america centrale - "G. Segantini" Asso

Transcript

america centrale - "G. Segantini" Asso
AMERICA CENTRALE
I paesi di quest’area sono moltissimi e si
dividono tra stati continentali, Grandi Antille e
Bahama-Piccole Antille
STATI CONTINENTALI
MESSICO – GUATEMALA
– BELIZE – EL SALVADOR
– HONDURAS –
NICARAGUA – COSTA
RICA - PANAMA
GRANDI ANTILLE
(ISOLE)
BAHAMA E PICCOLE
ANTILLE (ISOLE)
CUBA – GIAMAICA –
HAITI – REPUBBLICA
DOMINICANA
BAHAMA – SAINT KITTS E
NEVIS – ANTIGUA E
BARBUDA – DOMINICA –
ST. LUCIA – SAINT
VINCENT E GRENADINE –
BARBADOS – GRENADA –
TRINIDAD E TOBAGO
I CONFINI
STATI UNITI D’AMERICA
OCEANO PACIFICO
OCEANO ATLANTICO
COLOMBIA
IL TERRITORIO
L’America centrale si compone di
una parte continentale (dal
Messico fino a Panama) e di una
parte insulare che comprende gli
arcipelaghi delle Grandi e Piccole
Antille nell’Oceano Atlantico.
PARTE INSULARE
PARTE CONTINENTALE
Educ. Lorenzo Lazzari
I RILIEVI E LE PIANURE
L’America Centrale è una terra prevalentemente montuosa,
ricca di vulcani attivi, che la rendono particolarmente sismica
Nelle Grandi Antille
c’è la vetta più alta, il
Pico Duarte (3175 m)
Le pianure si trovano
lungo le coste e nella
penisola messicana
dello Yucatan
Fra i rilievi più
importanti c’è la
catena montuosa della
Sierra Madre, in
Messico, che si divide
in Orientale e
Occidentale
FIUMI E LAGHI
I laghi sono numerosi:
il più importante è il
Lago Nicaragua.
I fiumi hanno i corsi brevi:
dato che l’America centrale
è un territorio stretto, non è
mai molta la distanza che
separa le montagne da cui
nascono ai mari in cui
sfociano. Il fiume più lungo
è il Rio Bravo, al confine
con gli USA
Educ. Lorenzo Lazzari
IL CLIMA
L’America centrale presenta un
clima di tipo tropicale
È tropicale-caldo umido
sul versante atlantico
È tropicale-arido sul
versante dell’Oceano
Pacifico
Le temperature si abbassano sui rilievi e sugli altipiani.
L’America centrale è soggetta a frequenti e devastanti cicloni
LA POPOLAZIONE
Nella parte continentale la
popolazione è prevalentemente
amerinda (discendente dai nativi
americani) o meticcia (nati
dall’incrocio tra nativi americani e
conquistatori europei). Nelle isole è
soprattutto nera, discendente dagli
schiavi africani.
LA LINGUA
La lingua più diffusa è lo spagnolo,
portato dai colonizzatori. L’inglese e
il francese sono parlati in alcune
isole. Il creolo è la lingua delle
popolazioni nere.
Gli abitanti si concentrano soprattutto
lungo le coste o sugli altipiani.
Solo in tempi abbastanza recenti si è
sviluppato il fenomeno
dell’inurbamento: Città del Messico,
ad esempio, è oggi una delle città più
grandi del mondo.
LA RELIGIONE
La religione prevalente è quella
cristiano-cattolica
Educ. Lorenzo Lazzari
ECONOMIA
Lo sviluppo di questa zona ha risentito dello sfruttamento degli antichi
colonizzatori e della dipendenza dagli USA, che spesso si sono arricchiti a
discapito delle popolazioni locali.
SETTORE PRIMARIO
L’economia si basa sull’agricoltura
di piantagione, mentre la
popolazione pratica un’agricoltura
di sussistenza.
SETTORE SECONDARIO
L’industria tradizionale è quella
tessile, agroalimentare e i
cementifici. Molto ricco è
l’artigianato.
Il paese più industrializzato è il
Messico, che dispone di notevoli
risorse minerarie.
SETTORE TERZIARIO
L’area più sviluppata del settore
terziario è il turismo, grazie alle
bellezze naturali e al patrimonio
archeologico.
Educ. Lorenzo Lazzari

Documenti analoghi

Messico Informazioni Pratiche

Messico Informazioni Pratiche Nessuna limitazione particolare tranne quelle normalmente vigenti in tutti i paesi. LINGUA La lingua ufficiale è lo spagnolo, ma nel paese si parlano una cinquantina di idiomi indios. L'inglese è a...

Dettagli