Speciale Catechesi 255

Commenti

Transcript

Speciale Catechesi 255
 Vicenza, 22 agosto 2016 ‐ Anno XLVIII n. 9 SOMMARIO
p. 2
Detto tra noi…
p. 4
Presentazione del Logo nuovo
dell’Ufficio
p. 5
Programma del 40° Convegno
diocesano dei catechisti
p. 6
Note organizzative del Convegno
p. 7
Strumentario
p. 19 Proposte formative anno 20162017
DETTO TRA NOI… di d. G. Casarotto
PER INIZIARE INSIEME IL NUOVO ANNO CATECHISTICO...
Sfogliando questo numero di SPECIALE CATECHESI potrai accorgerti
che vuole essere proprio “speciale”.
Esso non riporta le consuete rubriche, ma vuole accompagnare con alcuni
passi il nostro servizio di catechisti.
Cosa significa fare catechesi oggi?
Prima di pensare alle fatiche che ben conosciamo, ricordiamo che il servizio
nella catechesi ci viene affidato dalla comunità parrocchiale ed è il nostro modo di crescere come cristiani. Catechesi è far risuonare la Parola di Dio, centro
della nostra vita di fede. Se il Vangelo come Buona Notizia infiamma e riscalda
i cuori in questo nostro tempo, è capace di far incontrare Gesù Cristo che ha
offerto la propria vita nella morte e risurrezione?
Come discepoli in cammino siamo guidati dallo Spirito a percorrere le strade
del mondo.
Abbiamo rinnovato il logo dell’Ufficio per l’Evangelizzazione e la Catechesi
di cui troverete la spiegazione nelle prossime pagine. L’immagine in maniera
essenziale e immediata ci vuol ricordare il senso della catechesi. E’ il frutto di
un concorso di idee che ha coinvolto alcuni giovani e adulti che si son resi disponibili per questa iniziativa. Un grazie a Claudia, Valentina, Chiara, Filippo,
Piero, Andrea, Alessandro e Mattia che hanno dedicato tempo e competenza a
servizio dell’annuncio del Vangelo, della formazione e della catechesi nella nostra diocesi. Il logo scelto è stato ideato da Chiara che ci presenta il significato.
Queste pagine vogliono aiutarci ad accompagnare l’inizio del nuovo anno catechistico e ad aiutarci a proseguire il cammino.
Nei giorni 9-10-11 settembre ci incontriamo al Convegno diocesano dei catechisti in Seminario. Invitiamo famiglie e gruppi delle nostre parrocchie al
recital “Prossima fermata”, venerdì 9 settembre alle 20.30 in Seminario. Il sabato mattina assieme ai responsabili dei gruppi missionari ci aiuteremo a vivere “la Misericordia in opera”.
Celebreremo un momento giubilare come catechisti della diocesi e riceveremo
il Mandato dal vescovo Beniamino, nella S. Messa di domenica 11 settembre alle ore 16 in Cattedrale.
Invito i preti a essere presenti ad alcuni momenti del Convegno, in modo particolare alla celebrazione del Mandato con il vescovo Beniamino,
per esprimere ai catechisti il loro sostegno e accompagnamento
al servizio nelle parrocchie e nelle unità pastorali.
Per iniziare le attività dell’anno catechistico con i bambini e con i ragazzi,
lo Strumentario, preparato con dedizione dalla nostra Milena Mendo che ringraziamo, può fornire idee e suggerimenti concreti.
Una scelta particolare che accompagna questo Speciale è il voler accompagnare l’anno catechistico, presentando le varie proposte formative.
La FORMA-AZIONE è un’azione che prende forma, un agire che si costruisce e una forma, un modo di vivere, uno stile che si traduce in forma concreta di agire. Per questo la formazione non è improvvisata e casuale. Essa
risponde a delle esigenze, accompagna diverse fasi e ritmi di cammino. Ecco
perché si è scelto di raccogliere i vari appuntamenti.
Non vogliamo lasciarli a tanti fogli distribuiti che è facile dimenticare, perdere o gettare. Raccogliendoli insieme ci permetterà di vedere a quali incontri
partecipare e cosa è possibile attivare nei Vicariati. I singoli dépliant si possono scaricare e fotocopiare dal sito (www.diocesi.vicenza.it).
Gli appuntamenti formativi si rivolgono a diverse esigenze:
 La formazione dei catechisti con molti percorsi diocesani o che è
possibile attivare in vicariato: Corso base, Scuola per i catechisti, Cantieri dell’Iniziazione cristiana, animatori dei catechisti e compagni di
viaggio dei genitori.
 La spiritualità dei catechisti con gli esercizi spirituali (3-4-5 marzo
2017) e il pellegrinaggio diocesano (12 marzo 2017 a Madonna dei Miracoli, Lonigo).
 Non mancano gli appuntamenti per l’ascolto e l’approfondimento della Parola di Dio con i centri di ascolto per l’Avvento e la Quaresima e
la Settimana biblica a Villa S. Carlo (4-7 luglio 2017).
 Catechesi e comunicazione, in collaborazione con il Centro culturale S. Paolo nei 4 martedì di ottobre 2016.
 Sono molte le proposte per l’iniziazione cristiana dei ragazzi. Una novità è il metterci in ascolto di alcune esperienze concrete di rinnovamento nella formazione dei catechisti e nei percorsi catecumenali, l’11 novembre a Laghetto (20.00-22.30).
 Sempre più decisiva è la formazione rivolta a coloro che accompagnano
le giovani famiglie che chiedono il Battesimo per i loro bambini: sia per
la preparazione che per il tempo che segue la celebrazione del sacramento della fede.
 Altri percorsi s’intrecciano con il Museo diocesano e il centro culturale
S. Paolo per ampliare le vie dell’annuncio con gli adulti e per allargare la nostra idea di annuncio e di catechesi.
Il desiderio che attraversa queste pagine di Speciale catechesi che vorrei
trasmettervi e condividere è renderci consapevoli dell’importanza della formazione per il nostro essere credenti discepoli di Gesù Cristo nella Chiesa e
del servizio che ci viene affidato verso gli adulti, le famiglie, i bambini e i ragazzi.
Buon cammino in questo nuovo anno, con l’augurio di camminare nella
fede.
d. Giovanni
ABBONAMENTO SPECIALE CATECHESI
I nostri strumenti di comunicazione - CATECHESI SPECIALE e NEWS CATECHESI - vengono inviati a molti catechisti e catechiste che negli ultimi anni si sono abbonati. Invitiamo a rinnovare l'abbonamento segnalando
il desiderio di continuare a ricevere via mail o via posta
le informazioni. Coloro che dal 2013 non hanno rinnovato l'abbonamento verranno eliminati dalla mailinglist, se non segnalano entro il mese di ottobre l'interesse a continuare a ricevere Speciale e News.
DETTO TRA NOI… di d. G. Casarotto
PRESENTAZIONE LOGO DELL’UFFICIO
Il logo prende ispirazione dal versetto dei discepoli di Emmaus:
"Non ardeva forse in noi il nostro cuore mentre egli
conversava con noi lungo la via, quando ci spiegava
le Scritture?".” (Lc 24,32)
LA FIAMMA
La Parola di Dio infiamma i nostri cuori di discepoli e li rende annunciatori del Vangelo che hanno
accolto come buona notizia e annuncio di speranza.
LA CROCE
La storia di salvezza che si realizza nella morte e
risurrezione di Gesù, ci fa entrare nella vita di Dio
e vivere come suoi discepoli. "Non c'è amore più
grande che dare la vita per coloro che si amano" (Gv 15,13).
“N
…”
-
…
?” (L 24,32)
LA COLOMBA
Lo Spirito è Paraclito, il Consolatore, il dono che
ci ricorda e attualizza la vita di Cristo; ci fa entrare nella verità tutta intera che è Gesù Cristo e ci
fa discepoli-missionari nella nostra vita nel mondo di oggi.
LA PAROLA DI DIO
Cristo è la Parola del Padre che si rivela a noi
nell’ascolto della Scrittura, nella Chiesa, nella vita del mondo.
40° CONVEGNO DIOCESANO DEI CATECHISTI
“La misericordia è di casa?”
Il vangelo in opera
Sede: Seminario Vescovile (VI)
B.go S. Lucia - VICENZA
09-10-11 Settembre 2016
VENERD˒ 9 SETTEMBRE 2016
Ore 8.45 - 12.00
Preghiera d’apertura
Introduzione e presentazione del Convegno
“CELEBRARE LA MISERICORDIA: LIBERARE LA VITA”
D. MARCO DI BENEDETTO (Treviso), liturgista e Cappellano del Carcere minorile di Treviso
Ore 13.45 - 14.30 Percorso vocazionale tra i luoghi del Seminario: proposte e finalità
Ore 15.00-18.00
“LO INSEGNERAI ANCHE AI TUOI FIGLI: DIVENTARE ANNUNCIATORI DI MISERICORDIA”
PROF. DANIELE GAROTA (Urbino), Biblista
Ore 20.30
“PROSSIMA FERMATA”, Musical realizzato dal gruppo “SPORCHI ET CENCIOSI” di Monticello Conte Otto
Seminario Vescovile – Sala Accademica
INVITO RIVOLTO A TUTTI… PARTECIPIAMO!!!
SABATO 10 SETTEMBRE 2016
Ore 8.45 - 12.00
Preghiera d’inizio
LA MISERICORDIA IN OPERA
Introduzione del prof. Daniele Garota, testimonianze e laboratori in collaborazione con
gli Uffici diocesani Missionario e Caritas.
* IL SABATO MATTINA SARˇ CONDIVISO CON IL CONVEGNO DIOCESANO MISSIONARIO ANNUALE
DOMENICA 11 SETTEMBRE 2016
Ore 15.00-15.45 in Cattedrale lettura del quadro sulle opere di misericordia
Ore 16.00 Celebrazione giubilare presieduta dal Vescovo Beniamino e Mandato
alle/ai catechiste/i.
IL CONVEGNO PROSEGUIRA’ CON I LABORATORI CATECHISTICI IN 6 ZONE PASTORALI
NB: IL VENERD˒ ˎ POSSIBILE PRANZARE IL SEMINARIO
DANDO L’ADESIONE LA MATTINA DEL CONVEGNO
SPECIALE 40° CONVEGNO DIOC. CATECHISTI…
Il programma
DIOCESI DI VICENZA
UFFICIO PER L’EVANGELIZZAZIONE E LA CATECHESI
SPECIALE 40° CONVEGNO DIOC. CATECHISTI…
Note organizzative
NOTE E INDICAZIONI PER UNA BUONA PARTECIPAZIONE
AL 40° CONVEGNO DIOCESANO DEI CATECHISTI
① SEDE DEL CONVEGNO
Il Convegno si svolgerà in Seminario Vescovile a Vicenza in Borgo S. Lucia 43. Per il parcheggio l’ingresso è da V.le Rodolfi, davanti all’Ospedale Civile S. Bortolo.
② NELLE GIORNATE DEL CONVEGNO
Collocate nei Chiostri del Seminario saranno a disposizione:
- La segreteria:
* per fornire ad ogni parrocchia la cartella con il materiale informativo per l’anno pastorale 2016- 2017
* per rinnovare gli abbonamenti a Speciale Catechesi e News Catechesi.
- La Libreria S. Paolo con le varie pubblicazioni catechistiche
- Le iniziative vocazionali del Seminario e del Gruppo Betania
- Gli incontri assembleari si terranno presso la Sala Accademica del Seminario
- C’è la possibilità, per chi rimane l’intera giornata del venerdì, di consumare il pranzo al sacco usufruendo dei locali messi a disposizione del Seminario oppure un primo piatto (prenotazioni in segreteria la
mattina del Convegno).
③ IL MUSICAL DI VENERDI’ SERA “PROSSIMA FERMATA”, realizzato dal gruppo “SPORCHI E
CENCIOSI” di Monticello Conte Otto, si terrà presso la Sala Accademica del Seminario Vescovile. Lo
spettacolo è rivolto a tutti, invitando amici e famiglie… Vi aspettiamo numerosi!
④ Nel Giubileo della Misericordia la celebrazione eucaristica assume un significato giubilare. Sarà
l’occasione per ringraziare il Signore per i 40 anni di incontro a settembre per il Convegno.
Tutti i preti sono invitati ad accompagnare i catechisti e a concelebrare con il Vescovo Beniamino.
(portare con sé camice e stola verde).
⑤ IL DOPO CONVEGNO
Il Convegno continuerà, come negli ultimi anni, nelle zone pastorali della diocesi con i laboratori catechistici.
Per informazioni ci si può rivolgere a Sr. Idelma Vescovi (0445/580659 – 349/0999357).
I laboratori si svolgeranno nelle seguenti zone:
CAMISANO (Opere Parr.li)
20.30
13/10/2016
Camisano, Riviera Berica, Fontaniva, Piazzola
SCHIO (Centro parr.le)
20.30
26/09/2016
Malo, Arsiero, Schio
LONIGO (Salone Centro Giovanile)
20.30
21/09/2016
Lonigo, Cologna, Montecchia, Noventa Vic., S. Bonifacio
BASSANO (Opere Parr.li di S. Croce)
20.30
29/09/2016
Bassano, Marostica, Rosà
TRISSINO (c/o la Chiesa di S. Pietro)
20.30
19/09/2016
Valdagno, Montecchio M., Val del
Chiampo
SANDRIGO (Patronato Arena –
Sala Gasparotto)
20.30
04/10/2016
Castelnovo, Dueville, Sandrigo
Primo incontro
(Può essere completato in due volte perché non bisogna trascurare il dialogo
con tu i fanciulli e un po’ di festa per concludere il primo incontro insieme). Noi, catechis , sappiamo quanto è importante l’accoglienza negli incontri
con bambini, fanciulli, ragazzi o adul . Accoglienza che si dimostra nella preparazione dell’ambiente, del materiale necessario da usare, nella puntualità
sia di inizio che di fine dell’incontro e sopra u o della nostra gioia di essere
con loro. Ogni catechista è felice di trovarsi con i fratelli piccoli o grandi per
condividere ciò che di prezioso ha scoperto e ene nel cuore.
Oggi incontriamo i fanciulli di 6 o 7 anni che per la prima volta si trovano insieme in parrocchia per iniziare una nuova avventura.
L’obie vo è conoscersi e decidere di stare bene insieme
Materiale u le per l’incontro:

L’elenco dei bambini

una cucitrice

tan bastoncini quan sono i fanciulli

tan cerchie in cartone gialli quan sono i fanciulli

tan petali uguali bianchi quan sono i bambini al quadrato (es. se i
bambini sono 8 i petali devono essere 64)

una base solida con uno strato di spugna verde dove piantare i fiori del
gruppo
Dialoghiamo con i fanciulli in modo che ognuno possa intervenire:

ognuno racconta qualcosa di sé dopo aver de o il proprio nome (che il
catechista già conosce)

Quale gioco piace fare in gruppo?

A chi piace cantare? (Si potrebbe già scegliere il gruppo che guida il canto)
STRUMENTARIO… di M. Mendo
STRUMENTARIO…
di M. Mendo

A chi piace disegnare? (Anche in questo caso scegliamo chi ci aiuterà
nel disegno).

A chi piace recitare? (idem) ecc.
Siamo proprio un bel gruppo e tu assieme faremo cose bellissime.
Cominciamo subito: ecco ad ognuno di voi un bastoncino con un bo one
giallo con il vostro nome; che cosa potrebbe essere? (una margherita).
È bello così? Manca qualcosa per essere completo? Che cosa? (i petali)
Quan ? (per noi il numero dei bambini)
(Dispensiamo i petali con i nomi dei compagni già scri e formiamo le
margherite che poi pianteremo nella spugna verde).
Ammiriamo l’aiuola di margherite, bella proprio come il nostro gruppo.
Ed ora facciamo festa
Materiale da preparare

Disegni che rappresentano Gesù nei vari momen della sua vita

Schede con la Pales na e il fiume Giordano

Un paio di auricolari

Un cartellone: CONOSCI GESÙ?

Due schede da completare.
Dialogo con i ragazzi
Me amo sul tavolo mol disegni che rappresentano Gesù nei vari momendella sua vita fra cui anche il Ba esimo al Giordano e diciamo ai fanciulli
di scegliere quello che preferiscono; poi iniziamo un dialogo dove ognuno
può raccontare quello che sa di Gesù.
STRUMENTARIO…
Secondo incontro
di M. Mendo
CONOSCIAMO GESÙ
STRUMENTARIO…
di M. Mendo
Poi mostriamo gli auricolari e chiediamo perché, secondo loro, li abbiamo
porta in questo incontro.
A) Che cosa servono gli auricolari? Per ascoltare con a enzione. Colleghiamoci con il prossimo passo che s amo per fare.
Raccon amo il vangelo Mc 1, 9‐15
Chiediamo ai fanciulli (uno per volta) di raccontarci con le loro parole il
fa o del Vangelo.
Poi consegniamo: scheda da fare insieme, con un semplice cruciverba per
memorizzare il Vangelo.







Dove abitava Gesù?
Chi ba ezzò Gesù?
Come si chiama il fiume dove Gesù fu ba ezzato?
Che cosa si vide nel cielo?
Di che cosa è simbolo la colomba?
Che cosa si sen dal cielo?
Di chi era quella voce?
STRUMENTARIO…
di M. Mendo
STRUMENTARIO…
di M. Mendo
7↓
3↓
D
2→
G
I
1↓
G
N
B
P
5→
S
6→
S
U
V
C
4→
7↓
3↓
D
2→ G
I
1↓
O
V
A
N
O
A
P
Z
A
A
D
R
R
E
E
T
G
N
I
B
A
T
T
I
S
T
A
I
T
O
S
V
O
C
E
L
O
M B
O
5→ S
P
I
R
A
N
T
O
D
6→ U
N
A
N
4→ C
O
A
B) Scheda del Segno della croce da collegare con il vangelo e questa
sarà la nostra preghiera.
STRUMENTARIO…
di M. Mendo
STRUMENTARIO…
di M. Mendo
Conosciamo il Patriarca Abramo
L’argomento è importante e va tra ato bene e con calma, probabilmente
ci vorranno più incontri con i ragazzi per esaurirlo.
In ques incontri ci proponiamo di apprendere gli a eggiamen di fiducia,
di amore e di obbedienza al Padre che i grandi personaggi della storia della salvezza hanno vissuto quo dianamente: Abramo, Mosè, Davide e, sopra u o Gesù, ci insegnano che Dio il Padre si prende cura di noi e ci salva; iniziamo con ABRAMO.
1. Lavoriamo con le immagini
Me amo sul tavolo i disegni che parlano di Abramo nei vari momen
della sua vita e chiediamo ai ragazzi se conoscono la straordinaria vita
di questo personaggio; poi iniziamo un dialogo dove ognuno può raccontare quello che sa di lui. Poi con l’aiuto delle immagini raccon amo
noi la vita di questo padre nella fede.
Il catechista racconta
Periodo in cui è vissuto: Abramo visse circa 1850 anni prima di Cristo.
Si racconta di lui nel libro: la vicenda di Abramo è narrata dal capitolo 12 al capitolo 25
del libro della Genesi.
Sintesi della vicenda di Abramo
Nel libro della Genesi, la storia di Abramo, viene narrata a par re dal capitolo 12. All’inizio viene descri a la chiamata da parte di Dio, il quale ordina ad Abràm (questo è il suo
nome all’inizio) di par re per una terra a lui sconosciuta, prome endogli una numerosa
discendenza (Gen 12, 1-3).
Abràm ubbidisce, lasciando la sua terra e suo padre per spostarsi verso il paese di Canaan portando con sé sua moglie Sarai, suo nipote Lot e tu o il suo bes ame ed i suoi
servi (Gen 12, 5).
Giun finalmente a Canaan, Dio rinnova la promessa ad Abràm (Gen 12, 7).
A causa di una cares a, Abràm è costre o a spostarsi in Egi o, qui, per more di essere
ucciso a causa dell’avvenenza di Sarai, …………………………………
Ritornato alla terra di Canaan, Abràm è costre o a separarsi dal nipote Lot, a causa della crescita delle tribù dei due, Lot andò a stabilirsi nella valle del Giordano, presso Sòdoma e Gomorra (Gen 13, 1-13), mentre ad Abràm viene riconfermata la promessa del Signore (Gen 13, 14-18).
STRUMENTARIO…
di M. Mendo
STRUMENTARIO…
di M. Mendo
Abràm, a questo punto, si rese conto di avere avuto enormi grazie dal Signore, ma,
purtroppo, non aveva figli, tanto che un suo servo sarebbe divenuto l’erede di tu i
suoi averi. Dio, allora, fa con Abràm un’alleanza nella quale prome e di dare ad
Abràm una discendenza numerosa come le stelle del cielo (Gen 15, 1-17).
Sarai, la moglie di Abràm. Era però sterile, quindi consiglia al marito di unirsi con una
schiava, Agar, in modo da poter avere figli da lei. Abràm fece così, e da Agar nacque
Ismaele (Gen 16, 1-16). All’età di novantanove anni, dopo una vita vissuta nell’obbedienza e nella fedeltà al Signore, Abràm ha una visione. Dio rinnova ancora una volta
l’alleanza, prome e ad Abràm una discendenza molto numerosa, tanto che muta il
suo nome in Abramo (Abraham) che significa “padre di una mol tudine”... L’alleanza ha un’altra conseguenza, quella di un figlio nato da Sarai, alla quale il Signore muta il nome in Sara, il figlio tanto a eso sarà chiamato Isacco. Abramo fece come gli
aveva ordinato il Signore (Gen 17, 1-27).
La Parola racconta
Leggiamo questo passo della Genesi a due voci
Genesi 12,1‐9
1 Il Signore disse ad Abram:
«Và ene dal tuo paese, dalla tua patria
e dalla casa di tuo padre,
verso il paese che io indicherò.
2 Farò di te un grande popolo
e benedirò,
renderò grande il tuo nome
e diventerai una benedizione.
3 Benedirò coloro che benediranno
e coloro che malediranno maledirò
e in te si diranno benede e
tu e le famiglie della terra».
4 Allora Abram par , come gli aveva ordinato il Signore, e con lui par Lot. Abram
aveva se antacinque anni quando lasciò Carran.
5 Abram dunque prese la moglie Sarai, e Lot, figlio di suo fratello, e tu i beni che
avevano acquista in Carran e tu e le persone che lì si erano procurate e si incamminarono verso il paese di Canaan. Arrivarono al paese di Canaan
6 e Abram a raversò il paese fino alla località di Sichem, presso la Quercia di More.
Nel paese si trovavano allora i Cananei.
7 Il Signore apparve ad Abram e gli disse: «Alla tua discendenza io darò questo paese». Allora Abram costruì in quel posto un altare al Signore che gli era apparso.
8 Di là passò sulle montagne a oriente di Betel e piantò la tenda, avendo Betel ad
occidente e Ai ad oriente. Lì costruì un altare al Signore e invocò il nome del Signore.
9 Poi Abram levò la tenda per accamparsi nel Negheb.
STRUMENTARIO…
Cruciverba
1) Chi è Abramo?
2) Di che cosa viveva?
3) Chi lo chiamò un giorno?
4) E che cosa gli fece? Una …….
5) Che cosa Dio gli promise?
5a) un …..
5b) un …..
6) Come si comportò Abramo?
7) Come si chiama la moglie di Abramo?
8) Come si chiama il figlio di Abramo?
9) Quan figli ebbe Isacco?
10) Come si chiamano i figli di Isacco?
10a) …..
10b) ……
11) Come vengono chiama Abramo, Isacco, Giacobbe?
12) Dio quando prome e com’è?
13) Chi ci ha chiamato all’esistenza?
14) Chi è nato dalla discendenza di Abramo?
di M. Mendo
GIOCHIAMO PER MEMORIZZARE
STRUMENTARIO…
di M. Mendo
QUESTIONARIO (so olinea la risposta esa a)
1. Abramo era:
Un pastore
Un agricoltore
Un commerciante
4. Abramo:
Vuole un po’ di tempo per pensarci
Fa ciò che il Signore gli domanda
Si scusa e rifiuta
2. Dio gli chiede di:
Costruirgli un altare
Acquistare più terre
Abbandonare il suo paese
5. Dio stabilisce con lui:
Un’alleanza
Un contra o di lavoro
Un accordo di affari
3. Egli viveva nella ci à di:
Nazaret
Gerusalemme
Ur
6. Dio gli prome e:
Tan soldi
Un figlio
Tanto bes ame
PER INTERIORIZZARE IL MESSAGGIO
Perché Abramo parte? Perché la storia di Abramo interessa anche noi? Questo episodio è avvenuto duemila anni prima della nascita di Gesù. Qua romila anni
fa. Abramo è un uomo come tante persone del suo tempo: un pastore nomade che si
sposta con il gregge alla ricerca di fer li pascoli e acqua per gli animali. Abramo ha un
sogno: avere figli che con nuassero la sua discendenza. Per un uomo del suo tempo
avere una discendenza era la fortuna più grande. Si affida a Dio e un po’ alla volta scopre che anche Dio ha questo proge o sulla sua vita. All’inizio, probabilmente, non capisce bene cosa Dio vuole da lui, ma Abramo si fida, perché sa che Dio man ene le promesse e si me e a disposizione: qualunque cosa Dio gli chiede, lui è disposto a farlo.
Dio fa una promessa ad Abramo: una terra e una discendenza, proprio quello che Abramo
desiderava. Abramo infa ha molte greggi e servitori ma vive da nomade e gli manca una
terra sua; Abramo ha mol beni ma non ha figli. Dio conosce il cuore di Abramo e Abramo
sente che Dio lo ama e per fede accoglie la sua parola iniziando il suo viaggio, Abramo è
un segno per tu , anche per noi. Dio ci ha chiama , ci ha scel e vuole iniziare con noi una
storia stupenda. Ci chiama a par re, a iniziare un viaggio seguendo la sua parola. La promessa di Dio per noi è una vita piena e felice. Dice Gesù: «lo sono venuto perché abbiano
la vita e l'abbiano in abbondanza».
PREGHIAMO O CANTIAMO (Esci dalla tua terra)
Rit. Esci dalla tua terra e va’ dove mostrerò
Esci dalla tua terra e va’ dove mostrerò
Abramo non par re, non andare, - non lasciare la tua terra, cosa speri di trovar?
La strada è sempre quella, ma la gente - è differente, è nemica, dove speri d'arrivar?
Quello che lasci, tu lo conosci, - il tuo Signore cosa dà?
- Un popolo, la terra e la promessa - Parola di Jahvè.
………………..
CON-DIVIDIAMO
IL CAMMINO
DELLA CATECHESI
VENERDI’ 11 NOVEMBRE 2016
In ascolto di esperienze presenti nella nostra diocesi, faremo tesoro dei passi di rinnovamento nella
formazione dei catechisti e dell’avvio di itinerari ad ispirazione catecumenale.
Esperienze impossibili? No, tentativi concreti presenti in diocesi.
Semplici racconti? Ascolteremo i bisogni, le motivazioni, le sinergie attivate e le indicazioni utili.
DIOCESI DI VICENZA
UFFICIO PER L’EVANGELIZZAZIONE E LA CATE-
A te,
catechista, parroco, vicario parrocchiale, religiosa,
religioso, diacono permanente.
… per ascoltare e accogliere alcuni passi di rinnova-
Richieste forma ve dei vicaria
Istruzioni per l’uso … per una presenza forma va decentrata Nel prossimo anno pastorale 2016-2017 è stato proposto di decentrare gli incontri forma vi per
poter raggiungere un maggior numero di persone e per rispondere alle esigenze concrete.
Alcune inizia ve che è possibile decentrare sono:
- COPPIE ANIMATRICI PRE E POST BATTESIMO
- “DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE … Camminare insieme nella fede”.
‐ CORSO BASE PER CATECHISTI
- SCUOLA PER CATECHISTI + CANTIERI
- LABORATORI PER ACCOMPAGNATORI DEI GENITORI E COORDINATORI DEI CATECHISTI: coinvolgimento genitori e coordinatori catechis : indica vamente tre incontri.
Potrebbe essere l’occasione per lavorare in sinergia tra vicaria vicini, per offrire proposte diversificate ai catechis . Per garan re un servizio migliore, per non sovrapporre inizia ve e disperdere
forze vi proponiamo alcuni passi da seguire per a vare proposte e percorsi nei vicaria .
-P
'
è necessario rivolgersi all'Ufficio dioc. per l’evangelizzazione e la catechesi (Paola 0444/226571, dal lunedì al venerdì ore 9.00-12.00 e 14.00-16.00). Per i corsi a va si
chiede che siano i vicaria a provvedere al rimborso/contributo spese per i relatori. Se servono
maggiori indicazioni, rivolgersi all’Ufficio.
COME PROCEDERE?
Dopo aver valutato in vicariato quali corsi richiedere, ci si rivolge all’Ufficio dioc. per l’evangeliz‐
zazione e la catechesi (0444/226571); Paola vi darà informazioni sui percorsi forma vi già a va in zona in modo che sia possibile non creare doppioni e sovrapposizioni a poca distanza, sul
rimborso relatori, numeri dei responsabili e altro. Da questa telefonata sarà più chiaro in quale
periodo è possibile prevedere il percorso forma vo.
La scelta delle date avviene dire amente con le persone che guideranno la formazione.
PROPOSTE FORMATIVE ANNO 2016/2017...
CON‐DIVIDIAMO IL CAMMINO DELLA CATECHESI
Nella catechesi nessuno sembra avere soluzioni vincenti. Ogni parrocchia e ogni gruppo di catechisti cerca di fare del
proprio meglio per coinvolgere, incontrare, annunciare ed accompagnare i bambini, i ragazzi e le famiglie nel cammino di fede. Ci diamo appuntamento a Laghetto VENERDÌ 11 NOVEMBRE per ascoltare l’esperienza di una parrocchia,
un’unità pastorale, un vicariato che hanno mosso alcuni passi verso il rinnovamento della formazione dei catechisti e
l’avvio di itinerari ad ispirazione catecumenale. Non vogliamo fermarci al “sentire cosa fanno altri”, ma esplicitare la
motivazione che ha fatto nascere il bisogno di rinnovamento.
L’incontro inizia alle ore 20.00 con un momento di preghiera a cui seguirà l’ascolto di esperienze dirette di alcuni
tentativi di rinnovamento; una pausa con un momento di ristoro e un confronto in gruppo e in assemblea per raccogliere alcuni punti fermi dall’ascolto.
20
D˒˘ˌˎ˜˒ ˍ˒ V˒ˌˎ˗ˣˊ
Uˏˏ˒ˌ˒˘ ˙ˎ˛ ˕’E˟ˊ˗ːˎ˕˒ˣˣˊˣ˒˘˗ˎ ˎ ˕ˊ Cˊ˝ˎˌˑˎ˜˒
[DAL]LA PAROLA
ALL’ADULTO
INCONTRI BIBLICO-FORMATIVI
PER ANIMATORI DEI CENTRI DI ASCOLTO
E DEI GRUPPI BIBLICI
DATE:
SABATO 5‐12 NOVEMBRE 2016 ‐ Avvento
SABATO 21 GENNAIO ‐ 4 FEBBRAIO 2017 ‐ Quaresima
ORARIO:
ore 15,30-18,30
SEDE:
Villa San Carlo – Costabissara (Vicenza)
PROGRAMMA DELL’INCONTRO
ore 15,30 - 16,00 Accoglienza e preghiera iniziale
ore 16,00 - 17,00 Relazione biblica
ore 17,00 - 17,30 Pausa
ore 17,30 - 18,30 Indicazioni metodologiche
DESTINATARI

Quan animano i Centri di Ascolto della Parola di Dio (CAP) in parrocchia o i gruppi biblici

Coordinatore/i dei CAP in Parrocchia

Quan seguono la catechesi dei Giovani/Adul

Giovani e Adul interessa a pregare con la Parola di Dio
COORDINATORI DELL’INIZIATIVA
Prof. Davide Viadarin; prof.ssa Annalinda Zigio o; don Giovanni Casaro o (Dire ore dell’Ufficio dioc. per
l’Evangelizzazione e la Catechesi).
PER PARTECIPARE
Si invita, per ques oni organizza ve, a segnalare la propria presenza alla Segreteria dell’Ufficio entro Mer‐
coledì
26
O obre
2016,
telefonando
(0444/226571)
o
inviando
una
e-mail
([email protected] olica.it). Sarà chiesto un piccolo contributo spese per il materiale e l’u lizzo
delle stru ure.
PRESENTAZIONE E SENSO DELLA PROPOSTA
La proposta si rivolge sia a coloro che sono interessa ad approfondire la Parola di Dio, sia a quan hanno
già partecipato ai preceden corsi di formazione biblica presso Villa San Carlo e/o a coloro che svolgono e
seguono la catechesi degli adul presso le rispe ve parrocchie. Si intende approfondire la ques one del
metodo e la ges one dei CAP.
Verranno prepara due fascicoli (uno per l’Avvento e uno per la Quaresima) in cui verranno approfondi i
vangeli della domenica, accompagna da approfondimen biblici-esistenziali.
21
22
VA CONSEGNATA O INVIATA ALLA
SEGRETERIA DELL’UFFICIO DIOCESANO
PER L’EVANGELIZZAZIONE E LA CATECHESI — P.ZZA DUOMO 2 — 36100 VICENZA

|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
Quattro incontri da poter attivare in vicariato o in zone per dare alcuni strumenti
nell'educazione della fede e per il cammino
di fede di nonni e adulti. Potrebbe essere
1) I nonni e le nuove generazioni
2) Educare alla fede: per una “Chiesa in
uscita”
3) Narratori della Parola;
4) I gesti della fede: perché la vita diventi
Vangelo!
“DI GENERAZIONE IN GENERAZIONE …”,
CAMMINARE INSIEME NELLA FEDE
PROPOSTE PER I VICARIATI
Il Corso diocesano di catechesi per “Nonne /i Maestri di Vita e di Fede” entra nel suo decimo anno di nascita. Non ci fermiamo a celebrare una ricorrenza, ma vogliamo iniziare insieme un nuovo iter con entusiasmo e
con il desiderio di espletare al meglio la missione di
“catechisti occasionali” nei confronti delle nuove generazioni.
Nell’Anno giubilare della Misericordia sentiamo particolarmente viva la riconoscenza verso il Signore Gesù
che ci permette di continuare ad approfondire le ragioni
della nostra fede cristiana per poi “raccontare” ai nipoti la
storia sacra che continuamente egli scrive per noi e con
noi, mosso da un amore che non conosce limiti di spazio
e di tempo.
Sarà ancora il tema della Misericordia ad accompagnarci nei primi incontri; il cammino successivo ci vedrà
impegnati nello studio dell’esortazione apostolica “Amoris
Lætitia”, che papa Francesco ci dona come importante e
urgente risposta alle problematica della famiglia di oggi.
Ci auguriamo tutti che la frequenza continui ad essere numerosa e di qualità alta come lo è stata per il passato, perché gli “evangelizzatori in Spirito”, come auspica
il santo Padre, si lascino condurre dall’amore per il Signore Gesù e il bene più vero di ogni uomo, specie se giovane o ancora bambino, perché il Vangelo della gioia
PRESENTAZIONE
CHESI
CORSO DI CATECHESI
10° ANNO
MAESTRI DI VITA
NONNE E NONNI,
DIOCESI DI VICENZA
UFFICIO
PER L’EVANGELIZZAZIONE E LA CATE-
23
24
GLI OBIETTIVI DEL CORSO
 Riscoprire le ragioni della fede
 Indicare strategie e modalità della catechesi
occasionale con i nipoti
 Continuare l’approfondimento del giubileo
della Misericordia e presentare l’enciclica
del Papa “Amoris Lætitia”.
I TEMI DEL DECIMO ANNO
LA MISERICORDIA E LA FAMIGLIA SECONDO
PAPA FRANCESCO
IL PROGRAMMA DEL CORSO
Il corso si sviluppa in cinque moduli, ognuno
dei quali si articola in 5 incontri:
I MODULO: La Misericordia secondo papa Francesco
 MISERICORDIAE VULTUS n.1-8; 9-16; 17-25
(Suor Maria Zaffonato) 4-11 ottobre 2016
(Prof. Giancarlo Dalla Valle) 18 ottobre 2016
● LA STORIA DELLE INDULGENZE
(Don Gino Bassan) 25 ottobre 2016
 LUTERO E LA RIFORMA
(don Gino Bassan) 8 novembre 2016
II MODULO: “Misericordiae Vultus”
 GIUBILEO IN CATTEDRALE
(mons. Gino Bassan) 15 novembre 2016
 ARTE E STORIA IN TERRA SANTA
(don Raimondo Sinibaldi) 22 - 29 novembre 2016
 LA MISERICORDIA DEL NATALE DI GESU’
(Don Giovanni Costantini) 6 dicembre 2016
 LA MISERICORDIA NELL’ARTE
(dott.ssa Manuela Mantiero) 13 dicembre 2016
III MODULO: La Chiesa e la famiglia secondo papa
Francesco
 AMORIS LÆTITIA n. 1-2-3
(prof.ssa Annalisa Iannacci) 17-24 gennaio 2017
IV° MODULO: La Chiesa e la famiglia secondo papa
Francesco
 AMORIS LÆTITIA n. 4
(Mons. F. Sottoriva) 21 febbraio 2017
 LA SACRA SINDONE
(Mons. Giandomenico Tamiozzo) 7 marzo 2017
 AMORIS LÆTITIA n. 5
(Prof. Giancarlo Dalla Valle) 14-21 marzo 2017
 LA FAMIGLIA NELL’ARTE SACRA
(Dott. Manuela Mantiero) 28 marzo 2017
V MODULO: La Chiesa e la famiglia secondo papa
Francesco
 AMORIS LÆTITIA n. 6-7
(Don Giovanni Casarotto) 4-11 aprile 2017
 AMORIS LÆTITIA n. 8-9
(Sr. Maria Zaffonato) 18 aprile - 2 maggio 2017
 VERIFICA DEL CORSO PENSANDO AL FUTURO
(Sr. Maria Zaffonato) 9 maggio 2017
I DESTINATARI
Le nonne e i nonni, gli zii e le zie, gli anziani del
Centro Storico di Vicenza e delle parrocchie della
città.
NOTE ORGANIZZATIVE

 IL GIORNO DELL’INCONTRO
Il martedì dalle ore 9.15 alle ore 10.30.
LA SEDE DEGLI INCONTRI
Sala Riunioni della Casa Canonica della Cattedrale
- Piazza Duomo, 7 - Vicenza

 LE DUE PARTI DEL CORSO
Il corso si articola in due parti (20 incontri): la
prima dal 4 ottobre al 13 dicembre 2016; la seconda dal 17 gennaio al 9 maggio 2017.

 LA SEGRETERIA
Ufficio diocesano per l’Evangelizzazione e la Catechesi – P.zza Duomo 2 – Vicenza – Tf.
0444/226571
e-mail: [email protected]
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|
|

SCHEDA D’ISCRIZIONE
AL CORSO DIOCESANO PER NONNE/I
Il/la sottoscritto/a (Cognome e Nome in stampato):
a:
___________________
il
_______________________________________
______
nato/a
_________________
Indirizzo (via-piazza-numero):
_______________________________________
cell.
c i t t à
_______________________________________
_ _ _ _ _ _ _ _
____________
C a p .
_______________
____________________________
Tel.
_______________________
SABATO 13 MAGGIO 2017
PELLEGRINAGGIO
SANTURARIO MARIANO
AD UN
25
26
27
28
29
30
31
32
33
LE PROPOSTE VOCAZIONALI DEL SEMINARIO 2016-2017
ANDATE!
Gesù chiama e invia
«Siate coraggiosi e fieri di andare controcorrente»
(papa Francesco)
Una breve premessa
La Parola di Gesù è sempre una Parola che affascina, che appassiona, che scalda il cuore… una parola tutta da scoprire,
da amare… e da seguire!
Anche oggi Gesù fa udire la sua voce, e ci invita a seguirne le orme e ad imitarne l’esempio.
In questi ultimi anni si è lavorato tanto, nel tentativo di offrire a ragazze e ragazzi della nostra diocesi dei percorsi che
potessero accompagnare ciascuno a:
scoprire e conoscere chi è Gesù;
condividere una domenica al mese di gioco, attività, riflessione… con altri amici/e;
conoscere e incontrare altri coetanei dalle varie parti della nostra diocesi;
incontrare dei seminaristi durante la settimana in Seminario, al pomeriggio, con il proprio gruppo di catechesi
(incontro-visita-testimonianza);
vivere nella propria parrocchia, con il gruppo di catechesi, un incontro-testimonianza con la presenza dei seminaristi e dei loro genitori;
ri-scoprire in modo nuovo il significato e il ruolo del Seminario all’interno della nostra Chiesa locale;
Il volto del Seminario per via di queste belle e grandi trasformazioni è cambiato molto in questi ultimi anni e tenta di
leggere l’oggi della nostra Chiesa, delle nostre Comunità cristiane, delle nostre famiglie in prospettiva vocazionale:
cambiano i tempi e i modi, ma la voce di Gesù chiama e invia anche oggi.
Di seguito, lasciamo nel dettaglio qualche indicazione che crediamo preziosa, sui percorsi vocazionali che il Seminario
offre e realizza ogni anno:
1. GIORNATE ZONALI/VICARIALI DEL MINISTRANTE
VICARIATO O ZONA CHE
OSPITA L’ATTIVITÀ
ORARI ATTIVITÀ
Domenica 2 ottobre
Noventa Vic.na
a Sossano
Riv. Berica – Vic. Urbano
a Campedello
9.00 Attività
11.00 S. Messa
9.15 Attività
11.30 S. Messa
Domenica 16 ottobre
Bassano – Rosà
a S. Croce di Bassano
9.15 Attività
11.30 S. Messa
Sabato 22 ottobre
Marostica
a Breganze
17.00 Attività
19.00 S. Messa
Domenica 23 ottobre 2016
Montecchio – Valdagno
a Trissino
San Bonifacio
a San Bonifacio
Val del Chiampo
a Ognissanti di Arzignano
9.00 Sotto la chiesa
11.00 S. Messa
9.15 Centro parrocchiale
11.30 S. Messa
Orari da definire
Domenica 30 ottobre 2016
Arsiero-Schio
a Magrè
Cologna-Lonigo
a Gambellara
Montecchia
a Castello di S. Giovanni Ilarione
8.45 A S. Benedetto
10.30 S. Messa
(chiesa di San Benedetto, Viale Roma, 11)
9.00 Attività
11.00 S. Messa
9.30 Accoglienza
10.00 S. Messa
11.00 Teatro parrocchiale
34
Domenica 6 novembre 2016
Camisano-Fontaniva-Piazzola
a S. Maria di Camisano
Castelnovo-Malo
a Malo
Dueville-Sandrigo
a Povolaro
8.45 Centro parrocchiale
10.30 S. Messa
Orari da definire
8.45 Attività
10.30 S. Messa
2. CHIAMATI PER NOME E GRUPPO BETANIA:
Sono due percorsi, uno al maschile e uno al femminile, che aiutano i ragazzi/e a crescere nell’amicizia
con Gesù e tra di loro in una domenica al mese di attività, giochi, riflessioni, film…
Vi lasciamo le prime due date di invito… a presto!
3. 4 SALTI IN… SEMINARIO
Il Seminario è anche un luogo da scoprire e da conoscere! Visitandolo, infatti, si può fare un cammino alla scoperta di quella realtà grande e misteriosa che Dio dona a tutti: la Vocazione.
Inoltre i ragazzi avranno l’occasione di conoscere e incontrare alcuni amici seminaristi che porteranno la loro testimonianza in un percorso tra gli ambienti del Seminario.
Destinatari: gruppi di catechesi di 4ª-5ª elem. e medie, ACR, scout, gruppi ministranti…
Quando: i pomeriggi dal lunedì al venerdì (fino al 10 maggio)
4. CAMMINO VOCAZIONALE DAVIDE
In questi ultimi anni la proposta del Seminario è cambiata radicalmente per un ragazzo che desidera entrare alle
medie. Da due anni è nato il Cammino Vocazionale Davide. Che cos’è? È presto detto. Questa proposta è rivolta ai
ragazzi delle medie ed essa non prevede più la permanenza in Seminario per tutta la settimana, bensì un percorso
fatto di “momenti”:

un anno per conoscere il Seminario è quanto mai utile per ragazzi e famiglie e a tutti sono proposti i Chiamati per Nome (vedi sopra lo schema). Al termine di questo percorso c’è un bel momento di condivisione
con le famiglie rispetto a quanto vissuto e alle tappe che si aprono davanti;

quindi si inizia con un campo estivo in montagna;

prosegue con una “tre giorni” in Seminario prima dell’inizio della scuola;

continua con un fine settimana al mese (un sabato pomeriggio-domenica) in Seminario;

all’interno del ponte di Carnevale si vive la bella esperienza degli Esercizi Spirituali sulla figura di un Santo.
PER SAPERNE DI PIÙ:
visita il Sito: www.seminariovicenza.org
oppure telefona al: 0444/501177
35
36

Documenti analoghi