Modifica Regolamento Edilizio

Commenti

Transcript

Modifica Regolamento Edilizio
VARIANTE AL REGOLAMENTO EDILIZIO AI SENSI DELL’ART.50 comma 4 lettera L
ART. 46 - DECORO DELLE AREE SCOPERTE (TESTO VIGENTE)
Le aree visibili da luoghi aperti al pubblico non devono pregiudicare il decoro urbano.
A tale riguardo il Sindaco ha la facoltà di imporre la formazione, la manutenzione e la
conservazione del verde, dei fossati, delle siepi ecc. e la rimozione di oggetti, depositi,
materiali, insegne e quant'altro possa deturpare l'ambiente o costituire pregiudizio per la
pubblica incolumità e per la sicurezza della circolazione stradale.
E' ammessa l'affissione di manifesti, cartelli, elementi pubblicitari, ecc., unicamente negli
spazi indicati dal Comune escludendo l'affissione su edifici ed aree sottoposti ai vincoli
previsti dalla Legge 1 giugno 1939 n. 1089.
Insegne, cartelli o impianti pubblicitari dovranno distare dal suolo non meno di m. 2.50;
qualora interessino la carreggiata stradale non meno di m. 5.00.
Il Sindaco ha la facoltà di imporre la recinzione e la sistemazione dei terreni indecorosi e
pericolosi.
Il Sindaco, ingiungendo l'esecuzione delle opere di cui ai commi precedenti, indica le
modalità di esecuzione e fissa i termini di inizio e ultimazione dei lavori, riservandosi
l'intervento sostitutivo ai sensi della legislazione vigente.
Testo da inserire e adottare in variante
POMPEIANE: si definisce pompeiana o pergolato, la costruzione edilizia di una struttura anche
fissata al terreno, realizzata con intelaiatura di pilastri e travi in legno privi di
tamponamenti/coperture orizzontali o verticali.
TIPOLOGIA CON ATTIVITA’ EDILIZIA LIBERA:
Le costruzioni realizzate con le seguenti caratteristiche sono di libera installazione:
- Superficie max calcolata al quadrilatero definito dai pilastri portanti, mq 25 per
ciascuna unità immobiliare, realizzata con unica struttura, comprese le preesistenze;
- H max misurata all’intradosso delle travature orizzontali ml 2.40;
- Sporti max 0.30 ml per ogni lato;
- Distanza minima dai confini di proprietà ml 1.50, misurata al quadrilatero
definito dai pilastri portanti;
- Distanza da strade e/o incroci stradali come da codice della strada;
- I caratteri costruttivi devono uniformarsi alle seguenti indicazioni: pilastri
portanti con dimensioni massime di cm 10 x 10, incroci orizzontali (travi e
arcarecci) con dimensione massima della sezione di 60 cmq con interasse minimo
100 cm;
- Per le strutture da realizzarsi nelle aree condominiali o simili, la struttura dovrà
essere unica per tutte le unità immobiliari, con superficie rettangolare massima di
mq 100 e con almeno una dimensione che non ecceda la misura di ml 5.00.
- possono essere posti in opera teli antigrandine, di stoffa o simili, facilmente
rimovibili (anche con eventuali appositi meccanismi) ed a carattere
temporaneo/stagionale, sono vietati tamponamenti rigidi anche trasparenti.
BARBECUE E ARREDI FISSI DA GIARDINO: si intendono elementi quali tavoli, panche,
barbecue chiusi o aperti, ombrelloni e giochi per bambini, posti in modo permanente
negli spazi di pertinenza degli edifici.
TIPOLOGIA CON ATTIVITA’ EDILIZIA LIBERA:
Tali strutture sono di libera installazione:
- L’installazione e l’uso di barbecue deve osservare il regolamento comunale
d’igiene, in merito alla propagazione di fumi.
GAZEBO: si definisce gazebo, la costruzione edilizia di un piccolo padiglione coperto con
struttura portante infissa al suolo.
TIPOLOGIA SOGGETTA A D.I.A.:
Le costruzioni dovranno avere le seguenti caratteristiche:
- Superficie max calcolata al filo esterno della copertura, mq 10 per ciascuna unità
immobiliare, realizzata con unica struttura;
- H max misurata all’imposta della falda ml 2.20;
- Distanza minima dai confini di proprietà ml 1.50, misurata al filo esterno della
copertura;
- Distanza da strade e/o incroci stradali come da codice della strada;
- Distanza da edifici e/o altre costruzioni come da codice civile;
CASETTE DA GIARDINO: si definisce “casetta”, la costruzione edilizia in legno con copertura
ad una o due falde semplicemente appoggiata al piano di posa.
Sono soggette al rispetto delle norme di PRG su: distanze da edifici, confini, strade, e
costruzione di nuovi volumi.
TIPOLOGIA SOGGETTA A D.I.A.:
tutte le costruzioni sono soggette a D.I.A.
Qualsiasi deroga dalle distanze minime dai confini per la realizzazione di POMPEIANE,
GAZEBO e CASETTE DA GIARDINO come definiti nel presente articolo, sarà soggetta a
presentazione di apposita D.I.A. con assenso del confinante (eventualmente anche con firma
autenticata su domanda e progetto) e senza che la struttura apporti stillicidio verso le proprietà
confinanti.
L’esecuzione delle sopraindicate costruzioni in immobili inseriti in aree tutelate ricomprese nel
D.lgs 42/2004 CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO, saranno sempre
soggetti a specifica preventiva Autorizzazione Paesaggistica.