Parigi, Chartres

Commenti

Transcript

Parigi, Chartres
La poesia dei fiori al
FESTIVAL DE CHAUMONT
(Il Festival dei Giardini)
e
Visita ai Castelli della Loira
viaggio in aereo e pullman
dal 28 agosto al 1 settembre 2013
1. giorno
mercoledì 28/8
PARTENZA DALL’ITALIA – PARIGI – BLOIS
Ritrovo dei partecipanti all’aeroporto in tempo utile per la partenza del volo Air France per Parigi:
da Venezia partenza alle ore 9.55 e arrivo alle ore 11.45
da Milano/Linate partenza alle ore 10.10 e arrivo alle ore 11.40
da Roma/Fiumicino partenza alle ore 10.20 e arrivo alle ore 12.30
Trasferimento in ristorante vicino all’aeroporto per il pranzo.
Partenza con il pullman verso la regione dei Castelli della Loira.
La Valle della Loira è una delle zone più belle ed affascinanti di tutta la Francia. Le torrette dei castelli medievali
si innalzano oltre le fronde ombrose della foresta in cui, un tempo, i sovrani francesi si dedicavano alla caccia al
cinghiale, là le chiare acque di un ampio fiume si aprono per lambire le terre ricoperte da vegetazione e ovunque
i vigneti e i campi coltivati si stendono tra corsi d’acqua e pendii, sotto un ampio cielo azzurro disseminato di
morbide nuvole bianche.
La Loira, capricciosa, scorre all’interno della Regione ora facendo sfoggio di un insolente potenza, ora scorrendo
con maestosa indolenza, in balia delle sabbie dorate, in un luccichio scintillante, sotto la pura luce di un cielo
delicatamente turchino, e crea una graziosa unità del paesaggio.
La Valle della Loira conserva prestigiose dimore che serbano il ricordo del soggiorno dei re, dei baroni e dei loro
cortigiani, tanto che è diventata “il Paese dei Castelli della Loira”.
Arrivo a Blois, visita della città.
Blois è una bella cittadina medioevale che fu anticamente sede dei potentissimi conti di Blois iniziatori della
dinastia capetingia.
Anche se nelle immediate vicinanze della città si trovano Chambord e Cheverny, due dei castelli più importanti di
tutta la valle della Loira, la storia della città è direttamente coincidente con quella del maestoso Chateaux du
Blois che è stato teatro di alcuni sanguinosi intrighi. Fra questi particolare risalto ebbe l'assassinio del Duca di
Guisa da parte di Enrico III per l'efferatezza del delitto. Infatti con la scusa di discutere sugli affari di Stato, lo
fece accoltellare da 15 soldati nei corridoi della Salle du Conseil.
Visita dall’esterno del Castello di Blois.
Sulla riva destra del fiume si stende la magnifica città regale di Blois, antico soggiorno dei Re di Francia nel XVI
secolo, che dipana il suo centro storico attorno allo splendido castello, uno dei capolavori del rinascimento
francese. Ed è un centro storico intatto, dai vecchi quartieri dei mercanti con le case con l’armatura di legno a
vista e l’abbazia benedettina di Saint Nicolas.
Il castello presenta la somma delle varie fasi evolutive attraverso cui è passata l’architettura francese nel corso di
quattro secoli.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.
2. giorno
giovedì 29/8
BLOIS – FESTIVAL DI CHAUMONT – BLOIS
Dopo la prima colazione e partenza per il castello di Chaumont.
Giornata a disposizione.
Ogni anno a Chaumont-sur-Loire è protagonista il verde più poetico d'Europa. Questa tenuta situata a sud di
Parigi, tra le città di Tours e di Blois, con il suo castello e il suo incredibile parco, è infatti famosa dal 1992 per il
Festival des Jardins, importante panoramica della creazione paesaggista nel mondo. Da quell’anno il parco del
castello di Chaumont sur Loire, diviso in 26 appezzamenti di circa 240 metri quadrati ognuno, accoglie da aprile
a ottobre altrettante creazioni di giardinaggio contemporaneo. 26 giardini differenti, affidati alle cure di
progettisti di tutto il mondo che hanno superato le rigide selezioni per partecipare alla competizione finale: i
migliori disegnatori di spazi verdi del pianeta si sfidano nel creare l’area verde più stupefacente e divertente,
mettendo in campo un'autentica miriade di idee. Si tratta di “contesti vegetali” particolari e unici, dato che durano
soltanto un’estate e poi vengono smantellati per lasciare spazio a quelli dell’edizione successiva. Miniera di
ispirazione e di talenti, il Festival è un appuntamento imperdibile per sperimentare dialoghi sempre nuovi con la
natura, nonché un momento internazionale per approfondire la ricerca, l'innovazione scientifica e artistica,
incoraggiando il rispetto per l'ambiente. Una visita intrigante alla scoperta delle ultime tendenze in fatto non solo
di giardinaggio, ma soprattutto del nostro rapporto con gli spazi verdi.
Pranzo libero.
Nel pomeriggio rientro a Blois, cena e pernottamento in albergo.
3. giorno
venerdì 30/8
BLOIS – VILLANDRY – AZAY – CHENONCEAUX – BLOIS
Prima colazione e proseguimento della visita nella regione della Loira.
Visita al castello di Villandry.
Il castello è celebre per i suoi bellissimi giardini all’italiana: tre piani di ampie terrazze sovrapposte comprendono
un lago, siepi e cespugli potati secondo schemi ben precisi, un grande giardino di erbe aromatiche e
medicamentose, e, fatto insolito, un ampio giardino-cucina del XIV secolo la cui impostazione è data da un
insieme di frutti e verdure di colori vivaci, ordinatamente disposti.
Quello di Villandry fu l’ultimo grande castello del Rinascimento, costruito nella regione. Diversamente da altri
castelli della zona è sempre stato una proprietà privata e proprio l’interesse dei proprietari ha contribuito a
conferirgli un maggiore tocco di eleganza. Il chateau, attraente e di modeste dimensioni, dotato di un fossato e
di un elegante cortile è in stile puramente francese, ma i giardini, che manifestano influenze sia francesi sia
italiane, sono sempre stati l’elemento più famoso.
Proseguimento per il castello di Langeais e ammirarne dall’esterno il suo fascino.
Visita all’interno del castello.
La struttura di questo castello è unica nel suo genere. L’edificio, cui si accede tramite un ponte levatoio tra due
solide torri, assomiglia ad un’imponente fortezza medievale. Venne infatti costruito per difesa da eventuali
attacchi dei Bretoni che da Nantes avrebbero potuto risalire la valle della Loira.
Pranzo in ristorante.
Proseguimento per Chenonceaux e visita del castello.
In posizione superba, a cavallo del fiume Cher e con vista su ricchi giardini e sul fiume, si staglia Chenonceaux,
forse il castello più fotografato della regione. Magnifici parchi e giardini lo circondano e molto affascinante è la
vista del ponte levatoio che permette l’ingresso al castello oltre un fossato. All’interno sono davvero meravigliose
la piccola biblioteca e le cucine del piano inferiore, un vero labirinto di stanze disposte a livello dell’acqua, sui
moli del fossato, e sopra le cucine la bellissima galleria che attraversa il fiume.
Rientro a Blois, cena e pernottamento in albergo.
4. giorno
sabato 31/8
BLOIS – CHAMBORD – CHARTRES – PARIGI
Dopo la prima colazione partenza Chambord.
Questo castello è il più grande fra i castelli della Valle della Loira e tra i più spettacolari. Per raggiungerlo si
passa attraverso la muraglia più lunga di Francia e ci si trova poi in un’immensa riserva nazionale di caccia che
circonda il castello. Fu Francesco I a far costruire nel XVI secolo questa stravagante tenuta di caccia di 440
stanze; il Rinascimento ispirò poi la creazione della fantastica terrazza che si apre in cima al castello, una vera
foresta di guglie, frontoni, torrette e comignoli decorati con ardesia nera.
Continuazione per Chartres e pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio visita alla Cattedrale di Notre Dame.
La cattedrale è un capolavoro dell’architettura gotica francese. Si vivrà un particolare momento di spiritualità per
mezzo dell’osservazione e studio delle vetrate colorate, considerate tra le più belle del mondo, che illustrano
episodi biblici, scene della vita di Cristo e della sua passione.
Proseguimento per Parigi.
Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.
5. giorno
domenica 1/9
PARIGI – PARTENZA PER L’ITALIA
Prima colazione e visita della città, che si sviluppa lungo il fiume Senna.
Gli onori, la Senna li ha acquisiti nel Seicento quando l’arte le arrise benevola. Grazie alla orchestrazione
magnifica del Re Sole, al virtuosismo degli architetti ed alla creatività dei giardinieri, il fiume si apprestò a
smettere la veste sordida e decadente che lo aveva contraddistinto fino ad allora. I grandi alleati del
rinnovamento urbano furono i giochi di prospettiva, la diffusione dell’eleganza, il desiderio del sovrano di fare
degli argini il riflesso del proprio potere: il Louvre, l’Orsay, l’Institut de France, le Tuileries, la Tour Eiffel, il
Trocadero, la Grande Bibliotheque, trentasei ponti, tre secoli di storia testimoniano gli ambiziosi progetti di
quanti hanno vegliato sulla Francia, e consentito di fare della Senna uno dei complessi protetti indicati
dall’UNESCO. Scivolare da una sponda all’altra, passare il confine naturale che separa due universi della Rive
Gauche, rifugio privilegiato del mondo della cultura, e della Rive Droite, centro del potere e regno degli affari, è
l’unico modo per capire fino a che punto la Senna simboleggi l’anima della capitale e quanto i parigini vivano in
simbiosi con essa.
Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio trasferimento all’aeroporto in tempo utile per la partenza del volo Air France:
per Venezia alle ore 18.00 e arrivo alle ore 19.40
per Milano/Linate alle ore 18.15 e arrivo alle ore 19.45
per Roma/Fiumicino alle ore 19.35 e arrivo alle ore 21.40
Fine del viaggio.
Quota individuale di partecipazione (minimo 35 persone)
Supplemento camera singola
Tassa d’iscrizione
Euro
Euro
Euro
880,00
240,00
35,00
La quota di partecipazione comprende:







viaggio aereo dai vari aeroporti per Parigi e ritorno con voli di linea Air France ed il trasporto di Kg
20 di bagaglio più un bagaglio a mano di dimensioni ridotte;
sistemazione in camera a due letti con servizi privati in alberghi tre stelle;
pullman e guida parlante italiano per tutta la durata del viaggio in Francia;
tutti i pasti tranne il pranzo del secondo giorno;
entrata al castello di Chaumont per il Festival e la visita al parco;
auricolari per la visita alla cattedrale di Chartres;
polizza assicurativa, Global Assistance, medico-bagaglio e annullamento viaggio.
La quota di partecipazione non comprende:



le tasse aeroportuali, da riconfermare all’emissione dei biglietti (circa Euro 138,00);
gli ingressi ai castelli di Villandry, Langeais, Chenonceaux e Chambord per un totale di Euro 33,00 a
persona;
le bevande durante i pasti;



le mance;
gli extra di carattere personale;
tutto quanto non espressamente menzionato nel programma.
TERMINE ISCRIZIONI 15 LUGLIO
organizzazione tecnica CIVATURS ROMA Via Nizza, 152 00198 ROMA
Tel 06 8840504 Fax 06 64220524 [email protected] www.stellaerrante.it
All’atto dell’iscrizione il partecipante prenderà visione e sottoscriverà le Condizioni generali di contratto di vendita e di pacchetti turistici facenti parte del programma.