Now - RM COSSAR

Commenti

Transcript

Now - RM COSSAR
D’Apolito Paolo Ciro
Al Dirigente Scolastico
Mail: [email protected]
Cell: 328/2496072
Via della Cisterne, 57
- 71043 Manfredonia (FG)
Oggetto:
lezioni di
“Yoga a Scuola”.
Il Docente di Yoga e Master YogaEducational Paolo Ciro D’Apolito,
(unico Diploma per “Educatore Yoga per la Scuola” riconosciuto dal Miur con un Protocollo),
propone
percorsi formativi di Yoga come strumenti pedagogici e di scienze motorie
complementari.
Nel 1997 il Ministero della Pubblica Istruzione firmò il “Protocollo d’intesa con la Federazione
Italiana Yoga” per promuovere e sostenere la diffusione dello yoga nelle scuole riconoscendone
l’alto valore formativo. Tale documento rappresenta la base giuridica per proporre lo yoga in
ambito scolastico a tutti i livelli.
Il Docente di Yoga inoltre apporta l’esperienza dell’aver fatto parte dello STAFF OPERATIVO
della 1° Ricerca in Occidente ed in Europa sullo “Yoga a Scuola” condotto con l’Università di
Bolzano ( la Facoltà di Scienze della Formazione) e con l’Istituto YogaEducational (Federazione
Italiana Yoga) in 18 regioni italiane e 50 scuole. Il programma, infatti, offre un alto contenuto
qualitativo in quanto studiato e formulato da esperti Pedagogisti, Psicologi ed Insegnanti di Yoga.
Il presidente Dott. Giuseppe Di Mauro, pediatra e Presidente SIPPS (Società Italiana di Pediatria
Preventiva e Sociale): ‘‘lo Yoga può rivelarsi utile alla crescita e allo sviluppo sano del bambino…
è importante cercare nuovi strumenti che consentano ai più piccoli di imparare a stare bene.’’
L’ONU ha definito lo Yoga come “uno sport che promuove lo sviluppo e la pace… lo yoga dà un
approccio
olistico
alla
salute
e
al
benessere”.
L’UNESCO anni fa diede delle linee guida per l’educazione, che il sentiero dello yoga comprende:
imparare ad essere; imparare a conoscere; imparare a vivere insieme; imparare a percepire.
L’Organizzazione mondiale della sanità (WHO) descrive la salute come ‘‘uno stato di completo benessere
fisico, mentale e sociale’’.
L’insegnante: è iscritto all’ Albo Nazionale Istituto YogaEducational ed è Referente per le
Regioni: Puglia, Molise, Basilicata; è Docente del Dipartimento Salute e Benessere della
Università Popolare di Vercelli.
Il Docente ha conseguito formazione presso:
Institute for Inner Studies, Inc., Manila, Filippine - Istituto YogaEducational, Bologna,
European Daito Ryu Aikibudo Daito Kai, ed ha Patrocini e Firme: GrandMaster Choa Kok Sui,
ideatore del Pranic Healing ed Arhatic Yoga; Facoltà di Scienze della Formazione della Free
University of Bozen; Comitato italiano per l’UNICEF: fondo delle nazioni unite per l’infanzia;
Federazione Italiana Yoga (Union Européenne de Yoga); Comune di Bologna; Prof. Franco Frabboni, Prof. Emerito dell’Università di
Bologna; Eros Salvanizza, Presidente Federazione Italiana Yoga; Antonietta Rozzi, Presidente YogaEducational.
Inoltre l’Istituto YogaEducational è accreditato anche con Protocolli e collaborazioni:
Miur Italia; Facoltà di Scienze della Formazione delle Università di Padova e Trieste; Sarva Yoga International; Governo Indiano.
“YOGA a SCUOLA”
DESCRIZIONE DETTAGLIATA DEL PERCORSO
INTRODUZIONE
La pedagogia e la psicologia popolare (Bruner, 1997) ritengono che chi pratica yoga, soprattutto
yoga educativo con bambini, per la disposizione alla flessibilità ma anche al contatto diretto con i
bambini, possa svolgere una funzione di sostegno, contenimento, strutturazione (di emozione e
sentimenti), aiutare a liberare energie, facilitare la comunicazione con se’ e gli altri, anche facilitare
l’apprendimento.
La presente si propone di apportare i tanti benefici che un percorso di yoga per bambini, giovani e
adulti ha sul piano individuale e sul gruppo.
OBIETTIVI
Si tratta di un intervento che prevede
apprendimento del praticante.
un percorso di yoga per potenziare le capacità di
Le lezioni di Yoga presentati sono percorsi formativi che propongono di incidere sia nel migliorare il
rendimento accademico che equilibrando l’approccio comportamentale nelle relazioni umane del
partecipante. La proposta progettuale individua come obiettivo un contributo tecnico complementare e
coerente con le esigenze formative scolastiche.
DESTINATARI
Studenti e/o Insegnanti e/o Genitori della:
- asilo nido.
- scuola materna.
- scuola primaria (elementare).
- scuola media inferiore (secondaria inferiore);
- scuola media superiore (secondaria superiore);
TIPO valutazione (facoltativo)
La valutazione si basa su dati qualitativi e quantitativi.
Finalità GENERALE
Lo yoga per l’educazione dei bambini può promuovere competenze trasversali utili per apprendere
ad apprendere (nel senso che può essere importante per la scuola e per la vita) (come previsto tra gli
obiettivi del PON 2014-2020 nell’ASSE 1 ).
È indicato per tutti, con notevoli risultati anche su quelli: stanchi, ansiosi e tesi, paurosi, irrequieti,
emotivamente alterati, con bassa autostima, frustrati, distanti, introversi, con problemi emotivi, con stress,
dormono poco o che riposano male, con diabete, obesità, dipendenze affettive, disturbi del comportamento
alimentare, ecc...
Opzioni formative* (il docente può formulare anche un percorso completo)
L’intera lezione prevede contemporaneamente una fase teorica e in-formativa, seguita dalla pratica.
a) Yoga per l’infanzia e adolescenza (Pedagogia Yoga, dall’asilo nido in su) (comprende il punto h)
b) Respirazione Yogica (dalla scuola media inferiore in su).
c) Educazione Alimentare yoga (solo teoria) (dalla scuola primaria in su).
d) Educazione sessuale yoga (comprende il punto e) (dalla scuola media inferiore in su).
e) “Yoga dell’Intelligenza” (dalla scuola primaria in su).
f) “Meditazione Insieme” (dalla scuola media inferiore in su).
g) Yoga e Respirazioni Tibetane (dalla scuola media inferiore in su).
h) Hatha Yoga.
i) “Yoga Comunication Techniques”
(comprende il punto e) (dalla scuola media inferiore in su).
j) “Meditazione Consapevole” (dalla scuola media superiore in su).
k) Anatomia Yoga (solo teoria)
(dalla scuola primaria in su).
l) Yoga: Disciplina Etica e Sociale e Disciplina Individuale. (solo teoria) (dalla scuola media inferiore in su).
( L’insegnante rilascia degli Attestati di partecipazione).
PERCORSO FORMATIVO
Consapevolezza del corpo
Consapevolezza del respiro
Rilassamento
Concentrazione
Consapevolezza di se’
Comunicazione e connessione con se stessi e con gli altri (emozioni, tensioni, aggressività,
socialità)
ATTIVITA’ PREVISTE CON GLI ALUNNI
Esercizi di riscaldamento/attivazione con giochi/motricità
Asana/posizioni yoga
Esercizi e giochi di consapevolezza del respiro
Rilassamenti attivi e passivi
Visualizzazione e esercizi di concentrazione
Esercizi per lo sviluppo dell’attenzione e della memoria.
TEMI:
1. ANTISTRESS
SBLOCCO DELLE TENSIONI MUSCOLARI
RILASSAMENTO
ATTENZIONE FOCALIZZATA SUL COMPITO
FIDUCIA E AUTOSTIMA
AUTONOMIA
Un programma di yoga, quindi, apporta dei benefici ad: apparato muscolo-scheletrico; apparato
cardiovascolare; apparato respiratorio; sistema endocrino; sistema immunitario; sistema nervoso
centrale; sistema nervoso periferico.
2. MOTRICITA’
Presa di coscienza del corpo attraverso:
GIOCHI: conoscenza, motricità e spazio
RITMO: motricità lenta o dinamica, fluidità del movimento
Asana: Motricità e immobilità
Con lo yoga, inoltre, è sviluppata l’attenzione propriocettiva. Essa è la capacità di scambio di
informazioni tra muscoli, tendini e sistema nervoso centrale. La capacità propriocettiva è la capacità
grazie al quale l’organismo ha la percezione di sé col mondo esterno, permettendo al corpo di
muoversi al meglio anche con gli occhi chiusi.
3. GESTIOINE EMOZIONI
Sblocco tensioni muscolari (corazze protettive ed elementi fisici-emozionali-psichici)
Cambio schemi motori: posizioni diverse e inusuali
Cambio ritmi e schemi respiratori, controllo del respiro, diaframma
Gestione volontaria delle risposte emozionali
4. ARMONIZZAZIONE PIANO PSICOLOGICO
Cambio forma del corpo: accettazione del cambiamento nella crescita e nella vita
Cambio ritmi e schemi respiratori per adattabilità alle situazioni
Azione pratica personale con tutte le tecniche
Rilassamento
Fiducia e autostima
Autonomia
Lo yoga è una disciplina che unisce libertà, fisicità, integrazione, cioè ogni piano è al posto giusto,
fondendo eutonia (movimenti leggeri), eupatia (psiche quando sta al suo bene massimo) ed
euritmia (grazia, bellezza).
5. APPRENDIMENTO – CREATIVITA’ – SVILUPPO FACOLTA’ MENTALI
Potenziamento concentrazione, consapevolezza
Potenziamento memoria
Sviluppo intuizione
Sviluppo creatività
Adattamento e resilienza
Lo yoga, infatti, incide sulla resilienza (problem solving): è la capacità di far fronte in maniera
positiva agli eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà.
È la capacità di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre, senza
perdere la propria umanità.
Persone resilienti sono coloro che immerse in circostanze avverse riescono, nonostante tutto e
talvolta contro ogni previsione, a fronteggiare efficacemente le contrarietà, a dare nuovo slancio alla
propria esistenza e perfino a raggiungere mete importanti. La costruzione della resilienza ti dà la
capacità di: prevenire, minimizzare e superare le avversità. Con essa è sviluppata la: accettazione
incondizionata di se stessi; presenza delle relazioni che lo sostengono; dare senso alla propria vita;
stima di sé (competenze e abilità, capacità di progettare nel futuro); tutte esperienze da scoprire
(futuro).
Lo yoga conduce a:
rielaborare e riconsiderare;
io posso, io sono, io ho, senza giudizio, ma come consapevolezza;
saper agire, voler agire, poter agire.
DURATA DEL PERIODO DIDATTICO:
(le ore possono essere programmate anche in giorni consecutivi o cambiate anche in base alle
esigenze scolastiche; sono estendibili e rinnovabili)
- per classe di alunni della scuola materna: 16 ore, con lezioni di 30 minuti (oppure di 1 ora);
- per classe di alunni della primaria: 16 ore, con lezioni di 1 ora;
-Alunni medie inferiori: 20 ore a classe con lezioni di 1 ora .
-Alunni delle medie superiori: 25 ore a classe con lezioni di 1 ora .
- genitori ed insegnanti: 6 ore per classe (con numero minimo da concordare) (le ore sono
estendibili e rinnovabili).
Gli alunni realizzeranno l’attività (in base alle esigenze organizzative):
 In orario curricolare
 In orario aggiuntivo
(oppure)
LUOGO:
Un aula scolastica (o palestra) (riscaldata e pulita) con possibilità di avere spazio libero per i
movimenti.
MATERIALE
Tappetini o asciugamani per esercizi a terra, tute comode e calzini doppi di cotone o antiscivolo,
sedie, proiettore, impianto audio.
Presentazione
La pedagogia e lo yoga hanno in comune aspetti utili nella formazione della persona nella tua
totalità fin dalla tenera età come il recupero della pariteticità cuore/mente/corpo.
La lezione presenta ed avvia un percorso di yoga che affronta diverse tematiche.
Queste pratiche sono state scelte, infatti, per gli effetti e i benefici che se ne traggono, sia dall’esperienza
cognitiva diretta di un lavoro intensivo come quello proposto, sia per gli strumenti che, una volta appresi, si
possono continuare ad utilizzare.
Lo yoga aiuta a Lavorare e Studiare in Armonia che ha come risultato la promozione di una
Comunicazione corretta ed efficace, migliorando le Relazioni e gli Scambi interpersonali. Può essere
un inizio di un percorso yoga molto utile per lo studente che viene preparato, quindi, anche per un futuro
inserimento lavorativo.
Infatti lo yoga offre, attraverso l’esperienza diretta, una comprensione più profonda di alcune dinamiche
relazionali. Utile per la consapevolezza del corpo e sulla scoperta dei ritmi respiratori e su tecniche di
rilassamento per calmare l’agitazione e su pratiche di concentrazioni mirate a stimolare l’attenzione; la
consapevolezza del corpo e dei movimenti fisiologici, e l’ausilio nella correzione dei vizi posturali e
patologie alla colonna vertebrale. Aiuta a sviluppare il livello di attenzione,
concentrazione e
creatività. Aiuta lo sviluppo della personalità dal punto di vista psico-fisico facilitando un migliore
equilibrio corpo-mente, la calma, l’interiorità.
Offre anche l’opportunità di rivedere le proprie scelte comportamentali, modificando le attitudini caratteriali
non consone ad una armonica collaborazione negli scambi interpersonali. Con tali modifiche ci sono ovvie
conseguenze migliorative per il lavoro di Equipe ed alle relazioni interpersonali in generale.
Questi percorsi sono, quindi, delle lezioni introduttive alla “conoscenza del ben-essere” che, attraverso
l’esperienza attiva di insegnamenti antichi rivisitati in chiave moderna, permettono di raggiungere un buon
equilibrio psico-fisico ottimizzando la qualità della vita.
Presentano un percorso di consapevolezza attraverso l’uso:
 del rilassamento della mente e del corpo,
 dell’ascolto e della conoscenza di sé,
 del riconoscimento delle armonie/disarmonie e lo scioglimento delle stesse,
 della respirazione e le sue diverse applicazioni,
 del movimento,
 della meditazione come strumento di riequilibrio.
Sono strumenti semplici, sicuri, un modo completamente naturale, per riequilibrare il corpo e raggiungere il
rilassamento profondo; ottimi per scaricare o alleviare tensioni, affaticamento, stress e per recuperare
velocemente energia ed attenzione. È , quindi, un percorso aperto a tutti.
Relazione
La pratica dello Yoga dall’insegnante presentato (con studi e ricerche già effettuate), che è divertente e
può essere praticato con facilità, se applicato con un programma continuativo e costante nel tempo:
per gli studenti:
* rende , in genere, il praticante più intelligente, più motivato e psicologicamente più equilibrato; tra i tanti
benefici c’è inoltre la maggiore abilità nel regolare la pulsione sessuale.
* migliora il rendimento accademico e comportamentale degli studenti, anche in maniera significativa, con
diminuzione dello stress.
* si nota come cambia l’approccio dei ragazzi nella relazione interpersonale, si hanno dei miglioramenti
nell’apprendimento, nel linguaggio, concentrazione, calma, che include una apertura e una nuova ottica che
riempie i ragazzi di un sentimento di successo, entusiasmo, partecipazione e collaborazione, compassione e
gentilezza, consapevolezza, fiducia in sé.
* i ragazzi, dal memorizzare il materiale passano a sviluppare la
comprensione, la valutazione e
l’applicazione.
* gli studenti sono più attivi nella scuola, sorridono e sono entusiasti del loro lavoro e felici di imparare, con
atteggiamenti generali molto migliorati e aumento della forza fisica.
* i ragazzi passano da una postura con la testa bassa, lo sguardo perso e le spalle ricurve ad un aspetto più
sollevato e brillante, con spalle e portamento eretti e pelle luminosa.
* maggiore autocontrollo ed autonomia.
* diminuisce l’incidenza delle assenze degli studenti dalle lezioni.
* lo yoga diviene strumento di crescita per l’allievo.
* gli insegnanti ed il loro dirigente scolastico apprezzano molto i cambiamenti dei ragazzi e sono più
entusiasti.
per gli insegnanti e genitori:
* i benefici sono simili a quelli degli studenti.
* miglioramento cognitivo e la lotta ai deficit derivanti dall’invecchiamento, come la perdita di memoria.
* rinnovare e migliorare le proprie risorse,
* ottimizzando il rendimento personale,
* migliorando la qualità delle prestazioni,
* diminuendo l’incidenza delle assenze dal lavoro, della criticità e della insoddisfazione propria, dell’utente
e, quindi, dell’Azienda o Ente.
* lo yoga diviene strumento pedagogico per l’insegnante.
* gli studenti, ed il loro dirigente scolastico apprezzano molto l’insegnante cambiato in meglio.
Lo yoga si pose come uno strumento efficace per la prevenzione e cura dei fenomeni come:
fallimento formativo precoce e dispersione scolastica e formativa; inclusione
sociale; depressione; bullismo; razzismo; branco; ecc… (come previsto tra gli obiettivi
del PON 2014-2020 nell’ASSE 1 ).
Questo progetto prevede in modo facoltativo, nella formazione, oltre agli alunni, il coinvolgimento
delle famiglie e delle insegnanti (come previsto tra gli obiettivi del PON 2014-2020 nell’ASSE 1 ).
Fin dalla nascita del bambino, lo yoga può aiutare alla coordinazione oculo-motoria e senso-motoria
(yoga negli asili nido). Nella crescita il bambino acquisisce maggiormente la consapevolezza di se stesso che sarà
anche riconosciuta dagli altri (dicendo dei no, mettendosi al centro dell’attenzione). Questo grazie anche alla
acquisizione di competenze e autonomie che danno autosicurezza e allontanano dalle dipendenze.
Nella crescita del bambino, lo yoga aiuta ad eliminare gli stati di tensione e stress da cambiamento,
compreso paure e aggressività. Lo yoga è considerato un viaggio iniziatico per favorire il passaggio
tra infanzia e adolescenza. Si impara ad accogliere i propri cambiamenti e quelli altrui. Con lo
yoga si vive un cambiamento con fiducia, sicurezza ed autostima, creando una identità
stabile.
Esso: aiuta la conoscenza di Sé, che significa socializzazione (star bene con se stesso e con gli altri);
toglie lo stress e la disattenzione; aiuta a sviluppare le proprie risorse; costruisce la personalità del
bambino; aiuta il processo di apprendimento con l’attenzione e la concentrazione che favorisce la
memoria.
L’utilizzo degli asana decondizionano da schemi mentali aprendo a valutazioni diverse e diverse
forme, aprendo la mente a costruirsi proprie opinioni. Grazie anche a schemi di approfondimento,
adattamento e cambiamento, ai bambini lo yoga: fa vedere l’interno (tridimensionale); si fa esperienza del
corpo; si sviluppano canali percettivi (dimensione dell’interiorità); il corpo soggettivo come se fosse
rianimato e percepito essendo al centro dell’esperienza; l’impegno personale (costanza, fatica,
apprezzamento, autostima); corpo come strumento di apprendimento.
Lo yoga aiuta la formazione del bambino alla “pedagogia dell’incontro” che è rappresentata da un
approccio:
alla interculturalità (dialogare, incontrarsi, persone che hanno lo stesso “potere”, quindi
autonomia,
non
accettare
ma
conoscere
e
ascoltare
);
alla cittadinanza fatta di sistemi di regole (conoscenza) e identità (appartenenza culturale, es.
relazioni, alimentazione, ecc…).
Diversi studi di Università, Ospedali e di Pubblicazioni su Riviste Scientifiche affermano che con lo Yoga e la
Meditazione si diventa: più intuitivo e intelligente; rilassato, felice e sorridente; e tutto questo fa fluire energia calma
e libera. Altri benefici: rilassamento mentale e fisico; attività mentale acuita e obiettività;
attenzione mentale e
quiete; quieta la mente e calma il corpo; più energia generale e salute; aumenta il flusso di energia di guarigione e
purificazione. Lo yoga e la meditazione aiutano a: ridurre l’impulsività, migliorare l’apprendimento e la
concentrazione, la competenza emotiva e i rapporti con gli altri, al raggiungimento di uno stato mentale di maggior
consapevolezza e integrazione attraverso il gioco, il movimento corporeo e l’immaginazione (visualizzazione), come
forma di cura e come strumento di auto-miglioramento. Inoltre promuove i migliori sentimenti e favorisce
comportamenti virtuosi, compassionevoli ed empatici.
L’insegnante
Master Paolo Ciro D’Apolito
Educatore Yoga per la Scuola

Documenti analoghi