- Istituto Comprensivo Grosseto 3

Commenti

Transcript

- Istituto Comprensivo Grosseto 3
ISTITUTO COMPRENSIVO GROSSETO 3
SCUOLA SECONDARIA
DI PRIMO GRADO
G. UNGARETTI
DE STEFANO FRANCESCA
CL.3C
A.S. 2015-2016
DONNE E CULTURA
TECNICA:
LUISA
SPAGNOLI
LETTERATUR
A
LEA
GAROFALO
ARTE:
AMORE E
PSICHE
STORIA:
DONNA
NELLA
PROPAGAN
DA
DONNE E
CULTURA
FRANCESE:
COCO
CHANEL
MUSICA:
BESSIE SMITH
GEOGRAFIA
:
CONDIZION
E FEMMINILE
SCIENZE:
RITA LEVI
MONTALCINI
INGLESE:
REGINA
ELISABETTA II
LA CONDIZIONE FEMMINILE
Nel mondo esistono profonde disuguaglianze di genere, rispetto al lavoro, alla
possibilità di istruirsi e di esprimere liberamente la propria personalità.
quasi sempre sono disuguaglianze dovute alle tradizioni, all’integralismo e alla
povertà.
EMISFERO NORD
Nonostante tutti i progressi ottenuti (diritti civili, partecipazione alla vita
economica e sociale) ci sono ancora disparità nel mondo del lavoro:
Le donne trovano difficoltà a raggiungere posizioni di potere e di.
prestigio
Spesso a parità di compiti svolti, guadagnano meno degli uomini
EMISFERO SUD
La situazione è molto più grave nei paesi a sud del mondo, dove le
donne, ma soprattutto le figlie femmine sono oggetti di vendita.
L’analfabetismo è un problema serio sia per i maschi che per le
femmine, ma ovunque il tasso femminile è maggiore.
In molti paesi alle donne è vietato guidare, andare all’estero senza un
permesso scritto da un parente maschio.
Le donne sono anche vittime di una forte discriminazione.
Ciò la rende inferiore a livello economico, culturale e persino sociale.
Discriminazioni sul
campo lavorativo
Infanticidio
femminile:
Privilegio del
genere maschile
LE SPOSE BAMBINE
Ogni anno almeno 14 milioni di bambine nel mondo sono Private della
loro infanzia e del loro diritto all’istruzione, alla salute e alla sicurezza,
vengono date in spose a uomini spesso molto più vecchi di loro.
I matrimoni precoci sono un problema globale che attraversa paesi,
culture, religioni ed etnie e mette le donne particolarmente a rischio di
violenza sessuale, fisica e psicologica per tutta la vita.
DONNA NELLA PROPAGANDA FASCISTA
ANNI 30
Le numerose rivolte femministe svoltesi agli inizi del 1900 non ebbero il risultato sperato; Infatti
dopo la nascita del fascismo (nel 1922) il concetto di donna cambio drasticamente.
Per consolidare il proprio regime improntato sull'autoritarismo, Mussolini adottò una
politica anti-femminista, che impose alla donna l'esclusivo ruolo di madrecasalinga e facendo così della maternità, oggetto di pubblica esaltazione, a
sostegno della forza nazionalista dello Stato.
Le donne, intese come portatrici di interessi privati (familiari) furono così escluse da
tutto ciò, che aveva attinenza con la sfera pubblica.
PROVVEDIMENTI DEL DUCE
Dal 1923 le donne
incominciarono
ad essere
licenziate dal
lavoro, così da
concentrarsi sulla
famiglia
L’aborto fu
decretato un
reato
Furono
raddoppiate le
tasse della
scuole per le
ragazze
BATTAGLIA DEMOGRAFICA
Nel 1926 Mussolini lanciò una serie
di campagne con lo scopo di
esaltare l’ideologia del regime.
Una di questa era la «battaglia
demografica» che incitava
l’aumento delle nascite, nella
convinzione che la potenza militare
dipendesse del numero dei
cittadini.
L’istruzione
La riforma della scuola fascista creata da Giovanni Gentile, Ministro
dell'Educazione Nazionale (1922-1924) fu improntata su due precisi obiettivi:
inculcare nei giovani l'ideologia dello stato fascista e selezionare e promuovere
solo l'elite, in modo da far accedere all'istruzione secondaria e all'Università, un
numero ristretto di studenti.
La riforma Gentile era "dichiaratamente anti-femminile", come sottolinea la storica
Victoria De Grazia in Le donne del regime fascista: "per essere pregiata, rispettata,
esaltata, la donna doveva accettare e non tentare di negare i limiti della sua
diversità".
Negando alla donna qualsiasi capacità come educatrice, la riforma della scuola,
operata da Gentile, produsse una vera e propria defeminilizzazione del corpo
insegnante.
musica
BLUES
Il blues nasce nella metà del 1800 negli stati meridionali degli Stati Uniti in cui si
mescolano melodie e ritmi di origine africana e europea.
Il blues è un canto triste nato dopo la fine della guerra di secessione (1865) e
quindi dopo la ‘liberazione’ dalla schiavitù(canto di città).
ME AND MY GIN
Brano blues di Harry Burke interpretato nel 1928 da Bessie.
Descrive in prima persona la sensazione di tristezza di una donna
alcolizzata che vede l’alcol come unica fuga da una realtà che
emargina i neri.
 Strumenti: pianoforte e tromba
 Struttura: AAB
 TECNICA: SINCOPATO
BESSIE SMITH
Bessie Smith è la interprete blues
più popolare degli anni ‘30.
Nasce nel 1894 e muore nel 1937.
Con la sua voce influenza i musicisti
americani successivi.
scienze
RITA LEVI MONTALCINI
Rita Levi Montalcini è nata a Torino il 22 aprile 1909.
Nel 1947 si recò presso il Department of Zoology della Washington
University di St. Louis , dove scoprì il fattore di crescita nervosa Nerve
Growth Factor (NGF) ,che regola lo sviluppo e la differenziazione
delle cellule nervose .
Questa scoperta le valse nel 1986 il Premio Nobel per la medicina e la
fisiologia ricevuto insieme a Stanley Cohen.
NGF
Il nerve growth factor (NGF) o fattore di crescita nervoso, è una
proteina coinvolta nello sviluppo del sistema nervoso nei vertebrati.
Indirizza e regola la crescita degli assoni, tramite meccanismi di
segnalazione cellulare, è inoltre prodotta nei momenti rigenerativi.
Grazie alla scoperta dell'NGF, sono stati individuati altri fattori di
crescita oggi studiati per la cura dei tumori, in quanto è stato
dimostrato che accrescono il tumore stesso.
QUEEN ELIZABETH II
BIOGRAPHY
Princess Elizabeth Alexandra Mary was born in London on 21 April 1926.
On the death of George VI in 1952 she succeeded to the throne while in Kenya
with her husband and was crowned on 2 June 1953.
The reign of Queen Elizabeth II since 1952 has spanned a period of rapid and
occasionally turbulent change. Britain’s position in the world, her economy, and
the very shape and structures of society have all been transformed and many
traditional institutions have suffered in the process.
ROYAL FAMILY
Lady
Diana
Prince William
Prince
Charles
Prince Harry
COCO CHANEL
BIOGRAPHIE
Gabrielle Chanel, dite « Coco Chanel », née le 19 août 1883 à Saumur
et morte le 10 janvier 1971, à Paris, est une créatrice de mode, modiste
et grande couturière française célèbre pour ses créations de haute
couture, ainsi que les parfums portant son nom. Elle est à l'origine de la
Maison Chanel, « symbole de l'élégance française »3. Certains choix
de vie de Chanel sont à l'origine de controverses, en particulier son
comportement pendant l'Occupation allemande.
DONNE CORAGGIO:LEA GAROFALO
Lea Garofalo è una figura di spicco tra le
donne ribellate alla mafia.
Personaggio molto ammirato data la sua
grande forza di volontà nel continuare a
denunciare tutte le azioni mafiose
compiute dai suoi parenti, nonostante
tutte le minacce ricevute.
Lea Garofalo nasce a Petilia Policastro (un paesino della Calabria)nel 1974 da una famiglia
mafiosa.
All’età di sedici anni conobbe un ragazzo, Carlo Cosco, con il quale si trasferì a Milano ed
ebbe nel 1991 una figlia, Denise.
La ribellione
Nel 1996 il compagno e alcuni componenti della sua famiglia vennero arrestati per
traffico di stupefacenti: durante un colloquio in carcere, la ragazza comunicò al
compagno la volontà di lasciarlo e di volersi portare via la figlia.
La reazione fu violenta e immediata, tanto che intervennero le guardie per sedare la
lite. Madre e figlia abbandonarono dunque Milano.
Nel 2002, quando Lea, sotto casa, si accorse dell'incendio della propria auto, capì
che Cosco era sulle loro tracce e che lei e sua figlia si trovavano in pericolo. Decise di
rivolgersi ai Carabinieri e di raccontare tutto ciò che, nel corso degli anni, aveva visto
e sentito, a Pagliarelle come a Milano. Per le sue dichiarazioni, la giovane donna e la
figlia vennero inserite, con false generalità, nel programma di protezione.
Associazione «libera»
Nel 2008, ad un incontro pubblico, Lea Garofalo si avvicinò a don Luigi Ciotti,
fondatore e presidente del Gruppo Abele e di Libera. Si presentò come una
testimone di giustizia etichettata come collaboratrice, completamente
sfiduciata nei confronti dello Stato e delle istituzioni, e intenzionata a
riappropriarsi della sua dignità, del suo nome e del suo cognome.
L’omicidio
Il 24 novembre 2009 lea ,che si era recata a Milano per discutere con
Carlo il futuro di Denise, fu rapita e successivamente ammazzata e
bruciata.
Denise capendo che la mamma era scomparsa sporse subito
denuncia ai carabinieri e sostenne la sua certezza che la mamma non
era scappata, come il padre voleva fare credere, ma uccisa.
IL PROCESSO
Nel processo del 2013 Carmine Venturino , l’ex fidanzato di Denise , non che testimone del
omicidio di lea, raccontò che era stato Carlo Cosco ad uccidere la propria ex convivente,
che insieme a lui c'era il fratello Vito Cosco e che poi allo stesso Venturino venne affidato il
compito di prendere il corpo esanime di Lea Garofalo e di distruggerlo.
FILM
«Lea, la storia di Lea Garofalo»
è stato girato nel 2015 da
Marco Tullio Giordana.
LUISA SPAGNOLI
Luisa Spagnoli è stata
un'imprenditrice italiana, nota
soprattutto per l'ideazione del Bacio
Perugina e per la catena di negozi
d'abbigliamento che porta il suo
nome.
PERUGINA
Nel 1907, insieme a Francesco Buitoni
e Leone Ascoli, aprono una piccola
azienda con sede nel centro storico
di Perugia, la Perugina, con quindici
dipendenti.
Con lo scoppio del primo conflitto
mondiale a mandar avanti la
fabbrica rimane solo la signora
Spagnoli con due dei suoi tre figli,
Mario e Aldo.
A guerra finita la Perugina è già una
manifattura con più di cento
dipendenti.
Nel 1923 inizia l'impegno per la costruzione di strutture sociali che
migliorino la vita dei dipendenti. Fonda l'asilo nido dello stabilimento di
Fontivegge (considerato il più avanzato d'Europa nel settore dolciario).
Inventa il famoso cioccolatino chiamato "Bacio Perugina".
AMORE E PSICHE
ANALISI
 Autore : Antonio Canova(1757-1822)
 Datazione : 1797
 Dimensione : 145 cm
 Collocazione : museo del Louvre Parigi
 Tecnica : marmo
 Genere : mitologico
IL MITO DI AMORE E PSICHE
Li mito racconta che la bellezza di una fanciulla di nome
Psiche aveva suscitato l’invidia di Venere, tanto che la
dea invio il figlio Amore a scagliarle una freccia che la
facesse innamorare di un uomo bruttissimo.
Il giovane invece si innamorò della ragazza; ebbe così
inizio un amore tormentato che dopo tante difficolta durò
per sempre.
NEOCLASSICISMO
La vicenda del neoclassicismo inizia alla
metà del SETTECENTO, per concludersi nel
1815.
Ciò che contraddistinse lo stile artistico di
quegli anni fu l’adesione ai principi
dell’arte classica.
Quei principi di armonia, equilibrio,
compostezza, proporzione, serenità, che
erano presenti nell’arte degli antichi greci
e degli antichi romani che, proprio in
questo periodo, fu riscoperta e ristudiata
con maggior attenzione ed interesse
grazie alle numerose scoperte
archeologiche.

Documenti analoghi

La Gazzetta del Sud

La Gazzetta del Sud testimone di giustizia, non una collaboratrice di giustizia, non una pentita, perché Lea non aveva commesso alcun reato. E se da una parte sono stati messi in luce il coraggio, la forza ed il legam...

Dettagli