1 - Comune di Vaiano

Commenti

Transcript

1 - Comune di Vaiano
Periodico semestrale del Comune di Vaiano
ur
ug
ia
ur
ug
ia
ur
ug
ia
ur
ug
V
aiano
N° 8 - novembre 2010
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
24
25
26
28
Lettera ai cittadini
Dice la Minoranza
Dice la Maggioranza
Il nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi
Laboratorio Sicurezza
Il convegno sui Disturbi Specifici dell'Apprendimento
Pari opportunità e Bilancio di genere
Dopo Alter Mundi
Il nuovo sito del Comune di Vaiano
Dalla fabbrica alla piscina coperta
Riaperta la ciclabile - Cantieri
Pro.Va.Ci.
Area protetta della Calvana - Adotta un'aiuola
Quota cinque
Viaggi e Viaggiatori
Nuova gestione della Villa del Mulinaccio
Pubblica Assistenza de La Briglia
Centri visite Schignano e Sofignano
S. Leonardo - La Badia e le antiche chiese
Casa di Boana - Festa della Toscana
Pane, olio, jazz a La Cartaia - Re Tartufo
Naturalmente insieme - Accordo di area vasta
C.D.S.E.
FruttAntica in Valdibisenzio
Calendario lunare
Natalogie
Orari degli Uffici
VAIANO IN FORMA Periodico semestrale a distribuzione gratuita del Comune di Vaiano Supplemento di VerdeBlu, semestrale della Comunità Montana Val di Bisenzio, Via Bisenzio 351, 59024 Mercatale di Vernio (PO)
Iscrizione al Registro della Stampa del Tribunale di Prato n° 6/2005 del 21/11/05
Direttore responsabile Martina Altigeri
Direttore editoriale Annalisa Marchi
Coordinamento redazionale Sportello del Cittadino responsabile Marco Brocchi, Aurora Castellani,
Alessia Cecconi, Luisa Ciardi.
Progetto grafico Studio Amodeo
Fotografie Foto di repertorio, CDSE della val di Bisenzio.
Stampa Tipografia La Marina - Calenzano - Novembre 2010
Tiratura di questo numero 5.000 copie
VAIANO IN FORMA
è aperto al contributo dei Cittadini, che possono indirizzare idee, immagini, suggerimenti e critiche a: [email protected] - fax: 0574 942 439 - tel: 0574 942 421
l
ettera ai
c
ittadini
A
pprofitto delle imminenti festività natalizie e del nuovo anno per fare gli auguri, miei
personali e dell’Amministrazione Comunale, ai cittadini di Vaiano.
Ma è un momento difficile per tutti, ci capita di condividere più le preoccupazioni che
le speranze, se pensiamo alle sempre minori risorse che abbiamo a disposizione, a cominciare da quanto detta la legge finanziaria dello stato.
I momenti di crisi strutturale ci aiutano, tuttavia, a ripensare al nostro stile di vita e a gettare
le basi di una nuova organizzazione, capace di far rinascere fiducia nel futuro. Per coniugare
limite e sviluppo, crescita e sobrietà, occorre comunque un innesto di sana socialità e di senso etico, come motore di apertura sociale.
In questo numero di Vaiano Informa si racconta la novità della Filiera del Tessile, nata da
imprenditori locali, che nei mesi estivi hanno voluto richiamare l’attenzione su problemi e
risorse della nostra industria principale. Un discorso molto importante, che ci prendiamo
l’impegno come Amministrazione di seguire e di sostenere con progetti e proposte da portare avanti in sinergia con categorie e istituzioni.
Intanto sta per decollare il progetto Fabbriche di Energia nell’area industriale di Gabolana,
con l’obiettivo della produzione di energia rinnovabile e del risparmio energetico per le attività produttive della zona, in collaborazione con Comune di Vaiano e Provincia di Prato.
In termini di investimenti propri di opere pubbliche il Comune sta usando le risorse esterne
intercettate negli anni passati (soprattutto grazie a finanziamenti regionali) ed ha aperto
numerosi cantieri, da seguire e curare attentamente nella loro realizzazione.
Ma il cantiere fondamentale resta quello sulla S.R. 325 (primo lotto ANAS e secondo lotto
Provincia di Prato) per i quali chiediamo di mantenere costantemente un tavolo di monitoraggio speciale.
Abbiamo riaperto la Pista Ciclabile che ci unisce a Prato e dobbiamo far tesoro dei collegamenti locali per ferrovia, anche per trovare risposte alternative alle limitazioni nei trasporti
pubblici che nascono dal grave taglio di risorse della legge finanziaria.
Questo è un altro percorso in salita che stiamo affrontando in questi giorni, come quello che
riguarda la gestione dei servizi sociali da affidare alla Società della Salute o la raccolta e lo
smaltimento dei rifiuti (dopo i grandi risultati della raccolta differenziata sul nostro territorio
bisogna concretizzare azioni di sistema provinciale e di area metropolitana) o i problemi
della scuola, sempre più povera di risorse, ma ricca sul nostro territorio di belle esperienze,
frutto di un lavoro di rete da tenere come priorità anche per il futuro. L’ultimo esempio, in
ordine di tempo, è il convegno sui disturbi specifici dell’apprendimento, tenutosi il 27 novembre presso l’antica Tinaia della villa del Mulinaccio, alla presenza di oltre cento persone, tra
insegnanti, operatori sanitari, genitori.
Annalisa Marchi
Sindaco di Vaiano
1
EDITORIALE
SOMMARIO
1
2
3
4
5
6
7
T
essile, fortissimamente tessile. L’amministrazione comunale sta lavorando e agevolando
la ricerca di attività alternative al tessile, con una
serie di iniziative che sono state enfatizzate sia
campagna elettorale, sia in questo primo anno
e mezzo di governo della nuova giunta di centro
sinistra. Tutte iniziative tese a incentivare attività alternative al tessile, soprattutto nel campo
dell’alimentare, e delle energie alternative, ma
l’amministrazione non ha mosso un dito a sostegno del comparto tessile. Non è stato preso nessun provvedimento per cercare di agevolare la filiera tessile, soprattutto le lavorazioni conto terzi
che, non dobbiamo dimenticarcelo, rappresentano comunque sempre l’attività predominante
del nostro territorio. Inutile farsi abbindolare da
tanti discorsi, per il momento la grande maggioranza delle famiglie di Vaiano si sostengono
grazie al tessile. Fatta questa riflessione, è giunto
il momento che l’amministrazione passi a prendere in serio esame il problema, confrontandosi
con le aziende e le associazioni di categoria per
prendere immediatamente dei provvedimenti
che possono essere funzionali al proseguimento
dell’attività delle aziende tessili nel nostro comune. Dovranno essere aiuti concreti, ovviamente
nelle competenze che sono di pertinenza del Comune. Certo l’amministrazione non potrà portare commesse nuove, oppure far alzare la tariffe,
ma potrà essere di aiuto nel concedere sgravi
fiscali di varia natura (dalla riduzione della Tia,
all’energia elettrica), oltre a poter predisporre degli incentivi per quelle aziende che intendono investire e assumere nel tessile. Un'operazione che
potrebbe essere condivisa attraverso un accordo
con il “consorzio fidi” e gli istituti di credito per
agevolare quelle aziende che hanno volontà di
CENTROSINISTRA PER VAIANO
proseguire e creare nuovi posti di lavoro. Infine,
l’amministrazione potrebbe anche cercare di incentivare l’arrivo di aziende da altri comuni, con
una serie di iniziative che potrebbero rendere
appetibili i tanti stanzoni sfitti presenti su tutto il
nostro territorio comunale. Zona depressa ? Potrebbe essere una soluzione, come degli incentivi
di diversa natura, che potrebbero essere studiati per il caso in specie. Vaiano Libera e Sicura, in
questi mesi lavorerà in questa direzione, per produrre progetti concreti di attuazione delle proposte attraverso delle mozioni da presentare in
consiglio comunale, in una collaborazione che
la nostra lista civica è disposta a dare costruttivamente all’amministrazione comunale, perché
su temi importanti come il lavoro e l’occupazione, la schermaglia politica deve essere superata
dall’importanza e la centralità del tema. L’ultima
annotazione riguarda la “politica degli annunci”
portata avanti dall’amministrazione comunale.
Nelle scorse settimane il sindaco ha presentato
in pompa magna il progetto per l’ipotesi di costruzione di due piscine all’interno dell’edifico
dell’ex Sangiorgese. Un progetto al quale tutto il
paese plaude, ma che non deve illudere nessuno.
Prima di fare l’annuncio sarebbe stato opportuno che il Sindaco avesse indicato anche la data
di inizio e ultimazione dei lavori. Due date che
non sono state segnalate, in un progetto ancora
in fase più che embrionale. E allora basta illudere
i cittadini, con “effetti speciali”….per fare il bagno in piscina a Vaiano occorrerà ancora molto
tempo e forse anche un’altra amministrazione
comunale.
Massimiliano Masi
VAIANO PER NOI e LEGA TOSCANA NORD
Testo non pervenuto
2
IL DISFACIMENTO
DELLA SCUOLA PUBBLICA
D
all’agosto 2008 abbiamo assistito al disfacimento della scuola pubblica.
Un disegno preciso del governo, da Tremonti alla
Gelmini, che in nome della libertà educativa, non
riconosce alla scuola pubblica il ruolo prioritario
nell’educazione e nella formazione dei ragazzi e
dei giovani e non lo considera un investimento
per il futuro del paese. Si sconfessa così il ruolo
della scuola pubblica come ascensore sociale,
strumento di uguaglianza e libertà attraverso
il quale ogni studente può emanciparsi dalla
condizione sociale di partenza, con le proprie
capacità e responsabilità se adeguatamente sostenuto. Sfuma così il progetto pedagogico della
scuola di base pubblica italiana, tanto apprezzato nel mondo occidentale, che metteva al primo
posto il ragazzo, le diverse esigenze e abilità alle
quali rispondere con programmi differenziati
per ottenere da tutti il successo scolastico. A questo scopo erano state istituite le compresenze nel
tempo pieno e nei moduli. Viene messo in seria
difficoltà l’inserimento dei ragazzi con handicap
tagliando il sostegno, progetto anche in questo caso, fiore all’occhiello della scuola italiana,
unica scuola del mondo ad aver inserito questi
ragazzi nella scuola pubblica, scelta civile per
un paese che guarda al rispetto degli individui
come previsto nell’articolo 3 della nostra Costituzione che recita così:”rimuovere gli ostacoli di
ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana”.
Si iniziò con i tagli Tremonti i cui numeri vanno ricordati perché non è mai esistita nella storia italiana un’operazione di questa portata: tagli per 8
miliardi di euro e 87500 posti di docenti e 43.000
posti di personale ATA. E poi con un susseguirsi di provvedimenti che hanno toccato anche
la scuola superiore e l’Università; quest’ultimo
provvedimento sospeso per mancanza di fondi
da parte del Governo che aveva presentato un
disegno di legge senza la copertura finanziaria.
Bloccata completamente l’edilizia scolastica.
Anche a Vaiano nonostante l’impegno del dirigente scolastico e degli insegnanti è seriamente
messa in crisi la qualità dell’insegnamento: le
compresenze sono sparite, sono stati effettuati e
si effettueranno ancora tagli di personale docente e non docente. Si assiste impotenti a una precarizzazione della scuola che non dà garanzia
per la continuità didattica e crea difficoltà anche
nel normale funzionamento della scuola. Soltanto grazie all’impegno della Regione Toscana
che ha stanziato fondi per l’istituzione di 2 nuove
sezioni di scuola per l’infanzia, di cui una a La Tignamica e una a Migliana, è stato possibile dare
una risposta positiva a molte famiglie evitando
lunghe liste d’attesa. Le scuole di Vaiano possono ancora dare risposte alle problematiche del
disagio e dell’handicap perché l’amministrazione comunale, nonostante i tagli continui da
parte del governo, ha mantenuto invariato lo
stanziamento dei progetti educativi. La scure del
governo si è abbattuta anche sul trasporto pubblico e nel 2011 anche gli orizzonti del trasporto
scolastico saranno cupi e incerti.
I plessi della scuola elementare di Vaiano e il
plesso della materna de La Tignamica risultano
insufficienti e l’amministrazione comunale, per
risolvere tale problematica, ha in progetto la
realizzazione dei nuovi edifici, purtroppo senza
speranze di finanziamenti esterni e quindi a costo di un grosso impegno nel bilancio comunale.
Noi gruppo consiliare della coalizione “Centrosinistra per Vaiano” sentiamo il dovere di
denunciare ai cittadini lo stato in cui versa in
questo momento la scuola pubblica, crediamo
sia il nostro compito di essere a fianco degli insegnanti precari e non che lottano per la difesa
della scuola pubblica di qualità. Rivendichiamo
l’esigenza che il dibattito sulla scuola si concentri su come favorire l’acquisizione da parte degli
studenti delle competenze cognitive e socioaffettive dando per scontato che la scuola è un
investimento per lo sviluppo futuro del paese e
che quindi le risorse per la scuola pubblica vadano incrementate e non tagliate se vogliamo raggiungere i livelli che l’Europa ha chiesto all’Italia
per il 2020 e cioè dimezzare il tasso di dispersione
scolastica e triplicare il numero dei laureati.
Gruppo consiliare “Centrosinistra per Vaiano”
3
DICElaMAGGIORANZA
DICElaMINORANZA
VAIANO LIBERA E SICURA
N
laboratorio
ella scuola secondaria di primo grado
dell’Istituto Comprensivo “Bartolini”,
la scorso anno scolastico, è stato attivato un laboratorio, con la finalità di promuovere la cultura della sicurezza e della salute nei
luoghi scolastici, di lavoro e di vita quotidiana.
Salve
SCUOLA
a tutti, sono Federico
Bardazzi il Sindaco dei
ragazzi.
Vi presento il nuovo Consiglio Comunale dei
Ragazzi di Vaiano e Cantagallo, i miei 23 compagni di avventura:
Attucci Matteo, Bencini Edoardo, Borrelli Lorenzo, Carmagnini Martina, Cruz Mainor, Cutini
Simone, Dreoni Chiara, Feligioni Gabriele, Ferro Leonardo, Gallina Leonardo, Giarrè Davide,
Giugni Chiara, Gucci Marco, Masi Camilla, Mavilia Tommaso, Menchi Rebecca, Minniti Martina,
Niccolai Daniele, Pini Martina, Pozzi Edoardo,
Ricci Asia, Russillo Mattia, Torracchi Niccolò.
Tra i 23 consiglieri è stata nominata la giunta,
composta da me più 4 assessori, dei quali uno
è anche il vicesindaco:
Feligioni Gabriele: vicesindaco e assessore alla
scuola.
Bencini Edoardo: assessore alla solidarietà;
Ferro Leonardo: assessore allo sport & al tempo libero;
Pozzi Edoardo: assessore all’ambiente.
Poiché il CCR si riunisce, a scuola, in due gruppi e in due momenti diversi, I e II quadrimestre, due consiglieri hanno l’incarico di segretari: ho dato questo ruolo a due ragazze:
Chiara Giugni (I quadrimestre) e Asia Ricci (II
quadrimestre).
Quest’anno, per realizzare più idee, abbiamo
pensato di suddividere il primo e il secondo
gruppo, cioè I e II quadrimestre, in 4 commissioni: sono stati creati 4 piccoli gruppi, ognuno dei quali si interesserà ad ambiti diversi:
scuola, ambiente, sport & tempo libero e solidarietà. Ogni commissione è composta da 3
4
persone delle quali una è la responsabile, cioè
l’assessore oppure il vice-assessore.
Vi presento dunque i vice-assessori: Dreoni
Chiara per all’ambiente, Masi Camilla per la
solidarietà, Mavilia Tommaso per lo sport &
tempo libero, Minniti Martina per la scuola.
Presentata la nostra squadra al completo, ecco
il nostro programma di mandato, suddiviso in
4 parti: scuola, ambiente, sport & tempo libero
e solidarietà.
Scuola
• Migliorare la mensa scolastica
• Organizzare una festa di fine anno
• Programmare tornei sportivi per tutti i ragazzi
• Predisporre un distributore di merendine
• Creare un laboratorio musicale per gli appassionati di musica.
Ambiente
• Pulire Cangione e i giardini di Carmignanello
• Aggiungere pensiline alle fermate dell’autobus per
noi ragazzi e disporre di nuove attrezzature negli
spazi autobus, dove non ci sono.
Sport e tempo libero
• Disporre tornei di pesca per i ragazzi appassionati
• Creare tornei per tutti, al di fuori della scuola, nel
territorio
• Organizzare feste per i giovani
• Progettare lezioni di basket aperte a tutti i ragazzi.
Solidarietà
• Preparare mercatini di beneficenza, sia “dentro
che fuori” dall’ambiente scolastico
• Pensare di raccogliere gli avanzi del cibo della
mensa scolastica per poi darli alle persone povere e bisognose.
Grazie a tutti quanti voi per l’attenzione!
Federico Bardazzi e il C.C.R
Il progetto, finanziato attraverso la partecipazione a un bando regionale, con il patrocinio
dell’ASL 4, ha visto un gruppo di ragazzi provenienti da tutte le classi, eletti come rappresentanti della Cooperativa scolastica, coinvolti
in una serie di azioni educative:
sicurezza
•Osservazioni, rilevazioni e analisi degli elementi significativi per la sicurezza e la salute
nell’ambiente scolastico;
•Incontro informativo con esperti dell’ASL 4 Prato, U.F. Prevenzione, Igiene e Sicurezza nei
luoghi di lavoro;
•Indagine storica riferita all’edificio scolastico
(ricerca di immagini dall’Archivio Fotografico
Storico della Val di Bisenzio);
•Incontro con gli amministratori locali e con i
tecnici comunali;
•Visita guidata alla fabbrica tessile Lenzi di Vaiano che produce abbigliamento e accessori
per la sicurezza sui luoghi di lavoro, con particolare riferimento al laboratorio di progettazione e di collaudo dei materiali prodotti;
•Produzione di un reportage sotto forma di un
calendario utilizzando i materiali del percorso svolto, con ricerca da parte dei ragazzi di
spot e slogan ispirati all’esperienza condotta.
5
SCUOLA
il nuovo
ConsiglioComunaledeiRagazzi
il convegno
sui
Distubi
Specifici
dell'Apprendimento
pari opportunità
e bilancio di
genere
Leonardo da Vinci, Picasso, Einstein, Winston
Churchill, Tom Cruise, Walt Disney: tutte persone che nel loro campo hanno ottenuto risultati
eccellenti, tanto da entrare nei libri di storia. Personalità diverse, con una cosa in comune: erano
dislessici. La dislessia però non ha impedito loro
di raggiungere il successo.
G
SCUOLA
rande interesse ha suscitato sabato 27
novembre il convegno I disturbi specifici dell’apprendimento nell’antica
Tinaia della Villa del Mulinaccio, dove sono
stati presentati modelli e buone pratiche che
sono nate a Vaiano, grazie al protocollo d’intesa firmato dal Comune di Vaiano e dall’Istituto
Comprensivo Statale L.Bartolini, assieme agli
altri enti locali della vallata e all’ICS di Vernio,
con la partecipazione fondamentale del Dipartimento Salute Mentale dell’ASL4.
Insegnanti, genitori, esperti del privato sociale
hanno presentato e ascoltato non solo le linee
guida, ma anche le modalità degli interventi
messi in atto, dopo la rilevazione (protocollo
IPDA per la scuola dell’infanzia e prove MT per
la scuola primaria e secondaria di primo grado)
che porta alla diagnosi dei vari disturbi.
La scuola, che svolge incontri di formazione, fa da raccordo con l’ASL 4 (dott.Armellini, dott.
Basile, dott.ssa Corridori) e apre le porte agli interventi degli specialisti, è protagonista nel modello Vaiano, di grande interesse scientifico e di sicura efficacia, come dicono i risultati, tanto
da impegnare la Società della Salute, nell’ottica della prevenzione, e gli Enti Locali a sostenere
questo progetto, come priorità in una fase di tagli e di impoverimento di risorse.
Una rete fra scuola, famiglia, operatori sanitari e istituzioni e un impegno condiviso sono la
condizione di partenza per intervenire in tempo e offrire a molti bambini un percorso scolastico
sereno, togliendo ansietà e preoccupazioni alle famiglie, da coinvolgere e informare costantemente.
6
L’
analisi di genere dei bilanci pubblici
è un insieme di processi e di metodologie che valuta, in un’ottica di equità
e di pari opportunità, l’impatto su uomini e
donne delle politiche sociali ed economiche e
degli interventi pubblici. In quest’ottica il Comune di Vaiano ha aderito alla proposta della
Regione Toscana di stilare il Bilancio di genere, che seguirà i tempi e le prassi del bilancio
economico dell’Ente. La finalità del bilancio di
genere è quella di valutare l’impatto delle varie politiche e interventi del Comune sulle pari
opportunità. Proprio in virtù dell’adesione alle
politiche di genere promosse dalla Regione
Toscana, il Comune ha ottenuto un finanziamento pari a 9.000 euro per l’anno 2010, e
ulteriori 9.000 euro per il 2011, per la realizzazione di progetti volti al raggiungimento delle
pari opportunità.
Per prendere visione dell’accordo contattare
l’Ufficio Sviluppo Economico
del Comune di Vaiano: 0574/942444.
dopo alter
mundi
S
abato 15 gennaio 2011, a partire dalle
ore 15,00 presso la Tinaia della Villa il
Mulinaccio si terrà Dopo Alter Mundi
che quest’anno sarà dedicata alla governance locale e immigrazione. L’evento è pensato per portare sui territori la manifestazione
già avvenuta in Provincia a Prato. In questa
occasione ci sarà un convegno sui temi della
rappresentanza degli immigrati: a parlarne ci
saranno Giovanni Lattarulo, dirigente della
Regione Toscana - settore immigrazione, Michele Beudò, ricercatore ed esperto di immigrazione, Carlo Colloca, docente universitario
esperto di immigrazione. A seguire verrà offerto ai partecipanti un thè etnico con assaggi
di dolci e cibo etnico curato dalle associazioni
del territorio che lavorano con gli stranieri.
7
dalla fabbrica
I
il nuovo sito del
comune di
Vaiano
l 30 ottobre, durante il congresso dell’AIPAI
(Associazione Italiana per l’Archeologia Industriale), tenutosi alla villa del Mulinaccio
è stato presentato il progetto di massima di
iniziativa privata per realizzare un centro di
acquaticità, con due piscine coperte, a Vaiano, negli spazi che ospitarono la fabbrica Cai e
l’ex Sangiorgese.
Lo stesso complesso, regolato con la variante
urbanistica approvata nell’aprile scorso, nel
quale, oltre agli impianti sportivi e a negozi di
piccolo vicinato, è prevista la costruzione della
nuova scuola elementare di Vaiano.
Un bel progetto, che ha avuto il parere favorevole della Commissione Urbanistica, e che è
stato assai apprezzato dagli studiosi dell’AIPAI
che rappresentano competenze importanti
nel mondo scientifico nazionale: da Renato
Covino dell’Università di Perugia (presidente
AIPAI) a Rolando Balocco e Andrea Tappi (AIPAI Lazio), da Ilaria Zilli (AIPAI Molise) a Georges Renè Maury (AIPAI Campania), ad Antonio
Monte (AIPAI Puglia), Maria Carcasio (AIPAI Sicilia) e Giuseppe Guanci (AIPAI Toscana).
A Vaiano sono approdati 80 congressisti, impegnati il giorno precedente nel convegno
Acque e paesaggi industriali presso la Biblioteca Lazzeriniana di Prato, con interventi sul
tema del sindaco di Vaiano Annalisa Marchi e
dell’assessore provinciale Stefano Arrighini.
INTERNET
On line
8
da fine ottobre il nuovo sito istituzionale del Comune, portale di nuova
concezione elaborato insieme alla Comunità Montana Valdibisenzio e
ai comuni di Vernio e Cantagallo. Finanziato dalla Regione Toscana, il sito è diventato progetto pilota per altre tre comunità montane della nostra regione per le modalità con cui è
stato progettato e le nuove funzionalità. Sono stati infatti effettuati test di accessibilità e
usabilità per varie disabilità, con test a domicilio dei vari utenti, ed è stato messo a punto il
sistema IVR che permette di navigare il sito ascoltando le pagine con il telefono, chiamando
un numero verde.
La messa on line del nuovo sito ha visto una revisione completa dei documenti e dei moduli
dei vari uffici, molti dei quali rielaborati ad hoc, in un linguaggio più semplice e accessibile.
Così come la descrizione dei vari procedimenti amministrativi, per i quali si è fatto lo sforzo
di mettersi dalla parte del cittadino, nell’ottica di un utente che non sempre è addentro alla
materia. Il sito offre anche nuovi strumenti di partecipazione e comunicazione: forum, blog
e newsletter.
Basta visitare il sito e iscriversi: www.comune.vaiano.po.it. Anche per lasciare suggerimenti,
idee e critiche.
9
ACHEOLOGIA INDUSTRIALE
alla piscina coperta
riaperta la
canCiclabile tieri
D
VIABILITà
omenica 5 settembre è stata riaperta
la Pista Ciclabile, nell’intero percorso
Prato-Vaiano. Dopo la lunga attesa,
finiti i lavori dei tre cantieri per gli interventi
di messa in sicurezza affidati alla ditta, “Tecniche & perforazioni speciali” di Polcenigo (Pordenone), la pista è stata restituita ai cittadini,
che l’hanno fortemente voluta in questi anni
di chiusura forzata.
10
“Ora”, ha detto il sindaco Annalisa Marchi,
“dobbiamo pensare a mantenerla, con una
buona manutenzione ricorrente, e a riempirla di
contenuti, sotto forma di manifestazioni e servizi
che faranno crescere l’offerta di tempo libero e di
turismo della val di Bisenzio”.
Quasi duemila persone hanno partecipato
alla domenica di riapertura, fermandosi per
tutta la giornata al punto tappa della Cartaia,
a metà percorso con ristoro, mercatini e laboratori per bambini e famiglie, in occasione della mostra delle opere del brigliese Fernando
Baraghini.
Denominata Bottoni, elogio della creatività
l’esposizione è stata dedicata alla collezione
privata delle composizioni da lui realizzate,
utilizzando i bottoni dei carbonizzi locali.
I
lavori di asfaltatura di via Braga, particolarmente importanti per risistemare la via
principale del capoluogo, sono stati portati
avanti per gli aspetti più urgenti e sostanziali,
compresa la sostituzione del corrugato del sistema di illuminazione pubblica.
D
omenica 10 ottobre il parco
Carlo Ferri di Vaiano ha ospitato Pro.Va.Ci. 2010, prima festa
delle associazioni di volontariato che
operano nel campo della protezione
civile della Valbisenzio. ARI, ANA, Croce
d’Oro Valbisenzio, Carabinieri in congedo, CSN, Misericordia di Vaiano con
il gruppo cinofilo della Misericordia di
Firenze, Pubblica Assistenza di Vaiano,
Viste le condizioni meteorologiche e
l’andamento della stagione il cantiere
è sospeso e l’asfaltatura verrà completata in un periodo più favorevole di
primavera/estate.
Un altro cantiere si è aperto al Cimitero di Vaiano, per il rifacimento della guaina dell’ala vicina alla cappella: i lavori, che continueranno
per alcuni mesi, prevedono anche di operare
su intonaci e tinteggiatura.
Avviato anche il cantiere dell’Ecoparco
dell’Isola, per la costruzione della struttura in
bioarchitettura che ospiterà il mercatino della
filiera corta. Lungo il perimetro dell’area sono
in corso i lavori di ripulitura e restauro dell’antica gora che portava l’acqua del fiume fino
al mulino che nell’Ottocento fu acquistato da
Beniamino Forti, per costruirci la sua prima
fabbrica tessile. Il ripristino della derivazione
d’acqua consentirà di produrre energia idraulica tramite turbine, in convenzione con la Valdibisenzio Energia.
La Briglia e Carmignanello, Soccorso Alpino Toscano,
Sub Prato, Vab Valbisenzio con il suo gruppo cinofilo
e i Vigili del Fuoco hanno allestito i rispettivi stand
e hanno animato la giornata simulando microinterventi mirati per tenere sempre alta l’attenzione del
numeroso pubblico intervenuto.
Le fasi di esercitazione sono state gestite da più associazioni contemporaneamente per dimostrare
come un sistema composto da tante unità possa in
realtà operare in perfetta sinergia e fornire al pubblico la convinzione che tutti sono pronti a operare
sulla stessa frequenza in caso di necessità.
PARTECIPAZIONE
Prato-Vaiano
Pro.Va.Ci.
11
adotta
un’aiuola
G
Calvana
D
PARTECIPAZIONE
opo l’avvio del procedimento da parte dei tre Consigli Comunali interessati (Prato, Vaiano e Cantagallo) nella
Provincia di Prato, la bozza di regolamento
dell’area Protetta della Calvana verrà discussa con i cittadini in una serie di incontri che si
svolgeranno tra dicembre e gennaio prossimi.
Il Comune di Vaiano, come capofila del progetto, sarà il primo a sperimentare il percorso
partecipato, con l’apporto di tecnici (l’architetto Cinzia Bartolozzi) e di un sociologo (dott.
Luca Raffini), ricercatore universitario specializzato in processi partecipativi.
L’idea è di aprire un dialogo diretto con i cittadini che amano e conoscono la Calvana per
scrivere insieme le regole per la tutela, la conservazione e l’uso del suo patrimonio ambientale, nella consapevolezza che è una risorsa
da valorizzare per l’economia e per il tempo
libero.
Questo il calendario degli incontri, che si svolgeranno dalle ore 21.00 alle ore 23.00:
•Martedì 11 gennaio, presso il Centro Visite
di Sofignano;
•Martedì 18 gennaio, presso il Centro Civico
di Gamberame;
•Martedì 25 gennaio, presso il Circolo ARCI
Spola d’Oro della Briglia;
•Lunedì 31 gennaio, presso la Sala Polivalente L.Baldini di Vaiano;
•Lunedì 7 febbraio, presso il Centro Visite di
Sofignano.
12
quota
cinque
G
li scout di Vaiano, lo scorso ottobre,
hanno festeggiato il quinto anno dalla
loro costituzione come gruppo autonomo. Era il 2005 quando nacque nel nostro
Comune il settimo gruppo Agesci (associazione guide e scout cattolici italiani) appartenente alla Zona di Prato.
Da quel giorno gli scout vaianesi, che hanno
la loro sede presso la badia di San Salvatore,
sono cresciuti di numero e oggi, tra capi e ragazzi, contano ben 65 iscritti.
Come detto, nel mese di ottobre per i lupetti e
le lupette, bambini dagli 8 agli 11 anni, per gli
esploratori e le guide, ragazzi e ragazze dai 12
ai 16 anni e per i giovani rover e scolte, dai 17
ai 20 anni, sono ricominciate le attività.
Per tutti loro ci sono ancora negli occhi i bellissimi ricordi dei campi estivi: nel verde del
Casentino per i lupetti; in tenda nei boschi del
parmense per il reparto e lungo il cammino di
Santiago di Compostela per i più grandi del
clan. Avventure che hanno dato ancor più significato a un anno vissuto intensamente.
Per l’anno in corso i capi, insieme a tutti i ragazzi e le ragazze del gruppo, sono in fase di
elaborazione dei giochi, delle animazioni e dei
servizi da vivere sul territorio e nella comunità
vaianese. Inoltre per i piccoli (i lupetti) le iscrizioni sono ancora aperte e si invitano le famiglie interessate a contattare questo numero
per informazioni: Akela, 3336445260.
Gli incontri scout si tengono generalmente il
sabato pomeriggio o la domenica mattina nei
locali messi a disposizione dalla parrocchia
di Vaiano. Una volta al mese, ogni unità, dai
più piccoli ai più grandi, è impegnata in una
uscita, una escursione nei boschi alla scoperta
delle bellezze del territorio valbisentino durante la quale si vivono educative e divertenti
avventure.
PARTECIPAZIONE
regolamento
dell’Area
Protetta della
uardando al rispetto del territorio,
l’amministrazione lancia il progetto
Adotta un’aiuola, un’occasione per
privati cittadini, condomini, aziende, società
e associazioni che, a titolo volontario, si potranno rendere disponibili per la gestione e
la cura di aiuole e spazi verdi appartenenti
al patrimonio comunale. Il Comune stipulerà
delle convenzioni (contratti di sponsorizzazione) che permetteranno ai soggetti interessati
di attenersi a certi standard di manutenzione
e di collocare, nello spazio naturale del quale
si andranno a occupare, un cartello informativo che indicherà i dati di chi si prende cura di
quello spazio.
Vaiano non è il primo Comune che ha scelto
questa strada per avvicinare i cittadini al rispetto del patrimonio pubblico. Essa può essere un’occasione di visibilità per le aziende,
ma anche un passatempo per coloro che non
possiedono un fazzoletto di terra o un terrazzo a cui poter dedicare un po’ di amore.
Sicuramente offre un’opportunità all’ente che,
avendo sempre meno disponibilità di entrate
da destinare agli interventi urbani e alla manutenzione, può affidarsi all’impegno di singoli o della collettività.
Già alcuni privati si sono rivolti al Comune per
avere informazione su questo nuovo progetto
e hanno dimostrato la loro volontà di aderire e
di collaborare con l’amministrazione.
Chi fosse interessato a questa iniziativa può
rivolgersi all’Ufficio Lavori pubblici e patrimonio, tel. 0574 942483.
13
MULINACCIO
Viaggi eViaggiatori
S
uccesso di pubblico e consenso di critica specializzata per la mostra Viaggi
e viaggiatori, realizzata dal Comune
di Vaiano in collaborazione con la Piacenti
Art Gallery alla Villa del Mulinaccio: mercanti, vedute e mappe in quadri dal XVI al XIX
secolo, esposte dal 18 settembre al 31 ottobre nel fine settimana.
In 20 giorni apertura si sono registrati oltre
1700 visitatori. Un vero record per Vaiano
e la val di Bisenzio che si caratterizzano per
appuntamenti culturali all’insegna della
professionalità: dalla selezione delle opere
all’allestimento suggestivo nelle sale del
palazzo cinquecentesco, al ricco catalogo
dei dipinti esposti, tutti provenienti da collezioni private.
Particolarmente apprezzata la curatrice della mostra, la dott.ssa Alessia Cecconi, che ha
condotto brillantemente anche le visite guidate aperte al pubblico e a gruppi
organizzati, come i congressisti
dell’associazione AIPAI, gli amici
di Fare Arte, la delegazione di Cesena, oltre a gruppi scolastici e sociali.
Nella Tinaia del Mulinaccio il maestro Raffaele Scalise ha interpretato al pianoforte I viaggi dell’anima, da Mozart a Beethoven, Marta Poggesi ed Emanuele
Proietti hanno incantato con Piani diversi, in un dialogo tra pianoforte
Gran Coda e pianoforte elettrico, a quattro mani, il giovane Alessio
Simoni (19 anni, proveniente dal vivaio della Scuola di Musica Comunale di Vaiano) ha dato prova della sua bravura
cimentandosi in brani di Chopin, Bach, Beethoven e
Mendelssohn.
Protagonista ancora la musica con il concerto a
tema Viaggiar cantando, a cura del quintetto vocale L’ora
del tè e la Società Italiana del liuto in un fuori programma con strumenti di antica foggia ed esecuzioni del
pieno Cinquecento.
Molti consensi ha riscosso Sergio Morganti, con
le sue sculture lignee (in bosso, maggiociondolo e palissandro) dal titolo Visioni di
Muse e viandanti.
Una formula originale quella della villa del
Mulinaccio, contenitore ideale di iniziative cul-
14
turali, con l’incontro tra arti diverse (pittura,
scultura, musica dal vivo), eventi e laboratori
di qualità, assaggi di filiera corta nell’antico
Cucinone. Quest’anno i visitatori hanno potuto accedere al giardino delle essenze (dai
fiori perenni alle piante aromatiche, dal pomario di frutta antica al boschetto di canne
bambù che, un secolo e mezzo fa, Giuseppe
Vaj fece piantare con gli alberi monumentali
(i tre grandi cedri, del Libano, dell’Himalaya e
dell’Atlante): un itinerario didattico d’eccezione pieno di bambini e genitori (oltre 200)
per l’evento in mostra a loro dedicato con storie e animazioni ispirate ai viaggi del Datini e
di Filippo Sassetti, genius loci del Mulinaccio.
Tutto il costo della mostra è stato coperto dagli sponsor privati e dai contributi dei visitatori, grazie alla Piacenti Art Gallery e al generoso
apporto di volontari, per preparare gli assaggi
di filiera corta.
nuova gestione
della Villa del
Mulinaccio
P
rimo esperimento di gestione pubblicoprivato alla villa del Mulinaccio, nell’ambito del programma strategico Bisentium 2010-2014, per lo sviluppo di una rete
locale fatta di agriturismi, aziende agricole,
strutture ricettive, di ristoro, di commercio e
di accoglienza, centri visite e punti di informazione, risorse culturali, per il turismo e il tempo libero.
La Villa del Mulinaccio è la vetrina ideale per
manifestazioni e cerimonie e, mentre continua il lavoro nei cantieri di restauro e di riqualificazione funzionale (utilizzando più di un
milione di euro di finanziamenti regionali), ora
il Comune di Vaiano si affida ai giovani.
Cambia la gestione, che sarà affidata alla ditta
G&S Eventi, cui si rivolgeranno gli utenti che
intendono avvalersi della villa del Mulinaccio
(tel. 392 5656490). Per informazioni sull’affitto
della villa e della Tinaia è possibile rivolgersi
anche allo 0574 942493.
Toccherà alla G&S Eventi offrire una gamma
ampia e innovativa (catering e organizzazione
di cerimonie e manifestazioni) con una particolare attenzione alla promozione dell’immagine dell’intero complesso della Villa Il
Mulinaccio, avvalendosi di collaborazioni e
competenze per valorizzare anche i prodotti
della filiera corta e lanciare l’idea dei matrimoni ed eventi a km zero.
15
100 anni
C
ANNIVERSARIO
hiude in bellezza il centesimo anniversario della Pubblica Assistenza de
La Briglia. Domenica 14 novembre si è
tenuta una grande festa aperta ai cittadini e la
presentazione del volume La Briglia e la sua
Pubblica Assistenza (1910-2010). Storia e storie di una comunità, curato da Alessia Cecconi coordinatrice del Cdse della Val di Bisenzio
con la collaborazioe di Luana Cecchi, un testo
che ripercorre le tappe principali che hanno
portato all’istituzione della sezione nel territorio valbisentino. La giornata è stata un vero e
proprio evento celebrativo che ha reso omaggio alla sezione brigliese e festeggiato quanti
hanno collaborato nel tempo per il funzionamento della Pubblica Assistenza. Gli eventi
della giornata si sono aperti alle 11 con la celebrazione della messa nella chiesa di San Miniato; alle 12, è stato inaugurato
un nuovo mezzo della Pubblica
Assistenza per lo spostamento
delle persone diversamente abili e i servizi sociali; alle 13 il pranzo offerto dal circolo Spola d’oro
e la successiva premiazione dei
militi operanti oggi nella sezione; alle 15,30, presentazione del
libro del centenario. Per tutta la
giornata nel salone ricreativo
della Pubblica Assistenza si è
16
tenuta la mostra fotografica e documentaria
sulla storia della sezione con documenti originali provenienti dall’archivio storico della
Pubblica Assistenza di Prato. Il libro ripercorre
le tappe principali che hanno portato all’istituzione della sezione nel territorio valbisentino ed è diviso in tre parti: un’introduzione
sulla storia della Briglia con un ricco apparato
fotografico; segue la storia vera e propria della
sezione, ricostruita per periodi storici; infine
la terza parte racconta la Pubblica Assistenza
in azione, con incidenti, eroici salvataggi con
alcune curiose informazioni su come si curava a inizio Novecento e quali erano le istruzioni date ai militi. La storia della Pubblica
Assistenza brigliese inizia l’11 dicembre 1910
con l’inaugurazione della sezione in grande
fretta per battere sui tempi la Misericordia.
Prosegue nei primi anni con grandi iniziative
popolari per raccogliere fondi; nel 1913 viene
istituita anche la squadra pompieri, la prima
della Valdibisenzio. La sezione nasce per iniziativa popolare con il favore degli imprenditori Forti, padroni della fabbrica e proprietari
di un paese. Nel fascismo e negli Quaranta,
pur con l’ingerenza e le grandi difficoltà, essa
promuove la nascita di un gruppo femminile
e di una squadra ciclistica; con la ricostruzione
dopoguerra conosce un nuovo fervore di iniziativa popolare. Negli ultimi anni il merito di
aver modernizzato e ingrandito il gruppo va
al suo presidente, per venti anni Primo Gasperoni. Dal 2005 il presidente è Adelino Barella,
che prosegue con grande impegno il lavoro
della PA. Oggi ci sono più di 50 volontari e un
gruppo di giovani che ha istituito il servizio
del 118 tre sere a settimana.
Schignano
U
n ricco programma ha caratterizzato i
mesi estivi e autunnali del Centro Visite
di Schignano, struttura appartenente al sistema delle Aree protette della Provincia di Prato
(ANPIL del Monteferrato). Dopo le serate dedicate alla scoperta della fauna del Monteferrato, con incontri a giugno sugli Ungulati e
Anfibi, a luglio si sono svolte le Notti dell’Archeologia, con iniziative sia per adulti (sulla
geologia e archeologia del Monteferrato) che
per bambini (cinema d’archeologia per ragazzi), mentre ad agosto è stata assicurata l’apertura della struttura tutte le domeniche, con un
esperto che ha fornito materiali e informazioni alle varie famiglie giunte a Schignano per
una passeggiata o per godersi un po’ di fresco.
Tra gli eventi più importanti, l’inaugurazione
della mostra, il 4 settembre, dei Cento anni
della Misericordia, con la presentazione del
libro di Luciano Lotti dedicato all’istituzione
che da un secolo si sta dedicando con presenza e impegno alla vita del paese. Con l’arrivo
della stagione dei funghi, tra fine settembre
e inizio ottobre, sono stati organizzati anche
due incontri e una camminata per riconoscere
e apprezzare questa importante risorsa con
la guida esperta di David Pozzi, mentre il fine
settimana del 20 e 21 novembre ha visto la
divertita partecipazione di adulti e bambini al
corso di decorazioni natalizie realizzate con
oggetti naturali e materiali di riciclaggio.
P
Sofignano
arallelamente il Centro visite di Sofignano, punto di partenza per scoprire l’Area
Protetta della Calvana, è stato interessato
da varie aperture, con la presenza di esperti
che hanno fornito informazioni utili, cartine e
strumentazione gps e dall’organizzazione della serata: La viabilità antica sui bassi versanti
della Calvana: tracce archeologiche di antichi
spostamenti, all’interno delle Notti dell’Archeologia. Con la stagione autunnale, in collaborazione con l’Associazione STARE, sono state
organizzate escursioni e camminate con guide trekking e l’ausilio di strumentazione GPS.
Per info su programma e iniziative future: [email protected]; 3391099498.
17
Un libro e una mostra a La Cartaia
l libro, presentato nel corso della mostra
documentaria allestita nello Spazio Eventi
della Cartaia (26 settembre-17 ottobre), è il
frutto di una ricerca importante, in collaborazione con il DIRES della Facoltà di Architettura
dell’Università di Firenze. Si tratta della tesi di
laurea dell’arch. Monica Guasti, basata sullo
studio e il restauro degli antichi tracciati viari e
delle permanenze di manufatti architettonici
nell’area della Calvana, affrontando questioni
di metodo con l’apporto del prof. Giuseppe
Centauro.
Le notazioni sui manufatti in pietra a secco si
devono all’arch. Roberto Tazioli, mentre l’arch.
Cinzia Bartolozzi, che ha impostato il redigendo Regolamento di gestione dell’Area Protetta della Calvana, inquadra questa ricerca nel
percorso di vita vissuta e di partecipazione
con i cittadini, che il Comune di Vaiano vuole
sviluppare.
Dopo il recupero dell’antico borgo, S.Leonardo
è un tema sensibile e rappresenta una bella
esperienza di restauro del territorio, attraverso un piano di recupero di iniziativa privata (e
con un altro sul binario di partenza per gli edifici attorno alla chiesa), convintamente sostenuto dal pubblico per far rivivere questa area
e mettere in moto nuove energie.
ANTICHE CHIESE
I
18
S
i tratta della fortunata formula varata lo
scorso anno dal maestro Raffaele Scalise,
che apre la sua casa per alcuni pomeriggi
musicali nei quali si esibisce al pianoforte,
presentando quest’anno I viaggi dell’anima.
Il programma prevede di eseguire integralmente brani di Bach, Beethoven, Chopin, Mozart, Schubert.
Dopo gli incontri a tema Spazio, non luogo
e La visione estatica, di ottobre e novembre,
domenica 12 dicembre, dalle ore 16.00, si segnala L’avventura.
Prenotazione a esaurimento posti (max. 30
iscritti) telefonando ai numeri 0574 987057 e
335 8384394.
la Badia e le
antiche chiese
della Calvana
N
ello stesso periodo in cui si svolgeva a
La Cartaia la mostra sulla chiesa e sul
territorio di S.Leonardo, presso il Museo della Badia di Vaiano è stato aperto un
interessante percorso espositivo dedicato alle
antiche chiese della Calvana.
Di particolare rilievo il calice medievale della
chiesa di S.Leonardo, istoriato con decorazioni riguardanti la vita
del santo, protettore dei carcerati.
Nel corso della camminata delle Case
della memoria, che
fanno parte del
programma degli
itinerari della storia
e del gusto legati
alla manifestazione “Da torre a torre”, partendo dalla
visita alla Badia i
numerosi partecipanti hanno avuto
l’opportunità di collegare i due eventi
e di raggiungere la
villa di Meretto, Fabio e Savignano.
libri e musica
alla festa della
Toscana
D
a quando è stata istituita la Festa della Toscana è sempre stata celebrata a
Vaiano e anche quest’anno il 30 novembre propone un appuntamento di grande
interesse, ispirato al tema dell’anniversario
dell’Unità d’Italia.
Al Teatro G. Modena di Vaiano (ore 21.00) è
previsto un doppio appuntamento:
lo scrittore Paolo Ciampi presenta il suo libro
Miss uragano, la donna che fece l’Italia, dedicato alla vita di Jessie White Mario, la giornalista inglese che accompagnò i Mille nella loro
avventura;
Daniele Poli, accompagnato dai Tuscae Gentes, in concerto lancia il suo nuovo CD dal titolo 150 e oltre, con canzoni folk che ripercorrono l’epopea dell’Italia unita.
Ingresso libero e alta qualità culturale, attraverso l’abbinamento tra libro e musica, con la
passione e la competenza di Paolo Ciampi e
Daniele Poli.
I
gruppo di lettura
l 4 ottobre scorso sono ripartiti gli incontri
del gruppo lettura di Vaiano. Si tengono, a
lunedì alterni, alle ore 21, nei locali della biblioteca Basaglia di Vaiano.
Chi volesse partecipare, dare un’occhiata, provare, curiosare, assaggiare uno o più incontri,
oppure avere ulteriori informazioni, può scriverci a:
http://gruppo_lettura.blog.tiscali.it
[email protected]
CULTURA
l’antica chiesa
di S.Leonardo
incontri in
musica della
Casa di Boana
a Sofignano
L’idea è quella di puntare nelle aree collinari
alla tutela paesaggistica di qualità, attraverso
il recupero degli antichi edifici, invece di aprirsi a nuovi insediamenti: per riservare, invece,
alle aree di fondovalle gli interventi di trasformazione e di nuova destinazione delle ex aree
industriali dismesse, che caratterizzano il lungofiume.
Vigile sentinella dell’imbocco della valle, lo
sguardo aperto e la pianura pratese ai suoi
piedi, S.Leonardo è anche il simbolo di un
riappropriarsi della Calvana, dopo gli anni
dell’abbandono.
19
27 e 28 novembre: non stop di filiera corta che è
la novità di quest’anno
B
FILIERE
uona produzione di olive, con qualche
difficoltà nella raccolta per la stagione
di piogge, e nuove idee per far conoscere i prodotti locali, in un abbinamento con
la musica jazz, con l’orchestra….., che unisce
due luoghi simbolo: il complesso di archeologia industriale della Cartaia, con lo Spazio
Eventi lungo la Pista Ciclabile, e la villa del
Mulinaccio dove domenica 28 si conclude la
manifestazione con il mercatino del tartufo locale e la cena tutta all’insegna del tartufo.
20
il tessile
a Vaiano
suona il jazz
D
ai concerti-appello (a Vaiano e a La
Cartaia) per non perdere i pezzi di una
filiera di qualità all’audizione in Consiglio Comunale, fino all’apertura di un tavolo
con le categorie per elaborare un progetto
territoriale.
È successo tutto negli ultimi tre mesi, a cominciare dal concerto che il 22 luglio la Filiera del Tessile di Vaiano, per iniziativa di alcuni
imprenditori locali, ha organizzato presso lo
spazio all’aperto della Pubblica Assistenza in
Piazza del Comune: con gli operai a servire
una cena perfetta e assai apprezzata. Per dire
con la musica della band di Mirko Guerrini che
il tessile non è morto a Vaiano, che c’è chi ama
ancora questo lavoro, ma ha bisogno di aiuto
perché non si perda in modo irreversibile un
patrimonio di esperienze irripetibili.
Messaggio ripreso a voce alta, con tanto di
video intervista, il 7 settembre nello Spazio
Eventi della Cartaia, alla presenza di 300 persone che hanno ascoltato il concerto dedicato
a Mingus dell’orchestra di Mirko Guerrini.
La tappa successiva è stata l’audizione in Consiglio Comunale e l’apertura di un tavolo di
confronto, guidato dal sindaco Annalisa Marchi, cui partecipano le categorie economiche
e i rappresentanti di lanifici e dei terzisti.
Una voce che si è fatta via via sempre più forte
e che, con il supporto del Comune di Vaiano,
della Provincia di Prato e della Regione Toscana potrà mettere in atto piccole azioni e interventi strategici che hanno un senso etico:
rilanciare tutti insieme il tessile, dove ha mantenuto un senso di identità e dove può coniugarsi con un’immagine territoriale di qualità.
naturalmente
insieme
free glutine e
filiera corta
I
l Progetto Naturalmente Insieme è una
sperimentazione territoriale in val di Bisenzio che ha coinvolto la Regione Toscana,
l’ASL 4, l’Associazione AIC, la Comunità Montana, il Comune di Vaiano.
L’obiettivo, nell’ottica piena della Società della
Salute, è quello della prevenzione e della divulgazione di buone pratiche e di comportamenti corretti, attraverso la produzione di
un ettaro di grano saraceno, cereale privo di
glutine, avvenuta presso l’Azienda Del Bello
a Sofignano, combinando attività di informazione e di promozione presso il Centro Visite
di Sofignano e il restaurato mulino idraulico
di Montepiano, di proprietà della Comunità
Montana.
Dalla semina alla molitura, tutto il ciclo produttivo e di trasformazione del prodotto di
filiera corta è stato accompagnato da incontri, laboratori del gusto e lezioni di cucina, con
degustazioni che sono diventate occasioni di
socialità e di partecipazione per tutti, appositamente preparate per evitare rischi legati
all’utilizzo del glutine.
Sabato 4 dicembre, alla Villa del Mulinaccio
(ore 15.00-17.00) verrà presentato e distribuito
gratuitamente il Ricettario della filiera corta
della salute e di corretti stili di vita, curato
dall’Unità funzionale Igiene degli Alimenti e
della Nutrizione dell’ASL 4 e dall’associazione AIC. Nell’occasione saranno offerti assaggi
free glutine di produzione locale.
I
accordo
di area vasta
per gli orari
dei negozi
l Comune di Vaiano ha aderito all’accordo
di area vasta in materia di commercio che
definisce gli orari di aperura e chiusura degli esercizi di commercio al dettaglio su sede
fissa e innalza il numero numero massimo di
domeniche in cui le attività commerciali possono aprire. Il numero esatto è lasciato alla
libera concertazione dei comuni che devono
stabilirlo in concertazione con le associazioni
di categoria, con i sindacati e le associazioni
dei consumatori. Il Comune sta avviando l’iter
di concertazione con le associazioni per stabilire il calendario di apertura durante l’anno
2011 per garantire il miglior servizio possibile
conciliandolo con le esigenze di chi ci lavora
e coordinandolo con le iniziative del Comune.
La proposta terrà conto sia del periodo dei
saldi invernali ed estivi che delle varie manifestazioni presenti sul nostro territorio quali,
ad esempio, il Carnevale, l’estate vaianese e le
feste natalizie.
21
FILIERE
pane, olio e jazz
a La Cartaia
tartufo locale
al Mulinaccio
CDSE
Centro di Documentazione
S torico E tnogr afica
dellaValdiBisenzio
Comune di Cantagallo
Comune di Vaiano
Comune di Vernio
Comunità Montana
della Val di Bisenzio
Centro di doCumentazione StoriCo
etnografiCa della Val di BiSenzio
L’immagine ritrovata
L’immagine
ritrovata
C.D.S.E.
l CDSE della Valdibisenzio è un Centro di documentazione costituito nel marzo del 1990, a
seguito di una decennale fase progettuale denominata L’Immagine ritrovata. Nel corso di
trent’anni di ricerca sono stati creati e sviluppati:
•Un archivio storico fotografico, documentario, di memoria orale. In particolare l’archivio fotografico si compone di una straordinaria raccolta di 8500 foto storiche in originale e in riproduzione, suddiviso per località della Valdibisenzio e per temi.
•Numerose ricerche storico-etnografiche concretizzate in pubblicazioni, mostre, convegni,
itinerari sul territorio: nel corso di trent’anni ha prodotto più di 50 pubblicazioni raccolte
in serie e linee editoriali, come i quaderni fotografici dell’Immagine ritrovata, Storia e storie
della Valdibisenzio, I tascabili della memoria.
•Un laboratorio didattico con percorsi e materiali per ogni ordine di scuola, nonché l’assistenza e tutoraggio a tesi e ricerche di ambito locale. Negli ultimi quattro anni sono state
coinvolte tutte le scuole della Valdibisenzio e alcune di Prato, con un’adesione ai percorsi
proposti del 90% delle classi.
Tra le molte iniziative del CDSE realizzate negli ultimi mesi, si ricordano i corsi Sentieri dell’Arte, con
lezioni presso la Biblioteca di Vaiano e visite sul territorio (quest’anno si sono iscritte 72 persone),
la giornata dedicata ai più piccoli I racconti favolosi del mercante Francesco Datini (organizzata
alla Villa del Mulinaccio il 23 ottobre, registrando circa 200 presenze tra genitori e bambini) e la
realizzazione del libro La Briglia e la sua Pubblica Assistenza, con organizzazione di una mostre
fotografica e documentaria sul villaggio fabbrica della Briglia e sul suo pronto soccorso.
CDSE della Valdibisenzio - Vaiano (Prato), via Mazzini 27, tel: 0574.942476
www.comune.vaiano.po.it - [email protected]
Orario di apertura: lun e giov 15.00-19.00
Su prenotazione: lun, merc, giov, sab mattina - Sportello insegnanti: merc. 15.00-19.00
22
12 foto
per la storia di una Valle
il giornale che fa comunità
F
orte di un archivio storico di circa 8500 fotografie d’epoca, il Centro di Documentazione
Storico-etnografica ha ideato e promosso, grazie alla collaborazione con Metropoli, un
calendario storico-fotografico della Valdibisenzio, selezionando 12 foto rappresentative
della storia dei tre comuni della Valle.
La scelta delle foto offre panorami d’altri tempi, con edifici in parte distrutti o non più esistenti
(come la vecchia chiesa di Migliana e il ponte medievale di Vaiano); monumenti storici, emblematici della Valle, oggi come un tempo (la Rocca Cerbaia e il Casone di Vernio); momenti
importanti di vita sociale, come i bagni nel Bisenzio o le esercitazioni dei pompieri nel villaggio
fabbrica de La Briglia; scatti memorabili sulla costruzione della Direttissima Firenze - Bologna e
sulla vita lavorativa valbisentina del secolo scorso, dove si intrecciano con ritmi ancestrali mestieri del bosco, produzione industriale e tradizioni contadine legate al mondo delle fattorie.
Il calendario è in vendita presso tutte le edicole della Valdibisenzio e presso la sede del C.D.S.E
23
CALENDARI
I
2011
12 foto per la storia
di una Valle
A cura del Gruppo di Progetto del Comune di Vaiano (con il contributo dei giardinieri comunali)
M
arzo e aprile sono i mesi più adatti
per gli innesti a marza, che uniscono
due varietà: il portainnesto (scelto
per la sua robustezza e rusticità) e la marza,
del tipo di cultivar che si vuole ottenere.
Ogni specie fruttifera ha le sue preferenze per
quanto riguarda il tipo di innesto (a triangolo, a spacco tradizionale, a spacco semplice o
doppio, a corona, a occhio dormiente ed a occhio vegetante). Da aprile a giugno si possono
fare innesti a gemma (occhio) vegetante: da
luglio a settembre quelli a gemma dormiente.
La tradizione dice di raccogliere le marze in
febbraio: sempre a vegetazione ferma, preferibilmente a luna calante. Si prelevano i rametti
giovani di un anno, più belli e vigorosi. Vanno
conservate in una fossa riparata, nella sabbia
CALENDARI
4
12
19
26
Febbraio
3
11
18
25
Raccolta di marze per gli innesti.
Marzo
4
13
19
26
Innesti prima su rosacee, poi su
drupacee.
Aprile
o nella rena, al fresco, perché non asciughino.
Gli innesti preferibilmente vanno fatti in giornate senza vento. In ordine di tempo, prima
si effettua l’innesto sulle rosacee o pomacee
(cotogno, melo, pero), poi sulle drupacee (albicocco, ciliegio, mandorlo, pesco, susino),
che hanno un legno più delicato.
Le potature verdi, a cominciare da maggiogiugno, si effettuano per correggere la potatura invernale, sfoltire la chioma ed eliminare
i rametti inutili che crescono sul tronco e sui
rami principali. Importante la potatura per eliminare i succhioni, che si sviluppano alla base
della pianta.
Il diradamento dei frutticini serve per eliminare i più piccoli, con picciolo troppo corto e
mal posizionati sul ramo, favorendo quelli più
esterni che potranno usufruire di una migliore
esposizione al sole.
24
Gennaio
3
11
18
25
Innesti e potature.
Maggio
3
10
17
24
Innesti a gemma vegetante e di olivo e fico.
Si può ancora eseguire la potatura
di olivi.
Giugno
1
9
15
23
Innesti a gemma vegetante.
Potature verdi.
Luglio
1
8
15
23
Innesti a gemma dormiente.
Potature verdi.
30
Agosto
6
13
21
Innesti a gemma dormiente.
Potatura verde sulle piante in produzione, in particolare sui polloni dell’olivo.
29
Settembre
4
12
20
Innesti a gemma dormiente.
27
Ottobre
Asporto di barbatelle selvatiche da
frutto per fare i portainnesti per tutto
il mese.
4
12
20
26
Novembre
2
10
18
25
CALENDARI
FruttA ntica in
Valdi B isenzio
calendariolunare2011
Dicembre
2
10
18
24
25
Natalogie
Magie di Natale
NATALOGIE
26
quando
dove
dal
novembre
28 al
6 gennaio
Vaiano
cosa
Sala capitolare
della Badia
Fiera di beneficenza.
Mostra di Presepi
Villa Il Mulinaccio
Naturalmente
insieme
di che si tratta
Dicembre 2010
4 sabato
15.00 - 17.00
Vaiano
5 domenica
S chignano Area Chiesa-Villamagna- Mercatini di Natale
Centro Visite
15.00 S chignano
8 mercoledì
L a B riglia
Centro Visite
Dalla Natura all’Arte Inaugurazione della mostra
di sculture di Paolo Tommasi.
Davanti al
Mercatini di Natale
Circolo ARCI Spola d’Oro
11 domenica
15.30 - 17.30
S chignano Centro Visite
12 domenica
Vaiano
Dalla Natura all’Arte Sculture di Paolo Tommasi.
Via Braga e viale Rosselli Mercatini di Natale
- ang. via Mazzini
Con annullo speciale
Poste Italiane
8.30 S ofignano
Centro Visite
Itinerari d'autunno
escursione lungo gli
anelli trekking della Calvana
15.00 S ofignano
Casa di Boana
incontri in musica
Musica dal vivo
Centro Visite
Dalla Natura all’Arte Sculture di Paolo Tommasi.
15.30 - 17.30 S ofignano
18 sabato
Free glutine e filiera corta.
21.15
19 domenica
S ofignano Chiesa di Sofignano
Se la gente
usasse il cuore.
Concerto di Natale.
Ingresso libero.
Vaiano
Via Braga e
Piazza della Badia
Mercatini di Natale
Gran finale con mercatini
e animazioni
Badia di S.Salvatore
Se la gente
usasse il cuore.
Concerto di Natale.
Ingresso libero.
21.15 Vaiano
26 domenica
15.30 - 17.30
S chignano Centro Visite
Dalla Natura all’Arte Sculture di Paolo Tommasi.
Vaiano
Teatro G.Modena
Incontro con la
Befana
Distribuzione dei regali a tutti i
bambini di Vaiano.
Vaiano
Villa Il Mulinaccio
Dopo Alter Mundi
Incontri di popoli e culture
NATALOGIE
T
orna il Natale per le vie di Vaiano e nelle frazioni. Anche
quest’anno il Comune, i commercianti e le associazioni hanno elaborato un calendario ricco di eventi e novità, a partire
dalle luminarie.
Quest’anno in via Braga e in viale Rosselli brilleranno nuove luminarie composte da luci led, a basso consumo energetico per dare
una mano all’ambiente, e anche gli alberi saranno rivestiti di luci
bianche. Mentre le luminarie sono offerte dal Comune, gli alberi
saranno illuminati da sponsor privati. I negozi rimaranno
aperti tutte le domeniche di dicembre e per la festa dell’8.
Oltre all’apertura straordinaria ci saranno anche iniziative
volute dai negozianti e coordinate dal gruppo InShop,
ormai una realtà molto attiva nel nostro Comune, che
cuerà anche gli addobbi lungo le vie.
Alle iniziative dei commercianti si affiancano le associazioni e i loro mercatini, quest’anno con un appuntamento nuovo nel centro di Schignano.
Il programma dei mercatini comincia domenica
5 con la novità di Schignano, che rinnova per
l’occasione la sua tradizionale ospitalità (area
Chiesa-Villamagna) e apre il centro Visite con
una bella esposizione di opere d’arte, nella nuova
organizzazione coordinata dal Circolo ARCI e dalla
pro Loco, con esibizioni della banda.
L’8 dicembre appuntamento a La Briglia, davanti al Circolo ARCI Spola d’Oro, con animazioni ed effetti speciali, a cura dell’Associazione Eventi.
Mercatini e pompieri a Vaiano (via Braga e angolo
viale Rosselli) domenica 12 dicembre, con la partecipazione di Poste Italiane, che predisporranno un
annullo filatelico speciale (davanti al Circolo ARCI)
dedicato alla villa del Mulinaccio e alle scuole di
Vaiano, nelle quali hanno svolto un’attività didattica nelle classi, con tanto di materiali prodotti dai
ragazzi.
Gran finale domenica 19 con mercatini e animazioni tra via Braga e piazza della Badia, con esposizioni nei chiostri e percorso storico nel Museo.
Doppio appuntamento con il tradizionale concerto di Natale. Sabato 18 ore 21.15 presso la
chiesa di Sofignano, Se la gente usasse il cuore, a cura della Corale Quarta Eccedente, ospite il quintetto l'Ora del tè. Si replica domenica
19 presso la Badia di Vaiano.
Gennaio 2011
6 giovedì
15 sabato
10.00
e 15.00
15.00
27
Palazzo comunale - piazza del Comune
Sindaco e assessori
Ricevimento settimanale:
Sindaco
per appuntamenti rivolgersi a Ufficio Segreteria
COMUNICA CON IL TUO COMUNE
SCRIVI AL SINDACO
deleghe
0574 9424 27
da lun. a sab.
8.30-12.30
[email protected]
[email protected]
per appuntamento
Politiche territoriali: urbanistica, opere pubbliche, cultura;
Organizzazione e personale
Ogni altra competenza non delegata
sabato
9.00-11.00
giovedì
mercoledì
giovedì
martedì
venerdì
sabato
11.00-13.00
10.30-13.00
9.30-11.30
15.30-17.30
9.30-11.30
9.30-11.30
da lun.a sab.
mart e giov.
festivi
da lun. a ven.
0574 9424 27
+ mart. e giov.
da lun. a ven.
0574 9424 37
+ mart. e giov.
0574 9424 54
da lun. a ven..
0574 9424 38
giovedì
0574 9424 54
martedì
0574 9424 38
lun. e giov.
348 7714 4451 Pronto Intervento
da lun. a sab.
0574 9424 03
+ mart e giov.
8.30-12.30
15.00-17.30
8.00-14.00
8.30-12.30
15.00-17.30
8.30-12.30
15.00-17.30
8.30-12.30
9.00-12.30
9.00-13.00
9.00-13.00
0574 9424 31
0574 9424 61
0574 9424 62
10.00-13.30
15.00-17.30
15.00-17.30
Politiche di bilancio e Protezione civile
Edilizia, Politiche sociali, Ambiente, Caccia e Aree Protette
Comunicazione, Politiche dell’istruzione, Cultura e rete del turismo
Sviluppo economico e commercio, Politiche della pace e dell’intercultura
Cura del territorio e del patrimonio, Rete sociale dell’associazionismo
Politiche giovanili, Sport
Servizi Amministrativi - Sportello del Cittadino:
centralino 0574 9424 1
0574 9424 54
Servizi demografici, anagrafe, polizia mortuaria
0574 9424 48
Reperibilità giorni festivi per dichiarazioni di morte 346 3531 093
Vicesindaco P. Bosi
Assessore E. Ciolini
Assessore A. Castellani
Assessore F. Pacini
Assessore C. Pulidori
Assessore G. Borri
Segreteria
Protocollo
Anagrafe del lavoro
Servizio Ascolto e aiuto - Sportello Sociale
Sportello Orientamento al lavoro (Centro per l’impiego)
Sportello TIA con ASM
Corpo unico di
Polizia Municipale
Vigilanza sul territorio - Polizia stradale Sanzioni amm.ve - Messo e Albo Pretorio
Pianificazione e Gestione del Territorio
Edilizia privata
Servizi certificazioni idoneità alloggiativa
Servizi finanziari e economato
UFFICICOMUNALI
pagamenti
economato
0574 9424 26
0574 9424 55
Ufficio associato del personale
0574 9424 64
Tributi e sviluppo economico
0574 9424 44
Difensore civico avv. Giancarlo Gentileschi
Segretario comunale
0574 9424 27
0574 9424 27
martedì
giovedì
giovedì
8.30-10.30
15.00-16.30
da lun. a ven.
8.30-12.30
+ mart. e giov. 15.00-17.30
da lun. a ven.
8.30-12.30
+ mart. e giov. 15.00-17.30
lun. mart. e ven.
8.30-12.30
giovedì 15.00-17.30
4° merc. del mese
9.00-12.30
su appuntamento
Palazzina - Via Mazzini 27
Servizi sociali, Istruzione, Sport e Attività culturali
Istruzione, Sport e Cultura
0574 9424 72
0574 9424 92
0574 9424 73
Politiche sociali
0574 9424 93
Lavori pubblici e Patrimonio
0574 9424 83
Ambiente e rilascio autorizzazioni allacciamenti, utenze, spazi pubblicità
28
Prenotazione villa Mulinaccio e Centro Visite Schignano
0574 9424 93
CDSE della val di Bisenzio
0574 9424 76
Biblioteca
0574 9424 78
0574 9424 79
da lun. a sab.
+ martedì
martedì
venerdì
mart. e giov.
+ martedì
mart e giov.
mart. e giov.
+ giovedì
giovedì
ven. e sab.
da lun. a ven.
+ mart. e giov.
sabato
8.30-12.30
15.00-17.30
15.00-17.30
9.00-12.30
8.30-12.30
15.00-17.30
8.30-12.30
8.30-12.30
15.00-17.30
15.00-17.00
9.00- 13.00
15.00-19.00
10.00-12.00
9.30-12.30
Vendemmia di aiuti con la
Lotteria di solidarietà
Natale 2010
Tanti chicchi,
un grappolo
Tanti aiuti,
il Comitato Solidarietà fra Vaianesi
I biglietti della Lotteria si possono acquistare:
a Vaiano: presso Casa del Popolo, Misericordia, Badia, Farmacia Cooperativa,
Parrocchia di Vaiano, Comune di Vaiano presso Ascolto e Aiuto;
a La Briglia: Circolo Spola d'Oro;
oppure, nei giorni 5-8-12-19 dicembre, ai Mercatini dI Natale. Per informazioni: 0574 988 046.

Documenti analoghi