Dicembre

Commenti

Transcript

Dicembre
Volume 15, numero 12
Dicembre 2010
TANTI AUGURI DAI DUCATISTI DELL MOTO CLUB
DOMENICA 12
Mondo vicino casa: chiesa di Santa
Maria Bressanoro
Anticipazione Befana Benefica
Risultati elezioni consiglio direttivo
Diamo i numeri
“Vostro libro” del viaggiatore Primo
Montagna
Il mio pensiero di Giuseppe Donati
L’Angolo del Varadero
Il socio misterioso
la strada
DOMENICA 12
Ritorna il “Mondo vicino casa”: gita alla
Chiesa di Santa Maria Bressanoro, Castelleone (CR)
Percorrendo un agevole sentiero in zona
Bressanoro, poco distante dal centro abitato di Castelleone, ecco apparire quasi d'improvviso nel mezzo di un prato verde, delimitato da piante di alto fusto, la Chiesa di
Santa Maria.
Non è un caso che l'edificio sia stato edificato in un luogo che da sempre ha rivestito
una notevole importanza nella tradizione
religiosa del territorio circostante; l'esistenza di una chiesa nella "curte de Brixianorum" è documentata sin dal IX secolo.
L'edificio è un'imponente costruzione a
mattoni a vista dove la tradizione francescana viene reinterpretata in sintonia con
altri fattori: oltre al culto mariano ed alla
committenza degli Sforza - apportatrice di
una cultura rinascimentale a matrice toscana di cui il Filarete costituisce un punto di
riferimento - si riconosce l'espressione di
una dimensione di fede popolare, della de-
gonale) definiscono l'humus culturale cui
avrebbe attinto l'architetto di Bressanoro,
un artista tuttora anonimo, ma certo da annoverarsi tra le maestranze al servizio della committenza sforzesca. L'aspetto di
straordinaria novità della chiesa di S.Maria
in rapporto con gli edifici religiosi coevi
lombardi consiste nella particolare configurazione planimetrica basata su un'innovativa pianta a croce greca libera in cui il corpo
di base è costituito da un ampio quadrato
sui cui quattro lati si aprono altrettanti vani quadrati, di minori dimensioni, che vanno
a costituire i bracci della croce, ognuno dei
quali sormontato da una cupola non estradossata.
Il vano più ampio è quello al centro della
croce sormontato dalla cupola corrisponde
esternamente al poderoso tiburio.
vozione dei Castelleonesi accresciuta dalla
La visita verrà accompagnata dalla presenza
predicazione di Amedeo Menez de Sylva
della guida dalle ore 14:30.
(1429-1482) e dalle sue facoltà traumaturgiche.
Al contrario del solito: se piove andiamo
in macchina, ok? Bye
Questi elementi uniti ad altri caratteristici
della tradizione architettonica lombarda (la
BUONA VISITA
semplice fronte a capanna, il tiburio otta-
Ritrovo davanti alla Sede del Motoclub a Gradella
Ritrovo: 13:30 - Partenza: 13:45
La partecipazione vale 50 punti valevoli per la classifica sociale.
2
la strada
ANTICIPAZIONE BEFANA BENEFICA
GIOVEDI 6 GENNAIO 2011
Come le buone tradizioni, anche per il
2011 ritorna l’appuntamento con gli ospiti
dell’Istituto Spinelli di Rivolta D’Adda.
Questa volta ci raggrupperemo a Gessate
con la partecipazione dello stesso moto
club, nooi e il moto club Montanaso. Purtroppo gli amici del m.c. Trezzo non riescono ad essere presenti mentre non esiste più il m.c. Vignate.
Questa volta, noi del m.c. Pandino, dovremo saltare la benedizione in quanto gli amici del Gessate hanno concordato con il
prete per un’orario “mattutino” delle
08:45.
Improponibile partire da Pandino con la
moto alle 7:30: tra freddo e soprattutto
ghiaccio con magari neve o nebbia!... non
sarebbe salutare.
Ma non temete, due rappresentanti del
m.c. Pandino saranno comunque presenti
alla benedizione di Gessate, indovinate
perché? Esatto, abitano a Gessate.
Il moto club Pandino è un moto club poliglotta ed internazionale: abbiamo soci iscritti provenienti addirittura… da Gessate!
Comunque l’appuntamento (con un orario
abbordabile) per i soci, che non siano di
Gessate, è come sempre davanti alla sede
a Gradella.
Anche quest’anno sarà presente la nostra
Befana Ufficiale D.O.C. Maria Rosa.
Come sempre, il motoclub Pandino, attento a queste iniziative, sta già raccogliendo
in sede fondi per acquistare cose che
servono agli ospiti della Casa Famiglia: lamette da barba, pannoloni, eccetera…
Chi non vuole soffrire il freddo è liberissimo di partecipare in auto.
Un’altra tradizione consolidata è, dopo la
Befana Benefica, andare in qualche ristorante a scaldarsi e pranzare. Se siete intenzionati, fateci sapere in modo da raccogliere nomi e numeri…
Buona Befana Benefica!!!
In sede ci sono modi concreti per aiutare gli ospiti
della Casa Famiglia Spinelli!!! Venite ed informatevi.
Il ritrovo è a Gradella, davanti alla sede:
Rit. ore 08:15 Part. 08:30 per Gessate (MI)
la strada
RISULTATI ELEZIONI
NUOVO CONSIGLIO
DIRETTIVO
Venerdi 26 novembre si sono
svolte le elezioni per rinnovare il
consiglio direttivo del moto club.
Prima delle votazioni il presidente uscente, il cassiere e il responsabile della commissione turistica hanno brevemente accennato all’anno 2010 facendo un
brevissimo sunto di quanto successo durante l’anno.
Poi, i circa 50 soci si sono armati
di carta e penna e hanno iniziato
la votazione che creava di fatto
il nuovo consiglio direttivo che
rimarrà in carica due anni:
2011—2012.
Dopo il breve scrutinio, ecco i risultati:
Con 40 voti ottenuti come presidente:
Bianchi
Enrico
(confermato).
Con 44 voti:
De Mari Stefano (confermato),
Villa Alberto (nuovo)
Con 43 voti:
Epis Gerolamo e Lelli Marco
(confermati).
Con 42 voti:
4
Bersani Massimo (confermato)
Con 40 voti:
Manzoni Stefano (confermato)
Con 39 voti:
Epis Attilio (confermato).
Con 36 voti:
Raimondi Luigi (confermato).
Con 35 voti:
Parma Matteo e Macali Alessandro (confermati).
Con 30 voti:
Ciceri Mauro (confermato).
Altri voti ricevuti:
Con 1 voto:
Bettera
Altri voti ricevuti er presidente:
Con 1 voto:
Macali, Donati, Bozzini, Bertazzoli, Bersani, Bondioli Chicco, Igieni.
Con 4 voti:
Lelli.
Non sono stati rieletti Federici Bruno e Donati Giuseppe
(dimissionario volontario).
Auguriamo al nuovo consiglio
un buon lavoro per il biennio
che li attende.
la strada
DIAMO I NUMERI
Ecco alcune curiosità circa i soci
iscritti nel 2010:
Conduttori + FMI = 52
Conduttori
= 76
Passeggere
= 24
Piloti
= 2
Simpatizz.
= 138
I soci suddivisi per provincia:
Provincia di BG: 14 soci iscritti
Provincia di BS: 1 socio iscritto
Provincia di CR: 200 soci iscritti
Provincia di LO: 50 soci iscritti
Provincia di MI: 24 soci iscritti
Provincia di VA: 1 socio iscritto
Provincia di PR: 1 socio iscritto
5
la strada
CONSEGNA ASSEGNOAGLI AMICI DEL BRASILE
6
la strada
“VOSTRO LIBRO”
Impressioni del motoviaggiatore
Primo Montagna sul nostro libro del 25°
Abbiamo ricevuto questa mail dal motoviaggiatore Primo Montagna, ospite nella
serata di mercoledi 15 settembre durante la nostra settimana festosa.
Ecco quanto ha scritto:
Ho appena finito di leggerlo e non ho resistito alla tentazione di scrivervi due
righe. Prima di tutto c’è da elogiare Enrico, per essersi fatto carico di un così oneroso compito. (Nota di Varaderoman
= ...e io??? Sigh!!!). Non è semplice scrivere un libro. Come dice lui, questo scritto
rappresenta tutti i soci del motoclub ed
inserire testi scritti da diversi componenti è stata un’ottima idea.
Questi testi, unici, dettati dal cuore di
chi li ha scritti, rendono bene l’idea di
quanto è grande e meritevole di lode il
vostro sodalizio. Da quelle poche righe
traspare chiaramente l’ottima armonia
che regna all’interno del gruppo, da sempre, e la grande disponibilità di tutti ad
aprirsi verso i nuovi iscritti coinvolgendoli da subito in giri, raduni, organizzazione
di eventi e mattate di ogni genere. Niente di meglio per sentirsi in una famiglia.
Per me e la mia compagna Eleonora è stato un piacere venire da voi a parlare dei
nostri viaggi durante la settimana di festeggiamenti del 25° anno di attività.
Personalmente ho apprezzato il calore di
tutti quelli presenti che, nonostante la
mia prima volta tra di voi, hanno scambiato volentieri due chiacchiere e due sorrisi.
La domenica, passeggiando tra le moto
durante il vostro motoraduno, sono stato
riconosciuto da tanti di voi dopo quella
serata. Mi ha fatto piacere. E’ come se
fossi stato sempre dei vostri. Io non sono
mai stato uno “da motoclub”, anche se ho
sempre amato la buona compagnia degli
amici. Forse mi son sempre andate strette le regole imposte dalla federazione,
forse non ho mai amato le date imposte
dai calendari o forse non ho incontrato
voi. Però che caso! Due soci fondatori del
motoclub Pandino si sono conosciuti proprio al raduno di Garlasco, paese dove risiedo, 25 anni fa. Sarà una coincidenza?
Sicuramente questo libro documento è
una testimonianza importante di ciò che è
stato il motoclub fino ad ora per chi l’ha
creato, sostenuto e per Pandino. Con la
mia fantasia voglio correre avanti nel
tempo, in un futuro improbabile dove le
motociclette saranno dimenticate dagli
uomini. Vedo un ragazzo curioso aggirarsi
negli scantinati di un vecchio edificio.
Trova un libro su di uno scaffale polveroso, di quello che era una volta la biblioteca di Pandino. Lo sfoglia e scopre leggendolo di un mondo fantastico dove
l’amicizia, la lealtà e la voglia di fare sono
protagoniste. Nei pensieri di quel ragazzo, il Giamba, Giuseppe, Max, Antonio,
Gino, Pandino e Pandina, Cristian e tutti
gli altri, appaiono come i cavalieri di una
favola.
Una storia infinita.
Primo Montagna
7
la strada
IL MIO PENSIERO
Tanto tempo fà un gruppo di amici
fondarono il motoclub Pandino. Da allora i vari organi direttivi hanno sempre lavorato alacremente come le
formichine per riuscire ad avere una
"certa tranquillità economica" giusto
da sopperire ad imprevisti o manifestazioni andate male.
Secondo il mio modesto punto di vista questa idea di formichina è scemata, e da formichine siamo diventati cicale. Come scrissi mesi fa, è bello
spendere e spandere se hai le spalle
coperte.
Sappiamo
tutti
che
quest’anno il motoraduno è andato
per quello che è andato, non per colpa
nostra, ma il tempo del sabato ci ha
tagliato le gambe e gli introiti di iscrizioni.
Sempre da parte mia risulta sciocco
l'avere offerto questa pizzata ai soci
per ringraziarli per l'impegno profuso, sarebbe stato più logico dire: Signori abbiamo avuto un flop economico, il motoclub organizza la serata di
ringraziamento alla romana, cosa già
successa nei primi anni di sodalizio e
comunque sempre riuscita come numero di presenze.
Un'altra cosa che non condivido è il
fatto di aver messo in piazza la beneficenza fatta, personalmente quando faccio beneficenza lo so io e chi la
8
riceve, non mi pare che il motoclub
abbia bisogno di uscite di questo genere, anzi visto che un nostro socio
ha LAVORATO per la riuscita della
festa della birra su esplicita richiesta del direttivo, ha rilasciato dichiarazioni di conformità a terze persone
assumendosi i rischi del caso, al momento queste persone sono morose
nei suoi riguardi… preferirei che il
direttivo si facesse garante nei confronti del socio per il pagamento.
Ora mi direte che sono uno sputa
sentenze e aspetto le vostre risposte
se vorrete farmele pervenire.
Molto probabilmente negli anni sono
cambiato anche io, in meglio o in peggio decidetelo voi, però in questi ultimi anni mi è sembrato di non trovare
più ciò che trovavo anni fà nel moto
club. Spero di sbagliarmi e magari allontanandomi dal direttivo riesco a
rivivere le sensazioni di una volta.
Auguro al nuovo direttivo che si insedierà di lavorare bene, tenendo presente che la sede, molto probabilmente, tra un pò ci verrà tolta e forse finiremo in un locale in affitto e i
tempi potrebbero farsi DURI.
Un saluto a tutti da Giuseppe Donati
la strada
L’ANGOLO DEL VARADERO
UN MONDO PERFETTO
Anni fa mi era capitato di leggere un articolo su di un giornale dove c’era un bambino che aveva serissimi problemi di salute.
E scriveva che, anche solamente ricevendo
una mail, sarebbe stato contento perché
avrebbe significato che qualcuno avrebbe
scambiato qualche parola con lui. Preso dal
sacro fuoco del narratore, gli scrissi e parecchio. Accennai alla sua problematica
cardiaca, accennai che anche io, nel mio
piccolo, avevo affrontato problemi simili,
disagi uguali e malformazioni congenite similari. Mi dilungai nella “terapia” ossia tentai di suggerirgli come affrontare le lunghe giornate di degenza, di armarsi di spirito di sacrificio, di pensare al domani che
tutto si sarebbe sistemato e che sicuramente i suoi problemi sarebbero stati solo
dei lontani ricordi e che la sua vita futura
l’avrebbe vissuta in un mondo perfetto…
Certo facile scriverlo ma un bambino rimane sempre un bambino. Cercai di trovare
argomenti che lo potevano interessare, ma
più di tanto non avrei potuto aiutarlo comunque. Inviai la mail e per qualche giorno
cercai nella posta elettronica una sua risposta, un suo cenno almeno di aver ricevuto la mia mail, ma nulla. Per i successivi due
mesi non ricevetti alcuna mail, fino a
quando, finalmente, ricevetti una mail
scritta da sua madre e subito una domanda
mi si presentò nel cervello: la scrive lei
perché lui…???
Nella mail mi ringraziava di aver dato una
speranza al figlio, di averlo fatto sorridere e di avergli fatto trascorrere qualche
momento in buona lettura. Bene, significava che il figlio comunque era accanto a lei.
Dato il periodo natalizio, questa potrebbe
essere una parabola ma vi assicuro è la pura realtà.
Da questo episodio vorrei però desumere
una morale che rispecchia la nostra piccola
realtà.
Se avete letto gli articoli precedenti
all’interno di questo giornalino, avrete constatato che l’atmosfera all’interno del moto club non sempre risulta essere rose e
fiori. Ci sono scambi di idee, opinioni divergenti o comunque cause diverse le quali
possono influire il comportamento del socio. O meglio, possono influire il modo di
pensare, di raffrontarsi verso gli altri soci, verso gli amici e verso le persone che
quotidianamente incontriamo.
Ci sono soci, amici, che vogliono esprimere
le proprie idee in modo chiaro e lineare
per far capire il loro punto di vista mentre
ci sono altri soci che non esprimono, o forse non hanno voglia di esprimersi, e rimangono purtroppo nell’anonimato.
Anche solo il modo con cui esprimiamo il
nostro pensiero fa si che chi vi sta di
fronte si faccia un’idea sbagliata o meno…
Pensateci e BUON NATALE E FELICE
ANNO
Ciao dal voster-semper-voster
Varaderoman
9
la strada
INFO INFO INFO INFO
CITAZIONI CITABILI
Quella che segue è una semplice mail ricevuta dal nostro socio Sergio il quale
candidamente accenna al moto club Pandino in tono più che soddisfacente per
chi, come me e voi, appartiene al moto
club da tanti anni.
“Ciao... sono Sergio (quello che ha ancora
il Varadero). Ti volevo solo anticipare
che se venerdì sera la sede è aperta al
solito orario, allora porterò qualche
"pasta", "stuzzichini" e altro, il tutto innaffiato da spumante. Questa cosa non
accade solo perché oggi è il mio compleanno, ma specialmente perché sono contento del mio motoclub e voglio "nutrire"
tutti gli elementi che lo compongono!
(bella la scusa eh...???). Ad ogni modo se
venerdi mi confermi che sarà tutto come
al solito allora io mi organizzo.”
Direi: Santo subito!!!
Dite la verità: fa piacere ricevere queste
mail, vero? Grazie mille, Sergio.
——————————————————
MOTOINCENSATA.
Dato che siamo un moto club non potevo
scrivere autoincensata, altrimenti saremmo stati un club di auto, giusto? Ok.
Dicevo che sul sito della federazione ci
sono i risultati delle graduatorie tra i
moto club organizzatori di eventi tra cui
anche il vostro moto club. Nonostante sia
andato come sia andato, il nostro moto-
10
raduno appare in due diverse graduatorie.
La graduatoria assoluta riguarda il totale
dei voti rilasciati dai partecipanti sul
pass federale, mentre la graduatoria relativa è il rapporto tra il totale dei voti
espressi ed il numero degli iscritti FMI
alla manifestazione.
In realtà la graduatoria definitiva verrà
pubblicata dalla federazione dopo il 12
dicembre ma la posizione del Pandino non
si discosterà molto…
Quindi: nella graduatoria assoluta siamo
al 28° posto nazionale mentre nella graduatoria relativa siamo al 31° posto sempre a livello nazionale.
Mi sembra un buon risultato.
——————————————————
BENEFICENZA... BRASILIANA
Certamente quando si fa beneficenza di
solito non la si pubblicizza ai quattro
venti (come scrive il buon Donati) ma…
Ma siamo un motoclub, non una persona
singola ma un’associazione composta da
tanti soci i quali hanno lavorato in modo
ammirevole per far si che la settimana
festosa riuscisse nel migliore dei modi.
Mi sembra il caso almeno di far sapere
che abbiamo devoluto il ricavato di una
serata del motoraduno agli AMICI DEL
BRASILE.
la strada
IL MERCATINO DEL M.C. PANDINO
VENDO MOTO
Yamaha Fazer 600, nera metallizzata, maggio 2006, km 16.800, regalo portaborse, bauletto, borsa serbatoio, schienalino. € 3.000 Cell. 3939594971. Livio
Laverda 125 LZ, 1983, nera, ricambi: 2 motori, 4 cerchi in lega dorati, ecc... € 1.700 Giancarlo cell. 3478465412
Yamaha R6, 2006, km 31.000. accessoriata con carene vetroresina colori “FIAT”, ammort.
Sterzo, antifurto, ammortiz. MUPO, più ricambi originali. € 6.500 trattabili. Cell 3393414577
Alan
DUCATI 848, immatricolata 07/2009, bollo pagato, km 1851, uniproprietario, mai pista,
pneumatici e carrozzeria ottimi. Cell. 3294110134 Stefano [email protected]
KAWASAKI 500EN, anno 1998, revisionata fino al 06/10/10. Gomma posteriore nuova. €
2.000—Cell. 3495797160 LUIGI
SUZUKI GSX-R 1000, anno 2001, km 6.000, carene in vertroresina + originali, gomme
nuove, terminale LeoVince in titanio - cell. 339 86 16 246
KTM EXC 520, anno 2002, perfetta, gommata nuova - 339 29 33 674
TRIUMPH Speed Triple all black, anno 2004, km 24.000, borse originali, scarico alto
Shark in carbonio omologato (DBK). € 6.500 - cell 339 29 33 674
SUZUKI GSX 750 R mod. 2002, km 15.000, € 3.500. Tel. 0373970391
BMW R850R, marzo 2000, km 39.000, 2 borse originali, parabrezza, batteria e gomme
nuove, tagliandata, come nuova, nessun graffio, regalo due caschi neri con mentoniera
apribile. € 5.500,00 cell. 3358393302
DUCATI 999 anno 2005, km 11.000, accassoriata Ducati performance, cell.
3393332851
KAWASAKI Z750, anno 2004, nera, 12.000 km, € 5.000, cupolino GIVI fumè, specchietti
e frecce in carbon look, portatarga corto, monoposto, scarico LeoVince SBK in titanio,
gomme 80%, cell. 3492868654, [email protected]
HONDA HORNET 600, blu, anno 2003, 4.613 km, cupolino modificato, frecce piccole,
codino, € 4.500 trattabili
BMW R60/5, anno 1973, restauro professionale con elenco pezzi sostituiti originali, iscritto registro storico BMW. € 5.500. Tel. 0371424174 ore ufficio. Franco
Ducati Monster Dark S4R, aprile 2005, 12.000 km, tagliandi Ducati, € 7.500 trattabili.
Marco 3357664443
VENDO ACCESSORI:
Tuta Suomy, tag. 46, € 200. Pantaloni Spyke tag. 46 € 100. Contattare Franco cell.
3389031137
Paraschiena Zandonà: a 9 scocche, lunghezza 71 cm, bretelle regolabili, usato pochissimo. Cell. 3386505400 Varaderoman
Casco Momo Design Fighter Plus vendo causa tagli aerrata, color titanio con scritte
oro, taglia L,. Marco cell 3495506916
Tuta Dainese (divisibile), taglia 46, bianca/blu/arancio. Cell 3356755477 — Achille
1 borsa serbatoio, 2 gusci interi Dainese (taglia M), 2 caschi AGV (SM e ML), 2
giubbotti SPIDI (S e M), 2 guanti SPIDI (7 e 8)
11
la strada
IL SOCIO MISTERIOSO
IL SOCIO DEL MESE DI NOVEMBRE E’…...COME AVETE INDOVINATO TUTTI TRANNE LUI ………………………………
SABBIONI LUCA.
LA SOCIA DI
QUESTO MESE
ROMPEVA GIO
DA PICCOLA.
Il giornale “ La Strada “ è redatto e pubblicato dai soci del Motoclub
Pandino, quale strumento informativo interno alla società e ad uso
esclusivo dei soci stessi. Distribuzione gratuita ai soci con scadenza
mensile.
Moto Club Pandino
Sede: Via Maggiore (fraz. Gradella) - Pandino (CR) - (presso le ex scuole
elementari) - Aperta il Venerdì dalle 21:00 in poi...
Sito: www.motoclubpandino.it == E-mail: [email protected]
Cell.sede attivo solo venerdi sera 3472612913
Tel. abitazione segretario 0371 420 787
12

Documenti analoghi

Gennaio - motoclub Pandino

Gennaio - motoclub Pandino Riassunto Numeri Motoclub 2004 Befana Benefica presso Istituto Casa Famiglia a Rivolta

Dettagli

Marzo

Marzo TAGLIA XL COLORE NERO CON IMBOTTITURA STACCABILE

Dettagli