incidere su
ogni settore. Dopo l'invio di accertamenti fiscali per tasse non pagate per quasi 5
milioni di euro tra Imu e Tarsu, e degli
avvisi di pagamento per i canoni concessori inevasi per oltre un milione di euro,
in questi giorni sono stati recapitati gli
avvisi per il pagamento arretrato del canone di locazione per gli alloggi di proprietà comunale. In alcuni casi i canoni
non sono stati pagati per ben due anni,
in attesa che le abitazioni fossero messe
in vendita. Oggi tuttavia, gli occupanti,
sono chiamati a regolarizzare la propria posizione, versando immediatamente il 10%
della somma richiesta e rattizzando il resto.
Se le somme dovute non saranno versate si
procederà alle azioni legali necessarie per
lo sfratto e il rilascio dell'immobile.
“RICHIESTA DI RETTIFICA AI SENSI DELL’ART.8 L. 47/1948
Nell’articolo pubblicato sul n.325 di questa testata, alla pag.10 ed. Anzio-Nettuno, pag.15 ed.
Castelli Romani e pag.16 ed. Aprilia, dal titolo
“Occhio al materiale pirotecnico, sequestrate
bombe artigianali” sono state riportate notizie
non veritiere. Vero è infatti che a seguito di un
normale controllo amministrativo esperito da
personale del Commissariato di P.S. di Albano
Laziale di Roma, veniva accertato che il D. F.
deteneva, nel proprio locale deposito, sito in La-
nuvio Via E. Fermi n.3, una quantità di materiale
esplodente di IV cat. maggiore a quanto prescritto nella licenza in suo possesso. Quindi, all'interno del deposito non veniva rinvenuto alcun
materiale pericoloso o scaduto né tanto meno risultavano occultati scatoloni contenenti bombe
di fabbricazione artigianale. In realtà il sequestro
è stato determinato unicamente da criteri quantitativi e tutto il materiale presente nel deposito
era conforme alla normativa vigente in materia”.
VIA DELLA LOTTIZZAZIONE
La discarica infinita: bonificata e riformatasi immediatamente
collaborazione con l’Assessore ai Tributi di
dare inizio al lungo e necessario lavoro di
identificazione di coloro che non pagano la
Tari per verificare le modalità attraverso le
quali smaltiscono i rifiuti prodotti. Sarà cura della Polizia Locale intervenire per le necessarie verifiche e comminare le relative
ammende. L’obiettivo è quello di ridurre in
modo graduale la produzione di rifiuti che
vengono abbandonati in strada intervenendo alla fonte e cioè presso coloro che li producono.
Tutti gli intervenuti hanno convenuto sulla notevole difficoltà di risolvere il problema in un territorio di cui l’Amministrazione
Comunale sembra aver perso il controllo.
Verrà redatto un programma di lavoro che
verrà discusso nella prima riunione di Clean, un programma in cui si parlerà di controlli, di multe, di installazione di telecamere, di una campagna di coinvolgimento dei
cittadini, ma anche delle responsabilità degli utenti e della collaborazione di coloro
che non sono più d’accordo a vivere in una
pattumiera.
Certamente il lavoro di “bonifica” deve
continuare e l’Assessore ha anticipato di
avere in programma, fino all’entrata in vigore del contratto definitivo, di intensificare
l’azione di raccolta dei rifiuti abbandonati,
traendo risorse di mano d’opera dalla riduzione della frequenza del prelievo della plastica, che passerebbe da due volte ad una
volta la settimana.
13
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Operazione pulizia in via delle Grugnole
NETTUNO Zona “infestata” dalle discariche abusive a ridosso del bosco di Foglino. Interventi che non risolvono alla radice
È
partita l'operazione di bonifica di via delle Grugnole a Nettuno. La zona è falcidiata dal fenomeno delle discariche abusive. Una situazione di
degrado assoluto dovuto all'inciviltà di molti che scaricano a ridosso del bosco di Foglino ogni
genere di rifiuti, dagli ingombranti come materassi, mobili,
vecchi televisori, lavandini, a potature e addirittura documenti.
Hanno abbandonato di tutto: mobili,
televisori, lavandini e addirittura
documenti
UN LAVANDINO TRA I BOSCHI
Scaricano davvero di tutto
Gli operatori al lavoro, infatti,
hanno rinvenuto numerosi faldoni con all'interno fascicoli, ricevute, posta e documenti di ufficio. Una situazione invivibile tra i
rifiuti e la prostituzione per chi
frequenta il polmone verde della
città per andare a fare i funghi o
chi ha la proprietà in quella zona.
«Ho il terreno adiacente alla
via - ha spiegato un cittadino - e
mi ritrovo dentro la mia proprietà di tutto e di più. Cerco di raccogliere tutto in alcuni bustoni
così quando vengono a bonificare li butto, ma molta immondizia
la portano dentro i cani e la spargono ovunque e lì c'è poco da fare. È davvero un incubo, poi bastano un paio di giorni e tornare
a scaricare e tutto torna come
prima».
Si rende sempre più necessario
in un intervento strutturale di
contrasto a questo fenomeno dilagante, magari adottando un serio impianto di videosorveglianza
per "beccare" gli incivili come già
accade in alcuni comune vicini
come Aprilia e Pomezia che in
questo senso stanno ottenendo
buoni risultati.
14
CRONACHE
Botte da orbi nella notte di
Halloween, cinque arrestati
ANZIO Al centro della rissa tra vicini di casa il tentato incendio di un’auto a Marechiaro
I
Carabinieri della Stazione di Anzio,
con l’ausilio del personale dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia,
hanno arrestato 5 italiani, quasi tutti con
precedenti penali e di età compresa tra i
27 ed i 65 anni, con l’accusa di rissa e, per
due di loro, anche di resistenza e lesioni
a pubblico ufficiale. I fatti si sono verificati in zona di Marechiaro da dove, nella
tarda serata di sabato 31 ottobre, era partita una richiesta di intervento di alcuni
cittadini che avevano segnalato un principio di incendio che aveva riguardato la
parte posteriore di un’autovettura parcheggiata nella rampa di accesso del garage di un’abitazione. Dai successivi accertamenti è effettivamente emerso che
ignoti, dopo aver cosparso verosimilmente del liquido infiammabile, avevano fatto
esplodere un petardo nei pressi del mezzo cercando di innescare un incendio
che, di fatto, non si è propagato per l’immediato intervento degli stessi proprietari che hanno spento le fiamme sul nascere con dell’acqua. I militari, giunti sul po-
Anzio
Prende contromano una
rotonda e crea il panico
Brutto incidente il 31 ottobre scorso alla rotonda di Padiglione, sulla via Nettunense ad
Anzio. Tre le auto che sono rimaste coinvolte
nello scontro. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, un'auto avrebbe preso contromano la rotonda, creando il panico tra chi stava
girando. Una delle vetture è uscita di strada ed
ha tagliato la rotonda a metà. Altre due auto
si sono toccate. Immediate le ripercussioni sul
traffico andato completamente in tilt. Sul posto le forze dell'ordine per i rilievi del caso e
per capire di chi sono le responsabilità di
quanto è accaduto.
Nettuno
Brutto incidente stradale per
uno Stop non rispettato
sto per il danneggiamento del veicolo, si
sono trovati dinanzi ad una vera e propria
rissa fra i proprietari della macchina ed
alcuni vicini di casa con i quali, in virtù
molto probabilmente di una discussione
sorta proprio per il principio di incendio
del mezzo, erano arrivati alle vie di fatto
colpendosi violentemente con calci, pugni ed oggetti di fortuna. Da lì a poco sono tempestivamente sopraggiunte diverse pattuglie dei Carabinieri che con non
poche difficoltà, e per qualche militare
anche con qualche lesione riportata nel
tentativo di frapporsi fra le parti, sono
riusciti a sedare la lite evitando così con-
STAZIONE DEI CARABINIERI DI ANZIO
Intervenuti sul luogo della rissa
seguenze ben peggiori. I 5 uomini coinvolti nella rissa, tutti trasportati e visitati
presso l’Ospedale di Anzio, hanno riportato lesioni giudicate guaribili fra i 3 ed i
7 giorni. Al termine di tutti gli accertamenti, una volta ricostruita l’esatta dinamica dell’accaduto, i soggetti sono stati
tratti in arresto e sottoposti agli arresti
domiciliari, in abitazioni comunque distanti fra di loro, in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo.
NETTUNO Bloccati tre commercianti. Due sono stati multati, il terzo si è dato alla fuga
Abusivi al mercato, sequestrati ombrelli e borse
S
ono 50 i pezzi sequestrati al mercato settimanale del
giovedì, dalla squadra Attività produttive della polizia
municipale di Nettuno, a tre commercianti abusivi. Ad
un primo commerciante sono stati sequestrati diversi ombrelli, ad un secondo delle borse di poco prezzo mentre, al terzo
abusivo, sono state sequestrate, reato ben più grave, delle
borse di marca finte. I primi due commercianti abusivi sono
stati multati, alla vista degli agenti invece, il terzo, che rischiava una denuncia penale, si è dato alla fuga. Tutto il materiale
posto sotto sequestro è stato portato presso il Comando di via
della Vittoria.
NETTUNO Le stanze sono state svuotate per evitare altri danni
Maltempo, si allaga la sala
dell’archivio del Municipio
I
l maltempo
nella notte
tra il 28 e il 29
ottobre a Nettuno ha creato meno danni del solito proprio perché
nelle ore notturne nessuno è in
giro, tuttavia problemi non sono
mancati. Il palazzo comunale che
avrebbe necessità di un immediato intervento di
ristrutturazione
si è allagato nel
piano interrato ed in particolare nelle stanze che ospitano gli archivi dell'Ente. Per
questo motivo la successiva mattinata è
stato organizzato lo sgombero di tutto il
materiale cartaceo situato nella struttura e
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
che è stato in parte danneggiato. Ora si dovrà trovare uno spazio idoneo a contenere
la documentazione amministrativa in attesa di un progetto per sistemare decorosamente il palazzo che ospita il municipio.
Due auto si sono scontrate la mattina del 31
ottobre all’altezza dell’incrocio tra via Monviso
e via Aspromonte a Nettuno, a metà tra il
quartiere di San Giacomo e quello di Santa
Barbara. Probabilmente il mancato rispetto di
uno stop la causa della collisione tra le due
vetture. Limitati i danni per i conducenti. Danni più seri invece ad una delle due automobili
che non è ripartita. Sul posto il carro attrezzi
per la rimozione.
Ex giocatore dell’Anziolavinio
Tragedia sul campo da calcio:
muore Flavio Gagliardini
Una vera tragedia, quella
avvenuta nella
serata di martedì 27 ottobre. Durante
un normale allenamento a
Civitavecchia,
con i nuovi
compagni della Csl Soccer
(Prima categoria Lazio), Flavio Gagliardini si è accasciato a
terra stroncato da un malore. Disperati i tentativi di rianimazione dei presenti per il 35enne
le cui condizioni sono apparse da subito disperate. Vani anche i tentativi del personale
medico dell'ospedale San Paolo dove Flavio è
stato trasportato d'urgenza subito dopo il malore in campo. Il giovane è deceduto poco dopo. Nella sua lunga carriera l’attaccante aveva
vestito diverse maglie Foligno, Todi, Deruta e
Sporting Terni. Tra serie C2, serie D ed Eccellenza, inoltre, Gagliardini aveva giocato anche
con Nardò, Venturina, Mestre, Albinia e Ladispoli. Aveva giocato anche con l'Anziolavinio,
dove tutti lo ricordano con grande affetto.
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 15
16
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Botte e minacce alla ex, fermato un 21enne
ANZIO Secondo la Polizia l’uomo avrebbe picchiato e minacciato, sparando un colpo di pistola a vuoto, la sua ex fidanzata
È
stato fermato ad Anzio dagli agenti del locale commissariato di Polizia guidato dal Primo dirigente Antongiulio
Cassandra un 21enne di origine
moldava che ha picchiato e minacciato con la sua pistola la sua
ex ragazza mentre era in attesa alla fermata dell'autobus.
G.P., queste le iniziali del giovane, con l'aiuto di una complice
avrebbe fatto salire la vittima sulla
sua auto nella notte di sabato alla
fermata del Cotral a Lavinio e qui
sarebbe partita l'aggressione con
l'uomo che avrebbe costretto con
la forza l'ex convivente a salire in
auto, dove poi è continuata la violenza, guidata dalla complice. Dopo pochi minuti si sono fermati in
un 'area isolata con l'uomo che si
sarebbe allontanato per tornare
poco dopo armato di pistola con
la quale ha esploso un colpo per
spaventare la ragazza. In questi attimi concitati la donna è riuscita a
chiamare il 113 prima di essere interrotta dalla donna alla guida.
L'uomo ha, a questo punto, deciso
di disfarsi dell'arma ed hanno portato la vittima sotto casa sua inti-
La ragazza ha
raccontato di
una relazione
lunga e costellata
di violenze
mandogli di non chiamare più la
polizia. La ragazza, terrorizzata e
preoccupata per la propria incolumità, ha però deciso di chiamare
nuovamente il 113 ed ha aspettato
gli agenti in casa. Ai poliziotti ha
raccontato quanto appena accaduto, ma anche della lunga e tra-
TROVATO DALLA POLIZIA
Cercava di nascondersi sotto il sedile dell’auto
vagliata storia con il suo ex, dicendo che per tutta la durata della loro relazione era stata picchiata e
maltrattata molteplici volte, spes-
so senza motivo, fino a restare segregata in casa per quasi un anno,
senza neanche poter vedere la sua
famiglia. A questo punto gli agenti
sono partiti con le indagini che
hanno portato a rintracciare l'uomo nel pomeriggio del 1 novembre a bordo di un'automobile dove
sedeva sul lato passeggero.
L’arma è stata ritrovata poco distante da casa del giovane, nascosta sotto un’aiuola e avvolta in carta di giornale, mentre il bossolo
esploso la sera precedente è stato
trovato esattamente dove la vittima aveva riferito di essere stata
aggredita, cioè alle spalle del palazzo dove abita l’uomo.
G.P., 21 enne moldavo, sottoposto a fermo di indiziato di delitto,
è accusato di detenzione e porto
abusivo di arma clandestina, ricettazione, atti persecutori, minacce
aggravate e lesioni.
Regione, soldi ai consorzi di
bonifica per la manutenzione
"L
FONDI REGIONALI 3,5 milioni di euro come prima tranche di pagamento
a Regione Lazio sta operando le necessarie variazioni di bilancio per poter
attribuire la somma complessiva di
3,5 milioni di euro per i consorzi di
bonifica del Lazio, quale prima tranche di pagamento per le attività di
manutenzione". Lo comunica la Regione in una nota. "Congiuntamente sarà approvato il nuovo modello
di convenzione che regolerà, a partire dal 1° gennaio 2016, i rapporti
tra Regione, Province e Consorzi,
in relazione al servizio pubblico
manutentivo ed alle opere di preminente interesse regionale. Questo il
contenuto della proposta di delibera della Giunta presieduta da Nicola Zingaretti (n. 16829, del 2 novembre 2015) che colma una carenza
amministrativa (alcuni consorzi
erano senza convenzione da anni)
ed economico che tanto ha pregiudicato la corretta contabilizzazione
delle attività dei consorzi di bonifica. La novità: a partire dal 1° gennaio 2016, e contrariamente a quanto
avvenuto prima, i consorzi di boni-
fica potranno contare su risorse
certe avviando una politica di efficientamento che sfocerà in un
provvedimento legislativo di riordino dell’intero settore". "Grazie all’importante collaborazione con il
presidente dell’Anbi regionale, Pasquale Conti, e con il direttore, Tullio Corbo, con questa proposta di
delibera l’Amministrazione regionale ha inteso salvaguardare l’occupazione, assicurare la tutela del territorio e garantire la sicurezza dei
cittadini".
CONSORZI DI BONIFICA
Mantengono in buone condizioni i canali
17
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Dipendente comunale
Allagata la camera
mortuaria dell’ospedale ritrovata morta
ANZIO La Asl ha fatto un sopralluogo per ripristinare i luoghi
A
l via i lavori per sistemare la Camera
mortuaria dell'ospedale di Anzio
che, durante le ultime giornate di
maltempo, si è allagata in maniera davvero
drammatica, creando delle situazioni di disagio e pericolo oltre che danni alla struttura. La Asl, dopo le ripetute segnalazioni del
personale e gli articoli di stampa, ha effettuato un sopralluogo tecnico sulla struttura, acquisito la documentazione sui lavori e
parlato con il personale. Nei prossimi gior-
ni verranno dati incarichi per ricostruire la
situazione delle condotte fognarie (a quanto pare non si trovano i progetti originali) e
si farà in modo di rendere autonomi gli scarichi del Padiglione Faina che invece sembra confluiscano nelle tubature del palazzo
centrale. Prima di avviare l'intervento di sistemazione appare importante valutare bene in che modo agire, per evitare un inutile
dispendio di risorse pubbliche senza riuscire a risolvere il problema.
ANZIO Il progetto esecutivo dei lavori per 95mila euro
Nuovo impianto di pubblica
illuminazione a Viale Severiano
L
a giunta comunale di Anzio guidata
dal sindaco Luciano Bruschini ha deliberato la realizzazione nuovo impianto pubblica illuminazione a Viale Severiano e approvato il progetto esecutivo
dei lavori che costeranno 95mila euro.
L'Amministrazione intende valorizzare
viale Severiano attraverso la "realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione
con lumi ad alta efficienza e nuove linee di
alimentazione, riducendo i costi legati ai
consumi energetici e alla manutenzione e
limitando le cadute di tensione e i guasti".
Intanto l'ufficio Ambiente sta già studiando un progetto per la rimozione dei fusti
delle palme malate e la loro rimozione. La
via sembra destinata in breve ad avere un
nuovo volto.
ANZIO Aperta la rassegna dedicata a Filippo Corridoni
Il sindacalista-militare
in mostra a Villa Sarsina
L’
Associazione Culturale Libertà e
Azione invita tutti
gli interessati a
partecipare alla
mostra su Filippo
Corridoni
“Dal
Sindacalismo rivoluzionario all’Interventismo”,
presso i locali di
Villa Corsini Sarsina ad Anzio. La
mostra si terrà fino all'11 novembre. Si troveranno immagini
inedite del Sindacalista caduto durante la
Prima Guerra Mondiale, reperite negli ultimi
giorni a Corridonia, città Natale di Corridoni, dove si sono recati in studio membri
dell’Associazione. Libertà e Azione metterà
a disposizione anche una piccola dispensa
per far conoscere la vita di Corridoni, reperibile presso la mostra.
“Il gruppo studio del 23 Ottobre, gruppo di
presentazione del personaggio storico Filippo Corridoni e di preparazione alla Mostra,
ha visto la partecipazione di molti interessati. Ripercorrendo le tappe di questo misterioso e suggestivo personaggio, vogliamo
mostrare come il sentimento nazionale ha
spinto moltissimi volontari ad imbracciare
le armi per difendere i confini nazionali. Sarà uno dei molti personaggi che analizzeremo nei tre anni di ricorrenze della Grande
Guerra. Vi invitiamo a seguire le attività sulla pagina Facebook "Associazione Culturale
Libertà e Azione" e "1915/1918: La guerra degli italiani”.
NETTUNO Dubbi sulla posizione del corpo della donna
M
orte sospetta a Nettuno. Una
donna, dipendente comunale
di 59 anni, è stata rivenuta cadavere nel cortile esterno di un palazzo
sul lungomare di Nettuno, in via Venezia dove
abitava, la mattina del 4
novembre. Sul posto è
immediatamente intervenuta una volante della
polizia dei Anzio e due
auto della polizia municipale di Nettuno. Incerte
al momento le cause del
decesso. La posizione del
corpo non convince gli
inquirenti che per togliere ogni dubbio su quanto
possa essere accaduto
hanno chiamato una
squadra della polizia
scientifica e il medico le-
gale e stanno indagando per fare chiarezza sulle cause della morte. la donna
era impiegata nell’Ufficio Protocollo e
da qualche giorno era in ferie.
18
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Ladri in frutteria...
Più danni che bottino
ma non rubano niente! per i maldestri ‘Lupin’
NETTUNO Sul caso indaga il locale Commissariato di Polizia
ANZIO Hanno arraffato appena 50 euro in monete dalla cassa
E
R
ffrazione e furto all'una circa di notte
del 3 novembre nel
quartiere di San Giacomo
a Nettuno, nella frutteria
Fondi frutta che si trova
all'altezza della Madonnina. Ignoti, almeno due,
hanno divelto una finestra
che da sul retro della struttura e si sono introdotti all'interno senza portare via
nulla. I malviventi, subito
messi in fuga dall'allarme,
hanno fatto appena in
tempo ad aprire la cassa
(ma non hanno portato via i pochi spicci
presenti), si sono guardati intorno ma non
hanno rotto né rubato nulla. «Se hanno portato via della frutta - spiega il titolare - si
tratta davvero di poca cosa, nulla di cui ci
siamo accorti, per il resto non hanno rotto
TENTATO FURTO
È partito subito l’allarme
né rubato nulla». Una situazione davvero
strana, su cui saranno le forze dell'ordine a
cercare di fare chiarezza. Anche in questo
caso la denuncia per l'episodio di tentato
furto è stata fatta agli agenti del commissariato di polizia di Anzio.
isale a qualche
giorno fa un furto
al Ristorante Pizzeria El Sangria che si
trova sulla via Ardeatina
ad Anzio. Ignoti, alle 8
circa della mattina, si
sono introdotti da una
finestra laterale nella
struttura, facendo più
danni che altro. Immediatamente è scattato
l'allarme, che ha allertato le forze dell'ordine e i
titolari. I ladri, almeno due, hanno rotto
due porte per riuscire ad arrivare alla cassa ed hanno danneggiato la cassa stessa
dalla quale hanno portato via una cinquantina di euro circa, tutti in monete. Quindi
si sono subito dati alla fuga, non senza lasciare più di qualche traccia dietro di sé,
comprese una serie di impronte visibilissi-
me sulle porte. Sul posto per la denuncia
del caso, gli agenti del commissariato di
polizia di Anzio, che hanno anche proceduto a rilevare le impronte nella speranza
di arrivare ad identificare gli autori del furto. Nel complesso i malviventi hanno fatto
danni per un migliaio di euro e portato via
appena 50 euro.
ACQUALATINA Divieti di transito e sensi unici
Nettuno, problemi
di viabilità per lavori
A
causa di alcuni lavori
da parte di
Acqualatina il 4 novembre è stato istituito il divieto di
transito a Nettuno
in via Santa Barbara all'altezza di via
delle Azalee e via
delle Ortensie. Il
divieto è scattato a
partire dalle ore
8,45 e resterà in vigore fino a cessate esigenze. Per
l'occasione è stato istituito anche il senso unico di marcia su
via delle Ortensie in direzione di
via Zaccaria Negroni e in via delle margherite nella stessa dire-
LAVORI SULLA RETE IDRICA
Dal 4 novembre finché sarà necessario
zione.
Dal 3 novembre, invece, dalla
tarda mattina per lavori è stato
chiuso il tratto di via Lombardia
che va dall'intersezione con via
Piemonte a via Santa Maria.
ANZIO Lungo via della Fonderia a Lavinio
Una ‘vasca’ per provare
a limitare gli allagamenti
S
ono iniziati la mattina
del 3 novembre i lavori
per la realizzazione di
una vasca di compensazione
per limitare i frequenti allagamenti, dovuti al maltempo,
lungo via della Fonderia a Lavinio Stazione nei pressi del
semaforo posto all'incrocio
con via dell'Armellino, ad Anzio.
«Si tratta – spiega l'assessore Alessandroni – di una vasca di compensazione per circa 800 metri cubi, profonda in media 160 cm, che risolverà la seria
problematica dei frequenti allagamenti che è particolarmente sentita da tutti i residenti della zona ma
anche dalle molte persone che percorrono il tratto stradale in questione. Contiamo di ultimare l'intervento in circa 4 mesi, auspicando di reperire a breve, nelle pieghe del bilancio, ulteriori risorse per la realiz-
zazione del marciapiede e per il rifacimento del manto stradale».
Nei giorni scorsi la Via Litoranea
Ardeatina, all'altezza della zona di
Marechiaro, è stata riaperta al traffico, in ambo i sensi, dopo la parziale ultimazione dell'intervento urgente "ordinato" dal Sindaco Bruschini per rimettere in sicurezza la
trafficata arteria stradale, in seguito
ai gravi danni causati dal maltempo.
NATURA BELLA
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
19
Arriva la tutela degli alberi monumentali
Imponenti e stupendi esemplari, unici al mondo, vicino casa nostra. Ora le istituzioni se ne prenderanno cura
Hanno anche molti secoli
di età. La Regione avvia
il censimento di questi
meravigliosi giganti
Roberto Lessio
Alcuni di loro erano già nati quando Cristoforo Colombo doveva ancora scoprire l’America ed è tutt’oggi vivo e vegeto, anche se con parecchi acciacchi dovuti non tanto all’età ma al disinteresse e alla superficialità degli uomini. Parliamo degli
alberi monumentali che la legge n.
10 approvata all’inizio del 2013 ha
posto sotto tutela, imponendo a tutti i Comuni italiani di censirli entro
il 31 dicembre di quest’anno. Data
che probabilmente non verrà rispettata perché il decreto attuativo della
legge è arrivato un anno fa e solo in
quell’occasione si è saputo quanti
soldi il governo metteva a disposizione delle Regioni. Alla nostra sono toccati per il momento appena
85mila euro, ma nelle settimane
scorse la Giunta Zingaretti ha co-
Anche se sono su aree
private, tutti gli alberi dichiarati monumentali diventano
patrimonio pubblico
IL RE DI VILLA FOGLIANO A LATINA
Maestoso Eucaliptus, alto 25 metri, ha
una circonferenza di oltre 6,33 metri
IL PIOPPO DI GELASIO CAETANI A NINFA
Domina l’orto botanico nel comune di Cisterna. È alto 35 metri ed ha 110 anni
DA OLTRE 5 SECOLI A SERMONETA
Il “Leccio di San Francesco” presso l’omonimo eremo, la data ufficiale di ‘nascita’ è il 1495
munque avviato le operazioni del
censimento approvando l’apposito
schema di convenzione con il Corpo Forestale dello Stato. I Comuni
dovranno effettuare con esattezza,
economicità ed efficienza il censimento per poi elaborare delle singole schede di identificazione e localizzazione. La Regione svolgerà il
coordinamento tra i Comuni al fine
di predisporre un elenco da aggiornare periodicamente. Ai proprietari
dei terreni dove si trovano gli esemplari individuati verrà inoltre recapitata una “proposta di monumentalità” per eventuali osservazioni e opposizioni. Gli alberi dichiarati monumentali infatti cesseranno di essere di proprietà privata. Per quelli
da frutto comunque si potrà continuare ad effettuare la raccolta.
L’elenco infine sarà trasmesso ai Forestali che provvederanno al con-
IL CERRO SUGHERA DI SEZZE
Si staglia sul cimitero setino: alto 32 metri,
ha oltre 120 anni di età
to culturale che produrrà sicuratrollo e alla tutela. Le piante secomente anche dei ritorni
lari presenti nel nostro territorio
economici
duraturi
saranno quindi indivicon il turismo. Queduate, schedate ed
sti alberi, infatti, al
etichettate, non solo
Tutti i
contrario di quanai fini di preservarComuni entro
to avviene con la
le in vita e di tutela
il 31 dicembre devochiusura della
del paesaggio, ma
fabbriche, non
anche per poterne
no censirli e prepasono delocalizzareplicare le pecurarne la ‘carta
bili in altri posti
liarità genetiche. È
d’identità’
dove la mano
infatti l’insieme di
d’opera costa di mequeste caratteristiche
no. Qui mostriamo ala determinare un patricuni di questi meravigliosi gimonio che probabilmente
ganti verdi del Lazio.
non ha paragoni nel resto del
mondo. Si tratta quindi di un bel sal-
LA “QUERCIA DEL CANCELLONE” A FRASCATI
A Villa Falconieri. La sua età è stimabile tra i 400 e i 500 anni. Chioma larga 36 metri
20
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Commemorazione al Campo della Memoria
Giornata di cerimonie il 2 novembre. Presenti le forze dell’ordine e il vicesindaco: «Ricordiamo uomini caduti per un ideale»
I
ntensa giornata di cerimonie in occasio- to Indri: «Qui sono morti durante la Guerra
ne della commemorazione dei defunti 1500 italiani e siamo qui per ricordarli - ha
sul territorio di Anzio e Nettuno. In que- detto - c'è bisogno di iniziare un'opera di pacificazione e dire basta a questo astio. Noi
st'ultimo si è iniziato dal campo della mesiamo qui ogni anno per ricordare
moria di via Rocca Priora dopo per la priquesti ragazzi caduti e siamo conma volta dal 2005 era presente
tenti che quest'anno sia presenuna delegazione del comune di
te anche il comune di Nettuno
Nettuno con sub-commissaa ricordare questi caduti corio prefettizio Lucia Guerme giusto che sia».
rieri. Presente anche la poPresente anche il
Dopo Alberto Indri a parlizia municipale e, come
92enne reduce della
lare è stato il vicesindaco di
negli anni scorsi, le autoribattaglia di El
Anzio Giorgio Zucchini:
tà militari del territorio e il
Alamein
«Sono sempre emozionato
comune di Anzio, quest'anquando vengo qui - ha detto no rappresentato dal vice
Non commemoriamo una
sindaco Giorgio Zucchini.
ideologia, ma degli uomini caLa cerimonia, iniziata alle ore
duti combattendo per un'ideale.
10, è stata l'unica in cui i presenti
Non possiamo giudicarli, perché non siasi sono pronunciati in un discorso. Fimo vissuti in quell'epoca dove c'era un'Italia
lo conduttore il pensiero di onorare i caduti al di là del colore politico. Il primo a divisa ed alcuni facevano credere che gli
prendere la parola è stato il presidente del- Americani fossero gli invasori e non era
l'Associazione Campo della Memoria, Alber- semplice capire da che parte fosse giusto
schierarsi. E' bene che oggi ci sia qui una
rappresentanza del comune di Nettuno seppur a-politica. Che le amministrazioni future
guardino a questi ragazzi e non ai colori politici. Come è giusto commemorare i caduti
americani come facciamo ogni anno è giusto
commemorare i giovani che sono morti e riposano qui».
Una battuta l'ha concessa anche il subcommissario prefettizio Lucia Guerrieri: «È
nostra intenzione commemorare con la no-
SANTO PELLICCIA
«Sono commosso nel vedere tante autorità»
stra presenza i morti senza pensare a delle
posizioni politiche».
A concludere anche l'intervento del reduce della battaglia di El Alamein, il 92enne
Santo Pelliccia: «Sono commosso nel vedere
tante autorità - ha detto - si inizia a mettere
la parola fine all'odio e alle contraddizioni.
Onoriamo la memoria di ha combattuto in
nome di un ideale condivisibile o no. Io sono
un combattente e non posso che onorare
chiunque sia caduto combattendo. All'epoca
era tutto diviso e si combatteva credendo di
essere dalla parte giusta. Non era in errore
chi combattette per un ideale, ma è in errore
chi oggi predica la pace e semina l'odio».
La cerimonia si è chiusa con la preghiera
del marinaio, prima che la carovana si spostasse al cimitero civile di Nettuno, al cimitero americano, al monumento dei caduti di
Nettuno e a quello di Anzio per la conclusione delle commemorazioni.
Romina Malizia
Anzio e Nettuno, le Istituzioni celebrano i defunti
CERIMONIE Al Cimitero americano e al cimitero del Commonwealth a Falasche, poi ai vari monumenti ai caduti delle due città
D
opo il campo della memoria le cerimonie si sono spostate al cimitero
Americano di Nettuno. Le autorità intorno alle 11,30 si sono
poi ritrovate in piazza Cesare
Battisti davanti al monumento
ai caduti. Qui il vicesindaco di
Anzio Giorgio Zucchini, il sub
commissario del comune di
Nettuno Lucia Guerrieri e il colonnello Riccardo Giovanni
D'Aprà, direttore del Poligono
Militare, hanno deposto una corona di fiori per ricordare i caduti di tutte le guerre. Le cerimonie del comune di Nettuno si
sono concluse con la celebrazione del salvo
XXIII da parte di Padre Giovanni
Alberti.Commemorazione defunti cimitero
hanno reso omaggio ai caduti che riposano al
cimitero del Commonwealth in località Falasche. A seguire è stato reso omaggio ai defunti al cimitero civile di Santa Teresa. Poi le autorità si sono spostate a Nettuno per partecipare alle altre cerimonie in programma, per
americano
Nel comune di Anzio le cerimonie sono iniziate intorno alle ore 8,30 con le autorità che
ritornare ad Anzio intorno alle 12 per deporre
una corona di fiori in presenze delle autorità
civili e militari di Anzio e Nettuno presso il
monumento ai caduti di piazza Garibaldi.
Natascia Malizia
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
CRONACHE
21
Un premio speciale al Cantagiro
L’anziate David Diamanti ha ricevuto una menzione speciale per le sue doti canore
I
l Cantagiro 2015 ha decretato il suo vinci- dall’estero … insomma una manifestazione
canora che anche quest’anno non ha tratore, in realtà una vincitrice: Chiara Pidito la sua peculiarità che è nella
losu, 18 anni, di Budoni (Sardegna).
sua splendida tradizione, quella
21 i talenti, scelti per la finale tedi scovare talenti e fargli vivenutasi a Guidonia, condotta da
re l’emozione del grande palVeronica Maya e Ruggero
Si
attende
co.
Sardo, due ospiti speciali
l’inserimento del
David Diamanti, 54 anni,
per un’occasione altrettanbrano da lui cantato
di Anzio, alla finale nazioto importante. Una sfida
nale ha ricevuto una mennon facile, dopo una selenella Compilation
zione
speciale
“Per
zione accurata da parte dei
del Cantagiro 2015
un'Emozione”, viste le ricogiudici, i concorrenti rimasti
nosciute ed apprezzate doti
in gara si sono rivelati tutti
canore dell'uomo.
all’altezza di vincere il premio
In giuria c'erano il direttore ardi Cantagiro 2015, ma il momentistico del Cantagiro il Maestro Mario Toto della scelta prima o poi è dovuto
rosantucci, il Direttore Elvino Echeoni, il
arrivare. Si sono distinti tra i tantissimi
selezionati in tutta Italia tra interpreti e can- Patron Enzo De Carlo, il Maestro Angelo Petautori, oltre a Band, bambini, e partecipanti truccetti, Katia Ricciarelli alla serata dedica-
Presepe in Parrocchia
ad Anzio Colonia
NATALE 2015 Il parroco ha messo a disposizione un’ala
I
l Comitato di Anzio Colonia annuncia l’evento Natalizio del
Presepe che sarà allestito nella
Parrocchia del quartiere. Don Vite,
il nuovo Parroco di Anzio Colonia,
ha messo a disposizione di un gruppo di cittadini un’area della Parrocchia per la realizzazione di un grande presepe che potrà essere visitato
da tutti. "Noi, come Comitato di
quartiere - si legge in una nota stampa - cercheremo di dare tutta la nostra collaborazione affinché quest’evento
Natalizio si svolga nel miglior modo possibile. Oltre il Presepe è in embrione un altro avvenimento che potremo chiamare Il
presepe più bello. Il progetto consiste nel
coinvolgere in una gara tutti i cittadini
che hanno l’intenzione di realizzare nelle
loro abitazioni un Presepe. Tutte le realizzazioni saranno riprese e video e foto che
saranno proiettati ed esposte nella Parrocchia dove una giuria premierà i tre più
belli".
ta alle finali internazionali e Massimo di Cataldo alla serata della Finale Nazionale).
Oltre ad assegnare i premi alla migliore
band, alle migliori partecipazioni straniere
baby e senior, al miglior rap, miglior cantautore, miglior interprete, miglior brano liricopop, quindi il premio speciale” Little Tony”, il
premio speciale “2due righe”, e naturalmente il premio alla Vincitrice Assoluta del Cantagiro 2015, la giuria - pur non inserendolo
tra i 21 finalisti – non poteva non riconoscere
il talento di David Diamanti. «Ringrazio tutti,
indistintamente tutti coloro che hanno contribuito a questa mia esperienza, in testa a
tutti Osvaldo Bisello, responsabile regionale
e tutto lo staff del Cantagiro» commenta
soddisfatto David. Ora si attende l’inserimento del brano da lui cantato nella Compilation del Cantagiro 2015.
NETTUNO Al Palatucci festa a tema per grandi e piccini
Un Halloween da brividi al
Parco grazie alle Associazioni
U
n sabato da brividi quello del
31 ottobre al parco Palatucci
di Nettuno per festeggiare la
festa più paurosa dell'anno, quella di
Halloween. Ad organizzare l'evento
l'associazione "Quelli del parco" in
collaborazione con l'Aide e Una cicogna per amica.
L'evento a tema ha previsto un addobbo del Parco, rimesso a nuovo in
maniera davvero coinvolgente dai
cittadini, che per l'occasione, utilizzando solo materiali riciclati, hanno
illuminato l'area con dei ceri, appeso
fantastici e quant'altro. Tanti, grandi
e piccini, hanno partecipato mascherati e non, portando dolcetti, o organizzando scherzetti, per una giornata all'aperto e
in compagnia. Sul posto musica dal vivo e
animazione per i più piccoli.
22
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Alla scoperta del fantastico in biblioteca
ANZIO Parte una serie di incontri alla scuola Chris Cappell dedicato al tema del “fantastico”: dalla Grecia a Shakespeare
R
ispondendo alle numerose sollecitazioni che incoraggiano la lettura e allineandosi con iniziative finalizzate alla sua promozione, la Biblioteca multimediale Chris Cappell
ospiterà un ciclo di incontri di
lettura dedicati alla scoperta del
fantastico: “Viaggio nel fantastico. Ciclo di incontri di lettura dedicati alla rappresentazione del
fantastico nelle letterature”. Un
viaggio letterario vero e proprio
che, partendo dalla letteratura
greca e attraversando le letterature latina e italiana, approda a
BIBLIOTECA MULTIMEDIALE
College Chris Cappell
Shakespeare, permettendo di apprezzare opere fondamentali da
una prospettiva particolare,
amata da giovani e meno giovani: quella del fantastico. Opere
significative saranno, così, riscoperte tramite la lettura di passi
scelti che parlano di esseri e
mondi soprannaturali. Il primo
incontro, “Sirene, mostri e Ciclopi nell’Odissea”, è previsto per il
16 novembre, alle ore 16, e porterà alla scoperta delle creature
che popolano il mitico testo
omerico.
Gli incontri avranno come lo-
cation la suggestiva “Sala Piale”
della Biblioteca Chris Cappell,
che ospita l’ingente fondo della
storica “Biblioteca Circolante
Piale” di Roma, donato alla Fondazione Christian Cappelluti Onlus nel 2009.
Gli incontri si avvarranno della
collaborazione degli alunni del
Liceo Classico e Musicale “Chris
Cappell”, mentre le letture saranno affidate agli attori della
storica compagnia teatrale di
Nettuno “Il Borgo”.
La partecipazione è libera, gratuita e aperta a tutti. Si consiglia
la prenotazione: 06.9874823; [email protected]
nzio.roma.it.
Il calendario degli incontri è
disponibile sul sito (www.bibliotecachriscappell.it) e sulla pagina Facebook della Biblioteca.
Il ciclo di lettura nasce dalla
consapevolezza dell’importanza
della lettura, soprattutto della
lettura ad alta voce, incoraggiata
e promossa, attraverso molteplici iniziative, dal Ministero dei
Beni e delle Attività culturali e
del Turismo. La Biblioteca multimediale Chris Cappell, consapevole dei delicati compiti che gli
istituti di cultura sono chiamati
a svolgere per la collettività,
vuole dare il proprio contributo
in questa direzione.
Padre Alex Zanotelli parlerà in aula consiliare
NETTUNO Il missionario comboniano, grande personalità in tema di diritti e accoglienza, interverrà in sala consiliare il 9 novembre
S
arà un grande evento per la città di Nettuno, una grande festa, che si terrà nella
sala del Consiglio comunale della città,
il 9 Novembre, dalle ore 17,30, quando padre
Alex Zanotelli ci onorerà della sua presenza.
Dopo la partecipazione al convegno "Diritto
all'acqua, diritto al futuro", che si svolgerà il 7
e 8 Novembre presso lo spazio Millepiani –
Via Nicolò Odero, 13, a Roma, che vedrà confrontarsi ospiti internazionali, comitati a difesa dei territori, della pace e della qualità della
vita; il missionario farà tappa a Nettuno. Dove
sarà accolto dal Rettore del Santuario di Nostra Signora delle Grazie, padre Antonio Coppola, dalla Commissaria prefettizia della città
del tridente, Raffaela Moscarella, dal l'assessore alla cultura di Anzio Laura Nolfi. Oltre a
queste personalità, saranno presenti i rappresentanti delle associazioni del territorio. Per
Il programma
ore 16,30: la Corale “Città di Nettuno” intonerà canti sulla pace e intorno alla pace
ore 17,00: intervento del Commissario straordinario del Comune di Nettuno, Raffaela
Moscarella
ore 17,10: intervento del Rettore emerito
della Basilica di Nostra Signora delle Grazie e Santa Maria Goretti in Nettuno, Giovanni Alberti
ore 17,20: intervento del Sindaco di Anzio
Luciano Bruschini (o di un suo delegato)
ore 17,30: intervento della Dottoressa Paola Montello, rappresentante dell’ associazione “Rinnovamento dello spirito”
ore 17,40: intervento di Fiorenzo Testa del
“Comitato acqua pubblica Anzio-Nettuno"
ore 17,50 : intervento del sacerdote e missionario comboniano Alex Zanotelli
Negli ultimi tempi, il lavoro missionario di
Zanotelli si è svolto a Korogocho, una delle
baraccopoli che attorniano Nairobi, la capitale del Kenya. Continuado le sue collaborazioni giornalistiche: con Nigrizia e con la direzione della rivista Mosaico
Tutto il suo lavoro missionario e di testimonianza è fondato su un triste paradigma, l'ingiustizia che il Nord e il Sud del mondo, che
PADRE ALEX ZANOTELLI
Sacerdote e missionario comboniano
la città è una bella occasione conoscere di
persona il missionario Trentino che ha trasformato la sua vita in una lunga battaglia per
gli ultimi. Come quando, Partito per il Sudan,
dopo otto anni viene allontanato dal governo
a causa della sua solidarietà con il popolo Nuba e della coraggiosa testimonianza cristiana.
Ha dichiarato in diverse occasioni -"Essere al
servizio dell'Africa, in particolare 'voce dei
senza voce', per una critica radicale al sistema
politico-economico del nord del mondo che
crea al Sud sempre nuova miseria e distrugge
i valori africani più belli, autentici e profondi".
Per quasi dieci anni, Zanotelli ha saputo
prendere posizioni precise e imporsi all'opinione pubblica italiana, affrontando i temi del
commercio delle armi, della cooperazione allo sviluppo affaristica e lottizzata, dell'apartheid sudafricano. E' stato anche tra i fondatori del movimento "Beati i costruttori di pace", con cui ha condotto molte battaglie in nome della cultura della mondialità e per i diritti
dei popoli.
sono divisi da un muro, tra gli straricchi e gli
strapoveri è un muro invalicabile, a suo parere, è questo il vero problema del pianeta .
Il suo arrivo in una città come Nettuno, non
può che risollevare gli animi ed anche la città
verso orizzonti più elevati di convivenza civile.
F.T.
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 23
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 24
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 25
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 26
27
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Dal furto di gasolio al danno ambientale
CAMPOVERDE Fosso Torto e canale Astura contaminati per un tentativo di “succhio” dalla condotta Eni Gaeta-Pomezia
U
n tentativo di furto andato a vuoto e,
come sempre un grave danno all'ambiente. I vampiri di gasolio ci hanno
riprovato nella notte tra giovedì 29 e venerdì
30 ottobre, praticando un foto all'oleodotto
Eni Gaeta-Pomezia all'altezza di via Valtellina a Campoverde. Il loro intento era quello
di fare il cosiddetto “succhio”, ma qualcosa
deve essere andato storto: il bypass applicato non ha retto alla pressione ed è iniziata la
fuoriuscita incontrollata di carburante in
un’area di mezzo chilometro quadrato. A
quel punto i ladri hanno pensato bene di darsela a gambe levate. Subito l'aria si è cosparsa di un forte odore di olio, tanto da costringere i residenti ad allertare le autorità. Nel
frattempo anche i tecnici Eni si erano accorti di un calo di pressione, individuando immediatamente la perdita. Le operazioni di riparazione della condotta sono iniziate alle
prime luci dell'alba con un dispiegamento di
forze dell'ordine, carabinieri, Polizia Locale,
Protezione Civile Anc, tecnici comunali e
personale Eni. Lo sversamento ha coinvolto
SI TENTA DI ASPIRARE
IL GASOLIO FUORIUSCITO
Il Sindaco di Aprilia ha
emesso un’ordinanza di
divieto di utilizzo di quelle
acque per irrigare i campi
I precedenti (falliti) del 2013
Nel 2013 ci furono due tentativi
di furto di gasolio in zona Campoverde, direttamente dall’oleodotto dell’Eni. Nel settembre
2013 i Carabinieri avevano sorpreso un furgone da cui usciva
un lungo tubo. Gli uomini dell’arma, avvicinatisi al mezzo, avevano scoperto che il tubo era collegato tramite un rubinetto all’oleodotto. Un altro maxi furto di greggio era stato perpetrato a maggio
nello stesso luogo. In quel caso,
il tentativo di furto provocò la fuoriuscita di gasolio che ha inquinato le campagne circostanti.
Tra l'altro non è ancora terminato
il programma di bonifica delle
campagne dopo quel pericoloso
sversamento: insieme all'Arpa
Lazio e al Comune di Aprilia si
stanno monitorando i danni provocati dal tentativo di furto di un
anno e mezzo fa.
in fosso Torto, inquinando l'acqua. Grazie alla professionalità dei tecnici è stato possibile recuperare gran parte del gasolio fuoriuscito, ma non sono ancora scongiurati danni
ambientali non solo ad
Aprilia, ma anche alle
vicine Anzio, Nettuno,
Velletri e Lanuvio. Martedì 3 novembre il Sindaco di Aprilia ha firmato l’ordinanza di divieto di utilizzo delle
acque del fosso Rio
Torto e del Canale
Astura per irrigare i
campi coltivati a prodotti destinati al consumo umano. Gli effetti dell’ordinanza, a tutela e salvaguardia del-
la salute pubblica, sono da intendersi in vigore, nelle more degli accertamenti ulteriori
richiesti all’Arpa Lazio, fino alla bonifica della sorgente inquinante.
Una storia che si
ripete, quella dei furti all'oleodotto, e
che vede sempre
Aprilia protagonista.
Il 9 dicembre 2014
furono arrestati due
rumeni di 29 e 31 anni mentre collaudavano un rubinetto
applicato mediante
foratura della condotta interrata dell’oleodotto Eni.
Stefano
Cortelletti
28
CRONACHE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
La Festa delle Castagne
per ritrovarsi in comunità
NETTUNO Domenica 15 novembre alla Chiesa dell’Immacolata Concezione
P
rotagoniste delle tavole
durante l'autunno, le castagne diventano anche un
ottimo spunto per organizzare un
pomeriggio di divertimento e, soprattutto, beneficenza per aiutare le attività delle parrocchie. È
quanto hanno pensato, a Nettuno, sacerdoti e collaboratori della chiesa dell’Immacolata Concezione, in via Greccio, che hanno
organizzato, insieme alle associazioni "A.N.G.E.LI.T.A." e "Tana Libera Tutti", la "Festa delle castagne", in programma domenica 15
novembre. Un'occasione per i fedeli e per tutti gli abitanti del
quartiere di ritrovarsi per trascorrere insieme qualche ora tra
giochi e buon cibo. Il programma
prevede, a partire dalle 16,30, la opere di beneficenza e per piccoli lavori di manutenzione della
degustazione delle castagne arstessa parrocchia». Inoltre,
rosto accompagnate da
per gli “amici" e i "sodell’ottimo vino rosso
stenitori", saranno
locale e, per gli
Evento
aperte le iscrizioni
amanti della briper l’anno 2016
scola, l'organizorganizzato
delle due associazazione di un
da sacerdoti e colz i o n i
torneo con riclaboratori della
"A.N.G.E.LI.T.A."
chi premi per le
Chiesa
e "Tana Libera
prime tre copTutti". Per ulteriopie classificate.
dell’Immacolata
ri informazioni e
A chiudere la seConcezione
per l’iscrizione al
rata, una grande
torneo si potrà conspaghettata in alletattare il seguente numero
gria. «Saranno gradite
333-2245620 (Salvatore). La
offerte - spiegano gli orgaiscrizioni al torneo si chiuderannizzatori dell'evento - il cui ricavato sarà devoluto alla chiesa no venerdì 13 novembre.
Giovanni Salsano
dell’Immacolata Concezione, per
Presentazione del vino
novello: un successo
NETTUNO Il 20 novembre la presentazione a Testaccio
stata un successo la presentazione del vino novello organizzata nella giornata del 1 novembre presso la
Cantina Divina Provvidenza di
Nettuno. A fare gli onori di casa
Adelaide e Piera Cosmi. In tantissimi si sono affacciati per assaggiare il novello e per vedere come
è stato prodotto in questo 2015 la
cui estate torrida ha regalato all'uva una qualità straordinaria.
«È stata un'annata da vino imperiale - spiega Adelaide Cosmi
durante il giro di presentazione
dell'azienda - il sole ha fatto davvero un gran bene all'uva basti
pensare che il novello è oltre i 12
gradi». Quindi è stata illustrata la
raccolta delle uve, per la gran parte automatizzata (anche se - spiega Adelaide
- quest'anno c'è chi è andato a chiedere se
servivano lavoranti per la raccolta manuale)
e il procedimento di realizzazione del vino,
tutto automatizzato. A spiegare le qualità notevoli della produzione 2015 l'enologo dell'azienda Marco Delli Zotti. «Questa è una
bella annata davvero - spiega - per il novello e
non solo. Il novello è fruttato e dal tannino
morbido, piacevolissimo. Lo scorso anno,
grazie alle continue piogge, abbiamo avviato
il raccolto con le uve non del tutto mature,
errà presentato a Roma il 20 novembre, presso la Biblioteca Comunale “Enzo Tortora” nel quartiere Testaccio, il libro di poesie del nettunese Marco Nica. Si tratta di cinquanta poesie in dialetto romano, prose che
hanno un solo filo conduttore: la vita,
quella di tutti i giorni che Marco Nica ci
racconta con versi a volte taglienti e
schietti, nel classico stile dolce-amaro
che rappresenta il carattere di chi vive
la città eterna. "Ahò! Poesi de Roma
mia" risulta comunque fruibile anche da
parte di chi romano non lo è, permettendone quindi la comprensione a un vasto
pubblico di lettori. Marco Nica scopre la
passione per il teatro nel 1991 e interpreta commedie di Eduardo De Filippo,
Dario Fo, Ettore Petrolini, Carlo Goldoni, Anton Checov e Aldo De Benedetti,
recitando anche al Tyne Theatre di
NewCastle.
NETTUNO 1 novembre presso la Cantina Divina Provvidenza
È
ADELAIDE COSMI
L’enologa ha spiegato come funziona nella Cantina
MARCO DELLI ZOTTI
Enologo della Cantina Divina Provvidenza
per evitare che il maltempo rovinasse tutto.
Quest'anno la situazione è decisamente diversa. Questo - aggiunge - è un anno buono
per fare scorta. Abbiamo ottenuto prodotti di
alta qualità e gradazione notevole. Più leggeri
solo il trebbiano e le malvasie. Ottimo anche
il cacchione. Il prossimo 6 novembre - conclude - tra l'altro, presenteremo sia il cacchione che il merlot senza solfiti. Una produzione
"bio" che più di qualche cliente ci ha chiesto
e che, dopo la sperimentazione dello scorso
anno, abbiamo finalmente realizzato».
Presentazione del libro
di Nica
V
29
SALUTE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
UN PASSO AVANTI... INSIEME A TE
SIRIO MEDICAL ORTOPEDIA è un centro altamente specializzato per la costruzione di protesi modulari
I prototipi vengono sottoposti a numerosi test
di simulazione pratica
che riproducono il movimento naturale umano
i diversi prototipi vengono sottoposti a numerosi test di simulazione
pratica che riproducono il movimento naturale umano per ottimizzare ai massimi livelli il loro grado
di mobilità.
La funzione dei ginocchi meccanici riveste un ruolo di primaria importanza nella protesizzazione. Con
la nostra ampia gamma di modelli,
soddisfiamo le esigenze di sicurezza
del ginocchio nella fase statica, di
controllo e nella fase di lancio.
I nostri utenti non desiderano solo riacquisire le funzionalità perse,
ma anche indossare una protesi che
soddisfi dal punto di vista estetico.
La struttura esterna della protesi,
per quanto riguarda il rivestimento
cosmetico, è di particolare importanza a tutti i livelli di amputazione
ed é per questo che proponiamo per
La struttura esterna
della protesi, per quanto
riguarda il rivestimento
cosmetico, è di particolare importanza
to inferiore modulari. I vari componenti sono collegati gli uni agli altri
nel sistema modulare ed è pertanto
possibile smontarli, sostituirli e apportare sostituzioni statiche anche
durante l'allineamento e la prova.
Altre modifiche si possono effettuare in qualsiasi momento, anche dopo la finitura della protesi. Per soddisfare le esigenze individuali dell'utente, offriamo una vasta gamma
di componenti modulari funzionali,
in alluminio, titanio e acciaio inossidabile.
Il piede protesico ha una notevole influenza sulle caratteristiche
biomeccaniche della protesi ed è
per questo che la protesi del piede
deve essere scelta meticolosamente. Al momento della realizzazione,
ognuno una vasta tipologia di calze
e tecniche di finiture. Le calze di rivestimento sono disponibili in misure e colori diversi, con la fascia terminale in gomma antiscivolo. Esse
donano il "tocco" finale all'estetica
del rivestimento cosmetico.
Sirio Medical - Via Variante
di Cancelliera ad Ariccia, zona industriale. Ampio parcheggio, a pochi passi dalla
stazione FS di Cancelliera.
Dal lunedì al venerdì dalle ore
9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, il sabato dalle ore
9:00 alle 13:00.
06/93495679 – 06/93492742
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA
I
l nostro obbiettivo è quello di
migliorare in modo determinante la qualità della vita delle persone diversamente abili, con il raggiungimento della massima indipendenza ed autonomia nel movimento.
In tal senso offriamo un vasto assortimento di dispositivi protesici
di arto inferiore innovativi, attuali e
di elevata qualità, al fine di trovare
le migliori soluzioni individuali per
ogni tipologia di utente e per soddisfare le più diverse esigenze.
La natura umana spinge ognuno
di noi ad esplorare, ad essere indipendenti nelle esperienze quotidiane, pronti e sempre all'altezza di
ogni situazione.
A tal fine SIRIO MEDICAL ORTOPEDIA costruisce protesi per ar-
30
CRONACHE DALLA REGIONE
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Anche la Regione usa cartelloni abusivi
ILLEGALITÀ La Polizia Locale rimuove due impianti abusivi sulla Nettunense utilizzati anche dalla Regione Lazio
V
a avanti il lavoro della Polizia
Locale di Aprilia per “ripulire” il territorio dai cartelloni
pubblicitari abusivi. Dopo le verifiche disposte dall'amministrazione
comunale sugli impianti pubblicitari, nei giorni scorsi personale della
Polizia Locale e dell'Azienda speciale Multiservizi hanno rimosso ben
cinque impianti completamente
abusivi. Personale del Settore Tributi e del settore Lavori Pubblici, ai
quali è stato comunicata l'identità
dei responsabili, sta provvedendo in
questi giorni al recupero delle spese
di rimozione e delle sanzioni contestate. Le verifiche sono proseguite
ed hanno interessato gli impianti
pubblicitari che erano collocati sulla Nettunense all’altezza del caval-
Esiste un regolamento comunale
del 2010 che impone regole rigide per
installare i cartelli
VIA NETTUNENSE: ADDIO CARTELLONE ABUSIVO SOTTO IL CAVALCAVIA
Rimosso dalla Polizia Locale: ci faceva pubblicità anche la Regione Lazio (a sinistra)
cavia della Pontina. Si tratta di due
mega insegne di sei metri per tre, attaccate ai piloni del cavalcavia, risultati abusivi. Il bello è che gli enti
pubblici hanno spesso acquistato
spazi pubblicitari per promuovere
iniziative ed eventi, in primis la Re-
gione Lazio. In sostanza, l’Ente regionale ha speso soldi pubblici per
fare promozione su cartelloni abusivi. Quegli impianti contravvenivano
al codice della strada essendo collocati a ridosso di svincoli distraendo
l’automobilista. Ora quei due im-
pianti sono stati rimossi completamente.
Esiste un regolamento approvato
dal Consiglio Comunale nel 2010
che disciplina attentamente non solo le caratteristiche, ma anche le
modalità con cui vanno richieste le
autorizzazioni. E non è affatto semplice. Nella Dia bisogna indicare
non solo tutte le generalità del richiedente e le specifiche tecniche
del cartellone pubblicitario, ma anche la polizza assicurativa, l'elaborato grafico firmato da un tecnico
abilitato, la relazione tecnica sia sull'impianto pubblicitario che sul terreno sul quale verrà apposto il cartellone. Molto spesso si aggirano le
norme installando dalla sera alla
mattina cartelloni sulle strade di
maggior scorrimento, di competenza dell'Anas o dell'Astral, ancorati
su improbabili cunette e, se qualcuno ci va a sbattere contro, sono problemi per tutti.
I Comitati: «Più controlli intorno alla Kyklos»
C
LE FERRIERE Esposto dei cittadini in vista della possibile riapertura dell’impianto, sequestrato dopo la morte di due operai
ontrolli frequenti e trasparenza sui dati dei monitoraggi
dell’Arpa sulla qualità dell’aria della zona Le Ferriere. Queste
le richieste contenute nell’esposto
del dei Comitati Le Ferriere e No
Miasmi e dei cittadini residenti nei
pressi della Kyklos, che a fronte dell’ipotetica riapertura dell’impianto
Acea, sotto sequestro dopo la morte
dei due operai della Mira di Orvieto
il 28 luglio 2014, chiederanno alle
autorità e agli enti pubblici di prevedere misure necessarie a tutelare la
salute pubblica. La possibile riapertura dell’impianto, dopo la morte
dei due operai e a fronte dei numerosi disagi per i cittadini è un’ipotesi
che alimenta la preoccupazione dei
residenti della zona, che il 24 ottobre scorso hanno preso parte all’in-
contro pubblico organizzato dal comitato No Miasmi e dal Comitato Le
Ferriere, cui hanno preso parte anche alcuni amministratori del Comune di Nettuno e i consiglieri co-
munali d’opposizione Carmen Porcelli e Vincenzo La Pegna. Durante
la riunione, il comune di Nettuno, a
fronte dell’ipotesi di riapertura dell’impianto di compostaggio Acea,
ha annunciato di voler intraprendere azioni legali qualora si ripresenti
il disagio legato alle emissioni odorigene. “I comitati e gli enti locali- ha
spiegato Giorgio Libralato nel corso
TERMINI Altri 52 denunciati: si mescolavano tra il personale di Trenitalia
Finti controllori in stazione: in
realtà sono apriliani di etnia rom
I
Carabinieri hanno attuato un
massiccio piano di controllo nell’area del principale scalo ferroviario della Capitale, denunciando a
piede libero 52 cittadini romeni, tutti residenti ad Aprilia, tutti di età
compresa tra i 14 ed i 58 anni. I reati
vanno dall'inosservanza del foglio di
via obbligatorio, molestie, ricettazione, truffa, istigazione a delinquere e vendita ambulante di prodotti
non alimentari senza autorizzazione.
Per 31 di questi è scattata la denuncia per inosservanza del foglio di
via obbligatorio dal Comune di Roma dopo essere stati rintracciati all’interno o nei pressi della stazione
Termini.
Altre 19 persone sono state accusate di molestie ai passeggeri in
transito nello scalo ferroviario ai
quali, nei pressi delle biglietterie automatiche e delle banchine, chiedevano insistentemente l’elemosina
un’offerta per l’aiuto reso nei pressi
delle biglietterie automatiche.
Due giovani di 14 e 15 anni sono
stati denunciati per ricettazione,
poiché trovati in possesso di vari
vestiti con all’interno un portafogli
contenente documenti intestati ad
un italiano di origini molisane. La refurtiva è stata recuperata e sequestrata. Tra le 52 persone fermate, 4
sono state anche denunciate per istigazione a delinquere e truffa, poiché
hanno indotto dei minori a chiedere
l’elemosina e per aver utilizzato delle tessere di plastica con il logo di
“Trenitalia” allacciate al collo a mo’
di badge, con lo scopo di ingannare
i viaggiatori.
della riunione- dovrebbero portare
avanti azioni volte a garantire la tutela dei cittadini. Il 2 e il 6 luglio la
Regione Lazio ha pubblicato due
determine per il procedimento Aia e
per il rinnovo dell’Aia che a mio avviso contengono errori macroscopici. Esistono i presupposti per ricorrere al Capo dello stato. Va sottolineato che in sede di conferenza dei
servizi il comune di Aprilia non ha
presentato alcuna osservazione”. Il
consigliere d’opposizione Carmen
Porcelli, dopo aver contestato l’assenza di azioni forti da parte del comune di Aprilia a tutela dei cittadini,
ha dichiarato di voler portare avanti
l’istanza di ricorso al Capo di Stato
per bloccare un procedimento sul
rinnovo dell’Aia contenente anomalie.
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
31
SPORT
Anzio, il riscatto passa per il campionato
ECCELLENZA 3 punti d’oro dopo l’eliminazione in Coppa. Un buon Nettuno cade a Morolo. Il Cedial pareggia a Cassino
ECCELLENZA GIRONE B
ANZIO - C.DI MINTURNO M.
ARCE - PALESTRINA
1-0
CASSINO - C. LIDO DEI PINI
1-1
ITRI - ROCCASECCA TST
2-1
AUDACE S.VITO E. - GAETA
CIT. DI CIAMPINO - LARIANO
M
IL PORTIERE DEL NETTUNO FABRIZIO MARINELLI
L'ATTACCANTE LIDENSE MATTIA DE CAROLIS
ESULTANZA ANZIO
Dopo la vittoria con il Monte San Giovanni Campano
un valore decisamente importante: primo
perchè consente agli anziati di risalire fino al
settimo posto in classifica, secondo perchè è
il quarto successo consecutivo tra le mura
amiche, con il Bruschini che sta diventando
sempre di più un fortino inespugnabile. Venendo alla partita, nonostante siano stati gli
ospiti a partire meglio (clamorosa la traversa
di Piccheri al 12’) è il solito Guida a far esplodere il pubblico di casa con un magistrale
calcio di punizione che al 17’ vale l’1-0. Nella
ripresa, l’Anzio trova il 2-0 sfruttando ancora
un calcio da fermo: questa volta è Barile dagli
undici metri a freddare Cenerelli. Il Minturno
non ci sta e si butta all’arrembaggio nella speranza di rientrare in partita. A un quarto d’ora
dal termine Martino riaccende le speranze
dei suoi trovando il punto dell’1-2 ma i padroni di casa non rischiano più nulla e portano a
casa la vittoria. Tutta da seguire, domenica
prossima, la trasferta dell’Anzio in casa del
Colleferro. Un’eventuale successo potrebbe
catapultare gli anziati nei quartieri alti del
raggruppamento. Passiamo al Nettuno. Nella
difficile trasferta di Morolo, i ragazzi di Ludovisi sono incappati nella seconda sconfitta
consecutiva in campionato, con una classifica che adesso torna a far paura. Un vero peccato però, perchè la prestazione, specialmente nel primo tempo, c’è stata eccome. Lorenzo Ludovisi infatti, fedele al suo credo calcistico e in barba a qualsiasi calcolo che avrebbe anche potuto consigliare un atteggiamento più accorto, (di questi tempi un punto non
si butta mai), ha mandato invece in campo il
Nettuno con il suo solito spregiudicato 4-3-3,
con il chiaro intento di andare a vincere la
partita. Lo stesso atteggiamento, per intenderci, già visto in altre trasferte difficili, come
ad esempio Palestrina o Cassino. Bisogna
ammetterlo, questo allenatore è una rivelazione. Subentrato in corsa a Salvini dopo la
pesante disfatta di Gaeta ed un avvio di campionato a dir poco disastroso, è riuscito nell'impresa (titanica) di dare una precisa identità ad una squadra (non vogliamo offendere
nessuno, ma è la verità) che faticherebbe anche nel campionato di Promozione. Può vin-
0-1
7-2
MOROLO - NETTUNO
2-0
VIS ARTENA - COLLEFERRO
2-0
POMEZIA - CITTA MONTE SGC
olti bassi e pochi alti hanno accompagnato il cammino delle “quattro
sorelle” che rappresentano il nostro
territorio nel girone B in quest’ultimo turno
del massimo campionato Regionale. E’ stata
una nona giornata infatti, quella appena trascorsa, che ha portato in dote un bottino magro, anzi magrissimo, se è vero come è vero
che ad una sola vittoria (quella dell’Anzio)
hanno fatto da contraltare una sconfitta (pesante) ma che ci può stare (quella del Nettuno a Morolo), un’altra sconfitta (ancora più
pesante) che non ci poteva e doveva stare (la
caduta interna del Pomezia per mano del Città di Monte San Giovanni Campano) ed il pareggio del Lido dei Pini a Cassino, che comunque per i ragazzi di Panicci è sempre un
punto che muove la classifica. Partiamo dalla
vittoria dell’Anzio Calcio di Flavio Catanzani,
ancora con il dente avvelenato per la recente
eliminazione dalla Coppa Italia subìta per
mano dei cugini del Cedial. L’imperativo categorico in casa anziate era quello di un pronto
riscatto in campionato e nella sfida interna
con il Città di Minturnomarina, Guida e compagni non hanno tradito le attese. Certo, per
onestà di cronaca bisogna ammettere che i
portodanzesi non hanno giocato benissimo,
anzi, ma la vittoria conquistata domenica ha
2-1
1-2
Prossimo Turno (08/11/2015)
C. LIDO DEI PINI - AUDACE S.VITO E.
C.DI MINTURNO M. -ITRI
CITTA MONTE SGC - CIT. DI CIAMPINO
COLLEFERRO - ANZIO
GAETA - MOROLO
LARIANO - ARCE
NETTUNO - VIS ARTENA
PALESTRINA - CASSINO
ROCCASECCA TST - POMEZIA
9° giornata (01/11/2015)
CLASSIFICA
CITTA DI CIAMPINO
VIS ARTENA
AUDACE SANVITO E.
GAETA
ITRI
CEDIAL LIDO DEI PINI
ANZIO
ROCCASECCA TST
COLLEFERRO
MONTE S.G. CAMPANO
MOROLO CALCIO
CITTA DI MINTURNO
NETTUNO
ARCE
LARIANO
CASSINO
PALESTRINA
POMEZIA
22
20
17
16
16
15
14
13
12
11
11
10
9
8
7
7
6
6
DANIELE BARILE
Autore della seconda rete anziate
cere o perdere le partite, ma il Nettuno di Ludovisi mette in mostra sempre un bel calcio:
difesa alta, (a volte pure troppo), velocità di
pensiero, pressing asfissiante sui portatori di
palla avversari ed un gioco in cui ogni interprete sa precisamente cosa deve fare. La
squadra gioca sempre con lo stesso atteggiamento, sia in casa che fuori casa, sia con la
prima in classifica che con l’ultima del raggruppamento. Non male per un esordiente
che, a sentire certa stampa locale, sarebbe
dovuto durare un paio di settimane appena.
Sul campo del Morolo, i nettunesi hanno retto bene nella prima frazione, terminata sullo
0-0, prima di arrendersi ad una micidiale doppietta dello scatenato Mattia Perrotti nella ripresa. Nel prossimo turno di campionato al
Celestino Masin arriva la corazzata Vis Artena, seconda in classifica alle spalle del Ciampino. Servirà un’impresa. Impresa che dovrà
compiere anche il Pomezia Calcio se quest’anno vorrà mantenere la categoria. Nella
gara interna del Comunale di Via Varrone
contro il Città di Monte San Giovanni Campano infatti, è arrivata per i ragazzi di Francesco Punzi la quinta sconfitta stagionale. Una
sconfitta, questa, che fa male davvero e potrebbe lasciare strascichi pesanti perché arrivata contro una diretta concorrente nella lotta per la salvezza. I monticiani di Angelo Bottoni tra l’altro, non erano ancora mai riusciti
a vincere fuori casa e questo la dice lunga sul
momento che stanno attraversando i rossoblu. Mai in partita i pometini che, fatta eccezione per un’ottima occasione allo scadere
del primo tempo, sono letteralmente naufra-
MARCO E MATTEO FREZZOTTI
Giocatori rispettivamente del Cedial Lido dei Pini e
del Nettuno
gati sotto i colpi degli ospiti che nella ripresa
si sono portati addirittura sul 2-0. A nulla è
valso il calcio di rigore trasformato da Bianchini nei minuti di recupero. La misura è colma a Pomezia. Anche le attenuanti sono ormai finite. La città e la gloriosa storia di questa società, non meritano tutto questo. Chiudiamo con il punto conquistato dal Lido Dei
Pini sul campo di un Cassino che, seppur in
crisi di risultati, resta sempre compagine temibile tra le mura amiche. Al vantaggio dei
padroni di casa firmato da Campobasso al
ventisettesimo, ha risposto al trentaquattresimo della ripresa il solito Flavio Cristofari con
un micidiale sinistro imprendibile per Della
Pietra. Per le occasioni create comunque, il
Cassino avrebbe sicuramente meritato qualcosina in più, calcolando anche una rete annullata a Corrado sull’1-0. Nella decima giornata di campionato, vero e proprio big match
al Delio Chimenti, dove i ragazzi di casa saranno proveranno a fare lo sgambetto all’Audace San Vito Empolitana, terza in classifica
dopo l’inattesa sconfitta interna con il Gaeta.
Alessandro Bellardini
Punti di distribuzione a Pomezia, Ardea, Anzio, Nettuno, Aprilia
Bar Tab. Fabiani
IL Fontanile Club
Autogrill
Tabacchi Alimentari
Bar Macori Tav.Calda
Bar Ristorante Scalella
Edicola Tabacchi
Caffè d'Autore
Bar La Cambusa
Bar Faeti
Tarifa Caffè
Bar Maurizio
Puntoclima
Hertz Megarent
Bar IL Castello
Ristocaffè Bla Bla
Bar Mister K
Coffee Bar
Acqua & Sapone
Farmacia Ziaco
Bar Nando
Gemini Bar
Edicola
Wine Bar Tab.Antonelli
Bar Stella
Chiosco
Europaradise
Alliance Medical
Roxy Bar
Salernitana Pasticceria
Bar Stephy
Tabacchi Lotto
Open Bar
Bar Sweet Coffee
Snak Bar Claudio
Edicola
Bar Il Gatto e la Volpe
Bar The Sister
Maico Zero dB
Suisse Bar
ASS. Tyrrhenum
Bar Riv.Giornali
Ottica Pomezia
New Line Soc. Sportiva
Bar Luna
ASS. Tyrrhenum
Edicola Tabacchi
Nero Caffè
Liz Bar
Bar Baraonda
Alex Bar
Bar Tazza d'Oro
Bar 75 ML
Panificio Tosoni
Bar Giardino
Centro Comm. 16 Pini
Consorzio Università
Pomezia Avvolgibili
Roman Sport
L'Oasi dei Bambini
Tabacchi
via Ardeatina
via Ardeatina
via Ardeatina
via Delle Monachelle
via Laurentina
via Laurentina
via Naro
via Naro
via Castelli Romani
via Castelli Romani
via Castelli Romani
via Castelli Romani
via Castelli Romani
via Castelli Romani
via Castelli Romani
via Castelli Romani
via Castelli Romani
l.go Urbino
via Orvieto
via Roma
via Roma
via Roma
via Roma
p.zza Indipendenza
p.zza Indipendenza
p.zza Indipendenza
via Silvio Pellico
via Cicerone
via Virgilio
via Virgilio
via Virgilio
via Cincinnato
via Cincinnato
via della Tecnica
via Silvio Spaventa
p.zza Bellini
via Rattazzi
l.go Federico II
l.go Federico II
l.go Federico II
via F. Turati
via Varrone
via Varrone
via Orazio
via Copernico
via Copernico
via S. D'Acquisto
via S. D'Acquisto
via S. D'Acquisto
via A. De Gasperi
via A. De Gasperi
via Ovidio
via Ovidio
via Del Mare
via Del Mare
via Del Mare
s.r. 148 Pontina
via Pontina Vecchia
via Pontina Vecchia
via Lago Maggiore
v.le Spagna
Pizza Bisteccheria Vivarelli v.le Spagna
Alimentari COOP
v.le Spagna
Bar Abruzzi
p.zza Italia
Forno Mereu
via Olanda
Bar Regina
via Olanda
L'Angolo del Caffè
via Danimarca
Farmacia Comunale 2
v.le Francia
Clan Caffè
via Mar Tirreno
Supermercato Crai
via Mar Tirreno
Pappagone Alimentari via Del Mare
Ar Baretto
via Firenze
La Coccinella Tabacchi l.go Mare Ardeatini
Bar Sayonara
l.go Mare Ardeatini
Rist. La Venere in Bikini l.go M.Tor S.Lorenzo
Iperbon
v.le Marino
Bar L'Oasi
v.le S.Lorenzo
Italcarni
v.le S.Lorenzo
Edicola
via delle Pinete
Banca Credito Cooperativo via delle Pinete
L'Arte del Fiore
via Strampelli
Tabacchi
via Catilina
Edicola
p.zza del Popolo
Bar Rutuli
p.zza del Popolo
Shock Caffè
via Niso
Cervoni Gomme
via Laurentina
Casale delle Margherite B&B via Laurentina
Bar L'Angolo d'Oro
via Laurentina
Sodifor 2
via Laurentina
Acqua & Sapone
via Laurentina
Caffetteria
via Laurentina
Bar Simon
via Laurentina
Bar Tabacchi Caronti
Pontina vecchia
Ferramenta F.A.R.K.
via Nuova Florida
Banca Credito Cooperativo via Nuova Florida
Edicola Rio Verde
via Nuova Florida
Cartol. Giornali Funny via Nuova Florida
Profumo di Pulito Lavanderia via Sassari
Edicola
l.go Udine
Edicola
l.go Genova
Bar Pasticceria Cecchini via Pratica di Mare
Bar Montagnano
via Ardeatina
Edicola
via delle Pinete
Due al Forno
via dei Gelsi
Frutteria
via Ardeatina
Bar del Lido
p.zza Pizzi
Big Bon Agip
via Nettunense
Bar Tabacchi Vicerè
via Ardeatina
Ristorante Angoletto
v.le alla Marina
Bar Totocalcio
p.zza Lavinia
Tabacchi
p.zza Lavinia
Gas Caffè
p.zza Consorzio
IL Poggio Cafè
p.zza del Poggio
Edicolè IL Gabbiano
via Valle Schioia
Easy Caffè
via Valle Schioia
Caffè dei Platani
via Valle Schioia
Bar Scarcella
via Valle Schioia
Tabacchi Riv. N° 38
via Valle Schioia
Caffè Machiavelli
via Valle Schioia
Edicola
via Fonderia
Edicola F.S.
via Villa Claudia
Bar Gemma
v.le Adriatico
Gruppo Sportivo Falasche v.le Adriatico
Agrizeta
via Villa Claudia
Tabacchi Pinky,s
via Villa Claudia
Snak Bar Hale Bopp
via Villa Claudia
Mc'Donalds
via Nettunense
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Pomezia
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Torvaianica
Marina Ardea
Marina Ardea
TorSanLorenzo
TorSanLorenzo
TorSanLorenzo
TorSanLorenzo
Colle Romito
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Ardea
Nuova Florida
Nuova Florida
Nuova Florida
Nuova Florida
Nuova Florida
Nuova Florida
Nuova Florida
Nuova Florida
Montagnano
Lido dei Pini
Lido dei Pini
Lido dei Pini
Lido dei Pini
Padiglione
Lavinio
Lavinio
Lavinio
Lavinio
Lavino
Lavinio
Lavinio
Lavinio
Lavinio
Lavinio
Lavinio
Lavino
Lavino
Villa Claudia
Villa Claudia
Villa Claudia
Villa Claudia
Villa Claudia
Villa Claudia
Villa Claudia
Pasticceria Stampeggioni via Nettunense
Tabacchi Mancino
Mama Caffè
Edicola
Tontini Surgelati
Bar Ospedale
Il Cottage edicola
Acqua & Sapone
Italcarni
Acqua & Sapone
Edicola Giornali
Bar Manfredino
Carabinieri
Bar Nolfi
Bar Marconi
Uragan Caffè Trattoria
Caffè Grande Italia
Gelati dei Graziosi
Proloco Anzio
Gelateria Mennella
Tabacchi
Edicola Tab.Mingiacci
Carosi Funeral Servic
Edicola Santini
AX.EM Ferramenta
Bar Malaga
Tabacchi Lotto
Officina 2000
Italcarni
Ortofrutta Le Rondini
Alimentari Tabacchi
Bar Tony
Tabacchi Alimentari
Bar Hollywood
Bar Olimpico
Bar da Ciccio
Palladini Brico Sì
Chiosco Garden Cafè
Tabacchi
Banca Credito Cooperativo
Edicola
Hotel Scacciapensieri
Edicola
Alimentari
Tabacchi
Tabacchi
Bar Loricina
Blue Moon Bar
Mc Donald
Chiosco Bar Camerlingo
Tropicaffè
Tabacchi
La Perla del Caffè
Noir Cafè
Acqua & Sapone
Gran Caffè Cavour
Poliambulatorio
Tabacchi Lotto
L'Arte del Caffè
Edicola
Villa Miramare
Tabacchi Riv.Giornali
Edicola
Forno Ciopan
Pasta all'Uovo Quaresima
Bar Lo Scaroccio
Banca Credito Cooperativo
Astura Palace Hotel
Gelateria That's Amore
Caffè New Garden
Edicola
Scuola di Polizia
Edicola
Amo Caffè
RCF Foschini Caffè
Bar La Taverna
Fagiolo Autoricambi
Porto Franco
Brico Io
B.P.A.
Comune Aprilia
Bar Agip distr.Greci
Tabacchi
Cecchini Mobili
Caffè Tomeucci
A.S.L.
Consultorio
Comune Aprilia
IL Quadrato Bar
Conad Margherita
Bar La Primula
Pizza Willy Coyote
Non Solo Tabacchi
Edicola
Ferramenta Vittorino
Forno Gallo
Edicola
Vintage Caffè
Banca Credito Cooperativo
Alex Bar
Bar Europa
Centro Anziani
Viaggi Carmen
Oris Centro Odontoiatrico
Caffè Rossini
Friend's Bar
Forno Maggi
Panificio Consolandi
Centro Sada
La Bottega dei Sogni
Bar La Fenice
Bar Orchidea
Barbiere
Magnafrutta
Miky Mouse Bar
Conforama
Edicola
Caffè Chiosco Genesio
American Bar
Hollywood
Le Delizie del Fornaio
Ciccotti Carrefour
Pizzeria E io pago!!
Fast Food
Pausa Caffè
Libreria Gulliver
Caffè Noir
via del Melograno
via del Melograno
via Nettunense
via Cannuccia
via Casal di Claudia
p.zza Dante Zemini
c.c. Anzio 2
c.c. Anzio 2
via Ardeatina
via Marconi
via Marconi
via Marconi
via Marconi
via Ardea
p.zza Palomba
p.zza Pia
p.zza Pia
via Pollastrini
v.le Riviera V.Mallozzi
v.le Riviera V.Mallozzi
via P. Innocenziano
via Gramsci
via Gramsci
v.le Riviera Zanardelli
v.le Riviera Zanardelli
via Etruschi
via Padiglione/Campana
via Della Campana
via Della Campana
via Velletri-Nettuno
via Velletri-Nettuno
via S.Maria Goretti
via S.Maria Goretti
via Canducci
via Aldo Moro
via dell'Olmo
via Liberazione
via Liberazione
p.zza Sant'Anna
p.zza Giovanni XXIII
p.zza Giovanni XXIII
via Traunreut
via Liberazione
via Liberazione
via Sardegna
via Firenze
via A. Diaz
p.zza J.F.Kennedy
via Ennio Visca
via Ennio Visca
p.zza IX Settembre
p.zza del Mercato
p.zza del Mercato
via Vittorio Veneto
via Cavour
p.zza Cav.V. Veneto
via Olmata
via Cattaneo
via Gramsci
via Gramsci
p.zza Mazzini
p.zza Mazzini
p.zza Mazzini
via Latini
Porto Turistico
v.le Matteotti
v.le Matteotti
v.le Matteotti
via Romana
via S.Barbara
via S.Barbara
via Sterlizie
via Aldo Moro
via Aldo Moro
via Aldo Moro
via Aldo Moro
via Aldo Moro
via Caracalla
p.zza Roma
p.zza Roma
via Nettunense
via Nettunense
via Nettunense
Stazione FF.SS.
p.zza dei Bersaglieri
p.zza dei Bersaglieri
p.zza dei Bersaglieri
p.zza dei Bersaglieri
via dei Mille
via Matteotti
via Matteotti
p.zza Repubblica
p.zza Repubblica
via A.De Gasperi
via A.De Gasperi
p.zza Don L.Sturzo
via Di Vittorio
via Giovanni XXIII
via Giovanni XXIII
via Giovanni XXIII
via E.Fermi
via Piemonte
via delle Regioni
via delle Margherite
via delle Margherite
via delle Margherite
via delle Margherite
via delle Margherite
via degli Aranci
via degli Aranci
via dei Garofani
via dei Garofani
via Mascagni
via Mascagni
via Mascagni
via Mascagni
via Mascagni
via Mascagni
via Mascagni
via degli Oleandri
via degli Oleandri
via degli Oleandri
via dei Lauri
via dei Lauri
via dei Lauri
via dei Lauri
Villa Claudia
Falasche
Falasche
Falasche
Anzio Europa
Anzio Europa
Anzio Europa
Anzio Europa
Anzio Europa
Anzio Colonia
Anzio Colonia
Anzio Colonia
Anzio Colonia
Anzio Colonia
Anzio Colonia
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio Centro
Anzio S.Teresa
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Nettuno
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Pacetti Tabacchi
Brugnoni Market
Udisens
Bar Venuto
Bar La Palma
Max's Caffè
Tropicana
Ciccotti Carrefour
Duegi Infissi
Edicola
Biscopizza
Cecchini Assicurazioni
via dei Lauri
via dei Lauri
via dei Lauri
via dei Lauri
via Galilei
via Piave
via dei Peri
via M.G. Deledda
via M.G. Deledda
via Carducci
via Carducci
via Carducci
Antichi Sapori Pasticceria via Carducci
Greensec
via Carducci
Bar da Nando
via Carducci
Edicola
via Ugo Foscolo
Caffèmania
via Ugo Foscolo
Davi Tabacchi
via Ugo Foscolo
Tonka Gelateria
via Ugo Foscolo
Acqua & Sapone
via Ugo Foscolo
Bricofer
via Ugo Foscolo
Vapoforno Cantarelli
via G.B.Grassi
Tabacchi Casagrande
p.zza B.Croce
Bar Pino
p.zza B.Croce
Edicola
p.zza B.Croce
Autoricambi Petrone
p.zza B.Croce
Bar Interno Ospedale
via delle Palme
Carabinieri
via Tiberio
Casa del Pane
via Tiberio
Bar Tabacchi
via Tiberio
Bar Altobelli
via De Gasperi
Meca Ufficio
via De Gasperi
Bar Desireè
via De Gasperi
Edicola
via Verdi
Caos Caffè
via Verdi
Royal Caffè
via Verdi
Panificio Caruso
via Marconi
Rosi Calzature
via Marconi
Caffè Latino
via Marconi
Caffè Incontro
via Marconi
Tabacchi Rocca
via Marconi
Tabacchi
via Carroceto
Amico Caffè Ro&Mi
via Carroceto
Fornaretto
via Carroceto
Bar Q8
via Carroceto
Acqua & Sapone
via Carroceto
Liceo Meucci
via Carroceto
Washland bar La Taverna via Carroceto
Victor Cafè
via Carroceto
Farmacia S.Antonio
via Carroceto
Mallo Citroen
via Leoncavallo
Bar dello Stadio
via Bardi
Pallone tensiostatico
via Pergolesi
Bar Val Paradise
via Toscanini
Acqua & Sapone
via Toscanini
Bar Tabacchi Prini
via Toscanini
Bar Valerio Tav. Calda via Toscanini
Edicola
via Toscanini
La Spiga
via Toscanini
Farmabiomedica
via Bulgaria
Voglia di Caffè
via Amburgo
CONAD Margherita
via La Malfa
Usa e Riusa
via La Malfa
Bar Q8
via Guardapasso
Bar Caffelatte
via Torre del Padiglione
Alimentari
via Inghilterra
Forno Consolandi
via Inghilterra
Alimentari Frutta
via Inghilterra
Ricky Bar
via Inghilterra
Tabacchi Store
via Inghilterra
Forno Eden
via Lione
Villa Silvana
v.le Europa
Il Focarile Ristorante
s.r. 148 Pontina
Bar Borgata Agip
s.r. 148 Pontina
Italcarni
s.r.148 Pontina
Bar Il Casolare
s.r.148 Pontina
Mc'Donalds
s.r.148 Pontina
Bar Piscina Primavera via delle Valli
Bar Gli Ulivi
via Riserva Nuova
Bar Tavola Calda
via Pontina
Polizia Stradale
via G. Belli
Non solo giornali Cartoleria via S. Di Giacomo
Farmacia Montarelli
via S. Di Giacomo
Pasticceria Dolcidee
via Pascarella
Forno Montarelli
via Carlo Porta
Acqua & Sapone
via Zuara
Rettifica Motori
via del Commercio
De Carolis Ricambi
via del Commercio
Comsider
via dell'Industria
Bar Fusco
via Nettunense
Central Bar
via Plinio
Bar Tabacchi
p.zza Pedoth
Bar Punto Incontro
via Cinque Archi
Conad City
via Valtellina
Bar Riv.Giornali
via Selciatella
Ferramenta Marinari
via Pantanelle
Bar La Trottola
via Genio Civile
Ferramenta P.D.L.
via Genio Civile
Farmacia Borghi Lina
via Genio Civile
Centro Anziani
via Genio Civile
Bar Rosy
via Genio Civile
Caffè del Borgo
via Genio Civile
Ferramenta Panigutti
via Genio Civile
Tabacchi
via Nettunense
Bar distributore Q8
via La Cogna
Snak Bar Tavola Calda via dei Rutuli
Tabacchi
via dei Rutuli
Bar Maria Riv. Giornali via dei Rutuli
Bar Rosa dei Venti
via Casalazzara
Fonte S.Giuseppe
via Torre Bruna
Fonte San Vincenzo
via Apriliana
Acqua Fonte S.Stefano via Fossignano
Tabacchi
via Fossignano
Farmacia Dr.ssa Quarta via Fossignano
Bar Wanted
via Fossignano
Minimarket Cipriani
via Fossignano
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Aprilia
Montarelli
Montarelli
Montarelli
Montarelli
Montarelli
Montarelli
Z.Industriale
Z.Industriale
Z.Industriale
Z.Industriale
Z.Industriale
Campoverde
Campoverde
Campoverde
Campoverde
Selciatella
Casello 45
Genio Civile
Campo di Carne
Campo di Carne
Campo di Carne
Campo di Carne
Campo di Carne
Campo di Carne
Campo di Carne
La Gogna
Casalazzara
Casalazzara
Casalazzara
Casalazzara
Torre Bruna
Apriliana
Fossignano
Fossignano
Fossignano
Fossignano
Fossignano
...e altri centinaia
Il Caffè viene distribuito anche in altri centinaia di
punti dei Castelli Romani, della provincia di Latina e
spedito via posta a centinaia di aziende.
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
33
SPORT
Momento complicato per il Falasche Calcio
PROMOZIONE GIRONE C I ragazzi di Rossi sul campo della Vigor Perconti sono incappati nella terza sconfitta stagionale
G
iornata dalle grandi, grandissime
emozioni quella appena trascorsa nel
campionato di Promozione, con il Girone C che continua a rivelarsi tra i più avvincenti di tutta la categoria. La prima notizia
sulla quale è d’obbligo porre l’accento, riguarda la lotta al vertice, che adesso non vede più
una sola squadra al comando, ma due. Nella
domenica forse più inattesa infatti, il Nuova
Florida di Andrea Bussone è riuscito ad agganciare l’Unipomezia in vetta al raggruppamento, con le due squadre che adesso si ritrovano appaiate a quota diciannove punti. Uno
strano scherzo del destino questo, visto che
proprio domenica prossima al “Franco Maniscalco” di Pomezia è in programma l’attesissimo derby tra le due corazzate, che arriveranno all’appuntamento più importante della stagione con gli stessi identici punti. Nella sfida
delle sfide quindi, le due squadre potranno
giocare senza fare nessun tipo di calcolo sulla
classifica, affrontandosi a viso aperto per dimostrare chi è la più forte. Si preannuncia
una gran bella partita. Dicevamo che questo
aggancio c’è stato proprio nella domenica più
inattesa, spieghiamo il perché. Quella che infatti (almeno sulla carta) sembrava una vera e
propria scampagnata a Grottaferrata contro
una squadra che era inchiodata al terz’ultimo
posto con appena cinque miseri punticini all’attivo, si è rivelata invece per i ragazzi di
Paolo Mazza un vero e proprio incubo. I pometini infatti, dopo essere passati in vantaggio con Giacoia ad inizio gara, hanno sprecato un’infinità di palle goal davanti all’estremo
difensore Codispoti, prima di subire la beffa
finale con il goal di Macrì a quattro minuti dal
termine. Terminare 1-1 una gara che si poteva
vincere almeno per 4-0 e perdere anche la vetta solitaria della classifica, non rappresenta
certo per i Crimson il miglior viatico per preparare con la necessaria serenità la supersfida di domenica prossima. Dovrà essere molto
MIRKO TROCCOLI
Si è procurato il calcio di rigore trasformato da
Sammarco che è valso la vittoria per il Nuova Florida
TEAM NUOVA FLORIDA - BORGO PODGORA 2-1
Nuova Florida in paradiso, raggiunta la vetta
PROMOZIONE GIRONE C
F.C. GARBATELLA - CORI
LUPA FRASCATI - ALBERONE
REAL COLOSSEUM - LIBERT. CASILINA
SEMPREVISA - FORTITUDO ACAD.
2-2
0-0
2-0
3-3
SPORTING GENZANO - RACING CLUB
2-0
V. GROTTAFERRATA - UNIPOMEZIA
1-1
VIGOR PERCONTI - DILETT. FALASCHE
2-0
TEAM N. FLORIDA - BORGO PODGORA 2-1
V.J.S. VELLETRI - PRO ROMA
2-0
Prossimo Turno (08/11/2015)
DANIELE REMIDDI
Il portiere del Falasche
bravo in settimana Paolo Mazza a toccare le
corde giuste per non caricare troppo il gruppo, il rischio infatti è che contro il Nuova Florida i ragazzi vorranno strafare per dimostrare di essere loro i più forti e in questi casi si ottiene sempre l’effetto contrario. Un lavoro delicato che, per motivi diversi, attende anche
Andrea Bussone. Sarà una trasferta di fuoco
per lui che, ne siamo convinti, quando ad inizio anno sono usciti i calendari non si aspettava certo di arrivare alla sfida del Maniscalco
carico di tutte queste aspettative, sia da parte
dell’ambiente che degli addetti ai lavori. Siamo curiosi di vedere come si comporterà il
tecnico ardeatino, vera rivelazione del campionato, nel confronto diretto con Paolo Mazza, decisamente più esperto di lui in fatto di
partite del genere. Quella tra i due allenatori,
a nostro avviso, sarà una sfida nella sfida, sia
per quanto riguarda l’aspetto tecnico - tattico
che quello prettamente caratteriale. Venendo
alla partita che ha portato in dote il primato, il
Nuova Florida ha dovuto faticare più del previsto per avere la meglio di una squadra, il
Borgo Podgora, che a dispetto dei soli tre
punti in classifica si è rivelata più ostica del
previsto. Dopol’iniziale vantaggio biancorosso siglato da Piccini infatti, Martellacci alla
mezz’ora ha rimesso tutto in discussione con
un destro magistrale che si è infilato sotto l’incrocio dei pali. Il Nuova Florida fatica a trovare gli spazi necessari e riesce a conquistare
l’intera posta in palio soltanto grazie ad un
calcio di rigore procurato da Troccoli e trasformato da Sammarco con il cucchiaio. Sicuramente un piccolo passo indietro dal punto
di vista del gioco per gli ardeatini, ma per come si è messa poi la domenica va benissimo
così. Passiamo adesso alla seconda notizia di
giornata, la caduta del sempre più indecifrabile Racing Club sul campo dello Sporting Genzano, una sconfitta che proprio in queste ore
(mentre scriviamo) si è rivelata fatale per l’allenatore Fabio Panno, sollevato dall’incarico.
ALBERONE - F.C. GARBATELLA
BORGO PODGORA - VIGOR PERCONTI
CORI - V. GROTTAFERRATA
DILETT. FALASCHE - V.J.S. VELLETRI
FORTITUDO ACAD. - REAL COLOSSEUM
LIBERT. CASILINA - SPORTING GENZANO
PRO ROMA - SEMPREVISA
RACING CLUB - LUPA FRASCATI
UNIPOMEZIA VIRT. - TEAM N. FLORIDA
Avevamo scritto diverse volte dei mal di pancia del presidente Pezone che tante, troppe
volte ha dovuto vedere la sua creatura giocare decisamente al di sotto rispetto a quelle
che sono le sue reali possibilità. E’ inutile nascondersi dietro ad un dito: per quello che ha
speso e per i giocatori che ha in rosa il Racing
non può essere considerata una matricola,
ma una squadra che può (e deve) puntare alla
vittoria del campionato. Dopo sette giornate,
la distanza dalla vetta è già di dieci punti, veramente troppo. Sul nome dell’allenatore che
sarà chiamato a sostituire Fabio Panno, c’è
ancora il più assoluto riserbo. La società si è
riservata di comunicare il nome del nuovo mister nei prossimi giorni, sempre se questo comunicato arriverà mai alla nostra redazione.
Cosa difficile. Detto questo, un Falasche ampiamente rimaneggiato, privo tra gli altri di
Farrugia e Cinelli è caduto in casa della Vigor
Perconti che ha regolato Remiddi e compagni
con un goal per tempo. A decidere le sorti dell’incontro, Caverni al 23’ del primo tempo e
Scardini al 45’ della ripresa. Dopo questo
stop, i ragazzi di Rossi iniziano a perdere contatto con le zone alte del raggruppamento e
anzi devono iniziare a preoccupasi delle compagini che stanno dietro, visto e considerato
che il quart’ultimo posto della Fortitudo è ad
appena tre lunghezze. Torna alla vittoria la
7° giornata (01/11/2015)
CLASSIFICA
UNIPOMEZIA VIRTUS
TEAM NUOVA FLORIDA
LUPA FRASCATI
REAL COLOSSEUM
VIGOR PERCONTI
V.J.S. VELLETRI
RACING CLUB
SPORTING GENZANO
PRO ROMA
DILETTANTI FALASCHE
F.C.LIBERTAS CASILINA
SEMPREVISA
ALBERONE CALCIO
VIV. GROTTAFERRATA
FORTITUDO ACADEMY
BORGO PODGORA
GARBATELLA
CORI
19
19
14
14
13
12
9
9
8
8
8
8
7
6
5
3
3
2
V.J.S. Velletri di mister Guida e lo fa battendo
la Pro Roma con un gol per tempo. Il primo
acuto viene però dagli ospiti, quando Rovitelli
in uscita ferma bene Colapietro che cercava
di intercettare il pallone in area. I rossoneri
passano al 7’: azione corale e palla in mezzo
all’area, tacco elegante di Cristiano che sulla
linea di fondo rimette al centro dove Coco di
testa deve solo spiazzare il portiere per l’1-0.
Al 16esimo ghiotta occasione per il raddoppio: Santarelli scatta sul filo del fuorigioco e
tira violentemente verso la porta, Generoso fa
un miracolo e devia sopra la traversa. Altro
squillo del Pro Roma al 35esimo, Rovitelli in
volo plastico blocca il colpo di testa in torsione di Santini evitando il peggio. Nel secondo
tempo la V.J.S. Velletri fa possesso e gestisce
i ritmi, correndo il primo rischio al 28esimo
quando di testa Colapietro colpisce la traversa in un’azione confusa. Il gol della sicurezza
arriva comunque al 36esimo: azione devastante di Cristiano che in corridoio si presenta a tu per tu col portiere e viene steso, la palla carambola su Elezi che mette dentro. L’arbitro però fischia e concedere il rigore espellendo Micocci per tocco di mano: dal dischetto Pasqualini è perfetto nell’esecuzione per il
2-0 finale.
Alessandro Bellardini
34
SPORT
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Colpaccio Nuova Florida, arriva
il portiere Marco Caterini
CALCIO Con un grande mossa il Direttore Generale Danilo Pizi si assicura il portiere
L
a società dei Presidenti Hamdi Gamoudi e Vincenzo Guiderdone,
vede un nuovo volto giungere nelle fila dei biancorossi. Dopo il grande lavoro svolto a fari spenti in estate dal DS Paolo Capanna e da Mister Andrea
Bussone, capaci fino ad oggi di
portare gli storici colori del Nuova Florida al secondo posto in
classifica con la miglior difesa del
torneo, è intervenuto in prima persona il Direttore Generale Danilo
Pizi per chiudere una delle trattative
più importanti di sempre del mercato Floridino, prendendo l’ex
portiere della nazionale Italiana under 17 Marco Caterini. Marco, famoso anche per il film girato su lui e altri 2 compagni
"0 a 0", in cui si narra la storia di uno dei pochi numeri 1 capaci di far sedere in
panchina il più forte portiere azzurro di tutti tempi Gianluigi
Buffon, era fermo per una
scelta personale, ma il direttore è stato capace di toccare
le corde giuste. Marco affiancherà Stefano Goletti per la difesa dei pali biancorossi, insieme ad Alessio Calabrò e Michele
Notarantonio. “La carriera di
Marco parla per lui, - ha dichiarato
il DG Danilo Pizi – con il NF sono
passati tanti grandi giocatori ed
anche quest’estate sono arrivati
grandi giocatori e grandissimi uomini, ma credo che nessuno possa vantare la storia ed i titoli di Marco Caterini”.
“Noi siamo orgogliosi – ha proseguito il direttore – di poter vantare tra i pali due numeri uno come Stefano e Marco, che hanno entrambi vestito la maglia azzurra in competizioni internazionali, e non solo in stage, sicuramente nel Lazio siamo l’unica squadra dilettante a poter vantare 2 nazionali tra i pali
e credo anche in Italia, ma non ne ho la certezza. Stefano è il portiere che continuerà a
difendere la nostra porta, per noi è un top
player e per lui parlano i numeri (miglior difesa), Marco subentrerà soltanto quando
Stefano sarà indisponibile, non ci sarà quindi
una concorrenza per la maglia. Tra l’altro i
due sono già compagni di squadra in tornei
extra FIGC”.
MARCO CATERINI CON DANILO PIZI
L’ex portiere della nazionale Under 17 con il
Direttore generale del Nuova Florida
Coppa Italia, va avanti solo il Cedial Lido dei Pini
COPPA ITALIA ECCELLENZA Impresa dei ragazzi di Panicci che sbancano il Bruschini di Anzio. Eliminate anche Pomezia e Nettuno
D
opo l'eliminazione del Pomezia Calcio per mano del Ciampino della quale abbiamo abbondantemente scritto,
l'esito dei recuperi dei sedicesimi di Coppa
Italia del massimo campionato regionale ha
decretato il verdetto definitivo: sarà il Cedial
Lido dei Pini di Aldo Panicci l'unica compagine a rappresentare il nostro territorio ai
prossimi ottavi di finale della competizione.
La matricola terribile infatti, dopo il 2-1 della
gara di andata, si è imposta anche al ritorno
sbancando niente meno che il Bruschini di
Anzio con un rotondo 3-1 grazie ad una doppietta di Porcari ed al goal di Loreti. Nell'altra
sfida, quella del Celestino Masin, un Nettuno
rimaneggiatissimo è letteralmente crollato
sotto i colpi della Nuova Itri, tornata in Ciociaria con un perentorio 4-1. E' stato un derby bellissimo quello del Bruschini, giocato a
viso aperto da entrambe le squadre ma sul
quale pesa comunque la sospensione per
pioggia della volta precedente quando l'Anzio
conduceva per 1-0. Detto questo, non ci sono
dubbi sul fatto che nel doppio confronto a
meritare il passaggio del turno siano stati i lidensi, sia per il gioco espresso che per le occasioni da rete prodotte. Su un campo reso
pesante dalla pioggia che penalizza i giocatori dotati di maggior tecnica, il primo squillo di
tromba è di marca anziate ma Dell'Aguzzo
calcia sul fondo da buona posizione. Il risultato dell'andata obbligherebbe l'Anzio a fare
la partita, però con il passare dei minuti
l'inerzia del match inizia a spostarsi sempre
di più dalle parti di Bernardi e compagni ed
intorno alla mezz'ora il Lido si porta in vantaggio: su un cross teso di Bernardi, Loreti
anticipa Pucino e mette alle spalle dell'incolpevole Cardinale. Una rete pesantissima
ANDREA PUCINO
Difensore dell’Anzio
ALDO PANICCI
Mister del Cedial Lido dei Pini
quella del numero nove lidense: all'Anzio personale di Porcari ed al goal della bandiera
adesso, per andare almeno ai supplementari, anziate maturato grazie ad un'autorete di
servirebbero due reti. Ma gli attaccanti di ca- Bernardi. “Voglio pubblicamente ringraziare i
sa hanno le polveri bagnate e prima del thè miei fantastici ragazzi – ha dichiarato un ragcaldo i ragazzi di Flavio Catanzani sciupano giante Aldo Panicci a fine gara – sono Orgodue ghiotte occasioni per pareggiare i conti glioso di essere l'allenatore di un gruppo del
con D'Amato e ancora Dell'Aguzzo. La ripre- genere”. “Oggi il Lido – ha concluso – ha
sa si apre ancora con i padroni di casa in evi- scritto una piccola pagina di storia. Come Midenza, questa volta però è Guida a sfiorare il ster sono felice e come Nettunese orgoglioso. Una piccola dedica per mio Padre che
goal con un gran calcio di punizione deviaoggi compie 72 anni . Auguri papà da
to in angolo da Giudice. L'Anzio capisce
tutti i miei ragazzi”. Passando alche è il momento di provare il
la partita del Celestino Masin,
tutto per tutto e la squadra iniEliminate
è stata rovinosa la caduta del
zia finalmente ad esprimere il
Nettuno di Ludovisi per maPomezia, Anzio
gioco che vuole Catanzani:
no della Nuova Itri, dopo
al 10' Pucino ha sui piedi la
e Nettuno, a raptra l'altro il buon pareggio
palla dell'1–1 ma tutto solo
presentare il litorale
maturato in terra ciociara
davanti al portiere manda
resta solo la formanella gara di andata. In forclamorosamente fuori. Cinmazione ampiamente rimaque minuti più tardi è ancora
zione di Lido dei
neggiata
a causa delle molte
Guida a rendersi pericoloso
Pini
assenze, i padroni di casa non
con una girata che termina di
sono mai entrati in partita, basti
un soffio a lato dopo l'assist di
pensare che alla fine del primo tempo gli
Fatati. In questo momento in campo
itrani conducevano già per 3-0 in virtù delc'è solo l'Anzio ed al 19' i padroni di casa
sciupano un'altra grandissima occasione: le reti di Di Roberto, Di Paola e Ammendola.
una ingenua incomprensione tra Ostaggio e Tutto deciso quindi nei primi 45', con la seFloris favorisce l'incursione di Barile, che pe- conda frazione che sarà di pura accademia e
rò tutto solo davanti al portiere calcia mala- che vedrà Emma depositare in rete la palla
mente sul fondo. Non è proprio giornata per dello 0-4 e Colella realizzare il goal della bangli anziati, che dopo aver gettato alle ortiche diera per il Nettuno. “Dispiace per le proporun'occasione dopo l'altra, alla mezz'ora subi- zioni del risultato – ha dichiarato al Caffè l'alscono anche la rete dello 0-2 alla prima vera lenatore nettunese Lorenzo Ludovisi nell'imoccasione dei lidensi: splendido il filtrante di mediato post gara – ma in questa partita aveDe Carolis per Porcari che controlla bene e vo mezza squadra indisponibile per infortuni
trafigge Cardinale. La gara si chiude virtual- e squalifiche e siamo scesi in campo con ramente qui e prima del triplice fischio finale gazzi che praticamente non avevano mai gioc'è ancora il tempo di assistere alla doppietta cato insieme, non potevo chiedere davvero di
LUIGI COLELLA
Suo il gol della bandiera del Nettuno
più, sapevo che non sarebbe stato facile”.
“Nonostante questo, - ha proseguito il mister
– sono comunque contento della filosofia di
gioco che abbiamo espresso in campo. L’1-1
maturato in trasferta nella gara di andata
avrebbe anche potuto portarci ad impostare
una partita di contenimento, ma questo non
rientra nella mia mentalità e siamo scesi in
campo per giocare all’attacco ed aggredire gli
avversari in tutte le zone del rettangolo verde. Poi è chiaro che se hai tutti questi indisponibili e giochi anche in modo spregiudicato come abbiamo fatto noi ti esponi al rischio
di poter subire anche un passivo pesante, e
così è andata”. “Adesso – ha concluso Ludovisi – dobbiamo rituffarci al campionato, ci
aspetta una partita difficile a Morolo, sarà
una battaglia ed io voglio vincerla”.
Alessandro Bellardini
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
35
SPORT
Unipomezia, esonerato Andrea Castelluccio
CALCIO Nonostante la sua Juniores D’Elite si fosse ripresa, la società ha preferito cambiare dopo sole 6 giornate
L
a notizia è arrivata in redazione assolutamente inaspettata: Andrea Castelluccio non è più l’allenatore della
Juniores D’Elite dell’Unipomezia che, al suo posto, ha scelto De Santis. Un esonero improvviso e del tutto inatteso
sia per il diretto interessato che per il gruppo, un esonero ancora
più incomprensibile
perché arriva tra l’altro in quello che era
forse il miglior momento della squadra,
che stava pian piano risalendo la china dopo un
avvio di campionato
complicato. “Sono davvero molto amareggiato – ha dichiarato Castelluccio al Caffè – non
me lo aspettavo assolutamente e mi dispiace tantissimo per i ragazzi”. “La società mi
ha comunicato di aver preso questa deci-
sione – ha proseguito – senza però darmi
reali motivazioni, anche perchè venivamo
da buoni risultati e ci stavamo riprendendo
bene dopo una partenza a rilento”. L’Unipomezia infatti, veniva da tre risultati utili consecutivi e soprattutto aveva
finalmente iniziato ad
esprimere un ottimo
calcio. “Le cose – ha
concluso l’ormai ex allenatore pometino –
stavano finalmente iniziando ad andare bene
e, ripeto, questa decisione della società non
riesco proprio a capirla”.
Anche perché, aggiungiamo noi, gli esoneri nel settore giovanile rappresentano
sempre brutte pagine per tutto il movimento, specialmente poi dopo sole sei
giornate.
Alessandro Bellardini
ANDRE CASTELLUCCIO - ‘EX’ ALLENATORE DELL’UNIPOMEZIA
«Sono davvero amareggiato, non me lo aspettavo assolutamente»
Let’s Go Montegiordano, finalmente la 1 vittoria
CALCIO SECONDA CATEGORIA I ragazzi di Ciani si impongono in trasferta a Lanuvio e conquistano i primi 3 punti stagionali
a
G
iornata da segnare con il pennarello
rosso sul calendario quella appena
trascorsa per il Montegiordano del
presidente Introcaso, che potrà difficilmente dimenticare la sua prima, storica vittoria
nel campionato di seconda categoria. La
matricola pometina infatti, nella quinta del
girone I, è andata a sbancare il campo del
Lanuvio Campoleone grazie ad una rete
messa a segno da Doros nella ripresa che
consente ai pometini di salire a quota cinque punti nel raggruppamento. Vittoria assolutamente meritata quella del Monte, apparso in questa circostanza particolarmente accorto, cinico e quadrato. Dopo una prima frazione che ha regalato pochissime
emozioni, fatta eccezione per una clamorosa traversa dei padroni di casa con un tiro
dalla distanza, nella ripresa si alzano decisamente i ritmi. Con le due squadre ridotte
in dieci uomini per le espulsioni dei rispettivi centravanti (Arena per gli ospiti) è il
Montegiordano a fare la partita e dopo aver
sprecato malamente diverse ottime occasioni gli ospiti passano grazie a Doros, bravo a capitalizzare nel migliore dei modi
un’azione dalla fascia sinistra. Il Lanuvio
Campoleone tenta la reazione, che è però
confusionaria, e a metà ripresa i padroni di
SELFIE ‘VINCENTE’
La gioia per la prima vittoria in campionato
casa restano addirittura in nove per l’espulsione di un centrocampista, reo di aver protestato troppo con il direttore di gara. L’in-
contro si chiude virtualmente qui e prima
del triplice fischio i pometini sfiorano in più
occasioni la rete del 2-0. Grande la soddisfazione del player manager Claudio Ciani per
la sua prima vittoria da quando siede su una
panchina, che può così rispondere sul campo a qualche critica di troppo che si era levata in settimana: “sono veramente contento per questa prima vittoria, - ha dichiarato
Ciani al Caffè – ci tenevo tantissimo per la
società e per i ragazzi, la meritavano.” “Pen-
LA SQUADRA SCHIERATA
so di poter affermare senza ombra di dubbio – ha concluso il mister pometino – che
sono tre punti meritati per quello che si è visto in campo. Adesso ci godiamo questa vittoria ma da martedi la testa deve andare subito alla prossima partita contro l’Enea Pomezia”.
Alessandro Bellardini
36
SPORT
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Città di Nettuno e Virtus non si fanno male
CALCIO PRIMA CAT. Termina 1-1 l’attesissimo derby tra le due cugine nettunesi. Guerra risponde a Partoini. Salta Ruggieri?
È
finita 1-1 l’attesa stracittadina tra Virtus Nettuno e Città di Nettuno, con la
compagine ospite che si mangia letteralmente le mani per aver gettato alle ortiche
una partita praticamente già vinta, sprecando
l’impossibile davanti alla porta e capitolando
negli ultimi minuti alla prima vera occasione
che hanno avuto gli avversari. I ragazzi di mister Manuel Ruggieri hanno nuovamente deluso le aspettative della vigilia, dimostrando
ancora una volta evidenti limiti caratteriali.
Bisogna dirlo chiaramente: la squadra, per
come è stata costruita, può e deve fare di
più. Di contro, la Virtus targata Angelo Delle
Donne, seppur non brillando, ha dimostrato
di meritare quanto di buono si dice di lei in
questo periodo: squadra ordinata che gioca
un buon calcio, a dispetto di una rosa decisamente inferiore (e speriamo di non offendere
nessuno) a quella degli avversari. Venendo alla cronaca del match, come detto, è il Città a
fare la partita, anche se le prime occasioni degne di nota sono di
marca virtussina. Tra il 4’ ed il
7’ il forte Guerra manda in affanno la retroguardia ospite
con due conclusioni che
avrebbero meritato maggior
fortuna. Con il passare dei minuti però salgono i cattedra i
ragazzi di Ruggieri che, dopo
aver sfiorato in diverse circostanze la rete del vantaggio, riescono a passare al 39’: lo scatenato Pezzulla dalla destra fa partire un
cross verso il centro dell’area virtussina, Partoini è al posto giusto nel momento
giusto e calcia a botta sicura verso la porta
avversaria, Silvi arriva sul pallone ma non
trattiene, il numero 9 si getta sulla ribattuta e
ANDREA DEL BRUSCO
Numero 10 del Città di Nettuno
XXXXXXXXXXXX
zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
insacca portando in vantaggio i suoi. Termina, con il vantaggio ospite, la prima frazione
di gioco. Nella ripresa tarda ad arrivare la
reazione virtussina, con la squadra di
casa che al 7’ rischia di subire
la seconda rete: pallone in profondità, De Carolis è bravo a
superare il portiere ma non
trova lo spunto giusto per
mettere a rete. Al 14’ torna a
farsi sentire la Virtus Nettuno,
Nardini fraseggia con Guerra
che va al tiro ma Mellone è attento e blocca tranquillamente.
Al 20’ occasionissima per il Città
di Nettuno con un calcio di punizione magistrale battuto da Ottolini
sul quale Silvi si supera andando a togliere la classica ragnatela dall’incrocio dei
pali. Quando la gara sembra ormai incanalata
sullo 0 a 1 ed il Città è già pronto a festeggiare, arriva come un fulmine a ciel sereno il pareggio virtussino: è il 43’ il giovane Nardini
scodella al centro, la difesa ospite non riesce
a respingere il pallone e Guerra ne approfitta
portando i suoi sull’1-1. “Abbiamo completamente regalato la partita ai nostri avversari, ha dichiarato al Caffè un amareggiato Daniele Cosmi, direttore sportivo del Città di Nettuno – in campo a mio avviso si è vista soltanto la nostra squadra ed il pareggio è stato
un risultato che non rispecchia minimamente
quello che si è visto in campo”. “Abbiamo
creato moltissimo – ha proseguito il DS –
senza riuscire però a chiudere la partita e allo
scadere è arrivato il pareggio della Virtus.
Brucia pareggiare un derby che potevamo
vincere tranquillamente, i nostri avversari
hanno tirato in porta praticamente soltanto
nell'azione del pareggio. Indubbiamente hanno inciso le assenze: in attacco eravamo rimaneggiati, visto che ci mancavano Bruschini e Paduano, senza contare che l'autore del
goal del vantaggio, Partoni, è dovuto uscire
all'inizio del secondo tempo perché non ha
ancora i novanta minuti nelle gambe, ma questa non può essere una giustificazione. Sull'unica nostra disattenzione difensiva, Guerra
ha fatto goal in mischia. Spero che ci valga da
lezione per capire che le partite vanno chiuse
ANGELO DELLE DONNE
Allenatore della Virtus Nettuno
DANIELE COSMI
Direttore sportivo del Città di Nettuno
quando si ha la possibilità di farlo, altrimenti
poi rischi di mangiarti le mani, come è successo in questa circostanza”. “La verità – ha
tuonato Cosmi in conclusione – è che siamo
troppo leziosi, ci manca quella cattiveria per
fare il passo decisivo, serve un deciso cambio
di passo, bisogna mettere in
campo più carattere e dimostrare il nostro valore, stiamo lasciando per strada troppi punti”. Sulla sponda opposta, è soddisfatto a metà l’allenatore Angelo Delle Donne, anche lui intervenuto ai
microfoni del Caffè: “Devo
essere sincero, - ha ammesso – oggi la nostra prova non
è stata sicuramente positiva
ed il Città di Nettuno avrebbe
meritato qualcosina in più, il pareggio gli sta stretto. Probabilmente abbiamo sofferto eccessivamente la tensione di
una partita che se avessimo vinto ci avrebbe
potuto catapultare in prospettive di classifica
decisamente differenti rispetto a quella salvezza tranquilla che è il vero obiettivo stagionale. Vincere oggi ci avrebbe portato a ridosso delle prime posizioni, vuol dire che non
siamo ancora in grado di avere questo passo”. “Da parte mia – ha aggiunto il mister virtussino – c’è comunque grande soddisfazione
per quello che stiamo facendo, il nostro gruppo non è stato sicuramente allestito per competere per i primi posti eppure ce la stiamo
giocando con tutte. Oggi non
abbiamo gestito bene l'emozione del derby e mi dispiace perché avremmo dovuto
e potuto fare molto di più a livello di gioco. Tutto il buono
che abbiamo prodotto in
queste cinque partite è stato sciupato proprio nel derby, giocando male davanti a
tutta questa gente che è venuta a vedere la partita”. “Siamo stati arruffoni, - ha concluso Delle Donne – non ordinati
mentre invece fino adesso avevamo
sempre espresso un buon calcio. Oggi abbiamo trovato una squadra che, pur non facendo
niente di trascendentale, è riuscita a metterci
in difficoltà grazie ad una miglior organizzazione”.
ANZIO/NETTUNO Grande successo per l'evento
Baseball e solidarietà con i
Dolphins, Indians e Academy
L
a solidarietà chiama, il baseball di
Anzio e Nettuno risponde come al
solito al meglio. Pomeriggio di festa
e beneficenza al “Reatini” di Anzio, dove si
sono affrontate le squadre dei Dolphins di
Anzio, degli Indians e dell’Academy di
Nettuno. Presenza d'eccezione all'evento,
l'ex giocatore di Major league Simon Randall. Sono stati raccolti oltre 1000 euro destinati – ancora una volta - ai bambini argentini della colonia Santa Rosa a Salta,
nel nord del Paese sudamericano. Un anno fa la raccolta fondi era destinata all'avvio della mensa che l'associazione italo-argentina “Camino a la Aurora” stava realiz-
zando, adesso il contributo servirà all'acquisto di materiali necessari a completare
il servizio che comunque è già entrato in
funzione. A celebrare l'evento le maglie ricordo della manifestazione per le quali si
dava un contributo destinato appunto all'associazione. “Ringrazio società, tecnici
e giocatori per la loro presenza - ha detto
Carlo Morville, uno degli organizzatori - e
tutti quelli che hanno sostenuto l'iniziativa
prendendo la maglietta”. La partita, che si
è svolta sabato 24 Ottobre è stata organizzata con il patrocinio del Comune di Anzio, presente al “Reatini” il delegato allo
sport Massimiliano Millaci.
FOTO DI GRUPPO
Tutti insieme al termine della grande partita
Alessandro Bellardini
37
SPORT
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
La Fortitudo Futsal Pomezia torna a vincere
CALCIO A 5, SERIE C2 Dopo l'inatteso stop di Spinaceto i ragazzi di Serpietri battono 6-1 il fanalino di coda Roma Calcio a 5
U
na Fortitudo Futsal Pomezia dai
due volti si è imposta per 6-1 contro
il fanalino di coda Roma Calcio a 5
e, in attesa del big match di sabato prossimo con il Nordovest primo in classifica, si
è piazzata al secondo posto della graduatoria in compagnia dello Sporting Città di
Fiumicino fermato sull'1-1 dall'Honey. I ragazzi di Massimiliano Serpietri riscattano
così l'inattesa sconfitta della quinta giornata a Spinaceto, anche se nella prima frazione di gioco la squadra è sembrata rivivere
quei momenti di black out che sette giorni
fa ne hanno condizionato in maniera decisiva la prestazione. Nella splendida cornice
del PalaLavinium, sono i padroni di casa a
partire forte e al minuto numero nove Bernardini gonfia la rete con un preciso diagonale. Partita in discesa per la Fortitudo?
Macchè. I pometini infatti, dopo il vantaggio, smettono letteralmente di giocare, favorendo così il recupero della compagine
di Conti che trova il meritato pareggio grazie alla deviazione vincente sotto misura di
Di Battista. Nella seconda frazione di gioco
però, la musica cambia decisamente. Il Pomezia riprende a giocare come sa e con il
passare dei minuti diventa assoluto padrone del campo. Il cambio di passo per la
squadra pometina ha un nome ed un co-
gnome, quello di Simone De Simoni che,
tra l'11 ed il 12', prende a tutti gli effetti per
mano i suoi, prima segnando il punto del 21, quindi, mandando in rete Zullo con un assist di un altruismo raro davanti alla porta
sguarnita. Da questo momento, la Fortitudo inizia a giocare sul velluto e prima del
triplice fischio c'è ancora il tempo per assistere alle reti di Parente, Esposito ed ancora Zullo. “Contento per la vittoria – ha dichiarato al Caffè il direttore sportivo pometino Paolo Aiello subito dopo la fine del
match – anche se sono assolutamente insoddisfatto da quanto visto nel primo tempo, dove abbiamo fatto male, anzi malissimo, giocando molto al di sotto rispetto a
quelle che sono le nostre qualità e possibilità”. “La prima frazione di gioco – ha proseguito il ds – non siamo proprio scesi in
campo, sembrava la prosecuzione della
partita di Spinaceto della giornata precedente, nella quale siamo stati sconfitti praticamente senza opporre alcuna resistenza.
La nostra squadra ha un difetto, che poi al
tempo stesso può essere anche un pregio,
ossia è formata da giocatori bravissimi tecnicamente che però a volte si incaponiscono a voler vincere le partite da soli, privilegiando le giocate individuali piuttosto che
la manovra corale”. “Oggi – ha spiegato –
stava accadendo proprio questo, almeno fino a quando Simone De Simoni non ha fatto quel bel gesto di mandare in porta Zullo
nonostante potesse segnare facilmente lui.
Penso sia stato questo a far scattare la molla e ad accendere la luce, infatti da quel
momento siamo stati perfetti”. “Sabato
prossimo - ha concluso Paolo Aiello – ci
aspetta la partitissima in casa della capolista Nordovest, proveremo a far di tutto per
cercare di fermare la loro corsa, consapevoli però del gran valore di una corazzata
che ha in rosa ben quattro giocatori spagnoli, uno dei quali ha disputato addirittura
una finale Mondiale e in un campionato come quello di C2 vince le partite praticamente da solo”.
Alessandro Bellardini
PAOLO AIELLO
Direttore della Fortitudo
CALCIO A 5 SERIE C1 Trascinati da un Pota in giornata di grazia, i ragazzi di Salustri travolgono per 6-3 la squadra romana
La Mirafin Pomezia gioca a tennis con il Progetto Futsal
N
ella sesta giornata di campionato la Mirafin di mister
Salustri supera con un tennistico 6-3 il Progetto Futsal e resta
al comando del raggruppamento.
Quella giocata contro i ragazzi di
Davide Del Papa, era una gara da
prendere con le molle e infatti Bacaro e compagni hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie
per avere la meglio di un avversario che ha venduto cara la pelle fino alla fine. Il risultato è restato in
bilico per quaranta minuti e anzi, la
Mirafin si è addirittura trovata in
condizioni di svantaggio dovendo
poi ribaltare l'esito della gara tirando fuori orgoglio e rabbia. La carica la da il giocatore ungherese Pota che trascina i compagni alla conquista dei tre punti. E' stata una
gran bella partita con gli avversari
venuti a Pomezia per non fare la
vittima di turno. A comandare il
gioco è la Mirafin che al 4' si porta
sull'1-0 grazie a Lorenzoni che sotto porta trasforma in rete l'assist di
Bacaro. Lo stesso Bacaro prova
per almeno 5/6 volte a scardinare
la porta di Marinelli, ma il portiere
compie dei veri miracoli risultando
il migliore dei suoi. Anche i romani
si fanno vedere dalle parti di Molitierno in tre occasioni ma falliscono il bersaglio per la loro imprecisione sotto porta. Al 24' Lorenzoni
ADRIANO LORENZONI
PIVOT
ALESSANDRO D’ORRIGO
Laterale
DANIELE CECE
Laterale
POTA CALAZS
Laterale
centra la traversa su suggerimento
di Fratini. Nella ripresa gli ospiti
non si arrendono e dopo appena
un giro di lancette Ballati rimette la
gara sull'1-1. A questo punto i romani provano anche a vincerla e
vengono aiutati dalla sfortunata
autorete di Armenia. Qui la Mirafin
come già detto tira fuori tutta la
rabbia cominciando a stazionare
nella metà campo del Progetto su-
bendo solo contropiedi con Molitierno a dire no agli avversari. Mister Salustri gioca la carta dell'imprevedibilità inserendo Pota. La
mossa risulta azzeccata, cosi al 10'
l'ennesima conclusione di Bacaro
si trasforma in un quasi gol e a togliere la segnatura ci pensa Pota
che tocca quanto basta prima che
la sfera superi la linea. Al 20' stavolta Bacaro fa centro con Loren-
zoni che detta il passaggio. Ancora
un minuto e Pota fa esplodere il palazzetto,un euro gol, Bacaro lo lancia e con una sforbiciata insacca.
Pericolosi ancora gli ospiti con Volpes e Monni. La rete del 5-2 è merito di Bacaro che su azione personale deposita la sfera sotto l'incrocio. Prova ancora a reagire il Progetto segnando con Ramazio su
una mischia. Al secondo minuto di
recupero Genovesi mette il sigillo a
questa gara con un preciso pallonetto. “Si è vista la rabbia al momento giusto – ha dichiarato Stefano Dell'Anna – di una squadra ferita solo nel risultato, devo fare i
complimenti al Progetto e al suo
portiere Marinelli che è stato un
vero protagonista del match, una
nota di merito va anche ai direttori
di gara che sono stati perfetti”.
38
SPORT
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Un Anzio strepitoso si aggiudica il derby
RUGBY SERIE C Fantastici i ragazzi di D’Agostino che dopo essere andati sotto superano di slancio il Latina
A
lla seconda giornata arriva
il primo sigillo per il Rugby
Anzio Club, che ha superato in casa nel derby il Latina per
20 a 13, al termine di quella che
non è azzardato definire una delle
più belle ed emozionanti partite di
rugby mai viste ad Anzio. Dopo la
sconfitta nel match d’apertura del
campionato di C1, la formazione
biancazzurra si trovava di fronte
come detto il Latina, fortissimo
nelle fasi di mischia. Ed era proprio questo tipo di gioco che nel
primo tempo metteva in seria difficoltà i padroni di casa, i quali si
ritrovavano sotto per 13 a 3 per
via di una meta subita e due calci
di punizione, al quale aveva risposto un piazzato messo al centro
dei pali da D’Eramo. Nella ripresa
l’Anzio riusciva finalmente a imporre la sua maggior qualità sui
tre quarti. E si riavvicinava grazie
alla prima meta messa a segno
grazie alla percussione di Tumbarello, dopo una ripartenza susseguente ad una maul. L’Anzio non
si fermava e sotto per 13 a 10 segnava ancora in maniera sostanzialmente identica, ripartenza da
mischia e apertura al largo, una
giocata che riusciva a esaltare le
doti di velocità dell'esordiente Catalini, proveniente dal PomeziaTorvaianica. Sul 17 a 13 un’altra
punizione di D’Eramo fissava il risultato sul 20 a 13, senza che il Latina riuscisse a ribaltare il parziale.“E' stata una bella partita da
parte di entrambe le squadre – ha
detto il coach D’Agostino – siamo
riusciti ad emergere grazie alla
maggiore costanza e concentrazione pur trovandoci di fronte ad
una mischia avversaria molto valida e organizzata, mostrando grossi miglioramenti in touche e nel
gioco aperto”. Domenica prossima, l’Anzio giocherà ancora in casa, stavolta ospitando il Rugby
Roma, che nell’ultima giornata ha
sconfitto per 25 a 20 il Villa Pamphili. Appuntamento al campo di
Viale Ardea alle 14,30. Passando
alle giovanili, l’Under 10 ha partecipato ad un nutrito concentramento dove si è piazzata all'undicesimo posto, complice un girone
eliminatorio molto impegnativo.
L’under 16 è uscita sconfitta di misura in casa dal Latina per 24 a 21,
rimonta che non si è completata
dopo un inizio un pò sottotono. In
campo anche gli Old che hanno
preso parte ad un torneo ben figurando, pur se giocando in formazione rimaneggiata. Il prossimo
weekend del Rugby Anzio Club è
molto intenso. Si inizia sabato,
quando dalle 15 sino a sera si terrà al campo di Viale Ardea la Festa della Maglia, party di inizio
stagione con tutte le categorie
presenti che culmineranno con la
foto delle singole squadre, quella
societaria, giochi e animazione
per i più piccoli con stand gastronomici. Una festa che ovviamente
è aperta anche a tutti i tifosi ed i
simpatizzanti. Alle 16 di sabato si
terrà anche l’incontro dell’Under
14 contro il Civitavecchia. Domenica concentramenti per le categorie Under 8, 10 e 12, mentre alle
12 sul campo di Frascati match
tra i padroni di casa e l’Under 18.
Infine, come accennato, alle 14,30
la sfida della prima squadra contro il Rugby Roma.
Lo Sporting Pomezia suona la prima sinfonia
CALCIO TERZA CATEGORIA Il Club di Pezone si è assicurato uno dei migliori dirigenti italiani, coordinerà agonistica e giovanili
È
arrivato alla terza giornata il
primo, storico successo dello Sporting Pomezia nel
campionato di Terza Categoria. Il
sodalizio arancionero infatti, nato
proprio questa estate dalla volontà
e dalla passione dei due presidenti
Fabrizio Manzo e Daniele Odino, si
è ripreso con gli interessi quanto la
sfortuna e un pò di inesperienza gli
avevano tolto nei primi due turni,
superando l’arcigna compagine castellana del Velitrum con un 3-1 in
rimonta e, soprattutto, cancellando
quel fastidioso meno1 in classifica
che la federazione gli aveva inflitto
per l’ormai nota vicenda relativa
all’incomprensione sull’orario della
partita di domenica scorsa. Ma
tant’è. L’unica cosa che conta, almeno in questa fase, è che in casa
Sporting sta decollando un progetto destinato a durare nel tempo, un
progetto sportivo sano e lungimirante, portato avanti da persone capaci che sanno cosa vogliono fare e
dove vogliono arrivare. Un discorso, il nostro, che vale tanto per gli
interpreti fuori dal campo (vedi i
vari Manzo, Odino, De Dominicis)
quanto per i ragazzi che tutte le domeniche vanno ad incrociare i tacchetti con gli avversari, affidati questi ultimi alle sapienti mani di mister Gianluca Zito, un vero lusso
per la categoria. Il suo Sporting infatti gioca bene, ha una precisa
identità e, soprattutto, sa cambiare
pelle all’occorrenza, con l’esperto
allenatore pometino capace (quasi
SODDISFATTO
L’allenatore dello Sporting Pomezia
Gianluca Zito
come avesse un telecomando in
mano) di far interpretare ai suoi più
moduli di gioco nel corso della stessa partita. Per conferme, chiedere
al Velitrum, uscito letteralmente
con il mal di testa dal Comunale di
via Varrone. E pensare che i veliterni si erano addirittura portati in
vantaggio, favoriti da uno svarione
della difesa pometina. Il goal subìto
però scuote i padroni di casa che
trovano subito il pareggio grazie ad
un calcio di rigore trasformato dal
talentuoso Riccardo Montanera.
Nella ripresa poi, il Pomezia gioca
sul velluto e dopo il 2-1 siglato da
Silvio Ferro con un sinistro chirurgico arriva la rete del definitivo 3-1
ancora con Montanera. “Sono con-
tentissimo di questa vittoria soprattutto per i ragazzi – ha dichiarato al
Caffè mister Gianluca Zito – perché
giocare con l’handicap del meno
uno in classifica era la cosa che faceva più male in assoluto, indipendentemente poi dalle prestazioni
più o meno buone o dalle sconfitte.
La priorità assoluta era proprio
quella, tirarci fuori il prima possibile da quell’ultimo posto con il meno
uno e ci siamo riusciti”. “Dopo aver
perso la prima partita subendo
mezzo tiro in porta e dopo il problema che c’è stato la scorsa domenica, con il Velletri ci siamo ripresi
con pieno merito quello che ci è
stato tolto. Devo fare grandi complimenti ai ragazzi, avevo preparato
la partita con un doppio modulo, un
4-3-3 iniziale che poteva diventare
poi un 4-2-3-1 in corso d’opera e ho
scelto i giocatori che a mio avviso
si potevano meglio adattare”. E
l’intuizione del mister, si è rivelata
decisamente azzeccata:“ Siamo partiti con un 4-3-3 nel quale gli attaccanti, Montanera, Ferro e D’Agostino dovevano continuamente dare
fastidio nell’1-1, puntando i rispettivi avversari che per fermarli erano
costretti al fallo sistematico. Poi però, dopo il goal subìto, ho preferito
arretrare Montanera sulla tre quarti
campo con il compito di smistare
palloni e far girare la squadra, passando così ad un 4-2-3-1. Penso sia
stata questa la chiave di volta del
match, perché i ragazzi hanno avuto una reazione spettacolare e da
quel momento in poi è cambiata decisamente l’inerzia della partita”.
“Sabato prossimo contro la Polisportiva Ostiense, squadra ancora
imbattuta, – ha concluso Gianluca
Zito – abbiamo una partita che potrà farci capire con maggior cognizione di causa quali potranno essere le nostre reali ambizioni in questo campionato. La nostra è una
squadra molto tecnica e contro un
avversario forte come l’Ostiense
che sicuramente giocherà per vincere e non penserà soltanto a distruggere la nostra manovra come
ha fatto il Velletri, voglio proprio
vedere cosa saranno capaci di fare
i miei ragazzi”.
Alessandro Bellardini
39
SPORT
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Pomezia Rugby cade nella tana del Tusculum
RUGBY, SERIE C Partita nervosa spigolosa a Frascati, i pometini partono bene ma poi cedono con il passare dei minuti
E
ra una sfida al vertice e si sapeva che sarebbe stata combattuta, ma che si sarebbe arrivati anche ad una semi rissa, forse
è troppo. Abbiamo visto troppo in
una pessima domenica, di quelle da
archiviare prima che prendano il sopravvento rimorsi e polemiche. Arrivando tre quarti d’ora prima dell’inizio previsto della partita, abbiamo visto in campo il Pomezia con la
maglia blu, quella nuova, che per lasciare spazio agli altri non era stata
ancora utilizzata. Intanto c’è stato
tempo per apprezzare i fasti che furono di una società che adesso deve
risorgere e sta combattendo per dimostrare che in questa serie non ci
sta affatto bene. Tutto chiuso: niente bar, qualche pezzo di spogliatoio
chiuso, le luci spente. Il campo in erba molto rada e tanta tanta erbaccia
intorno. Era bello il campo di Frascati. Era bella anche la tifoseria,
sia quella del Pomezia che quella
del Tusculum. Numerosi gli spettatori, tutti soddisfatti dello spettacolo visto in campo. E intonando “Popopopo-Pomezia” e “Tu-scu-lum” a
ripetizione, sono stati la colonna sonora di una giornata tiepida, dall’aria tesa. Il primo tempo poteva fi-
nire meglio. La meta di Gregnanin
annullata per un fallo che, quando la
meta è stata segnata, era stato praticamente rimosso dalla memoria di
tutti gli spettatori. Ci siamo affidati
alla gestualità secondaria dell’arbitro e abbiamo provato a capire cosa
dicesse ma niente, era troppo lontano e si è ripartiti con una mischia.
Poi si sa, l’arbitro del rugby è come
il cliente (di questo spettacolo sportivo domenicale), ha sempre ragio-
ne. Però affrontare una mischia con
una meta già segnata dagli avversari
e una meta annullata agli ospiti, non
è il massimo. Il Pomezia riparte e
non arriva al dunque. Ne approfitta
ancora il Tusculum che prima dei 40
minuti ha siglato due mete e trasformato entrambe le volte. La reazione
del Pomezia è timida. Si arriva alla
meta di potenza. Porciello è ammonito immeritatamente per fallo e gli
ospiti finiscono il 14 il primo tempo.
Le squadre vanno a riposo sul 12-5.
La ripartenza è tragica per il Pomezia che subisce subito una meta per
una giocata in profondità, uno scatto e un gesto atletico da antologia
del rugby. Ma la voglia di reagire e
dimostrare che quel primato in classifica vale l’impegno della squadra
nella preparazione del match, fa il
resto. Alla meta del Tusculum risponde una meta del Pomezia di
Porciello che dimostra carattere e
creatività. Con un calcetto si porta
la palla in avanti, raccoglie e va fino
in fondo. Strepitosa meta e una buona trasformazione. Il Tusculum non
si lascia sorprendere e si va alla meta fotocopia della precedente. Però
il gioco si fa più sporco. Vola qualche parola di troppo. La provocazione sfocia in una rissa davanti alla
panchina del Pomezia. L’arbitro con
le mani dietro la schiena, aspetta.
Intanto i giocatori che si spintonano
e gli spettatori che vogliono dire la
loro sulla manata presa dal giocatore pometino, sono sempre di più.
L’arbitro aspetta e si riprende con
una mischia. Il Pomezia ha tempo
per un’altra azione offensiva prolungata. La difesa frascatana è infiacchita dagli attacchi e commette fallo su Rocco che guadagna con talento e astuzia la meta tecnica che
serve al Pomezia per crederci ancora. 10 minuti e la possibilità di farcela. Ci credono tutti. La trasformazione è semplice. Su una touche è importante giocare la palla e provare a
non interrompere il gioco, ma i giocatori sono provati e stanchi e il gioco manca. Un calcio fuori e la partita finisce. 26 a 19 è il risultato definitivo per una partita bella da vedere
dove gli errori sono stati certamente meno della tensione. Si è cercato
il contatto, è mancata un po’ di convinzione sul finale ma entrambe le
squadre hanno restituito un bellissimo spettacolo agli almeno 150 spettatori sugli spalti, grandi, piccoli,
neonati e amici a 4 zampe.
BASEBALL GIOVANILE Nel corso della prestigiosa kermesse, i nettunesi si sono imposti per 18-1 sulla Nuova Roma
Torneo Martella, l’Academy risponde presente
D
opo due settimane di stop
forzati, dovuti a piccoli intoppi nel calendario stilato
all’inizio, riprende il cammino
dell’Academy, categoria Ragazzi,
nel torneo “Fulvio Martella”. È andata in scena la quarta giornata,
che ha visto tra le protagoniste la
squadra accademista di Gianni Ricci, la quale ha messo a referto la sua
seconda vittoria su altrettante gare
giocate, andando ad imporsi a Roma in modo perentorio. Infatti sabato, approfittando di un prolungamento dell’estate, che ci ha proposto un magnifico weekend caldo e
assolato, l’Academy ha battuto la
Nuova Roma con il punteggio finale
di 18-1. Il risultato è decisamente
eloquente e non necessita di ulteriori commenti, con il team nettunese dell’accademia che ha gestito
autorevolmente la contesa senza
concedere molto agli avversari capitolini. Unica segnalazione degna
di rilievo sono i tre homeruns interni messi a segno da Venditti (2) e
Proietto, che si sono distinti tra le
ottime prestazioni di tutto il roster:
Enrico Cardarelli, Matteo Colaluc-
I ragazzi accademisti impegnati al torneo Martella
ci, Gabriele D’Alfonso, Leonardo
De Angelis, Andrea Di Siero, Manuel Neroni, Gabriele Proietto, Federico Ricci, Luca Tedesco, Federi-
co Ubani, Filippo Venditti, Alessandro Barbona, Ludovico Massarelli.
Dunque, dopo la stagione densa di
soddisfazioni appena conclusa,
prosegue a gonfie vele il percorso
agonistico di questa squadra, con
questo torneo in periodo di post
season che potrebbe rivelarsi posi-
tivo sotto l’aspetto della continuità
di gioco, che purtroppo era stata interrotta forzatamente dalla mancata partecipazione alla Coppa Lazio,
per dare un’ulteriore impronta alla
crescita sportiva dei ragazzi accademisti, prima del lungo letargo invernale. Intanto, nella prossima
giornata, sabato 07 Novembre, si
giocherà la classica supersfida tra
Nettuno2 vs. Academy, che ha caratterizzato in modo indelebile tutto il campionato 2015. Ci si aspetta
ancora spettacolo e baseball Youth
all’ennesima potenza, con i tecnici
Ricci e Conti di nuovo a confronto.
Staremo a vedere.
40
SPORT
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Harahiri Pallavolo Pomezia, vince la DLF
VOLLEY, SERIE C FEMMINILE Le ragazze di Sabatini sprecano tanto e perdono. Benedetti crack: rottura dei legamenti
I
l 1 novembre 2015 alle ore 18 si svolge
nella palestra di Via Oppido Mamertina a
Roma la gara della terza giornata di andata del campionato di serie C femminile del girone B tra il DLF e la Pallavolo Pomezia. Una
gara dai due volti in cui la squadra pometina
avrebbe potuto vincere tre a zero viste le
premesse e visto l’andamento della gara
stessa. Infatti nel primo set non c’è stata storia. Pomezia ha dominato in tutti i fondamentali, perfetta in fase muro-difesa e concreta in attacco. Si andava al riposo col parziale pesante a favore delle pometine per 1525. E nel secondo set si ricominciava con la
stessa musica: subito 0-4 per le bianconere.
Ed il vantaggio è ancora immutato sul 7-11 e
sul 13-17. Poi però una serie di errori fa avvicinare le romane che raggiungono le ospiti
sul 21-21. Le pometine sembra che possano
comunque poter gestire la situazione quando
rivanno di nuovo in vantaggio sul 22-23. Ma
sono ancora gli errori a pesare più che la bravura degli avversari che ne approfittano ed
un parziale di 3-0 chiudono 25-23. Il terzo set
è stato simile al precedente con Pomezia
sempre in vantaggio di un paio di punti ma
con DLF pronto ad approfittare del minimo
calo di tensione delle avversarie. Il DLF pe-
ALESSIA CECCHINI
Alla battuta
LE RAGAZZE DELLA PALLAVOLO POMEZIA
VALERIA D’ORAZIO
Autrice di una ottima partita
raltro inizia ad attaccare con più efficacia
contro una difesa che non si trova più nel
campo. Sabatini, il coach pometino, corre ai
ripari e fa un paio di cambi: Viglietti per Visintini al centro e Benedetti per D’Orazio come martello. Benedetti attacca bene e fa recuperare diversi punti. Ma il DLF continua la
sua corsa e si porta sul 24-21 con tre setpoint a disposizione. A questo punto sale in
cattedra capitan Marconi che assesta un paio di colpi sul lungolinea; poi sono Salustri
con un perfetto primo tempo e di nuovo Benedetti con delle diagonali strette imprendibili a fare il break. E dopo due set point an-
nullati questa volta dalle romane Pomezia
vince per 25-27. Se non ci fossero stati gli
sprechi della frazione precedente, sarebbe
già l’ora dei festeggiamenti ed invece serve
ancora uno sforzo da compiere per arrivare
al traguardo. Ma accade invece che la partita
cambia volto: anzi le ragazze di casa giocano
una partita a senso unico pur tra alti e bassi.
Infatti sotto per 4-0 , Pomezia recupera sul 55; poi di nuovo sotto per 13-6 con la solita
Benedetti riesce a recuperare fino al 22-19.
Ma a questo punto la gara cambia definitivamente volto. Benedetti nel ricadere dopo un
attacco subisce la rottura dei legamenti del
ginocchio. E’ una scena drammatica. L’atleta
pometina esce dal campo con un dolore indicibile tra gli applausi del pubblico. La partita è segnata. Pomezia si ferma , non fa più
punti ed il set finisce 25-19. All’inizio dell’ultima frazione Pallavolo Pomezia prova a reagire e va sopra per 3-4. Ma è l’ultimo sprazzo
di luce: le romane che finora non avevano
vinto alcuna gara fanno un parziale di 12-3 e
si aggiudicano il set e la gara. Una giornata
storta per le pometine che dalla possibilità
della vittoria piena tornano a casa solo con
un punticino e soprattutto con il grave infortunio di una atleta che finora si era dimostrata molto efficace e che invece perderà per
tutto il resto della stagione. Appuntamento
per sabato prossimo in casa con il Settesoli,
società accreditata al passaggio in serie B in
questa stagione.
Anzio Basket Club, continua il magic moment
BASKET, SERIE C GOLD I ragazzi di Lico non si fermano più: super partita contro l’APDB e terza vittoria in campionato
C
ontinua a vincere e a convincere l’Anzio Basket
Club che, nel quinto turno
di campionato, regola con un pesante 80 a 42 l’APDB Roma e sale
prepotentemente in classifica dopo il difficile avvio di campionato. Per i ragazzi di Lico, è davvero
un magic moment, uno di quei
momenti in cui tutto sembra girare per il verso giusto. Come riporta Emanuele Bellizzi in fase di
commento per basket incontro, è
stata una superiorità assolutamente schiacciante per Margio e
compagni, partiti forte e molto
bravi a tenere alta l'intensità,
chiudendo il match già nel primo
tempo. Ospiti che invece hanno
ANZIO BASKET CLUB - APDB ROMA 80 A 42
Alcuni momenti della partita
pagato dazio per una serata al tiro semplicemente pessima, con
la palla che non ne voleva assolutamente sapere di entrare. Non a
caso nessuno degli uomini di Tizi
è riuscito a scollinare la doppia
cifra, ulteriore dimostrazione di
una gara da incubo. Sul fronte opposto Lico riceve un contributo
importante da tutti gli effettivi, e
dopo il +14 (26-12) di fine primo
quarto il vantaggio dei padroni di
casa tocca addirittura le 26 lunghezze, 44-18 all'intervallo lungo.
Ripresa che a questo punto diventa un lunghissimo garbage time,
gli allenatori infatti allargano le
rotazioni, finendo col provare situazioni tattiche differenti. Alla
sirena finale il tabellone recita un
eloquente 80-42 a favore dei padroni di casa, che continuano a
volare sulle ali dell'entusiasmo.
Per l'APDB invece una vera e propria debacle, un crollo verticale e
inaspettato, soprattutto dopo la
bella vittoria con Marino. Domenica prossima i portodanzesi andranno a giocare in casa del San
Paolo Ostiense, compagine che
ha gli stessi punti in classifica,
sei.
Alessandro Bellardini
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 41
42
CAFFÈ DEGLI ARTISTI
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
Il sogno di partecipare al Festival di Sanremo
Giordana Angi di Aprilia, gli Absolut di Latina ed Emilio Stella di Pomezia tra i 60 finalisti per la selezione dei giovani
S
ono sessanta gli artisti che sperano
di entrare in gara al prossimo Festival di Sanremo 2016.
Dopo una dura selezione, sono stati
scelti i migliori cantanti che sosterranno
le audizioni. La commissione musicale,
composta dal conduttore e showman Piero Chiambretti, dalla conduttrice, cantante e attrice Rosita Celentano, dal musicista Giovanni Allevi, dal conduttore Federico Russo, dalla vj Carolina Di Domenico e dalla conduttrice Andrea Delogu,
sceglierà le canzoni che parteciperanno
alla selezione finale che avverrà in diretta televisiva venerdì 27 novembre su
Rai1.
Tra gli aspiranti artisti figurano Giorda-
GIORDANA ANGI
21enne cantautrice di Aprilia
DA LATINA LA RIVELAZIONE RAP DEGLI ABSOLUT
Il gruppo è composto da Iron (Michele Orlando), dj And (Andrea Bruzzese) e Darrel (Alberto D'Annizzo)
EMILIO STELLA, IL “MANNARINO” DI POMEZIA
Autore del tormentone “Capocotta non è Kingston”
na Angi, splendida 21enne di Aprilia che
ha già partecipato a Sanremo Giovani nel
2012 con “Incognita poesia” e stavolta si
Il fotografo di Anzio
espone in Giappone
Nuovo traguardo raggiunto da Umberto Stefanelli
L
a EM Nishiazabu Gallery e la
Goro International Press Tokyo presentano la mostra
del fotografo residente ad Anzio
Umberto Stefanelli, in scena dal
10 al 28 novembre presso la EM
Nishiazabu Gallery Tokyo.
“Un attimo di distrazione regalato alla vita”, con il patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura (project manager Sergio Emiliano),
racconta ai visitatori le divagazioni mentali, gli appunti di viaggio,
le fantasie oniriche dell’autore,
dove la semplicità rincorre la poesia. «Il modo di fotografare è cambiato profondamente negli ultimi
anni – spiega –. La tecno-
logia ha messo alla portata di tutti
prodotti dalle dimensioni ridotte,
ma con un potenziale notevole.
Ma la fotografia è anche una compagna che rilassa ed arricchisce
l’anima».
Umberto Stefanelli è cresciuto
artisticamente a New York, dove
ha vissuto diversi anni e dove ha
iniziato ad esprimere la sua creatività, perfezionando il suo modo
personalissimo di fotografare e
rielaborare le immagini con tecnica innovativa. Dopo l’America, la
scoperta del Giappone che, con la
sua luce ed i suoi colori, ha ulteriormente condizionato l’evolversi
della sua arte fotografica intimamente
legata alle magie della pellicola a sviluppo immediato Polaroid. Ha collaborato
all’allestimento di
vari progetti artistici
con Polaroid, Levi’s
Strauss, L’Oreal, Nokia, Epson, Grey
Group, Young & Rubicam, Nippon Television, Zoom Magazine. Le sue opere
sono conservate
anche nel Polaroid
International Museum negli Stati
Uniti.
presenta col brano “la soluzione”.
Con lei ci saranno gli Absolut, gruppo
rap emergente di Latina nato nel 2012 e
composto da Iron (Michele Orlando), dj
And (Andrea Bruzzese) e Darrel (Alberto
D'Annizzo), che hanno presentato il brano “Senza te... niente” feat. Gabri-El.
Da Pomezia in gara c'è Emilio Stella,
classe 1983, uno dei più promettenti cantautori del panorama romano, autore del
tormentone “Capocotta non è Kingston”.
Emilio ha presentato alla giuria di Sanremo il brano “Va tutto bene”.
Emilio, Giordana e gli Absolut se la dovranno vedere con ex partecipanti dei talent show, da X Factor ad Amici: “trombati” eccellenti che cercano di riciclarsi.
Sarà dura, ma i nostri tre artisti hanno le
carte in regola per passare le selezioni a
testa alta.
“Non posso stare senza te” è il brano del noto cantante dei Castelli
Da ‘Ci vediamo all’Inferno’ il terzo
singolo di Stefano D’Orazio dei Vernice
T
ratto dall’ultimo album
“Ci vediamo all’Inferno”
con “Non posso stare
senza te” torna a emozionare il
pubblico la musica di Stefano
D’Orazio dei Vernice. Venerdì
27 novembre alle 21, al Planet
Roma (ex Alpheus ) il live
dell’artista originario di Ariccia
per la presentazione ufficiale
del singolo in promozione radiofonica dal 30 ottobre. Dopo il successo di “Che
Cos’ è” e “La Vita è” arriva quindi anche il terzo singolo del nuovo progetto musicale, che segna così l’indiscutibile ritorno dell’artista che, con la stessa travolgente energia del passato, interrompe un silenzio
durato oltre dieci anni. Come sempre autore di musica
e parole il cantante dei Castelli, negli anni ‘ 90 alle hit di
tutte le classifiche con Su e
Giù, Quando tramonta il Sole, Solo un brivido, e tanti altri indimenticabili successi,
conferma il suo talento nonostante le mille difficoltà
vissute. Prodotto da RGB
etichetta discografica “Non posso stare senza te”,
terzo singolo di una collezione di dieci composti al
ritmo del rock ma anche del blues, tutti rigorosamente firmati dal cantautore, arriva dritto al cuore per
straordinaria bellezza, intensità e autenticità.
CINEMA Il cortometraggio dei ragazzi apriliani al “48 ore film festival”
‘L’Ultimo dei fiscali’ in gara a Roma
S
i chiama "L'ultimo dei fiscali" il
cortometraggio girato da alcuni
ragazzi di Aprilia in gara al “48 ore
film festival” a Roma questo fine settimana del 7 e 8 novembre. Il corto, prodotto da "Tuttoagratis production", richiama i film d'azione anni '80 e '90 ma
avrà anche delle tinte comiche. “Si distinguerà la realtà dal sogno... non posso dire di più, vederlo sarà soprattutto la
gioia per chi ama gli action movie di un
tempo. E speriamo di esserci riusciti”,
spiega il direttore di produzione Francesco Paoletti. Le location sono state individuate tra il Comune di Aprilia, la palestra Sensazione e il Pidocchietto.
IL CALENDARIO DEGLI EVENTI
dal
5 novembre 2015
a cura di Laura Alteri - Per segnalare un evento invia una email a: [email protected]
GIOVEDÌ 5 NOVEMBRE
ANZIO
DAL SINDACALISMO RIVOLUZIONARIO
ALL’INTERVENTISMO
(fino all'11 novembre)
L’Associazione Culturale Libertà e Azione presenta la mostra presso i locali di Villa Corsini
Sarsina ad Anzio. Qui troverete immagini inedite del Sindacalista caduto durante la Prima
Guerra Mondiale, reperite negli ultimi giorni a
Corridonia, città Natale di Corridoni, dove si
sono recati in studio membri dell’Associazione. Libertà e Azione metterà a disposizione anche una piccola dispensa per far conoscere la
vita di Corridoni, reperibile presso la mostra.
ALBANO
CASTELLI DI SCRITTORI
Incontro con Matilede Ventura e Maurizio Gentili, ore 17.00, museo civico. Ingresso libero.
ROCCA DI PAPA
IL MARITO DI MIO FIGLIO
Spettacolo ore 21.00, teatro civico, Via San Sebastiano 20. Ingresso a pagamento. Info:
3892805662 .
LATINA
GIORGIO MONTANINI
Concerto ore 22.30, El Paso, via Sabotino,
Borgo Piave.
ROMA
IL PREZZO
Spettacolo di Arthur Miller, teatro Argentina,
Largo di Torre Argentina 52. Ingresso a pagamento. Orari: martedì e venerdì ore 21.00,
mercoledì e sabato ore 19.00, giovedì e domenica ore 17.00.
ROMA
CYRANO DE BERGERAC
(fino all'8 novembre)
Spettacolo con Zavatteri, Arcuri, Serpi, De
Gaudio, teatro Parioli, via Borsi 20. ingresso: a
partire da 18 euro.
GROTTAFERRATA
SERATA ITALIANA
Teatro comunale ex Sacro Cuore di Grottaferrata, ore 19.00, Marcello Veneziani in tour per
l’Italia presenta la sua “Lettera agli italiani”.
ROMA
IVANOV
(fino al 15 novembre)
Spettacolo di Anton Cechov, con Filippo Dini,
Sara Bertelà e Nicola Pannelli. Orari: martedì,
giovedì, venerdì, ore 20.00, mercoledì e domenica ore 16.00, sabato ore 16.00 e ore 20.00.
Teatro Eliseo, via Nazionale 183. Biglietti: da
13 a 34 euro.
glio Rappresentante della sezione Criptense
del GAL. Ingresso libero.
LANUVIO
TERRA E FOTO
Mostra fotografica di Elena Castellacci e concerto La banda dei falsari, ore 22.00, Agriturismo Casale della Mandria. Entrata 7 euro con
consumazione. Info: 3395321107.
ANZIO
GIORNATA FORMATIVA SULLA
COMUNICAZIONE STRATEGICA
Presso la Sala Consiliare di Villa Sarsina, si
svolgerà una lezione sugli “Elementi di comunicazione strategica e negoziazione”, con accenni alle tecniche delle arti marziali, tenuta
dal trainer Mirco Turco, Psicologo.
CIAMPINO
CRADLE OF FILTH + SPECIAL GUEST
Concerto ore 20.00, Orion club, viale Kennedy
52. Ingresso: 25 euro + d.p.
LATINA
OTTONE PESANTE + THE STONEBIRD
Concerto di una formazione emiliana insieme
ad una Stoner Hard Rock Band di Priverno,
dalle ore 22, Circolo Hemingway, Piazza A.
Moro 36. Info: 3933364694.
APRILIA
BLACK TAIL E FLYING VAGINAS
Concerto ore 22.00, ex Mattatoio, via Cattaneo
2. Ingresso con tessera Arci.
POMEZIA
MEDITERRANEA: VENUTI DAL MARE:
EROI, PROFUGHI, FONDATORI DI CITTÀ
Viaggio tra popoli, storie e culture raccontati
dai protagonisti di
grandi ricerche archeologiche, con la
Prof.ssa Fenelli, ore
16.30, Biblioteca Comunale di Pomezia.
Ingresso libero.
ROMA
MOULIN ROUGE
THE BALLET
Musical del Canada's Royal Winnipeg
Ballet, al teatro
Brancaccio, via Merulana 244. Orari: 6
novembre ore 16.00
- 21.00, 7 novembre
ore 16-21. Ingresso:
a partire da 22 euro.
Spettacolo Routine di Arte&Mani al teatro Le Maschere di Roma
La lingua dei
segni arriva
a teatro
U
n appuntamento suggestivo da
non perdere. Il laboratorio teatrale della compagnia Arte&Mani
presenta lo spettacolo in lingua dei segni
e in italiano "Routine". Gli attori, sordi e
udenti, che saliranno sul palco sono Dario Pasquarella, Mariapaola Antro, Gabriella Alesi, Anna Nocella, Alessia Cirillo. Idea originale, drammaturgia e scenografia di Dario Pasquarella. Curatrice del
testo in italiano Maria Sara Mirti. Appuntamento il 14 novembre alle 21.00 e il 15
novembre alle 17.00 e alle 21.00 presso
il Teatro Le Maschere di via Aurelio Saliceti 1/3 a Roma.
ROMA
CRISTINA D'AVENA E GEM BOY
Concerto ore 21.00, Atlantico live, via dell'Oceano Atlantico 271. Ingresso: 13,50 euro.
ROMA
IMMANUEL CASTO
Concerto ore 22.00, Black Out, via Casilina
713. Ingresso: 10 euro.
Cristina D’Avena e Gem Boy
Roma / 6 novembre
VENERDÌ 6 NOVEMBRE
ROMA
DEEP PURPLE
Concerto ore 21.00, Palalottomatica, piazzale
dello Sport, Eur. Ingresso: a partire da 51 euro.
FRASCATI
SIRIA: PATRIMONIO PERDUTO!?
Conferenza tenuta dal Prof. Paolo Matthiae,
ore 17.30, Biblioteca comunale "Bruno Martellotta", Viale Dusmet 20. Intervengono: Maria
Teresa Tamassia, Rappresentante del Centro
Socioculturale di Grottaferrata, Paolo Dal Mi-
LATINA
CONVEGNO DI CHIUSURA
DEL PROGETTO GOAL
Ultimo appuntamento per il progetto Go.A.L.
Go Abroad Latina, ore 9.30 presso la Facoltà
di Economia dell'Università La Sapienza di Latina.
VERDENA
Ciampino / 13 novembre
La band bergamasca porta in concerto il
doppio album Endkadenz vol. 1 e vol. 2.
ARICCIA
INAUGURAZIONE
BIBLIOTECA
DIFFUSA
'GIOVANNA D'ARCO'
Apre presso il Centro Linfa
un nuovo punto di Biblioteca diffusa: una biblioteca
diffusa tematica dedicata
alla psicologia e all'arte, in
convenzione con il Consorzio SBCR. Ore 17.39, Presentazione del Progetto
presso gli Stalloni Chigi.
Ingresso libero. Info:
0664821603.
CASTEL GANDOLFO
FRIDA KAHLO
Spettacolo teatrale ore 21.00, festivi ore 18.00,
Teatro Petrolini - Via Prati snc. Info: [email protected]
GENZANO
SUMERA + MURDER SPREE
+ NEUROSPHERE
Concerto ore 21.00, New Rockness - Via dei
Fabbri 5 (zona artigianale). Info: 0645557334.
LATINA
OTTONE PESANTE
Concerto del trio proveniente da Faenza (Ravenna) con il loro "Brass Heavy Metal", batteria, tromba e trombone! In apertura un gruppo
di Priverno, THE STONEBIRD, con le loro sonorità Hard Rock anni '70 sempre alle ore
22.30 presso il Circolo Hemingway di Latina,
piazza Moro 36.
SABATO 7 NOVEMBRE
FRASCATI
GENTE ALEGRA... U' CIELO AIUTA
Spettacolo ore 21.00, Teatro Capocroce - Piazzale Capocroce 3. Info: 0694018086 –
3278781301.
ROCCA DI PAPA
INNOVARE LA CASTANICOLTURA
Quinto convegno de L’Alveare, dalle 9 alle
13:30, presso il Centro Internazionale di Spiritualità Sacro Cuore di Gesù in via Campi d’Annibale 137. Ingresso libero.
CORI
INKIOSTRO - RASSEGNA
DI MUSICA BUONA E GIUSTA
Concerto acustico di Galoni, ore 21.30, Chiesa
di S. Oliva. Ingresso 5 euro. Info e prenotazioni: 3406411717.
APRILIA
APRILIA DA CIBELE A MICHELE
Incontro sulla storia locale ore 17.30, sede del
comitato di quartiere Aprilia Nord, via Veneto
2. Ingresso libero.
ROMA
MOULIN ROUGE THE BALLET
Musical del Canada's Royal Winnipeg Ballet,
al teatro Brancaccio, via Merulana 244. Orari:
6 novembre ore 16.00 - 21.00, 7 novembre ore
16-21. Ingresso: a partire da 22 euro.
FRASCATI
MOSTRA PREMIO CATEL
(fino al 22 novembre)
Biennale di Scultura alle Scuderie Aldobrandini di Frascati, piazza Marconi. La Fondazione
pone in palio i seguenti premi: primo premio
di € 10.000, secondo premio di € 3.000, terzo
premio di € 2.000.
ROCCA DI PAPA
LOVE'S KAMIKAZE
Spettacolo ore 21.00, teatro civico, Via San Sebastiano 20. Ingresso a pagamento. Info:
3892805662.
LATINA
SERGIO BAN IN MOSTRA
Mostra dell'artista presso la Palazzina
O.N.M.I. di Latina. Orario: lun-ven 9,3015,30sab 15,00-18,00. Domenica 10-13. Info:
0667233000.
NEMI
INAUGURAZIONE MOSTRA
DI ALESSANDRO GASPARRI
(fino al 29 novembre)
Mostra d'arte presso la Sala scuderie di Palazzo Ruspoli. Info: [email protected]
ROMA
OTTO OHM
Concerto ore 23.00, Orion club, viale Kennedy
52. Ingresso: 10 euro + d.p.
MONTE COMPATRI
CONCERTO DI CAMPAGNA
Concerto di B. Ciociola & R. Ciuffa (fl.), F. De
Luca (cmb), A. Lattarulo (vdg). Musiche di M.
Blavet, L. Dornel. Ore 18.30, Palazzo Annibaldeschi. Info: 3392748814.
ROMA
PACIFICO IN “LE MOSCHE”
CON NERI MARCORÈ
Concerto spettacolo ore 21.00, Auditorium
parco della musica, viale De Coubertin. Ingresso: 20 euro.
ROMA
BRIGA
(8 e 13 novembre)
Il cantante di Amici in concerto all'Atlantico
live, viale dell'Oceano Atlantico 271. Ingresso:
15 euro + dp.
44
EVENTI
Somma, ore 18.00, Teatro Comunale Alba Radians - Borgo Garibaldi 8/10. Ingresso a pagamento. Info: 069323897 – 0693263240.
ROMA
NINO D'ANGELO
Concerto ore 21.00, Auditorium conciliazione,
Via della Conciliazione, 4. ingresso: a partire
da 23 euro.
Il cantautore in concerto
all’Ex Mattatoio di Aprilia
in via Cattaneo 2
VELLETRI
NEMICI COME PRIMA
Spettacolo di Gianni Clementi ore 18.30, Teatro Tognazzi - Via Filippo Turati. Biglietti: poltronissima 16,50; poltrona 13,20; galleria
13,20; balconata 13,20. Abbonamento ’fai 13’:
13 spettacoli poltronissima € 170; poltrona €
137; balconata € 137; galleria € 137. Info:
069640642.
NETTUNO
L'OBESITÀ È UNA MALATTIA
Convegno presso la scuola paritaria San Giovanni "Sala degli Affreschi" Piazza Colonna 16
Borgo Antico, dalle ore 9.00 alle 12.00. Per info: 3496903152.
CISTERNA
32° TROFEO GIACOMO IPPOLITI
Maratonina podistica di 11 km. raduno al centro polivalente quartiere San Valentino. Ore
8.00. Quota: 5 euro. Info: 3388306180.
ANZIO
RELAZIONI DI COPPIA: L'IMPORTANZA
DELL'IO QUANDO SI INCONTRA UN TU
Convegno sul benessere psicologico, a cura
del dott. Andrea Pinto, ore 17.00-19.00, villa
Sarsina, via Ambrosini. Ingresso libero.
LUNEDÌ 9 NOVEMBRE
ROMA
SCORPIONS
Concerto ore 21.00, Palalottomatica, piazzale
dello Sport, Eur. Ingresso: a partire da 51 euro.
ANZIO
RELAZIONI DI COPPIA
A cura del dott. Andrea Pinto, ore 17.00, villa
Sarsina. Ingresso libero. Info: 3661041202.
LATINA
INSIDE – PHOTO EXHIBITION
(fino al 28 novembre)
Mostra di fotografie di
Fabiana
Moriconi,
presso La Feltrinelli in
Via A. Diaz. Orari di
apertura: Tutti i giorni
9,30 – 13,00/16,30 –
20,30.
Info:
3933242424.
DOMENICA 8 NOVEMBRE
ALBANO
RACCOLTA STRAORDINARIA DI SANGUE
Promossa dall'Avis. Dalle 8.00 alle 10.00, Alba
Medica - Via Verdi 10-12.
Info: 3388572479.
ROMA
BRIGA
(e 13 novembre)
Il cantante di Amici in concerto all'Atlantico
live, viale dell'Oceano Atlantico 271. Ingresso:
15 euro + dp.
Aprilia / 13 novembre
CASTEL GANDOLFO
IL SOGNO AMERICANO
DI SACCO & VANZETTI
Spettacolo ore 18.00, Teatro Don Bosco, Sala
Ugo Bazzi, Via A. Moro. Info: 3478608038.
FRASCATI
1° MEMORIAL
MARCHEGGIANI-UCCELLETTI
Evento alle ore 16.00 presso l'Auditorium delle Scuderie Aldobrandini in piazza Marconi.
Tra i relatori Andrea De Pascalis e il prof. Mario Bruschi.
ARDEA
25 ANNI DEI LIBERI
CANTORES
Anniversario del coro di
Ardea, sala consiliare
Sandro Pertini, via Laurentina. Concerto dalle
ore 17.00. Ingresso libero.
EDOARDO PESCE
CISTERNA
SOLO PER CHITARRA
Rassegna musicale a Palazzo Caetani in piazza
XIX Marzo. Ore 17.30 Angelo Marchese, Musiche di Bogdanović, Gilardino, Bach. Ingresso
ad offerta libera. Info: 3338691282.
LATINA
1^ MOSTRA ORNITOLOGICA AOT
(fino all'8 novembre)
Presso il museo di Piana delle Orme, strada
Migliara 43. Ingresso libero.
Orari: 7 novembre dalle 9 alle 18, l'8 novembre
dalle 9 alle 17.00. Info: 0773661052.
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
ANZIO
ST.VINCENT
Proiezione del film con
Bill Murrey e Naomi
Baby Massage
Watts, per la rassegna
Aprilia / 14 novembre
cinematografica Invito
al cinema, ore 16,15 ~
18,15 ~ 20,15, Cinema
Moderno
multisala
piazza della pace, 9. Ingresso: 4 euro. Info:
069844750.
ALBANO
UNO SGUARDO DAL PONTE
Spettacolo di Arthur Miller, con Sebastiano
NETTUNO
PACE È GUERRA
Ore 16,30, la Sala consiliare del Comune, una
giornata di studio, dibattito, riflessione intorno alla Pace. Partecipa la Corale “Città di Nettuno” intonerà canti sulla pace e intorno alla
pace. Ingresso libero.
MARTEDÌ 10 NOVEMBRE
GIOVEDÌ 12 NOVEMBRE
ALBANO
LUCI D'ORIENTE
Capolavori del cinema asiatico tra passato e
presente, ore 17.00, Palazzina Vespignani - Viale Risorgimento 1. Info: 069320534.
ROMA
FIGLI DI UN DIO MINORE
Spettacolo di Mark Medoff con Giorgio Lupano e Rita Mazza, teatro Sala Umberto, via della
Mercede 50. Ingresso: a partire da 23 euro.
CISTERNA
INCONTRI DI VINI
Percorso di otto incontri per conoscere ed imparare a degustare il vino e non solo, presso
Az. Donato Giangirolami, via Alessandro III,
ore 20.30. Info e prenotazioni: 3351412990.
ANZIO
XII ANNIVERSARIO DELLA
STRAGE DI NASSIRIYA
Eventi istituzionali al Piazzale Caduti di Nassiriya riviera Mallozzi, ore 12.00. Evento gratuito.
MERCOLEDÌ 11 NOVEMBRE
ROMA
IL MOMENTO DEL GIUDIZIO
Spettacolo di Giancarlo De Cataldo e Claudio
Strinati con l’accompagnamento al pianoforte di
Lucio Perotti, ore 21.00, Auditorium parco della
Musica, viale De Coubertin. Ingresso: 12 euro.
APRILIA
MESSAGGI DI PACE
Rassegna musicale promossa dall’istituto comprensivo Giacomo Matteotti, ore 19.00, aula magna complesso di via Respighi. Ingresso libero.
ROMA
WWE LIVE
Miscela di sport e intrattenimento per una
grande serata di spettacolo al Palalottomatica,
piazzale dello Sport, Eur. Ingresso: a partire
da 39 euro.
ALBANO
CASTELLI DI SCRITTORI
Incontro con Marco Menicocci e Maria Pia
Santangeli, ore 17.00, villa del vescovo a Cecchina. Ingresso libero.
LATINA
DEGUSTAZIONE DELLA VERNACCIA
NERA DI SERRA PETRONA
La FIS di Latina presenta l'evento, dalle 19.00,
Hotel Europa, via E. Filiberto 14. Info:
3357532035
ROMA
LA BOTTEGA DEL CAFFÈ
Spettacolo di Carlo Goldoni con musiche di
Nicola Piovani, Teatro Argentina, largo di torre argentina 52. Orari: martedì e venerdì ore
21.00, mercoledì e sabato ore 19.00, giovedì e
domenica ore 17.00. Biglietti: a partire da 12
euro.
ROMA
UMBERTO MARIA GIARDINI
Concerto ore 22.00, Quirinetta Caffè, Via Marco Minghetti, 5. Ingresso 8 euro.
ALBANO
DONNE E BIBLIOTECHE:
DONNE E VIOLENZA
Incontro ore 17.00, presso la Biblioteca di
Cecchina. Ingresso libero.
COLLABORATORI
Registro Stampa Tribunale
di Latina n. 738
del 13/03/2001 Registro Operatori
Comunicazione n. 9606
Francesco Buda Stefano Cortelletti
Laura Alteri
Bianca Francavilla
Martina Zanchi
Lorenzo Tomei
Simone Stortini
Germano Grasso
Silvia Santoro
Gabriele Primavera
Macar
Sonia Castelli
Alessandra Manni
AMMINISTRATORE
Alberico Cecchini
Paolo Spiridioni
DIRETTORE
RESPONSABILE
Stefano Carugno
Teresa Faticoni
Editore Medium Srl
comunicazione d’impresa,
Via Aldo Moro, 41/F Aprilia (LT)
Tel./Fax 06/9276222
Angela Iantosca
Daniele Triolo
Pubblicità:
[email protected]
Redazione:
[email protected]
Roberto Lessio Giampaolo Carugno
Andrea Lucidi
Filippo Valenti
Andrea Ventura
Riccardo Angelo
Colabattista
Maristella Bettelli Valerio Scalia
STAMPA
ROTOPRESS INTERNATIONAL s.r.l.
Via Brecce 60025 - Loreto (AN)
Chiusura Redazione
martedì 03/11/2015, ore 13,00
Luca Priori
Rita Recchia
Francesca Tammone
Giovanni Salsano
Francesca Ragno
HANNO COLLABORATO: Roberto Lessio, Moira Di Mario, Emanuele Longo,
Clemente Pistilli, Ivan Eotvos, Elisabetta Bonanni, Sonia Simoneschi, Simone Piloni,
Emanuele Di Baldo, Andrea Scaraglino, Laura Russo, Daniela Spagni, Elisa Gallettini,
Giorgia Mancini, Daniela Capodieci, Flavia Bertellini
Daniele Castri
Matteo Maria Munno
Federica Reggiani
Marco Montini
Maurizio Targa Francesco De Angelis Claudia Bruno Natascia e Romina Malizia
L’editore garantisce la riservatezza dei dati e la possibilità di richiederne gratuitamente la
rettifica o la cancellazione ai sensi dell’art. 7 D.leg 196/2003 scrivendo a:
Medium Srl, Via Aldo Moro 41/F, 04011 Aprilia (LT).
Il materiale pubblicato non può essere utilizzato, in tutto o in parte, senza il consenso dell’editore.
Il materiale inviato alla redazione non viene restituito e non ne viene garantita la pubblicazione.
VENERDÌ 13 NOVEMBRE
LATINA
INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO
DEL CONSERVATORIO DI LATINA
Musiche di Beethoven, Schubert e Shostakovich, ore 21.00, teatro comunale D'Annunzio,
viale Umberto I 41/43. Ingresso: 15 euro. Info:
0773605551.
APRILIA
EDOARDO PESCE
E THE PETER STONE’S
Concerto blues-soul, ore 22.00, Ex Mattatoio,
via Cattaneo 2. Ingresso con tessera Arci.
APRILIA
RICORDI D’AROMA
La presentazione del libro dell’associazione
SenzaConfine, ore 17.00, sala Manzù largo
Marconi. A seguire festa a buffet alla birreria
Brancaleone.
LATINA
DALLA PARTE DEGLI ULTIMI
La presentazione del libro di Antonio Polselli
alle ore 18.00 alla Parrocchia di S. Rita in via
Guido Rossa a Latina. Verrà trasmesso il video
La voce degli ultimi, previsti interventi della
prof.ssa Maria Forte, prof.ssa Sparta Tosti,
Roberto Paolo De Vito, Silvio D'Arco, Fabio
D'Achille e Fausto Lanzuisi. Ingresso libero.
CIAMPINO
ROMA SALSA FESTIVAL 2015 - 10ª EDIZ.
(fino al 15 novembre)
3 giorni di ballo, musica, spettacoli e più
di 60 ore di stage di
danza, Palacavicchi
Meeting Latino - Via
R. Bianchi Bandinelli
130. Info: 0679321797.
ma, viale Barendson-Saxa Rubra. Ingresso: da
24 euro.
ROMA
BRIGA
Concerto ore 21.00, Atlantico live, via dell'Oceano atlantico 271 d. Ingresso: 15 euro +
d.p.
ROMA
HUGO RACE & THE TRUE SPIRIT
Concerto ore 22.00, Init club, via della Stazione tuscolana 133. Ingresso: da 17 euro.
THE LEGEND
OF ZELDA
Roma / 15 novembre
DIRTY
DANCING
Roma /
14 novembre
Il musical ispirato al
film con Patrick
Swayze al Gran
teatro di Roma
APRILIA
OCCUPATI DI AMELIA
(fino al 22 novembre)
Spettacolo di Giacomo Galantucci, ore
21.00,la domenica ore 18.00, Spazio 47, via
Pontina km. 47.015. Ingresso: 10 euro. Info:
3396072426.
SABATO 14 NOVEMBRE
ROMA
FUSION AND ABSORPTION
(fino al 6 febbraio)
Inaugurazione della mostra di arte contemporanea di Evgeny Antufiev presso la z2o Sara
Zanin Gallery (via della Vetrina 21 – zona piazza Navona). Ore 18. ingresso libero.
CIAMPINO
ROMA SALSA FESTIVAL 2015 - 10ª EDIZ.
3 giorni di ballo, musica, spettacoli e più di 60
ore di stage di danza, Palacavicchi Meeting Latino - Via R. Bianchi Bandinelli 130. Info:
0679321797.
SEZZE
ZEZA E PULCINELLA
Spettacolo del teatro Bertolt Brecht ore 17.30, auditorium mario Costa, via
Piagge Marine. Ingresso:
10 euro.
FRASCATI
I MIGLIORI VINI
FRASCATI
ITALIANI 2015
IL PREZZO
(fino al 15 novemDEL SOMARO
bre)
Spettacolo di teatro ore
Un’occasione per coRicordi d’Aroma
21:00, teatro Capocroce,
noscere un territorio
Aprilia / 13 novembre
piazzale Capocroce 3. Inricco di tradizioni
gresso: 10 €.
enogastronomiche da
degustare. Orari di
apertura: Venerdì 13 Novembre dalle ore 21.00 ROMA
alle ore 24.00 - Sabato 14 Novembre dalle ore SIMPLY RED
16.00 alle ore 23.00 - Domenica 15 Novembre Concerto ore 21.00, Palalottomatica, piazzale
dalle ore 11.30 alle 20.00. Mura del Valadier - dello Sport, Eur. Ingresso: da 41 euro.
Venerdì: ingr. Via Del Castello 31 - sabato e domenica: ingr. Viale Regina Margherita 23. In- LATINA
LA FABBRICA DI PORCELLANA
gresso: 15 euro. Info: 0690405334.
Un' epopea operaia in cinque giorni, liberamente adattato da Mammut di Antonio PenCIAMPINO
nacchi. Ore 21.00, Teatro Moderno, via Sisto V.
VERDENA + ADRIANO VITERBINI
Concerto ore 21, Orion, viale Kennedy 52. In- Ingresso: 23 euro. Info: 0773471928.
gresso: 15 euro + d.p.
PONTINIA
NEL NOME DEL PADRE.
ROMA
STORIA DI UN FIGLIO DI..
RAF
Concerto ore 21.00, Auditorium conciliazione, Spettacolo di Marco Morandi, ore 21.00, Teavia della Conciliazione 4. Ingresso: a partire tro Fellini, piazza Indipendenza 2. Ingresso: 20
euro. Info: 3286143100.
da 25 euro.
ROMA
DIRTY DANCING
Spettacolo musical, ore 21.00, Gran teatro ro-
45
EVENTI
n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015
SERMONETA
I SERMONETANI IN GUERRA
(fino al 15 novembre)
Quale è stato il contributo dato da Sermoneta
nella prima guerra mondiale? Lo racconta una
mostra a Palazzo Caetani. Orari: sabato e di
domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Ingresso libero.
ROMA
ROUTINE
(15 novembre alle 17.00 e 21.00)
La Lingua dei Segni arriva a teatro con lo spettacolo della compagnia Arte&Mani, ore 21.00,
presso il Teatro Le Maschere, via Aurelio Saliceti 1/3.
ANZIO
DONNE CHE AMANO TROPPO:
LA DIPENDENZA AFFETTIVA
E LE TRAPPOLE DEL NARCISISMO
Incontro a cura della dott.ssa Paola Canci, ore
17.00, Villa Sarsina, via Ambrosini. Ingresso libero. Info: 3661041202.
APRILIA
INTRODUZIONE AL BABY MASSAGE:
UN MASSAGGIO D'AMORE
Incontro con la psicologa Romina Barone, ore
17.00-18.30, centro Psikè, via dei Villini 25. Ingresso: 7 euro. Info: 3661692974.
DOMENICA 15 NOVEMBRE
APRILIA
MERCATINO DELL'ANTIQUARIATO
Si partirà alle 9 con l'apertura dei coloratissimi banchi artigianali, usato e artigianato. Alle
10,30 sarà il momento
dello spettacolo del
clown Fagiolino che
ospiterà i simpatissimi
Minions. La giornata
continuerà dalle 16,30
con la degustazione
gratuita di buonissime
castagne in Via Oleandri. Evento gratuito.
gione del teatro Ragazzi, ore 17.00, teatro Cafaro, XXI Aprile. Ingresso: 8.50 euro. Info;
3925407500.
ANZIO
ALLA SCOPERTA DEL FANTASTICO
Incontro su sirene, mostri e ciclopi nell’Odissea. Dalle ore 16.00, Sala Piale della biblioteca
Chris Cappell. Ingresso libero.
ANZIO
L’AMORE BUGIARDO
Proiezione del film con Ben Affleck, ore 16.30
e 19.30 presso il cinema Moderno per la rassegna Invito al cinema. Ingresso 4 euro.
MARTEDÌ 17 NOVEMBRE
ROMA
GRAND GUIGNOL ALL’ITALIANA
(fino al 29 novembre)
Spettacolo con Lunetta Savino, Teatro Eliseo,
via Nazionale 183. Orari: martedì, giovedì, venerdì, ore 20.00, mercoledì e domenica ore
16.00, sabato ore 16.00 e ore 20.00. Ingresso: a
partire da 13 euro.
LATINA
LE NUOVE AVVENTURE
DEI MUSICANTI DI BREMA
Spettacolo del Teatro Due Mondi, per la stagione del teatro Ragazzi, ore 17.00, teatro Cafaro, XXI Aprile. Ingresso: 8.50 euro. Info;
3925407500.
CISTERNA
INCONTRI DI VINI
Percorso di otto incontri per conoscere ed imparare a degustare il vino e non solo, ore 20.30,
Az. Donato Giangirolami, via Alessandro III.
Info e prenotazioni:
3351412990.
APRILIA
MARCHIGIANI
ROMA
IN FESTA
FATHER AND SON
L’amore Bugiardo - Gone Girl
26° anniversario della
(fino al 22 novembre)
Anzio / 16 novembre
nascita del sodalizio
Spettacolo ispirato a Gli
dei marchigiani di
Sdraiati e Breviario coAprilia, ristorante Il
mico di Michele Serra,
Capanno pranzo e musica. Info: 3476134558.
con Claudio Bisio, Teatro Argentina, Largo di
Torre Argentina. Orari: prima ore 21.00, marFRASCATI
tedì e venerdì ore 21.00, mercoledì e sabato
ALADDIN
ore 19.00, giovedì e domenica ore 17.00. BiSpettacolo di teatro ore 17.30, teatro Capocro- glietti: da 12 euro.
ce, piazzale Capocroce 3. Ingresso: 7 euro.
ALBANO
ROMA
CASTELLI DI SCRITTORI
THE LEGEND OF ZELDA:
Incontro Walter Cassiano e Luciano Gentiletti,
SYMPHONY OF THE GODDESSES
ore 17.00, museo civico. Ingresso libero.
Spettacolo ore 21.00, Auditorium conciliazione, via della Conciliazione 4. Ingresso: a parti- ROMA
re da 45 euro.
BJM - LES BALLETS JAZZ
DE MONTRÉAL IN BREVE
CIAMPINO
Spettacolo di danza al teatro Brancaccio di via
ROMA SALSA FESTIVAL 2015 - 10ª EDIZ. Merulana 244. Orario: Lunedì - Sabato
3 giorni di ballo, musica, spettacoli e più di 60 h.10:00/19:00, Domenica h.10:00/18:00. Biglietore di stage di danza, Palacavicchi Meeting La- ti: da 18.50 euro. Info: 0680687231.
tino - Via R. Bianchi Bandinelli 130. Info:
MERCOLEDÌ 18 NOVEMBRE
0679321797.
LUNEDÌ 16 NOVEMBRE
LATINA
LE NUOVE AVVENTURE
DEI MUSICANTI DI BREMA
(e 17 novembre)
Spettacolo del Teatro Due Mondi, per la sta-
LATINA
CUORE
(e 19-20 novembre)
Spettacolo del Teatro Due Mondi, per la stagione del teatro Ragazzi, ore 17.00, teatro Cafaro, XXI Aprile. Ingresso: 8.50 euro. Info;
3925407500.
AAA casa vendonsi
(occasionissima)
ATTICO
MONOLOCALE MODELLO TRULLO SPUNTATO
CON DOPPIO POSTO AUTO
PIC NIC HOUSE
SENZA COINQUILINI (né sopra né sotto)
VOLO INCLUSO
SOLO PER PERSONE A DIETA
IN SALDO (per ovvi motivi)
TRILOCALE VERTICALE
AMMOBILIATO
(in stile ET)
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 47
il Caffè n. 336 - dal 5 all’11 novembre 2015 - pag. 48

Documenti analoghi

anzio - Il Caffè.tv

anzio - Il Caffè.tv ARCEA tutte le attività di pianifiex Magistrato delle Acque a Venecazione, progettazione, esecuziozia ed ex Capo Dipartimento del ne e gestione delle due arterie auTerritorio della Regione Lazio, i...

Dettagli

NoN tutto il male vieN per Nuocere

NoN tutto il male vieN per Nuocere uguale per tutti”. Votando Sì, infatti, verrà abrogata la legge del 7 aprile 2010 n.51 sul legittimo impedimento, che consente al Presidente del Consiglio e ai ministri di non comparire in udienza ...

Dettagli