tour madagascar la costa della vaniglia 2015 programma

Commenti

Transcript

tour madagascar la costa della vaniglia 2015 programma
Programma di viaggio
Tour Costa della Vaniglia
Giorno 1 - Italia – Antananarivo
Partenza dall’Italia con volo via Parigi su Antananarivo. Arrivo. Accoglienza aeroportuale con guida
parlante italiano, briefing e trasferimento in Hotel. Pernottamento.
Giorno 2 - Antananarivo - Diego Suarez ( Antsiranana)
Dopo colazione, incontro in Hotel e trasferimento in aeroporto per il volo su Antsiranana. All’arrivo,
accoglienza aeroportuale con guida parlante italiano, briefing e trasferimento in hotel. Pranzo.
Escursione guidata di mezza giornata dedicata alla città di Diego Suarez, caratteristica località ove
spicca l'antica architettura coloniale e l'influenza francese. La città di Diégo Suarez è la più grande
del Nord Madagascar, l'origine del nome «la città del porto» risale all'inizio del XVI° secolo : una
squadra di 13 navi portoghesi partì in navigazione nell'Oceano Indiano; il capitano Diego Diaz fu il
primo Europeo che scoprì la Grande Isola il 10 agosto 1500 e la battezzò con il nome di «Isola di
San Lorenzo» (il santo del giorno). Nel febbraio del 1506, l'ammiraglio Hermann Suarez riconobbe il
luogo e la città che acquisì rispettivamente il nome del capitano ed il cognome dell'ammiraglio :
DIEGO-SUAREZ. Nonostante la città sia affacciata sul mare, l'urbanizzazione dettata dalle strategie
militari dell'epoca, ha malauguratamente privato la città di un litorale. A nord della piazza 14
ottobre si snoda la via centrale, con i negozi a colonnato pastello e case con verande decorate in
ferro battuto, malinconiche nel ricordo del loro antico splendore. Rue Colbert con il passaggio
incessante delle Renault 4 gialle (gli infiniti taxi di Diego), è la via dello shopping per eccellenza
nonché l'arteria principale della città. Bell'esempio d'architettura coloniale sono gli edifici
appartenuti agli Indo-pakistanais, come la sede del vecchio mercato coperto, sede attuale
dell'Alliance Française eretto nel 1892 che merita una visita. Da Rue Richelieu, di fronte alla
Dordogne, si può ammirare il palazzo Faritany, antica residenza dell’ hôtel de la marine, palazzo del
periodo coloniale danneggiato dal tempo ma ricco di un fascino incredibile. In prossimità di esso, il
chiosco della musica, costituisce un eccellente belvedere dal quale si può contemplare la baia e le
sue coste. Ancora qualche passo in direzione della famosa Piazza Joffre, arredata dal busto
dell'omonimo maresciallo, e potrete ammirare il porto circondato dalla grande baia, con i suoi 156
Km di coste. A sud della piazza 14 ottobre si estende il quartiere popolare con le sue bancarelle e
mercati animati e coloratissimi; ci inoltreremo nel mercato per ammirare la coloratissima
Altreculture
Corso A. Tassoni 79/4 – 10143 - Torino
Tel. 0039 011 0361194 email: [email protected]
www.altreculture.it
mercanzia proposta e magari assaggiare qualche esotico e strano frutto. Sistemazione in hotel.
Cena e pernottamento. Pensione completa.
Giorno 3 - Diego Suarez – Mare di Smeraldo – Diego Suarez
Colazione. Giornata dedicata alla escursione "Il Mar di Smeraldo" in barca ( 1ora di Auto ed 2 ore di
barca andata/ritorno). L’ orario di ritrovo con la guida in hotel sarà in funzione delle maree.
Partenza da Diego in auto per il villaggio di Ramena e proseguimento in barca (tipica malgascia) a
vela e motore per il Mar di Smeraldo, situato a nord, all'uscita dalla baia di Diego. Il Mare è
denominato "Di Smeraldo" per la forte e caratteristica colorazione delle acque della laguna
omonima, ricca di coralli e pesci tropicali. Attraversamento del piccolo passo della baia, tra coste
ricche di storia. L'isola si trova a 1 ora circa di navigazione in barca tipicamente malgascia
tradizionalmente utilizzata dalla popolazione locale per la pesca quotidiana. In mattinata possibilità
di abbandonarsi sulla spiaggia dell'isola disabitata ed immergersi nella vasta laguna color smeraldo,
poco profonda, acquario naturale da sogno, circondati da pesci di tutte le taglie, forme e colori o
unirsi ai pescatori per assistere alla pesca in apnea, per poi rientrare ed assistere alla preparazione
del pesce e del tipico riso al cocco. Le piccole isole vergini (île Diego, île Suarez) e le spiagge deserte
di sabbie bianche permetteranno di sostare in un luogo paradisiaco, completamente vergine, che vi
lascerà meravigliosi ricordi, ricchi di colore.
Consigli per l'escursione: t-shirt con spalle coperte - k-way impermeabile - crema solare - costume
da bagno e telo mare - occhiali da sole - copricapo.
Il nostro rientro a Diégo Suarez sarà programmato in funzione delle maree, prima del tramonto.
Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento. Pensione completa.
Giorno 4 - Diego Suarez – Mahamasina – Tsingy Rouge – Parco dell’ Ankarana Trekking –
Mahamasina
Colazione. Partenza da Diego Suarez in direzione Sud attraverso paesaggi in continua evoluzione:
risaie, foreste di palme, piantagioni, fino a raggiungere Mahamasina (110 km di strada asfaltata,a
tratti dissestata), l’entrata orientale del Parco Nazionale dell’Ankarana. Incontro con la guida per
l’escursione agli Tsingy Rouge (45Km di strada asfaltata, 40 Km di piste sabbiose a/r).Visita
all'affascinante sito di formazione geologica naturale, creato dalla combinazione di combustioni,
erosioni ed infiltrazioni: gli Tsingy Rouge costituiti da gres, marmo e calcare, offrono in tutta la loro
bellezza le loro guglie effimere, al centro dell'unico bacino sedimentario del Madagascar. Pranzo
picnic. Si riparte poi in direzione del Parco dell’Ankarana zona est per circa 1.30 ore di strada.
Visita del parco con guida certificata A.N.G.A.P. MADAGASCAR NATIONAL PARK per un percorso di
circa 2,5 ore di cammino. Il Parco è caratterizzato da una foresta tropicale secca con vari sentieri al
suo interno. Il massiccio dell’Ankarana è costituito da un rilievo carsico, che si estende per poco più
di 20 km sulla costa ovest. L’Ankarana ospita 13 specie di roditori, 10 di lemuri e 92 di uccelli
Altreculture
Corso A. Tassoni 79/4 – 10143 - Torino
Tel. 0039 011 0361194 email: [email protected]
www.altreculture.it
endemici, e molte altre specie animali hanno trovato dimora nella riserva, come il “fossa”, unico
predatore, presente in Madagascar, appartenente alla famiglia dei felini, serpenti e camaleonti di
ogni colore.
Differenti circuiti all’interno del Parco sono possibili in accordo con la guida in loco in base agli
interessi personali, alle condizioni fisiche degli ospiti e del tempo a disposizione per lo svolgimento
del tour. Tra questi itinerari suggeriamo : gli Tsingy Rary, il ponte sospeso, la "Perte de Rivier”, La
Torretta degli Tsingy, La Grotta "dei pipistrelli". Al termine della giornata, trasferimento in Hotel a
Mahamasina. Cena e pernottamento. Mezza pensione.
Giorno 5 – Mahamasina - Daraina
Colazione presto. Partenza in prima mattinata dall'hotel lungo la pista che conduce a Daraina ove si
succedono molti piccoli villaggi tradizionali ( 125 km di strada sterrata).Daraina e' circondata da
foresta tropicale ; gli amanti della natura e gli appassionati di trekking si innamoreranno di questo
luogo, punto di partenza per bellissime escursioni nella foresta. Il massiccio sempreverde e' l'unico
santuario naturale che ospita il Propithecus tattersali o Sifaka dalla corona dorata, una rara specie
di lemure. Potrete scorgerlo aggirarsi per la foresta di Bekaraoka, ad una trentina di minuti dal
villaggio. Lungo la strada osserveremo inoltre Baobab endemici del Madagascar, pachipodium. ( Il
nome del genere deriva dal greco pachys, grosso e podos, piede, in riferimento alla forma grossa e
tozza del tronco di queste piante), fiumi e pascoli di zebu'. Pranzo picnic lungo il tragitto. Arrivo a
Daraina e trasferimento in Hotel (hotel molto semplice ma unico in loco). Cena e pernottamento.
Pensione completa.
Giorno 6 – Daraina - Loky Manambato - Lago Andranotsara - Vohemar
Prima colazione in hotel, partenza per la visita alla foresta di Betaraoka a Daraina. (52km da
Vohemar, 2h30 di strada sterrata, 100km da Ambilobe, 6 ore di strada sterrata).
La riserva appartiene all'area protetta di Loky-Manambato, foresta ancora preservata abitata da
specie endemiche di lemuri (Propithecus tattersalli), grande lemure dal manto bianco e dorato.
Facilmente vi si incontreranno intere famiglie, e lungo il fiume si potrà osservare la abitudinaria
attività della popolazione locale che ricerca oro nel fiume all'interno della foresta. Il circuito a piedi
prevede 2 ore circa di cammino. Pranzo a Daraina. Dopo pranzo partenza per Sambava. Lungo il
percorso visita del lago "Andranotsara" circondato dalle sue meravigliose colline verdeggianti e da
dune di sabbia. Una leggenda racconta che un tempo ad Andranotsara sorgeva un villaggio; una
notte giunse un terribile mostro a sette teste che raggomitolatosi per riposare, con il suo peso fece
sprofondare il villaggio sotto terra. Seguirono sette giorni di pioggia, che colmarono d'acqua la
conca che si era formata, dando origine al lago. Gli abitanti della zona credono che i coccodrilli del
lago siano le reincarnazioni dei loro avi ed ancora oggi vigono diversi fady (tabù) al riguardo.
Trasferimento in Hotel a Vohemar. Cena e pernottamento. Pensione completa.
Altreculture
Corso A. Tassoni 79/4 – 10143 - Torino
Tel. 0039 011 0361194 email: [email protected]
www.altreculture.it
Giorno 7 – Vohemar – Piantagioni di vaniglia - Sambava
Dopo la prima colazione, partenza per Sambava ( 153 km). Lungo la strada , sosta per la visita della
più grande fabbrica di vaniglia del Madagascar che vi consentirà di comprendere le varie fasi della
lavorazione della vaniglia, fino al raggiungimento del prodotto finito. Visita della piantagione
Soavoanio di noci di cocco che copre una superficie di 4846 ettari, imparando anche in questo i
molteplici usi di questo prezioso albero da cui si ricavano molteplici sostanze mediante la
lavorazione del tronco, delle radici, delle foglie e naturalmente del frutto. Pranzo. Arrivo a
Sambava: l’ economia della cittadina di Sambava e si basa sul commercio della vaniglia, di cui il
Madagascar è il primo Paese al mondo per volumi di esportazione, oltre che di noci di cocco e caffè.
La vaniglia si ricava da una pianta appartenente alla famiglia delle orchidee, originaria del Messico
fu introdotta alla fine dell'Ottocento da piantatori delle isole Rèunion, i quali scoprirono nella costa
Est il clima ideale per la coltivazione. La vaniglia ha fiori gialli e baccelli che possono raggiungere i
20 cm di lunghezza. Questi vengono raccolti ancora verdi, immersi in acqua calda, lasciati essiccare
al sole ed avvolti in coperte per farli traspirare e fermentare. Sistemazione in hotel, cena e
pernottamento. Pensione completa.
Giorno 8 – Sambava – Andapa
Dopo la prima colazione cominceremo il trasferimento ad Andapa ( 110 km di strada, circa 3 h)
attraverso la bellissima strada di montagna che risale attraverso la foresta di Marojejy ed il letto del
fiume Lokoho. Sosta per la visita all'ecomuseo di Marojejy. Ammireremo la successione di magnifici
piccoli villaggi tradizionali, immersi nella natura rigogliosa. Arrivo ad Andapa. Pranzo. Il resto della
giornata è dedicato alla visita del bacino di Andapa, la riserva di riso di tutta la regione Nord/Est del
Madagascar. Questo angolo di mondo meraviglioso ospita una popolazione semplice e serena, che
rimane ancora “ stupita” dalla visita degli stranieri . Questa cittadina sorge in un bacino
pianeggiante di origine vulcanica circondato da monti. Col passare del tempo gli abitanti del luogo,
grazie all'aiuto del lago, iniziarono a creare dei veri e propri insediamenti di campi di riso. In poco
tempo questa diventò la ricchezza del posto. La popolazione è caratterizzata da varie etnie del
Madagascar trasferitesi ad Andapa grazie alla fertilità del terreno e l’ abbondanza di acqua, per
merito della quale le foreste circostanti sono perennemente floride e rigogliose. Sistemazione in
hotel ( Questo antico deposito di Vaniglia e Caffè è stato trasformato in piccolo hotel e ristorante,
molto accogliente e caloroso, immerso in questo paesaggio di pace). Cena e pernottamento.
Pensione completa.
Altreculture
Corso A. Tassoni 79/4 – 10143 - Torino
Tel. 0039 011 0361194 email: [email protected]
www.altreculture.it
Giorno 9 – Andapa – Parco di Antanetiambo – Sambava
Dopo la prima colazione in Hotel, partenza per la visita al Parco privato di Antanetiambo, situato su
di una collina boschiva circondata da risaie. La popolazione locale , gli " Tsimihety" , calorosa e
accogliente, impegnata quotidianamente nella coltivazione del riso. Questo circuito vi farà scoprire
i differenti prodotti agricoli che Andapa regala. Nella riserva vive una abbondante biodiversità , in
armonia con la popolazione : rane, camaleonti, rettili, lemuri ed uccelli endemici. Al termine delle
visite trasferimento a Sambava . Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento. Pensione completa.
Giorno 10 – Sambava - Domaine d’Ambohimanitra - Antalaha
Dopo la prima colazione partenza per il Domaine d'Ambohimanitra.Visita di della Riserva che si
estende su una superficie di 40 ettari, con paesaggio mozzafiato sull’Oceano Indiano, per ammirare
le piantagioni del prezioso oro nero del Madagascar, di chiodi di garofano, cannella, pepe rosa, ecc.
Sosta in un piccolo ristorante locale situato su una terrazza panoramica per un pranzo ( libero ) ove
non mancheranno i piatti cucinati ed aromatizzati con la vaniglia. Trasferimento in hotel ad
Antalaha. Cena e pernottamento. Mezza pensione.
Giorno 11 – Antalaha – Macolline – Ankavana - Antalaha
Dopo colazione partenza di buon mattino per Macolline , un parco naturale nato per la
conservazione della foresta primaria malgascia estesa per 10 ettari. La visita a questa riserva
permette di scoprire l'origine di molti legni preziosi e semi preziosi come il Legno di Rosa, l’ ebano e
il palissandro. La riserva e' inoltre il granaio delle sementi delle coltivazioni circostanti. Questa
magnifica collina è inoltre ricca di alberi da frutta tropicale, che la rendono ancor più bella.
Due punti panoramici permettono di godere del magnifico paesaggio verso il fiume e verso
l'oceano. Pranzo Picnic in loco. Attraverso una escursione in piroga sul Fiume Ankavana
osserveremo le vaste risaie e le fabbriche di mattoni a cielo aperto. Con il suo delta alle porte di
Antalaha, il fiume Ankavanana offre l'opportunità di una vera immersione nel cuore rurale della
regione, che mantiene gelosamente le sue tradizioni e ricchezze naturali incontaminate.
Questo circuito vi permetterà di cogliere il fascino del fiume e della vita che scorre lenta lungo le
sue coste, attraverso l'osservazione delle attività quotidiane della popolazione locale.
Arriveremo fino all'estuario di confluenza del fiume Ankavanana e Ankavia arrivando al
laboratorio di fabbricazione dei mattoni. Al termine rientro in hotel ad Antalaha. Sistemazione in
hotel. Cena e pernottamento. Pensione completa.
.
Giorno 12 – Antalaha - Atelier della Vaniglia – Sambava
Dopo colazione, partenza per Sambava per la visita all’Atelier della vaniglia. La visita al Laboratorio
della Vaniglia vi farà scoprire l'arte del “trattamento” della vaniglia e le differenti procedure da
Altreculture
Corso A. Tassoni 79/4 – 10143 - Torino
Tel. 0039 011 0361194 email: [email protected]
www.altreculture.it
seguire, dalla raccolta dei baccelli verdi alla bollitura del fiore, fino alla trasformazione che
conosciamo tutti in bacche di color marrone cioccolato, soffici , oleose e profumatissime. Pranzo a
Sambava. Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento . Pensione completa.
.Giorno 13 – Sambava – Antananarivo - Partenza
Colazione. Trasferimento in aeroporto per il volo domestico su Antananarivo. All’arrivo, accoglienza
aeroportuale e trasferimento in hotel. Cena All’arrivo ad Antananarivo, incontro con l’autista
parlante francese, e trasferimento in hotel – day Use. Cena in ristorante. Trasferimento in
aeroporto in tempo utile per il volo di rientro in Italia.
Giorno 14 – Arrivo in Italia
Partenza con il volo di rientro in Italia e arrivo.
Quota base min. 2 € 3400 ( servizi privati)
Quota base min. 4 € 2695
Quota base min. 8 € 2595 ( con 2 fuoristrada)
Suppl. singola € 435
La quota comprende: volo domestico – accoglienza in aeroporto – tutti i trasferimenti – tour a
bordo di veicoli 4x4 ( massimo 4 persone a bordo) - guida locale parlante italiano – sistemazione
nelle strutture indicate – pasti come da programma – 1 bottiglia d’acqua minerale al
giorno/persona durante il tour – 1 soft drink a pranzo – visite, escursioni, tasse d’ingresso ai parchi
– rangers obbligatori nei parchi del Madagascar –
La quota non comprende: le tasse aeroportuali ( € 565 da riconfermare al momento della
prenotazione) – l’assicurazione con annullamento ( da calcolare in base al costo finale del viaggio) –
bevande oltre a quelle indicate, mance, extra personali e tutto quello non incluso nella quota
comprende.
Altreculture
Corso A. Tassoni 79/4 – 10143 - Torino
Tel. 0039 011 0361194 email: [email protected]
www.altreculture.it
Operativo voli consigliato con Air France ( partenza ogni martedì )
AF 1513 LINATE – PARIGI
07.40 09.10
AF 934 PARIGI - ANTANANARIVO
11.00 22.55
AF 935 ANTANANARIVO - PARIGI
01.10 11.25
AF 1012 PARIGI - LINATE
13.25 14.55
La tariffa va controllata al momento, dato che il prezzo cambia considerevolamente a seconda del
periodo di partenza . Tasse da Euro 501 (da riconfermare al momento della prenotazione)
Partenze da altri aeroporti, su richiesta.
E’ possibile richiedere di volare con compagnie aeree alternative, in base alla preferenza di ciascun
viaggiatore, compatibilmente con l’itinerario che comprende dei voli domestici i cui orari cambiano
a seconda dei giorni della settimana.
Le strutture di questo viaggio
Antananarivo , Hotel Au Bois Vert
Antsiranana, Hotel Allamanda
Ankarana, Le Relais de l’Ankarana
Daraina, Hotel
Vohemar, La Baie d’Iharana
Antalaha, Hotel Ocean Momo
Sambava, Orchidea Beach II Hotel
Altreculture
Corso A. Tassoni 79/4 – 10143 - Torino
Tel. 0039 011 0361194 email: [email protected]
www.altreculture.it

Documenti analoghi