Fonti per la storia della Internazionale Operaia e Socialista 1923-1940

Commenti

Transcript

Fonti per la storia della Internazionale Operaia e Socialista 1923-1940
Andrea Panaccione
Fonti per la storia della
Internazionale Operaia e Socialista
1923-1940
Estratto da
"A1mali" della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
1983/1984
Fondazione Giangiacomo Feltl'inelli
I
I
I
I
I
I
I
Fonti per la storia della Internazionale Operaia Socialista
1923-1940*
'~
,
1. Introduiione
Come muore un'Intimulzionale
In una serie eli articoli apparsi tra il 1942 e il 1943 sulle Ù Austrian Labor
I,nfo~I11ations", i~ m.en~ile déll'lel!ligraziom:, socialista austriaca pqbblicato
a Ne'V York, Fnednch" Adler -', alUnterno di uA'ampia riflessione sull'internaziimaIi$mo come, principio e come realtà neila storia dd movimento
operaio - stendelÌn primo bilancio dell'esperienza ormai..conclusa delle duè
Interl1azi6n~li O'IOS e nC) ,negli anuCtra l~dùeguerre,moÌ;ldiaIi, che appare
come, una riaffermazicinf;! dei motivi di~ avevaiio lspirato tutta 1<,1 sua vita eli
militante (quell'ideçiie di internaziortalismo I e bisogno di testimoniarlòcomunque, anche cont,o lo stato d'animo dominante nelle masse, che lo aveva
P9rtato, negli a,nni della prima guerra mondhtle, aila sçelta estrema dell'atto
terroristico individuale contro il primo ministro dell'inipero austro-ungarico)
e un rendiconto, privo di illusioni e fortf;!men,te critico verso gli esiti di, entrambe le organizzazioni internazionali, d'ella ioroeffettiva realizzazione, tale
d~ indicare ormai come unica prospettiva praticabile l'unione <;lelle forze
operaie all'interno dei singoli paesi e da imporre la presa çl'attpdel pesò
che il fattore nazionale continua ad ave~e nel moviment~ operaio: In questo
bilancio, viene individuato un destino parallelo e un comune fallimento sia
dell'Internazicnale Comunista, la quale ha costantemente ,perseguito il, "programma massimo'" di adegUare l'azione dei vari partiti ,agli jnteressi del
partito al potere in Vrss, che dell'IOS, la quale ha cercato invece 'di realizzare
un livellocorimne,"semprè piti in basso", fino 'al "grottesco" dell'uItb:no ap.pello ai laVciratori per H Primo Maggiode11940,quando fu decisp che "il
,nome di Biner non dOVeva essere citato perché il rappresentante d~lla Daniinarca dichiarò di non poterasstimereqùesta responsabilità per il 'stio paese
cosf gravemente minacciato";'
" * La ricerca è stata còndotta sulla base del ,materiale consultato press~ la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Milano, 'lo lntermltiònaal'lnstituut voor Sociale Geschiedenis di Amsterdam e, la ,Bibliothèque de Docume,ntation Internationale Contemporaine
di Nanterre.
' "
" , I ,',
' ,
,
'F. AnLER, Zur Geschichte des, Scheiterns der Arbeiterinternationale, in "A'Ustrian
Lab.or Informations", nn: 6,. 8, 9, lO e 16 (1942-43); per il pas,so citato cfr.: V., Die Auflosung
der Komintern, ivi, n 16, p. 20.
3
Andrea Panaccione
Ma là$erie dJarticoli scritta, da Adler, prima di questa dichiarazione di
fallimento di entrambe le Internazionali, contiene alcune altre considerazioni, dedicate in particolare all'IOS, che possono essere considerate, per la
fonte da cui provengono, dei veri e propri punti fermi per una ricostruzione
storiografica delle vicende dell'Internazionale ,Socialista. Dal ,confronto fra
il modo in cui si era giunti nel 1914 al crollo della Seconda Internazionale
("un colpo apoplettico che abbatte un uomo robusto e dall'apparenza perfettamente sana") e la parabola dell'IOS, che "sviluppatasi con forza per un
decennio ha poi cominciato a deperire e, dopo un'agonia di molti anni, ha
tirato infine il suo ultimo respiro nella prima fase della seconda guerra mondiale",' emerge una precisa perioc1izzazione, sulla quale Adler ritorna - in
un'altra puntata della stessa serie - introducendo la pubblicazione ,di un
documento di grande importanza per la comprensione dell'ultima fase dell'IOS, il memorandum su La situazione dell'IOS da lui presentato alla riunione dell'Esecutivo del 18 giugno 1939:
La storia dell'Internazionale' operaia socialista si divide in due periodi chiaramente distinti e della stessa durata: l'epoca della asèesa, dalla fondazione al congresso di Amburgo del 1923 fino al suo punto piu alto al congresso di' Vienna del
1931, e l'epoca delle disfatte, che inizia con la crisi del Labour Party britannico
in seguito alIa diserzione di Mac Donald nel settembre 1931 e trova la sua piu
alIarmante espressione un anno e mezzo dopo ridIa' capitolazione seriza lotta del
tedesco
in occasione della' presa del potere di Hitler.'
movimento operaio
!l,
.
.
, Tutt~ il secòndo periçdo della' storia deIrI08 è, visto, da Adler come un
abba:ò.donosempre pili manifesto di quèi principi che erano stati formulati
negli statuti del congresso di fondazione di Amburgbproprio perseghare la
differenza delle ha si su cui si intendeva costruire la nuova' Interna:i:ioi1aÌe
rispetto a qUylla che era cr.ollàta nell'agosto 191'4,principÌ che Adler ricorda
nel 'Sila memorandum' e che sililcivailo il carattere obbligatorio per tutti i
suol'membri delle decisioni dell'IOS,il suo essere 'uno' strumento indispenSabile non solo per i compiti della pace ma anche durante qualsiasi guerra,
ii SUo essere riconosciuta dai partiti aderenti cOme 'istanza suprema nei conflitti tra nazioni.'
.
' '
,
L'immagine di una fine non traumatica solo perché giunta a conchisione di
una lunga agonia e di un lento e progressivo esaurimeìì'to di ogni capacità
di iniziativa poÙtica è riproposta anche in alcuni dei 'giudizi e deile ricostruzioni fornite da importanti testimoni o partecipal).ti delle vicende , dell'
•
.
•
•
.
l •
•
, Zur Geschichte des Scheiterns cit., 1., Der Tod der I. Internatiò/wle, ivi, n. '6, p. 13.
Zur Geschichte des Scheiterns cit., IV., Die Lage der SAI. Memorandum, ivi, n. lO,
p. lO; .ripubblicato da H;. STEINER, L'Internationale socialiste à la veille de .la Seconde<
Guerre Mondiale, juillet-aout 1939, in "Le Mouvement SociaI~', janvier-mars 1967, pp.
97-104. ' ',:
"
,
.
3
, Comè segretario dell'IOS A<,Iler, ha ribadito in molte occasioni, soprattutto in polemica 'con i comunisti, la novità dell'IOS rispetio all'esperienza dellà Seconda Internazionale. Cfr. in particolare: "È parIandoèostantemente dell'IOS come 'della 'Seconda
Intermlzionale' che i comunisti hanno tentato di dissimulare il fatto che al Congresso
di Amburgo,nel maggio 1923. fu fondàta una nuova organizzazione intèrnazionale, bàsata
su 'una
costituzione completamente nuova nei suoi principi come, nella' sua
organiz~
zazione [ ... ] L'Internazionale Operaia Socialista si è messa all'opera peri grandi interessi
internazionali della classe operaia senza avere le mani legate dal peso del passato. Essa
rivendica lo stesso diritto dell'Internazionale Comunista, che evidentemente si rifiuterebbe di vedersi attribuita la responsabilità di avvenimenti chehai'ino precèduto' la sua
fondazione perché Lenin e Rosa Luxémburg fecero parte dell'Esecutivo della Seconda
Internazionale" (F. ADLER. L'Internationale et l'affaire Barmat;, ' in "Informations Internationales", II, Il. 9, 26 février 1925, p. 4). Sul dibattito politico che ha accompagnato
la formazione dell'IOS cfr. la ricostruzione contenuta nell'ultima parte dell'importante
libro di A. DONNEUR. Histoire "di l'Union des Partis Socialistes paur l'Action Internationaie (1920-1923), Sudbury-Ontario 1967.
4
''o
.','-~>'
"
Fonti per la storia della IOS
IOS. Cosi Julius Braunthal, diretto collaboratore di Adler nel Segretariato
dell'organizzazione durante l'ultimo periodo della sua esistenza, conclude
il capitolo dedicato a Die Auflosung der Internationale della sua Geschichte
der Internationale con una analisi impietosa della evasività e inconsistenza
che caratterizzavano il manifesto per il Primo Maggio, approvato nell'ultima riunione del Bureau dell'IOS, e con qJ.!.esto brevissimo epitaffio: "Con
questa dichiarazione l'Internazionale Operaia Socialista prese congedo dalla
realtà storica".' Cosi Adolph Sturmthal ,- un altro dei collaboratori di
Adler nel Segretariato dell'IOS -' nel suo volume dedicato a The Tragedy
01 European Labor 1918-1939 indica nella paralisi dell'Internazionale nel periodo che precede lo scoppio della seconda guerra mondiale la conclusione logica della impotenza politica e della incapacità di ,abbandonare una mentalità sostanzialmente conservatrice che caratterizzano, secondo lui, la posizione del ,spcialismo internazionale di fronte alla crisi della democrazia negli
anni Trenta.' La perdita di un ruolo storico dell'Internazionale dal 1933,
indipendentemente dal momento della sua formale dissoluzione, è poi chiaramente sottintesa dal Cole, il quale,. nell'ultima parte, sugH anni Trenta,
della sua Storia del pensiero socialista, non ha dedicato al ruolo dell'IOS
che questa unica sommaria considerazione:
Poste del tutto fuori combattimento per qualsiasi sorta di socialismo la Germania e l'Italia, la forza effettiva del socialismo mondlale era ristretta entro limiti molto angusti. L'Ipternazionale socialista e laburista, dal 1933 in poi, fu In
effetti poco piu di una blanda federazione dei partiti inglese e francese e di quelli
di piccoli Stati dell'Europa occidentale.'
.1
~
"
I
l
I
I
I
La periodizzazione della storia dell'IOS è, in' conclusione, condizionata
dall'ottica di un progressivo esaurimento di potenzialità politiche e di abdicazione alle proprie responsabilità ed è scandita da una successione di disfatte che sono anche grossi momenti di crisi' di partiti e gruppi dirigenti
dell'Internazionale (dalla catastrofe della socialdemocrazia tedesca alla sconfitta di quella austriaca nel, 1934 alla stessa profonda crisi politica che
travaglia il Partito operoio belga nel corso degli anni Trenta, ridimensionapdo
il ruolo di un altro gruppo storico della tradizione internazionalista, quello
dei Vandervelde, dei de Brouckère, degli Huysmans) e che, già nel 1933-34,
configuravano nell'IOS il quadro di "due organizzazioni fra loro indipendenti
e contrapposte", secondo Theodor Dan identificabili come "una 'legale', 'ri-
~'
1,
!;
5 J. BRAUNTHAL, 'Geschichte der Internationale, Hannover 1963, II voI., p. 514. Già
nella sua opera àutobiografica (Aut der Suche nach dem Mi/lennium, Niirnberg 1948)
Braunthal - richiamandosi al memoriale di Adler su Die Lage in der SAI - aveva rievocato la fase di dissoluzione dell'Internazionale e il venir meno di qualsiasi legame
internazionale tra i partiti che la componevano nell'imminenza della guerra: "Quasi
nessun I?aese sfuggi al diluvio. e il fatto che alcuni, nell'aspirazione di sottrarvisi, piantassero In asso i propri fratèlli oppressi, aggiunse alla catastrofe mondiale una vergogna
mondiale" (P. 561).
"
"
, A. STURMTHAL, The Tragedy 01 European Labor 1918-1939, Nmv York 1943. La crisi
della democrazia e la "tragedia" del movimento operaio sono imputate insieme da
Sturmthal - che esamina criticamente soprattutto la politica economica e la politica
estera del movimento socialista tra le due guerre ed è vicino alle analisi sulla "econo·
micizzazione" dei partiti operai sviluppate, ad esempio; da Arthur Rosenberg .,.- alla
iI\capacità di questo di trasforinarsi da gruppo di pressione in soggetto, portatore di
una propria proposta politica per la società in cui SI mupve. Illibm, pur npn vplendp
essere Una stpria dell'IOS, ricostruisce i piu significativi rnpmenti di cpnfmnto politico
e teorico nell'Internazionale e il rapporto, tra l'elaborazione internazionale e le linee concretamente seguite dai vari partiti socialisti.
, G.D.H. COLE, storia del pensiero socialista. V. 1931-1939. Socialismo.e fascismo., Bari
1973,p. 71.
5
Andrea Panaccione
formistica' nei paesi della democrazia e una 'illegale','rivoluzionaria-di classe' nei paesi del fascismo".'
Schemi di interpretazione
L'immagine della parabola dell'IOS, trasmessa da coloro che ne hanno
vissuto piti dall'interno l'esperienza, ha fatto sentire la sua influenza sulla
storiografia successiva non solo per quanto riguarda i giudizi sulla dissoluzione dell'Internazionale,' la precarietà dei suoi vincoli unitari e l'incapacità
di dare una risposta politica ai fattori di crisi che coinvolgono il movimento
operaio tra le due guerre;" ma anche - benché fin dal maggio 1941, sul n.
59 di "The Left News", la rivista del Left Book Cub, annunciando la pubblicazione di un supplemento speciale sui problemi del socialismo internazionale (lnternational Socia/ist Forum) Julius Braunthal avesse, indicato tra i
compiti piti urgenti, insieme alla discussione sui programmi socialisti per
la pace e sullà possibilità di ricostituire l'Internazionale, anche la necessità
di una "analisi del perché !'Internazionale Socialista non è stata negli anIi;
recenti, una realtà vivente e del perché essa è stata paralizzata nelle ore decisive della' storia" - in una piti generale tendenza nelle storie del socialismo a relegare in secondo piano l'intera' esperienza dell'IOS, che rischia
di essere liqùidatoria non tanto riguardo ai risultati della sua azione quanto
rispetto alla dimensione e complessità delle questioni che al suo interno sono state poste e dibattute. Nella sua prefazione alla traduzione, italiana del
III, volume della Storia del socialismo diretta da J acquès Droz, Aldo Agosti
- rilevata la mancanza, .accanto a. quello sulh!. Terza Internazionale, di un
saggio dedicato alla storia delI'IOS - ha giustamente notato:
Certo, quest'ultima non ha mai avuto nella vita interna e nell'elaborazione politica dei singoli partiti aderenti un'influenza paragonabile a quella dell'Internazionale comunista: tuttavia la sua autorità almeno morale ha pUr condizionato in
modo non indifferente le scelte del socialismo riformista nei vari paesi, e il dibattito al suo interno rappresenta, tanto sul piano teorico quanto sul piano Pl?, Cfr. T. DAN, Der listerreichische Aufstand und die Umstellung, der Internationale,
in "Der Kampf, vereinigt mit der TribUne", 1934, p. 22. Quello che Dan indicava come
un pericolo, di frònte al quale sollecitava - come' altri esponenti dell'IOS - una
"svolta programmatica e tattica dell'Internationale", significava in realtà l'avvio della
inarrestabile decadenza dell'Internazionale in quanto tale,
, Cfr., per esempio, nel volume di Jacques Droz su Le socialisrne démocratique:
"L'ultima seduta del bureau si tenne a Bruxelles nell'aprile t940, e il manifesto che esso
pubblicò non trovò nemmeno una parola per condannare l'hitlerismo ed esprimere la
sua indi\(nazione di fronte alla reprèssione di cui era vittima la Polonia. L'Internazionale SOCialista scomparve dalla scena europea alcuni mesi dop.o senza lasciar traccia
e senza sollevare la minima emozione" (ParIs 1966, p. 184). çfr. ànche nell'unica ricerca
d'insieme dedicata ai congressi dell'IOS, di M. SOKOLOVA, Les Co'ngrès de l'Internationale
Socialiste entre les deux gUerres mondiales, Paris 1953: "L'Internazionale socialista
scomparve nel 1914 al momento dello scoppio della guerra; ma nel .1939 essa era' già
morta molto tempo prima che fosse scatenata la guerra. Nel 1914, la sua morte fece molto rumore nel mondo europeo. Nel 1939-40, non, ce se ne accorse nemmeno" (p. 141).
I. Cfr. l'opera di M. DRACHKOVITCH, De Karl Marx à Léon Blum. La, Crise de la socialdémocratie, Genève 1954, dove vengono COSI elencate le questioùi non risolte che caratterizzano l'esperienza del movimento sòcialista tra le ,due guerre: "1. la debolezza
generale della democrazia europea di cui il socialismo era parte integrante tra le due
guerre; 2. le metamorfosi profonde delle classi sociali; 3. le situazioni particolari nei
diversi paesi che resero illusoria un'azione socialista internazionale unificata; 4. il feno·
meno dei totalitarismi di sinistra e di destra, il cui carattere intrinseco è rimasto incompreso dal socialismo democratico; 5. l'assenza di soluzioni proprie e costruttive per
rimediare ,alla crisi del capitalismo; 6. la carenza dottrinale, quindi mancanza di bussola
ideologica" (p. 141).
6
7
Fonti per la storia della IOS
litico, un momento non secondario nela storia del movimento socialista tra le,
due guerre,u
un'osservazione che può valere in generale per la storiografia sull'argomento: se nella vasta opera del Landauer sul socialismo europeo all'IOS
sono dedicati solo alcuni rapidissimi cenni e solo per la conferenza di Parigi 'del 1933, dopo la presa del potere nazista, ci si imbatte in una piu
articolata analisi critica; in quella recente di Lindematm - un capitolo
della quale è dedicato a The Demoeratie Soeialists, 1914-1939, e prende in
considerazione in particolare la. SPD, la SFIO, il Labour Party e le socialdemocrazie austriaca e svedese - l'IOS in quanto tale è completamente ignorata."
'
Si può notare, infine, che le cçJse non vanno meglio per quanto riguarda.la
storiografia dei paesi .dell'Europa orientale, nella quale il criterio dominante
di giudizio è costituito dalla posizione assunta da parte' delle varie componenti dell'IOS rispetto all'Unione Sovietica e all'Internazionale Comunista,
mentre viene invece evitata una riflessione critica sulle svolte della politica
estera dell'URSS tra le due guerre e, riguardo alla linea del Comintern; gli
spunti critici a proposito di alcune fasi della sua elaborazione tattica e strategica rimangono superficiali, o addiritturçt la responsabilità di alcune categorie politiche o parole d'ordine, come quella del socialfascismo, vieIie attribuita ai 'singoli autori che ne hanno fatto uso: si veda, per esempio, nella
prima sintesi storica sull'IOS apparsa in URSS, il giudizio su opere dedicate
alla socialdemocrazia e apparse tra la fine degli anni Venti e l'inizio degli
anni Trenta, come quelle di Varga o di Lenz, a proposito delle quali viene
affermato che esse "si distinguono per il pathos della critica al social-riformismo, ma contengono valutazioni sbagliate sulla social-democrazia come
'social-fascismo e, insieme a queste, altri difetti, di cui non sono del tutto
esenti anche alcune pubblicazioni dello stesso periodo"." Nel recente testo
di Krivciguz -' ma anche nella piu impegnativa serie di studi sulla socialdemocrazia apparsa nella Repubblica democratica tedesca e diretta da Werner
Kowalsky, che presenta comunque diversi contributi utili per l'ampiezza del
lavoro di ricerca sulle fonti e le indicazioni che in questo senso forniscono"
- ,continuano ad avere notevole peso la ripetizione rituale delle formulazioni di Lenin sull'aristocrazia operaia come criterio di spiegazione del
ruolo del riformismo nell'IOS; la rigida divisione in base ad esso tra una
fase di egemonia del riformismo nell'epoca della stabilizzazione relativa del
capitalismo, una fase di crisi col sopraggiungere della crisi economica mondiale, e una di dissoluzione e "bancarotta" con l'appro~simarsi della guerra;
il frequente ricorso a categorie di tipo moralistico (il tradimento delle masse
da ,parte dei capi dell'IOS) o di una psicologia piuttosto elementare (irresolutezza, incapacità di un comportamento coerente con le proprie analisi,
mancanza ci scarsità di spirito rivoluzionario); la semplificazione del dibatti"
È
H J. DROZ, Storia del socialismo, Roma 1978, III, pp. XXI-XXII.
" Cfr. C. LANDAUER, European Socalism ;Berkeley-Los Angeles 1959, 2 voll.; A.S. LINDEMANN, History oi European Socialism, New Haven·London 1983. Si veda anche l'opera
di L. MrcHIELSEN, Geschiedenis van de europese Arbeidersbeweging, Masereelfonds 1980,
1980, 4 voll., di cui gli ultimi due, i jJiu ampi, dedicati al periodo tra, le due guerre' lo
scàrsissimo spazio dedicato all'IOS SI spiega facilmente con alcune affermazioni deli'autore: "Si può dire che l'IOS in quanto Internazionale non abbia svolto alcun ruolo"
(III, A, p. 336), o addirittura: "Politicamente'e organizzativamente l'IOS non è quasi
esistita" (ivi p. 337).
" I.M. KRIVOGUZ, Rabocij socialisticeskij internacional. 1923-1940, Moskva 1979, p. 6.
"Cfr. HalleSche Studien zur Geschichte der Sozialdemokratie, Martin-Luther-Universitat Halle-Wittenberg. Forschungsgruppe "Sozialdemokratie'~, 1978-1983, nn. 1-9.
7
Andrea Panaccione
to politico e ideologico degli anni Trenta alla questione dell'atteggiamento
nei confronti dell'Urss e della disponibilità all'unità d'azione con i comunisti."
Le fonti dell'IOS
Il tentativo di una prima messa a punto sulle fonti dell'Internazionale Socialista è quindi giustificato in primo luogo dallo' stato della storiografia
sull'argomento, che non sembra aver espresso finora un profondo interesse
di ricerca per l'esperienza dell'IOS nel suo complesso e lascia anzi l'impressione che l'atteggiamento piu naturale e scontato, di fronte a questo capitolo della storia del socialismo, sia quello della rimozione o della liquidazione polemica." Una ricognizione dello stato delle fonti può inoltre costituire sia uno strumento di verifica rispetto a modelli di interpretazione ormai
acquisiti, che uno stimolo al recupero di alcuni termini del dibattito socialista rimasti in' secondo piano o addirittura sommersi nel naufragio di·· una
prospettiva politica comune del socialismo tra le due guerre mondiali. Se il
panorama delle fonti d~ll'IOS - nei suoi caratteri di varietà e anche di dispersione, nella evidente mancanza di un centro riconosciuto di direzione e
di elaborazione politica, nello stesso progressivo diradarsi delle possibilità
di intervento dell'organizzazione nel suo insieme e nél conseguente ridimensionamento della sua attività pubblicistica, nella indeterminatezza della sua
piattaforma ideologica malgrado la presenza nella organizzazione di alcuni
degli ultimi grandi teorici del marxismo - sembra confermare abbastanza
puntualmente le considerl'lzioni sulla mancanza di una effettiva unità politica, sul progressivo venir meno della possibilità anche di una comune azione
internazionale, sulla eterogeneità ideologica delle componenti che nell'IOS
erano confluite, sulla difficoltà, perfino, di una dialettica tra le diverse situazioni in cui agiva il movimento socialista; si possono tuttavia riconoscere in
questo insieme di materiali gli elementi di alcune delle problematiche (anche contraddittorie e caratterizzate comunqlle dalla pluralità dei percorsi
interni, delle vie intraviste e non battute, dei propositi non completamente
consumati) che continuano ad accompagnare o dominare il socialismo, se
non altro come conferma, anche in questo càso, della "antica verità che i
morti non cessano di dominare i vivi" (Schurripeter).
2. Gli archivi deli'IOS
Una esplorazione completa del materiale archivistico riguardante la IOS
dovrebbe includere l'esame degli archivi dei diversi partiti socialisti tra le
15 :È curioso che alcune delle linee interpretative costanti di questa storiografia
l'atteggiamento verso l'URSS come essenziale r,ietra di paragone, la critica della debolezza politica della componente di sinistra dell IOS, malgrado il' ruolo da essa occupato
negli organismi dirigenti - sono state tracciate in uno dei primi schizzi storici dedicati all'IOS, che è opera dell'ex socialista rivoluzionario Suchomlin, per molti anni
rappresentante del suo partito nell'Esecutivo dell'Internazionale Socialista. Cfr. V. SouKHOMLINE, De la II' /nternationale au COM/SCO, in "Cahiers Internationaux", II, JuinJuiIIet 1950, n. 17, pp. 11-13.
.
" Va rIlevata però l'apparizione, neglÌ ultimi anni, di almeno due lavori importanti
nei quali l'iniziativa politica dell'IOS viene analizzata criticamente in riferimento ad
alcune questioni specifiche: J.F. WRYNN; The Socialist /nternational and the Politics 01
European Reconstruction, 1919-1930, Uithoorn 1976; G. PROCACCI, II socialismo internazionale e la guerra d'Etiopia, Roma 1978.
8
Fonti per, la storia della IOS
d.ue g~erre e ~ella document~zione ivi esistente sui rapporti cori '1'organizza'
ZIOne mternazIOnale. Fra eSSi va almeno segnalata l~importanzadel.fondo
sull'IOS esistente presso l'Archivio del Labour Party (Labour: Party Arehivçs,
Transport House, London: 1. National Organisation. 9. Labour and Soèialist
International), grazie anche al fatto che questo archivio non ha subito le
vicissitudini che hanno coinvolto' i partiti socialisti dell'Europa continentale
tra le due' guerre o negli anni della seconda guerra mondiale.
Di notevole importanza sono anche i fondi riguardanti l'IOS o singole
personalità del inovimento socialista tra le due guerre conservati in istituzioni come lo Internationaal Instituut vòor Sociale Geschiedenis (IISG) di
Amsterdam (basti accennare, in particolare, agli archivi Abramovic, Aksel'
rod, Braunthal, de Man, Paul Hertz; Kautsky, Wibaut; ,alla collezione sulla
Seconda Internaziònàle 1918-1923 per il periodo precedente la costituzione
dell'IOS; all'archivio della FSI), l'Institut Emile Vandervelde di Bruxelles, la
Friedrich-Ebert-Stiftung di Bonn, l'Office Universitaire de Reche'rche Socialiste di Parigi, l'Istituto per il Marxismo-Leninismò di Berlino Est, l'Archivio
Centrale del Partito Operaio Unificato Polacco 'di Varsavia, lo Arbetarrotelsens Arkiv ,di' Stoccolma, ia Arbejderbevaegelsens Bibliothek og, Arkiv di Copenhagen, ti numerose a l t r e . '
" Data !'impossibilità di una tale vasta esplorazione, che richiederebbe uno
specifico progetto di ricerça, nOn è possibile in questa sede che limitarsi a
una nota sugli archivi dell'IOS conservati presso l'IISG di Amsterdam.
Nel volume che Julius Braurithal h~ dedicato à Vietor und Friedrieh Adler
(Wien 1965), si trova UIla rapida ma vivace descrizione deI metodo di lavoro
del segretario dell'IOS, del quale Braunthal è statò per alcuni anni diretto
collaboratore. Adier è definito un lavoratore "pedante", capace di svolgere
una enorme mole di lavoro e insieme di prendersi cura personalmente, di
ogni dettaglìo amtniriistratfvoe tecnico legato alla propria funzione. Tra
gli aspetti centrali dell'attività di Adler, Braunthal' ricorda - dopo il trasferimento del segretariato dell'IOS da Londra a Zurigo e il raggiungimento
di )11). adeguato livello di efficienza della sua struttura organizzativa - la
realizzazione di un "desiderio dèl cuore": la costruzione dell'archivio dell'Internazionale (cfr. p. 299).
L'archivio dell'IOS puÒ in effetti essere considerato, fra l'altro, una efficacissima testimonianza indiretta della capacità di lavoro di F,riedrich Adler
,è insieme di una eccezionale qualità di attenzione per la memoria storica
del movimento al quale ha dedicato quasi un ve,ntennio della sua vita ,e del
quale vengono documentati - al di là dell'immagine pubblica - i processi
non lineari, re diversità' e contraddizioni interne,i tentativi di compromesso,
i momenti di crisi e l'insieme di problemi legati allo stesso meccanismo di
funzionamento dell'IOS e alla mancanza e impossibilità, di cui Adler era
chiaramente consapevole, di una effettiva direzioIle' politica dal centro sull'
iIlsieme dell'organizzazione. L'enorme' quantità di materiali, che Adler ha
personalmente ordinato anno dopo anno, è inventariata secondo 7 grandi sezioni, corrispondenti ai diversi organismi dell'IOS: A) Congressi; B) Comitçtto esecutivo; C) Bureau; D) Commissione amministrativa; E) Commissioni;
F) Conferenze; G) Segretariato.
'
A) Congressi (fase. 1-188). Coritiene i materiali riguardanti la convocazione
e la preparazione dei vari congressi (inviti, lettere; circolari, liste di delegati, verbali dell'Esecutivo dedicato alla preparazione del congresso, ecc.);
l'organizzazione e lo svolgimento dei lavori congressuali (ordine del giorno,
composizione delle commissioni, documenti e progetti delle varie delegazioni
9
Andrea Panaccione
o di singoli delegati, resoconti degli interventi, progetti di risoluzione sui
vari punti all'ordine del giorno, materiali dei diversi partiti presentati al
congresso, documentazione sui diversi partiti e sulle diverse situazioni, problemiriguardanti il lavoro ,dei traduttori e degli stenografi, ecc.); echi ~ reazioni al congresso (dossiers sulle varie prese di posizione, ritagli di stampa);
la pubblicazione degli atti congressuali e ·la . diffusione delle risoluzioni approvate (corrispondenza con singoli, con case editrici e tipografie).
B) Comitato Esecutivo (fase. 189-598). Il materiale è diviso in dossiers
sulle varie riunioni dell'Esecutivo (rapporti, circolari, verbali, documenti presentati all'Esecutivo, progetti di risoluzioni, appelli, ecc.), dalla prima riunione de124~25 maggio 1923 ad Amburgo fino aIrultima a Bruxelles il 23-25
febbraio 1940 e al dossier riguardante la riunione programmata a Parigi per
il 26-27 maggio 1940 e non s v o l t a s L '
C) Bureau (fase. 599-71:3). Questa sezione è divisa in: L Materiali riguar-
danti le riunioni del Bureau ,dal 1923 al 1940; 2. Circolari ai membri dal 1924
al 1940; 3. Materiale diverstl. La prima parte termina con un fascicolo (697)
sull'ultima riunione di Bruxelles del 3 aprile 1940, contenente un carteggio
con la FSI per un programma per la pace, proposte per l'elezione di un nuovosegretario, il progetto èIdl'appello per il l° maggio.
:
D) Commissione amministrativa (fflSC.714;757). L,a sezione è, divisa in:
1. Materiali sulle riuniorii della Commissione amministrativa; 2. Circolari ai
membri. La documeritazidne sulle riunioni della Commissione amministrativa (a Londra, 1~23-1925;'a Zurigo, 1933; a Bruxelles, 1935-1939; a Londra
1939; a Bruxelles, 1940) prese~tadiversi vuoti; va tenuto presente, comunque,
che dal dicembre 1925 al febbraio 1928 il Bureau ha funzionato ,come Commissione amministrativa:' .
E) Commissioni (fass:. 758-853). Raccoglie i docuinenti delle diverse Commi,ssioni costituite dall'IOS, alcune dèlle quali insieme alla FSI, Circolari,
resoconti e'materiali sulle riunioni piu Importanti, memorandum e rapporti
indirizzati alle Commissioni, relazioni sull'attività delle stesse, ecc. Viene
Cosi documentata l'attività delle seguenti Cominissioni (di cui'si indica anche
il periodo di attività e i nomi di alcuni, dei piu noti esponenti): I. Commissione per il disarmo (1926-1933; dal 1931 insieme alla FSI; Albarda, Renaudel, Jouhaux e altri); II. Commissione contro la guerra (s,ettembre-dicembre
1935; insieme alla FS!; Albarda e altri); III. Commissione sulla disoccupazione (1930-1931; insieme alla FSI; Wels, Grimm, Sassenbach e altri) IV
Commissione coloniale (1929-1934; Vliegen, Wàuters e altri); V. Commissione per le minoranze' (1925-1929; Abnimovic, Bauer, Czech, de Brouckère,
GiIliès, Sakasov e altri); VI. Commissione dei Quattro sulla questione d,el
Partlto socialista - SFIO (1934; Faure, RenaudeI, Albarda, Vandervelde);
VII. Commissione d'inchiesta sulla situazione dei prigionieri politici (19271938; Crispien, de Brouckère e altri); VIII. Commissione per la Cecoslovacchia (1923); IX. Commissione perla democratizzazione della Società delle
Nazioni, poi: Commissione per i problemi della Società delle Nazioni (19281931; Albarda, Breitscheid, de Brouckère, Modigliani e altri); X. Commissio, ne economica (1930-1933; insieme alla FSI; Wibaut, Naphtali e altri).
F) Conferenze (fase. 854-973). Contiene un'ampia documentazione sulle
conferenze politiche organizzate dall'IOS. Tra le piu importanti: la conferen-
lO
Fonti per la storia della IOS
za dei Partiti socialisti del Belgio, della Germania e della Francia e del
Labour Party inglese sull'occupazione della Ruhr, nel luglio 1923 (fase. 854);
la prima e la seconda conferenza dei Partiti socialisti dei Balcani, del marzo
1924 (fase. 855-861) e del giugnQ 1925 (fase. 880-893); il congresso mondialè
dell'emigraziQne organizzato dall'IOS e dàlla FSI nel giugno 1926 (fase. 894902); la conferenza sul disarmo organizzàta dall'IOS è dalla FSI nel maggio
1932 (fase. 910); la conferenza internazionale di Parigi dell'agQsto 1933, in
pratica l'ultimo congresso dell'IOS (fase. 911-931); la conferenza ÌnternazionaIe sulla Spagna, convocata dall'IOS e dalla FSI a Londra, il lO _e 11 marzo
1937. Una seconda sezione è dedicata alle Konferenzen fur technische Zeitungsfragen, sui problemi d~lla stampa socialista: Marsiglia, agosto 1925;
Berlino, novembre 1926; Bruxelles, lugliQ -1928; Vienna, luglio 1931. Particolarmente interessante è il materiale preparatorio della seconda conferenza,
comprendente un questionario inviato ai partiti socialìstr sulla stampa di
partito e -la possibilità di un servizio di informazioni socialista a livello
internazionale, a cui seguono le risposte a cura dei vari organi della stampa
socialista.
G) Segretariato (fase. 974-3224). È la parte piu consistente dell'archivio e
riguarda tutti gli aspetti dell'attività del segretariato, di cui Adler è statQ ininterrottamente respons(\bile (e solQ per un breve Periodo iniziale insieme a
Tom Shaw) -dal congresso di fondazione di Amburgo fino allo scioglimento
dell'IOS. Al suo interno sonQ di particolare importaÌlZa le seziQni riguardanti
la preparazione dei rapporti del Segretariato diffusi in occasione dei congressi o pubblicati -- negli anni Trenta - sulle "Informations Internationales",
sull'organizzazione e le finanze delrIOS e sui partiti aderenti; i questionari
e le risposte dei vari partiti in occasione delle inchieste promosse dal Segretariato (otto1;>re 1923, ottobre 1924, ottobre 1925, ottobre 1926, gennaio 1930,
gennaio 1937; fasc. 1029-1169); i dossiers riguardanti questioni politichè al
centro dell'attività dell'IOS (trattati di garanzia; protocollo di Ginevra; otto
ore; l° maggio; lotta contro la guerra; statistiche elettorali; petizioni per
il disarmo; riparazioni; emigranti) la sezione di corrispondenza, dossiers e
materiali riguardanti i diversi paesi (e partiti aderenti), articolata appunto
situazione per situazione e tale da costituire una fonte di primaria importanza anche per la storia delle diverse organizzazioni nazionali; la sezione
di corrispondenza, dossiers e materiali riguardanti le altre organizzazioni internazionali; infine la sezione riguardante le pubblicazioni dell'IOS, in cui
sono documentati i problemi delle edizioni del "Bulletin de l'I0S'' e delle
"Informations Internationales", l'elaborazione di un progetto - molto interessante, ma non realizzato - di un Handbuch des Sozialismus und der
Arbeiterbewegung di cui Adler aveva presentato il piano alla riunione dell'
Esecutivo a Zurigo del 28-29 luglio 1929 (cfr. fasc. 340) e per il quale nel 1930
era già stata concordata col Verlag JJI.W. Dietz Nachf. la pubblicazione dell'
edizione tedesca in 3 vQlumi di circa mille pagine ognuno (I. Paesi, II. Personalità, III. Problemi: cfr. fasc. 3126),1'0rganizzazione del lavoro redazionak,
la raccolta di dati e resoconti sulla diffusione e i problemi finanziari.
A queste 7 sezioni di cui si compone l'archivio dell'IOS va aggiunta; infine, un'ultima parte comprendente alcuni specifici dossiers: sulla biblioteca
e sulle finanze, sull'organizzaziope delle donne, sulla liquidazione dell'IOS.
11
Andrea Panaccione
3. La stampa dell'IOS
Bulletin de l'IOS
II primo organo di stampa, pubblicato dal Segretàriato dell'IOS dal
marzo 1924 in edizione francese, inglese e tedesca, è il "Bulletin de l'Internationale Ouvrière Socialiste". La prima serie del "Bulletin" - inizialmente
con periodicità mensile (dal marzo al luglio del 1924) e in seguito a intervalli
di tempo piu ampi e irregolari _. comprende 11 numeri, fino al luglio 1926;
fino àl novembre 1925 è pubblicato a Londra e in seguito, col trasferimento
del Segretariato, a Zurigo. A questa prima serie seguono una seconda (12
numeri dal gennaio 1928 al luglio 1931), una terza (5 numeri dall'agosto 1931
all'ottobre 1933) e una quarta (2 numeri: agosto 1937 e agosto 1939); la quarta serie è" pubblicata a Bruxelles, nuova sede del Segretariato dell'IOS dal
1935.
"
II "Bulletin" diffonde i documenti ufficiali (risoluzioni approvate· cfagli
Esecutivi, di cui fornisce anche dei brevi resoconti, o dalle Conferenze organizzate dall'IOS; appelli e prese di posizione dell'organizzazione) e dà una
serie di informazioni sulla vita dell'Iri1<.ernazibnale (programmi· e ordini
del giorno dei congressi, cronache di manifestazioni, notizie sulle pubblicazioni dell'IOS) o sui partiti aderenti;· ma in questa funzione - anche per
il suo ridotto numero di pagine e la irregolarità nella pubblicazione - esso
è rapidamente sostituito, in pratica, dalle "Infor,mations Internationales",
rispetto alle quali svolge soltanto, in alcune occasioni, una funzione sussidiaria.
Alcuni numeri del "Bulletin" sono invece particolarmente utili per la
conoscenza della struttura interna dell'organizzazione: in particolare il n.
2 della terza serie (maggio 1932) sulla composizione dei diversi organismi
dell'IOSI incluse le commissioni da essa istituite, e i nn. 4 della terza serie
(aprile 1933) e 2 della quarta serie (agosto 1939), interamente dedicati alla
stampa dei partiti aderenti all'IOS e contenenti le informazioni essenziali
sui principali periodici socialisti nei diversi paesi. Infine il n. 1 della quarta serie (agosto 1937) è dedicato "a L'Internationale Ouvrière Socialiste et
l'Espagne e viene pubblicato anche in edizione spagnola: in esso vengono
riprodotte tutte le prese di posizione' dell'IOS (messaggi, manifesti, risoluzioni) nel corso del primo anno della guerra di Spagna ..
In!ormations lnternationales
Le "Informations Internationales", il principale strumento di informazione dell'IOS, appaiono regolarmente, in forma di settimanale ciclostilato diffuso in tre lingue; a cura del Segreatriato, dal 18 settempre 1924 al
18 agosto 1939. Lo scoppio della seconda guerra mondiale porterà alla decisione - presa all'interno della Commissione amministrativa dell'IOS ma
espressione di una piu generale abdicazione dell'Internazionale rispetto a
un qualsiasi ruolo politico - di cessare le pubblicazioni. Solo due numeri
speciali vedranno la luce nel 1940: il 26 febbraio, con il resoconto dell'
ultima riunione dell'Esecutivo dell'IOS, e il 4 aprile, in occasione dell'ultima riunione del Bureau.
Insieme ai documenti programmatici, appelli, "prese di posizione dell'
IOS, alle informazioni organizzative o sull'attività editoriale, a resoconti
12
Fonti p'er la storiadeUaIOS
delle riunioni dei vari. organi~mi dell'Internazionale, di mlanlif(lsi~iil~~[i},~
lebrazioni ecc., le "Information~ Internationale~"
puntuale informazione ~ul movimento nel suo comple~~o:
articoli appar~i ~ui principali giornali ~ociali~ti dei vari paesi,
di manifestazioni o di discorsi dei maggiori esponenti del movimento so'
cialista, notizie sull'attività dei singoli partiti, cronache dei loro congressi
o delle piu importanti riunioni degli organismi dirigenti, risultati elettorali,
analisi della situazione politica dei diversi paesi, documenti e interventi
nel dibattito ·socialista internazionale. Con la diffusione di quest'ultimo tipo di materiali le "Informations Internationales" svolgono il ruolo, oltre
che di strumento di informazione, di sede di confronto e di dibattito per
tutto il movimento socialista, e questa funzione acquista sempre piu importanza con la pubblicazione di un supplemento di "Documents et Discussions" dal luglio del 1926. A questo primo suppemento si aggiungono successivamEmte, sui diversi aspetti dell'attività dell'IOS: "Pour les Femmes"
dal gennaio 1927; "Communications sur la Situation des Prisonniers Politiques" dal febbraio 1928 (a cura della Commissione sulla situazione dei
prigionieri politici, dell'IOS); "Problèmes de la Société des Nations" dal
dicembre 1928; "Pour le Désarmement" (a cura della Commssione congiunta per il disarmo, dell'IOS e della FSI) dal 1931 al 1933. A parte quest'
ultimo, i diversi supplementi saranno. diffusi insieme alle "Informations
Internationales" fino all'agosto del 1939.
Il carattere delle "Informations Internationales", come organo di informazione e di confronto di esperienze e di elaborazione tra le diverse componenti dell'IOS, riflette l'impegnoorganizzativo e il ruolo di coordinamento svolto dal Segretariato, ma anche, d'altra parte, l'impossibilità - data
la struttura dell'IOS, la tradizione da cui essa proveniva, il sempre piu netto
divaricarsi delle situazioni in cui operavano i diversi partiti politici e dei
criteri stessi a cui ispiravano 'la loro azione - di dare all'Internazionale un
organo di stampa che potesse svolgere· una effettiva funzione di direzione
politica sull'insieme del movimento socialista.
Nel quadro della stampa dell'IOS possono infine essere fatte rientrare
due specifiche iniziative: la pubblicazione (12 numeri con periodicità irregolare dal 1929 al 1939) di un "Bulletin" a cura del Comité Socialiste pour
la Palestine· Ouvrière, del quale fanno parte alcuni dei principali esponenti
dell'Internazionale Socialista - da Blum a Vandervelde, da de Brouckère
a Turati, cernov, Renaudel, Hliysmans, Lansbury, ecc. - e che può essere
considerato ·come l'espressione della componente dell'IOS favorevole al sionismo sociafista (posizione che è però fortemente osteggiata da altri importanti esponenti dell'Internazionale e dirigenti del Bund russo e polacco, come R. Abramovic e V. Alter); e la pubblicazione (9 numeri dal 16 aprile al l° novembre 1937) di "L'Espagne socialiste. Organe franco-espagnol
iIlustré du Comité d'action socialiste paur l'Espagne (CASPE), intérieur au
Parti SFIO et à l'Internationale ouvrière socialiste", diretto da Jean Zyromski, che pubblica documenti e prese di posizione dell'IOS o di suoi
esponenti sulla Spagna e anche importanti interventi politici come l'articolo di Zyromski stesso, nel primo numero, sù Le Socialisme Internationale
et l'Espagne.
13
Andrea Panaccione
4. I congressi
I problemi connessi alla pubblicazione dei protocolli congressuali dell'
IOS sono documentati, come si è ,già accennato, nella prima sezione dell'
archivio dell'organizzazione, che contiene in proposito la corrispondenza
del Segretariato con case editrici e tipografie dei diversi paesi: Wiener
Volksbuchhandlung, "Vorwarts", J.H.W. Dietz Nachf., l'Eglantine, "De Wilde Boos", "Lucifer", la Druckerei·Gesellschaft di Osnabriick, le edizioni del
Labour Party,' la Genossenschaftbuchhandlung di Zurigo; nel 1930 viene poi
costituita la cooperativa "Verlag der S()zialistischen Arbeiter-Internationale" col compito di curare l'insieme delle pubblicazioni dell'IOS.
I protocolli congressuali - ad eccezione di quello di Amburgo, per il
quale esiste solo l'edizione tedesca, e della conferenza di Parigi del 1933,
come viene 'indicato in seguito - cosi come le edizioni separate delle riso·
luzioni, statuti, rapporti, materiali preparati per i c()ngressi, sono tutti pubblicati in 3 lingue (francese, inglese, tedesco); nella bibliografia che segue è
stata indicata per i protocolli l'edizione tedesca, per gli altri materiali l'edizione che è stato possibile consultare. Sono stati inoltre indicati sia i documenti (rapporti, memorandum, dichiarazioni, ecc.) specificamente preparati per
il congresso dalle diverse delegazioni, che la riproduzione nella stampa socialista di alcuni interventi congressuali particolarmente significativi.
Riguardo ai volumi dei protocolli congressuali va notato che, mentre
per il congresso di fondazione' di Amburgo e la conferenza di Parigi del
1933 sono disponibili solo i resoconti dei lavori e i documenti finali (alla
conferenza di Parigi vengono per la prima volta proposte e votate delle
risoluzioni di minoranza), nd protocolli dei congressi di Marsiglia, Bru·
xelles e Viehna vengono pubblicati anche i rapporti preparati dal Segretariato sul periodo trascorso dal congresso precedente, che costituiscono
uno strumento indispensabile di conoscenza sia per la storia della 10S che
per quella dei partiti ad essa aderenti. Per quanto riguarda, invece, i lavori
delle commissioni nominate dal congresso, non esistono resoconti delle di·
scussioni in esse svoltesi e' le uniche fonti di informazione sono costituite
dagli interventi congressuali dei relatori per le diverse commissioni (i qua·
li, pur accennando ai dibattiti, tendono a illustrare soprattutto l'opinione
prevalente) o da successive testimonianze sulla stampa socialista di singoli
partecipanti ai lavori di commissione.
Una ristampa dei protocolli congressuali dell'IOS, inclusa la conferenza di
Parigi, è st:;tta effettuata negli anni Settanta: Kongress-Protokolle der So·
zialistischen Arbeiter-Internationale, Verlag Detlev Auvermann, Glashiitten
im Taunus, 5 volI., 1974-1976.
Amburgo (maggio 1923)
Protokoll des Internationalen Sozialistischen Arbeiterkongresses in Ham·
burg 21. bis 25. Mai 1923. Nach der stenographischen Aufnahme heraus·
gegeben vom Sekretariat der Sozialistischen ,Arbeiterinternationale,
Berlin 1923, 111 pp.
Internationaler Sozialistischer Arbeiterkòngress in Hamburg. An die sozialistischen Arbeiterparteien aller Liindrr. Bregenz, 6. April 1923, snt, 2
pp. (appello di convocazione del congresso di Amburgo lanciato dal
14
Fonti per la storia della [08
comitato misto di lO membri nominato dalla Seconda Internazionale e
dalla Unione di Vienna).
Congrès Ouvrier Socialiste International, Hamburg 1923, 25 pp. (stampato
distribuito ai congressisti: contiene in 3 lingue - francese, inglese, tedesco - i testi delle risoluzioni proposte e la lista provvisoria dei delegati).
Statuts de l'Internationale socialiste, snt, 1 p.
Die BeschlUsse des Internationalen Sozialistischen Arbeiterkongresses in
Hamburg. 21. bis 25. Mai 1923. Hrsg. vom Sekretariat der SAI, Wien
1923, 16 pp. (anche in francese e in inglese).
Internationaler Sozialistischer Arbeiterkongress. 1923. Hamburg, vom 21.
bis 26. Mai, Gewerkschaftshaus, Besenbinderhof s.d., 16 pp.
International socialistik Kongres. Hambourg, 21 Maj - 25 Maj 1923, Kobenhavn 22 pp.
Beretning fra den Internationale socialistiske Kongres i· Hamborg 21.-25.
Maj 1923. Udg. af Socialdemokratisk Forbund paa Grundlag af den officielle Protokoll, Kobenhavn 1924, 24 pp.
El Partido socialista de la Argentina al Congreso internacional de Hamburgo, Buenos Aires 1923, 16 pp. (anche in francese, inglese, tedesco).
La Finlande et le socialisme finlandais. Rapport, Helsingfors 1923.
Rapport sur l'activité du Parti ouvrier social-démocrate de Hollande. Hambourg, 1923, Amsterdam [1923], 174 pp. (anche in inglese e ted~sco).
The Declaration oi the Ukranian socialdemocratic labor party to the Socialist labor conference in Hamburg. 21-25 May 1923, Berlin 1923, 8 pp.
(anche in francese e tedesco).
Le Mouvement socialiste en Pologne. Compte-rendu pour le Congrès international de Hambourg du Parti socialiste polonais, Edition du Comité
centraI exécutif, s.l., s.d., 20 pp.
Denkschrift der Deutschen Sozialdemokratischen Arbeiterpartei in der
Tschechoslo'fakischen Republik an den Internationalen Sozialistenkongress in llamburg Mai 1923 iiber den politischen und sozialen Stand
der Arbeiterbewegung in diesem Staate und das Verhalten der Tschechoslowakischen Sozialdemokratie gegen die iibrigen sozialistischen
Parteien des Landes, s.I., s.d., 16 pp.
Réponse de la Délegation du Parti social-démocrate thécosloveque au Congrès sozialist international à Hambourg en 1923 au mémoyial du Parti
social-démocrate allemand en Tchécoslovaquie, soumis aus membres
du Congrès, n. 1, snt, 25 pp.
Die Erkliirung der sozialistischen Vereinigung in der Tschechoslowakei, snt,
1923.
Marsiglia (agosto 1925)
Zweiter Kongress der Sozialistischen Arbeiter-Internationale in Marseille.
22. bis 27. August 1925. Erster Teil: Tiitigkeitsbericht des Sekretariats
der SAI .. Zweiter Teil: Protokoll des Kongresses von Marseille, Berlin 1925, 387 pp. Della prima parte esiste anche, nelle tre lingue dell'
10S, una edizione separata: Tiitigkeitsbericht iiber die Zeit vom 23. Mai
1923 bis 30. Juni 1925, vorgelegt am zweiten Kongress der sozialistischen
Arbeiter-Ipternationale in Marseille, 22. bis 27. August 1925, vom Sekretariat der SAI, Berlin s.d., 238 pp.
15
Andrea Panaccione
Socialistik Arbejder Internationale 1923-25 samt den Internationale socialistiske Kongres i Marseille 22.-27. August 1925. Udg. ai Socialdemokratisk Forbund paa Grundlag ai den officielle Protokol, Kobenhaven 1926,
48 pp.
'
Coniérence internationale féminine de Marseille, 21 aout 1925. Rapports, snt.
36pp.
PARTi SOCIALISTE RÉVOLUTIONNAIRE RUSSE, Rapport à l'Internationale Socialiste sur l'activité du parti en 1923-1925, MarseiIle 1925, 22 pp.
La Danger de Guerre en Europe Orientale. Conclusions présentées par la
délégation du Parti S.R. Russe. au Congrès International Socialiste à
Marseille, in "Es-Er. Bulletin d'information de la Délégation à ]'Etranger du Parti Socialiste Révolutionnaire Russe", 22 AoÌlt 1925, n. lO.
PARTI OUVRIER SOCIALISTE-DÉMOCRATE DE BULGARIE, Exposé-mémorandum sur
la situation internationale et politique ainsi que sur les difficultés économiques et financières qui placent la Bulgarie dans une impasse, So.
fia 15 Aoilt 1925, 12 pp.
PARTI SOCIALISTE DE GRÈCE, L'arbitrage interbalcanique. Réponse au mémorandum du POSDdB sur la situation dans les Balkans. Le PSdG propose' l'arbitrage interbalcanique camme seul plan pratique pour résoudre
les conflits entre les états des Balkans. MarseiIle. 25 Aoilt 1925, ciclostilato, 5 pp. (firmato dalla delegazione greca al II congresso dell'IOS:
N. Yannios, D. Stratis, J. Joanidis).
Bruxelles (agosto 1928)
Dritter Kongress der Sozialistischen Arbeiter-Internationale. Brussel, S, bis
11. August 1928. Berichte und Verhandlungen, Ziirich 1928 (due volumi
divisi in varie sezioni ciascuna con una propria numerazione; il primo
volume comprende le sezioni I-IV, il secondo le sezioni V-IX) .
. Dei materiali congressuali sono stati inoltre pubblicati, nelle 3 lingue dell'
IOS, in edizioni separate: Troisième congrès de l'Internationale ouvrière socialiste. Rapports et comptes rendus, Zurich 1928 (Comprende: 1-2. Aperçu politique. Questions d'organisation, 112 e 77 pp.; 3. Les
Femmes dans l'Internaiionale Ouvrière Socialiste. Rapport présenté à
la. 3< Coniérence internationale des Femmes de l'IOS et au 3< Congrès
de l'IOS, 43 pp.; 4. Les partis affiliés, 160 pp.; 5. Le problème colonial.
Matériaux présentés au 3" Congrès de l'IOS, 183 pp.).
Dritte' Interna,tionale Frauenkonferenz der SAI. (Brussel, August 1928), Ziiricli 1928, 97 pp.
Das Kolonial-Problem (Materialien, unterbreitet dem III. Kongress der Sozialistischen Arbeiter-Internationale. Brussel, August 1928), Ziirich 1928,
200 pp.
Statuts de l'Internationale ouvrière socialiste votés à Hambourg le 23 mai
1923, revisés à Marseille ie 27 aout 1925 et à Bruxelles le 9 aout 1928, s.l.,
1928, lO pp.
Beslutningen Socialistik Arbejder-Internationales ved Kongressen i Brussei 1928, Kobenhaven 1929, 51 pp.
Manifestation ,en l'honneur des délégués au III" congrès de l'IOS. 5 aout
1928, Bruxelles s.d., 40 pp. (materiale fotografico con didascalie).
III. KONGRESS DER SAI - ITALIENISCHE DELEGATION - Referat uber den Faschismus, Briissel 1928, 16 pp.
16
Fonti per la storia della IOS
F. TURATI, Le problème du fascisme au Congrès lnternational Socialiste, Bruxelles 1928, 26 pp. (discorso pronunciato al congresso di Bruxelles;
estratto da: "L'Eglantine", VI; n. 2, décembre 1928).
Le Socialisme en Espagne. Rapport de la délégation espagnole aux délegations de l'IOS, snt [1928], 6 pp.
W. PREUSS, The Jewish Labour Movement in Palestine. Its aims and achievements, Introduction by -S. Kaplansky. Submitted by the Jewish Socialist Labour Confederation Poale-Zion to the Labour and Socialist
International Congress, Brussels. August 1928, Berlin s.d., 89 pp. (anche in francese, tedesco e olandese).
Mémorandum adressé au III congrès de l'IOS par l'Association des Travailleurs Chinois en France et la Fidération des Etudiants socialistes chinois en Europe, s.l. 1928 .
. Aux membres du Congrès de 1'I0S à Bruxelles (Programme, statuts, déclaration etc. du Seçrétariat provisoire de la Ligue du Nouvel Orient) (firmato da V. G01.1revitch e O. Akinian), Paris s.d., 20 pp.
Le discours de Dan au Congrès de Bruxelles, "La BataiIle Socialiste", II,
Aoiìt-Septembre 1928, n. 15, pp. 1-3.
Vienna (luglio-agosto 1931)
Vierter Kongress der Sozialistischen Arbeiter-Internationale. Wien, 25. Juli
bis 1. August 1931. Berichte und Verhandlungen, Ztirich 1932, 896 pp.
Dei materiali congressuali sono stati inoltre pubblicati, nelle tre lingue dell'IOS, in edizioni separate: lnternationale Ouvrière Socialiste. 4' Congresse. Vienne, 1931, Zurich 1931. Comprende: 1. Rapports présentés au
4' congrès de l'IOS, Vienne, juillet 1931, par le Secrétariat de l'IOS, 88
pp.; 2. Les Femmes dans l'lnternationale Ouvrière Socialiste. Rapport
déposé par le Secrétariat de l'IOS pour la 4' Conférence lnternationale
des Femmes de l'IOS et le 4' Congrès de l'IOS, 33 pp.; 3. Les Partis affì1iés.Partis dans d'autres pays. Rapports présentés au 4' congrès de
l'I0S, Vienne, Juillet 1931, par le Secrétariat de l'IOS, 184 e 32 pp.
Vierte lnternationale Fraùenkonferenz der SAI (Wien, Juli 1931), Wien-Ziirich 1931, 143 pp.
Beslutningen Sozialistik Arbejder-International ved Kongressen i Wien 1931,
Udg. af Socialdemokratik Forbtind, Kobenhaven 1931, 23 pp.
La Situation dans la Russie des Soviets. PubIié par la Délégation à l'étranger du Parti Social-Démocrate Ouvrier de Russfe, Paris 1931, 24 pp.
(rapporto preparato per il congresso di Vienna; allche in inglese e in
tedesco).
ALLGEMEINER JUDISCHER ARBEITERBUND "BUND" IN POLEN, Unser Weg. HiIfsgruppe der Bund in Wien, Wien 1931, 40 pp. .
CONFÉDERATION UNIVERS:ELLE SOCIALISTE JurVE POALE-SION, Antwort an de.n
"Bund", Wien 1931, 13 pp.
ZIONISTISCH-SOZIALISTISCHE PARTEI IN USSR, Memorandum an den IV Kongress der SAI, an alle Landesdelegationen, Wien, Tel-Aviv 1931, 4 pp.
FiJZETEK-VILAGOSSAG, Die ungarische Diktatur eine internationale Gefahr.
Denkschrift der ungarischen sozialdemokratischen Etnigrantengruppe
Vilagossag. an den 4-ten Kongress der SAI, Wien s.d., 12 pp.
Der Verband der sozialdemòkratischen Gewerbetreibenden und Kaufleute
Oesterreichs an den lnternationalen Sozialistischen Kongress in Wien,
25. Juli bis 1. August 1931, Wien s.d., 40 pp.
17
l
I
Andrea Panaccione
Parigi (agosto 1933)
Protoko(L Internationaté Konferenz der SAI, Paris; Maison de la Mutualité,
21.-2'5. August 193J, snf, 22'4 pp., ciclostilato (titolo e testo delle risoluzioni nelle' 3' lingue dell'IOS;' testo degli interventi nella lingua frances-e, inglese o tedesco' -'. fn cui sono stati pronunciati).
SOZIALrSnS€HE ARliEITER-INTERNATIONNLE; Nach der aeutschen Katastrophe.
Di'e: Besch1Usse der lnternationalen Konferenz dà SAI in Paris, August
1933; und .di'e: Rede aes Beriéhterstatters atto Bauer, Ziirich 1933, 32 pp.
(jmbbIicato anche in francese e' in inglese).
YANNIOS N., Verso ane société meilleare: La tactique sociafiste revisée suivant [es réa[[tés, présentes~ Mémorandum des socialistes grecs à la Confre-nce sacialiste internationale de Pans (21 Aoùt 1933), Athènes 1933,
12 pp.
Il Partito socialista italiano atta Conferenza socialista internazionale (progettO' di risoluzione preparato dal PSIper la Conferenza di Parigi), in
"Avanti! L'Avvenire del Lavoratore", XXXIX, 8 luglio 1933, ripubblicato in P'. NENNI, La battaglia s:ocialista contro il faSdsmo, MiIano-Messina 1971" pp. 613-619.
NENNI p~, La lutte socialiste contre le fascisme et pour le pouvoir, Paris
[1933J, 14 pp. (intervento di Nenni alla Conferenza di Parigi; ripubblicato' in Il sOCÌalismo nella storia d'Italia, a cura di G. Manacorda, Bari
1966, pp'. 5S8-601).
.
AUFUiù;SER, D'iscours prononcé à la Conférence Internationale de Paris, in
"Revolte"~ In, 1933, n. 19, pp, 1-9.
S.pubblicazioni a cura del Segretariato ò delle Commissioni dell'IOS
L'elenco che segue di testi e opuscoli a cura del Segretariato o delle
Commissioni deII'IOS _. . pubblicati in una prima fase dalle diverse case editrici socialiste è in segUito dal Verlag del' SozialistÌschen Arbeiter-Internationale di Zurigo _. . è indìcativo del carattere della propaganda dell'IOS e
dei suoi prìncipaIi campi di iniziativa (in particolare la questione del disarrrio e la denuncia della repressione politìca sia nei regimi fascisti e reazionari che in Urss); ma nella specificità dene. tematìche affrontate esso
fornisce anche una testimonianza indiretta dei limiti di iniziativa politìca
degli organismi centrali dell'IOS e dei condiziònamenti esercitati su di essi
da quella ricerca di compromessi e da quelle esigenze di "diplomazia socialista" che sembrano direttamente ereditate dal modello della Seconda InternazionaIe.
Solidarity of Labour. The International1864-1924, London 1924, 24 pp. (con
contributi di K. Kautsky, E. Vandervelde; F. Adler; in occasione della
celebrazione a Londra, il 28 settembre 1924, .del 60· anniversario della
fondazione della Prima Internazionale).
Adréss and Provisional Rules oi the International Working Men's Association. London, September 28th, 1864. Published for the Celebration of
the 60th Anniversary af the Foundation of the First International by the
SecretarIat af the L.S.I., London 1924, 16 pp.
MATTEOTTI GIACOMO, The Fascisti Exposed, London 1924, 128 pp. (edizione,
18
Fonti per la storia della 108
a .cura dell'lOS., ,di Un ,anno .dì ,domin.azione jasc.i.sta;anche lin francese .e
tedesco).
MQDIGUANI C.E., Compulsory Trade (UnJon.ism., London 1924, 8 pp. \(a ,cura
dell'lO S,come il'e.diz:ione f·rancese: ~a LfJ.t J3yndìmle FaSl:.zs(e).
ABRA.MQWITSQlJ R/I':SJlRETELJ;I, il., Der T.e.rror ,gegen .diie B.ozia1i:sten .in Russland und .Geor:gien, Berlin 1925, 135 pp.. ,(:r:appw.'to r.edatto "per conto
·deU'Esecutivo ,deU'IOS)
Rolshevik Te.rr:or .c{gainst .so.c.ia1.ist~, 'D.ocuments cand .facJs ,collej;)~edb;y ,autority .af. the Soc1aJist ila:bor iufernational. ,Committe.e for :poli:tka:Ì ;prisoners iinRussia, New Yotk 1925., •.60 pp..
Vie Einhe.it .der Ar:b,eiterklasse. Eeticht:iiber .das (')J.1ga.n:isatLonsproblem, ,er.st.attet ·der E'Xekutì"e .der'SAl 'Vom S.e~re.tar:iat ,der ,$:f\!J, iBetJin ![!l\l26],
J16 lPP.!il testo ,di .quest.a importante relaz:ione ,diIF.. Adler ..sui ;rapporti
:tra :sociàlisti e .comunisti ,è 'Stato :pubhlkato.anchesu ,diversi \Qrganidi
·stampa ,socialisti, .c.ome '''La:hour 'Mil,gaiine·"., '''L.a ,Critica ~80clal~"" "'La
Nouvelle Revue So.cialiste", "La VieS.odaliste").
DEUlI'S.CH .JULIUS, B.er Fasçhismus in Europa. :Eiue 'Ueh.er~icht, d.n: Auf,frage
der Internationalen Konunissionz,Ur AÌJwehr ,.desFaS.èhismus,MUen 192c9,
,68 ;pp.'
DasAbrUstungsproblGm dm VOlkerb.und. Memorandum <vpm Mai 1930. ;Nr.
.1,der .Elugschriften,der :SAI, '.Ziirioh193.0, 18 pp.. ,(anohe lu fr,anoes.e le in
jnglese).
Zur Vriftker.bundsv~ersammlungl9.30,. Nr.2 ,der Hlugschtift.ender·Sàl,ZUrioh
1930, :Il pp. i(auchein ,'!jraneese ,i') in iinglese).. '
.
Benito. .M:ussoUni ,Ub.er.die .AbrUstutlg, Ziil'i.ch '1930, :8 p,p. (testo ,.del ·.diseor.;;o
di Firenze .deI 18 m~ggio l!JaQ,p:u:bblieato ,daU'lIOS in iJllliano, ,franeJ';se,
. Jnglese .e fedesco,.a:Iloscopo ,di .denunciare 'la,po1ijiÌca ,esJeJ;aaggress:iva
,dèl fascìsmo italiano).
.
.
. .'
Vie :po1itischen ,Ge,fangenen iim !asoh'istischen ltaUGn..tHxsg. YQU l.d.er RomlÌnissionzur :Unter..suèhung :der IAlgeder jlolit:ischen ,Gdapgenen, Ber1in J920,58 :pp.
~
.
.
ABMMQW1rS.OH iE,APlJAEL, .JJ.ie poUtischenGefangenen !in ,der .$owielunio.n.
Hr~g. 'Von ,der Kommission .zur i(Jutersuohung ,de, iLage ,der lPoUtisGhen
i{ief,mgencp, jBetUnl930, .52;pp.
.
Aut Befehl d.es Marsona1Js .Pilsu4sk~, 'T.elCt ,çler j(ntelJl~Uatiol1,der ,0ppositionspar.teii')n iim !pOln:ischen iSejm iam16. iDezember 193Q. '\To.nNo.!]t 'VQnE.
VaudelWe:lde,. :Ztirioh,1931" :58 ,pp. ,(anche ;in ;polacco., ik,\l;lce!>ee :inglese).
1m Kmnpfe tgegen4ie Weltwirtscha;f.tskrcise .un.d Atbei.tslosigkeit.;E;rgebnis.se ,der 'V.erhaJ;ldlungel1 .dI'e ,Gemeinsamen 'KQrnrnission crli')s TGBt~nçl del'
:SA:Izur iBek1irnpfnng ,d~r Arb~itslo~jgk~it, .AmsterdAm .193.1., .2:7 :pp. ,(ançhe in:francese·e
inglese).'
.
ADLBR J1.-ABRAMOWIif!>.CJI 'R,.cJ3;LVML.o'VAI)lDERVI\LPE'E" .Der MoskaU.er !prO:4!~Ss
:und ,die ,$ozia;listisçheAr:beiter,Inter:nationale,J3(!.din 1931, 118 ,pp. (anGhe
in :francese ii') ;in inglese).
..
,
Die intermationale Arb~.itersçhaft fUr . die AbrUsotung. $ess:;hlUsse .der :gemeinsamen iKonfer~nz i.d!Olr.&AI :i,md.desIOB fuI' ,di~ AbrUstung. :Màil.932 .. Nr.
,3 ,derJ<lugsohtift<ln derSA!I,Ziiriçh1932, Upp. (anche in 'frances.e ,e in
ipgles~).
..
Aus ,dem ,erstett . Quartalder :Bitlerherrschaft. (Ef.aken.k1'.eJlZ,Terrorinil3r(l,uns:ohweig. j~ericht !herausg"ègebenyo.nder Kommi$siOl1zur Untersuchung
del' ;Lage ;der,poHtischenGefAngenen, Ziirioh193.q, 31 .'pp. '(anche in
;francese ,e ;in ingles"è).
dn
19
Andrea Panaccione
[LEICHTER, OTTO], Schwarzbuch der osterreichischen Diktatur. Tatsachen,
nichts .als Tatsachen. Vorwort von Emile Vandervelde. Hrsg. von der
Kommission zur Untersuchung der L~e der politischen Gefangenen,
Bruxelles 1934, 134 pp. (anche ip francese e in inglese).
Dokumente zum Wiener Schutzbundprozess. Hrsg. von der Kommission zur
Untersuchung der Lage der Politischen Gefangenen, [Karlsbad] s.d., 22
pp.
Une Année du Régime Schuschnig. Documents d'une dictature. Commission
d'enquete sur la situation des prisonniers politiques. Préface de Walter
Citrine, avec une lettre de Louis de Brouckère, Bruxelles 1935, 63 pp.
(anche in inglese e in tedesco).
Semaine 1nternationale d'Etudes organisée par le Comité 1nternational des
Femmes de l'10S, Bruxelles, aout 1936. Thèse: la Démocratie économique et politique et les femmes. Texte intégral de toutes les leçolis et thèses. Pupblié par le Secrétariat de i'IOS, Bruxelles 1936, 107 pp.
FONDS INTERNATIONAL DE SOLIDARITÉ (FSI-IOS), Deux ans d'aide à l'Espagne
du Fonds 1nternational de Solidarité, Paris s.d. (1938), 14 pp.
6. Pubblicistica riguardante l'I0S
Il seguente elenco di titoli (volumi, opuscoli, rapporti, memorandum,
studi e articoli apparsi sui principali periodici del movimento operaio internazionale, fatta eccezione per i quotidiani e per gli organi di stampa dell'
10S, esaminati in una sezione precedente) si propone di fornire un primo
quadro d'insieme sia dei piu significativi interventi nel dibattito sviluppatosi all'interno dell'IOS; che dei giudizi, le analisi, le critiche riguardanti la
politica e il funzionamento dell'organizzazione internazionale. Sono stati
quindi indicati - per quanto riguarda in particolare lo spoglio dei periodici
del movimento operaio fra le due guerre - quei contributi che hanrio principalmente un carattere di intervento e di valutazione, e non semplicemente
informativo o di documentazione (peraltro già ampiamente fornita - per
quanto riguarda gli atti. ufficiali dell'IOS - dalle "Informations Internationales", mentre molti materiali sulle riunioni, conferenze, ecc. tenute congiuntamente dall'IOS e dalla Féderation Syndicale Internationale sono riportati anche su "Le· Mouvement Syndical Intèrnational " , la rivista della
FSI). Cronache e resoconti di riunioni dei principali organismi dell'IOS sono stati citati soltanto quando in essi l'aspetto dell'informazione è apparso
strettamente connesso con quello del giudizio e della presa di posizione da
parte dell'autore, oppure quando (per fare un solo esempio: i resoconti delle riunioni dell'Esecutivo redatti da Renaudel per "La Vie Socialiste") permettono effettivamente di ampliare la conoscenza di alcuni momenti importanti della vita dell'organizzazione e del suo dibattito interno, al di là
del quadro fornito dagli scarni resoconti ufficiali apparsi sul "Bulletin de
1'I0S" o sulle "Informations Internationales". Per quanto riguarda poi le
temat~che affrontate nei vari contributi pubblicistici citati, il criterio adottato nella scelta - per evitare un naufragio nel mare magnum dei problemi del socialismo tra le due guerre mondiali - è stato evidentemente
quello di un preciso riferimento alla elaborazione e all'attività dell'IOS in
quanto organizzazione.
Ho già fatto cenno, in apertura, ai limiti della ricerca, avvertibili soprat-
20
Fonti per la storia della 105
tutto in questa parte del lavoro. I volumi, gli opuscoli, gli scritti inviati alle
istanze dirigenti dell'organizzazione o fatti Circolare all'interno della stessa
in forma di stampati o di Ciclostilati, sono stati consultati presso la Fondazione Feltrinelli di Milano, l'IISG di Amsterdam e la BDIC di Nanterre; lo
spoglio dei periodiCi è stato prevalentemente effettuato presso la Fondazione Feltrinelli. Malgrado il suo carattere evidentemente incompleto, mi
sembra che possa avere ugualmente una certa utilità come prima ricognizione del dibattito sull'IOS nella stampa del movimento operaio tra le due
guerre.
Nelle Citazioni dei periodiCi sono stati ripresi i criteri di. datazione 'e di
numerazione propri di Ciascuno di essi; l'indicazione delle pagine è stata
omessa solo per gli articoli apparsi in settimanali con un ridotto numero di
fogli.
Si dà di seguito l'elenco degli organi di stampa consultati, con l'indicazione del luogo di pubblicazione, . delle annate per cui è stato possibile effettuare lo spoglio e dell'abbreviazione impiegata nella bibliografia. È stata data
inoltre indicazione di alcuni contributi significativi apparsi su organi di
stampa che non è stato possibile consultare direttamente; in questo caso
è stato riportato per esteso il titolo del periodico.
Abbreviazioni dei periodici
AAL = "Avanti L'Avvenire del >lavoratore" (Zurigo) 1930-1934.
ABPSl = "Avanti! Bollettino del PSl (Paris) 1926-1930.
AGPSl = "Avanti! Giornale del Psi" (Paris) 1931-1940.
AGSA = "Archiv. filr die Geschichte des Sozialismus und der Arbeiterbewegung" (Leipzig) 1923-1933.
AS = "L'Avenir Social" (Bruxelles) 1928-1932.
ASS = "Archiv filr Sozi<dwissenschaft und So;oialpolitik" (TUbingen) 1927-1933.
BPSULI = "Bollettino del Partito Socialista Unitario dei Lavoratori Italiani"
(Paris) 1927-1928.
BS = "La Batail:le Socialiste" (Paris) 1927-1939.
CB = ''Cahiers du Bo1chévisme" (Paris) 1924-1939.
CM = "Le Combat Marxiste" (Paris) 1933-1936.
CoS = "La Correspondance Socialiste" (Paris) 1926.
CS = "La Critica Sociale" (Milano) 1923-1926.
ES = "L'Etudiant Sòcialiste" (Paris, poi Liège) 1928-1937.
G = "Die Gesellschaft" (Berlin, poi Frankfurt) 1924-1933.
GP = "La Guerre et la Paix" (Paris) 1940.
I = "Die lnternationale" (Berlin) 1923-1932.
JSB = "Jung-Sozialistische BHitter" (Berlin) 1923-1926 (numeri sparsi).
K = "Der Kampf" (Wien) 1923-1934.
Kl = "Die Kommunistische lnternationale" (Hamburg-Berlin, Basel, Strassburg, Paris) 1923-1940 (anche: "L'Intemationale Communiste" = lC);
KlR = "Der Kampf - Internationale Revue" (Prag) 1934-1937.
KK = "Der Klassenkampf" (Berlin) 1927-1932.
KvT = "Der Kampt, vereinigt mit der TribUne" (Prag) 1934.
L = "La libertà. Giornale della concentrazione antifascista" (Paris) 1927-1934.
M = "Monde" (Paris) 1928-1935.
MSl = "Le Mouvement Syndical lnternational. Organe de la Fédération Syndicale lnternationale" (Amsterdam, poi Paris) 1923-1928 e 1934-1939.
MT = "Marxistische TribUne. DiskussionsbHitter der SAP" (Paris) 1936-1937.
NA = "li Nuovo Avanti" (Zurigo, poi Pads) 1934-1940.
NF = "Die Neue Front. Organ der SAPD" (Paris) 1933-1939.
NL = "New Leader" (London) 1924-1926.
21
Andrea Panaccìone
NNB = "Nachrichten des Auslandsbiiros 'Neu Beginnen'" (Karlsbad) 19351937.
NRS = "La Nouvelle Revue Socialiste" (Paris) 1925-1930.
NV = "Neuer Vorwarts" (Karlsbad, poi Pans) 1933-1Q40.
PS = "Politica Socialista" (Paris) 1934-1935).
:El, = "Revolte" (Paris) 1931-1934.
RR = "Rote Revue. Sozialistische Monatsschrift" (Ziirich) 1921-1937.
RS = "Rinascita Socialista. Quindicinale del PSULI" (Paris) 1928-1930.
RSD = "R.S.D. MitteiIungsblatt der Russischen Sozialdemokratie" (BerIin)
1925-1928 e 1930-1932.
SA = "Sozialistische Aktion. Organ der SozÌaldemokratischen Partei Deutschlands" (Hamburg) 1934-1938.
SK = "Der Sozialistische Kampf" (Pans) 1938.1940.
SM = "Sozialistische Monatshefte" (Berlin) 1923.1933.
SO = "Lo Stato Operaio'" (Paris) 1927-1940.
SPW = "Sozialistische PoÌitik und Wirtschaft" (Berlin) 1923-1928.
SR = "Socialist Review" (London) 1923-1924.
T = "TribUne" (Prag) 1928-1929.
UBM. = "Unter dem Banner des Marxismus" (Wìen-Berlin, poi Moskau-Leningrad) 1925-1936.
VS = "La Vie Socialiste'" (Paris) 1926c1935.
ZS = "Zeitschrift fiir Sozialismus" (KarIsbad) 1933-1936.
Da Amburgo a Marsiglia
MARTOV J.L., Das Problem der Internationale, K, XVI, 1923, pp. 1-9.
Per la ricostruzione dell'Internazionale socialista, es, XXXIII, 1923, pp. 2021.. Pubblica, con un commento redazionale, l'appello Ai Partiti Sociausti di tutti i Paesi!, del comitato misto nominato dalla Seconda Internazionale e dalla Unione. di Vienna e inca'dcato' di preparare il congresso. di unificazione di Amburgo.
.
ADLER FRIEDRICH, Die Besetzung. des Ruhrgebietes und ·die Internationale,
Nach einer Rede, gehalten am 14. Februar 1923 in der Wiener Konferenz
der Sozialdemokratischer Vertrauensmanner. Wien 1923, 36 pp.
KUNFI SIGMUND, Der Sonne entgegen!, K, XVI, 1923, pp. 121-129 .
POLLAK OSMR, Der Weg nach Hamburg, K, XVI, 1923, pp. 173-180.
Chronik:- Die internatiana.le Arbeiterbewegung (rubrica di "Der Kampf" redatta da Q.[SKAR] P.[QLLAK) e S.[IGMUND] K,[UNFI]). Sul congresso di
Amburgo: XVI, 1923, pp. 210·212.
ZEPLER WALLY, Neugeburt der Internatanale?, SM, 29, 1923, pp. 339-346.
MQDIGLIANI G.E., Per la pace e per l'Internazionale (Osservazioni per il Con-
greSso. di Amburgo. sul tema "La pace imperialista e lYnternazionale"),
es XXXIII, 1923, pp. 131-134.
TREVES C., Amburgo., es, XXXIII, 1923, pp. 145-147.
TREVES C., Dapa Amburgo., es, XXXIII, 1923, pp. 161-164, seguita da: Lo
Statuto dell'Internazionale operaia sacialista, pp. 164-165.
STEIN A., Der Hamburger We1tkongress, SPW, I, n. 25, 17. Mai 1923.
LEVI PAUL, Vam Sozialistenkangress in Hamburg, SPW, I, n. 26, 24. Mai 1923.
KOBOLD, Die 2I Punkten der Soziaistischen Arbeiter-Internationale, I, n. 6,
1923, pp. 344-348 ..
OUDEGEES'f. J., Le Cangr~s Sacialiste Internaiianal de Hambaurg, MSI, III,
1923, pp. 193-199.
22
Fonti per la storia della 108
FROLICH PAUL,' Der internationale sozialdemokratisc1:ze Einingungskongress
in Hamburg, KI, 4, 1923, n. 26, pp. 39-48.
LEDER Z., lfamburg u,nd Moskau, KI, 4, 1923, n. 27, pp. 47-60.
FAIRCHILD B.C., The New International and War, SR, n. 119, August 1923,
pp. 72"73 ..
RONAI ZOLT,AN, Kapitalistische und sozialistische Interventionspolitik, K,
XVII, 1924, pp. 67-75.
.
POLLAK OSKAR, Building Up tli'e International Organization, SR, n. 126, March
1924, pp. 134-138.
Europe's Malady - The lnternational to the Rescue, NL, VII, n. 5, May 2,
1924, pp. 8-9 (Le due pagine dedicate all'IOS comprendOllo articoli di
F. ADLER, Britain and the International; R. HILFERDING, The German Workers' Struggle; T. STAUNING, Socialist Denmark).
WALLHEAD R.C., The lnternational: the link to join the workers of the world,
London 1925, 14 pp. (Reprinted from the "Socialist Review" for August
1924).
Roy M.N., Die Zweite lnternationale und die Doktrine des Selbstbestimmungsrecht, KI, 5, 1924, n. 33, pp. 48-57.
KAUTSKY. KARL, Wandlungen der lnternationale, K, XVII, 1924, pp. 337-345.
VANDERVELDEEMILE, Les Balkans et la paix, Bruxelles 1924, 96 pp.
THE EDITOR [H.N. BRAILSFORD], The .Jnternational's Festival. Marx and the
Russian Cloud, NL, IX, n. 1, October 3, 1924, pp. 4-5.
LEVI PAUL, Quo vadis?, SPW, 2, n. 61, 8. Oktober 1924 (a proposito delle posi.
zioni dell'IOS sulla Georgia).
LEVI PAUL, Ausgerechnet Georgien, SPW, 2, ri. 64, 22. Oktober 1924 (risposta
alle critiche rivoItegli da F. Adler sull'ediziOne tedesca delle "Informations Internationales").
TROELSTRA P., Volkerbund und Garantienvertriige, G, I, 1924, pp. 269-282.
HENDERSON A., Labour and the Geneva Protocol, London s.d. [1925], 16 pp.
MAC DONALD J.R., Protocol or Pact, the Alternative toWar, London s.d. [1925],
8 pp.
HUNTER ERNEST B., British Labour' and the lnternational, NL, X, n. 3, January 16, 1925, pp. 6-7.
'.
POLLAK OSKAR, British Labour and the International. A ContÌnental Replies,
NL, X, n. 4, January 23, 1925, p. 6.
ZWEILING KLAus, lnternationale Probleme und Probleme der lnternationale,
SPW, 3, n. 2, 15. Januar 1925 (sulla riunione dell'IOS e dell'Internazionale
sinda'iale a Bruxell~s).
Bolschewismus und SozialdemokratÌe, RSD, n,20. Januar 1925 (a proposito della discussione sull'URSS all'Esecutivo di Bruxelles).
Die Tragodie aut den Solowetzinseln. Ein Appel der Auslandsdelegation der
sozial-revolutioniiren Patfei Russlands an die Arbeiter-lnternationale,
BerIin 1925, 24 pp.
LEVI PAUL, Die Internationale, SPW, 3, n. 4, 20. Januar 1925. .
DALIN D., Die russische Frage in der lnternationale, RSD, II, n. 5, 3. Februar
1925.
HUBBR v.M., Die SAI und die Ereignisse in Bulgarien, SPW, III, n. 20, 22.
Mai 1925.
.
Sozialistische Bewegung (rubrica dei "Sozialistische Monatshefte", redatta
da Wally Zepler): sulla riunione dell'Esecutivo dell'IOS a Parigi (maggio 1925), n. 31, 1925, pp. 499-501.
ADLER FRIEDRICH, Der 'Bericht der britischen Gewerkschaftsdelegation uber
23
Andrea Panaccione
Russland. Kritisch untersucht mit einem Anhang: Aufrichtige und unaufrichtige Einheitsfront, Prag 1925, 36 pp. (della critica di Adler al
rapporto della delegazione sindacale inglese in Unione sovietica esistono
altre e'dizioni in francese, inglese, . olandese).
KAUTSKY ·KARL, Die Internationale und Sowjetrussland, Berlin 1925, 62 pp.
Da Marsiglia a Bruxelles
BAUER. OTTO, Der Kongress in Marseille, K, XVIII, 1925, pp. 281-285 (è l'articolo di apertura del numero speciale di "Der Kampf" - 8/9, 1925 Zum Kongress in Marseille, che comprende, tra gli altri contributi sl)l
socialismo internazionale: K. KAUTSKY, DieInternationale und Sowjetrussland, pp. 285-298).
A Marsiglia. Per il Congresso Internazionale Socialista (22-27 agosto 1925),
CS, XXXV, 1925, pp. 177-180. Nello stesso fascicolo (n. 15, 1-15 agosto
1925): 'R. RIGOLA, Le questioni del lavoro al Congresso Socialista Internazionale, pp. 180-181; Le condizioni della vita òperaia e la disoccupazione (ordine del giorno diG. Canepa a nome della delegazione italiana al congresso), pp. 181-182; RAFFAELE PETTI, La convenzlone di Washington e la giornata di otto ore. In vista. del Congresso Internazionale
Operaio Socialista, pp. 184-189.
BRAILSFORD H.N., The Socialist International. Is lt Even a Moral Force?, NL,
XII, n. 8, August 21, 1925, p. 7.
RABANO MAURO [CLAUDIO TREVEs], Tra Marsiglia e Ginevra, CS, XXXV, 1925,
pp. 225-227.
OBSERVER, La proposta Loucheur e il compito dell'Internazionale socialista
e sindacale, CS, XXXV, 1925, pp. 227-229.
LEVI PAUL,. Zum Internationalen Kongress, SPW, III, n. 33, 21. August 1925.
MEYER HANs, Wirtschaftskrise und Internationale, SPW, III, n. 33, 21. August
1925.
.
MANN L,H., Wien-Hamburg-Marseille, SPW, III, n. 33, 21. August 1925.
LEVI PAUL, Aus Marseille, SPW, III, n. 34, 28. August 1925.
WALETZKY H., Zum Marseiller Kongress der II. Internationale, KI, VI, 1925,
n. 8, pp. 825-841.
TURATI FILIPPO, Marsiglia, CS, XXXV, 1925, pp. 209-211. All'articolo di Turati
segue una documentazione su: Le ·deliberazioni del Congresso Socialista Internazionale (Marsiglia, 22-27 agosto 1925), pp. 212-217.
ALBARDA, J.W., Het kongres van Marseille, Amsterdam, "Ontwikkeling", s.d.,
23 pp. (Overgedr. "De Socialistische Gids", lO, 1925,October).
WALETZKY H., Der Marseiller Kongress der II. Internation(lle, KI, VI, 1925,
n. 9, pp. 972-982.
MARION PAUL, A propos du Congrès socialiste de Marseille, CB, I, 1925, pp.
1765-1768.
SENDER TONY, Das Nationalitiitenproblem aut dem Internationalen Sozialisten-Kongress zu Marseille, JSB, IV, 1925,pp. 301-304.
BROCKWAY A. FENNER, On Revoluti01'ìary Sai!. The Gospel otGradualness at
Marseilles, NL, XII, n. 9, August 28, 1925, p. 4.
BROCKWAY A. FENNER, The International at the Cross-Roads, NL, XII, n. 10,
September 4, 1925, p. 6.
Sozialistische Bewegung (rubrica dei SM, redatta da: Wally Zepler): Internationaler Kongress 1925, SM, n. 31, 1925, pp. 566-567.
24
Fonti per la storia della 10S
MARSCHAK JACOB, Der Weltwanderungskongress, G,
224.
BUXTON CHARLES RODEN, Der Imperialismus und die Internationale, G. II,
1925, voI. 2, pp. 217-221.
LONGUET JEAN, L'Internationale Ouvrière et Socialiste 'et son Congrès de Marseille, NRS, I, n. 1, 5 Décembre 1925, pp. 28-55.
BENNET, Die Englische Unabhiingige Partei (ILP). und die einheitliche Inter.
nationale, KI, ,VII, 1926,pp. 29-51.
DAN THÉODORE, L"'expérience" bolcheviste en Russie et le Socialisme international, NRS, I, n. 4, 15 Mars au 15 Avril 1926, pp. 49-60.
POISSON ERNEST, La Conférence de Bruxelles, VS, IV, n. 3, 18 Mars 1926,
pp.6~.
.
.
La Réunion du Comité Exécutif de l'Internationale Ouvrière Socialiste (a
cura e con introduzione di P. Renaudel), VS, IV, n. 8, 22 Avril 1926, pp.
3-11.
MARTY MICHEL, La piraterie coloniale des Impérialismes et la II Internationaie, CB, II, 1926, pp. 818-821.
Sozialistische Bewegung (rubrica dei SM, redatta da Wally Zepler): sulla
riunione dell'Esecutivo IOS a Zurigo dell'aprile 1926, SM, n. 32, 1926, pp.
633-634.
ZYROMSKI JEAN, La 'politique internationale du socialisme, CoS, I, n. 1, 1 Mai
1926 (a proposito della riunione dell'Esecutivo 10$ a Zurigo nell'aprile 1926).
'
ZYROMSKI JEAN, La politique internationale du socialisme: Méthode pratique,
CoS, I, n. 3, 15 Mai 1926 (sul funzionamento organizzativo dell'IOS).
LANG P., Die II. Internatibnale und der Volkerbund. Die Zuricher Tagung
der Exekutive der II. Internationale, I, 9, 1926, pp. 603'605.
Drei Beitriige zum Riistungsproblem: L R .. HILFERDING" Krieg, Abriistung
und Milizystem; II. P. VEILAND, Erste Schritte zur Abriistung; III.· A.
ANDERSEN, Sozialdemokratische Abriisturigspolitik in Danemark; G, III,
1926, val. I, pp. 385-409.
BITTEL KARL, Das sozialdemokratische Manover auf der We1twirtschafts'
konferenz des Volkerbundes, KI, VII, 1926, ,pp. 596;602.
EVRARD RAOUL, Le Congrès mondial des Migrationes, VS, IV, n. 18, 3 JuiUet
1926, pp. 5-7.
.
ADLER FRIEDRICH, Le premier Congrè s mondial des Migrations de la Classe
ouvrière,VS, IV n. 19, lO Juillet 1926, pp. 6-12.
BROWN JOHN W., World migration and labour. Supplemented by Report of
world migration congress convened by the International Federation of
TradeUnions and the Labour and Socialist International at London,
lune 1926, Amsterdam 1926, X+398 pp.
'
ADLER FRIEDRICH, Der Volkerbund und die Sozialistische Arbeiter-Internationaie, K, XIX, 1926, pp. 446-457 (memorandum presentato all'esecutivo
dell'IOS il 27 agosto 1926).
BROCKWAY A. FENNER, Socialists and the League of Nations, NL, val. XIII, n.
47, September 3, 1926, p. 4.
.
.
ZYROMSKI JEAN, La politique internationale du socialisme: Zurich-Genève-Paris, CoS, I, n. 17, 18 Septembre 1926; n. 18, 2 Octobre 1926; n. 19, 9 Octobre 1926.
LONGUET JEAN, L'Internationale Socialiste et les délégations à Genève, NRS,
I, n. 9, 15 Aout au 15 Octobre 1926, pp. 5-13. Insieme all'articolo di Lon25
Andrea Panaccione
guet, sotto il titolo comune "La Société des Nations et le socialisme international", sono pubblicati i contributi di F. ADLER, La SDN et l'Internationale Socialiste, pp. 14-29, e di M. HILLQUIT, La politique étrangèredes Etats-Unis et la SDN, pp. 30-39.
GRIMM ROBERT, Le Parti Socialiste Suisse et 'l'Internationale, NRS, N, n. 9,
15 Aout au 15 Octobre1926, pp. 94-104.
Réponsedu Comité exécutif du Parti ouvrier socialdémocrafe tchécoslovaque à l'IOS. Contribution à l'enquete socialiste iriternationale organisée
par l'IOS sur la participation des partis socialistes au pouvoir et sur
[es expériences pratìques de la politiquede' coalition [Prague 1926],
:63 pp.
VARGA EUGEN (Hrsg.), Die sozialdemokratìschen Parteien. Ihre RoZZe in der
internationalen Arbeiterbewegung der Gegenwart, Hamburg 1926, 318
pp. (in fmncese: Les Partis Social-démocrates, Paris 1926, 306 pp.).
Materialen fiir diezweite Konferenz der SAI fiir technische Zeitungsfragen.
Berlin, 20. und 21. November 1926, Berlin 1926, 92 pp.
La Comité Exécutif de l'Internationale et la délegationdes Socialistes à la
S.D.N., V.S. IV, n. 26, 16 Octobre 1926, pp. 6-12.
.
NAINE C., L'entrée du Parti Socialiste Suissedans 1'lnternationale, VS, IV,
n. 31, 20 Novembre 1926, pp. 4-5.
La Conférence de Luxembourg 21-22 Novembre 1926, VS, IV, n. 32, 27 Novemhre 1926, pp. 4-7 (resoconto della riunione comune dei socialisti
fmnèesi, inglesi, tedeschi e belgi sul disarmo, le occupazioni militari e
i 'debiti di guerra).
'
GiUMM ROBERT, Der Bellritt zurlntèrnatìonale, RR, VI, 1926-27, pp. 1-11.
ADLER FRnz, La Norvège, la Suisseet l'Internatianale, NRS, I, n. 11-12, 15
'Novembre.au 15 Décembre 1926, pp. 423-429).
'"
Le Comite Exéoutifde 1'10S (12-13 Février 19279, VS, V,n. 45, 26 Février
1927, pp. '5-12.
.,
.
:LANG P., ,lJie Pariser Tagungder Exekutive der II. lnternationale, I, n. lO,
1927,pp. 158c160.
Hws RuiJOLF, Die Sozialdemokratie undder Kdèg, r, n. 10, 1927, pp. 280286.
RENAUDEL .PIERR,E, A me!; 'camaradesde ,z'lnternatùmale, VS, V, n. 49, 26
Mars 1927, pp. 3;5.
' ,
TSERETELLI 1., A proposd'une décisionde l'Executifde l'IOS, VS, V, n. 49, 26
Mars 1927, pp. 6-7.
' '
SÙNTER R, Die Stellungder IL Internationalenach dem Kriege zum Impe;rallsmus, KI, VIlI, 1927, pp. n9-1~7.
'
ROSENFELD KURl',Was warin Paris, SPW, V, n. lO, 11. Matz 1927 (sulla riuì1ionedeWeseùudvo delI'lOSa Parigi, 12 'e 13 febbraio 1927).
La ,reuniondes iDeux Internationales :(FSlet 10S), VS, V, n. 51, 9 Avril
1917, pp.7~11 '(sulla riunibnedì Parigi 'deiHureàuxdelIe :z "Internazionali :il Saprile 1917).
TSERETELLI L, Le Ptoblème principal de notre tactique. '1'mdotto dal geor;giano, 'daltilosctitto, 1927, 50 pp. (IISG. SAi Archiv) (intervento nel dibattito lhternoaHa socìaldemocraziageorgianasulla politica del socialiSmO internazionale verso l'UJRSS);
;Dove va ,zasacialdemaoraZla'? (non :firmato, Il1a di Palmiro Togliatti), SO,
I, Il1aggio 1927, pp. 329-33'1.
StASl1 N., t/tò'toy lnternadanal v nasidnì, Moskva-Lenihgtad 1927,75 pp.
SHAD'WEt;l, ÀRTHUR, '1':he .Breakdown 0.1 Sòcidlism, Boston 1927, 272 pp.
26
b
Fonti per la storia della IOS
LOUISPAUL, L'unité ouvrière nationale & internationale, Paris s.d. [1927],
25 pp.
SCH., bi~ II. lnternationale "mit dem Gesicht China zu", KI, VIII, 1927,
pp. 514-520.
HAus RUDOLF, Die II. Internationale und die Militarjrage, I, n. lO, 1927, pp.
707-716.
Le Comité Exécutif de l'IOS (Bruxelles, 11-12-13 Septembre 1927), VS, V,
n. 70, 1 Octohi'e .1927, pp_ 4-15.
M., L'Unità Socialista nell'Internazionale, BPSULI, n. 8, 5 gennaio 1928.
PETRICH FRANZ, Zwischen den Fronten (und nachtragliche nachdenkliche Betrachtungen), KK, 1928, n. 2, pp. 17·20.
ZYROMSKI JEAN, Die direkteTeilnàhme der Sozialisten am VOlkerbund, KK,
1928, n. 2, pp. 48-53.
MITZKEWITSCH-KAPSUKAS W., Die II. Ihternationale im Dienste Pilsudskis und
seiner PIane, KI, 1928, n. 9, pp. 129-136.
KUNFI SIGMUND, Die Weltlage desdemokratischen Sozialismus, K, XXI, 1928,
pp. 137-141.
ADLER F., La situation socialiste mondiale (rapporto alla riunionedell'Ese. cutivo dell'IOSa Zurigo del 25e 26 febbraio 1928), NRS, 22, 15 Février
au .15 Avril 1928, pp. 112-118.
ADLER F., Le problème del'unité socialisteen Tchécoslovaquie, NRS,n. 22,
15 Février au 15 Avril 1928; pp. 154-.158.
BRACKE [A.M. DESROUSSEAUX], Pour ·le Congrès International, BS, H, n. lO,
lO Mars 1928, .pp. 1-2.
Come le Internazionali ufficiali sabotano l'unità, ABPSI, XXXII., 25 marzo
1928 (sulla riunione di Parigi, del dicembre 1927, dei ,partitLnon aderenti a nessuna delle due Internazionali e sulle 'prese di posizione dell'IOS
e ,dell 'I C) .
L'Internazionale e il fascismo, L, U, 15 .aprile >1928.
ADLER ,FEDERICO; Due parole sui limiti ,del lecito (a proposfto della visita di
A. Thomas a Roma), L, II, 20 aprile 1928.
ADLER MAX, Die Aufgabe der Intemationale, KK, Il, 1928, pp. 419-423.
ADLER MARX, Panzerangriffaufdie lnternationale, KK, II, 1928, pp . .520-526.
MARTYNOW A., Die Aussenpolitik der Parteiender II. Internatìonale, KI, n.
9, 1928, pp. 1639-1660.
WALECKI H., Die Zweite Internationale und die K:Olonien, KI, n. '9, 1928, pp.
1791-1803.
FRANZEL EMIL, Unsere Aufgabenin der Abriistungsfrage, T, I, 1928-1929,pp.
29-35.
GARVY PETER, Un toumali! en Russie,et ·lesdevoirs del'lntematìonale Ouvrière Socialiste, AS, JtiiIlet 1928,pp. 401-406.
Da Bruxelles a Vienna
"
REINHARD ERNST, Al'beiter-Internatìonaleund Abriistùng, BerJin 1928, 3,1 ,pp.
POLLAK -oSKAR, Das ABC ·der lnternationale, Wien 1928, 30 ,pp.'
CONTRERAS G., Der Matteotti"Fonds ,isteine Waffe der Kontre-Revolution, Ziirich s,d., 16 pp.
GRAF ENGELBERT, 'Die Aufgaben ,der sozialistischen Internationale in ,der 'Wel,politik, Leipzig 1928, Z8pp.
27
Andrea Panaccione
DE BROUCKÈRE LOVIS et alii, Emile Vandervelde. L'homme et l'oeuvre, Bruxelles 1928, 285 pp.
FABIAN DORA, Arbeiterschaft und Kolonialpolitik, Berlin 1928, 48 pp. (contiene un'analisi della politica coloniale dell'IOS).
OLIANI GEORGES, Graves erreurs de l'Internationale Socialiste (Doléances d'un
militant), Caen 1928, 19 pp.
Les problèmes du Congrès Socialiste International, NRS, III, n. 24, 15 Juin
au 31 Juillet 1928. Contiene vari articoli dedicati al congresso di Bruxelles, in particolare: J. ZYROMSKI, Les socialistes à la Société des Nations, pp. 330-337; A. GURLAND, Désarmement et luffe contre la guerre,
. pp. 338-442; J. DINER-DENÈS, Remarques sur la politique internationale,
pp. 343-350.
BIELIGK FRITZ, Zum Brusseler Sozialistenkongress, SPW, VI, n. 30, 27. Juli
1928.
WECKERLE EDUARD, Von Stuffgart nach Brussel. Ein unhaltbares Programmentwurf fur sozialistische Kolonialpolitik, SPW, VI, n. 30, 27. Juli
1928.
Il Congresso dell'Internazionale Operaia Socialista, RS, I, n. 7, 25 luglio
1928, pp. 4-6 (contiene un articolo non firmato, A Bruxelles, e uno di G.
E. MODIGLIANI, Il problema coloniale).
BIELIGK FRITZ, Der Brusseler Kongress, SPW, 6, n. 33, 17. August 1928.
Il Congresso Internazionale Socialista di Bruxelles, RS, I, nn. 8 e 9, pp. 4-8
(Pubblica vari documenti del congresso, insieme a un articolo di G:E.
MODIGLIANI, Vigor di vità e fulgore di visioni).
POLLAK OSKAR, Die internationale Arbeiterbewegung in dà "Pause", K, XXI,
1928, pp. 329-334 .. È l'articolo di apertura del
8/9 di "Der Kampf", tutto dedicato al socialismo internazionale in occasione del congresso di
Bruxelles. Tra gli altri. contributi: K. .RENNER; Die weltwirtschaftlichen
Grundlagen der sozialistischen Politik nach dem Kriege, pp. 377-391; O.
JENSSEN, Sozialistische Kolonialpolitik?, pp. 409-412; J. ZYROMSKI, Sozialismus und Kolonialpolitik, pp. 413-414; T. DAN, Die neue Phase der
bolschewistischen Diktatur und die SAI, pp. 415-422.
MUNZENBERG WILLY, Die BeschlUsse der Il. Internationale gegen die unterdruckten VOlker, I, 11, 1928, pp. 549-557.
HIRSCH WERNER, Sozialimperialismus und Zentrismus auf dem Brusseler
Kongress der Il. Internationale, I, 11, 1928, pp. 588-595.
SCHNELLER ERNST, Zwei Kongresse ... Zu den Fragen des Krieges, I, 11, 1928,
pp. 649-657.
SCHLAMM WILLI, Austromarxistische Ouverture zur Brusseler Komodie (Der
"Kampf" August-September), I, 11, 1928, pp. 698-704.
DECKER GEORG, Der Kapitalismus von heute, G, V, 1928, voI. 2, pp. 97-105.
SCHWARZ WOLFGANG, Krieg, Friede und Kapitalismus, G, V, 1928, voI. 2, pp .
.193-210.
RENNER KARL, Auf dem Wege zur grossen Brneuerung. Nachwort zum Brusseler Kongress, G, V, 1928, voI, 2, pp. 289-301.
BROCKWAY A. FENNER, How to end the war. The ILP view on imperialism and
internationalism, London s.d., 15 pp. (esprimé la posizione dell'ILP al
congresso di Bruxelles).
STOECKER WALTER, Der· Brusseler Kongrses der II. Intèrnationale und die
n.
Panzerkreuze-Sozialisten (Bine . Aufkliirungsschrift fur sozialdemokratische Manner und Frauen). Berlin s.d. [1928], 24 pp.
28
Fonti per la storia della IOS
TSCHANG, Die II. Internationale und die Kuomintang, KI, n. 9, 1928, pp. 20472056.
BUCHARZEW D., Die Plattfol'm des Austromarxismus auf dem Kongress der
II. Internationale, KI, n. 9, 1928, pp. 2161-2171.
WALETZKI G., Mit untauglichen Mitteln (Der Bl'usseler Kongress der II. Internationale), KI, n. 9, 1928, pp. 2272-2280.
Il Congresso della Internazionale, L, 2, 5 agosto 1928.
L'antifascismo è stato l'anima del Congresso dell'Internazionale, L, II, 19
agosto 1928 (contiene un editoriale, Sulla nostra linea, e vari articoli,
tra cui: PIETRO NENNI, Seguendo il congresso).
VANDERVELDE EMILE, Le Manifeste de l'Internationale, AS, V, Aout 1928, pp.
451-454.
RENAUDEL PIERRE, Les troissentiments du Congrès Socialiste International,
AS, V, Aout 1928, pp. 455-456.
.
VANDERVELDE EMILE, Les travai/leurs américains et l'Internationale, AS, V,
Aout 1928, pp. 525-528.
VANDERVELDE EMILE, Les peuples d'Orie'nt et l'Internationale, AS, V, Septembre 1928, pp. 525-528.
TOGLIATTI PALMIRO, La socialdemocrazia e la questione coloniale. Rapporto
tenuto al VI Congresso dell'Internazionàle comunista. "La Correspondance Internationale", VIII, n. 115, 4 Octobre 1928, pp. 1229-1238. In:
Opere, II, Roma 1972, pp. 472-505.
MARTINI A., Il nuovo 4 agosto della socialdemocrazia (Impressioni del Congresso di Bruxelles), SO, II, 1928, pp. 535-544.
REINHARD ERNST, Das Ergebnis des Brusseler Kongresses, KK, II, 1928, pp.
529-537.
POLACH JOHANN, Aus der Geschichte der Internationale, T, I, 1928-1929, pp.
122-127.
HOFBAUER JOSEF, Panzerkl'euzer und Internationale, T, I, 1928-1929, pp. 153157.
ZYROMSKI JEAN, Notes sur le Congrès de Bruxelles, BS, 2, n. 15, aout-septembre 1928, pp. 1-3.
LONGUET JEAN, Le Congrès Socialiste International de Bruxelles, NRS, III,
n. 25, 1 Aout au 1 Octobre 1928, pp. 11-19.
GRIECO RUGGERO, Contributo ad un rapporto sulla socialdemocrazia, SO, II,
1928, pp. 514-524.
Mosca e Bruxelles (Editoriale non firmato), ABPSI, XXXII, 5 agosto 1928.
STEINBERG J., Il Congresso della II Internazionale (Impressioni di uno che vi
assisteva), ABPSI, XXXII, 16 settembre 1928.
Le Congrès Socialiste International, VS, VI, n. 112, 6 Octobre 1928, pp. 3-16
(numero speciale dedicato al congresso di Bruxelles con un articolo introduttivo di P. Renaudel).
DEUTSCH JULIUS, Das Abrustungsproblem in del' Sozialistischen ArbeiterInternationale, ASS, voI. 60, 1928, pp. 624-647.
STURMTHAL ADOLF, Demokratisierung des" Volkerbundes, K, XXI, 1928, pp.
585-592.
La politica economica dell'IOS (Una conferenza di Bruno Buozzi), RS, I, n.
15, 25 novembre 1928, pp. 6-7.
MODIGLIANI G.E., Polìtica estera socialista, RS, II, n. 17, 1 gennaio 1929, pp.
1-2.
NOI, L'Internazionale Socialista e la guerra, RS, II, n. 18,' 15 gennaio 1929,
pp. 1-2.
29
Andrea PanacGÌone
[NICOLLE L.], L'incoerenza della II Internazionale denunciata da un suo
membro, ABPSI, XXXIII, 20 gennaio 1929.
Les réunions internationales de l'IOS (Londres, 8-9 février, 10-12 février):
I. PIERRE RENAUDEL, L'IOS organise des-manifestations de "La volonté de
paix"; II. La Conférence des qua tre partis (Allemagne, Angleterre, Belgique, France); III. Le comité exécutif de l'IOS (10-12 février); VS, VII,
n. 132, 23 febbraio 1929.
WIBAUT F.M., De socialistische arbejdersinternationale en de internationale
ontwapening, "De socialistische gids", XIV, 1929, pp. 265-271.
Memorandum von vier Mitgliedern der Auslandsde/egation der S.R.P. Russlands, 5 pp., cicl. (firmato: Cernov, Schreider, Gurevic, Rusanov. Presentato all'Esecutivo dell'll e 12 febbraio -1929: sui problemi interni all'
emigrazione S.-R. russa e sulla rappresentanza del partito nel Comitato
Esecutivo dell'IOS) (IISG. SAI Archiv)
OLIVER S. STEFANY J. CRAMER C.G. et alii, Internationale sociaal de-mokratische koloniale Politiek. Lezingen bijeengebracht doo_r de bond van so
ciaal democratische studentenclubs in Neederland. Zwolle, 1929, 109 pp.
(riporta anche la risoluzione sulla politica _coloniale del congresso di
_Bruxelles dell'IOS).
_
SILVA GIOVANNI, Pazifistisches Manifest des Europiiischen Sozialismus, Wien
1929, 40 _pp.
Die blutigen Ereignisse in Paliistina (1929) und der internationale Sozialismus, Wien 1929.
LORWIN LEWIS L., Labour and Internationalism, New York 1929, 682 pp.
VOITINSKI V., Sily sovremennogo socializma, Paris 1930, 58 pp.
ADLER FRIEDRICH, "Falls der Krieg dennoch ausbrechen sollte ... " (Funfzehn
Jahre nachdem Zusammenbruch der Sozialistischen Internationale), IC,
XXII, 1929, pp. 349-370. Sonderadbruck: Wien 1929, 24 pp. (pubblicato
anche in altre lingue, sia in riviste che come opuscolo).
ABRAMOWITSCH RAPHAEL, Zionismus, Judenfrage und Sozialismus, IC, XXII,
1929, pp. 509-519.
LENZ J., Vom Opportunismus zum Sozialfaschismus. Zum 40. Jahrestag der
II. Internationale, I, n. 12; 1929, pp. 449-457.
WALECKI, Die II. Internationale im Haag, ICI, n. lO, 1929, pp. 1766-1773.
LI, Die internationale Sozialdemokratie und der russisch-chinesische Konflikt, ICI, n. lO, 1929, pp. 1892-1901.
La position de l'Internationale en face du conflit russo-chinois, AS, VI, Aout
1929, pp; 471-472.
GILLIES WILLIAM, L'Internationale et. La Haye - Le point de vue britannique,
AS, VI, Septembre 1929, pp. 515-518.
SCHIFF VICTOR, La Haye et l'Internationale - Le point de vue allemand, AS,
VI, Septembre 1929, pp. 519-522.
VANDERVELDE EMILE, L'IOS et la Conférence de La Haye, VS, Vp, n. 156, 21
Septembre 1929, pp. 5-6.
K. KAUTSKY-C. HUYSMANS-E. VANDERVELDE, Socialisme et sionisme, VS, VII,
n. 168, 14 Décembre 1929, pp. 5-9.
VANDERVELDE EMILE, L'Internationale et ,les socialistes de Pologne, AS, Novembre-Décembre 1929, pp. 675-678.
LOVIS PAUL, La participation socialiste au pouvoir, M, I, n. 75, 9 Novembre
1929.
La crise doctrinale du socialisme, M, 1929-1930. Tra gli interventi dei principali esponenti del socialismo internazionale nel dibattito aperto, dal
30
d
Fonti per la storia della [05
settimanale di Barbusse: H. de Man, n. 76, 16 Novembre 1929; E. Vandervelde, n. 77,' 23 Novembre 1929; J. Zyromski, n. 78, 30 Novembre
1929; K. Renner, n. 79, 7 Décembre 1929; n. 80, 14 Décembre 1929; n. 81,
21 Décembre 1929; M. Déat, n. 87, 1 Février 1930; n. 88, 8 Février 1930.
LENZ J., Die 2. Internationale und ihr Erbe, 1889-1929. Hamburg-Berlin 1930,
302 pp. (in inglese: The rise and faZZ of the second international, New
York 1932, 285 pp.).
VANDERVELDE EMI LE, L'action de l'Internationale et ses possibilités, Bruxelles 1930.
KUNFI SIEGMUND, Ausgewiihlte Aufsiitze. Hrsg. u. eingel. v. Julius Braunthal.
L Bd. Die Neugestaltung der Welt. Mit einem Lebensbild von Zoltan
Ronai, 136 pp.; 2. Bd. Gesfalten und Ereignisse, 127 pp.; Wien 1930.
DAN THEODoR,Zur Frage: Krieg und Internationale, K, XXIII, 1930, pp. 23-31.
VANDERVELDE EMILE, Das arbeitende Palastina, K, XXIII, 1930, pp. 31.34.
Una lettera di Federico Adler. I socialisti che sono fuori dell'Internazionale
socialista, AAL, XXXV, 22 marzo 1930.
Ancora Una predica a vuoto di Federico Adler, ABPSI, XXXV, 30 marzo 1930.
NOI, Dall'unità socialista italiana all'unità socialista internazionale, RS, III,
n. 43, 15 aprile 1930, p . L '
Les Socialistes hors de l'IOS: L Une lettre de Friedrich Adler; II. Le Congrès du Parti ouvrier norvégien, VS, VI, n. 187, 26 aprile 1930.
[NENNI PIETRO], Tesi sull'adesione del Partito all'Internazionale operaia socialista,AAL, XXXV, 3 maggio 1930. Preparate per il congresso dell'unità
socialista· del 1930; ripubblicate in: P. NENNI, La battaglia socialista
contro il fascismo 1922-1944, Milano-Messina 1977, pp. 604-609; pubblicate
anche su "Der Kampf", XXIII, 1930, pp. 312-316, col titolo: Der italienische Sozialismus und die sozialistische Arbeiter-Internationale. .
BIRKENFELD LUDWIG, Die Konsolidierung der Sozialistischen Arbeiterinternationale, AGSA, XV, 19~0, pp. 147-157.
.
POTRESOV A.N., O "spasenii Revoljucii", "Dni", 11 maggio 1930. Ripubblicato
in A.N. POTRESOV, Posmertnyj sbornik proizvedenij, Paris 1937, 369 pp.
(critica dell'appello, lanciato dall'IOS per il l° maggio 1930, a dimostr?re "perla salvezza della rivoluzione russa dal grave pericolo di
controrivoluzione ").
.
.
Le Comité Exécutif de l'IOS: I. Les résolutions; ILLes débats, VS, VI, n.
191, 24 Mai 1930, pp. 10-17 (sulla riunione dell'Esecutivo dell'IOS a
Berlino, 11-13 maggio 1930).
STURMTHAL ADOLF, Krieg, Volkerbund und Internationale, K, XXIII, 1930, pp.
361-371.
.
M., Le riunioni berlinesi dell'Esecutivo dell'IOS, RS, III, n. 46-47, 1-15
giugno 1930, pp. 7-8.
ADLER FEDERICO, Gli esuli e il partito. 'Osservazioni sull'unità dei socialisti
italiani, RS, III, n. 48-49, 1-15 luglio 1930, pp. 4-5.
Ueber die gegenwiirtige politische Lage in Russland., Denkschrift der Auslandsvertretung der Sozialdemokratischen Arbeiterpartei Russlands an
das Exekutiv-Komitee der SAI, 1930, 11 pp., cicl. (IISG. SAI Archiv,
348). Pubblicato da T. Dan col titolo Zur Soziologie der russischen Revolution, K, XXIII, 1930, pp. 331-340.
Pan-Europa e l'Internazionale, AAL, XXXV, 13 settembre 1930, p. 2.'
WALECKI H., Das "Alibi" des Sozialfaschismus, KI, n. 11, .1930, pp. 2282.2286
(a proposito del rappòrto della Internationale Kommission zur Abwehr
des Faschisrnus dell'IOS).
I
l
31
Andrea Panaccione
WALECKI H., Der Sozialfaschismus im Lager der Interventionisten, KI, n. 11,
1930, pp. 2377-2386.
La réunion du Comité Exécutif de l'IOS à Zurich, VS, VI, n. 202, 13 Septembre 1930, pp. 5-17 (sulla riunione dell'esecutivo dell'IOS a Zurigo,
22-23 agosto 1930).
RENAUDEL PIERRE, Sujets de satisfaction, VS, VI, n. 203, 20Septembre 1930,
pp. 3-4 (ancora sulla riunione dell'Esecutivo del 22-23 agosto).
DÉAT MARcEL, Le Socialisme et la FrJdération européenne, VS, VI, n. 209, 1
.Novembre 1930, pp. 5-8, e n. 210, 8 Novembre 1930, pp. 7-10.
La Conférence commune de l'IOS et de la FSI à Cologne, VS, VI, n. 210, 8
Novembre 1930, pp. 5-7.
L'Internazionale, i socialisti e il fascismo, AAL, XXXV, 15 novembre 1930.
VANDERVELDE EMILE, L'IOS et l'Extrème Orient, AS, VII, Novembre 1930,
pp. 674-677.
JORDANIA NOÉ, L'Internationale Ouvrière Socialiste et les, Soviets, AS, VII,
Décembre 1930, pp. 747-758.
GRIMM ROBERT, Die beiden Internationalen zum Krisenproblem, RR, lO, 19301931, pp. 161-165.,
VANDERVELDE E. et. al., Louis de Brouckère, 'Bruxelles s.d., 77 pp. (raccolta
, di testimonianze in occasione dei 60 anni di de Brouckère).
HUGGLER AUGUST, Fragen der Sozialistischen Arbeiter-Internationale, RR,
lO, 1930-1931, pp. 225-232.
STURMTHAL ADOLF, Ein internationales Programm der Linken?, RR, lO, 19301931, pp. 296-303 (critica del documento diffuso dall'ILP e da altri partiti
socialisti di sinistra: Internationale Sozialistische Politik. Grundlage
fur internationale Tatigkeit und Organisation).
GRUNBERG CARL-GROSSMANN HEINRICH, Die drei' Internationalen, Sonderabbruck aUs "Worterbuch der Volkswirtschaft", Jena 1931, 21 pp.
DOOD C., Le pian Briand et le mouvement ouvrier international, Bruxelles
1931, 29 pp.
DIETRICH P.R., The war of intervention against the Soviet Union andthe Second International, London 1931, 45 pp.
DIETRICH PAUL, L'union sacrée antisoviétique. De l'Internationale des armements à la II Internationale, Paris 1931, 74 pp.
VANDERVELDE EMILE, A' travers la Révolution chinoise, Bruxelles 1931, 240 pp.
Le Chornage et la crise mondiale (par la Commission rnixte des Trois) , (Zurich, 21-22. Januar 1931), AS, VIII, Janvier 1931, pp. 50-53.
La crisi economica: Le due Internazionali e il fascismo, L, n. 5, 29 gennaio
1931.
NAUMANN R., Die Sozialfaschisten zur Ueberwindung der We1twirtschaftskrise und der Arbeitslosigkeit, KI, n. 12, 1931, pp. 167~176.
ADLER FRIEDRICH, Der Moskauer Prozess und die Sozialistische Arbeiter-Internationale, K, XXIV, 1931, pp. 145-155.
La réunion du Comité Exécutif de l'IOS (Zurich, 21 èt 22 février 1931), VS,
IX, n. 222, 7 Mars 1931, pp. 9-18.
NOI, Verso il, Congresso di Vienna: I. Disarmo e pericoli di guerra; Il. Difesa della democrazia e lotta di classe; III. Crisi e disoccupazione, AAL,
XXXVII, 71, 14, 21 marzo 1931.
LaVIS PAUL, L'Internazionale di Zurigo e la presa del potere, AGPSI, XXXVI,
22 marzo 1931.
-
Le mouvement international socialiste et la crise mondiale de chomage, par
un membre de l'!LP, ES, VI, n. 7, Avril 1931, pp. 2-4.
32
Fonti per la storia della IOS
KIEFE ROBERT, Organisons l'Internationale sur le modèle de laS.d.N., Vs,
n. 235, 2 maggio 1931, pp. 12-13.
TSERETELLI I., "Au cas ou la guerre éclaterait néammoins ... ": I. Deux tendances dans l'IOS; II. La politique de l'Internationale en cas de guerre;
VS, IX, n. 235, 2 Mai 1931, pp. 9-10; n. 236, 9 Mai 1931, pp. 3-4.
DÉAT MARcEL, L'Internationale au tournant, VS, IX, n. 241, 13 Juin 1931,
pp. 6·8.
.
HAUCK HENRY, Une offensive de la "gauche" de l'IOS, VS, IX, n. 243, 27 Juin
1931, pp. 9-10.
PIERARD LaVIS, L'Internationale et la guerre, VS, IX, n. 244, 4 Juillet 1931,
p.6.
Gli imbarazzi della II Internazionale, AGPSI, XXXVI, 21 giugno 1931.
LaVIs PAUL, Il congresso di Lipsia e la Seconda Internazionale, AGPSI,
XXXVI, 28 giugno 1931.
ZYROMSKI JEAN, Pour une politique de l'Infernationale, BS, V, n. 46, Juin
1931, p. 2.
PESKINE JEAN, Une "gauche"· dans l'Internationale, BS, V, n. 46, Juin 1931,
pp. 7-8.
Der internationale Menschewismus ain Pranger, KI, n. 12, 1931, pp. 421-428.
Il fascismo e l"'Internazionale", L, 5, 2 luglio .1931.
Da Vienna a Parigi
BRUGEL FRITZ, Der Weg der Internationale, Wien 1931, 32 pp.
LaVIS PAUL, Il Congresso Internazionale della SoCialdemocrazia, AGPSI,
XXXVI, 26 luglio 1931.
MARTYNOW A., Die Sozialdemokratie im Schraubstock der Krise und ihre
Manover (Zum Wiener Kongress der II. Internationale), KI, n. 12, 1931,
pp. 889-910.
D., Wien-Hamburg-Marseille Brussel-Wien! Zum IV. Kongress der II Internationale, KI, n. 12, 1931, pp. 1052-1060.
NAuMANN, Der Wiener Kongress der II. Internationale zur Weltwirtschaftskrise, KI, n. 12, 1931, .pp. 1260-1279.
KUN BELA, Die Schickalsgemeinschaft des Kapitalismus .und der Sozialdemokratie, KI, n. 12, 1931, pp. 1303-1322,
VANDERVELDE EMILE, Le Congrès de Vienne, AS, .Juin-Juillet 1931, pp. 323-343.
Nello stesso numero: Les Résolutions du Congrès Socialiste International de Vienne, pp. 344-357; LOUIS PIÉRARD, L'Internationale et la guerre,
pp. 358-360.
SEYDEWITZ MAx, Deutschlands Sorgen und die Internationale, KK, V, 1931,
pp. 449-451.
ADLER MAx, Der Weg zu einer Internationale der Tat, KK, V, 1931, pp. 452456.
WECKERLE EDUARD, Internationale und Weltkrise, KK, V, 1931, pp. 456-460.
KLEINEIBST RICHARD, Deutschland, Reparation und Internationale, KK, V,
1931, pp. 461-465.
.
NOI, La crisi del capitalismo e il Congresso di Vienna, AAL, XXXVII, 18 luglio 1931.
SARAGAT GIUSEPPE, Comunisti e socialisti, AAL, XXXVII, 18 luglio 1931.
NENNI PIETRO, Prefazione al congresso di Vienna, AAL, XXXVII, 25 luglio
33
Andrea Panaccione
1931 (ripubblicato in: La battaglia socialista contro il fascismo cit., pp.
279-281).
NOI, Di fronte alla crisi, AAL, XXXVII, 1 agosto 1931.
NENNI PIETRO, Per l'azione, AAL, XXXVII,8 .agosto 1931 (commento al congresso di Vienna; 'ripubblicato in: La battaglìa .socialista contro il fascismo .cit., pp. 282-285).
NICOLAEVSKY BORIS L, Pioniere der Internationale. Zum Kongress der Sozialistischen Arbeiter"Internationale in Wien, uDer Abend", 25. Juli
1931.
Il congresso di Vienna, L, n. 5, 6 agosto '1931 .(insiemea:Il'editoriale contiene
altri articoli e il discorso di Turati .a Vienna).
Sozialdemokraten grilssenden Wiener Kongressausder UdSSR! {Die Organisationfm der SDAPR inder Sowjetùnion .an .den Kongr.ess der SAI),
RSD, VIII, n. 29/30,23. Juli 1931, pp. 1-2.
Il congresso senza bussola, AGPSI, XXXVI, 9 agosto 193!.
VANDERVELDE EMILE, Der Kongress, K, XXIV, 1931, pp. 281c284.È l'articolo di
apertura del n. 7/8 di "Der Kampf", dedicato .al congresso di Vienna,
che presenta vari .contributi sul socialismo internazionale.. Tra gli altri:
T. DAN, Der Kampf um die Demokratie, pp. 285-291; A. SWRMTHAL, Der
Abriistungsvertrag und .die Sozialdemokratie, pp. 321-329; O. POLLAK, Die
osterreichische Partei unddie Internationale, pp. 330-33.5; P. NENNI, Die
Aussichten .des Kampfes filr die Demokratie in ltallen, pp. 335-340;
EMIL STRAUSS, Koalitionspolitikund Sozialdemok-ratie., pp. 348-353.
Le 'Quatrième Congrès de .l'Internationale Duv/;ière 'Socialiste, VS, IX, n. 249250, 8-15 Aont 1931. Numero interamente dedicato .al.co:n,gresso di
Viennaconarticolidi ·P. Renaudel, M.Déat, A. ·Gll.illevic, S .. Buisson, e
resoconti redatti .da P. Renaudel, M. Déate V. Soukhomline.
CRAMER ·C:G., Erwagungeniiber die Kolonialkommission. ,ciclostilato del 29
'luglio 1931. (IISG. SAI Atèhiv)..
Le Congrès International .de Vienne, BS, v., n. 49, Aont 1931. ,Comprende, in
partico'lare: P. FAURE, Les faibles.s.esde l'Jnternationale, pp. 12; J. ZY'ROMSKI, Quelques .réflexions., pp. 2-3.
P.D., Ber Wiener Kongress ,der Sozialfaschisten, 'l, 14, 1931, pp.. 408-419.
SPIS I., LeCongrès .de Vienne .de la 2' Internationale" <DB, VI, 1931,pp. 770780.
NOI, il Congresso di Vienna .ela .crisi .economica" AAL, XXX'VtEI, 15 .agosto
1931.
NOI, Il CongnessD di Viennae c[~opposizione, AAL, XXVIl, 29 .'1gosto 1931.
'SEYDEWITZ MAx, Das Er;gebnisdes Wiener Kon,gresses, KK, '5., 1931, :pp. 484490.
Meinungsausser.ungeninternationaler Sozialistenzum 1Wiener Kongress (E.
Reinhand, TI. Zyromski, F. 'Broc'kway), iKK, 5, 1931; ,pp. -491-493..
NlcOIm L., Il Congresso ,di Vienna v.isto da un .so.cialdemocr.atico .disinistra,
AGPSI, XXXVJ, 13 :settembre 1931.
.
'STURMTHAL ADOLE, iJJps Weltproletay;iatind.er We1t'knise, iRR" II, il931 c3Z, pp.
7-13.
SCHIFRIN ALEXANDER, Die flnternationaleundllie .deutsohe .Kr.ise" 'G, VIII,
1931, ;pp. 204'213
POLLAK OSKAR, 'Bemerkungen .zum iJ.nternationalen !Kongréss, I<:,XXI'Y;, 1931,
,pp. 385-389.
LAUTERBACH ALBERT, Probleme ,der Sozialdemo'kratie, .K, XXiI\!, 1931., ',pp. 465475.
34
...
Fonti per la storia della 108
DÉAT MARCEL; L'Internationale et sa section française: I. La doctrine de
l'Internationale; II. La Structure de l'Internationale; VS, IX, n. 253, 3
Octobre 1931, pp. 6-8; n. 254, lO Octobre 1931, pp. 5-8.
VANDERVELDE EMILE, Le conflit sino-japonais et l'Internationale, VS, IX, n.
255, 17 Octobre 1931, pp. 34.
La réunion du Bureau de 1'108, VS, IX, n. 258, 7 Novembre 1931, pp. 15-17.
ALTER VICTOR, Comment réaliser le Socialisme? (Les Socialistes réaliseront-,
ils le Socialisme?), Paris 1932, 192 pp. In appendice: Lettre ouverte à
l'Internationale ouvri~re et socialiste (Varsovie, le 12 janvier 1932), pp.
177-190.
LAUTERBACH A.,Warum internaiional? (Der Klass'enkampf im Zeitalter der
Weltwirtschaft), Wien 1932, 62 pp.
La Conferenza Internazionale del disarmo e l'azione dell'Internazionale Socialista, AAL, XXXVII, 9 gennaio 1932:,
Le prolétariat et le désarmement: Les discoitrs de Vanderveldeet Jouhaux
au nom de l'IOS et dè la FSI à la Conférence du Désarmement (Ii février 1932), VS, X, n. 272, 13 Février 1932, pp. 5-6.
KUN BELA, Der zweite Zerfall der II. Internationale, KI, 14, 1933, pp. 274288 e 363-382.
'
CH; W., Die II. International,e und der Interventionskrieg gegen die Sowjetunion, I, n. 15, 1932, pp. 230-233.
A Genève - Les revendications du prolétariat mondial devant la Conférence
du désarmement, AS, ix, Mars-Avril 1932, pp. 179-186 (riporta i discorsi
di Vandervelde e Jouhaux, con una introduzione).
DANGE WALTER, L'IOS et la lutte contre la guerre, ES, VII, n. 7, Avril 1932,
pp. 10-11; n. 9, Juin-Juillet 1932,pp. 8-10.
La doctrine socialiste et le désarmement, VS, X, n. 277, 19 Mars 1932, pp.
22-25 (documentazione sulle posizioni del socialismo internazionale riguardo al problemà del disarmo fino al congresso di Vienna, dei 1931).
DIETRIçH, Die II. Internationale und der Krieg in CrUna, KI, n. 13, 1932, pp.
462-470.
Neue Manover der Sozialdemokratie am Vorabend der zweiten Tour der
Kriege und Revòlutionen, KI, n. 13, 1932, pp. 881-888 (sulla Conferenza
per il disarmo di Zurigo).
POTENZA NICOLA, La socialdemocr({zia e la guerra, SO, VI, 1932, pp.' 396-407.
RENAUDEL PIERRE, Pour la paix désarmée, VS, X, n. 287, 28 Mai 1932, pp.
3-4 (sulle risoluzioni della conferenza dell'IOS e della FSI sul disarmo).
La Session du Comité Exécutif de l'IOS, Zurich, 18, 19, 20 mai 1932, VS, X,
n. 289, 18 Juin 1932, pp. 3-15. ,
La Conférence Commune de l'IOS et de la FS1 pour le Désarmement, VS, X,
n. 290, 25 Juin 1932, pp. 7-22 (resoconto redatto da P. Renaudel).
ZYROMSKI JEAN, L'Internationale et la Russie des Soviets, BS, V, n. 58, Juin
1932, pp. 2-3.
VANDERVELI)E EMI LE, La Situation mondiale. Rapport sur la conférence de
Zurich, fait au conseil général du P.O.B., le 22 juin 1922, Bruxelles 1932,
16 pp.
Le Congrès tontre la guerre. Lettres de Fritz Adler et de Henri Barbusse, M,
V, n. 217, 20 Juillet 1932, pp. 13-14.
Pourquoi l'IOS ne'participera pas au "Congrès mondial con tre la guerre":
Lettred'Adler à Romain Rollànd; Réponse de Romain Rolland; Rapport
d'Adler au bureau de l'IOS, VS, X, n. 293, 23 Juillet 1932, pp. 12-15.
35
Andrea Panaccione
ADLER FR., La sortie de l'ILP du Labour Party, AS, IX, Aout-Septembre 1932,
pp. 529-533.
VANDERVELDE EMILE, Le compte-rendu du Congrès deVienne, AS, IX, AoutSeptembre 1932, pp. 511-515.
ZYROMSKI J., La position des problèmes de méthode socialiste. Préface de
Paul Faure, Paris 1932, 32 pp. (presa di posizione contro la politica di
coalizione con i partiti borghesi; l'ultimo capitolo è dedicato a: La po-
litique de coalition sur le pian international).
DE BROUCKÈRE LOVIS, Les Problèmes de la Conférence du désarmement, AS,
IX, Aout-Septembre 1932, pp . .475-487 (rapporto tenuto il 22 maggio
1932 alla Conferenza comune dell'IOS e della FSI per il disarmo).
RENAUDEL PIERRE, Devant les difficultés et les taches nouvelles - Une prochaine Conférence Internationale, VS, X, n. 30, 8 Octobre 1932, pp. 3-4
(sul Bureau allargato dell'IOS del settembre 1932).
ZYROMSKI JEAN, Dans l'Internationale ouvrière et socialiste, BS, V, n. 61,
Octobre 1932, pp. 3-4.
NOI, Verso una conferenza socialista internazionale, AAL, XXXVII, 8 ottobre
1932.
KUN BELA, La Social-Démocratiecontre le Marxisme, Paris 1933, 68 pp.
KUN BELA, The Second International in Dissolution, London 1933, 84 pp.
JAimLuM MARC, The Socialist International and 'Ziotlism, New York 1933.
VANDERVELDE EMILE, L'Alternative: capitalisme d'Etat ou socialisme démocratique, Paris-Bruxelles 1933, 264 pp. (in particolare il capitolo su L'In-
ternationale et la guerre).
Lo sfacelo della socialdemocrazia (editoriale non firmato), SO, VII, 1933,
pp. 161-167.
Gegen die Antisowiet-Hetze der II. Internationale! Gegen Faschismus und
Krieg! (Aufruf des ZK der KPD), KI, 14, 1933, pp. 323-327.
KUN BELA, Die neue Attacke der II. Internationale gegen die Sowjetunion
(Zur Verliingerung des Berliner Vertrages), KI, 14, 1933, pp. 422-428.
ROSSI A., L'Allemagne et l'Internationale, M, VI, n. 253, 8 Avril 1953, pp.
3-4.
BERENSTEIN A., Amsterdam et l'IOS, ES, VIII, n. 6, Mars 1933, pp. 9-11.
La "seconde mort" de la II" Internationale, CB, VIII, n. lO, 15 Mai 1933,
pp. 667-674.
.
LOVIS PAUL, Brandelli d'Internazionali, AGPSI, XXXVIII, 14 maggio 1933.
VANDERVELDE EMILE, Der Sozialismus wird siegen!, NV, n. 1, 8. Juni 1933.
Da Parigi allo scioglimento dell'IOS
Les résolutions du bureau de 1'I0S: I. La lutte con tre le fascisme; II. SUl"
l'unité ouvrière; III. Sur l'objet de la conference internationale; IV.
Réponse à. M. Goering; VS, XI, n. 324, 1 Avril 1933; pp. 10-12.
Verso la· conferenza socialista internazionale, AAL, XXXIX, 13 maggio 1933
non firmato, ma di Pietro Nenni).
RENAUDEL PIERRE, Un congrès chasse l'autre, VS, XI, n. 330, 20 Mai 1933,·
pp. 3-5 (dopo il congresso della SFIO ad Avignone e in vista della conferenza di Parigi dell'IOS).
Les deux Internationales se sont réunies à Paris, VS, XI, n. 331, 27 Mai
1933, pp. 5-7 (preceduto da un articolo di fondo di P. RENAUDEL, Le
courage de choisir, pp. 3-4).
36
Fonti per la storia della 108
VANDERVELDE EMILE, Die Internationale und die Krise des franzosischen 50zialismus, ZS, I, 1933-34, pp. 64-67.
FRANZEL EMI L, Die Aufgaben der Internationale, T, 6, 1933, pp. 225-23l.
L'Internazionale convoca i popoli alla lotta contro la barbarie fascista per il
socialismo e per la libertà, L, VII, 3 agosto 1933.
La Conferenza di Parigi, AAL, XXXIX, 7 ottobre 1933.
BAUER OTTO, Der deutsche Faschismus und die Internationale, K, XXVI, 1933,
pp. 309-322. È l'articolo di apertura del n. 8/9 di "Der Kampf", AugustSeptember 1933, dedicato alla Conferenza di Parigi dell'IOS. Oltre a questo e agli articoli di Vandervelde e di Germanicus, indicati di seguito,
sono centrati sulle tematichè all'ordine del giorno della Conferenza anche: FRIEDRICR STAMPFER, Beitrag zur Selbstkritik, pp. 334-338; KAUTSKY,
Die blutige Révolution, pp. 346-361; DAN, Die kleinburgerliche Rebellion
und das Proletariat, pp. 362-367.
VANDERVELDE EMILE, Die niichsten Aufgaben der Sozialistischen ArbeiterInternationale, K, XXVI, 1933, pp. 322-333.
GERMANICUS, Die Aussenpolitik Hitler-Deutschlands und die Internationale,
K, XXVI, 1933, pp. 339-345.
La Conférence Socialiste Internationale, Paris, 21-25 aout 1933, VS, XI, n.
343, 2 Septembre 1933: articolo di fondo di P. RENAUDEL, L'arbitrage est
fait, pp. 3-5, e resoconto della Conferenza a cura di Robert Bobin, pp.
6-42.
.
JAKSCR WENZEL, Europas Mitschuld. Der deutsche Freiheitskampf und die
Internationale, NV, I, n. 11, 27. August 1933.
Die Pariser Ergebnisse. II. Internationale, Kriegsgefahr und Einheitsfront,
NV, I, n. 12, 3. September 1933.
Ruf der Internationale, NV, I, n. 12, 3 settembre 1933 (cronaca della Conferenza di Parigi).
BARBUSSB HENRY, La Conférence de l'Internationale Ouvrière Socialiste, M,
VI, n. 274, 2. Septembre 1933, p. 3.
ERCOLI [P. TOGLIATTI], La conferenza socialista di Parigi, "Bandiera rossa",
I, n. 15, 9 settembre (ripubblicato in: Opere, III, 2, Roma 1973, pp. 246250).
GRIECO RUGGERO; Teoria e pratica del socialfascismo (Note sulla Conferenza
di Parigi della II Internazionale), SO, VII, 1933, pp. 486-497.
CONSTANT LUCIEN, Ou va la II" Internationale? I. Vers la guerre impérialiste;
II. Vers le fascisme, CB, X, 1933, pp. 1162-1171 e 1247-1257.
P. N. [PIETRO NENNI], Dopo la Conferenza di Parigi. I. L'esperienza tedesca
nei discorsi di Wels e Aufhiiuser; II. Il daltonismo di Dalton e compagni; III. La lotta per il potere, AAL, XXXIX, 16 settembre 1933, 23 settembre 1933, 30 settembre 1933.
MODIGLIANI G.E., In lode della Conferenza di Parigi, AAL, XXXIX, 7 ottobre
1933;
PESKINB J., Après la Conférence Internationale, BS, VI, n. 72, 15 Octobre 1933,
pp. 7-8.
Wie die "Arbeiterkommis der Bourgeoisie" den Faschismus bekiimpfen, KI,
14, 1933, pp. 710-722.
MICRAUD RENÉ, La conférence de 1'105, CM, I, n. 1, 15 ottobre 1933, pp .. 4-7.
LEMOINE JEAN, La valeur et l'utilité des réunions internationales, CM, I, n.
2, 15 Novembre 1933, pp. IO-Il.
MIcRAuD RENÉ, Quand l'Internationale se réveillera-t-elle?, CM, I, n. 3, 15
Décembre 1933, pp. 7-8.
37
Andrea Panaccione
KERN RICHARD, Krieg, Abriistung und die Internationale, K, XXVI, 193, pp.
425-436.
STURMTHAL ADOLF, Gleichberechtigung und Miliz, K, XXVI, 1933, pp. 465-472.
EHRLICH HEINRICH, The Struggle for revoutionary Socialismo (Report of H.
Ehrlich: On the Labor and Socialist International Conference held in
Paris, August 21-25, 1933), New York 1934, 62 pp.
BRAATOY 13JARNE, Labour and war. The theory oi labour action to prevent
war, J>reface by Harold J. Laski, London 1934, 216 pp.
KERN RICHARD, Die Internationale Voi' der Entscheidung, K, XXVII, 1934,
pp. 41-47.
BRACKE [A.M. DliSROUSSEAUX], Les néos et l'IOS, BS, VI, n. 75, 15 Janvier
1934, pp. 1-2.
FAURE PAUL, Les leçons de l'Internationale, BS, VI, n.75, 15 Janvier 1934,
pp. 2-3.
DE MAN HENRI, La défense natio naie, R, IV, n. 20, Janvier 1934, pp. 1-18.
HAVER J., Sur les effets contre-révolutionnaires de l'action légale,R, IV, n.
20, Janvier 1934, pp. 79-85.
La guerra e le Internazionali, AGPSI, XXXIX, 11 febbraio 1934.
FOGARASI A., Krisen-uSozialismus", UBM, VII, 7, Marz-April 1934, pp. 58-80.
Memorandum iiber die Hungersnot in der .Sowjetunìon und in der Ukraine. Der Exekutive der SAI vorgelegt von der Sozialdemokratischen Arbeiterpartie der Ukraine und der Ukrainischen Sozialistisch-Radikalen
Partei in Polen, 1934, 2 pp. ciel. (Firmato: P. Fedenko, 1. Mazepa, M.
Stachiw, 1. Màkuch; presentato all'Esecutivo del 27 maggio 1934 a
Bruxelles) (IISG. SAI Archiv).
DAN THEODOR, Der osterreichische Aufstand und die Umstellung der Internationale, KVT, I, 1934, pp. 18-22.
ADLER FRIEDRICH, Ein Brief an die osterreichischen Sozialisten, KVT, I, 1934,
pp. 97-104 (comprende lo scritto dei Revolutionare Sozialisten austriaci
all'Esecutivo dell'IOS del 26 e 27 maggio 1934 e la risposta di Adler).
Et maintenant, rassemblement sur le front rouge international. Déc1aration
de la gauche socialiste internationale (Premessa di Marceau Pivert), BS,
VI, n. 80, Juillet-Aout 1934, pp. 5-8.
GUILBEAUX HENRY, Les Internationales et le syndicalisme. In: Perspectives
. (Faits, docum(mts, commentaires de notre temps), Paris 1934, Tome 5,
pp. XVII-XX e 257-320.
.
RENAUDEL PIERRE, Opinions et; tactiques dans les Internationales, VS, XII,
n. 380, 16 Juin 1934, pp. 1-2.
RENAUDEL PIERRE, Le drame du socialisme national et internationa et le drame la démocratie française, VS, XII, n. 388, 28 Juillet 1934, pp. 1-3.
FISCHER ERNST, Die uRevolutionare Soizalisten", die II. Internationale und
Otto Bauer, KI, 15, 1934, pp. 1598-1622.
DAN THEODOR, Faschismus, Krieg, Revolution, KVT, I, 1934, pp. 142-149.
DAN THEODOR, Die Internationale im Kampfe gegen den Faschismus, KVT,
I, 1934, pp. 168-175.
VANDERVELDE EMILE, Pourquoi l'Internationale Communiste se dérobe-t-elle?,
CM, II, n. 12, 1 Octobre 1934, pp. 7-8.
L'Internationale menacée, CM, II, n. 13, 1 Novembre 1934, pp. 7-8.
L'Internationale Socialiste et l'Europe en folie, CM, II, n. 14, 1 Décembre
1934, pp. 5-6.
38
ci
Fonti per la storia della [08
Les communistes veulent tenter maintenant le front unique international,
VS, XII, n. 390, 20 Octobre 1934, pp. 14-16 (sull'incontro tra Cachin e
Thorez per l'IC e Vandervelde e Adler per l'IOS).
P.[IERRE] R.[ENAUDEL], La session de l'Exécutif de l'Internationale Ouvrière
Sòcialiste, Paris, 13-16 Novembre 1934, VS, XII, n. 395, 25 Novembre
1934, pp. 5-6.
Le rapport de Vincent Auriol à l'Exécutif de nos sur les récents événements
d'Espagne, VS, XII, n. 398, 15 Décembre 1934, pp. 7-11.
WALECKI, Das neue "Ausnahmegesetz" in der II. Internationale, KI, 15, 1934,
pp. 2379-2382.
DAN THEODOR, Aut dem Wege zur Einheit, KIR, I, 1934, pp. 244-251.
BAUER OTTO, Rechtsblock und Linksblock in der Internationale, KIR, I,
1934, pp. 273-280.
.
ERCOLI (P. TOGLIATTI), A proposito della riunione di Parigi dell'Esecutivo
della II Internazionale, in "La COJ:respondance Internationale", XIV,
n. 102-103, 17 Novembre 1934; in: Opere, III, 2, Roma 1973, pp. 498-501.
Die Gaerung in der II. Internationale, NF, II, n. 21-22, Mitte November 1934
(pubblica ampi estratti del progetto di risoluzione presentato da V. Alter
all'Esecutivo del 20 maggio 1934, base di una piattaforma comune delle
correnti di sinistra dell'IOS).
L'unità d'azione davanti alla Internazionale, NA, I, lO novembre 1934.
Il problema dell'Unità d'azione davanti ai/'Esecutivo dell'Internazionale, NA,
I, 24 novembre 1934.
AUSTRIACUS, Le prolétariat' et la guerre, Paris 1935, 29 pp.
PIVERT MARcEAu, La révolution avant la guerre, Paris [1935], 48 pp.
Protokoll der Verhandlungen zwischen der II. und der III. Internationale
uber die Unterstiltzung des heldenhaften Kampfes der Werktiitigen Spaniens und ihre Ergebnisse, Paris 1935, 50 pp.
.
NENNI P., L'unità d'azione tra socialisti e comunisti, PS, I, n. 2, 1 dicembre
1934.
Die Ein1teit wird siegen! Dimitroffs Ruf zur internationalen Aktions-Einheit
und die Antwort .der sozialistischen Arbeiterinternationale, Strasbourg
s.d., 35 pp.
La réponse de la II Internationale' à la proposition d'action de ne. In: Ou
va l'Espagne?, Paris 1935, pp. 49-51.
Ein Man ruft. Millionen antworten: Einheit! Einheit;. Einheit!, Base! s.d.
(contiene anche le prese di posizione favorevoli all'unità d'azione di dirigenti socialisti come Longuet e Largo Caballero).
Protolwll der Verhandlungen zwischen del' II. und der III. Internationale
iiber dei Unterstiitzung des heldenhaften Kampfes der Werktiitigen
Spaniens und ihre Ergebnisse, Ziirich 1935, 50 pp.
Die Fiihrer del' II. Internationale, die Sowjetunion und .die Einheitsfront,
KI, 16, 1935, pp. 269-287.
WALETZKI G., Zu einem Dokument der II. Internationale, KI, 16, 1935, pp.
778-781 (sull'appello dell'IOS per il l" maggio 1935).
AUSTRIACUS, Das Proletariat und der Krieg, KIR, II, 1935, pp. 241-250.
GOTTWALD KL., Der italienische Krieg, die Aktionseinheit del' Arbeiterklasse
und der Standpunkt der SAI, KI, 16, 1935, pp. 1669-1678.
ALTER VICTOR, Sionisme où Socialisme?, CM, II, n. 21-22, Juillet-Aoiìt 1935,
pp. 30-32 (contro l'atteggiamento dell'IOS favorevole a Poale-Zion di
Ben Gurion).
I
l
39
Andrea Panaccione
MODIGLIANI G.E., Le ragioni di un dissenso, NA, II, 18 maggio 1935 (sulla
riunione del Bureau dell'IOS del 7 maggio 1935; riporta anche la risoluzione per la pace approvata dal Bureau).
NENNI P., L'unità d'azione,PS, II; n. 4, 1 agosto 1935.
L'Internazionale Socialista invita alla guerra contro la guerra fascista, NA,
II, 24 agosto 1935 (sulla riunione dell'Esecutivo dell'IOS dell'agosto
1935).
La parola dell'Internazionale, NA, II, 31 agosto 1935.
Mentre a Ginevra si delibera (Sulla Conferenza convocata da "IOS e FS!),
NA, II, 7 settembre 1935.
E.K., Krieg und Internationale, NNB, I, n. 2, September 1935, p. 8.
BAUER Orro, Einheitsfront in der Weltpolitik, KIR, II, 1935, pp. 433-443.
Volkerbund gegen· den Faschismus. Die Internationale und die europiiische
Demokratie, NV, n. 123, 20. Oktober 1935. .
.
Einheit und Einheitsfront, SA, November 1935 (riporta una parte del rapporto di F. Adler all'Esecutivo dell'11-12 ottobre 1935).
VOlkerbund, Arbeiterklasse und Krieg, SA, November1935.
H.W., Die Internationale und der Krieg, KIR, II, 1935, pp. 540-549.
Die internationale Einheitsbewegung und die Aufgaben der Sozialistischen
Linken, NNB, I, n. 3, Ende Dezember 1935, pp. 3-5.
L'Internationale et la guerre. Thèses de Otto Eauer, Théodore Dan, Amédée
Dunois et Jean Zyromski (prefazione di F. Adler; con una lettera di H.
N. Brailsford), Paris 1935, 30 pp.
GARVY PIERRE, Le problème de la guerre. Contribution à la critique des thèses de Eauer, Dan Zyromski, Dunois, CM, III n. 26, Décembre 1935,
pp. 15-18; n. 27, Janvier 1936, pp. 15-16.
DAN THEODOR, Die Kriegspolitik des Internationalen Sozialismus, KIR, III,
1936, pp. 62-69.
BAUER OTTO, Die Internationale und Hitler-Deutschland, KIR, III, 1936, pp.
133-139.
Die PiJlitik der Internationale - Die Londoner Konferenz gegen Hitlers Vertragsbruch, NV, n. 146, 29. Marz 1936.
La Conferenza Socialista di Londra. (Un rapporto del Partito sullo stato attuale della guerra italo·etiopica), NA, III, 21 marzo 1936.
I lavori dellei Conferenza Socialista di Londra per la pace e contro il fascismo, NA, III, 28 marzo 1936.
L'Internazionale Operaia Socialista fa appello all'azione delle masse popolari contro gli imperialismi fascisti, NA, III, 23 maggio 1936 (sull'Esercito dell'IOS a Bruxelles del 16-18 maggio 1936).
Die Londoner Sozialistenkonferenz: 1m Spiegel der Selbstkritik, NF, IV, n.
9, Anfang Mai 1936.
.
UNGEWITTER, Kritische Eemerkungen zu den Thesen "Die Internationale und
der Krieg", MT, I, n. 3, Juli 1936, pp. 19-31.
AUSTRIACUS, WO stehen wir? (Erfahrungen und Probleme der internationalen Arbeiterbewegung); KIR, III, 1936, pp. 461-469; IV, 1937, pp. 7-16,
57-62.
.
Aus der Internatonale: EeschlUsse der Exekutive, NNB, II, n. 7-8, Juli-August 1936, p. 7 (sulla riunione dell'Esecutivo del 16-18 maggio 1936 a
Bruxelles).
ADLER FRIEDRICH, Le Procès de Moscou: un procès en sorcellerie, Paris [1936],
48 pp. (ed. inglese: The witchcraft trial in Moscow, London 1936, 36 pp.).
ADLER FRÉDÉRIC, Pour l'enquete sur le procès de Moscou ... Frédéric Adler,
40
Fonti per la storia della IOS
secrétaire de la II Internationale: Encore un procès en sorcellerie, edité
par le Parti ouvrier internationaliste, [Paris] Février 1937, 7 pp.
Die Il. Internationale und Spanien, KI, 18, 1937, p. 61.
Briefwechsel des Exekutivkomitees der Komintern mit der Sozialistischen
Arbeiterinternationale iiber die Aktionseinheit, KI, 18, 1937, pp. 526530.
Wozu ist die. Il. Internationale gut?, NF, V, n. 7, Anfang ApriI 1937 (sulla
conferenza di Londra sulla Spagna organizzata dall'IOS e dalla FSI).
NENNI PIETRO, Per la Spagna, con la Spagna, Paris 1937, 16 pp. (discorso alla
Conferenza di Londra sulla Spagna del lO e 11 marzo 1937: I doveri
della democrazia e del movimento, operaio internazionale).
Die sozialistische Arbeiterbewegung und Spanien, NNB, III, ApriI 1937, pp.
6-8.
ADLER FRIEDRICH, Maidemonstrationen fiir Spanien, SA, Mai 1937.
Pour l'unité d'action internationale: La rencontre internationale d'Annemasse, Préf. de M. Cachin, Paris [1937], 30 pp.
I capi internazionali della socialdemocrazia tradiscono la Repubblica spagnola, SO, II, 1937, pp. 245-248.
DAN THEODOR, Nochmals: Krieg und Sozialismus, KIR, IV, 1937, pp. 217-223.
L. DE BROUCKÈRE-M. CACHIN et alii, L'Espagne et la paix. Discours prononcés
à a Séance plenière de la Conférence internationale d'aide à l'Espagne
républicaine, le 21 novembre 1937, Paris, 'Comité International de Coordination et d'Inìormation pour l'aide à l'Espagne républicaine, s.d.,
32 pp.
SCHIFRIN A., Fragen der sozialistischen Sammlung, MT, 2, n. 9, Nov.fDez.
1937, pp. 25-30.
"
L'Internazionale ed i problemi dellei Spagna e della lotta contro il fascismo
(relazione di Nenni, a nome del PSI, all'Esecutivo dell'IOS del '15-17
gennaio 1938), NA, V, 15 gennaio 1938.
Memorandum der S.D.A.P. Russlands betreffend die Moskauer Prozesse. 3
pp_ ciel. (Firmato: Dan; presentato all'Esecutivo del 15-16 marzo 1938 a
Parigi: sui rischi di un nuovo proCeSSO contro i menscevichi in Russia,
'che si risolva, come quello del 1931, in un attacco contro l'IOS) (IISG.
SAI Archiv).
L'Internazionale Socialista fedele al principio della sicurezza collèttiva, NA,
V, 4, giugno 1938.
FUNK KURT, Die Politik der II. Internationale gegeniiber der Offensive des
Faschismus, KI, 19, 1938, pp. 1312-1323.'
Otto Bauer zum Gedenken, SK, I, n. 4, 16 luglio 1938 (numero interamente
dedicato a Bauer. Riporta i discorsi tenuti ai funerali di Bauer da L.
Blum, F. AdIer, G. Richter, L. De Brouckère).
Krieg und Sozialsmus: JEAN ZYROMSKI, Fiir eine interriationale Politik gegen den Faschismus; GIUSEPPE SARAGAT, Die italienischen Sozialisten
und der Krieg; FRITZ VALENTIN, Das Hauptprobleme der Gegenwart;
SK, I, 1938, pp. 106-116.
Krieg und Sozialismus: LoUIS DE BROUCKÈRE, Fiir ein neues internationales
Recht; AUSTRIACUS, Die Frage der Kriegsziele; Juqus DEUTSCH, Die
Kriegsriistung Europas; SK, I, 1938, pp. 122-129.
Krieg und Sozialismus; EVELYN LEND, Die Labour Party und der Krieg;
VIKTOR KNAPP, Unsere Stellung zum Krieg in der Phase der sozialen Revolutionen; SK, I, 1938, pp. 158-165.
41
Andrea Pmwccione
Krieg und Sozialismus: O.[SKAR] P.[OLLAK], Nachwort, SK, I, 1938, pp. 173177.
Der Kampf del' Sozialdemokratie. Die Internationale an Otto Wels, NV,
'
275,25. September 1938.
RICHTER GUSTAV, Die Internationale Arbeiterbewegung nach Milnchen, SK,
I, 1938, pp. 241-244.
MODIGLIANI G.E., Dopo la 'riunione dell'Esecutivo IOS, NA, V,29 ottobre 1938
(sulla riunione di Bruxelles del 18-19 ottobre 1938).
Die Krise in del' II. Internationale, NF, VI, n. 11, November 1938.
Par-dessus les frontièresdes mains se tendent. Workers' Hands across the
frontiers. Manifestes et résolutions adoptées par les Conférences de
Genève (12 septembre 1938) et de Bruxelles (29 et 30 octobre 1938) du
Front Ouvrier International contre la guerre. Manifestos and resolutons
adopted by the Conferel1:ces at Geneva on September 12th 1938, and at
Brussels 29th and 30th Ostober 1938 of the International Workers' Front
against war, Paris, Décembre 1938, 40 pp.
Qua vadis Internazionale? (Una dichiarazione del compagno Nelmi all'Esecutivo dell'IOS), NA, VII, 20 maggio 1939 (si riferisce all'Esecutivo di Bruxelles del 14-15 maggio 1939, sulla riorganizzazione dell'IOS).
MODIGLIANI G.E., Qua vadis Internazionale? Grido d'allarme, NA, VII, 27 maggio 1939.
MODIGLIANI G.E., Un contraddittorio che deve continuare, NA, VII, 24 giugno 1939.
NENNI PIETRO, Dagli allarmi immaginari alla crisi che c'è, NA, VII, 24 giugno 1939.
A propos de la crise de l'Internationale ouvrière socialiste, in "L'Internationale Communiste", 21, 1939, pp. 1331-1344.
RICHTER GUSTAV, Der Zustand del' Sozialistischen Arbeiter-Internationale,
, SK, II; 1939, pp. 241-243. '
RICHTER GVSTAV, Die Tatigkeit del' Sozialistischen Arbeiter-Internationale,
,
SK, II, 1939, pp. 265-268.
Die Lage del' SAI. Memorandum von Fr. Adler. Presentato alla riunione dell'
Esecutivo di Bruxelles, il 18 giugno 1939 (IISG. SAI Archiv, 558), è stato in seguito pubblicato su Austrian Labor Informations", gennaio 1943;
"Novyi put"', febbraio' 1943; "Cahiers Internationaux", marzo-aprile
1949. Insieme alla dichiarazione di Adler alla stessa riunione dell'Esecutivo a proposito della situazione finanziaria dell'IOS e al documento su
Die oesterreichischen Sozialisten und die SAI (vedi ilJfra), è stato poi
pubblicato a cura di Herbert Steiner: L'Internationale socialiste à la
veille de la Seconde Guerre Mondiale, juillet-aout 1939, in "Le Mouvement Social", Janvier-Mars 1967, pp. 95-112.
'
Die oesterreichischen Sozialisten und die SAI, SK, II, 1939, pp. 289-294. Documento della Ausandsdelegation dei socialisti austriaci sulla situazione
dell'IOS, preparato in vista dellaTiunione dell'Esecutivo dell'agosto 1939,
poi non tenutasi. Nello stesso numero della rivista (pp. 294-295), una
precisazione di F. Adler (Die Lage in del' SAI), che distingue la sua posizione personale in quanto segretario dell'IOS da quella dei socialisti
austriaci.
.
Zur Krise del' Internationale, SK, II, 1939, p. 349 (intervento sulla situazione
dell'IOS diun gruppo socialista illegale in Austria).
La crisi dell'Internazionale operaia socialista, NA, VII, 8 luglio 1939 (inter'II
42
",' .
...
Fonti per la storia della IOS
venti dei Socialisti Rivoluzionari austriaci, di Cordero, Albarda, Relli,
Modigliani) .
AusTRIAcus, Die Stellung der sozialisiischen Parteien zum Krieg, SK, II,
1939, pp. 425-427.
La déinission de Pietro Nenni en 1940, in "Cahiers Internationaux", II, n. 6,
. Juin 1949, pp. 67-68 (lettera a F. Adler del 2 gennaio 1940, in cui Nenni
• comunica le sue dimissioni dall'Esecutivo dell'IOS).
SKOMOROWSKY BORIS;· La guerre et l'Internationale, GP, n. 2, 15 Janvier 1940.
Nell'Internazionale: La. riunione dell'Esecutivo, NA, VII, 16 marzo 1940 (sull'ultima rIunione dell'Esecutivo dell'IOS: Bruxelles, 23-25 febbraio 1940).
O.[SKAR] P.[OLLAK], Vie Sdzialistìsche Arbeiter-111ternationale, SK, 111, 1940,
pp. 104-105 (breve· cronaca dell'ultima riunione dell'Esecutivo).
Un document inédit: La dernière séance de l'Exécùtij de l'Internationale Socialiste lm 1940, in "Cahiers Internationaux", II, n. 2, Février 1949, pp.
81-86 (resoconto redatto.- sulla base degli appunti di due delegati alla
riunione)..
.
.
Le Parti Socialiste SFIO et -l'Internationale Ouvrière Socialiste, GP, n. 5, l
Mars 1940 (si occupa, tra l'altro,. dell'ultima riunione dell'Esecutivo
dell'IOS e dell'atteggiamento comune tenuto· in essa da francesi, inglesi
...
e belgi)..
La Pplitique extérieure du Socialisme jranco-britannique, GP, n. lO, 15 Mai
1940 (riporta il testo della risoluzione della ConferenZa socialista franco- britannica di Londra del 4 e 5 maggio 1940)_
7. I rapportisull'IOS nei partiti aderenti
Un'altra fonte importante .sull'lnternazionale Socialista è costituita dai
rapporti dedicati all'IOS in occasione dei congressi" dei partiti ad essa aderenti e, quando ha avUto luogo, dalla discussione di questi rapporti. P"r
limitarsi ad alcuni casi piu significativi, nei protocolli dei congressi della
SPD di Weimar, pubblicati da J.H.W. Dietz Nachf., è dedicato all'IOS un
capitolo del Bericht des Parteivorstandes al congresso e - in occasione dei
congressi di Heidelberg (1925) e di Magdeburg (1929) - si trova -anche uno
specifico rapporto sull'Internazionale tenuto da Arthur Crispien. Un'analisi della situazione e dei problemi dell'IOS è contenuta anche nel Bericht des
Parteivorstandes pubblicato nello Jahrbuch der Deutschen Sozialdemokratie
dal 1926 al 1931. Anche.in diversi dei Reports delle conferenze .annuali del
Labour· Party, pubblicati a cura del partito, è . dedicato all'IOS una parte
del Report oj the Executive Committee, oltre a una o piu appendici documentarie. Per quanto riguarda i Reports delle conferenze ai:muali dell'lndependent Labour· Party, pubblicati. dal partito, riferimenti ai problemi dell'
Internazionale, sia pure piuttosto brevi, si trovano all'interno della prima
parte, costituita dallo Annual Report oj the National Administrative Councii. In occasione dei congressi della SFIO, infine, un Rapport des délégués
du Parti à l'Internationale figura spesso tra i Rapports de la Commission
Administrative Permanente, pubblicati dalla Librairie Populaire, mentre la
discussione svoltasi al congresso a proposito dei rapporti sull'IOS è riportata nella pubblicazione del Compte-rendu.
Andrea Panaccione
ti~.~'~~;~ l J ; ': ~ ~.
':!
'l"li:./. i '.!(}
':'"
ç; fi, fà'JJ f~:':::'\'/
43