Presentazione di PowerPoint

Commenti

Transcript

Presentazione di PowerPoint
Le Università e la Ciclabilità
Luca Studer
con Rosanna Iuliano e Marco Ponti
Laboratorio Mobilità e Trasporti – www.trasporti.polimi.it
Genova 12 dicembre 2013
Indice
2
1. Il progetto Campus Sostenibile
2. La nuova stazione BikeMi “Universitaria”
3. Polibikes
4. Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
Luca Studer
Il Progetto Città Studi Campus Sostenibile (dal 2011)
POLIMI:
Alessandro Balducci e Manuela Grecchi
UNIMI:
Claudio Gandolfi e Alessandro Toccolini
www.campus-sostenibile.polimi.it
[email protected]
Luca Studer
Il Campus in Milano
Luca Studer
Due Università, un campus
186.613 mq di superficie
17.484 studenti iscritti nel A.A 2010/2011
1.748 personale (docente e tecnico-amministrativo)
Politecnico di Milano - Campus Leonardo
Università degli Studi di Milano - Campus Città Studi
209.067 mq di superficie
17.052 studenti iscritti nel A.A 2010/2011
1.955 personale (docente e tecnico-amministrativo)
Luca Studer
Obiettivi
Obiettivi
 Rinnovare il campus in chiave sostenibile
 Sperimentare le innovazioni prodotte dalla ricerca universitaria, ripensare gli stili
di vita e realizzare ambienti più accoglienti
 Partire da noi stessi per proporre un modello migliore, esemplare e di riferimento
per l’intera città
 Entrare a fare parte dei circuiti internazionali dei campus sostenibili
Luca Studer
Un approccio dal baso
 Il campus è qui inteso come il luogo dove la conoscenza e la pratica
possono incontrarsi. Ognuno può collaborare e proporre idee. Il
progetto è sostenuto dal lavoro collaborativo di molti componenti della
Comunità sia il POLIMI e UNIMI.
 Il presupposto per il successo dell'iniziativa è la creazione di una forte
consapevolezza sul tema della sostenibilità all'interno della Comunità.
 La partecipazione è esclusivamente su base volontaria: le persone
possono proporre e condividere idee,
 Il campus come laboratorio vivente può essere raggiunto attraverso
l'implementazione di una piattaforma web complessa, che è il luogo
dove le opportunità e i problemi diventano visibili e proposte sono
raccolti e condivisi.
Luca Studer
4 Tavoli attivi
PEOPLE
ENERGY
ENVIRONMENT
ACCESSIBILITY
Luca Studer
ACCESSIBILITY
Mobilità sostenibile e accessibilità
IL TAVOLO E’ RESPONSABILE DI:
• Qualità, sicurezza e riconoscibilità dei percorsi (percorsi ciclabili,
attraversamenti pedonali, etc.)
• Promozione della mobilità sostenibile e dolce (ciclabilità, veicoli
elettrici o ibridi, car sharing, car pooling, etc.)
• Riqualificazione e riorganizzazione degli spazi pubblici/comuni
all’interno di Campus
• Regolamentazione della sosta nel campus
• Permeabilità e riconnessione degli spazi
• Nuovi servizi per gli studenti, i lavoratori e gli abitanti di Città Studi
(residenze, sport, spazi per eventi)
• Crediti di mobilità
Luca Studer
Indice
10
1. Il progetto Campus Sostenibile
2. La nuova stazione BikeMi “Universitaria”
3. Polibikes
4. Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
Luca Studer
La nuova stazione BikeMi di P.zza Leonardo da Vinci
11
6202 prelievi e rilasci dal 16 marzo al 30 giugno 2013
160
140
120
100
80
60
40
20
0
prelievi e rilasci
trend di crescita
• picco: 148 prelievi e rilasci il 4 giugno
• 2064 prelievi e rilasci il mese di giugno
Elaborazioni su dati forniti da ClearChannel
Luca Studer
12
Utilizzo della stazione BikeMi Politecnico
Distribuzione settimanale degli utilizzi
20%
18%
16%
14%
12%
10%
8%
6%
4%
2%
0%
lunedì
martedì
mercoledì
giovedì
distribuzione settimanale dei rilasci
venerdì
sabato
domenica
distribuzione settimanale dei prelievi
Elaborazioni su dati forniti da ClearChannel
Luca Studer
Utilizzo della stazione BikeMi Politecnico
13
Distribuzione giornaliera degli utilizzi
16%
14%
12%
10%
8%
6%
4%
2%
0%
0
1
2
3
4
5
6
7
8
9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23
ore del giorno
rilasci
prelievi
Elaborazioni su dati forniti da ClearChannel
Luca Studer
Utilizzo della stazione BikeMi Politecnico
14
nel mese di giugno:
numero utilizzi
Duomo
10376
Politecnico
2725
 48-esima posizione su 183!
Elaborazioni su dati forniti da ClearChannel
Luca Studer
Gli utenti della stazione di p.zza Leonardo da Vinci
15
• 1226 utenti dal 13 marzo al 30 giugno
 761 abbonati annuali
 ~ 350 abbonati giornalieri
 ~ 100 abbonati settimanali
9%
1%
• Categoria degli abbonati annuali
25%
11%
impiegato
studente
Imprenditore/Libero Prof.
altro
non indica
15%
dirigente/manager
20%
19%
pensionato
Elaborazioni su dati forniti da ClearChannel
Luca Studer
Gli utenti della stazione di p.zza Leonardo da Vinci
16
Stima dei NUOVI utenti generati dalla stazione Polimi
• 343 dei 761 abbonati annuali (45%) iscritti da marzo 2013
• ~ 350 abbonati giornalieri
• (~ 100 abbonati settimanali)
 693 su 1226 (57%) sono nuovi utenti BikeMi
7% 1%
11%
29%
studente
impiegato
altro
Imprenditore/Libero Prof.
13%
non indica
dirigente/manager
pensionato
13%
26%
Elaborazioni su dati forniti da ClearChannel
Luca Studer
Utilizzo della stazione BikeMi Politecnico
Da dove arrivano e dove vanno? Quali percorsi fanno?
Luca Studer
17
18
Utilizzo della stazione BikeMi Politecnico
Traffico BikeMi degli studenti di Milano
origini preferite
destinazioni preferite
Università Bocconi
1
Politecnico
Duomo
2
Università Bocconi
Politecnico
3
Duomo
Cadorna 3
4
Cadorna 3
San Babila
5
Mascagni
Elaborazioni su dati forniti da ClearChannel
Luca Studer
Indice
19
1. Il progetto Campus Sostenibile
2. La nuova stazione BikeMi “Universitaria”
3. Polibikes
4. Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
Luca Studer
Polibikes
Obiettivo:
 aprire una ciclofficina e
 offrire un servizio di bike sharing aperto a studenti e personale...
TUTTO completamente gratuito!!
Installazione di una casetta/box in legno di circa 25mq: deposito attrezzi e
postazione di lavoro
Luogo: Sede di Bovisa del Politecnico di Milano
Orari d’apertura: 2/3 pomeriggi a settimana (a seconda della
partecipazione degli studenti al progetto)
Come funziona?
 Autoriparazione con supervisione
 Donazione di materiale e biciclette dismesse; «cannibalizzazione»
 Creazione di un servizio di bike sharing con le bici recuperate
Polibikes Gruppo PoliCiclo: Alessandro Porta, Davide Gibin, Matteo
D’amanzo, Luca Liponi, Matteo Ganassali
Luca Studer
Polibikes: postazione ciclofficina
Luca Studer
Polibikes: struttura ciclofficina
Luca Studer
Polibikes: postazione bike-sharing
Luca Studer
Indice
24
1. Il progetto Campus Sostenibile
2. La nuova stazione BikeMi “Universitaria”
3. Polibikes
4. Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
Luca Studer
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
25
Obiettivo principale della pianificazione ciclabile:
Favorire lo sviluppo della modalità ciclabile per diverse tipologie di
spostamenti (sistematici, occasionali, turistici…) tramite interventi
che incentivino l’uso della bicicletta
Problematiche…
budget delle
Amministrazioni
spesso limitato
incertezza nella
scelta del tipo di
interventi più
appropriato
mancanza di dati
sull’utenza
ciclabile da
servire
Luca Studer
difficoltà nella
localizzazione
degli interventi
prioritari
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
26
Implementazione di una serie di strumenti e modelli utilizzabili
singolarmente o in modo sinergico per risultati ottimali:
caratterizzazione
della rete tramite un
indice di ciclabilità
tracciamento con
GPS degli
spostamenti ciclabili
modelli di calcolo e
analisi dei percorsi
ciclabili
Luca Studer
costruzione di un
abaco degli
interventi
strumento per
l’individuazione di set
ottimale di interventi
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
27
Caratterizzazione della rete tramite un indice di
ciclabilità
Costruzione di un indice che rappresenta un livello di servizio ciclabile:
• per ogni arco (tratta stradale)
• per ogni nodo (intersezione)
• per ogni percorso (come combinazione di archi e nodi)
0,5
1
|
2
|
3
|
4
|
5
|
6
|
A
B
C
D
E
F
1,5
2,5
3,5
4,5
5,5
6,5
• L’indice è principalmente determinato dalla percezione di sicurezza e
di comodità del ciclista
• È composto dalle caratteristiche più significative valutate dal ciclista
nel percorrere una tratta o intersezione stradale
Luca Studer
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
28
Caratterizzazione della rete tramite un indice di
ciclabilità
Possibili attributi costituenti l’indice:
Luca Studer
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
29
Caratterizzazione della rete tramite un indice di
ciclabilità
• attributi più significativi per l’indice scelti e calibrati tramite
indagini on-line con sottoposizione di filmati agli
intervistati e richiesta di esprimere un giudizio di
“ciclabilità”
QUESTIONARIO “MOBIBIC”
CICLABILITÀ di tratti,
intersezioni e percorsi: A - F
Luca Studer
RICERCA DEL MODELLO
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
30
Caratterizzazione della rete tramite un indice di ciclabilità
UNA VOLTA TROVATI I MODELLI (A PARTIRE DAI RISULTATI
DEI QUESTIONARI)
Mappatura
dellaCARATTERIZZARE
rete con evidenziazione
di tratte e intersezioni
È POSSIBILE
AUTOMATICAMENTE
TUTTA
critiche:
LA RETE DI MILANO!
Luca Studer
Fig. 14: Segnale strada ciclabile - Germania
INTERVENTI INGEGNERISTICI
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
31
In Olanda, invece, vengono proposte tre soluzioni di base per le strade ciclabili.
La realizzazione di una strada ciclabile non richiede un consumo In
di generale,
spazio
possono essere applicate su strade esistenti strette e a doppio
specifico, poiché sfrutta le strade locali preesistenti.
senso di marcia, sostituendo le due corsie destinate al traffico veicolare con
uno dei di
seguenti schemi di circolazione esplicati in tabella e mostrati in figura:
Poiché le strade ciclabili si realizzano sulla base della rete pre-esistente
strade locali all’interno dei quartieri residenziali, i costi e i tempi di realizzazione
sono contenuti: si tratta di adeguare la segnaletica verticale e orizzontale e
colorare la pavimentazione. L’unico caso in cui i costi s’innalzano, è quando
sono necessari interventi di notevole entità riguardanti la pavimentazione.
Abaco degli interventi
• Formulazione di un elenco ragionato delle soluzioni
progettuali
di intervento e dei relativi impatti sulla qualità
2.1.2.6. CONTROMANO
CICLABILE
ciclabile
2.1.6.1. DESCRIZIONE
Il contromano
consiste nel permettere alle biciclettedegli
di percorrere
una
• ciclabile
Caratterizzazione
interventi
in base a diversi aspetti
strada a senso unico anche in verso opposto a quello concesso ai veicoli
motorizzati (Presto – Give cycling a push, 2011)
(sicurezza, comfort, costi)
• Evidenziazione delle potenzialità e dei limiti delle
alternative in funzione degli obiettivi prefissati
Tab. 2: Strada ciclabile e sue caratteristiche - Olanda (Presto - Give cycling a push, 2011)
Fig. 16: Esempi di contromano ciclabile
Luca Studer
Fig. 15: Strada ciclabile e sue caratteristiche – Olanda (Presto – Give cycling a push)
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
32
Abaco degli interventi
• Ogni configurazione di intervento può essere valutata
tramite uso dell’indice di ciclabilità
Luca Studer
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
33
Tracciamento tramite GPS degli spostamenti ciclabili
• Tramite campagne di rilievo che coinvolgono utenti volontari
(studenti!!), sfruttando app specifiche disponibili per
smartphone
• Tramite GPS installati a bordo bici nel caso di servizi di bike
sharing
Luca Studer
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
34
Tracciamento tramite GPS degli spostamenti ciclabili
Ottenimento di origini/destinazioni degli spostamenti e percorsi
reali effettuati  tratte e corridoi più utilizzati
Possibilità di cogliere variazioni nel tempo della domanda
dovuti a mutamenti dell’uso del territorio (poli attrattori e
generatori)  adeguamento dell’offerta
Luca Studer
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
35
11 preferenze per percor
Modello di calcolo di percorsi desiderabili
Per ogni coppia origine-destinazione calcolo dei percorsi:
• a tempo o distanza minima
• preferibile in base a indici di
ciclabilità
• preferibile in base a mix
tempo/distanza e indice
ciclabilità
Modello utilizzabile anche per
alimentare route planner
specializzati per spostamenti
ciclabili
Luca Studer
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
36
VALIDAZIO
Questionario presso il deposito biciclette della sta
MPLEMENTAZIONE
Analisi combinata dei percorsi
38%,
7%, p
7%, p
2 pre
11 pr
Il sw non p
38%, percorso individuato dal s
7%, percorso individuato dal s.
confronto tra percorsi
R
7%, percorsoILaSOFTWARE
lunghezza min
desiderabili e percorsi
effettuati
DELLE
SCELTE
2 preferenze
per percorsi
non i
(tracking) e sovrapposizione
11 preferenze per percorsi non
con classificazione della rete 
metodo di ausilioIl sw non può valutare anche questi percorsi.
all’identificazione di interventi
prioritari
Luca Studer
IL SOFTWARE RIESCE A STIMARE COR
DELLE SCELTE DEI CICLISTI NELLA RE
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
37
Possibili analisi a supporto delle pianificazione ciclabile
Individuazione di:
poli attrattori
poli generatori
tratte più frequentate
corridoi
motivazione della
scelta del percorso
Luca Studer
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
Modello di supporto alla scelta degli
interventi
POSSIBILI
38
SVILUPPI
Algoritmo finalizzato alla scelta ottimale
interventi che
un Amministrazione
Individuazione
di tratti stradali può
e intersez
Supportodegli
alle decisioni
pianificare a favore della ciclabilità
per la realizzazione di interventi EFFICA
Dati di partenza:
• entità e distribuzione attuale e/o potenziale
degli spostamenti ciclabili
• condizione attuale della rete e di ogni sua
componente (valutabile tramite indice di
ciclabilità)
• tipologia di interventi praticabili e relativo costo
• budget totale a disposizione
Risultato:
Set ottimale di interventi che massimizza i
benefici per l’utenza (massimo incremento della
qualità degli spostamenti ciclabili per il massimo
numero di utenti)
Modelli identificati
Luca Studer
(ANALISI MULTI-OBIETTIVI).
Ciclisti inesperti.
Modelli e strumenti per la pianificazione ciclabile
39
Aspetti innovativi
• creazione community
• raccolta feedback dai ciclisti
• raccolta dati infomobilità e infotraffico
• integrazione in game competition  gare tra
Università/Dipartimenti/città
• integrazione con altre forme di mobilità sostenibile
• meccanismo a premi  comportamenti virtuosi  crediti di
mobilità
Luca Studer
40
FINE
RISULTATO ATTESO…….
GRAZIE PER L’ATTENZIONE
[email protected]
Luca Studer

Documenti analoghi