Industrie culturali e creative

Commenti

Transcript

Industrie culturali e creative
DICEMBRE 4–2013
SOMMARIO
•
•
Introduzione
Le industrie culturali e creative – I vantaggi della concorrenza grazie
all’innovazione
•
Berlino – Luogo creativo numero 1 della Germania
•
La cultura nel Nordreno-Vestfalia
•
La Sassonia-Anhalt rafforza la sua importanza come centro per le
industrie creative
•
Eichmanns – Servizi di Comunicazione e PR tra Italia, Germania e il mondo
•
Puntare sull’internazionalizzazione: il mercato tedesco come sbocco
commerciale e ponte per sviluppi industriali
•
E-commerce: come coglierne le opportunità
INTRODUZIONE
La Camera di Commercio Italo-Germanica appartiene alla rete internazionale delle Camere di Commercio Tedesche all’Estero e agisce su incarico del Ministero Federale Tedesco
come ente ufficiale per l’incentivazione del commercio tedesco all’estero.
Lo scopo più importante è quello di promuovere e sostenere l’interscambio economico tra
Italia e Germania. La promozione del territorio e la ricerca degli investitori sono aspetti
fondamentali di questa attività.
DEinternational Italia Srl, società di servizi della Camera di Commercio Italo-Germanica,
propone diversi strumenti operativi per il raggiungimento di questi obiettivi, tra cui la
presentazione di regioni, la consulenza di potenziali investitori, organizzazioni di missioni
imprenditoriali e diffusione di monografie su distretti industriali. La divulgazione di interessanti possibilità di investimento e l’aggiornamento sugli incentivi regionali sono alcuni
argomenti chiave di questa Newsletter.
Oltre a queste informazioni generiche, ogni edizione della Newsletter si focalizza su un
settore particolare e sui rapporti riguardanti le nostre attività recenti.
La quarta edizione 2013 della nostra pubblicazione trimestrale tratta come tematica principale le industrie creative e culturali. L’arte, la cultura e la sfera creativa sono il punto
di partenza per innovazione e progresso e non possono essere escluse da nessun ramo economico. Queste industrie giocano un ruolo chiave per lo sviluppo economico, l’immagine
ed il potenziale futuro di una regione.
I cluster industriali rappresentano un ottimo punto di riferimento soprattutto per incoraggiare lo sviluppo e la ricerca e per favorire l’insediamento di aziende del settore. Per questo motivo ne abbiamo scelti alcuni per la Vostra esplorazione della Germania come meta
di collaborazioni e investimenti.
Vi auguriamo una piacevole lettura.
Norbert Pudzich
Presidente del Consiglio di Amministrazione
DEinternational Italia Srl
2
INDUSTRIE CULTURALI E CREATIVE
I VANTAGGI DELLA CONCORRENZA GRAZIE ALL’INNOVAZIONE
La creatività rappresenta una competenza chiave per lo sviluppo economico e il punto di
partenza per innovazione e progresso. Per questo motivo creatività e spirito d’innovazione
non possono essere astratti da nessun ramo economico. Le ancora giovani e assai
sfaccettate industrie culturali e creative sono pertanto sempre più oggetto di interesse. A
livello nazionale ed internazionale viene riconosciuto il loro sempre crescente potenziale
sia dal punto di vista sociale che economico. L’arte, la cultura e la sfera creativa sono
fattori di fondamentale importanza per le aziende e formano l’immagine di una regione.
L’offerta culturale influisce anche sulla scelta del luogo di lavoro e di residenza.
Le industrie culturali e creative non rappresentano un
settore economico definito e circoscritto, sono bensì
composti da undici sottomercati: l’industria della
musica, il mercato del libro, il settore delle arti,
quello della radiotelevisione, il mercato delle arti
figurative, il settore del design e dell’architettura, la
stampa, il settore pubblicitario e l’industria dei
software e dei videogiochi. Le industrie culturali e
creative sono caratterizzate da una forte presenza di
liberi professionisti e di piccole imprese. La Germania
ne è un chiaro esempio, con il 25% di lavoratori
autonomi attivi nel settore.
A partire dalla fine degli anni ‘80 le industrie culturali e creative hanno rappresentato uno
dei rami economici più dinamici per fatturato e numero di occupati. In Europa nel 2009 tali
industrie hanno contribuito al 2,4% (circa 277 miliardi di €) del PIL dell’Unione Europea.
Stando alle stime della Commissione Europea, nel 2010 il numero complessivo di occupati
in Europa nel settore culturale e creativo era 6,3 miliardi. Mentre l’Italia ricopre una
posizione intermedia nella lista dei Paesi delle industrie culturali e creative, la Germania, il
Regno Unito e la Francia rappresentano i mercati europei più sviluppati in questo settore.
La Germania è in vetta alla classifica, con quasi un milione di occupati. I circa 244.000
liberi professionisti e le società delle industrie culturali e creative hanno generato nel 2011
in Germania un fatturato di oltre 143,4 miliardi di €. Il contributo del settore al PIL tedesco
è stato pari a circa 63 miliardi di € (2,4% del totale). Le industrie culturali e creative
tedesche sono pertanto comparabili ai settori economicamente più forti della Germania,
come l’industria automobilistica, meccanica e le tecnologie informatiche e delle
comunicazioni. La maggior parte dei liberi professionisti e delle industrie culturali e
creative tedesche è attiva nel settore del design. Seguono i settori delle costruzioni,
l’industria pubblicitaria e della stampa, con numeri leggermente inferiori.
Negli ultimi anni l’industria dei software e dei videogiochi ha registrato la maggiore
crescita di fatturato. In Europa il contributo del settore libro/stampa e quello dei
videogiochi/software è stato del 21% (58 miliardi di €), quello dell’industria
cinematografica e musicale del 7% (20 miliardi di €), di quella radiofonica del 10% (27
miliardi di €). L’architettura e le arti culturali e creative hanno registrato ciascuno l’8% (22
mld €); l’industria del design e il settore pubblicitario complessivamente il 17% (46 mld €)
mentre il commercio dei beni artistici il 6% (18 mld €). Il maggiore contributo al settore
cultura ed arti creative è stato apportato in Europa dallo sviluppo di software (portali web
e videogiochi), con un 23% corrispondente a 64 mld €.
3
La cultura e la creatività non rappresentano soltanto un fattore d’importanza economica,
sono, al contrario, anche un incentivo all’innovazione e all’insediamento di nuove aziende.
Accanto alla crescita di questo
settore, la popolazione creativa di
una determinata città o regione
può creare stimoli per altri settori
e per lo sviluppo urbano.
Rappresentando
un
punto
d’incontro tra arte, economia e
tecnologia, le industrie culturali e
creative
sono
pertanto
predestinate ad influire su altri
settori economici. Un ambiente culturale vivace gioca anche un ruolo fondamentale
nell’attrattività di una regione come luogo di lavoro e residenza. In vista dello sviluppo
demografico la concorrenza per lavoratori qualificati si accentuerà sempre di più. In tale
situazione le società in grado di offrire un equilibrio tra lavoro e vita privata (Work-LifeBalance) ne trarranno vantaggi. Anche per questo motivo cresce l’importanza
dell’attrattività del territorio: le regioni con un’offerta culturale più sviluppata hanno un
effetto calamita sull’insediamento di collaboratori ed aziende. Tali industrie giocano un
ruolo chiave per l’immagine ed il potenziale futuro di una regione.
Ulteriori informazioni
Isabell Spillmann, [email protected], Tel.: +39 02 39 800 943 - in lingua italiana
Ulteriori informazioni
L’Artegrafica Centro Stampa, [email protected], Tel.: +39 0422 822 754, ww.lartegrafica.com
4
BERLINO – LUOGO CREATIVO NUMERO 1 DELLA GERMANIA
Negli ultimi anni Berlino è diventata una delle città più note e popolari tra le industrie
culturali e creative: 37.000 aziende con oltre 300.000 collaboratori generano ogni anni un
fatturato di circa 30 miliardi di €. Da diversi anni la politica economica di Berlino si
focalizza su un cluster costituito dall’industria informatica e delle comunicazioni, dal
settore dei media, dall’industria dei videogiochi, del design, della moda, musicale e dal
mercato delle arti.
Lo sviluppo di Berlino viene promosso
attraverso eventi mirati volti alla promozione
economica: importanti conferenze e numerosi
spettacoli e show rendono la Regione della
capitale tedesca affascinante su scala
internazionale. Tra gli eventi si annoverano ad
esempio la Berlinale (festival internazionale
del cinema), l’IFA (fiera internazionale
dell’elettronica), la @IFA (settimana dedicata
ai media), la Deutsche Gamestage (fiera dei
videogiochi), la Berlin-Web-Week e la
conferenza re:publica, la Berlin-Music-Week
© MICHALSKY_StyleNite_Jan2013
con il Berlin-Festival, gli Echo Awards e la
settimana della moda di Berlino unita alla
Bread & Butter (fiera del settore). Grazie al grande impatto mediatico, alle sempre
crescenti sfilate e alle collezioni particolari, la settimana della moda di Berlino è riuscita a
posizionare costantemente la capitale tedesca nella top-5 delle località più rinomate al
mondo del settore.
In crescita anche il gruppo di startup attivo nella capitale, che contribuisce notevolmente
alla dinamica economica della Regione. I giovani imprenditori apprezzano i vantaggi di
Berlino, in particolare la vicinanza a grandi aziende internazionali come SAP, Microsoft,
Siemens, IBM, Motorola, Oracle e eBay, che qui hanno la loro sede principale o una filiale.
Ben viste anche le eccellenti modalità di sostegno, possibili attraverso la collaborazione tra
aziende ed università.
Ulteriori informazioni
Isabell Spillmann, [email protected], Tel.: +39 02 39 800 943 - in lingua italiana
o in Germania Berlin Partner für Wirtschaft und Technologie GmbH,
Nadine Jüdes, [email protected], Tel.: +49 30 463 02 326,
www.berlin-partner.de, www.businesslocationcenter.de
5
LA CULTURA NEL NORDRENO-VESTFALIA
Con oltre 45 milioni di pernottamenti all’anno il Nordreno-Vestfalia rappresenta una delle
mete più attrattive della Germania. Al primo posto si posiziona il
Duomo di Colonia. Altri luoghi d’interesse sono il Duomo di Aachen
e il castello Augustusburg a Brühl. Le chiese e il castello con i suoi
giardini sono stati dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.
Oltre 52 monumenti importanti sono situati lungo il Cammino della
Cultura Industriale concepito negli anni ‘90 nella metropoli della
Ruhr. Vi fanno parte impianti industriali come la Zeche Zollverein
ad Essen, anche questa dichiarata patrimonio dell’umanità. Nella
miniera carbonifera chiusa nel 1986 si trova tra l’atro il museo red
dot design, la mostra più grande ed importante del design
contemporaneo del mondo.
Il Duomo di Colonia
Cultura – Sfaccettata, ambiziosa e straordinaria
Il Nordreno-Vestfalia rappresenta la cultura viva. Le opere teatrali, i balletti e le opere con
le loro spettacolari rappresentazioni sono rinomate ben oltre i confini della Regione.
Numerose Pop e Rock-Stars come Herbert Grönemeyer, Marius Müller-Westernhagen e Nena
provengono dalla regione e riempiono gli stadi durante i loro concerti. Tra i compositori più
noti vi è Ludwig van Beethoven, nato a Bonn.
Jahrhunderthalle Bochum
I festival che si svolgono nel Nordreno-Vestfalia non sono noti
solo in Germania ma su scala mondiale. Tra questi si
annoverano l’evento internazionale della letteratura
lit.COLOGNE a Colonia, la manifestazione dedicata ai
cortometraggi Internationale Kurzfilmtage Oberhausen e il
festival culturale Ruhrtriennale, che si tiene negli edifici
industriali della metropoli Ruhr e nel Jahrhunderthalle di
Bochum.
I circa 680 musei della Regione attraggono ogni anno oltre 16 milioni di visitatori. La
collezione di oggetti d’arte del Nordreno-Vestfalia a Düsseldorf presenta ad esempio alcune
opere degli artisti più importanti del ventesimo secolo. Anche il museo Ludwig a Colonia
ospita una delle collezioni d’arte contemporanea più significative d’Europa. La Renania e i
Paesi limitrofi del Benelux mostrano la più alta concentrazione di collezionisti ed
appassionati d’arte del continente. L’ART COLOGNE, fiera d’arte con la tradizione più
antica del mondo, si svolge ogni anno a Colonia.
Tempo libero – un’ampia offerta
Anche la cucina rientra nella cultura di una regione. Nel Nordreno-Vestfalia è possibile
degustare una vasta gamma di specialità culinarie: grazie ai 43 ristoranti premiati con
stelle Michelin gestiti da cuochi dalla fama internazionale. Questi offrono sia piatti
stranieri provenienti da ogni continente, sia quelli tipici della cucina regionale, come
l’arrosto Rheinischer Sauerbraten, gli asparagi o la classica salsiccia al curry con patatine
fritte.
Naturalmente è possibile trascorrere il tempo libero anche in maniera diversa: a Bottrop si
può ad esempio sciare nel palazzetto più grande al mondo. Per chi ama camminare sono a
disposizione circa 57.000 km di sentieri, per i ciclisti circa 14.000 km di percorsi.
Nell’estate ci si può rilassare sulle rive di oltre 70 laghi. Il 38% della Regione è coperto da
14 parchi naturali con una superficie di circa 13.000 km². Nell’Eifel si trova inoltre il primo
parco nazionale del Nordreno-Vestfalia. Il Reno offre rilassanti gite in barca tra i vigneti e
le rovine dei famosi castelli della zona.
MetteteVi in contatto con noi!
Ulteriori informazioni
Isabell Spillmann, [email protected], Tel.: +39 02 39 800 943 - in lingua italiana
o in Germania NRW.INVEST GmbH, Michael Kordus, [email protected],
Tel.: +49 211 130 00 122, Fax: + 49 211 130 00 154, www.nrwinvest.com
6
LA SASSONIA-ANHALT RAFFORZA LA SUA IMPORTANZA COME CENTRO
PER LE INDUSTRIE CREATIVE
Chi rivolge lo sguardo verso la Germania in cerca di luoghi attrattivi per le industrie
culturali e creative, non potrà non imbattersi nella Regione Sassonia-Anhalt. Qui si può
trovare tutto quello che di cui ha bisogno il settore creativo per crescere: le giuste
competenze e professionalità, eccellenti centri per l’istruzione e la formazione, punti
d’incontro per scambiare know-how, infrastrutture facilmente accessibili e programmi di
sostegno per nuovi progetti.
A ciò si aggiunge (e questo rappresenta di per sè
una particolarità) una tradizione molto lunga. Nella
Sassonia-Anhalt brillò 500 anni fa il compositore
Lucas Cranach, successivamente numerosi altri nomi
noti come Johann Sebastian Bach hanno fruito
dell’atmosfera innovativa della Regione, che ha
dato i natali anche a Georg Friedrich Händel e
Georg Philipp Telemann. In seguito al 1925, anno del
trasferimento della Bauhaus, la scuola d’arte e di
design più rinomata dell’epoca moderna, nella città
Processo di editing presso Monarda Publishing House Ltd.
di Dessau, la Sassonia-Anhalt è diventata la Regione
(fonte: Monarda Publishing House Ltd)
di riferimento per creatività e sperimentazione.
Questo ha reso la Sassonia-Anhalt nota su scala
internazionale ed ha decretato lo sviluppo continuo dei centri creativi della regione. Nella
città di Halle, ad esempio, citiamo due centri di eccellenza, il Designhaus Halle ed il
Mitteldeutsches Multimediazentrum Halle (MMZ), presso i quali le aziende creative e le
nuove attività imprenditoriali possono fruire di un network capillare. A Magdeburgo la vita
creativa si svolge attorno alla Leibnitz Strasse, la via principale. Grazie al supporto della
Banca d’Investimento della Sassonia-Anhalt, la Regione è una delle poche ad offrire
incentivi e servizi di consulenza per il settore creativo, culturale e la ricerca.
Mixaggio di suoni alla console per un film. (fonte:
Mitteldeutsches Multimediazentrum Halle GmbH)
Già in tanti hanno approfittato dei vantaggi
della Sassonia-Anhalt, Regione ormai nota a
livello mondiale per il contesto favorevole alle
aziende.
La Sassonia-Anhalt rappresenta il capogruppo
tra i luoghi creativi della Germania e
d’Europa. Settori come design, arte, media e
comunicazione
si
sono
sviluppati
dinamicamente in Sassonia-Anhalt e ricoprono
una posizione fondamentale nella struttura
economica della Regione. Le industrie
culturali e creative della Sassonia-Anhalt
mostrano dati impressionanti:
Nel 2010 il settore ha generato esclusivamente nella città di Magdeburgo, capoluogo della
Regione, ben 296 milioni di €, 4,9% del totale in Sassonia-Anhalt.
Nello stesso anno il settore dei videogiochi e dei software si è rilevato il mercato più forte
delle industrie culturali e creative ad Halle (Saale), realizzando 97,5 milioni di €. A
Magdeburgo, 37 milioni di €.
L’industria della stampa costituisce il mercato più forte a Magdeburgo, dove ha generato
140 milioni di €.
Per ulteriori informazioni sulle industrie culturali e creative della Sassonia-Anhalt e sui
programmi di incentivi contattateci!
Ulteriori informazioni
Isabell Spillmann, [email protected], Tel.: +39 02 39 800 943
o IMG, Società pubblica di Investimenti e Marketing della Sassonia-Anhalt mbH, Paola Castellano,
[email protected], Tel.: +39 02 386 082 64, Cellulare: +39 392 989 9272,
www.investire-in-sassonia-anhalt.it
7
SERVIZI DI COMUNICAZIONE E PR TRA ITALIA, GERMANIA E IL MONDO
››› Internazionali ››› Integrati ››› Non convenzionali ››› Innovativi
››› Partner in Italia di PhotoflyeR e Velotaxi
Above the line
› Sviluppo brand e grafica aziendale
› Traduzioni e copywriting
› Campagne pubblicitarie
› PR e Ufficio stampa
Below the line
› Promozioni in store, street, food & wine
› Eventi aziendali e marketing esperienziale
› Supporto per partecipazioni a fiere e convegni
› Idee su misura per dare visibilità al vostro brand
Ulteriori informazioni
Bettina Eichmanns, [email protected] - in lingua italiana o tedesca,
in Germania Tel.: +49 30 484 941 57 o in Italia Tel.: +39 02 720 807 62, www.eichmanns.net
8
PUNTARE SULL’INTERNAZIONALIZZAZIONE: IL MERCATO TEDESCO COME
SBOCCO COMMERCIALE E PONTE PER SVILUPPI INDUSTRIALI
La DEinternational Italia Srl in collaborazione con le Regioni tedesche Baden-Württemberg
e Sassonia-Anhalt e UniCredit Banca SpA, ha
organizzato in data 24 e 25 settembre 2013 un
workshop a Bari presso Confindustria Bari e
Barletta-Andria-Trani ed a Treviso presso Villa
Canossa, destinato a tutti coloro che desiderano
espandere le loro relazioni a livello
internazionale ed investire nel mercato
tedesco. L’iniziativa si è posta come punto
stabile a disposizione delle aziende pugliesi e
venete interessate a potenziare i rapporti
commerciali ed a conoscere le Regioni
tedesche, per cogliere le opportunità offerte
dallo sviluppo in un nuovo mercato strategico. A
Sala piena presso Confindustria Bari e BAT.
presentare tali possibilità sono stati i
rappresentanti degli enti di promozione dello sviluppo economico regionale operanti nel
settore, nonché la testimonianza di un’impresa italiana già presente sul territorio tedesco.
In conclusione lo studio legale GSK Stockmann +
Kollegen ed i rappresentanti della Camera di
Commercio Italo-Germanica, l’Avv. Caterina
Calia per la Puglia e l’Avv. Paola Nardini per
Venezia-Treviso-Belluno-Pordenone,
hanno
offerto informazioni dettagliate sugli aspetti
legali, fiscali e contrattualistici relative alla
creazione di un possibile insediamento nelle
aree suddette. Al termine delle presentazioni si
sono svolti con successo incontri bilaterali tra
alcuni dei circa 75 partecipanti ed i relatori,
finalizzati ad approfondire la conoscenza
reciproca ed a concretizzare le opportunità di
Il pubblico segue attentamente gli interventi.
collaborazione. In futuro le Regioni tedesche ed
anche lo studio legale rimangono a disposizione
delle imprese italiane intenzionate a conquistare il mercato tedesco. Numerose aziende
hanno inoltre dimostrato un forte interesse ed una reale intenzione ad iscriversi alla nostra
società.
Ulteriori informazioni
Isabell Spillmann, [email protected], Tel.: +39 02 39 800 943 - in lingua italiana
9
E-COMMERCE: COME COGLIERNE LE OPPORTUNITÀ
In data 7 novembre 2013, la DEinternational Italia Srl ha realizzato un seminario dal titolo
“E-commerce: come coglierne le opportunità. Efficienza
nei trasporti e nella logistica, aspetti legali e
piattaforme.” presso la sede della Camera di Commercio
Italo-Germanica a Milano. L’evento aveva lo scopo di
informare le aziende italiane interessate all’e-commerce
sulle varie possibilità e sugli aspetti legali riguardanti la
vendita online. Si sono presentati tre potenziali partner
per lo sviluppo aziendale nell’ambito dell’e-commerce:
UPS Italia, DLA Piper Italy e Zeppelin Group Srl. Il mercato
online, essendo in continua crescita, rappresenta
un’occasione importante e un tema di grande attualità per
il successo sia sul livello nazionale che internazionale. Nel
2012 in Italia il fatturato generato tramite questo canale
innovativo è stato di 9,6 miliardi di euro che corrisponde
ad un quarto di quello in Germania. Conseguentemente
esiste ancora un grande potenziale di sviluppo per il
mercato italiano, un’opportunità per gli imprenditori
Il pubblico segue attentamente
italiani. Durante l’evento il Dott. Luigi Lamarina della
Zeppelin Group Srl, una società esperta di consulenza nel
campo dell’internet marketing, ha presentato diverse
storie di successo di alcuni loro clienti già attivi nel
mercato online. La partecipazione dello studio legale DLA
Piper Italy, membro del network “Norme & Tributi” della
DEinternational Italia Srl, in persona dell’Avv. Gianluigi
Marino, ha fornito ai partecipanti un’informazione sugli
aspetti legali relativo all’e-commerce. Il Dott. Andrea Berti
della UPS Italia, leader nel settore del trasporto e della
logistica internazionale, ha presentato tutte le soluzioni
che UPS è in grado di fornire per le aziende italiane con
l’intenzione di sviluppare un proprio business e-commerce.
In seguito al convegno si sono svolti numerosi colloqui
individuali. I partecipanti hanno colto l’opportunità di
approfondire vari aspetti del loro interesse e di informarsi
maggiormente su un possibile rapporto commerciale. Sono
state richieste concrete offerte di cooperazione alle tre
I relatori dell’evento.
società referenti.
Ulteriori informazioni
Isabell Spillmann, [email protected], Tel.: +39 02 39 800 943 - in lingua italiana
10
Impressum
Redazione Mercati Internazionali, Sviluppo & Inserimento
Promozione Territoriale e Investimenti Diretti
Isabell Spillmann
[email protected]
Tel. +39 02 398 009 43
DEinternational Italia Srl
Via Gustavo Fara 26
20124 Milano
Tel. +39 02 398 009 1 Fax +39 02 398 001 95
www.deinternational.it
DEinternational Italia Srl è la società di servizi della Camera di Commercio Italo-Germanica.
La redazione non si assume responsabilità per i contenuti non provenienti dalla redazione di
DEinternational Italia Srl.
“Considerate l’ambiente prima di stampare questo documento”