Brochure EC - Fantini Cosmi

Commenti

Transcript

Brochure EC - Fantini Cosmi
TERMOREGOLAZIONE e
contabilizzazione del calore
per impianti centralizzati
Fantini Cosmi S.p.A., fondata nel 1931 dalla famiglia Fantini, è
una delle principali aziende produttrici di apparecchi e sistemi
elettrici ed elettronici di controllo e regolazione. Fantini
Cosmi, grazie all’esperienza pluriennale nella produzione
di apparecchi per il controllo e la regolazione climatica, si
afferma sul mercato come specialista di una vasta gamma
di sistemi efficienti e tecnologicamente all’avanguardia che
possono essere facilmente integrati fra loro: automazione
residenziale ed industriale, contabilizzazione del calore,
termoregolazione climatica, climatizzazione e ventilazione
meccanica controllata. Nel 2007 nasce il gruppo Fantini
Cosmi Industrie, che include tre marchi storici e prestigiosi:
Fantini Cosmi, Aspira e Fancos conquistando una presenza
ancora più capillare e diversificata nel mercato elettrico e
idrotermosanitario. Fantini Cosmi nel 2011 va contro la crisi
e cresce ancora. La società infatti si assicura, tramite la
“neonata” Fantini Technology Group, la proprietà di due storiche
aziende del settore della termoregolazione, T&G e Fancy.
Indice
Termoregolazione e contabilizzazione delTermoregolazione
calore
e contabilizzazione del calore
per impianti centralizzaTI
pag. 4
LE noRMATIVE
pag. 6
Termoregolazione ambiente
pag. 8
Valvole e testine termostatiche
pag. 8
Testine termostatiche
elettroniche
pag. 9
Cronotermostato e termostato wireless
pag. 10
Contabilizzazione del calore
pag. 12
Dove si applica? pag. 12
Ripartitori di calore
e di consumi
pag. 12
Installazione
pag. 13
Lettura dati
pag. 13
Sistemi di lettura pag. 14
Ripartizione dei consumi
pag. 16
Termoregolazione e contabilizzazione: un sistema completo
pag. 18
Vantaggi e benefici
pag. 19
I componenti di sistema
pag. 20
Guida alla progettazione
pag. 28
Guida all’installazione
pag. 29
Assistenza, qualità e servizio
pag. 30
Termoregolazione e
contabilizzazione del calore
per impianti centralizzati
Al giorno d’oggi sempre più spesso si parla di utilizzo razionale dell’energia e di Risparmio Energetico nel settore industriale e
residenziale. La termoregolazione e la contabilizzazione del calore sono i primi interventi da eseguire per predisporre l’edificio a
ricevere successivi interventi di risparmio energetico. L’insieme di questi due sistemi offre all’utente la possibilità di pagare solo il
calore effettivamente consumato e di gestire autonomamente l’impianto di riscaldamento. Le azioni da eseguire in un condominio con
impianto di riscaldamento centralizzato escludono opere murarie. La sola sostituzione delle valvole di ogni radiatore con le valvole
termostatiche automatizzate e l’applicazione, su ciascun corpo scaldante, di un ripartitore atto a rilevare la quantità di calore emessa,
consente un addebito della spesa proporzionale ai consumi effettivi. Fantini Cosmi offre un sistema completo sia di prodotti che
misurano e contabilizzano la quantità di calore effettivamente consumata in ogni appartamento, i ripartitori elettronici dei consumi,
sia di prodotti che consentono di regolare la temperatura in ogni stanza, le testine termostatiche.
4
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Il sistema consente
all’utente di gestire
in autonomia l’impianto
di riscaldamento
e pagare solo
i consumi effettivi
5
Le normative
Direttiva 2012/27/UE
Stabilisce un quadro comune di misure per la promozione dell’efficienza
energetica nell’Unione Europea, al fine di garantire il conseguimento dell’obiettivo
20-20-20 entro il 2020 (ridurre del 20% le emissioni di gas serra, del 20% il
fabbisogno di energia primaria e soddisfare del 20% i consumi energetici con fonti
rinnovabili). Riguardo la contabilizzazione in edifici esistenti, la Direttiva si esprime
nell’articolo 9 dove si indica che è necessaria l’installazione di contatori individuali
per la misura del consumo di calore o raffreddamento o di acqua calda sanitaria
per ciascuna unità immobiliare. Nei casi in cui l’uso di contatori individuali non sia
tecnicamente possibile o non sia efficiente in termini di costi, è possibile installare
contabilizzatori di calore individuali per ciascun radiatore.
Decreto legislativo n° 102 e S.M.I.
Il Decreto Legislativo n°102 e S.m.i è l’attuazione della direttiva 2012/27/UE
sull’efficienza energetica. Il decreto obbliga negli impianti centralizzati con
distribuzione a zona e a colonne montanti l’installazione di sistemi di termoregolazione
e contabilizzazione entro il 31 Dicembre 2016.
Inoltre la normativa specifica che la ripartizione delle spese di riscaldamento deve
essere eseguita secondo quanto previsto dalla norma UNI 10200.
Fra le misure prese in considerazione vi sono quelle indicate nell’articolo 9:
Obbligo di installazione
di sistemi di
termoregolazione e
contabilizzazione entro
il 31 Dicembre 2016
Articolo 9, comma 5, lettera b
“b) nei condomini e negli edifici polifunzionali riforniti da una fonte di riscaldamento o raffreddamento
centralizzata o da una rete di teleriscaldamento o da un sistema di fornitura centralizzato che alimenta una
pluralità di edifici, è obbligatoria l’installazione entro il 31 dicembre 2016 da parte delle imprese di fornitura
del servizio di contatori individuali per misurare l’effettivo consumo di calore o di raffreddamento o di acqua
calda per ciascuna unità immobiliare, nella misura in cui sia tecnicamente possibile, efficiente in termini di
costi e proporzionato rispetto ai risparmi energetici potenziali [...]”
Articolo 9, comma 5, lettera C
“c) nei casi in cui l’uso di contatori individuali non sia tecnicamente possibile o non sia efficiente in
termini di costi, per la misura del riscaldamento si ricorre all’installazione di sistemi di termoregolazione e
contabilizzazione del calore individuali per misurare il consumo di calore in corrispondenza a ciascun radiatore
posto all’interno delle unità immobiliari dei condomini o degli edifici polifunzionali, secondo quanto previsto
dalle norme tecniche vigenti[...]”
Articolo 9, comma 5, lettera D
“d) quando i condomini sono alimentati dal teleriscaldamento o teleraffreddamento o da sistemi comuni di
riscaldamento o raffreddamento, per la corretta suddivisione delle spese connesse al consumo di calore per il
riscaldamento degli appartamenti e delle aree comuni, qualora le scale e i corridoi siano dotati di radiatori, e
all’uso di acqua calda per il fabbisogno domestico, se prodotta in modo centralizzato, l’importo complessivo deve
essere suddiviso in relazione agli effettivi prelievi volontari di energia termica utile e ai costi generali per
la manutenzione dell’impianto, secondo quanto previsto dalla norma tecnica UNI 10200 e successivi aggiornamenti.
È fatta salva la possibilità, per la prima stagione termica successiva all’installazione dei dispositivi di cui
al presente comma, che la suddivisione si determini in base ai soli millesimi di proprietà. [...]”
UNI 10200:2013
La norma fornisce i criteri per ripartire la spesa totale di riscaldamento e acqua calda sanitaria e si applica agli edifici di tipo
condominiale dotati di impianti termici centralizzati. La UNI 10200 distingue i consumi volontari di calore delle singole unità
immobiliari, da tutti gli altri consumi involontari ovvero essenzialmente le perdite della rete di distribuzione.
6
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
D.P.R. n° 59 del 2009
Il D.P.R. pubblicato è uno dei tre decreti che il Governo è tenuto ad emanare
per l’attuazione dei D. Lgs. 192/2005 e 311/2006 che recepiscono in Italia la
Direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia.
Il provvedimento, oltre a ribadire (art. 3) l’adozione delle norme tecniche
nazionali della serie UNI TS 11300, stabilisce: l’ adozione di contabilizzazione
nel caso di mera sostituzione di generatore, l’obbligo di contabilizzazione
in caso di ristrutturazione o installazione dell’impianto termico in edifici
esistenti ed un errore massimo di misura dei contabilizzatori inferiore al 5%.
Previste sanzioni per chi
non installa entro il
31 dicembre 2016
i sistemi di
termoregolazione e
contabilizzazione
Normative Regionali
Sono inoltre presenti delle disposizioni regionali/nazionali nelle quali è
indicato il termine entro il quale occorre provvedere all’installazione di
dispositivi per la termoregolazione e la contabilizzazione del calore nelle
singole unità immobiliari per gli edifici già esistenti.
Regione
NORMA REGIONALE
SCADENZA
Piemonte
D.G.R. n° 41-231 del 4 agosto 2014
31 dicembre 2016
Lombardia
D.G.R. n° X - 1118
del 20 dicembre 2013
1 agosto 2014
Legge regionale n° 5 del 31 luglio 2013 1 gennaio 2017
Provincia autonoma
di Bolzano
Delibera n° 573 del 15 Aprile 2013
Lazio
Legge regionale n° 7 del 14 luglio 2014 31 dicembre 2016 *
Emilia Romagna
D.G.R. n° 1577 del 13 ottobre 2014
31 dicembre 2016
Valle d’Aosta
Deliber. della Giunta Regionale n°
488 del 22 marzo 2013 (ai sensi della
Legge Regionale 1 agosto 2012 n° 26)
Nessuna scadenza
indicata = termine del D.
Lgs. n° 102
31 dicembre 2016 e S.M.
Liguria
Regolamento Regionale n° 6 del 13
novembre 2012
Nessuna scadenza
indicata = termine del D.
Lgs. n° 102
31 dicembre 2016 e S.M.
Attualmente nessuna disposizione
regionale, fa quindi riferimento il
D.P.R. 59/2009 e il decreto legislativo
n° 102 del 4 luglio 2014 E s.M.
31 dicembre 2016
01 gennaio 2015
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Friuli Venezia Giulia
Molise
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino Alto Adige
Umbria
Veneto
* Secondo la Legge Regionale la data entro la quale è
obbligatoria l’installazione dei dispositivi è quella del 1
settembre 2017. Tale data è però in contrasto con quella
indicata dal DLgs n°102, ossia il 31 dicembre 2016.
Considerato che il termine della normativa regionale è
posteriore a quello indicato nel DLgs Nazionale n°102,
è quest’ultimo termine quello che trova applicazione.
7
Termoregolazione ambiente
La termoregolazione è un sistema di regolazione automatica della temperatura ambiente. Il compito della termoregolazione è
quello di fare in modo che l’impianto eroghi il calore strettamente necessario al raggiungimento delle condizioni di comfort termico
desiderate e definite dall’utente. La termoregolazione può essere di zona (un termostato controlla simultaneamente il calore in più
locali) o per singolo ambiente, ovvero dove sono presenti valvole termostatiche che regolano la temperatura agendo direttamente su
ciascun corpo scaldante.
Valvole e testine termostatiche
Le valvole accoppiate alle testine termostatiche regolano automaticamente
l’afflusso di acqua calda nei radiatori in base alla temperatura ambiente impostata
sulla manopola graduata.
L’utilizzo delle valvole equipaggiate di testine termostatiche permette di adattare
le esigenze di comfort termico ai bisogni dell’utente ottenendo dei significativi
risparmi sui costi di riscaldamento. Fantini Cosmi offre un’ampia gamma di
valvole e testine termostatiche, disponibili in versione manuale o elettronica con
programmazione oraria settimanale.
Disponibili anche testine termostatiche specifiche da applicare nei casi in cui il
corpo radiante sia inserito all’interno di nicchie, copricaloriferi o coperto da mensole
Termoregolazione manuale
L’installazione di valvole termostatiche permette di regolare l’afflusso di acqua calda nei radiatori in base alla temperatura
ambiente impostata sulla manopola graduata. L’utilizzo delle valvole equipaggiate di testine termostatiche permette di adattare
le esigenze di comfort termico ai bisogni dell’utente ottenendo dei significativi risparmi sui costi di riscaldamento.
1
2
21°C
18°C
3
1
21°C
Testina termostatica
manuale
18°C
18°C
2
Valvola termostatica
3
Detentore
23°C
8
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Testine termostatiche elettroniche
Le valvole termostatiche accoppiate alle testine termostatiche elettroniche
regolano l’afflusso di acqua calda del radiatore in base alla temperatura ambiente
e ai programmi impostati. Permettono di adattare le esigenze di comfort termico ai
bisogni dell’utente ottenendo dei significativi risparmi sui costi di riscaldamento.
La testina termostatica elettronica Fantini Cosmi O62C ha una programmazione
settimanale, i tasti funzione, il selettore a rotella e il display LCD permettono una
facile programmazione con 4 fasce di attivazione giornaliere e 3 diversi set-point
temperatura: comfort, economy/notte ed antigelo.
Con la programmazione
oraria del calorifero
si risparmia oltre il 30%
del consumo in bolletta
Termoregolazione automatica
L’installazione di cronotermostati elettronici insieme alle valvole termostatiche permette di regolare l’afflusso di acqua calda in
base alla temperatura ambiente e ai programmi settimanali impostati. Consente di adattare le esigenze di comfort termico ai
bisogni dell’utente ottenendo dei significativi risparmi sui costi di riscaldamento.
1
2
18°C
19°C
3
23°C
1
Testina termostatica
elettronica
2
Valvola termostatica
18°C
18°C
21°C
3
Detentore
9
Cronotermostato e termostato wireless
Fantini Cosmi dispone di una gamma completa di prodotti per la termoregolazione con tecnologia wireless: il cronotermostato
modello C801 che rileva e controlla la temperatura ambiente e il termostato modello O81R che installato sul calorifero esegue
i comandi di regolazione della valvola.
Il cronotermostato, in base ai set-point ed ai profili orari impostati ed alla temperatura rilevata nell’ambiente, invia i comandi
ai termostati O81RF che provvedono a regolare l’afflusso di acqua calda e l’apertura o la chiusura della rispettiva valvola
termostatica.
L’utilizzo di questo sistema è consigliato quando nell’ambiente/zona sono presenti più radiatori, oppure quando questi ultimi
sono coperti da tendaggi o copricaloriferi che compromettono la corretta regolazione della temperatura da parte del termostato
elettronico sul radiatore.
Entrambi i prodotti hanno un display LCD di facile lettura retroilluminato, con indicazione della modalità funzionale e del relativo
set-point.
C801 permette di
controllare sino ad 8
radiatori equipaggiati
con il termostato O81RF
1
1
2
Cronotermostato
wireless
3
2
Termostato wireless
per radiatore
3
Valvola termostatica
4
4
10
Detentore
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Termoregolazione WIRELESS
Il cronotermostato C801, in base ai set-point ed ai
profili orari impostati ed alla temperatura rilevata
nell’ambiente, invia i comandi ai termostati O81RF che
21°C
21°C
21°C
provvedono a regolare opportunamente l’apertura o la
chiusura della rispettiva valvola del radiatore.
21°C
21°C
Termoregolazione WIRELESS a ZONE
Installando più cronotermostati C801 è possibile realizzare
la termoregolazione a zone. Il vantaggio di questo sistema è
quello di avere più zone con controllo climatico indipendente
e quindi la possibilità di regolare la temperatura di comfort
18°C
in modo differente in base alle diverse esigenze abitative
18°C
21°C
18°C
18°C
22°C
11
Contabilizzazione del calore
La contabilizzazione del calore indiretta consiste essenzialmente nell’installazione, su ciascun corpo scaldante, di un ripartitore, per
la rilevazione della quantità di calore emessa. Misurando il calore erogato dai radiatori, viene indirettamente determinato, attraverso
la misura dei loro parametri di funzionamento e la conoscenza delle loro potenze nominali, il reale consumo.
In questo modo la suddivisione dei costi del riscaldamento passa da base millesimale a quella proporzionale ai consumi, pagando
solo in funzione del suo consumo individuale.
Le spese condominiali di riscaldamento vengono, infatti, ripartite tra le unità immobiliari in proporzione alle letture dei contatori di
calore. Solo una parte minoritaria della spesa viene suddivisa secondo i millesimi riscaldamento, a compensazione dei costi comuni
e delle dispersioni di calore dell’impianto di riscaldamento.
Dove si applica?
La contabilizzazione del calore indiretta si applica facilmente negli edifici già
esistenti con impianto di riscaldamento centralizzato la cui distribuzione del fluido
termovettore è realizzata tramite colonne montanti con radiatori, termoarredi o
termoconvettori.
Realizzare un impianto di contabilizzazione del calore indiretta non comporta
alcuna modifica strutturale all’impianto esistente. È sufficiente avvalersi di un
installatore qualificato e della supervisione di un progettista.
Ripartitori di calore e di consumi
Lo strumento per la misura e la contabilizzazione del calore indiretta è il ripartitore
di calore che registra la dissipazione di calore del radiatore e ne conteggia il
tempo di funzionamento. I dati forniti dai dispositivi sono “unità di consumo” non
esprimibili in grandezze fisiche di energia ma proporzionali col consumo stesso.
I ripartitori Fantini Cosmi dispongono di una tecnologia a due sensori per il
rilevamento della temperatura del radiatore e della temperatura ambiente. Sono
dotati di interfaccia ottica e interfaccia radio per la comunicazione con l’esterno e
di un sistema di antimanomissione.
E’ inoltre disponibile versione con sonda remota, ideale nei casi in cui il corpo
radiante è all’interno di nicchie o coperto da mensole e tendaggi
12
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Installazione
La facilità di installazione e configurazione, la molteplicità di dati registrati e la
modalità di lettura radio fanno dei ripartitori Fantini Cosmi uno dei dispositivi più
all’avanguardia tra quelli presenti sul mercato. La loro struttura e le funzioni sono
concepite in modo da soddisfare tutti i requisiti della norma EN 834 e per fornire
tutte le informazioni necessarie al calcolo dei costi del riscaldamento con i sistemi
previsti dagli standard internazionali.
kit per il fissaggio
Fantini Cosmi dispone di apposti kit per il fissaggio dei ripartitori di calore a tutti
i tipi di radiatori: in ghisa neoclassico, in ghisa con diaframma, termoarredi, a
piastra in ghisa, tubolari in acciaio, in alluminio e per radiatori a pannello con
superficie liscia o rigata, etc..
Lettura dati
I dati rilevati dai ripartitori Fantini Cosmi sono inviati automaticamente via Wireless
M-Bus a dei dispositivi di rilevamento, chiamati concentratori, posti al di fuori
dell’appartamento.
La trasmissione dati via Wireless consente di rilevare i consumi in modo affidabile
e sicuro e nel rispetto della privacy del condomino evitando di dover accedere
all’appartamento.
I dati sono inviati in modalità criptata per evitare pericolo di intercettazione
e manipolazione, inoltre i prodotti sono sigillati a protezione di eventuali
manomissioni esterne e il software evita che vengano erroneamente registrati dati
di calore proveniente dall’ambiente esterno.
Il concentratore posto al di fuori dell’appartamento invia automaticamente i dati ad
uno o più indirizzi e-mail prestabiliti tramite rete GPRS, in modo da poter effettuare
la lettura comodamente da una postazione remota ed eliminando possibili errori di
lettura o di trascrizione.
Grazie alla rete Wireless M-Bus è possibile collegare tra loro fino a 300 ripartitori e
gestire la lettura di ognuno di essi tramite un unico concentratore dati.
Con un solo
concentratore è
possibile leggere
fino a 300 ripartitori
13
Sistemi di lettura
La lettura dei consumi può avvenire in due modi: centralizzata da remoto o “Walk-by” tramite un terminale mobile in dotazione
al personale preposto. Entrambi i sistemi acquisiscono, tramite collegamento Wireless, tutti i dati dei singoli ripartitori:
Contabilizzazione con lettura “Walk-by”
Il sistema di lettura “Walk-by” consente di rilevare localmente i dati dai ripartitori senza accedere alle unità abitative.
È infatti sufficiente che l’operatore, con un antenna radio collegata ad un PC, transiti in prossimità degli appartamenti per
acquisire e memorizzare i dati dai ripartitori presenti.
1
2
1
1
1
1
1
Ripartitore di
calore
Ricevitore radio USB
+ PC
2
14
1
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Contabilizzazione con lettura da remoto
Una rete Wireless M-Bus consente di collegare tra loro fino a 300 ripartitori ECVR e gestire la lettura di ognuno di essi tramite
un unico concentratore dati. Il concentratore M-Bus invia i dati ad un indirizzo e-mail prestabilito tramite rete GPRS, in modo
da poter effettuare la lettura comodamente da una postazione remota.
1
2
Ripartitore di calore
2
Ripetitore radio
1
1
1
1
1
1
2
3
3
Concentratore M-Bus radio
con modem integrato
15
Ripartizione dei consumi
La norma tecnica italiana di riferimento per la ripartizione delle spese di riscaldamento è la UNI 10200 nella quale viene
descritta una metodologia di ripartizione delle spese in funzione dei consumi di calore e dei componenti di impianto:
Le spese vengono divise in due grandi categorie:
„„
prelievo di calore “volontario”
il calore effettivamente consumato da ogni singolo utente e contabilizzato dai ripartitori
„„
tutte le altre spese
ovvero consumo costituito dalle dispersioni di calore delle reti di distribuzione del riscaldamento e ACS e la spesa per la
conduzione e la manutenzione ordinaria dell’impianto termico centralizzato.
Questi costi vengono ripartiti a “millesimi di riscaldamento” definiti in base alla potenza dei corpi scaldanti nell’alloggio.
Per l’individuazione del prelievo di calore “volontario” da parte di ogni singolo utente, Fantini Cosmi dispone di un software che
elabora e compatta i dati provenienti dai ripartitori.
IL SOFTWARE FANTINI COSMI
Il software ECVSW effettua la lettura dei dati rilevati dai ripartitori, dividendo i consumi per periodi (stagione, mensili) e
mostrando in dettaglio le spese di competenza suddivise per ogni condomino e per ogni locale dell’appartamento attraverso
una procedura facile e guidata.
Il software formula dei report dettagliati in formato utile all’esportazione in ambiente EXCEL, nei quali oltre ai consumi e alla
spese sono indicati: città, via e nr. civico, interno, cognome e nome del condomino, matricola ripartitore, locale di riferimento,
data lettura, etc..
I report sono
elaborati in
formato utile
per consentire
l’esportazione in
ambiente EXCEL
16
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Locali presenti nell’appartamento
Consumi rilevati dai ripartitori in ogni locale
L’utilizzo del software Fantini Cosmi offre numerosi vantaggi:
„„
criteri di ripartizione
I criteri sono noti e documentati ai condomini: ognuno sa qual è la propria quota di millesimi di riscaldamento.
„„
calcoli CHIARI
I calcoli che portano alla ripartizione finale sono chiari e riportano i valori che l’utente può leggere sul suo ripartitore.
„„
LISTA UFFICIALE DEI CORPI SCALDANTI
Esiste una lista ufficiale dei corpi scaldanti con dimensioni e potenza termica in modo che possa essere controllata in ogni momento
„„
CONTROLLO DEI CONSUMI
L’utente ha ricevuto istruzioni per poter valutare il proprio consumo in base alle letture dei ripartitori
„„
CONTROLLO DELL’IMPIANTO
L’amministratore del condominio è in possesso delle istruzioni per l’uso dell’impianto e di tutte le password e configurazioni
necessarie per il suo funzionamento.
17
Termoregolazione e contabilizzazione:
un sistema completo
L’integrazione della contabilizzazione del calore indiretta con un adeguato sistema di termoregolazione climatica offre all’utente
la possibilità di contabilizzare e pagare solo la quantità di calore effettivamente consumata e di gestire autonomamente l’impianto
di riscaldamento. Fantini Cosmi offre diversi sistemi di termoregolazione, che possono essere tutti utilizzati nello stesso edificio a
seconda delle esigenze degli utenti finali:
„„
„„
„„
manuale
elettronica wireless appartamento 1
appartamento 2
appartamento 3
L’utente è così libero di scegliere la soluzione più adatta per la regolazione della temperatura seguendo le proprie esigenze, ottenendo
in tutti i casi un significativo risparmio energetico e una temperatura di comfort senza alcuna inutile dispersione di calore.
appartamento
3
appartamento
2
appartamento
1
18
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Vantaggi e benefici
Detrazione fiscale
Installando un impianto di contabilizzazione del calore e termoregolazione si può usufruire del bonus per la riqualificazione
energetica. Tutti i contribuenti che sostengono fino al 31 dicembre 2015 spese per gli interventi su edifici esistenti, su loro parti
o su unità immobiliari esistenti posseduti o detenuti hanno diritto alla detrazione fiscale.
La detrazione del 50% è sempre applicabile per gli impianti di contabilizzazione del calore, mentre il 65% è applicabile solo con
contestuale installazione di caldaia a condensazione o ristrutturazione globale dell’edificio per il risparmio energetico. Per tutti
gli interventi agevolabili, l’edificio deve essere già dotato di impianto di riscaldamento.
IVA agevolata
La realizzazione di interventi di riqualificazione energetica degli edifici è assoggetta all’imposta sul valore aggiunto in base alle
aliquote previste per gli interventi di recupero del patrimonio immobiliare, in particolare per le prestazioni di servizi relativi a
interventi di manutenzione - ordinaria e straordinaria - realizzati su immobili residenziali, è previsto un regime agevolato con
applicazione dell’Iva ridotta al 10%.
Valore dell’immobile
L’impianto di contabilizzazione del calore e termoregolazione autonoma dell’impianto di riscaldamento dà un ulteriore valore
aggiunto all’immobile, a fronte di un investimento in proporzione minimo
Facilità di installazione
Realizzare un impianto di contabilizzazione è semplice e immediato, non vi è la necessità di apportare opere murarie, con
conseguente riduzione dei tempi di montaggio.
Risparmio energetico
Con l’installazione di valvole , testine termostatiche e soprattutto con la programmazione oraria del calorifero si arriva a
risparmi oltre il 30% del consumo in bolletta.
Paghi solo quanto consumi
L’installazione dei ripartitori permette una ripartizione delle spese in base al consumo effettivo del singolo utente.
Risparmio dei tempi di lettura
I dati sono inviati automaticamente dai concentratori ad indirizzi e-mail predefiniti o acquisiti direttamente su PC, eliminando
possibili errori di lettura o errori di trascrizione.
19
I componenti di sistema
Testine termostatiche manuali
„„
„„
„„
Le testina termostatica agendo su una valvola temostatizzabile, permettono di regolare il flusso di acqua calda
nel radiatore.
Mediante l’impostazione della manopola graduata, è possibile regolare la temperatura dell’ambiente desiderata.
Attacco standard M30x1,5mm.
COD.
DESCRIZIONE
ADATTA PER
SCALA DI
REGOLAZIONE
TEMPERATURA
Posizione
Antigelo
ELEMENTO SENSIBILE
ZTTL
manuale
valvole serie 158...
6 ÷ 30 °C
6 °C
a cera
ZTTSE
con sonda esterna
valvole serie 158... 159...
10 ÷ 30 °C
7 °C
a liquido integrato
ZTTKR
finitura cromata
valvole serie 158... 159...
8 ÷ 30 °C
8 °C
a liquido integrato
Cronotermostato e termostato wireless per radiatori
„„
„„
„„
„„
„„
„„
Cronotermostato elettronico wireless con programmazione settimanale per il comando di termostati wireless
O81RF per radiatori (max 8 termostati). Tramite i termostati O81RF, regola l’afflusso di acqua calda nei radiatori in base alla temperatura ambiente ed ai programmi impostati, consentendo di ottenere un buon comfort
termico con significativi risparmi sui costi di riscaldamento.
7 fasce orarie di programmazione giornaliere.
Funzione “Comfort” ed “Economy”.
Gestisce in RF il termostato O81RF.
Programma “HOLIDAY”, “PARTY” e funzione “blocco bambini” per inibizione funzionalità dei tasti.
Sensore interno con trasmissione periodica della temperatura ambiente ai termostati wireless da radiatore
O81RF.
COD.
Scala
Di regolazione
Temperatura
Frequenza radio
E portata
Alimentazione
temperatura
di funzionamento
2 batterie AAA 1,5V
0 ÷ 50°C
Cronotermostato WIRELESS per radiatori
C801
„„
„„
„„
5 ÷ 30°C
868,3 MHz –100 m in campo libero
Il termostato O81RF può essere collegato direttamente al cronotermostato a parete wireless C801. L’utilizzo di
termostati per radiatore O81RF oltre a permette di avere la temperatura desiderata per ogni zona/ambiente,
permette di ottenere un buon comfort termico con significativi risparmi sui costi di riscaldamento.
Installazione su tutti i tipi di radiatore con attacco M30x1,5.
Visualizzatore LCD di facile lettura retroilluminato, con indicazione del la modalità funzionale e del relativo setpoint.
COD.
Scala
di regolazione
temperatura
Frequenza radio
e portata
Alimentazione
temperatura
di funzionamento
2 batterie AA 1,5V
0 ÷ 50°C
TERMOSTATo WIRELESS per radiatori
O81RF
20
5 ÷ 30°C
868,3 MHz –100 m in campo libero
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Testina cronotermostatica elettronica
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
Installazione a scatto sulla sua ghiera con filettatura standard M30x1,5.
I tasti funzione, il selettore a rotella ed un visualizzatore LCD permettono una agevole navigazione nel menù
che permette la programmazione e l’utilizzo nelle varie funzionalità.
Per velocizzare le fasi d’installazione è possibile utilizzare il programmatore O63P.
Programmazione settimanale con 4 fasce di attivazione giornaliere.
3 diversi set-point temperatura: comfort, economy/notte ed antigelo.
Funzionamento automatico o manuale e jolly.
Funzione blocco temporaneo per finestra aperta e blocco tastiera (sicurezza bambini)
Funzione di attuazione automatica settimanale anti-calcificazione.
Alimentazione con 2 batterie alcaline da 1,5V AA.
Programmabile tramite menù locale oppure mediante programmatore o63p.
COD.
Programmazione
Alimentazione
SCALA
DI REGOLAZIONE
TEMPERATURA
ATTACCO
O62C
settimanale
2 batterie AA 1,5V
8 ÷ 28 °C
M30x1,5mm
Programmatore per testina termostatica elettronica O62C
„„
„„
„„
„„
„„
„„
Il programmatore O63P è una chiave USB con un software residente che permette di creare, avvalendosi di PC,
diversi profili di programmazione settimanale da scaricare successivamente copiare sulle testine O62C tramite
il microconnettore di cui dispongono.
Con O63P la programmazione di una testina richiede pochi secondi.
Possibilità di definire sino a 10 diversi profili/programmi con descrizione dell’ubicazione radiatore.
Microconnettore per connessione alla testina O62C.
Interfaccia dati PC: USB 1.1 o 2.0.
Requisiti di sistema: Windows XP o versioni successive.
COD.
O63P
Programmatore per testina termostatica elettronica O62C
21
Valvole termostatizzabili con preregolazione serie 158...
„„
„„
Le valvole termostatizzabili con preregolazione intercettano e regolano il flusso d’acqua nei radiatori.
Sono complete di cappuccio di protezione.
COD.
FINITURA
DN
ATTACCO
TUBO
TIPO
ATTACCO
RADIATORE
PRESSIONE
MASSIMA
1583068
ottone
DN10 3/8
ferro
a squadra
3/8”
10 bar
1583069
ottone
DN15 1/2
ferro
a squadra
1/2”
10 bar
1583070
ottone
DN20 3/4
ferro
a squadra
3/4”
10 bar
1583071
ottone
DN10 3/8
ferro
dritta
3/8”
10 bar
1583072
ottone
DN15 1/2
ferro
dritta
1/2”
10 bar
1583073
ottone
DN20 3/4
ferro
dritta
3/4”
10 bar
1583074
ottone
DN10 3/8
rame eurocono
a squadra
3/8”
10 bar
1583075
ottone
DN15 1/2
rame eurocono
a squadra
1/2
10 bar
1583076
ottone
DN10 3/8
rame eurocono
dritta
3/8”
10 bar
1583077
ottone
DN15 1/2
rame eurocono
dritta
1/2”
10 bar
1583177EK
ottone
DN15 1/2
rame eurocono
corpo reverso
1/2”
10 bar
1583120EK
ottone
DN15 1/2
ferro
corpo reverso
1/2”
10 bar
1583124KR
cromata
DN15 1/2
rame eurocono
dritta
1/2"
10 bar
1583125KR
bianca cromata
DN15 1/2
rame eurocono
dritta
1/2"
10 bar
1583126KR
cromata
DN15 1/2
rame eurocono
a squadra
1/2"
10 bar
1583127KR
bianca cromata
DN15 1/2
rame eurocono
a squadra
1/2"
10 bar
1583128KR
cromata
DN15 1/2
rame eurocono
coassiale destra
1/2"
10 bar
1583129KR
bianca cromata
DN15 1/2
rame eurocono
coassiale destra
1/2"
10 bar
1583130KR
cromata
DN15 1/2
rame eurocono
coassiale sinistra
1/2"
10 bar
1583131KR
bianca cromata
DN15 1/2
rame eurocono
coassiale sinistra
1/2"
10 bar
„„ ferro/rame dritta
„„ ferro/rame squadra
„„ corpo reverso
„„ cromata dritta
„„ cromata squadra
„„ cromata coassiale
Valvole termostatizzabili monotubo serie 158...
„„
„„
„„
Le valvole a 4 vie adottano una soluzione costruttiva che permette di avere l’ingresso e l’uscita del flusso da un
unico attacco al corpo scaldante.
Attacchi tubi rame, plastica e multistrato, con filettature M24x19, attacco al corpo scaldante G 1/2 e G 3/4
Sono complete di cappuccio di protezione.
COD.
22
DN
ATTACCO
TUBO
ATTACCO
RADIATORE
TEMPERATURA
MASSIMA
PRESSIONE
MASSIMA
1583155FS
DN15 1/2
rame M24x19
1/2"
120° C
10 bar
1583156FS
DN20 3/4
rame M24x19
3/4"
120° C
10 bar
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Detentori serie 158...
„„
„„
„„ ferro/rame dritto
„„ ferro/rame squadra
„„ cromato dritto
„„ cromato squadra
I detentori montati nella parte bassa del radiatore sono utilizzati per bilanciare e regolare il flusso d’acqua nei
radiatori.
Regolazione micrometrica.
COD.
FINITURA
DN
Attacco
tubo
Tipo
Ingresso/uscita
Temperatura
massima
di esercizio
1583078
ottone
DN10 3/8
ferro
a squadra
3/8”
120°C
1583079
ottone
DN15 1/2
ferro
a squadra
1/2”
120°C
1583080
ottone
DN20 3/4
ferro
a squadra
3/4”
120°C
1583081
ottone
DN10 3/8
ferro
diritto
3/8”
120°C
1583082
ottone
DN15 1/2
ferro
diritto
1/2”
120°C
1583083
ottone
DN20 3/4
ferro
diritto
3/4”
120°C
1583084
ottone
DN10 3/8
rame EK
a squadra
3/8”
120°C
1583085
ottone
DN15 1/2
rame EK
a squadra
1/2
120°C
1583086
ottone
DN10 3/8
rame EK
diritto
3/8”
120°C
1583087
ottone
DN15 1/2
rame EK
diritto
1/2
120°C
1583132KR
cromata
DN15 1/2
rame eurocono
diritto
1/2"
120°C
1583133KR
bianca cromata
DN15 1/2
rame eurocono
diritto
1/2"
120°C
1583134KR
cromata
DN15 1/2
rame eurocono
a squadra
1/2"
120°C
1583135KR
bianca cromata
DN15 1/2
rame eurocono
a squadra
1/2"
120°C
1583136KR
cromata
DN15 1/2
rame eurocono
coassiale dx
1/2"
120°C
1583137KR
bianca cromata
DN15 1/2
rame eurocono
coassiale dx
1/2"
120°C
1583138KR
cromata
DN15 1/2
rame eurocono
coassiale sx
1/2"
120°C
1583139KR
bianca cromata
DN15 1/2
rame eurocono
coassiale sx
1/2"
120°C
„„ cromato coassiale
Accessori per serie 158...
„„
Il sistema di tenuta può essere facilmente sostituito senza svuotare l’impianto grazie alla chiave per sostituzione
vitone termostatizzabile e al ricambio vitone termostatizzabile con preregolazione.
COD.
TIPO
1583122
vitone termostatico con preregolazione
1583123
o-ring EPDM per valvola termostatizzabile
1583114
chiave per sostituzione vitone termostatico
23
Raccordi per valvole termostatizzabili e detentori per serie 158...
COD.
TIPO
RACCORDI PER VALVOLE TERMOSTATIZZABILI e DETENTORI 1583088
Raccordo per tubo polietilene - filetto eurocono - 10x1,2
1583089
Raccordo per tubo polietilene - filetto eurocono - 12x1,5
1583090
Raccordo per tubo polietilene - filetto eurocono - 12x2
1583091
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 14x2
1583092
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 15x1,5
1583093
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 16x2
1583094
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 16x2,5
1583095
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 17x2
1583096
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 17x2,5
1583097
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 17x2,75
1583098
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 18x2
1583099
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 20x2
1583100
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 20x2,25
1583101
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 20x2,5
1583102
Raccordo per tubo rame - filetto eurocono - 10mm
1583103
Raccordo per tubo rame - filetto eurocono - 12mm
1583104
Raccordo per tubo rame - filetto eurocono - 14mm
1583105
Raccordo per tubo rame - filetto eurocono - 15mm
1583106
Raccordo per tubo rame - filetto eurocono - 16mm
1583107
Raccordo per tubo rame - filetto eurocono - 18mm
RACCORDI PER VALVOLE TERMOSTATIZZABILI MONOTUBO
1583157FS
Raccordo per tubo rame - filetto 24x19 - 10mm
1583158FS
Raccordo per tubo rame - filetto 24x19 - 12mm
1583159FS
Raccordo per tubo rame - filetto 24x19 - 14mm
1583160FS
Raccordo per tubo rame - filetto 24x19 - 15mm
1583161FS
Raccordo per tubo rame - filetto 24x19 - 16mm
1583162FS
Raccordo per tubo polietilene - filetto 24x19 - 10,5x1,25
1583163FS
Raccordo per tubo polietilene - filetto 24x19 - 12x1
1583164FS
Raccordo per tubo polietilene - filetto 24x19 - 12x1,5
1583165FS
Raccordo per tubo polietilene - filetto 24x19 - 12x2
1583166FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 14x2
1583167FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 16x2
1583168FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 16x2,25
1583169FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 16,5x3
1583170FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 17x2,75
1583171FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 17x2
1583172FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 17x2,5
1583173FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 18x2
1583174FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 20x2
1583175FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 20x2,25
1583176FS
Raccordo per tubo polietilene multistrato- filetto 24x19 - 20x2,5
RACCORDI PER VALVOLE, DETENTORI, TESTINA CROMATI
24
1583140KR
Raccordo cromato per tubo rame - filetto eurocono - 10mm
1583141KR
Raccordo cromato per tubo rame - filetto eurocono - 12mm
1583142KR
Raccordo cromato per tubo rame - filetto eurocono - 14mm
1583143KR
Raccordo cromato per tubo rame - filetto eurocono - 15mm
1583144KR
Raccordo cromato per tubo rame - filetto eurocono - 16mm
1583145KR
Raccordo cromato per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 14x2
1583146KR
Raccordo cromato per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 16x2
1583147KR
Raccordo cromato per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 17x2
1583148KR
Raccordo cromato per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 18x2
1583149KR
Raccordo cromato per tubo polietilene multistrato- filetto eurocono - 20x2
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Ripartitori di calore
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
Facile da installare e configurare tramite interfaccia ottica, il ripartitore Fantini Cosmi è dotato di trasmissione
lettura via radio secondo il protocollo Wireless M-Bus. Questo permette l’utilizzo di un semplice ed efficace
sistema di telelettura da remoto evitando di entrare in ogni singolo appartamento per effettuare la periodica
registrazione dei consumi individuali.
Conformi alla norma europea EN834.
2 sensori di temperatura.
Statistiche temperature.
Registrazione comfort termico.
Registrazioni temperature minime e massime.
Storico del consumo e delle temperature medie fino a 24 mesi precedenti.
Display LCD a 6 cifre.
Batteria durata > 10 anni.
COD.
lettura
dati
Alimentazione
DISPLAY
ECV
ottica
batterie
LCD a 6 cifre
ECVR
ottica+radio
batterie
LCD a 6 cifre
ECVRSE
ottica + radio e sonda esterna
batterie
LCD a 6 cifre
COD.
ECVK1
Kit di fissaggio per radiatori in ghisa neoclassico, in ghisa con diaframma, termoarredi
ECVK3
Kit di fissaggio per radiatori a piastra in ghisa
ECVK4
Kit di fissaggio per radiatori tubolari in acciaio (h>120cm) e termoarredi
ECVK1A
Kit di fissaggio per radiatori in acciaio con diaframma e termoarredi
ECVK2
Kit di fissaggio per termoarredi
ECVK3A
Kit di fissaggio per radiatori in alluminio
ECVK5
Kit di fissaggio per radiatori a pennello con superficie liscia o rigata
1592293
Kit incollaggio per ECVK5
* Verificare la distanza (luce) tra i tubolari del termoarredo per definire l’esatto kit di fissaggio necessario (vedasi schede tecniche).
Interfaccia ottica USB
„„
Lettore ottico, connesso ad una porta USB del PC, consente di configurare i ripartitori e visualizzare tutti i dati
registrati.
COD.
DESCRIZIONE
ECVUSBO
Lettore ottico
ECVSW
Software per configurazione d’installazione e per lettura radio o ottica dati
25
Concentratore M-Bus radio
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
„„
Concentratore Wireless per la raccolta dei dati (registrati dai ripartitori) tramite modulo radio e per l’invio ad un
indirizzo e-mail prestabilito tramite rete GPRS.
Gestione dati fino a 300 ripartitori.
Durata batteria 5 anni (2 letture/mese,1 invio dati/mese).
Configurazione con software utente user-friendly.
Modalità di configurazione: locale (RS232), remota (GPRS, SMS).
Montaggio a parete.
Temperatura di funzionamento da -20°C a +60°C.
Grado di protezione IP68.
COD.
Interfaccia
Radio
Mbus
Interfaccia
GSM\GPRS
ALIMENTAZIONE
Temperatura
di Funzionamento
GRADO
DI
PROTEZIONE
ECVCON
868MHz
850/900/1800/1900 MHz
batteria Litio 3.6V
-20 ÷ 60 °C
IP68
1590344
Batteria di ricambio ECVCON
Ripetitore radio
Il ripetitore radio consente di estendere la portata del segnale radio dei ripartitori permettendone la ricezione da
una distanza superiore.
Configurazione con software utente user-friendly.
Modalità di configurazione locale(via radio).
Montaggio a parete.
„„
„„
„„
„„
COD.
Interfaccia
Radio
Mbus
POTENZA
TRASMISSIONE
ALIMENTAZIONE
Temperatura
di Funzionamento
GRADO
DI PROTEZIONE
ECVRR
868MHz
25mW
batteria Litio 3.6V
-20 ÷ 60 °C
IP64
1590343
Batteria di ricambio ECVRR
Terminale portatile
„„
Terminale portatile con interfaccia ottica per ECV/ECVR, consente di memorizzare i dati di un massimo di 1.000
ripartitori e scaricarli successivamente su un PC per l’elaborazione.
COD.
ECVBOX
26
Terminale portatile con interfaccia ottica per ECV/ECVR
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Ricevitore radio USB
„„
„„
„„
Ricevitore radio per la lettura in modalità “Walk-by” di tutti i ripartitori ECVR
Connessione e alimentazione tramite porta USB.
Antenna in gomma orientabile.
COD.
Frequenza di
comunicazione
PORTATA RADIO
Connessione
e alimentazione
GRADO
DI PROTEZIONE
ECVUSBR
868MHz
fino a 400 metri*
USB
IP50
*in condizioni ambientali ottimali
27
Guida alla progettazione
Per eseguire una corretta progettazione di impianti di contabilizzazione indiretta è necessario:
1
Rilevare la tipologia dei corpi scaldanti (radiatori) installati al fine di determinare la potenza termica secondo la UNI EN 442-2 o
secondo il “metodo dimensionale” indicato nella UNI 10200.
“La norma UNI EN 442-2 definisce i procedimenti per determinare la potenza termica
nominale dei corpi scaldanti alimentati con acqua o vapore a temperature minori di
120 °C, forniti da una sorgente di calore remota.”
2
3
Definire:
„„
la tipologia delle valvole e dei detentori ed il tipo di raccordo necessario;
„„
la tipologia del ripartitore;
„„
la posizione di installazione dei ripartitori;
„„
gli altri aspetti per un corretto adeguamento dell’impianto.
Calcolare:
„„
i parametri e le tabelle millesimali richiesti dalla UNI 10200 ai fini della ripartizione della spesa totale, secondo quanto definito
dalle UNI/TS 11300.
“La norma UNI/TS 11300 è suddivisa in quattro parti e definisce una metodologia di calcolo
univoca per la determinazione delle prestazioni energetiche degli edifici riguardo
il fabbisogno di energia termica per la climatizzazione estiva, la climatizzazione
invernale, e per la produzione di acqua calda sanitaria.”
4
Sviluppare la corretta mappatura dell’impianto per facilitare il compito dell’installatore (nome utente, dati di programmazione etc.)
5
Stilare il capitolato del sistema e le istruzioni per l’utilizzo dell’impianto e dei dispositivi atti alla contabilizzazione.
Fantini Cosmi
fornisce una scheda
da compilare per
una semplice e
corretta mappatura
dell’impianto
28
Termoregolazione e contabilizzazione del calore per impianti centralizzati
Guida all’installazione
Realizzare un impianto di contabilizzazione in caso di ristrutturazione dell’immobile non comporta alcuna modifica strutturale
all’impianto esistente. È necessario però avvalersi di un installatore qualificato e della supervisione di un progettista.
Analizziamo tutte le fasi di installazione:
1
Montaggio delle valvole e dei detentori.
2
Montaggio delle testine termostatiche.
N.B. Come esempio di montaggio,
nelle figure a lato è illustrato solo il
montaggio della testina termostatica
cod. O62C.
3
Programmazione dei ripartitori con la
4
Installazione dei ripartitori
5
Messa in servizio e collaudo dell’intero sistema
potenza nominale dei corpi scaldanti
29
Assistenza, qualità e servizio
Scegliere Fantini Cosmi significa assicurarsi oltre a un prodotto di alta qualità, un servizio accurato, competente ed esperto. Tutto
quello che ruota attorno al prodotto ne valorizza e comprova l’affidabilità nel tempo. Per questo Fantini Cosmi ha studiato con
particolare attenzione un pacchetto di offerta articolato e completo che accompagna il cliente dal momento della sua prima richiesta
di informazioni all’assistenza tecnica post-vendita.
Tutti i sistemi sono pensati sia per gli installatori e sia per gli utenti finali: semplici da installare e da utilizzare.
Fantini Cosmi affianca quotidianamente progettisti e installatori offrendo supporto in tutte le fasi di realizzazione del progetto:
„„
Informazioni commerciali
„„
Supporto tecnico nello sviluppo del progetto
„„
Stima del capitolato e preventivazione
„„
Assistenza in cantiere
„„
Collaudo gratuito dell’impianto
www.fantinicosmi.it
Tel. +39 02 95682235
[email protected]
Visita il nostro sito internet e scarica le schede tecniche
e le brochure che illustrano tutti i sistemi Fantini Cosmi Industrie.
M
VENTIlAZIONE
MEccANIcA cONTrOllATA
cON rEcUPErO dI cAlOrE
TErMOrEgOlAZIONE
IN cENTrAlE
TErMIcA
cONTAbIlIZZAZIONE
dEl cAlOrE
dIrETTA
AUTOMAZIONE
rEsIdENZIAlE
AUTOMAZIONE RESIDENZIALE
30
VENTILAZIONE MECCANICA
CON RECUPERO DI CALORE
TERMOREGOLAZIONE IN
CENTRALE TERMICA
CONTABILIZZAZIONE
DEL CALORE DIRETTA
Le caratteristiche che si riferiscono agli apparecchi di questo catalogo non sono impegnative. La società Fantini Cosmi S.p.A.
si riserva per motivi di miglioramento tecnologico, di evoluzioni delle normative e di carattere commerciale, di apportare
modifiche senza preavviso né pubblico avviso, ferme restando le principali caratteristiche funzionali dei modelli.
SUPPORTO TECNICO Tel. +39 02 95682225
[email protected]
www.fantinicosmi.it
BR-EC-IND N°01 2015/02
FANTINI COSMI SPA Via dell’Osio 6 - 20090 Caleppio di Settala MI, Italia
Tel. +39 02 956821
Fax +39 02 95307006 [email protected]

Documenti analoghi