Berlusconi condannato a 7 anni: Mediaset crolla in borsa!

Commenti

Transcript

Berlusconi condannato a 7 anni: Mediaset crolla in borsa!
News economico-finanziarie
www.economiapertutti.com
[email protected]
Berlusconi condannato a 7 anni: Mediaset crolla in borsa!
Crollo in borsa per Mediaset dopo la sentenza del Tribunale di Milano che ha condannato a 7 anni il leader del PD
Silvio Berlusconi. I legali dell'ex premier hanno annunciato immediatamente il ricorso in appello.
Sentenza molto forte per Silvio Berlusconi quella relativa al processo Ruby: condanna a 7 anni ed interdizione
dai pubblici uffici. A dir poco scosso l’entourage dell’ex premier, che grida allo scandalo aspettandosi un
verdetto diverso nei prossimi gradi di giudizio.
Dichiara di sentirsi demolito pubblicamente e parla di sentenza “incredibile e di violenza mai vista”. I giudici
della IV sezione del Tribunale di Milano hanno decretato una sentenza che prevede un anno in più rispetto a
quello chiesto dai pm, oltre all’interdizione dai pubblici uffici.
Il numero uno del PDL sottolinea come la sentenza non rispetti tutti quelli elettori che negli anni hanno votato per
lui, convinti della fiducia del proprio leader politico.
“Mi stanno colpendo in ogni modo, sul piano politico, privato e anche economico e non si fermeranno finché non
mi avranno fatto fuori”. Berlusconi con ogni probabilità lascia messaggi al possibile rinvio a giudizio che ci sarà
giovedi dove l’imprenditore e politico milanese viene giudicato per compravendita di senatori.
Sempre lo stesso giorno è anche in programma il ricorso sul Lodo Mondadori dopo la sentenza al pagamento di
una sanzione maxi milionaria.
Tornando alle accuse, Berlusconi viene giudicato per concussione e prostituzione minorile. All’epoca dei fatti
infatti, Ruby non era ancora maggiorenne e secondo i giudici ha avuto rapporti sessuali a pagamento con l’ex
premier. La marocchina ha sempre negato ogni coinvolgimento fisico con Berlusconi.
Inoltre avrebbe esercitato pressioni per far scarcerare Ruby, fingendo che fosse nipote di Mbarack e vi era il
rischio di una strappo nel rapporto di amicizia con il leader africano.
Profondamente deluso il legale di Silvio Berlusconi, Niccolò Ghedini, che ironicamente ha sottolineato di
attendersi un esito del genere, con una condanna addirittura maggiore rispetto alla richiesta della procura
ricordando che da ormai tre anni chiede lo spostamento del processo in un’altra città (Brescia).
Dopo la sentenza crollo immediato del titolo Mediaset che ha perso oltre il 5% sottoperformando nettamente
l’indice di riferimento.
1/1

Documenti analoghi