6 ottobre 2012

Commenti

Transcript

6 ottobre 2012
www.logosnews.it
Numero 16 - Anno 6 - Sabato 6 ottobre 2012
Aut. Trib. MI nr. 310 del 14/05/07 - Iscrizione ROC nr. 16160 - Distribuzione gratuita
Direttore responsabile: Vittorio Gualdoni / Redazione: via Garibaldi, 5 - 20012 Cuggiono (Mi) - Telefono/Fax 02.97.24.94.26 email: [email protected]
LE TUE NOTIZIE QUOTIDIANE, GRATUITE, LE TROVI SOLO SU WWW.LOGOSNEWS.IT
“Quando curi una malattia
puoi vincere o perdere.
Quando ti prendi cura
di una persona
vinci... sempre”
Patch Adams
UP COMMUNICATION
EXPRESSION & VALUE
Numero Verde
800.13.28.97
www.logosnews.it
ATTUALITA’
sabato 6 ottobre 2012
3
Patch Adams: “L’amore è cura in azione”
L’incontro con il celebre medico clown e le sue battaglie per la salute
di Letizia Gualdoni
A
lto più di 2 metri, capelli lunghi striati di
blu e vestiti colorati.
Così abbiamo incontrato Hunter Doherty, il vero
Patch Adams. Reso celebre nel
1998 dall’omonima pellicola
hollywoodiana, le sue idee e il
suo messaggio si sono diffusi
rapidamente in tutto il mondo,
ispirando infinite associazioni
di volontariato. Il padre fondatore della clownterapia, l’ideatore della medicina olistica, si è
presentato a Bergamo lo scorso
weekend, nell’evento ‘BergAmore’, organizzato dall’associazione Duturclaun e dai dottor clown della Croce Rossa:
“Io sono un clown che è anche
un medico, non un medico che
è anche un clown”. Ha raccontato la sua storia straordinaria,
dalla profonda crisi giovanile,
fino alla scoperta di un amore
immenso, incondizionato, che
permeava la sua vita e la vita
in generale, e la successiva gra-
titudine. Iniziò
ad amare la
vita, e con essa
la gente. Capì
l’importanza
della cura e
dell’attenzione nell’aiutare chi soffre e
sviluppò una
strategia, quella del sorriso, del gioco,
della spensieratezza, la terapia più efficace per iniziare un processo
di guarigione, confermata da
alcune ricerche che hanno rilevato una diminuzione della
degenza ospedaliera del 50% e
una riduzione dell’uso di anestetici attorno al 20%. La sua
concezione stravolse alcuni dei
concetti cardine della medicina occidentale moderna, come
nella brevità di soli 7 minuti
da dedicare al paziente, in contrasto con il suo modo di approfondire la conoscenza della
persona dedicandole “almeno quattro ore”
o valorizzando
il ruolo del medico di famiglia
che si reca in
casa dei malati. Tale pensiero lo ha reso
un personaggio
rivoluzionario e scomodo
perchè opposto
alle cure tradizionali. Aprì
una clinica, con la quale grazie
ad un gruppo di volontari riuscì
in 10 anni ad aiutare gratuitamente ben 15 mila malati. Fondò il Gesundheit! Institute, una
struttura sanitaria alternativa,
dove vengono applicate le sue
idee: l’umorismo e il divertimento sono ingredienti essenziali per la guarigione fisica e
mentale. “Per noi guarire non
è solo prescrivere medicine e
terapie, ma lavorare insieme
in uno spirito di gioia e coope-
su www.logosnews.it
- Foto e video della testimonianza di Patch Adams
razione. La salute si basa sulla felicità – dall’abbracciarsi
e fare il pagliaccio al trovare
la gioia nella famiglia e negli
amici, la soddisfazione nel lavoro e l’estasi nella natura e
nelle arti”. Medico statunitense, attivista sociale, scrittore,
usa il travestimento da clown,
munito di naso rosso, come
uno stratagemma per rapportarsi con la gente. Ha raccontato
dell’abbraccio più lungo, dato
ad un paziente e durato ben
12 ore, della sua disperazione
quando visita i campi profughi
o le aree sconvolte da calamità naturali. Ha descritto commosso la sua impotenza quando
alcuni bimbi gli sono morti di
fame tra le braccia e del suo
sogno di un mondo senza guerre, senza ingiustizie, senza violenza. Ed infine ha mostrato un
video dove lui e una signora
cantano e ridono in una casa
poverissima. La donna era una
malata terminale con dolori
acutissimi, ma le attenzioni di
Patch sembravano aver il potere di distrarla dalla sofferenza
e di aiutarla a gioire della vita
ancora di gusto.
A Cavezzo, comune della bassa modenese, prossimo all’epicentro, il terremoto di fine maggio e inizio giugno scorsi ha provocato i danni più
gravi. Numerose sono infatti le costruzioni lesionate e parzialmente crollate. Per questo l’Associazione di Novara ‘Il Pianeta dei Clown’ aveva
organizzato per raccogliere fondi una camminata non competitiva per la città di Novara, il 9 settembre scorso. I 453 euro raccolti verranno
devoluti, oltre ad un ulteriore cifra donata dall’Associazione, al Comune di Cavezzo. Una trentina di clown con naso rosso, colori ed allegria si
recheranno proprio oggi in visita al paese ferito, in particolare alla scuola primaria, per portare speranza, sorrisi e sostegno concreto.
www.logosnews.it
INCHIESTA
sabato 6 ottobre 2012
5
Pronto Soccorso: i dubbi della gente
‘Unione Padana’ raccoglie le firme e i cittadini mantengono forti perplessità
di Alessandra Caccia
E
ormai passata qualche
settimana dalla chiusura del Pronto soccorso dell’Ospedale
di Cuggiono in orario notturno, ma la tematica non smette
di far parlare la gente e di far
preoccupare molti: siamo andati, allora, al mercato cittadino per sapere cosa ne pensano
cuggionesi e non. E le opinioni
non potevano essere più discordanti: “Il Pronto soccorso è un
servizio che non può non esserci in paese – spiega Anna - Mio
marito è stato salvato proprio
di notte”. E rincarano la dose
le cuggionesi Angela e Laura:
“Se nella struttura il Pronto
Soccorso è presente, non capiamo perché non debba essere utilizzato. Gli ospedali di
Magenta e Legnano, in caso di
urgenza, non sono poi così vicini… E sono sempre affollati,
si rischia di aspettare delle ore
prima di ottenere delle cure”.
Di tutt’altro parere è la giovanissima Margherita: “Piuttosto
che lasciare un servizio scadente è stato meglio chiuderlo.
Se si andava di notte si veniva
rimandati al giorno dopo, come
è successo a me per una frattura, oppure si veniva trasferiti
in altre strutture. E’ un disagio
in meno anche per chi ci lavora
qui a Cuggiono, che deve organizzare e mettere in atto i trasferimenti dei pazienti”. “Ma è
comunque un servizio in meno,
utile in caso di emergenze serie” ribatte invece Daniele. Ma
anche Rossella e Ivano sono
d’accordo: “Tenerlo aperto di
notte era una spesa inutile, i pazienti erano pochi. Piuttosto bisognerebbe rafforzare la struttura cuggionese, garantendo la
presenza di più specialisti di
turno per evitare diagnosi sbagliate, come è capitato a noi”.
Anche Cristina, di Inveruno,
minimizza: “È inevitabile che
la cosa crei disagio alla popolazione, ma è sopportabile. In
caso di emergenza telefonerei
al 118”. Ma altri, come Daniele, proprio non ci stanno: “Io
credo sia un problema per tutto
il circondario questa chiusura.
Cuggiono era un ambiente piccolo, familiare, non si facevano
code”. E come Tiziano: “Hanno appena restaurato l’edificio,
hanno speso dei soldi, ma non
hanno potenziato con materiali
e tecnologie che servirebbero
e poi lo chiudono di notte: è
uno spreco!”. Intanto, ai gazebi
dell’Unione Padana hanno raccolto circa 400 firme contro la
chiusura serale.
6
MAGENTA
sabato 6 ottobre 2012
L’Imu, si fanno i conti
Nessuna variazione
dell’aliquota base per
l’abitazione principale,
sensibile riduzione per gli
alloggi di edilizia popolare,
contenuta la variazione
in aumento per le unità
immobiliari destinate
ad attività produttive,
artigianali e commerciali:
queste le decisioni
dell’Amministrazione
comunale. “La nostra
priorità – spiega il sindaco
Marco Invernizzi – è quella
di tutelare le fasce più
deboli, non penalizzare chi
ha lavorato una vita per
acquistare la prima casa
e salvaguardare il mondo
agricolo. Abbiamo seguito la
strada dell’equità, chiedendo
uno sforzo maggiore a chi
ha di più. Non si possono
chiedere sacrifici ai cittadini,
se prima non si è percorsa in
modo rigoroso la via di una
efficace razionalizzazione
delle risorse. Per questo
la manovra IMU sarà
accompagnata da un
significativo taglio alla spesa
che si aggirerà intorno agli
800 mila euro”.
DALLA PRO LOCO...
Adesso ti racconto un romanzo
di Alessandra Caccia
T
orna anche quest’anno in città l’appuntamento per eccellenza
con la narrativa e la
letteratura d’autore: si tratta
della rassegna ‘Ti racconto un
libro’, che per questa edizione
sarà dedicata a ‘I colori dei romanzi. Giallo, rosa, nero e…’.
La manifestazione consiste in
quattro incontri, con la novità
di uno spettacolo ospite che
costituisce un quinto imperdibile appuntamento, spettacoli
in cui si andrà alla scoperta di
un classico della letteratura di
tutti i tempi, raccontato ad alta
voce. La rassegna, organizzata
come di consueto al Cinema
Teatro Nuovo di Magenta, con
la collaborazione delle librerie
cittadine ‘Il Segnalibro’ e ‘La
Memoria del Mondo’ e da ‘Il
Gabbiano’ di Abbiategrasso,
con il patrocinio del comune, si
terrà nei mesi di ottobre e novembre. Si comincia mercoledì
10 e venerdì 12 ottobre con il
T
orna anche quest’anno, la divertente
biciclettata tra diversi comuni
contro la povertà e la
fame. ‘Vuoi la pace?
Pedala!’, è una manifestazione a sostegno
del diritto al cibo e a
ciascun popolo nel scegliere le
proprie politiche di produzio-
ne, vendita e consumo... in due
parole: sovranità alimentare.
E’ questo ciò che si legge nel
blog dedicato a un movimento puramente salutare per chi
lo pratica e lo riceve.
Così, domenica 14
ottobre, con partenza
alle 8 da piazza Litta
Modignani, partirà la
5^ edizione di ‘Vuoi
la pace? Pedala!’ con
arrivo in piazza Duomo a Milano. Che
aspetti? Raggiungi anche tu il
gruppo con la tua bici.
Alla scoperta del vino
D
al 12 ottobre, 3
incontri sulla raffinatezza del vino.
Dalle 20.30, nella
sede della Pro Loco, si comincerà con ‘L’Abruzzo e il Molise: dal mare alla montagna’.
Venerdì 19, nella sede di ‘Ossonainsieme’ in piazza Aldo
Moro, spazio alla Lombardia
noir di Scerbanenco ‘I milanesi
ammazzano il sabato’, raccontato da Ariel con introduzione
di Emanuele Torreggiani; il
24 e il 26 è la volta del grande capolavoro di Proust ‘Alla
ricerca del tempo perduto’,
raccontato dagli Ammazzacaffè con introduzione di Sergio
Chiodini. Serate dedicate al
romanzo rosa, invece, quelle
di mercoledì 7 e venerdì 9 novembre, con ‘Madame Bovary’
di Flaubert raccontato da Schedia Teatro e dalla professoressa
Lucia Grittini, per chiudere poi
con il giallo di Agatha Christie
con ‘Poirot a Styles Court’ il 21
e 23 novembre, con la partecipazione di Crocevia dei Viandanti e Fabrizio Tassi. Chiude
la rassegna lo spettacolo ospite
su ‘Novecento’ di Alessandro
Baricco, raccontato da Eugenio Allegri martedì 27 e mercoledì 28 novembre. Tutti gli
incontri si terranno presso il
teatro magentino dalle 21.15,
con ingresso singolo a 3 euro
e abbonamento ai quattro spettacoli a 12 euro. Al termine di
ogni narrazione, un dolcetto e
un goccetto ispirati all’opera.
Insomma, un ottimo modo di
scoprire i grandi classici della
letteratura di tutti i tempi.
OSSONA
‘Vuoi la pace?... Pedala!’
Forza, tutti in bicicletta
di Viviana Fornaro
www.logosnews.it
con ‘Terra antica e moderna’.
Infine, venerdì 26, sempre da
‘Ossonainsieme’, ‘La tenacia
di un popolo’. Il corso si terrà
con un numero massimo di 50
iscritti. Il costo è di 35 euro per
i soci Pro Loco e Ossonainsieme e di 45 per i non soci. Per
info: 334/2426716 (Pro Loco) e
02/90380450 (Ossonainsieme).
www.logosnews.it
La lettura che passione
C’è la ‘Festa del Libro’
D
omenica 21 ottobre, presso la sede
municipale di Villa Litta Modignani
si inaugura la ‘Festa
del libro’. In collaborazione con la libreria ‘Il Segnalibro’
di Magenta, si partirà
alle 14.30. Gli alunni
della scuola dell’Infanzia e delle classi
prima e seconda della
Primaria di Ossona,
esporranno i loro disegni. Alle 15, ci sarà animazione per tutti i presenti. Mentre, poco più tardi, alle 16.30,
la bio – merenda dei bambini
e alle 17.30 ecco la premiazione delle loro illustrazioni, degli elaborati delle terze, quarte
e quinte della scuola Primaria
e delle classi della
Secondaria di primo
grado. Un concorso
accattivante, è quello... ‘Chi porta il libro
più grande... vince’.
In conclusione, tutti
gli aderenti riceveranno un simpatico e
utile omaggio. In caso
di maltempo, l’iniziativa avrà luogo presso la sede
della Pro Loco ‘Morus Nigra’
di via Roma. Ragazzi, genitori
e nonni, son tutti invitati!
I prossimi eventi...
Domenica 7 ottobre, gli associati della Pro Loco
‘Morus Nigra’ e del Gruppo Missionario ‘Meki’,
pranzeranno insieme. Il ricavato del ritrovo delle
due realtà associative ossonesi sarà interamente
devoluto al Progetto Acqua. Per ora, il presidente di ‘Meki’, Enrico Vismara, non svelerà nulla in
merito, “se non una volta terminata la giornata solidale”. La solidarietà è ‘di casa’ ad Ossona.
MAGENTINO
www.logosnews.it
sabato 6 ottobre 2012
7
Associazioni ‘in vetrina’
Si fa festa... insieme
di Viviana Fornaro
U
n giorno di festa,
quello di domenica, rivolto a tutte le associazioni
magentine. Presidenti, coordinatori, responsabili e volon-
tari, è stato un vero e proprio
susseguirsi di iniziative ed appuntamenti che hanno saputo
richiamare l’attenzione di molti cittadini di Magenta e non
solo. Erano, insomma, tutte lì,
in piazza, le realtà associative
locali, qualcuna, ormai, storica
e diventata, negli anni, un vero
e proprio punto di
riferimento per la
città ed il territorio,
qualcun’altra nata da poco,
ma che, già, sta
riscuotendo ottimi e significativi
risultati. Ognuna
con una sua storia,
ognuna sorta per
motivi e, soprattutto, con obiettivi differenti, tutte, però, che,
quotidianamente, hanno deciso
di dedicare il loro tempo agli
altri. Con attività, eventi, aiuti
concreti a chi, purtroppo, soffre
o si trova a vivere situazioni di
disagio e difficoltà, oppure per
qualche serata in compagnia,
tra musica, divertimento e animazione: il palcoscenico, l’altro giorno,
è stato interamente
per loro: le associazioni magentine o, come molti
le hanno definite,
le “nostre associazioni”. Gruppi che
Alunni all’educazione stradale
di Mara Bizzoco
L
educazione
stradale
torna in... classe. E
lo fa fin dalle scuole
Elementari. Certamente un progetto ed un’iniziativa
importante, nonché l’ennesimo
tassello di vicinanza dell’Amministrazione comunale di
Mesero al territorio ed ai suoi
ragazzi e studenti. Suddiviso
in due livelli, l’attività vedrà,
un primo ciclo (dedicato alle
prime due classi) di proposte
ludico - informative, durante
il quale saranno affrontate le tematiche della sicurezza
stradale, in particolar modo volte ad
insegnare il corretto
comportamento del
pedone ed i principali cartelli (il tutto
attraverso
lezioni
teoriche, oltre ad
un questionario che
i bimbi svolgeranno a casa insieme ai genitori). Quindi, il
secondo step: qui l’attenzione
sarà rivolta al giusto comportamento da tenere quando si è
in sella alla propria bicicletta,
sui mezzi pubblici,
ma anche l’utilizzo
dei percorsi protetti. E, alla fine, delle lezioni, ecco una
vera e propria uscita
in bici con tanto di
‘patente del ciclista’. Quest’anno tale
progetto, dopo la
sperimentazione, è
ufficialmente entrato
nel Piano dell’Offerta Formativa. La novità è la proposta
dall’Amministrazione comunale di attuarla anche con la
scuola dell’infanzia ‘Don Giuseppe Airaghi’.
sono cresciuti nel tempo oppure che lo stanno facendo attimo
dopo attimo, manifestazione
dopo manifestazione, sono loro
il cuore pulsante di Magenta,
capaci, ogni volta, di richiamare gente dalla zona ed anche
dalle vicine province e regioni.
La festa può cominciare.
Oratorio in festa!
La festa dell’Oratorio di
Mesero inizia domenica 7
ottobre alle ore 9 con una
biciclettata aperta a tutti
i ragazzi fino a Boffalora,
per dare il benvenuto a don
Riccardo Dell’Acqua. Per i
genitori dalla 3 elementare
alla 1 media è previsto un
incontro alle ore 10 in Sala
della Comunità. Dopo il pranzo
tutti insieme, pomeriggio
di giochi, fino alla merenda
delle 16. Alle 17 la S.Messa.
Seguiranno gare di go kart e
gare canore, nell’attesa della
conclusione della festa, quando
verranno lasciate libere nel
cielo un centinaio di lanterne
luminose volanti.
8
sabato 6 ottobre 2012
INVERUNO
www.logosnews.it
Nuovo spazio ‘Frimar’ “No alla nuova strada”
G
rande
successo
all’inaugurazione
del nuovo Show
Room di Frimar
Serramenti (in collaborazione
con Oknoplast finestre in pvc),
una realtà di Ossona in grande
espansione nonostante il periodo di crisi economica. Il nuovo
spazio espositivo di 90mq. è
stato aperto ufficialmente sabato 22 settembre alle 16.30
presso Amendola Fiera Milano
City viale Ezio 5, con la partecipazione speciale della modella Nina Senicar, del presidente
di Confindustria dell’Alto Milanese Gianni Mainini, oltre ai
direttori delle più importanti
riviste di settore quali ‘Cose di
casa’ e ‘Casa Facile’ ed a più
di 300 persone intervenute per
l’occasione. L’evento è terminato con il taglio della torta e
l’estrazione tra i partecipanti
di 2 biglietti per la tribuna vip
di San Siro per assistere alla
partita di campionato tra Inter
e Fiorentina. “Non possiamo
che ritenerci fieri e soddisfatti per come si è svolta l’intera giornata, ringraziamo tutti i
partecipanti, chi ci ha sostenuto ed aiutato alla realizzazione
di questo importante progetto”
dichiara orgoglioso il titolare.
Per informazioni consultate il
sito www.frimar.it.
Premi agli ‘Avisini’ durante la festa sociale
Oggi ricorre l’annuale festa sociale dell’Avis di Inveruno. Un momento per fare il punto della situazione, ringraziare quanto fatto
dai soci e stilare un programma di quanto ancora c’è da fare per
gli altri. La festa comincia con la Santa Messa alle 17.30 presso
la Chiesa Parrocchiale, seguita dal rinfresco e dalla premiazione
degli avisini benemeriti presso il ristorante ‘Circolo nazionale San
Martino’ in Via Fiori. Al termine, la cena del donatore con la
partecipazione di tutti gli iscritti e i simpatizzanti del gruppo. Per
maggiori informazioni e per divenire donatori, potete mandare una
mail a [email protected] oppure potete consultare il sito
www.avisinveruno.org.
di Francesca Favotto
A
d oggi non abbiamo
ancora avuto una risposta!”. Dal tono
della sua voce, fermo
e deciso, si capisce che Cono
Caliò non si rassegna. In qualità di presidente del
Comitato Corridoio
Verde e per il bene
del villaggio in cui
risiede - il Villaggio Pegaso, ovvero
il piccolo sobborgo residenziale a
nord di Inveruno
- e dell’ambiente
non può e non vuole
fermarsi e pretende delucidazioni dal comune. Tutto parte
dai piani presentati dall’Amministrazione nel Pgt, in cui si
prevede la costruzione di una
‘tangenzialina’ che andrebbe a
tagliare le campagne a nord del
paese, collegando Corso Italia
con via Di Vittorio. “Non siamo rimasti certo a guardare:
abbiamo costituito immediatamente questo comitato”. Realizzare qui tale opera, significherebbe rovinare quanto c’è,
ma non solo: essa porterebbe a
creare ulteriore traffico e inquinamento ed al deprezzamento
degli immobili. “Il progetto era
stato proposto già qualche anno
fa, quando, però, la Boffalora
– Malpensa non esisteva ancora. Ad oggi, non c’è bisogno di
un’ulteriore strada percorribile
anche dai mezzi pesanti, visto
che gli accessi alla
zona
industriale
esistono già. E poi
a che serve rendere
edificabili queste
zone
attualmente
destinate all’agricoltura, quando a
Inveruno esistono
centinaia di appartamenti invenduti?”.
Il Comitato aveva tempo di
presentare le proprie osservazioni e obiezioni entro il 16
luglio, cosa che ha fatto, raccogliendo una settantina di testimonianze e contro proponendo
progetti di recupero e valorizzazione dell’area (un’isola
verde con piste ciclabili e pedonali, nell’ottica di un ‘anello
ciclo-pedonale’). “Per legge,
avevano tempo 60 giorni per
rispondere alla nostra missiva,
ma ad oggi non abbiamo ancora
ricevuto nessun riscontro”.
Psicomotricità anche per genitori e familiari
La psicomotricità è un’attività che si sta diffondendo in molteplici
ambiti, da quello istituzionale a quello privato, da quello infantile
alla senilità, dalla prevenzione all’aiuto in caso di difficoltà.
Essendo un metodo poliedrico pochi conoscono effettivamente di
cosa si tratta e cosa offre. Lo psicomotricista, infatti, si occupa
della globalità dell’individuo in rapporto al contesto in cui è
inserito. Gli aspetti corporeo, cognitivo, emotivo e relazionale
vengono accolti e riconosciuti nella loro reciprocità, naturalezza
ed interezza, ed il percorso sostiene la maturazione armonica
di ogni dinamica emersa. L’intervento necessariamente prevede
ed include momenti dedicati anche ai familiari (genitori, nonni,
fratelli, ecc...), individuali e/o comuni, nonché occasioni di
incontro con eventuali operatori (insegnanti, terapisti): il
confronto garantisce un intervento mirato, approfondito e
continuamente aggiustato. La possibilità di poter attuare un
Percorso Psicomotorio presso una struttura dedicata all’infanzia
offre innanzitutto la presenza di questa pratica sul territorio
e, inoltre, consente l’accessibilità ad un servizio altrimenti
prettamente specialistico. La proposta nasce soprattutto dalle
crescenti attenzione e sensibilità rivolte alle tematiche dello
sviluppo e dell’evoluzione nel Benessere e vuole essere un punto
d’appoggio, sporadico o cadenzato, nelle situazioni di necessità
ed incertezza. Dal mese di ottobre dunque si potrà usufruire di
svariate tipologie di consulenze (ritmi
del sonno, alimentazione, scuola, regole,
dinamiche familiari, coordinazioni,
linguaggio). La prenotazione si raccoglie
presso il Micronido ‘Il Nido Celeste’ in via
Trento ad Inveruno (numero di telefono
392/2719152, mail - [email protected]
it). I siti visitabili sono www.giocoEvita.
it e www.ilnidoceleste.byethost32.com. E’
attivo anche il profilo facebook.
CASTANO PRIMO
www.logosnews.it
sabato 6 ottobre 2012
9
Lavori in Corso Martiri
disagi e difficoltà
per commercianti e residenti
saggio e, di conseguenza, meno
lavoro: puntano le attenzioni
proprio su questi fattori anche
dalla cartolibreria – edicola.
e opinioni sono diffe“C’è stato un calo nell’attirenti, tutti, però, semvità – dicono – I cantieri e la
brano essere concordi
chiusura della via ci hanno paquando si parla del diralizzato”. “Le difficoltà sono
sagio. Da una parte, i cantieri
differenti – conclude il titolare
veri e propri, dall’altra, invece,
di una pasticceria – Se si tiene
la viabilità: chi più e chi meno,
conto che Corso Martiri Patrioi commercianti di Corso Marti è una strada di collegamento
tiri Patrioti ne hanno risentito,
con il centro città. Ormai da
eccome. Ma anche quanti vivopiù di 2 mesi è chiusa, ci sono
no su quella strada, per molti di
le deviazioni, ma il passaggio
loro la situazione, da più di due
è praticamente quasi nullo. Io
mesi, è diventata difficoltosa.
come altri commercianti di
Ancora qualche settimana di
questa situazione ne ho riseninterventi, si parla delle metà
tito parecchio, anche perché bidi ottobre (il 21, sulla carta,
sogna tenere conto che il grosso
forse un po’ di giorni in più): i
del mio lavoro è da fuori Castalavori di rifacimento della conno (attorno ad un 80%). Qualdotta dell’acqua potabile, quinche cliente parcheggia l’auto
di la sistemazione della paviè arriva ugualmente, molti,
mentazione stradale, intanto,
però, con la via bloccata non
gli esercizi commerciali e gli
si fermano più”. L’ASSESSOabitanti della via cercano “di
RE AI LAVORI PUBBLICI,
tirare avanti come possono”.
CAMILLO CANZIANI: “Sia“E’ innegabile come ci sia, purmo consapevoli dei disagi che
troppo, un disagio – commenta
stanno vivendo chi ha un’attiil titolare di un bar – Sopratvità commerciale o quanti ritutto si percepisce dal fatto che
siedono in quella zona – ribadiil lavoro è diminuito. Nel mio
sce Canziani – Ma, purtroppo,
caso, ad esempio, in modo parsi trattava di un intervento neticolare per ciò che concerne la
cessario. Come Amministraziovendita delle sigarette (circa un
ne, comunque, ci siamo, fin da
40% in meno)”. “Le difficoltà
subito, mossi con azioni mirate
ci sono, come succede ogni
e specifiche per cercare di crevolta che vengono fatti degli
are il minor danno possibile e,
interventi – continuano da una
quotidianamente, insieme alla
macelleria – Si tratta, comunPolizia locale stiamo monitoque, di un’opera di cui vi era
rando la situazione, affinché i
la necessità, adesso aspettiamo
tempi stabiliti siano rispettati”.
che sia conclusa”. Meno passu www.logosnews.it/castano
- Progetto ‘Case Sicure’ - I nostri giochi, aiutiamo altri bimbi
di Alessio Belleri
L
Lucia
Piazza San Giorgio
20012 CUGGIONO (MI)
ACCONCIATURE PER SIGNORA
02 97240358
la nostra missione
è prenderci cura delle persone, attraverso
l’utilizzo di prodotti cosmetici bio-etico
compatibili, formulati con sostanze
botaniche e aromi puri di piante e fiori.
Un tavolo istituzionale
“Parliamo delle scuole”
L
a condivisione di scelte e idee: il primo
passo sarà questo. E
da qui razionalizzare
quelli che sono gli spazi scolastici, che è il fine ultimo. Un
vero e proprio tavolo istituzionale per le scuole, o per dirla in
maniera più semplice,
i capigruppo di maggioranza e minoranza,
gli assessori alla Pubblica Istruzione ed ai
Lavori Pubblici e, infine, i tecnici comunali insieme per confrontarsi e ragionare,
appunto, sul presente,
ma, soprattutto, sul futuro degli istituti cittadini. “E’ fondamentale unire le singole idee
per costruire qualcosa di positivo e duraturo – commenta
l’assessore Maurizio Del Curto
– Così si è pensato ad un tavolo istituzionale, dove ciascuno avrà la possibilità e l’opportunità di portare eventuali
progetti o scelte che verranno,
successivamente, discusse e
analizzate”. Si partirà, come
detto, dalla condivisione e, poi,
si entrerà nel merito di una razionalizzazione degli attuali
spazi a disposizione. L’intenzione, già varie volte ribadita,
sarebbe di portare da
tre a due i plessi scolastici esistenti, spostando i ragazzi delle
Medie che, adesso,
utilizzano la struttura di via Moroni, nei
locali di via Acerbi
– Sant’Antonio, dove
ci sono le Elementari.
Tempi e modalità, ovviamente,
è presto per dirli anche perché
serviranno diversi incontri per
meglio valutare la situazione.
Ciò che è certo è che se il progetto dovesse andare ‘in porto’
ci sarebbero, sicuramente, significativi vantaggi, sia in termini di organizzazione dell’attività, sia per i costi.
Stella Azzurra: tutti a canestro per l’Open day
Tutti a... canestro: una giornata di festa con la Pallacanestro
Stella Azzurra. Nella
palestra di via Giolitti,
domenica scorsa,
amichevoli, giochi, poi il
pranzo insieme e prove
gratuite per le Elementari
(sarà possibile provare
gratuitamente fino al 14
ottobre sempre presso la
www.logosnews.it
ARCONATE / BUSCATE
10 sabato 6 ottobre 2012
La ‘Sagra d’Autunno’ L’assessore Parotti lascia l’incarico al bilancio
di Monica Cucchetti
D
opo un’estate calda e animata, ricca
di concerti, spettacoli e manifestazioni, lo sguardo degli abitanti
di Arconate è ora proiettato alla
tradizionale Sagra d’Autunno,
che quest’anno si terrà domenica 14 ottobre e sarà seguita,
il giorno immediatamente successivo, dalla, ormai consueta,
Fiera di Santa Teresa. La Sagra
2012 già promette bene, viste
le svariate attività che si susseguiranno nel corso dell’intera
giornata: ci si potrà immergere
nel mercatino dell’artigianato e
dell’antiquariato, mentre il pomeriggio spazio allo spettacolo
del gruppo folkloristico Mottarone. Insieme, gli stand delle associazioni, tra cui anche
quello di Regione Lombardia,
dove gli addetti spiegheranno
come funziona la tessera sanitaria e illustreranno i vantaggi
che il possedimento della suddetta tessera comporta. Come
se non bastasse, ogni paese che
si rispetti ha il suo dolce caratteristico: quello di Arconate
si chiama ‘carsenza’ che non
sarà, però, l’unica pietanza che
risveglierà i palati dei presenti:
dalle 17, infatti, vari “chef” si
sfideranno nella preparazione
del ‘risotto di Arconate’.
Le dimissioni sono arrivate prima che terminasse il Consiglio
comunale. L’assessore Giuseppe Parotti ha annunciato, infatti,
la decisione di lasciare il suo incarico, per motivi personali. Ora
resta da capire se la delega al Bilancio, fino ad oggi rivestita,
appunto, dallo stesso Parotti,
verrà assegnata ad un consigliere
oppure se rimarrà in carica al
sindaco, senatore Mario Mantovani.
“Pinuccio - ha detto il primo
cittadino arconatese - è stato,
per undici anni, un collaboratore
leale, che dimostrando grande
competenza e professionalità. Un
punto di riferimento importante per
il nostro paese e per il comune”.
La prima pietra per la Casa Famiglia Anziani
L’appuntamento è per la prossima domenica 21 ottobre, alle
16.30. Questa la data scelta per la posa della prima pietra della
nuova Casa Famiglia per anziani, struttura attesa da anni, che
prevederà disponibili all’incirca 70 posti, compreso un nucleo
alzheimer per 20 ospiti che soffrono della patologia invalidante
in crescita nel nostro Paese. La struttura
vedrà, inoltre, la realizzazione di 30 posti
per il centro diurno e 15 mini alloggi
per pensionati autosufficienti. Si sta
ipotizzando, infine, la creazione di un
parco nell’antistante area ex Bocca. Ma,
tornando alla cerimonia di domenica 21
ottobre: sarà presente anche il cardinale
Monsignor Francesco Coccopalmerio,
Ministro dello Stato Vaticano.
www.logosnews.it
I tuoi paesi, le tue notizie
La festa del ‘Sasen’
Primo weekend di ottobre,
tempo di Sasen a Buscate:
la tradizionale festa, giunta
quest’anno alla sua 12^
edizione, arriva con le
sue numerose iniziative
a riscaldare l’atmosfera
autunnale. Per tutta la
giornata di domenica 7 ottobre
vi saranno mille cose da
vedere e da fare: durante tutta
la giornata da non perdere
il mercatino degli hobbysti
lungo le vie principali, la fiera
delle merci e i Madonnari di
Bergamo, che abbelliranno
la Via Roma con le loro
opere d’arte su strada. A
mezzogiorno, pranzo in Piazza
San Mauro a base di stufato
d’asino e dalle 14.30 in Via
Dante, appuntamento per i più
piccoli con i giochi per tutti
e la Zumba fitness, a cura di
Acquavillage. Non mancate!
“Basta con gli episodi vandalici!”
di Francesca Favotto
B
asta, non se ne può
più!”. Lo ha ribadito
più volte Don Giuseppe, sia dal pulpito
durante la Messa che a noi durante l’intervista: è stufo degli
atti di vandalismo ai danni della chiesa parrocchiale e della
Piazza San Mauro. “È dall’estate scorsa che succedono
questi fatti davvero sgradevoli:
a parte gli schiamazzi notturni, abbiamo provato a trovare
sporcizia di ogni genere nelle
fioriere sul sagrato o lasciata
per terra, quando i cestini appositi si trovano
a pochi metri. Ma non
solo: ci hanno anche
imbrattato i muri con
turpiloqui
irripetibili.
Purtroppo non abbiamo
ancora colto i colpevoli in flagrante”. Dall’estate scorsa, in cui fu
più volte preso di mira
anche il cimitero cittadino, a quest’anno la situazione
è forse anche peggiorata: “Durante le prove del coro mercoledì scorso, abbiamo sentito
chiaramente qualcuno che tirava sassi contro i portoni della
chiesa. Ed erano i ciottoli
cavati dalla pavimentazione della piazza,
un danno sia per la
parrocchia che per
il Comune stesso”,
commenta Mariuccia,
uno dei membri del
coro Santa Cecilia.
“Abbiamo segnalato questi episodi in
Comune più volte,
sperando che cessino. Però oltre che a intensificare la sorveglianza non possono fare. Ci
sono più telecamere sparse su
tutta la piazza: spero davvero
che possano servire per trovare
gli autori di questi atti di vandalismo. Non se ne può più”.
11
Sempre più negozi chiudono le serrande
www.logosnews.it
di Vittorio Gualdoni
A
lti costi di gestione,
minor potere di acquisto delle famiglie,
affitti troppo cari,...
possono essere tanti, e purtroppo tutti giustificatissimi, i motivi che stanno portando ad un
fenomeno sempre più evidente:
BERNATE TICINO / CUGGIONO
la chiusura dei negozi. Basta
percorrere le vie centrali del
paese, da via San Rocco, passando per piazza San Giorgio,
fino a via Vittorio Veneto, per
accorgersi di come la situazione sia ancora in peggioramento. Tra ‘affittasi’ e ‘vendesi’
sono infatti almento una quindicina, solo nel centro paese,
gli spazi commerciali sfitti. E,
su www.logosnews.it/cuggiono
- Due incidenti ‘rocamboleschi’ - la Politica dibatte sull’Ospedale
La Centrale a ‘Biogas’
di Monica Cucchetti
L
a centrale a biogas
posta al confine tra
i comuni di Bernate
Ticino e di Boffalora
Sopra Ticino non vuole proprio
smettere di far parlare di sé.
il momento sottoscritto docuPur non essendo la stessa fuomenti che attestano che questi
rilegge, è un dato di fatto che
disturbi siano conseguenza imle condizioni ambientali delle
mediata e diretta delle “puzze”
aree limitrofe siano peggioraemesse dalla ditta. Inoltre, le
te: gli abitanti della via Ada
istanze presentate dal Comune
Negri di Boffalora, vicina alla
di Boffalora sono state rifiutate
zona in questione, si ritrovano
dalla Provincia, Legambiente
spesso in strada a causa degli
ha dichiarato che la centrale
odori a loro detta “intollerabitanto criticata produce energia
li” e molti sono stati costretti
per il futuro e l’Arpa Lombara rivolgersi al pronto soccorso
dia ha classificato i valori reper problemi respiratori e cogistrati al di sotto delle soglie
nati di vomito. Se, da un lato,
d’allarme. Sul fronte opposto,
questi episodi sono veramente
il comitato boffalorese chiamaaccaduti, dall’altro, come soto Il ‘Dub-bio’ non ha intenziostiene fermamente il sindaco di
ne di mollare la presa. Forte del
Bernate Osvaldo Chiaramonte,
sostegno del sindaco di Boffanon è scientificamente provato
lora Curzio Trezzani, continueche i suddetti malesseri dipenrà nella lotta, sperando che i
dano dalla nuova centrale, in
politici lo ascoltino.
quanto nessun medico ha per
www.logosnews.it/bernate
- Gara alla carpa in notturna
- La fiaccolata bernatese
purtroppo, molti altri lamentano il rischio, sempre più concreto, di non sapere quanto ‘resistere’. “E’ una situazione che
ci preoccupa - ci dice Sergio
Berra, consigliere con delega
al ‘commercio’ - ma purtroppo
anche noi come Amministrazione abbiamo pochi strumenti
a disposizione se non cercare di
scongiurare l’apertura di nuovi
sabato 6 ottobre 2012
centri commerciali e magari
proporre attività e momenti di
incontro per le vie del paese.
In questo momento ci stiamo
comunque prodigando per incontrare le aziende del paese
per comprenderne meglio i bisogni”. Forse servirebbero più
incentivi concreti, magari per i
giovani che vogliono ‘rischiare’ in proprio.
12
sabato 6 ottobre 2012
DAIRAGO / MAGNAGO
Il nostro don Eugenio
30 anni da ‘magnaghese’
E
ra il 1982 quando don
Eugenio Nosotti, dopo
ben diciannove anni
da coadiutore della
Parrocchia dei Santi Apostoli a
Busto Arsizio si trasferì a Magnago. Un incarico da parroco
che da allora, con costanza e
dedizione, segue presso la comunità della Parrocchia di San
Michele Arcangelo. “Sicuramente quando arrivai il paese
era molto diverso - ci racconta
don Eugenio - In un certo qual
modo è cambiato il mondo.
Prima ci si conosceva tutti, ora
spesso capita che non si ci ri-
conosca con le persone che si
incontrano sul sagrato. Prima
dal Veneto o la Calabria, poi gli
stranieri ed ora tanti dalla vicina Busto Arsizio... con il nuovo
modo di vivere e le possibilità
di spostamento non tutti ‘vivono’ realmente la comunità locale. Anche se siamo ancora una
realtà di grande tradizione e
buona partecipazione”. Parroco, ma anche coadiutore, visto
che il prete dell’oratorio manca
ormai da molti anni: “Ho sempre seguito i giovani, facendo
il catechismo per ragazzi e genitori. Ora spesso ritrovo i figli dei primi giovani che
ho seguito al mio arrivo a
Magnago”. Intanto, ogni
domenica, è ‘aiutato’ da
due seminaristi: Giovanni e Alberto. La scorsa
domenica, invece, grande
festa per il suo trentesimo
da ‘magnaghese’ con Santa Messa, pranzo e giochi
insieme in oratorio.
www.logosnews.it
Cimitero: si differenzia
L
a differenziata, adesso si fa anche al cimitero di Magnago.
E, tra qualche tempo, dovrebbe arrivare al camposanto di Bienate.
Certamente,
un’importante novità, oggi
in fase sperimentale,
che prevede, appunto,
la raccolta dei rifiuti cimiterali, ma che,
presto, si spera possa diventare definitiva. All’interno dei campisanto viene prodotta, infatti, una
consistente quantità di rifiuti
vegetali, poi conferiti presso
gli impianti di smaltimento e
che, invece, verrebbero recuperati in impianti di trattamen-
to idonei: di qui, dunque, la
decisione dell’Amministrazione Comunale di cominciare la
raccolta differenziata anche in
questi luoghi. Il servizio è stato
avviato in prova, per
essere, come detto,
esteso,
successivamente, anche al cimitero della frazione di
Bienate. Si prevede
il posizionamento in
specifiche aree interne di appositi contenitori di varia volumetria per
la raccolta della frazione verde
(fiori e piante), mantenendo gli
attuali contenitori per il secco
indifferenziato (lumini, fiori
finti, nastri, spugne, cellofan,
sottovasi, vasi, ecc).
‘Il rifiuto dei rifiuti’, la mostra è in biblioteca
‘Il rifiuto dei rifiuti’, proposto al pubblico lo scorso 8 settembre
al Centro Anziani di Bienate, arriva in biblioteca. E’ possibile,
infatti, visitare la mostra (tratta dallo spettacolo di Nora Picetti)
negli orari di apertura al pubblico della struttura di Magnago.
Un’occasione per ripercorrere e rivivere quanto successo a Buscate
negli anni 1991/1993 per evitare il sorgere di una discarica di
rifiuti. Un momento storico vissuto da tutto il nostro territorio.
Dairago è più... ‘green’
Tuteliamo l’ambiente
di Monica Cucchetti
I
nquino meno, vivo meglio’: questo il titolo
del convegno dedicato
all’ambiente che si è tenuto all’Idroscalo di Milano e,
probabilmente, questo il motto
al quale si è ispirato il comune
di Dairago nel dare vita all’iniziativa ‘Dairago Green’. Si
tratta di un mese, ottobre, interamente dedicato all’ambiente,
con lo scopo di promuovere la
tutela dello stesso e di far comprendere l’importanza della sua
salvaguardia anche alle nuove
generazioni, che sono poi quelle che erediteranno il pianeta.
Il progetto si colloca in linea
con la Settimana Europea della
Mobilità Sostenibile, promossa dalla Commissione Europea
e dal Ministero dell’Ambiente
nel mese di settembre. Numerose e varie le iniziative che
hanno caratterizzato e caratterizzeranno, dunque, la cittadina del nostro territorio nei
prossimi giorni. Tra le tante,
ricordiamo il ‘Pedibus’, una
sorta di autobus ‘umano’ che
raccoglie tutti i bambini di terza, quarta e quinta Elementare
che desiderano recarsi a scuola a piedi, accompagnati da un
gruppo di volontari (fino al 30
novembre) oppure la ‘Car Free
Zone’ (dal primo ottobre scorso, in via sperimentale sarà
modificata la viabilità attorno
al polo scolastico negli orari
di scuola). Sempre per i più
piccoli, giovedì 25 ottobre in
piazza della Croce avrà luogo
la ‘Festa dell’albero’, durante la quale i bambini di quarta
Elementare pianteranno degli
alberi. Prima ancora, appunto,
il convegno dedicato agli amministratori ed enti locali dal
titolo ‘Inquino meno, vivo meglio’, nel capoluogo lombardo.
www.logosnews.it
MALPENSA / VANZAGHELLO
“Auguri don Bruno”
60 anni di sacerdozio
C
hi è più avanti con
l’età lo ricorda ancora con estremo
affetto, qualche giovane, invece, ha avuto modo di
conoscerlo durante gli anni,
qualcun’altro, infine, l’ha potuto incontrare,
forse per la prima volta, domenica scorsa. 60
anni di sacerdozio, 18 dei quali
vissuti a Vanzaghello: così, la
stessa comunità
del nostro territorio ha voluto
rendergli
omaggio con un
momento a lui
dedicato. Una festa per dirgli
“grazie” di quanto ha saputo
fare e per gli insegnamenti che
ha dato a ciascuno, anche una
volta che dalla cittadina del
Castanese si è trasferito per il
suo nuovo incarico. Don Bruno Magnani ha fatto ritorno in
paese e, dopo la celebrazione
della Santa Messa, alle 10, si
è fermato per il pranzo, prima
di ritornare a Cassina de Pecchi, dove risiede. Nato a Trucazzano il 27 marzo 1926, don
Bruno è stato ordinato sacerdote il 7 giugno 1952. Il suo
primo incarico,
da coadiutore e
viceparroco lo
ha fatto, appunto, a Vanzaghello, dal 1952 al
1970, poi nello
stesso anno è diventato parroco
di Camporicco,
quindi il 22 giugno 1986 eccolo
nella nuova parrocchia di Santa
Maria Ausiliatrice a Cassina de
Pecchi. Raggiunti i limiti d’età
resta, comunque, in paese come
punto di riferimento importante per i fedeli. Autore di libri e
testi, nel 2003 gli viene riconosciuto il titolo di Monsignore,
cappellano di sua Santità, dal
cardinale Carlo Maria Martini.
Tornavento ‘capitale italiana’ di Eurobirdwatch
Tornavento, capitale dell’Eurobirdwatch, l’evento dedicato
all’osservazione degli uccelli in natura, organizzato in Europa da
BirdLife International ed in Italia dalla Lipu-BirdLife Italia. Tutto
pronto, quindi, per quest’oggi (6 ottobre) e per domani (domenica
7). Sarà anche l’occasione per presentare, in anteprima nazionale,
un innovativo carrellino per fare birdwatching in bicicletta.
Mentre, giovedì scorso, incontro ‘Malpensa mi tarpa le ali’. Non
a caso, il titolo dell’evento, realizzato, appunto, dalla Lipu, con il
comitato ‘W via Gaggio’, è ‘Il mio volo è differente’.
sabato 6 ottobre 2012
15
Si pensa a nuove azioni
I comuni: “No terza pista”
P
er nulla soddisfatti,
anzi stanno studiando e valutando nuove ed ulteriori azioni
o iniziative da portare avanti.
Si vuole capire tempistiche,
efficacia e, ovviamente, i costi: i comuni del Castanese
non si fermano qui, ma sono
più che mai decisi a continuare a far sentire “la loro
voce”. La terza pista di Malpensa, qualche giorno fa c’è
stato l’ennesimo incontro. Da
una parte alcuni responsabili di
Sea, Enac e i commissari della
commissione di VIA (Valutazione di impatto ambientale),
dall’altra, appunto, i rappresentanti dei paesi che ruotano
attorno all’aeroporto (Turbigo,
Nosate, Castano Primo, Robecchetto con Induno e Vanzaghello), insieme al Parco del Ticino
ed alle diverse realtà e associazioni che, ormai da tempo, sono
scese in campo per la difesa del
nostro territorio. Le domande,
le richieste e le precisazioni
sono state differenti, altrettante le risposte, ma non quelle
che, però, ci si aspettava “Non
ci hanno per niente convinto.
Non ci è stata data la possibilità di un vero e proprio confronto, di un contraddittorio
– dicono”, così, appena tornati
a casa, subito si sono messi al
lavoro per capire, adesso, come
muoversi. “Quest’area deve essere tutelata – spiega l’asses-
sore all’Ecologia turbighese,
Fabrizio Allevi – la gente che
abita o lavora qui va salvaguardata. L’appuntamento dell’altro giorno: abbiamo ribadito
le nostre posizioni verso un
progetto altamente impattante,
longevo e dannoso”. Tra i punti
cardine su cui le stesse realtà
comunali del Castanese hanno
posto le attenzioni (solo per citarne alcuni), sicuramente il rumore, ma anche la pericolosità
(vista la presenza della centrale
termoelettrica a Turbigo), poi
l’impatto ambientale, l’inquinamento atmosferico e, infine, le rotte, che saranno molto
più basse rispetto alle attuali e
che andranno ad unirsi alle altre zone, oggi, già direttamente coinvolte dalle due piste in
funzione. “Sea e Enac hanno
fatto capire – concludono – che
la terza pista è imprescindibile
per lo sviluppo dell’aeroporto.
Noi, comunque, proseguiremo
gli uni affianco agli altri l’impegno in prima linea per difendere la gente ed i nostri paesi”.
La ‘Festa dei nonni’
Sono la memoria storica del
nostro territorio, un esempio
ed un punto di riferimento
per le generazioni di ieri,
oggi e domani. Si festeggiano
i nonni a Vanzaghello
e lo si fa con un’intera
giornata a loro dedicata.
Comune e Centro Sociale
Anziani insieme, domani
(domenica 7 ottobre): alle
11.15 celebrazione della
Santa Messa presso la sala
Consiliare, quindi, alle
12.30, pranzo al Centro
Anziani di piazza Pertini,
mentre, nel pomeriggio,
a partire dalle 16,
sempre in sala Consiglio,
intrattenimento con tutti i
nonni (bambini della Materna
Parrocchiale, gruppo ‘I
Amis’ e complesso bandistico
Vanzaghellese).
16
sabato 6 ottobre 2012
TURBIGO
www.logosnews.it
Sbanda con la moto
33enne perde la vita
Turbigo e Nosate in lacrime
due comunità piangono Riccardo
di Alessio Belleri
H
a fatto tutto da
solo. Lo schianto
terribile, in moto,
e, poi, silenzio,
lacrime e dolore. L’ennesima
croce sulle nostre strade. E’
successo di nuovo: pochi giorni
dopo l’incidente stradale che, a
Busto Garolfo, si è portato via
un 47enne di Cuggiono, l’altra
domenica un altro motociclista
ha perso la vita. Stavolta a Nosate, in via Ponte di Castano,
all’incrocio con la via Santa
Maria in Binda. I soccorritori hanno fatto di tutto pur di
salvarlo, ma alla fine si sono,
purtroppo, dovuti arrendere.
Morto in ospedale, Riccardo
Marcoli, 33 anni di Turbigo.
Troppo profonde le ferite riportate nell’urto. L’incidente,
tra le 7.30 e le 8: il 33enne era
in sella alla sua motocicletta
(stava andando al lavoro a Malpensa) quando arrivato all’altezza del dosso all’incrocio tra
le vie Ponte di Castano e Santa
Maria in Binda, avrebbe perso
il controllo del mezzo. La frenata improvvisa, la moto che
inizia a sbandare ed il giovane
che viene scaraventato contro i
paletti che segnalano, appunto,
la presenza dello stesso dosso,
prima di finire sull’asfalto. Subito è scattato l’allarme e, sul
posto, sono giunte la croce azzurra di Buscate, l’automedica ed i carabinieri di Castano.
Quando il personale sanitario è
arrivato nella piccola cittadina
del Castanese ha capito, immediatamente, che le condizioni
del turbighese erano gravissime. Riccardo è stato trasferito
in ospedale, ma qui i medici
non hanno potuto fare altro che
constatarne il decesso.
“Ricky è volato in cielo...”
I ricordi sono tantissimi
I ricordi si mischiano insieme. Sono tanti, tantissimi: i libri, la
musica e i viaggi. L’ultimo, solo qualche mese fa, un altro, invece,
era in programma in questi giorni. Un ragazzo semplice, tranquillo
che amava la vita. Il cuore è rotto dall’emozione e le parole fanno
fatica ad uscire. Il giorno dopo il terribile incidente stradale che si è
portato via per sempre il loro “Ricky”, le domande ed i perché di una
simile tragedia continuano a risuonare nella testa di familiari, parenti
ed amici. Le risposte, forse, non ci saranno mai, intanto, però, papà
Damiano e la moglie non si danno pace: si interrogano, si chiedono
come sia potuto accadere. “Quella strada la faceva praticamente
quasi tutti i giorni – dice il papà – Non so spiegarmelo”. Damiano
si ferma un attimo, nella casa di via Pasubio, nel centro di Turbigo
dove Riccardo Marcoli abitava, c’è un silenzio quasi irreale. La gente
che va e viene, tutti lì per far sentire la loro vicinanza e l’affetto
in un momento così tremendo. “Un figlio eccezionale – continua il
padre – solare e con un cuore grande. Gli piaceva leggere e ascoltare
musica; quindi i viaggi, una delle sue principali passioni. Proprio
pochi mesi fa eravamo andati insieme nelle Filippine e, il 6 ottobre
sarebbe dovuto partire per il Kenya. Ma
c’erano state anche il Brasile e ancora
l’Africa e stavamo progettando di recarci
in Vietnam”. I libri, la musica e i viaggi,
fino agli amici con i quali si ritrovava
a casa, semplicemente per trascorrere
qualche ora in compagnia o per una
grigliata. Ma l’amore più grande era la
nipotina, di soli 3 anni e mezzo, la figlia
di sua sorella. “Non c’era volta che non
avesse un regalo per lei – dice Damiano
– Era legatissimo, era la sua vita e lei
stravedeva per lo zio Ricky”.
www.logosnews.it
TURBIGO
Si beve l’acqua del rubinetto
costante vengono effettuate le
subito, c’è stata massima colnecessarie analisi e gli accerlaborazione. Voglio ribadire il
tamenti, al fine di avere, punsignificato di tale attività, ce
tualmente, il quadro preciso
ne
sono
più
di
uno:
innanzitop” bottiglie di plastie dettagliato della situazione.
tutto
(è
la
cosa
fondamentale)
ca in mensa... si beve
In più come comune ci siamo
nasce
sempre
nell’ottica
di
un
l’acqua del rubinetto.
mossi facendo svolgere altre
impegno
costante
per
ciò
che
Solo le ultime formaliricerche e studi. Adesso proseconcerne
l’ecosostenibilità
ed
tà, poi, finalmente, l’iniziativa
guiremo con i controlli perioil
rispetto
dell’ambiente
che
entrerà, a tutti gli effetti, nelle
dici: un monitoraggio, insomci
circonda,
senza
dimenticascuole cittadine. Studenti, inma, costante”. E allora, pronti
re
la
salute
dei
bambini
e
dei
segnanti e personale scolastico
a partire: oggi sono le scuole,
ragazzi.
Poi,
tali
azioni
perdi Turbigo si preparano, così,
ma in futuro chissà che, magametteranno
di
ridurre
ulteriora questo nuovo e, certamente,
ri, non si possano coinvolgere
mente
la
produzione
di
rifiuti
significativo progetto. “Siamo
altre realtà ed i cittadini.
e,
contemporaneamente,
anche
in attesa che vengano consei
costi
diminuiranno.
Molto
gnati gli appositi armadietti per
probabilmente, non subito
le caraffe – spiega l’assessore
(per ora sarà, infatti, in fase
all’Ecologia, Fabrizio Allevi
sperimentale), comunque con
– Quindi si potrà cominciare,
il tempo i risultati potranno
in maniera ufficiale. Un seressere ben visibili”. Se un
vizio importante e fa piacere
vecchio detto dice che “l’acche l’idea sia stata accolta in
qua del rubinetto fa bene”...
modo davvero positivo sia dai
perché non utilizzarla? “C’è
docenti che dalle stesse famiun parere scritto di un incaglie dei nostri alunni. Piena è
ricato dell’Asl che certifica
stata, inoltre, la disponibiliproprio la qualità dell’acqua
tà della società che si occupa,
di Turbigo – continua Allevi
appunto, della refezione sco– Di pari passo ed in maniera
lastica e con la quale, fin da
su www.logosnews.it/turbigo
- Cioccolato che... bonta! La settima ‘Festa d’Autunno’: le foto dell’evento e i nomi degli anziani premiati
di Alessio Belleri
S
sabato 6 ottobre 2012
17
Record del mondo
Oleh lo batte ancora
Così come aveva finito prima
della pausa estiva, allo
stesso modo ha ricominciato
a settembre. Ghiri Sport
di nuovo protagonista e,
neanche a dirlo, con il suo
presidente e fondatore della
Federazione Ghiri Sport
Italia. Oleh Ilika è tornato
al successo e lo ha fatto,
solo pochi giorni fa, in
Francia in occasione degli
‘Open France’. Per lui, già
campione del Mondo, ecco il
nuovo record mondiale nella
specialità mezza maratona
30 minuti con un peso di
24 chilogrammi slancio
completo 600 ripetizioni (il
record precedente era di 591
ripetizioni sempre di Ilika,
nel 2010 a Mosca).
Corsi per tutti, insieme all’Auser
L
ettura, scrittura, pittura, teatro, yoga, lingue ed anche computer
(solo per citarne alcuni)... non c’è davvero tempo di
annoiarsi con il circolo Auser
e l’università Liberetà. Tanti,
infatti, i corsi per tutti: leggere (Voci dal mondo 2: Cina e
Africa), scrivere (L’esistenza
narrata: il racconto autobiografico), ancora laboratorio di
pittura (Giocando con i colori), yoga (rilassamento, meditazione e distensione), teatro,
tecnica di ricamo, spagnolo,
computer (primo livello - word,
secondo approccio internet), filosofia (Oltre il velo di Maya),
botanica (meraviglie del mon-
do vegetale e le piante carnivore), inglese (capire e farsi
capire, che si svolgerà di sera),
aerobica latina e fotografia digitale (inoltrarsi nell’affascinante mondo della fotografia
creativa). I moduli di iscrizione
si trovano presso la biblioteca
o alla tabaccheria Sartorelli, da riconsegnare entro il 10
ottobre prossimo. Per ulteriori
informazioni telefonare allo
0331/1688840 (Silvana) oppure allo 0331/1534017 (Silva).
Iniziative e appuntamenti che
spaziano, dunque, su ambiti e
campi differenti.
18
sabato 6 ottobre 2012
NOSATE / ROBECCHETTO
Prevenzione per l’ictus
esami e visite specifiche
di Alessandra Caccia
L
a salute dei cittadini,
prima di tutto. L’Amministrazione comunale di Nosate torna
‘in campo’ e lo fa, come ormai
da tre anni a questa parte, con
una nuova campagna di prevenzione di malattie e disturbi
frequenti, che potrebbero essere scongiurati con una semplice visita. Dopo l’istituzione del
servizio di prelievi del sangue e
la prevenzione al melanoma del
2011, stavolta c’è la campagna
per l’ictus cerebrale: “Dobbiamo ringraziare il dottor Locati,
fondatore e presidente dell’associazione Adiva Onlus, che si
occuperà dell’iniziativa, che
verrà illustrata a tutta la popolazione in un incontro pubblico
il prossimo 25 ottobre - spiega
l’assessore Roberto Cattaneo La fascia di età a cui si rivolge
il servizio è compresa tra i 50 e
gli 80 anni, per cui la visita e gli
esami specifici saranno completamente gratuiti e offerti dal
Comune. Già da novembre sarà
possibile prenotarsi”. Qualche
precisazione allora: dalla campagna sono esclusi tutti coloro
che sono già in cura per patologie similari e le visite saranno effettuate dall’associazione
Altomilanese di Diagnostica
Vascolare, con sede a Legnano,
da anni attiva sul territorio per
sensibilizzare e prevenire l’ictus nella popolazione a rischio.
www.logosnews.it
Si sistema la via Novara
l’aiuto dai proprietari
di Roberta Perera
L
avori di sistemazione e messa in sicurezza di via Novara a
Malvaglio, presto al
via. Finalmente, visto che da
molti anni quest’ipotesi viene accarezzata, ma purtroppo
rimane sulla carta. Solo parlando dell’ultima Amministrazione comunale di ‘Insieme
per Crescere’, già nel corso
del suo primo mandato aveva
fatto realizzare un progetto di
‘restyling’ da parte di Navigli
Lombardi scarl per poter avere
accesso a finanziamenti; tuttavia il progetto era stato ammesso in graduatoria, non, però, in
posizione tale per essere finanziato e, quindi, realizzato. Ora
l’Amministrazione Misci ha individuato all’interno delle casse comunali un importo di 100
mila euro ed ha deciso di destinarlo appunto per concretizzare
questo progetto ‘storico’ e più
che mai necessario per la sicurezza della viabilità dell’arteria
stradale. Certo, la cifra non è
alta e, pertanto, non ammette
sprechi, così il Comune qualche tempo fa ha inviato a tutti i
proprietari una lettera in cui si
chiedeva loro di mettere a disposizione gratuitamente i terreni davanti ai propri immobili. Solo in questo caso sarebbe
stato possibile concretizzare la
realizzazione del progetto, azzerando le spese di indennizzo
ai cittadini stessi. Ebbene, tutti
loro hanno deciso di accettare,
dimostrando un senso civico
davvero notevole. Così, con la
cifra dei ‘soli’ 100 mila euro a
disposizione si riuscirà a fare
un buon lavoro. Attualmente
l’ufficio Tecnico sta lavorando
al progetto esecutivo.
Il nuovo anno oratoriano
L’unico ‘neo’ della festa di inizio dell’anno
oratoriano è stata la celebrazione della
Santa Messa in chiesa invece che presso
gli spazi aperti del Centro Giovanile,
a causa del tempo piovoso del giorno
prima. Tuttavia il cambio di luogo non
ha guastato l’atmosfera di allegria. E allora... pranzo, giochi e
l’estrazione dei biglietti della sottoscrizione a premi.
SPORT
www.logosnews.it
A vincere? “Tutti gli sportivi!”
di Francesca Favotto
U
na bella occasione
per stare assieme
in modo sano, una
festa: ‘Festa dello
Sport’, appunto. Questa è stata
la manifestazione organizzata
dal Comune di Buscate, in collaborazione con la Pro Loco e
le associazioni sportive del paese e svoltasi presso il Pratone.
Un’intera giornata dove piccoli
e non hanno potuto cimentarsi
con le diverse discipline sportive proposte: partite di calcio,
tornei di green volley e di ten-
nis, gare di atletica (lancio del vortex, corsa veloce) e gimcane in mountain
bike. “A ogni bambino è
stato dato un ‘tesserino’
con le varie discipline e
la maglia firmata ‘Festa
dello sport’ – commenta
Fabio Merlotti, assessore
alle associazioni culturali
e alle pubbliche relazioni
- Per ogni sport praticato,
il tesserino ha ricevuto un timbro. Al termine della giornata,
ogni bambino ha dovuto consegnare il suo cartellino, per
poter essere estratto e vincere
i premi messi in palio dalle società sportive”. Nessuna classifica è stata stilata:
una scelta voluta per
poter permettere ai
ragazzi di vivere lo
sport come momento di aggregazione
e non di rivalità.
Una bella giornata
di sole, che ha visto
una massiccia partecipazione da parte
dei giovani e giovanissimi e
anche l’‘incursione’ di Giulia
Pisani, la nota pallavolista di
Serie A, militante nella squadra Unendo Yamamay, che ha
fatto una sorpresa alle piccole
atlete delle formazioni della
Volley Don Bosco.
sabato 6 ottobre 2012
19
Basket a canestro!
Anche quest’anno ‘Basket
Cuggiono’ propone l’iscrizione
a bimbi e ragazzi dai 6 ai 17
anni, con varie possibilità
di interazione e allenamenti
mirati per fascia di età:
dai 6 anni ai 9 anni, il
corso di MINIBASKET per
apprendere i rudimenti di
questo straordinario sport
di squadra . Dai 10 anni in
su, il corso PROPAGANDA
(under 12 e under 13), che
partecipa a tornei contro
squadre del territorio;
trai i 14 ed i 17 anni, il
corso per gli UNDER 17.
L’iscrizione per tutto l’anno
è di euro 150 e comprende
assicurazione e abbigliamento.
Per informazioni:
[email protected]
com. E domenica 7 ottobre,
nel pomeriggio nella palestra
comunale, si inizia con due
amichevoli contro l’Arzga.
su www.logosnews.it/buscate
- Tutte le foto della grande ‘Festa dello Sport’ buscatese
Inter - Fiorentina
Le Medie allo stadio
di Roberta Perera
G
rande divertimento
e soddisfazione per
venticinque alunni
delle classi terze
della scuola Media di Robecchetto che, la scorsa domenica
sera, si sono recati con cinque
accompagnatori (il professor
Mastrolorenzo e quattro genitori volontari) a Milano per assistere presso lo stadio Meazza
alla partita di campionato Inter
– Fiorentina, conclusasi con
la vittoria
per 2 reti
a 1 della
squadra di
casa. Per
qualcuno
dei ragazzi
si è trattato
di un vero
e proprio
‘battesimo’ con il calcio d’élite
dal vivo. Tutto ciò è stato reso
possibile grazie alla messa a
disposizione gratuita da parte dell’Assessorato allo Sport,
Benessere e Qualità della Vita
del comune di Milano, in collaborazione con l’ufficio Educazione Fisica, di un certo numero di biglietti alle scuole. C’è
da aggiungere che il trasporto
del gruppo robecchettese per e
da Milano ha visto il supporto
dell’Inter Club di Robecchetto
con Induno e Buscate.
Tempo di ginnastica e sport per i cuggionesi e gli abitanti dei paesi
limitrofi... con l’apertura della nuovissima palestra ‘Fitness Class’
non vi sono davvero più scuse! La scorsa domenica, infatti, erano
davvero tantissimi i curiosi e gli appassionati di sport che sono
accorsi per l’inaugurazione ufficiale del centro. Situato davvero a
pochi passi dall’Ospedele, in via Badi 46, colpisce subito fin dalla
struttura e dalla disposizione degli ambienti. Tre ampi saloni,
due attrezzati con modernissime macchine da ginnastica per il
fitness, ed uno per le attivatà a gruppo, in un vecchio padiglione
industriale, conferiscono all’ambiente il giusto mix tra tradizione e
progresso. Varie e ben studiate le proposte per gli sportivi locali...
dall’abbonamento ‘all inclusive’ con ingresso in tutti gli orari di
apertura (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 22, sabato dalle 9 alle
18 e domenica dalle 9.30 alle 12.30), al ‘limited’ (dalle 9 alle 16)
e alla proposta ‘break’ per chi vuole restare in forma in pausa
pranzo. Molto variegata anche
l’offerta dei corsi: piltase, zumba,
ginnastica dolce, preparazione al
parto, gag, step, body tone, total
body,... proposte davvero mirate e
accattivanti per rimanere in forma
divertendosi.
Per chi volesse maggior informazioni:
tel. 02.97240280, mail a [email protected]
fitnessclasscuggiono.it o sul sito
www.fitnessclasscuggiono.it
20
Notizie Flash
sabato 6 ottobre 2012
liberi di informarti
Notizie principali
Il volley di Villa Cortese e Yamamay
Parabiago: festa per don Mauro Viganò
Economia: i ‘termini’ della crisi
Roberto Valenti: foto a 360 gradi
Tornano i regali per i nostri lettori!
s
Logos ti sta cercando!
www.logosnews.it
I diritti degli animali
Incontro mercoledì 28 marzo - Marcallo con Casone
Il Comune di Marcallo con Casone vuole promuovere un incontro per
dare il via alla stesura di un regolamento comunale per mettere al centro dell’attenzione la convivenza tra animali ed essere umani.
Fai una foto con ‘Logos’, mandacela a [email protected]
e riceverai un ingresso gratuito alla piscina coperta xgames di Cuggiono!
Su www.logosnews.it
sport - sport locale
ProPatria - MC Carnaghi - Yamamay
s
90° anniversario della nascita di S.Gianna
Arrivano incentivi per i giovani stilisti emergenti
Buone notizie dal mondo della moda: pare che nell’ultimo periodo qualcosa si stia muovendo per finanziare e supportare a livello economico i
giovani stilisti emergenti, future promesse di domani. È di recente creazione il progetto Capital Moda, lanciato dalla Camera di Commercio di
Milano e dalla Camera Nazionale della Moda
Italiana. In cosa consiste? È un fondo chiuso destinato a sostenere le imprese giovani
con buone prospettive di crescita. Nei piani,
dovrebbe diventare operativo dal 2013, partendo da un capitale iniziale di circa 30/50
milioni di euro, sovvenzionati da partner
del settore, come banche e istituzioni. Vi è
la volontà di portare avanti l’iniziativa per
assicurare un arricchimento dell’offerta. nel
mercato della moda.
Su www.logosnews.it
tempo libero - libri
le ultime novità editoriali
s
Magenta - ‘Associazione amici di S.Gianna Beretta Molla’
Magenta, dopo la visita pastorale del Cardinale Angelo Scola dello
scorso fine settimana, torna a proporre un grande appuntamento di
fede e preghiera in occasione del 90° di nascita e battesimo di Santa
Gianna Beretta Molla. Il prossimo sabato
13 ottobre, infatti, triplo appuntamento
per ricordare la ‘Santa della Famiglia’: alle
17 in Casa Giacobbe presentazione delle
cartoline e speciale annullo filatelico; alle 18
presentazione del libro delle edizioni S.Paolo
‘Lettere - Gianna Beretta e Pietro Molla’ con il
dott. Elio Guerrero; in serata, alle 21, presso
la Basilica di San Martino spazio alla musica
con ‘Piccole luci nella notte. I bambini per
Santa Gianna’ con numerosi cori di ragazzi.
‘Capital Moda’
s
s
I ‘Sabato degli autori’
Castano Primo: 10 incontri in biblioteca
In biblioteca ‘Il sabato degli autori’. Oggi (6 ottobre) con Marcello
Mazzoleni e ‘Nubi in transito’, quindi il 13, Antonio De Cristofaro
(Lucrezia Borgia), il 20 Patrizia Bruggi ‘Storie iniziate dal fondo’ e il
27 Mondani e Russo ‘Dodici piccole nuvole’. A novembre: il 3 Anna
Rivolta ‘Tutto... per il meglio niente... per caso’, il 10 Maria Grazia
Cardani ‘Il giardino’, il 17 William Facchinetti Kerdudo ‘Milano.
Misteri e itinerari insoliti tra realtà e leggenda’, e il 24 Riccardo
Grassi ‘L’uomo nel confessionale. Un’intrigante storia di provincia’. A
dicembre: l’1 Gianluca Rossi ‘Larici senza confini e fuori limite’, il 15
Diego Colombo ‘70 volte 7’.
Assistenza Anziani: a che punto siamo?
Acli Alto Milanese in convegno
Si svolgerà il prossimo 20 ottobre un interessante convegno sull’analisi
dell’assistenza anziani nel nostro territorio. A promuovere l’iniziativa
sono i circoli ‘Acli’ di zona che danno appuntamento a tutti alla ‘Casa
della Divina Provvidenza’ di via Cottolengo 1 a Cerro Maggiore. Con
inizio alle ore 14.30 e dopo i saluti del presidente di zona, alcuni
esperti illustreranno la situazione attuale tra problematicità e risorse.
Interverranno, per l’occasione, la dott.ssa Rosaria Rigo, la dott.ssa Giuliana Costa, Mons. Lodovico Garavaglia e alcuni assessori di zona. Al
termine verrà offerto un rinfresco a tutti i presenti.
Meteo del castanese, magentino e legnanese
di Marcello Mazzoleni
SABATO Durante la notte cielo solo in parte stellato e da parzialmente a molto nuvoloso per banchi irregolari di nubi basse. Al primo mattino parziali
schiarite soleggiate con cielo ancora da parzialmente a molto nuvoloso. In tarda mattinata e nel pomeriggio ampio soleggiamento con cielo da poco
nuvoloso a nuvoloso per qualche cumulo in evoluzione e per qualche frangia di nubi alte. Minime fra 13 e 15 e massime fra 22 e 24 gradi.
DOMENICA Nottetempo nubi alte e medio-alte in ulteriore aumento, cui si aggiungeranno banchi irregolari di nubi basse stratiformi, con il risultato
di un cielo molto nuvoloso o coperto e con solo rare aperture stellate. In mattinata molte nubi o coperto con solo qualche schiarita soleggiata fra le nubi.
Nel pomeriggio tempo solo in parte soleggiato per il passaggio di estesi corpi nuvolosi medio-alti che renderanno il cielo nuvoloso o molto nuvoloso.
Assenza di precipitazioni. Venti deboli a regime di brezza. Minime fra 14 e 16 e massime fra 22 e 24 gradi. LUNEDI’ Durante la notte solo in parte
stellato per nubi alte e medio-alte e per diffusi banchi di nubi basse portate dalla ventilazione orientale in rientro in valpadana dalla porta adriatica e
così anche al primo mattino il cielo si presenterà da nuvoloso a coperto. Pomeriggio ben soleggiato e con cielo da parzialmente nuvoloso a nuvoloso per
cumuli e velature. Minime fra 13 e 15 e massime fra 21 e 23 gradi.
Tendenza: Nei giorni successivi, probabile fase solo in parte soleggiata e con nubi a tratti compatte con alcune occasioni per precipitazioni. Clima più
fresco ed umido.
Aggiornamenti quotidiani su Twitter: @marcellomagenta e Facebook: http://www.facebook.com/marcellomazzoleni1978
L’AGENDA
Ottobre 2012
Segui tutti gli appuntamenti su www.logosnews.it
Saluto a don Carlo Venturin
La tradizionale festa della Madonna del Rosario
di Castelletto di Cuggiono assume quest’anno un carattere
particolare per il saluto a don Carlo Venturin. Il programma, che
si concentra principalmente domenica 14 ottobre, prevede la Santa
Messa solenne alle ore 10 cui seguirà un aperitivo per tutti. Nel
pomeriggio ‘borgo in festa’ con specialità gastronomiche, pesca
di beneficenza, cuccagna e animazione, oltre al ‘librilandia’ nel
chiostro della casa decanale. In serata processione ‘Aux flambeaux’.
I ‘Nomadi’ col tributo ad Augusto
Sabato 13 ottobre gli spazi della Sala della
Comunità di Cuggiono tornano ad ospitare un
grandissimo evento di musica e... solidarietà.
Torna infatti il secondo ‘Tributo ad Augusto’,
con una giornata dedicata ai fan e agli
appassionati dei ‘Nomadi’. Un grandissimo
concerto, ad ingresso gratuito, ospiterà infatti
le cover band ‘TNT’ (Vercelli), ‘Aironi Neri’
(Rescaldina) e ‘Sangue al Cuore’ (Cuggiono);
oltre alla ‘guest star’ Massimo De Ciechi
con i Quadri di Ago. Musica ma anche sapori... per chi vuole è
in programma una grande cena con pasta al forno, affettatti e
gnocco fritto reggiano, gorgonzola e parmigiano, dolce a 12,50 euro
bevande escluse. “La prenotazione al numero 3505032080 (dopo
le ore 18) entro il 10 ottobre è obbligatoria, in quanto i posti del
teatro sono limitati, e con la cena si assicura anche il posto per
il concerto... - spiegano gli organizzatori - in compenso questa
volta si puo’ mangiare quando si vuole, dalle 19 alle 20,30 anche
sotto il tendone per i piu’ temerari...”. E dopo il grande successo de
‘La forza della vita’, anche in questa occasione sarà distribuito il
Parmigiano prenotato in favore dei terremotati.
Festa dell’Accoglienza
Il gruppo scout del castanese
invita bambini e ragazzi alla
grande ‘Festa dell’Accoglienza’
in programma la prossima
domenica 14 ottobre a Turbigo.
L’appuntamento, che si svolgerà
in vicolo 3 Giugno (zona
Naviglio), prevede un ricco
programma dalle 11.30 alle
17, con un invito particolare a
tutti i ragazzi dai 5 ai 14 anni.
I nos
tri am
Giochi, divertimento, merenda
ici sc
out
insieme,... insomma, una bella
occasione per scoprire questo
mondo fatto di amicizia, rispetto
del prossimo e dell’ambiente. Il gruppo, anche quest’anno, ha
organizzato diversi gruppi ‘Castorini’, ‘Lupetti’, ‘Esploratori/Guide’
e ‘Rover/Scolte’. Per maggiori informazioni www.tuttoscout.it
Il ‘Dog Talent Show’
Il parco ‘la Fuleta’ di Boffalora ospita domenica 7 ottobre il
grande ‘Dog Talent Show’. Si tratta della seconda esposizione
canina promossa dall’associazione LAP-L onlus, con il patrocinio
del comune di Boffalora. Tutti coloro che volessero portare il loro
amico a quattro zampe ricordino che le iscrizioni saranno aperte
dalle 8 alle 10.30, direttamente in loco. Durante la giornata, oltre
al concorso per i cani, ampio spazio alla ‘dog music’, alla ‘dance
dog’, alla lotteria e all’intrattenimento per i bambini. Presenzierà la
nota Patrizia Rossetti. Informazioni al 339.7777995.
22
Tempo libero / Rubriche
sabato 6 ottobre 2012
www.logosnews.it
Boutique di Adriana Viviani
di Francesca Favotto
N
on riusciamo a
trovare un aspetto
negativo in quello che facciamo:
quando un lavoro ti piace, forse
la passione riesce ad oscurarne anche i difetti”. Lo dicono
convinte e sempre sorridenti,
Adriana e Francesca, ‘padrone
di casa’ della boutique ‘Adriana Viviani’, già conosciuta
come ‘GFM’, una delle più
rinomate e apprezzate di Inveruno. Uno spazio elegante e confortevole,
dove trovare capi di
abbigliamento di pregevole fattura e Made
in Italy e in cui le due
titolari cercano in ogni
modo di coccolare e
fare sentire a proprio
agio le clienti. Madre e
figlia, la moda nella loro famiglia è una vocazione, oltre che
una passione: “Sin da piccola,
ero affascinata dal lavoro di
mia zia materna, che aveva un
laboratorio di sartoria a Milano, e da mia mamma,
che si dilettava a
confezionare vestiti
per tutta la famiglia
- racconta Adriana – E anche per
Francesca è stata la
stessa cosa: sin dai
suoi primi passi,
ha trascorso molto
tempo tra filati, tessuti e laboratori e oggi continua, seguendo le mie orme”. Forse per que-
sto, è stato naturale per lei e il
marito Luigi iniziare l’attività
nel 1978, con un piccolo negozio d’abbigliamento
e merceria a Furato.
“Quello è stato solo
il punto di partenza:
nel 1983 abbiamo
voluto creare una
nostra distribuzione all’ingrosso, che
ci ha permesso di
inserire capi da noi
ideati e confezionati da
laboratori siti nei più conosciuti distretti di maglieria in Italia,
E’ tornata
‘Sprecopoli’
di Paolo Cavaiani
‘Speculazione’ finanziaria
A
ggiungiamo un ulteriore tassello al nostro puzzle introducendo il concetto di
‘speculazione’. Tecnicamente,
‘speculare’ consiste nel trarre
guadagno dalle oscillazioni di
prezzo di un determinato oggetto nel breve e brevissimo
termine. Ad esempio, se ho ragione di credere che
il prezzo del petrolio
continuerà a salire nei
prossimi 3 mesi, posso comprare greggio
oggi a 90$ al barile e
rivenderlo a 100$ tra
novanta giorni, ottenendo un profitto di 10$. Al
contrario, se penso che il prezzo del petrolio scenderà, diciamo a 80$, posso vendere oggi a
90$ e riacquistare tra tre mesi
ad 80$, ottenendo sempre un
guadagno di 10$). In entrambi
i casi, si tratta di una scommessa basata sulle mie personali previsioni, che potrebbero
avverarsi (in tal caso avrò un
guadagno) o meno (registrerò
una perdita). Fino a che la speculazione rappresenta un fenomeno marginale, le regole del
mercato non vengono
falsate ed il prezzo
del petrolio continuerà ad essere deciso dal
meccanismo della domanda e dell’offerta.
Se invece il numero
di barili comprati a
fini speculativi incomincia ad
essere una percentuale rilevante del totale, si avrà un aumento artificiale della domanda
che farà alzare il prezzo.
Proeo s.r.l.
via Garibaldi 5
20012 Cuggiono (Mi)
Telefono/Fax 02.97249426
[email protected]
Pubblicità a cura dell’editore
R
itorna agli onori delle cronache la politica, ma purtroppo
ritorna senza parlare di politica vera, quella che
deve fare il bene dei cittadini,
quella che deve amministrare
la cosa pubblica ottimizzando
al meglio le risorse e evitando
gli sprechi. Vergognoso è il sistema che regna nel nostro Paese e che sta screditando l’intera
classe politica. Non sono più gli
scandali isolati di ‘alcuni’, ma
la disonestà si sta espandendo
a macchia d’olio toccando tutte
le alte sfere. Non c’è più destra,
sinistra o centro che dividono,
ma tutti appaiono accomunati
dalla stessa ingordigia senza limiti che spinge tutti a rubare i
soldi che i poveri contribuenti,
sempre più tartassati da nuovi
balzelli, non sanno più come
fare a pagare. Condannati in
Pubblicazione periodica settimanale
Aut.Trib.MI nr. 310 del 14/05/2007
Direttore responsabile
Vittorio Gualdoni
Responsabile giornalistico
Alessio Belleri
creando così la nostra etichetta
‘Adriana Viviani’, che tutt’oggi propone un prodotto di qualità, garantendo il Made in
Italy”. Mantenendo il retail di
Furato come punto d’appoggio,
ad oggi attivo come rifornitore di capi d’abbigliamento per
negozi in tutto il Nord Italia,
nel 1992 aprono l’attuale punto vendita di Inveruno in Via
Cavour 5, una boutique dove
trovare collezioni per donne di
tutte le età, ma con un obiettivo
ben preciso: farle sentire sempre al top. “La ricerca continua
nella vestibilità, nell’attenzione ai dettagli e dei
materiali ci assicura
un prodotto portabile
e assolutamente raffinato. Vogliamo essere
un punto di riferimento sia per le madri che
per le figlie che, come
noi, sono unite dal gusto e dalla libertà di
creare la loro immagine in sintonia con le tendenze”.
via definitiva fuori da qualsiasi carica elettiva! Forse questa
può essere una prima, possibile
soluzione al problema. Come i
26 che attualmente siedono tra
Camera e Senato. Se il governo
Monti vince la difficile sfida
contro il tempo, già nella prossima competition per la Regione Lazio, potrebbero valere le
nuove norme sul divieto di far
correre rappresentanti su cui
grava una condanna passata in
giudicato per pene superiori a
due anni. La domanda è: come
faranno a votare questa legge i
117 indagati che ci sono nel nostro parlamento? Gli stessi che
hanno completamente ignorato
le 500 mila firme raccolte da
Beppe Grillo per chiedere l’ incandidabilità dei parlamentari
condannati? La politica rischia
di perdere la poca credibilità
che ancora le rimane.
Impaginazione e grafica
Maurizio Carnago
Webmaster
Roberto Cioffi
Tipografia
Litosud s.r.l. - Pessano con Bornago
STORIE / Rubriche
www.logosnews.it
Dodici piccole nuvole
una ‘pioggia’ di aiuti
di Valentina Di Marco
L’idea era semplice: un libro di
racconti e disegni, nati dalla fantasia di due amici, per sostenere
progetti di solidarietà in Kenya.
L’idea ha funzionato, ha incontrato
la generosità di tante persone e ha
permesso di portare sollievo,
sorrisi e acqua in Kenya,
ma anche nella più vicina città di Vittuone. La
vendita del libro ‘Dodici piccole nuvole’,
scritto da Pierluigi
Mondani e illustrato
da Pierangelo Russo,
era cominciata meno di
un anno fa da Bernate Ticino; l’obiettivo primario di sostenere la missione della bernetese
suor Adriana Agosti tra i bambini
disabili di Turuu è stato pienamen-
te raggiunto, con oltre 5000 euro di
fondi. A questo, si è aggiunto il contributo di 2000 euro per la costruzione dell’acquedotto di Samburu,
in collaborazione con l’associazione ‘Oscar Romero’ del Decanato di
Magenta; aiuti per 1000 euro sono
stati destinati anche alle famiglie
bisognose di Vittuone tramite la
Parrocchia. Grande soddisfazione, quindi, degli organizzatori del progetto
che sabato 27 ottobre
presenteranno il libro
in biblioteca a Castano (alle 10, nell’ambito de ‘I sabati degli
autori’). Restano quasi
200 libri da vendere che
potrebbero portare tanti altri aiuti per le missioni in Kenya;
poi, come spiegano gli organizzatori... “Ci potrà essere spazio per
altre ispirazioni”.
sabato 6 ottobre 2012
Olimpiadi di Cucina
Marco in Germania
di Monica Cucchetti
Non solo Londra/Gran Bretagna,
ma anche Erfurt/Germania: chi ha
mai detto che la parola Olimpiadi
sia solo sinonimo di ‘giochi sportivi’? La fiaccola si riaccende, dopo
soli tre mesi, in terra tedesca, ad
Erfurt, appunto, capitale dello
stato federale della Turingia, che ospiterà fino al
10 ottobre prossimo
la 23esima edizione
delle ‘Olimpiadi di
Cucina’, organizzate dalla Federazione
tedesca dei cuochi.La
gara prevede prove dove
singoli e squadre si sfideranno
a colpi di mestoli e padelle. E, tra
i partecipanti, anche il turbighese
Marco Rocco, titolare del ristorante ‘Leggero’. “Si tratta di una
competizione che raccoglie più di
1500 cuochi provenienti da 35 Paesi diversi
e che si disputa ogni 4
anni, come una normale Olimpiade”, spiega
lo chef, aggiungendo
che “I singoli dovranno
preparare piatti caldi
presentati freddi e le
squadre si affronteranno in prove di cottura”.
Ovviamente, tutti gli ‘atleti’ che
hanno aderito all’iniziativa si stanno già allenando da mesi, proprio
come veri sportivi in vista delle più
importanti gare della loro carriera.
“Ogni giorno - continua Marco,
ormai al suo quarto appuntamento - si alternano numerose prove
e vengono assegnate diverse medaglie, ma alla fine vince chi
ottiene il punteggio più
alto in classifica”. E il
premio? “Il migliore
si aggiudica la Coppa
del Mondo di Cucina”, che di certo non
è cosa da poco. Ma
l’evento sarà, tra l’altro,
un’importante occasione
per ritrovare vecchi amici e
colleghi, nonché per conoscerne
di nuovi, e potersi così confrontare sulla stessa passione e imparare
nuovi metodi di preparazione, oltre
che nuove culture e abitudini.
Il degrado che ci attanaglia e impoverisce
Ci sono segnali, alle volte, anzi molto spesso, più inconsci e percepiti direttamente
che testimoniano lo stato di un paese, di una città, di un territorio. Tra questi,
sicuramente, vi è la cura dell’esistente, delle strade, dei parchi, delle aiuole. Nei
nostri paesi, troppo sovente ci si imbatte, forse senza nemmeno più rendersene
conto, in cantieri o situazioni pericolose perennemente irrisolte. Ecco due esempi
di Vittorio Gualdoni
lampanti: l’avvallamento tra Cuggiono e Inveruno (sulla strada che conduce
all’ospedale) che dai cantieri della Boffalora-Malpensa (marzo 2008) fa sobbalzare
logosnews.it/postscriptum gli automobilisti. Oppure la rotatoria nei pressi di un noto centro commerciale di
Castano Primo in cui l’asfalto si è liquefatto, condensandosi e così rimanendo...
Velp82
AZZIMONTI
SPURGHI
di Azzimonti Mauro & c. s.n.c.
tel: 02.97241316
347.8458209
23

Documenti analoghi