SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE INFORMAZIONI

Commenti

Transcript

SCHEDA SINTETICA INFORMAZIONI SPECIFICHE INFORMAZIONI
SCHEDA SINTETICA
INFORMAZIONI SPECIFICHE
La parte “Informazioni Specifiche”, da consegnare obbligatoriamente all’investitore-contraente prima
della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali caratteristiche della gestione interna separata.
INFORMAZIONI GENERALI SULL’INVESTIMENTO FINANZIARIO
NOME
La proposta d’investimento finanziario è denominata “BASE” e prevede un premio
alla sottoscrizione.
La gestione interna separata è denominata BAP GESTIONE.
GESTORE
La Compagnia ha delegato la gestione degli attivi della gestione interna separata
“BAP GESTIONE” a ANIMA Sgr.
ALTRE
INFORMAZIONI
La data di inizio operatività della gestione interna separata è il 1 marzo 2001.
La valuta di denominazione è l’euro. Il premio versato nella proposta di investimento
finanziario ammonta a 5.000,00 Euro.
Il prodotto garantisce il rimborso di un capitale a scadenza pari al capitale investito
rivalutato ad ogni 31 dicembre in funzione del tasso di rendimento minimo garantito e
dell’eccedenza rispetto a tale minimo determinata dal rendimento conseguito dalla
gestione interna separata, al netto del minimo trattenuto dalla Società.
STRUTTURA E RISCHI DELL’INVESTIMENTO FINANZIARIO
Il capitale investito viene rivalutato periodicamente in funzione del rendimento
rilevato della gestione interna separata, dell’importo trattenuto a titolo di costi di
gestione dell’investimento finanziario e del tasso di rendimento minimo garantito
dall’impresa.
Il rendimento riconosciuto all’investitore-contraente in base al suddetto meccanismo
di rivalutazione viene consolidato (c.d. rendimento consolidato). Ogni rivalutazione
annuale attribuita al contratto resta definitivamente acquisita per cui il capitale
maturato di anno in anno non può decrescere.
RIVALUTAZIONE
DEL CAPITALE
Frequenza di rilevazione: La rilevazione del rendimento della gestione interna
separata avviene con frequenza annuale ogni 31 dicembre.
Frequenza di consolidamento: Il consolidamento, ossia il meccanismo in base a
cui le maggiorazioni periodiche derivanti dalla rivalutazione del capitale
vengono definitivamente acquisite dall’investitore-contraente, avviene con
frequenza annuale ogni 31 dicembre.
Il periodo preso a riferimento per osservare il rendimento rilevato è il 1° gennaio -31
dicembre.
Il periodo di rilevazione del rendimento della gestione interna separata non
dipende dalla data di sottoscrizione del contratto, e, quindi, dalla data di
rivalutazione periodica. Ne discende che il rendimento riconosciuto è
indipendente dalla data di rivalutazione periodica del capitale.
Pagina 1 di 6
Le rivalutazioni attribuite risultano definitivamente consolidate in occasione di un
eventuale riscatto anticipato. La misura annua di rivalutazione da applicare per il
calcolo dell’ulteriore rivalutazione nell’anno in corso (a partire dal primo gennaio
oppure da una data successiva in presenza di nuovi versamenti di premi) fino alla
data di calcolo, è quella che si ottiene utilizzando l’80% del rendimento annuo ultimo
certificato.
E’ altresì presente un meccanismo di consolidamento dei rendimenti conseguiti
mediante la rivalutazione annua delle prestazioni.
Tale rendimento è determinato al netto dell’importo trattenuto dall’Impresa di
assicurazione a titolo di costi di gestione dell’investimento finanziario e in funzione
del tasso di rendimento minimo garantito.
Ogni rivalutazione annuale attribuita al contratto resta definitivamente acquisita per
cui il capitale maturato di anno in anno non può decrescere.
Qualora il rendimento annuo, al netto del minimo trattenuto, della gestione interna
separata scendesse sotto il 2% le prestazioni verranno comunque rivalutate nella
misura minima del 2%.
Con riferimento alla quantificazione della componente del rendimento rilevato della
gestione interna separata retrocessa (c.d. rendimento retrocesso), sono previste le
seguenti modalità di retrocessione:
Prelievo percentuale: 20% sul rendimento annuo conseguito dalla gestione interna
separata “BAP GESTIONE”.
Prelievo in punti percentuali assoluti: non previsto
Con riferimento al tasso di rendimento minimo garantito si riportano le seguenti
informazioni:
Tasso di rendimento minimo garantito: il 31 dicembre di ogni anno è riconosciuto
un tasso minimo garantito del 2% annuo. Qualora il rendimento annuo, al netto del
minimo trattenuto, della gestione interna separata scendesse sotto il 2% le prestazioni
verranno comunque rivalutate nella misura minima del 2%.
Frequenza di determinazione: il confronto tra il rendimento retrocesso ed il
tasso di rendimento minimo garantito (c.d. determinazione), avviene con
frequenza periodica annuale ogni 31 dicembre.
L’Impresa applica le proprie commissioni mediante prelievo sul rendimento
della gestione separata fatto salvo il tasso di rendimento minimo garantito che
rimane comunque garantito all’investitore-contraente.
Misura di rivalutazione: è determinata dalla somma del tasso di rendimento
minimo garantito, pari al 2% annuo, e dall’eccedenza rispetto all’aliquota di
retrocessione dal rendimento conseguito dalla gestione interna separata.
Avvertenza: Ogni rivalutazione periodica attribuita al contratto resta definitivamente acquisita e, pertanto, il capitale maturato al termine di ogni periodo di
consolidamento non può decrescere.
ORIZZONTE
TEMPORALE
D’INVESTIMENTO
CONSIGLIATO
L’orizzonte temporale d’investimento consigliato all’investitore-contraente è pari a
due anni.
Pagina 2 di 6
POLITICA DI
INVESTIMENTO
CRITERI DI
VALORIZZAZIONE
DEGLI ATTIVI IN
PORTAFOGLIO
La gestione interna separata è la gestione BAP GESTIONE, denominata in euro.
In considerazione delle caratteristiche della gestione e del meccanismo di
determinazione del rendimento, la volatilità dei rendimenti della gestione non riflette
quella calcolata sulla base del valore di mercato delle attività che la compongono.
La gestione interna separata è costituita prevalentemente da Titoli di Stato e
Obbligazioni Corporate emesse da emittenti dell'area euro: tali investimenti sono
diversificati per tipologia di prodotto, per settore di appartenenza, per tipologia di
tasso e per duration.
Una quota residuale della gestione interna separata è investita in titoli di capitale con
l'obiettivo di far beneficiare gli assicurati di eventuali rendimenti positivi del mercato
azionario.
La gestione separata può investire la liquidità in depositi bancari.
Alla data di aggiornamento del presente Prospetto d’offerta non sono presenti
strumenti finanziari o altri attivi emessi o gestiti da soggetti del gruppo Banca
Etruria.
Il rendimento annuo del Fondo “BAP GESTIONE” viene calcolato al termine di
ciascun anno solare, con riferimento al “periodo di osservazione” costituito dall’anno
stesso e si ottiene rapportando il risultato finanziario del Fondo al valore medio dello
stesso nel periodo preso in considerazione.
Per valore medio del Fondo nel periodo si intende la somma della giacenza media dei
depositi in numerario presso gli istituti di credito, della consistenza media degli
investimenti in titoli, della consistenza media di ogni altra attività del Fondo
determinati in base al costo.
La consistenza media nel periodo dei titoli e di ogni altra attività viene determinata in
base al valore d’iscrizione nel Fondo.
Avvertenza: Le plusvalenze, le minusvalenze e gli altri flussi di cassa
concorrono alla determinazione del rendimento della gestione interna separata
solo se effettivamente realizzati sulle attività che la compongono; le attività di
nuova acquisizione sono valutate al prezzo di acquisto, mentre quelle già di
proprietà dell’Impresa di assicurazione sono valutate al prezzo di iscrizione
nella gestione interna separata.
Avvertenza: Si evidenzia che, in considerazione delle caratteristiche della
gestione interna separata e del meccanismo di calcolo del relativo rendimento, la
valorizzazione delle attività che compongono il portafoglio della gestione interna
separata non è riferita ai valori di mercato delle medesime e la volatilità dei
relativi rendimenti non riflette quella calcolata sulla base del valore di mercato
delle attività che la compongono.
Si rinvia alla Sez. B.1), Parte I del Prospetto d’offerta per le informazioni di dettaglio sull’investimento
finanziario.
COSTI
TABELLA DELL’
INVESTIMENTO
FINANZIARIO
La seguente tabella illustra la scomposizione percentuale dell’investimento
finanziario riferita sia al primo versamento sia ai versamenti successivi effettuati
sull’orizzonte temporale d’investimento consigliato. Il premio versato in
occasione di ogni versamento al netto delle spese di emissione previste dal
contratto rappresenta il capitale nominale; quest’ultima grandezza al netto dei
costi di caricamento e di altri costi applicati in occasione di ogni versamento
rappresenta il capitale investito.
Pagina 3 di 6
Tabella dell’investimento finanziario relativa all’ipotesi di investimento
mediante versamento di premi periodici.
MOMENTO
DELLA
SOTTOSCRI
-ZIONE
ORIZZONTE
TEMPORALE
D’INVESTIMENTO
CONSIGLIATO
(valori su base
annua)
VOCI DI COSTO
Costi di caricamento
3%
A
Commissione di
B
gestione
Altri costi contestuali
0%
C
al versamento
Altri costi successivi
D
al versamento
Bonus e premi
0%
E
Spese di emissione
1%
F
COMPONENTI DELL’INVESTIMENTO FINANZIARIO
Premio Versato
100%
G
Capitale
Nominale
99%
H=G-F
96%
I=H-(A+C-E) Capitale Investito
1,5%
0%
0%
0%
0,5%
Avvertenza: La tabella dell’investimento finanziario rappresenta
un’esemplificazione realizzata con riferimento ai soli costi la cui applicazione
non è subordinata ad alcuna condizione. Per un’illustrazione completa di
tutti i costi applicati si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto d’offerta.
I costi di caricamento gravanti sul primo premio versato, al netto delle spese di
emissione, atti a coprire i costi commerciali, le spese amministrative e i contributi
di vigilanza da versare all’Autorità competente, sono decrescenti a fasce e per ogni
premio versato la commissione è unica, per cui si applica la relativa percentuale di
riferimento. Le commissioni di ingresso si applicano al premio una volta detratte
da questo le spese di emissione della polizza pari a 50,00 Euro. Le spese di
emissione non gravano sui versamenti aggiuntivi.
DESCRIZIONE
COSTI
I costi di caricamento sono:
DEI ƒ 3,0% fino a 15.000,00 Euro di premio versato;
ƒ 2,5% da 15.001,00 a 75.000,00 Euro di premio versato;
ƒ 2,0% da 75.001,00 a 300.000,00 Euro di premio versato;
ƒ 1,0% da 300.001,00 a 500.000,00 Euro di premio versato;
ƒ 0,5% da 500.001,00 a 1.500.000,00 Euro di premio versato;
ƒ 0,3% oltre 1.500.001,00 Euro di premio versato.
In caso di versamenti aggiuntivi si considereranno le fasce precedenti e la
percentuale di caricamento da applicare sarà quella corrispondente alla somma dei
premi complessivamente versati, al netto degli eventuali riscatti parziali.
La Compagnia trattiene, sul rendimento annuo conseguito dalla gestione interna
separata “BAP GESTIONE”, una percentuale del 20%.
Alla Gestione interna separata sono addebitate le spese sostenute per l’acquisto e
la vendita dei beni e per l’attività di certificazione.
Pagina 4 di 6
Si rinvia alla Sez. C), Parte I del Prospetto d’offerta per le informazioni di dettaglio sui costi, sulle
agevolazioni e sul regime fiscale.
DATI PERIODICI
Tasso di rendimento
Tasso di rendimento
Aliquota di
realizzato dalla
riconosciuto agli
retrocessione
gestione separata
investitori-contraenti
80%
4,80%
3,84%
2006
80%
4,50%
3,60%
2007
80%
4,31%
3,45%
2008
80%
4,20%
3,36%
2009
80%
4,20%
3,36%
2010
I dati di rendimento della gestione interna separata non includono i costi di
sottoscrizione (né gli eventuali costi di rimborso) a carico dell’investitore.
Avvertenza: i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
Anno
RENDIMENTO
STORICO
RETROCESSIONI
DISTRIBUTORI
AI
Quota-parte retrocessa ai distributori
Anno 2010
70%
Si rinvia alla parte II del Prospetto d’offerta per le informazioni di dettaglio sui dati periodici.
INFORMAZIONI ULTERIORI
Il rendiconto annuale della gestione separata è disponibile sul sito internet
VALORIZZAZIONE
DELL’INVESTIMENTO http://www.bancassurance.it/ ed è pubblicato con cadenza annuale su “Il Sole 24
Ore”.
Avvertenza: La Scheda Sintetica del Prospetto d’offerta deve essere consegnata all’investitorecontraente, unitamente alle Condizioni di contratto, prima della sottoscrizione.
Data di deposito in Consob della parte “Informazioni specifiche” della Scheda Sintetica: 25 marzo 2011
Data di validità della parte “Informazioni specifiche” della Scheda Sintetica: 1° aprile 2011
La gestione interna separata Bap Gestione è offerta dal 1° marzo 2001
Pagina 5 di 6