ANDALUSIA E MAROCCO

Commenti

Transcript

ANDALUSIA E MAROCCO
ANDALUSIA E MAROCCO
“LE PERLE MORESCHE ED I GIOIELLI DELLA CATENA DEL RIFF“
“Le terre dell’Andalusia e del Marocco
dove si toccano due continenti e culture:
occidente cristiano e islam africano”
1 - 4 APRILE - MILANO/MALAGA/GRANADA
Ritrovo dei Sig.ri partecipanti presso l’aeroporto di Milano Malpensa (T2). Disbrigo delle formalità
di imbarco e partenza con volo di linea (low cost) Easy Jet alla volta di Malaga. All’arrivo, dopo il
ritiro dei bagagli, incontro con la guida e trasferimento in ristorante per il pranzo, previsto per le
ore 12.00. Nel pomeriggio, visita della città di Malaga: la Plaza de Toros e la famosa Cattedrale
Come molte città della regione è stata fondata dai fenici ed ha successivamente subito l’influenza
araba e poi quella cristiana. Al termine delle visite, trasferimento in bus a Granada (circa 133 km).
All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.
2 - 5 APRILE – GRANADA/CORDOBA (205 KM)
Prima colazione in hotel. Come molte città dell'Andalusia, Granada raggiunse il periodo di massimo
splendore durante il regno musulmano che la trasformò nella fiorente capitale del regno nazarita
di Granada. Di questo splendido momento culturale si conservano e sono tangibili ancora oggi
numerosi monumenti, come l'Alhambra, il simbolo indiscusso della città opera rinascimentale con
una facciata in stile neoclassicista, costruita inizialmente come luogo di sepoltura degli stessi Re
che l'avevano voluta, il Generalife: palazzo residenza eretto nel XIII secolo, all'interno di un
complesso di giardini e fontane. Pranzo in ristorante (ore 13.00 circa). Nel pomeriggio,
trasferimento in bus a Cordoba. All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate. Tempo libero a
disposizione. Cena e pernottamento.
3 - 6 APRILE – CORDOBA/SIVIGLIA (151 KM)
Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita di Cordoba. È stata per lungo tempo la
capitale dell'Impero Musulmano in Spagna. I Mori ne fecero il centro culturale del loro dominio. In
quei secoli Cordoba arrivò ad avere 900.000 abitanti ed essere la città più popolosa d'Europa.
Nonostante la distruzione di molte delle testimonianze artistiche del tempo, Cordoba resta la città
andalusa in cui è più visibile il passato musulmano. Di notevole i interesse e la Mezquita (Moschea)
un esemplare unico al mondo e narra la storia di un’epoca ricca di fascino. Si cominciò a costruire
nel 780, sulla prima la chiesa visigota di San Vicente, e fu ampliata in varie occasione finché, nel
987, raggiunse le sue attuali dimensioni. Dopo la Riconquista, avendo riacquistato il potere a
Cordoba, i cristiani edificarono una cattedrale gotica nel cuore delle delicate navate della
moschea. Pranzo in ristorante (ore 13.00 circa). Nel pomeriggio, trasferimento in bus a Siviglia.
All’arrivo, sistemazione nelle camere riservate. Tempo libero a disposizione Cena e
pernottamento.
4 - 7 APRILE – SIVIGLIA/JEREZ DE LA FRONTERA (95 KM)
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita di Siviglia. La vita della città si svolge intorno
al Guadalquivir, presenza importante ma quasi nascosta, fiume placido che taglia la città in due e
che da sempre ha segnato la vita di questa “ciudad”. Non si può introdurre questa città, senza fare
riferimento alla lunga presenza dei musulmani che hanno lasciato nella città delle tracce indelebili
[email protected] - www.compovest.com
della loro cultura; anche se subito dopo la riconquista cattolica si è fatto di tutto per cancellare i
simboli della presenza "infedele", questi segni a Siviglia restano evidenti. I monumenti pi
importanti sono: L'imponente Cattedrale de Santa Maria a Siviglia, fu costruita nel posto in cui
prima c'era la Moschea Mayor a 17 navate, abbattuta nel XV secolo, perché, secondo molti,
iniziava a mostrare segni di decadenza. Ma in realtà si dice che il motivo reale per cui si costruì
questa cattedrale sia stato perché Siviglia voleva superare in bellezza il duomo di Toledo, simbolo
della Chiesa Spagnola. l'Alcazar, che durante il XII secolo venne trasformato in una residenza di
rappresentanza quando Siviglia diventò la capitale del regno di Taifa da parte degli Almohadi. Poi
dopo la “riconquista”, divenne residenza cristiana, modificata profondamente da Ferdinando III
L'Alcazar rappresenta un capolavoro dell'arte e dell'architettura mudejar. la Giralda (anche detta
Banderuola), il monumento più caratteristico di Siviglia. La torre alta ben 96 metri rappresenta un
antico minareto del XII secolo, il cui nome deriva dalla statua bronzea della Fede che venne
aggiunta nel 1568 nella sua parte superiore. Pranzo in ristorante in corso di escursione. Al termine
delle visite (alle ore 17.00 circa) trasferimento in bus a Jerez de la Frontera. All’arrivo,
sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.
5 - 8 APRILE – JEREZ DE LA FRONTERA/ALGECIRAS (105 KM) – CEUTA/TETOUAN (45 KM)
Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita di Jerez de la Frontera. Sicuramente uno dei
centri più interessanti di tutta l’Andalusia. La città, di antica fondazione fenicia, è costituita da una
parte più antica in stile arabo, e da una più moderna. Famosa nel mondo per i suoi vini (sherry o
xeres), per l’allevamento e l’ammaestramento dei cavalli e l’allevamento dei tori da corrida. È
considerata la patria de “cante jondo) o “flamenco”. Pranzo in ristorante (ore 12.30 circa).
Trasferimento con bus ad Algeciras, importante porto e nodo di comunicazione dell’Andalusia,
sulla punta occidentale dell’omonima baia, di fronte a Gibilterra. Arrivo al porto. Disbrigo delle
formalità di imbarco, e trasferimento in traghetto (ore 17.00) alla volta di Ceuta (circa 1 ora di
navigazione), città autonoma spagnola. All’arrivo incontro con la guida ed il bus, e trasferimento a
Tetouan. All’arrivo, sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.
6 - 9 APRILE – TETOUAN/CHEFCHAOUEN/TETOUAN (65+65 KM)
Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita di Tetouan. Le sue origini probabilmente si
perdono nella notte dei tempi, ed entra nella storia per la presenza a circa un paio di chilometri
dalla città attuale di un campo militare romano, Tamuda, presso l’oued Martil. Il fulcro della città è
la Pizza Moulay el Medhi su cui si affacciano gli edifici degli anni ’20, tra cui la chiesa. Da qui inizia
una bella strada pedonale il Boulevard Mohammed V con una sfilata di edifici di epoca coloniale.
Pranzo in ristorante (ore 12.30 circa). Nel pomeriggio, partenza con bus alla volta di Chefchaouen.
All’arrivo, incontro con la guida, e visita della città. Grande villaggio di montagna situato sul fianco
del Monte Tissouka a 600 mt di altezza appartenente alla Catena Montuosa del Riff. È stata per
molti secoli città santa, dove i cristiani, a differenza degli ebrei, non potevano entrare. La città si
sviluppa in quartieri moderni accanto al nucleo storico, che si è conservato sostanzialmente
intatto. I “moriscos” dell’Andalusia hanno portato con sé non solo la cultura arabo-andalusa, ma
anche la tradizione di dipingere la parte inferiore delle case di calce bianchissima e di dipingere le
porte di azzurro. Questa tradizione è perdurata sino ad oggi ed è una delle caratteristiche più note
della città. Al termine delle visite rientro a Tetouan. Cena e pernottamento in hotel.
[email protected] - www.compovest.com
7 -10 APRILE – TETOUAN/TANGERI (61 KM) - TANGERI/CEUTA (75 KM) – ALGECIRAS
Prima colazione in hotel. Trasferimento con bus a Tangeri. All’arrivo incontro con la guida ed inizio
delle visite. Città plurimillenaria, e internazionale, dove diplomatici, uomini d’affari, spie,
avventurieri, ed artisti si incrociavano nelle vie della Medina e nei saloni di splendide residenze. Il
mito e la nostalgia di quell’epoca sono ancora vivi, ma Tangeri oggi è una città alla ricerca di una
nuova identità, che non vuole rompere i ponti con il passato, ma vuole anche diventare una
grande città industriale con la creazione del porto franco, e che guarda la futuro progettando il
collegamento con la Spagna attraverso un tunnel sotto lo stretto di Gibilterra. Si affaccia ad
anfiteatro sulla baia e sulla sommità delle colline, in posizione difensiva,sono sorti gli edifici più
antichi: la Medina e la Kasbah. In basso invece sorge la città moderna, quella internazionale, con
edifici degli anni ’20 dipinti di bianco. Pranzo in ristorante (ore 13.00 circa). Nel pomeriggio
trasferimento in bus alla volta di Ceuta. All’arrivo disbrigo della formalità di imbarco e partenza
con traghetto (delle ore 18.30 circa) alla volta di Algeciras (circa 1 ora di navigazione). All’arrivo
incontro con la guida ed il bus e trasferimento in hotel per la sistemazione nelle camere riservate.
Cena e pernottamento.
8 - 11 APRILE – ALGECIRAS/MALAGA
Prima colazione in hotel. Trasferimento con bus privato e assitente parlante in italiano in
aeroporto. Disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo di linea (low cost) Easy Jet per
Milano Malpensa T2.
OPERATIVI VOLI PREVISTI (SOGGETTI A RICONFERMA):
DATA
VOLO
DESTINAZIONE
4 Aprile
2733
Milano Malpensa/Malaga
11 Aprile
2734
Malaga/Milano Malpensa
HOTEL PREVISTI: (SOGGETTI A RICONFERMA):
localita
hotel
Granada
Hotel Alhamar o similare
Cordoba
Hotel Alfaros o similare
Siviglia
Hotel Tryp Macarena o similare
Jerez de la Frontera
Hotel Guadalete o similare
Tetouan
Hotel Kabilla o similare
Algeciras
Hotel Octavio o similare
ORARIO
07.50/10.25
11.05/13.30
cat.
4 stelle
4 stelle
4 stelle
4 stelle
4 stelle
4 stelle
[email protected] - www.compovest.com

Documenti analoghi

Perugia, 23 marzo 2007

Perugia, 23 marzo 2007 della Cartuja con i suoi moderni quartieri costruiti in occasione dell’expo, Plaza de Espana, il dedalo di antiche viuzze arabe e case bianche del barrio di Santa Cruz pieno di leggende, piazzette ...

Dettagli

prog.Andalucia

prog.Andalucia 04 Maggio Roma –Malaga - Granada Incontro dei partecipanti presso l’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino.Disbrigo delle formalità doganali e imbarco per Malaga con volo Vueling.. Arrivo. Incont...

Dettagli