Quale modo migliore per festeggiare il mio compleanno se non

Commenti

Transcript

Quale modo migliore per festeggiare il mio compleanno se non
Quale modo migliore per festeggiare il mio compleanno se non ricevere la meravigliosa notizia di
essere stata scelta per il viaggio in Grecia ad Atene.
Circa un mese dopo, io, Marco, Annalisa, Dalia e Leonardo siamo partiti dall’aeroporto di Orio al
Serio, la mattina del 1 Dicembre. È stato il mio primo volo e mi sono divertita molto con i miei
compagni di viaggio, abbiamo ascoltato la musica, fatto molte foto e ammirato il bellissimo
panorama che si vedeva da quell’altezza. Non appena atterrati ad Atene abbiamo preso la
metropolitana e siamo arrivati in un’accogliente cittadella di nome Cholargos; qui abbiamo
incontrato le famiglie ospitanti che ci hanno portato a casa e preparato un’ ottima cena. Ero un po’
preoccupata per il mio primo impatto con il cibo locale: sapori nuovi, ingredienti diversi, ma anche
questo fa necessariamente parte della scoperta di altre Nazioni.
Della mia famiglia ospitante facevano parte Stefania, sua sorella Danae e io suoi genitori Ery e
Giannis. Sono stati molto gentili e simpatici, cercavano sempre di non farmi mancare nulla e,
ancora oggi, li ringrazio moltissimo per la possibilità che mi hanno dato di vivere insieme a loro
quest’esperienza.
La sera del primo giorno siamo andati al ristorante per mangiare un tipico piatto greco chiamato
Souvlaki e abbiamo fatto amicizia con gli altri ragazzi del progetto Comenius e con i ragazzi delle
loro famiglie ospitanti.
Nei giorni successivi abbiamo visitato molti luoghi stupendi come: l’Acropoli e il Partenone che mi
hanno colpito molto; alcuni musei e un parco molto bello. Siamo anche stati nella scuola di
Cholargos dove ci hanno accolto con balli tipici, canti e musica eseguita da una fantastica band.
Abbiamo stretto una forte amicizia con i ragazzi greci e ci siamo divertiti molto nel cercare di
parlare ognuno le lingue dell’altro.
Siamo stati anche in un orfanotrofio, dove abbiamo portato i nostri regali e abbiamo preparato
alcuni bigliettini di Natale insieme ai bambini più piccoli; è stato bello sapere di fare del bene e
riuscire a strappare un sorriso a quei bambini più sfortunati di noi.
L’ultima sera dopo aver fatto un po’ di shopping e aver comprato alcuni regali per amici e parenti,
abbiamo cenato in un ristorante con tutti i nostri amici, dove abbiamo anche ballato e ci sono stati
consegnati gli attestati.
Purtroppo tutte le cose belle finiscono e dopo aver salutato tutti con grande tristezza, siamo
tornati a casa.
Amo la Grecia, la sua tradizione, i suoi paesaggi la sua ospitalità e ricordo con affetto i ragazzi e le
ragazze che ho conosciuto là; ma per fortuna riusciamo a tenerci in contatto tramite i social.
Spero davvero di poterci un giorno ritornare e magari rivedere i miei nuovi amici!!!
Benedetta Parimbelli 3d Dossena