garanz ia diconform it a ` - pattotrasparente

Commenti

Transcript

garanz ia diconform it a ` - pattotrasparente
GARANZIA LEGALE / DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’
ai sensi del Codice Civile e del D.Lgs. 206/05 - Codice del Consumo
Ragione sociale: Auto Po’ srl
Cognome: BONAZZI
Indirizzo: VIA CISA LIGURE 14
Nome: GINO
Località: GUASTALLA (RE)
Indirizzo: VIA ZAMIOLA 26/1
Partita IVA:
02498390356
Telefono: 0522 826043
G A R A N Z I A D I C O N F O R M I T A’ - P A T T O T R A S P A R E N T E
DATI ACQUIRENTE
DATI VENDITORE
Località: SUZZARA
Fax: 0522 826044
Nome Venditore: Cagliari giuseppe
C.A.P.: 46029
Recapito telefonico:
0376534853
DATI VEICOLO
Data consegna veicolo: 8-10-2013
Mese e Anno 1° immatricolazione: 5/2009
Tipologia veicolo: Auto
Identificazione / Codice motore: BLS
Alimentazione: gasolio
Km percorsi: 61200
Targa:
DV299BL
Cilindrata: 1896
Marca e Modello: SEAT LEON
Tipo Acquirente: Soggetto IVA
DICHIARAZIONE DI CONFORMITA’ DEL VEICOLO
Si definisce “standard” il grado di usura normale di un componente del veicolo,
date percorrenza e vetustà del veicolo stesso.
CONFORME
ALLO STANDARD
Motore
NON CONFORME
ALLO STANDARD
a) perdite d'olio lubrificante dalla testata, dal monoblocco e dalla coppa
b) compressione cilindri, sistema di alimentazione, pompa iniezione, iniettori
c) sistema di distribuzione,cinghia / catena di distribuzione, pulegge,
impianto di raffreddamento, termostato, radiatori, pompa acqua
d) Collettore scarico, marmitta, FAP (se esistente) sonda Lambda
e) turbocompressore (se esistente) valvola EGR
Parti elettriche
f) motorino d'avviamento, alternatore, regolatore tensione, pompe elettriche
g) tergicristalli, chiusura centralizzata,alzacristalli, sistemi elettromeccanici di
regolazione, tergifari.
Componenti elettronici
h) centraline di accensione, alimentazione, regolazione e comando
Trasmissione
i) verifica funzionalità differenziale e perdita liquido lubrificante
l) sospensioni, bracci, molle, mozzi, cuscinetti, semiassi, albero di trasmissione
m) Frizione, pompa, volano, spingidisco
n) cambio di velocità: perdite d'olio, rumorosità, evidenti vibrazioni in marcia,
se presente cambio automatico, anomalie a carico del kick-down e del convertitore
Impianto frenante
o) verifica impianto (pompa freno, servofreno, pompa del vuoto, centralina ABS)
Climatizzazione
p) verifica funzionamento del compressore, condensatore ed evaporatore
q) impianto riscaldamento,ventilazione, rumorosità ventole
Organi di Guida
r) verifica scatola dello sterzo, servosterzo, pompa servosterzo, braccetti sterzo e ruote
s) risultato prova su strada
IL VENDITORE
PER RICEVUTA,
L’ACQUIRENTE
pagina 1
In caso di dichiarazione di non conformità al punto o) verifica impianto frenante e/o s) risultato prova su strada, l’acquirente riconosce che il veicolo deve essere ripristinato
prima del suo utilizzo. Si evidenzia che i veicoli con una percorrenza superiore a 120 mila km e/o una vetustà superiore a 60 mesi, a causa dell’utilizzo pregresso e della naturale usura, possono manifestare un consumo di olio motore maggiore, ma comunque nell’ambito della normale ammissibilità. Per questo motivo è buona norma un controllo del livello olio motore almeno ogni 3 mila km, pena la possibile rottura di parti meccaniche per insufficiente lubrificazione. Al fine di conservare i diritti del consumatore stabiliti dal D.Lgs. 206/05 (c. d. “Codice del Consumo”), circa la garanzia del venditore, si richiede pertanto necessariamente, quale prova minima della avvenuta corretta manutenzione, un documento fiscale che attesti il controllo, il rabbocco o la sostituzione dell'olio motore con il tipo previsto dalla casa produttrice del veicolo, ad intervalli non superiori a 10 mila Km .
-L 'Acquirente dichiara di aver preso visione dell'estetica della carrozzeria e degli interni del veicolo, constatandoli di proprio gradimento e di aver ricevuto dal venditore le
istruzioni per fruire della garanzia legale, comprensivo di un estratto del D.Lgs. 206/2005.
ULTERIORI ACCESSORI / COMPONENTI DEL VEICOLO CHE, SE PRESENTI, SONO DICHIARATI NON CONFORMI ALLO STANDARD:
Radio CD, caricatore CD, impianto audio/video, telecomando a distanza porte, chiusura elettrica baule, sedili elettrici e/o riscaldati elettricamente, sensori di parcheggio e
telecamera esterna, tettuccio elettrico, navigatore, impianto bluetooth, predisposizione Ipod/Usb, impianto telefono, specchietti esterni elettrici, antifurto, sistema di controllo pressione gomme, sensore pioggia, tergifari. E' possibile che non sia presente il libretto dei tagliandi di manutenzione eseguiti prima della data di acquisizione del
veicolo da parte del rivenditore.
-Qualora il guasto manifestatosi sia riconducibile ad un difetto di conformità, il costo del ripristino, secondo la normativa vigente, in particolare, se applicabile, in base al
disposto del Decreto Legislativo 6 Settembre 205 n°206, spetta parzialmente od integralmente o al venditore, secondo i criteri di seguito indicati: - il costo della mano d’
opera e degli eventuali ricambi non nuovi utilizzati, è integralmente a carico del venditore; - il costo dei ricambi nuovi utilizzati per il ripristino, IVA inclusa, è invece di
competenza del venditore solo in proporzione al rapporto tra il prezzo di acquisto pagato dal Cliente per il veicolo, ulteriormente diminuito della svalutazione da questo subita
successivamente all’acquisto, a causa del tempo intercorso e del chilometraggio percorso, ed il prezzo di listino ufficiale del veicolo alla data di prima immatricolazione. I
criteri adottati per determinare la svalutazione dalla data di acquisto, sono quelli utilizzati nella pubblicazione specialistica “Eurotax” con riferimento ai valori di acquisto.
IL VENDITORE
L’ACQUIRENTE
INFORMATIVA AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003, N°196 SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI
Ai s ensi della normativa in m ateria di protez ione dei dati pers onali, CA RE TR ADE s .r.l. c on s ede in V iale Olanda, 1 0 Melz o CA P 20 066 (M I), e il Venditore in
qualità di "Titolari" del trattam ento, s ono tenuti a f ornire alc une inf orm azioni riguardan ti l'utiliz zo dei Suoi dati p ers onali. A ques to fine s i precis a ch e
CARE TRA DE s.r. l. fornisc e al V enditore servizi conn es si alla gestione post-vendita di au to e m otoveicoli, ed ai sen si d ell’ art. 1 3 D ecreto legislativo 30 giugno
200 3, n. 196 - Cod ic e in m ateria di protez ion e dei dati person ali, i dati personali da Lei f orniti, ovvero altrimenti acq uisiti nell’am bito d ella attività di
CARE TR A DE S .R.L. potrann o form are oggetto di trattamento, n el rispetto della normativa sopra ric hiamata. Tali dati verranno trattati p er finalità is tituzion ali,
con ness e o s trum entali all’attività dei "Titolari" d el trattam ento:
a) per esigenze prelim inari alla stipula di un contratto con il V enditore;
b) per dare esec uzione ad un Servizio o ad un a o più operazioni, contrattualmente c onvenute;
c) per es eg uire obblighi di legge;
d) per finalità di marketin g operativo e strategic o.
In m erito alle finalità su b a), b) e c ), La inf ormiamo c he il trattamento dei Suoi d ati person ali da parte dei "Titolari" del trattamento, non rich iede il Su o
con sens o in quanto tale trattamento è neces sario per l'es ecu zione di obblighi d erivanti dal contratto s tes so e/o per l'es ecuz ione di prestazioni d a Lei richieste,
nonc hé per ottemperare ad obblighi di legge. Per qu anto c oncerne la finalità sub d), Lei ha diritto di rifiutare ai "Titolari" d el trattamento, in qualsiasi
mom ento, il prop rio cons enso al trattam ento, s enza che questo c omporti cons eguenz e pregiudizievoli nel rapp orto c ontrattuale. S i evidenzia come il
con ferimento dei dati s ia obbligatorio, perché l'eventuale rifiuto di f ornire tali dati potrebb e com portare la m anc ata o parz iale esec uzione del con tratto.
S i evidenzia che tali dati potran no altres ì ess ere com unicati:
- a s ocietà, enti o cons orz i c he, per conto d ei "Titolari" del trattamento, fornis cano spec ifici servizi elaborativi o ch e s volgan o attività c onness e, strumen tali o
di s upporto, ovvero attività nec ess arie all’esecu zione delle operaz ioni o dei s erviz i da Lei richies ti o che ric hiederà in f uturo;
- a soggetti a cu i la fac oltà di acced ere a Su oi dati sia ricon osciuta da dispos izioni di legge o di n orm ativa s econdaria o comu nitaria;
- a soggetti ai quali il tras ferimento d ei S uoi dati risulti nec essario o sia c omun que fu nzionale allo s volgimento delle attività dei "Titolari" del trattamen to.
Il trattamento dei dati avverrà mediante s trum enti id onei a garantirne la sic urezza e la riservatezz a e potrà ess ere effettuato anche attravers o s trum enti
automatizz ati atti a m emorizz are, ges tire e tras mettere i dati stess i. In relazione alle f in alità s opra des critte, i "Titolari" d el trattam ento trattano dati pers onali
quali nome, in diriz zo, recapiti telefonic i e telem atici, dati di iden tific azione pers onale, c odice fisc ale, che non s on o ric om presi in quelli definiti "sens ibili" dalla
normativa vigente (s ono “sens ibili” ad esem pio i dati idonei a rivelare le convinz ioni religios e, le opinioni politiche, lo stato di s alu te, ec c.). I titolari del
trattamento di cui alla presen te in formativa sono il venditore e CA RE TR ADE s. r. l., avente sede in Viale Olanda, 10 M elzo CAP 2006 6 (MI).
Si eviden zia ch e la normativa in materia di protezion e dei dati p ers onali conf eris ce al s oggetto c ui i dati pers onali si riferisc ono, la possibilità di esercitare
sp ecifici diritti. In partic olare, di eserc itare le fac oltà c onc esse dalla legge in ordine alla c onferma, verifica, m odifica, rettific a, integraz ione o canc ellaz ione dei
dati stess i, c osì c ome previs to all'art. 7 del Decreto legislativo 30 giu gno 20 03, n. 196.
CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Dic hiaro di avere preso visione dell'Inf orm ativa che ai s ensi dell'art. 13 del Codice in materia di p rotezione dei d ati pers onali (D .Lgs. n. 1 96/20 03) i “titolari”
del trattam en to mi hanno fornito ed il c ui c onten uto cos tituisc e p arte integrante della pres ente m anif estazione di c onsens o. A tale riguardo, per qu anto
con cerne la possibilità per il venditore e CA RE TR ADE s .r.l. di trattare i miei dati personali per f ini di inf orm azione comm erciale, ricerc he di m ercato,
presto il consenso
nego il consenso
data e luogo
firma dell’acquirente
-Durata della Garanzia: si c oncorda, in bas e alla deroga previs ta dal D.Lgs. n°206 del 6. 09. 2005 (Codic e del Cons umo), ch e il venditore è respons abile dei
difetti di con formità esis tenti al m omento della c onsegna del bene p er un periodo d i 12 mesi.
IL VENDITORE
L’ACQUIRENTE
pagina 2
G A R A N Z I A D I C O N F O R M I T A’ - P A T T O T R A S P A R E N T E
NOTE INTEGRATIVE, ED ACCESSORI / COMPONENTI ULTERIORI DEL VEICOLO NON CONFORMI ALLO STANDARD:
Patto Trasparente
Istruzioni per avvalersi della garanzia legale fornita dal Venditore
ai sensi del Decreto Legislativo n°206 del 6/09/2005 “Codice del Consumo”,
norma di attuazione della direttiva comunitaria 1999/44/CE, e del Codice Civile
AVVERTENZE IMPORTANTI
Conservi con cura, ai fini della garanzia, il documento attestante la conformità del veicolo sottoscritto dal Venditore
e consegnatoLe all’acquisto del veicolo.
La legge identifica in modo inequivocabile il Venditore come l’unica interfaccia dell’acquirente per l’applicazione
della garanzia legale (art. 130 D. Lgs. n°206 del 6 settembre 2005). Nel caso occorra un guasto durante il periodo di
vigenza della garanzia, è pertanto necessario rivolgersi per il ripristino direttamente al Venditore; qualora, invece,
per la effettuazione del ripristino, si decida di usufruire di un soggetto diverso, si evidenzia, a tutela dell’ acquirente,
che in tal caso il Venditore non è tenuto a rimborsare le spese sostenute per eventuali difetti di conformità, senza
preventivamente avere autorizzate tali spese di ripristino per iscritto, con le modalità espresse al punto 6 del Patto
Trasparente.
Indice
1. la normativa vigente ed il “patto trasparente”
2. come funziona la garanzia legale
3. diritti e doveri del consumatore
4. decadenza della garanzia
5. casi di esclusione dalla garanzia
6. cosa fare in caso di guasto
7. determinazione della quota del costo di ripristino a carico del
venditore
8. il ruolo di Care Trade s.r.l.
9. servizio informativo aggiuntivo per il consumatore
Estratto del D. Lgs. n° 206/2005 (Codice del Consumo)
p.
1
1
1
2
2
2
2
2
2
3
1. LA NORMATIVA VIGENTE ED IL “PATTO TRASPARENTE”
Il recepimento nell’ ordinamento giuridico italiano della Direttiva Comunitaria n°44/99
relativa a taluni aspetti della vendita e delle garanzie dei beni di consumo attraverso il
D.Lgs. n° 206 del 6/09/2005, il “Codice del Consumo” (di seguito C.d.C.), ha innovato il
rapporto tra Consumatore e Venditore di autovetture usate. La tutela dei diritti del
Consumatore, nel quadro della nuova normativa, è divenuta un elemento cardine, ed è
parimenti divenuto importante, per un acquisto consapevole, che il Consumatore sia
informato delle novità introdotte nella normativa riguardo alla garanzia legale.
Il “PATTO TRASPARENTE” rappresenta la modalità di applicazione della garanzia legale
fornita dal Venditore nei confronti dei Consumatori, in osservanza del Codice del
Consumo e nei confronti dei non Consumatori, cui si applicano gli articoli art. 1470 e
successivi del Codice Civile.Il presente libretto, oltre a contenere informazioni utili alla
gestione degli eventuali guasti che potrebbero occorrere, riporta anche,un ampio stralcio
del Codice del Consumo.
il Venditore Le offre attraverso le modalità definite dal “PATTO TRASPARENTE”:
• gli strumenti per identificare chiaramente lo stato e le caratteristiche dell’autoveicolo da
Lei acquistato;
• una gestione trasparente e tempestiva del guasto, attraverso i servizi di CARE TRADE
s.r.l. (al successivo paragrafo 8 “Il ruolo di CARE TRADE s.r.l.”).
2. COME FUNZIONA LA GARANZIA LEGALE
Il Venditore è responsabile, per il periodo di vigenza della garanzia, dei difetti di conformità
esistenti al momento della consegna del bene (art. 130 comma 1 C.d.C.). e, per gli
acquirenti i non consumatori, dei vizi come definiti nell’ art. 1490 c.c. Secondo il Codice del
Consumo (art. 129 C.d.C.), si presume che i beni siano conformi al contratto se, ove
pertinenti, coesistono le seguenti circostanze:
• sono idonei all'uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo o sono altresì
idonei all'uso particolare voluto dal Consumatore e che sia stato da questi portato a
conoscenza del Venditore al momento della conclusione del contratto, e che il
Venditore abbia accettato;
• sono conformi alla descrizione fatta dal Venditore;
• presentano la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il
Consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se
del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al
riguardo dal Venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare
nella pubblicità o sull'etichettatura.
Nel C.d.C. è specificato che la norma si applica alla vendita di beni usati, tenuto conto “del
tempo del pregresso utilizzo, limitatamente ai difetti non derivanti dall'uso normale della
cosa” (art. 128 comma 3 C.d.C.). Nel caso di veicoli usati, non sono pertanto coperti i difetti
derivanti dalla mera usura, se questa è stata dichiarata dal Venditore.
Nell’ambito della vendita di un autoveicolo usato, l’applicazione della garanzia legale
secondo il Codice del Consumo, si esprime dunque in due momenti:
• in sede contrattuale deve essere fornita dal Venditore una chiara informazione al
Cliente sullo stato del bene (il bene deve essere conforme alla descrizione dello stesso
fornita dal Venditore);
• durante il periodo di vigenza della garanzia, in caso si presenti un difetto di conformità, il
Venditore deve procedere a ripristinare il bene in modo da renderlo conforme al
contratto di vendita. In caso di un guasto al veicolo, se dovuto ad un possibile difetto di
conformità, Lei dovrà pertanto seguire le indicazioni presenti nel successivo paragrafo
6 “Cosa fare in caso di guasto”.
Si evidenzia che la normativa esclude l’esistenza di un difetto di conformità se, al
momento della conclusione del contratto, il Consumatore era a conoscenza del difetto o
non poteva ignorarlo con l'ordinaria diligenza (art. 129 comma 3 C.d.C.).
La durata della garanzia legale è concordata tra le parti essere di dodici mesi, a partire dal
momento della consegna del veicolo; tale termine è determinato in base a quanto
accettato e sottoscritto dalle parti nei documenti contrattuali e secondo la facoltà data
dall’art. 134 del Codice del Consumo.
La garanzia legale nelle modalità così descritte, previste dagli artt. 128 a 135 del C.d.C.,è
fornita nell’ambito di ogni compravendita tra il Venditore ed ogni Cliente persona fisica che
acquisti l’autoveicolo per scopi estranei all’attività imprenditoriale o professionale
eventualmente svolta, mentre agli acquirenti “non Consumatori” (ad esempio le persone
giuridiche, gli enti con finalità non lucrative quali associazioni, fondazioni, comitati e le
persone fisiche che acquistano beni di consumo per scopi professionali), si applica invece
la normativa relativa alla vendita prevista dall’ art. 1470 e seguenti del Codice Civile).
3. DIRITTI E DOVERI DEL CONSUMATORE
Il Consumatore ha il diritto, alle condizioni e nei limiti previsti dal Codice del Consumo:
• di ricevere dal Venditore beni conformi al contratto di vendita ed, in particolare, alla
dichiarazione di conformità dell’autoveicolo;
• al ripristino della conformità del bene in caso di difetto di conformità, da eseguirsi in
tempi congrui e senza che ciò gli arrechi notevoli inconvenienti;
• alla riduzione del prezzo od alla risoluzione del contratto, nel caso in cui la riparazione
sia impossibile o eccessivamente onerosa o comporti notevoli inconvenienti oppure
non sia effettuata entro un termine congruo. La riduzione del prezzo sarà proporzionale
all’entità del difetto e terrà altresì conto dell’utilizzo del bene effettuato da parte del
Consumatore.
Il Consumatore ha il dovere:
• di controllare, secondo l’ordinaria diligenza, la rispondenza del contratto di vendita e
della dichiarazione di conformità con il bene acquistato;
• di rispettare la manutenzione indicata dalla Casa Costruttrice;
• di utilizzare l’autoveicolo in maniera corretta (ad esempio non esaustivo: evitando
sovraccarichi e di circolare su strade non adeguate);
• di tenere un comportamento diligente in caso di anomalie segnalate dalla
strumentazione di bordo, quali ad esempio l’indicazione della pressione olio
tutti i diritti di copyright sono riservati. Ed. 2009/12
Nessuna parte del presente documento può essere riprodotta o trasmessa con qualsiasi mezzo elettronico o meccanico senza l’esplicita autorizzazione di CARE TRADE s.r.l.. Ogni violazione sarà perseguita a termini di legge.
insufficiente o di eccessiva temperatura del liquido di raffreddamento, onde evitare
danni più gravi;
• di contribuire economicamente al costo dei componenti nuovi installati, nel caso che il
ripristino della conformità preveda la sostituzione di componenti guasti con altri nuovi. Il
contributo coprirà la differenza rispetto all’intervento economico spettante al Venditore
come indicato nel successivo paragrafo 7 “Determinazione della quota del costo del
ripristino a carico del Venditore”
4. DECADENZA DELLA GARANZIA
Si ha decadenza della garanzia quando:
• il veicolo sia adibito ad uso diverso dal trasporto privato quale, ad esempio,
competizioni sportive o trasporto pubblico di persone;
• i dati riportati sul documento di conformità rilasciato dal Venditore al Cliente risultino
dolosamente alterati;
• non sia stata rispettata la manutenzione prevista dal Costruttore o, qualora il veicolo
abbia una vetustà tale da giustificare una maggiore cura, non sia eseguita la
manutenzione specificamente indicata dal Venditore nella dichiarazione di conformità e
sottoscritta per accettazione dall’ acquirente.
• sia stata elaborata la meccanica del veicolo, anche attraverso la manomissione della
gestione elettronica del motore;
• sia stato montato un impianto di alimentazione a gas metano o GPL dopo l’acquisto del
veicolo.
5. CASI DI ESCLUSIONE DELLA GARANZIA LEGALE
La tutela della garanzia legale è esclusa nei casi sotto elencati, che La preghiamo di voler
considerare con attenzione:
• quando l'intervento in garanzia non venga richiesto al Venditore od al Gestore del
Servizio, CARE TRADE s.r.l., prima di procedere alla riparazione. Nel caso non sia
possibile l’intervento diretto del Venditore, questi deve autorizzare in via preventiva e
per iscritto l’esecuzione della riparazione in garanzia da parte di terzi, secondo le
disposizioni indicate al punto 6. COSA FARE IN CASO DI GUASTO; in caso contrario
la garanzia legale è esclusa.
• quando il guasto non sia riconducibile ad un difetto di conformità, bensì ad altre cause,
quali ad esempio non esaustivo: imperizia nella guida del veicolo da parte del
conducente, sovraccarico del veicolo, urto, collisione, ribaltamento, uscita di strada,
incendio, furto, cortocircuito, dolo e colpa grave del conducente, oppure sia causato da:
presenza di acqua nel combustibile, aspirazione di acqua, uso di carburante non
regolare, livello di lubrificante insufficiente o non adeguato alle prescrizioni del
Costruttore, lubrificante con specifiche inferiori alle prescrizioni del Costruttore,
manutenzione non effettuata nel momento od alla percorrenza prescritta dalla Casa
Costruttrice, dal Venditore o segnalata dal check panel, se installato, od anche in caso
di mancata esecuzione della revisione periodica prevista dal Codice della Strada.
6. COSA FARE IN CASO DI GUASTO
1. Nel caso di guasto al veicolo, Lei deve contattare tempestivamente il Venditore,
illustrando il problema riscontrato.
2. In caso di fermo del veicolo e di impossibilità a proseguire la marcia, se il
Venditore Le ha fornito un Servizio di assistenza stradale, prima di interpellare tale
Servizio, predisponga i seguenti dati:
• nominativo ed indirizzo dell’intestatario del veicolo;
• targa del veicolo;
• codice utente del Servizio di assistenza stradale consegnatole dal Venditore.
All’operatore del Servizio, dopo avere comunicato i dati sopraindicati, descriva con
accuratezza il luogo dove si trova ed il tipo di soccorso di cui necessita.
3. Una volta ricoverato il veicolo nel centro di riparazione, se questo non è quello
proprio del Venditore, prima dell’effettuazione della riparazione Lei dovrà ricevere
l’autorizzazione al ripristino per iscritto da parte del Venditore.
Si evidenzia al proposito, che il Venditore non è tenuto a rimborsare le spese sostenute
per il ripristino senza preventivamente averle autorizzate per iscritto, dopo una opportuna
valutazione della diagnosi del guasto e del preventivo per il ripristino emesso dal centro di
riparazione. È inoltre facoltà del Venditore non autorizzare il ripristino del veicolo in loco e
disporne invece il rientro presso un proprio punto di assistenza, al fine di valutare
direttamente il difetto, riconoscerlo eventualmente come “di conformità” e procedere in
proprio alla riparazione.
Per la gestione del guasto in centri di riparazione esterni il Venditore usufruisce dei servizi
forniti dalla società CARE TRADE s.r.l., che è autorizzata dal Venditore a ricevere per suo
conto le informazioni necessarie alla gestione della garanzia.
4. Nell’ occorrenza di un ricovero presso un centro di riparazione esterno al
Venditore, Lei deve pertanto:
a) richiedere al centro di riparazione l’emissione di un documento di diagnosi del guasto e
del preventivo di riparazione;
b) inviare tale documentazione via fax ad uno dei seguenti numeri fax di CARE TRADE
s.r.l.: 02.700.410.198 oppure 02.700.552.824.
Tale documentazione deve riportare necessariamente i seguenti dati:
1. del centro di riparazione: nome / indirizzo / numero telefonico / numero fax ;
2. del veicolo: targa / marca / modello / chilometraggio totale percorso dal veicolo fino al
momento del ricovero nel centro di riparazione;
3. descrizione e causa del guasto, con una sommaria descrizione dei sintomi di
malfunzionamento notati antecedentemente alla manifestazione del guasto;
4. descrizione e costi IVA inclusa delle parti da ripristinare;
5. costo orario IVA inclusa della manodopera ed ore previste per la riparazione, secondo
il tempario ufficiale della casa costruttrice;
telefonico 899.018.819 dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, e dalle ore
15.00 alle ore 18.00;
5. La Centrale Operativa Gestione Guasti di CARE TRADE verifica normalmente il
preventivo - quantificando altresì l’eventuale quota di spesa a carico del Venditore entro quattro ore lavorative nel caso di danni risolvibili nella giornata, oppure entro
il giorno successivo in caso di danni più gravosi, eventualmente richiedendoLe
informazioni integrative.
Il fax di risposta Le viene inviato presso il centro di riparazione, salvo diverse indicazioni da
parte sua, e riporta l’autorizzazione o meno al ripristino, ed anche l’indicazione della
eventuale quota del costo di ripristino a carico del Venditore.
6. Se l’autorizzazione al ripristino con contribuzione da parte del Venditore viene
concessa, a riparazione avvenuta Lei dovrà provvedere al suo pagamento per
intero, richiedendo al centro riparazione:
• l’emissione dello scontrino fiscale o della fattura per l’importo di spesa di Sua
competenza;
• l’emissione di una fattura intestata al Venditore per la eventuale differenza a carico di
quest’ultimo, pari all’ importo a carico del Venditore indicato nel fax di autorizzazione al
ripristino inviatoLe. Il rimborso della quota da Lei anticipata, ed a carico del Venditore,
avverrà dietro presentazione al Venditore della fattura di riparazione in originale,
intestata al Venditore e debitamente quietanziata, entro 15 giorni lavorativi dalla sua
presentazione.
7. GARANZIA LEGALE - DETERMINAZIONE DELLA QUOTA DEL
COSTO DI RIPRISTINO A CARICO DEL VENDITORE
Quando occorre un difetto di conformità, come definito dagli articoli 128 e 129 del Codice
del Consumo, od un di vizio, come definito dall’ art. 1490 c.c., il Venditore ha l’obbligo di
eliminarlo, ripristinando il bene con le qualità dichiarate alla vendita, nei termini e nei limiti
dettati dalla normativa. Nel caso di un difetto di conformità ad un veicolo usato, ne deriva
che il ripristino consista nel riportare il veicolo nella condizione di funzionamento e nello
stato di usura dichiarati alla vendita; in altri termini, un componente usato guastatosi, deve
essere sostituito con un pari componente usato e funzionante (mero ripristino).
Se però la riparazione di in un veicolo usato avviene utilizzando ricambi nuovi, pari al
nuovo (ricambi di rotazione) o con lavorazioni di revisione di parti meccaniche che sono
equiparabili e sostitutive di ricambi nuovi, il veicolo non viene meramente ripristinato, ma
subisce significative migliorie riguardo le qualità di funzionamento e di usura dichiarate alla
vendita (ripristino migliorativo).Per questo motivo, in caso di guasto di conformità e quindi
quando il ripristino è a carico del Venditore, è dovuta una partecipazione economica da
parte del Cliente per quanto attiene il costo dei ricambi nuovi e delle eventuali lavorazioni
di revisione di parti meccaniche che sono equiparabili e sostitutive di ricambi nuovi, che
migliorano le qualità del veicolo rispetto a quelle dichiarate alla vendita.
In questo caso il costo del ripristino compete al Venditore, secondo i criteri di seguito
indicati:
Il costo della mano d’ opera e degli eventuali ricambi non nuovi e non pari al nuovo
utilizzati per il ripristino in luogo dei componenti guasti, è integralmente a carico del
Venditore;
Il costo dei ricambi nuovi o pari al nuovo utilizzati per il ripristino in luogo dei componenti
guasti, iva inclusa, è invece di competenza del Venditore solo in proporzione al rapporto
tra il prezzo di acquisto pagato dal Cliente per il veicolo, ulteriormente diminuito della
svalutazione da questo subita successivamente all’acquisto, a causa del tempo intercorso
e del chilometraggio percorso, ed il prezzo di listino ufficiale del veicolo alla data di prima
immatricolazione.
I criteri adottati per determinare la svalutazione dalla data di acquisto, sono quelli utilizzati
nella pubblicazione specialistica “Eurotax” con riferimento ai valori di acquisto.
può accadere che nel corso della riparazione di un componente guasto, sia consigliabile
sostituire altre parti, non guaste, secondo quella che viene definita “buona pratica”
dell’autoriparazione; in tal caso il costo di tali componenti rimane a carico del Cliente. Si
evidenzia anche che non sono coperte da garanzia le parti soggette a consumo quali le
parti sostituite in occasione di tagliandi di manutenzione secondo le prescrizioni del
Costruttore ed inoltre: lubrificanti, grassi, liquidi refrigeranti ed anticongelanti, candele, filtri
di ogni genere, viti, fascette di fissaggio, minuterie in genere, fusibili, relais, lampade e
leds.
8. IL RUOLO DI CARE TRADE
Nell’ ambito dell’ applicazione della garanzia legale con la modalità denominata “Patto
Trasparente“ e della garanzia convenzionale Premium, il Venditore usufruisce dei servizi
forniti dalla società CARE TRADE s.r.l., che è autorizzata dal Venditore a ricevere per suo
conto le informazioni necessarie alla gestione della garanzia indicate nel presente
documento. CARE TRADE s.r.l. svolge esclusivamente un servizio di supporto al
Venditore limitatamente alla gestione della garanzia legale e convenzionale fornita dal
Venditore all’Acquirente. CARE TRADE non fornisce pertanto alcuna propria garanzia
convenzionale, non interviene economicamente sostituendosi al Venditore per gli obblighi
derivanti dalla garanzia legale e convenzionale eventualmente fornita dal Venditore e non
è in alcun modo responsabile di eventuali contestazioni che dovessero insorgere tra
Venditore e Cliente, se non nei limiti del servizio da essa svolto.
9. SERVIZIO INFORMATIVO AGGIUNTIVO PER GLI ACQUIRENTI
CARE TRADE s..r.l. mette a disposizione dell’Acquirente che richieda particolari
chiarimenti in merito alla normativa relativa alla garanzia legale, il numero 199.446.278. Il
costo della telefonata viene indicato da un messaggio automatico alla risposta. Alla data di
stampa del presente documento, le tariffe applicate sono le seguenti: a) da telefono fisso:
10 centesimi di Euro alla risposta e 80 centesimi di Euro per minuto di conversazione - per
una durata massima di 15 minuti; b) da rete mobile: secondo il piano tariffario del proprio
gestore di telefonia.
Qualora, per qualsiasi motivo, non fosse possibile trasmettere la documentazione citata
via fax ai numeri di CARE TRADE s.r.l. sopra riportati, è possibile inviare i dati via e-mail al
seguente indirizzo di posta elettronica: [email protected] o, se non fosse
possibile neppure questa alternativa, è possibile contattare CARE TRADE al numero
ed.12.2009
2
LA NORMATIVA A TUTELA DEL CONSUMATORE
Estratto del D. Lgs 6 settembre 2005, n. 206 "Codice del Consumo”
a norma dell'articolo 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229" ed in ottemperanza alla direttiva comunitaria
1999/44/CE, pubblicato sulla G.U. n° 235 dell’ 8 ottobre 2005 Supplemento Ordinario n. 162.
Art. 3.
Definizioni
1. Ai fini del presente codice si intende per:
a) Consumatore o utente: la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale o
professionale eventualmente svolta;
b) associazioni dei consumatori e degli utenti: le formazioni sociali che abbiano per scopo statutario
esclusivo la tutela dei diritti e degli interessi dei consumatori o degli utenti;
c) professionista: la persona fisica o giuridica che agisce nell'esercizio della propria attività
imprenditoriale o professionale, ovvero un suo intermediario;
d) produttore: fatto salvo quanto stabilito nell'articolo 103, comma 1, lettera d), e nell'articolo 115,
comma 1, il fabbricante del bene o il fornitore del servizio, o un suo intermediario, nonché l'importatore
del bene o del servizio nel territorio dell'Unione europea o qualsiasi altra persona fisica o giuridica che si
presenta come produttore identificando il bene o il servizio con il proprio nome, marchio o altro segno
distintivo;
e) prodotto: fatto salvo quanto stabilito nell'articolo 115, comma 1, qualsiasi prodotto destinato al
Consumatore, anche nel quadro di una prestazione di servizi, o suscettibile, in condizioni
ragionevolmente prevedibili, di essere utilizzato dal Consumatore, anche se non a lui destinato, fornito
o reso disponibile a titolo oneroso o gratuito nell'ambito di un'attività commerciale, indipendentemente
dal fatto che sia nuovo, usato o rimesso a nuovo; tale definizione non si applica ai prodotti usati, forniti
come pezzi d'antiquariato, o come prodotti da riparare o da rimettere a nuovo prima dell'utilizzazione,
purche' il fornitore ne informi per iscritto la persona cui fornisce il prodotto;
f) codice: il presente decreto legislativo di riassetto delle disposizioni vigenti in materia di tutela dei
consumatori.
Omissis …… TITOLO III GARANZIA LEGALE DI CONFORMITÀ E GARANZIE COMMERCIALI
PER I BENI DI CONSUMO Capo I “DELLA VENDITA DEI BENI DI CONSUMO”
Art. 128.
Ambito di applicazione e definizioni
1. Il presente capo disciplina taluni aspetti dei contratti di vendita e delle garanzie concernenti i beni di
consumo. A tali fini ai contratti di vendita sono equiparati i contratti di permuta e di somministrazione
nonché quelli di appalto, di opera e tutti gli altri contratti comunque finalizzati alla fornitura di beni di
consumo da fabbricare o produrre.
2. Ai fini del presente capo si intende per:
a) beni di consumo: qualsiasi bene mobile, anche da assemblare, tranne:
1) i beni oggetto di vendita forzata o comunque venduti secondo altre modalità dalle autorità
giudiziarie, anche mediante delega ai notai;
2) l'acqua e il gas, quando non confezionati per la vendita in un volume delimitato o in quantità
determinata;
3) l'energia elettrica; b) Venditore: qualsiasi persona fisica o giuridica pubblica o privata che,
nell'esercizio della propria attività imprenditoriale o professionale, utilizza i contratti di cui al comma 1;c)
garanzia convenzionale ulteriore: qualsiasi impegno di un Venditore o di un produttore, assunto nei
confronti del Consumatore senza costi supplementari, di rimborsare il prezzo pagato, sostituire,
riparare, o intervenire altrimenti sul bene di consumo, qualora esso non corrisponda alle condizioni
enunciate nella dichiarazione di garanzia o nella relativa pubblicità; d) riparazione: nel caso di difetto di
conformità, il ripristino del bene di consumo per renderlo conforme al contratto di vendita.
3. Le disposizioni del presente capo si applicano alla vendita di beni di consumo usati, tenuto conto del
tempo del pregresso utilizzo, limitatamente ai difetti non derivanti dall'uso normale della cosa.
Art. 129.
Conformità al contratto
1. Il Venditore ha l'obbligo di consegnare al Consumatore beni conformi al contratto di vendita.
2. Si presume che i beni di consumo siano conformi al contratto se, ove pertinenti, coesistono le
seguenti circostanze:
a) sono idonei all'uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo;
b) sono conformi alla descrizione fatta dal Venditore e possiedono le qualità del bene che il Venditore
ha presentato al Consumatore come campione o modello;
c) presentano la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il Consumatore può
ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni
pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal Venditore, dal produttore o dal suo
agente o rappresentante, in particolare nella pubblicità o sull'etichettatura;
d) sono altresì idonei all'uso particolare voluto dal Consumatore e che sia stato da questi portato a
conoscenza del Venditore al momento della conclusione del contratto e che il Venditore abbia
accettato anche per fatti concludenti.
3. Non vi e' difetto di conformità se, al momento della conclusione del contratto, il Consumatore era a
conoscenza del difetto non poteva ignorarlo con l'ordinaria diligenza o se il difetto di conformità deriva
da istruzioni o materiali forniti dal Consumatore.
4. Il Venditore non e' vincolato dalle dichiarazioni pubbliche di cui al comma 2, lettera c), quando, in via
anche alternativa, dimostra che:
a) non era a conoscenza della dichiarazione e non poteva conoscerla con l'ordinaria diligenza;
b) la dichiarazione e' stata adeguatamente corretta entro il momento della conclusione del contratto in
modo da essere conoscibile al Consumatore;
c) la decisione di acquistare il bene di consumo non e' stata influenzata dalla dichiarazione.
5. Il difetto di conformità che deriva dall'imperfetta installazione del bene di consumo e' equiparato al
difetto di conformità del bene quando l'installazione e' compresa nel contratto di vendita ed e' stata
effettuata dal Venditore o sotto la sua responsabilità. Tale equiparazione si applica anche nel caso in
cui il prodotto, concepito per essere installato dal Consumatore, sia da questo installato in modo non
corretto a causa di una carenza delle istruzioni di installazione.
Art. 130.
Diritti del Consumatore
1. Il Venditore e' responsabile nei confronti del Consumatore per qualsiasi difetto di conformità esistente
al momento della consegna del bene.
2. In caso di difetto di conformità, il Consumatore ha diritto al ripristino, senza spese, della conformità
del bene mediante riparazione o sostituzione, a norma dei commi 3, 4, 5 e 6, ovvero ad una riduzione
adeguata del prezzo o alla risoluzione del contratto, conformemente ai commi 7, 8 e 9.
3. Il Consumatore può chiedere, a sua scelta, al Venditore di riparare il bene o di sostituirlo, senza
spese in entrambi i casi, salvo che il rimedio richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente
oneroso rispetto all'altro.
4. Ai fini di cui al comma 3 e' da considerare eccessivamente oneroso uno dei due rimedi se impone al
Venditore spese irragionevoli in confronto all'altro, tenendo conto:
a) del valore che il bene avrebbe se non vi fosse difetto di conformità;
b) dell'entità del difetto di conformità;
ed.12.2009
c) dell'eventualità che il rimedio alternativo possa essere esperito senza notevoli inconvenienti per il
Consumatore.
5. Le riparazioni o le sostituzioni devono essere effettuate entro un congruo termine dalla richiesta e
non devono arrecare notevoli inconvenienti al Consumatore, tenendo conto della natura del bene e
dello scopo per il quale il Consumatore ha acquistato il bene.
6. Le spese di cui ai commi 2 e 3 si riferiscono ai costi indispensabili per rendere conformi i beni, in
particolare modo con riferimento alle spese effettuate per la spedizione, per la mano d'opera e per i
materiali.
7. Il Consumatore può richiedere, a sua scelta, una congrua riduzione del prezzo o la risoluzione del
contratto ove ricorra una delle seguenti situazioni:
a) la riparazione e la sostituzione sono impossibili o eccessivamente onerose;
b) il Venditore non ha provveduto alla riparazione o alla sostituzione del bene entro il termine congruo di
cui al comma 5;
c) la sostituzione o la riparazione precedentemente effettuata ha arrecato notevoli inconvenienti al
Consumatore.
8. Nel determinare l'importo della riduzione o la somma da restituire si tiene conto dell'uso del bene.
9. Dopo la denuncia del difetto di conformità, il Venditore può offrire al Consumatore qualsiasi altro
rimedio disponibile, con i seguenti effetti:
a) qualora il Consumatore abbia già richiesto uno specifico rimedio, il Venditore resta obbligato ad
attuarlo, con le necessarie conseguenze in ordine alla decorrenza del termine congruo di cui al comma
5, salvo accettazione da parte del Consumatore del rimedio alternativo proposto;
b) qualora il Consumatore non abbia già richiesto uno specifico rimedio, il Consumatore deve accettare
la proposta o respingerla scegliendo un altro rimedio ai sensi del presente articolo.
10. Un difetto di conformità di lieve entità per il quale non e' stato possibile o e' eccessivamente oneroso
esperire i rimedi della riparazione o della sostituzione, non dà diritto alla risoluzione del contratto.
Art. 131.
Diritto di regresso
1. Il Venditore finale, quando e' responsabile nei confronti del Consumatore a causa di un difetto di
conformità imputabile ad un'azione o ad un'omissione del produttore, di un precedente Venditore della
medesima catena contrattuale distributiva o di qualsiasi altro intermediario, ha diritto di regresso, salvo
patto contrario o rinuncia, nei confronti del soggetto o dei soggetti responsabili facenti parte della
suddetta catena distributiva.
2. Il Venditore finale che abbia ottemperato ai rimedi esperiti dal Consumatore, può agire, entro un
anno dall'esecuzione della prestazione, in regresso nei confronti del soggetto o dei soggetti responsabili
per ottenere la reintegrazione di quanto prestato.
Art. 132.
Termini
1. Il Venditore e' responsabile, a norma dell'articolo 130, quando il difetto di conformità si manifesta
entro il termine di due anni dalla consegna del bene.
2. Il Consumatore decade dai diritti previsti dall'articolo 130, comma 2, se non denuncia al Venditore il
difetto di conformità entro il termine di due mesi dalla data in cui ha scoperto il difetto. La denuncia non
e' necessaria se il Venditore ha riconosciuto l'esistenza del difetto o lo ha occultato.
3. Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro sei mesi dalla
consegna del bene esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura
del bene o con la natura del difetto di conformità.
4. L'azione diretta a far valere i difetti non dolosamente occultati dal Venditore sì prescrive, in ogni caso,
nel termine di ventisei mesi dalla consegna del bene; il Consumatore, che sia convenuto per
l'esecuzione del contratto, può tuttavia far valere sempre i diritti di cui all'articolo 130, comma 2, purché il
difetto di conformità sia stato denunciato entro due mesi dalla scoperta e prima della scadenza del
termine di cui al periodo precedente.
Art. 133.
Garanzia convenzionale
1. La garanzia convenzionale vincola chi la offre secondo le modalità indicate nella dichiarazione di
garanzia medesima o nella relativa pubblicità.
2. La garanzia deve, a cura di chi la offre, almeno indicare:
a) la specificazione che il Consumatore e' titolare dei diritti previsti dal presente paragrafo e che la
garanzia medesima lascia impregiudicati tali diritti;
b) in modo chiaro e comprensibile l'oggetto della garanzia e gli elementi essenziali necessari per farla
valere, compresi la durata e l'estensione territoriale della garanzia, nonché il nome o la ditta e il domicilio
o la sede di chi la offre.
3. A richiesta del Consumatore, la garanzia deve essere disponibile per iscritto o su altro supporto
duraturo a lui accessibile.
4. La garanzia deve essere redatta in lingua italiana con caratteri non meno evidenti di quelli di eventuali
altre lingue.
5. Una garanzia non rispondente ai requisiti di cui ai commi 2, 3 e 4, rimane comunque valida e il
Consumatore può continuare ad avvalersene ed esigerne l'applicazione.
Art. 134.
Carattere imperativo delle disposizioni
1. E' nullo ogni patto, anteriore alla comunicazione al Venditore del difetto di conformità, volto ad
escludere o limitare, anche in modo indiretto, i diritti riconosciuti dal presente paragrafo. La nullità può
essere fatta valere solo dal Consumatore e può essere rilevata d'ufficio dal giudice.
2. Nel caso di beni usati, le parti possono limitare la durata della responsabilità di cui all'articolo all'
articolo 132, comma primo ad un periodo di tempo in ogni caso non inferiore ad un anno.
3. E' nulla ogni clausola contrattuale che, prevedendo l'applicabilità al contratto di una legislazione di un
Paese extracomunitario, abbia l'effetto di privare il Consumatore della protezione assicurata dal
presente paragrafo, laddove il contratto presenti uno stretto collegamento con il territorio di uno Stato
membro dell'Unione europea.
Art. 135.
Tutela in base ad altre disposizioni
1. Le disposizioni del presente capo non escludono ne' limitano i diritti che sono attribuiti al
Consumatore da altre norme dell'ordinamento giuridico.
2. Per quanto non previsto dal presente titolo, si applicano le disposizioni del codice civile in tema di
contratto di vendita.
3

Documenti analoghi