Diapositiva 1 - IIS Scarpa

Commenti

Transcript

Diapositiva 1 - IIS Scarpa
Schloss Charlottenburg, la maestosa residenza estiva dei re di Prussia, grande complesso architettonico
che ospita gallerie d’arte, musei e sfarzosi appartamenti.
Schlosspark, il
parco del
castello, dietro il
palazzo. Si può
passeggiare
lungo le rive
dello Sprea che
lo attraversa,
oppure fare un
giro in bici tra le
siepi di bosso e
gli spettacolari
giochi d’acqua
degli stagni.
Nel parco si
trovano anche il
padiglione
Schinkel, il
Mausoleum e un
Belvedere.
Hauptbannerhof, nuova e modernissima stazione ferroviaria
(architetti Gerkan, Marg e Partner di Amburgo).
Kaiser Wilhelm Gedächniskirche, uno dei pochissimi edifici lasciati nello stato di distruzione dopo i
bombardamenti su Berlino. Un ricordo estremamente efficace degli orrori della guerra.

L'Europa-Center , complesso di edifici che
sorgono su quello che era una volta la sede del
Romanisches Café, famoso ritrovo degli artisti
dada negli anni venti.

L'edificio venne iniziato nel 1963 ed ultimato nel
1965, su progetto di Helmut Hentrich e Hubert
Petschnigg; ospita un centro commerciale,
ristoranti, pub, un cinema multisala e un casinò.
Davanti all'ingresso del complesso è posta una
fontana che rappresenta la terra.

All'interno dell'Europa-Center si trova l'Orologio
del tempo che scorre, opera di Bernard Gitton, in
cui il tempo è scandito da fiale e sfere che si
riempiono di un liquido verde.
Berlin Hauptbahnhof è la stazione centrale di Berlino, la più grande stazione ferroviaria d'intersezione su
più livelli d'Europa. Prevede la distribuzione del traffico ferroviario su cinque livelli: i livelli principali sono
costituiti dalle banchine dove scorrono i binari della S-Bahn, collocate su viadotto all'altezza di 10 m sopra il
livello stradale, nonché da cinque banchine situate alla profondità di 15 m.

Bundeskanzleramt, audace distretto governativo (Schultes e Frank), Il cortile d'onore, dove vengono accolti
gli ospiti di Stato, con la monumentale scultura in ferro "Berlin", dell'artista spagnolo Eduardo Chillida.
Bundeskanzleramt
Dall’architettura innovativa ed accattivante, posto sulla Sprea.
All'ultimo piano dell'edificio si trova un appartamento
per il Cancelliere.
Bundeskanzleramt
A seguito della sua distintiva ma controversa architettura, giornalisti, guide turistiche e parte dei berlinesi lo
chiamano Bundeswaschmaschine (lavabiancheria federale per via della grande finestra ad oblò inserita nella
sua forma cubica) oppure Elefantenklo (gabinetto dell'elefante).
Torre nera, eretta nel 1987 per celebrare il 750°
anniversario della nascita della città di Berlino.
E’ il più grande Carillon d’Europa, costituito da
67 campane che grazie ad un computer
suonano due volte al giorno.
Haus der Kulturen der Welt, ex palazzo dei Congressi definita per la sua forma, ‘ostrica gravida’. Si tratta del contributo
dell’architetto americano Stubbins, al concorso Interbau del 1957. Idea troppo avanzata per la tecnologia
del tempo; il tetto, oggi ricostruito, crollò in parte nel 1980.
Il sacrario dei soldati sovietici della seconda guerra mondiale
In ricordo dei primi carri armati russi entrati a Berlino nel 1945 e della fine del nazismo
Porta di Brandeburgo e Pariser Platz, l’immagine emblematica di Berlino, dopo essere stata per quasi trent’anni
il simbolo della sua divisione essendo parte integrante del Muro. La porta è stata costruita alla fine
del XVIII secolo, a somiglianza dei Propilei di Atene.

Holocaust
Denkmal (Peter
Eisenmann)
Memoriale
dell’Olocausto,
costruito un campo
con 2751 stele,
dedicato agli ebrei
che hanno perso la
vita durante il
periodo nazista.
Unter den Linden (Il famoso viale sotto i tigli) con Ambasciata americana, ambasciata francese,
ambasciata britannica (Wilford Schupp), Russische Botschaft (ambasciata russa)
Unter den Linden (Il famoso viale sotto i tigli) E’ il grande viale fiancheggiato da importanti edifici
(Staatsbibliothek, Humboldt Universitat, Neue Wache, Zeughaus, Kronprinzenpalais, Staatsoper,
Altes Palais, Deutsche Guggenheim) dove i berlinesi amano passeggiare.
Neue Wache
(Karl Friedrich
Schinkel), dal
1993
monumento
dedicato alle
vittime di guerra
e violenza in
genere.
Attualmente,
sotto l'oculo, la
costruzione
ospita la
scultura La pietà
della celebre
artista Käthe
Kollwitz.
Deutsches Historisches Museum (Museo di storia tedesca) custodisce la memoria della storia tedesca dal Medioevo
a oggi, ospitato all’interno del magnifico palazzo barocco Zeughaus, il più antico del viale Unter den Linden.
St. Hedwigs-Kathedrale
(cattedrale cattolica di St. Edvige)
Gendarmenmarkt è una delle piazze più belle di Berlino grazie al suo stile rinascimentale italiano.
In Gendarmenmarkt si trovano le due famose cattedrali gemelle e il teatro Konzerthaus Berlin.
Konzerthaus (Schauspielhaus) Konzerthaus Berlin, ideata dall’architetto Schinkel, è il tempio
della musica berlinese e la sede dell’Orchestra Sinfonica di Berlino.
Deutscher Dom (duomo tedesco) costruita per i protestanti tedeschi incredibilmente speculare al Franzoesischer Dom.
All’interno è ospitata la mostra permanente sulla storia della Germania.
Franzoesischer
Dom
(duomo francese), la
chiesa francese costruita
all’inizio del XVIII secolo
per la numerosa comunità
di protestanti francesi
esiliati in Germania. Sotto
la cupola stupendo carillon
di bronzo: 60 campane che
ogni primo sabato del
mese offrono un concerto
indimenticabile. All’interno
della Franzosischer Dom
c’è anche il Museo degli
ugonotti.
Quartier 207 (Galeries Lafayette, Jean Nouvel), Quartier 206 (stile Decò, Pei, Cobb, Freed),
Quartier 205 (stile razionalista, Ungers),
Quartier 206 (stile Decò, Pei, Cobb, Freed),
Berliner Dom,
con magnifici
affreschi, bel
pulpito, antico
organo. Nella
cripta circa cento
tombe della
famiglia
Hohenzollern.
La sommità della
cupola è
raggiungibile
salendo 270
gradini.
Museuminsel (Isola dei Musei) varcando un ramo della Spree; Bodemuseum (Ernst von Ihne)
Neues Musem: Agyptisches Museum, (David Chipperfield). uno dei più ricchi musei del mondo, con il famoso Busto di
Nefertiti, di oltre 3400 anni fa, la monumentale Porta del tempio di Kalabchah, il busto della regina Ti Yi, sarcofagi,
mummie e statue antichissime.
Altes Museum (Karl Friedrich Schinkel)
Alte Nationalgalerie (Galleria Nazionale)
Museo di Pergamo (Karl Friedrich Schinkel), dove sono conservati e ricostruiti con pezzi originali
alcuni grandiosi monumenti come l’Altare di Pergamo, la Porta del Mercato di Mileto, la Porta di Ishtar,
la Sala Professionale e la facciata di una Sala del Trono di Babilonia.
Reichstag.
L’imponente
edificio
neorinascimentale,
(cupola di cristallo,
Norman Foster)
estremamente
danneggiato prima
e durante la 2a
guerra mondiale,
ha ospitato il 4
ottobre 1990 la
prima seduta del
Parlamento della
Germania
riunificata.
Philharmonie (Hans Scharoun) L'edificio venne costruito tra il 1960 e il 1963. La struttura ha una forma pentagonale che
viene mantenuta anche all'interno. Il podio dell'orchestra occupa la sezione centrale della sala pentagonale. Attorno
si sviluppano le gallerie per il pubblico. La doratura dell'esterno dell'edificio venne aggiunta tra il 1978 e il 1981.
La Kammermusiksaal (Sala per musica da camera), progettata da Edgar Wisniewski, su disegni
dello stesso Scharoun costruita tra il 1984 e il 1987 .
Il Musikinstrumenten Museum (Museo degli strumenti musicali) con meravigliosi strumenti come uno Stradivari del
XVIII secolo e una preziosa collezione di pianoforti e di clavicembali.

La Gemäldegalerie (galleria della pittura), nota anche come “museo degli antichi
maestri”, è una delle principali collezioni di pittura europee, con opere che spaziano dal
Duecento al Settecento, di artisti come Botticelli, Dürer, Rembrandt, Rubens e Tiziano.
Neue Nationalgalerie (Ludwig Mies van der Rohe) L'edificio è stato progettato e inaugurato nel 1968, un anno
prima della morte dell'architetto; raccoglie opere d'arte del ventesimo secolo. L'edificio è costruito
interamente in acciaio e vetro: l'acciaio del tetto e dei supporti che lo sorreggono e il vetro delle pareti. Si ha
così l'impressione che il tetto galleggi nell'aria. Lo spazio espositivo è ubicato nel sottosuolo, mentre il piano
terra è destinato al punto vendita e a mostre temporanee. Le pareti vetrate fanno sì che la luce penetri
completamente all'interno dell'edificio, in modo da tenere fuori l'oscurità.
Shell Haus, (Emil Fahrenkamp), 1930-31, uno degli esempi più interessanti di edifici terziari costruiti nella Repubblica di
Weimar; appartiene al filone architettonico detto Neues Bauen, con echi dell'espressionismo. La facciata sud, rivestita in
travertino, è scandita da un profilo a denti di sega arrotondati, con fasce finestrate continue.
Villa von Archive der Heydt , edificio rappresentativo della seconda metà del XIX° secolo
nel quartiere di Tiergarten, accanto al Bauhaus
Bauhaus Archiv, (Walter Gropius) museo di
design che raccoglie documenti, articoli
e progetti relativi alla Bauhaus, famosa
scuola di arte, design ed architettura
del XX secolo.

Jüdisches Museum Berlin (Daniel Libeskind) si accede
attraverso un tunnel sotterraneo, Grande esempio di
architettura del XX secolo: il disegno, la forma, lo stile e
gli interni sembrano una metafora della tragedia che
milioni di ebrei hanno subito durante l’Olocausto. Visto
dall’alto l’edificio ha la forma di un fulmine, una stella di
Davide spezzata. La sua minimale costruzione, con le
pareti di acciaio, è carica di simbolismo. L’edificio ha alla
base 3 percorsi: la strada dell’Esclusione che conduce
all’Holocaust Tower, una torre vuota e buia di 24 metri; la
strada dell’Esilio che conduce al giardino E.T.A. Hoffman,
una foresta di colonne di cemento inclinate; e i Void,
stanze vuote dalle mura nere che simboleggiano la
distruzione della cultura ebraica. Il visitatore, durante il
cammino, è costantemente invitato alla memoria del
popolo ebraico e della sua millenaria storia.
Checkpoint Charlie
Postdamer Platz, Sony Center illuminato
Zoologischer Garten
Zoologischer Garten
Kaiser Wilhelm Gedächniskirche,
uno dei pochissimi edifici lasciati nello stato di
distruzione dopo i bombardamenti su Berlino.
Un ricordo estremamente efficace degli orrori
della guerra.



Il Museo della
Fotografia, dedicato al
fotografo Helmut Newton
e a sua moglie, ospita
mostre a tema
organizzate con le opere
donate dalla coppia.
Il museo è ospitato in
un’ex caserma prussiana,
proprio quella dalla quale
Newton fu costretto a
fuggire da Berlino nel
1938 in quanto ebreo.
Helmut Newton è
considerato un maestro
della fotografia in bianco e
nero, conosciuto come il
fotografo della beautiful
people di tutto il mondo, il
creatore delle icone
erotiche del XX secolo.
Bonjour Tristesse (Alvaro Siza Vieria1980), progetto di grande blocco residenziale. Molti hanno letto questo progetto di
Siza come l'incarnazione delle qualità "contestuali" della sua architettura, nei ritmi delle finestre, nella rievocazione
del condominio, come uno specchio della melanconia della vita urbana.
Oberbaum Brücke ponte a due livelli sul fiume Sprea. Unisce i quartieri di Berlino Ortsteil. Al livello inferiore del ponte
passa la strada, al livello superiore corre la metropolitana. Il ponte fu costruito nel 1894 in stile neogotico con sette
campate e due torri alte 34 metri.
East Side Gallery, i
resti delle parti
rimaste del Muro di
Berlino, un tratto
lungo 1,3 km che si
trova nella ex Berlino
est. È la più lunga
galleria d’arte
all’aperto al mondo e
ospita oltre cento
dipinti murali originali.
Galvanizzati dagli
straordinari eventi che
stavano cambiando il
mondo, artisti
provenienti da ogni
parte del globo
accorsero a Berlino
nel 1990 per celebrare
la caduta del Muro, la
libertà e lo spirito di
riconciliazione
attraverso la
realizzazione di
questa grande opera.
East Side Gallery, Alcune opere sono diventate popolari soggetti da cartolina. È il caso, per esempio, di The Mortal Kiss
di Dimitrji Vrubel, che raffigura Erich Honecker e Leonid Breznev che si baciano sulla bocca, e Test the Best, di
Birgit Kinder, che mostra una Trabant (l’auto-simbolo dell’ex Germania est) che sfonda il muro.
Potsdamer Platz: dopo il 1990 la piazza ridivenne il fulcro dell'attenzione e tornò ad essere argomento di discussione tra
i migliori architetti europei. Il governo cittadino divise l'area in quattro parti, da vendere separatamente a quattro
diversi investitori. La più ampia delle quattro zone andò alla Daimler-Benz, che incaricò Renzo Piano dell'opera.
Potsdamer Platz: (enciclopedia di architettura a cielo aperto), Arata Isozaki, sede amministrativa centrale
della Berliner Volksbank dal linguaggio geometrico e severo.
Arata Isozaki, sede della Berliner Volksbank , complesso costituito da massicci solidi tridimensionali
caratterizzati da rigore e linearità, sostenuti da due ali parallele lunghe circa 150 mt
Sony Center (Helmut Jahn) uno dei più grandi edifici moderni di Berlino; al suo interno, oltre alla sede della Sony, si
trovano numerosi ristoranti, caffè e cinema. La sua particolare cupola è stata inaugurata nel 2000. Al suo interno
sono conservate la Sala dell’imperatore e la Stanza della colazione dello storico Hotel Esplanade. Il Sony Center è
considerato uno dei migliori pezzi di arte moderna di Berlino.
Olympiastadion è il principale stadio di Berlino. Sul luogo dove sorge sono esistiti due stadi, quello attuale
ed uno precedente che avrebbe dovuto ospitare i mai disputati Giochi della VI Olimpiade. Entrambi vennero
progettati da Otto March e il figlio Werner March. Il progetto di March fu rivisto in seguito dall'architetto Albert
Speer per ordine di Adolf Hitler.
L'Olympiastadion
venne costruito
tra il 1934 e il
1936, in
occasione dei
Giochi Olimpici
estivi del 1936,
con una capacità
di 100.000
spettatori.
Lo stadio, con le
sue chiare forme
geometriche, si
ispira agli impianti
sportivi
dell’antichità.
Ha un aspetto
meno imponente
rispetto ad altre
costruzioni
dell'epoca del
Nazionalsocialismo.
Sull'impianto si
trova anche il
campanile
dell'Olympiapark
che offre
un'ampia visuale
sulla città.
Le Corbusier Haus (Le Corbusier)

Documenti analoghi

Programma illustrato del viaggio d`istruzione - IIS Scarpa

Programma illustrato del viaggio d`istruzione - IIS Scarpa circondata dalla fascia della terra di nessuno. Holocaust Denkmal (Peter Eisenmann) Memoriale dell’Olocausto, costruito un campo con 2751 stele dedicato agli ebrei che hanno perso la vita durante i...

Dettagli

Guida di Viaggio su Berlino

Guida di Viaggio su Berlino Il museo più recente è invece il Pergamon che attira ogni anno un milione di visitatori provenienti da ogni parte del mondo, che giungono qui per ammirare l’Altare di Pergamo, la Porta di Mileto e ...

Dettagli

BERLINO 2016_LIBRETTO

BERLINO 2016_LIBRETTO una scultura di bronzo della Vittoria alta 8,3 m. La scultura venne aggiunta per celebrare le vittorie della Prussia contro l’Austria (1866) e la Francia (1870).

Dettagli