Un`aula della Commissione Ue intitolata a Falcone e

Transcript

Un`aula della Commissione Ue intitolata a Falcone e
ATTUALITA’
Un’aula della Commissione Ue intitolata a Falcone e Borsellino
Un'aula della Commissione europea sarà intitolata ai giudici Giovanni
Falcone e Paolo Borsellino. L'intitolazione della sala, voluta dal commissario Ue Cecilia Malmstrom, si terrà il prossimo mercoledì 4 dicembre alle 14, nella sede direzione generale Giustizia e Affari interni di
rue de Luxembourg a Bruxelles.
"Si tratta di un omaggio importantissimo alla memoria non solo di Gio“Dal 15 al 24 giugno si è tenuto a
vanni e Paolo, ma di tutte le vittime delle mafie", dice Rita Borsellino,
Palermo il Training Course “Let’s
deputato del gruppo S&D al Parlamento europeo, che aggiunge:
Bridge the Gap! – LBTG”, corso di
"Questa decisione testimonia anche la presa di coscienza dell'Ue nei
formazione sotto l’azione 3.1 del
confronti di un fenomeno, quello delle mafie, che per troppo tempo e'
programma Gioventù in Azione: 42
stato considerato alla stregua di un problema locale e che, invece, ha
operatori giovanili provenienti da 15
una dimensione transnazionale". Insieme a Rita Borsellino, eurodepupaesi diversi (Italia, Armenia, Azerbaijan, Bielorussia,
tato S&D, e membro della Commissione Crim e sorella del giudice
Bulgaria, Cipro, Georgia, Lettonia, Lituania, Moldavia,
Paolo Borsellino, interverranno Cecile Malstroom, Commissario euroPortogallo, Romania, Slovacchia, Paesi Bassi, Ucraina)
peo Giustizia e Affari Interni, Gianni Pittella, Vice Presidente del Parla- per 9 giorni si sono confrontati esprimendo il loro punto di
mento europeo, Maria Falcone, sorella del giudice Giovanni Falcone.
vista su sessualità, discriminazione, stereotipi e questioni
Alla cerimonia di intitolazione sarà presente Rosi Bindi, presidente
relative al mondo LGBTIQ (Lesbica, Gay, Bisessuale,
della Commissione parlamentare antimafia. Partecipa anche Toni
Transessuale, Intersessuale, Queer).
Gentile, fotoreporter autore del noto scatto che ritrae i due giudici sorGli obiettivi del progetto sono stati i seguenti:
ridenti e che è divenuto il simbolo della memoria e del ricordo dei due ·
analizzare gli stereotipi e le ideologie sulle questioni
magistrati uccisi dalla mafia nelle stragi del ’92..
relative alla sessualità;
·
promuovere i valori europei e democratici, la cittadinanza attiva, l’educazione non formale e i diritti umani
nelle lotta contro i pregiudizi e tutti quegli atteggiamenti
che portano all’esclusione e all’emarginazione;
·
affrontare le questioni sulla sessualità in maniera
attiva includendo youth leaders e organizzazioni giovanili
oltre a promuovere consapevolezza sulla tematica;
·
supportare lo sviluppo personale dei giovani e promuovere una maggiore disponibilità del servizio giovanile
nei confronti dei gruppi emarginati – apertura, dialogo,
impegno per l’uguaglianza e la tolleranza, oltre al riconoscimento del valore della diversità
Inoltre, il progetto si è realizzato in concomitanza con il
Pride Nazionale a cui i ragazzi hanno contribuito con
VETAAL riunisce quattordici partner: PMI,
diverse performance presso il Pride Village, un flashmob
centri di ricerca e università da Spagna,
nel cuore della città di Palermo e la partecipazione al
Slovenia,
corteo del Palermo Pride con un loro carro. Per alcuni dei
Polonia, Italia, Austria e Regno Unito. Kick- partecipanti, soprattutto per coloro provenienti da contesti
off Meeting Progetto VETAAL- Yecla, 22
in cui l’omofobia è molto diffusa e in cui l’omosessualità è
novembre 2013
ancora un tabù, è stata una prima e sorprendente espeSi è tenuto il 22 novembre scorso, presso la
rienza che ha reso quei giorni indimenticabili. Questo
sede del Centro di Ricerca e Formazione sul
video – ultima attività del progetto LBTG – è la testimomobile e il legno della regione di Murcia
nianza di quella settimana, tra educazione non formale,
(CETEM), il kick off meeting del progetto europeo VETAAL. L'evento
creatività e orgoglio di essere se stessi.”
ha visto protagonisti centri di ricerca e università, enti pubblici
nell’ambito della formazione professionale, PM I operanti nel settore
ICT provenienti da Spagna, Slovenia, Polonia, Italia, Austria e Regno Unito con l’obiettivo di sviluppare e realizzare un curriculum
comune per le industrie europee del mobile.
Il curriculum sarà basato sui principi del sistema ECVET (European Credit system for Vocational Education and Training), cioè il
sistema europeo di crediti per l'istruzione e la formazione professionali, e troverà applicazione nel settore della progettazione e
produzione di mobili a supporto di anziani e persone con disabilità motorie (c.d. Smart Support Furniture for Ambient Assisted
Living). Il progetto, finanziato dal programma Leonardo da Vinci, prevede lo sviluppo di un percorso di apprendimento per studenti, progettisti e produttori di mobili. Il programma di formazione che sarà creato e testato nell'ambito del progetto faciliterà la progettazione di mobili in grado di monitorare e garantire il benessere di anziani e disabili.
La necessità di assistenza e cure specifiche da parte di anziani e disabili ha dato origine ad un mercato particolarmente interessante per il settore dell’arredamento. Un numero sempre crescente di aziende produttrici di mobili ha, infatti, deciso di avviare
attività di ricerca e sviluppo per soddisfare al meglio le esigenze di questo segmento di mercato. Tuttavia, l’evidenza dimostra che
la maggior parte di queste non ha al suo interno personale qualificato per progettare e realizzare mobili nel rispetto degli obblighi
di sicurezza specifici. Questa iniziativa mira a creare nuove qualifiche professionali nel settore del mobile grazie ad un curriculum
armonizzato a livello europeo, favorendo così la mobilità dei professionisti nel contesto europeo.
Viteco S.r.l. Headquarters: Via Mario Sangiorgi n. 37 ‐ 95129 Catania (CT) Tel. +39 095 509594 ‐ Fax +39 1782771686 P. IVA:
04229410875 ‐ Registro delle Imprese di Catania www.vitecoelearning.eu ‐ [email protected]
Progetto "Let's Bridge the
Gap! - LBTG" (YiA 3.1)‫‏‬
Progetto europeo nell'ambito
del programma Leonardo Da Vinci
(Partenariati Multilaterali) per
l’applicazione di tecnologie ICT nella
progettazione di mobili per anziani
e persone con disabilità motorie.
Europa & Mediterraneo n. 45
22
23
24
25
26
27
28
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
del30/11/11
04/06/13
11/06/13
19/06/13
26/06/13
03/07/13
10/07/13
16/07/13
29/08/13
05/09/13
11/09/13
17/09/13
25/09/13
02/10/13
10/10/13
16/10/13
23/10/13
30/10/13
06/11/13
13/11/13
20/11/13
27/11/13
04/12/13
46del
47
29
30
32-33
43-44
46
02
04
06
07
08
19
20
21
del
23/11/11
30/11/11
07/12/11
16/05/12
22/05/12
29/05/12
06/06/12
19/06/12
27/06/12
04/07/12
11/07/12
18/07/12
24/07/12
02/08/12
06/09/12
12/09/12
18/09/12
26/09/12
03/10/12
10/10/12
23/10/12
21/11/12
27/11/12
16/01/13
30/01/13
12/02/13
20/02/13
27/02/13
15/05/13
22/05/13
28/05/13
30/08/12
12/11/12
Pagina 8

Documenti analoghi