Leggi l`articolo originale (file - 236 KB)

Commenti

Transcript

Leggi l`articolo originale (file - 236 KB)
Pool Engineering spa, attiva dalla fine degli anni Settanta, è
la società di ingegneria che, con Idroesse infrastrutture spa,
compone il gruppo controllato dalla holding Poolinvest con
sedi in Italia e all’estero: la principale a Conegliano Veneto
(TV), le altre a Padova, Milano, Roma e Abu Dhabi (EAU).
Attiva in diversi settori dell’edilizia residenziale, commerciale,
industriale, scolastica, ricettiva, sportiva e socio-sanitaria,
Pool Engineering lavora in Italia, nell’Est Europa e nei Paesi
del Golfo Persico, oltre che in Libia e in Russia, con una
specializzazione nella consulenza, nella progettazione e
nella gestione di interventi su scala urbana.
L’internazionalizzazione è per Pool Engineering la carta
vincente giocata per conquistare il mercato globale ed essere
competitivi con i grandi colossi mondiali della progettazione. Il
core business del gruppo comprende attività di progettazione,
direzione lavori, sicurezza e coordinamento per opere di
grande complessità. Solo per citarne alcune: la nuova città di
Shamkha South che sorgerà a pochi chilometri dal centro di
Abu Dhabi, un pregevole intervento all’interno del complesso
di Yas Island sempre ad Abu Dhabi, isola che ospita anche il
parco tematico Ferrari, la nuova sede dell’Agenzia europea
per la sicurezza alimentare a Parma, Vertigo Tower a Sofia in
Bulgaria e Moscow Medical Center a Mosca in Russia. Inoltre
ha curato la consulenza strutturale, l’analisi costi e i computi
metrici per l’Altrasede della Regione Lombardia a Milano. La
dotazione tecnologica e informatica è la chiave di volta per
ottimizzare al massimo risorse e strategie di lavoro.
La vostra è una delle più grandi società di engineering
d’Italia. Quanti collaboratori avete?
Collaborano con noi circa 250 persone fra Pool Engineering
e Idroesse infrastrutture, delle quali il 70% proviene dal
08
Nord Est. Per le sedi e le attività all’estero ci avvaliamo di
personale locale che conosce il territorio e le esigenze della
committenza. Complessivamente il nostro staff è composto
di persone provenienti da tutto il mondo: questo ci consente
di avere una visione internazionale e stimoli sempre nuovi
nel processo di progettazione. Va precisato comunque che
all’estero, tranne negli Emirati dove esiste una vera e propria
branch operativa e strutturata, le sedi sono più “antenne” che
veri e propri uffici operativi, in quanto tendiamo a sviluppare il
lavoro comunque interamente in Italia. Attualmente il nostro
principale committente è il pubblico, ma la committenza
privata sta crescendo.
Come nasce la vostra vocazione internazionale?
All’inizio questa spinta all’internazionalizzazione l’abbiamo
vissuta come un’opportunità, accompagnando i primi
imprenditori veneti che delocalizzavano e cercavano quindi
una partnership tecnica per realizzare i nuovi insediamenti
produttivi. Prima siamo arrivati in Romania, Russia, poi in
Ungheria, Bulgaria e infine in Ucraina. Negli Emirati Arabi
Uniti siamo presenti dal 2003 e nei successivi 4 anni
abbiamo lavorato per crescere e affermarci, fino all’apertura
del nostro primo cantiere. Oggi raccogliamo i frutti di questo
lavoro soprattutto di fronte ad un panorama economico in
fase di stallo in Italia.
Quando avete incontrato i prodotti STR e per quali
esigenze avete sentito il bisogno di implementare il
sistema informatico?
Prima di STR VISION utilizzavamo Linea32, che abbiamo
sempre ritenuto adeguato soprattutto per lavorare con le
pubbliche amministrazioni, e quindi in seguito abbiamo
SOCIETÀ INGEGNERIA
azienda
POOL ENGINEERING SPA,
CONEGLIANO (TV)
intervista a
LUCA CANCIAN, CHAIRMAN
MAURO GIUPPONI, GENERAL MANAGER
problema
SOFTWARE FLESSIBILE PER PREVENTIVI
E COMPUTI DI PROGETTI INTERNAZIONALI
soluzione software
STR VISION CPM
Rendering Yas Island - Abu Dhabi
20
POOL ENGINEERING:
flessibilità gestionale per
la competitività globale
continuato a scegliere STR implementando i sistemi. Prima
di STR, negli anni Novanta, lavoravamo con i programmi della
suite Office come Word, Excel e comunque non avevamo un
programma strutturato.
Come organizzate le risorse in funzione delle diverse
commesse? Esistono uffici con competenze esclusive
che lavorano su ogni progetto, per ciascuna commessa,
strutturate ad hoc con apposite business unit?
Per ogni lavoro, sulla base di un focus concentrato
prevalentemente sul progetto, organizziamo dei team di
commessa multidisciplinari dove, per la parte tecnica, il team
leader possiede le competenze prevalenti. Alla distribuzione
delle competenze per aree di pertinenza si affianca quindi
un assetto per team di progetto creati con una struttura più
“orizzontale”.
STR VISION nasce con l’ambizione di essere il primo
software gestionale per le costruzioni utilizzabile via web:
sulla base della vostra esperienza di lavoro fortemente
dislocata all’estero, come avete affrontato a oggi il
problema dello scambio di dati, informazioni e disegni fra
sede centrale e uffici dislocati in aree diverse, in Italia
e all’estero?
Per noi la condivisione delle informazioni è fondamentale. Il
materiale prodotto nel processo di elaborazione, compresi i
disegni in formato DWG, viene salvato su server accessibili
da ogni parte del mondo 24 ore su 24 e sfruttando le
connessioni veloci delle nostre sedi, ogni società lavora con
i propri software, fra cui anche STR, e colloca i documenti
prodotti nel database comune.
Quando siete passati a STR VISION che cosa vi ha colpito
di questa nuova soluzione?
Siamo soddisfatti dei risultati che stiamo ottenendo con
l’utilizzo di STR VISION, più facile e intuitivo rispetto alle
soluzioni che usavamo in precedenza.
Lo utilizziamo praticamente per tutti i nostri progetti.
Seguiamo la preventivazione, l’analisi prezzi, i computi e la
contabilità di cantiere. Inoltre, svolgendo lavori uno diverso
dall’altro senza attività particolarmente ripetitive, non
sentiamo l’esigenza di una standardizzazione dei processi,
ma al contrario poter disporre di uno strumento flessibile è
importante.
Vertigo Tower - Sofia
21