29 Giugno 2014 Naples Shipping Week, una settimana all`insegna

Commenti

Transcript

29 Giugno 2014 Naples Shipping Week, una settimana all`insegna
Naples Shipping Week, una settimana all’insegna dello Shipping
Dal 23 al 28 giugno Napoli ha ospitato una settimana di eventi
interamente dedicata alla promozione del trasporto navale e
dello shipping. La Naples Shipping Week, organizzata a Napoli
in coproduzione con il Forum Universale delle Culture di Napoli,
grazie a una partnership tra l'International Propeller Clubs di
Napoli e ClickutilityTeam di Genova. L'evento è stato sponsorizzato dal Comune di Napoli, la Camera di Commercio e l'Autorità
Portuale di Napoli. Tra gli sponsor privati di maggior rilievo
citiamo Wartsila, ABB e Van Oord.
Il programma ha incluso un ciclo di 42 eventi in diverse location
di Napoli, che spaziavano da conferenze a appuntamenti culturali specificamente rivolti alla comunità dello shipping internazionale, allo scopo di fare di Napoli una delle
capitali europee del trasporto marittimo, col sostegno di imprenditori e operatori del settore.
Durante la settimana sono state affrontate e discusse molte tematiche e iniziative nell'ambito dello shipping,
dalla sostenibilità ambientale all'espansione del mercato crocieristico e degli investimenti per le infrastrutture nel settore.
Più di 250 gli speaker e più di 3000 i visitatori da paesi di tutto il mondo; tra gli ospiti internazionali merita
una doverosa menzione Koji Sekimizu, Segretario Generale dell'Organizzazione Marittima Internazionale,
massima autorità nel settore marittimo mondiale.
L'evento inaugurale è stato un incontro sulla creazione di un distretto dello shipping nell'area portuale di
Napoli, primo nel suo genere in Italia, che ha avuto luogo al Polo dello Shipping di Napoli il 23 giugno.
A prendere la parola Nicola Coccia, presidente del Polo dello Shipping, e rappresentanti delle autorità locali,
tra cui l'assessore alle Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Napoli, Mario Calabrese.
ll presidente Coccia ha tessuto le lodi della realtà dello shipping napoletano nell'area compresa tra via
Depretis, piazza Municipio e via Marchese Campodisola, dove più di 4000 persone, da MSC Crociere a
Grimaldi Lines, lavorano nel settore marittimo.
"Grazie al sostegno e alla cooperazione dell'amministrazione comunale proseguiremo in questa direzione
con la creazione di un distretto dello shipping che dia dignità a quest'area", ha affermato il presidente
Coccia. Il palazzo che ha ospitato la conferenza stampa, il Polo dello Shipping, è già una realtà affermata nel
settore, dove gli armatori italiani possono trovare tutti i servizi di cui hanno bisogno, nel massimo della
professionalità.
Gli imprenditori presenti in sala hanno espresso la loro soddisfazione per il progetto che ha ricevuto il pieno
sostegno delle istituzioni locali, convinte che l'ideazione di un distretto internazionale dello shipping possa
aiutare Napoli a raggiungere una posizione di predominio nell'area del Mediterraneo.
"Vogliamo creare le condizioni migliori per accogliere turisti e visitatori internazionali nell'area, che ha un
ruolo chiave per la sua vicinanza al porto e all'attracco delle grandi navi da crociera", ha affermato l'assessore
Calabrese.
Uno degli appuntamenti più attesi era la sesta edizione di "Port & Shipping Tech", dal 26 al 27 giugno, un
forum internazionale incentrato sull'innovazione tecnologica per lo sviluppo di un cluster marittimo nell'area mediterranea. Presidente dell'evento Giuseppe D'Amato, decano degli armatori italiani. Grande interesse
ha inoltre suscitato l'incontro sulla valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale marittimo dal
titolo “Storia e mare. Uomini, infrastrutture e politiche”, promosso dall'Università Parthenope con la collaborazione dell'Istituto Italiano di Navigazione.
Altri eventi che hanno attratto l'interesse del pubblico sono stati il meeting "Il dragaggio dei porti e la
destinazione dei sedimenti" del 25 giugno, promosso da CoNISMa con la partecipazione delle Autorità
portuali di Napoli e Salerno e l'Università Parthenope, e il workshop "LNG per la propulsione navale: stato
dell’arte e prospettive di sviluppo", sull'utilizzo di nuovi combustibili per la propulsione navale, sempre del
25 giugno.
Ancora, tra gli eventi più ricreativi, menzioniamo una cena napoletana, basata sulle tradizioni culturali e
gastronomiche del territorio, e il concorso fotografico "Shoot Your Port". Grande soddisfazione sul successo
della manifestazione è stata espressa da Umberto Masucci, presidente dell'International Propeller Clubs, e
da Carlo Silva, presidente di ClickutilityTeam, che hanno entrambi definito la Naples Shipping Week come
un perfetto esempio di sinergia tra istituzioni pubbliche e private.
La Shipping Week si svolgerà l'anno prossimo a Genova, che aveva già ospitato la prima edizione, nell'intento di creare un gemellaggio tra le due capitali italiane dello shipping.