Progetto di Educazione Alimentare:LA MAPPA DELLA SALUTE

Commenti

Transcript

Progetto di Educazione Alimentare:LA MAPPA DELLA SALUTE
DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO
SCUOLA DELL’INFANZIA STATALE
“J.DA GORZANO”
PROGETTO DI EDUCAZIONE
ALIMENTARE
LA MAPPA DELLA SALUTE
ovvero:
com’è che parlando,parlando,…
dalla frutta ci troviamo a discutere di
salvaguardia della terra ???
"La più grande ricchezza è la
salute". Virgilio
“La salute è una condizione di armonico
equilibrio, fisico e psichico, dell’individuo,
dinamicamente integrato nel suo
ambiente naturale e sociale”.
A.Seppilli (pioniere dell’educazione sanitaria in Italia)
SAPORI - ODORI - COLORI
- FORME - SONORITA' CONSISTENZA
PROVENIENZA : ORTO FRUTTETO - FATTORIA
IL GIOCO MOTORIO
LA
PSICOMOTRICITA'
IL GIOCO
COOPERATIVO
IL GIOCO
SIMBOLICO ,
IMITATIVO E DI
RUOLO
CONOSCENZA
DEGLI
ALIMENTI
I GRUPPI ALIMENTARI
PROCESSI DI
TRASFORMAZIONE:LE
FILIERE DEL GRANO ,DEL
LATTE, DELL'UVA , DEL
CIOCCOLATO
ALIMENTAZIONE
MOVIMENTO
MAPPA DELLA
SALUTE
RISPETTO DI SE' E DEGLI
ALTRI/RELAZIONI
INTERPERSONALI
CIBO E
QUANTITA' : LA
PIRAMIDE
ALIMENTARE
IGIENE A
TAVOLA
ABITUDINI ,
PREFERENZE
E CIBI NUOVI
CONVIVIALITA'
SALVAGUARDIA
DELL'AMBIENTE NATURALE
la terra
l'acqua
gli animali
la raccolta
differenziata
ALIMENTAZIONE
SAPORI - ODORI - COLORI - FORME SONORITA' - CONSISTENZA
giochi di riconoscimento
Di frutti dal sapore e dall’odore
giochi di
riconoscimento Di
frutti dalla forma e
dalla tessitura della
buccia
Il colore e la forma
interpretazione dal vero
Preparazione della macedonia
Le preferenze individuali
I frutti d’autunno:interpretazione dal
vero
Si fa presto a dire mela…
visita ad un negozio per vedere
diversi tipi di mela
,osservazione,assaggio e
riproduzione grafico pittorica
I frutti dell’autunno tecnica mista: preparazione del fondo con frottage e carta
di giornale,disegno ,ritaglio e assemblaggio dei frutti
Calchi con frutta secca creta e pasta ceramica
Rappresentazione di frutta e verdura abbinata ai cinque
colori della salute
Visita al museo per scoprire le forme della natura e utilizzarle per costruire un quadro
Io ti leggo una immagine e tu la disegni
La piantina di basilico da regalare alla mamma
Visita ad un centro coop per conoscere la provenienza del cioccolato
acquistarne diversi tipi da: assaggiare,annusare e ascoltare (ogni
tavoletta quando viene spezzata fa un diverso rumore
Rappresentazione grafica dell’altezza dell’albero cacao
Pittura a cioccolato
La preparazione di un dolce al
cioccolato
Provenienza e processi di
trasformazione:
le fattorie didattiche
L’uva dalla vendemmia all’aceto
Espansione grafica di una immagine
Rappresentazione pittorica della pigiatura con
tecnica mista
Filtraggio del mosto
Osservazione della “madre”
rilevazione dell’odore
Il pane
In fattoria: macinatura dei chicchi di grano ,
impasto con farina,acqua ,sale e lievito,cottura e
consumo a scuola
a scuola proviamo a fare due
impasti uno con il lievito e uno
senza per capire a cosa serve
questo ingrediente
Dopo aver osservato diversi tipi e forme di pane proviamo ad inventare una forma,a
rappresentarla e a realizzarla
Messa a dimora delle piantine di grano
Il latte
La vita delle mucche
La mungitura e il ritiro del latte
La preparazione del burro
La preparazione del
formaggio
L’orto
La costruzione di uno spaventapasseri
q
E la sua sistemazione a
difesa dell’orto
Settembre raccolta delle melanzane
Semina di fagioli e fagiolini
di diverso tipo
L’orto in primavera e le piantine seminate da mettere a dimora
Le piantine di fragole con i fiori e ipotesi di come diventeranno
Il frutteto
ottobre i cachi
Osservazione delle piante di ciliegie ,prugne e albicocche dal fiore alla raccolta
MOVIMENTO
Progetto di gioco con
esperto esterno
Attività psicomotoria con esperto esterno
Il gioco cooperativo
Rubabandiera dei cinque colori della salute
REGOLE DEL GIOCO
PRIMA VARIANTE sezione tre anni: Si formano due squadre con i
cartellini della frutta oppure con i cartellini della verdura: cinque
giocatori per ogni squadra (che devono stare dietro ad una riga definita
, uno di fronte all’altro abbinati rispetto all’immagine a loro assegnata)
più uno che tiene la bandiera e decide quale frutto o ortaggio
chiamare e uno che registra i punti con le mani , vince la squadra che
arriva per prima al punteggio di 10
SECONDA VARIANTE sezione quattro anni :si formano due squadre
una delle quali con il cartellino di frutta o verdura e l’altra con il foulard
(legato al collo o come bracciale)del colore corrispondente (es. kiwiverde) cinque giocatori per ogni squadra (che devono stare dietro ad
una riga definita , uno di fronte all’altro abbinati rispetto all’immagine
e al colore loro assegnato) più uno che tiene la bandiera e può
decidere di chiamare il colore ,il frutto o l’ortaggio e uno che registra i
punti con le mani, vince la squadra che arriva per prima al punteggio
di 10
TERZA VARIANTE sezione cinque anni: si formano due squadre con i
foulard ,cinque giocatori per ogni squadra (che devono stare dietro ad
una riga definita , uno di fronte all’altro abbinati rispetto al colore del
foulard loro assegnato) più uno che tiene la bandiera e decide quale
frutto o ortaggio chiamare e uno che registra i punti con le mani , i
giocatori devono rispondere in base al colore (es. se viene chiamata la
ciliegia correranno a prendere la bandiera i giocatori con i foulard
rossi) vince la squadra che arriva per prima al punteggio di 10
Il puzzle della piramide
REGOLE DEL GIOCO
Il gioco prevede la partecipazione di almeno sette bambini di cui uno addetto al tiro del dado
•Il bambino con il dado distribuisce 6 parti del puzzle di colore diverso agli altri giocatori le parti che restano le
tiene ( di scorta) da utilizzare nel corso del gioco
•Si tira il dado per ciascun giocatore a turno,il quale deve sistemare una parte di puzzle del colore corrispondente a
quello uscito con il lancio del dado, se non ha un tassello adatto deve chiederlo al bambino che ha i pezzi di scorta
pagando un pegno : due salti da rana.
•Se il colore uscito con il dado è il nero si salta un turno.
•Si procede così finchè un giocatore sistema tutti i suoi tasselli ed ha vinto
•Gli altri giocatori,per poter sistemare i tasselli rimasti devono pagare un pegno in base al numero dei tasselli stessi
:
1 = un giro di corsa
2 = due salti da canguro
3 =tre passi da gigante
4 =quattro passi da nanetto
Il pegno da pagare può essere individuato anche dal gruppo di giocatori in base alla situazione di
Staffetta dei gruppi alimentari
REGOLE DEL GIOCO
Si consegna un testimone ad un bambino fino a sei ,ciascun bambino
con il testimone sceglie 4 compagni di squadra poi si formano due file
di partenza e si cominciano le eliminatorie con due squadre (es. la
squadra dei latticini sfida la squadra della frutta ,chi vince va in finale).
Parte il bambino caposquadra , corre fino ad un punto stabilito e torna
indietro consegnando il testimone al compagno di squadra primo nella
fila vince la squadra che termina prima e va in finale, si procede così
fino ad avere tre squadre finaliste che si fronteggiano tra loro ,vince
chi termina prima.
Il percorso può anche non essere lineare ma ad ostacoli più o meno
complessi rispetto all’età dei bambini che giocano
RISPETTO DI SE' E DEGLI ALTRI
/RELAZIONI INTERPERSONALI
Igiene a tavola
Registrazione delle preferenze di frutta e verdura
Registrazione delle preferenze a colazione
Registrazione giornaliera del cibo consumato
Conoscenza di sé: il viaggio del cibo
formulazione di ipotesi e rappresentazione grafica
Salvaguardia dell’ambiente naturale
Il viaggio di buccia:
Percorso con esperto esterno per
promuovere la raccolta differenziata e
il riciclaggio
Conoscere i cassonetti per la raccolta differenziata
Uso della compostiera per le bucce della frutta
L’acqua un bene prezioso da salvaguardare: fonte di vita per gli
esseri viventi:allevamento di girini e acquario