FEDERAZIONE ITALIANA GOLF - FEDERGOLF EMILIA

Commenti

Transcript

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF - FEDERGOLF EMILIA
FEDERAZIONE ITALIANA GOLF
Corso Base 2015
Guida all’Esame
sulle Regole del Golf
Introduzione
Non esistono scorciatoie per imparare a giocare a Golf: allo stesso modo non
esistono scorciatoie né trucchi per imparare le Regole del Golf.
Prepararsi per il corso sulle Regole del Golf ed ottenere un buon risultato all’esame
richiede tempo ed impegno. Per ottenere il massimo è necessaria una buona preparazione
prima del corso e si presume che ogni candidato che voglia sostenere l’esame arrivi al
corso già preparato. Pertanto il corso approfondirà solo singoli temi.
Suggerimenti per lo Studio
•
Incominciare leggendo la sezione “Come utilizzare il libro delle Regole” a pagina 17
dell’edizione 2012-2015.
•
Si consiglia vivamente di utilizzare per lo studio il libro delle “Decisioni sulle Regole del
Golf 2014-2015” e le “Linee Guida su come Gestire una Gara”.
•
Studiare le Regole cercando di memorizzarne anche i numeri. La conoscenza dei
numeri aiuterà sicuramente a rispondere cercando più velocemente nel libro.
•
Familiarizzare con i termini utilizzati nel libro, leggendo le definizioni e cercando di
capire come utilizzare l’indice.
•
Non cercare di leggere il libro delle Decisioni per intero in una sola volta. Serve a poco e
difficilmente si riescono a memorizzare i punti cardine.
•
Possibilmente studiare una Regola al giorno.
•
Rileggere le definizioni almeno una volta alla settimana.
Esame
L’esame sulle Regole del Golf, che tutti i partecipanti al corso possono sostenere è
articolato su questionari e domande a risposta multipla come specificato di seguito.
L’esame serve per ottenere un Attestato o un Certificato e si svolge durante il Corso Base
al quale è obbligatorio partecipare per poterlo sostenere.
L’esame per mantenere l’iscrizione alle Liste Federali (rinnovamento del certificato di
merito o del certificato) dev’essere sostenuto dagli arbitri che hanno ricevuto la richiesta
dalla SZR di competenza. Non si possono utilizzare supporti digitali.
Guida Esame 2015
versione 1.0 del 16 gennaio 2015
pagina 1 di 6
FEDERAZIONE ITALIANA GOLF
Corso Base 2015
L’esame sarà costituito dalle seguenti 4 parti:
PARTE I)
20 domande “Quale Regola applicare”
In questa sezione il candidato dovrà indicare il numero della Regola (senza l’eventuale
comma) in una determinata situazione che verrà descritta.
Ogni risposta esatta varrà:
Ogni risposta sbagliata varrà:
1 punto.
0 punti.
In questa parte NON E’ POSSIBILE consultare il libro delle Regole, il libro delle Decisioni.
PARTE II)
10 domande “Gestione di una Gara”
In questa sezione verrà descritta una situazione con diverse risposte per ogni situazione. Il
candidato dovrà indicare quella corretta. Esiste in ogni caso una sola risposta esatta.
Ogni risposta esatta varrà:
Ogni risposta sbagliata varrà:
1 punto.
0 punti.
In questa parte NON E’ POSSIBILE consultare il libro delle Regole, il libro delle Decisioni
o il libro “Linee Guida su come Gestire una Gara”.
PARTE III)
20 domande “Multiple Choice” (scelta multipla)
In questa sezione verrà descritta una situazione con diverse risposte per ogni situazione. Il
candidato dovrà indicare quella corretta. Esiste in ogni caso una sola risposta esatta.
Ogni risposta esatta varrà:
Ogni risposta sbagliata varrà:
2 punti.
0 punti.
In questa parte E’ POSSIBILE consultare il libro delle Regole e il libro delle Decisioni.
PARTE IV)
2 “Buche Simulate”, ognuna delle quali composta da 6 “azioni”
Per ogni “azione” verranno assegnati:
• ½ punto per il numero corretto di colpi giocati,
• ½ punto per il numero corretto di colpi di penalità assegnati ed
• 1 punto aggiuntivo per avere individuato la Regola e/o la Decisione applicabile
nonché ulteriori 3 punti per aver determinato lo score corretto per la buca, per un totale
complessivo di 15 punti a buca.
In questa parte E’ POSSIBILE consultare il libro delle Regole e il libro delle Decisioni.
Ad alcuni candidati per confermare il risultato ottenuto nell’esame scritto, può essere
chiesto di sostenere il role play, il quale punteggio influisce sul risultato finale nella misura
di 5 punti.
Guida Esame 2015
versione 1.0 del 16 gennaio 2015
pagina 2 di 6
FEDERAZIONE ITALIANA GOLF
Corso Base 2015
Tempi
In totale verranno concessi 2 ore e 30 minuti per completare l’esame.
Una volta completate la prima e la seconda parte (senza libro delle Regole, libro delle
Decisioni o altri supporti cartacei), il candidato dovrà restituire sia il foglio delle risposte, sia
quello con le domande; fatto ciò riceverà le domande e il foglio risposte per la terza e
quarta parte.
Si suggerisce di cercare di completare la prima e la seconda parte entro 30 minuti.
Risultati
Al termine dell'esame, il CRC Settore Regole rilascerà:
●
un Attestato di partecipazione per chi non avrà sostenuto l'esame o avrà ottenuto
un risultato inferiore a 70/100,
●
un Certificato per chi avrà ottenuto un risultato all'esame pari o superiore a
70/100, ma inferiore a 85/100, o
●
un Certificato di Merito per chi avrà ottenuto un risultato pari o superiore a
85/100.
LISTE FEDERALI
(estratto Regolamento Arbitri in vigore,
Versione 1.3 del 26 febbraio 2014)
Sono le liste delle persone scelte annualmente dal CRC per essere convocate nelle
gare del calendario FIG, in base ai criteri di validità stabiliti all'inizio di ogni anno.
In base a tali criteri, saranno assegnate le seguenti categorie di arbitro:
● Arbitri Federali:
○ Arbitri Internazionali,
○ Arbitri Nazionali.
●
Guida Esame 2015
Arbitri Zonali:
○ Arbitri di 2° Livello,
○ Arbitri di 1° Livello.
versione 1.0 del 16 gennaio 2015
pagina 3 di 6
FEDERAZIONE ITALIANA GOLF
Corso Base 2015
Esempi di Esami
Qui di seguito si propongono alcuni esempi di domande d’esame.
Parte I “Numero della Regola”
NUMERO
REGOLA
Nr.
1
Un giocatore tira un calcio alla sua palla.
2
La palla del giocatore è supportata su di un tee non conforme.
3
Per fare in modo che ci sia un solo vincitore al termine di un
campionato, il Comitato stabilisce come gestire le eventuali situazioni
di parità.
Parte II “Gestione di una Gara”
Nr.
Un arbitro è una persona incaricata dal Comitato per decidere sulle
questioni di fatto e applicare le Regole.
1
1. Sì.
2. No. Un arbitro se non accompagna i giocatori non può decidere sulle
questioni di fatto.
3. Si, ma solo nelle gare stroke play.
Le posizioni delle bandiere e degli indicatori di partenza devono essere
cambiate ogni giorno di gara.
2
1. Sì.
2. Le posizioni delle bandiere e degli indicatori di partenza dovrebbero essere
cambiate ogni giorno.
3. No.
Le condizioni anormali del terreno comprendono il terreno in riparazione.
3
Guida Esame 2015
1. Sì.
2. No.
3. Dipende in quale parte del campo si trovano.
versione 1.0 del 16 gennaio 2015
pagina 4 di 6
FEDERAZIONE ITALIANA GOLF
Corso Base 2015
Parte III “Multiple Choice”
Nr.
Quali sono le responsabilità di un Comitato di Gara.
1
1. Marcare il campo, predisporre le condizioni di gara e le regole locali,
predisporre gli orari di partenza, fare il set up del campo, stabilire i compiti
degli arbitri e amministrare la gara;
2. Marcare il campo, predisporre le condizioni di gara e le regole locali,
organizzare l’aperitivo di benvenuto, fare il set up del campo, amministrare
la gara.
3. Marcare il campo, predisporre le condizioni di gara e le regole locali,
stabilire gli orari di lavoro del personale del campo, impostare con la
ristorazione gli orari di apertura dei punti di ristoro sul campo, amministrare
la gara.
Un Comitato di Gara può scrivere una regola locale che prevede la
possibilità di ovviare dall’interferenza con le radici.
2
1. No.
2. Si, a condizione che le radici siano fuori gioco e permettendo solo di ovviare
dall’interferenza con il lie dalla palla e l’area dello swing;
3. Si, se le radici si trovano in un fairway il Comitato sarebbe autorizzato a
scrivere una regola locale per permettere di ovviare dall’interferenza
secondo la Regola 25-1.
In stroke play un giocatore scopre alla buca 5 di avere nella sacca 15
bastoni, ma non ha mai utilizzato il ferro 3. Essendo consapevole di aver
infranto una Regola chiede al compagno di gioco in quanti colpi di penalità è
incorso.
3
Guida Esame 2015
1. Il giocatore deve aggiungere due colpi di penalità alle buche 1 e 2 e la
richiesta fatta al compagno di gioco non è consiglio in quanto informazione
sulle Regole;
2. Il giocatore non incorre in penalità per aver trasportato 15 bastoni perché
non li ha mai utilizzati tutti, però incorre in penalità di due colpi per aver
chiesto un consiglio al compagno di gioco.
3. Il giocatore non incorre in penalità perché non ha utilizzato tutti i bastoni e la
richiesta fatta al compagno di gioco non è consiglio in quanto informazione
sulle Regole.
versione 1.0 del 16 gennaio 2015
pagina 5 di 6
FEDERAZIONE ITALIANA GOLF
Corso Base 2015
Parte IV “Buche Simulate”
Nr. Azione
Colpi
Colpi
giocati penalità
1
Gianni gioca dalla partenza in centro fairway.
2
Arriva sulla palla e si accorge che è infossata
nel suo pitchmark nella sabbia. Alza la palla,
la pulisce e la droppa il più vicino possibile a
dove l’ha alzata, ma non più vicino alla buca.
3
Il secondo colpo di Gianni va appena a destra
e la palla finisce in ostacolo d’acqua laterale,
segnalato solo con i paletti. La palla si trova
vicino ad un paletto rosso sul quale si trova
una zolla d’erba staccata e non rimessa a
posto. Gianni rimette a posto la zolla, rimuove
il paletto e gioca la palla da dentro l’ostacolo
d’acqua.
4
Sfortunatamente fa un brutto colpo, e la palla
colpisce la sponda dell’ostacolo e finisce su di
un ponte. Gianni addressa la palla in ostacolo,
la colpisce e la manda in green.
5
Arrivato in green, Gianni marca la palla con
una margherita e la sfrega sul green per
pulirla.
6
Avendo rotto il putt nella buca precedente,
imbuca utilizzando il ferro 7.
Regola /
Decisione
TOTALE
Guida Esame 2015
versione 1.0 del 16 gennaio 2015
pagina 6 di 6